WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE"

Transcript

1 WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2012

2 HIGHLIGHTS Ansaldo STS in breve Ansaldo STS è una società, quotata alla Borsa di Milano, che opera nel mercato delle forniture di prodotti e soluzioni per l'efficienza e la sicurezza del trasporto ferroviario e metropolitano su rotaia in qualità di progettista e fornitore di sistemi di gestione del traffico, di segnalamento e dei servizi connessi. Agisce come general contractor, integratore di sistemi e fornitore chiavi in mano di grandi progetti in tutto il mondo. INDICE 2 LETTERA DEL PRESIDENTE E DELL AMMINISTRATORE DELEGATO 4 IDENTITÀ 7 PROFILO DI ANSALDO STS 8 SOSTENIBILITÀ E STAKEHOLDER 22 GOVERNANCE E ORGANIZZAZIONE 31 SOSTENIBILITÀ ECONOMICA 47 IL MODELLO DI BUSINESS 48 ANDAMENTO DELLA GESTIONE E PRINCIPALI RISULTATI 52 VALORE ECONOMICO DIRETTAMENTE GENERATO E DISTRIBUITO 55 IL GOVERNO DELL'INNOVAZIONE 56 Highlights 2012 (Importi IAS compliant in M ) Ordini , ,7 Portafoglio Ordini , ,8 Ricavi , ,9 SOSTENIBILITÀ SOCIALE 63 RISORSE UMANE 64 INVESTITORI 92 CLIENTI E MERCATO 102 SUPPLY CHAIN 114 COLLETTIVITÀ 122 SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE, SALUTE E SICUREZZA 135 POLITICA AMBIENTALE 136 IMPEGNO NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI 142 LA POLITICA DI SALUTE E SICUREZZA 162 EBIT ,1 116,1 ROS ,4% 9,6% Utile Netto ,7 73,1 NOTA METODOLOGICA 168 GRI CONTENT INDEX 170 ATTESTAZIONE DI CONFORMITÀ 176 Capitale Circolante Netto 2012 (48,1) 2011 (89,0) Posizione Finanziaria Netta (creditoria) 2012 (302,0) 2011 (289,7) 1

3 XXXXX XXXXXXXXXXXXXXX Indice LETTERA DEL PRESIDENTE E DELL AMMINISTRATORE DELEGATO 4 IDENTITÀ 7 Profilo di Ansaldo STS 8 Mission 10 Core Values 11 La storia di Ansaldo STS - Le principali tappe 12 Segmenti di businesss 14 La presenza nel mondo 16 I principali progetti 20 Sostenibilità e Stakeholder 22 Sostenibilità dello sviluppo 22 Gli Stakeholder di Ansaldo STS 23 Internal Sustainability Committeee 24 Analisi della materialità 25 Adesione al Global Compact 26 Best practice per la sostenibilità 29 Governance e Organizzazione 31 Corporate Governancee 31 Organi e strumenti di governo 31 Sistema di controllo interno e di gestione dei rischi 38 Assetto organizzativo 41 SOSTENIBILITÀ ECONOMICA 47 Il modello di Business s 48 Caratteristiche del mercato e posizionamento di Ansaldo STS 49 La strategia di Ansaldo STS 50 I vantaggi competitivi delle Business Unit 51 Andamento della gestione e principali risultati 52 Valore economico direttamente generato e distribuito 55 Il Governo dell innovazione 56 I principali prodotti ideati e in fase di sviluppo 57 Il contributo della ricerca nell anno Investimenti in innovazione e proprietà intellettuale 60 Il Premio Innovazione di Finmeccanica 60 SOSTENIBILITÀ SOCIALE 63 Risorse Umane 64 Politica di gestione delle risorse umane 65 Consistenza e composizione 65 Reclutamento e selezione 70 Formazione e sviluppo 71 Internazionalizzazione e multiculturalità 74 Remunerazione e sistemi di incentivazione 76 People Care 79 Iniziative a favore dei dipendenti 79 Relazioni industriali 85 Comunicazione interna 87 Clima aziendale 89 Gestione del contenzioso 90 Impegni presi e impegni per il futuro 90 Investitori 92 Soci e azionisti 93 Composizione del capitale sociale e dividendi 93 Attività di Investor Relations 94 Trasparenza e correttezza delle informazioni 95 Andamento del titolo e rating degli analisti 95 La percezione dei mercati fi nanziari 96 Relazioni con Istituti bancari 100 Impegni presi e impegni per il futuro 101 Clienti e Mercato 102 Le gare d appalto 103 Etica nel business s 104 L innovazione di prodotto: sicurezza e rispetto per l ambiente 105 Customer Satisfaction 107 Attività di comunicazione 110 Gestione responsabile del contenzioso 110 Impegni presi e impegni per il futuro 111 Supply Chain 114 Costi e tipologie di acquisti 115 Politica di sostenibilità della Supply Chain 116 Selezione e qualifi ca dei fornitori 117 Gestione responsabile del contenzioso 120 Impegni presi e impegni per il futuro 121 Collettività 122 Il modello di gestione delle relazioni istituzionali 123 Progetti di ricerca con Istituzioni pubbliche nazionali e comunitarie 124 Partecipazione ad associazioni di categoria 129 Partnership con Università: la formazione tecnologica e manageriale 129 Relazioni con i media 130 Relazioni con le comunità 131 Impegni presi e impegno per il futuro 133 SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE SALUTE E SICUREZZA 135 Politica ambientale 136 Sistemi di gestione, certifi cazioni e registrazioni 137 Il sistema di Gestione Integrato 138 La formazione in tema ambientale 140 Impegno nella lotta ai cambiamenti climatici 142 Le performance e ambientali 148 Consumi energetici 151 Consumi di materie prime 154 Emissioni in atmosfera 154 Gestione delle risorse idriche 155 Produzione e gestione dei rifi uti 156 Non conformità e verifi che ambientali 158 Costi e investimenti per ambiente, salute e sicurezza 160 Impegni presi e impegni per il futuro 161 La politica di salute e sicurezza 162 L attuazione della normativa 163 La formazione 163 La performancee in salute e sicurezza 164 Impegni presi e impegni per il futuro 166 NOTA METODOLOGICA 168 GRI CONTENT INDEX 170 RELAZIONE DELLA SOCIETÀ DI REVISIONE

4 Lettera del Presidente e dell Amministratore Delegato Lettera del Presidente e dell Amministratore Delegato Al quarto compleanno dell attività di reporting di Ansaldo STS sulla sostenibilità, pensiamo che la cultura della crescita sostenibile si sia sviluppata sempre più, all interno della nostra realtà aziendale e nelle sue diverse sedi, non per la casualità di operare in un settore già fortemente orientato da queste tematiche, ma più come scelta strategica determinata e consapevole dell importanza che può avere nelle relazioni con tutti i nostri Stakeholder. Ci occupiamo di sostenibilità perché operiamo in un settore che favorisce l impiego di mezzi a basso impatto ambientale e perché convinti che comportamenti atti a integrare la sostenibilità nel business evidenziano migliori risultati nel tempo, se non altro nella loro attendibilità e durata. Ansaldo STS valorizza questi comportamenti perché la sostenibilità è intrinseca alla nostra missione, ossia allo sviluppo dei sistemi di trasporto ferroviario e metropolitano attraverso prodotti e soluzioni sempre più evoluti, sicuri e rispettosi dell ambiente che, garantendo sicurezza ed efficienza degli impianti, contribuiscono a migliorare la vita quotidiana di coloro che direttamente o indirettamente vi entrano in contatto. Per quanto sopra siamo sempre a chiederci cosa si possa fare di più e meglio per cogliere le nuove opportunità e contribuire a garantire il mantenimento degli equilibri tra le diverse esigenze dei nostri Stakeholder. Il 2012 è stato un altro anno complesso per lo scenario internazionale e il perdurare della situazione di crisi finanziaria, specialmente europea, ha acuito la crescente competizione tra le organizzazioni che operano anche nel nostro settore, sebbene sia confermata la crescita, a livello globale, stimata a circa il 3% su base annua per i prossimi 3 anni. È proprio in anni come questi che misuriamo la nostra capacità di sviluppare e mantenere le posizioni di vantaggio sul mercato e di raggiungere i nostri obiettivi nel lungo periodo. Il settore in cui operiamo, ma ancor di più le nostre referenze e tecnologie, ci consentono la ricerca di quel miglioramento continuo cui vogliamo tendere nelle nostre scelte quotidiane e strategiche. Consideriamo l anno appena chiuso molto soddisfacente: nel raggiungimento dei nostri obiettivi economico finanziari, nella realizzazione e consegna delle nostre opere, dei progetti e nell innovazione dei prodotti. Siamo orgogliosi dei nostri successi, talvolta meno evidenti al mercato finanziario, ma fondamentali per tutti i nostri Stakeholder: la consegna e messa in servizio, dopo solo circa 36 mesi, della linea metropolitana automatica per l università delle donne di Riyadh; la consegna della metro di Genova e dell impianto di segnalamento CBTC di Chengdu in Cina; e agli inizi del 2013, la messa in servizio di metropolitane automatiche quali Milano linea 5 e Brescia. A questi risultati si aggiungono poi quelli dati dagli sviluppi tecnologici delle nostre idee e ricerche, apprezzati dai clienti, come motore per affrontare le nuove sfide del mercato in termini di efficienza e sicurezza, per investire sulle nostre future e nuove posizioni di leadership, come il sistema Satellitare (contratto in Australia) o il Tramwave (accordo con i fornitori cinesi e partecipazione a nuove gare). Notiamo con piacere quanto tutto il management di Ansaldo STS stia facendo in termini di consapevolezza e sensibilizzazione interna nei confronti della sostenibilità, sviluppando ancor più la cultura aziendale e gettando le basi per un approccio più sistematico alla crescita sostenibile. Per questo Ansaldo STS si è dotata del Comitato per la Sostenibilità, al quale partecipano i responsabili di ogni funzione chiave, con lo scopo di definire la strategia e verificarne i risultati. La consapevolezza condivisa in quest ambito favorisce lo sviluppo di idee ed azioni, ma ancor più consente di raccogliere positivamente gli stimoli esterni, come quelli dati dalla partecipazione attiva all UN Global Compact e al Global Compact Network Italia; oltre che mantenere gli impegni assunti in termini di attenta rendicontazione ed interpretazione delle nostre prestazioni, ridefinendo, se necessario, i nostri obiettivi attraverso il Bilancio di sostenibilità e il Carbon Disclosure Project. È il mercato che lo chiede: sono i clienti che sempre di più, anche nell ambito degli stessi bandi di gara, ci chiedono evidenza dell attenzione che poniamo nell esercitare le nostre attività in modo responsabile, per garantire la crescente o per lo meno costante qualità delle nostre soluzioni e prodotti. Per questo dobbiamo prestare sempre più attenzione alle prestazioni dei nostri fornitori e alla motivazione dei dipendenti, nel rispetto di performance economiche integrate con quelle etiche, sociali e ambientali. Il Bilancio di Sostenibilità di quest anno riprende questa visione e ci spinge a riflettere sui progressi realmente effettuati, fornendo l opportunità di poter comunicare agli Stakeholder la corretta percezione della nostra strategia in merito ai comportamenti sostenibili, a dimostrazione dell affidabilità delle nostre scelte e strategie, oltre che dell evidenza della nostra passione per quello che facciamo. Il Bilancio di sostenibilità del 2012 si concentra quindi nell evidenziare al meglio le iniziative e le buone pratiche che le persone della nostra azienda sono dedite a realizzare, sempre più in un ottica di gestione integrata di tutti gli aspetti sopra citati. Possiamo definirle semplicemente buone pratiche, ma in realtà sono l innovazione del nostro approccio sostenibile : lo sviluppo di nuove tecnologie, soluzioni e processi industriali, di governance, oltre che di gestione delle risorse e dei rapporti con gli Stakeholder esterni. Ricordiamo pertanto nuove iniziative come quella dei Future Leaders, come processo di selezione e sviluppo del personale, a livello internazionale e su base di candidatura volontaria; oppure lo sviluppo di sistemi di customer satisfaction per il servizio reso all utenza finale di importanti linee da noi realizzate; o ancora la sensibilizzazione dei nostri fornitori nella gestione della catena di fornitura, in risposta a specifici requisiti di sostenibilità; o, in ultimo, la continua attenzione nella raccolta dei feedback del mercato finanziario per indirizzare al meglio la comunicazione e trasparenza del management. La crescita del business è il risultato della gestione integrata di tutti gli aspetti che con lo stesso interagiscono, e quelli citati sono solo esempi che dimostrano la nostra convinzione circa l importanza della sostenibilità nel modello di business di Ansaldo STS: fortemente influenzato dalla gestione delle risorse immateriali (c.d. intangibile assets) intese come insieme delle conoscenze intellettuali e dei valori, del patrimonio umano, relazionale e organizzativo; elementi che fanno di una organizzazione e delle sue strategie una realtà destinata a durare e costruire valore nel tempo. Sappiamo quindi che non c è sviluppo senza ricchezza, ma è anche chiaro che la possibilità di garantire la creazione di ricchezza non ha basi solo economiche, ma passa attraverso la sana ambizione di un management che ha una corretta lettura del presente e un adeguata visione del futuro, che tende a quell equilibrio tra obiettivi economico-finanziari e qualità di vita di chi giornalmente si rapporta con noi e delle nostre famiglie. Sergio De Luca CEO Ansaldo STS S.p.A. Alessandro Pansa Presidente Ansaldo STS S.p.A. 4 5

5 XXXXX XXXXXXXXXXXXXXX Identità Profi lo di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder Governance e organizzazione 6 7

6 Identità Profilo di Ansaldo STS Profi lo di Ansaldo STS Ansaldo STS opera nel segmento dei Sistemi di Trasporto Ferroviari sia ad Alta Velocità sia Convenzionali e nel segmento dei Sistemi Urbani di Trasporto su rotaia (metro automatiche, tradizionali e sistemi tranviari) ed è specializzato: nella progettazione, produzione, realizzazione, gestione e manutenzione di sistemi, sottosistemi e componenti di Segnalamento Ferroviario e Metropolitano; nella progettazione, realizzazione, installazione, integrazione, manutenzione e gestione di Sistemi di Trasporto Ferroviari e Urbani di cui il Segnalamento costituisce parte essenziale. ANSALDO STS: OPERATIVITÀ DELLE UNITÀ DI BUSINESS SIGNALLING E TRANSPORTATION SOLUTIONS E I DIFFERENTI SOTTOSISTEMI E SERVIZI CHE COMPONGONO UNA SOLUZIONE DI TRASPORTO. Ansaldo STS progetta e realizza soluzioni di trasporto integrate, ossia studia, disegna e pianifi ca le modalità per integrare tra loro le attività di progettazione e realizzazione delle opere tecnologiche che compongono il Sistema, defi nisce e realizza quindi la complessa integrazione funzionale ed operativa tra armamento, segnalamento, alimentazione, telecomunicazioni e veicoli (siano essi treni ferroviari, metropolitani o tranviari), nonché altre opere tecnologiche che, nell insieme, rappresentano, il Sistema di Trasporto Integrato. Le attività di Ansaldo STS sono strutturate attraverso due Unità di Business, Signalling e Transportation Solutions e un Unità che sviluppa soluzioni standard globali - Standard Platforms & Products. Secondo le richieste del committente e del tipo di commessa, Ansaldo STS può operare nel segmento dei Sistemi di Trasporto Ferroviari e Urbani sia fornendo soluzioni chiavi in mano e quindi come General Contractor (gestendo altresì le attività civili per la realizzazione dell opera), sia fornendo Sistemi di Trasporto Integrati con propri prodotti di Segnalamento, sia in via autonoma fornendo solo la parte tecnologica e quindi i prodotti di Segnalamento o le competenze ingegneristiche del sistemista/integratore tecnologico oppure, in maniera parziale, altri sottosistemi. Inoltre, Ansaldo STS fornisce - attraverso l Unità Signalling - anche componenti e servizi di manutenzione sia unitamente al sistema di segnalamento e supervisione sia disgiuntamente tra loro, e - attraverso l Unità Transportation Solutions - servizi di esercizio e manutenzione per i Sistemi di trasporto Urbani. La posizione di leader di Ansaldo STS nel segmento dei Sistemi di Trasporto Ferroviari e Urbani su rotaia si è mantenuta e sviluppata focalizzando la propria attività su due aspetti fondamentali: l abilità nel progettare soluzioni e sistemi innovativi capaci di garantire ai propri clienti la massima attenzione e rispetto in termini di standard di sicurezza richiesti, effi cienza e interoperabilità dei sistemi; la presenza multi-local e l elevato contenuto tecnologico per consentire la realizzazione di progetti con alto grado di complessità. L Unità di Business Transportation Solutions può operare come General Contractor singolarmente o come partner di un Consorzio L Unità di Business Transportation Solutions fornisce il piano di lavoro completo per le infrastrutture necessarie alle linee ad Alta Velocità L Unità di Business Transportation Solutions fornisce la gestione e i servizi di manutenzione delle linee Infrastructure Vehicles General Contractor Technological Integrator Signalling Operation and Maintenance Other Subsystems Il ruolo di Ansaldo STS può anche essere solo di integratore per la parte tecnologica (attraverso l Unità di Business Transportation Solutions) e fornitore di equipaggiamenti per il segnalamento (attraverso l Unità di Business Signalling) L Unità di Business Transportation Solutions offre altri sottosistemi (ad esempio Elettrificazione, Telecomunicazioni) sia acquistati da terze parti sia progettati nell ambito di soluzioni ingegneristiche Nell ambito della realizzazione di ogni progetto Ansaldo STS tiene conto del contesto sociale, economico, logistico, architettonico, ambientale e infrastrutturale nel quale opera riuscendo a pianifi care, progettare e costruire Sistemi di Segnalamento e di Trasporto Ferroviario e Metropolitano che forniscano la migliore combinazione possibile di sicurezza, effi cienza e ritorno sugli investimenti. Ansaldo STS è un azienda alla quale Governi, Municipalità e privati possono rivolgersi per realizzare qualsiasi opera riguardante il trasporto su rotaia; una realtà che conta circa persone in tutto il mondo dedicate alla realizzazione e all accrescimento della sicurezza del patrimonio ferroviario. 8 9

7 Identità Profilo di Ansaldo STS Mission Integriamo esperienza, risorse umane, finanziarie e tecnologiche per fornire soluzioni innovative nella progettazione e realizzazione di apparecchiature e sistemi dedicati al segnalamento e all automazione di reti metropolitane e linee ferroviarie, sia convenzionali sia ad alta velocità. Il nostro obiettivo è triplice: Core Values Ansaldo STS, per raggiungere i propri obiettivi di crescita e mantenimento della leadership nel proprio settore di riferimento, fonda la propria operatività aziendale su una solida base etica costituita da valori e principi imprescindibili; tutte le persone, all interno della propria organizzazione mondiale, sono tenute a condividere tale cultura e lo stesso impegno morale nel perseguirla, abbracciando con convinzione i principi e valori dell azienda. I valori in cui Ansaldo STS crede e a cui ispira il proprio business sono i seguenti: costruire prodotti sempre più evoluti ed affidabili, favorendo lo sviluppo del sistema di trasporto più rispettoso dell ambiente oggi disponibile; creare valore per ogni Stakeholder, rispondendo in modo efficiente a una domanda di mobilità in continua crescita; divenire leader globali del settore, promuovendo la cultura della qualità, della sicurezza e della responsabilità. Orientamento al Cliente - Ansaldo STS esiste grazie ai propri clienti, nella misura in cui la società è in grado di comprendere e soddisfare le loro esigenze e aspettative aiutandoli a risolvere le relative problematiche. Innovazione ed eccellenza - rappresentano il centro dell attività di Ansaldo STS, il costante orientamento al lavoro fi nalizzato alla fornitura ai clienti di prodotti innovativi ed eccellenti, che incorporano la base del vantaggio competitivo della società sul mercato. Persone - la soddisfazione dei clienti e lo sviluppo di nuovi prodotti non possono prescindere dalle capacità di professionisti dedicati. Per questa ragione, Ansaldo STS è una società fondata sulle persone. Tutte le persone all interno dell organizzazione della società si adoperano per fare di Ansaldo STS un posto in cui si è orgogliosi di lavorare, dove poter imparare, conseguire e celebrare il successo. Spirito di squadra - nessuno degli obiettivi operativi può essere raggiunto dai singoli individui; i professionisti della società sono capaci e desiderosi di lavorare insieme ai colleghi all interno di un unica organizzazione integrata. Integrità - affi nché le persone possano lavorare insieme in modo effi cace devono nutrire fi ducia reciproca, il che è possibile solo se tutti lavorano e si comportano con trasparenza, lealtà, onestà e correttezza. Allo stesso modo, anche i clienti devono avere la certezza assoluta che l integrità rappresenta un valore fondamentale per Ansaldo STS, i cui rifl essi si manifestano nella realizzazione di prodotti caratterizzata dalla massima cura e attenzione agli aspetti riguardanti la sicurezza. Metropolitana di Napoli Linea 1 - Stazione Toledo 10 11

8 Identità Profilo di Ansaldo STS La storia di Ansaldo STS - Le principali tappe 1853: viene fondata a Genova la Gio. Ansaldo e C. In quel periodo Ansaldo è già un nome di eccellenza nell industria Genovese. La sede principale oggi di Ansaldo STS è all interno dello storico immobile appartenuto alla vecchia Gio. Ansaldo e C. 1880: Ansaldo e C. nasce come industria per la costruzione e la manutenzione degli equipaggiamenti ferroviari. Al termine del secolo l azienda iniziò a costruire imbarcazioni. L industria si estendeva dal porto di Genova verso Sampierdarena e Sestri Ponente e impiegava più di dipendenti. 1881: George Westinghouse crea la Union Switch and Signal Company (US&S) unendo insieme la Union Electric Signal Company e la Interlocking Switch & Signal Company. 1902: Fernand Cumont crea la CSE, Compagnie des Signaux pour Chemins de Fer, con il contributo fi nanziario del Gruppo Empain. 1903: US&S sviluppa il primo circuito di binario a corrente alternata con relè a disco per il rilevamento dei treni su linee con trazione elettrica in corrente continua. 1904: Ferdinando Maria Perrone compra Ansaldo. In pochi anni l industria arriva a possedere 10 siti produttivi che includono il settore di processamento del ferro e dell acciaio, fonderie ed equipaggiamenti militari impiegando circa dipendenti solo a Genova. 1912: CSE diventa una società indipendente focalizzando l attività sulla fornitura dell'equipaggiamento ferroviario per la Metro di Parigi. 1918: Ansaldo raggiunge il record di dipendenti. 1920: CSE amplia le proprie attività nel settore manifatturiero dei cavi e delle illuminazioni. Il brand viene sostituito in quello di Compagnie de Signaux et d Entreprises Electriques, CSE. 1923: US&S introduce il primo sistema di controllo induttivo dei treni capace di gestire il movimento dei mezzi ferroviari. 1924: US&S sviluppa il primo sistema di frenatura agente sulle ruote comandato a distanza, per parchi di smistamento a rampa di lancio e gravità, per regolare la velocità dei carri. 1926: US&S inventa il primo rigeneratore di rame ossidato, il primo dispositivo che converte corrente alternata in continua. 1934: US&S introduce i circuiti codifi cati per circuiti di lunga traccia e le cabine di segnalamento bi-direzionale senza l utilizzo di cavi. 1935: a causa dei danni causati dalla crisi fi nanziaria del 1929 e dalla Guerra Mondiale, Ansaldo e C. deve essere salvata con il supporto della Banca d Italia che ristruttura completamente l azienda. Il periodo di crisi termina con la creazione dell IRI, (Istituto per la Ricostruzione Industriale) che prende il controllo di Ansaldo riportando la situazione fi nanziaria in equilibrio e riposizionando l azienda in posizioni tecnologicamente avanzate. 1948: l IRI cede il controllo di Ansaldo a Finmeccanica. 1949: US&S apre i suoi uffi ci anche in Canada. 1966: Finmeccanica ristruttura completamente Ansaldo. 1967: CSE sviluppa il primo relay-interlocking geografi co in Francia. 1969: CSE incorpora il settore segnalamento di ASTER, un operazione che consente la completa ottimizzazione delle attività nel settore segnalamento. CSE sviluppa track circuits senza connessione. 1970: US&S costruisce il primo sistema di controllo digitale digital classifi cation yard control system in Atchison, Topeka & Santa Fe Railway s Argentine Yard a Kansas City, Kansas. 1980: Finmeccanica e Ansaldo creano Ansaldo Trasporti (ATR). ATR si esprime come un azienda /prime contractor nei sistemi integrati e verrà quotata nel 1986 alla Borsa di Milano. 1981: CSE introduce la prima linea ferroviaria ad Alta Velocità (TAV) europea (Parigi-Lione). Il sistema di segnalamento per l Alta Velocità TVM viene implementato lungo tutta la rete francese. 1984: US&S sviluppa una tecnologia innovativa, MicroLok, che riduce il fabbisogno di relé da 400 a 1, e installa il primo vital microprocessor-based Interlocking sul Conrail s Esplen Interlocking a Pittsburgh, Pennsylvania. 1987: US&S sviluppa il primo display video realizzato per evidenziare cambiamenti all interno della rete d infrastruttura ferroviaria. 1988: Ansaldo Trasporti acquisisce il 100% del capitale di Union Switch & Signal (US&S), oggi Ansaldo STS USA, sede principale in Pittsburgh, Pennsylvania, USA : Ansaldo Trasporti aquisisce il 49% del capitale di CSE Transport, prima conosciuta come Compagnie de Signaux pour Chemins de Fer, sede principale a Parigi. 1990: Ansaldo Trasporti entra nel mercato del Nord acquisendo la divisione trasporti di Standard Radio & Telephon (SRT). La nuova società viene chiamata Ansaldo Trasporti Signal System AB (ATSS ). 1993: Ansaldo Trasporti quota US&S al NASDAQ. 1994: CSE apre il Channel Tunnel Rail Link e fornisce del sistema di segnalamento TVM 430 tutti i treni Eurostar che collegano Parigi con Londra. 1995: US&S acquisisce Ventura Projects, una promettente azienda attiva nel segnalamento australiano fondata nel 1981 a Brisbane, Australia. Ansaldo Trasporti entra poi direttamente nel mercato Asia Pacifi c. Dal 1997, US&S Australia diventa sede principale regionale di Ansaldo. 1996: Ansaldo Trasporti crea Ansaldo Signal NV, società olandese con sede ad Amsterdam. Ansaldo Signal acquisisce il rimanente 51% di CSE. Tutte le attività di Ansaldo, Union Switch & Signal e CSE vengono concentrate in Ansaldo Signal e l azienda viene quotata nel NASDA Q. 1997: il progetto ferroviario Biggest Heavy Haul rail project Australia viene consegnato, completato, fornito e messo in servizio con successo per Rio Tinto. 1999: è stato messo in servizio il sistema ACC (IXL totalmente statico) in una delle stazioni più grandi in Europa, Roma Termini. 2000: Ansaldo Signal esce dal NASDAQ. 2001: Ansaldo Trasporti cede l unità Systems Integration ad Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari, una nuova società creata nel Ansaldo Trasporti esce dalla Borsa e integrata in Finmeccanica. Finmeccanica ora possiede il 100% sia di Ansaldo Signal che di Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari. 2002: Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari lancia il primo sistema di guida automatica mondiale CENELEC utilizzato a Copenhagen, Danimarca. 2003: l 11 ottobre viene messa in servizio la prima linea passeggeri cinese. 2004: CSE sviluppa la prima linea ad Alta Velocità nella Corea del Sud, con equipaggiamento TVM, lo stesso utilizzato in Francia. 2005: US&S introduce l Optimizing Traffi c Planner sviluppato per massimizzare la capacity e per incrementare la velocità ferroviaria. 2006: Finmeccanica cede l intero capitale di Ansaldo Signal e Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari ad Ansaldo STS. Finmeccanica offre il 60% del capitale per mezzo di una OPA (Offerta Pubblica d Acquisto). Ansaldo STS inizia la sua quotazione il 29 marzo nel segmento STAR a Milano. Viene messa in servizio la Torino / Novara, prima applicazione ERTMS L2 (European Rail Traffi c Management System - Livello 2) di ASTS. 2007: Ansaldo STS sviluppa il primo sistema Vital Positive Train Control per il sistema ferroviario dell Alaska. 2008: il primo maggio viene messa in servizio, fornita e consegnata la prima linea ERTMS in India (Chennai- Gummudipundi). 2009: acquisito il più grande progetto di segnalamento: Libia, realizzazione della prima rete ferroviaria locale. 2010: acquisiti importanti contratti per il segnalamento in Libia, Russia e Kazakhstan. Per l Unità di Business Trasporti dopo Genova e Napoli l anno si è chiuso con l acquisizione del contratto a Copenhagen per la realizzazione del Cityringen. 2011: Ansaldo STS sbarca alle Hawaii siglando un contratto importantissimo per realizzare la parte tecnologica e fornire i veicoli della nuova linea metropolitana driverless della Città di Honolulu. Il contratto, il cui valore complessivo ammonta a milioni di dollari (al netto delle tasse locali), prevede la progettazione, la costruzione, l esercizio e la manutenzione della nuova linea per la città di Honolulu, lunga circa 32 chilometri e con 21 stazioni. Per la parte segnalamento il 2011 si è con concluso con l acquisizione di un importante contratto per l alta velocità in Francia che conferma ancora una volta la leadership nel settore. L anno 2011 è stato caratterizzato anche dagli effetti della sospensione delle attività legate ai contratti acquisiti in Libia. 2012: In Australia, la soluzione di segnalamento proposta da Ansaldo STS rappresenta una innovazione tecnologica di rilevanza mondiale: si tratta infatti di smistamento centralizzato e di protezione automatica del treno (ATP) con il rilevamento della posizione via satellite. 13

9 Identità Profilo di Ansaldo STS Segmenti di business ALTA VELOCITÀ I Sistemi di Segnalamento di Ansaldo STS sono installati su oltre il 50% di tutte le linee ad Alta Velocità del mondo (escluso il Giappone). L azienda è inoltre leader indiscussa in ERTMS (European Rail Traffi c Management System), il sistema europeo di gestione del traffico ferroviario di livello 2, attualmente il sistema di segnalamento più avanzato per l Alta Velocità. Ansaldo STS ha inaugurato l era del trasporto ferroviario ad Alta Velocità mettendo in servizio e completando nel 1981 il primissimo sistema di segnalamento TVM (controllo automatico dei treni) per la prima linea TGV Parigi-Lione. In Italia, Ansaldo STS, nell ambito del Consorzio Saturno, ha assunto la piena responsabilità per la linea Torino- Novara. L azienda è stata inoltre protagonista di un altra tappa storica, attivando la prima linea ad Alta Velocità Roma-Napoli basata su un sistema di segnalamento ERTMS di livello 2. I principali successi di Ansaldo STS nell ambito di questo segmento di business sono stati: la prima tratta della nuova Linea ad Alta Velocità est-europea Parigi-Strasburgo, che rappresenta il collegamento tra le due reti ferroviarie più importanti a livello europeo: quella francese e quella tedesca. Ansaldo STS ha fornito un doppio sistema di segnalamento che coniuga il nuovo livello 2 dell ERTMS con il TVM 430, implementato lungo l intera rete ad Alta Velocità francese e già affermatosi come sistema di successo; il collegamento CTRL (Channel Tunnel Rail Link); grazie al sistema di segnalamento TVM 430 fornito da Ansaldo STS, Parigi e Londra non sono mai state cosi vicine (poco più di due ore di viaggio dalla Gare du Nord alla stazione di St. Pancras); la vincita della prima gara per una linea ad Alta Velocità in Germania, per la tratta Saarbrucken-Mannheim. Oltre la Germania, Ansaldo STS ha già messo in servizio, fornito, consegnato e completato linee ad Alta Velocità nei seguenti Paesi: Francia, Italia, Regno Unito, Spagna, Belgio, Olanda, Cina e Corea del Sud. LINEE CONVENZIONALI E MERCI Ansaldo STS fornisce servizi completi e specializzati per grandi reti ferroviarie in India, Francia, Italia e Stati Uniti. Fornisce inoltre sistemi per le nuove linee in costruzione nei paesi in rapido sviluppo, come Cina e Australia. In Europa, l azienda ha un ruolo di primo piano nel programma di passaggio all ERTMS, il nuovo sistema europeo di gestione del traffico ferroviario, che porterà all interoperabilità delle diverse reti nazionali. Negli Stati Uniti e in Australia i sistemi avanzati di pianificazione e controllo forniti dall azienda danno soluzioni end-to-end cruciali per soddisfare le esigenze del settore merci, estrattivo e del trasporto pesante. Le soluzioni offerte da Ansaldo STS consentono di raggiungere nuovi livelli di affidabilità e efficienza. I sistemi avanzati di pianificazione e controllo forniscono una migliore velocità media dei treni. Per le linee ferroviarie regionali con obblighi di servizio meno intensi, Ansaldo STS offre soluzioni modulari che riducono i costi di capitale attraverso la ripetibilità ingegneristica e accrescono il livello di interoperabilità. I diversi sistemi di segnalamento sviluppati, messi in servizio e consegnati da Ansaldo STS hanno nel tempo determinato gli standard ferroviari di riferimento. Tra questi: SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno), il sistema di segnalamento italiano interamente basato su tecnologia ERTMS; Heavy Haul & Mining, soluzioni personalizzate come quelle per Rio Tinto in Australia, con treni lunghi 2,4 km e pesanti tonnellate; più di recente, VPTC (Vital Positive Train Control), attuato in Alaska e USA, che diventerà il primo sistema di controllo vitale sui treni implementato lungo un intero settore ferroviario. METROPOLITANE E TRANVIE Da oltre un secolo, Ansaldo STS, con le sue aziende operanti a livello mondiale, fornisce soluzioni leader nel segmento dei Sistemi di Trasporto Urbani. Oggi, i suoi sofi sticati sistemi per le metropolitane basati sulla tecnologia di segnalamento tradizionale sviluppano una nuova generazione di sistemi avanzati, al passo con le nuove esigenze dei trasporti. Metropolitane senza conducente - ATC (Driverless Automatic Train Control) Dopo il primo sistema di controllo dei treni completamente driverless certificato per i rigidi standard di sicurezza Cenelec (Comite europeen de normalisation en electronique et en electrotechnique) europei per la metropolitana di Copenhagen nel 2002, la tecnologia ATC driverless è stata scelta dalle metropolitane di Roma, Milano, Salonicco, Brescia e Riyadh Università delle donne, per garantire la sicurezza e l efficienza del transito frequente dei passeggeri. La tecnologia ATC driverless di Ansaldo STS aggiunge funzionalità completamente driverless alle tecnologie ATS (Automatic Train Supervision), ATO (Automatic Train Operation) e ATP (Automatic Train Protection). Communications Based Train Control (CBTC) Che si tratti di una metropolitana a un unica linea o di un sistema ferroviario a livello continentale, i sistemi CBTC completamente integrati garantiscono comunicazioni radio bidirezionali ad alta velocità senza soluzione di continuità tra il binario e il veicolo. È del 2009 l acquisizione del contratto della metro driverless Circular Line di Taipei dove è previsto un blocco mobile con tecnologia CBTC. Metropolitana Convenzionale Oltre alle più moderne tecnologie driverless, Ansaldo STS dispone anche di soluzioni convenzionali, dove l esercizio e supportato da sistemi di sicurezza (ATP) e di ausilio alla guida (ATO) allo scopo di ottenere le migliori prestazioni. Ferrovia Metropolitana Le soluzioni di Ansaldo STS per ferrovie urbane basate su circuiti di binario sono personalizzate per soddisfare i requisiti operativi. I sistemi completi per il posto centrale, veicoli e lungo i binari possono essere di tipo stand alone oppure integrati con i sistemi esistenti. Decenni di esperienza garantiscono il successo dei progetti. COMPUTER-BASED INTERLOCKING SISTEMI DI SMISTAMENTO COMPUTERIZZATI Ansaldo STS offre in esclusiva la linea più completa di sistemi di Interlocking computerizzato per rotaie e transito. ACC (Apparato Centrale a Calcolatore), SEI e MicroLok rappresentano la soluzione perfetta per tutte le tipologie di reti, dall Alta Velocità alle linee principali, dal traffico merci alle metropolitane. La loro integrazione con i sistemi CTC (Centralized Traffi c Control) e ATP (Automatic Train Protection) è stata testata anche in applicazioni ad Alta Velocità. ACC è un sistema modulare di smistamento adatto per applicazioni ferroviarie e metropolitane, capace di gestire impianti molto complessi senza la necessità di integrare diversi Interlocking e senza rallentamenti di esecuzione. ACC realizza operazioni di diagnosi automatica, assistenza operatore e funzioni di registrazione dati al fine di massimizzare l efficienza sia degli operatori segnalatori sia del personale di manutenzione. Un dettagliato sistema di monitoraggio permette l identificazione di malfunzionamenti sull impianto. SEI è un altro Interlocking, molto apprezzato dalle ferrovie francesi (SNCF), adeguato a stazioni più piccole e specializzato per essere applicato in specifici contesti, quali la Francia ed alcuni paesi del Nord Africa. MicroLok II è la garanzia di sicurezza di Ansaldo STS. È un altra piattaforma per Interlocking, adeguata in contesti ambientali molto difficili e molto apprezzata per le sue caratteristiche di configurabilità ed adattabilità un sistema di monitoraggio e controllo in sicurezza delle apparecchiature di segnalamento ferroviarie e metropolitane lungo i binari. La sua ricca gamma di funzionalità comprende controllo di funzionalità vital, rilevamento dei treni, integrità delle rotaie, gestione circuiti di binario codificati e altre ancora. Tra i numerosi sistemi di Interlocking in dotazione in tutto il mondo, uno dei più avanzati è quello della Stazione Termini di Roma. Roma Termini è il cardine del sistema ferroviario italiano ed è responsabile per la gestione della complessità e della capacità di una rete di migliaia di chilometri con un sistema di smistamento in grado di controllare senza rischi il traffico di quasi tutta Italia da una sola stanza di controllo. Al momento, i sistemi di Interlocking computerizzato di Ansaldo STS sono in uso in tutto il mondo, anche per le reti ad Alta Velocità più complesse (Francia, Italia, Spagna, Regno Unito, Belgio, Cina e Corea del Sud), per le linee principali (Stati Uniti, Italia, Francia, Svezia, India, Cina, Bangladesh, Botswana, Malaysia e Australia, solo per citarne alcune), oltre che per le linee metropolitane. PIANIFICAZIONE, SUPERVISIONE E CONTROLLO DEL TRAFFICO Il primo sistema CAD (Computer-Aided Dispatching, supervisione e controllo assistiti da computer) del settore fu sviluppato nel 1966 da Union Switch & Signal (oggi Ansaldo STS USA) presso la Union Railroad Company di Duquesne, negli Stati Uniti, inaugurando una nuova era nel controllo dei treni e nella gestione dei binari. Oggi Ansaldo STS continua a produrre nuovi sistemi intelligenti all avanguardia, studiati per favorire le massime prestazioni. Che si tratti di linee principali, di Alta Velocità o di transito di massa, Ansaldo STS offre le soluzioni tecnologiche tra le più avanzate per i centri di supervisione e controllo del traffi co di tutto il mondo. La lunga esperienza pionieristica comprende progetti in tutti i continenti. Una menzione speciale la merita Optimizing Traffi c Planner (OTP) 2, un motore di pianifi cazione avanzata che risolve i complessi problemi di logistica determinati da condizioni operative in continua trasformazione, al fi ne di massimizzare la capacità e di incrementare la velocità. Gli agenti di calcolo rispondono in tempo reale ai dati CAD e sul campo aggiornati, generando nuovi piani di movimento in base alle condizioni attuali e a tutte le norme e restrizioni operative. APPARECCHIATURE E COMPONENTI Ansaldo STS produce apparecchiature innovative e affi dabili, quali circuiti di binario, casse di manovra, segnali, sensori per la trasmissione dati terra (treno Eurobalise, rele, rilevatori boccole calde, apparecchiature per passaggi a livelli, registratori eventi, il sistema di Interlocking Microlock famoso in tutto il mondo, apparecchiature per il controllo di integrità treno, ecc.). OPERATION & MAINTENANCE Ansaldo STS fornisce ai clienti un servizio di assistenza e di esercizio 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e di manutenzione completa per garantire la disponibilità del pieno servizio. Questo dimostra l impegno delle società per assicurare ai clienti la massimizzazione del ritorno sugli investimenti

10 Identità Profilo di Ansaldo STS 2011 La presenza nel mondo Ansaldo STS, il cui quartier generale si trova a Genova, opera mediante quattro società operative di riferimento: l italiana Ansaldo STS S.p.A. con siti a Genova, Napoli, Piossasco (TO) e Tito Scalo (PZ); l americana Ansaldo STS USA, con siti a Pittsburgh (Pennsylvania) ed a Batesburg (Carolina del Sud); la francese Ansaldo STS France, con siti a Parigi e Riom; l australiana Ansaldo STS Australia con sede a Brisbane e a Perth. Ansaldo STS possiede, inoltre, società operative minori in Germania, Svezia, Finlandia, Irlanda, Regno Unito, Spagna, Cina, India, Malesia, Sud Africa, Botswana e Brasile nonché numerose stabili organizzazioni e collaborazioni con altri paesi quali Corea, Brasile e Turchia.. LEGAL ENTITY Organico 2012 ASTS ITALIA* ASTS FRANCE** 622 ASTS USA 769 ASTS APAC ASTS CHINA 65 Totale * Inclusi i dipendenti di ASTS Germania. ** Inclusi i dipendenti di ASTS UK, ASTS Svezia. AREE GEOGRAFICHE (K ) Ricavi 2012 Ordini 2012 Italia Resto d Europa Nord America Asia Pacifi co Resto del mondo Totale BACKLOG al 31 dicembre 2012 (K ) Sede centrale (Genova) Sedi regionali / Uffi ci Paesi nei quali vi sono progetti in corso 16 17

11 Identità Profilo di Ansaldo STS Europa Centrale, Orientale e Medio Oriente DOVE SIAMO ATTIVITÀ SVOLTE SOCIETÀ Italia, Napoli Italia, Genova Italia, Piossasco (TO) Risorse Umane, RAMS, Amministrazione, Finanza & Controllo, Project Management, Ingegneria, Gestione Cantieri, Logistica, Marketing e vendite, Ricerca e sviluppo, Uffi cio legale, HSE Risorse Umane, RAMS, Amministrazione, Finanza & Controllo, Project Management, Ingegneria, Logistica, Qualità, Sviluppo di prodotto, Ricerca, Vendite, Uffi cio legale, Customer Service Ingegneria, Prodotto, Sviluppo, Qualità, Gestione Cantieri, Logistica, Project Management, HSE Ansaldo STS S.p.A. Ansaldo STS S.p.A. Sede legale Ansaldo STS S.p.A. Italia, Tito Scalo (PZ) Produzione, Supporto Locale, Testing, Industrializzazione Ansaldo STS S.p.A. Italia, Roma Uffi cio di rappresentanza e commerciale Ansaldo STS S.p.A. Danimarca, Copenhagen Copenhagen Metro: Manutenzione Ansaldo STS S.p.A. Grecia, Salonicco Project Management, Ingegneria Ansaldo STS S.p.A. Repubblica Ceca, Praga Sistemi di Segnalamento Ansaldo STS S.p.A. Americhe DOVE SIAMO ATTIVITÀ SVOLTE SOCIETÀ USA, Pittsburgh Risorse Umane, RAMS (Reliability, Availability, Maintainability & Safety), Ansaldo STS USA Inc. Amministrazione, Finanza & Controllo, Project Management, Ingegneria, Costruzione, Logistica, Marketing e vendite, Ricerca e sviluppo, Ufficio legale USA, Batesburg Manifattura; Service Shop; Ingegneria, Logistica; Qualità; Ansaldo STS USA Inc. Amministrazione USA, New Jersey Ingegneria, Vendite Ansaldo STS USA Inc. Canada, Kingston, Servizi di vendita Ansaldo STS Canada Inc. USA, Norristown Yard Planning Engineering (RMStar acquisition) Ansaldo STS USA Inc. USA, Chicago Marketing e vendite per l area; Servizi di ingegneria Ansaldo STS USA Inc. USA, Jacksonville Marketing e vendite per l area; Servizi di ingegneria Ansaldo STS USA Inc. Brasile, Rio de Janeiro* Ingegneria, Vendita, Manutenzione, Assistenza post-vendita Ansaldo STS Sistemas De Tansporte e Sinalizacao Limitada Venezuela, Caracas Ingegneria Ecosen c.a. USA, Kansas City Marketing e vendite per l area; Servizi di ingegneria Ansaldo STS USA Inc. (*) Società chiusa con delibera del Consiglio di Amministrazione del e divenuta effettiva a decorrere dal Romania, Bucarest Sistemi di Segnalamento Ansaldo STS S.p.A. Germania Sistemi di Segnalamento Ansaldo STS Deutschland GmbH Finlandia* Marketing e vendite Ansaldo STS Finland OY Turchia, Ankara Sistemi di segnalamento, Ingegneria Ansaldo STS S.p.A. Grecia, Atene Sistemi di Segnalamento Ansaldo STS S.p.A. (*) In liquidazione con delibera del Consiglio di Amministrazione del Europa Occidentale e Africa DOVE SIAMO ATTIVITÀ SVOLTE SOCIETÀ Francia, Les Ulis Francia, Riom Marketing e vendite, Project Management, Ingegneria, RD, Qualità, Rams, Risorse Umane, RAMS, Amministrazione, Finanza & Controllo, HSE Ingegneria, Test, Manifattura, Acquisti, Risorse Umane, RAMS, Amministrazione, Finanza & Controllo, Project Management Ansaldo STS France S.A. Ansaldo STS France S.A. Francia, Parigi Parigi Metro manutenzione Ansaldo STS France S.A. Portogallo, Lisbona Lisbona Metro manutenzione Ansaldo STS France S.A. Irlanda, Tralee Vendite, Manifattura, Ingegneria, Service Ansaldo STS Ireland Ltd. Spagna, Madrid Svezia Marketing e vendite, Project Management, Ingegneria, Madrid - Lérida manutenzione Marketing e vendite, Project Management, Ingegneria, support locale, R&D Ansaldo STS Espana S.A. Ansaldo STS Sweden AB Tunisia, Tunisi Sistemi di Segnalamento Ansaldo STS S.p.A. Botswana, Gaborone Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Ansaldo STS Southern Africa PTY Ltd. Asia Pacifi c DOVE SIAMO ATTIVITÀ SVOLTE SOCIETÀ Australia, Brisbane Australia, Perth Australia, Karratha Australia, Sydney Australia, Newcastle India, Bangalore India, Kolkata India, Delhi Malaysia, Kuala Lumpur Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, assemblaggio, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto, sviluppo di software Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Sviluppo di business, Project Management, ingegneria, testing, manutenzione e uffi ci di supporto Ansaldo STS Australia PTY Ltd. Ansaldo STS Australia PTY Ltd. Ansaldo STS Australia PTY Ltd. Ansaldo STS Australia PTY Ltd. Ansaldo STS Australia PTY Ltd. Analdo STS Transportation Systems India Private Ltd Analdo STS Transportation Systems India Private Ltd Analdo STS Transportation Systems India Private Ltd Ansaldo STS Malaysia SDN BHD Cina, Beijing Sistemi di Segnalamento Ansaldo Railway System trading (Beijing) Ltd Taiwan Design, Vendite, Produzione, Installazione, Manutenzione e Servizi Ansaldo STS spa Cina, Shangai Marketing, Vendita, Ingegneria Ansaldo STS USA Inc. Cina, Beijing Marketing e vendite, Project Management, ingegneria, integration Ansaldo STS Beijing Ltd. Cina, Hong Kong Project management, ingegneria Ansaldo STS Hong Kong, Ltd. Korea, Daejon Korea Project Management Ansaldo STS France S.A. South Africa, Johannesburg Ingegneria, Vendita Ansaldo STS South Africa PTY Ltd. UK, Londra Marketing e vendite, Project Management, Ingegneria, support locale Ansaldo STS UK Ltd

12 Identità Profilo di Ansaldo STS I principali progetti* Madrid-Lerida High-Speed Line France TGV Manchester Node & Metrolink Cambrian Line Channel Tunnel Sweden Ester ERMTS Lev. 2 O&M contracts Copenhagen M1 - M2/Cityringen driverless unattended metro Saarbrücken Mannheim ERTM Lev. 2 Italian High-Speed MI-BO & RM-NA, FI-BO, TO-MI Gaziabad Kampur Indian Railways Toronto - TCC Spadina and north extension WMATA Silver Spring PAAC North Shore Connector New York Metro Chambers Street NYCT - SEPTA PTC Omaha OTP China & Korea High-Speed Binhai, Daegu Busun Shitai Line Shenyang Line 1 Shangai Metro ERTMS Zhengxi Line Hangzhou Metro Line 1 TRAMWAVE agreement to China Honolulu Driverless Unattended Metro Turkey Begazkopru Ulukisla Yenice and Mersin Toprakkale Metro Ankara Taipei Circular Line Phase 1 Kuala Lumpur LRT North Ipoh ti Pedang Besar Honam HSI Line Riyad Metro Women's University GCC - Abu Dhabi Los Angeles Metro (Green Line) Electrification and Signalling Banlieu sud Tunis Libya Ras Ajdir Sirti Al-Hisha Sadha & Sirti-Bengazi line (*) Principali progetti realizzati negli ultimi anni. 20 Jacksonville CTC CPTM CAB Metros Rome, Naples, Milan, Brescia, Genoa Conventional & Driverless unattended metro ACS Palermo Railways Rome Station C.B.I. SCMT / ACS Installations ACC Brescia HS Mi-Vr (Brescia-Treviglio) Thessaloniki Driverless unattended metro ETCS Lev. 1 - Terra ERGA OSE Clearways 3 Hamerslay Hope; Dows Segnalam. & Comun. - Rio Tinto Roy Hill Iron Ore Hancock Prospecting Roy Hill 1 21

13 Identità di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder Sostenibilità e Stakeholder La sostenibilità dello sviluppo di Ansaldo STS ha una duplice valenza: è strettamente legata al conseguimento della propria missione, ossia allo sviluppo di sistemi di trasporto ferroviari e metropolitani e alla realizzazione di prodotti e soluzioni sempre più evoluti, sicuri e rispettosi dell ambiente al fine di incentivarne l utilizzo; ha origine dalle modalità attraverso le quali l azienda consegue la propria missione: le strategie di Ansaldo STS tengono conto della dimensione economica, sociale e ambientale del proprio sviluppo. L adozione del modello di Corporate Governance, del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi e del Sistema di Gestione Integrato Ambiente Sicurezza e Qualità, si fonda su di un insieme di valori condivisi che guidano l azienda nel seguire un sentiero di crescita sostenibile, garantendo coerenza tra la cultura dell agire responsabile e le azioni dei singoli collaboratori. Missione e Valori Gli Stakeholder di Ansaldo STS La presenza di Ansaldo STS e delle società controllate, diffusa sui mercati nazionale ed internazionale, l operatività nei diversi contesti e la molteplicità dei propri interlocutori rendono di primaria importanza la gestione dei rapporti tra Ansaldo STS e gli Stakeholder, intendendosi per tali tutti i soggetti - individui, gruppi, aziende, istituzioni - pubblici o privati, italiani e stranieri che abbiano a qualsiasi titolo contatti con Ansaldo STS o abbiano comunque un interesse nelle attività che l azienda svolge. Conformità alle leggi, trasparenza e correttezza gestionale, fi ducia e cooperazione con gli Stakeholder sono i principi etici cui Ansaldo STS si ispira - e da cui deriva i propri modelli di condotta - al fi ne di competere effi cacemente e lealmente sul mercato, migliorare la soddisfazione dei propri clienti, accrescere il valore per gli azionisti e sviluppare le competenze e la crescita professionale delle proprie risorse umane. La componente sociale della sostenibilità di Ansaldo STS riguarda l attenzione che l azienda pone nel curare la qualità delle relazioni con i propri Stakeholder; ciò presuppone la defi nizione di politiche nei loro confronti e una gestione dell azienda tesa all ascolto delle aspettative per poter meglio soddisfare i loro bisogni. CLIENTI Leadership tecnologica in tema di sicurezza e ambiente Innovazione continua di prodotti e soluzioni Flessibilità nell offerta di soluzioni integrate comprensive di attività di O&M (Operation & Maintenance) Supporto fi nanziario Consegna on time e on budget Life cycle management e risk assessment Sistemi di gestione CORPORATE GOVERNANCE SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E GESTIONE DEI RISCHI SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO AMBIENTE, SICUREZZA E QUALITÀ Strategie ECONOMICHE AMBIENTALI DI SALUTE E SICUREZZA SOCIALI COLLABORATORI Rispetto e valorizzazione delle persone Formazione e crescita professionale Spinta all internazionalizzazione e multiculturalità Sviluppato welfare aziendale Attenzione alla salute e sicurezza Ascolto dei bisogni INVESTITORI Eccellenza nella governance Massimizzazione del valore dell azienda Sviluppo sostenibile Attenta valutazione e gestione dei rischi Trasparenza nelle comunicazioni Intensa attività di Investor Relations Partnership con le banche SOSTENIBILITÀ ECONOMICA = risposta strategica dell azienda ai macroscenari e alle tendenze del mercato dei trasporti attraverso un modello di business in grado di sviluppare capacità distintive e competenze necessarie ad accrescerne la competitività sui mercati - crescita del capitale umano e organizzativo. SOSTENIBILITÀ SOCIALE = attenzione alla qualità delle relazioni con i propri Stakeholder attraverso una gestione aziendale che tenga conto dei loro bisogni e delle loro aspettative - crescita del capitale relazionale. SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E SICUREZZA = riduzione degli impatti ambientali, diretti e indiretti, derivanti dalla propria attività e sviluppo di soluzioni di trasporto sempre più sicure e rispettose dell ambiente. FORNITORI Criteri di selezione chiari, oggettivi e documentabili Relazioni improntate sulla partnership Controllo della Supply Chain COLLETTIVITÀ Programmi di ricerca con Istituzioni Pubbliche Partnership con Università Qualità e trasparenza della comunicazione con i media Sostegno ad attività umanitarie, sociali e culturali 22 23

14 Identità di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder Internal Sustainability Committee Ansaldo STS ha costituito nel 2011 l Internal Sustainability Committee composto dai responsabili delle principali funzioni aziendali da essi rappresentate all'interno del comitato stesso. La missione del Committee è quella di defi nire le linee strategiche dell azienda e la loro realizzazione in materia di sviluppo sostenibile e di promuovere iniziative di responsabilità sociale. L Internal Sustainability Committee risponde direttamente al Presidente e all Amministratore Delegato di Ansaldo STS e collabora e coordina le unità organizzative aziendali. Le responsabilità del Committee sono: la valutazione dei rischi sociali e ambientali che riguardano l operatività dell azienda e la valutazione delle relative performance; la defi nizione e monitoraggio del programma per la sostenibilità, costituito da obiettivi economici, sociali e ambientali; l implementazione dei codici di condotta e dei principi di comportamento rilevanti dal punto di vista sociale e ambientale defi niti internamente dalla Società (Codice Etico e procedure, politiche HSE) o relativa a standard internazionali (Global Reporting Initiative, Global Compact, Carbon Disclosure Project, etc.); la defi nizione e il coordinamento delle attività di ascolto, dialogo e coinvolgimento degli Stakeholder: condivisione dei risultati e delle azioni da intraprendere; la defi nizione e attuazione di un piano di comunicazione interna ed esterna sulla sostenibilità. STAFF FUNCTIONS BOARD OF DIRECTORS CHAIRMAN together with CEO INTERNAL SUSTAINABILITY COMMITTEE BUSINESS FUNCTIONS Nel 2012 l Internal Sustainability Committee si è riunito due volte: per effettuare l analisi della materialità ossia defi nire il livello di signifi catività, per l azienda e gli Stakeholder, delle tematiche che orientano lo sviluppo sostenibile di Ansaldo STS; per defi nire il progetto di rendicontazione 2012, risultati raggiunti e obiettivi generali: - migliorare il livello di compliance alle linee guida della Global Reporting Initiative; - confermare l adesione al Global Compact, migliorando la rendicontazione; - confermare la partecipazione al Carbon Disclosure Project; - migliorare la comunicazione interna ed esterna sul tema della sostenibilità; - partecipare al Gruppo di Lavoro sulla Supply Chain del Network Compact Global Italia. Analisi della materialità L Internal Sustainability Committee nell attività di approfondimento delle diverse tematiche che possono avere un impatto sulla sostenibilità dell azienda ha realizzato l analisi della loro materialità (ossia della loro rilevanza), prendendo in considerazione due dimensioni: 1. quanto tali tematiche infl uenzano la performance economica, sociale e ambientale di Ansaldo STS; 2. quanto l azienda percepisce che possano infl uire sulle decisioni degli Stakeholder o sull opinione che potrebbero avere dell azienda. Per la determinazione delle tematiche rilevanti per la sostenibilità il Committee ha preso in considerazione una combinazione di fattori interni ed esterni all organizzazione: Fattori interni: missione, valori, strategie, politiche e sistemi di gestione tesi a progettare e fornire soluzioni per il trasporto e il segnalamento ferroviario e metropolitano all avanguardia, sicure e rispettose dell ambiente; attività di risk assessment secondo la metodologia dell Enterprise Risk Management del Committe of Sponsoring Organizations of the Treadway Commission (COSO report); sistemi di gestione della qualità, dell ambiente e della salute e sicurezza; strategia dell azienda in tema di Climate Change; competenze distintive dell azienda particolarmente focalizzate nella ricerca di soluzioni che garantiscano la sicurezza nei trasporti e l eco-effi cienza. Fattori esterni: le indicazioni risultanti dalle guidelines GRI; le indicazioni del Global Compact; i rischi connessi ai cambiamenti climatici (Carbon Management System): gli interessi e le aspettative degli Stakeholder coinvolti nel successo dell organizzazione (attività di ascolto e dialogo con gli Stakeholder); le tematiche evidenziate dai criteri ESG oggetto di analisi da parte degli analisti finanziari; le iniziative in atto sulla sostenibilità relative al settore dei trasporti su rotaia. Il grafi co seguente illustra il risultato dell analisi. Analisi della materialità SIGNIFICATIVITÀ STAKEHOLDER 8,80 8,70 8,60 8,50 8,40 8,30 8,20 8,10 8,00 7,90 7,80 7,70 7,60 7,50 7,40 7,30 7,20 7,10 7,00 6,90 6,80 6,70 6,60 6,50 INNOVAZIONE BRAND DI PRODOTTO REPUTATION 7,64; 8,64 TRASPARENZA 7,69; 8,71 E LOTTA ALLA APPLICAZIONE CORRUZIONE CODICE ETICO CORPORATE GOVERNANCE GESTIONE 7,31; 8,50 7,55; 8,51 CUSTOMER DEI RISCHI SATISFACTION 7,43; 8,43 7,02; 8,29 7,07; 8,29 STAKEHOLDER ENGAGEMENT 7,05; 8,21 RISPETTO RISPETTO PER DIRITTI DIRITTI DEI GESTIONE L'AMBIENTE UMANI LAVORATORI DELLA QUALITÀ 7,64; 8,07 6,74; 8,00 7,26; 8,00 7,02; 7,93 CLIMATE STRATEGY 6,64; 7,14 RAPPORTI CON LE COMUNITÀ LOCALI ATTRAZIONE INVESTITORI ETICI 6,76; 7,07 6,86; 7,36 CONTROLLO DELLA SUPPLY CHAIN 6,98; 7,71 CLIMA INTERNO 7,21; 7,00 SVILUPPO DEL CAPITALE UMANO 7,33; 7,50 Significatività Stakeholder Alta Media Bassa RESPONSABILITÀ DI PRODOTTO 8,21; 8,50 SALUTE E SICUREZZA 8,55; 8,71 Area raffigurata Bassa Media Alta Significatività per ASTS 6,50 6,60 6,70 6,80 6,90 7,00 7,10 7,20 7,30 7,40 7,50 7,60 7,70 7,80 7,90 8,00 8,10 8,20 8,30 8,40 8,50 8,60 SIGNIFICATIVITÀ PER ANSALDO STS La scala di valutazione prevedeva i seguenti livelli di importanza: da 0 a 3 bassa, da 4 a 6 media, da 7 a 10 alta. In generale tutte le tematiche individuate sono state considerate importanti, sia come signifi catività per Ansaldo STS (media 7,3) sia come percezione di signifi catività per gli Stakeholder (media 8,0). Il grafi co riportato a lato rappresenta un ingrandimento della parte alta signifi catività delle dimensioni considerate. Le risposte dei componenti del Committee inoltre sono state piuttosto omogenee (la dimensione dei pallini ne rappresenta la varianza). Dall analisi effettuata sono emerse importanti considerazioni circa la rilevanza dei temi del suddetto Bilancio nonché le attività che dovrà svolgere l Internal Sustainability Committee data la sua funzione di promozione e indirizzo per Ansaldo STS in materia di sviluppo sostenibile

15 Identità di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder Principi del Global Compact DIRITTI UMANI Adesione al Global Compact Ansaldo STS ha aderito anche quest anno al Global Compact un iniziativa volontaria lanciata dall ONU nel 1999 per promuovere la cultura del rispetto dei diritti umani, del lavoro, dell ambiente e della lotta alla corruzione, declinata in 10 principi. Con la conferma dell adesione Ansaldo STS si impegna a far diventare il Global Compact e i suoi principi parte integrante della strategia, della cultura e delle operazioni quotidiane, rendendo noto il proprio impegno e pubblicando all interno del proprio Bilancio di sostenibilità una descrizione delle modalità con cui è applicato il Global Compact e i suoi 10 principi. 1. Promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell'ambito delle rispettive sfere di infl uenza 2. Assicurarsi di non essere, seppure indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani LAVORO 3. sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva 4. sostenere l'eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio 5. sostenere l'effettiva eliminazione del lavoro minorile 6. sostenere l'eliminazione di ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione TUTELA DELL AMBIENTE 7. un approccio preventivo nei confronti delle sfi de ambientali 8. intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale 9. incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l'ambiente LOTTA ALLA CORRUZIONE 10. contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l'estorsione e le tangenti In Ansaldo STS Codice Etico e attività di formazione Dichiarazione sul rispetto dei diritti umani Politica di gestione del personale Equità retributiva Clima aziendale e iniziative di miglioramento Internazionalizzazione e gestione della multiculturalità Politica sulla salute e sicurezza dei lavoratori Responsabilità di prodotto Sostenibilità della Supply Chain Codice Etico e attività di formazione Dichiarazione sulle politiche del lavoro Remunerazione e sistemi d incentivazione Equità retributiva People Care - Iniziative a favore dei dipendenti Politica di gestione del personale, di reclutamento e selezione Formazione e sviluppo Relazioni industriali Clima aziendale e iniziative di miglioramento Gestione del contenzioso Politica ambientale e sistema di gestione Certifi cazioni e registrazioni ottenute Formazione HSE Applicazione dell approccio prudenziale Carbon Management System (misurazione emissioni di Scopo I, II e III) Partecipazione al Carbon Disclosure Project Misurazione e controllo degli impatti ambientali (consumi energetici, emissioni in atmosfera, risorse idriche, rifiuti) Impegni di miglioramento delle performance Innovazione di prodotto per ridurre impatti ambientali diretti ed indiretti Progetti di ricerca nazionali e comunitari per sicurezza e riduzione degli impatti ambientali del trasporto ferroviario Codice Etico e attività di formazione Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001 Sistema procedurale applicato a tutte le società di Ansaldo STS DIRITTI UMANI 1 Ansaldo STS garantisce e promuove i diritti umani in ogni contesto in cui opera, creando pari opportunità per le proprie persone e un trattamento equo per tutti - indipendentemente da razza, nazionalità, opinioni politiche, fede religiosa, sesso, età, condizione di minoranza, diversa abilità, orientamento sessuale, condizioni personali o sociali - e rispettando sempre la dignità di ciascun individuo e dei lavoratori (Codice Etico). Nel corso del 2012 è stato completato il processo, iniziato già nel 2011, di implementazione del Codice Etico nelle società del Gruppo mediante formale adozione da parte dei relativi Consigli di Amministrazione o equivalenti organi dirigenti e la diffusione a tutto il personale con le medesime modalità utilizzate nella capogruppo Ansaldo STS. È stato altresì istituito presso ogni società del Gruppo un organismo di controllo del Codice Etico con lo scopo di promuove l implementazione dello stesso. È stato creato anche un canale informativo dedicato tramite il quale è possibile segnalare a un indirizzo di posta elettronica eventuali comportamenti non in linea con i principi etici espressi nel Codice Etico. Tali segnalazioni sono regolate da una procedura di Ansaldo STS emessa nel 2012 (vedi inoltre Formazione sul codice etico pag. 73). POLITICHE DEL LAVORO 2 Ansaldo STS offre pari opportunità di lavoro, garantendo un trattamento equo sulla base delle competenze e delle capacità individuali e assumendo le persone con regolare contratto di lavoro, principalmente a tempo indeterminato, in conformità alle leggi, ai contratti collettivi, agli accordi interni e alle normative vigenti. Nell evoluzione del rapporto di lavoro, la formazione costituisce una leva fondamentale per valorizzare le risorse umane e adeguarne le competenze ai contesti che il mercato propone, ampliando, in tal modo, le capacità e le conoscenze di ciascuno nel rispetto dei valori dell azienda, seguendo una politica basata sul riconoscimento dei meriti e delle pari opportunità. Il processo di internazionalizzazione di Ansaldo STS ha consolidato inoltre l interscambio tra le persone facendo comprendere il valore della multiculturalità. Ansaldo STS garantisce la libertà di associazione e si adopera affi nché le relazioni industriali avvengano in un quadro relazionale sereno e amichevole, in cui i lavoratori possano esprimere le opinioni, direttamente o tramite i delegati del personale, alla Direzione Risorse Umane. Lavoro minorile Il personale di Ansaldo STS è assunto con regolare contratto di lavoro, in conformità alle leggi, ai contratti collettivi, agli accordi interni e alle normative vigenti. In particolare, Ansaldo STS non consente e non tollera l instaurazione di rapporti di lavoro - anche per opera di collaboratori esterni, fornitori o partner commerciali - in violazione della normativa vigente in materia di lavoro minorile, femminile e di immigrazione. Lavoro forzato In Ansaldo STS il rischio di lavoro forzato è nullo. L azienda inoltre chiede anche ai suoi appaltatori e subappaltatori di garantire lo stesso atteggiamento irreprensibile per contribuire all abolizione di tali pratiche illecite. TUTELA DELL AMBIENTE 3 Ansaldo STS nell impegno verso lo "sviluppo sostenibile" ha posto la sua attenzione per: garantire la qualità della vita; garantire un accesso continuo alle risorse naturali; evitare danni permanenti all ambiente. Questo ha comportato l integrazione delle considerazioni ambientali nella formulazione e nell attuazione delle politiche aziendali e nella messa a punto dei processi produttivi. In base a questa consapevolezza Ansaldo ha adottato una Politica Ambientale e ha implemenato il relativo Sistema di Gestione definendo organizzazione, responsabilità, modalità operative e investimenti necessari. È impegnata così al raggiungimento dei seguenti obiettivi: garantire il rispetto delle prescrizioni legali applicabili ai propri processi, mediante la formalizzazione di procedure che facilitino la consapevolezza del quadro legislativo di riferimento; 1. Ansaldo STS agisce conformemente alla Dichiarazione universale dei diritti dell uomo delle Nazioni Unite (e relativi protocolli); alla Convenzione delle Nazioni Unite (Convenzione internazionale sui diritti civili e politici; Patto internazionale relativo ai diritti economici, sociali e culturali); alla Dichiarazione dell OIL sui diritti fondamentali nel lavoro del 1998 (in particolare le otto convenzioni fondamentali dell OIL); alle Linee guida dell OCSE destinate alle imprese multinazionali. 2. Cfr. capitolo: Le risorse umane. 3. Cfr. sezione: Sostenibilità ambientale, salute e sicurezza. Capitolo: Governo dell innovazione. Capitolo: Progetti di ricerca con istituzioni pubbliche nazionali e comunitarie

16 Identità di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder identifi care gli aspetti ambientali signifi cativi, per la riduzione ed il controllo dei relativi impatti sull ambiente; coinvolgere e sensibilizzare fornitori/subappaltatori nel rispetto delle tematiche di tipo ambientale; defi nire gli indicatori per il monitoraggio delle performance. Tutti gli enti aziendali hanno in carico la scrupolosa osservanza dei principi del Sistema di Gestione Ambientale, alla cui elaborazione ed aggiornamento collaborano attivamente. Ansaldo STS ha l'obiettivo di concludere la certifi cazione dei propri siti conformemente alla norma UNI EN ISO Il Sistema di gestione integrato L azienda ha implementato un Sistema di Gestione Integrato (IMS - Integrated Management System) Ambiente, Sicurezza e Qualità che integra tutti i processi Ansaldo STS consentendo all organizzazione di operare come una singola unità con obiettivi condivisi. Sono state stabilite, a livello centrale, politiche e procedure globali per assicurare la gestione controllata dei processi e delle attività relative alla qualità, alla sicurezza del lavoro e alla tutela dell ambiente. A partire da queste, ed in caso di specifi ci requisiti legislativi, ogni Legal Entity ha stabilito delle istruzioni locali al fi ne di assicurare il rispetto delle prescrizioni applicabili ai propri processi. Sviluppo e diffusione di tecnologie che rispettano l ambiente Ansaldo STS è costantemente impegnata a fornire ai propri clienti e utenti fi nali (passeggeri e merci) i migliori prodotti con la massima sicurezza, le migliori soluzioni di sistema, l utilizzo delle migliori metodologie e procedure di progettazione, i migliori metodi e processi di fabbricazione esistenti, il tutto in coerenza con l impegno di ridurre il consumo di energia nonché l impatto diretto ed indiretto sull'ambiente. Promuove inoltre la formazione tecnologica e manageriale attraverso partnership con Università in particolare sui temi dell Infomation Communication Technology e della sostenibilità, salute e sicurezza dei sistemi di trasporto. Partecipa attivamente a progetti di ricerca cofi nanziati da Istituzioni Pubbliche nazionali e comunitarie su temi del miglioramento della sicurezza, dell effi cienza energetica, dell impatto ambientale, della mobilità sostenibile e dell interoperatività dei sistemi di trasporto. LOTTA ALLA CORRUZIONE E AI REATI SOCIETARI 4 Ansaldo STS ha adottato, fi n dall avvio della propria attività nel 2006, il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. 231/2001, che include, tra gli altri, i reati di corruzione. Il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (di seguito anche Modello) è stato adottato nelle preesistenti società italiane del Gruppo (incorporate nella Capogruppo nel 2009) fi n dalla emanazione del D.Lgs. 231/2001. Sono in corso le attività di assessment fi nalizzate all aggiornamento del Modello in seguito alle modifi che apportate al D.Lgs. 231/2001 dalla Legge n. 190 del 6 novembre 2012 (nota anche come legge anticorruzione). In particolare la legge in oggetto disciplina la fattispecie del reato di corruzione tra privati, che assume rilevanza anche ai fi ni della responsabilità della società ai sensi del D.Lgs. 231/2001. I dipendenti di Ansaldo STS S.p.A. sono tenuti ad osservare il Modello di Organizzazione Gestione e Controllo e le procedure che specificano le modalità operative dei vari processi aziendali. Tra queste procedure se ne segnala una applicabile a tutte le società del Gruppo, che disciplina i contratti a supporto delle attività commerciali (quali consulenti e promotori commerciali) definendo regole per l instaurazione e la gestione di tali rapporti. Tale procedura è stata introdotta all inizio del 2011 adottando un programma di iniziative di Finmeccanica per il rafforzamento del sistema di controllo interno, con particolare riguardo ai reati di corruzione ed i reati societari. Tale programma di Finmeccanica è proseguito nel 2012, e con riguardo alla citata procedura relativa ai contratti a supporto delle attività commerciali, sono state dettagliate alcune modalità applicative. Inoltre sono stati meglio defi niti ruoli, responsabilità e la tracciabilità, rivedendo le procedure di Ansaldo STS già esistenti o introducendone di nuove nei seguenti ambiti: sponsorizzazioni, iniziative pubblicitarie e contributi ad associazioni ed enti; conferimento di incarichi di consulenza e prestazione professionale; BEST PRACTICE omaggi, ospitalità, pagamenti di facilitazione e spese di rappresentanza; operazioni di M&A. In caso di episodi di corruzione (fi no ad oggi mai avvenuti nel Gruppo), la risposta sarebbe la sanzione disciplinare del Modello che prevede anche il licenziamento, senza preavviso. Le principali aree a rischio, sia quelle a rischio diretto sia quelle di supporto alla commissione dei reati di corruzione, assoggettate agli adempimenti del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, sono l area commerciale, la gestione commesse, i cantieri, l amministrazione, la fi nanza e il controllo, l area HR e i fi nanziamenti agevolati. Tutti i dipendenti ricevono una nota informativa in occasione dei successivi aggiornamenti del Modello. Taluni dipendenti, operanti nelle aree a rischio reato ovvero dirigenti e quadri della società, ricevono una formazione specifi ca, normalmente in modalità e-learning, in occasione di aggiornamenti del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e della normativa di cui al D.Lgs. 231/2001. I medesimi soggetti inoltre sottoscrivono periodiche dichiarazioni per attestare il rispetto del Modello e, ove applicabile, sono indicati nella dichiarazione i rapporti più signifi cativi intrattenuti con rappresentanti della pubblica amministrazione. Best practice per la sostenibilità Ansaldo STS intende per best practice attività o iniziative tese a migliorare le performance di responsabilità sociale o ambientale dell azienda, spesso caratterizzate da attività di dialogo e coinvolgimento dei propri Stakeholder. Nel 2012 si sottolineano le seguenti best practice: due - Future Leader e Travel Tracker - rivolte allo Stakeholder Risorse Umane, tre - Metro Copenhaghen, Segnalamento Satellitare e Tramwave - rivolte allo Stakeholder Cliente e più in generale in favore dell ambiente e delle sicurezza, e poi - Carbon Management System - best practice nelle rendicontazione e nell impegno alla riduzione dei gas serra - Safety Yes - iniziativa per la sicurezza dei cantieri e infi ne - Feedback dagli investitori - sul dialogo con la comunità fi nanziaria. Qui sotto si riportano delle brevi descrizioni, che saranno poi sviluppate nei capitoli dedicati agli Stakeholder, all'interno di focus specifi ci contrassegnati dal titolo 'BEST PRACTICE'. FUTURE LEADERS Il Progetto Future Leaders si colloca nell ambito delle iniziative di Talent Management in atto in Ansaldo STS ed ha l obiettivo di identifi care e valorizzare un ristretto e selezionato numero di persone (20) a cui poter affi dare, nel giro di 2 anni, responsabilità di II o I livello organizzativo. L iniziativa è basata sull auto-candidatura di tutte le persone di ASTS che si sentano in linea con i requisiti defi niti nel bando di partecipazione. Future Leaders prevede l assegnazione di progetti strategici su cui far crescere, in maniera diretta e concreta, la leadership delle persone coinvolte nel programma in aggiunta alla frequentazione di un executive MBA della durata di due anni rappresentano i due principali perni sui cui si snoda l iniziativa. TRAVEL TRACKER: VIAGGIARE SICURI IN ANSALDO STS L espansione dei mercati e l attuale modello organizzativo richiedono la presenza del personale di Ansaldo STS in numerosi Paesi, a volte caratterizzati da impegnative condizioni di sicurezza e carenti sistemi sanitari ed assistenziali. Travel Tracker (TT) è uno strumento che consente di tracciare gli spostamenti pianifi cati del personale in tempo reale e garantire un adeguato livello di protezione da eventi esterni. METRO COPENHAGEN La realizzazione della Metro Copenhagen è una dimostrazione della capacità di Ansaldo STS di offrire soluzioni molto avanzate dal punto di vista ambientale e della sicurezza per rispondere agli stringenti requisiti dalla normativa danese, sia in fase di progettazione, sia di operation & maintenance. I positivi risultati delle customer satisfaction trimestrale rappresentano inoltre la capacita dell azienda di mettere il cliente, nel caso specifi co l utente, al centro della propria strategia. 4. Cfr. capitolo: Sistema di controllo interno e gestione dei rischi

17 Identità di Ansaldo STS Sostenibilità e Stakeholder BEST PRACTICE SEGNALAMENTO SATELLITARE Per la prima volta nella storia delle ferrovie, Ansaldo STS farà sì che i satelliti possano essere utilizzati per gestire in sicurezza la circolazione dei treni, riducendo la quantità e la complessità delle stazioni radio previste lungo la linea ferroviaria. Specialmente nei trasporti merci di lunga distanza tra i benefi ci attesi vi sarà un signifi cativo effi cientamento dei consumi di carburante, con una conseguente riduzione dei costi energetici e delle emissioni di anidride carbonica. TRAMWAVE È un sistema di alimentazione per veicoli tranviari con linea di contatto a terra che viene energizzata solo in corrispondenza di un segmento collocato sotto il tram. Il sistema promuove la difesa dell ambiente dei centri storici consentendo l eliminazione delle catenarie di alimentazione delle linee tranviarie tradizionali. Gli ottimi risultati raggiunti a valle della sperimentazione, hanno suscitato enorme interesse tra i pianifi catori urbani alla ricerca di sistemi di trasporto pubblico sicuri, ecologici e a minimo impatto ambientale. CARBON MANAGEMENT SYSTEM Ansaldo STS ha rinnovato il proprio impegno nell ambito della riduzione delle emissioni di gas a effetto serra prodotte, direttamente e indirettamente, nello svolgimento delle proprie attività, implementando il Carbon Management System, un sistema che consente di governare il percorso di miglioramento defi nito in materia, attraverso l attuazione di un processo di pianifi cazione, implementazione e misurazione degli obiettivi di riduzione delle emissioni. Dal 2011 partecipa all iniziativa mondiale Carbon Disclosure Project. SAFETY YES Safety yes è una campagna di sensibilizzazione (corsi e verifi che di follow-up) di Ansaldo STS sui temi e sulla cultura della sicurezza. I destinatari di tale iniziativa sono tutti gli operatori attivi nei cantieri, sia interni ad Ansaldo STS, sia dipendenti delle società partner. FEEDBACK DAGLI INVESTITORI Il dialogo con la comunità fi nanziaria, per Ansaldo STS, passa attraverso alcune pratiche di verifi ca della percezione della realtà aziendale. I meeting sono seguiti da una accurata raccolta e analisi dei commenti da parte degli investitori. Tali feedback vengono condivisi con il Top Management ed utilizzati per la gestione della futura comunicazione e dei successivi incontri. Governance e organizzazione Corporate Governance 5 Ansaldo STS adotta un sistema di Corporate Governance ispirato ai più elevati standard di trasparenza e correttezza nella gestione d impresa. Tale sistema di governo societario è conforme a quanto previsto dalla legge e dalla normativa regolamentare di CONSOB e Borsa Italiana e risulta allineato ai contenuti del Codice di Autodisciplina delle società quotate adottato da Borsa Italiana S.p.A. - cui Ansaldo STS ha aderito - ed alle migliori prassi internazionali. Il sistema di governance è orientato alla massimizzazione del valore per gli azionisti, al controllo dei rischi d impresa, alla trasparenza nei confronti del mercato e al contemperamento degli interessi di tutte le componenti dell azionariato con particolare attenzione ai piccoli azionisti. La Corporate Governance di Ansaldo STS si basa sul modello tradizionale e prevede: l Assemblea degli azionisti; il Consiglio di Amministrazione (al cui interno sono stati costituiti il Comitato Controllo e Rischi e il Comitato Nomine e Remunerazione); il Collegio Sindacale; la Società di revisione legale dei conti. Vengono qui di seguito elencati i principali strumenti di governance di cui la Società è attualmente dotata: Statuto; Codice Etico; Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. n. 231/01; Regolamento del Consiglio di Amministrazione; Regolamento del Comitato Controllo e Rischi; Regolamento del Comitato Nomine e Remunerazione; Operazioni con Parti Correlate - Procedura adottata ai sensi dell art. 4 del Regolamento Consob del 12 marzo 2010; Regolamento per la gestione delle Informazioni Privilegiate e Registro delle persone che hanno accesso alle predette informazioni; Codice di Internal Dealing; Regolamento Assembleare. Organi e strumenti di governo ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI È competente a deliberare in sede ordinaria e straordinaria sulle materie alla stessa riservate dalla legge o dallo Statuto sociale. Particolare attenzione è rivolta a favorire la massima partecipazione all Assemblea da parte degli aventi diritto al voto e a garantire il massimo livello qualitativo dell informativa agli stessi offerta in tali circostanze, nel rispetto dei vincoli e delle modalità di diffusione inerenti alle informazioni price sensitive. Al fi ne di permettere agli aventi diritto al voto di assumere, con cognizione di causa, le decisioni di competenza assembleare, il Consiglio di Amministrazione pubblica dettagliate relazioni su ciascun punto all ordine del giorno (per quelli di propria competenza) dell adunanza assembleare. Tutela delle minoranze Il Regolamento Assembleare (approvato dall Assemblea il 12 dicembre 2005 e successivamente modificato dall assemblea del 5 aprile 2011) definisce le procedure atte a consentire l ordinato e funzionale svolgimento delle adunanze, garantendo che coloro che hanno il diritto di intervenire in assemblea possano prendere la parola sugli argomenti posti all ordine del giorno precisando altresì taluni aspetti (durata massima degli interventi, modalità di votazione e svolgimento delle operazioni di voto) volti a favorire il corretto svolgimento dei lavori assembleari. La nomina 5. Per approfondimenti si rimanda alla Relazione del Consiglio di Amministrazione sul sistema di Corporate Governance e sull adesione al Codice di Autodisciplina delle società quotate relativa all esercizio

18 Identità di Ansaldo STS Governance e Organizzazione degli amministratori è effettuata dall Assemblea ordinaria mediante il voto di lista; allo scopo di garantire l effettiva partecipazione delle minoranze alla gestione societaria, lo Statuto sociale prevede espressamente che ogni azionista possa presentare o concorrere a presentare una sola lista. Ogni avente diritto al voto può votare una sola lista. I soci appartenenti al medesimo gruppo e i soci che aderiscano a un patto parasociale avente ad oggetto azioni della Società non possono presentare o votare più di una lista, anche se per interposta persona o per il tramite di società fiduciarie. All elezione degli amministratori si procede come segue: (i) dalla lista che ha ottenuto il maggior numero dei voti espressi dagli azionisti aventi diritto vengono tratti, nell ordine progressivo con il quale sono elencati nella lista stessa, i due terzi degli amministratori da eleggere con arrotondamento, in caso di numero frazionario, all unita inferiore; (ii) i restanti amministratori vengono tratti dalle altre liste secondo i criteri e le modalità indicati nello Statuto sociale. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS è investito dei più ampi poteri per l amministrazione della Società, con facoltà di compiere tutti gli atti opportuni per il raggiungimento degli scopi sociali, esclusi quelli riservati all Assemblea. Il Consiglio é composto da un numero di membri non inferiore a sette e non superiore a tredici. L Assemblea, prima di procedere alla sua elezione, ne determina il numero entro i limiti suddetti. Il 5 aprile 2011 l Assemblea, ha determinato in 9 il numero di consiglieri ed ha nominato il nuovo Consiglio che resterà in carica sino all Assemblea ordinaria di approvazione del Bilancio al A seguito delle dimissioni anticipate dalla carica da parte dell Amministratore indipendente Filippo Giuseppe Maria Milone, è subentrato quale Amministratore indipendente - in virtù della cooptazione da parte del Consiglio di Amministrazione, in data 30 marzo 2012, e della successiva conferma da parte dell Assemblea del 7 maggio il dott. Bruno Pavesi. Di seguito si riporta la tabella riguardante l attuale composizione del Consiglio di Amministrazione. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AMMINISTRATORE CARICA LISTA (*) ESECUTIVI INDIPENDENTI % NON PRESENZE ESECUTIVI Codice TUF RIUNIONI COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO MEMBRI % PRESENZE COMITATO PER LA REMUNERAZIONE MEMBRI % PRESENZE Alessandro Pansa Presidente M X(**) 100% Giancarlo Grasso Vice Presidente M X 100% Sergio De Luca AD M X 91,6% Giovanni Cavallini Amm.re m X X X 83,3% X 85% Maurizio Cereda Amm.re m X X X 100% X 100% Presidente 100% Paola Girdinio Amm.re M X X X 100% X 100% Bruno Pavesi Amm.re (***) X X X 100% X 100% Tatiana Rizzante Amm.re m X X X 75% Attilio Salvetti Amm.re M X X X 100% Presidente 100% (*) M : Amministratore tratto dalla lista di maggioranza / m : Amministratore tratto dalla lista di minoranza. (**) Il Presidente non ha ricevuto alcuna delega particolare dal Consiglio e, quindi, non svolge un ruolo esecutivo all interno della Società. Egli, tuttavia, è considerato esecutivo, ai sensi di quanto previsto nel Codice di Autodisciplina, in quanto ricopre la carica di Direttore Generale presso Finmeccanica S.p.A., società che esercita l attività di direzione e coordinamento su Ansaldo STS. Gli Amministratori Alessandro Pansa, Sergio De Luca, Paola Girdinio, Giancarlo Grasso, Attilio Salvetti sono stati tratti dalla lista di maggioranza presentata da Finmeccanica Società per Azioni, che deteneva una percentuale di partecipazione pari al 40,065% del capitale sociale. L Amministratore Maurizio Cereda è stato tratto dalla lista presentata congiuntamente dagli azionisti di minoranza Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A. e Banca IMI S.p.A.. Gli Amministratori Giovanni Cavallini e Tatiana Rizzante sono stati tratti dalla lista presentata congiuntamente dagli azionisti di minoranza Allianz Global Investor Italia SGR S.p.A. gestore del fondo Allianz Azioni Italia; Anima SGR S.p.A. gestore dei fondi denominati Europa, Iniziativa Europa e Italia, Visconteo; Arca SGR S.p.A. gestore dei fondi Arca Azioni Italia e Arca BB; Fidelity Investment Funds-European Fund; Fideuram Investimenti SGR S.p.A. gestore del fondo Fideuram Italia Fideuram Gestions SA gestore dei fondi Fonditalia Equity Italy e Fideuram Fund Equity Italy; Interfund Sicav gestore del fondo Interfund Equity Italy; Mediolanum Gestione Fondi SGRpA gestore del fondo Mediolanum Flessibile Italia; Mediolanum International Funds - Challenge Funds; Pioneer Asset Management SA; Pioneer Investment Management SGRpA gestore del fondo Pioneer Azionario Crescita; Prima SGR S.p.A. gestore del fondo Prima Geo Italia) che, complessivamente, detenevano una percentuale di partecipazione pari al 2,176% del capitale sociale. Requisiti e competenze degli amministratori Lo Statuto sociale subordina l assunzione della carica di Amministratore, oltre che al possesso dei requisiti di onorabilità previsti dalle vigenti disposizioni normative e regolamentari, anche al possesso di determinati requisiti di professionalità indicati nell ambito dello stesso Statuto. In particolare possono essere nominati alla carica di Amministratore della Società solo coloro che abbiano maturato un esperienza complessiva di almeno un triennio nell esercizio di: attività di amministrazione o di controllo ovvero compiti direttivi presso società di capitali dotate di un capitale sociale non inferiore a due milioni di Euro; ovvero attività professionali o di insegnamento universitario di ruolo in materie giuridiche, economiche, fi nanziarie e tecnico-scientifi che strettamente attinenti all attività della Società; ovvero 6 funzioni dirigenziali presso enti pubblici o pubbliche amministrazioni operanti nei settori creditizio, fi nanziario e assicurativo o, comunque, in settori strettamente attinenti a quello di attività della Società. Amministratori non esecutivi Il Consiglio è costituito per la maggior parte di componenti non esecutivi (in quanto sprovvisti di deleghe operative e/o di funzioni direttive in ambito aziendale) tali da garantire per numero e autorevolezza che il loro giudizio possa avere un peso signifi cativo nell assunzione di decisioni consiliari. Gli Amministratori non esecutivi apportano le loro specifi che competenze nelle discussioni consiliari, in modo da favorire un esame degli argomenti in discussione secondo prospettive diverse e una conseguente adozione di deliberazioni meditate, consapevoli e allineate con l interesse sociale. Fatta eccezione per l Amministratore Delegato e il Presidente, i restanti membri del Consiglio sono tutti non esecutivi. Indipendenza degli amministratori In attuazione delle disposizioni del Codice di Autodisciplina, il Consiglio, dopo la nomina degli amministratori - ovvero in data 5 aprile ha valutato, sulla base delle dichiarazioni fornite dai singoli interessati, o comunque a disposizione della Società, la sussistenza di relazioni che potrebbero essere o apparire tali da compromettere l autonomia di giudizio degli amministratori indipendenti. Gli esiti di tale valutazione sono stati resi noti al mercato con comunicato stampa in data 5 aprile In seguito il Consiglio, in data 13 dicembre 2011 e in data 18 dicembre 2012, sulla base della documentazione presentata dai singoli amministratori indipendenti, ha verifi cato la permanenza in capo agli stessi dei requisiti di indipendenza previsti dalle disposizioni normative e regolamentari pro tempore vigenti nonché ai sensi dell art. 3 del Codice. Nel compiere le suddette valutazioni, il Consiglio ha applicato tutti i criteri previsti dal Codice. Contestualmente alle verifi che compiute dal Consiglio, il Collegio Sindacale, sulla base delle dichiarazioni rilasciate dagli Amministratori e preso atto delle valutazioni espresse dal Consiglio, ha attestato che i criteri e le procedure di accertamento adottati dal Consiglio medesimo per valutare l indipendenza dei propri membri sono stati correttamente applicati. Gli Amministratori indipendenti si sono riuniti, nel corso dell esercizio 2012, in data 18 dicembre La riunione ha avuto come principale tematica operativa l esame dei rapporti tra Finmeccanica, società che esercita su Ansaldo STS attività di direzione e coordinamento, e la Società. Si evidenzia l assenza dei presupposti che, in base al Codice, richiedono l istituzione della fi gura del Lead Independent Director, tenuto conto del fatto che il Presidente del Consiglio di Amministrazione non ricopre il ruolo di principale responsabile della gestione dell impresa (Chief Executive Offi cer) né dispone di una partecipazione di controllo nella Società. 6. Si segnala che il dott. Pansa, in data 5 marzo 2013, ha comunicato al Consiglio di Amministrazione e al Presidente del Collegio Sindacale la decisione di dimettersi dalla carica di Presidente e membro del Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS S.p.A., con efficacia dal termine dell'assemblea convocata per l'approvazione del Bilancio al 31 dicembre Tali dimissioni sono state rese in ragione della nuova carica di Amministratore Delegato di Finmeccanica S.p.A. assunta dal dott. Pansa a decorrere dal 13 febbraio che si è aggiunta alla carica di Direttore Generale dallo stesso ricoperta all interno della capogruppo - e del conseguente maggior impegno richiesto

19 Identità di Ansaldo STS Governance e Organizzazione Attività del Consiglio di Amministrazione e valutazione del suo funzionamento Nel corso dell esercizio 2012 il Consiglio di Amministrazione ha tenuto 12 riunioni. Ogni assenza risulta debitamente giustifi cata. Per l esercizio 2013 risultano già programmate 12 riunioni. Dall inizio del 2013, il Consiglio di Amministrazione si è riunito in data 28 gennaio 2013, 11 febbraio 2013 e 5 marzo La durata media delle riunioni del Consiglio di Amministrazione della Società durante l esercizio 2012 è stata pari a circa tre ore. Ai lavori del Consiglio di Amministrazione hanno partecipato, in relazione agli argomenti posti all ordine del giorno, il Chief Financial Offi cer, il Responsabile della funzione Internal Audit, il Risk Manager della Società, il Responsabile della funzione Corporate Affairs & Group Insurances nonché, su indicazione del Presidente del Consiglio, altri Dirigenti della Società per fornire gli opportuni approfondimenti sugli argomenti posti all ordine del giorno. Si precisa che, nel corso dell esercizio 2012, ha partecipato alle riunioni del Consiglio il Segretario del Consiglio di Amministrazione della Società avv. Mauro Gigante, il quale dal 27 settembre 2012 è stato sostituito dall avv. Grazia Guazzi che ha partecipato nella suddetta qualità a tutte le riunioni del Consiglio. Il Consiglio di Amministrazione si riunisce, ai sensi di Statuto, tutte le volte che il Presidente o chi lo sostituisce lo giudichi necessario, ovvero su richiesta scritta da parte della maggioranza dei suoi componenti. Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo STS ha effettuato, per l esercizio 2012, la seconda valutazione del Consiglio e dei Comitati di questo mandato e la settima dalla sua adozione del processo di valutazione del Consiglio. Il processo di valutazione è stato svolto in conformità a quanto raccomandato dall art. 1.C.1., lett. g) del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana per le società quotate ed in linea con le best practice internazionali. Anche con riferimento all esercizio 2012, il Consiglio ha deciso di avvalersi dell assistenza professionale di una società di consulenza che non avesse in essere e non avesse avuto di recente alcun ulteriore rapporto professionale o commerciale con Ansaldo STS, nella convinzione che l assistenza di una società di consulenza esterna, indipendente e con adeguata specializzazione, favorisce un miglior confronto con gli amministratori e permette un raffronto con altre prospettive di best practice. L incarico è stato svolto mediante una serie di interviste personali a ciascun membro del Consiglio di Amministrazione, al Presidente del Collegio Sindacale ed al Segretario del Consiglio, nonché attraverso la partecipazione a più riunioni del Consiglio di Amministrazione e dei Comitati interni a quest ultimo. Sono stati inoltre analizzati i verbali del Consiglio e dei Comitati relativi alle riunioni tenutesi nel corso del 2012 e nei primi mesi del La valutazione effettuata è stata altresì basata sul confronto con società italiane ed estere che hanno una composizione azionaria analoga a quella di Ansaldo STS. La società di consulenza incaricata ha condiviso il giudizio positivo espresso dai Consiglieri sul funzionamento del Consiglio e dei Comitati secondo elevati standard di professionalità e ne ha confermato il buon livello di compliance con le indicazioni del Codice di Autodisciplina, dando applicazione alle best practice di Corporate Governance nel panorama internazionale. COMITATI Al fi ne di incrementare l effi cacia e l effi cienza dei lavori del Consiglio di Amministrazione, sono stati costituiti, in seno allo stesso, il Comitato Controllo e Rischi (già Comitato per il Controllo Interno) e il Comitato per le Nomine e la Remunerazione (già Comitato per la Remunerazione). A questo proposito si ricorda che, a seguito dell approvazione del nuovo Codice di Autodisciplina nel dicembre 2011, la Società ha deliberato di aderire ai principi contenuti in tale nuova edizione del Codice, adeguando conseguentemente il proprio sistema di governance alle nuove disposizioni autoregolamentari. A seguito della suddetta adesione la Società ha, pertanto, deliberato di: i) costituire un comitato per le nomine, accorpandolo con il già costituito Comitato per la Remunerazione e attribuendo al nuovo comitato - investito della duplice funzione - la denominazione di Comitato per le Nomine e la Remunerazione, approvandone il relativo regolamento; ii) adottare un piano di successione per l Amministratore Delegato conferendo mandato al Comitato per le Nomine e la Remunerazione di curare l istruttoria sulla predisposizione del piano da sottoporre all approvazione del Consiglio di Amministrazione; iii) modifi care e ridefi nire i compiti e le funzioni dei soggetti coinvolti, a diverso titolo, nel sistema di controllo interno e di gestione dei rischi della Società, provvedendo altresì ad allineare la denominazione di tali soggetti con la nuova formulazione del Codice di Autodisciplina. In tale contesto, il Consiglio ha in particolare provveduto ad attribuire al Comitato per il Controllo Interno la denominazione di Comitato Controllo e Rischi, approvandone il relativo regolamento. I compiti, le caratteristiche e le funzioni del precedente Comitato per il Controllo Interno e del precedente Comitato per la Remunerazione sono descritti nella Relazione sul sistema di Corporate Governance e sull adesione al codice di autodisciplina delle società quotate relativa all esercizio 2011, disponibile sul sito internet della Società 7. Comitato Controllo e Rischi Il Comitato Controllo e Rischi in carica è composto da tre amministratori, tutti non esecutivi e indipendenti, nelle persone dei Consiglieri Attilio Salvetti (Presidente), Maurizio Cereda e Paola Girdinio. La composizione del Comitato, inizialmente nominato dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2011, è stata confermata dal Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre 2012 in occasione dell adeguamento del Comitato medesimo al nuovo Codice di Autodisciplina. Ai sensi del Codice, il Consiglio di Amministrazione, in occasione della suddetta nomina, ha esaminato l esperienza in materia contabile e fi nanziaria sia del Presidente del Comitato, Attilio Salvetti, sia dei componenti Maurizio Cereda e Paola Girdinio ed ha valutato adeguata l esperienza del dott. Maurizio Cereda. Le attività del Comitato sono disciplinate da un Regolamento interno, da ultimo modifi cato dal Consiglio del 18 dicembre 2012 in conformità con le previsioni del nuovo Codice di Autodisciplina del dicembre Il Regolamento nella versione aggiornata è disponibile sul sito internet della Società 8. Il Comitato Controllo e Rischi ha funzioni consultive, propositive ed istruttorie nei confronti del Consiglio di Amministrazione in relazione principalmente allo svolgimento delle attività di defi nizione delle linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ( SCIGR ) e di valutazione periodica dell adeguatezza e dell effettivo funzionamento dell assetto organizzativo relativo al medesimo SCIGR. In particolare, al Comitato spetta il compito di verifi care i livelli di funzionalità e adeguatezza del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, oltre che l effettivo rispetto delle procedure e direttive interne adottate sia al fi ne di garantire una sana ed effi cace gestione sia al fi ne di identifi care, prevenire e gestire, nei limiti del possibile, rischi di natura fi nanziaria e operativa e frodi a danno della Società. Comitato per le Nomine e la Remunerazione Il Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre 2012, in linea con quanto raccomandato dal Codice di Autodisciplina, ha deliberato di costituire al proprio interno anche un comitato per le nomine, accorpandolo con il già costituito comitato per la remunerazione. L accorpamento dei due comitati è stato deciso per ragioni di ordine organizzativo interno alla Società, dal momento che i componenti del pre-esistente comitato per la remunerazione possiedono i requisiti di indipendenza, professionalità ed esperienza richiesti anche per ricoprire il ruolo di componenti del comitato per le nomine. In conformità con quanto disposto dall art. 37 del Regolamento Mercati, il Comitato per le Nomine e la Remunerazione è composto interamente da Amministratori non esecutivi e indipendenti. Il Comitato inizialmente nominato dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2011 (che all epoca era chiamato a svolgere esclusivamente le funzioni di comitato per la remunerazione) era composto dagli amministratori non esecutivi e indipendenti Maurizio Cereda (Presidente), Giovanni Cavallini e Filippo Giuseppe Maria Milone. In conformità all art. 6.P.3 del Codice di Autodisciplina, in sede di nomina dei componenti del Comitato, il Consiglio di Amministrazione della Società ha verifi cato ed attestato che i Consiglieri Maurizio Cereda e Giovanni Cavallini sono in possesso di conoscenza ed esperienza in materia contabile e fi nanziaria

20 Identità di Ansaldo STS Governance e Organizzazione A seguito delle dimissioni del dott. Filippo Milone, sostituito dal Consigliere indipendente dott. Bruno Pavesi, quest ultimo è stato altresì nominato membro del Comitato, prima in occasione della sua cooptazione quale consigliere - avvenuta in data 30 marzo e successivamente - a seguito della sua conferma da parte dell Assemblea del 7 maggio - ad opera del Consiglio di Amministrazione del 23 maggio A seguito della nomina del dott. Pavesi il Comitato risulta dunque composto da Maurizio Cereda (Presidente), Giovanni Cavallini e Bruno Pavesi. Tale composizione è stata da ultimo confermata dal Consiglio di Amministrazione del 18 dicembre 2012, in occasione della costituzione del comitato per le nomine e del suo accorpamento con il preesistente comitato per la remunerazione. Le attività del Comitato sono disciplinate da un Regolamento in linea con le previsioni del Codice di Autodisciplina, approvato dal Consiglio in data 29 gennaio 2007 e in seguito modifi cato in data 12 maggio 2008 e in data 5 marzo Il Regolamento del Comitato è stato quindi ulteriormente modifi cato in data 18 dicembre 2012, al fi ne di introdurre all interno dello stesso anche le previsioni relative ai nuovi compiti attributi al comitato in funzione di comitato per le nomine. Tale Regolamento è disponibile sul sito internet della Società 9. In particolare, con riguardo al ruolo svolto dal Comitato in materia di nomina degli Amministratori ai sensi dell art. 5 del Codice di Autodisciplina, il Comitato ha il compito di svolgere in particolare le seguenti funzioni: formulare pareri al Consiglio di Amministrazione in merito alla dimensione e alla composizione del Consiglio medesimo ed esprimere raccomandazioni in merito alle fi gure professionali la cui presenza all interno del consiglio sia ritenuta opportuna nonché sugli argomenti di cui ai Criteri 1.C.3 (numero massimo degli incarichi di amministratore e sindaco) e 1.C.4 (deroghe al divieto di concorrenza) del Codice di Autodisciplina; proporre al Consiglio di Amministrazione candidati alla carica di amministratore nei casi di cooptazione, ove occorra sostituire amministratori indipendenti; su incarico del Consiglio di Amministrazione, svolgere l istruttoria sulla predisposizione del piano per la successione degli amministratori esecutivi. Nella sua veste di comitato per la remunerazione, ai sensi dell art. 6 del Codice di Autodisciplina, il Comitato ha invece il compito di svolgere le seguenti funzioni: formulare al Consiglio di Amministrazione proposte in merito alla politica per la remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche, ove individuati; valutare periodicamente l adeguatezza, la coerenza complessiva e la concreta applicazione della politica per la remunerazione di cui al punto che precede, avvalendosi, per quanto riguarda i dirigenti con responsabilità strategiche, delle informazioni fornite dall Amministratore Delegato, formulando se del caso proposte in materia al Consiglio di Amministrazione; presentare proposte o esprimere pareri al Consiglio di Amministrazione sulla remunerazione degli amministratori esecutivi e degli altri amministratori che ricoprono particolari cariche nonché sulla fi ssazione degli obiettivi di performance correlati alla componente variabile di tale remunerazione, monitorando l applicazione delle decisioni adottate dal Consiglio stesso e verifi cando l effettivo raggiungimento degli obiettivi di performance; valutare le proposte dell Amministratore Delegato relative alla politica generale di remunerazione e di incentivazione, oltre che dei piani e dei sistemi di sviluppo manageriale, delle risorse chiave di Ansaldo STS e degli amministratori muniti di poteri delle società del Gruppo; assistere il vertice aziendale della Società nella defi nizione delle migliori politiche di gestione delle risorse manageriali del Gruppo; proporre i piani di remunerazione basati su azioni a benefi cio di Amministratori e Dirigenti della Società e delle società del Gruppo e i relativi regolamenti attuativi, svolgendo le funzioni allo stesso riservate per la gestione dei piani adottati di volta in volta dalla Società; riferire agli azionisti della Società sulle modalità di esercizio delle proprie funzioni. Remunerazione degli amministratori Le informazioni relative alla remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche sono contenute nella relazione sulla remunerazione, redatta ai sensi degli articoli 123-ter del TUF e 84-quater del Regolamento Emittenti, e messa a disposizione del pubblico sul sito internet della Società 10 nonché con le altre modalità previste dalla normativa vigente. Nel corso del 2011, nelle more della defi nizione a livello regolamentare della materia della remunerazione degli amministratori e dei dirigenti con responsabilità strategiche, il Consiglio di Amministrazione ha provveduto a impostare e defi nire la politica retributiva dell'amministratore Delegato e dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche della Società, defi nendo in particolare i principi ed i criteri della remunerazione variabile. Tale politica è stata quindi approvata dal Consiglio di Amministrazione del 5 marzo 2012, su proposta del Comitato per la Remunerazione del 1 marzo In data 30 marzo 2012, il Consiglio di Amministrazione della Società, previa approvazione dell allora Comitato Remunerazioni, ha quindi approvato la Relazione sulla Remunerazione di Ansaldo STS predisposta ai sensi dell art. 123-ter TUF. La prima sezione di tale Relazione, contenente l'illustrazione della politica remunerativa adottata dalla Società e delle procedure utilizzate per l adozione e l attuazione di tale politica, è stata quindi sottoposta - ai sensi del sesto comma del medesimo art. 123-ter - al voto non vincolante dell Assemblea degli Azionisti tenutasi il 7 maggio L Assemblea ha deliberato in senso favorevole. In riferimento alla politica di remunerazione della Società, si precisa altresì che la politica approvata il 5 marzo 2012 è stata da ultimo confermata, su proposta del Comitato per le Nomine e la Remunerazione, anche con riferimento all esercizio 2013, dal Consiglio di Amministrazione del 5 marzo 2013, che ha inoltre approvato, previa approvazione del Comitato per le Nomine e la Remunerazione, la Relazione sulla Remunerazione ex art. 123-ter TUF. In conformità con quanto disposto dal predetto art. 123-ter, comma 6, del TUF, l Assemblea ordinaria degli azionisti, che sarà convocata per l approvazione del progetto di Bilancio relativo all esercizio 2012, sarà nuovamente chiamata ad esprimersi in senso favorevole o contrario sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione, prevista dal comma 3 del medesimo art. 123-ter, che illustra la politica di remunerazione dei componenti degli organi di amministrazione e dei dirigenti con responsabilità strategiche nonché le procedure utilizzate per l adozione e l attuazione di tale politica. Con riferimento alla remunerazione degli amministratori di Ansaldo STS relativa all esercizio 2012, si veda la Sezione Seconda della Relazione sulla Remunerazione approvata dal Consiglio di Amministrazione del 5 marzo 2013, disponibile sul sito internet della Società 11. Con riferimento ai soggetti destinatari della politica sulla remunerazione di Ansaldo STS, si precisa che il Consiglio di Amministrazione del 5 marzo 2012 ha individuato quali dirigenti con responsabilità strategiche della Società, su proposta del Comitato per la Remunerazione, i soggetti responsabili delle Unità di Business Signalling, Standard Product & Platform e Transportation Solutions. I meccanismi di incentivazione del responsabile della funzione di Internal Audit e del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari sono coerenti con i compiti a loro assegnati. COLLEGIO SINDACALE La nomina dei Sindaci è effettuata dall Assemblea ordinaria mediante il voto di lista. All elezione dei Sindaci si procede come segue: dalla lista che ha ottenuto il maggior numero dei voti vengono tratti, nell ordine progressivo con il quale sono elencati nelle sezioni della lista stessa, due Sindaci effettivi ed un Sindaco supplente; il restante Sindaco effettivo e il restante Sindaco supplente sono tratti dalle altre liste, nel rispetto delle disposizioni normative e regolamentari vigenti e e

Move with us. Life, values, environment

Move with us. Life, values, environment Move with us Life, values, environment BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2010 Lettera del Presidente 4 Lettera dell Amministratore Delegato 5 Premessa metodologica 6 Il cambiamento climatico nella sostenibilità

Dettagli

Signalling and Transportation Solutions Rapporto di Sostenibilità 2009. Lead With Values. Innovation and Excellence.

Signalling and Transportation Solutions Rapporto di Sostenibilità 2009. Lead With Values. Innovation and Excellence. Signalling and Transportation Solutions Rapporto di Sostenibilità 2009 Lead With Values Team Spirit Innovation and Excellence People Integrity Customer Focus Ansaldo STS è una società tecnologica, quotata

Dettagli

Benvenuti in Ansaldo STS. Highlights 2011 (Importi IAS compliant in M )

Benvenuti in Ansaldo STS. Highlights 2011 (Importi IAS compliant in M ) BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2011 High ghli gh ts 201 1 1 In dice 2 Lett tter a del Pre si dent nte 4 Lett ttera dell ll A mm inis is trat ator ore Delega to 6 Impe pegn o nell lla lott a ai cam biam amen

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ Contributo allo sviluppo sostenibile Finmeccanica interpreta il concetto di sostenibilità come capacità di un organizzazione di generare valore nel tempo. Il

Dettagli

Connecting Pieces of Your World NON STAMPARE

Connecting Pieces of Your World NON STAMPARE Connecting Pieces of Your World NON STAMPARE BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2014 ON Ansaldo STS in breve 1 Sostenibilità in Ansaldo STS 2 Lettera del Presidente e dell Amministratore Delegato 6 INDICE 8 TAMPARE

Dettagli

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione della Supply Chain Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione della Supply Chain Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Content Networking Content Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Content Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

Balfour Beatty Rail: l evoluzione del ruolo italiano nel contesto multinazionale. Torino, 28 febbraio 2012 Paolo Tanzi Balfour Beatty Rail

Balfour Beatty Rail: l evoluzione del ruolo italiano nel contesto multinazionale. Torino, 28 febbraio 2012 Paolo Tanzi Balfour Beatty Rail Balfour Beatty Rail: l evoluzione del ruolo italiano nel contesto multinazionale Torino, 28 febbraio 2012 Paolo Tanzi Balfour Beatty Rail Specialisti in infrastrutture Balfour Beatty Rail opera come contractor

Dettagli

Intranet VPN. Intranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Intranet VPN. Intranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Intranet VPN Intranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Intranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Introduzione

Dettagli

Move with us. People, business, ideas

Move with us. People, business, ideas Move with us People, business, ideas Annual Report 2010 Benvenuti in Ansaldo STS Società per Azioni quotata dal 2006, leader nei settori del Segnalamento e dei Sistemi di Trasporto Ferroviario e Metropolitano

Dettagli

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Produzione e Distribuzione Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Produzione e Distribuzione Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

TÜV Italia è un ente indipendente di verifica, test, certificazione ed ispezione, filiale italiana del gruppo tedesco TÜV SÜD

TÜV Italia è un ente indipendente di verifica, test, certificazione ed ispezione, filiale italiana del gruppo tedesco TÜV SÜD TÜV Italia Firenze, 29 Febbraio 2012 Certificazioni e azioni necessarie per il miglioramento dell efficienza energetica in ambito industriale CHI SIAMO: TÜV Italia è un ente indipendente di verifica, test,

Dettagli

Signalling and Transportation Solutions Annual Report 2009. Lead With Values. Innovation and Excellence. Customer Focus

Signalling and Transportation Solutions Annual Report 2009. Lead With Values. Innovation and Excellence. Customer Focus Signalling and Transportation Solutions Annual Report 2009 Lead With Values Team Spirit Innovation and Excellence People Integrity Customer Focus IN SINTESI Highlights 2009 1 Mission 3 Il Commento dell

Dettagli

UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE

UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE UN TEAM AFFIDABILE UN APPROCCIO EFFICACE CONVINZIONE E RESPONSABILITA NELLA GESTIONE DI ATTIVI Con 80 miliardi di attivi in gestione, Candriam è un multi-specialista europeo della gestione patrimoniale

Dettagli

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità 6 Il Valore della Sostenibilità Il valore della sostenibilità Il Valore della Sostenibilità 7 Strategia e approccio GRI - G4: 1 In Snam sostenibilità e creazione di valore sono concetti fortemente legati.

Dettagli

PROFILO DEL GRUPPO Group overview

PROFILO DEL GRUPPO Group overview Group overview Lorem ipsum GRUPPO FNM. IL È TUTTO GRUPPO FNM FNM è il principale gruppo integrato nel trasporto e nella mobilità in Lombardia ed il più importante operatore non statale italiano nel settore.

Dettagli

FAST-START Program SAP La proposta Altea

FAST-START Program SAP La proposta Altea FAST-START Program SAP La proposta Altea www.alteanet.it altea@alteanet.it SAP World SAP AG Oltre 95.000 aziende clienti Installazioni in 120 paesi per: Integrare i processi Aumentare la competitività

Dettagli

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business

Global WorkPlace Solutions. Creare vantaggio per il business Global WorkPlace Solutions Creare vantaggio per il business Pronto per il business? E un lavoro duro essere un azienda globale di successo. Essere in prima linea richiede idee innovative, coraggio e impegno.

Dettagli

MONDO NUOVO // MERCATO DELLE ENERGIE RINNOVABILI // AZIENDA // IMPEGNO SOCIALE // CORPORATE GOVERNANCE // OBIETTIVI DI CRESCITA // 14COMPANY PROFILE

MONDO NUOVO // MERCATO DELLE ENERGIE RINNOVABILI // AZIENDA // IMPEGNO SOCIALE // CORPORATE GOVERNANCE // OBIETTIVI DI CRESCITA // 14COMPANY PROFILE 20 MONDO NUOVO // MERCATO DELLE ENERGIE RINNOVABILI // AZIENDA // IMPEGNO SOCIALE // CORPORATE GOVERNANCE // OBIETTIVI DI CRESCITA // 14COMPANY PROFILE 4 UN MONDO NUOVO 5 VISION Sogniamo un mondo nuovo,

Dettagli

UN BAROMETER OTTIMIZZATO

UN BAROMETER OTTIMIZZATO Google Consumer Barometer UN BAROMETER OTTIMIZZATO INTRODUZIONE Nove mesi fa, abbiamo lanciato il Consumer Barometer, strumento interattivo digitale per la raccolta dei dati sui consumatori. Nel frattempo,

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA

Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Presentazione di ArcelorMittal e dell interesse del Gruppo per ILVA Gennaio 2015 confidenziale Anthony Old 0 Sommario Presentazione del Gruppo ArcelorMittal Il nostro progetto per ILVA Il principale produttore

Dettagli

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12.

LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI. Carta d identità al 31 dicembre 2010. Italia 5.502 Regno Unito 1.534 Stati Uniti 2.276 Altri Paesi 2.874 Totale 12. LA GESTIONE DEGLI ACQUISTI Trasferiamo valore economico nella catena di fornitura acquistando volumi consistenti di beni e servizi. Promuoviamo la collaborazione e l efficienza nella catena della fornitura;

Dettagli

Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI

Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI Bilancio di Sostenibilità 2009 - SINTESI 1 PERCHÉ ABBIAMO FATTO IL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ? (1/2) Perché operiamo in un settore che ha impatti significativi su Ambiente naturale Comunità di cui Passeggeri

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Extranet VPN Extranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Extranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Interazioni

Dettagli

Il Governo dell innovazione

Il Governo dell innovazione Il Governo dell innovazione La storia di Ansaldo STS è caratterizzata dalla professionalità e passione di generazioni che si confrontano sull evoluzione delle nuove tecnologie di segnalamento e sulle soluzioni

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria

CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI. di Confindustria CODICE ETICO E DEI VALORI ASSOCIATIVI di Confindustria 19 giugno 2014 1 Il presente Codice, approvato dalla Assemblea straordinaria di Confindustria del 19 giugno 2014, è parte integrante dello Statuto

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

SUPPORTO TECNICO E GESTIONALE

SUPPORTO TECNICO E GESTIONALE SUPPORTO TECNICO E GESTIONALE PER TITOLO LE IMPRESE COVER TITLE PROFILO Descrizione Polaris aggrega know-how e professionalità degli azionisti Rina e Ansaldo Energia mettendo a disposizione delle imprese

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente.

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Sapa in breve Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Attività in breve Estrusione di profili Calandratura Belgio Canada Cina Danimarca Francia Germania Gran Bretagna Italia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 Il Consiglio di Amministrazione ha esaminato e approvato il Piano Strategico 2015-2019 del Gruppo A2A *** Importante rilancio degli investimenti 2,1 miliardi di euro di

Dettagli

A cura de del Dr. Pietro Literio (Mail: literio.pietro@laretexlavorare.com) FONTE INFORMATIVA SU LINKEDIN: http://www.linkedin.com/home?

A cura de del Dr. Pietro Literio (Mail: literio.pietro@laretexlavorare.com) FONTE INFORMATIVA SU LINKEDIN: http://www.linkedin.com/home? FONTE INFORMATIVA SU LINKEDIN: http://www.linkedin.com/home?trk=hb_home CHE COS E LINKEDIN LA PIÙ GRANDE RETE PROFESSIONALE AL MONDO SU INTERNET con oltre 150 milioni di membri in più di 200 Paesi. GENERALITA

Dettagli

VE(N)DERE OLTRE LA CRISI. Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale

VE(N)DERE OLTRE LA CRISI. Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale VE(N)DERE OLTRE LA CRISI Profilo e strategie di risposta delle imprese italiane alla crisi internazionale Assocamerestero l Associazione delle Camere di Commercio Italiane all Estero (CCIE), e Unioncamere,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

LEADER NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI TESSILE E ABBIGLIAMENTO

LEADER NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI TESSILE E ABBIGLIAMENTO LEADER NEI SERVIZI LOGISTICI PERSONALIZZATI PER I SETTORI TESSILE E ABBIGLIAMENTO M2LOG NASCE DALL ESPERIENZA DEL GRUPPO MIROGLIO I NUMERI CHE FANNO LA DIFFERENZA 2POLI LOGISTICI DI SMISTAMENTO CAPI E

Dettagli

Banca Intesa Network

Banca Intesa Network Network Sportelli in Italia suddivisi per Banca (dicembre 2000) Ambroveneto (1) Cariplo Comit Carime (2) FriulAdria Cariparma Controllate (3) Piemonte 37 85 77 11 101 Valle d Aosta 4 Lombardia 98 558

Dettagli

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni INTRODUZIONE BilanciaRSI è una società di formazione e consulenza specializzata nei temi della Legalità, della Sostenibilità, della Responsabilità d Impresa e degli Asset Intangibili. Da più di 10 anni

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

In sintesi Highlights 2011 1 Mission 3 Il commento dell Amministratore Delegato 4

In sintesi Highlights 2011 1 Mission 3 Il commento dell Amministratore Delegato 4 ANNUAL REPORT 2011 In sintesi Highlights 2011 1 Mission 3 Il commento dell Amministratore Delegato 4 Profilo Carta d identità e Storia del Gruppo 6 Settori di attività 8 Struttura geografica 10 I ruoli

Dettagli

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE.

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. ENERGIA, AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE SONO IL NOSTRO IMPEGNO PER UN FUTURO MIGLIORE. GALA IL GRUPPO GALA Fondato nel 2001, quotato sull Alternative Investment

Dettagli

www.mauriziovinci.it

www.mauriziovinci.it www.mauriziovinci.it Il mercato impone decisioni rapide ed efficaci, obiettivi chiari e sostenibili, strategie ben strutturate che non lasciano spazio all improvvisazione. Studio di consulenza integrata

Dettagli

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control La ragione in magazzino Warehouse è la soluzione dedicata alla gestione delle attività di magazzino che integra in un unica piattaforma informatica le tecnologie per l identificazione Automatica dei Dati:

Dettagli

Assistenza Clienti. Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Assistenza Clienti. Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Assistenza Clienti Assistenza Clienti Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Assistenza Clienti Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi

Dettagli

Questionario per l Innovazione

Questionario per l Innovazione Questionario per l Innovazione Confindustria, con il progetto IxI - Imprese per l Innovazione - intende offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura dell innovazione e dell

Dettagli

La Gestionale Ambientale in Enel

La Gestionale Ambientale in Enel La Gestionale Ambientale in Enel Il contesto della Gestione Ambientale Politiche, Regolazione e principi internazionali Corporations Impatti sugli ecosistemi locali Impatti sull ecosistema globale Movimenti

Dettagli

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile ANA-ANAP, Associazione Nazionale Audioprotesisti e Associazione Nazionale Audioprotesisti Professionali Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile Milano, 21/10/2014

Dettagli

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO

IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO IMPEGNI DI MIGLIORAMENTO Le ipotesi di miglioramento individuate lo scorso anno nel nostro primo Bilancio Sociale tracciano le linee di un percorso che abbiamo intrapreso nel 2002 e che intendiamo proseguire

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media

Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media Company Profile Il Gruppo BF Forniture Ufficio srl: Prodotti Per Ufficio - Toshiba Sistemi Evoluti di Comunicazione - Alcatel Lucent Web Solutions - Faro Media BF Nomitel srl: Voce, Dati, Internet, Telefonia

Dettagli

Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali. Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE.

Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali. Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE. Aiutandovi a raggiungere obiettivi globali Aiutando lo sviluppo PRECISE. PROVEN. PERFORMANCE. Cosa ci rende differenti? Moore Stephens International è un associazione multinazionale di società professionali

Dettagli

Quadro di riferimento e strategie aziendali del TPL in Europa

Quadro di riferimento e strategie aziendali del TPL in Europa SiPoTra 2014 Alcune questioni aperte sul TPL Workshop Quadro di riferimento e strategie aziendali del TPL in Europa Università di Tor Vergata Roma 21 Ottobre 2014 Marco Spinedi Senior Advisor, Mode Consulting

Dettagli

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Voice over IP. Voice over IP. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Voice over IP Voice over IP Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Voice over IP Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5.

Dettagli

GuidA. Webinar Axis Guida per l utente

GuidA. Webinar Axis Guida per l utente GuidA Webinar Axis Guida per l utente Introduzione La partecipazione a un Webinar Axis è un modo rapido e facile per ottenere informazioni aggiuntive non solo su nuovi prodotti o tecnologie. Questi webinar

Dettagli

SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore

SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore SUSTAINABLE TRENDS scenari e tendenze di sostenibilità dall impresa alle scelte del consumatore Introduzione Negli ultimi anni le scelte di acquisto dei consumatori, sono maggiormente orientate alla ricerca

Dettagli

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract

RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 2013. Abstract RELAZIONE DI SOSTENIBILITÀ 203 Abstract Il 203 è stato un anno ancora pesantemente influenzato da una profonda crisi economica e finanziaria, i cui effetti hanno minato la stabilità di molte famiglie e

Dettagli

Innovazione. Integrazione. Interazione.

Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione. Integrazione. Interazione. Automazione, Strumentazione e Telecomunicazioni per Impianti Industriali. Innovazione.

Dettagli

Responsabilità Sociale di Impresa

Responsabilità Sociale di Impresa Responsabilità Sociale di Impresa Un po di storia 1. 1992, si tiene il Rio De Janeiro Earth Summit per la discussione dei problemi ambientali del pianeta e dei loro legami con i problemi dello sviluppo

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI INDUSTRIA www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di

Dettagli

Il CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO 2008 E CONVOCA L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

Il CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO 2008 E CONVOCA L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Genova, 6 marzo 2009 Il CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO 2008 E CONVOCA L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Approvato il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato 2008 Proposta all Assemblea

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE Roma, Aprile 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del credito,

Dettagli

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA

STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA STRATEGIE REGIONALI DELLA PROMOZIONE TURISTICA Marzia Baracchino Responsabile Settore promozione Turistica PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO PIANO STRATEGICO REGIONALE per il TURISMO miglioramento

Dettagli

Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali. La socialità: un valore nel contesto aziendale

Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali. La socialità: un valore nel contesto aziendale Seminario in Economia dei Gruppi e delle Aggregazioni Industriali La socialità: un valore nel contesto aziendale Roma, 28 maggio 2013 Dott.ssa Sabrina Ricco 1 Obiettivo Una nuova logica dell operare: il

Dettagli

1 Borgonovi Elio, Valore economico sostenibile nella società globale: regole e comportamenti aziendali, Symphonya. Emerging

1 Borgonovi Elio, Valore economico sostenibile nella società globale: regole e comportamenti aziendali, Symphonya. Emerging 4. CONCLUSIONI Nella prima parte di questo lavoro si è parlato sulla responsabilità sociale d impresa, le sue definizioni e il legame con il Corporate Governance, come vengono la CSR e Corporate Governance

Dettagli

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it IL CONSORZIO STABILE Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni Agoraa.it indice Cos è un consorzio pag. 4 Il Consorzio Stabile Agoraa pag. 5 Valori pag. 6 Servizi pag. 8 Vantaggi pag.

Dettagli

Il Gruppo Esea Strumentazione di processo

Il Gruppo Esea Strumentazione di processo Il Gruppo Esea Strumentazione di processo Apparecchiature da campo e di analisi per l automazione di processo dalla A alla Z, tutto da un unico partner. Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile

Dettagli

La strategia finanziaria

La strategia finanziaria La strategia finanziaria Strategie di posizionamento (rivolte all esterno) AZIENDA strategia sociale CONTESTO SOCIALE posizionamento sociale Analisi degli input strategici esterni MERCATI FINANZIARI finanziatori

Dettagli

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto

Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto www.unifg.it Innovazioni tecnologiche di processo e di prodotto Valeria Spada Dipartimento di Scienze Economico-Aziendali, Giuridiche, Merceologiche e Geografiche Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it

Dettagli

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa

Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa 5 febbraio 2013, Auditorium di Palazzo Blu, Lungarno Gambacorti, Pisa Toscana, Europa. Il People Mover di Pisa SAT - Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei - S.p.A Gina Giani, Amministratore Delegato

Dettagli

Curriculum aziendale. Euroconsult s.a.s.

Curriculum aziendale. Euroconsult s.a.s. Curriculum aziendale Euroconsult s.a.s. aggiornato al 26/04/2011 Dati anagrafici Ragione sociale: Euroconsult s.a.s. Data di costituzione: 14 febbraio 1994 Rappresentante legale: ing. Armando Cannata Partita

Dettagli

Quadro sociale, istituzionale e normativo Il programma Leader I gal Gli ecomusei

Quadro sociale, istituzionale e normativo Il programma Leader I gal Gli ecomusei La promozione del territorio- lezione 14/ 02/ 08 Docente d. ssa Silvia Sarzanini Quadro sociale, istituzionale e normativo Il programma Leader I gal Gli ecomusei LE STRATEGIE DI SVILUPPO E PROMOZIONE DEL

Dettagli

La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management. Chiara Mainolfi

La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management. Chiara Mainolfi La certificazione delle competenze professionali nell IT Service Management Chiara Mainolfi EXIN AGENDA Quadro delle metodologie Percorsi di certificazione Schemi di certificazione A chi rivolgersi per

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE

WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE WE BELIEVE IN A SUSTAINABLE FUTURE ANNUAL REPORT 2012 SUSTAINABILITY REPORT IN INSIDE BACK COVER In sintesi Highlights 2012 1 Mission 3 Il commento dell Amministratore Delegato 4 Profi lo Carta d identità

Dettagli

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 1 Sommario L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 2 L azienda 3 Profilo La Società Essematica nasce nel 1987 da un team di specialisti e ricercatori informatici che, aggregando le esperienze maturate

Dettagli

Il Building Information Modelingin Italferr

Il Building Information Modelingin Italferr Il Building Information Modelingin Italferr Project Ing. Federico Sablone Responsabile UO Sistemi Informativi Catania, 23 Maggio 2014 Convegno ANCE «Il BIM: prospettive e scenari per imprese e professionisti»

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade.

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. Cloros è una società certificata ISO 9001 e UNI CEI 11352, che ha

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

NUMERO 1O l esperienza migliora il business

NUMERO 1O l esperienza migliora il business NUMERO 1O l esperienza migliora il business Dal 1986 al vostro fianco NUMERO 1O, a più di vent anni dalla sua nascita, rappresenta il polo di riferimento nell esperienza informatica legata al business.

Dettagli

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2

Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici. Sezione 4.2 Retail banking: posizionamento di mercato ed indirizzi strategici Sezione 4.2 Profilo di CheBanca! Dati di sintesi Efficace collettore di provvista: 13,3mld di depositi diretti ed 1mld di indiretti Miglior

Dettagli

2005 Tunstall Group Ltd. Una Società del Gruppo TUNSTALL

2005 Tunstall Group Ltd. Una Società del Gruppo TUNSTALL Una Società del Gruppo TUNSTALL IL GRUPPO TUNSTALL Il Gruppo TUNSTALL è stato fondato nel 1957. L esperienza di quasi mezzo secolo e la partnership con i più importanti operatori pubblici e privati del

Dettagli

Gestione delle Finanze

Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Gestione delle Finanze Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione delle Finanze Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende 3. Benvenuto

Dettagli

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Casale SA.. Utilizzata con concessione dell autore. Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Partner Nome dell azienda Casale SA Settore EPC

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005 VIANINI LAVORI SpA Maggio 2005 IL GRUPPO CALTAGIRONE Il Gruppo Caltagirone opera in 3 principali settori di attività: Costruzioni, Cemento, Media Le vendite aggregate di Gruppo nel 2004 sono state pari

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace

CORPORATE GOVERNANCE. Implementare una corporate governance efficace CORPORATE GOVERNANCE Implementare una corporate governance efficace 2 I vertici aziendali affrontano una situazione in evoluzione Stiamo assistendo ad un cambiamento senza precedenti nel mondo della corporate

Dettagli

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013.

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013. Internet of Everything (IoE) I 10 risultati principali del sondaggio IoE Value Index di Cisco, condotto su un campione di 7.500 responsabili aziendali in 12 paesi Joseph Bradley Jeff Loucks Andy Noronha

Dettagli

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI

Proposte formative CHANGE MANAGEMENT MANAGEMENT DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO NELLA PMI Proposte formative Un team di esperti in progettazione formativa è a disposizione per lo sviluppo di soluzioni personalizzate e la realizzazione di percorsi costruiti intorno alle esigenze di ciascuna

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V.

Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Federici Assicurazioni Agenzia di Milano Atradius Credit Insurance N.V. Una forza trainante nelle assicurazioni del credito e delle cauzioni Atradius - page 1 Una partnership solida Con decenni di esperienza

Dettagli

Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2010 Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2010 Indice 1 Organi Sociali e Comitati 4 2 Andamento economico e situazione finanziaria del Gruppo 5 2.1 Introduzione 5 Risultati

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli