LA CITTADELLA DEI RAGAZZI impianti elettrici

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CITTADELLA DEI RAGAZZI impianti elettrici"

Transcript

1 e preventiva autorizzazione da parte del presente studio tecnico (IMPIANTO ELETTRICO) PROVINCIA DI PARMA REGIONE EMILIA ROMAGNA COMUNE DI PARMA LA CITTADELLA DEI RAGAZZI impianti elettrici ELENCO PREZZI UNITARI Il Tecnico: 0 luglio 2015 fb mb mb Progettazione meccanica rev. data descrizione elab contr appr curata da Applicad s.r.l. Scala stampa: Scala: File: Commessa: 1:100 cm EP.dwg SEDE OPERATIVA E LEGALE: Via Catania 1A Bagnolo San Vito (MN) Tel Fax UNITA' OPERATIVA: Via Tanara Parma - Tel. 348/ web: - e.mail: P.IVA e C.F:

2 Pag. 1 di 8 materiale, 1 - QUADRI ELETTRICI F.p.o. di quadro elettrico realizzato in contenitore a cassetta, da esterno, in materiale isolante, completo di porta con oblò trasparente, della ditta Gewiss o equivalente, grado di protezione IP65. Il quadro elettrico sarà realizzato completo delle apparecchiature indicate nello schema elettrico unifilare, calcolando almeno il 30% di spazio disponibile come riserva, interruttori ed apparecchiature varie della ditta Schneider Electric o equivalenti. Il tutto in opera, completo di accessori vari quali etichette di identificazione dei circuiti, accessori di fissaggio, nomenclatura sugli interruttori, capicorda ed accessori vari per il cablaggio delle apparecchiature di protezione, comando e controllo specificate negli schemi elettrici allegati. In opera a regola d'arte 1.01 QP0 F.p.o. di quadro elettrico di partenza QP0 realizzato in contenitore a cassetta in materiale isolante da 72 moduli completo di porta con oblò trasparente IP65 e con blocco chiave serie 46QP della ditta Gewiss o equivalente. In opera a regola d'arte CP 199,48 963, , QP3 F.p.o. di quadro elettrico locali lavaggio e dispensa QP3 realizzato in contenitore a cassetta in materiale isolante da 140 moduli completo di porta con oblò trasparente IP65 serie 46QP della ditta Gewiss o equivalente. In opera a regola d'arte CP 199, , ,11 F.p.o. di quadro elettrico realizzato in contenitore ad armadio, in lamiera di acciaio con trattamento cataforesi e polveri termoindurenti a base di resine epossidiche e poliestere polimerizzate a caldo, colore bianco RAL Armadio completo di porte reversibili trasparenti, grado di protezione IP43, maniglia con chiusura a chiave, zoccolo altezza 150mm, canala laterale per morsettiera. Il quadro elettrico principale generale sarà realizzato completo delle apparecchiature indicate nell'allegato schema elettrico unifilare, calcolando almeno il 20-30% di spazio disponibile come riserva, interruttori ed apparecchiature varie. Il tutto in opera, completo di accessori vari quali etichette di identificazione dei circuiti, accessori di fissaggio, nomenclatura sugli interruttori, capicorda ed accessori vari per il cablaggio delle apparecchiature di protezione, comando e controllo specificate negli schemi elettrici allegati. Il tutto compreso di ogni onere ed accessorio per dare il lavoro finito a regola d'arte, quadro realizzato in conformità alle norme vigenti. In opera a regola d'arte 1.03 QP1 F.p.o. di quadro elettrico generale QP1 realizzato in contenitore ad armadio metallico completi di canalina laterale per alloggiamento morsettiera, porta trasparente con chiusura a chiave, IP43. In opera a regola d'arte CP 997, , ,80 F.p.o. di quadro elettrico realizzato in contenitore a cassetta, da incasso (o esterno) a secondo delle necessità cantieristiche, in materiale isolante, completo di porta trasparente o fume' serie Pragma ditta Schneider o equivalente, grado di protezione IP40. Il quadro elettrico sarà realizzato completo delle apparecchiature indicate nello schema elettrico unifilare relativo, calcolando almeno il 20-30% di spazio disponibile come riserva, interruttori ed apparecchiature varie della ditta Schneider o equivalenti. Il tutto in opera, completo di accessori vari quali etichette di identificazione dei circuiti, accessori di fissaggio, nomenclatura sugli interruttori, capicorda ed accessori vari per il cablaggio delle apparecchiature di protezione, comando e controllo specificate negli schemi elettrici allegati. Il tutto compreso di ogni onere ed accessorio per dare il lavoro finito a regola d'arte. Quadro realizzato in conformità alle norme CEI-EN QP2 F.p.o. di quadro elettrico bar (QP2), realizzato in contenitore da parete da 72 moduli (4x18) serie Pragma della ditta Schneider o equivalente. Il tutto in opera funzionante e realizzato secondo le regole dell'arte. CP 199, , , LINEE ELETTRICHE F.p.o. di cavi isolati (0,6-1)kV tipo FG7(O)R/(0,6-1)kV della ditta Prysmian o equivalente, conduttori in rame flessibile, isolante principale in gomma EPR qualità G7, guaina esterna in PVC qualità Rz, antifiamma, colore grigio RAL Cavi adatti all impiego direttamente in esterno, interrati, posati in cavidotti metallici ed in generale in cavidotti aventi grado di protezione inferiore ad IP4X oppure conduttori isolati ( )V tipo N07V-K della ditta Prysmian o equivalente, conduttori in rame flessibili, isolati in PVC qualità R2, antifiamma. Cavi adatti all impiego in tubo p.v.c. corrugato sotto traccia sotto pavimento, tubo p.v.c. rigido esterno, in canala plastica ed in generale in cavidotti aventi grado di protezione superiore o uguale all IP4X. In opera a regola d'arte 2.01 FG7R14X50 F.p.o. di linea elettrica dorsale realizzata in cavo tipo FG7R 0,6/1kV in formazione 4x(1x50)mmq. In opera a regola d'arte ML 2,08 23,11 25,19

3 Pag. 2 di 8 materiale, 2.02 FG7OR5G16 5G16mmq. In opera a regola d'arte ML 1,25 10,41 11, FG7OR5G4 5G4mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 2,82 3, FG7OR3G4 3G4mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 1,79 2, FG7OR5G2,5 5G2,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 1,94 2, FG7OR3G2,5 3G2,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 1,25 2, FG7OR3G1,5 3G1,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 0,87 1, N07VK5G25 4x(1x25)+1G25 mmq. In opera a regola d'arte ML 1,25 12,16 13, N07VK5G16 4x(1x16)+1G16mmq. In opera a regola d'arte ML 1,25 7,94 9, N07VK5G10 4x(1x10)+1G10mmq. In opera a regola d'arte ML 1,25 5,20 6, N07VK5G4 4x(1x4)+1G4mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 2,01 2, N07VK3G4 2x(1x4)+1G4mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 1,21 2, N07VK4G2,5 3x(1x2,5)+1G2,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 0,98 1, N07VK3G2,5 2x(1x2,5)+1G2,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 0,80 1, N07VK3G1,5 2x(1x1,5)+1G1,5mmq. In opera a regola d'arte ML 0,83 0,50 1, CAVIDOTTI F.p.o. di tubazioni isolanti flessibile del tipo corrugato a doppia camera serie "FU15" della ditta Gewiss o equivalente, materiale termoplastico a base di cloruro di polivinile (p.v.c.), marchiato IMQ, ideale per la realizzazione di impianti elettrici interrati, corrugato esternamente adatto al superamento dei dislivelli e liscio all'interno per infilaggio cavi. Tubazione da posare in scavo predisposto. In opera a regola d arte 3.01 FU125 F.p.o. di tubazione a doppia camera corrugata esternamente liscia internamente PVC d.125 mm interrata tipo FU15 ditta Gewiss o equivalente. In opera a regola d arte ML 0,83 3,63 4, POZ40X40 F.p.o. di pozzetto rompitratta o di derivazione, tipo prefabbricato, completo di rinfianco in calcestruzzo e chiusino carrabile in ghisa, inteso come rompitratta, di derivazione e per inserimento dei dispersori di messa a terra, dimensioni (40x40)cm. In opera a regola d'arte PZ 37,40 64,21 101, POZ60X60 F.p.o. di pozzetto rompitratta o di derivazione, tipo prefabbricato, completo di rinfianco in calcestruzzo e chiusino carrabile in ghisa, inteso come rompitratta, di derivazione e per inserimento dei dispersori di messa a terra, dimensioni (60x60)cm. In opera a regola d'arte PZ 49,87 77,05 126,92 F.p.o. di plinti di fondazione per il sostegno dei pali da realizzare secondo le seguenti prescrizioni: esecuzione dello scavo con misure adeguate alle dimensioni del blocco; formazione del blocco in calcestruzzo dosato a 250 kg di cemento tipo 325 per metro cubo di impasto; esecuzione della nicchia per l'incastro del palo, con l'impiego di cassaforma; fornitura e posa, entro il blocco in calcestruzzo, di spezzone di tubazione in plastica del diametro esterno di necessario per il passaggio dei cavi; riempimento eventuale dello scavo con materiale di risulta o con ghiaia naturale accuratamente costipata; sistemazione del cordolo in pietra eventualmente rimosso. In opera a regola d'arte

4 Pag. 3 di 8 materiale, 3.04 PLINTO Fornitura e posa in opera di plinto per sostegni h=5 m.f.t. completo di pozzetto rompitratta 40x40 e chiusino in ghisa carrabile. Il tutto in opera secondo le regole dell'arte PZ 24,94 102,74 127,67 F.p.o. di tubazioni rigide in p.v.c. serie "RK15" della ditta Gewiss o equivalente, materiale plastico rigido autoestinguente serie pesante, resistenza allo schiacciamento superiore a 750N su 5cm a 20 C, colore grigio RAL 7035, marchiato IMQ, ideale per la realizzazione di impianti elettrici in esterno; comprese scatole di derivazione del tipo da esterno munite di coperchio di chiusura a mezzo viti movibili solo con attrezzo ed appositi pressa tubi. Tubazioni complete di tutti gli accessori necessari al fissaggio dei cavidotti a parete con appositi sostegni ad aggancio rapido, giunti, curve e quant altro necessario alla corretta posa dello stesso nonché al raggiungimento del grado di protezione richiesto. In opera a regola d arte 3.05 RK25-32 F.p.o. di tubo pvc rigido D.25-32mm tipo RK ditta Gewiss o equivalente adatto alla posa a vista. Il tutto in opera secondo le regole dell'arte. ML 3,32 2,25 5, RK40-50 F.p.o. di tubo pvc rigido D.40-50mm tipo RK ditta Gewiss o equivalente adatto alla posa a vista. Il tutto in opera secondo le regole dell'arte. ML 3,32 3,50 6,82 F.p.o. di tubazioni isolanti flessibile del tipo corrugato pesante serie "FK15" della ditta Gewiss o equivalente, materiale termoplastico a base di cloruro di polivinile (p.v.c.), marchiato IMQ, ideale per la realizzazione di impianti elettrici sotto traccia disponibile in diversi colori quali nero, verde, bianco, azzurro, blu, marrone, lilla per permettere una rapida individuazione delle varie linee elettriche nel caso in cui ad ogni tipo di impianto da posare nel cavidotto venga abbinato un diverso colore del tubo; comprese le scatole di derivazione del tipo ad incasso, munite di coperchio di chiusura a mezzo viti movibili solo con attrezzo. Tubazioni completo di tutti gli accessori necessari al fissaggio dei cavidotti e delle scatole di derivazione con punti in cemento. In opera a regola d arte 3.07 FK25-32 F.p.o. di tubo pvc corrugato D.25-32mm tipo FK ditta Gewiss o equivalente adatto alla posa sottotraccia da intendersi come solo tratti dorsali. In opera a regola d arte ML 0,83 0,87 1, FK40-50 F.p.o. di tubo pvc corrugato D.40-50mm tipo FK ditta Gewiss o equivalente adatto alla posa sottotraccia da intendersi come solo tratti dorsali. In opera a regola d arte ML 0,83 1,19 2,03 Fornitura e posa in opera di tubazione liscio metallico tipo "TAZ" della ditta Legrand o equivalente. Tubazione in acciaio zincato elettrosaldato con riporto di zinco sulle saldature, grado di protezione IP67. Completa di raccordi metallici a innesto rapido, eventuali raccordi pieghevoli, curve e accessori vari e necessari alla corretta installazione. In opera a regola d arte 3.09 TAZ32-40 F.p.o. di tubazione metallica tipo "Taz" d.32-40mm della ditta Legrand o equivalente completa di tutti gli accessori necessari alla corretta posa dello stesso. In opera a regola d arte ML 4,16 19,26 23, TAZ50-63 F.p.o. di tubazione metallica tipo "Taz" d.50-63mm della ditta Legrand o equivalente completa di tutti gli accessori necessari alla corretta posa dello stesso. In opera a regola d arte ML 4,16 22,47 26,63 Fornitura e posa in opera di condotto sbarra elettrificato per alimentazione luci ordinarie serie KBA della ditta Schneider o equivalente. Destinato all installazione in edifici industriali consente la distribuzione elettrica e di comando dei settori di illuminazione, 4 conduttori portata 25A tipo 4x25A. Completa di elementi di giunzione, fissaggio, alimentazione, chiusura, spine di derivazione, cassette di derivazione, il tutto come di seguito specificato. Grado di protezione IP54. In opera a regola d arte 3.11 BLINDO F.p.o. di condotto sbarra a 2 circuiti 4x25A+2x25A (art.kbb25ed42305tw, L=3m) serie KBA ditta Schneider o equivalente da intendersi completo di circuito bus e accessori vari a completamento. In opera a regola d'arte ML 3,32 42,52 45, ALIMBLINDO F.p.o. di testata di alimentazione per condotto sbarra a 2 circuiti 4x25A+2x25A serie KBA ditta Schneider o equivalente da intendersi completo di circuito bus. In opera a regola d'arte PZ 12,47 75,77 88, SPINA10A F.p.o. di spina di derivazione 2P 10A da condotto sbarra completa di fusibile di protezione della ditta Schneider o equivalente PZ 2,08 12,20 14, SPINA10ADIM F.p.o. di spina di derivazione 2P 10A da condotto sbarra completa di fusibile di protezione e collegamento bus Dali della ditta Schneider o equivalente PZ 2,08 25,78 27,86

5 Pag. 4 di 8 materiale, 3.15 SPINA16A F.p.o. di spina di derivazione 2P 16A da condotto sbarra completa di fusibile di protezione della ditta Schneider o equivalente PZ 2,08 20,68 22, IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE F.p.o. di impianto di illuminazione per interni. Gli impianti saranno realizzati in tubazioni p.v.c. sottotraccia e conduttori N07V-K sia per la parte dorsale che di derivazione nei locali vari ed eventualmente in tubazioni metalliche e cavi a doppio isolamento FG7OR nello spazio unico volume. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde, da non collegare nel caso in cui i corpi illuminanti siano dichiarati a doppio isolamento, classe II. Completo di apparecchi modulari da incasso per la realizzazione dei comandi di accensione. Frutti della ditta Vimar serie Plana o equivalenti, installati in modo da favorire l abbattimento delle barriere architettoniche. l'alimentazione dei corpi illuminanti e collegamento ai comandi, scatola di derivazione, scatola modulare con supporto e frutti di comando e la per la realizzazione dell'opera, placca di finitura esclusa conteggiata a parte. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte I punti luce saranno valutati uno per l'altro, indipendentemente dalla tipologia di realizzazione dell'impianto di alimentazione in derivazione, ritenendo compensata ogni differenza in considerazione del fatto che la parte impiantistica dorsale si intende conteggiata a parte 4.01 PLINT F.p.o. di punto luce principale con comando interrotto. In opera a regola d arte PZ 10,39 13,97 24, PLDEV F.p.o. di punto luce principale con comando deviato. In opera a regola d arte PZ 14,55 26,70 41, PLINV F.p.o. di punto luce principale con comando invertito. In opera a regola d arte PZ 18,70 35,48 54, PLPULS F.p.o. di punto luce principale a relè comandato da pulsante. In opera a regola d arte PZ 10,39 16,39 26, PLPULSAGG F.p.o. di pulsante a relè aggiunto su punto luce principale. In opera a regola d arte PZ 6,23 14,49 20, PLDALI F.p.o. di punto luce principale con comando a pulsante completo di amplificatore di segnale per comando dimmerizzazione DALI. In opera a regola d'arte PZ 24,94 166,95 191, PLRP F.p.o. di punto luce comandato da rilevatore di presenza tipo Grand'angolo 180 ditta Arteleta o equivalente realizzato sottotraccia. In opera a regola d arte PZ 14,55 69,82 84, PLAGG F.p.o. di punto luce aggiunto su accensione principale. In opera a regola d arte PZ 6,23 6,46 12, PLAGGDALI F.p.o. di punto luce con comando dimmerabile Dali aggiunto su accensione principale. In opera a regola d arte PZ 8,31 9,31 17, PLCREP F.p.o. di punto luce notturno comandato a mezzo di relè crepuscolare (computato nel quadro elettrico). In opera a regola d arte PZ 8,31 11,90 20, PLEM F.p.o. di punto di emergenza. In opera a regola d arte PZ 8,31 11,90 20,22 F.p.o. di pulsantiera per accensione illuminazione spazio unico volume realizzata entro contenitore stagno per posa a vista a parete, munito di porta cieca da fresare per inserimento dei comandi. Cassetta vuota con coperchio asportabile, pareti completamente chiuse della ditta Ilme o equivalente, pulsanti colore verde con segnalazione spia per accensione con ghiera in plastica diametro 22mm IP65 per accensioni luci come indicato nelle tavole allegate. Il tutto in opera completo di oneri e accessori vari a completamento. In opera a regola d'arte 4.12 PULSILL F.p.o. di pulsantiera per accensione illuminazione zona unico volume e bar completa di 13 pulsanti luminosi di comando illuminazione come indicato, posa dei conduttori specifici e collegamenti. In opera a regola d'arte PZ 149,61 321,05 470, IMPIANTI PRESE FM

6 Pag. 5 di 8 materiale, F.p.o. di impianto prese per interni (bipasso, universali), alimentazione di punti presa incassati a parete. Gli impianti saranno realizzati in tubazioni p.v.c. sottotraccia e conduttori N07V-K sia per la parte dorsale che di derivazione nei locali vari ed eventualmente in tubazioni metalliche e cavi a doppio isolamento FG7OR nello spazio unico volume. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde. Frutti della ditta Vimar serie Plana o equivalenti, installati in modo da favorire l abbattimento delle barriere architettoniche. l'alimentazione dei punti presa e collegamento ai frutti, scatola di derivazione, scatola modulare con supporto e frutti presa e la per la realizzazione dell'opera, placca di finitura esclusa conteggiata a parte. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte I punti presa saranno valutati uno per l'altro, indipendentemente dalla tipologia di realizzazione dell'impianto di alimentazione in derivazione, ritenendo compensata ogni differenza in considerazione del fatto che la parte impiantistica dorsale si intende conteggiata a parte 5.01 U F.p.o. di punto principale presa Universale 2P+T 10/16A con alveoli protetti. In opera a regola d arte PZ 10,39 22,62 33, BIP F.p.o. di punto presa principale Bipasso 2P+T 10/16A con alveoli protetti. In opera a regola d arte PZ 10,39 19,33 29, UCOM F.p.o. di punto presa principale universale 2P+T 10/16A, con alveoli protetti, completa di interruttore bipolare 16A per protezione locale. In opera a regola d'arte PZ 12,47 43,29 55, UAGG F.p.o. di punto presa Universale 2P+T 10/16A aggiunta su principale. In opera a regola d arte PZ 2,08 5,14 7,21 F.p.o. di punto presa interbloccata fissa ad esterno serie Prima della ditta Palazzoli o equivalente. Gli impianti saranno realizzati per la parte dorsale e di derivazione in tubo p.v.c. esterno e conduttori N07V-K. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde. l'alimentazione dei punti presa e collegamento alle prese, scatola di derivazione, scatola da esterno a parete per alloggiamento presa, presa CEE con interblocco e base fusibile con fusibili gg e la per la realizzazione dell'opera. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte 5.05 CEEMONOCF F.p.o. di punto presa interbloccata fissa da esterno, tipo monofase 2P+T 16A, IP55, completa di base portafusibili e fusibili 16A. In opera a regola d'arte PZ 12,47 45,97 58, CEEMONO32CF F.p.o. di punto presa interbloccata fissa da esterno, tipo monofase 2P+T 32A, IP55, completa di base portafusibili e fusibili 16A. In opera a regola d'arte PZ 12,47 49,31 61, CEETRIFCF F.p.o. di punto presa interbloccata fissa da esterno, tipo trifase 3P+T 16A, IP55, completa di base portafusibili e fusibili 16A. In opera a regola d'arte PZ 14,55 54,51 69, CEEPENTACF F.p.o. di punto presa interbloccata fissa da esterno, tipo pentapolare 3P+N+T 16A, IP55, completa di base portafusibili e fusibili 16A. In opera a regola d'arte PZ 14,55 60,04 74, IMPIANTI SPECIALI 6.01 Predisposizioni Impianti Vari F.p.o. di tubazioni predisposte alla futura realizzazione dell'armadio rack di gestione telefonia e rete dati da realizzarsi con armadio di rete posato a terra. Tubazioni vuote da predisporre per alimentazione dell'armadio rack da quadro elettrico generale e tubazioni di uscita da armadio rack a punti prese predisposti. Le tubazioni dovranno convergere nel punto indicato in planimetria per futuro posizionamento dell'armadio di gestione del sistema. N 2 Tubazioni corrugate Ø32 per linea di alimnetazione e Tubazioni corrugate Ø32 una per ciascuno dei punti presa predisposti (punti presa predisposti conteggiati a parte). Impianti realizzati in cavidotti e scatole di derivazione dedicate. In opera a regola d arte RACKPRED F.p.o. di predisposizione armadio di rete a terra per gestione telefonia e dati. In opera a regola d'arte PZ 24,94 38,53 63,46

7 Pag. 6 di 8 materiale, F.p.o. di tubazioni e scatole modulari vuote da lasciare a disposizione per futura realizzazione di impianti e sistemti vari. Tubazioni vuote da posare complete di scatola modulare, supporto e coperchio di chiusura adatte all'installazione futura delle apparecchiature necessarie; tubazioni da fare convergere, nel punto presunto di installazione dei sistemi di gestione per impianti vari. Impianti realizzati in cavidotti e scatole di derivazione dedicate. Tubazioni corrugate Ø32 una per ciascuno dei punti presa predisposti, scatola modulare, supporto e corpi foro (placche di finitura escluse conteggiate a parte). In opera a regola d arte PREDTP F.p.o. predisposizione punto presa telefonia / dati in scatola modulare e cavidotti a disposizione. In opera a regola d arte PZ 6,23 9,63 15, PREDFM F.p.o. predisposizione punto presa FM in scatola modulare e cavidotti a disposizione. In opera a regola d arte PZ 6,23 9,63 15, PREDTVPRO F.p.o. predisposizione punto presa TV o attacco proiettore / telo proiettore in scatola modulare e cavidotti a disposizione. In opera a regola d arte PZ 6,23 9,63 15, Impianti di chiamata esterno F.p.o. di impianto di chiamata dall'esterno. Gli impianti saranno realizzati in tubazioni p.v.c. sottotraccia e conduttori N07V-K sia per la parte dorsale che di derivazione. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde. Frutti della ditta Vimar serie Plana o equivalenti, installati in modo da favorire l abbattimento delle barriere architettoniche. l'alimentazione dei punti di chiamata con campanello da posare all'esterno in prossimità della porta di accesso lato corridoio, del punto di apertura elettroserratura, del punto di segnalazione acustica e collegamento ai frutti, scatola di derivazione, scatola modulare con supporto e frutti e la per la realizzazione dell'opera, placca di finitura esclusa conteggiata a parte. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte CHEST F.p.o. di impianto di chiamata esterna completo di pulsante esterno di tipo retroilluminato, da realizzare sulla porta di accesso alla struttura lato corridoio, elettroserratura per porta e pulsante di apertura in loco. In opera a regola d'arte CP 37,40 123,52 160, Impianti di chiamata interno F.p.o. di impianto di segnalazione allarme dai servizi igienici ad uso disabili.gli impianti saranno realizzati in tubazioni p.v.c. sottotraccia e conduttori N07V-K sia per la parte dorsale che di derivazione. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde. Frutti della ditta Vimar serie Plana o equivalenti, installati in modo da favorire l abbattimento delle barriere architettoniche. l'alimentazionedei punti di chiamata con campanello a tirante, del punto di annullo locale da pulsante e del punto di segnalazione ottico e acustica e collegamento ai frutti, scatola di derivazione, scatola modulare con supporto e frutti e la per la realizzazione dell'opera, placca di finitura esclusa conteggiata a parte. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte CHINT F.p.o. di segnalazione ottico e acustica dai servizi ad uso disabili completo di pulsante a tirante in prossimità della tazza, segnalazione ottico e acustica fuori porta, pulsante di annullo della segnalazione da installare internamente al locale servizi. In opera a regola d'arte PZ 18,70 96,32 115, ALLACCI VARI F.p.o. di impianto allacciamento utenze. Gli impianti saranno realizzati in tubazioni p.v.c. sottotraccia e conduttori N07V-K sia per la parte dorsale che di derivazione nei locali vari ed eventualmente in tubazioni metalliche e cavi a doppio isolamento FG7OR nello spazio unico volume. Sezione delle linee dorsali e di derivazione come indicato negli schemi elettrici allegati; linea comprensiva del conduttore di protezione a terra di colore giallo verde.

8 Pag. 7 di 8 materiale, l'alimentazione dei punti di utenza e collegamento alle utenze e comandi, controlli, ecc., scatola di derivazione, scatola modulare ove necessaria, pressacavi, pressatubi o accessori vari a garantire l'allacciamento realizzato in conformità alle normative e la per la realizzazione dell'opera. Prezzo da ritenersi comprensivo di tutti i collegamenti. In opera a regola d'arte 7.01 UTMONO F.p.o. di allaccio utenza monofase PZ 12,47 25,77 38, UTTRIF F.p.o. di allaccio utenza trifase PZ 16,62 41,64 58, SONDA F.p.o. di allaccio regolatore / sonda di temperatura o umidità da intendersi completo di collegamento bus di comando PZ 16,62 35,32 51, CAVOBUS F.p.o. di linea bus in cavo tipo 24WG da concordare con termotecnico per realizzazione sistema di regolazione impianto meccanico ML 0,83 0,96 1,79 F.p.o. di pulsantiera per movimentazione finestre e tende realizzata entro contenitore stagno per posa a vista a parete, munito di porta cieca da fresare per inserimento dei comandi. Cassetta vuota con coperchio asportabile, pareti completamente chiuse della ditta Ilme o equivalente, selettori con ghiera in plastica diametro 22mm IP65 per comando lucernari come indicato nelle tavole allegate. In opera a regola d'arte 7.05 PULSUT F.p.o. di pulsantiera per comando finestre e tende (8 gruppi) completa di 8 selettori di comando come indicato, posa dei conduttori specifici e collegamenti. In opera a regola d'arte PZ 99,74 205,47 305, IMPIANTO DI TERRA F.p.o. di corda in rame nudo di sezione 35mmq, da posare interrata in intimo contatto con il terreno, per realizzazione dell impianto di messa a terra generale. Corda da posare internamente a scavo predisposto, connettente dispersori di messa a terra. L impianto si intende comprensivo della corda in rame fornita e posata in scavo, morsetti di fissaggio a pressione per collegamento dispersori. In opera a regola d arte 8.01 CU35 F.p.o. di corda in rame nuda da 35mmq impianto di messa a terra. Completa di morsetti di fissaggio e di ogni accessorio necessario. In opera a regola d'arte ML 1,25 5,78 7,03 F.p.o. di dispersori del tipo a croce, lunghezza 1,5m, in materiale ferro zincato, da posare interrati, in intimo contatto con il terreno, internamente ad appositi pozzetti predisposti, per realizzazione impianto di messa a terra. I dispersori saranno collegati fra loro tramite la corda in rame da interrare per realizzazione impianto di messa a terra. I collegamenti saranno realizzati con appositi sistemi di fissaggio a pressione. I dispersori dovranno essere ispezionabili ed indicati, come posizionamento da affissione di appositi cartelli indicatori. L impianto si intende comprensivo della fornitura ed interramento del dispersore, dei collegamenti relativi da realizzarsi direttamente imbullonati sui dispersori della corda in rame, della fornitura ed affissione dei cartelli indicatori, completi di tutti gli accessori necessari. In opera a regola d arte 8.02 DISP F.p.o. di dispersore verticale h=1,5mt. In opera a regola d'arte PZ 12,47 16,51 28,98 F.p.o. di collettore generale di terra costituito da una barra di rame di adeguate dimensioni, da installare in prossimità del quadro elettrico in scatola di derivazione dedicata. Collettore generale di terra a cui dovranno fare capo i conduttori di protezione a terra delle masse, il conduttore di terra (montante di terra) che proviene dai dispersori esterni, ed i conduttori equipotenziali che collegano le masse estranee. L impianto si intende comprensivo della fornitura e dell installazione della barra in rame, conduttori e collegamenti esclusi. In opera a regola d arte 8.03 COLL F.p.o. di collettore generale di terra. In opera a regola d'arte PZ 49,87 77,05 126,92

9 Pag. 8 di 8 materiale, F.p.o. di collegamenti equipotenziali principali e/o secondari da realizzarsi sulle tubazioni metalliche in ingresso ai locali di cui trattasi (acqua, gas, ecc.) e sulle parti metalliche specifiche con apposito conduttore di protezione a terra realizzato in cavo antifiamma isolato (450/750)V tipo N07V-K di colore giallo-verde avente sezione minima di 6-16mmq, interconnesso successivamente alla più vicina dorsale di terra o al collettore generale di terra. L impianto si intende comprensivo del cavo di collegamento a partire dalle masse estranee fino al collettore generale di terra, della tubazione, nonché dei collegamenti relativi da realizzarsi direttamente imbullonati sull utenza e sul collettore, completi di tutti gli accessori necessari. In opera a regola d arte 8.04 EQP F.p.o. di collegamenti equipotenziali principali realizzati con conduttori da 6mmq. In opera a regola d'arte PZ 8,31 5,14 13, MONT25 F.p.o. di montante di terra da realizzarsi con conduttore N07V-K giallo-verde di sezione 25mmq per collegamento fra impianto disperdente esterno e collettore generale di terra. In opera a regola d'arte ML 0,83 2,39 3, ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA F.p.o. di corpi illuminanti autoalimentati tipo "Evolution Flu" della ditta Linergy o equivalenti. Apparecchi realizzati in materiale plastico autoestinguente, led di presenza rete e attivazione circuito di ricarica; tempo di ricarica 12 ore, completi di batteria al Nichel- Cadmio. Adatte all installazione su superfici normalmente infiammabili ed ambienti AD-FT. Grado di protezione IP65. Completa di inverter, soccorritore, lampada ed accessori vari per dare il tutto in opera e funzionante, entranti in funzione al mancare della tensione in rete ed aventi autonomia minima di 1 ORA. In opera a regola d arte 9.01 EM24 F.p.o. di corpo illuminante di emergenza tipo Evolution Flu della ditta Linergy o equivalenti, dispositivo di autodiagnosi, FL 1x24W, batteria Ni-Cd, grado di rpotezione IP65, autonomia 1 ora, ricarica 12 ore PZ 12,47 106,94 119, EM11 F.p.o. di corpo illuminante di emergenza tipo Evolution Flu della ditta Linergy o equivalenti, dispositivo di autodiagnosi, FL 1x11W, batteria Ni-Cd, grado di rpotezione IP65, autonomia 1 ora, ricarica 12 ore PZ 12,47 98,93 111,40

Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato

Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato Spogliatoi Campo Sportivo di S. Ippolito Prato ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTO ELETTRICO LUGLIO 2007 descrizione Pagina 1 di 1 A1.1 - QUADRO GENERALE ESTERNO QGE Quadro di tipo prefabbricato in materiale

Dettagli

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA PROGETTO/DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IMPIANTO ELETTRICO A SERVIZIO DELL EDIFICIO COMUNALE DA DESTINARE AD ASILO NIDO -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Oggetto: realizzazione parco pubblico polivalente in via Pizzolungo II Lotto, I Stralcio funzionale. (Blocco spogliatoi).

Oggetto: realizzazione parco pubblico polivalente in via Pizzolungo II Lotto, I Stralcio funzionale. (Blocco spogliatoi). R E L A Z I O N E I M P I A N T I S T I C A Resa ai sensi della ex L. 46/90, così come modificata dalla L. 37/09 e succ. mod e integr. Oggetto: realizzazione parco pubblico polivalente in via Pizzolungo

Dettagli

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5

! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5 , 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 ! # # % & (() # +, ++. /012 3!4, 5 3!4 3 #, 5, 3!4 # ++ 6, 7 8 + 9 8 % 9!( :, 9!(: ; 9 6 &7! + 8 % 9 (( :, + ; 9 6 7!, 9 6 5 : 7 3?3# 7 8 8 + 8 7!( < 9 +

Dettagli

Opere di completamento per nuova sede E.S.A. S.p.A. PROGETTISTA OGGETTO CLIENTE INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Opere di completamento per nuova sede E.S.A. S.p.A. PROGETTISTA OGGETTO CLIENTE INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... INDICE 1 OGGETTO... 3 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 4 3 DESCRIZIONE DELLE STRUTTURE E CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO... 5 4 CRITERI DI SICUREZZA ADOTTATI... 6 4.1 PROTEZIONE CONTRO SOVRACCARICHI

Dettagli

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA

ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA ILLUMINAZIONE ZONA TECNICA RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA 1. PREMESSA Oggetto della presente relazione è la progettazione relativa all illuminazione di servizio e di emergenza della zona tecnica della piscina

Dettagli

COMPUTO METRICO PREMESSA

COMPUTO METRICO PREMESSA Consorzio Granatieri di Sardegna Edificio 5 Edificio ad uso Commerciale Artigianale Direzionale Impianti Elettrici - Capitolato Speciale di Appalto Norme tecniche PREMESSA I prezzi esposti in elenco devono

Dettagli

RELAZIONE IMPIANTO ELETTRICO. Trattasi di un impianto elettrico da installarsi per il completamento del Recupero

RELAZIONE IMPIANTO ELETTRICO. Trattasi di un impianto elettrico da installarsi per il completamento del Recupero RELAZIONE IMPIANTO ELETTRICO Trattasi di un impianto elettrico da installarsi per il completamento del Recupero dell ex Convento San Domenico in Martina Franca, in Corso Umberto Via Metastasio, inteso

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici Prezzario Regionale dei lavori pubblici Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 quater Anno: 2008 Indice Voci finite i Indice D.0009 - IMPIANTI

Dettagli

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio

Impianto di illuminazione e forza motrice di Buraccio sezione: IMPIANTI ELETTRICI titolo e contenuto della tavola: Computo metrico estimativo Studio Associato di Ingegneria NEW ENERGY di Ing. Mancini e Ing. Mannucci Viale Marconi, 117A 56028 San Miniato (PI)

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

RECUPERO E RESTAURO EX CONVENTO DEI FRATI MINORI FRANCESCANI PER ATTIVITA MUSEALE ESPAZI PER LA CULTURA

RECUPERO E RESTAURO EX CONVENTO DEI FRATI MINORI FRANCESCANI PER ATTIVITA MUSEALE ESPAZI PER LA CULTURA RECUPERO E RESTAURO EX CONVENTO DEI FRATI MINORI FRANCESCANI PER ATTIVITA MUSEALE ESPAZI PER LA CULTURA 1 Premessa La presente relazione riguarda l impianto elettrico da realizzarsi nel complesso edilizio

Dettagli

COMUNE DI BUONVICINO - Provincia di Cosenza -

COMUNE DI BUONVICINO - Provincia di Cosenza - COMUNE DI BUONVICINO - Provincia di Cosenza - Legge n 8 del 26.02.2010 articolo 5 comma 5 Importo di finanziamento 30.000,00 PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO REALIZZAZIONE IMPIANTO PUBBLICA ILLUMINAZIONE

Dettagli

LIBRETTO DELLE MISURE

LIBRETTO DELLE MISURE COMUNE DI ORIO LITTA Provincia di Lodi pag. 1 LIBRETTO DELLE MISURE OGGETTO: ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CASERMA DEI CARABINIERI SITA IN VIA MAZZINI, 40 - ORIO LITTA ALLE NORME VIGENTI COMMITTENTE:

Dettagli

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI

OC.80 OC.79 OC.78 OC.77 OC.76 OC.27 OC.06 OC.01 OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02 CONDUTTORI, TUBAZIONI, CANALINE E ACCESSORI OC.27.02.01 Cavo unipolare tipo RG7R 0,6/1kV o FG7R 0,6/1 kv isolato in EPR sotto guaina di PVC (norme CEI 20-13, CEI 20-22II, CEI 20-35). Sono compresi:

Dettagli

F.lli DISPENSIERI Snc VIA BRUNO BUOZZI,3 REGGELLO. Autore. Sergio Sani

F.lli DISPENSIERI Snc VIA BRUNO BUOZZI,3 REGGELLO. Autore. Sergio Sani VIA BRUNO BUOZZI,3 REGGELLO Oggetto EDIFICIO COMMERCIALE IMPIANTO ILLUMINAZIONE E FORZA MOTRICE EDIFICIO COMMERCIALE Zona Lavori PONTASSIEVE L'offerta è stata redatta per avere uno standard di qualità

Dettagli

STUDIO TECNICO D INGEGNERIA ING.GIOVANNI MUSIO. 9LD69LWDOLD1ƒ6HUUHQWL&$7HO)D[ Partita I.V.A. 01077780920 - C.F.MSUGNN54P26I667S. COMUNE di 6(55(17,

STUDIO TECNICO D INGEGNERIA ING.GIOVANNI MUSIO. 9LD69LWDOLD1ƒ6HUUHQWL&$7HO)D[ Partita I.V.A. 01077780920 - C.F.MSUGNN54P26I667S. COMUNE di 6(55(17, COMUNE di 6(55(17, (Provincia di CAGLIARI) via Nazionale N 280 telefono 070-9159037 telefax 070-9159791 telex... e-mail.@. LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE PER L ADEGUAMENTO ALLE NORME DI SICUREZZA, IGIENE E

Dettagli

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE

GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE GUIDA PROGETTUALE DELL IMPIANTO CIVILE 1) CONFORMITA ALLE NORME Tutti i componenti elettrici utilizzati devono essere a regola d arte ed idonei all ambiente di installazione. Il materiale elettrico soggetto

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1

IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1 Cap. XI IMPIANTI ELETTRICI PAG. 1 11.2 OPERE COMPIUTE Prezzi medi praticati dalle ditte installatrici del ramo per ordinazioni dirette (di media entità) da parte del committente, comprensivi di: materiali,

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB)

IMPIANTO ELETTRICO RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) RELATIVO A STABILE ADIBITO AD USO BAITA-BIVACCO, REALIZZATO IN ZONA PIAN VADA (COMUNE DI AURANO - VB) 1. INTRODUZIONE Il bivacco di Pian Vadà è costituito da un edificio a due piani, ciascuno di superficie

Dettagli

ALLEGATO D REALIZZAZIONE DI IMPIANTO ELETTRICO, PRESSO UNA STRUTTURA DA ADIBIRE A SEDE DI CANTIERE IN LOCALITA IACUPIU COMUNE DI NUORO.

ALLEGATO D REALIZZAZIONE DI IMPIANTO ELETTRICO, PRESSO UNA STRUTTURA DA ADIBIRE A SEDE DI CANTIERE IN LOCALITA IACUPIU COMUNE DI NUORO. ALLEGATO D REALIZZAZIONE DI IMPIANTO ELETTRICO, PRESSO UNA STRUTTURA DA ADIBIRE A SEDE DI CANTIERE IN LOCALITA IACUPIU COMUNE DI NUORO. OFFERTA PREZZI 02 centralino residenziale in resina termoplastica

Dettagli

Computo metrico impianto elettrico

Computo metrico impianto elettrico Documento: Computo metrico impianto elettrico Oggetto: Progetto impianti elettrici locale CED piano interrato, bagni disabili piano terra e primo, ampliamento ufficio polizia locale piano terra, impianti

Dettagli

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como -

S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - S.P.T. spa via A. Moro n 23 - Como - PROGETTO PER REALIZZAZIONE NUOVI UFFICI in via Anzani n 37 - COMO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO OPERE ELETTRICHE E CABLAGGI Il progettista Agosto 2011 1 1 QUADRI ELETTRICI

Dettagli

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento La lavorazione dell impianto elettrico nell appartamento si sussegue con una scansione temporale che deve tener conto dei tempi e dei modi tipici

Dettagli

34-23 apparecchi di illuminazione (p.2) apparecchi fissi per uso generale 64-8 impianti elettrici utilizzatori con Vn c.a.<1000v e Vn c.c.

34-23 apparecchi di illuminazione (p.2) apparecchi fissi per uso generale 64-8 impianti elettrici utilizzatori con Vn c.a.<1000v e Vn c.c. 1. Specifiche Tecniche per la realizzazione degli impianti elettrici 1.1. Rispondenza a norme, leggi e regolamenti Gli impianti elettrici devono essere realizzati a regola d'arte, secondo quanto prescritto

Dettagli

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 INDICE pag. 1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 2.1 PREMESSA... 2 2.2 CABINA MT/BT... 2 2.3 IMPIANTO DI TERRA... 3 2.4 QUADRI ELETTRICI... 3 2.5 DISTRIBUZIONE ELETTRICA... 5 2.6 APPARECCHI DI

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI COMMITTENTE: ASSOCIAZIONE ONLUS L ALTRA META DEL CIELO TELEFONO DONNA DI MERATE Via S. Ambrogio, 17 23807 MERATE C.F.94027160137 Comune di Olginate Provincia di Lecco OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

Realizzazione autorimessa. Via della pace nel mondo Sestri Levante

Realizzazione autorimessa. Via della pace nel mondo Sestri Levante Dott. Ing. Andrea Muzio Via Dante 72 Sestri Levante (GE) tel. 018541082 - fax. 0185482916 cell. 3357849106 e-mail: andrea@muzioing.it Realizzazione autorimessa Via della pace nel mondo Sestri Levante Opere

Dettagli

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI

REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CAMPANIA IMPIANTI ELETTRICI CAPITOLO N 1 IMPIANTI CIVILI AVVERTENZE Nel presente capitolo si è tenuto conto dei seguenti requisiti minimi: Nelle abitazioni e negli edifici residenziali in genere,

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-NORMATIVA IMPIANTI ELETTRICI

RELAZIONE TECNICO-NORMATIVA IMPIANTI ELETTRICI REGIONE CALABRIA COMUNE DI SANT ANDREA SULLO IONIO PROVINCIA DI CATANZARO COMPLETAMENTO DEGLI INTERVENTI DI RESTAURO DI BENI STORICO- ARTISTICI DELLA CHIESA DI SANT ANDREA APOSTOLO (POR CALABRIA 2007/2013

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

Provincia di Lecce PROGETTO ESECUTIVO

Provincia di Lecce PROGETTO ESECUTIVO CITTÀ DI MELISSANO Provincia di Lecce RISTRUTTURAZIONE E MESSA IN SICUREZZA DELL'EDIFICIO SCOLASTICO "ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - SCUOLA SECONDARIA I GRADO" DI VIA FELLINE - MELISSANO (LE) PROGETTO

Dettagli

1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI

1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI 1. IMPIANTI ELETTRICI E SPECIALI 1.1 ELENCO DEGLI IMPIANTI Saranno realizzati i seguenti impianti elettrici e speciali: - modifica al quadro generale di distribuzione esistente (QOO1) esistente - alimentazione

Dettagli

COMUNE DI STAZZANO RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI PROVINCIA DI ALESSANDRIA GAVI,15 FEBBRAIO 2010

COMUNE DI STAZZANO RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI PROVINCIA DI ALESSANDRIA GAVI,15 FEBBRAIO 2010 Pagina 1 di 1 COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO E SCHEMA DEI QUADRI OGGETTO: EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA PROGRAMMA CASA: 10.000 ALLOGGI ENTRO

Dettagli

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO

RELAZIONE. OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO RELAZIONE OGGETTO: Risistemazione con Risanamento Ambientale e Funzionale del Porto di Torre Annunziata CARATTERISTICHE GENERALI DELL IMPIANTO L impianto in progetto presenta le seguenti caratteristiche

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI

RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI RELAZIONE DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI 1. premessa Il complesso immobiliare oggetto dell intervento consta di due edifici, CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE PER L ARTE E LA CULTURA e OSTELLO DELLA GIOVENTU

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE R I P O R T O LAVORI A MISURA pag. 1 LAVORI A MISURA 1 / 1 SCAVO A SEZIONE RISTRETTA E OBBIGATA in linea per la posa di reti D.0001.0002. idriche-fognarie di qualsiasi tipo o per cavidotti di reti elettriche e 0029 telefoniche, eseguito

Dettagli

IL PROGETTO FA RIFERIMENTO IN PARTICOLARE ALLA NORMA CEI 64-8

IL PROGETTO FA RIFERIMENTO IN PARTICOLARE ALLA NORMA CEI 64-8 Via Gen. Cantore, 3 C.F. BST MRT 50T09 E863Z 21046 Malnate VA- P. IVA 02039380122 D.M. 22/01/2008 n. 37 PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO IL PROGETTO FA RIFERIMENTO IN PARTICOLARE ALLA NORMA CEI 64-8 Nuovo

Dettagli

Comune di RIESE PIO X Provincia di TREVISO COMPUTO METRICO NUOVA SEDE PRO LOCO SALA POLIVALENTE IN VARIANTE AL PROGETTO DELL AUDITORIUM: 2 STRALCIO

Comune di RIESE PIO X Provincia di TREVISO COMPUTO METRICO NUOVA SEDE PRO LOCO SALA POLIVALENTE IN VARIANTE AL PROGETTO DELL AUDITORIUM: 2 STRALCIO Comune di RIESE PIO X Provincia di TREVISO pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: NUOVA SEDE PRO LOCO SALA POLIVALENTE IN VARIANTE AL PROGETTO DELL AUDITORIUM: 2 STRALCIO COMMITTENTE: COMUNE DI RIESE PIO X Data,

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

Studio Tecnico di Ingegneria Scalzi Dott. Ing. Alessandro pag. 2. DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

Studio Tecnico di Ingegneria Scalzi Dott. Ing. Alessandro pag. 2. DESIGNAZIONE DEI LAVORI par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE Scalzi Dott. Ing. Alessandro pag. 2 R I P O R T O LAVORI A CORPO Impianto Elettrico - Distretto 1 (SpCat 1) Quadri elettrici (Cat 1) 1 Fornitura e posa in opera di armadio elettrico per posa a 176-EL pavimento,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO PROVINCIA DI LECCE Importo Progetto 1.000.000,00 RELAZIONE TECNICA 1. Premessai Dal sopralluogo effettuato si è stabilito che l'impianto elettrico del piano primo risulta di recente rifacimento ed a norma,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico

RELAZIONE TECNICA. Impianto elettrico RELAZIONE TECNICA Impianto elettrico SOMMARIO 1. GENERALITÀ 4 1.1 Premessa 4 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DEI LAVORI 5 2.1 Distribuzione 5 2.1.1 Impianto elettrico esterno e locali speciali. 6 2.1.2 Impianto

Dettagli

LAVORI - 07I05 - IST. GALLI (BG) COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

LAVORI - 07I05 - IST. GALLI (BG) COMPUTO METRICO ESTIMATIVO LAVORI - 07I05 - IST. GALLI (BG) COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Quadri di bassa tensione 1 IE.01 Quadro di bassa tensione di consegna (BOX IN PREFABBRICATO O MURATURA INCLUSO) Totale a corpo 1,00 99,40 99,40

Dettagli

I PROGETTISTi Ing. Rocco TARANTINI Arch. Giorgio RIZZO Ing. Luigi Del Grosso

I PROGETTISTi Ing. Rocco TARANTINI Arch. Giorgio RIZZO Ing. Luigi Del Grosso RELAZIONE TECNICA PER IL RIFACIMENTO IN OPERE DI RIFACIMENTO E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DA REALIZZARE ALL IMPIANTO ELETTRICO DEL FABBRICATO AUTORIMESSA SITO IN LECCE DI VIA TRINCHESE AL PIANO INTERRATO.

Dettagli

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati

www.libriprofessionali.it per i tuoi acquisti di libri, banche dati, riviste e software specializzati MANO D OPERA Classificazione del lavorato Lavoro notturno e festivo 01 - IMPIANTI ELETTRICI NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI Cavi e tubi protettivi Dispositivi di comando Componenti per impianti tipo bus Aspiratori

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA - PARMA SERVIZIO MANUTENZIONE INTERVENTI DI PRONTO INTERVENTO, MANUTENZIONE ORDINARIA/STRAORDINARIA RIPRISTINO ALLOGGI ELENCO PREZZI UNITARI PER OPERE DA ELETTRICISTA E ANTENNISTA

Dettagli

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI

LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO I.E. IMPIANTI ELETTRICI ASCENSORI Anno 2013 *** INDICE ***

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO 8. CRITERI PER IL DIMENSIONAMENTO DELLE PROTEZIONI DELLE CONDUTTURE DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTOCIRCUITI ADOTTATI NEL PROGETTO

IMPIANTO ELETTRICO 8. CRITERI PER IL DIMENSIONAMENTO DELLE PROTEZIONI DELLE CONDUTTURE DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTOCIRCUITI ADOTTATI NEL PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO 1. PREMESSA 2. OGGETTO DELL'INTERVENTO 3. RIFERIMENTI NORMATIVI E PRESCRIZIONI 4. FORNITURA ENERGIA IN B.T. - DATI DI PROGETTO 5. DISTRIBUZIONE GENERALE 6. CAVI ELETTRICI 7. IMPIANTO

Dettagli

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Codice Sub Descrizione UNM Prezzo Sicurezza 15 IMPIANTI ELETTRICI 15.01 Distribuzione circuiti luce 15.01.001 Punto luce e punto di comando

Dettagli

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte)

Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte) Guida pratica all impianto elettrico nell appartamento (seconda parte) Pubblicato il: 17/05/2004 Aggiornato al: 25/05/2004 di Gianluigi Saveri 1. L impianto elettrico L appartamento che si prende come

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027 PROGETTO

Dettagli

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia

Studio Tecnico Dott. Ing. Paolo Caruana La Spezia 1. PREMESSA Nella presente relazione sono illustrati i criteri di scelta delle soluzioni progettuali adottate, in relazione alla classificazione dei luoghi ed in ottemperanza alle norme tecniche di riferimento.

Dettagli

Comune di Lanusei Provincia Ogliastra RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

Comune di Lanusei Provincia Ogliastra RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO 1 / 14 Comune di Lanusei Provincia Ogliastra RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO OGGETTO: REALIZZAZIONE IMPIANTO ELETTRICO AUTOFFICINA, AUTORIMESSA E FABBRICATI DI S. COSIMO PARTE D'OPERA: CORPI D OPERA

Dettagli

LAVORAZIONI DA ESEGUIRE

LAVORAZIONI DA ESEGUIRE Tipologia 1 (Altezza massima montaggio lampada: 3 metri) (Numero lampade da montare:75) rimozione apparec. Illuminanti cad 75 P.O. di corpo illuminante civile/ind. 2x36 W cad 75 Tipologia 1 Tipologia 2

Dettagli

SOMMANO... a corpo 1,00

SOMMANO... a corpo 1,00 ST_EL _3 reti di connessione elettrica - a carico del Comune RETI DI CONNESSIONE (SpCat 1) 1 / 1 QUADRO CONTATORE PISCINA 001 Fornitura e posa in opera di Quadro Contatore Piscina -QC-, realizzato secondo

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di Messina Provincia di Messina

COMPUTO METRICO. Comune di Messina Provincia di Messina Comune di Messina Provincia di Messina pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Progetto di Recupero Edilizi e Architettonico e di Rifunzionalizzazione dell'istituto Marino di Mortelle - Messina COMMITTENTE: Comune

Dettagli

AREA LAVORI PUBBLICI Servizio Edilizia Pubblica 22/12/2014 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO

AREA LAVORI PUBBLICI Servizio Edilizia Pubblica 22/12/2014 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Articolo INDICAZIONE DEI LAVORI E DELLE PROVVISTE PREZZO Q.01.01.01 Edile Impianti 1 a lotto assistenza impianti Totale 1 457,00 457,00 Q.02.010.05 CANALE PLASTICO 2 b oltre 500 fino a 1500 mm.q Calate all'interno dei mobili 6*5+3+3+3+3+15 57,00 Calate pannelli

Dettagli

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz Premessa L impianto in questione è relativo ad un progetto per la realizzazione di un campo polivalente coperto e di un immobile adibito a spogliatoio presso la zona PIP. La documentazione di progetto

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA ALLEGATO "C" Comune di Novara Provincia di NO STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA (Allegato XV e art. 100 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) OGGETTO: Opere di rifacimento

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI Tutte le masse, le masse estranee e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere collegati ad un unico impianto di messa a terra, ovvero

Dettagli

RELAZIONE TECNICA INDICE. - 1. Scopo Pag. 3. - 2. Riferimento a legislazioni vigenti.. Pag. 4. - 3. Generalità struttura, attività, ambiente Pag.

RELAZIONE TECNICA INDICE. - 1. Scopo Pag. 3. - 2. Riferimento a legislazioni vigenti.. Pag. 4. - 3. Generalità struttura, attività, ambiente Pag. RELAZIONE TECNICA INDICE - 1. Scopo Pag. 3-2. Riferimento a legislazioni vigenti.. Pag. 4-3. Generalità struttura, attività, ambiente Pag. 5-4. Generalità e tipologia impianto elettrico. Pag. 5-5. Quadri

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 2.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 2.2 DATI TECNICI DI PROGETTO... 4 2.3 DESCRIZIONE DELLE OPERE... 6 2.3.1 Linee e cavidotti di

Dettagli

ELENCO DEI PREZZI UNITARI

ELENCO DEI PREZZI UNITARI STUDIO PROGETTI ELETTRICI di Per.Ind. Magri & Associati Per. Ind. Gianluigi Magri Iscr. Albo Collegio Per. Ind. di BG n 1181 Via Trieste, 19-24060 Chiuduno (Bg) Tel. 035839150 Fax 4496605 - e-mail: info@elettrostudio.net

Dettagli

Relazione tecnica Impianti elettrici

Relazione tecnica Impianti elettrici Relazione tecnica Impianti elettrici GENERALITA La presente relazione tecnica definisce i requisiti a cui dovranno rispondere i materiali, le apparecchiature che costituiscono l impianto elettrico, nonché

Dettagli

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende:

Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: Un condominio, ubicato su un area a forma rettangolare, comprende: - tre piani fuori terra con una scala interna; - tre appartamenti per piano aventi rispettivamente una superficie di circa 50 m 2, 100

Dettagli

COMUNE DI FRIGNANO Provincia di Caserta

COMUNE DI FRIGNANO Provincia di Caserta COMUNE DI FRIGNANO Provincia di Caserta Lavori di completamento di via Limitone dal Cimitero alla S.S. Nola - Villa Literno Relazione Tecnico-Descrittiva TAV. n. 1 Il Responsabile del Settore tecnico F.to

Dettagli

Computo metrico estimativo I.S.I.I."G.Marconi" Adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici

Computo metrico estimativo I.S.I.I.G.Marconi Adeguamento alle normative vigenti degli impianti elettrici I.S.I.I. "G. MARCONI" QUADRI ELETTRICI 1 a1 Fornitura e posa in opera di un quadro elettrico generale (QGN), da porsi nel locale accanto all'autoclcave, in carpenteria metallica verniciata, per apparecchiature

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area Osteria San Biagio Casalecchio di Reno OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno Unità Descrizione dei Lavori di misura 1 Struttura stradale della nuova Via Bolsenda comprendente: - Scavo di sbancamento eseguito

Dettagli

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE

A LAVORI A CORPO COMPUTO ESTIMATIVO A1 IMPIANTO MT/BT A2 QUADRO GENERALE BASSA TENSIONE A LAVORI A CORPO A1 IMPIANTO MT/BT QUADRO MEDIA TENSIONE NP01 A1.1 Quadro Media Tensione (QMT) Tipo SM6 standard SCHNEIDER ELECTRIC (o equivalente) con protezione arco interno sul fronte e sui lati IAC

Dettagli

NUOVA SERIE 74 PS. Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm

NUOVA SERIE 74 PS. Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm NUOVA SERIE 74 PS Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22 mm SERIE 74 PS Pulsanti, selettori e segnalatori ø 22mm La serie 74 PS è il sistema di pulsanti, selettori e segnalatori dal diametro 22mm con grado

Dettagli

PREVENTIVO DI SPESA A CARICO DELL ENTE GESTORE

PREVENTIVO DI SPESA A CARICO DELL ENTE GESTORE R E G I O N E S I C I L I A N A ASSESSORATO REGIONALE DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE COMUNE DI ERICE PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROGETTO DI CANTIERE DI LAVORO PER DISOCCUPATI (L.R. n 17 del

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO...

SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO... SYNERGY studio associato 13011_REL_00.odt Indice generale 1.00 PREMESSA...2 2.00 LEGISLAZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3.00 IPOTESI E DATI DI PROGETTO...4 4.00 MISURE DI PROTEZIONE DELLE PERSONE

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO ANALISI PREZZI OGGETTO LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UNA CABINA ELETTRICA A SERVIZIO DEL POLO UNIVERSITARIO SITO IN VIA QUARTARARO IN AGRIGENTO COMMITTENTE

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Voce Nr Descrizione U.m. Prezzo U.m. Q.tà Importo FORNITURE E SERVIZI AN.P1 N.P1.11 A.NP.2 ANP2.2 ANP.3 N.P3.4 ANP.4 ANP.5 Fornitura ed installazione di sistema di sicurezza

Dettagli

ANALISI DEI PREZZI. Comune di Provincia di OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 26/06/2013 IL TECNICO. pag. 1

ANALISI DEI PREZZI. Comune di Provincia di OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 26/06/2013 IL TECNICO. pag. 1 Comune di Provincia di pag. 1 OGGETTO: Data, 26/06/2013 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright ACCA software S.p.A. pag. 2 R I P O R T O Nr. 1 A 02.04.80 Fornitura e collocazione di cavo 4x0,50

Dettagli

schema a blocchi sala 500 e sala cinema

schema a blocchi sala 500 e sala cinema LEGENDA Risto Corpo G Corpo A sez. 10 mmq sez. 10 mmq schema a blocchi sala 500 e sala cinema schema a blocchi area esterna dispersore a croce in acciaio zinzato l=min.1,5 m G.E. 250 kva QE Power Box CDZ

Dettagli

REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO (1)

REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO (1) REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO DI UN APPARTAMENTO (1) (1) http://leotardi.no-ip.com/html/impiantoelettrico/impiantoappar.htm Fasi di esecuzione (impianto sottotraccia) Cronologicamente si hanno

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE Reggio Calabria. Comune di Polistena. Provincia di Reggio Calabria RELAZIONE TECNICA

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE Reggio Calabria. Comune di Polistena. Provincia di Reggio Calabria RELAZIONE TECNICA REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE Reggio Calabria Comune di Polistena Provincia di Reggio Calabria OGGETTO: RISTRUTTURAZIONE, ADEGUAMENTO FUNZIONALE E MESSA A NORMA LOCALI SER.T. POLISTENA

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASL 10 - PINEROLO OSPEDALE DI PINEROLO REALIZZAZIONE DI NUOVA ELISUPERFICIE IMPIANTI ELETTRICI PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA

REGIONE PIEMONTE ASL 10 - PINEROLO OSPEDALE DI PINEROLO REALIZZAZIONE DI NUOVA ELISUPERFICIE IMPIANTI ELETTRICI PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE TECNICA BB3 / D E REL / 0 1 7 Committente REGIONE PIEMONTE ASL 10 - PINEROLO Commessa OSPEDALE DI PINEROLO REALIZZAZIONE DI NUOVA ELISUPERFICIE Progetto IMPIANTI ELETTRICI Fase PROGETTO DEFINITIVO Documento Originale:

Dettagli

TREVIGLIO FUTURA S.p.a. RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI

TREVIGLIO FUTURA S.p.a. RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI Committente: TREVIGLIO FUTURA S.p.a. Societa' Trasformazione Urbana Piazza Manara, 1-24047 Treviglio (BG) Progetto: RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI 00 REVISIONE Emissione disegno

Dettagli

(SpCap 1) CENTRALE TERMICA (Cap 1)

(SpCap 1) CENTRALE TERMICA (Cap 1) pag. 2 (SpCap 1) CENTRALE TERMICA (Cap 1) 01.01 Quadro stribuzione centrale termica denominato QCT Quadro stribuzione centrale termica denominato QCT realizzato in carpenteria metallica con porta trasparente,

Dettagli

PROVINCIA DI TRIESTE Area Servizi Tecnici U.O.C. Edilizia

PROVINCIA DI TRIESTE Area Servizi Tecnici U.O.C. Edilizia PROVINCIA DI TRIESTE Area Servizi Tecnici U.O.C. Edilizia Palazzo Galatti di Piazza Vittorio Veneto n 4 a Trieste. Lavori di ristrutturazione ed adeguamento del Piano Terra per la realizzazione di nuovi

Dettagli

Dati di progetto. Descrizione delle opere.

Dati di progetto. Descrizione delle opere. Dati di progetto. La relazione tecnica in oggetto è parte integrante del progetto ed ha lo scopo di fornire una descrizione delle opere inerenti la realizzazione dell impianto elettrico, posto a servizio

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI capitolo posizione cod. articolo descrizione articolo u.m. p.u. EURO 23 IMPIANTI ELETTRICI 1 FP.23.E.029 A Fornitura in opera (come da schema) di quadro elettrico utenze di scala,

Dettagli

CEI 64-8/7 Piscine e fontane. CEI 64-8/7 Piscine e fontane

CEI 64-8/7 Piscine e fontane. CEI 64-8/7 Piscine e fontane www.impiantitalia.it R-08 23 23 La Norma 64-8, sezione 7, trattando degli impianti elettrici particolari definisce anche i requisiti degli impianti elettrici delle piscine e delle fontane. Il campo di

Dettagli

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri.

Si deve realizzare l'impianto elettrico di una autofficina per riparazione e revisione autoveicoli. con dimensioni di 18 x 10 metri. ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE SESSIONE 2001 Indirizzo: ELETTROTECNICA Seconda prova scritta Si deve realizzare l'impianto elettrico di una

Dettagli

2) REQUISITI DI RISPONDENZA A NORME TECNICHE, LEGGI E REGOLAMENTI.

2) REQUISITI DI RISPONDENZA A NORME TECNICHE, LEGGI E REGOLAMENTI. 1) GENERALITA. La presente relazione tecnica costituisce parte integrante dei lavori di ristrutturazione e messa a norma di parte dei locali del vivaio di proprietà dell Ente Foreste della Sardegna situato

Dettagli

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione)

Luoghi di pubblico spettacolo e di intrattenimento (Norme di installazione) Norme di installazione Protezione contro i contatti diretti: o Isolamento delle parti attive; o Involucri o barriere con grado di protezione minimo IP2X o IPXXB. Per le superfici orizzontali superiori

Dettagli

R e [Ω] 50[V]/ I = 50[V] / 0,3[A] = 166 [Ω]

R e [Ω] 50[V]/ I = 50[V] / 0,3[A] = 166 [Ω] IMPIANTO DI TERRA La messa a terra di protezione di tutte le parti dell impianto sarà effettuata collegando le parti interessate ad un impianto di terra unico. Il suddetto impianto di terra comprenderà:

Dettagli

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO LAVORI DI AMPLIAMENTO DEL CIMITERO DI VEDELAGO CAPOLUOGO PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO primo stralcio ALLEGATO C.03.1 IMPIANTO ELETTRICO relazione tecnica I PROGETTISTI

Dettagli

Studio PSE Progetti Sistemi Elettrici. Riferimenti Normativi. DM n. 37 del 22 Gennaio 2008. D.Lgs. 81/2008 Testo Unico sulla Sicurezza

Studio PSE Progetti Sistemi Elettrici. Riferimenti Normativi. DM n. 37 del 22 Gennaio 2008. D.Lgs. 81/2008 Testo Unico sulla Sicurezza Riferimenti Normativi Il presente impianto dev'essere realizzato in conformità alle seguenti leggi, decreti, circolari e norme CEI: DM n. 37 del 22 Gennaio 2008 Regolamento concernente l attuazione dell

Dettagli

Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI)

Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI) Raggruppamento Temporaneo di Professionisti ing. Giuseppe Puglisi (Mandatario) - ing. Vincenzo Marco Nicolosi e arch. Lorenzo Santoro (MandantI) via E. Boner n 36 - Messina tel. 090.46868 - fax 090.5726244

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di Orbassano Provincia di Torino

COMPUTO METRICO. Comune di Orbassano Provincia di Torino Comune di Orbassano Provincia di Torino pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Rifacimento impianto elettrico presso centro diurno per disabili sito in via Fratelli Rosselli 36 - Orbassano COMMITTENTE: C.I. di

Dettagli

Sommario RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO

Sommario RELAZIONE TECNICA GENERALE IMPIANTO ELETTRICO Sommario 1 PREMESSE... 2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 2.1 Norme CEI ed UNI... 2 2.2 Legislazione vigente... 3 3 CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI... 3 4 CARATTERISTICHE ELETTRICHE... 3 5 MISURE DI PROTEZIONE

Dettagli

Progettazione impianti tecnologici e prevenzione incendi Via Pozzo dell Amore n. 6-37010 Affi (VR) tel./fax. 045-6260677 Email: stzstudio@libero.

Progettazione impianti tecnologici e prevenzione incendi Via Pozzo dell Amore n. 6-37010 Affi (VR) tel./fax. 045-6260677 Email: stzstudio@libero. Computo metrico per la realizzazione degli impianti elettrici di un immobile oggetto a ristrutturazione da adibirsi ad uso civile abitazione Edificio sito in: Di proprietà: Via Pancetta - Affi Pinco e

Dettagli