SOSTEGNO A DISTANZA BRASILE SALVADOR BAHIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOSTEGNO A DISTANZA BRASILE SALVADOR BAHIA"

Transcript

1 SOSTEGNO A DISTANZA BRASILE SALVADOR BAHIA Relazione 2010

2 Il Brasile, negli ultimi 15 anni èriuscito ad ampliare l offerta di educazione pubblica per quasi il 100% della domanda. Il prezzo pagato, tuttavia, è stata la caduta sostanziale della qualità dell insegnamento. Così, meno della metà degli alunni riesce, nell età prevista, a terminare l istruzione primaria e secondaria. Bassissimi stipendi per gli insegnanti, pessime condizioni di insegnamento, alto indice di violenza urbana, mancanza di spazi scolastici, situazioni di conflitto familiare, disoccupazione, povertà, miseria... sono alcuni dei fattori che compromettono la qualità dell educazione pubblica, oggi, nel paese. Una delle conseguenze è lo sfasamento fra età e classe frequentata, che contribuisce molto al fatto che gli studenti finiscano per lasciare la scuola, poichè far parte di un gruppo con il quale non si identificano ed imparare contenuti senza un linguaggio appropriato alla fascia di età, porta alla demotivazione. Numeri dell Educazione Dato questo, molti alunni del 6º anno dell istruzione fondamentale non conoscono la lettura, la scrittura e le operazioni matematiche di base. Vediamo alcuni indici: Analfabetismo: 10%* Ripetenza: 13%** Accesso all Insegnamento Superiore: 13,7%*** Persone di 15 anni o più (secondo i paesi dell Organizzazione dei Paesi Sviluppati OCDE, questo dato arriva al 4%). ** nell istruzione fondamentale (OCDE: 3%). *** per i giovani fra 18 e 24 anni (OCDE: 39%) Salari bassi per gli insegnanti, pessime condizioni di insegnamento, alto indice di violenza urbana e mancanza di spazi scolastici, situazioni di violenza urbana, situazioni di conflitto familiare, disoccupazione, povertà, miseria... sono alcuni dei fattori che compromettono la qualità dell educazione pubblica, oggi, nel paese. Educazione infantile a Salvador Quanto appena detto, vale anche rispetto all educazione infantile, per la mancanza di risorse, che èuno dei principali ostacoli. In gran parte dei comuni del nordeste del paese, come a Salvador, il finanziamento è insufficiente e non ci sono risorse per sostenere i costi della formazione per i bambini nei primi anni di vita. La grande sfida è ampliare e regolarizzare i contributi del fondo di finanziamento dell educazione di base (FUNDEB), coinvolgendo le scuole materne comunitarie, per garantire l offerta per la popolazione infantile. Le istituzioni educative sostenute da AVSI, pur non avendo tutti i contributi necessari, fanno la differenza nella educazione destinata all infanzia. Questo grazie alla motivazione delle persone, che con molta dedizione ed impegno sono attente al benessere di questi bambini. I soggetti di queste opere lottano incessantemente affinchè i bambini abbiano l essenziale in termini di protezione, cure, alimentazione ed educazione.

3 Educazione Infantile (asilo nido e scuola materna) Istruzione Fondamentale Istruzione Superiore

4 SAD ed opere educative a Salvador (BA) Brasil: attività 2010

5 Nel 2010, la scuola materna ha lavorato sulla base di progetti educativi. I bambini hanno dimostrato grande interesse per le attività. Gli insegnanti si sono impegnati per garantire una migliore didattica. Alcuni avvenimenti: Aggiornamento della didattica della scuola materna Laboratori interattivi e scambio di esperienze Accompagnamento pedagogico settimanale Incontro formativo con lo psicologo Proposta di attività ricreativa e ludica Conferenze per le famiglie con l assistente sociale Festa della famiglia, Pasqua, San Giovanni (festa tipica), laurea (festa dell ultimo anno di scuola materna) Collaborazione con medici e nutrizionisti

6 Il lavoro realizzato nel 2010 è stato:

7 Il rinforzo scolastico è stato offerto ai bambini dall Associazione, affinchè potessero superare le difficoltà di apprendimento nella scuola. Attività quotidiane Formazione in piccoli gruppi, sulle materie della matematica e del portoghese: acquisizione di un metodo di studio che privilegia le necessità individuali di ogni bambino. Apprendimento dei fondamentali del calcio e della pallamano e riscoperta dei giochi di strada, valorizzando la cultura tradizionale e stimolando le attività proprie dell infanzia. Attività per l arricchimento culturale Momento nella biblioteca: stimolo alla lettura, attività ludico formativa con giochi educativi, messe in scena, quadrilha, Coppa del Mondo, gimcane, concorso dei talenti, festa di chiusura.

8 Nel 2010, nel Centro di Educazione Infantile Joanes Leste l istituzione ha rinnovato la pratica pedagogica, adottando un nuovo materiale didattico: un libro di letteratura infantile adatto ad ogni fascia di età. Con questo, ha ottenuto il massimo del profitto e tutti i bambini sono riusciti a seguire le attività, utilizzando il materiale didattico personale. Giorno delle Mamme Giorno dei Papà Festa Junina Attività sul tema del folclore Festa degli índios Festa di Laurea (ultimo anno di asilo) Giorno dei Bambini Giorno dei Nonni Pasqua Coppa del Mondo Festa di Natale

9 Il Centro di Educazione Infantile Canto da Paz è di grande rilievo per la comunità che dispone di pochi servizi educativi. Nella istituzione, la divisione dei gruppi è ben definita ed il lavoro realizzato con i bambini viene sviluppato attraverso dei moduli di attività individuali. Ogni bambino ha il suo materiale per realizzare attività diversificate, accompagnato ed orientato dagli insegnanti. Attenzione alla salute: Quando necessario, i bambini sono inviati dagli specialisti; soprattutto lo psicologo ed altri collaboratori per avere delle consulenze. L istituzione dispone di una operatrice sanitaria al proprio interno, che controlla il peso e la statura del bambino, facendo attenzione agli orari delle medicine e prestando assistenza nei casi di emergenza. Partecipazione della comunità: Vengono realizzate attività comunitarie (feste ed altri eventi) per aumentare le entrate e continuare a garantire i servizi per i bambini.

10 La scuola comunitaria Luiza Mahin è un servizio offerto dall Associazione degli Abitanti del Complesso Santa Luzia che esercita grande leadership politica nella regione dove opera. Il progetto politico pedagogico è ben strutturato e riflette la causa difesa dalla istituzione, volta alla realizzazione di azioni per il rafforzamento dell identità culturale e razziale. Rappresenta estrema rilevanza sociale ed alto grado di riconoscimento comunitario per le organizzazioni sociali e politiche di Salvador e di altri gruppi. Nel 2010, ha ottenuto le seguenti conquiste: Ampliamento della Sala di Lettura; Installazione di uno spazio tematico e ludico nella sala di lettura; Creazione di una Sala Interattiva, che verrà utilizzata per le proiezioni di film educativi, cortometraggi, documentari e filmati degli avvenimenti realizzati nella scuola per i bambini; Approvazione di un progetto finanziato dal Ministero della Cultura, grazie al quale abbiamo ricevuto 1000 libri di letturatura infantile e giovanile; Premiazione del progetto Più Cultura per sviluppare attività di lettura; Acqusizione di un Proiettore Multimediale per i laboratori di formazione continua degli educatori.

11 La scuola materna sviluppa le sue attività, considerando l arte ed i giochi come possibilità di apprendimento. Nel 2010, i bambini hanno realizzato attività di disegno, pittura, collage e mosaico; hanno giocato a bowling, al pallone, salto della corda, salto sul tappeto elastico, rompicapo e facciamo finta che. Hanno realizzato inoltre taglio e ritaglio, ricerche, schede illustrate, cartelloni con figure, testi informativi, giochi guidati, esercizi mimati, conto e racconto. Per l aspetto della salute, le famiglie degli alunni partecipano alle conferenze di prevenzione delle malattie ed i bambini seguono l accompagnamento pediatrico e le vaccinazioni. Per garantire una educazione alimentare, l istituzione propone l orientamento nutrizionale per gli educatori ed i genitori dei bambini. L altro obiettivo che deve essere raggiunto è l incremento della partecipazione delle famiglie nelle attività pedagogiche affinchè abbiano maggiori opportunità di comprendere e valorizzare l apprendimento dei loro figli.

12 Nel 2010, il tema centrale per lo sviluppo delle attività del Centro Educativo João Paulo II, è stato: Famiglia, una bellezza che deve essere riconquistata. Il Centro ha sostenuto una offerta per 200 alunni dei laboratori pedagogici di portoghese, matematica, arte e sport, che hanno la finalità di dare agli alunni supporto nell apprendimento, mirando alla permanenza e promozione nella scuola. Le attività sono state realizzate secondo i progetti pedagogici, quali: Progetto Pasqua, attraverso una mostra di disegni artistici, all interno dello spazio dell istituzione; Progetto São João (San Giovanni), con una bella festa junina (festa di giugno) e la rappresentazione della quadrilha (danza tipica della festa) nella scuola e in spazi pubblici; Progetto Folclore organizzato attraverso una ricerca dei racconti africani; Festival della Musica; Festa della Famiglia, con la visita dei familiari, insegnanti ed alunni al Parco Zoologico; V Mostra dell Arte; Folia de Reis (la baldoria dei Re Magi) presentata nelle strade del proprio quartiere, nel centro storico di Salvador (Pelourinho) e nei quartieri vicini all istituzione.

13 Le strutture educative condotte dall Associazione Alecrim (Rosmarino) sviluppano progetti pedagogici, secondo una ampia concezione del soggetto. In questo senso, il prendersi cura dei bambini da 2 a 12 anni (educazione infantile ed istruzione fondamentale) ha l obiettivo di promuovere le condizioni necessarie per la crescita, lo sviluppo e l apprendimento, completando l azione della famiglia e della comunità, osservando le regole della qualità, in accordo con le esigenze definite dalla legislazione brasiliana. Il rinforzo scolastico ha l obiettivo di creare condizioni effettive di apprendimento. Aiuta a promuovere il miglioramento del livello dell apprendimento di base, concettuale nonché procedure ed attitudini che favoriscano l organizzazione del pensiero, dell osservazione, della parola, della lettura e scrittura, migliorando il livello dell informazione, della comunicazione ed espressione, facilitando l apprendimento delle discipline scolastiche.

14 Il Centro di Educazione Infantile Dom Giussani ha una estrema rilevanza sociale e legittimazione nella comunità. Nel 2010, in risposta ad una domanda verificata nella comunità, ha ampliato la sua attività pedagogica per occuparsi di un altra fascia di età di bambini e giovani. Questo ha portato molto dinamismo e maggiore impegno per i professionisti ed i volontari che là operano. Messa con le famiglie, i colleghi e i volontari Visita di alunni di scuole private della città Attività socioeducative con bambini ed adolescenti del quartiere Festa natalizia e consegna dei regali per tutti i bambini Durante il 2011, per seguire i bambini del quartiere che hanno concluso il loro percorso nella educazione infantile ed adolescente, sono stati elaborati dei progetti e firmati dei parternariati per offrire attività sportive, compresi gli ampliamenti degli spazi.

15 Dai bambini per i sostenitori

16 Lettere di ringraziamento Grazie per avermi aiutato ad osservare la mia realtà, che io non desideravo guardare. Il semplice fatto di avere scritto a te della mia vita, mi ha fatto riflettere sulla mia realtà. Mi sento molto felice perchè ti ricordi di me. Grazie perchè desideri la salute della mia famiglia.

17 Dichiarazione di un bambino sostenuto a distanza. Edeval 11 anni Mi piace ricevere le lettere perchè è la modalità di comunicare con la mia sostenitrice. Posso parlare dei miei problemi, perchè lei mi può capire ed aiutare. Penso che questo sia molto bello!! É strano parlare dei problemi con chi è molto distante e non mi conosce personalmente, ma è bello sapere che questa mia sostenitrice mi può capire. Rimango nella speranza di ricevere le sue lettere perchè so che lei me le manderà. Io non la dimenticherò e lei non si dimenticherà di me. Io custodisco tutte le lettere che ho già ricevuto, insieme ai documenti della mia mamma. Conserverò tutto fino a quando sarò grande, affinchè io possa ricordarmi di lei

18 Ex-alunni sostenuti a distanza Quando studiavo nel Centro Educativo non valorizzavo molto il fatto di essere sostenuto a distanza; oggi, già adulto, mi rendo conto di come quella occasione sia stata importante per essere quello che oggi sono. Ringrazio per quello che oggi sono: un giovane che pensa sempre al futuro e fa nuove esperienze di vita. Prima di studiare restavo in casa, o sulla strada. Quando invece ho avuto la possibilità, attraverso il sostegno, di avere un luogo per studiare, le mie ore libere sono state occupate con molte attività di svago, sport, lettura e c è stato un enorme cambiamento della mia vita quotidiana. Tutto era nuovo, le persone ci educavano come se fossimo loro figli. Oggi posso affermare che lo spazio educativo che ho frequentato è stato la mia seconda casa e la mia seconda famiglia.

19 I bambini sostenuti e le loro famiglie Le famiglie dei bambini sostenuti a distanza sono tra loro molto diverse. Si incontrano famiglie costituite da padre, madre e figli, ma molte altre sono costituite da nonni, madre e figlio; nonni e nipoti; zii e cugini. Alcuni bambini e giovani crescono educati dai vicini, di fronte all assenza e sparizione dei genitori e familiari, chi per decesso, chi per ingresso nel mondo del crimine, o per non aver riconosciuto i figli, fatto questo molto frequente.

20 Accompagnamento pedagogico Nel 2010 la equipe del SAD (Sostegno A Distanza) a Salvador ha offerto un supporto personalizzato al lavoro pedagogico, realizzato dalle opere sostenute a distanza, attraverso: Sostegno alla qualificazione degli educatori o Promozione di confronti sulla osservazione: come guardare il bambino nella totalità; o Dialogo sulla aggressività e sessualità nella educazione infantile: come intervenire; o Approfondimento dei temi collegati all educazione infantile; o Condivisione di esperienze sullo sviluppo infantile e sul quotidiano della scuola Direzione e coordinamento oanalisi/valutazione della Proposta Pedagogica delle istituzioni; oorientamento per l attuazione della proposta pedagogica della istituzione; osostegno alla elaborazione dei progetti tematici che saranno sviluppati nella scuola materna; oqualificazione per la scrittura delle Notizie Individuali da inviare ai sostenitori; oaccompagnamento nella elaborazione dei disegni da inviare ai sostenitori.

21 Consegna dei regali e della corrispondenza Ricevimento, conferenza e revisione del materiale Sostegno volontario Incontro di Formazione con gli educatori

22 I traduttori: anche loro fanno accadere il SAD Tradurre dà senso e significato alla possibilità di aiutare AVSI, di essere vicina alla tematica del SAD, progetto molto importante per il Brasile; dedicare un poco del mio tempo per aiutare gli altri ed essere ripagata con una allegria impagabile, nel sapere che, in un modo o nell altro, sto aiutando qualcuno che realmente ha bisogno. Talita Santos Giovane brasileira, abita in Italia da 9 anni. Collabora col SAD dal E stato grazie ad amici, che ho conosciuto a Salvador, che ho cominciato a capire che essere nella favela non significava provare pena per i poveri, ma fare bene il mio lavoro. Fare bene il mio lavoro così come lo facevano e lo fanno questi amici che ho conosciuto a Salvador! Per questo ho cominciato a fare bene le traduzioni, perchè così io potevo essere utile ad un altra persona, cioè a quel bambino che veniva descritto attraverso quella scheda di presentazione. Molte volte, occupata con tutte le mie molteplici attività (lavoro, università e famiglia), dire ok, mi puoi mandare le traduzioni, è stata la cosa più faticosa del mondo! Tuttavia dire di no, è come dire no ad un amico che bussa alla porta e dice: ho fame! mi dai da mangiare? Certe volte, ho bisogno di dire no, tuttavia è un no sofferto, sempre accompagnato da una spiegazione; non è una porta chiusa in faccia. Martina Bonassera Una giovane italiana; sostiene a distanza un bambino a Salvador, e dal 2006 si è messa a disposizione per collaborare con AVSI. Fin dall inizio ho molto stimato il lavoro delle opere educative di Salvador. Quello che viene scritto nelle schede di presentazione dei bambini è un riflesso del lavoro fatto con loro,della passione e professionalità con cui lavorano. Dopo tutte le lettere, schede di presentazione e notizie individuali che ho tradotto, vedo come per ogni bambino ci sia una osservazione ed una lettura personale del suo comportamento, delle sue attitudini, delle sue difficoltà, dei suoi gusti, delle sue amicizie, delle sue tristezze e delle sue lacrime. Oltre a tutto questo, è sorprendente la conoscenza della sua famiglia, dove egli vive, delle sue condizioni economiche, delle relazioni parentali e molto altro ancora. Per quello che sono capace di comprendere, circa il lavoro dell equipe del SAD a Salvador, esprimo la mia grande ammirazione e stima. Alessandro Benazzolli - É Italiano, nonostante ammetta che il suo cuore sia in parte brasiliano. Vive a Brentonico, Trento, con la moglie Paola. Padre di due figli, ha fatto una bella e significativa esperienza in Brasile con l adozione di uno di essi.

23 Traduco perchè mi piace il Brasile, i bambini, perchè sono professoressa e madre, perchè desidero lavorare volontariamente ed anche restare vicina alla realtà di Salvador. Ringrazio per l opportunità di condividere con le istituzioni la fatica che vivono quotidianamente. Bianca Fornaro Anche lei appassionata per la lingua portoghese. É sposata, ha due figli e un forte legame con il Brasile, poichè ha adottato uno dei figli in questo paese. Abita ad Arezzo ed è anche sostenitrice di un bambino. Le traduzioni sono una opportunità per conoscere persone stupende, che dedicano i propri giorni al miglioramento della vita dei piccoli, procurando di dare loro un futuro migliore. Adesso che sono madre, le storie che leggo, durante le traduzioni, mi toccano ancora di più e ad ogni nuova lettura penso al mio piccolo Nicolas che essendo per metà brasiliano, è molto fortunato. Non è facile conciliare il ritmo stretto del lavoro e le poche ed importanti ore che posso dedicare alla mia famiglia, quando rimango fuori casa per tutto il giorno, ma rinunciare al mio intervallo del pranzo per fare le traduzioni, è il minimo che posso fare e mi dedico con piacere ed allegria a questa attività. Tatiana Varalli é sposata con un brasiliano, con il quale ha un figlio. Nel 2001, grazie ad una esperienza di lavoro fra le palafitte dei Novos Alagados, fatta in Brasile, ha conosciuto AVSI. Dopo questo inizio, è diventata sostenitrice di una bambina. In seguito, ha deciso di diventare traduttrice volontaria per AVSI. Sono molto contenta, attraverso le traduzioni che ho fatto quest anno, di aver conosciuto sempre più la realtà di AVSI ed i suoi progetti Maria Irene Bianchi Mamma di due figli e nonna, la signora italiana è laureata in biologia e psicologia. Fa esperienze nel lavoro volontario, dedicando parte della sua vita a questo ed offrendo il suo tempo ad AVSI e ad altre istituzioni. Nel 2001 si è iscritta per sostenere a distanza un bambino del SAD. Nell informare che aveva trascorso alcuni anni della sua infanzia in Brasile, è stata invitata a fare volontariamente il lavoro di traduzione per la lingua portoghese ed inglese.

24 Equipe SAD Salvador Julia Ribeiro de Oliveira Coordinamento Jovano Souza Operatore locale Milena Nunes Accompagnamento pedagogico Michele Sena Stagista Fundação AVSI (Salvador) Rua Almirante Barroso, 344 Salvador Bahia - Brasil Fabrizio Pellicelli Direttore della Fondazione AVSI Brasile Fonti dei dati utilizzati: Organisation for Economic Co-operation and Development (OCDE); Ministério da Educação MEC/Inep; Relazioni della direttrice delle opere educative, Fotos: Archivio AVSI e Opere Educative

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Sostegno a Distanza in Kosovo

Sostegno a Distanza in Kosovo Agjensioni për shërbime social-edukative OJQ SHPRESA E JETËS Agency for social-educative service NGO THE HOPE OF LIFE Sostegno a Distanza in Kosovo Relazione annuale 2011 Cari Sostenitori sono felice che

Dettagli

PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE. Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna

PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE. Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna PROMUOVERE LE COMPETENZE GENITORIALI: DALLA VALUTAZIONE INIZIALE AL SOSTEGNO POST-ADOZIONE Jesús Palacios Università di Siviglia, Spagna Milano, 10 giugno, 2011 Genitorialità adottiva Bambini e bambine

Dettagli

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Le istituzioni

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

Progetto AL/2010/62 - Sostegno triennale Scuola primaria a Croix des Bouquets (Port-au-Prince)

Progetto AL/2010/62 - Sostegno triennale Scuola primaria a Croix des Bouquets (Port-au-Prince) Progetto AL/2010/62 - Sostegno triennale Scuola primaria a Croix des Bouquets (Port-au-Prince) Obiettivo generale: Sostegno formativo e alimentare ai bambini di Croix des Bouquets. Obiettivi specifici

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo Premessa Educare alla legalità significa elaborare e diffondere un'autentica cultura dei valori civili (Circolare Ministeriale n 302/93) Con tale progetto la

Dettagli

C O S A B O L L E I N P E N T O L A?

C O S A B O L L E I N P E N T O L A? C O S A B O L L E I N P E N T O L A? I m p a r a r e m a n g i a n d o Progetto di educazione alimentare ISTITUTO COMPRENSIVO DI FAEDIS Scuola dell Infanzia di Attimis Anno scolastico 2007/08 NARRAZIONE

Dettagli

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14

QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 QUESTIONARI INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013/14 Questionari per: - docenti dell istituto - alunni classi terze secondaria - genitori classi terze secondaria Composti da tre punti di analisi con 8 domande

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Questionario Utenti Input ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Questionario Utenti Input Finalità 1. Promuovere lo sviluppo personale durante il percorso scolastico Per cominciare, abbiamo bisogno di alcuni tuoi dati personali e dell

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

Visita del Dr. Simi Deputato nella tua scuola Inter di Milano Prova Enlace Colazione per Giorni Migliori Opera Teatrale di Fondazione ALPURA

Visita del Dr. Simi Deputato nella tua scuola Inter di Milano Prova Enlace Colazione per Giorni Migliori Opera Teatrale di Fondazione ALPURA Visita del Dr. Simi Deputato nella tua scuola Inter di Milano Prova Enlace Colazione per Giorni Migliori Opera Teatrale di Fondazione ALPURA Testimonianza dei benefattori Giorno dei Morti Bazare Natalizio

Dettagli

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune iniziative di concreta solidarietà. Il progetto intende

Dettagli

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna siamo non bambole Cercasi donne appassionate che vogliono cambiare la politica e migliorare il Paese Vorrei che la conferenza delle donne dell

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Progetto La casa di Pollicino

Progetto La casa di Pollicino Progetto La casa di Pollicino Un servizio completo per rispondere alle necessità di bambini autistici e delle loro famiglie Mai più soli insieme si può! www.solidarietaeservizi.it 1 L ORIGINE Il progetto

Dettagli

e ilgioco com inciò..

e ilgioco com inciò.. e ilgioco com inciò.. PROGETTO EDUCATIVO 1.1 PRESENTAZIONE GENERALE Il progetto CRD si rivolge a bambini/e e ragazzi/e della scuola primaria e secondaria di primo grado del paese con attività diurne presso

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Un cane per amico. Titolo: Attività da realizzare

Un cane per amico. Titolo: Attività da realizzare Titolo: Un cane per amico L ASD e di Promozione Sociale Do Re Miao! in collaborazione con la comunità pastorale I Tre Arcarcangeli (parrocchia Ss.ma Annunziata dei Greci), Livorno, propone un progetto

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA

ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA Associazione Dives in Misericordia ASILO NIDO SANTA FAUSTINA KOWALSKA CARTA DEI SERVIZI La seguente CARTA DEI SERVIZI è stata redatta facendo riferimento alla delibera della Giunta Regionale della Campania

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015

A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015 A.S.D Progetto doposcuola 2014-2015 PRESENTAZIONE ASSOCIAZIONE L associazione sportiva dilettantistica BIMBI ALLA RISCOSSA promuove la divulgazione dello sport in genere, attività didattiche, ludiche e

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI NARNI SCALO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGETTO COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE

CIRCOLO DIDATTICO DI NARNI SCALO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGETTO COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE CIRCOLO DIDATTICO DI NARNI SCALO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGETTO COMUNICAZIONE ED EDUCAZIONE ALIMENTARE MANGIA, SALTA RIDI L Educazione Alimentare, oggi ha assunto un ruolo fondamentale nella determinazione

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

YouLove Educazione sessuale 2.0

YouLove Educazione sessuale 2.0 YouLove Educazione sessuale 2.0 IL NOSTRO TEAM Siamo quattro ragazze giovani e motivate con diverse tipologie di specializzazione, due psicologhe, una dottoressa in Servizi Sociali e una dottoressa in

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

LIBROLANDIA Favole, storie, racconti...

LIBROLANDIA Favole, storie, racconti... Scuola Statale dell'infanzia di "Lammari" Progetti educ.-did. anno scolastico 2010/2011 ********************************************************** AREA P.O.F. Linguaggi espressivo_creativi AREA P.O.F.

Dettagli

PROPOSTE. FORMATIVE per la SCUOLA. dell INFANZIA. Proposte ideate da CRISTINA GRAFFEO e PAOLA PECORARI Anno 2014-15

PROPOSTE. FORMATIVE per la SCUOLA. dell INFANZIA. Proposte ideate da CRISTINA GRAFFEO e PAOLA PECORARI Anno 2014-15 PROPOSTE FORMATIVE per la SCUOLA dell INFANZIA Proposte ideate da CRISTINA GRAFFEO e PAOLA PECORARI Anno 2014-15 GIOCANDO CON LE EMOZIONI Sostenere e aiutare i bambini ad ascoltare le proprie emozioni

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GONZAGA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GONZAGA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GONZAGA Via Caduti di Bruxelles 84025 - EBOLI (SA) tel. 0828 328154 fax 0828 333444 mail: ic8bg00b@istruzione.it sito: icgonzagaeboli.gov.it Crescere insieme progetto continuità

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO Il Centro di Psicoterapia e Psicologia Clinica è un Associazione Professionale di psicoterapeuti di formazione psicoanalitica e di psicologi clinici che opera nell ambito

Dettagli

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ISTITUTO COMPRENSIVO «N.TOMMASEO» SCUOLA DELL INFANZIA «F.GARBIN» Arre UNITA DI APPRENDIMENTO : 1. IO : LA MIA STORIA 2. IO : LA

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina Via E. Mach, 2 38010 San Michele all Adige (TN) Tel. 0461 650314 Referente per i contatti con i giovani:

Dettagli

MONTALI LORENZO MILANO: CHI RICERCA TROVA.

MONTALI LORENZO MILANO: CHI RICERCA TROVA. Sono professore di Psicologia sociale all Università di Milano-Bicocca e direttore di Query, la rivista del CICAP, associazione no-profit di educazione scientifica. La RICERCA per me è un metodo per comprendere

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Il mio bambino Alla scuola Victor Hugo

Il mio bambino Alla scuola Victor Hugo Buongiorno Signore! Good Morning! Il mio bambino Alla scuola Victor Hugo 1 Christian Zyla, Direttore della scuola Victor Hugo 2 La scuola materna in breve Dal primo all ultimo anno di asilo, i bambini

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIANELLO V.T. RILEVAZIONE BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO E SODDISFAZIONE DEI NOSTRI UTENTI Questionario studenti L'offerta formativa della scuola è tanto più efficace quanto più

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro

I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro I primi colloqui dello psicologo in Hospice: uno strumento di lavoro Le riflessioni del Gruppo Geode Anna Porta Psicologa Hospice l Orsa Maggiore Biella HOSPICE EQUIPE Psicologo Medici Infermieri OSS Volontari

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato BARIOLA: Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato dalla Regione Lombardia in attuazione all art. 6 della l. r. 28/2004 Politiche regionali per il

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli

Cibo che alimenta, cibo che sostiene

Cibo che alimenta, cibo che sostiene Newsletter 5, Giugno 2015 COME CRESCONO I NOSTRI PROGETTI Cari sostenitori e sostenitrici, sperando di portarvi un po di fresca aria andina, in questi torridi giorni d estate, ecco per voi la Quinta Newsletter

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa

Sintesi del Piano dell Offerta Formativa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «ALESSANDRO VOLTA» Sintesi del Piano dell Offerta Formativa SCUOLA PRIMARIA Dirigente Scolastico Prof. Incoronata

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7. Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 7 Rilevazione gradimento dell utenza: percorsi educativi promossi e servizi erogati dalla Biblioteca dei Ragazzi. Il Comune di Pisa,

Dettagli

I CAMPI DI ESPERIENZA

I CAMPI DI ESPERIENZA I CAMPI DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO sviluppa il senso dell identità personale; riconosce ed esprime sentimenti e emozioni; conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e della scuola, sviluppando

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande

Dagli Appennini alle Ande Dagli Appennini alle Ande Bollettino N 34 Settembre 2010 Leggiamo insieme!... Sulla vita fuori dall hogar L importanza dell impiego La prevalenza del cuore Sulla vita fuori dall hogar Nell ambito del progetto

Dettagli

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Oggetto: Relazione della quarta annualità del progetto Psicologia dell'apprendimento della matematica.

Dettagli

Progetto continuità scuola dell infanzia scuola primaria

Progetto continuità scuola dell infanzia scuola primaria PREMESSA In relazione alle più recenti indicazioni ministeriali nelle quali viene valorizzata l autonomia scolastica, i progetti per la continuità didattico - educativa rappresentano un ambito di valutazione

Dettagli

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione AIESEC Italia Che cos è AIESEC? Nata nel 1948, AIESEC è una piattaforma che mira allo sviluppo della leadership nei giovani, offrendo loro l opportunità di partecipare a stage internazionali con l obiettivo

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Sezioni VERDE e GIALLA PROGETTO ALIMENTAZIONE COSA MANGIO OGGI?

Sezioni VERDE e GIALLA PROGETTO ALIMENTAZIONE COSA MANGIO OGGI? Sezioni VRD e GIALLA PROGTTO ALIMNTAZION COSA MANGIO OGGI? IL Bruco Maisazio, personaggio che ha accompagnato i bambini nel progetto di continuità nido-infanzia, quest anno ci porterà alla scoperta dei

Dettagli

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org

JOB RECRUITMENT. www.puntoservice.org JOB RECRUITMENT www.puntoservice.org CHI SIAMO CERCHIAMO Punto Service è operatore leader in Italia nel settore dei servizi alla persona, dedicati in particolare alla terza età ed all infanzia, con un

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Progetto di cittadinanza attiva

Progetto di cittadinanza attiva Comune di Sant Antioco Progetto di cittadinanza attiva Il Consiglio Comunale dei ragazzi Il Consiglio Comunale dei ragazzi Nell'ambito del programma dell Amministrazione comunale di Sant Antioco, in particolar

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI

PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI PICCOLI PASSI VERSO GRANDI DIRITTI La CGIL e L INFANZIA 0-3 anni Il NIDO 3-6 anni La scuola dell Infanzia La legge 285 del 1997, disposizioni per la promozione dei diritti dell infanzia e dell adolescenza

Dettagli

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name:

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name: Identification Etichetta identificativa Label School ID: School Name: TIMSS 2011 Questionario studente Scuola secondaria di I grado classe terza Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

GESTIONE PROGETTO (in conformità modello MAE)

GESTIONE PROGETTO (in conformità modello MAE) GESTIONE PROGETTO (in conformità modello MAE) Codice: Titolo: Tipo: Durata: IFO2014MAPMOZ Fair Play: un itinerario di crescita, formazione e socializzazione per i bambini e bambine e adolescenti in un

Dettagli

DISABILITA E CONTESTI. a cura di Stefania Barbaro psicopedagogista

DISABILITA E CONTESTI. a cura di Stefania Barbaro psicopedagogista DISABILITA E CONTESTI a cura di Stefania Barbaro psicopedagogista obiettivi e contenuti dell incontro Considerare l importanza del contesto nella professione docente e non docente L incontro delle professionalita

Dettagli

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia)

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) modalità e mezzi per organizzare il lavoro didattico sull intercultura e sulla fiaba con i bambini, i genitori e

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata

QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata B1/9 I.R.R.E. Basilicata e Consiglio Nazionale Ordine Psicologi QUESTIONARIO PER LE SCUOLE Una indagine esplorativa nella Regione Basilicata Docente referente: Prof.ssa Maria Donata La Rocca L I.R.R.E.

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. luogo di accoglienza, nel quale, passata l emergenza, poter riflettere sul proprio PROGETTO GENERALE

CARTA DEI SERVIZI. luogo di accoglienza, nel quale, passata l emergenza, poter riflettere sul proprio PROGETTO GENERALE CARTA DEI SERVIZI PROGETTO GENERALE L associazione, attraverso la comunità educativa mamma-bambino denominata Casa Cinzia e gli alloggi per l autonomia denominati Cinzia 1 e Cinzia 2, collegati a Casa

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli