Il Project Cycle Management.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Project Cycle Management."

Transcript

1 Il Project Cycle Management. Corso in TECNICHE DI PROGETTAZIONE: Fund Raising per l Università A CURA DELL ASSOCIAZIONE PRONEXUS Reggio Calabria 13 Luglio 2006

2 DEFINIZIONE di PROGETTO Il progetto è un insieme di attività mirate al raggiungimento di obiettivi chiaramente definiti, entro un determinato periodo di tempo e con un budget prestabilito (Project Cycle Management Guidelines Commissione Europea marzo 2004) "Il Project Cycle Management" 2

3 COS E UN PROGETTO? Opera complessa unica e di durata limitata rivolta a produrre un risultato specifico attraverso attività correlate che comportano un impiego di risorse, un impegno di costi e che deve essere realizzata entro determinati limiti temporali Quando si realizza un progetto Qualità Q rappresenta la qualità di una prestazione e la sua affidabilità nel tempo T rappresenta il rispetto dei tempi Tempi Costi C rappresenta i costi in senso ampio "Il Project Cycle Management" 3

4 PERTANTO Un progetto è caratterizzato dall esigenza di produrre risultati qualitativamente accettabili con dei costi e attraverso l utilizzo di risorse determinate ed entro un tempo predefinito Qualità Tempi Costi "Il Project Cycle Management" 4

5 Fattori di successo di un progetto "Il Project Cycle Management" 5

6 Perché il Project Cycle Management? Per Per facilitare una una progettazione basata sulla Rispondenza ai problemi reali Partecipazione attiva dei partner Pianificazione delle azioni in modo coordinato, consequenziale e logico per il raggiungimento degli obiettivi Gli Gli esperti hanno codificato Project Cycle Management(PCM) Logical Framework Approach(LFA) o del Quadro Logico(QL) "Il Project Cycle Management" 6

7 Project Cycle Management (PCM) Il Project Cycle Management deriva dalla bibliografia predisposta dall'unione Europea con riferimento sia alla programmazione negoziata, realizzata nell'ambito degli obiettivi strutturali, sia ai programmi di sviluppo territoriale. Nella gestione di iniziative finanziate da strumenti comunitari, internazionali o nazionali, è importante considerare l intero ciclo progettuale con un approccio metodologico integrato. Il ciclo di progetto si configura come un processo circolare nel quale vengono individuati tutti i passaggi salienti e le interconnessioni tra di essi in un ottica di sistema. "Il Project Cycle Management" 7

8 Il Ciclo di progetto Quadro di sintesi Programmazione Quadro di programmazione all interno del quale i progetti possono essere identificati e preparati Valutazione Identificazione/ Ideazione Individuazione dei progetti da studiare. Comprende: consultazione con i beneficiari per analizzarne i problemi e identificare soluzioni possibili. Implementazione Formulazione Sviluppo dell idea progettuale ed analisi della sua fattibilità e sostenibilità. Si decide se stendere una proposta. Finanziamento La fase di finanziamento costituisce lo spartiacque ed il passaggio tra una macrofase progettuale ed una operativa Presentazione della proposta alle autorità finanziatrici. Segue valutazione ed eventuale approvazione. "Il Project Cycle Management" 8

9 Il ciclo di progetto In dettaglio Decisione su come usare i risultati nella futura programmazione Rapporto di valutazione Programma di riferimento (strategie) Aree di priorità, settori, ecc. Programmazione Condizioni (terms of reference) Decisione su quali opzioni approfondire Studio di prefattibilità Valutazione Identificazione Condizioni Studio di fattibilità Decisione su azioni di sviluppo ulteriore Implementazione Rapporti di monitoraggio Decisione se seguire il piano o riorientare il progetto Finanziamento Concessione del finanziamento Formulazione Decisione di finanziare Proposta di finanziamento Stesura della proposta Decisione se stendere una proposta "Il Project Cycle Management" 9

10 Il ciclo di progetto nella realtà ed il LFA Programmazione Programma di riferimento Idea di progetto Valutazione Identificazione LFA Implementazione Formulazione Condizioni Studio di fattibilità Finanziamento Concessione del finanziamento Proposta di finanziamento "Il Project Cycle Management" 10

11 Logical Framework Approach o Quadro Logico/1 In tutte le fasi operative del ciclo progettuale (ideazione, formulazione, implementazione, valutazione) il PCM utilizza la tecnica del Logical Framework (Quadro Logico), che si basa su strumenti di impostazione progettuale di tipo strutturato. Il LFA è utilizzato come una tecnica efficace per consentire a diversi soggetti di individuare ed analizzare problemi, definire obiettivi ed attività da intraprendere per risolvere quei problemi "Il Project Cycle Management" 11

12 Logical Framework Approach o Quadro Logico/2 L utilizzazione del LF consente di redigere e realizzare progetti che siano: Pertinenti Basati sul contesto di riferimento e sui reali problemi dei beneficiari Coerenti Esplicitino il legame logico esistente tra attività, risultati, obiettivi Sostenibili Gli effetti del progetto durino nel tempo "Il Project Cycle Management" 12

13 Logical Framework Approach o Quadro Logico/3 Semplice e utile strumento organizzativo Metodologia per concettualizzare progetto/programma gli obiettivi di un Strumento analitico per comunicare con chiarezza e comprensibilmente la complessità di un progetto o di un programma in un solo foglio di carta Strumento per la programmazione partecipata Strumento per il monitoraggio e la valutazione di un progetto/programma "Il Project Cycle Management" 13

14 Il Project Cycle Management ed il Logical Framework Approach Project Cycle Management Definisce le attività relative al management e le procedure decisionali che caratterizzano le diverse fasi di vita di un progetto. Logical Framework Approach Metodologia per la progettazione, la gestione e la valutazione di programmi e progetti attraverso il ricorso a strumenti volti ad accrescere la partecipazione, la trasparenza e favorire un approccio per obiettivi Processo decisionale e realizzativo definito dall organizzazione Metodi e strumenti di project management "Il Project Cycle Management" 14

15 Progettare con il Logical Framework (LFA)/1 Utilizzazione del LFA durante la fase di identificazione/ideazione del ciclo di progetto. Nella fase di identificazione vengono elaborate, nell ambito del quadro programmatico, alcune idee progetto che scaturiscono dall analisi del contesto territoriale e dalla consultazione con i portatori di interesse (stakeholders) per analizzare i problemi e identificare soluzioni possibili. ANALISI La situazione esistente viene analizzata per sviluppare una immagine della situazione desiderata futura e selezionare le strategie che saranno applicate per conseguirla. Obiettivo: assicurare che le idee del progetto siano rilevanti, cioè intervengano per costruire soluzioni dei problemi specifici e più salienti dei beneficiari "Il Project Cycle Management" 15

16 L analisi nella fase di ideazione Analisi degli attori rilevanti o portatori di interessi(stakeholders) Analisi dei problemi Analisi degli obiettivi Analisi della strategia (Individuazione degli ambiti di intervento- Analisi della strategia progettuale) "Il Project Cycle Management" 16

17 L analisi nella fase di ideazione Analisi degli attori Analisi degli attori rilevanti (stakeholders) cioè di ogni soggetto o categoria di soggetti portatori di interessi nei confronti della realizzazione di un progetto Questo significa: Identificare le parti che hanno una relazione con il progetto (ad ogni livello) Individuare eventuali conflitti o cooperazione tra gli attori Identificare che cosa gli attori ricevono dal o forniscono al progetto Tale analisi può essere condotta attraverso l esame di documenti, fonti informative, interviste, incontri "Il Project Cycle Management" 17

