Monte Titoli. Istruzioni Servizio X-TRM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Monte Titoli. Istruzioni Servizio X-TRM"

Transcript

1 Monte Titoli 6 ottobre 2014

2 INDICE 1 PREMESSA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DEFINIZIONI CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO X-TRM COMUNICAZIONI CORRISPETTIVI MODALITÀ DI ACCESSO FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE NETTA E LORDA GESTITI DA MONTE TITOLI ACQUISIZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI VALIDAZIONE VALORIZZAZIONE RISCONTRO RADDOPPIO OPERAZIONI AGGIORNAMENTO OPERAZIONI CANCELLAZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI CANCELLAZIONE AUTOMATICA DELLE OPERAZIONI NON RISCONTRATE Stralcio delle operazioni INOLTRO CONTRATTI AI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione netta Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione lorda FUNZIONALITÀ HOLD/RELEASE GESTIONE DELLE OPERAZIONI A FRONTE DI CORPORATE EVENTS INFORMATIVA DI POST-TRADING MODALITÀ TECNICHE DI INTERAZIONE CON IL SERVIZIO X-TRM DISPONIBILITÀ DEL SERVIZIO FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SISTEMI DI LIQUIDAZIONE ESTERI DESCRIZIONE DEL SERVIZIO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ACQUISIZIONE OPERAZIONI NETTING BILATERALE SENZA INTERPOSIZIONE DELLE CCP PER CONTRATTI DA MERCATI Cancellazioni da parte del mercato INOLTRO OPERAZIONI CANCELLAZIONE OPERAZIONI CUT OFF PER INSERIMENTO/VARIAZIONE DI OPERAZIONI OTC SETTLEMENT FINALITY STRALCIO DELLE OPERAZIONI INFORMATIVA DI POST-TRADING

3 7 GESTIONE DI PARTICOLARI OPERAZIONI/CONTRATTI SPECIFICHE CATEGORIE CONTRATTUALI Contratti di Pronti Contro Termine GESTIONE CONTRATTI DI PRONTI CONTRO TERMINE OVERNIGHT INTERAZIONE CON LA CONTROPARTE CENTRALE PER I MERCATI CASH INTERPOSIZIONE DELLE CONTROPARTI CENTRALI NEI CONTRATTI GARANTITI ACQUISIZIONE CONTRATTI DALLA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA (MERCATO IDEM) ACQUISIZIONE CONTRATTI DALLA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA (ESECUZIONE BUY-IN) CREAZIONE DEI SALDI NETTI BILATERALI (COMPENSI) CON CONTROPARTE CENTRALE MODELLO OPERATIVO A (MODELLO DI MARGINAZIONE LORDO ) MODELLO OPERATIVO B (MODELLO DI MARGINAZIONE NETTO ) AGGIORNAMENTO SALDI NETTI BILATERALI (COMPENSI) IL GIORNO PRECEDENTE LA DATA DI REGOLAMENTO INFORMATIVA ALL ADERENTE GENERALE APPENDICE MODALITA DI CALCOLO CONTROVALORE PREZZO A TERMINE PROVVIGIONE TOTALE RATEO UNITARIO CONTROVALORE RATEO TASSA CONTRATTI DI BORSA

4 1 PREMESSA Le Istruzioni, unitamente al Regolamento operativo dei Servizi di liquidazione e attività accessorie, descrive l operatività del sistema di riscontro e rettifica giornalieri gestito da Monte Titoli (di seguito Servizio X-TRM). 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Il Servizio X-TRM consente l acquisizione, il riscontro, la rettifica e l inoltro alla liquidazione netta, alla liquidazione lorda o ai servizi di liquidazione esteri delle operazioni su strumenti finanziari non derivati. Le transazioni acquisite nel Servizio possono provenire da: Mercati regolamentati e non; Controparti centrali (per gli esercizi/assegnazioni relative a stock options giunte a scadenza o esercitate anticipatamente, per le segnalazioni rivenienti da stock futures giunti a scadenza e per l esecuzione del buy-in); Banca centrale nazionale (per i contratti rivenienti dalle procedure di collocamento/riacquisto dei titoli di Stato); Intermediari; Servizi di liquidazione netta; Servizio di prestito titoli. Tale Servizio: è completamente automatizzato; presenta un architettura modulare in grado di adattarsi alle esigenze specifiche dei mercati, delle controparti centrali e dei servizi di liquidazione con i quali interagisce; mette a disposizione degli operatori in strumenti finanziari una completa gamma di funzionalità di post-trading e di reporting in tempo reale. 3 DEFINIZIONI Si descrivono di seguito i principali termini utilizzati nelle presenti Istruzioni: - aderente generale: è il soggetto che assume nei confronti della controparte centrale le posizioni contrattuali relative alle operazioni effettuate per conto proprio e/o di terzi, che assumono il ruolo di aderenti indiretti; - aderente indiretto: è il soggetto che stipula con l aderente generale un accordo perché quest ultimo assuma nei confronti della controparte centrale le posizioni contrattuali relative alle operazioni effettuate dall aderente indiretto stesso in proprio e/o per conto di terzi; - aderente individuale: è il soggetto partecipante alla controparte centrale per conto proprio e/o per conto dei propri committenti; 4

5 - Target2: il sistema di trasferimento espresso transeuropeo automatizzato di regolamento lordo in tempo reale disciplinato dall Indirizzo della Banca Centrale Europea del 26 Aprile 2007; - compenso: è l operazione con cui un intermediario trasferisce titoli o contante alla controparte con o senza il corrispettivo movimento di contante o di titoli; - contratto: è l insieme di due operazioni, uguali e contrarie, riscontrate e comunicate da due partecipanti, ovvero acquisite da un mercato; - controparte centrale: (di seguito CCP ) è il soggetto che, frapponendosi tra due contraenti per mezzo della novazione dell obbligazione originaria, si costituisce come il compratore del contratto venduto e il venditore del contratto acquistato, garantendo il buon fine delle obbligazioni assunte; - controparte: nell ambito della singola operazione, rappresenta il soggetto, partecipante al Servizio X-TRM, che funge da controparte non dichiarante di un operazione; - emittente: è il partecipante al Servizio X-TRM che dichiara un operazione; - istruzioni di regolamento: operazioni inviate dal Servizio X-TRM ai servizi di Liquidazione nella forma di singoli contratti o saldi bilaterali con le controparti centrali compensati automaticamente dal Servizio X-TRM; - liquidatore: è il partecipante ai servizi di liquidazione che regola titoli per conto proprio e/o per conto di altri soggetti (Negoziatore e/o Partecipante X- TRM); - negoziatore: è l intermediario aderente ad uno o più mercati regolamentati e non; - operazione: è l insieme delle informazioni che costituiscono una transazione. Mediante tali informazioni un partecipante al Servizio X-TRM dichiara di aver concluso una transazione in titoli e/o contante con un altro partecipante; - partecipante X-TRM: il soggetto che aderisce al Servizio X-TRM in nome e per conto proprio e/o in nome e per conto di terzi; - regolamento: il Regolamento dei servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie; - saldo bilaterale: nell ambito del servizio di liquidazione netta, rappresenta, per medesimo codice titolo, la somma algebrica (ammontare di titoli e contante) relativa ai contratti conclusi tra due partecipanti; - saldo multilaterale: nell ambito del Servizio di liquidazione netta, rappresenta la somma algebrica (ammontare di titoli e contante) relativa ad un solo partecipante, nei confronti di tutti gli altri partecipanti; - servizio X-TRM: il sistema di riscontro e rettifica giornalieri gestito da Monte Titoli, che consente l acquisizione, il riscontro, la rettifica e l inoltro delle operazioni alla liquidazione netta, alla liquidazione lorda o ai sistemi di liquidazione esteri (di seguito Servizio ). 5

6 4 CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO X-TRM 4.1 COMUNICAZIONI Monte Titoli invia ai partecipanti disposizioni/comunicazioni di servizio riguardanti: l ammissione di nuovi partecipanti al Servizio; l esclusione o la sospensione di partecipanti dal Servizio secondo quanto stabilito dall art 47 del Regolamento operativo dei Servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie ; informative previste dalla documentazione contrattuale; altre comunicazioni aventi carattere meramente informativo; eventuali modifiche degli orari di erogazione del Servizio. Le comunicazioni al partecipante vengono inoltrate: attraverso il sito internet della Società per comunicazioni aventi carattere di generalità; tramite posta / fax, ai recapiti segnalati dal partecipante a mezzo lettera raccomandata A/R, telegramma, telefax, corriere, o altro mezzo che renda documentabile il ricevimento della comunicazione per comunicazioni di carattere individuale; in via telematica per comunicazioni di tipo operativo inerenti all ordinaria gestione del Servizio. Il partecipante al Servizio effettua le proprie comunicazioni a Monte Titoli per iscritto trasmettendole a mezzo lettera raccomandata A/R, telegramma, telefax, corriere o altro mezzo che renda documentabile il ricevimento della comunicazione. Le comunicazioni di carattere operativo possono essere inviate anche in via telematica. 4.4 CORRISPETTIVI Il Servizio X-TRM prevede corrispettivi a favore di Monte Titoli specificati nella Price List allegata alle Condizioni Generali Parte II. 4.5 MODALITÀ DI ACCESSO I partecipanti accedono al Servizio secondo diverse modalità di interazione: tramite piattaforma Web (MT-X: X-TRM OnLine); da sistema utente (RNI/File Transfer, RNI/Message Switching, LU6.2 e SWIFT). 6

7 5 FUNZIONALITA DEL SERVIZIO X-TRM PER LE TRANSAZIONI DA REGOLARE NEI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE NETTA E LORDA GESTITI DA MONTE TITOLI Le funzionalità proprie del Servizio X-TRM sono: acquisizione operazioni/contratti; validazione; valorizzazione; aggiornamento/cancellazione; riscontro; raddoppio; inoltro ai servizi di liquidazione; informativa di post trading; aggiornamento automatico delle operazioni su strumenti finanziari oggetto di corporate actions (pagamento cedole, pagamento dividendo, rimborso totale e parziale). In aggiunta alle suddette funzionalità, il Servizio incorpora alcune funzionalità d ausilio all attività di controparte centrale quali: interposizione della controparte centrale nei contratti garantiti; creazione dei saldi netti bilaterali con la controparte centrale. Per i contratti da regolare presso Sistemi Esteri, la funzionalità di ausilio all attività di controparte centrale di X-TRM è limitata a quella di interposizione e non si applicano le funzionalità di determinazione dei saldi. Inoltre, in tal caso, il Servizio XTRM non è utilizzato ai fini dell inoltro ai servizi di liquidazione, per l informativa di post trading e di gestione delle corporate action. Di seguito si riporta uno schema di sintesi delle funzionalità del Servizio. FIGURA 1 7

8 5.1 ACQUISIZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI Il Servizio X-TRM acquisisce operazioni/contratti provenienti da: mercati di Borsa Italiana; mercato MTS; altri mercati regolamentati e non; partecipanti X-TRM; Banca d Italia per la procedura di collocamento/riacquisto dei titoli di Stato; controparti centrali per la procedura di esercizio delle stock options/stock futures e per quella di esecuzione del buy-in; dal servizio di liquidazione netta per le operazioni non regolate nei cicli netti e per le operazioni di collateral; dal servizio di prestito titoli per le operazioni di accensione ed estinzione. Le tipologie di operazioni/contratti immessi nel Servizio X-TRM possono essere così riepilogate: TAVOLA 1 OPERAZIONI CONTRATTI SIGLA TIPO OPZIONE SIGLA PROVENIENZA 1 Compravendita titoli Pronti contro termine Compenso titoli e/o contante CVT PCT CTC Mercati Partecipanti X-TRM Mercati Partecipanti X-TRM Banca Centrale CCP Partecipanti X-TRM Automatiche Accensione prestito titoli APT Automatiche Estinzione prestito titoli EPT Automatiche All atto dell immissione delle operazioni/contratti nel Servizio X-TRM, indipendentemente dalla provenienza, viene effettuato un controllo che sia il soggetto emittente sia la controparte siano aderenti alla funzione acquisizione operazioni prevista dal Servizio. 1 Le provenienze elencate sono quelle valide alla data di pubblicazione del presente documento. 8

9 Le operazioni/contratti immessi dai partecipanti X-TRM 2 devono contenere tutte le informazioni necessarie per il riscontro e per il successivo regolamento. In relazione alla tipologia di operazione immessa, alcune informazioni si configurano come obbligatorie e, se non dichiarate, assumono predefiniti valori di default; altre informazioni sono invece facoltative. Di seguito vengono schematizzate, a prescindere dal tipo operazione e dalla provenienza, le informazioni 3 necessarie ai fini del riscontro e del regolamento indicando, nel caso in cui tali informazioni fossero facoltative, i valori di default automaticamente assunti dal sistema. TAVOLA 2 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE EMITTENTE SI NO TIPO NEGOZIAZIONE SI NO Valori assunti: P conto proprio T conto terzi CONTROPARTE SI NO CODICE OGGETTO NEGOZIATO (TITOLO/CONTANTE) SI NO Identifica il codice dello strumento finanziario oggetto dell operazione, che deve risultare operativo nel servizio X- TRM ai fini dell ammissione nel relativo servizio di liquidazione. In caso di contante si utilizza un codice ISIN convenzionale (IT ) che rappresenta la valuta Euro. QUANTITA SI NO SEGNO (riferito alla quantità) NO D (ACQUISTO) TIPO OPERAZIONE SI NO CONTROPARTE CENTRALE NO NO Identifica la CCP di cui i mercati si avvalgono; deve essere compatibile con la casistica di contratti che ogni CCP intende garantire in relazione al mercato di appartenenza. DATA ESEGUITO NO Data di immissione del contratto nel servizio X- TRM DATA REGOLAMENTO DATA FINE VALIDITA NO NO - Operazioni da inoltrare nella liquidazione netta: T+2 - Operazioni da inoltrare nel servizio di liquidazione lorda T+0 Data regolamento Deve essere compatibile con il calendario del servizio di liquidazione dichiarato Se indicata dai partecipanti X-TRM e differisce, viene considerata valida la minore tra le due date. 2 I contratti immessi dai mercati/banche centrali/ccp sono considerati automaticamente riscontrati. 3 Nella successiva tavola 3 sono indicate le informazioni considerate chiave di riscontro 9

10 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE CONTROVALORE NO NO Viene indicato solo nelle operazioni di compenso. Ammette uno scostamento di più o meno 5 euro. All atto del riscontro si considera valido l importo minore tra i due controvalori dichiarati. VALUTA DI REGOLAMENTO NO EUR Espressa nella codifica ISO. CAMBIO NO 1 Rappresenta il rapporto di cambio tra la divisa di negoziazione e la divisa di regolamento PREZZO SI Ad eccezione di compensi NO PROVVIGIONE TOTALE EMISSIONE FISSATO BOLLATO CATEGORIA BOLLI ADDEBITO BOLLI NO NO SI Se si richiede il calcolo N NO No emissione fissato bollato NO N No calcolo bolli IMPORTO SPESE NO NO RATEO UNITARIO CODICE SISTEMA LIQUIDAZIONE NO Interesse maturato dallo stacco dell ultima cedola SI 02 Può essere espressa come importo totale o come percentuale. E immessa solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM. Immessa solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM. Indica se l operazione deve essere inoltrata ai servizi di liquidazione gestiti da Monte Titoli ovvero ai sistemi di liquidazione esteri. 4 CODICE LIQUIDATORE N Codice liquidatore presente nelle anagrafiche di X-TRM Se indicato deve essere presente nelle anagrafiche X-TRM. Se non indicato: - corrisponde all emittente stesso partecipante diretto alla liquidazione; - corrisponde al soggetto scelto dal negoziatore se indiretto alla liquidazione. Per le operazioni fail il liquidatore del sistema di liquidazione lorda coincide con il liquidatore della netta CODICE ADERENTE GENERALE N Codice aderente generale presente nelle anagrafiche X-TRM Può essere dichiarato solo per operazioni garantite da CCP. Se indicato deve essere presente nelle anagrafiche X-TRM. Se non indicato: 4 I sistemi di liquidazione ammessi sono i seguenti: 00 (solo riscontro), 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta) oltre ai sistemi di liquidazione esteri indicati al paragrafo

11 CAMPO OBBLIGATORIO VALORE DI DEFAULT NOTE - corrisponde all emittente stesso partecipante diretto alla CCP; - corrisponde al soggetto scelto dal negoziatore se indiretto alla CCP. CODICE BENEFICIARIO FINALE CLIENTE CODICE BENEFICIARIO FINALE CONTROPARTE NO NO HOLD/RELEASE NO R NO NO Ammesso solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM e con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta). Ammesso solo per operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM e con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda), 02 (liquidazione netta). Ammesso per operazioni con sistema di regolamento 01 (liquidazione lorda) o 02 (liquidazione netta) e: - provenienti dai partecipanti ; - provenienti da mercato a condizione che le società di gestione dei mercati e le controparti centrali abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibile la relativa funzionalità (cfr. Comunicato ex art. 10 del regolamento Express) Oltre alle informazioni sopra riportate, sono previsti dei dati specifici in relazione al servizio di liquidazione al quale le operazioni devono essere inoltrate. Per le operazioni da liquidare nel servizio di liquidazione lorda possono essere immesse le seguenti informazioni: priorità di regolamento: permette al partecipante, debitore dei titoli, di specificare l ordine di movimentazione dei propri conti nella gestione delle code nella liquidazione lorda. Questa informazione non è campo chiave di riscontro ed è modificabile dallo stesso dichiarante. Il default attribuito dal sistema è una priorità media; time-out: permette di dichiarare l orario limite entro il quale il contratto deve essere regolato. E stabilito alle ore per tutte le operazioni inserite in X- TRM (operazioni da netta, operazioni OTC, gamba a pronti dei PCT overnight), ma le controparti possono, valorizzando opportunamente il campo, concordarne uno maggiore (tra le e le 17.50). Qualora il timeout non fosse specificato, il contratto rimane nelle code di esecuzione fino alle o, se concordato, fino ad un orario successivo pari al massimo alle Questa informazione non costituisce campo chiave di riscontro e non può essere modificata dopo il riscontro. 5.2 VALIDAZIONE La validazione, specifica per tipo di operazione, comprende controlli formali, logici e di congruenza sui dati elementari della singola operazione ed il completamento con valori di default. E un attività prevista sia nel caso di operazioni provenienti dai partecipanti X- 11

12 CODICE BENEFICIARIO FINALE CONTROPARTE (*) CODICE BENEFICIARIO FINALE CLIENTE (*) CODICE SISTEMA LIQUIDAZIONE RATEO UNITARIO IMPORTO SPESE ADDEBITO BOLLI CATEGORIA BOLLI EMISSIONE FISSATO BOLLATO PROVVIGIONE TOTALE PREZZO QUANTITA CAMBIO VALUTA DI REGOLAMENTO CONTROVALORE DATA FINE VALIDITA DATA REGOLAMENTO DATA ESEGUITO CONTROPARTE CENTRALE TIPO OPERAZIONE SEGNO CODICE OGGETTO NEGOZIATO CONTROPARTE EMITTENTE TRM che nel caso di contratti immessi da mercati/banca centrale/ccp. Per ogni operazione immessa dai partecipanti X-TRM, il Servizio comunica al soggetto, se l'operazione è valida, un messaggio di accettazione. In caso contrario il sistema invia un messaggio di errore. Per ogni operazione acquisita e valida il Servizio X-TRM attribuisce un codice di riferimento univoco nell ambito del codice emittente e della data di immissione. 5.3 VALORIZZAZIONE La valorizzazione viene eseguita solo se non sono stati riscontrati errori in fase di validazione. Il calcolo dei valori contabili (controvalori, interessi, ecc.) viene eseguito seguendo le regole codificate per tipologia di operazione. Nell Appendice "MODALITA DI CALCOLO" sono illustrate le formule relative ai dati calcolati dal Servizio. 5.4 RISCONTRO Le operazioni immesse dai partecipanti X-TRM che hanno superato la fase di validazione, sono sottoposte alla funzione di riscontro, che ha lo scopo di verificare la corrispondenza delle informazioni relative allo stesso contratto. Non è prevista l'aggregazione delle singole operazioni. Le chiavi di riscontro, di seguito descritte, sono specifiche per tipo di operazione e definiscono i dati elementari necessari al confronto. TAVOLA 3 CAMPI DELLA CHIAVE DI RISCONTRO TIPO OPERAZIONE COMPRAVENDITA X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X PRONTI CONTRO TERMINE X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X COMPENSO X X X X X X X X X X X X X X (*) Il codice beneficiario finale cliente e il codice beneficiario controparte sono chiave di riscontro solo qualora valorizzate da entrambi i partecipanti X-TRM. 12

13 L'operazione elaborata può assumere lo stato di: riscontrata se esiste esatta corrispondenza tra la dichiarazione dell emittente e la corrispondente dichiarazione della controparte; non riscontrata se trattasi di un operazione che assume uno dei seguenti stati: - diretta: la controparte non ha ancora comunicato l'operazione, oppure le informazioni differiscono per almeno uno dei dati di riscontro; - risposta: operazione uguale e contraria all operazione diretta generata automaticamente, a scopo informativo per la controparte. 5.5 RADDOPPIO OPERAZIONI Tutti i contratti inviati dai mercati, dalle banca centrale e dalle controparti centrali, per definizione già riscontrati, sono sottoposti al processo di raddoppio. Il processo consiste nel duplicare la singola comunicazione pervenuta al Servizio X-TRM in due operazioni riscontrate, al fine di consentire a ciascun partecipante, nella qualifica di emittente, piena visibilità delle proprie operazioni. Analogamente a quanto avviene per le operazioni dichiarate dagli intermediari, il Servizio X- TRM attribuisce alla singola operazione un codice di riferimento. 5.6 AGGIORNAMENTO OPERAZIONI E' la funzione con la quale i partecipanti X-TRM comunicano gli aggiornamenti relativi alle operazioni precedentemente immesse. La richiesta di aggiornamento, come l'immissione, viene sottoposta ai processi di validazione, valorizzazione e riscontro. Il Servizio invia al partecipante un messaggio di accettazione per ogni richiesta di aggiornamento formalmente valida o di errore in caso contrario. L'operatore deve comunicare, oltre a tutti i dati propri dell'operazione, il codice di riferimento attribuito dal Servizio X-TRM in fase di immissione. Si distinguono due tipologie di trattamento, in base allo stato di riscontro dell'operazione stessa: operazione riscontrata Le operazioni riscontrate possono essere variate esclusivamente nei campi non facenti parte della chiave di riscontro. Nelle operazioni da regolare nella liquidazione netta l informazione conto/proprio e conto/terzi, fondamentale per il regolamento del contratto, può essere modificata entro il giorno di conclusione del contratto. Nelle operazioni da regolare nel servizio di liquidazione lorda, modificabili solo se sono ancora in attesa di regolamento, il campo data fine validità può essere variato solo dal gestore del Servizio X-TRM. operazione diretta E sempre possibile la variazione di un operazione diretta e per qualsiasi dato. 13

14 La fattispecie non è applicabile all operazione di tipo risposta. 5.7 CANCELLAZIONE OPERAZIONI/CONTRATTI La cancellazione dei contratti provenienti dai mercati e dalle controparti centrali è consentita ai partecipanti X-TRM che sono abilitati a tale funzionalità, a condizione che le società di gestione dei mercati e le controparti centrali abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibili tali funzionalità ai propri partecipanti. La cancellazione dei contratti provenienti da banca centrale è inibita ai partecipanti X-TRM ed è permessa ai soli sistemi di provenienza. La cancellazione delle operazioni provenienti dai partecipanti X-TRM è possibile conformemente a quanto segue: operazione diretta E sempre possibile la cancellazione di un operazione diretta. A fronte di una richiesta di cancellazione, il Servizio contrassegna l operazione come cancellata con indicazione nell informativa utente (indicatore di cancellazione S ) e con l indicazione che si tratta di una cancellazione effettuata dall utente stesso. operazione riscontrata Le operazioni e le disposizioni riscontrate non possono essere cancellate unilateralmente. Le operazioni e le disposizioni riscontrate possono essere cancellate se entrambi i partecipanti X-TRM, abilitati a tale funzionalità, ne abbiano fatto richiesta e a condizione che l operazione non sia ancora stata inviata al regolamento. Possono inoltre essere cancellate le operazioni non regolate alla data di regolamento originaria se entrambi i partecipanti X-TRM, abilitati a tale funzionalità, ne abbiano fatto richiesta. La fattispecie non è applicabile all operazione di tipo risposta. 5.8 CANCELLAZIONE AUTOMATICA DELLE OPERAZIONI NON RISCONTRATE Il Servizio cancella automaticamente tutte le operazioni che, alla data di regolamento, risultano essere non riscontrate. In tal caso il Servizio contrassegna l operazione come cancellata con indicazione nell informativa utente (indicatore di cancellazione S ) e valorizzazione del campo tipo automatismo= 3 per 14

15 indicare che si tratta di una cancellazione effettuata automaticamente dal sistema Stralcio delle operazioni Il Servizio effettua lo stralcio automatico delle operazioni riscontrate e non riscontrate con le seguenti tempistiche: 3 giorni dopo la data di regolamento originaria se l operazione è regolata in tale data; 3 giorni dopo la data di effettivo regolamento dell operazione in caso di operazioni regolate dopo la data di regolamento originaria; 3 giorni dopo la data di fine validità se l operazione non è regolata entro tale data. Per tutte le operazioni "legate" (es. PCT) si considera la data di regolamento maggiore e lo stralcio avviene esclusivamente nel caso in cui entrambe rispondano ai criteri di stralcio previsti. 5.9 INOLTRO CONTRATTI AI SERVIZI DI LIQUIDAZIONE È la funzione con la quale il Servizio X-TRM inoltra ai servizi di liquidazione i contratti riscontrati sotto forma di istruzioni di regolamento Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione netta L invio delle transazioni in stato release al servizio di liquidazione netta avviene secondo due modalità differenti: modalità batch, alla chiusura del Servizio X-TRM, per i contratti con data di regolamento il secondo giorno successivo, in modo tale che il giorno precedente a ciascuna data di regolamento tali contratti siano disponibili nell informativa di pre-regolamento del servizio di liquidazione netta; in tempo reale, durante l orario di apertura del Servizio X-TRM, per i contratti comunicati nella giornata con data di regolamento il giorno successivo. All'atto della ricezione dei contratti riscontrati, la procedura di acquisizione della liquidazione esegue tutti i controlli anagrafici sia su titoli che sui soggetti partecipanti al fine di verificare il corretto allineamento tra le informazioni presenti nel Servizio X-TRM con quanto presente nel servizio di liquidazione netta Inoltro dei contratti al servizio di liquidazione lorda 15

16 L invio delle transazioni in stato release al servizio di liquidazione lorda avviene secondo le seguenti tempistiche: le transazioni con regolamento immediato (aventi data di regolamento uguale alla data di immissione) sono inviate da X-TRM al servizio di liquidazione lorda subito dopo il loro riscontro. I contratti pervenuti oltre l orario di chiusura della liquidazione lorda (18.00) sono accettati dal sistema, ma saranno inviati al regolamento solo il giorno successivo compatibilmente con la data di fine validità dichiarata; le transazioni con regolamento in data differita sono trasmesse alla liquidazione lorda il giorno di regolamento prima dell orario di inizio del servizio; le transazioni non regolate alla data di regolamento prevista sono riproposte alla liquidazione lorda (congiuntamente alle transazioni di cui al punto precedente), per più giorni consecutivi, fino al loro buon fine o alla decorrenza della data termine di validità. I contratti riproposti mantengono inalterati i dati originari dichiarati dalle controparti, ad eccezione della priorità che può essere variata dal venditore dei titoli e dello stato hold/release per il quale si applica quanto previsto al paragrafo FUNZIONALITÀ HOLD/RELEASE La funzionalità hold/release consente ai partecipanti di sospendere unilateralmente (hold) l inoltro ai servizi di liquidazione delle operazioni, fino a specifica istruzione di rilascio (release), che deve essere inserita dal partecipante che ha sospeso l operazione (e dalla controparte qualora anch essa abbia sospeso l operazione). La funzionalità di hold/release è resa disponibile ai partecipanti per la gestione delle operazioni OTC, mentre la gestione delle operazioni provenienti dal mercato e delle operazioni garantite è consentita solo per le società di gestione dei mercati e le controparti centrali che abbiano comunicato a Monte Titoli di rendere disponibile tale funzionalità ai propri partecipanti, e che sono indicate nelle comunicazioni di servizio ai sensi dell articolo 10 del regolamento. Come indicato al paragrafo 5.1, il servizio X-TRM attribuisce di default lo stato di release. I partecipanti possono richiedere in via generale a Monte Titoli l attribuzione dello stato di hold per le operazioni OTC immesse direttamente dai partecipanti X-TRM che di essi si avvalgono, specificando il conto di liquidazione e il sistema di regolamento ( 01 liquidazione lorda; 02 liquidazione netta). La modifica dell indicatore può avvenire durante tutto l orario di operatività del servizio X-TRM, nel rispetto dei cut off comunicati ai sensi dell articolo 10 del regolamento. 16

17 Operazioni da regolare nella liquidazione netta I partecipanti valorizzando H il campo hold/release possono sospendere l inoltro delle operazioni alla liquidazione netta. Per il successivo inoltro alla liquidazione delle operazioni in stato di hold i partecipanti che hanno posto l operazione in hold devono modificare l indicatore a release. Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione netta. Qualora la modifica dell indicatore a release non avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono predisposte per il successivo inoltro alla liquidazione lorda. Le operazioni mantengono il medesimo stato in cui si trovano al momento del cut off, a meno che i partecipanti abbiano richiesto in via generale a Monte Titoli che alle operazioni, originariamente immesse per la liquidazione netta e in hold al suddetto cut off, sia attribuito uno stato predefinito (hold/release). Operazioni da regolare nella liquidazione lorda I partecipanti valorizzando H il campo hold/release possono sospendere l inoltro delle operazioni alla liquidazione lorda. Questo si applica: a) alle operazioni con regolamento differito nella liquidazione lorda; b) alle operazioni con regolamento immediato, tenuto conto che le operazioni con regolamento immediato immesse in stato release o modificate a release non possono essere successivamente poste in hold; c) alle operazioni che al termine della liquidazione lorda risultano non regolate; per tali operazioni i partecipanti possono richiedere in via generale a Monte Titoli l attribuzione di uno stato predefinito (hold/release); d) alle operazioni in hold alla data di regolamento originaria (e quindi non immesse nella liquidazione). Per il successivo inoltro alla liquidazione lorda delle operazioni in stato di hold i partecipanti che hanno posto l operazione in hold devono modificare l indicatore a release. La modifica dell indicatore a release può avvenire fino al cut off del giorno di fine validità. Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga entro il cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno successivo. 17

18 Qualora la modifica dell indicatore a release avvenga successivamente al cut off del giorno antecedente il giorno di regolamento originariamente previsto, le operazioni sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno di regolamento in corso, compatibilmente con il cut off previsto 5. La valorizzazione dell indicatore di hold/release per le operazioni di Pronti Contro Termine si applica sia all operazione a pronti che a quella a termine ed è possibile modificarlo distintamente per ciascuna delle due operazioni, anche successivamente al regolamento dell operazione a pronti GESTIONE DELLE OPERAZIONI A FRONTE DI CORPORATE EVENTS Nel caso di operazioni su titoli interessati da eventi specifici che ricorrono nel periodo compreso tra la data di regolamento delle stesse e la data di fine validità, il Servizio X-TRM opera in base a quanto stabilito dal mercato di provenienza dell operazione 6. Per le operazioni di mercato non regolate alla data di regolamento originaria su titoli oggetto di pagamento dividendi, cedole, rimborso parziale o totale la procedura di rettifica è completamente automatizzata e le opzioni previste sono: anticipo della data fine validità alla data antecedente quella di pagamento e/o rimborso del titolo; cancellazione dell operazione originaria e inserimento di una nuova operazione con il medesimo stato dell operazione originaria (hold/release) e il controvalore rettificato o, in caso di estinzione del titolo, di un eventuale compenso contante. Ai partecipanti viene fornita una completa informativa sulle operazioni rettificate. Per le operazioni non regolate alla data di regolamento originaria su titoli oggetto di altre operazioni sul capitale (raggruppamento, frazionamento, fusione pura o per incorporazione, scissione e aumento di capitale gratuito o a pagamento) e su titoli (warrant, covered warrant e certificates) per i quali sia decorso il termine ultimo per l esercizio, la cancellazione e l inserimento sono effettuati in modalità amministrativa. 5 Le operazioni che al time out risultano non regolate anche se poste in stato release entro il cut off del giorno di regolamento sono inoltrate alla liquidazione lorda del giorno successivo. 6 Le operazioni OTC non sono soggette al processo di rettifica automatica, ma è demandata alle controparti coinvolte la gestione delle stesse. Solo in caso di estinzione del titolo è effettuata la cancellazione dell operazione in modalità amministrativa compatibilmente con la data di fine validità dichiarata. 18

19 5.12 INFORMATIVA DI POST-TRADING Il Servizio X-TRM fornisce ai partecipanti una completa informativa riguardante le operazioni di pertinenza, immesse direttamente dagli stessi partecipanti o provenienti dai mercati/banca centrale/controparte centrale, con le seguenti modalità: Informativa batch di dettaglio E resa disponibile ai partecipanti ogni mattina, al termine delle elaborazioni notturne e contiene il dettaglio delle sole operazioni immesse nel Servizio nella giornata precedente. Informativa a richiesta E resa disponibile in qualsiasi momento della giornata, durante l orario di apertura del Servizio X-TRM e consente al partecipante di verificare lo stato di tutte le operazioni immesse in giornata o in precedenza. Di seguito sono elencati i criteri più significativi utili a personalizzare la selezione delle operazioni interessate: - Codice controparte; - Codice oggetto negoziato; - Tipo operazione; - Data regolamento; - Data eseguito; - Data di immissione; - Stato dell operazione (valida o cancellata); - Tipo riscontro (riscontrata, diretta, risposta); - Provenienza (sistema utente, mercato); - Sistema di liquidazione - Stato di regolamento per le operazioni presenti nel servizio di liquidazione lorda - Stato indicatori hold/release; - Stato indicatori cancellazione bilaterale. Informativa on-line Consente al partecipante al Servizio di ottenere l informativa in tempo reale relativamente a tutte le operazioni presenti nel sistema. Prima Nota a video La funzione mette a disposizione la visualizzazione delle operazioni selezionate, comprensiva dello stato degli indicatori di hold/release. Oltre all'inquiry, l'utilizzo della funzione a video consente l'aggiornamento e/o la cancellazione delle operazioni visualizzate. Per le operazioni presenti nel servizio di liquidazione lorda, oltre ai dati specifici del contratto, sono fornite informazioni riguardanti sia l esito finale del regolamento sia gli stati intermedi delle operazioni in corso di gestione 19

20 (accodamento per mancanza titoli, accodamento in Target2 per regolamento fondi, ecc.). Le informazioni relative al regolamento sono le seguenti: - numero operazione di regolamento (N.O.R.): attribuito da Monte Titoli, referenzia univocamente i messaggi pervenuti al servizio di liquidazione lorda e permette di associare all istruzione di regolamento inviata a tale servizio la dichiarazione presente nel servizio X-TRM; - indicatore di regolamento: consente di verificare con immediatezza la situazione, definitiva o momentanea, dell operazione rispetto al suo regolamento. Assume i seguenti valori: in attesa di regolamento, regolato, non regolato. L informazione viene valorizzata anche per le operazioni non riscontrate; - stato di regolamento: fornisce in dettaglio la situazione intermedia e finale della transazione inviata al sistema di regolamento (es. accodamento per mancanza titoli, contratto non eseguito per mancanza fondi, ecc.); - data/ora stato regolamento: contiene la data e l ora dell ultima variazione dello stato di regolamento; diventa, quindi, significativo a regolamento avvenuto in quanto indica il momento effettivo del regolamento a prescindere dalla data dichiarata dai contraenti sull operazione. 20

ISTRUZIONI SERVIZIO DI REGOLAMENTO ESTERO

ISTRUZIONI SERVIZIO DI REGOLAMENTO ESTERO ISTRUZIONI SERVIZIO DI REGOLAMENTO ESTERO A P R I L E 2 0 1 0 I N D I C E 1 PREMESSA...4 2 SCHEMA OPERATIVO SERVIZIO DI REGOLAMENTO ESTERO (CONTRO PAGAMENTO)...5 3 CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO...6

Dettagli

Express II Comunicazioni di Servizio (art. 10, c. 1, R. SdL) a. Strumenti finanziari ammessi ai Servizi di liquidazione 4

Express II Comunicazioni di Servizio (art. 10, c. 1, R. SdL) a. Strumenti finanziari ammessi ai Servizi di liquidazione 4 Express II Comunicazioni di Servizio ai sensi dell art. 10, comma 1 del Regolamento dei Servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie Settembre 2013 Indice Express II Comunicazioni

Dettagli

COMUNICAZIONE TECNICA N. 1

COMUNICAZIONE TECNICA N. 1 COMUNICAZIONE TECNICA N. 1 Data: 21/07/2014 Ora: 00.01 Oggetto: Comunicazioni in materia di compensazione, garanzia e liquidazione La presente Comunicazione Tecnica contiene indicazioni in merito: 1) alla

Dettagli

SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY

SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY Modalità di svolgimento della Simulazione del 3 novembre 2012 INDICE 1 GENERALITA 3 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Validità 4 2 SPECIFICHE E PREREQUISITI DELLA SIMULAZIONE

Dettagli

Express II. Maggio 2008Giugno 2010. Express II Comunicazioni di Servizio (art. 10, c. 1, R. SdL)

Express II. Maggio 2008Giugno 2010. Express II Comunicazioni di Servizio (art. 10, c. 1, R. SdL) Express II Comunicazioni di Servizio ai sensi dell art. 10, comma 1 del Regolamento dei Servizi di liquidazione (Express II) e delle attività accessorie Maggio 2008Giugno 2010 Express II Comunicazioni

Dettagli

ISTRUZIONI SERVIZIO PRESTITO TITOLI

ISTRUZIONI SERVIZIO PRESTITO TITOLI ISTRUZIONI SERVIZIO PRESTITO TITOLI 4 giugno2007 I N D I C E 1 PREMESSA... 4 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 4 3 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO... 4 3.1 PARTECIPANTI AMMESSI... 4 3.2 STRUMENTI FINANZIARI AMMESSI...

Dettagli

Regolamento del Servizio di Collateral Management INDICE

Regolamento del Servizio di Collateral Management INDICE Regolamento del Servizio di Collateral Management (approvato da Consob, d intesa con Banca d Italia, con delibera n. 18136 del 7 marzo 2012) I n v i g o r e d a l l 1 1 s e t t e m b r e 2 0 1 2 INDICE

Dettagli

Monte Titoli SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY. Modalità di svolgimento della Simulazione Sabato 8 novembre 2014

Monte Titoli SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY. Modalità di svolgimento della Simulazione Sabato 8 novembre 2014 Monte Titoli SIMULAZIONE DI DISASTER RECOVERY Modalità di svolgimento della Simulazione Sabato 8 novembre 2014 Versione Novembre 2014 Contenuti Versione Novembre 2014 1.0 Generalità 4 2.0 Scopo del documento

Dettagli

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari

MONTE TITOLI. 3.4 Assemblee e Identificazione dei titolari di strumenti finanziari MONTE TITOLI ISTRUZIONI AL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA PER INTERMEDIARI ED EMITTENTI STRUMENTI FINANZIARI GESTITI DA MONTE TITOLI DIRETTAMENTE OPERAZIONI DEL SERVIZIO Omissis 3.4 Assemblee e Identificazione

Dettagli

OGGETTO: PIANIFICAZIONE DEI COLLAUDI RELATIVI A X-TRM, EXPRESSII E CUSTODY.

OGGETTO: PIANIFICAZIONE DEI COLLAUDI RELATIVI A X-TRM, EXPRESSII E CUSTODY. 16 Ottobre 2012 OGGETTO: PIANIFICAZIONE DEI COLLAUDI RELATIVI A X-TRM, EXPRESSII E CUSTODY. Gentile Cliente, desidero informarla che dal 29 ottobre al 16 novembre p.v. saranno disponibili in ambiente di

Dettagli

Monte Titoli Istruzioni Servizio Express II Liquidazione Netta

Monte Titoli Istruzioni Servizio Express II Liquidazione Netta Monte Titoli Istruzioni Servizio Express II Liquidazione Netta 26a g o s t o 2013 I N D I C E 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 7 3 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO... 8 3.1 STRUMENTI FINANZIARI

Dettagli

sa CC&G : Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. Regolamento approvato dalla Banca d'italia, d intesa con la Consob il 28 agosto 2013

sa CC&G : Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. Regolamento approvato dalla Banca d'italia, d intesa con la Consob il 28 agosto 2013 sa CC&G : Cassa di Compensazione e Garanzia S.p.A. Regolamento approvato dalla Banca d'italia, d intesa con la Consob il 28 agosto 2013 in vigore dal 28 ottobre 2013 Indice SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI...

Dettagli

Monte Titoli. Regolamento operativo dei servizi di liquidazione e delle attività accessorie

Monte Titoli. Regolamento operativo dei servizi di liquidazione e delle attività accessorie Monte Titoli Regolamento operativo dei servizi di liquidazione e delle attività accessorie 9 m a r z o 2015 INDICE PARTE I - DISPOSIZIONI COMUNI... 5 TITOLO I - FONTI NORMATIVE E DEFINIZIONI... 5 Art.

Dettagli

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI

AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI AIM ITALIA MANUALE DELLE NEGOZIAZIONI VERSIONE 1.0 TITOLO 1 MERCATO TELEMATICO AIM Articolo 1 (Strumenti negoziabili) 1. Nel mercato AIM si negoziano, per qualunque quantitativo, strumenti finanziari.

Dettagli

Monte Titoli. Elenco dei corrispettivi per i servizi resi agli Emittenti. In vigore da settembregennaio 20143

Monte Titoli. Elenco dei corrispettivi per i servizi resi agli Emittenti. In vigore da settembregennaio 20143 Monte Titoli Elenco dei corrispettivi per i servizi resi agli Emittenti In vigore da settembregennaio 20143 Contenuti Versione settembregennaio 20143 1.0 Servizio di Gestione Accentrata 4 1.1 Gestione

Dettagli

CORRISPETTIVI PER I SERVIZI RESI AGLI INTERMEDIARI

CORRISPETTIVI PER I SERVIZI RESI AGLI INTERMEDIARI CORRISPETTIVI PER I SERVIZI RESI AGLI INTERMEDIARI Contenuti Principi generali...1 Corrispettivi applicabili a tutti i servizi...2 Contributo spese per duplicati di documenti...2 Richieste personalizzate

Dettagli

Operazioni di Consegna franco pagamento per il tramite degli ICSD

Operazioni di Consegna franco pagamento per il tramite degli ICSD Operazioni di Consegna franco pagamento per il tramite degli ICSD Ottobre 2010 Comunicazioni operative riferite al servizio di regolamento estero Sommario Sommario... 2 1. Scopo... 3 2. Disposizione operazioni...

Dettagli

AVVISO n.19378. 13 Novembre 2014 ETFplus. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.19378. 13 Novembre 2014 ETFplus. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.19378 13 Novembre 2014 ETFplus Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Regolamento dei Mercati e relative Istruzioni: OICR aperti/ Amendments

Dettagli

Partecipazione ai Servizi. Scheda Dati Operativi. Edizione Febbraio 2015

Partecipazione ai Servizi. Scheda Dati Operativi. Edizione Febbraio 2015 Partecipazione ai Servizi Scheda Dati Operativi Pag.2 Dati Generali Comunicazione iniziale dei dati informativi Variazione dei dati informativi (ad annullamento e sostituzione dei dati comunicati in precedenza)

Dettagli

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio Generale e dalle Linee Guida e Tabelle, che formano parte integrante delle Procedure stesse. Le seguenti

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA E DELLE ATTIVITÀ CONNESSE E STRUMENTALI INDICE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA E DELLE ATTIVITÀ CONNESSE E STRUMENTALI INDICE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA E DELLE ATTIVITÀ CONNESSE E STRUMENTALI I n v i g o r e d a l 1 2 D i c e m b r e 2011 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Monte Titoli. Regolamento del Servizio X-COM COLLATERAL MANAGEMENT

Monte Titoli. Regolamento del Servizio X-COM COLLATERAL MANAGEMENT Monte Titoli Regolamento del Servizio X-COM COLLATERAL MANAGEMENT 9 Marzo 2015 11 Maggio 2015 Regolamento del Servizio X-COM COLLATERAL MANAGEMENT PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO I Fonti normative

Dettagli

Verso un mercato europeo dei pagamenti SWIFTNET: nuova rete nuovi servizi Convegno SPIN 2002 - Roma, 18/19 Aprile

Verso un mercato europeo dei pagamenti SWIFTNET: nuova rete nuovi servizi Convegno SPIN 2002 - Roma, 18/19 Aprile Giuseppe Lazzari Responsabile Servizio Accentramento e Settlement Capo Progetto Express II La nuova procedura di liquidazione netta di EXPRESS II Verso un mercato europeo dei pagamenti SWIFTNET: nuova

Dettagli

Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX.

Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX. MODIFICA AL REGOLAMENTO DI EUROTLX Si informa che sono state approvate le modifiche al Regolamento del Mercato EuroTLX. Il nuovo regolamento entrerà in vigore lunedì 14 luglio 2014, compatibilmente con

Dettagli

In vigore dal 12 dicembre 2011. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali

In vigore dal 12 dicembre 2011. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali In vigore dal 12 dicembre 2011 Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali Indice TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 4 TITOLO II - SERVIZIO DI GESTIONE ACCENTRATA...

Dettagli

CC&G e T2S. Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement

CC&G e T2S. Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement CC&G e T2S Modalità di adeguamento alla nuova piattaforma europea di settlement Page 1 Target 2 Securities GAP analysis operativa GAP analysis messaggistica Page 2 T2S La piattaforma Target2-Securities

Dettagli

INDICE SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO A.1.1.1 DEFINIZIONI... ARTICOLO A.1.1.2 OGGETTO DEL REGOLAMENTO...

INDICE SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO A.1.1.1 DEFINIZIONI... ARTICOLO A.1.1.2 OGGETTO DEL REGOLAMENTO... Regolamento ex. art. 3, comma 1, del Provvedimento 22 ottobre 2002 sui sistemi di garanzia delle operazioni su strumenti finanziari, ex artt. 68, 69, comma 2 e 70 del T.U.F. Testo modificato da ultimo

Dettagli

comunica e dichiara quanto segue

comunica e dichiara quanto segue Stampare su carta intestata dell Operatore. Compilare gli spazi vuoti e barrare le caselle interessate; apporre la firma del Rappresentante Legale o del Rappresentante Contrattuale ed inviare in originale

Dettagli

COMUNICAZIONE TECNICA N. 10/10

COMUNICAZIONE TECNICA N. 10/10 Data: 11/06/2010 Ora: 00.01 COMUNICAZIONE TECNICA N. 10/10 Oggetto: Procedure di Buy-in e Sell-out dei contratti eseguiti sul Mercato EuroTLX e non regolati nei termini previsti ANNULLATA E SOSTITUITA

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATI A CURA DELLA DIVISIONE RELAZIONI ESTERNE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO MERCATI A CURA DELLA DIVISIONE RELAZIONI ESTERNE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REGOLAMENTO MERCATI A CURA DELLA DIVISIONE RELAZIONI ESTERNE UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO MAGGIO 2007 [pagina bianca] Regolamento in materia di mercati pag. 1 Regolamento recante norme di attuazione

Dettagli

Express II: obblighi procedurali e nuove opportunità di business. www.elsag.it. banche & assicurazioni

Express II: obblighi procedurali e nuove opportunità di business. www.elsag.it. banche & assicurazioni www.elsag.it banche & assicurazioni Express II: obblighi procedurali e nuove opportunità di business pierluigi bevilini finance business consultant pierluigi.bevilini@banklab.elsag.it sommario la premessa

Dettagli

Istruzioni. 1 novembre 2012

Istruzioni. 1 novembre 2012 Istruzioni 1 novembre 2012 Istruzioni applicative al Regolamento del 23 maggio 2003, da ultimo modificate il 1 novembre 2012 Indice SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI... 5 Articolo A.1.1.1 Definizioni...

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Procedure per le Operazioni sul capitale 6 ottobre 2014 3 marzo 2014 Procedure per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio

Dettagli

Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali. I n v i g o r e d a l 8 l u g l i o 2 0 1 3 INDICE

Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali. I n v i g o r e d a l 8 l u g l i o 2 0 1 3 INDICE Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali I n v i g o r e d a l 8 l u g l i o 2 0 1 3 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3 Art.

Dettagli

Monte Titoli. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali. In 8 l u g l i o 2013 1 0 m a r z o 2 0 1 4

Monte Titoli. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali. In 8 l u g l i o 2013 1 0 m a r z o 2 0 1 4 Monte Titoli Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali In 8 l u g l i o 2013 1 0 m a r z o 2 0 1 4 Indice TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 4 TITOLO II -

Dettagli

La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul

La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul LE NOVITA NEL SISTEMA DI POST-TRADING Le Novità nel sistema di post-trading La negoziazione di strumenti finanziari non si esaurisce con l esecuzione di contratti sul mercato tramite l abbinamento di ordini

Dettagli

AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1

AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1 AVVISO n.18579 17 Ottobre 2007 MTA Standard 1 Mittente del comunicato : TARGETTI SANKEY Societa' oggetto : TARGETTI SANKEY dell'avviso Oggetto : OPA con adesioni raccolte in Borsa Disposizioni di Borsa

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di Monte Titoli

CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di Monte Titoli CONDIZIONI GENERALI PARTE II Servizi di Monte Titoli 1. - Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Manuale delle Corporate action

Manuale delle Corporate action Manuale delle Corporate action Data di efficacia: 20 maggio 2013 Versione: 3 1 Indice 1. Introduzione 3 2. Definizioni 3 3. Principi generali e convenzioni 3.1 Principio di equivalenza finanziaria 3.2

Dettagli

Modello per avvio della procedura buy in [sell out]

Modello per avvio della procedura buy in [sell out] Allegato 3 Modello per avvio della procedura buy in [sell out] BUY IN [SELL OUT] NOTICE _ (luogo); _ (data) DESTINATARIO (VENDITORE) [ACQUIRENTE] Nome società: E PER CONOSCENZA Borsa Italiana SpA Market

Dettagli

Provvedimento congiunto Banca d Italia - Consob del 22 ottobre 2013

Provvedimento congiunto Banca d Italia - Consob del 22 ottobre 2013 Provvedimento congiunto Banca d Italia - Consob del 22 ottobre 2013 Modifiche al provvedimento 22 febbraio 2008, recante «Disciplina dei servizi di gestione accentrata, di liquidazione, dei sistemi di

Dettagli

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010)

COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) COMUNICATO (30 DICEMBRE 2010) AI PARTECIPANTI: AL SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE AI SISTEMI DI LIQUIDAZIONE E ATTIVITA ACCESSORIE Oggetto: Introduzione del sistema di compensazione e garanzia

Dettagli

Cassa di Compensazione e Garanzia

Cassa di Compensazione e Garanzia Cassa di Compensazione e Garanzia Istruzioni al Regolamento 10 novembre 2014 Le disposizioni concernenti il servizio di compensazione e garanzia per il comparto X- COM entreranno in vigore in un momento

Dettagli

Guida alla Membership. La chiave di accesso alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana

Guida alla Membership. La chiave di accesso alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Guida alla Membership La chiave di accesso alle negoziazioni nei mercati di Borsa Italiana Indice INTRODUZIONE 3 PARTECIPAZIONE AI MERCATI GESTITI DA BORSA ITALIANA 4 TIPOLOGIA DI SOGGETTI AMMISSIBILI

Dettagli

Articolo 1 Importo nominale e taglio delle Obbligazioni. Articolo 2 - Collocamento. Articolo 3 - Destinatari dell offerta

Articolo 1 Importo nominale e taglio delle Obbligazioni. Articolo 2 - Collocamento. Articolo 3 - Destinatari dell offerta REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI POMPIANO E DELLA FRANCIACORTA TASSO FISSO 3% CON FACOLTÀ DI RIMBORSO ANTICIPATO A FAVORE DELL EMITTENTE 13/05/2013 13/05/2017 -

Dettagli

Istruzioni al Servizio A.T.I.E. 12 Dicembre 2011

Istruzioni al Servizio A.T.I.E. 12 Dicembre 2011 Istruzioni al Servizio A.T.I.E. 12 Dicembre 2011 INDICE 1 DEFINIZIONI... 4 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 4 2.1 Operatività dei Partecipanti...6 2.2 Strumenti finanziari ammessi...7 2.3 Disponibilità del

Dettagli

INTERNATIONAL SECURITIES IDENTIFICATION NUMBER(ISIN) CONDIZIONI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI CODIFICA

INTERNATIONAL SECURITIES IDENTIFICATION NUMBER(ISIN) CONDIZIONI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI CODIFICA SERVIZIO RILEVAZIONI STATISTICHE (839) Direzione Classificazione IX 5 1 INTERNATIONAL SECURITIES IDENTIFICATION NUMBER(ISIN) CONDIZIONI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI CODIFICA 2 Pag. 1/8 INDICE 1. PREMESSA...

Dettagli

I test saranno possibili sia per gli aderenti di Euroclear Bank Belgio che per gli aderenti Clearstream Banking Lussemburgo?

I test saranno possibili sia per gli aderenti di Euroclear Bank Belgio che per gli aderenti Clearstream Banking Lussemburgo? FAQs Test I test sono stati programmati per essere end to end? I test saranno possibili sia per gli aderenti di Euroclear Bank Belgio che per gli aderenti Clearstream Banking Lussemburgo? A livello di

Dettagli

PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI

PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI Allegato A PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI A1. Schema di prospetto del valore della quota dei fondi aperti FONDO... PROSPETTO DEL VALORE DELLA QUOTA AL.../.../... A. Strumenti

Dettagli

Capitolo Quarto Gestione accentrata di strumenti finanziari

Capitolo Quarto Gestione accentrata di strumenti finanziari Capitolo Quarto Gestione accentrata di strumenti finanziari 1. NOZIONE DI GESTIONE ACCENTRATA DI STRUMENTI FINANZIARI L istituto della gestione accentrata per la custodia e l amministrazione di strumenti

Dettagli

REGOLAMENTO di EuroTLX

REGOLAMENTO di EuroTLX REGOLAMENTO di EuroTLX APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 20 MAGGIO 2014 DATA DI ENTRATA IN VIGORE: 21 LUGLIO 2014 1 DEFINIZIONI 5 TITOLO 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 11 CAPO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Vista la legge 24 dicembre 2012, n. 228 recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013); Visto,

Dettagli

Corrispettivi per il sistema di garanzia a controparte centrale

Corrispettivi per il sistema di garanzia a controparte centrale Corrispettivi per il sistema di garanzia a controparte centrale In vigore dal 21 gennaio 2013 Sommario 1. QUOTE ANNUE DI ADESIONE...3 2. GARANZIE DEPOSITATE...3 2.1. COMMISSIONI SU TITOLI DEPOSITATI A

Dettagli

AVVISO n.2366. 12 Febbraio 2013 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.2366. 12 Febbraio 2013 MOT - EuroMOT. Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.2366 12 Febbraio 2013 MOT - EuroMOT Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : BANCA IMI Oggetto : 'EuroMOT' - Inizio negoziazioni 'BANCA IMI' emessi sulla base di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A.

REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. REGOLAMENTO DEL MERCATO INTERNO DELLE AZIONI EMESSE DALLA BANCA POPOLARE DI PUGLIA E BASILICATA S.C.P.A. TITOLO I- DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 - Oggetto del Mercato Interno. Art. 2 Modifiche al

Dettagli

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Custodia dei Titoli ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA CUSTODIA TITOLI: Contratto bancario

Dettagli

Mercato MOT Estensione Garanzia delle CCP s al mercato domestico Sistema X-TRM. Piano delle Prove

Mercato MOT Estensione Garanzia delle CCP s al mercato domestico Sistema X-TRM. Piano delle Prove Mercato MOT Estensione Garanzia delle CCP s al mercato domestico Sistema X-TRM Piano delle Prove Sommario 1 PREMESSA 2. ORGANIZZAZIONE DEI TEST 3 3. SCOPO DEL COLLAUDO 4 4. LINEE GUIDA DI COLLAUDO PER

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT FIRST CAPITAL S.P.A. 2010-2016 Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa

Dettagli

TOBIN TAX. dr. prof. Franco Vernassa

TOBIN TAX. dr. prof. Franco Vernassa dr. prof. Franco Vernassa Normativa di riferimento Art. 1, co. 491 500 della Legge 24/12/2012, n. 228 ( Legge di Stabilità 2013 ). Cos è la Tobin Tax Imposta sulle: 1) transazioni finanziarie; 2) operazioni

Dettagli

Banco di Sardegna S.p.A. Obbligazioni a Tasso Fisso

Banco di Sardegna S.p.A. Obbligazioni a Tasso Fisso Sede legale: Cagliari - Viale Bonaria 33 Sede amministrativa e Direzione generale: Sassari - Viale Umberto 36 Capitale sociale euro 147.420.075,00 i.v. Cod. fisc. e num. iscriz. al Registro delle Imprese

Dettagli

Capitolo II - Operazioni di mercato aperto

Capitolo II - Operazioni di mercato aperto Capitolo II - di mercato aperto II.1 Panoramica delle categorie e degli strumenti relativi alle operazioni di mercato aperto L'Eurosistema può condurre operazioni di mercato aperto per indirizzare i tassi

Dettagli

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura

Monte Titoli. Procedura di gestione delle insolvenze. Descrizione della procedura Monte Titoli Procedura di gestione delle insolvenze Descrizione della procedura Versione 1.0 9 aprile 2013 PREMESSA L obiettivo del documento è quello di descrivere la procedura di gestione dell insolvenza

Dettagli

Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 6 FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO TITOLI E STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE

Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 6 FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO TITOLI E STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 6 FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO TITOLI E STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale:

Dettagli

BTP ITALIA: Emissione Aprile 2014

BTP ITALIA: Emissione Aprile 2014 BTP ITALIA: Emissione Aprile 2014 Nota tecnica per gli intermediari, gli operatori di mercato e tutti i soggetti preposti allo svolgimento delle fasi di distribuzione BTP Italia: Emissione Aprile 2014

Dettagli

SCHEMA CONTRATTUALE E NEGOZIAZIONI DEL CONTRATTO FUTURES SU FRUMENTO DURO

SCHEMA CONTRATTUALE E NEGOZIAZIONI DEL CONTRATTO FUTURES SU FRUMENTO DURO MODELLO DI SERVIZIO SU CONTRATTI FUTURES SU FRUMENTO DURO NEGOZIATI SUL SEGMENTO AGREX DEL MERCATO IDEM E GARANTITI DA CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA Il presente documento illustra le principali caratteristiche

Dettagli

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A.

Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Negoziazione di azioni, diritti di opzione ed obbligazioni emesse da Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A. Versione del 27-10-2015 Azioni proprie Per la negoziazione di azioni proprie ci si avvale della

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI Il presente documento descrive le misure per l esecuzione e la trasmissione degli ordini alle condizioni più favorevoli per il cliente (art. 45 e 48 del Regolamento Consob in materia di Intermediari) e

Dettagli

Cassa di Compensazione e Garanzia. Istruzioni al Regolamento

Cassa di Compensazione e Garanzia. Istruzioni al Regolamento Cassa di Compensazione e Garanzia Istruzioni al Regolamento 16 Novembre 2015 INDICE SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI... 5 Articolo A.1.1.1 Definizioni... 5 SEZIONE B SISTEMA A CONTROPARTE CENTRALE... 9

Dettagli

Copia della presente Informativa è a disposizione della clientela presso tutte le Filiali e nel sito della Cassa www.lacassa.com

Copia della presente Informativa è a disposizione della clientela presso tutte le Filiali e nel sito della Cassa www.lacassa.com INFORMATIVA SULLA TRATTAZIONE DELLE AZIONI EMESSE DALLA CASSA DI RISPARMIO DI RAVENNA S.P.A (Titolo illiquido ai sensi della Comunicazione Consob n. 9019104 del 2 marzo 2009) Copia della presente Informativa

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa NOTA INFORMATIVA

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa NOTA INFORMATIVA in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Regolamento del Prestito obbligazionario Banca Carige 1,50%, 2003 2013 subordinato ibrido con premio al rimborso convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione Il prestito

Dettagli

Imposta sulle transazioni finanziarie (Azioni e altri strumenti finanziari soggetti all imposta)

Imposta sulle transazioni finanziarie (Azioni e altri strumenti finanziari soggetti all imposta) Imposta sulle transazioni finanziarie (Azioni e altri strumenti finanziari soggetti all imposta) Ove non espressamente specificato, i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CREDITO DOCUMENTARIO E FINANZIAMENTO ESTERO AD USO PROMISCUO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al CREDITO DOCUMENTARIO E FINANZIAMENTO ESTERO AD USO PROMISCUO FOGLIO INFORMATIVO relativo al CREDITO DOCUMENTARIO E FINANZIAMENTO ESTERO AD USO PROMISCUO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Vittorio Veneto

Dettagli

Foglio informativo CONTO CUSTODY

Foglio informativo CONTO CUSTODY Pagina 1/10 Foglio informativo CONTO CUSTODY Informazioni sulla Banca Credit Suisse (Italy) S.p.A. Capogruppo del Gruppo Credit Suisse (Italy) Sede Sociale e amministrativa Via Santa Margherita, 3 I 20121

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE PER IL COMPARTO REPO X-COM

SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE PER IL COMPARTO REPO X-COM SISTEMA DI GARANZIA A CONTROPARTE CENTRALE PER IL COMPARTO REPO X-COM MODELLO DI SERVIZIO VERSIONE 4.0 1 MARZO 2013 Sommario 1. CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 Oggetto del servizio... 3 1.2 Adesione

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I)

Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I) Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta al pubblico di UNIOBIETTIVO INFLAZIONE 03/2018 prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto ULM11I) Regolamento del Fondo interno REGOLAMENTO

Dettagli

Negoziazione dei classic repo a tasso fisso e a tasso variabile Modello Operativo X-TRM

Negoziazione dei classic repo a tasso fisso e a tasso variabile Modello Operativo X-TRM Negoziazione dei classic repo a tasso fisso e a tasso variabile Modello Operativo X-TRM 10 luglio 2015 Versione 2 Indice Classic Repo 1.0 INTRODUZIONE 4 2.0 CLASSIC REPOS: GESTIONE NEL SERVIZIO X-TRM

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4vb -Presentazione di documenti export Incasso o accettazione di effetti, documenti ed assegni estero

FOGLIO INFORMATIVO. 4vb -Presentazione di documenti export Incasso o accettazione di effetti, documenti ed assegni estero Pagina 1/5 FOGLIO INFORMATIVO 4vb -Presentazione di documenti export Incasso o accettazione di effetti, documenti ed assegni estero INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale:

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE AL PROGRAMMA DI OFFERTA DI OBBLIGAZIONI DENOMINATE: CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A TASSO VARIABILE PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A

Dettagli

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione 1.1 Il prestito obbligazionario BIM

Dettagli

DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE

DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI DEPOSITI DI TITOLI A CUSTODIA ED AMMINISTRAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF

ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO DEL MERCATO BONDVISION MTF ISTRUZIONI DI ATTUAZIONE DEL TITOLO I DEL REGOLAMENTO (DISPOSIZIONI GENERALI) Art.1. Definizioni (Art. 2 Reg.) 1. Le definizioni di cui

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI CHE COS E LA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI CHE COS E LA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI FOGLIO INFORMATIVO relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Società Cooperativa Piazza Roma n.17-25016 Ghedi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO n. 4 CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI

FOGLIO INFORMATIVO n. 4 CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI FOGLIO INFORMATIVO n. 4 STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI PALIANO soc.coop. Sede: Viale Umberto I, 53 - cap 03018 Paliano (FR) Tel.: 0775/577014

Dettagli

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT (All 1) Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT 1 REGOLAMENTO DEI WARRANT SUNSHINE CAPITAL INVESTMENTS S.P.A. 2014-2016 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini indicati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI CHE COS E LA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI CHE COS E LA CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI FOGLIO INFORMATIVO relativo alla CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI STRUMENTI FINANZIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Società Cooperativa Piazza Roma n.17-25016 Ghedi

Dettagli

Art. 5. Atti pregiudizievoli dell integrità dei Mercati (Artt. 11.4 Reg.)

Art. 5. Atti pregiudizievoli dell integrità dei Mercati (Artt. 11.4 Reg.) MTS ISTRUZIONI AL REGOLAMENTO DEL MERCATO DELLEOBBLIGAZIONI NON GOVERNATIVE E DEI TITOLI EMESSI DA ORGANISMI INTERNAZIONALI PARTECIPATI DA STATI Art.1. Definizioni (Art. 1 Reg.) 1. Le definizioni di cui

Dettagli

Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità

Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità Prospetto analitico delle operazioni di cui ai commi 491 e 492 dell articolo 1 della legge di stabilità Allegato 8 descrizione 1 tipo imposta (491; 492) 2 identificativo impresa: codice fiscale 3 CF del

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI E DI ASSEGNAZIONE DEGLI ORDINI PREMESSE La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento Europeo

Dettagli

1. Ai fini del presente Regolamento, i termini sotto elencati, ordinati in ordine alfabetico, hanno il seguente significato:

1. Ai fini del presente Regolamento, i termini sotto elencati, ordinati in ordine alfabetico, hanno il seguente significato: 8 - REGOLAMENTO DEGLI ABAXBANK EQUITY PROTECTION CERTIFICATES SU AZIONI, INDICI AZIONARI, OICR ED ETF (LONG E SHORT) DI TIPO PLAIN VANILLA E QUANTO EURO 8.1 INTRODUZIONE 1. Il presente regolamento (il

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVO AL PROGRAMMA DI OFFERTA DI OBBLIGAZIONI DENOMINATE: CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. STEP UP PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. STEP UP Cassa

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVO AL PROGRAMMA DI OFFERTA DI OBBLIGAZIONI DENOMINATE: CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A TASSO FISSO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA S.P.A. A TASSO

Dettagli

Cassa di Compensazione e Garanzia. Sistema di Garanzia New MIC Regolamento

Cassa di Compensazione e Garanzia. Sistema di Garanzia New MIC Regolamento Cassa di Compensazione e Garanzia Sistema di Garanzia New MIC Regolamento 9 giugno 2014 Indice CASSA DI COMPENSAZIONE... 1 SEZIONE A DISPOSIZIONI GENERALI... 4 CAPO A.1...4 Articolo A.1.1.1 Definizioni...

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

In vigore dal 31 Ottobre 2008. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali

In vigore dal 31 Ottobre 2008. Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali In vigore dal 31 Ottobre 2008 Regolamento del servizio di gestione accentrata e delle attività connesse e strumentali Indice TITOLO I: Norme generali pag. 2 Capo I: Strumenti finanziari... pag. 3 Capo

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI TARGET CEDOLA CERTIFICATE E DEI TARGET CEDOLA DI TIPO QUANTO

REGOLAMENTO DEGLI TARGET CEDOLA CERTIFICATE E DEI TARGET CEDOLA DI TIPO QUANTO REGOLAMENTO DEGLI TARGET CEDOLA CERTIFICATE E DEI TARGET CEDOLA DI TIPO QUANTO L Emittente potrà con riferimento a ciascuna Serie di Certificati (i) richiedere direttamente l ammissione a quotazione dei

Dettagli

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE

PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE PRICE LIST PER IL SERVIZIO DI NEGOZIAZIONE 1 2 3 Ai sensi di quanto previsto all art. 3.3.1 del Regolamento e dell art. 25 del Regolamento del MAC In vigore dal 1 aprile 2008 INDICE 1. LINEE DI PRICING

Dettagli