ANNO VI N. 19 MARCHE,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNO VI N. 19 MARCHE,"

Transcript

1 P E R I O D I C O D E L L A F A I T A F E D E R C A M P I N G ANNO VI N. 19 Poste Italiane SPA - Sped. Abb. Postale DL 353/2003 (conv. INL. 27/02/2004, nª 46) ART.1 comma 1 DCB ROMA Gennaio - Marzo 2012 MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO CASE MOBILI: NUOVI SCENARI PER UN VECCHIO PROBLEMA PROGETTARE BENE PER NON SCIUPARE AMBIENTE E TURISMO DECRETO SEMPLIFICAZIONE. ALCUNE NOVITA

2

3 ANNO VI N. 19 CAMPING MANAGEMENT :EDITORIALE Lo scorso Febbraio, dal 14 al 16, si è tenuta a Padova la prima edizione del SIPAC, Salone internazionale e professionale di attrezzature per il campeggio. A mio parere si tratta di una buona iniziativa, della quale avvertivamo da tempo la mancanza. Al di là del successo in termini di aziende espositrici, di visitatori professionali e non, solo il tempo potrà giudicarne l efficacia e la capacità di incidere positivamente sul nostro mercato. In questo senso quel che ho apprezzato, e che spero sia stato colto dai molti colleghi presenti, è la maturità di un settore, il nostro, che non ha più bisogno di riferirsi ad ambiti paralleli o affini per affermare il proprio peso e le proprie necessità e strategie d impresa. Per intenderci, non si deve necessariamente pensare all ambiente per parlare di campeggi, nè ai veicoli ricreazionali, nè al risparmio energetico, nè al wellness e chi vuole può continuare con altre citazioni in linea Maurizio Vianello con le precedenti. Finalmente si è compreso che sono i campeggi a contenere in sé tutte queste tematiche, non il contrario. Il nostro segmento imprenditoriale ha materia, esperienza ed interessi sufficienti a realizzare non uno ma molti SIPAC all anno. Non penso tanto alle problematiche, ai servizi ed ai prodotti che più da vicino ci interessano, quanto piuttosto alle prospettive d insieme che l open air può dischiudere per l intero settore turistico nazionale e per le molte opportunità di sviluppo di ampi e significativi settori economici suscettibili di entrare nell ottica di indotto funzionale dell open air. A mero titolo d esempio: l informatica, l intermediazione, la produzione di energia da fonti rinnovabili, la formazione professionale etc. Se il SIPAC si rivelerà uno strumento in questo senso appropriato, lo giudicheremo nella fase di sua maturità, intanto lo salutiamo come si fa con le cose utili e basilari, cioè con sollievo e soddisfazione. FAITA FEDERCAMPING Via Cola Di Rienzo, Roma tel fax www. faita.it Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 363/2006 del 29/09/2006 Direttore responsabile: Salvatore Vingiani Redazione: Nicolcarlo Genovese Pietro Licciardi Andrea Spezzigu Produzione e pubblicità: Contatto Comunicazione e Marketing s.r.l. Tel Fax cell Progetto grafico: Emilio Procopio Impaginazione: Format Roma s.r.l. Stampa: Amadeus Industria Poligrafica Europea S.r.l. Finito di stampare Maggio 2012 CAMPING MANAGEMENT :SOMMARIO 5 CAMPING ETRURIA, DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE Pietro Licciardi 9 MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO a cura di Pietro Licciardi 15 «TUTTA L ITALIA NELLA NOSTRA REGIONE» Pietro Licciardi 17 PASVENS: ASCIUGA E LAVA SULL ONDA DELL AFFIDABILITA 20 CHEF DOVUNQUE CON ANTONIO RANALDO Pietro Licciardi 22 ANCHE PER I VILLAGGI È TEMPO DI MOBILE APPS a cura di Roberta Sanzani 27 PROGETTARE BENE PER NON SCIUPARE AMBIENTE E TURISMO Robert M. Bezdikian 31 A RIMINI LA XXX EDIZIONE DEL SUN 33 V4AINSIDE: IL FUTURO DEL TURISMO ACCESSIBILE Roberto Vitali 36 DECRETO SEMPLIFICAZIONE. ALCUNE NOVITA a cura di Maurizio Fantaccione 39 IL NUOVO REGOLAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE DEGLI INCENDI 42 NOTIZIE FAITA 25 CASE MOBILI: NUOVI SCENARI PER UN VECCHIO PROBLEMA Antonio Forza

4

5 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO CAMPING ETRURIA, DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE di Pietro Licciardi A CONDUZIONE FAMILIARE DA SEMPRE IL CAMPING È SITUATO IN UNO DEI PIÙ INCANTEVOLI ANGOLI DELLA MAREMMA Il Camping Etruria, di Simonetta Ceni, è in uno dei posti più belli della Toscana, situato com è nel cuore della Maremma, appena fuori Castiglione della Pescaia. Si estende su oltre 30 mila metri quadrati e comprende una splendida spiaggia, cui si accede attraverso passaggi che si insinuano tra le dune a protezione di una magnifica pineta. Le piazzole e gli spazi della struttura sono ombreggiati da lecci, ginepri e tamerici mentre una pista ciclabile la collega al centro del vicino paese e a Marina di Grosseto. Il camping è ad apertura stagionale e con l approssimarsi dell estate diventa un paradiso per tedeschi, olandesi, inglesi e anche numerosi italiani, da sempre incantati da questo lembo di mare, a pochi chilometri da luoghi di grande suggestione, non soltanto naturalistica ma anche storica, artistica e culturale. Visitando questi luoghi, ad alta concentrazione di campeggi, non si può 5

6 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO fare a meno di pensare che se tanta bellezza ha potuto arrivare a noi ancora quasi intatta lo si deve proprio a queste strutture per l open air, che hanno sottratto il suolo alla speculazione edilizia e alla cementificazione. La signora Ceni è alla guida dell azienda dal 1997, anno in cui è deceduto il padre, il quale aveva ereditato a sua volta il camping dal nonno di Simonetta. Il Camping Etruria infatti è a conduzione familiare da sempre, fin dal 1965, quando è stato fondato. «la vita all aria aperta è sempre stata la nostra passione», ci dice l attuale direttrice e proprietaria, «già mio nonno era un grande appassionato di vacanze a contatto con la natura, tant è che ha voluto farne il proprio lavoro, realizzando un campeggio in anni in cui questo tipo di vacanza era ancora una cosa da pionieri». «Dopo il nonno hanno portato avanti l impresa i miei genitori», prosegue la signora Ceni, «e anch io ho cominciato prestissimo a frequentare questo ambiente. Per molti allora, sono nata nel 1963, il mondo dei camping era qualcosa di insolito; per me era invece tutto molto affascinante». Da allora non molto è cambiato, dato che l area è piena di vincoli ambientali e urbanistici. Da un lato tanta severità ha preservato un paesaggio veramente unico, rimasto più o meno simile a quello di un secolo fa. Dall altra ha complicato non poco la vita degli imprenditori, che hanno LA SIGNORA CENI È ALLA GUIDA DELL AZIENDA DAL 1997, ANNO IN CUI È DECEDUTO IL PADRE, IL QUALE AVEVA EREDITATO A SUA VOLTA IL CAMPING DAL NONNO dovuto sudare le proverbiali sette camicie per poter adeguare le strutture ad una domanda diventata con gli anni sempre più esigente. Comunque anche al camping Etruria quello che manca in comodità è ampiamente compensato dalla natura. Qui la vegetazione litoranea è ancora intatta e spiccano, tra le altre, le coloratissime fioriture della camomilla di mare e dell elicriso. La pineta secolare è divisa in due zone: una per camper e roulotte e l altra per chi preferisce la tenda. L ampissima spiaggia e il prospiciente mare sono sempre piacevolmente ventilati e sono l ideale per gli sport nautici, le escursioni marine e lunghe camminate con lo sguardo rivolto all Argentario o alla rocca medievale di Castiglione, la quale domina in lontananza, che specialmente all alba o al tramonto sono di una struggente bellezza. Nelle giornate più limpide si staglia poi all orizzonte l incantevole vista della Corsica e delle isole dell Arcipelago Toscano. Castiglione della Pescaia è poi uno dei pochissimi comuni italiani ad esser stato insignito più volte negli ultimi anni, sia della Bandiera Blu che delle Cinque Vele di Legambiente, per la purezza delle acque, la pulizia del mare e della costa, la qualità dei servizi e delle strutture ricettive. Insomma, qui il concetto di vacanza open air mantiene intatto tutto il suo significato. Per lei deve essere un bell impegno continuare l attività, chiediamo. «Direi proprio di si», risponde Simonetta Ceni, «non tanto per il duro lavoro, che è proprio di qualsiasi attività, non solo imprenditoriale, ma specialmente per la fatica enorme che facciamo nel mantenere un elevato standard dell offerta turistica dovendo combattere con tutti gli enti che hanno competenze specifiche nel settore e che ci impediscono di riqualificare e sviluppare l azienda nei tempi richiesti dal mercato, che ovviamente non sono quelli della burocrazia». A questo poi si aggiungono le normali difficoltà, che qualche volta diventano addirittura drammatiche: «Alcuni dei momenti peggiori li abbiamo passati quando non si riusciva a trovare un accordo con la proprietà del terreno sul rinnovo del contratto di affitto», ricorda la nostra imprenditrice, che aggiunge: «Comunque siamo sempre riusciti a trovare un accordo soddisfacente e questo ha coinciso anche con i momenti di maggior soddisfazione. Infatti ho potuto pensare al futuro dell azienda». Ma Simonetta Ceni si è mai pentita della sua scelta di vita? «No, non mi sono mai pentita e anzi, quando ho rischiato di perdere il campeggio mi sono ancora di più resa conto di quanto fosse importante per me mandare avanti l attività. 6

7 MA SIMONETTA CENI SI È MAI PENTITA DELLA SUA SCELTA DI VITA? «NO, NON MI SONO MAI PENTITA E ANZI, QUANDO HO RISCHIATO DI PERDERE IL CAMPEGGIO MI SONO ANCORA DI PIÙ RESA CONTO DI QUANTO FOSSE IMPORTANTE PER ME MANDARE AVANTI L ATTIVITÀ». Adesso poi che mio figlio più grande sta iniziando a lavorare nel campeggio questo è ancora più evidente. Tra l altro possiamo veramente parlare di generazione in generazione». Ma qualche giornata storta, di quelle in cui viene voglia di mandare tutto al diavolo le sarà pure capitata? «Certo, come a tutti quanti, ma in quel caso c è sempre la possibilità di fare una bella passeggiata lungo questo magnifico mare!» A proposito di nuove leve: quali sono secondo lei le qualità che deve avere un operatore del turismo all aria aperta? «Prima di tutto la passione per questo lavoro», risponde la proprietaria dell Etruria, «poi deve avere validi collaboratori e saper valorizzare le loro qualità, creando un buon gruppo di lavoro con i propri dipendenti. Insomma deve essere un bravo comandante e come tale avere carisma, ottimismo, saper prevedere i problemi e individuare le possibili soluzioni. Inoltre deve essere disponibile alle novità, avere il coraggio di rischiare, dimestichezza con la contabilità e la burocrazia, prefiggersi degli obiettivi che deve anche saper raggiungere, avere una buona dose di empatia verso i dipendenti e verso la clientela». Per quanto riguarda il futuro del settore la signora Ceni è ottimista. Il camping, come era già in passato, tornerà ad essere la vacanza più economica pertanto anche in tempi di crisi come quelli attuali non mancherà la clientela; piuttosto occorrerà fare più attenzione che nel passato ad intercettare le nuove esigenze e le tendenze del mercato n C è un NUOVO modo per eliminare calcare e Legionella dall acqua del tuo campeggio è il dispositivo che aumenta l energia dell acqua risolvendo le incrostazioni e le proliferazioni di batteri. Nessun costo di Installazione, di Gestione, di Manutenzione. Prenota oggi il tuo QUANTUM CAMPING inizia a risparmiare da subito! freebioenergy.it Tel Fax

8

9 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO MARCHE, UNA REGIONE AL BIVIO a cura di Pietro Licciardi I DATI TURISTICI SONO IN CRESCITA MA È IL MOMENTO DI RIORGANIZZARE L OFFERTA posti letto per una domanda che colloca questa regione al decimo posto tra tutte le regioni italiane. Per sviluppare quello che è considerato un settore strategico fondamentale la Regione ha stilato un Piano regionale triennale di promozione turistica che si svilupperà dal 2011 al 2014 con l obbiettivo di far conoscere le Marche come destinazione turistica ideale, sensibilizzare un pubblico il più vasto possibile e consolidare l immagine turistica regionale. Per farlo si è deciso di giocare la carta dell innovazione e della comunicazione giovane, il che ha portato a puntare lo scorso anno sul noto attore statunitense Dustin Hoffmann, il quale ha prestato il suo volto per una campagna promozionale in cui l attore americano ha raccontato le emozioni suscitate dalla gastronomia, dall arte, dalla musica, e dai paesaggi delle Marche. Considerati i buoni risultati della passata stagione - sono cresciuti gli arrivi e le presenze rispetto al 2010 e, dato molto più importante, sono cresciuti gli arrivi dall estero (+10%) mentre il settore extra-alberghiero ha registrato un più 9% negli arrivi e un più 5% nelle presenze nel 2012 sarà ancora Hoffman il testimonial ufficiale del turismo marchigiano. Il 60% dei turisti stranieri che frequentano le Marche è europeo. Per quanto riguarda gli arrivi la classifica vede al primo posto la Germania seguita da Olanda, Francia, Svizzera e Regno Unito. Tra i diversi prodotti delle Marche il turismo balneare è nella fase più alta del ciclo di vita essendo ormai maturo, diretto ad una clientela nazionale e di vicinanza, con numerose eccellenze. Le Marche si trovano nella necessità di riorganizzare la propria offerta turistica sviluppando i propri prodotti tradizionali ed organizzandone di nuovi per consolidare gli attuali flussi e aprirsi a nuovi mercati turistici. Nelle Marche vi sono più di strutture ricettive e più di 140 mila IL TURISMO NELLE MARCHE Secondo l Osservatorio regionale per il turismo e l Isnart le Marche, nonostante il periodo di crisi, nel 2010 hanno mantenuto la quota di mercato dei tre anni precedenti e anzi l - hanno addirittura migliorata. Analizzando arrivi e presenze infatti è stato registrato un incremento del 7,5% 9

10 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO negli arrivi e del 6,6% nelle presenze straniere mentre per quanto riguarda il mercato domestico gli incrementi sono stati, rispettivamente, del 3,12% e 3,36%. Anche per il 2011 il trend è stato positivo in quanto comparando i dati del primo semestre con quelli dello stesso periodo dell anno precedente si registra un aumento dell 1,86% degli arrivi e dello 0,74% delle presenze. La variazione maggiore pure in questo caso ha riguardato gli stranieri con un + 6,82% degli arrivi e un + 12,96% delle presenze. Nelle Marche prevale comunque il turismo nazionale, poiché circa l 84% del totale è rappresentato da connazionali, i quali tuttavia hanno risentito della crisi dal momento che il loro numero complessivo è passato dai 17,7 milioni del 2007 ai 15,6 milioni del 2011, con un picco negativo nel 2009 (14,8 milioni). In ogni caso la percentuale di turisti italiani che scelgono le Marche è superiore alla media delle altre regioni: 86% contro il 68%. In definitiva le Marche sono la regione che assieme a Umbria, Abruzzo, Molise e Puglia dipendono più di ogni altra dal mercato interno. I principali bacini di incoming italiani risultano essere la Lombardia, il Lazio e l Emilia Romagna, ovvero le regioni geograficamente più vicine o con migliori collegamenti stradali. Per quanto riguarda le province di provenienza le principali città per origine di flusso sono Milano ( nel 2010) e Roma ( sempre nel 2010). Si tratta di un turismo prevalentemente stagionale, da aprile a settembre. Il 60% dei turisti stranieri che frequentano le Marche è europeo, in particolare nel 2010 vi sono state presenze di tedeschi, di olandesi, dalla Repubblica Ceca; seguono le presenze di francesi ( ), svizzeri ( ) e inglesi ( ). Per quanto riguarda invece gli arrivi la classifica vede al primo posto la Germania (17%), seguita da Olanda (8%), Francia (7%), Svizzera (6%) e Regno Unito (6%). La maggior parte dei turisti stranieri si concentra nella provincia di Pesaro e Urbino mentre quella che attira meno visitatori è Macerata con appena l 11% degli arrivi. La provincia che ha registrato incrementi maggiori è stata Fermo (+8,98% rispetto al 2009) seguita da Macerata (+ 5,86%), mentre le città con i maggiori flussi sono San Benedetto e Senigallia. Questo ci fa capire che la maggior parte dei turisti, non solo stranieri, è interessata alle località balneari (52,4% del totale); il 32,6% ha visitato città d arte e solo il 5% ha scelto le Marche per la montagna. Le località termali sono state scelte dall 1,8% mentre la restante percentuale si è distribuita sugli altri prodotti. Comunque confrontando i dati del primo semestre 2011 con quelli del 2008 emerge che la percentuale di turisti nelle località balneari si è ridotta (dal 59% al 52%) come pure quella nelle città d arte (dal 34,7% al 32%) mentre è aumentato l interesse per le terme e la montagna. 10

11 LA REGIONE HA STILATO UN PIANO REGIONALE TRIENNALE DI PROMOZIONE TURISTICA CHE SI SVILUPPERÀ DAL 2011 AL 2014 CON L OBBIETTIVO DI SENSIBILIZZARE UN PUBBLICO IL PIÙ VASTO POSSIBILE E CONSOLIDARE L IMMAGINE TURISTICA REGIONALE. IL TARGET TURISTICO Il target turistico delle Marche è costituito prevalentemente da coppie (40,1%) e famiglie (36,4%) seguito dal segmento busines (12,5%). In linea con la media nazionale il 32,1% della clientela torna nelle strutture ricettive dove abitualmente trascorre il proprio soggiorno e anzi, la percentuale di clienti abituali è cresciuta del 3% negli ultimi tre anni. In particolare sono le strutture balneari e gli hotel a beneficiare del fenomeno. L identikit del cliente tipo è attualmente adulto, di età compresa tra i 35 e i 54 anni nel 44,8% dei casi; viaggia in coppia e in famiglia con figli fino a 14 anni, utilizzando prevalentemente l auto per arrivare a destinazione. Le Marche dunque sono attualmente interessate in prevalenza ad un turismo familiare mentre i turisti appartengono prevalentemente alla mature generation e alla baby boomer generation, il che pone la questione del ricambio, una volta esaurito questo bacino e subentreranno le generazioni successive, assai meno numerose e caratterizzate da una situazione familiare frammentata. Pertanto sarebbe opportuno sviluppare proposte per attirare turisti più giovani: sia la cosiddetta X generation che la cosiddetta Y generation. Nel primo caso si tratta di persone di età compresa tra i 33 e i 46 anni, le quali hanno vissuto la diffusione della tecnologia, conosciuto i centri commerciali e il consumismo accelerato di massa e il cui tratto determinante è l informalità. Turisticamente rappresentano un mercato interessante, formato da soggetti intraprendenti che cercano proposte ad alto contenuto di divertimento e intrattenimento, sono attenti al valore aggiunto e alla convenienza e per definizione fanno diverse vacanze all anno poiché in genere lavorano per vivere, e non vivono per lavorare. La Y generation è quella dei turisti che comprende la fascia di età anni, la cui principale caratteristica è la complessità, avendo vissuto in un mondo articolato e competitivo. Tali potenziali clienti sono molto attenti alle opportunità e alla loro costante ricerca, pertanto è importante poter offrire proposte individualizzate, che procurino soddisfazioni ed esperienze. Le strategie di promozione turistica dovranno per forza di cose tener conto di queste caratteristiche di target, quindi oltre a consolidare le proposte di turismo balneare le Marche dovrebbero proporsi anche come destinazione per il turismo rurale, culturale e paesaggistico, con il suo patrimonio storico-architettonico diffuso, particolarmente apprezzato da mature generation e baby boomer, specialmente stranieri. Ma è la X generation il vero obiettivo per il futuro posizionamento dell offerta turistica marchigiana, mostrando buone potenzialità di incremento. Per questi potenziali clienti la leva da sfruttare è la qualità ambientale e della vita. 2011, DATI IN CRESCITA Come dicevamo in apertura pur in una congiuntura difficile sul piano interno e internazionale il 2011 si è chiuso positivamente per il turismo delle Marche, con incrementi nel movimento turistico complessivo. Soprattutto gli stranieri hanno fatto registrare la maggiore crescita, che ha compensato ampiamente la lieve flessione del periodo di permanenza degli italiani i quali pur essendo aumentati in quantità (+ 0,98% di arrivi) hanno accorciato dell 1,03% il periodo di vacanza, complici le avverse condizioni meteorologiche, soprattutto in Luglio. Nel settore alberghiero è da segnalare la positiva performance degli hotel a 4 e 5 stelle, nei quali è stato rilevato un aumento dell 6,73% negli arrivi e del 3,04 nelle presenze, mentre quelli ad una sola stella hanno sofferto considerevoli flessioni (-28,83% negli arrivi e 13,62% nelle presenze). E il segnale evidente di una domanda sempre più orientata verso offerte di qualità. Nel settore extra alberghiero sia gli italiani che gli stranieri hanno mostrato di prediligere agriturismi e country house; ottimo l andamento dei B&B che hanno registrato un aumento del 20,63% di arrivi di italiani e del 28,31% di stranieri. Sempre nel 2011 è stato rilevato un positivo risultato per quanto riguar- 11

12

13 da la destagionalizzazione dei flussi che, con riferimento agli stranieri, sono cresciuti notevolmente nel periodo Gennaio-Giugno con un +11,6% di arrivi e un +19,70% di presenze, il che fa presumere che la politica commerciale volta a proporre soprattutto all estero in forma integrata l offerta regionale abbia avuto successo. Col tempo è anche aumentata la notorietà delle Marche sul web, poiché dai monitoraggi commissionati dalla Regione risulta che il volume delle ricerche relative alla parola Marche in Internet è aumentato e pure con effetto destagionalizzante mentre è cresciuto l interesse nei social media (Facebook, Twitter, Youtube ). Questo significa che rispetto a qualche anno fa i potenziali turisti quando pensano alla loro meta per le vacanze vedono maggiormente le Marche come possibile destinazione e ciò ha spinto le istituzioni regionali a intraprendere azioni di sostegno al brand che valorizzino la presenza online. IL PIANO REGIONALE TRIENNALE Questo ed altri obiettivi di carattere strategico, fanno parte del Piano triennale, il quale prevede anche un «confronto e una condivisione delle strategie con tutti i soggetti del territorio» per consolidare il turismo nelle Marche sui mercati nazionale e internazionale; quindi l intenzione è di coinvolgere tutti i soggetti della filiera: Enti locali, associazioni di categoria, gli altri organismi associativi del territorio. La sfida, come si legge nel documento, è di «raggiungere e consolidare un attività turistica più redditizia, più costante e più equilibrata territorialmente» e pur nell incertezza dello scenario economico è stata indicata anche la percentuale di incremento (+3%) cui puntare fino al Per realizzare quanto delineato nel Piano ci si muoverà lungo alcuni assi strategici ; il primo è il potenziamento dell intero territorio come destinazione turistica, in secondo luogo si punterà ad aumentare la competitività delle aziende e degli operatori del settore per aumentare il valore aggiunto dell attività turistica. Particolare attenzione verrà riservata al rafforzamento strategico della destinazione Marche operando sulla comunicazione e il marketing sia tradizionale che mediante gli strumenti informatici ma interventi sono previsti anche sul piano infrastrutturale, ad esempio con il potenziamento dei collegamenti aerei, considerata la dipendenza dei flussi internazionali da questo mezzo di trasporto, specialmente per quanto riguarda il turismo balneare proveniente da Russia, Repubblica Ceca, Polonia. Tra l altro il principale aeroporto marchigiano offre un numero piuttosto limitato di voli low cost; per la sola Germania ad esempio su 23 collegamenti 20 sono effettuati da una compagnia di linea. Per quanto riguarda la strategia da applicare nella comunicazione e nel marketing il Piano triennale svolge alcune riflessioni sul sistema turistico regionale. In particolare esso nota come l attuale trend della domanda non cerca più ambiti turistici delimitati ma piuttosto un contenitore con risorse, servizi e proposte integrate. Come abbiamo visto poco sopra le Marche hanno una offerta consolidata di prodotti ma hanno anche tipologie di prodotto turistico in via di sviluppo, come l enogastronomia, la scoperta di borghi, il turismo congressuale o naturalistico accanto ai quali vi sono pure prodotti emergenti come la salute e il benessere o il turismo spirituale. In conseguenza di ciò appare necessario trasformare le Marche, assecondando l attuale trend della domanda, in una destina- 13

14 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO zione multi-prodotto, in cui le diverse opportunità di vacanza rafforzano il prodotto-destinazione e danno valore aggiunto al soggiorno, migliorando la competitività complessiva dell offerta. I PRODOTTI DELLA MARCHE Esaminando i diversi prodotti delle Marche emerge come il turismo balneare si trovi nella fase più alta del ciclo di vita essendo ormai maturo, diretto ad una clientela nazionale e di vicinanza; tuttavia nonostante le eccellenze (ad esempio le sedici bandiere blu assegnate) non sempre i servizi sono di alta qualità. Gli obiettivi strategici pertanto riguardano l ampliamento e la specializzazione dell offerta, l incremento di attrattività per assicurare la fidelizzazione dei clienti e l incremento del livello di soddisfazione migliorando l informazione e introducendo in alcune località servizi per famiglie, disabili e per persone con animali domestici al seguito. Il turismo rurale ha dato grande notorietà alle Marche ma è cresciuto in maniera disomogenea sul territorio, presentando una debole situazione commerciale, pertanto è necessario ristrutturare il prodotto migliorando la qualità, favorendo la conoscenza diffusa delle diverse offerte e internazionalizzare la domanda intercettando mercati di nicchia. Anche il turismo culturale gode di grande notorietà, sopratutto per quanto riguarda alcune destinazioni, come Urbino e Gradara, tuttavia la regione è ancora lontana dall esprimere il proprio potenziale non riuscendo ancora a far percepire il suo territorio come destinazione di arte, grazie alla presenza diffusa di un patrimonio costituito da musei, capolavori, festival della lirica e teatrali. Riguardo la natura e la montagna le Marche hanno in dote una straordinaria bellezza e numerosi parchi e riserve ma poco conosciuti dal mercato turistico. Il turismo invernale è al momento limitato ad una clientela locale per quanto fedele mentre non esiste la consapevolezza del potenziale turistico rappresentato dalle attrattive naturalistiche. Altro prodotto da sviluppare è senz altro quello congressuale, poiché nonostante la presenza di alcuni grandi centri per congressi le città marchigiane non sono percepite luoghi ideali dove organizzare tali eventi. Un asso nella manica potrebbero invece essere lo shopping e l artigianato. Gran parte delle calzature e dei prodotti di pelletteria esportati nel mondo sono infatti fabbricate nelle Marche, che pertanto possono essere identificate con il Made in Italy e sappiamo come già oggi lo shopping e l artigianato siano utilizzati da molti operatori turistici per integrare l offerta. Questa regione può dunque diventare un outlet diffuso e generare valore aggiunto in ciascun settore turistico ma occorre coordinare e integrare le iniziative esistenti riguardo lo shopping e promosse a livello individuale o da parte di singoli alberghi, anche se cominciano a nascere proposte organizzate in pacchetti che però non interagiscono con altri prodotti turistici. L aspetto rurale delle colline marchigiane è un elemento di grande richiamo. Alcune antiche ville o dimore padronali sono diventate agriturismi, ben 18 comuni sono riconosciuti tra i Borghi più belli d Italia e sono 17 le Bandiere arancioni presenti sul territorio regionale. L entroterra è pertanto un elemento competitivo della destinazione e dal grande richiamo, in quanto rendono le Marche un luogo con alta qualità della vita. Il turismo di scoperta (o touring) è già parzialmente sviluppato nella destinazione, ma si esprime in maniera latente e sfrutta spesso come alloggio solo le case B&B; il prodotto nel complesso è poco organizzato e strutturato nonostante possa rappresentare una affascinante alternativa alle destinazioni mature di Umbria e Toscana. Tanto più che anche qui, come avvenuto nelle menzionate regioni, vi è un crescente fenomeno spontaneo di stranieri che acquistano casa nelle aree collinari e montane attirati dalla dimensione umana e dallo stile di vita tranquillo. Lo sviluppo di questo prodotto tuttavia presenta qualche criticità, essendoci il rischio di essere percepiti come meri imitatori di Umbria e Toscana mentre la poca notorietà della destinazione sui mercati tedesco, britannico e olandese, i maggiori esti- 14

15 matori, richiede notevoli investimenti in tempo e marketing. Riguardo il turismo enogastronomico le Marche sono una eccellente dispensa di prodotti ma per farla diventare anche un attrattore turistico è necessario sensibilizzare gli operatori e le aziende produttrici a collaborare per sviluppare una offerta che faccia riferimento ad un codice di condotta e una tipologia di piatti offerti, richiamando anche all importanza delle certificazioni di qualità e di origine. Considerata la ricchezza naturalistica delle Marche anche il turismo sportivo potrebbe avere ottime possibilità, a patto che si riesca a convincere gli operatori del potenziale rappresentato appunto dai parchi, dalla montagna e dall ambiente rurale in genere, poiché il turista sportivo desidera trascorrere settimane verdi o weekend nella natura. NUOVE STRATEGIA COMUNICATIVE Dal quadro complessivo sembra emergere che le Marche si trovano nella necessità di riorganizzare la propria offerta turistica sviluppando i propri prodotti tradizionali ed organizzandone di nuovi per consolidare gli attuali flussi e aprirsi a nuovi mercati turistici. La sfida che si prospetta dunque è riuscire a trasformare in benefici concreti le potenziali proposte e in questo ha un ruolo determinante la promozione, attraverso la quale si dovrà rafforzare il posizionamento e la visibilità nazionale e internazionale delle Marche attraverso una efficiente ed efficace politica di comunicazione e marketing. Ovviamente tenendo conto del fatto che soprattutto all estero il 60% dei turisti cerca informazioni sulle destinazioni attraverso internet. Un dato questo che devono tener presente non soltanto le istituzioni pubbliche ma anche i singoli imprenditori, che attualmente destinano solo il 20%dei loro sforzi al marketing ondine, il cui ritorno è stimato fra il 5 e il 30% contro il 2-5% della promozione effettuata con metodi tradizionali. n «TUTTA L ITALIA NELLA NOSTRA REGIONE» IL TURISMO MARCHIGIANO SECONDO IL PRESIDENTE DELLA FAITA AMEDEO TARSI di Pietro Licciardi Le Marche sono una piccola regione, in cui la vita è ancora a misura d uomo e anche il turismo, nonostante le buone performance non è di massa. Qui, anche nelle strutture ricettive, sopravvive il rapporto personale con cliente e anche per questo c è una buona fidelizzazione. Ciò tuttavia non significa che l intero sistema turistico non sia alla ricerca del modo per espandersi o quanto meno per consolidare le posizioni raggiunte, tenendo conto della concorrenza sempre più forte di altre regioni, che in questo momento di crisi sono anch esse alla ricerca di nuovi mercati. Per avere il polso della situazione,al di là dei dati ufficiali e delle analisi di tipo istituzionale, abbiamo ascoltato il presidente della FAITA regionale, Amedeo Tarsi, il quale è ovviamente anche un imprenditore di lungo corso. Presidente, Il turismo marchigiano negli ultimi due anni se l è cavata bene nonostante la crisi. A cosa attribuisce tale successo? «Per fortuna si. In realtà il nostro successo però più che dalla fortuna è dipeso dalla capacità e dalla esperienza degli operatori; dalla loro volontà e dalla loro fiducia e anche noi imprenditori dell open air abbiamo cercato di trasformare il nostro territorio in un accogliente regione piena di risorse, servizi e comfort. Del resto i nostri clienti continuano a tornare per le stesse semplici ma fondamentali ragioni: qualità del servizio, rapporto familiare, che fa sentire ciascun turista come importante ed unico, capacità di capire le esigenze di ciascun ospite, anche grazie alla conoscenza della lingua di appartenenza, i continui miglioramenti alle strutture e il costante riposizionamento delle aziende nel tentativo di assecondare le nuove tendenze e preferenze del mercato» Un po di merito andrà anche alla promozione. A proposito, come giudica la politica attuata dalla Regione? «La politica promozionale della Regione è buona e siamo felici di potere partecipare noi stessi alla stesura della programmazione annuale. Dovremmo forse potenziare la nostra presenza in alcuni paesi che ora stanno rispondendo bene alle nostre offerte, come Olanda, Scandinavia e Gran Bretagna. 15

16 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO Negli ultimi anni abbiamo fatto un gran salto di qualità abbinando al turismo anche la cultura, puntando su personaggi come Giacomo Leopardi di Recanati, Raffaello Sanzio di Urbino o Gioacchino Rossini di Pesaro. Questo ci ha permesso di presentarci al mondo con più grinta. Anche il testimonial sul quale abbiamo puntato ci ha aiutato non poco. L attore Dustin Hoffman è stato bravissimo nel coniugare l arte e la cultura al bellissimo paesaggio delle colline marchigiane». Vi sono ancora margini di crescita per il vostro turismo? E in quale settore? «Credo che ci siano moltissimi margini di crescita sia per l open air che per il turismo in generale. Per comprendere meglio le esigenze attuali del nostro settore è fondamentale ripercorrere ed analizzare brevemente i passi storici che hanno segnato il turismo all aria aperta. Durante questo mezzo secolo di vita, l open-air ha conosciuto almeno tre momenti di svolta ed evoluzione. Dal 1960 al 1970 c è stato il vero e proprio boom del turismo di massa nei campeggi; gli anni 80 hanno segnato l avvento dei veicoli ricreazionali mentre negli anni 90 vi è stata l impennata nella domanda dei servizi, tuttora in aumento. Dall inizio del nuovo secolo vediamo che cresce la richiesta per un contatto diretto e più stretto con la natura, con sempre maggiore apporto di servizi. Aumentano le famiglie italiane o straniere con figli adolescenti o preadolescenti i quali sono intenzionati a riscoprire in campeggio il vero contatto con la natura, ma senza rinunciare al confort e a servizi all avanguardia. La risposta a questo esiste da oltre un ventennio ed è rappresentata da case mobili e bungalow in muratura» Quindi per far crescere il turismo all aria aperta di cosa c è bisogno? «In base alla domanda bisogna favorire la trasformazione dei campeggi in villaggi turistici, che in questo momento scarseggiano. Senza escludere la presenza di piazzole per la sosta di mezzi mobili di pernottamento di proprietà del cliente ma che possono ospitare anche coloro che ne sono sprovvisti. Disposizioni di recente emanazione hanno recepito tale istanza per quanto attiene all installazione di case mobili» Quali sono secondo lei le debolezze del turismo marchigiano? «Una pecca ancora da risolvere riguarda il fatto che permangono forti limitazioni sia al passaggio dalla tipologia campeggio a quella di villaggio, che alla realizzazione di unità abitative stabili. Nel settore alberghiero invece prevalgono ancora le pensioni e i piccoli hotel con poche camere, servizi e spazi. A causa di ciò stiamo perdendo una grande fetta di turismo, specie proveniente dai paesi emergenti, che chiede alberghi con standard elevati, a 4 o 5 stelle. Purtroppo abbiamo anche un deficit nei collegamenti aerei. L aeroporto di Falconara non riesce a crescere perché le tratte sono ancora scarse e non ci stiamo attrezzando per poterle aumentare». Invece i punti di forza? «Le Marche hanno un paesaggio ed un entroterra bellissimo, paragonabile alla Toscana ma molto meno costoso e questo porterà sviluppo. Sono infatti fermamente convinto che ci sarà una crescita consistente negli agriturismi, tanto più che partecipando ormai da anni alle fiere in Olanda e Scandinavia ho notato che questi turisti non hanno l esigenza di abitare in riva al mare ma preferiscono la quiete e gli spazi delle nostre colline pur apprezzando accessori come le piscine, terme e spa. Inoltre non a caso abbiamo coniato lo slogan: L Italia in una Regione, poiché le Marche hanno il mare, la collina, la montagna con cime attrezzate per la stagione sciistica, i parchi naturali, i borghi e le città d arte. Altro punto di forza sono senz altro il mare e la costa. La maggioranza delle località marine ha ottenutola Bandiera blu e la costa è estremamente varia con spiagge pulite e scogliere. Ma non dimentichiamo i prodotti di qualità e i vini doc dell entroterra. Oppure l artigianato, che esporta il Made in Italy ovunque nel mondo». Altrove gli operatori lamentano la scarsa collaborazione delle istituzioni. Anche nelle Marche il rapporto tra imprenditori e pubblico è difficile? «Le relazioni tra noi e la Regione sono ottime. Abbiamo una grande intesa con i nostri politici e funzionari regionali, e siamo pienamente soddisfatti. Anche per quanto riguarda gli aspetti legislativi c è sempre stata molta disponibilità per le nostre esigenze e non mancato l aiuto per risolvere problemi più o meno gravi. Un esempio è la delibera regionale del 2010 che ci ha permesso di ampliare i preingressi delle case mobili e dei bungalow; oppure la possibilità di effettuare un rimessaggio invernale da parte delle nostre strutture turistiche senza alcun titolo abitativo. L attuale legge regionale infine dà la possibilità di installare case mobili, in maniera permanente, anche da parte dei privati, rispettando naturalmente i parametri già esistenti, ossia un totale massimo del 60% della capacità ricettiva delle stesse sommate con le case mobili collocate dai gestori. Anche in ambito Provinciale i nostri rapporti con le Istituzioni sono ottimi». n 16

17 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO PASVENS: ASCIUGA E LAVA SULL ONDA DELL AFFIDABILITÀ SERVIZI PERSONALIZZATI E MACCHINARI ALL AVANGUARDIA PER I CAMPING LE MACCHINE PASVENS HANNO UN PERFETTO RAPPORTO QUALITÀ E RISPARMIO IN QUANTO LA BREVITÀ DEI TEMPI DI LAVAGGIO È NON SOLO UN RISPARMIO DI TEMPO MA SOPRATTUTTO UN RISPARMIO SUI CONSUMI ENERGETICI ED IDRICI. Tra i servizi a disposizione dei turisti dell open air quello della lavanderia è da considerare senz altro strategico. Quale signora, magari con bambini al seguito, non è in grado di apprezzare un servizio efficiente, affidabile, capace di far risparmiare tempo e fatica e soprattutto capace di garantire una qualità di lavaggio persino superiore a quella casalinga? E quante signore avranno voluto cambiare campeggio perché poco soddisfatte delle prestazioni della lavanderia? Anche in questo settore dunque è importante evitare l improvvisazione e affidarsi a chi può offrire macchinari e assistenza adeguate. Come Pasvens srl, azienda specializzata nella commercializzazione e distribuzione di lavatrici ed essiccatori industriali sia self service che con operatore, la quale ha sede in provincia di Bologna e a Milano ma che opera su tutto il territorio nazionale, dove importa in esclusiva macchine prodotte da tre multinazionali leader nel settore americano e orientale. Pasvens è nata nel 1988 con la prima lavanderia Lava & Lava situata nella zona universitaria di Bologna. Successivamente, con l apertura di lavanderie in franchising, il marchio Lava & Lava è diventato sinonimo di cura e attenzione per la propria clientela, conta oggi oltre mille clienti ed è proprietario di macchine con un personale tecnico, amministrativo e commerciale che fa dell affidabilità e della cortesia i suoi punti di forza. Con l esperienza acquisita il servizio di lavaggio e asciugatura industriale si è sviluppato orientandosi verso le grandi comunità: dai camping agli hotel, alle caserme, ai centri di cura, adottando strategie di commercializzazione specifiche per ogni settore: dal comodato alla vendita. Il noleggio e il comodato ad esempio sono formule che permettono di aumentare la redditività e al tempo stesso diminuire l impatto finanziario delle attrezzature necessarie allo svolgimento dell attività stessa; senza contare il vantaggio rappresentato, in caso di strutture stagionali, di non dover avere macchinari inutilizzati e sottoposti al rischio di guasto al momento della rimessa in funzione. Per il settore del campeggio in particolare la ditta Pasvens è stata da diverso tempo il fornitore consigliato dalla FAITA FederCamping ed è tutt ora impegnato a soddisfare le esigenze non solo dei proprietari dei campeggi, ma anche degli stessi campeggiatori che utilizzano le macchine, attraverso formule commerciali personalizzate, attrezzature di alta qualità e un servizio puntuale ed efficiente. Il funzionamento infine avviene sia con gettoni, che con l introduzione di monete o carte prepagate. 17

18

19 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO I prodotti Pasvens sono attrezzature professionali in continua evoluzione, poiché è costante la ricerca per progettare e realizzare macchine di uso versatile, semplice e intuitivo mettendo a frutto la pluridecennale esperienza. La presenza del display permette di visualizzare il termine di ogni lavaggio mentre le capacità di carico arrivano fino a 140 chilogrammi, ciò nonostante possono effettuare anche un lavaggio o un asciugatura a mezzo carico. Le macchine Pasvens, seguendo i criteri di uso consigliati dall azienda, assicurano anche un perfetto rapporto qualità- risparmio in quanto permettono tempi di lavaggio ridotti con benefici sui consumi energetici ed idrici; Un aspetto questo che va incontro sia alle problematiche gestionali della struttura ricettiva sia alla sensibilità ambientale sempre più diffusa tra gli appassionati dell open air Per quanto riguarda le garanzie l azienda Pasvens ha dotato tutte le sue macchine di un sistema di sicurezza secondo le normative CEE mentre tutte le lavatrici, gli essiccatori e i relativi componenti sono coperti da una garanzia di cinque anni, a riprova della loro grande affidabilità, robustezza ed efficienza. Pasvens infine istaura con i suoi clienti un rapporto di feedback nella gestione delle macchine mettendo a disposizione un team qualificato di professionisti che assicura una assistenza tecnica efficiente e puntuale che prevede l intervento entro le 8 ore dalla chiamata, sabato e domenica compresi, il collaudo e la sostituzione periodica delle macchine, che in tal modo saranno sempre nuove e all avanguardia. Non per niente il motto della Parvens è: Diamo il meglio per avere il meglio, assumendo come proprio obiettivo aziendale comprendere e soddisfare il cliente, offrendo qualità, affidabilità delle attrezzature e del servizio, professionalità e la puntualità nell assistenza, trasparenza e la serietà commerciale. n L ESTATE 2012 SI APRIRÀ CON 131 BANDIERE BLU La stagione balneare 2012 si aprirà con 131 bandiere Blu, pari a circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale, assegnate ad altrettanti Comuni rivieraschi italiani, 46 dei quali del Sud. Un risultato importante, come sottolinea la Federazione italiana imprese balneari (Fiba- Confesercenti) che premia gli sforzi compiuti dalle amministrazioni e dagli imprenditori per migliorare la qualità della vita dei residenti e dei turisti. L augurio è che in futuro anche altri Comuni, già fortemente impegnati sul fronte della tutela ambientale, possano arrivare ai risultati di quelli premiati, perché la Bandiera Blu è un attrattore potente per i turisti stranieri e nazionali, ma anche uno strumento per rilanciare il brand Italia. I Comuni Bandiera Blu sono risultati eccellenti per le acque di balneazione, per la funzionalità degli impianti di depurazione, per lo smaltimento dei rifiuti, con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; l eccellenza riguarda, poi, la valorizzazione delle aree naturalistiche, la cura dell arredo urbano e delle spiagge, le attività di educazione ambientale e le iniziative di sostenibilità ambientale. A tutte queste caratteristiche si è aggiunta quest anno, grazie alla partnership con Enel Sole, anche una valutazione del risparmio energetico che le Amministrazioni hanno saputo mettere in atto. 19

20 CAMPING MANAGEMENT :PRIMO PIANO CHEF DOVUNQUE CON ANTONIO RANALDO di Filippo Gentile LA MIGLIORE GASTRONOMIA ITALIANA RACCHIUSA IN UNA SCATOLA Mangiare italiano piace, soprattutto da quando milioni di turisti in visita nella nostra bella penisola hanno cominciato a scoprire il buon cibo nostrano e la impareggiabile gastronomia. All estero sono fioriti ovunque ristoranti e trattorie italiane, anche se non tutte gestite da nostri connazionali, e con essi è cresciuta la voglia di cucinare italiano anche a casa propria. Purtroppo però non sempre riuscire nella impresa risulta agevole: bisogna trovare la materia prima, originale e non improbabili imitazioni, lavorarla in modo appropriato e infine valorizzare ciascun ingrediente secondo ricette tradizionali. Ma da qualche anno per fortuna c è Chef dovunque, impareggiabile, quanto semplice, idea di Antonio Ranaldo, un manager campano poco più che cinquantenne che ha messo letteralmente in scatola una serie di piatti della nostra tradizione. Tra l altro è nata anche una collaborazione con la Regione Lazio che ha apposto il proprio logo sulle confezioni. In pratica cos è Chef dovunque? E una scatola con dentro tutto l occorrente per cucinare un gustoso primo piatto italiano: una confezione di spaghetti, il sugo, gli altri eventuali condimenti e perfino una bottiglia per il giusto abbinamento di vino. Il tutto rigorosamente biologico. Chef dovunque si rivolge a quanti all estero desiderano cucinare e gustare un piatto di pasta: il meglio della tradizione gastronomica italiana, a tutti i turisti che vogliono portare con sé un pezzo d Italia, a chi non sa cu- 20

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015 Anche nei campeggi Toscani il vento delle ripresa del turismo: il ritorno di italiani e stranieri così l'evoluzione della domanda di turismo all'aria aperta nel 2015 secondo gli operatori toscani www.osservatorioturismoariaaperta.it

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 Chi siamo? Nuova Planetario Viaggi spa, è un azienda autonoma, che opera nel settore del turismo, ma è anche

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2005: 2 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

Turismo verde questo sconosciuto. Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca

Turismo verde questo sconosciuto. Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca Turismo verde questo sconosciuto Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-2011 Università degli studi Milano-Bicocca Turismo verde?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Dettagli

VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri -

VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri - VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri - Gli affitti turistici, si sa, sono entrati in una crisi profonda: non serve essere in prima linea sul mare o nel centro della

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 4 bollettino mensile Aprile 2009 Maggio 2009 A cura di Storia

Dettagli

L estate 2007 nelle isole del golfo Indagine di valutazione dei flussi turistici (Nota Metodologica)

L estate 2007 nelle isole del golfo Indagine di valutazione dei flussi turistici (Nota Metodologica) L estate 2007 nelle isole del golfo Indagine di valutazione dei flussi turistici (Nota Metodologica) (novembre 2007) (codice prodotto OSPN04-R02-D02) Osservatorio Del Turismo della Regione Campania Via

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

Guida MICHELIN Italia 2014

Guida MICHELIN Italia 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 5 novembre 2013 Guida MICHELIN Italia 2014 Contatto stampa 02 3395 3609 Guida MICHELIN Italia 2014: boom di novità e di stelle La nuova edizione della guida MICHELIN Italia raccoglie

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Agosto 2010 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze dei residenti in... 4 Nota metodologica... 13 Periodo

Dettagli

CUSTOMER CARE TURISTI

CUSTOMER CARE TURISTI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con CUSTOMER CARE TURISTI RAPPORTO ANNUALE Marzo 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Versione: 1.0

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

PERIODO DI RIFERIMENTO: GENNAIO 2011 OTTOBRE 2014

PERIODO DI RIFERIMENTO: GENNAIO 2011 OTTOBRE 2014 MONITORAGGIO E ANALISI DELLA REPUTAZIONE ONLINE DEI COMUNI DI BARGA, BORGO A MOZZANO, CAPANNORI, FORTE DEI MARMI, LUCCA, PIETRASANTA E VIAREGGIO E DELLE AREE DELLA GARFAGNANA, LUCCHESIA, MEDIAVALLE E VERSILIA.

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

Pasqua 2013: Londra preferita dagli italiani che volano in Europa, Sharm el Sheikh principale meta per chi cerca sole e il caldo

Pasqua 2013: Londra preferita dagli italiani che volano in Europa, Sharm el Sheikh principale meta per chi cerca sole e il caldo COMUNICATO STAMPA OSSERVATORIO VOLAGRATIS Pasqua 2013: Londra preferita dagli italiani che volano in Europa, Sharm el Sheikh principale meta per chi cerca sole e il caldo La capitale del Regno Unito è

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE love your holidays Le Vacanze sono momenti importanti della nostra vita, ricordi, emozioni, esperienze amicizie.. Scegli chi può far vivere le tue emozioni CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Zeppelin, Girolibero e Girolibero Incoming

Zeppelin, Girolibero e Girolibero Incoming Zeppelin, Girolibero e Girolibero Incoming Potenzialità dei viaggi in bicicletta nell esperienza del tour operator vicentino leader del settore in Italia. Relatore: Antonio Fasolato Zeppelin.it, viaggiare

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE

Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE Indagine sulle famiglie italiane con under 18 1427 interviste 992 famiglie Indagine sulle famiglie vacanziere Indagine sui ragazzi in vacanza da soli 250 bambini/ragazzi

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA REGIONE BASILICATA UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - OSSERVATORIO ECONOMICO REGIONALE IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA STAGIONE ESTIVA 2006 IN BASILICATA OTTOBRE 2006 UNA STAGIONE ESTIVA ALL INSEGNA

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione LE DIMENSIONI ED I COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Febbraio 2011 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

ESTRATTO PIANO MARKETING

ESTRATTO PIANO MARKETING OBIETTIVI GENERALI ESTRATTO PIANO MARKETING QUANTITATIVI 1. Aumentare significativamente il numero degli arrivi nella provincia di Torino; 2. Allungare la permanenza di turisti in provincia (presenze);

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 di 3

COMUNICATO STAMPA. 1 di 3 1 di 3 COMUNICATO STAMPA Estate 2014, indagine Confesercenti-Swg: dopo la crisi, per un italiano su due sarà un estate di stagnazione. Torna a crescere (+6%) il numero di vacanzieri: saranno oltre 27 milioni

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO EUROPEO luglio 2004 a cura di SOMMARIO

Dettagli

LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary

LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary LA MIA IDEA GIUSTA Executive Summary - Tutti i campi sotto riportati sono obbligatori - INFORMAZIONI GENERALI: (Titolo del Progetto, dati del Capo Progetto; segnalare se impresa già esistente oppure ancora

Dettagli

Descrizione del progetto imprenditoriale

Descrizione del progetto imprenditoriale Descrizione del progetto imprenditoriale L idea imprenditoriale riguarda un albergo diffuso, che valorizzi un antico patrimonio storico, attualmente inutilizzato, costituito dagli antiche pajari, situati

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Bravofly è leader in Europa per la ricerca e acquisto dei voli e ha un progetto ambizioso: diventare il punto di riferimento europeo per il turismo e il

Dettagli

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO

I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I PROGETTI INTERREGIONALI IN AMBITO TURISTICO I Progetti interregionali dell Assessorato al Turismo Nell ottica di valorizzazione e di una maggiore fruibilità di siti e beni a carattere storicoartistico,

Dettagli

Progetto interregionale cicloturismo

Progetto interregionale cicloturismo Progetto interregionale cicloturismo 1 Indice 1 Premessa...2 2 Titolo del progetto...3 3 Obiettivi...3 4 Descrizione generale...3 5 Azioni previste...4 6 Dettaglio fasi...5 Fase preliminare...5 Fase di

Dettagli

DOSSIER La soddisfazione dei clienti sui servizi degli stabilimenti balneari

DOSSIER La soddisfazione dei clienti sui servizi degli stabilimenti balneari DOSSIER La soddisfazione dei clienti sui servizi degli stabilimenti balneari Il presente studio intende fornire uno strumento di valutazione sulla soddisfazione dei clienti degli stabilimenti balneari

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

Rimini Bike Hotels 2013. A Rimini un nuovo Club di Prodotto per la vacanza attiva

Rimini Bike Hotels 2013. A Rimini un nuovo Club di Prodotto per la vacanza attiva Rimini Bike Hotels 2013 A Rimini un nuovo Club di Prodotto per la vacanza attiva aprile 2012 LO SCENARIO DI RIFERIMENTO Oggi il turismo e le motivazioni che lo alimentano sono profondamente cambiate Ci

Dettagli

Digital Marketing Area

Digital Marketing Area Digital Marketing Area Digital Strategy Web Communication Search Engine Optimization Online Advertising Social Media Marketing Web Copywriting Analytics and Web Reputation Ci hanno scelto: elogic s.r.l.

Dettagli

Perdita di Competitività ITALIA

Perdita di Competitività ITALIA Perdita di Competitività ITALIA Totale assenza di qualsiasi riflessione sistematica sull innovazione di questo settore; Una eccessiva frammentazione della macchina gestionale che rende le poche risorse

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business.

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. La nostra storia. Ciao Pizza nasce nel 1996 dall idea di tre giovani imprenditori di creare un realtà stabile nel settore della piccola ristorazione. Non c

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici:

Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Barometro Ipsos / Europ Assistance Intenzioni e preoccupazioni degli europei per le vacanze estive Sintesi Ipsos per il Gruppo Europ Assistance Giugno 2015 Contatti Ipsos per gli Affari Pubblici: Fabienne

Dettagli

Mercoledì 3 giugno 2015

Mercoledì 3 giugno 2015 Comunicato stampa 15 Barometro Vacanze Ipsos / Europ Assistance Crisi alle spalle? Il 60% degli Europei (+6 punti rispetto al 2014) dichiara che andrà in vacanza quest estate. Italiani su di 8 punti percentuali

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA Marzia Baracchino Responsabile Settore promozione Turistica PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO miglioramento

Dettagli

RETE FERROVIARIA ITALIANA. UGO NESPOLO Direzione artistica. GIANNI GIOVINE Direzione operativa

RETE FERROVIARIA ITALIANA. UGO NESPOLO Direzione artistica. GIANNI GIOVINE Direzione operativa Un progetto per la valorizzazione della sosta in stazione, ovvero aggiungere qualità per promuovere il territorio, migliorare la brand equity, fidelizzare i viaggiatori. RETE FERROVIARIA ITALIANA UGO NESPOLO

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI

PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI Il progetto Le Associazioni Albergatori di Rimini e Riccione insieme alla Provincia di Rimini, hanno progettato il nuovo

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Terza indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2008 a cura della

Dettagli

L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza

L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza dalla giornata del 9 aprile L Italia non è solo il Bel Paese, ma è anche il Buon Paese : siamo dei buongustai, ci piace la buona cucina e la buona

Dettagli

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013 Il Gruppo Bravofly Rumbo Aprile 2013 Chi siamo Il Gruppo Bravofly Rumbo è uno dei principali operatori online nel settore del turismo e del tempo libero in Europa. In costante crescita dal 2004, anno della

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Seconda indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2007 a cura

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly è leader in Europa nel settore dei viaggi, del turismo e del tempo libero. Il primo sito, Volagratis.it, nasce nel maggio del 2004 dall

Dettagli

2 milioni di utenti in Italia. Facebook e i social network: Le reti sociali come strumenti virali. Più di 1,2 milioni di fan in Facebook.

2 milioni di utenti in Italia. Facebook e i social network: Le reti sociali come strumenti virali. Più di 1,2 milioni di fan in Facebook. X 1 LETSBONUS OGGI Il portale leader nell'acquisto collettivo. 2 milioni di utenti in Italia Ogni giorno diverse proposte di: Wellness, bellezza, gastronomia, spettacoli, attività, viaggi, fine settimana

Dettagli

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo beta Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo [pag. 2] Perché scegliere VisitItaly [pag. 3] Il pacchetto promozionale VisitItaly [pag. 5] Newsletter [pag.

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007 I Numeri dell Osservatorio Economico Statistico Regionale -TURISMO n. 2/2008 Periodico dell Unioncamere Molise Poste Italiane SpA spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2007

Dettagli

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014 IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B Settembre 2014 INDICE 1- Il mercato turistico: ieri ed oggi 2- Il comportamento del turista 3- Le opportunità 4- Gli strumenti

Dettagli

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto!

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Solidità e passione Il gruppo Frigerio Viaggi Facciamo muovere il mondo Frigerio Ugo e C.

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 1-2 bollettino mensile Gennaio Febbraio 2009 Marzo 2009 A cura

Dettagli

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati

COME FARE SISTEMA. Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati COME FARE SISTEMA Casi di successo, benchmark e best practices nel fare sistema e realizzare pacchetti turistici integrati IL TURISMO ALCUNI DATI I viaggi contribuiscono per il 10% al prodotto interno

Dettagli

Turismo 2013 La Spezia e tendenze

Turismo 2013 La Spezia e tendenze Turismo 2013 La Spezia e tendenze La presente nota riporta dati e brevi riflessioni sul turismo oggi nella nostra provincia. Dopo un 2012 segnato dalle ricadute negative del periodo post alluvioni, il

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda.

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. Per non perdere nulla della straordinaria offerta che questa terra ricca e generosa è in grado di proporre e rendere indimenticabile e ancora

Dettagli