18 L analisi nella fase di ideazione Analisi dei problemi Definisce le relazioni di causa-effetto presenti tra gli aspetti della situazione esistente. Si rappresenta come Albero dei Problemi CONSEGUENZE DEI PROBLEMI Situazione attuale PROBLEMA PROBLEMA Cause del problema Cause del problema Cause del problema Cause del problema "Il Project Cycle Management" 18

19 Analisi dei problemi Esempio di Albero dei problemi Aumento criminalità Aumento criminalità Ex-detenuti esclusi dal dal mondo del del lavoro Ex-detenuti non non posseggono adeguate competenze Non Non sanno sanno come come e dove dove cercare lavoro lavoro Non Non riescono a costituire imprese autonome Le Le imprese non non offrono offrono lavoro lavoro disinformati disinformati sulla sulla domanda domanda di di lavoro lavoro Non Non in in grado grado di di Muoversi Muoversi sul sul Mercato Mercato d.l d.l Oneri Oneri troppo troppo gravosi gravosi PArcelle PArcelle dei dei consulenti consulenti eccessive eccessive Diffidenza Diffidenza degli degli imprenditori imprenditori Costo Costo del del neoassunto neoassunto elevato elevato Corsi Corsi Inesistenti o obsoleti "Il Project Cycle Management" 19

20 L analisi nella fase di ideazione Analisi degli obiettivi Descrizione della situazione nel futuro, appena risolti i problemi che rendono necessario il progetto Si raffigura come Albero degli obiettivi (gerarchia mezzifini) EFFETTI DEL PROGETTO Situazione attesa AZIONI AZIONI Mezzi posti in essere Mezzi posti in essere Mezzi posti in essere Mezzi posti in essere "Il Project Cycle Management" 20

21 Analisi degli obiettivi Esempio di Albero degli obiettivi Aumento sicurezza dei dei cittadini Ex-detenuti inseriti nel nel mondo del del lavoro Ex-detenuti in in possesso di di adeguate competenze Capaci Capaci di di cercare cercare lavoro lavoro In In grado grado di di costruire imprese imprese autonome Imprese Imprese aperte aperte all inserimento Informati Informati sulla sulla domanda domanda di di lavoro lavoro Accompagnati Accompagnati nella nella ricerca ricerca di di lavoro lavoro Crediti accessibili Crediti accessibili CORSI CORSI efficaci efficaci PArcelle PArcelle dei dei consulenti consulenti accessibili accessibili Mentalità Mentalità degli degli Imprenditori Imprenditori aperta aperta Costo Costo del del neoassunto neoassunto ridotto ridotto "Il Project Cycle Management" 21

22 L analisi nella fase di ideazione Analisi delle strategie Questa fase prevede 2 momenti: 1. Individuazione degli ambiti di intervento 2. Scelta della strategia progettuale, ossia quali ambiti possono essere affrontati dal progetto Nell albero degli obiettivi, i diversi gruppi di obiettivi similari vengono chiamati ambiti. E in questa fase che gli attori chiave sono in grado di operare una valutazione sugli ambiti o aree di intervento su cui il progetto interverrà, utilizzando dei parametri di decisione orientati al rispetto dei principi indicati di seguito: interesse strategico dell'intervento; rispondenza alla mission ed ai piani dell'organizzazione; urgenza; risorse umane disponibili (in particolare, con riguardo alle competenze tecnico- specialistiche) ; risorse finanziarie. "Il Project Cycle Management" 22

23 Analisi della strategia Esempio di Identificazione degli ambiti Aumento sicurezza dei dei cittadini Ex-detenuti inseriti nel nel mondo del del lavoro Ex-detenuti in in possesso di di adeguate competenze CORSI CORSI efficaci efficaci Capaci Capaci di di cercare cercare lavoro lavoro In In grado grado di di costruire imprese imprese autonome Imprese Imprese aperte aperte all inserimento Informati Informati sulla sulla domanda domanda di di lavoro lavoro Accompagnati Accompagnati nella nella ricerca ricerca di di lavoro lavoro Crediti Crediti accessibili accessibili PArcelle PArcelle dei dei consulenti consulenti accessibili accessibili Mentalità Mentalità degli degli Imprenditori Imprenditori aperta aperta Costo Costo del del neoassunto neoassunto ridotto ridotto FORMAZIONE FORMAZIONE ORIENTAMENTO ORIENTAMENTO IMPRENDITORIALITA IMPRENDITORIALITA POLITICA INDUSTRIALE POLITICA INDUSTRIALE "Il Project Cycle Management" 23

24 Analisi della strategia Esempio di Scelta della strategia progettuale Aumento sicurezza dei dei cittadini Ex-detenuti inseriti nel nel mondo del del lavoro Ex-detenuti in in possesso di di adeguate competenze Capaci Capaci di di cercare cercare lavoro lavoro In In grado grado di di costruire imprese imprese autonome Contesto e e imprese imprese informate Informati Informati sulla sulla domanda domanda di di lavoro lavoro Accompagnati Accompagnati nella nella ricerca ricerca di di lavoro lavoro Crediti Crediti accessibili accessibili CORSI CORSI efficaci efficaci PArcelle PArcelle dei dei consulenti consulenti accessibili accessibili Mentalità Mentalità degli degli Imprenditori Imprenditori aperta aperta FORMAZIONE FORMAZIONE ORIENTAMENTO ORIENTAMENTO IMPRENDITORIALITA IMPRENDITORIALITA INFORMZIONE INFORMZIONE "Il Project Cycle Management" 24

25 Identificazione Formulazione Condizioni (terms of reference) Studio di prefattibilità Decisione su quali opzioni approfondire Identificazione Condizioni Studio di fattibilità Formulazione Decisione se stendere una proposta Stesura della proposta L idea che è stata focalizzata è un progetto fattibile? "Il Project Cycle Management" 25

26 Progettare con il Logical Framework (LFA)/2 Utilizzazione del QL durante la fase di formulazione del ciclo di progetto. Nella fase di formulazione, sulla base dei risultati della fase precedente che forniscono indicazioni sulla prefattibilità dell intervento progettuale, si procede all elaborazione di un progetto nel rispetto dei requisiti formali e delle condizioni (Terms of reference) previste dalla linea di azione o dal programma individuato PIANIFICAZIONE L idea di progetto viene declinata in dettagli operativi Obiettivo: assicurare la fattibilità e sostenibilità del progetto. "Il Project Cycle Management" 26

27 La pianificazione nella fase di formulazione Si procede alla formulazione chiara dell intervento progettuale in termini di Logframe: -definire la struttura di progetto -testare la sua logica -formulare gli obiettivi in termini misurabili. Piano delle attività: -Scomporre le attività in subattività e compiti -determinare la sequenza ed i vincoli di dipendenza delle attività -stimare la durata -Elaborare il piano di attività Piano delle risorse: -sviluppare il piano delle risorse "Il Project Cycle Management" 27

28 La pianificazione nella fase di formulazione Logframe Matrix La tecnica del logical framework prevede per la realizzazione di questa fase, l utilizzazione della Logframe matrix, cioè una matrice utile per : definire in modo chiaro tutti i fattori salienti e le componenti necessarie per la realizzazione del progetto e per la sua corrispondenza con gli obiettivi perseguiti Evidenziare i legami logici che concatenano la successione degli eventi "Il Project Cycle Management" 28

29 LOG(ICAL) FRAME(WORK) Matrix/1 Logica intervento Obiettivo generale Indicatori oggettivamente verificabili Fonti della verifica Condizioni (fattori esterni) Obiettivo specifico del progetto Risultati Attività Mezzi Costi Pre-condizioni per lo sviluppo del progetto "Il Project Cycle Management" 29

30 LOG(ICAL) FRAME(WORK) Matrix/2 Obiettivo Generale Benefici sociali o economici di lungo periodo ai quali il progetto contribuisce Scopo del Progetto Benefici che i beneficiari ottengono con i servizi forniti dal progetto Risultati I servizi che i beneficiari riceveranno dal progetto Attività Ciò che viene realizzato dal progetto per fornire i servizi previsti Indicatori Come l OG è misurabile in termini quantitativi, qualitativi e di tempo? Indicatori Come lo scopo è misurabile in termini quantitativi, qualitativi e di tempo? Indicatori Mezzi Fonti di verifica Come, quando e dove è possibile raccogliere le informazioni? Fonti di verifica Fonti di verifica Costi Condizioni Se lo scopo è raggiunto, quali condizioni devono verificarsi per raggiungere l OG? Condizioni Se i risultati sono realizzati,quali condizioni devono verificarsi per raggiungere lo scopo? Condizioni Se le attività sono completate,quali condizioni devono verificarsi per ottenere i risultati? Pre-conditioni Vincoli esterni "Il Project Cycle Management" 30

31 LOG(ICAL) FRAME(WORK) Matrix/3 Il ruolo delle condizioni Obiettivo generale Scopo del progetto/obiettivo specifico Risultati attesi Attività Condizioni Condizioni Condizioni Precondizioni "Il Project Cycle Management" 31

32 LE CONDIZIONI (FATTORI ESTERNI) Le condizioni sono quei fattori che, pur importanti per la buona riuscita del progetto, sono al di fuori dell ambito di intervento dello stesso. La valutazione dei fattori esterni viene realizzata attraverso il seguente algoritmo: SI Il fattore esterno è importante? NO Si verificherà? Quasi certamente Non includerlo nel LFA E probabile Includerlo come Presupposto Non è probabile E possibile il redesign del progetto per influenzare il fattore esterno? SI NO Riprogettate l intervento: - aggiungete Attività e/o Risultati - riformulate l Obiettivo Specifico del Progetto, se necessario La Condizione è un Presupposto killer. Da un punto di vita tecnico, l intervento non è realizzabile a meno che le Autorità trovino la soluzione utile affinché il presupposto si realizzi o a trasformarlo in una Precondizione integrabile. "Il Project Cycle Management" 32

33 Obiettivo generale Obiettivo specifico Risultati Attività UN ESEMPIO DI LOGFRAME MATRIX Logica di intervento Aumento sicurezza dei cittadini Ex-detenuti inseriti nel mondo del lavoro 1. Ex-detenuti in possesso di adeguate competenze 2. Capaci di cercare lavoro 3. In grado di costruire imprese autonome 4. Opinione pubblica ed imprese informate Corsi di formazione su competenze richieste dalle imprese Sportello informativo sulle opportunità di lavoro Accompagnamento all inserimento lavorativo Voucher per la creazione di impresa Consulenza alla creazione di impresa Attività di informazione Indicatori oggettivamente verificabili Microcriminaòità diminuita da x ad Y nel contesto dall anno 200. Diminuzione del tasso di disoccupazione degli exdetenuti (target) da x a y dall anno 200. Numero di ex-detenuti che ha adeguato le competenze aumentato da x a y dall anno Numero di ex-detenuti che si propone sul m.d.l. accresciuto da x a y dall anno Numero di ex-detenuti che sta attivando un impresa aumentato da x a y dall anno 200. Assistenza tecnica Attrezzature Organigramma del team di progetto Risorse umane per la formazione Risorse umane per l orientamento e l accompagnamento Risorse logistiche Consulenti Fonti di verifica Statistiche del Ministero degli Interni analizzate ex ante, in itinere ed ex post. Dati di occupazione degli svantaggiati analizzati ex ante ed ex post Dati di progetto analizzati ogni 6 mesi Rilevazione dei servizi sociali.. Costi (vedi il budget) Condizioni Le imprese non licenzino Un accresciuta disponibilità delle imprese. Consulenti disponibili con parcelle ridotte PRECONDIZIONI Imprese coinvolte nella formazione Riduzione dei costi dei neo-assunti per le imprese "Il Project Cycle Management" 33

34 Dal Logframe al Piano delle Attività Il Piano delle Attività implica a partire dalle attività del logframe (prima colonna): Scomposizione delle attività in sottoattività e compiti Evidenziazione delle sequenze e delle dipendenze (in che ordine le attività collegate devono svolgersi? L attività dipende dall inizio o dalla fine di altre attività?) Stima dell inizio, della durata e della data termine delle attività Sintesi del piano delle attività principali Definizione delle risorse umane (competenze) e materiali Definizione delle Milestones Elaborazione di un cronogramma (es. diagramma di Gantt) Se il progetto prevede un partenariato Suddivisione dei compiti tra i componenti del gruppo di progetto "Il Project Cycle Management" 34

35 Piano delle attività WBS - Work Breakdown Structure La rappresentazione grafica delle cose da fare si può definire attraverso la Work Breakdown Structure. Essa è definita dal Project Management Institute come: Un albero di attività orientate a un obiettivo, che organizza, definisce e visualizza graficamente tutto il lavoro che deve essere fatto per raggiungere gli scopi finali di un progetto. Ogni sotto-livello rappresenta una definizione a dettaglio crescente degli obiettivi. E un sistema per suddividere il progetto in work package gestibili "Il Project Cycle Management" 35

36 WBS - Work Breakdown Structure L approccio top down La mappa della WBS viene costruita cominciando dall elemento di massimo livello (il progetto nella sua interezza) e scomponendolo in componenti di livello inferiore (sottoprogetti). Questa scomposizione livello per livello prosegue riducendo gradualmente la complessità del progetto stesso. "Il Project Cycle Management" 36

37 Rappresentazione della W.B.S. Progetto Ambito1 Ambito2 Ambito3 Ambito4 Liv. 1 Attività 1 Attività 2 Attività 5 Liv. 2 Liv. 3 Sub Attività 1.1. Sub attività 5.1 Sub attività 5.2 Sub attività 5.2 "Il Project Cycle Management" 37

38 WBS: Detenuti e mondo del lavoro Liv. 0 PROGETTO Detenuti e mondo del lavoro 1 Formazione 2 Orientamento 3 Imprenditorialità 4 Informazione Liv. 1 Ambiti Liv. 2 AttivitàI 4.1 Impostazion e e realizzazion e del messaggio informativo 4.2 Diffusione del messaggio informativo 4.3 Diffusio ne progett o Liv. 3 Subattività "Il Project Cycle Management" 38

39 I compiti Obiettivo della WBS è individuare pacchetti di lavoro Work Package (WP) in cui risultino definiti gli obiettivi e i singoli compiti I WP facilitano sia il processo di programmazione che di controllo di progetto. "Il Project Cycle Management" 39

40 Work Breakdown Structure: Informazione Liv. 1 Ambito (subrogetto) 4 Informazione 4.1 Impostazione e realizzazione del messaggio informativo 4.2 Diffusione del messaggio informativo 4.3 Diffusione progetto Liv. 2 Attività Redazione messaggio Liv. 3 Subattività Progettazione strumenti informativi Realizzazione strumenti informativi Progettazione Brochure Progettazione Cartelloni Progettazione Video Realizzazione Brochure Realizzazione Cartelloni Realizzazione Video Liv. 4 Compiti/azioni "Il Project Cycle Management" 40

41 Risultati della WBS 1. Ogni livello della WBS, seppure con diverso grado di dettaglio, rappresenta l intero progetto. 2. Operando aggregazioni dal basso verso l alto, si fornisce un reporting (per il controllo del progetto) con il grado di dettaglio/sintesi desiderato. 3. Si è giunti ad un livello di dettaglio (i compiti) sufficientemente minuto da poter formulare: individuazione delle risorse, delle durate e dei legami d interdipendenza tra le attività. 4. Se si dispone di un organigramma del progetto (OBS cioè Organization Breakdown Structure) è possibile assegnare al personale specifiche responsabilità per l esecuzione di parti della WBS "Il Project Cycle Management" 41

42 WBE (Work Breakdown Element) Ogni W.B.E. (Work Breakdown Element) rappresenta un entità per la quale deve essere possibile definire: una precisa descrizione del lavoro da compiere; la durata; le risorse che realizzeranno l attività e la responsabilità dell esecuzione; il costo. Le rilevazioni di avanzamento lavori. Ogni W.B.E. é collegato ad uno e solo ad uno degli elementi di livello superiore Il lavoro richiesto per portarlo a termine è dato dalla somma del lavoro contenuto in tutti i WBE sottostanti. "Il Project Cycle Management" 42

43 Elemento del WBS Input Inizio Durata Fine Output Attività/compito Costo Risorse umane Risorse materiali "Il Project Cycle Management" 43

44 WBS: Esempio di un elemento Input mese Output Informazioni dettagliate sul messaggio da veicolare Progettazione brochure h50*40 /h 1 grafico Nessuna attrezzatura Progetto grafico della brochure "Il Project Cycle Management" 44

45 La gestione dei tempi Il tempo ha rappresentato la prima variabile gestionale del project management a essere supportata in modo coerente da tecniche specifiche. Ad Henry G. Gantt si deve una delle rappresentazioni del tempo maggiormente utilizzata a tutt oggi: il diagramma a barre di attività su scala temporale, più comunemente chiamato diagramma di Gantt. "Il Project Cycle Management" 45

46 Il DIAGRAMMA DI GANTT: scopo Lo scopo di tale rappresentazione è: definire il "cosa fare" in una certa quantità di tempo (durata); definire un riferimento per il controllo dell'avanzamento definire eventi o date chiave (milestones) "Il Project Cycle Management" 46

47 Il DIAGRAMMA DI GANTT: dati per la redazione I dati necessari alla redazione del diagramma di GANTT sono: la data di inizio del progetto l elenco delle attività la definizione delle priorità di ciascuna attività i tempi necessari a svolgere ciascuna attività i responsabili di ciascuna attività "Il Project Cycle Management" 47

48 DIAGRAMMA DI GANTT A B C Tempo "Il Project Cycle Management" 48

49 Milestones (pietre miliari) ATTIVITA' A B C D Rappresentano un momento importante del progetto (la fine di una fase, una consegna, ecc. MILESTONES GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG TEMPO "Il Project Cycle Management" 49

50 Dal logframe al piano delle risorse Il Piano delle Risorse implica a partire dalle attività del WP: Specifica delle risorse richieste per ciascuna attività Inserimento delle risorse nelle Categorie di costo Specifica delle Unità, delle Quantità per Periodo e dei relativi costi Pianificazione dei costi (quantità x costi unitari) Determinazione del costo totale e di quelli periodici (*) (*) E importante specificare i costi in un periodo che il progettista sceglie in modo da conoscere l impatto futuro sul budget dell ente che implementa il progetto (in vista del mantenimento del servizio realizzato, oltre la conclusione dell intervento). "Il Project Cycle Management" 50

51 Scheda progetto/1 Sviluppare una scheda di sintesi di un progetto, una volta che si è definita chiaramente l idea progettuale, a partire dai problemi, elaborando gli obiettivi e la Logframe matrix è un passaggio molto semplice e molto utile per sintetizzare in modo descrittivo quanto sviluppato graficamente ed avere uno strumento per presentare e diffondere l idea agli interessati "Il Project Cycle Management" 51

52 Scheda progetto/2 TITOLO ACRONIMO SOGGETTO PROPONENTE SOGGETTO ATTUATORE PARTENARIATO MOTIVAZIONI DESTINATARI OBIETTIVO GENERALE OBIETTIVO SPECIFICO RISULTATI ATTESI ATTIVITÀ PROGETTUALI TEMPI COSTO Inserire il titolo del progetto Indicare l acronimo e la sua esplicitazione Indicare chi è o potrebbe essere il soggetto proponente Indicare chi è o potrebbe essere il soggetto attuatore Indicare i Partner già contattati ed i partner potenziali ed il ruolo Riportare in modo descrittivo i problemi individuati e schematizzati nell albero dei problemi Indicare i destinatari diretti ed indiretti del progetto Riportare l obiettivo generale dalla LOGFRAME MATRIX Riportare l obiettivo specifico dalla LOGFRAME MATRIX Riportare i risultati dalla LOGFRAME MATRIX Riportare gli ambiti di intervento e le attività dalla LOGFRAME Indicare la durata stimata del progetto Se si è in grado riportare il costo complessivo indicativo "Il Project Cycle Management" 52

53 Indice progetto/1 La costruzione dell indice di progetto è il primo passo per la formulazione della proposta progettuale da presentare al potenziale finanziatore. L elaborazione dell indice e della conseguente proposta è un passaggio obbligato in tutti quei casi in cui non viene fornito da un bando il formulario per la presentazione del progetto. Non esiste un indice standard, va costruito per ciascun caso che si affronta ma deve evidenziare sempre elementi fondamentali per descrivere un progetto. "Il Project Cycle Management" 53

54 Indice progetto/ Presentazione del soggetto proponente e/o attuatore Partenariato Analisi del contesto Motivazione della proposta (Analisi dei problemi ) Destinatari Obiettivo generale e specifico (Finalità e obiettivi) Descrizione dell intervento (Indicazione degli ambiti di intervento e della strategia progettuale) Articolazione del progetto (descrizione delle attività) Risultati attesi (compresi di indicatori) Informazione e diffusione Monitoraggio e valutazione Struttura organizzativa di gestione del progetto Durata e cronogramma del progetto Piano finanziario "Il Project Cycle Management" 54

55 Implementazione/1 E la fase di esecuzione del progetto che inizia con la realizzazione delle attività previste La fase di realizzazione prevede attività di project management che si sviluppano attraverso un insieme di strumenti definiti. Alcuni strumenti sono quelli visti per la progettazione "Il Project Cycle Management" 55

56 Implementazione/2 Le fasi salienti dell implemetazione sono: Lo start-up del progetto L organizzazione delle risorse umane e materiali Lo sviluppo e la realizzazione delle attività La gestione (management) ed il controllo (monitoraggio) del progetto L eventuale ridefinizione in itinere in funzione dei risultati del monitoraggio La chiusura del progetto "Il Project Cycle Management" 56

57 Valutazione/1 Valutare significa individuare, misurare ed esprimere un giudizio motivato su effetti ed impatti di un progetto o di un attività Per effettuare la valutazione occorre uno schema di riferimento (progetto valutativo) con la specificazione dei criteri, degli indicatori, degli strumenti che si intendono utilizzare e dei dati occorrenti per misurare La valutazione comprende il monitoraggio ma si spinge oltre in quanto implica l interpretazione ed il giudizio "Il Project Cycle Management" 57

58 I tempi del monitoraggio e della valutazione Valutazione Ciclo di progetto Monitoraggio Programmazione Ex-ante In Itinere Finale Identificazione Finanziamento Formulazione Implementazione Monitoraggio Ex-post Valutazione "Il Project Cycle Management" 58

59 Valutare con il Quadro Logico Le attività di un progetto dovranno contribuire al raggiungimento dei risultati utilizzando nel modo più efficiente le risorse umane e finanziarie disponibili; i risultati (servizi, prodotti, valore aggiunto) dovranno raggiungere in modo efficace i benefici che il progetto intende apportare ai destinatari. Inoltre, l intervento sarà rilevante se ha costruito soluzioni per i problemi specifici e più salienti dei beneficiari, cioè se si è raggiunto l obiettivo specifico (scopo) del progetto, ed avrà un impatto positivo se il raggiungimento dell obiettivo generale ha creato miglioramenti nella qualità di vita dei destinatari ed ha effetti nel medio-lungo periodo sulla collettività. "Il Project Cycle Management" 59

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA E IL WORK BREAKDOWN STRUCTURE La Work Breakdown Structure La WBS è uno strumento di pianificazione delle attività progettuali che comporta un lavoro di: 1) suddivisione

Dettagli

Glossario Project Cycle Management

Glossario Project Cycle Management Glossario Project Cycle Management Albero degli obiettivi Diagramma, utilizzato nell ambito dell Approccio del Quadro Logico, che permette di rappresentare, in un quadro unitario, ciò che si potrebbe osservare

Dettagli

ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE

ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE ELEMENTI BASE DI PROGETTAZIONE Urbino: 3 e 4 ottobre 2008 A cura di: Stefano Santini sve@provincia.ps.it Definizione di progetto Opera complessa, unica e di durata limitata rivolta a produrre un risultato

Dettagli

La gestione delle informazioni per l accesso ai finanziamenti comunitari

La gestione delle informazioni per l accesso ai finanziamenti comunitari La gestione delle informazioni per l accesso ai finanziamenti comunitari Dall idea alla individuazione della proposta progettuale Germana Di Falco Expert Italia Parte prima L APPROCCIO STRATEGICO AI FINANZIAMENTI

Dettagli

Il ciclo di progetto focus su. Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT

Il ciclo di progetto focus su. Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT Il ciclo di progetto focus su Fase di Pianificazione o Formulazione Work Breakdown Structure Diagramma di GANTT Diagramma di PERT analisi periodica e finale di: efficienza, efficacia, impatto atteso, sostenibilità

Dettagli

Project Cycle Management

Project Cycle Management Project Cycle Management I principali concetti del PCM Che cos è il Project Cycle Management Programmazione Linee guida Valutazione Identificazione Progettazione di massima Realizzazione Formulazione Progettazione

Dettagli

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 LEZIONE LA GESTIONE DEI PROGETTI DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 1.1 La prima fase di impostazione ---------------------------------------------------------------------7

Dettagli

Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività.

Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività. Unità Formativa 10.2: Strumenti per la programmazione delle attività. Nella precedente Unità formativa si è fatto cenno ad alcuni strumenti molto diffusi per la programmazione delle attività e, in particolare,

Dettagli

I progetti possono essere classificati a partire dalla dimensione di governo e dalla prerogativa sulla variabile programmazione :

I progetti possono essere classificati a partire dalla dimensione di governo e dalla prerogativa sulla variabile programmazione : Il Project Management nelle Aziende Sanitarie Tipologie di progetti nelle ASL-AOAO I progetti possono essere classificati a partire dalla dimensione di governo e dalla prerogativa sulla variabile programmazione

Dettagli

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento.

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Una volta realizzata l analisi del contesto di riferimento e dei fabbisogni formativi che esso esprime (vedi UF 2.1), il progettista dispone

Dettagli

La gestione manageriale dei progetti

La gestione manageriale dei progetti PROGETTAZIONE Pianificazione, programmazione temporale, gestione delle risorse umane: l organizzazione generale del progetto Dimitri Grigoriadis La gestione manageriale dei progetti Per organizzare il

Dettagli

martedì 11 dicembre 2007

martedì 11 dicembre 2007 martedì 11 dicembre 2007 Conversazione su: Programmi e progetti: Tecniche e strumenti di elaborazione, monitoraggio e valutazione Scienze delle Finanze Politiche, metodologie, strumenti e pratiche per

Dettagli

MEDEA SRL Piazza Puccini, 26 50144 Firenze Italia

MEDEA SRL Piazza Puccini, 26 50144 Firenze Italia Tecniche di Europrogettazione Francesca Abiuso Firenze, 28-29 29 Settembre 2011 Che cosa significa progettare Costruire una mappa strategica Affrontare un problema che va gestito Pianificare Le tre fasi

Dettagli

Esempio di check list per la gestione di un progetto. nel settore dello spettacolo dal vivo LUCIO ARGANO

Esempio di check list per la gestione di un progetto. nel settore dello spettacolo dal vivo LUCIO ARGANO Lucio Argano Esempio di check list nella gestione di progetti di spettacolo 1 LUCIO ARGANO Esempio di check list per la gestione di un progetto nel settore dello spettacolo dal vivo sintesi da L.Argano

Dettagli

Il Progetto e il Project Management

Il Progetto e il Project Management Il Progetto e il Project Management Metodologie di Specifica del Software Per contattare il docente Dr. Anna Rita Laurenzi email: annarita.laurenzi@insiel.it cell.+39 3356368206 Agenda Progetto e Project

Dettagli

Offerte tecniche con approccio PCM Project Cycle Management Sassari, 16 settembre 2015

Offerte tecniche con approccio PCM Project Cycle Management Sassari, 16 settembre 2015 Offerte tecniche con approccio PCM Project Cycle Management Sassari, 16 settembre 2015 Cinzia Sanna Poliste srl IL PCM - PROJECT CYCLE MANAGEMENT Nasce negli anni 90 Perché? ANALISI DELLE CRITICITÀ DEI

Dettagli

Introduzione alla metodologia di progettazione europea

Introduzione alla metodologia di progettazione europea Seminario informativo Come presentare una proposta di successo nel quadro del programma ENPI CBC MED Introduzione alla metodologia di progettazione europea (parte I versione ridotta) Docente: Cecilia Chiapero

Dettagli

Strumenti del PM. Strumenti del Project Management. La pianificazione del progetto. Strumenti del Project Management. Introduzione

Strumenti del PM. Strumenti del Project Management. La pianificazione del progetto. Strumenti del Project Management. Introduzione Strumenti del PM Strumenti del Project Management Introduzione 1 La pianificazione del progetto Strumenti del Project Management Ambito del progetto (scope) 4 Cosa intendiamo per ambito Criteri per l identificazione

Dettagli

Ciclo di gestione del progetto e Quadro Logico

Ciclo di gestione del progetto e Quadro Logico e Quadro Logico PROGETTO Gruppo di attività che mirano a raggiungere un obiettivo specifico in un tempo dato PROGRAMMA Serie di progetti i cui obiettivi riuniti contribuiscono all obiettivo globale comune,

Dettagli

IL PROCESSO TECNICO DI PIANIFICAZIONE: TECNICHE DI SCOMPOSIZIONE DI UN PROJECT (WBS) LABORATORIO INTEGRATO DI COSTRUZIONE E PRODUZIONE LEZIONE 3

IL PROCESSO TECNICO DI PIANIFICAZIONE: TECNICHE DI SCOMPOSIZIONE DI UN PROJECT (WBS) LABORATORIO INTEGRATO DI COSTRUZIONE E PRODUZIONE LEZIONE 3 IL PROCESSO TECNICO DI PIANIFICAZIONE: TECNICHE DI SCOMPOSIZIONE DI UN PROJECT (WBS) IL PROCESSO TECNICO DI PIANIFICAZIONE Un progetto è un insieme complesso di numerose attività finalizzate al raggiungimento

Dettagli

Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management

Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management Il presente materiale didattico costituisce parte integrante del percorso formativo sul Project Cycle Management.

Dettagli

La pianificazione finanziaria di progetto

La pianificazione finanziaria di progetto La pianificazione finanziaria di progetto Corso in LA GESTIONE FINANZIARIA DI UN PROGETTO AI FINI DELLA RENDICONTAZIONE A CURA DELL ASSOCIAZIONE PRONEXUS Reggio Calabria Passi per la pianificazione Passo

Dettagli

Il Project management. Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto

Il Project management. Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto Il Project management Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto Progetto. La nozione Un progetto costituisce un insieme di attività, complesse e interrelate, aventi come fine un obiettivo

Dettagli

Il Project Management

Il Project Management Il Project Management con l ausilio di strumenti informatici A cura di Paolo Tateo Il Project Management Tecnica per la gestione sistemica di un'impresa complessa, unica e di durata determinata, rivolta

Dettagli

IL PROJECT CYCLE MANAGEMENT

IL PROJECT CYCLE MANAGEMENT IL PROJECT CYCLE MANAGEMENT IL CICLO DI PROGETTO Programmazione Valutazione Identificazione Realizzazione Formulazione Richiesta finanziamento Perché il ciclo di progetto? Approccio tradizionale PCM Quadro

Dettagli

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico wwwisipmorg Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM Istituto Italiano di Project Management wwwisipmorg Intervento all interno del

Dettagli

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio Il Project Management Dott.ssa Alessia Sozio PROJECT Un insieme di persone e di altre risorse temporaneamente riunite per raggiungere uno specifico obbiettivo, di solito con un budget determinato ed entro

Dettagli

17 maggio 2012. Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo

17 maggio 2012. Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo 17 maggio 2012 Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo LAURA GRAZI CRIE Università degli Studi di Siena Modulo europeo Jean Monnet «Le città e l UE» Risultati attesi

Dettagli

29 maggio 2013. Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo

29 maggio 2013. Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo 29 maggio 2013 Introduzione all Europrogettazione Il PCM La preparazione di un progetto europeo LAURA GRAZI CRIE Università degli Studi di Siena Modulo europeo Jean Monnet «Le città e l UE» Perché partecipare

Dettagli

Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management

Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management Project Cycle Management I principali concetti del PCM Perché il Project Cycle Management Il presente materiale didattico costituisce parte integrante del percorso formativo sul Project Cycle Management.

Dettagli

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali.

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Project Management. di Simone Cavalli (simone.cavalli@unibg.it) Bergamo, Maggio 2010 Project Management: definizioni Progetto: Progetto si definisce, di regola, uno

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA I fondi comunitari e la loro utilizzazione per lacrescita economica e sociale delle P.A.

GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA I fondi comunitari e la loro utilizzazione per lacrescita economica e sociale delle P.A. PROGRAMMA DETTAGLIATO Titolo del Corso GLI STRUMENTI FINANZIARI DELL'UNIONE EUROPEA I fondi comunitari e la loro utilizzazione per lacrescita economica e sociale delle P.A. Soggetti proponenti IMT Alti

Dettagli

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE

GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Alta Formazione per il Business Executive master GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE Bologna, 4 maggio 2013 introduzione al Project management a cura del dott. Stefano Soglia Materiale riservato alla

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEI MODELLI

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEI MODELLI Direzione Generale Servizio Affari Internazionali Legge Regionale 11 aprile 1996, n. 19 Norme in materia di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo e di collaborazione internazionale LINEE GUIDA PER

Dettagli

IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO

IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO IV. TEMPI E RISORSE: STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Dopo aver affrontato la prima stesura del POP, si deve passare piano al vaglio del committente per avere il via definitivo. Se OK Si procede

Dettagli

LA GESTIONE DEI PROGETTI

LA GESTIONE DEI PROGETTI Mara Bergamaschi LA GESTIONE DEI PROGETTI Copyright SDA-Bocconi Nota didattica PA 2365 LA GESTIONE DEI PROGETTI Di Mara Bergamaschi SOMMARIO: La nozione di progetto; L importanza di un project management

Dettagli

Project Management - Pianificazione e Progettazione. Niccolò Cusumano

Project Management - Pianificazione e Progettazione. Niccolò Cusumano Project Management - Pianificazione e Progettazione Niccolò Cusumano Che cos è un PROGETTO? Attività con un inizio e una fine Costituito da un insieme di attività correlate Svolto da un gruppo di persone

Dettagli

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004

Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Governare il tempo IV Bando l.r. 28/2004 Progettare il tempo Il metodo, il processo e gli strumenti della progettazione in ottica temporale Costantina Regazzo, Antiforma srl - Milano Percorso formativo

Dettagli

Project Cycle Management

Project Cycle Management CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 3 Project Cycle Management DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 Perché il Project Cycle Management? Esperienze pregresse -Quadro

Dettagli

METODOLOGIA E STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE EUROPEA UFFICIO PROGETTAZIONE EUROPEA COMUNE DI BERGAMO

METODOLOGIA E STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE EUROPEA UFFICIO PROGETTAZIONE EUROPEA COMUNE DI BERGAMO METODOLOGIA E STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE EUROPEA UFFICIO PROGETTAZIONE EUROPEA COMUNE DI BERGAMO LA COSTRUZIONE DI UN PROGETTO EUROPEO: MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE AI BANDI EUROPEI NEI PROGRAMMI A GESTIONE

Dettagli

La progettazione comunitaria come fattore di opportunità per lo sviluppo strategico

La progettazione comunitaria come fattore di opportunità per lo sviluppo strategico La progettazione comunitaria come fattore di opportunità per lo sviluppo strategico CONTESTO L importanza crescente della programmazione comunitaria nelle politiche di sviluppo locale, sia in termini di

Dettagli

Come scrivere una proposta progettuale

Come scrivere una proposta progettuale PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Come scrivere una proposta progettuale Comune di CATANIA 17/03/2016 SIGNIFICATO E DEFINIZIONE DEI LIVELLI DELLA LOGICA

Dettagli

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base)

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) ISIPM Base Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo B Conoscenze Tecniche e Metodologiche Syllabus da 2.1.1 a 2.7.1 1 Tema: Gestione Ambito del Progetto e Deliverable

Dettagli

Fase 6 Information and visibility on the project

Fase 6 Information and visibility on the project FASE 1 IDEA PROGETTO FASE 2 INDIVUAZIONE DEGLI OBIETTIVI FASE 3 COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO FASE 4 DEFINIZIONE DELLE ATTIVITA Fase 6 Information and visibility on the project FASE 5 AGGIUDICAZIONE STIPULA

Dettagli

Scopo della WBS. La regola del 100% Orientamento ai risultati

Scopo della WBS. La regola del 100% Orientamento ai risultati Le problematiche delle fasi del progetto CONCEZIONE ELABORAZIONE FINANZIAMENTO NEGOZIAZIONE ATTUAZIONE ATTUAZIONE - Definizione della successione delle attività esecutive - Allocare le risorse - Pianificare

Dettagli

I fattori condizionanti il progetto. Tempo. Norme. Progetto. Tecnologie. Costi. P3 Poliedra Progetti in Partenariato

I fattori condizionanti il progetto. Tempo. Norme. Progetto. Tecnologie. Costi. P3 Poliedra Progetti in Partenariato I fattori condizionanti il progetto Tempo Norme Progetto Costi Tecnologie Alcune definizioni.. Programma Gruppo di progetti gestiti in modo coordinato per ottenere benefici non ottenibili in caso di gestione

Dettagli

Allegato 6. 6.1 Contesto istituzionale

Allegato 6. 6.1 Contesto istituzionale 92 Allegato 6 Nei tre paragrafi che compongono il presente allegato si intende fornire sia una rapida visione riguardo agli aspetti istituzionali che attengono al M&V nella Cooperazione Italiana, sia illustrare

Dettagli

Project Management in oratorio CORSO PER DIRETTORI DI ORATORIO ARCIDIOCESI DI FERMO

Project Management in oratorio CORSO PER DIRETTORI DI ORATORIO ARCIDIOCESI DI FERMO Project Management in oratorio CORSO PER DIRETTORI DI ORATORIO ARCIDIOCESI DI FERMO DEFINIZIONE Il project management viene identificato come una combinazione di persone, risorse e fattori organizzativi,

Dettagli

Project Cycle Management

Project Cycle Management Project Cycle Management Tre momenti centrali della fase di analisi: analisi dei problemi, analisi degli obiettivi e identificazione degli ambiti di intervento Il presente materiale didattico costituisce

Dettagli

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI Proposte formative Un team di esperti in progettazione formativa è a disposizione per lo sviluppo di soluzioni personalizzate e la realizzazione di percorsi costruiti intorno alle esigenze di ciascuna

Dettagli

Lezione Fasi di Attivazione e Pianificazione di un Evento

Lezione Fasi di Attivazione e Pianificazione di un Evento Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Fasi di Attivazione e di un Evento a.a. 2012/13 Dott. Mario Liguori 2. Attivazione Fase 2 Attivazione 2. Analisi di fattibilità

Dettagli

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza

2- Identificazione del processo. (o dei processi) da analizzare. Approcci: Esaustivo. In relazione al problema. Sulla base della rilevanza PROCESS MAPPING (2) Approcci: 2- Identificazione del processo Esaustivo (o dei processi) da analizzare Mappatura a largo spettro (es.: vasta implementazione di un ERP) In relazione al problema ad es. i

Dettagli

Laboratorio di progettazione europea

Laboratorio di progettazione europea Laboratorio di progettazione europea Obiettivi Avere una conoscenza di base utile a orientarsi nella struttura della UE e dei Programmi attraverso i quali si distribuiscono le risorse finanziarie comunitarie

Dettagli

Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM. 1 Marco Bettucci Gestione della produzione II - LIUC

Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM. 1 Marco Bettucci Gestione della produzione II - LIUC Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM 1 Che cos è un progetto? Una serie complessa di attività in un intervallo temporale definito... finalizzate al raggiungimento di obiettivi

Dettagli

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI YOUTH ON THE MOVE Contenuti I finanziamenti europei e i loro principi operativi Cos è un progetto? Il GOPP e l albero dei problemi Il Logical Framework Un esempio: il bando Youth in action Le politiche

Dettagli

L Europrogettazione per l accesso ai finanziamenti UE

L Europrogettazione per l accesso ai finanziamenti UE L Europrogettazione per l accesso ai finanziamenti UE 1. Regole Generali per la Presentazione di una Domanda di Sovvenzione 2. Project Cycle Management Fernando De Luca Europroject Coordinator FOCUS EUROPE

Dettagli

Il Ciclo di Progetto e il Piano di Progetto

Il Ciclo di Progetto e il Piano di Progetto Il Ciclo di e il Piano di Alessandro De Nisco Università del Sannio Il Ciclo di IL CICLO DI VITA DEL PROGETTO RISORSE TEMPO IDEAZIONE VALUTAZIONE PIANIFICAZIONE REALIZZAZIONE MANUTENZIONE FASE INIZIALE

Dettagli

EUROPROJECT - Corso di Specializzazione in Europrogettazione e gestione di attività finanziate dall Unione Europea

EUROPROJECT - Corso di Specializzazione in Europrogettazione e gestione di attività finanziate dall Unione Europea Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): EUROPROJECT - Corso di Specializzazione in Europrogettazione e gestione di attività finanziate dall Unione Europea

Dettagli

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt

Scope Management. IT Project Management. Lezione 3 Scope Management. Monitoring del progetto (Earned Value) Creazione diagrammi Pert/CPM/Gantt IT Project Management Lezione 3 Scope Management Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Check list del PM Identificare i requisiti del cliente Monitoring del progetto (Earned Value) Identificare i deliverable

Dettagli

Il Project Management per i Managers

Il Project Management per i Managers Paolo Mazzoni 2012. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2012". Non sono ammesse

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9687 - Fund raising e tecniche di europrogettazione

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9687 - Fund raising e tecniche di europrogettazione Stampa Interna Operatore Istituto Pedro Arrupe CORSO A CATALOGO 2011 Corso ID: 968 Fund raising e tecniche di europrogettazione Dati principali Corso ID: 968 Fund raising e tecniche di europrogettazione

Dettagli

Verifica dei Risultati Analisi e Miglioramento della Qualità

Verifica dei Risultati Analisi e Miglioramento della Qualità Supporto ad azioni di miglioramento del sistema di gestione qualità di SerT e strutture accreditate per soggetti dipendenti da sostanze d abuso Verifica dei Risultati Analisi e Miglioramento della Qualità

Dettagli

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI YOUTH ON THE MOVE Contenuti La WBS: struttura del work plan per work packages, activities and actions. La OBS: il partenariato e i team di lavoro, la gestione delle risorse umane nel progetto. Lo scheduling:

Dettagli

Sviluppo del ruolo dirigenziale. Firenze, Dicembre 2012. Modulo II

Sviluppo del ruolo dirigenziale. Firenze, Dicembre 2012. Modulo II Sviluppo del ruolo dirigenziale Firenze, Dicembre 2012 Modulo II Obiettivi del modulo Sviluppare modelli e strumenti manageriali per l applicazione della strategia e per guidare le persone verso i risultati

Dettagli

GUIDA ALL EUROPROGETTAZIONE

GUIDA ALL EUROPROGETTAZIONE GUIDA ALL EUROPROGETTAZIONE Metafora srl 1 Premessa Metafora srl 2 La progettazione europea si compone di una serie di regole e tecniche che se correttamente applicate consentono di cogliere più efficacemente

Dettagli

COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA

COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA COMUNICAZIONE PER IL MANAGEMENT D IMPRESA Roma, aprile 2015 Project Management (Prof. A. Rocchi) A cosa si riferisce Diverse sono le problematiche relative alla gestione dei progetti all interno di ogni

Dettagli

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Minimaster in PROJECT MANAGEMENT IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Giovanni Francesco Salamone Corso Professionale di Project Management secondo la metodologia IPMA (Ipma Competence Baseline)

Dettagli

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis

Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique Logical Framework Approach: Stakeholder Analysis e Problem Analysis Francesca Pepe learning and development - consultancy

Dettagli

Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management. Work Breakdown Structure (WBS) (2) Work Breakdown Structure (WBS) (3)

Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management. Work Breakdown Structure (WBS) (2) Work Breakdown Structure (WBS) (3) Work Breakdown Structure (WBS) (1) Strumenti del Project Management Work Breakdown Structure, Organizational Breakdown Structure, GANTT, Pert È una illustrazione (grafica) del progetto che articola il

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Linee guida alla compilazione del Modello on line C Unione Europea Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Fondo Europeo per i Rifugiati Fondo Europeo per i Rimpatri

Dettagli

ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI

ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI Cos è un processo aziendale Processo come trasformazione (dal verbo procedere ) Processo aziendale: insieme di attività interdipendenti finalizzate a un obiettivo

Dettagli

La Gestione del progetto

La Gestione del progetto Il Laboratorio e la Professione La Gestione del progetto Padova 25-26 settembre 2009 M. Iside Bruschi REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 18 ROVIGO Il Project Management è un sistema che utilizza ed applica conoscenze

Dettagli

ing. consuelo rodriguez

ing. consuelo rodriguez TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE La ricerca operativa La ricerca operativa può essere considerata una scienza finalizzata allo studio di problemi decisionali. Consiste in un sistema di analisi quantitativo finalizzato

Dettagli

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT DAL PROGETTO/DESIGN AL PROGETTO/PROJECT Dal Progetto / Design al Progetto / Project. Il Project Management come strumento per la competitività. Una panoramica su strumenti e tecniche per la gestione efficace

Dettagli

BIBLIOGRAFIA Project Management. La metodologia dei 12 Step. Come applicarla in tempo reale per gestire con successo piccoli e grandi progetti - Antonello Bove, ED. Hoepli, 2014 Project Management. La

Dettagli

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Come tutti i progetti finanziati nell ambito del LLP, anche le azioni di mobilità transnazionale debbono prevedere attività di

Dettagli

Progetto regionale Abruzzo Scuola Digitale. Project Management. (cenni) Ing. Giovanni Pisano Conferenze di servizio, ottobre 2015

Progetto regionale Abruzzo Scuola Digitale. Project Management. (cenni) Ing. Giovanni Pisano Conferenze di servizio, ottobre 2015 Progetto regionale Abruzzo Scuola Digitale Project Management (cenni) Ing. Giovanni Pisano Conferenze di servizio, ottobre 2015 1 COSA INTENDIAMO PER PROGETTO? Un progetto è un complesso unico e coordinato

Dettagli

Servizio per la sicurezza dei Cittadini. Progetto URB-AL L impatto della pianificazione urbana nella prevenzione del crimine

Servizio per la sicurezza dei Cittadini. Progetto URB-AL L impatto della pianificazione urbana nella prevenzione del crimine Provincia di Padova Servizio per la sicurezza dei Cittadini Commissione Europea Ufficio EuropeAid Progetto URB-AL L impatto della pianificazione urbana nella prevenzione del crimine MANUALE DI VALUTAZIONE

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO

ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO Anno Accademico 2013 2014 PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLE IMPRESE TURISTICHE Lezione 4 Project Management PROJECT MANAGEMENT Il project management

Dettagli

"GIOVANE CITTADINANZA: dalla prevenzione verticale alla peer education"

GIOVANE CITTADINANZA: dalla prevenzione verticale alla peer education "GIOVANE CITTADINANZA: dalla prevenzione verticale alla peer education" SISTEMA DI VALUTAZIONE INDICE DEL DOCUMENTO 1. Linee guida per la valutazione.. pag. 2 2. Dimensioni e tempi della valutazione...

Dettagli

1. Premessa 2. Obiettivi Generali

1. Premessa 2. Obiettivi Generali 1. Premessa Il Progetto riguarda la creazione di un Laboratorio ambientale da realizzare sul territorio della Comunità Montana Versante Tirrenico Meridionale diffuso sul territorio montano, a partire dalle

Dettagli

Project Cycle Management. di Federico Bussi

Project Cycle Management. di Federico Bussi Project Cycle Management 2. La metodologia di progettazione GOPP di Federico Bussi federicobussi1@gmail.com 2. La metodologia di progettazione GOPP Nonostante si parli e si discuta con intensità e in diversi

Dettagli

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA

METODOLOGIE E STRUMENTI DI RACCOLTA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca Ufficio VII Programmi Operativi Comunitari Unità Organizzativa della Comunicazione

Dettagli

LA STESURA DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE

LA STESURA DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE LA STESURA DI UNA PROPOSTA PROGETTUALE Un esempio: il boscaiolo Ovvero Per scrivere un buon progetto c è bisogno di tecniche e metodologie adeguate Riassumendo Il bando finanzia azioni necessarie per l

Dettagli

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it

Sviluppo e Gestione Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Sviluppo e Gestione Progetti docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Struttura del corso - ID CONTENUTI TEORIA PROJ. WORK DATA WORK SHOP Conoscenza dei principi di base, metodi e tecniche

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI PROGETTI

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI PROGETTI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI MONTEGROTTO TERME Via Claudiana, 5-35036 Montegrotto Terme (PD) Tel. 049/793487 049/8911673 - Fax 049/793420 Cod. Fisc.: 80018840282 - Cod. Scuola: PD IC 866008 - e-mail:

Dettagli

La procedura di programmazione e gestione del progetto

La procedura di programmazione e gestione del progetto Università degli Studi di Trento Programmazione Costi e Contabilità lavori a.a. 2003-4 La procedura di programmazione e gestione del progetto Marco Masera, dott. arch., d.d.r. ing. marco.masera@ing.unitn

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IMPIANTI INDUSTRIALI. Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it. Andrea Chiarini 1

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA IMPIANTI INDUSTRIALI. Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it. Andrea Chiarini 1 IMPIANTI INDUSTRIALI Andrea Chiarini andrea.chiarini@chiarini.it Andrea Chiarini 1 PARTE 5 PIANIFICAZIONE DELLE FASI DI UN PROGETTO Andrea Chiarini 2 PROGETTAZIONE E SVILUPPO DEL PRODOTTO E DEL PROCESSO

Dettagli

Introduzione al Project Management

Introduzione al Project Management Introduzione al Project Management Che cos è il project management Gestione di un impresa complessa, unica e di durata determinata rivolta al raggiungimento di un obiettivo chiaro e predefinito mediante

Dettagli

EUROPROGETTAZIONE 2014-2020 CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

EUROPROGETTAZIONE 2014-2020 CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE EUROPROGETTAZIONE 2014-2020 I EDIZIONE CORSO DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Università degli Studi Link Campus University Roma 14-18 se embre 2015 - Corso 24 se embre 2015 - Workshop O obre-novembre

Dettagli

CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT

CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT ISIPM Istituto Italiano di Project Management Via Vallombrosa, 47/a 00135 Roma CONCETTI BASE DI PROJECT MANAGEMENT ISIPM Istituto Italiano di Project Management Via Vallombrosa, 47/a 00135 Roma 2 ISIPM

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica

STAKEHOLDERS INTERESSI RISORSE/POTERI PROBLEMI Migliorare la formazione Budget influenza politica Progetto di Formazione Docenti Studio di caso di Valentina Mariano Perché del progetto La Legge di Riforma della Scuola richiede al personale docente maggiori competenze per attuare le numerose innovazioni

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

La gestione dei progetti informatici

La gestione dei progetti informatici Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Ingegneria del Software La gestione dei progetti informatici Giulio Destri Ing. del Sw: Gestione - 1 Scopo

Dettagli

Strategie di Sviluppo Socio-economico Sostenibile

Strategie di Sviluppo Socio-economico Sostenibile Azioni a carattere innovativo finanziate nel quadro dell'art. 6 del regolamento relativo al Fondo Sociale Europeo, Linea di Bilancio B2-1630,"Strategie locali per l'occupazione e innovazione" Strategie

Dettagli

ALLEGATO SUB A) Metodologia di Valutazione delle performance del Comune di San Martino Buon Albergo

ALLEGATO SUB A) Metodologia di Valutazione delle performance del Comune di San Martino Buon Albergo ALLEGATO SUB A) Metodologia di Valutazione delle performance del Comune di San Martino Buon Albergo Indice 1. Premessa 3 2. Il sistema di misurazione e valutazione delle performance 4 3. Criteri per la

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE PROGRAMMA INTENSIVO IN 2 GIORNI CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER LE IMPRESE E GLI STRUMENTI OPERATIVI PER PRESENTARE LE DOMANDE DI FINANZIAMENTO Il

Dettagli

Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico

Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico Il ciclo di vita del progetto Laboratorio di progettazione con il metodo del quadro logico MODULO D Roma, 06/08 e 11/13 maggio 2015 Carlos Costa FINANZIAMENTO REALIZZAZIONE 2 La pianificazione delle attività:

Dettagli