Estratto distribuito da Biblet

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Estratto distribuito da Biblet"

Transcript

1

2 Comunic Saggio 2 re A A

3 Prima edizione: gennaio 1997 Prima ristampa: ottobre by Mario Barbi, Giuseppe Mariani, Manfredi Vinassa de Regny Guaraldi/Gu.Fo edizioni srl Via Covignano 302, Rimini tel 0541/ fax 0541/ ISBN

4 Mario Barbi, Giuseppe Mariani, Manfredi Vinassa de Regny come fare uno spot Guida rapida alla creazione e produzione di uno spot pubblicitario Presenta Domenico Colella Guaraldi Comunic re A A

5

6 Indice Una prefazione che parla di bagni turchi e di come rubare il caviale Ma che cosa c entrano? di Domenico Colella Cap 1 Che cos è la pubblicità Cap 2 Come funzionano le agenzie di pubblicità e i mass-media Cap 3 La strategia per uno spot pubblicitario Cap 4 Dallo sviluppo dell idea creativa alle tecniche di presentazione Cap 5 Esempi di sceneggiature Cap 6 La pre-produzione Cap 7 Ciak si gira Cap 8 La post-produzione Le parole dello spot Gli autori

7

8 Una prefazione che parla di bagni turchi e di come rubare il caviale Ma che cosa c entrano? di Domenico Colella come fare uno spot Diciamola (subito) tutta. Se c è un libro che non ha bisogno di presentazioni è proprio questo. Perché mai? Ma perché semplicemente spiega tutto, ma proprio tutto quello che bisogna sapere per fare uno spot. Naturalmente tutto... nei limiti del possibile e dell umano. È chiaro che soprattutto i fatti creativi, intuitivi e di sensibilità non si imparano da un libro ma forse da mille libri. Questo manuale però può essere utile, anzi prezioso su un set, per evitare qualche brutta figura. E non è poco. Oggi in presenza di budget striminziti occorre saper esattamente il massimo che si può ottenere spesso con il... minimo... E quindi anche un utente dovrebbe leggere questo libro per non acquistare a scatola chiusa. Altro discorso è quello dei giovani che vogliono occuparsi - ai più diversi livelli - di questa professione. Ma è una professione il fare gli spot? Si potrebbe rispondere ancora come sopra: sono mille le professioni coinvolte nella creazione/realizzazione di uno spot. Suppongo che comunque la posizione più anelata (anche se sicuramente la più difficile) sia ancora quella del regista. Attorno a lui c è un aura magnifica, quasi un senso di divino. Orbene anche carriere così prestigiose si costruiscono dal basso, pezzo per pezzo, gradino per gradino. Secondo me un aspirante regista (ma attenzione: i suoi sogni si realizzano in un caso su mille) deve essere un gran curiosone con forti capacità di sintesi e assieme un grande amore per i dettagli. Questa è la premessa, ma il risultato del suo lavoro? Niente di meglio della risposta che diede Hitchcock a chi gli chiedeva quale fosse il fine del suo lavoro. Ecco la risposta: Il mio scopo è quello di creare al pubblico degli shock morali... benefici. Mi sembra che il cinema sia il mezzo migliore per ottenere questo risultato. Lo spot pubblicitario cugino e forse parente povero del cinema spettacolare deve muoversi anche lui in questa direzione. 7

9 come fare uno spot 8 Altrimenti se nel caso del cinema la sala rimane vuota con il nostro spot il prodotto rimane invenduto. In entrambi i casi sono guai. Naturalmente questo libro non è solo per chi vuol diventare regista. E detto tra noi questa professione ha tante gratificazioni ma anche tante spine. Abbastanza spesso sono sul set a seguire una produzione e vedo che il regista è un parafulmine che si attira non poche saette. È strattonato dal creativo, dal cliente, deve evitare di sforare i tempi e non sempre, per esempio, gli attori sono degli stinchi di santo. Ci sono comunque tante altre figure meno pubbliche che gravitano nella produzione degli spot, meno pubbliche ma non meno importanti nell economia del filmato. Un altra cosa. Fino a qualche anno fa quando mi presentavo e dicevo che mi occupavo di pubblicità, l interlocutore (se non era del settore) mi rispondeva: ah, quello che fa gli spot. Bene, la spotmania è un po diminuita, ma il ruolo della pubblicità cinetelevisiva è ancora molto ampio e sarà (credo) sempre così. Piuttosto l attuale situazione di restrizione dei budget imporrà realizzazioni meno costose eliminando gli sprechi. Un modo in positivo di vivere questi limiti sarebbe di privilegiare le i- dee, l intelligenza e la fantasia. In questo noi italiani abbiamo dimostrato di essere bravissimi: basti pensare - solo per rimanere nel campo del cinema - che le cose migliori sono nate in Italia negli anni 50 e 60 con il neorealismo e i film di Totò (tardivamente rivalutati anche a livello critico). Un consiglio: leggetevi il bel libro semi-autobiografico (è in realtà una lunga intervista) Io Orson Welles (edito da Baldini & Castoldi). Racconta tra l altro come il grande regista si destreggiò tra mille difficoltà economiche riuscendo comunque a creare dei capolavori. Ad esempio: per un film (Macbeth, credo) non aveva più costumi per gli attori e allora decise di girare alcune scene in un bagno turco. Questa se volete è creatività. Io dico di sì, eccome. Ultima nota. Che deriva dalle considerazioni svolte sopra. Sono contrario al cinema pubblicitario a compartimenti stagni (appunto: meglio i bagni turchi). Rubare dal cinema spettacolare per il cugino cinema pubblicitario più che giusto mi sembra doveroso. Attenzione però rubiamo il caviale non pietanze avariate. E cioè guardiamo ad Orson Welles (lo prendo come simbolo, è chiaro) oppure al già citato Hitchcock piuttosto che al

10 basso cinema commerciale. Questo discorso naturalmente coinvolge anche un altro soggetto che nel cinema pubblicitario è molto importante: il cliente. Si continua a dire che va educato, che in Italia non c è sufficiente cultura della comunicazione... Bene questo libro (insieme agli altri di ComunicArea) servirà anche a questo, a far nascere questa benedetta cultura. Vi lascio alla lettura (sperando che voi siate appunto un cliente). Del resto visto che mi piace scrivere libri brevi non vedo perchè dovrei scrivere prefazioni lunghe. Ciak si legge! come fare uno spot Milano, ottobre 96 9

11

12 come fare uno spot

13

14 Cap 1 Che cos è la pubblicità come fare uno spot Lo spot, il telecomunicato commerciale, il tv commercial, altro non è se non l espressione più palese di uno strumento di marketing per favorire le vendite che si chiama pubblicità. Per cui prima di vedere come si fa uno spot occorre anzitutto dare un occhiata, anche se veloce, ai meccanismi fondamentali della pubblicità. Che cosa vuol dire pubblicità Il dizionario recita: l essere pubblico, oppure il complesso dei mezzi con cui si fa conoscere al pubblico ciò che si vuole noto o accolto favorevolmente. Il significato di pubblicità viene descritto ancora meglio dal termine inglese advertising che a sua volta deriva dal latino advertere e cioè volgere, dirigere verso, far cambiare direzione. Questo è quello che fa la pubblicità: rende pubblico, fa conoscere e, quando è particolarmente efficace, riesce a far cambiare rotta alle nostre scelte. Ruolo della pubblicità nella società moderna La pubblicità è come un ombra che ci segue costantemente in ogni passo della nostra vita. La troviamo subito al mattino, appena scesi dal letto, quando ascoltiamo la radio, mentre cerchiamo di svegliarci completamente, lavandoci la faccia. Ci imbattiamo inesorabilmente in lei, appena usciamo di casa per andare al lavoro oppure a scuola, quando i nostri occhi incontrano i manifesti lungo le strade o le locandine sui mezzi pubblici. La ritroviamo la sera, in casa nostra, nei telecomunicati che si inseriscono in tutti i programmi televisivi. Non ci si può liberare di lei. Qualunque azione facciamo o qualunque oggetto usiamo, a un certo punto compare la pubblicità: sugli spalti dello stadio dove andiamo a vedere la partita di caicio, tra i banchi del 13

15 come fare uno spot 14 supermercato dove stiamo facendo la spesa, sulle scatole dei fiammiferi, tra le pagine dei calendari, sull agenda dove segnamo gli appuntamenti, sulle magliette dei campioni sportivi e perfino sui programmi delle manifestazioni culturali. Insomma, è protagonista in ogni occasione, sia questa economica, politica o culturale. Figlia della società industriale Questa onnipresenza della pubblicità è un fatto che si è sviluppato in tempi recenti. Perché la pubblicità, nelle forme che conosciamo oggi, è figlia della produzione industriale di massa, dei supermercati, dei mass media. Al tempo della civiltà agricola e della produzione artigianale, non era così invadente - non perché non volesse esserlo, ma essenzialmente per il fatto di essere limitata nei mezzi a disposizione. Utilizzava infatti solo i manifesti - affìche o cartelloni come si diceva allora - piccoli annunci sulle colonne dei quotidiani e le insegne dei negozi; in quei tempi, anzi, la pubblicità preferiva farsi chiamare réclame e si limitava a cercare di far conoscere i prodotti disponibili, pochi e poco innovativi, basati su metodi tradizionali di produzione e venduti quasi esclusivamente su discreto consiglio dei venditori. Quando però la civiltà industriale mise in cantiere così tanti nuovi prodotti che i consumatori dovevano andarsi a cercare da soli negli scaffali dei supermercati, pian piano la pubblicità diventò una necessità, perché solo con la pubblicità era possibile spiegare ai consumatori, e a costi ragionevoli, come poter soddisfare i loro bisogni e trovare il prodotto che faceva per loro. Ma la pubblicità svolge anche un ruolo importante nel controllo dei prezzi. È un fatto elementare: più gente conosce un prodotto e maggiori sono le probabilità che molte persone comprino quel prodotto. Maggiore è il volume di vendita di un prodotto e minori saranno i costi fissi e questo fatto permette di mantenere il prezzo al pubblico più basso. La pubblicità porta il messaggio a milioni di potenziali consumatori, aiuta ad aumentare il volume delle vendite e a far diminuire i costi. Come dicono gli esperti di vendite e di mercato, la pubblicità è uno degli elementi fondamentali del marketing mix assieme al

16 prodotto, al prezzo e al punto di vendita, vale a dire uno dei quattro strumenti essenziali per tenere in vita un prodotto. come fare uno spot Una tecnica Vendere prodotti: questo è lo scopo per cui la pubblicità è maggiormente conosciuta. Ma come abbiamo visto nella sua definizione la pubblicità può prestarsi efficacemente a far conoscere e promuovere anche cause che non abbiano alcuno scopo di lucro. E in effetti, si vedono tantissime campagne a favore di attività sociali di ogni sorta: per la Lotta contro il Cancro, a favore del Telefono Azzurro, oppure di scuole, ospedali, istituti assistenziali, opere caritatevoli. Anche lo Stato è sceso in campo massicciamente, per svolgere tutta una serie di comunicazioni sociali: ad esempio, campagne di pubblica utilità che riguardano la sanità, la tutela dell ambiente, la distribuzione dell energia, il lavoro, i trasporti, le pensioni, i tributi; campagne di servizio che informano su orari, scadenze, servizi per anziani; comunicazioni sociali che spiegano gli scopi di nuovi progetti; comunicazioni istituzionali che danno notizie sui compiti di un ente; pubblicazioni di bilanci; comunicazioni legali. Ricordiamo poi che nel 1970 le varie organizzazioni pubblicitarie hanno fondato Pubblicità Progresso, un associazione che mette gratuitamente la pubblicità al servizio della collettività con l ideazione e l attuazione di campagne di pubblica utilità. La prima campagna di questo genere fu realizzata a favore della donazione del sangue nel E da allora ne sono state realizzate almeno un paio ogni anno. Una disciplina empirica Col passare degli anni, la pubblicità ha via via perfezionato i suoi procedimenti, i suoi metodi di lavoro, ha affinato le sue tecniche. Utilizza ora i risultati e i progressi ottenuti da tutta una serie di discipline, come l economia, la psicologia, la sociologia e le scienze statistiche per migliorare costantemente la propria efficacia. Tuttavia, non è mai riuscita a diventare una scienza esatta, come la matematica o la medicina. 15

17 come fare uno spot 16 Ma non è nemmeno una sorta di stregoneria. È una disciplina largamente empirica e mai del tutto scontata perché agisce nella sfera di influenza del comportamento umano, spesso poco prevedibile. Ha scopi principalmente commerciali, non artistici Chi guarda la pubblicità spesso la valuta da un punto di vista esclusivamente compositivo, come si guarda uno scritto, un quadro, un film artistico. Errore. Perché la pubblicità non è arte ma viene realizzata unicamente per ottenere l assenso, per convincere, persuadere. Questa confusione di ruoli avviene perché la pubblicità per poter svolgere il proprio compito usa le stesse tecniche delle maggiori forme artistiche ed espressive e spesso lo fa in modo tale da essere persino formalmente più attraente. Spesso un testo pubblicitario è scritto meglio di un romanzo, una illustrazione pubblicitaria supera in capacità tecniche e a volte persino espressive quadri di grandi artisti, la musica pubblicitaria ha caratteristiche di grande inventiva e memorabilità, i filmati pubblicitari sono realizzati molto meglio di tanti lungometraggi ma la pubblicità non è per se stessa una forma d arte. È solamente uno specchio che riflette i linguaggi e le tendenze artistiche già in atto, cercando di utilizzarle per i propri scopi. La pubblicità migliore cerca di precorrere i tempi e di individuare quali saranno queste tendenze nel prossimo futuro per cavalcare prima degli altri i fenomeni di maggior successo, ma per se stessa la pubblicità non genera mai fatti culturali come invece possono fare la moda, la musica o il giornalismo e soprattutto l arte. Una definizione Se volessimo sintetizzare che cos è la pubblicità, potremmo quindi dire che con la parola pubblicità è possibile intendere una serie di cose: 1) una comunicazione di tipo persuasorio 2) realizzata da una fonte ben identificata e diffusa dietro compenso dai mass media 3) allo scopo di provocare un atteggiamento/comportamento favorevole a un prodotto, un servizio, una causa sociale, un partito o un uomo politico.

18 Come funziona la pubblicità come fare uno spot Come realizzare una pubblicità efficace La prima domanda da farsi è che caratteristiche debba avere la pubblicità di successo, quella che riesce cioè a farsi strada nella marea di messaggi, pubblicitari e non, che ogni giorno ci bombardano. È una domanda che da sempre si fanno gli esperti di marketing e di comunicazione. Anche se non sono riusciti a trovare una risposta esauriente, e forse non la troveranno mai, hanno però proposto tutta una serie di modelli per spiegare come funzioni e come possa influire sul processo di persuasione e di conseguenza come vada presentato un messaggio pubblicitario che abbia qualche probabilità di ottenere i risultati desiderati. Uno di questi modelli viene sintetizzato nella parola AlDA, una sigla che sta per: Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione. E significa che per essere veramente persuasivo, un messaggio pubblicitario deve essere formulato in modo da provocare questa successione di effetti: fermare I attenzione, cioè farsi notare in mezzo al frastuono generale che arriva al consumatore; in secondo luogo interessarlo, dicendo cose che lo tocchino da vicino, che siano capaci di coinvolgerlo intimamente; poi far in modo che desideri d avere il prodotto di cui si parla e infine di spingerlo all azione. Anche se il modello è largamente popolare, a molti sembra troppo semplicistico. E così università, agenzie di pubblicità e aziende si sono messe alla ricerca di nuove metodologie che le aiutino a impostare modelli di successo. Una famosa multinazionale, ad esempio, ha studiato a fondo il problema e alla fine ha preparato un documento in cui espone come deve essere fatta una pubblicità efficace. In sostanza, dice che qualsiasi campagna pubblicitaria dovrà sempre: I) formulare la promessa di un beneficio per il consumatore - ed uno solo - espresso dal suo punto di vista 2) portare una prova che renda credibile la promessa 3) assumere un tono di voce opportuno, uno stile adatto a farsi capire dal pubblico a cui si rivolge. 17

19 come fare uno spot 18 Questa metodologia ha trovato e ancora trova ampi consensi ed è seguita soprattutto dalle aziende che applicano rigorosamente le tecniche del marketing. Non c è da stupirsi però nel constatare che anche le agenzie di pubblicità sono state molto attive nel proporre metodologie che in qualche modo fossero la base di campagne efficaci. Un tentativo di trovare un metodo flessibile che potesse costituire un banco di prova per tutte le loro campagne. Uno dei primi pubblicitari a proporre un modello che più di altri s avvicinò a una teoria sul funzionamento della pubblicità fu Rosser Reeves. La sua proposta fu l USP, una delle parole più fortunate in tutta la storia della pubblicità. USP è una sigla che sta per Unique Selling Proposition, proposta unica di vendita. In sostanza, Rosser Reeves spiega il suo pensiero in tre punti: 1) Ogni campagna pubblicitaria deve presentare un beneficio per il consumatore; deve dire, ad esempio: fa questo, acquista questa cosa e otterrai questo beneficio. 2) Deve essere un beneficio che la concorrenza non può offrire, o che in effetti non offre, anche se potrebbe offrirlo. In altre parole, deve essere esclusivo in un dato settore merceologico. 3) Il beneficio deve essere tanto forte da spingere masse di consumatori all acquisto. Rosser Reeves dice di aver scoperto l USP esaminando tutta una lunga serie di campagne di successo e che il procedimento ha fatto la fortuna della sua agenzia. Un altro famoso pubblicitario però, W. Bernbach, non ritenne di poter fare buona pubblicità in base alle argomentazioni di Rosser Reeves. E per un motivo molto semplice: un annuncio può essere costruito alla perfezione da cima a fondo; ma se nessuno si ferma a guardarlo, non ottiene nessun risultato. Quello che serve per fare una pubblicità di successo, per lui, è quindi riuscire a realizzare qualcosa di fresco e originale che riesca a fermare l attenzione e a rendere memorabile il vantaggio del prodotto. Tuttavia, più che insistere sui concetti, Bernbach dimostrò la bontà delle sue idee con grandi campagne pubblicitarie, che sono rimaste tra le più memorabili nella storia della pubblicità. Rimase famoso, ad esempio, l approccio negativo, con cui affrontava la comunicazione.

20 Ad esempio nella leggendaria campagna per la Volkswagen, il maggiolino che a prima vista è una bruttura, ma che poi, a guardar meglio, è un miracolo di efficienza oppure nella famosissima campagna per l Avis in cui diceva Siamo il n 2 e quindi ci diamo da fare per servirvi meglio e così diventare il n 1. Un altro personaggio che portò un bel mattone alla costruzione di teorie per la pubblicità è David Ogilvy. Si potrebbe dire che idealmente Ogilvy è un continuatore di Reeves, perché dice che scopo della pubblicità è di costruire una identità di marca ben precisa e distinta. Tuttavia, mentre Reeves fa leva sull aspetto razionale, Ogilvy fa largo posto alle emozioni, che possono essere importanti quanto e più delle stesse caratteristiche fisiche per costruire una campagna efficace. Ultimamente non sono emerse nuove teorie per aiutare la pubblicità a diventare più esatta e in più tutti i teoremi costruiti attorno alle basi del marketing vengono costantemente messi in crisi dalla realtà in continua evoluzione e cambiamento. L USP di Mr. Reeves è ormai solo un bel ricordo perché l evoluzione tecnologica difficilmente consente di presentare un prodotto che abbia sufficienti differenze che possano essere rilevanti per il consumatore. Pensiamo alle auto per esempio, nella stessa categoria o cilindrata sono ormai tutte uguali e la battaglia comunicazionale avviene attorno al prezzo o ad un optional offerto. La personalità di marca, cavallo di battaglia delle teorie di Mr. Ogilvy, pur non potendosi considerare fuori moda perché ogni prodotto di massa e di marca ne possiede una, non è più considerato quell elemento distintivo per aiutare la comunicazione; possiamo anzi dire che la sua diffusione generalizzata l abbia in qualche modo resa banale e non più quel veicolo importante di comunicazione che era al suo primo apparire. Le teorie di Mr. Bernbach invece restano di attualità ma solo per il fatto di non aver proposto alcun modulo ma di aver sempre spinto per una creatività brillante che mettesse nel giusto risalto quelle promesse al consumatore che il prodotto poteva offrire. In realtà è proprio la creatività l arma più potente della pubblicità, quel salto immaginativo, non logico - e quindi al di fuori di ogni regola e teoria - che consente di poter presentare un prodotto o un servizio in modo così nuovo e interessante da come fare uno spot 19

21 Finito di stampare nel mese di ottobre 1999 per conto della Guaraldi/Gu.Fo Edizioni Stampa in offset - computer to plate Centro Stampa Digitalprint Rimini

22

Communication mix - Advertising

Communication mix - Advertising Economia e Tecnica della Comunicazione Aziendale Communication mix - Advertising Lezione 11 Pubblicità Qualunque forma di presentazione e promozione non personale di idee, beni o servizi svolta dietro

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa

Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Dalla Strategia all Esecuzione Creativa Prof. Bruno Buzzo Docente di Tecnica della Comunicazione Facoltà di Economia - Università di Genova Amministratore Delegato e Condirettore Generale PBCOM S.p.A.

Dettagli

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE La promozione di un ristorante La promozione interna Si tratta delle strategie di vendita rivolte al cliente che è già «entrato» nel locale: Elaborazione di nuove proposte

Dettagli

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ

35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ 1977 2012 35 ANNI AGENZIA DI PUBBLICITÀ DIFFERENZIARSI PER SOPRAVVIVERE ALLA COMPETIZIONE E AVERE SUCCESSO Come un azienda può ritagliarsi un immagine che la distingua in un mercato sovraffollato. CHE

Dettagli

Le famiglie, il motore dell economia

Le famiglie, il motore dell economia Le famiglie, il motore dell economia Sommario 1. Le famiglie, protagoniste dell'economia... 2 1.1 Le attività delle famiglie... 2 2. Il lavoro e le fonti di reddito... 2 3. I consumi... 3 3.1 La propensione

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014

LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014 LE PAROLE DELLA PUBBLICITÀ. La comunicazione per la salute: stili e strategie. Intervento a cura di Giulia Calaprice 27 novembre 2014 A CHE CI SERVE LA PUBBLICITÀ? Oltre a interrompere un film, la pubblicità

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER COPYWRITER 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Un racconto che ci racconta

Un racconto che ci racconta Book Un racconto che ci racconta About anthos tra memoria e futuro Formazione e comunicazione attraverso ricerca, elaborazione e contaminazione tra saperi, finalizzate al potenziamento delle risorse. Ogni

Dettagli

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE...

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Questo e' il primo reporter che rivelo per un perido di tempo limitato: ''Gratuitamente'' a seguire nelle pagine del sito troverai gli altri 6. @ Se tu

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte.

Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Giochi polisensi fra colore, soggettività e arte. Piergiorgio Trotto Finalità: Sviluppare le capacità espressive con esercizi attinenti al colore e all immagine. Ricercare la propria identità. Sperimentare

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

Paolo Beneventi David Conati

Paolo Beneventi David Conati Paolo Beneventi David Conati L animazione teatrale costituisce un momento molto importante della formazione di tutti, non solo dei bambini ma anche degli adulti. IMPARIAMO LE REGOLE Il teatro è soprattutto

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

Educazione di genere: impossibile non farla

Educazione di genere: impossibile non farla Educazione di genere: impossibile non farla Inizia prima della nascita Riguarda loro, ma innanzitutto noi Riguarda la soggettività individuale ma anche la struttura sociale E la struttura sociale a sua

Dettagli

PAROLE E FRASI EVOCATIVE

PAROLE E FRASI EVOCATIVE Continuiamo con il nostro viaggio nella comunicazione che ipnotizza ed attrae. Quante volte magari vi siete soffermati a d ascoltare qualcuno che parlava perché diceva qualcosa di interessante? E quante

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Dai 7 anni. Le Risposte. Nei panni di...: a. Signor Bellometti; b. Desiderio; c. manichino del negozio di scarpe; d. commesso del negozio di scarpe.

Dai 7 anni. Le Risposte. Nei panni di...: a. Signor Bellometti; b. Desiderio; c. manichino del negozio di scarpe; d. commesso del negozio di scarpe. PIANO DI L ETTURA NESSUNO È PERFETTO EMANUELA NAVA Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Azzurra n 76 Pagine: 128 Codice: 978-88-384-3585-0 Anno di pubblicazione: 2005 Dai 7 anni L AUTRICE Emanuela

Dettagli

IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA

IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA 1. Leggi l articolo e scegli la parola giusta tra quelle fornite per riempire gli spazi. Tutti i giorni i messaggi pubblicitari ci prendono d assalto. Ovunque guardiamo,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Cosa si intende per pubblicità

Cosa si intende per pubblicità Cosa si intende per pubblicità ADV: creare un messaggio ed inviarlo a qualcuno che a sua volta avrà una reazione. SOGGETTTO MEDIATICO A PAGAMENTO!!! Advertising: TV, RADIO, CARTA STAMPATA, MURALES INTERNET!!

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

CHI SIAMO. semiotica, del marketing, del copywriting, della comunicazione aziendale e dell organizzazione di eventi. www.rizomacomunicazione.

CHI SIAMO. semiotica, del marketing, del copywriting, della comunicazione aziendale e dell organizzazione di eventi. www.rizomacomunicazione. CHI SIAMO 2 Rizoma è uno studio giornalistico associato che nasce dall esperienza di un gruppo di giovani professionisti del settore della comunicazione. Formatosi come team fin dal 2005, il gruppo Rizoma

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

di Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero di Alessandro Bottero Ciclicamente emerge il quesito: vende ciò che vale, o vale ciò che vende? Se Natale in Sudafrica ha incassato più de L Ultimo Terrestre, questo basta da solo, a poter dire che Natale

Dettagli

Come si realizza uno spot pubblicitario

Come si realizza uno spot pubblicitario Come si realizza uno spot pubblicitario La realizzazione di uno spot si compone principalmente di quattro fasi: 1. Pre-produzione: la fase di scrittura 2. Lavorazione: le riprese 3. Post-produzione: il

Dettagli

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 97 F OGLIO DI LAVORO 1 Soluzioni abitative che conosco Per favore riporti

Dettagli

Etica della comunicazione pubblicitaria

Etica della comunicazione pubblicitaria La pubblicità Mira a influenzare pensieri e comportamenti L etimologia deriva dal latino pubblicare = far conoscere E diretta a informare e persuadere anche attraverso l esibizione di contenuti simbolici

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli

Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo

Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo Il ruolo dei mass media nella lotta al fumo di Matteo Garuti MASS MEDIA = Prerogative dei mass media - vasto pubblico - incisività - ripetitività - basso impegno per l attezione mezzo di comunicazione

Dettagli

Comunicazione di massa

Comunicazione di massa Persuadere per prevenire: tecniche di comunicazione nelle campagne di prevenzione. Fiorenzo Ranieri 1 Le campagne di prevenzione in Italia sono fortemente condizionate dalla impostazione legislativa. Le

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

RELAZIONE ( Febbraio 2011)

RELAZIONE ( Febbraio 2011) RELAZIONE ( Febbraio 2011) Care donatrici, cari donatori, graditissimi ospiti, benvenuti all annuale Assemblea dell A.V.I.S. comunale di Cervia. Ogni anno quando mi accingo a scrivere questa relazione

Dettagli

Nicola Brunialti: credo che l ironia sia l unica salvezza

Nicola Brunialti: credo che l ironia sia l unica salvezza PANORAMA.IT Nicola Brunialti: credo che l ironia sia l unica salvezza Io l ho minacciato di defollowarlo su Twitter (il social dove l ho scoperto e dove ho stretto un legame di simpatia) un centinaio di

Dettagli

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice.

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Ha una Laurea in Arti visive dello spettacolo. Il cortometraggio da lei scritto Maria Cristina per un soffio non ha fatto parte della

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

7 errori che distruggono le tue vendite in fiera

7 errori che distruggono le tue vendite in fiera 7 errori che distruggono le tue vendite in fiera INTRO: Ciao, mi chiamo Giampaolo Formica e sono uno specialista nella progettazione e realizzazione di stand fieristici per le PMI italiane. Probabilmente

Dettagli

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE 273 COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE L articolo di giornale è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX. www.ecogiocando.it MESSAGGI ECOLOGICI PER I PIU' PICCOLI. Una favola scritta da Maura

ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX. www.ecogiocando.it MESSAGGI ECOLOGICI PER I PIU' PICCOLI. Una favola scritta da Maura ENERGIE RINNOVABILI LE MAGNIFICHE STORIE DEL DOTTOR ENERGIX Una favola scritta da Maura Cari bambini, dovete sapere che il Dottor ENERGIX è un simpatico scienziato dall aria un po stralunata, sempre alle

Dettagli

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io

PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io PUNTI DI FORZA PERSONALI: Questo sono io Creatività / ingegno Risolvo i problemi in modo diverso Riesco a pensare a cose nuove facilmente Ho idee visionarie Sviluppo nuove opportunità e le metto in pratica

Dettagli

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live Un nuovo corso I Fluon sono una band figlia del synth pop degli anni 80, una band che ha rotto convenzioni e offerto sprazzi di originalita. Nata dal genio di Andy Fumagalli (ex membro dei Bluvertigo,

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA.

COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. 2014 www.scuolafilmfest.it COMUNICARE CON LE IMMAGINI: AL VIA IL CONCORSO PER LA CINEMATOGRAFIA SCOLASTICA. PREMESSA Il concorso, giunto alla IV edizione, è promosso dall Associazione Lab CINECITTA Sicilia

Dettagli

COS È SPS? Gennaro Romagnoli Psicologo e Psicoterapeuta

COS È SPS? Gennaro Romagnoli Psicologo e Psicoterapeuta COS È SPS? COS È SPS? Ciao, se hai scaricato questo Report vuol dire che sei interessato a raggiungere i tuoi obiettivi grazie a delle strategie scientificamente dimostrate. Beh sei proprio nel posto giusto,

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Il Tempo del non tempo

Il Tempo del non tempo Il Tempo del non tempo Riflettere su quanto abbiamo cercato di fare insieme con la nostra esperienza teatrale ci costringe a ricercare una coerenza metodologica che nelle nostre intenzioni e nel nostro

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine I.C. di Balsorano (AQ) - Scuola Secondaria di I Grado La pubblicità è l arte di convincere i consumatori La pubblicità

Dettagli

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione 1 Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione di Erika Barbato Andrea Carnevali CEO di Republic+Queen e Co-Founder di Wannabe, Agenzia specializzata in Strategia e Advertising

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

Creatività, ironia e rigore: così la pubblicità diventa l anima del volontariato

Creatività, ironia e rigore: così la pubblicità diventa l anima del volontariato Creatività, ironia e rigore: così la pubblicità diventa l anima del volontariato La milanese Annamaria Testa, uno dei più brillanti creativi italiani, in questa intervista prova a legare i fili delle relazioni

Dettagli

IL POTERE DELLA MENTE

IL POTERE DELLA MENTE PARTE PRIMA IL POTERE DELLA MENTE Dimagrisci senza dieta_ testo.indd 1 28/02/13 09.28 Aspettati di farcela Ci sono cose che vi posso insegnare, altre che potete imparare dai libri. Ma ci sono cose che,

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LE VENDITE COMPLESSE

LE VENDITE COMPLESSE LE VENDITE COMPLESSE 1 LE VENDITE COMPLESSE - PRINCIPI GENERALI Le vendite complesse differiscono da quelle semplici per molti importanti aspetti. Per avere successo è essenziale comprendere la psicologia

Dettagli

LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3. Gaia Vicenzi - Laboratorio di psicologia cognitiva - a.a. 2004-05

LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3. Gaia Vicenzi - Laboratorio di psicologia cognitiva - a.a. 2004-05 LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA LA PERSUASIONE 3 1 LA FONTE 2 LA FONTE Fabris (1992) identifica tre principali tipi di fonte che possono interferire sul messaggio che comunicano: 1) l impresa 2) il

Dettagli

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE L arrivo del Natale porta nella Scuola dell Infanzia inevitabili suggestioni di festa, di regali e di sorprese, esercita un fascino particolare nella

Dettagli

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera.

A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. OLYCOM INTERVISTA Ennio Morricone A Los Angeles lo scorso febbraio ha ricevuto dalle mani di Clint Eastwood l Oscar alla carriera. Il 16 giugno Ennio Morricone è a Monza nei Giardini di Villa Reale per

Dettagli

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006 Branding Cos è e perché è così importante Antonio Tresca, 2006 1 Agenda Definizioni: cos è il Brand Anatomia del Brand: le componenti della Brand Equity Perché costruire un Brand forte 2 Definizioni: cos

Dettagli

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Formazione Mediatore culturale ISTITUTO: PERIODO E VOTO: PRINCIPALI MATERIE: COSA MI HA LASCIATO: Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Front office di orientamento (ascolto attivo, comprensione

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

REAL TIME COMMUNICATION GROUP MATTEO & IVO VOLPI: PRONTI AD OGNI SFIDA! SPECIALE TV SAT

REAL TIME COMMUNICATION GROUP MATTEO & IVO VOLPI: PRONTI AD OGNI SFIDA! SPECIALE TV SAT Settembre 2014 - N. 311 - e 6 N 311 Settembre 2014 REAL TIME COMMUNICATION GROUP MATTEO & IVO VOLPI: PRONTI AD OGNI SFIDA! SPECIALE TV SAT Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

AV Communication Essere Comunicazione S2S

AV Communication Essere Comunicazione S2S AV Communication è una fucina creativa, il luogo d incontro tra idee e personalità. Ciascuna delle sue parti mette a disposizione la propria professionalità e genera valore attraverso l interrelazione.

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI

Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI Self- Marketing Che cos è? UN AZIONE DI MARKETING SU SE STESSI Quando ci si mette alla ricerca di una nuova occupazione, la prima cosa da fare è quella che potremmo definire un azione di marketing su se

Dettagli

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana

Teatrando. Scuola dell Infanzia Galciana Teatrando Scuola dell Infanzia Galciana TEATRANDO (Scheda 1) La nostra scuola è inserita in una realtà ancora paesana, in cui esiste da molto tempo una tradizione di teatro e di spettacolazione di piazza.

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli