Monte Titoli. Istruzioni Servizio X-TRM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monte Titoli. Istruzioni Servizio X-TRM"

Transcript

1 Monte Titoli 6 ottobre 2014

2 INDICE 1 PREMESSA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DEFINIZIONI CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO X-TRM COMUNICAZIONI CORRISPETTIVI MODALITÀ DI ACCESSO FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE NETTA E LORDA GESTITI DA MONTE TITOLI ACQUISIZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI VALIDAZIONE VALORIZZAZIONE RISCONTRO RADDOPPIO OPERAZIONI AGGIORNAMENTO OPERAZIONI CANCELLAZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI CANCELLAZIONE AUTOMATICA DELLE OPERAZIONI NON RISCONTRATE Stralcio delle operazioni INOLTRO CONTRATTI AI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione netta Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione lorda FUNZIONALITÀ HOLD/RELEASE GESTIONE DELLE OPERAZIONI A FRONTE DI CORPORATE EVENTS INFORMATIVA DI POST-TRADING MODALITÀ TECNICHE DI INTERAZIONE CON IL SERVIZIO X-TRM DISPONIBILITÀ DEL SERVIZIO FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SISTEMI DI LIQUIDAZIONE ESTERI DESCRIZIONE DEL SERVIZIO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ACQUISIZIONE OPERAZIONI NETTING BILATERALE SENZA INTERPOSIZIONE DELLE CCP PER CONTRATTI DA MERCATI Cancellazioni da parte del mercato INOLTRO OPERAZIONI CANCELLAZIONE OPERAZIONI CUT OFF PER INSERIMENTO/VARIAZIONE DI OPERAZIONI OTC SETTLEMENT FINALITY STRALCIO DELLE OPERAZIONI INFORMATIVA DI POST-TRADING

3 7 GESTIONE DI PARTICOLARI OPERAZIONI/CONTRATTI SPECIFICHE CATEGORIE CONTRATTUALI Contratti di Pronti Contro Termine GESTIONE CONTRATTI DI PRONTI CONTRO TERMINE OVERNIGHT INTERAZIONE CON LA CONTROPARTE CENTRALE PER I MERCATI CASH INTERPOSIZIONE DELLE CONTROPARTI CENTRALI NEI CONTRATTI GARANTITI ACQUISIZIONE CONTRATTI DALLA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA (MERCATO IDEM) ACQUISIZIONE CONTRATTI DALLA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA (ESECUZIONE BUY-IN) CREAZIONE DEI SALDI NETTI BILATERALI (COMPENSI) CON CONTROPARTE CENTRALE MODELLO OPERATIVO A (MODELLO DI MARGINAZIONE LORDO ) MODELLO OPERATIVO B (MODELLO DI MARGINAZIONE NETTO ) AGGIORNAMENTO SALDI NETTI BILATERALI (COMPENSI) IL GIORNO PRECEDENTE LA DATA DI REGOLAMENTO INFORMATIVA ALL ADERENTE GENERALE APPENDICE MODALITA DI CALCOLO CONTROVALORE PREZZO A TERMINE PROVVIGIONE TOTALE RATEO UNITARIO CONTROVALORE RATEO TASSA CONTRATTI DI BORSA

4 1 PREMESSA Le Istruzioni, unitamente al Regolamento operativo dei Servizi di liquidazione e attività accessorie, descrive l operatività del sistema di riscontro e rettifica giornalieri gestito da Monte Titoli (di seguito Servizio X-TRM). 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Il Servizio X-TRM consente l acquisizione, il riscontro, la rettifica e l inoltro alla liquidazione netta, alla liquidazione lorda o ai servizi di liquidazione esteri delle operazioni su strumenti finanziari non derivati. Le transazioni acquisite nel Servizio possono provenire da: Mercati regolamentati e non; Controparti centrali (per gli esercizi/assegnazioni relative a stock options giunte a scadenza o esercitate anticipatamente, per le segnalazioni rivenienti da stock futures giunti a scadenza e per l esecuzione del buy-in); Banca centrale nazionale (per i contratti rivenienti dalle procedure di collocamento/riacquisto dei titoli di Stato); Intermediari; Servizi di liquidazione netta; Servizio di prestito titoli. Tale Servizio: è completamente automatizzato; presenta un architettura modulare in grado di adattarsi alle esigenze specifiche dei mercati, delle controparti centrali e dei servizi di liquidazione con i quali interagisce; mette a disposizione degli operatori in strumenti finanziari una completa gamma di funzionalità di post-trading e di reporting in tempo reale. 3 DEFINIZIONI Si descrivono di seguito i principali termini utilizzati nelle presenti Istruzioni: - aderente generale: è il soggetto che assume nei confronti della controparte centrale le posizioni contrattuali relative alle operazioni effettuate per conto proprio e/o di terzi, che assumono il ruolo di aderenti indiretti; - aderente indiretto: è il soggetto che stipula con l aderente generale un accordo perché quest ultimo assuma nei confronti della controparte centrale le posizioni contrattuali relative alle operazioni effettuate dall aderente indiretto stesso in proprio e/o per conto di terzi; - aderente individuale: è il soggetto partecipante alla controparte centrale per conto proprio e/o per conto dei propri committenti; 4

5 - Target2: il sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale disciplinato dall Indirizzo della Banca Centrale Europea del 26 Aprile 2007; - compenso: è l operazione con cui un intermediario trasferisce titoli o contante alla controparte con o senza il corrispettivo movimento di contante o di titoli; - contratto: è l insieme di due operazioni, uguali e contrarie, riscontrate e comunicate da due partecipanti, ovvero acquisite da un mercato; - controparte centrale: (di seguito CCP ) è il soggetto che, frapponendosi tra due contraenti per mezzo della novazione dell obbligazione originaria, si costituisce come il compratore del contratto venduto e il venditore del contratto acquistato, garantendo il buon fine delle obbligazioni assunte; - controparte: nell ambito della singola operazione, rappresenta il soggetto, partecipante al Servizio X-TRM, che funge da controparte non dichiarante di un operazione; - emittente: è il partecipante al Servizio X-TRM che dichiara un operazione; - istruzioni di regolamento: operazioni inviate dal Servizio X-TRM ai servizi di Liquidazione nella forma di singoli contratti o saldi bilaterali con le controparti centrali compensati automaticamente dal Servizio X-TRM; - liquidatore: è il partecipante ai servizi di liquidazione che regola titoli per conto proprio e/o per conto di altri soggetti (Negoziatore e/o Partecipante X- TRM); - negoziatore: è l intermediario aderente ad uno o più mercati regolamentati e non; - operazione: è l insieme delle informazioni che costituiscono una transazione. Mediante tali informazioni un partecipante al Servizio X-TRM dichiara di aver concluso una transazione in titoli e/o contante con un altro partecipante; - partecipante X-TRM: il soggetto che aderisce al Servizio X-TRM in nome e per conto proprio e/o in nome e per conto di terzi; - regolamento: il Regolamento dei servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie; - saldo bilaterale: nell ambito del servizio di liquidazione netta, rappresenta, per medesimo codice titolo, la somma algebrica (ammontare di titoli e contante) relativa ai contratti conclusi tra due partecipanti; - saldo multilaterale: nell ambito del Servizio di liquidazione netta, rappresenta la somma algebrica (ammontare di titoli e contante) relativa ad un solo partecipante, nei confronti di tutti gli altri partecipanti; - servizio X-TRM: il sistema di riscontro e rettifica giornalieri gestito da Monte Titoli, che consente l acquisizione, il riscontro, la rettifica e l inoltro delle operazioni alla liquidazione netta, alla liquidazione lorda o ai sistemi di liquidazione esteri (di seguito Servizio ). 5

6 4 CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO X-TRM 4.1 COMUNICAZIONI Monte Titoli invia ai partecipanti disposizioni/comunicazioni di servizio riguardanti: l ammissione di nuovi partecipanti al Servizio; l esclusione o la sospensione di partecipanti dal Servizio secondo quanto stabilito dall art 47 del Regolamento operativo dei Servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie ; informative previste dalla documentazione contrattuale; altre comunicazioni aventi carattere meramente informativo; eventuali modifiche degli orari di erogazione del Servizio. Le comunicazioni al partecipante vengono inoltrate: attraverso il sito internet della Società per comunicazioni aventi carattere di generalità; tramite posta / fax, ai recapiti segnalati dal partecipante a mezzo lettera raccomandata A/R, telegramma, telefax, corriere, o altro mezzo che renda documentabile il ricevimento della comunicazione per comunicazioni di carattere individuale; in via telematica per comunicazioni di tipo operativo inerenti all ordinaria gestione del Servizio. Il partecipante al Servizio effettua le proprie comunicazioni a Monte Titoli per iscritto trasmettendole a mezzo lettera raccomandata A/R, telegramma, telefax, corriere o altro mezzo che renda documentabile il ricevimento della comunicazione. Le comunicazioni di carattere operativo possono essere inviate anche in via telematica. 4.4 CORRISPETTIVI Il Servizio X-TRM prevede corrispettivi a favore di Monte Titoli specificati nella Price List allegata alle Condizioni Generali Parte II. 4.5 MODALITÀ DI ACCESSO I partecipanti accedono al Servizio secondo diverse modalità di interazione: tramite piattaforma Web (MT-X: X-TRM OnLine); da sistema utente (RNI/File Transfer, RNI/Message Switching, LU6.2 e SWIFT). 6

7 5 FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE NETTA E LORDA GESTITI DA MONTE TITOLI Le funzionalità proprie del Servizio X-TRM sono: acquisizione operazioni/contratti; validazione; valorizzazione; aggiornamento/cancellazione; riscontro; raddoppio; inoltro ai servizi di liquidazione; informativa di post trading; aggiornamento automatico delle operazioni su strumenti finanziari oggetto di corporate actions (pagamento cedole, pagamento dividendo, rimborso totale e parziale). In aggiunta alle suddette funzionalità, il Servizio incorpora alcune funzionalità d ausilio all attività di controparte centrale quali: interposizione della controparte centrale nei contratti garantiti; creazione dei saldi netti bilaterali con la controparte centrale. Per i contratti da regolare presso Sistemi Esteri, la funzionalità di ausilio all attività di controparte centrale di X-TRM è limitata a quella di interposizione e non si applicano le funzionalità di determinazione dei saldi. Inoltre, in tal caso, il Servizio XTRM non è utilizzato ai fini dell inoltro ai servizi di liquidazione, per l informativa di post trading e di gestione delle corporate action. Di seguito si riporta uno schema di sintesi delle funzionalità del Servizio. FIGURA 1 7

8 5.1 ACQUISIZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI Il Servizio X-TRM acquisisce operazioni/contratti provenienti da: mercati di Borsa Italiana; mercato MTS; altri mercati regolamentati e non; partecipanti X-TRM; Banca d Italia per la procedura di collocamento/riacquisto dei titoli di Stato; controparti centrali per la procedura di esercizio delle stock options/stock futures e per quella di esecuzione del buy-in; dal servizio di liquidazione netta per le operazioni non regolate nei cicli netti e per le operazioni di collateral; dal servizio di prestito titoli per le operazioni di accensione ed estinzione. Le tipologie di operazioni/contratti immessi nel Servizio X-TRM possono essere così riepilogate: TAVOLA 1 OPERAZIONI CONTRATTI SIGLA TIPO OPZIONE SIGLA PROVENIENZA 1 Compravendita titoli Pronti contro termine Compenso titoli e/o contante CVT PCT CTC Mercati Partecipanti X-TRM Mercati Partecipanti X-TRM Banca Centrale CCP Partecipanti X-TRM Automatiche Accensione prestito titoli APT Automatiche Estinzione prestito titoli EPT Automatiche All atto dell immissione delle operazioni/contratti nel Servizio X-TRM, indipendentemente dalla provenienza, viene effettuato un controllo che sia il soggetto emittente sia la controparte siano aderenti alla funzione acquisizione operazioni prevista dal Servizio. 1 Le provenienze elencate sono quelle valide alla data di pubblicazione del presente documento. 8

9 Le operazioni/contratti immessi dai partecipanti X-TRM 2 devono contenere tutte le informazioni necessarie per il riscontro e per il successivo regolamento. In relazione alla tipologia di operazione immessa, alcune informazioni si configurano come obbligatorie e, se non dichiarate, assumono predefiniti valori di default; altre informazioni sono invece facoltative. Di seguito vengono schematizzate, a prescindere dal tipo operazione e dalla provenienza, le informazioni 3 necessarie ai fini del riscontro e del regolamento indicando, nel caso in cui tali informazioni fossero facoltative, i valori di default automaticamente assunti dal sistema. TAVOLA 2 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE EMITTENTE SI NO TIPO NEGOZIAZIONE SI NO Valori assunti: P conto proprio T conto terzi CONTROPARTE SI NO CODICE OGGETTO NEGOZIATO (TITOLO/CONTANTE) SI NO Identifica il codice dello strumento finanziario oggetto dell operazione, che deve risultare operativo nel servizio X- TRM ai fini dell ammissione nel relativo servizio di liquidazione. In caso di contante si utilizza un codice ISIN convenzionale (IT ) che rappresenta la valuta Euro. QUANTITA SI NO SEGNO (riferito alla quantità) NO D (ACQUISTO) TIPO OPERAZIONE SI NO CONTROPARTE CENTRALE NO NO Identifica la CCP di cui i mercati si avvalgono; deve essere compatibile con la casistica di contratti che ogni CCP intende garantire in relazione al mercato di appartenenza. DATA ESEGUITO NO Data di immissione del contratto nel servizio X- TRM DATA REGOLAMENTO DATA FINE VALIDITA NO NO - Operazioni da inoltrare nella liquidazione netta: T+2 - Operazioni da inoltrare nel servizio di liquidazione lorda T+0 Data regolamento Deve essere compatibile con il calendario del servizio di liquidazione dichiarato Se indicata dai partecipanti X-TRM e differisce, viene considerata valida la minore tra le due date. 2 I contratti immessi dai mercati/banche centrali/ccp sono considerati automaticamente riscontrati. 3 Nella successiva tavola 3 sono indicate le informazioni considerate chiave di riscontro 9

10 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE CONTROVALORE NO NO Viene indicato solo nelle operazioni di compenso. Ammette uno scostamento di più o meno 5 euro. All atto del riscontro si considera valido l importo minore tra i due controvalori dichiarati. VALUTA DI REGOLAMENTO NO EUR Espressa nella codifica ISO. CAMBIO NO 1 Rappresenta il rapporto di cambio tra la divisa di negoziazione e la divisa di regolamento PREZZO SI Ad eccezione di compensi NO PROVVIGIONE TOTALE EMISSIONE FISSATO BOLLATO CATEGORIA BOLLI ADDEBITO BOLLI NO NO SI Se si richiede il calcolo N NO No emissione fissato bollato NO N No calcolo bolli IMPORTO SPESE NO NO RATEO UNITARIO CODICE SISTEMA LIQUIDAZIONE NO Interesse maturato dallo stacco dell ultima cedola SI 02 Può essere espressa come importo totale o come percentuale. E immessa solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM. Immessa solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM. Indica se l operazione deve essere inoltrata ai servizi di liquidazione gestiti da Monte Titoli ovvero ai sistemi di liquidazione esteri. 4 CODICE LIQUIDATORE N Codice liquidatore presente nelle anagrafiche di X-TRM Se indicato deve essere presente nelle anagrafiche X-TRM. Se non indicato: - corrisponde all emittente stesso partecipante diretto alla liquidazione; - corrisponde al soggetto scelto dal negoziatore se indiretto alla liquidazione. Per le operazioni fail il liquidatore del sistema di liquidazione lorda coincide con il liquidatore della netta CODICE ADERENTE GENERALE N Codice aderente generale presente nelle anagrafiche X-TRM Può essere dichiarato solo per operazioni garantite da CCP. Se indicato deve essere presente nelle anagrafiche X-TRM. Se non indicato: 4 I sistemi di liquidazione ammessi sono i seguenti: 00 (solo riscontro), 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta) oltre ai sistemi di liquidazione esteri indicati al paragrafo

11 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE - corrisponde all emittente stesso partecipante diretto alla CCP; - corrisponde al soggetto scelto dal negoziatore se indiretto alla CCP. CODICE BENEFICIARIO FINALE CLIENTE CODICE BENEFICIARIO FINALE CONTROPARTE NO NO HOLD/RELEASE NO R NO NO Ammesso solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM e con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta). Ammesso solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM e con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta). Ammesso per operazioni con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda) o 02 (liquidazione netta) e: - provenienti dai partecipanti ; - provenienti da mercato a condizione che le società di gestione dei mercati e le controparti centrali abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibile la relativa funzionalità (cfr. Comunicato ex art. 10 del regolamento Express) Oltre alle informazioni sopra riportate, sono previsti dei dati specifici in relazione al servizio di liquidazione al quale le operazioni devono essere inoltrate. Per le operazioni da liquidare nel servizio di liquidazione lorda possono essere immesse le seguenti informazioni: priorità di regolamento: permette al partecipante, debitore dei titoli, di specificare l ordine di movimentazione dei propri conti nella gestione delle code nella liquidazione lorda. Questa informazione non è campo chiave di riscontro ed è modificabile dallo stesso dichiarante. Il default attribuito dal sistema è una priorità media; time-out: permette di dichiarare l orario limite entro il quale il contratto deve essere regolato. E stabilito alle ore per tutte le operazioni inserite in X- TRM (operazioni da netta, operazioni OTC, gamba a pronti dei PCT overnight), ma le controparti possono, valorizzando opportunamente il campo, concordarne uno maggiore (tra le e le 17.50). Qualora il timeout non fosse specificato, il contratto rimane nelle code di esecuzione fino alle o, se concordato, fino ad un orario successivo pari al massimo alle Questa informazione non costituisce campo chiave di riscontro e non può essere modificata dopo il riscontro. 5.2 VALIDAZIONE La validazione, specifica per tipo di operazione, comprende controlli formali, logici e di congruenza sui dati elementari della singola operazione ed il completamento con valori di default. E un attività prevista sia nel caso di operazioni provenienti dai partecipanti X- 11

12 CODICE BENEFICIARIO FINALE CONTROPARTE (*) CODICE BENEFICIARIO FINALE CLIENTE (*) CODICE SISTEMA LIQUIDAZIONE RATEO UNITARIO IMPORTO SPESE ADDEBITO BOLLI CATEGORIA BOLLI EMISSIONE FISSATO BOLLATO PROVVIGIONE TOTALE PREZZO QUANTITA CAMBIO VALUTA DI REGOLAMENTO CONTROVALORE DATA FINE VALIDITA DATA REGOLAMENTO DATA ESEGUITO CONTROPARTE CENTRALE TIPO OPERAZIONE SEGNO CODICE OGGETTO NEGOZIATO CONTROPARTE EMITTENTE TRM che nel caso di contratti immessi da mercati/banca centrale/ccp. Per ogni operazione immessa dai partecipanti X-TRM, il Servizio comunica al soggetto, se l'operazione è valida, un messaggio di accettazione. In caso contrario il sistema invia un messaggio di errore. Per ogni operazione acquisita e valida il Servizio X-TRM attribuisce un codice di riferimento univoco nell ambito del codice emittente e della data di immissione. 5.3 VALORIZZAZIONE La valorizzazione viene eseguita solo se non sono stati riscontrati errori in fase di validazione. Il calcolo dei valori contabili (controvalori, interessi, ecc.) viene eseguito seguendo le regole codificate per tipologia di operazione. Nell Appendice "MODALITA DI CALCOLO" sono illustrate le formule relative ai dati calcolati dal Servizio. 5.4 RISCONTRO Le operazioni immesse dai partecipanti X-TRM che hanno superato la fase di validazione, sono sottoposte alla funzione di riscontro, che ha lo scopo di verificare la corrispondenza delle informazioni relative allo stesso contratto. Non è prevista l'aggregazione delle singole operazioni. Le chiavi di riscontro, di seguito descritte, sono specifiche per tipo di operazione e definiscono i dati elementari necessari al confronto. TAVOLA 3 CAMPI DELLA CHIAVE DI RISCONTRO TIPO OPERAZIONE COMPRAVENDITA X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X PRONTI CONTRO TERMINE X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X COMPENSO X X X X X X X X X X X X X X (*) Il codice beneficiario finale cliente e il codice beneficiario controparte sono chiave di riscontro solo qualora valorizzate da entrambi i partecipanti X-TRM. 12

13 L'operazione elaborata può assumere lo stato di: riscontrata se esiste esatta corrispondenza tra la dichiarazione dell emittente e la corrispondente dichiarazione della controparte; non riscontrata se trattasi di un operazione che assume uno dei seguenti stati: - diretta: la controparte non ha ancora comunicato l'operazione, oppure le informazioni differiscono per almeno uno dei dati di riscontro; - risposta: operazione uguale e contraria all operazione diretta generata automaticamente, a scopo informativo per la controparte. 5.5 RADDOPPIO OPERAZIONI Tutti i contratti inviati dai mercati, dalle banca centrale e dalle controparti centrali, per definizione già riscontrati, sono sottoposti al processo di raddoppio. Il processo consiste nel duplicare la singola comunicazione pervenuta al Servizio X-TRM in due operazioni riscontrate, al fine di consentire a ciascun partecipante, nella qualifica di emittente, piena visibilità delle proprie operazioni. Analogamente a quanto avviene per le operazioni dichiarate dagli intermediari, il Servizio X- TRM attribuisce alla singola operazione un codice di riferimento. 5.6 AGGIORNAMENTO OPERAZIONI E' la funzione con la quale i partecipanti X-TRM comunicano gli aggiornamenti relativi alle operazioni precedentemente immesse. La richiesta di aggiornamento, come l'immissione, viene sottoposta ai processi di validazione, valorizzazione e riscontro. Il Servizio invia al partecipante un messaggio di accettazione per ogni richiesta di aggiornamento formalmente valida o di errore in caso contrario. L'operatore deve comunicare, oltre a tutti i dati propri dell'operazione, il codice di riferimento attribuito dal Servizio X-TRM in fase di immissione. Si distinguono due tipologie di trattamento, in base allo stato di riscontro dell'operazione stessa: operazione riscontrata Le operazioni riscontrate possono essere variate esclusivamente nei campi non facenti parte della chiave di riscontro. Nelle operazioni da regolare nella liquidazione netta l informazione conto/proprio e conto/terzi, fondamentale per il regolamento del contratto, può essere modificata entro il giorno di conclusione del contratto. Nelle operazioni da regolare nel servizio di liquidazione lorda, modificabili solo se sono ancora in attesa di regolamento, il campo data fine validità può essere variato solo dal gestore del Servizio X-TRM. operazione diretta E sempre possibile la variazione di un operazione diretta e per qualsiasi dato. 13

14 La fattispecie non è applicabile all operazione di tipo risposta. 5.7 CANCELLAZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI La cancellazione dei contratti provenienti dai mercati e dalle controparti centrali è consentita ai partecipanti X-TRM che sono abilitati a tale funzionalità, a condizione che le società di gestione dei mercati e le controparti centrali abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibili tali funzionalità ai propri partecipanti. La cancellazione dei contratti provenienti da banca centrale è inibita ai partecipanti X-TRM ed è permessa ai soli sistemi di provenienza. La cancellazione delle operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM è possibile conformemente a quanto segue: operazione diretta E sempre possibile la cancellazione di un operazione diretta. A fronte di una richiesta di cancellazione, il Servizio contrassegna l operazione come cancellata con indicazione nell informativa utente (indicatore di cancellazione S ) e con l indicazione che si tratta di una cancellazione effettuata dall utente stesso. operazione riscontrata Le operazioni e le disposizioni riscontrate non possono essere cancellate unilateralmente. Le operazioni e le disposizioni riscontrate possono essere cancellate se entrambi i partecipanti X-TRM, abilitati a tale funzionalità, ne abbiano fatto richiesta e a condizione che l operazione non sia ancora stata inviata al regolamento. Possono inoltre essere cancellate le operazioni non regolate alla data di regolamento originaria se entrambi i partecipanti X-TRM, abilitati a tale funzionalità, ne abbiano fatto richiesta. La fattispecie non è applicabile all operazione di tipo risposta. 5.8 CANCELLAZIONE AUTOMATICA DELLE OPERAZIONI NON RISCONTRATE Il Servizio cancella automaticamente tutte le operazioni che, alla data di regolamento, risultano essere non riscontrate. In tal caso il Servizio contrassegna l operazione come cancellata con indicazione nell informativa utente (indicatore di cancellazione S ) e valorizzazione del campo tipo automatismo= 3 per 14

15 indicare che si tratta di una cancellazione effettuata automaticamente dal sistema Stralcio delle operazioni Il Servizio effettua lo stralcio automatico delle operazioni riscontrate e non riscontrate con le seguenti tempistiche: 3 giorni dopo la data di regolamento originaria se l operazione è regolata in tale data; 3 giorni dopo la data di effettivo regolamento dell operazione in caso di operazioni regolate dopo la data di regolamento originaria; 3 giorni dopo la data di fine validità se l operazione non è regolata entro tale data. Per tutte le operazioni "legate" (es. PCT) si considera la data di regolamento maggiore e lo stralcio avviene esclusivamente nel caso in cui entrambe rispondano ai criteri di stralcio previsti. 5.9 INOLTRO CONTRATTI AI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE È la funzione con la quale il Servizio X-TRM inoltra ai servizi di liquidazione i contratti riscontrati sotto forma di istruzioni di regolamento Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione netta L invio delle transazioni in stato release al servizio di liquidazione netta avviene secondo due modalità differenti: modalità batch, alla chiusura del Servizio X-TRM, per i contratti con data di regolamento il secondo giorno successivo, in modo tale che il giorno precedente a ciascuna data di regolamento tali contratti siano disponibili nell informativa di pre-regolamento del servizio di liquidazione netta; in tempo reale, durante l orario di apertura del Servizio X-TRM, per i contratti comunicati nella giornata con data di regolamento il giorno successivo. All'atto della ricezione dei contratti riscontrati, la procedura di acquisizione della liquidazione esegue tutti i controlli anagrafici sia su titoli che sui soggetti partecipanti al fine di verificare il corretto allineamento tra le informazioni presenti nel Servizio X-TRM con quanto presente nel servizio di liquidazione netta Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione lorda 15

16 L invio delle transazioni in stato release al servizio di liquidazione lorda avviene secondo le seguenti tempistiche: le transazioni con regolamento immediato (aventi data di regolamento uguale alla data di immissione) sono inviate da X-TRM al servizio di liquidazione lorda subito dopo il loro riscontro. I contratti pervenuti oltre l orario di chiusura della liquidazione lorda (18.00) sono accettati dal sistema, ma saranno inviati al regolamento solo il giorno successivo compatibilmente con la data di fine validità dichiarata; le transazioni con regolamento in data differita sono trasmesse alla liquidazione lorda il giorno di regolamento prima dell orario di inizio del servizio; le transazioni non regolate alla data di regolamento prevista sono riproposte alla liquidazione lorda (congiuntamente alle transazioni di cui al punto precedente), per più giorni consecutivi, fino al loro buon fine o alla decorrenza della data termine di validità. I contratti riproposti mantengono inalterati i dati originari dichiarati dalle controparti, ad eccezione della priorità che può essere variata dal venditore dei titoli e dello stato hold/release per il quale si applica quanto previsto al paragrafo FUNZIONALITÀ HOLD/RELEASE La funzionalità hold/release consente ai partecipanti di sospendere unilateralmente (hold) l inoltro ai servizi di liquidazione delle operazioni, fino a specifica istruzione di rilascio (release), che deve essere inserita dal partecipante che ha sospeso l operazione (e dalla controparte qualora anch essa abbia sospeso l operazione). La funzionalità di hold/release è resa disponibile ai partecipanti per la gestione delle operazioni OTC, mentre la gestione delle operazioni provenienti dal mercato e delle operazioni garantite è consentita solo per le società di gestione dei mercati e le controparti centrali che abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibile tale funzionalità ai propri partecipanti, e che sono indicate nelle comunicazioni di servizio ai sensi dell articolo 10 del regolamento. Come indicato al paragrafo 5.1, il servizio X-TRM attribuisce di default lo stato di release. I partecipanti possono richiedere in via generale a Monte Titoli l attribuzione dello stato di hold per le operazioni OTC immesse direttamente dai partecipanti X-TRM che di essi si avvalgono, specificando il conto di liquidazione e il sistema di regolamento ( 01 liquidazione lorda; 02 liquidazione netta). La modifica dell indicatore può avvenire durante tutto l orario di operatività del servizio X-TRM, nel rispetto dei cut off comunicati ai sensi dell articolo 10 del regolamento. 16

17 Operazioni da regolare nella liquidazione netta I partecipanti valorizzando H il campo hold/release possono sospendere l inoltro delle operazioni alla liquidazione netta. Per il successivo inoltro alla liquidazione delle operazioni in stato di hold i partecipanti che hanno posto l operazione in hold devono modificare l indicatore a release. Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione netta. Qualora la modifica dell indicatore a release non avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono predisposte per il successivo inoltro alla liquidazione lorda. Le operazioni mantengono il medesimo stato in cui si trovano al momento del cut off, a meno che i partecipanti abbiano richiesto in via generale a Monte Titoli che alle operazioni, originariamente immesse per la liquidazione netta e in hold al suddetto cut off, sia attribuito uno stato predefinito (hold/release). Operazioni da regolare nella liquidazione lorda I partecipanti valorizzando H il campo hold/release possono sospendere l inoltro delle operazioni alla liquidazione lorda. Questo si applica: a) alle operazioni con regolamento differito nella liquidazione lorda; b) alle operazioni con regolamento immediato, tenuto conto che le operazioni con regolamento immediato immesse in stato release o modificate a release non possono essere successivamente poste in hold; c) alle operazioni che al termine della liquidazione lorda risultano non regolate; per tali operazioni i partecipanti possono richiedere in via generale a Monte Titoli l attribuzione di uno stato predefinito (hold/release); d) alle operazioni in hold alla data di regolamento originaria (e quindi non immesse nella liquidazione). Per il successivo inoltro alla liquidazione lorda delle operazioni in stato di hold i partecipanti che hanno posto l operazione in hold devono modificare l indicatore a release. La modifica dell indicatore a release può avvenire fino al cut off del giorno di fine validità. Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno successivo. 17

18 Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga successivamente al cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno di regolamento in corso, compatibilmente con il cut off previsto 5. La valorizzazione dell indicatore di hold/release per le operazioni di Pronti Contro Termine si applica sia all operazione a pronti che a quella a termine ed è possibile modificarlo distintamente per ciascuna delle due operazioni, anche successivamente al regolamento dell operazione a pronti GESTIONE DELLE OPERAZIONI A FRONTE DI CORPORATE EVENTS Nel caso di operazioni su titoli interessati da eventi specifici che ricorrono nel periodo compreso tra la data di regolamento delle stesse e la data di fine validità, il Servizio X-TRM opera in base a quanto stabilito dal mercato di provenienza dell operazione 6. Per le operazioni di mercato non regolate alla data di regolamento originaria su titoli oggetto di pagamento dividendi, cedole, rimborso parziale o totale la procedura di rettifica è completamente automatizzata e le opzioni previste sono: anticipo della data fine validità alla data antecedente quella di pagamento e/o rimborso del titolo; cancellazione dell operazione originaria e inserimento di una nuova operazione con il medesimo stato dell operazione originaria (hold/release) e il controvalore rettificato o, in caso di estinzione del titolo, di un eventuale compenso contante. Ai partecipanti viene fornita una completa informativa sulle operazioni rettificate. Per le operazioni non regolate alla data di regolamento originaria su titoli oggetto di altre operazioni sul capitale (raggruppamento, frazionamento, fusione pura o per incorporazione, scissione e aumento di capitale gratuito o a pagamento) e su titoli (warrant, covered warrant e certificates) per i quali sia decorso il termine ultimo per l esercizio, la cancellazione e l inserimento sono effettuati in modalità amministrativa. 5 Le operazioni che al time out risultano non regolate anche se poste in stato release entro il cut off del giorno di regolamento sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno successivo. 6 Le operazioni OTC non sono soggette al processo di rettifica automatica, ma è demandata alle controparti coinvolte la gestione delle stesse. Solo in caso di estinzione del titolo è effettuata la cancellazione dell operazione in modalità amministrativa compatibilmente con la data di fine validità dichiarata. 18

19 5.12 INFORMATIVA DI POST-TRADING Il Servizio X-TRM fornisce ai partecipanti una completa informativa riguardante le operazioni di pertinenza, immesse direttamente dagli stessi partecipanti o provenienti dai mercati/banca centrale/controparte centrale, con le seguenti modalità: Informativa batch di dettaglio E resa disponibile ai partecipanti ogni mattina, al termine delle elaborazioni notturne e contiene il dettaglio delle sole operazioni immesse nel Servizio nella giornata precedente. Informativa a richiesta E resa disponibile in qualsiasi momento della giornata, durante l orario di apertura del Servizio X-TRM e consente al partecipante di verificare lo stato di tutte le operazioni immesse in giornata o in precedenza. Di seguito sono elencati i criteri più significativi utili a personalizzare la selezione delle operazioni interessate: - Codice controparte; - Codice oggetto negoziato; - Tipo operazione; - Data regolamento; - Data eseguito; - Data di immissione; - Stato dell operazione (valida o cancellata); - Tipo riscontro (riscontrata, diretta, risposta); - Provenienza (sistema utente, mercato); - Sistema di liquidazione - Stato di regolamento per le operazioni presenti nel servizio di liquidazione lorda - Stato indicatori hold/release; - Stato indicatori cancellazione bilaterale. Informativa on-line Consente al partecipante al Servizio di ottenere l informativa in tempo reale relativamente a tutte le operazioni presenti nel sistema. Prima Nota a video La funzione mette a disposizione la visualizzazione delle operazioni selezionate, comprensiva dello stato degli indicatori di hold/release. Oltre all'inquiry, l'utilizzo della funzione a video consente l'aggiornamento e/o la cancellazione delle operazioni visualizzate. Per le operazioni presenti nel servizio di liquidazione lorda, oltre ai dati specifici del contratto, sono fornite informazioni riguardanti sia l esito finale del regolamento sia gli stati intermedi delle operazioni in corso di gestione 19

20 (accodamento per mancanza titoli, accodamento in Target2 per regolamento fondi, ecc.). Le informazioni relative al regolamento sono le seguenti: - numero operazione di regolamento (N.O.R.): attribuito da Monte Titoli, referenzia univocamente i messaggi pervenuti al servizio di liquidazione lorda e permette di associare all istruzione di regolamento inviata a tale servizio la dichiarazione presente nel servizio X-TRM; - indicatore di regolamento: consente di verificare con immediatezza la situazione, definitiva o momentanea, dell operazione rispetto al suo regolamento. Assume i seguenti valori: in attesa di regolamento, regolato, non regolato. L informazione viene valorizzata anche per le operazioni non riscontrate; - stato di regolamento: fornisce in dettaglio la situazione intermedia e finale della transazione inviata al sistema di regolamento (es. accodamento per mancanza titoli, contratto non eseguito per mancanza fondi, ecc.); - data/ora stato regolamento: contiene la data e l ora dell ultima variazione dello stato di regolamento; diventa, quindi, significativo a regolamento avvenuto in quanto indica il momento effettivo del regolamento a prescindere dalla data dichiarata dai contraenti sull operazione. 20

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti

Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti Monte Titoli Istruzioni al Servizio di Gestione Accentrata per Intermediari ed Emittenti 9 giugno 2014 Controllo Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 8 1.1 Definizioni... 8 2 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO...

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Per agevolare l operatività, si prevede che, per ogni azione che ammette il voto maggiorato, vi siano 4 codici identificativi:

Per agevolare l operatività, si prevede che, per ogni azione che ammette il voto maggiorato, vi siano 4 codici identificativi: PROCEDURA VOTO MAGGIORATO La procedura ha come scopo quello di fornire le modalità operative nei confronti delle società emittenti e degli intermediari, per poter consentire alle società quotate l esercizio

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM

ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM ITALIAN MARKET PRACTICE SECOND LAYER MATCHING MATCHING OF CLIENT OF CSD PARTICIPANT IN X-TRM FINALITA DEL DOCUMENTO A partire dal 24 Settembre 2012, Monte Titoli (CSD) ha implementato una nuova funzionalità

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvata con delibera del C.d.A. del 29/10/2007 Aggiornata con delibera del C.d.A. del 26/11/2008 21/10/2009 29/10/2010 24/01/2011 04/06/2012 18/11/2013

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari ALETTI VIEW CERTIFICATE Prima dell'adesione leggere il

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Sistema di compensazione BI-COMP

Sistema di compensazione BI-COMP Sistema di compensazione BI-COMP Guida per gli operatori Febbraio 2014 I N D I C E SEZIONE A IL SISTEMA DI COMPENSAZIONE BI-COMP CAPITOLO I - IL SISTEMA DI COMPENSAZIONE BI-COMP... 9 1.LINEAMENTI GENERALI...

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

I regolamenti europei EMIR e REMIT

I regolamenti europei EMIR e REMIT I regolamenti europei EMIR e REMIT Implementazione pratica per un azienda NFC- Sommario I. L EMIR ed i suoi obblighi II. REMIT e i suoi obblighi III. EMIR: l implementazione pratica in azienda Che cos

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli