ANNO VI N. 19 MARCHE,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNO VI N. 19 MARCHE,"

Transcript

1 P E R I O D I C O D E L L A F A I T A F E D E R C A M P I N G ANNO VI N. 19 Poste Italiane SPA - Sped. Abb. Postale DL 353/2003 (conv. INL. 27/02/2004, nª 46) ART.1 comma 1 DCB ROMA Gennaio - Marzo 2012 MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO CASE MOBILI: NUOVI SCENARI PER UN VECCHIO PROBLEMA PROGETTARE BENE PER NON SCIUPARE AMBIENTE E TURISMO DECRETO SEMPLIFICAZIONE. ALCUNE NOVITA

2

3 ANNO VI N. 19 CAMPING MANAGEMENT :EDITORIALE Lo scorso Febbraio, dal 14 al 16, si è tenuta a Padova la prima edizione del SIPAC, Salone internazionale e professionale di attrezzature per il campeggio. A mio parere si tratta di una buona iniziativa, della quale avvertivamo da tempo la mancanza. Al di là del successo in termini di aziende espositrici, di visitatori professionali e non, solo il tempo potrà giudicarne l efficacia e la capacità di incidere positivamente sul nostro mercato. In questo senso quel che ho apprezzato, e che spero sia stato colto dai molti colleghi presenti, è la maturità di un settore, il nostro, che non ha più bisogno di riferirsi ad ambiti paralleli o affini per affermare il proprio peso e le proprie necessità e strategie d impresa. Per intenderci, non si deve necessariamente pensare all ambiente per parlare di campeggi, nè ai veicoli ricreazionali, nè al risparmio energetico, nè al wellness e chi vuole può continuare con altre citazioni in linea Maurizio Vianello con le precedenti. Finalmente si è compreso che sono i campeggi a contenere in sé tutte queste tematiche, non il contrario. Il nostro segmento imprenditoriale ha materia, esperienza ed interessi sufficienti a realizzare non uno ma molti SIPAC all anno. Non penso tanto alle problematiche, ai servizi ed ai prodotti che più da vicino ci interessano, quanto piuttosto alle prospettive d insieme che l open air può dischiudere per l intero settore turistico nazionale e per le molte opportunità di sviluppo di ampi e significativi settori economici suscettibili di entrare nell ottica di indotto funzionale dell open air. A mero titolo d esempio: l informatica, l intermediazione, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la formazione professionale etc. Se il SIPAC si rivelerà uno strumento in questo senso appropriato, lo giudicheremo nella fase di sua maturità, intanto lo salutiamo come si fa con le cose utili e basilari, cioè con sollievo e soddisfazione. FAITA FEDERCAMPING Via Cola Di Rienzo, Roma tel fax www. faita.it Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 363/2006 del 29/09/2006 Direttore responsabile: Salvatore Vingiani Redazione: Nicolcarlo Genovese Pietro Licciardi Andrea Spezzigu Produzione e pubblicità: Contatto Comunicazione e Marketing s.r.l. Tel Fax cell Progetto grafico: Emilio Procopio Impaginazione: Format Roma s.r.l. Stampa: Amadeus Industria Poligrafica Europea S.r.l. Finito di stampare Maggio 2012 CAMPING MANAGEMENT :SOMMARIO 5 CAMPING ETRURIA, DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE Pietro Licciardi 9 MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO a cura di Pietro Licciardi 15 «TUTTA L ITALIA NELLA NOSTRA REGIONE» Pietro Licciardi 17 PASVENS: ASCIUGA E LAVA SULL ONDA DELL AFFIDABILITA 20 CHEF DOVUNQUE CON ANTONIO RANALDO Pietro Licciardi 22 ANCHE PER I VILLAGGI È TEMPO DI MOBILE APPS a cura di Roberta Sanzani 27 PROGETTARE BENE PER NON SCIUPARE AMBIENTE E TURISMO Robert M. Bezdikian 31 A RIMINI LA XXX EDIZIONE DEL SUN 33 V4AINSIDE: IL FUTURO DEL TURISMO ACCESSIBILE Roberto Vitali 36 DECRETO SEMPLIFICAZIONE. ALCUNE NOVITA a cura di Maurizio Fantaccione 39 IL NUOVO REGOLAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE DEGLI INCENDI 42 NOTIZIE FAITA 25 CASE MOBILI: NUOVI SCENARI PER UN VECCHIO PROBLEMA Antonio Forza

4

5 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO CAMPING ETRURIA, DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE di Pietro Licciardi A CONDUZIONE FAMILIARE DA SEMPRE IL CAMPING È SITUATO IN UNO DEI PIÙ INCANTEVOLI ANGOLI DELLA MAREMMA Il Camping Etruria, di Simonetta Ceni, è in uno dei posti più belli della Toscana, situato com è nel cuore della Maremma, appena fuori Castiglione della Pescaia. Si estende su oltre 30 mila metri quadrati e comprende una splendida spiaggia, cui si accede attraverso passaggi che si insinuano tra le dune a protezione di una magnifica pineta. Le piazzole e gli spazi della struttura sono ombreggiati da lecci, ginepri e tamerici mentre una pista ciclabile la collega al centro del vicino paese e a Marina di Grosseto. Il camping è ad apertura stagionale e con l approssimarsi dell estate diventa un paradiso per tedeschi, olandesi, inglesi e anche numerosi italiani, da sempre incantati da questo lembo di mare, a pochi chilometri da luoghi di grande suggestione, non soltanto naturalistica ma anche storica, artistica e culturale. Visitando questi luoghi, ad alta concentrazione di campeggi, non si può 5

6 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO fare a meno di pensare che se tanta bellezza ha potuto arrivare a noi ancora quasi intatta lo si deve proprio a queste strutture per l open air, che hanno sottratto il suolo alla speculazione edilizia e alla cementificazione. La signora Ceni è alla guida dell azienda dal 1997, anno in cui è deceduto il padre, il quale aveva ereditato a sua volta il camping dal nonno di Simonetta. Il Camping Etruria infatti è a conduzione familiare da sempre, fin dal 1965, quando è stato fondato. «la vita all aria aperta è sempre stata la nostra passione», ci dice l attuale direttrice e proprietaria, «già mio nonno era un grande appassionato di vacanze a contatto con la natura, tant è che ha voluto farne il proprio lavoro, realizzando un campeggio in anni in cui questo tipo di vacanza era ancora una cosa da pionieri». «Dopo il nonno hanno portato avanti l impresa i miei genitori», prosegue la signora Ceni, «e anch io ho cominciato prestissimo a frequentare questo ambiente. Per molti allora, sono nata nel 1963, il mondo dei camping era qualcosa di insolito; per me era invece tutto molto affascinante». Da allora non molto è cambiato, dato che l area è piena di vincoli ambientali e urbanistici. Da un lato tanta severità ha preservato un paesaggio veramente unico, rimasto più o meno simile a quello di un secolo fa. Dall altra ha complicato non poco la vita degli imprenditori, che hanno LA SIGNORA CENI È ALLA GUIDA DELL AZIENDA DAL 1997, ANNO IN CUI È DECEDUTO IL PADRE, IL QUALE AVEVA EREDITATO A SUA VOLTA IL CAMPING DAL NONNO dovuto sudare le proverbiali sette camicie per poter adeguare le strutture ad una domanda diventata con gli anni sempre più esigente. Comunque anche al camping Etruria quello che manca in comodità è ampiamente compensato dalla natura. Qui la vegetazione litoranea è ancora intatta e spiccano, tra le altre, le coloratissime fioriture della camomilla di mare e dell elicriso. La pineta secolare è divisa in due zone: una per camper e roulotte e l altra per chi preferisce la tenda. L ampissima spiaggia e il prospiciente mare sono sempre piacevolmente ventilati e sono l ideale per gli sport nautici, le escursioni marine e lunghe camminate con lo sguardo rivolto all Argentario o alla rocca medievale di Castiglione, la quale domina in lontananza, che specialmente all alba o al tramonto sono di una struggente bellezza. Nelle giornate più limpide si staglia poi all orizzonte l incantevole vista della Corsica e delle isole dell Arcipelago Toscano. Castiglione della Pescaia è poi uno dei pochissimi comuni italiani ad esser stato insignito più volte negli ultimi anni, sia della Bandiera Blu che delle Cinque Vele di Legambiente, per la purezza delle acque, la pulizia del mare e della costa, la qualità dei servizi e delle strutture ricettive. Insomma, qui il concetto di vacanza open air mantiene intatto tutto il suo significato. Per lei deve essere un bell impegno continuare l attività, chiediamo. «Direi proprio di si», risponde Simonetta Ceni, «non tanto per il duro lavoro, che è proprio di qualsiasi attività, non solo imprenditoriale, ma specialmente per la fatica enorme che facciamo nel mantenere un elevato standard dell offerta turistica dovendo combattere con tutti gli enti che hanno competenze specifiche nel settore e che ci impediscono di riqualificare e sviluppare l azienda nei tempi richiesti dal mercato, che ovviamente non sono quelli della burocrazia». A questo poi si aggiungono le normali difficoltà, che qualche volta diventano addirittura drammatiche: «Alcuni dei momenti peggiori li abbiamo passati quando non si riusciva a trovare un accordo con la proprietà del terreno sul rinnovo del contratto di affitto», ricorda la nostra imprenditrice, che aggiunge: «Comunque siamo sempre riusciti a trovare un accordo soddisfacente e questo ha coinciso anche con i momenti di maggior soddisfazione. Infatti ho potuto pensare al futuro dell azienda». Ma Simonetta Ceni si è mai pentita della sua scelta di vita? «No, non mi sono mai pentita e anzi, quando ho rischiato di perdere il campeggio mi sono ancora di più resa conto di quanto fosse importante per me mandare avanti l attività. 6

7 MA SIMONETTA CENI SI È MAI PENTITA DELLA SUA SCELTA DI VITA? «NO, NON MI SONO MAI PENTITA E ANZI, QUANDO HO RISCHIATO DI PERDERE IL CAMPEGGIO MI SONO ANCORA DI PIÙ RESA CONTO DI QUANTO FOSSE IMPORTANTE PER ME MANDARE AVANTI L ATTIVITÀ». Adesso poi che mio figlio più grande sta iniziando a lavorare nel campeggio questo è ancora più evidente. Tra l altro possiamo veramente parlare di generazione in generazione». Ma qualche giornata storta, di quelle in cui viene voglia di mandare tutto al diavolo le sarà pure capitata? «Certo, come a tutti quanti, ma in quel caso c è sempre la possibilità di fare una bella passeggiata lungo questo magnifico mare!» A proposito di nuove leve: quali sono secondo lei le qualità che deve avere un operatore del turismo all aria aperta? «Prima di tutto la passione per questo lavoro», risponde la proprietaria dell Etruria, «poi deve avere validi collaboratori e saper valorizzare le loro qualità, creando un buon gruppo di lavoro con i propri dipendenti. Insomma deve essere un bravo comandante e come tale avere carisma, ottimismo, saper prevedere i problemi e individuare le possibili soluzioni. Inoltre deve essere disponibile alle novità, avere il coraggio di rischiare, dimestichezza con la contabilità e la burocrazia, prefiggersi degli obiettivi che deve anche saper raggiungere, avere una buona dose di empatia verso i dipendenti e verso la clientela». Per quanto riguarda il futuro del settore la signora Ceni è ottimista. Il camping, come era già in passato, tornerà ad essere la vacanza più economica pertanto anche in tempi di crisi come quelli attuali non mancherà la clientela; piuttosto occorrerà fare più attenzione che nel passato ad intercettare le nuove esigenze e le tendenze del mercato n C è un NUOVO modo per eliminare calcare e Legionella dall acqua del tuo campeggio è il dispositivo che aumenta l energia dell acqua risolvendo le incrostazioni e le proliferazioni di batteri. Nessun costo di Installazione, di Gestione, di Manutenzione. Prenota oggi il tuo QUANTUM CAMPING inizia a risparmiare da subito! freebioenergy.it Tel Fax

8

9 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO a cura di Pietro Licciardi I DATI TURISTICI SONO IN CRESCITA MA È IL MOMENTO DI RIORGANIZZARE L OFFERTA posti letto per una domanda che colloca questa regione al decimo posto tra tutte le regioni italiane. Per sviluppare quello che è considerato un settore strategico fondamentale la Regione ha stilato un Piano regionale triennale di promozione turistica che si svilupperà dal 2011 al 2014 con l obbiettivo di far conoscere le Marche come destinazione turistica ideale, sensibilizzare un pubblico il più vasto possibile e consolidare l immagine turistica regionale. Per farlo si è deciso di giocare la carta dell innovazione e della comunicazione giovane, il che ha portato a puntare lo scorso anno sul noto attore statunitense Dustin Hoffmann, il quale ha prestato il suo volto per una campagna promozionale in cui l attore americano ha raccontato le emozioni suscitate dalla gastronomia, dall arte, dalla musica, e dai paesaggi delle Marche. Considerati i buoni risultati della passata stagione - sono cresciuti gli arrivi e le presenze rispetto al 2010 e, dato molto più importante, sono cresciuti gli arrivi dall estero (+10%) mentre il settore extra-alberghiero ha registrato un più 9% negli arrivi e un più 5% nelle presenze nel 2012 sarà ancora Hoffman il testimonial ufficiale del turismo marchigiano. Il 60% dei turisti stranieri che frequentano le Marche è europeo. Per quanto riguarda gli arrivi la classifica vede al primo posto la Germania seguita da Olanda, Francia, Svizzera e Regno Unito. Tra i diversi prodotti delle Marche il turismo balneare è nella fase più alta del ciclo di vita essendo ormai maturo, diretto ad una clientela nazionale e di vicinanza, con numerose eccellenze. Le Marche si trovano nella necessità di riorganizzare la propria offerta turistica sviluppando i propri prodotti tradizionali ed organizzandone di nuovi per consolidare gli attuali flussi e aprirsi a nuovi mercati turistici. Nelle Marche vi sono più di strutture ricettive e più di 140 mila IL TURISMO NELLE MARCHE Secondo l Osservatorio regionale per il turismo e l Isnart le Marche, nonostante il periodo di crisi, nel 2010 hanno mantenuto la quota di mercato dei tre anni precedenti e anzi l - hanno addirittura migliorata. Analizzando arrivi e presenze infatti è stato registrato un incremento del 7,5% 9

10 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO negli arrivi e del 6,6% nelle presenze straniere mentre per quanto riguarda il mercato domestico gli incrementi sono stati, rispettivamente, del 3,12% e 3,36%. Anche per il 2011 il trend è stato positivo in quanto comparando i dati del primo semestre con quelli dello stesso periodo dell anno precedente si registra un aumento dell 1,86% degli arrivi e dello 0,74% delle presenze. La variazione maggiore pure in questo caso ha riguardato gli stranieri con un + 6,82% degli arrivi e un + 12,96% delle presenze. Nelle Marche prevale comunque il turismo nazionale, poiché circa l 84% del totale è rappresentato da connazionali, i quali tuttavia hanno risentito della crisi dal momento che il loro numero complessivo è passato dai 17,7 milioni del 2007 ai 15,6 milioni del 2011, con un picco negativo nel 2009 (14,8 milioni). In ogni caso la percentuale di turisti italiani che scelgono le Marche è superiore alla media delle altre regioni: 86% contro il 68%. In definitiva le Marche sono la regione che assieme a Umbria, Abruzzo, Molise e Puglia dipendono più di ogni altra dal mercato interno. I principali bacini di incoming italiani risultano essere la Lombardia, il Lazio e l Emilia Romagna, ovvero le regioni geograficamente più vicine o con migliori collegamenti stradali. Per quanto riguarda le province di provenienza le principali città per origine di flusso sono Milano ( nel 2010) e Roma ( sempre nel 2010). Si tratta di un turismo prevalentemente stagionale, da aprile a settembre. Il 60% dei turisti stranieri che frequentano le Marche è europeo, in particolare nel 2010 vi sono state presenze di tedeschi, di olandesi, dalla Repubblica Ceca; seguono le presenze di francesi ( ), svizzeri ( ) e inglesi ( ). Per quanto riguarda invece gli arrivi la classifica vede al primo posto la Germania (17%), seguita da Olanda (8%), Francia (7%), Svizzera (6%) e Regno Unito (6%). La maggior parte dei turisti stranieri si concentra nella provincia di Pesaro e Urbino mentre quella che attira meno visitatori è Macerata con appena l 11% degli arrivi. La provincia che ha registrato incrementi maggiori è stata Fermo (+8,98% rispetto al 2009) seguita da Macerata (+ 5,86%), mentre le città con i maggiori flussi sono San Benedetto e Senigallia. Questo ci fa capire che la maggior parte dei turisti, non solo stranieri, è interessata alle località balneari (52,4% del totale); il 32,6% ha visitato città d arte e solo il 5% ha scelto le Marche per la montagna. Le località termali sono state scelte dall 1,8% mentre la restante percentuale si è distribuita sugli altri prodotti. Comunque confrontando i dati del primo semestre 2011 con quelli del 2008 emerge che la percentuale di turisti nelle località balneari si è ridotta (dal 59% al 52%) come pure quella nelle città d arte (dal 34,7% al 32%) mentre è aumentato l interesse per le terme e la montagna. 10

11 LA REGIONE HA STILATO UN PIANO REGIONALE TRIENNALE DI PROMOZIONE TURISTICA CHE SI SVILUPPERÀ DAL 2011 AL 2014 CON L OBBIETTIVO DI SENSIBILIZZARE UN PUBBLICO IL PIÙ VASTO POSSIBILE E CONSOLIDARE L IMMAGINE TURISTICA REGIONALE. IL TARGET TURISTICO Il target turistico delle Marche è costituito prevalentemente da coppie (40,1%) e famiglie (36,4%) seguito dal segmento busines (12,5%). In linea con la media nazionale il 32,1% della clientela torna nelle strutture ricettive dove abitualmente trascorre il proprio soggiorno e anzi, la percentuale di clienti abituali è cresciuta del 3% negli ultimi tre anni. In particolare sono le strutture balneari e gli hotel a beneficiare del fenomeno. L identikit del cliente tipo è attualmente adulto, di età compresa tra i 35 e i 54 anni nel 44,8% dei casi; viaggia in coppia e in famiglia con figli fino a 14 anni, utilizzando prevalentemente l auto per arrivare a destinazione. Le Marche dunque sono attualmente interessate in prevalenza ad un turismo familiare mentre i turisti appartengono prevalentemente alla mature generation e alla baby boomer generation, il che pone la questione del ricambio, una volta esaurito questo bacino e subentreranno le generazioni successive, assai meno numerose e caratterizzate da una situazione familiare frammentata. Pertanto sarebbe opportuno sviluppare proposte per attirare turisti più giovani: sia la cosiddetta X generation che la cosiddetta Y generation. Nel primo caso si tratta di persone di età compresa tra i 33 e i 46 anni, le quali hanno vissuto la diffusione della tecnologia, conosciuto i centri commerciali e il consumismo accelerato di massa e il cui tratto determinante è l informalità. Turisticamente rappresentano un mercato interessante, formato da soggetti intraprendenti che cercano proposte ad alto contenuto di divertimento e intrattenimento, sono attenti al valore aggiunto e alla convenienza e per definizione fanno diverse vacanze all anno poiché in genere lavorano per vivere, e non vivono per lavorare. La Y generation è quella dei turisti che comprende la fascia di età anni, la cui principale caratteristica è la complessità, avendo vissuto in un mondo articolato e competitivo. Tali potenziali clienti sono molto attenti alle opportunità e alla loro costante ricerca, pertanto è importante poter offrire proposte individualizzate, che procurino soddisfazioni ed esperienze. Le strategie di promozione turistica dovranno per forza di cose tener conto di queste caratteristiche di target, quindi oltre a consolidare le proposte di turismo balneare le Marche dovrebbero proporsi anche come destinazione per il turismo rurale, culturale e paesaggistico, con il suo patrimonio storico-architettonico diffuso, particolarmente apprezzato da mature generation e baby boomer, specialmente stranieri. Ma è la X generation il vero obiettivo per il futuro posizionamento dell offerta turistica marchigiana, mostrando buone potenzialità di incremento. Per questi potenziali clienti la leva da sfruttare è la qualità ambientale e della vita. 2011, DATI IN CRESCITA Come dicevamo in apertura pur in una congiuntura difficile sul piano interno e internazionale il 2011 si è chiuso positivamente per il turismo delle Marche, con incrementi nel movimento turistico complessivo. Soprattutto gli stranieri hanno fatto registrare la maggiore crescita, che ha compensato ampiamente la lieve flessione del periodo di permanenza degli italiani i quali pur essendo aumentati in quantità (+ 0,98% di arrivi) hanno accorciato dell 1,03% il periodo di vacanza, complici le avverse condizioni meteorologiche, soprattutto in Luglio. Nel settore alberghiero è da segnalare la positiva performance degli hotel a 4 e 5 stelle, nei quali è stato rilevato un aumento dell 6,73% negli arrivi e del 3,04 nelle presenze, mentre quelli ad una sola stella hanno sofferto considerevoli flessioni (-28,83% negli arrivi e 13,62% nelle presenze). E il segnale evidente di una domanda sempre più orientata verso offerte di qualità. Nel settore extra alberghiero sia gli italiani che gli stranieri hanno mostrato di prediligere agriturismi e country house; ottimo l andamento dei B&B che hanno registrato un aumento del 20,63% di arrivi di italiani e del 28,31% di stranieri. Sempre nel 2011 è stato rilevato un positivo risultato per quanto riguar- 11

12

13 da la destagionalizzazione dei flussi che, con riferimento agli stranieri, sono cresciuti notevolmente nel periodo Gennaio-Giugno con un +11,6% di arrivi e un +19,70% di presenze, il che fa presumere che la politica commerciale volta a proporre soprattutto all estero in forma integrata l offerta regionale abbia avuto successo. Col tempo è anche aumentata la notorietà delle Marche sul web, poiché dai monitoraggi commissionati dalla Regione risulta che il volume delle ricerche relative alla parola Marche in Internet è aumentato e pure con effetto destagionalizzante mentre è cresciuto l interesse nei social media (Facebook, Twitter, Youtube ). Questo significa che rispetto a qualche anno fa i potenziali turisti quando pensano alla loro meta per le vacanze vedono maggiormente le Marche come possibile destinazione e ciò ha spinto le istituzioni regionali a intraprendere azioni di sostegno al brand che valorizzino la presenza online. IL PIANO REGIONALE TRIENNALE Questo ed altri obiettivi di carattere strategico, fanno parte del Piano triennale, il quale prevede anche un «confronto e una condivisione delle strategie con tutti i soggetti del territorio» per consolidare il turismo nelle Marche sui mercati nazionale e internazionale; quindi l intenzione è di coinvolgere tutti i soggetti della filiera: Enti locali, associazioni di categoria, gli altri organismi associativi del territorio. La sfida, come si legge nel documento, è di «raggiungere e consolidare un attività turistica più redditizia, più costante e più equilibrata territorialmente» e pur nell incertezza dello scenario economico è stata indicata anche la percentuale di incremento (+3%) cui puntare fino al Per realizzare quanto delineato nel Piano ci si muoverà lungo alcuni assi strategici ; il primo è il potenziamento dell intero territorio come destinazione turistica, in secondo luogo si punterà ad aumentare la competitività delle aziende e degli operatori del settore per aumentare il valore aggiunto dell attività turistica. Particolare attenzione verrà riservata al rafforzamento strategico della destinazione Marche operando sulla comunicazione e il marketing sia tradizionale che mediante gli strumenti informatici ma interventi sono previsti anche sul piano infrastrutturale, ad esempio con il potenziamento dei collegamenti aerei, considerata la dipendenza dei flussi internazionali da questo mezzo di trasporto, specialmente per quanto riguarda il turismo balneare proveniente da Russia, Repubblica Ceca, Polonia. Tra l altro il principale aeroporto marchigiano offre un numero piuttosto limitato di voli low cost; per la sola Germania ad esempio su 23 collegamenti 20 sono effettuati da una compagnia di linea. Per quanto riguarda la strategia da applicare nella comunicazione e nel marketing il Piano triennale svolge alcune riflessioni sul sistema turistico regionale. In particolare esso nota come l attuale trend della domanda non cerca più ambiti turistici delimitati ma piuttosto un contenitore con risorse, servizi e proposte integrate. Come abbiamo visto poco sopra le Marche hanno una offerta consolidata di prodotti ma hanno anche tipologie di prodotto turistico in via di sviluppo, come l enogastronomia, la scoperta di borghi, il turismo congressuale o naturalistico accanto ai quali vi sono pure prodotti emergenti come la salute e il benessere o il turismo spirituale. In conseguenza di ciò appare necessario trasformare le Marche, assecondando l attuale trend della domanda, in una destina- 13

14 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO zione multi-prodotto, in cui le diverse opportunità di vacanza rafforzano il prodotto-destinazione e danno valore aggiunto al soggiorno, migliorando la competitività complessiva dell offerta. I PRODOTTI DELLA MARCHE Esaminando i diversi prodotti delle Marche emerge come il turismo balneare si trovi nella fase più alta del ciclo di vita essendo ormai maturo, diretto ad una clientela nazionale e di vicinanza; tuttavia nonostante le eccellenze (ad esempio le sedici bandiere blu assegnate) non sempre i servizi sono di alta qualità. Gli obiettivi strategici pertanto riguardano l ampliamento e la specializzazione dell offerta, l incremento di attrattività per assicurare la fidelizzazione dei clienti e l incremento del livello di soddisfazione migliorando l informazione e introducendo in alcune località servizi per famiglie, disabili e per persone con animali domestici al seguito. Il turismo rurale ha dato grande notorietà alle Marche ma è cresciuto in maniera disomogenea sul territorio, presentando una debole situazione commerciale, pertanto è necessario ristrutturare il prodotto migliorando la qualità, favorendo la conoscenza diffusa delle diverse offerte e internazionalizzare la domanda intercettando mercati di nicchia. Anche il turismo culturale gode di grande notorietà, sopratutto per quanto riguarda alcune destinazioni, come Urbino e Gradara, tuttavia la regione è ancora lontana dall esprimere il proprio potenziale non riuscendo ancora a far percepire il suo territorio come destinazione di arte, grazie alla presenza diffusa di un patrimonio costituito da musei, capolavori, festival della lirica e teatrali. Riguardo la natura e la montagna le Marche hanno in dote una straordinaria bellezza e numerosi parchi e riserve ma poco conosciuti dal mercato turistico. Il turismo invernale è al momento limitato ad una clientela locale per quanto fedele mentre non esiste la consapevolezza del potenziale turistico rappresentato dalle attrattive naturalistiche. Altro prodotto da sviluppare è senz altro quello congressuale, poiché nonostante la presenza di alcuni grandi centri per congressi le città marchigiane non sono percepite luoghi ideali dove organizzare tali eventi. Un asso nella manica potrebbero invece essere lo shopping e l artigianato. Gran parte delle calzature e dei prodotti di pelletteria esportati nel mondo sono infatti fabbricate nelle Marche, che pertanto possono essere identificate con il Made in Italy e sappiamo come già oggi lo shopping e l artigianato siano utilizzati da molti operatori turistici per integrare l offerta. Questa regione può dunque diventare un outlet diffuso e generare valore aggiunto in ciascun settore turistico ma occorre coordinare e integrare le iniziative esistenti riguardo lo shopping e promosse a livello individuale o da parte di singoli alberghi, anche se cominciano a nascere proposte organizzate in pacchetti che però non interagiscono con altri prodotti turistici. L aspetto rurale delle colline marchigiane è un elemento di grande richiamo. Alcune antiche ville o dimore padronali sono diventate agriturismi, ben 18 comuni sono riconosciuti tra i Borghi più belli d Italia e sono 17 le Bandiere arancioni presenti sul territorio regionale. L entroterra è pertanto un elemento competitivo della destinazione e dal grande richiamo, in quanto rendono le Marche un luogo con alta qualità della vita. Il turismo di scoperta (o touring) è già parzialmente sviluppato nella destinazione, ma si esprime in maniera latente e sfrutta spesso come alloggio solo le case B&B; il prodotto nel complesso è poco organizzato e strutturato nonostante possa rappresentare una affascinante alternativa alle destinazioni mature di Umbria e Toscana. Tanto più che anche qui, come avvenuto nelle menzionate regioni, vi è un crescente fenomeno spontaneo di stranieri che acquistano casa nelle aree collinari e montane attirati dalla dimensione umana e dallo stile di vita tranquillo. Lo sviluppo di questo prodotto tuttavia presenta qualche criticità, essendoci il rischio di essere percepiti come meri imitatori di Umbria e Toscana mentre la poca notorietà della destinazione sui mercati tedesco, britannico e olandese, i maggiori esti- 14

15 matori, richiede notevoli investimenti in tempo e marketing. Riguardo il turismo enogastronomico le Marche sono una eccellente dispensa di prodotti ma per farla diventare anche un attrattore turistico è necessario sensibilizzare gli operatori e le aziende produttrici a collaborare per sviluppare una offerta che faccia riferimento ad un codice di condotta e una tipologia di piatti offerti, richiamando anche all importanza delle certificazioni di qualità e di origine. Considerata la ricchezza naturalistica delle Marche anche il turismo sportivo potrebbe avere ottime possibilità, a patto che si riesca a convincere gli operatori del potenziale rappresentato appunto dai parchi, dalla montagna e dall ambiente rurale in genere, poiché il turista sportivo desidera trascorrere settimane verdi o weekend nella natura. NUOVE STRATEGIA COMUNICATIVE Dal quadro complessivo sembra emergere che le Marche si trovano nella necessità di riorganizzare la propria offerta turistica sviluppando i propri prodotti tradizionali ed organizzandone di nuovi per consolidare gli attuali flussi e aprirsi a nuovi mercati turistici. La sfida che si prospetta dunque è riuscire a trasformare in benefici concreti le potenziali proposte e in questo ha un ruolo determinante la promozione, attraverso la quale si dovrà rafforzare il posizionamento e la visibilità nazionale e internazionale delle Marche attraverso una efficiente ed efficace politica di comunicazione e marketing. Ovviamente tenendo conto del fatto che soprattutto all estero il 60% dei turisti cerca informazioni sulle destinazioni attraverso internet. Un dato questo che devono tener presente non soltanto le istituzioni pubbliche ma anche i singoli imprenditori, che attualmente destinano solo il 20%dei loro sforzi al marketing ondine, il cui ritorno è stimato fra il 5 e il 30% contro il 2-5% della promozione effettuata con metodi tradizionali. n «TUTTA L ITALIA NELLA NOSTRA REGIONE» IL TURISMO MARCHIGIANO SECONDO IL PRESIDENTE DELLA FAITA AMEDEO TARSI di Pietro Licciardi Le Marche sono una piccola regione, in cui la vita è ancora a misura d uomo e anche il turismo, nonostante le buone performance non è di massa. Qui, anche nelle strutture ricettive, sopravvive il rapporto personale con cliente e anche per questo c è una buona fidelizzazione. Ciò tuttavia non significa che l intero sistema turistico non sia alla ricerca del modo per espandersi o quanto meno per consolidare le posizioni raggiunte, tenendo conto della concorrenza sempre più forte di altre regioni, che in questo momento di crisi sono anch esse alla ricerca di nuovi mercati. Per avere il polso della situazione,al di là dei dati ufficiali e delle analisi di tipo istituzionale, abbiamo ascoltato il presidente della FAITA regionale, Amedeo Tarsi, il quale è ovviamente anche un imprenditore di lungo corso. Presidente, Il turismo marchigiano negli ultimi due anni se l è cavata bene nonostante la crisi. A cosa attribuisce tale successo? «Per fortuna si. In realtà il nostro successo però più che dalla fortuna è dipeso dalla capacità e dalla esperienza degli operatori; dalla loro volontà e dalla loro fiducia e anche noi imprenditori dell open air abbiamo cercato di trasformare il nostro territorio in un accogliente regione piena di risorse, servizi e comfort. Del resto i nostri clienti continuano a tornare per le stesse semplici ma fondamentali ragioni: qualità del servizio, rapporto familiare, che fa sentire ciascun turista come importante ed unico, capacità di capire le esigenze di ciascun ospite, anche grazie alla conoscenza della lingua di appartenenza, i continui miglioramenti alle strutture e il costante riposizionamento delle aziende nel tentativo di assecondare le nuove tendenze e preferenze del mercato» Un po di merito andrà anche alla promozione. A proposito, come giudica la politica attuata dalla Regione? «La politica promozionale della Regione è buona e siamo felici di potere partecipare noi stessi alla stesura della programmazione annuale. Dovremmo forse potenziare la nostra presenza in alcuni paesi che ora stanno rispondendo bene alle nostre offerte, come Olanda, Scandinavia e Gran Bretagna. 15

16 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO Negli ultimi anni abbiamo fatto un gran salto di qualità abbinando al turismo anche la cultura, puntando su personaggi come Giacomo Leopardi di Recanati, Raffaello Sanzio di Urbino o Gioacchino Rossini di Pesaro. Questo ci ha permesso di presentarci al mondo con più grinta. Anche il testimonial sul quale abbiamo puntato ci ha aiutato non poco. L attore Dustin Hoffman è stato bravissimo nel coniugare l arte e la cultura al bellissimo paesaggio delle colline marchigiane». Vi sono ancora margini di crescita per il vostro turismo? E in quale settore? «Credo che ci siano moltissimi margini di crescita sia per l open air che per il turismo in generale. Per comprendere meglio le esigenze attuali del nostro settore è fondamentale ripercorrere ed analizzare brevemente i passi storici che hanno segnato il turismo all aria aperta. Durante questo mezzo secolo di vita, l open-air ha conosciuto almeno tre momenti di svolta ed evoluzione. Dal 1960 al 1970 c è stato il vero e proprio boom del turismo di massa nei campeggi; gli anni 80 hanno segnato l avvento dei veicoli ricreazionali mentre negli anni 90 vi è stata l impennata nella domanda dei servizi, tuttora in aumento. Dall inizio del nuovo secolo vediamo che cresce la richiesta per un contatto diretto e più stretto con la natura, con sempre maggiore apporto di servizi. Aumentano le famiglie italiane o straniere con figli adolescenti o preadolescenti i quali sono intenzionati a riscoprire in campeggio il vero contatto con la natura, ma senza rinunciare al confort e a servizi all avanguardia. La risposta a questo esiste da oltre un ventennio ed è rappresentata da case mobili e bungalow in muratura» Quindi per far crescere il turismo all aria aperta di cosa c è bisogno? «In base alla domanda bisogna favorire la trasformazione dei campeggi in villaggi turistici, che in questo momento scarseggiano. Senza escludere la presenza di piazzole per la sosta di mezzi mobili di pernottamento di proprietà del cliente ma che possono ospitare anche coloro che ne sono sprovvisti. Disposizioni di recente emanazione hanno recepito tale istanza per quanto attiene all installazione di case mobili» Quali sono secondo lei le debolezze del turismo marchigiano? «Una pecca ancora da risolvere riguarda il fatto che permangono forti limitazioni sia al passaggio dalla tipologia campeggio a quella di villaggio, che alla realizzazione di unità abitative stabili. Nel settore alberghiero invece prevalgono ancora le pensioni e i piccoli hotel con poche camere, servizi e spazi. A causa di ciò stiamo perdendo una grande fetta di turismo, specie proveniente dai paesi emergenti, che chiede alberghi con standard elevati, a 4 o 5 stelle. Purtroppo abbiamo anche un deficit nei collegamenti aerei. L aeroporto di Falconara non riesce a crescere perché le tratte sono ancora scarse e non ci stiamo attrezzando per poterle aumentare». Invece i punti di forza? «Le Marche hanno un paesaggio ed un entroterra bellissimo, paragonabile alla Toscana ma molto meno costoso e questo porterà sviluppo. Sono infatti fermamente convinto che ci sarà una crescita consistente negli agriturismi, tanto più che partecipando ormai da anni alle fiere in Olanda e Scandinavia ho notato che questi turisti non hanno l esigenza di abitare in riva al mare ma preferiscono la quiete e gli spazi delle nostre colline pur apprezzando accessori come le piscine, terme e spa. Inoltre non a caso abbiamo coniato lo slogan: L Italia in una Regione, poiché le Marche hanno il mare, la collina, la montagna con cime attrezzate per la stagione sciistica, i parchi naturali, i borghi e le città d arte. Altro punto di forza sono senz altro il mare e la costa. La maggioranza delle località marine ha ottenutola Bandiera blu e la costa è estremamente varia con spiagge pulite e scogliere. Ma non dimentichiamo i prodotti di qualità e i vini doc dell entroterra. Oppure l artigianato, che esporta il Made in Italy ovunque nel mondo». Altrove gli operatori lamentano la scarsa collaborazione delle istituzioni. Anche nelle Marche il rapporto tra imprenditori e pubblico è difficile? «Le relazioni tra noi e la Regione sono ottime. Abbiamo una grande intesa con i nostri politici e funzionari regionali, e siamo pienamente soddisfatti. Anche per quanto riguarda gli aspetti legislativi c è sempre stata molta disponibilità per le nostre esigenze e non mancato l aiuto per risolvere problemi più o meno gravi. Un esempio è la delibera regionale del 2010 che ci ha permesso di ampliare i preingressi delle case mobili e dei bungalow; oppure la possibilità di effettuare un rimessaggio invernale da parte delle nostre strutture turistiche senza alcun titolo abitativo. L attuale legge regionale infine dà la possibilità di installare case mobili, in maniera permanente, anche da parte dei privati, rispettando naturalmente i parametri già esistenti, ossia un totale massimo del 60% della capacità ricettiva delle stesse sommate con le case mobili collocate dai gestori. Anche in ambito Provinciale i nostri rapporti con le Istituzioni sono ottimi». n 16

17 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO PASVENS: ASCIUGA E LAVA SULL ONDA DELL AFFIDABILITÀ SERVIZI PERSONALIZZATI E MACCHINARI ALL AVANGUARDIA PER I CAMPING LE MACCHINE PASVENS HANNO UN PERFETTO RAPPORTO QUALITÀ E RISPARMIO IN QUANTO LA BREVITÀ DEI TEMPI DI LAVAGGIO È NON SOLO UN RISPARMIO DI TEMPO MA SOPRATTUTTO UN RISPARMIO SUI CONSUMI ENERGETICI ED IDRICI. Tra i servizi a disposizione dei turisti dell open air quello della lavanderia è da considerare senz altro strategico. Quale signora, magari con bambini al seguito, non è in grado di apprezzare un servizio efficiente, affidabile, capace di far risparmiare tempo e fatica e soprattutto capace di garantire una qualità di lavaggio persino superiore a quella casalinga? E quante signore avranno voluto cambiare campeggio perché poco soddisfatte delle prestazioni della lavanderia? Anche in questo settore dunque è importante evitare l improvvisazione e affidarsi a chi può offrire macchinari e assistenza adeguate. Come Pasvens srl, azienda specializzata nella commercializzazione e distribuzione di lavatrici ed essiccatori industriali sia self service che con operatore, la quale ha sede in provincia di Bologna e a Milano ma che opera su tutto il territorio nazionale, dove importa in esclusiva macchine prodotte da tre multinazionali leader nel settore americano e orientale. Pasvens è nata nel 1988 con la prima lavanderia Lava & Lava situata nella zona universitaria di Bologna. Successivamente, con l apertura di lavanderie in franchising, il marchio Lava & Lava è diventato sinonimo di cura e attenzione per la propria clientela, conta oggi oltre mille clienti ed è proprietario di macchine con un personale tecnico, amministrativo e commerciale che fa dell affidabilità e della cortesia i suoi punti di forza. Con l esperienza acquisita il servizio di lavaggio e asciugatura industriale si è sviluppato orientandosi verso le grandi comunità: dai camping agli hotel, alle caserme, ai centri di cura, adottando strategie di commercializzazione specifiche per ogni settore: dal comodato alla vendita. Il noleggio e il comodato ad esempio sono formule che permettono di aumentare la redditività e al tempo stesso diminuire l impatto finanziario delle attrezzature necessarie allo svolgimento dell attività stessa; senza contare il vantaggio rappresentato, in caso di strutture stagionali, di non dover avere macchinari inutilizzati e sottoposti al rischio di guasto al momento della rimessa in funzione. Per il settore del campeggio in particolare la ditta Pasvens è stata da diverso tempo il fornitore consigliato dalla FAITA FederCamping ed è tutt ora impegnato a soddisfare le esigenze non solo dei proprietari dei campeggi, ma anche degli stessi campeggiatori che utilizzano le macchine, attraverso formule commerciali personalizzate, attrezzature di alta qualità e un servizio puntuale ed efficiente. Il funzionamento infine avviene sia con gettoni, che con l introduzione di monete o carte prepagate. 17

18

19 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO I prodotti Pasvens sono attrezzature professionali in continua evoluzione, poiché è costante la ricerca per progettare e realizzare macchine di uso versatile, semplice e intuitivo mettendo a frutto la pluridecennale esperienza. La presenza del display permette di visualizzare il termine di ogni lavaggio mentre le capacità di carico arrivano fino a 140 chilogrammi, ciò nonostante possono effettuare anche un lavaggio o un asciugatura a mezzo carico. Le macchine Pasvens, seguendo i criteri di uso consigliati dall azienda, assicurano anche un perfetto rapporto qualità- risparmio in quanto permettono tempi di lavaggio ridotti con benefici sui consumi energetici ed idrici; Un aspetto questo che va incontro sia alle problematiche gestionali della struttura ricettiva sia alla sensibilità ambientale sempre più diffusa tra gli appassionati dell open air Per quanto riguarda le garanzie l azienda Pasvens ha dotato tutte le sue macchine di un sistema di sicurezza secondo le normative CEE mentre tutte le lavatrici, gli essiccatori e i relativi componenti sono coperti da una garanzia di cinque anni, a riprova della loro grande affidabilità, robustezza ed efficienza. Pasvens infine istaura con i suoi clienti un rapporto di feedback nella gestione delle macchine mettendo a disposizione un team qualificato di professionisti che assicura una assistenza tecnica efficiente e puntuale che prevede l intervento entro le 8 ore dalla chiamata, sabato e domenica compresi, il collaudo e la sostituzione periodica delle macchine, che in tal modo saranno sempre nuove e all avanguardia. Non per niente il motto della Parvens è: Diamo il meglio per avere il meglio, assumendo come proprio obiettivo aziendale comprendere e soddisfare il cliente, offrendo qualità, affidabilità delle attrezzature e del servizio, professionalità e la puntualità nell assistenza, trasparenza e la serietà commerciale. n L ESTATE 2012 SI APRIRÀ CON 131 BANDIERE BLU La stagione balneare 2012 si aprirà con 131 bandiere Blu, pari a circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale, assegnate ad altrettanti Comuni rivieraschi italiani, 46 dei quali del Sud. Un risultato importante, come sottolinea la Federazione italiana imprese balneari (Fiba- Confesercenti) che premia gli sforzi compiuti dalle amministrazioni e dagli imprenditori per migliorare la qualità della vita dei residenti e dei turisti. L augurio è che in futuro anche altri Comuni, già fortemente impegnati sul fronte della tutela ambientale, possano arrivare ai risultati di quelli premiati, perché la Bandiera Blu è un attrattore potente per i turisti stranieri e nazionali, ma anche uno strumento per rilanciare il brand Italia. I Comuni Bandiera Blu sono risultati eccellenti per le acque di balneazione, per la funzionalità degli impianti di depurazione, per lo smaltimento dei rifiuti, con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; l eccellenza riguarda, poi, la valorizzazione delle aree naturalistiche, la cura dell arredo urbano e delle spiagge, le attività di educazione ambientale e le iniziative di sostenibilità ambientale. A tutte queste caratteristiche si è aggiunta quest anno, grazie alla partnership con Enel Sole, anche una valutazione del risparmio energetico che le Amministrazioni hanno saputo mettere in atto. 19

20 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO CHEF DOVUNQUE CON ANTONIO RANALDO di Filippo Gentile LA MIGLIORE GASTRONOMIA ITALIANA RACCHIUSA IN UNA SCATOLA Mangiare italiano piace, soprattutto da quando milioni di turisti in visita nella nostra bella penisola hanno cominciato a scoprire il buon cibo nostrano e la impareggiabile gastronomia. All estero sono fioriti ovunque ristoranti e trattorie italiane, anche se non tutte gestite da nostri connazionali, e con essi è cresciuta la voglia di cucinare italiano anche a casa propria. Purtroppo però non sempre riuscire nella impresa risulta agevole: bisogna trovare la materia prima, originale e non improbabili imitazioni, lavorarla in modo appropriato e infine valorizzare ciascun ingrediente secondo ricette tradizionali. Ma da qualche anno per fortuna c è Chef dovunque, impareggiabile, quanto semplice, idea di Antonio Ranaldo, un manager campano poco più che cinquantenne che ha messo letteralmente in scatola una serie di piatti della nostra tradizione. Tra l altro è nata anche una collaborazione con la Regione Lazio che ha apposto il proprio logo sulle confezioni. In pratica cos è Chef dovunque? E una scatola con dentro tutto l occorrente per cucinare un gustoso primo piatto italiano: una confezione di spaghetti, il sugo, gli altri eventuali condimenti e perfino una bottiglia per il giusto abbinamento di vino. Il tutto rigorosamente biologico. Chef dovunque si rivolge a quanti all estero desiderano cucinare e gustare un piatto di pasta: il meglio della tradizione gastronomica italiana, a tutti i turisti che vogliono portare con sé un pezzo d Italia, a chi non sa cu- 20

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6

Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Svolgimento a cura di Fabio Ferriello e Stefano Rascioni Pag. 1 a 6 Esame di Stato 2015 Istituto Professionale - Settore servizi Indirizzo Servizi per l enogastronomia e l ospitalità alberghiera Articolazione

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA.

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. In che cosa consiste il nostro format? Il cono è l attore protagonista di tutte le formule Konopizza diventando un ottimo contenitore

Dettagli

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale

L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Catering fieristico e Banqueting per ogni evento di business L immagine gustativa della tua azienda Divisione Catering Aziendale Credo che un buon cibo, preparato con ingredienti di qualità e un equilibrato

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia Il disciplinare della rete Enogastronomia marzo 2004 A. Le premesse L Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Palermo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli