ITAS FRANCESCO SELMI - MODENA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ITAS FRANCESCO SELMI - MODENA"

Transcript

1 Versione 19/12/2012 ITAS FRANCESCO SELMI - MODENA PIANO DELLE ATTIVITA ATA - Validità: anno scolastico 2012/2013 VISTO il C.C.N.L SVOLTI gli incontri previsti con il personale ATA, CONSIDERATE le esigenze della Scuola, SVOLTI gli incontri previsti con i comparti ATA saranno applicate di norma, in corso d anno le seguenti modalità: APERTURA DELLA SCUOLA Ore 7,15-18 da lunedì a giovedì, orario prolungato in corrispondenza di riunioni e attività Ore 7,15-15 venerdì, orario prolungato in corrispondenza di riunioni e attività Ore 7, sabato Su richiesta del personale collaboratore scolastico, l apertura del venerdì ci sarà in corrispondenza alle attività didattiche o collegiali programmate (circa metà dei venerdì durante le lezioni) Sospensione lezioni estive dopo esami di stato (presumibilmente dal 10 luglio) e periodi natalizio e pasquale: dal lunedì al sabato dalle ore 7.30 alle di massima A) ORARIO DI SERVIZIO PERSONALE AMMINISTRATIVO : n. 11 unità in organico Del personale amministrativo: - n. 9 sono in servizio con orario intero - n. 1 unità fruisce di part-time ciclico (presta servizio marzo-agosto) - n. 1 unità fruisce di part-time pari a h. 30 L orario di servizio generale è 8-14 da lunedì a sabato (venerdì per il part-time a 30 ore). Le flessibilità di orario vanno concordate con il DS, sentito il DSGA e verranno accordate se non sono in contrasto con le esigenze di ufficio. Sono previste le seguenti flessibilità: ufficio personale con un sabato alternato di assenza, con due recuperi pomeridiani Sportello didattica ingresso alle 7,45 Compatibilmente con le esigenze di servizio è consentita la flessibilità d orario di 15 minuti. ORARIO DI RICEVIMENTO DEL PUBBLICO (studenti, famiglie, personale docente e non docente) DA PARTE DELLA SEGRETERIA dalle 7,45 alle 8,15 dalle 10,30 alle 12 dal lunedì al sabato dal lunedì al sabato Il mansionario fa riferimento ad attività nel loro complesso. Ogni ufficio ha un responsabile a cui vengono di massima indirizzate le richieste della direzione e della presidenza e che garantisce globalmente sullo svolgimento ordinato ed equilibrato dei compiti assegnati, fatta salva comunque l esigenza di mantenere l unitarietà del lavoro complessivamente svolto da ciascun ufficio e l intercambiabilità degli addetti in caso di necessità. 1

2 Ufficio didattica: Consiglia Ferruccio Ufficio personale ruolo: Maria Passatelli Ufficio supplenti: Monica Bazzani Ufficio amministrazione: Emma Rebecchi Per maggiore e funzionale organizzazione del lavoro, viene individuata una ripartizione delle mansioni che tuttavia non deve escludere la collaborazione per il corretto funzionamento degli uffici e la sostituzione per brevi assenze dei colleghi di area. Ciascun ufficio gestisce la scrittura delle circolari di pertinenza. Ciascun ufficio gestisce le rilevazioni amministrativa di propria competenza Gli assistenti amministrativi, nell ambito delle direttive e delle istruzioni ricevute, svolgono le attività assegnate con autonomia nella predisposizione, istruzione ed esecuzione e con assunzione diretta di responsabilità dall inizio alla fine nello svolgimento delle stesse. Per permettere la rintracciabilità ogni atto deve riportare la sigla dell ufficio e di chi lo ha predisposto, come segue. AG: Alessandra Galvani AM: Anna Martino CF: Consiglia Ferruccio ER: Emma Rebecchi FC: Franco Carnevali LG: Lucia Gambardella IC: Ivano Cavani LT: Laura Teneggi MB: Monica Bazzani MP: Maria Passerelli RF: Rita (Maria) Ferraro RG: Rossella Gigliarelli La sostituzione colleghi assenti per assenze non prolungate (es. fino a due settimane) fa parte del mansionario ordinario per i colleghi dello stesso reparto o se indicato in questo piano delle attività. Tutto il personale svolge la protocollazione e la predisposizione della propria posta in uscita. Sostituzione protocollo in particolare per posta in ingesso e distribuzione interna: a turnazione, in funzione delle scadenze del momento e con eventuale riconoscimento fino ad un ora di straordinario (escluso luglio e agosto). Il seguente mansionario è provvisorio, in attesa che vengano identificati i supplenti. DIDATTICA Quattro unità Supporto della vicepresidenza per: Valuta, Conchglia, SIDI, Diplomi, Registro elettronico assenze ADDETTO Competenze prioritarie Competenze comuni Consiglia Coordinamento ufficio Accessi agli atti Borse di studio e contributi libri di testo Supporto viaggi di istr. Assenze alunni, registro elettronico, Sportello, Nulla osta Certificati, pagelle e Esami di settembre diplomi Lavoro estivo guidato e stage iscrizioni (pratiche, Supporto ai docenti per orientamento pagamenti) Certificati Tiraboschi Caricamento e gestione Carico scarico registro diplomi dati alunni a sistema axios Libretti assenze Scrutini informatizzati Elezioni organi collegiali (CdC e CdI) Gestione documentazione 2

3 UFFICIO PERSONALE Quattro unità di cui una PT con sostituzione (Vittoria) Per assenza a qualsiasi titolo, incluso sabato libero, le persone sopperiscono ai lavori urgenti delle colleghe Franco Coordinamento diplomi e pagelle Pratiche studenti H e portale dabili, Organico classi e H anche su SIDI Denunce infortuni alunni Esami di stato (eccetto dirigenti comunità); Richieste aula magna Iti Corni, Libri di testo Statistiche e monitoraggi Abbinamento materie/classi/docenti in Axios per registro elettronico Riferimento per iscrizioni e anagrafe alunni Lucia - Ivano Gestione provvedimenti disciplinari Assemblee di classe Circolari e avvisi agli alunni, incluso monitoraggio consegna Collaborazione per libri di testo, Esoneri ed. fisica IRC e alternativa Alessandra Rossella Monica supporto operativo ai colleghi Archiviazione FP Controllo verbali c.d.c., Crediti formativi studenti triennio, Pratiche per patentino, certificazioni e autocertificazioni, programmazioni didattiche supporto operativo ai colleghi Gestione graduatorie supplenti, chiamate supplenti ATA, procedure SIDI, Scarabelli, Axios per nomine e assunzioni TD Gestione stato personale e fascicoli ata TD Verifica autocertificazioni ATA Disoccupazione, TFR, ferie non godute ATA TD Tiraboschi: cert. servizio personale Esami di stato sost. Commissari Attività sindacale insieme al protocollo, assemblee, scioperi, rilevazioni (pers.) Supporto all attività dell ufficio Gestione graduatorie supplenti, Chiamata supplenze docenti, procedure SIDI, Scarabelli, Axios per nomine e assunzioni TD Gestione stato personale e fascicoli doc TD Verifica autocertificazioni docenti Disoccupazione, TFR, ferie non godute docenti TD Gestione attività rete sicurezza per conto Asamo - Rismo Gestione privacy Selmi Gestione sicurezza e medico Selmi Gestione esami dirigenti comunità per conto USP Tenuta pratiche dei rapporti con la Provincia studenti, anche H Il tutto, incluso il trattamento con strumenti informatici e la pubblicazione sul sito Web Rapporti con MEF, Ragioneria, Centro per l Impiego, altre amm.ni per pratiche del personale e pagamenti Nei momenti di maggiore intensità i lavori debbono essere fatti anche in collaborazione tra le due persone 3

4 AMMINISTRAZIONE E CONTABILITÀ Due unità Anna M. Vittoria Maria P. Emma Laura Stato giuridico (mobilità, domande pensione, ricongiunzione, riscatto, ecc.) Ricostruzioni di carriera, Pensioni personale ruolo Neo immessi in ruolo: anno di prova, documenti di rito, dichiarazione servizi Commissioni esami modello ES1 Gestione stato personale e fascicoli TI Tesoro e SIDI per riduzioni stipendio Graduatorie docenti, trasferimenti personale Tenuta fascicoli personali docenti e ATA Autorizzazioni incarichi esterni Sostituzione per marcatempo. Part time Assenze Ata (solo malattie e permessi retr.) Supporto all attività dell uffico, in particolare per dirigenti comunità Assenze ATA (solo ferie e RC) Assenze docenti (congedi, malattia, permessi ferie, diritto allo studio, permessi sindacali, richieste corsi Agg.to ) Richieste visite fiscali.infortuni del personale Pratiche cessione quinto e piccolo prestito Gestione marcatempo Ata, Supporto al DSGA per turni personale Tenuta fascicoli personali docenti e ATA Corsi di aggiornamento Visite collegiali e cause servizio Sostituzione Dsga Gestione finanziaria e atti di bilancio (mandati, reversali, variazioni, preventivo, consuntivo) Flussi di cassa in SIDI Stipendi supplenti con ritenute fiscali e prev., Cud, Mod. 770, Irap, Emens, DMA Pagamento ore eccedenti, attività sportiva e compensi accessori, Cedolino unico Controllo regolarità e conformità all ordine di forniture e fatture prima del pagamento Collab gestione per progetti interni ed esterni tra cui anche 626-parte contabile, Tenuta registro minute spese DSGA Tenuta verb c.d.i Esami di Stato (parte contabile) Viaggi istruzione Gestione conto corrente postale Rapporti con ditte per preventivi e gare Richieste DURC CIG CUP, Ordini di acquisto Verbali di collaudo (in collaborazione con assistenti tecnici) Supporto al DSGA per inventario Coordinamento materiale facile consumo e pulizia (con CS e ass.tecn.) Controllo regolarità e conformità all ordine di forniture e fatture prima del pagamento Archiviazione atti di bilancio e fatture Contratti esterni e registro contratti Nomine e incarichi personale interno Documentazione corsi di recupero studenti e progetti Coordinamento gestione tessere fotocopie docenti (con CS) Anagrafe Prestazioni Rapporti con MEF, Ragioneria, Centro per l Impiego, altre amm.ni per pratiche del personale e pagamenti Nei momenti di maggiore intensità i lavori debbono essere fatti anche in collaborazione tra le due persone Attività comuni: Emissione e gestione ordini, preventivi, gestione fatture, contatti con esterni, 4

5 PROTOCOLLO Una unità Rita Protocollo, smistamento posta e archivio; Controllo siti Intranet ed istituzionali Tenuta albi scuola, Risposte corrispondenza generale Gestione riviste per biblioteca Gestione comunicazioni sito Web Scrittura e gestione circolari generali Comunicazioni attività sindacale e RSU Supporto alla presidenza per gestione comunicazioni e documentazione Il DSGA in collaborazione con i responsabili degli uffici adotta un piano di sostituzioni per le assenze degli addetti ai servizi generali non rimandabili: protocollo, infortuni studenti e personale, scioperi, ecc. Nell ottica dell efficacia amministrativa, ciascun ufficio ed assistente amm.vo porta a termine le pratiche di propria competenza. Ciascun ufficio gestisce ed archivia la documentazione originale in ingresso. Il DSGA dispone di avere le copie della documentazione di maggiore rilevanza, per controllo dell attività degli uffici. Il personale amm.vo gestisce in autonomia lo straordinario di modesta entità (es. entro 15 minuti) necessario a completare le attività della giornata, che viene attestato semplicemente dal cartellino. Lo straordinario di maggiore entità (es. con rientro) viene concordato col DSGA o comunicato il giorno successivo. E responsabilità di ogni assistente segnalare anomali andamenti del proprio straordinario che possano comportare accumuli eccessivi rispetto alla copertura prefestivi. Le valorizzazioni (inc. specifici, art. 7, intensificazione) verranno definite successivamente. ASSISTENTI TECNICI : n 8 unità Orario AR02: Linguistico Informatico AR08: Fisica n. 1 unità ore 07,30-13,30 (da lunedì a sabato) n.1 unità ore 08,00-14,10 (da lunedì a venerdi ) 8 13,10 (sabato) n. 2 unità ore 8-14 (da lunedì a sabato) n. 1 unità ore 07,40-14,10 ( da lunedì a giovedì), (ven) e 07,30-13,30 (sabato) AR23: Analisi chimica: n. 1 unità ore 07,50-14 ( da lunedì a venerdì) e 07,50-13 (sabato) Biologia n. 1 unità ore 8-14 (da lunedì a sabato) Igiene e BioChimica n. 1 unità ore 8-14 (da lunedì a sabato) Compiti di massima per la conduzione dei laboratori ed il supporto tecnico alle attività didattiche Ciascun tecnico collabora alle attività didattiche inclusi i progetti nell area di propria competenza anche in un ottica di laboratorialità diffusa, supporta i docenti per gli acquisti dell area, collabora col DSGA per la gestione dell inventario, si occupa delle misure di sicurezza di laboratori ed attrezzature per la didattica. Sono compiti comuni agli assistenti tecnici Presenza ed assistenza nei laboratori, controllo per un corretto utilizzo delle attrezzature e dei materiali, in ottemperanza a quanto stabilito dal regolamento del laboratorio; Verifica del materiale di consumo e inventariato e corretto smaltimento in collaborazione con gli insegnanti, in particolare con i docenti sub-consegnatari Controllo spegnimento macchine al termine delle attività didattiche 5

6 Collaborazione con docenti referenti e con i responsabili della sicurezza (RSPP ASPP RLS) per la segnalazione di interventi di manutenzione straordinaria o di situazioni potenzialmente pericolose; Controllo utilizzo D.P.I. e richiesta degli stessi all amministrazione; Verifica visiva quotidiana delle condizioni di sicurezza delle attrezzature e degli impianti; Verifica periodica del buon funzionamento delle attrezzature ed eventuale intervento di manutenzione, segnalazione e proposta di scarico delle apparecchiature inservibili; Gestione licenze d uso dei software e delle garanzie; Supporto al collaudo delle apparecchiature Gestione della schede tecniche di attrezzature e prodotti e licenze software. uscite per le mansioni legate al ruolo, con eventuale autorizzazione al mezzo proprio per il trasporto di ingombranti, rimborso forfetario delle spese di carburante, copertura assicurativa della scuola Leonardo referente per Lab info 1, gestione server e rete didattica incluso wireless, PC altri laboratori. Silvia referente per Lab info2, attrezzature audiovisivi, aula risorse H, sala insegnanti, biblioteca, manutenzione carrellati. Lorenzo e Pasquale: referenti per quattro laboratori di lingue, gestione operativa carrellati piano secondo Anna: referente per lab. Biologia, gestione operativa carrellati piano primo Clelia: referente per due laboratori di chimica. Marcello: referente per laboratori di igiene e biochimica. Ilia: referente per laboratorio di fisica, gestione laboratorio audiovisivi e carrellati piano terra. L intervento delle attrezzature info-elettroniche per la didattica non indicate sopra, qualora non riescano ad intervenire i colleghi referenti dei laboratori, sono di competenza dell a.t. Santamaria. Le operazioni di attivazione delle funzionalità di laboratori ed attrezzature sono nei compiti di tutti i tecnici dell area, in caso di assenza breve dei colleghi. Nel periodi degli esami di stato: gestione dei sistemi informatici e tecnologici a supporto di commissioni, docenti, studenti, segreteria. Le attività degli assistenti tecnici per l organizzazione e funzionalità dei laboratori e attrezzature e il loro adeguamento tecnologico sono coordinate dall ufficio tecnico, sotto la supervisione del dirigente. I tecnici sono autorizzati ad acquisti di minute spese fino a 10 euro, con successiva consegna dello scontrino al DSGA, in accordo alla circolare organizzativa già emanata. Specifici orari dei laboratori verranno definiti anche in funzione delle flessibilità orarie richieste e delle necessità di servizio evidenziate. Compatibilmente con le esigenze di servizio, in particolare di operatività dei laboratori, è consentita la flessibilità d orario di 15 minuti. Il personale tecnico gestisce in autonomia lo straordinario di modesta entità necessario a completare le attività della giornata, che viene attestato semplicemente dal cartellino. Lo straordinario di maggiore entità (es. con rientro) viene concordato col DSGA o comunicato il giorno successivo. E responsabilità di ogni assistente segnalare anomali andamenti del proprio straordinario che possano comportare accumuli eccessivi rispetto alla previsione di copertura prefestivi. Le valorizzazioni (inc. specifici, art. 7, intensificazione) verranno definite successivamente. COLLABORATORI SCOLASTICI : n. 22 unità 6

7 Obiettivi garantire la sorveglianza degli studenti, garantire il servizio di pulizia ed i servizi accessori, garantire un controllo dello straordinario, di massima a copertura delle chiusure prefestive I collaboratori scolastici effettueranno il loro servizio con i seguenti orari di massima: - 12 unità al mattino: 8 unità con orario 7,30-13,30, con pulizia delle aule lasciate libere alle ore 12 e 13, con due CS a turno che entrano alle 7,15 con 15 minuti di straordinario, per garantire l ingresso dei primi studenti (con sorveglianza) e l apertura ordinata di aule laboratori, uffici - 4 unità con orario 9-15, con pulizia in particolare delle aule lasciate libere alle ore 13 e 14 (8 unità il venerdì); al fine di favorire le esigenze personali, per l orario 9-15 i CS potranno concordare con il DSGA una flessibilità di orario annuale nei giorni e reparti in cui un minore numero di aule termina alle 14, ed il servizio di pulizia possa essere comunque garantito senza problemi terminando alle unità al pomeriggio con giorni fissi da lunedì a giovedì, con orario 12-18, con pulizia delle aule non pulite precedentemente e del reparto comune al piano terra. Su richiesta del personale collaboratore scolastico, l apertura del venerdì non sarà permanente ma ci sarà solo in corrispondenza alle attività didattiche o collegiali programmate (sono prevedibili circa metà dei venerdì durante le lezioni, es. per riunioni, febbraio per corsi recupero, maggio per esami privatisti). Il venerdì quindi anche queste quattro unità sono al mattino, con orario La presenza pomeridiana del venerdì per due o quattro collaboratori con l orario solito avverrà a rotazione o a disponibilità. - 2 unità in servizio in palestra con specifico orario finalizzato anche alle attività del Centro Sportivo; queste due unità di norma sono escluse dalle rotazioni pomeridiane. - 1 unità al centralino mattino fisso ore 7,30-13,30 (Emma); raddoppio al centralino con due collaboratrici alternate (Bruna e ); in caso di assenza dell addetta al centralino le due collaboratrici le sostituiscono; al pomeriggio il centralino è coperto da uno dei quattro collaboratori scolastici presenti. - 2 unità, una nella succursale D ore 9-15 e una nella succursale E ore 8,30-14,30 con apertura ore 7,55 da parte del rimanente personale; - 1 unità: Banco fotocopie e ricevimento genitori: un collaboratore scolastico fisso con orario Le ultime sei unità di norma sono escluse dalle presenze pomeridiane per ragioni di organizzazione (arrivando alle 12 una differente unità dovrebbe staccare dal reparto in orario 8-12 per sostituirle). Con questa organizzazione dell orario, in questo anno scolastico nell Istituto non ricorrono le condizioni per l accesso alle 35 ore ex art. 55 CCNL 06-09, in quanto non vi è personale adibito a regimi di orario articolati su più turni o con significative oscillazioni degli orari individuali rispetto all orario ordinario o comprendenti particolari gravosità. I cambiamenti dell orario individuale sono previsti solo in particolari situazioni (es. quando servono sei CS al pomeriggio fino alle 18 per i ricevimenti genitori, o per assenze previste o impreviste dei colleghi). In caso di riunioni prolungate oltre le ore 18, si farà un rientro dal mattino o un prolungamento del pomeriggio con straordinario. La sostituzione del personale assente (escluso ferie ed RC) durante il periodo delle lezioni comporterà un ora e quindici minuti complessiva di straordinario da dividersi eventualmente tra i CS che svolgono le pulizie. Tale sostituzione con straordinario verrà fatta anche fino a 3 giorni di ferie per ciascun dipendente. La pulizia dell aula magna Corni a rotazione comporta un ora di straordinari, diviso tra due persone. Ulteriore straordinario deve essere esplicitamente autorizzato dal DS o DSGA. 7

8 Previsione di straordinario a completa copertura prefestivi (ore 72 a testa in media) Attività N. Giorni Ora Chiusura Ore Straord, N. coll. Scol. Tot. Ore CdC ott Ric nov CdC nov Scrut gen Pagelle feb CdC marzo Ric marzo CdC aprile Dir.Comunita scritti Dir.Comunita orali Dir.Comunita scrut Invalsi maggio Scrut giu (sab. turno) Pagelle giugno Esami Collegi docenti Altre riunioni Sostituzioni 4 assenti al giorno Anticipo ore , TOTALE 1598 Possono essere previste attività pomeridiane di manutenzione in straordinario. I reparti sono da intendersi associati a due, nel senso che ciò che non fa in tempo a pulire il collega con termine alle verrà pulito dal collega con termine alle 15 o 18. Ogni giorno ci sono in media una ventina di classi da pulire dopo le ore 14 (escluso casette). ORARIO PALESTRA di massima, quando verrà nuovamente data nelle disponibilità dell Istituto. Collab.1 Collab.2 Lunedì Martedì Mercoledì sett. alterne sett. alterne Giovedì Venerdì Sabato L assegnazione dei reparti potrà essere variata in funzione delle esigenze di servizio. PIANO AULE ADDETTI Terra (ala sin.) A0 Terra (ala dx.) B0 A0.02 -A0.04 -A0.06-A0.08-bagni femmine-bagno lavatrice A0.01-A0.03-A0.05-A0.07-bagni maschi Lab.chim.-Lab.an.chim.-B0.05-B0.03- aula risorse1 Lab.microb. lab. biochim.-b0.06- B0.04- B0.02 bagno docenti c/o sala Insegnanti -corridoio Bagni e pianerottolo adiacente Corridoio- aula tecnici scale dal 1 piano a piano terra Gargani Marisa Muzzioli Marco Del Ciello Bruna Creatura Rosanna 8

9 1 Piano (ala sin.) A1 1 Piano (ala destra e p. centr.) B1 2 Piano (ala sin.) A2 2 Piano (ala destra) B2 2 Piano (centr.) C2 Palestra A1.08 A1.06 A1.04 A1.02 A1.07 A1.05 A1.03- A1.01 Corridoio - bagni alunne /alunni Bagno ocenti- lab. Scienze scala Sicurezza esterna pianerottolo A100 B1.05-B1.03-B1.01-B1.02-pianerottolo e bagni maschi e femmine adiacente il pianerottolo -scale dal 2 piano al primo piano B1.10-B1.08-B1.06-B1.04 Corridoio-scala sicurezza bagni alunni/e adiacenti la scala di sicurezza- Bagno docenti B1.11 B1.09- B1.07- lab inform. 1 Lab. Informatica 2 Server A A A2.03 lab-ling bagni-corridoio relativo -scala sicurezza-sala A A A A2.02- lab-ling tecnici-corridoio da C2.02 a laboratori B2.01 B2.02 B servizio posta e apertura succursale D B2.11- B2.09 B2.07- B2.05 Bagni alunni- bagno docenti B2 -corridoio- Scala di sicurezza C2-07 B B2.06 B2.08 B2.04, Lab. ling.3 C2.01 C2.02 C2.04 scala sicurezza - scala da 2 piano a piano terra lato A A2.01- bagni alunne/i con pianerottolo - corridoio da C2.03 fino a scale Lab ling.4 C2.03 C2.05 C2.06 Podczaska Anna Maria Diodato Mercurio Cariati Matilde Russo Lucia Di Maso Antonia Martino Teresa Bacci Pietro Francesconi Stephane Mazzetti Antonietta Cosmano Francesco Grande Donatina Villoni Assunta Siniscalchi Ester Sollazzo Roberto Portineria Area cortiliva Atrio Succursale E (4 aule) Adiacente palestra Adiacente Selmi All inizio del turno pomeridiano Dopo l intervallo Custodia vigilanza pulizia - pulizia cortile adiacente la succursale Vaccina Emanuella (supporto Bruna o Donatina) Pers. Palestra Pers. Sede centr. Turno pomeridiano Pers.addetto al piano terra D agosto Elena (ex) Succursale D (6 aule) Ambienti da pulire al pomeriggio Custodia vigilanza pulizia - pulizia cortile adiacente la succursale De Pascalis SUPPLENTE Corrado Vincenzo Atrio, Uff. di segreteria bagni di sergreteria corridoio 1 piano did. Alunni e scala sicurezza audiovisivi sala ins.- ambulatorio biblioteca aula risorse lab. fisica Coll.scol. che effettuano il turno pomeridiano Atrio, fotocopie e ricevimento Pulizia cortile, sala ricevimento, bagni docenti c/o sala insegnanti, ingressi esterni Il supporto fotocopie e ricevimento genitori è svolto da un altro CS a turno e secondo disponibilità in orario Fraietta Anna Maria Nei periodi di sospensione delle attività didattiche l orario sarà strutturato su 6 ore giornaliere continuative mattino o ed eventuali turni pomeridiani quando sia necessario coprire un orario di apertura fino alle 19 per situazioni specifiche (es. scrutini finali, maturità, corsi di recupero, manutenzione). Il reparto deve essere pulito in modo approfondito prima dell inizio delle ferie estive di ciascuno. Le attività, i reparti assegnati e gli orari di servizio potranno essere rideterminati anche per le pulizie straordinarie. Per assenze di durata nota superiore a 5 giorni verrà cercata una supplenza. 9

10 Tutto il personale è tenuto ai seguenti compiti (per alcuni di essi verranno comunque identificate intensificazione o incarichi specifici): sorveglianza degli alunni nelle aree comuni e in assenza breve del docente collaborazione con docenti per trasferimento degli alunni assistenza tanto nello spostamento interno ed esterno quanto nel prestare aiuto nell uso dei servizi igienici agli alunni disabili apertura e chiusura scuola pulizia di tutti i locali e gli spazi della scuola interni ed esterni piccole manutenzioni ordinarie centralino stampa fotocopie assistenza docenti servizi esterni nell ambito del territorio custodia dei locali scolastici PREVENZIONE DEI RISCHI NELL USO E CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI DI PULIZIA. non lasciare incustoditi, al termine delle pulizie, i contenitori di alcool, solventi, detersivi, ecc. in quanto pericolosi per gli alunni. conservare i prodotti chimici in un apposito locale chiuso a chiave e lontano dalla portata degli alunni; non lasciare alla portata degli alunni: i contenitori dei detergenti o solventi quali candeggina, acido muriatico, etc. ma chiuderli sempre ermeticamente e riporli nell apposito locale chiuso a chiave (non lasciare mai la chiave nella porta); non consegnare agli alunni nessun tipo di prodotto chimico, neppure se gli insegnanti ne hanno fatto richiesta attraverso l alunno stesso; ogni prodotto deve essere conservato nel contenitore originale provvisto di etichetta. Si richiama l attenzione sull opportunità di indossare calzature antiscivolo o quantomeno idonee allo svolgimento del proprio servizio B) CHIUSURA PREFESTIVI In attesa della delibera del consiglio d istituto, si ipotizza la chiusura della Scuola in giorni prefestivi in periodi di minore attività lavorativa e, in coincidenza con la sospensione delle lezioni, e precisamente (art. 36 DPR 209/87): 2012: 24/12, 31/ : 05/01, 30/03, 20/07, 27/07, 3/08, 10/08, 14/08, 17/08, 24/08 tot. gg. 11 Dette giornate prioritariamente sono compensate, oltre che dalla programmazione dell orario di lavoro, da ore di lavoro straordinario autorizzate per esigenze di servizio. In assenza di ore di straordinario, sarà concessa la copertura con anticipo di straordinario e solo in caso di non possibilità di recupero verranno utilizzati giorni di ferie e festività soppresse. C) PERMESSI BREVI Compatibilmente con le esigenze di servizio, possono essere concessi, per particolari esigenze personali e a domanda scritta, da presentare preventivamente in Segreteria, brevi permessi di durata non superiore alla metà dell orario giornaliero ( 3 ore ). Tali permessi non possono eccedere le 36 ore annuali e debbono essere recuperati, entro i due mesi successivi a quello della fruizione, in una o più soluzioni in relazione alle esigenze di servizio, ravvisate dall istituzione scolastica. D) STRAORDINARIO, RECUPERO e RIPOSO COMPENSATIVO 10

11 Viene svolta una pianificazione di massima dell orario straordinario prevedibile nell anno per ciascun profilo. Il ricorso al lavoro straordinario (oltre l orario di servizio) è ammesso solo per particolari esigenze ed in determinati periodi. Sarà riconosciuto lo straordinario solo se preventivamente autorizzato dal DSGA o sostituto o dal DS o sostituto per iscritto. Solo in casi particolari lo straordinario potrà essere riconosciuto ex-post, e comunque il giorno successivo. In caso contrario, le ore di straordinario non saranno riconosciute. Normalmente, non dà luogo a straordinario autorizzato la marcatura di alcuni minuti prima o dopo l orario di lavoro non giustificato da ragioni di servizio. Per il personale su supplenze brevi e il personale al 30 giugno potrà essere necessario limitare lo straordinario. Le ore settimanali effettuate oltre l orario di servizio sono recuperate con RC nei giorni di chiusura pre-festiva, o comunque nei periodi di sospensione delle attività didattiche, o con pagamento dello straordinario. Il RC avverrà compatibilmente con le esigenze di servizio, al pari delle ferie, mentre il pagamento avverrà compatibilmente con gli importi FIS accantonati per il pagamento dello straordinario. Non è ovviamente consentito effettuare lavoro straordinario non necessario solo finalizzato al recupero delle chiusure prefestive. In caso di servizio festivo, a tutela del lavoratore come previsto dal CCNL, il dipendente fruirà di una giornata di riposo compensativo entro alcuni giorni immediatamente precedenti o successivi al giorno festivo lavorato. FERIE Le ferie devono di norma essere esaurite nel corso dell anno scolastico di maturazione, cioè entro il 31 AGOSTO. In caso di particolari esigenze di servizio ovvero in caso di motivate esigenze di carattere personale o di malattia che abbiano impedito la fruizione, le stesse potranno essere fruite entro il 30 aprile dell anno successivo. Nel corso dell anno scolastico devono essere ripartite di norma nei periodi di sospensione delle lezioni: vacanze natalizie, pasquali, e periodo estivo. Le ferie del personale ATA sono da richiedere: - relativamente al periodo estivo, entro il mese di marzo - relativamente ai periodi di Natale, Pasqua ed ai ponti festivi, con anticipo di almeno 15 giorni - relativamente ad altri periodi in cui non si prevede una sovrapposizione di richieste, con anticipo di almeno una settimana La fruizione delle ferie è un diritto-dovere, garantito relativamente ai gg 15 continuativi nel periodo giugno-agosto, ed è soggetta alle esigenze di servizio in tutti i casi. Entro novembre il personale proporrà una pianificazione di massima delle ferie inclusi i periodi natalizio e pasquale, per evitare l accumularsi di richieste nei mesi di luglio-agosto che non potrebbero di conseguenza essere soddisfatte. Durante il periodo di Natale e Pasqua verrà mantenuto in servizio solo il personale effettivamente necessario e con specifiche attività da svolgere. In tali periodi, di massima il personale fruirà di ferie (e RC per i relativi prefestivi). Nei periodi di sospensione delle attività didattiche, o nei casi di esigenze ridotte di servizio, o in presenza di inerzia nella richiesta da parte dei dipendenti, o qualora non fosse possibile accontentare tutte le richieste, il DS disporrà le ferie in accordo alle esigenze del servizio. Il dirigente comunque si impegna ad accogliere ove possibile le richieste dei dipendenti. E) ATTIVITA DA RETRIBUIRE CON IL FONDO PER IL MIGLIORAMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA ( ART.88 CCNL/2007) 11

12 Sono da retribuire con il fondo le attività definite nella contrattazione integrativa, mediante straordinario (ore aggiuntive) o intensificazione forfetaria. Il compenso forfetario è ridotto proporzionalmente qualora il personale interessato si assenti oltre dieci giorni complessivi (escluse ferie e RC). Per quanto concerne gli incarichi specifici, qualora un titolare si assenti per un periodo prolungato o in caso di non adeguato assolvimento del compito, il Dirigente Scolastico potrà assegnare detto compito ad un sostituto, ripartendo proporzionalmente il relativo compenso. F) ESIGENZE DELLA SCUOLA IN ORDINE DI PRIORITA 1) Stretta osservanza dei Doveri del dipendente, come previsto dall allegato 2 del CCNL 2006/2009, esposto all albo dell istituto. ASSISTENTI AMMINISTRATIVI Qualità dei servizi amministrativi garantita da: a) celerità delle procedure secondo i seguenti standard specifici : a1) La distribuzione dei moduli di iscrizione è effettuata a vista nei giorni previsti, in orario potenziato e pubblicizzato in modo efficace. a2) La Segreteria garantisce lo svolgimento della procedura di iscrizione alle classi in un massimo di 10 minuti dalla consegna delle domande. a3) Il rilascio dei certificati è effettuato nel normale orario di apertura della segreteria al pubblico, entro il tempo massimo di tre giorni lavorativi per quelli di iscrizione e di frequenza e di sette giorni per quelli con votazioni e/o giudizi. a4) Gli attestati e i documenti sostitutivi del diploma sono consegnati, a vista, a partire dal terzo giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dei risultati finali. a5) Il rilascio dei certificati di servizio è effettuato entro un tempo massimo di gg. 30. b) Informatizzazione dei servizi di segreteria; c) n.2 unità allo sportello didattico con turnazione fissa, nell orario di ricevimento del mattino, onde ridurre i tempi di attesa del pubblico, in caso di particolare affluenza. ASSISTENTI TECNICI Gli Assistenti Tecnici, nell ambito delle direttive e delle istruzioni ricevute ed in stretta collaborazione con il Direttore Amministrativo, svolgono le attività assegnate con autonomia nella predisposizione, istruzione ed esecuzione e con responsabilità nello svolgimento delle stesse. Sono addetti alla conduzione tecnica dei laboratori, garantendone l efficienza e la funzionalità, nonchè supporto tecnico allo svolgimento delle attività didattiche. COLLABORATORI SCOLASTICI 1) Stretta osservanza dei Doveri del dipendente, come previsto dall allegato 2 del CCNL 2006/2009, esposto all albo dell Istituto. 2) Sorveglianza degli studenti da attuarsi sempre, in qualunque situazione, soprattutto in occasione di momentanea assenza degli insegnanti, e di norma: a) attraverso la presenza costante del dipendente al posto assegnato in ogni reparto, per 12

13 tutto il tempo intercorrente dall ingresso degli studenti a scuola fino alla loro uscita. Per nessun motivo è permesso allontanarsi dal proprio reparto, salvo l avere avuto una sostituzione momentanea da un collega disponibile. Eventuali incidenti occorrenti agli alunni resi possibili dalla mancanza di sorveglianza, comporteranno la responsabilità del personale tenuto ad essere presente. b) attraverso la presenza fissa alla porta di entrata di almeno n. 2 unità di personale, durante le ore di lezione e 1 unità nel rimanente turno di servizio, per garantire ininterrottamente una scrupolosa sorveglianza dell atrio della Scuola (ingresso e uscita studenti ) ed un servizio di accoglienza del pubblico perchè riceva le informazioni di cui necessità e per nessun motivo acceda ai piani superiori durante le ore di lezione. (Gli operai che si presentano per effettuare un qualsiasi intervento di manutenzione devono avere l autorizzazione preventiva). 3) Tempestiva segnalazione alla presidenza o ai collaboratori o alla segreteria di eventuali classi senza docente sia alla 1 ora che nelle ore successive 4) Pulizia attenta e scrupolosa del reparto assegnato, del verde e dello spazio cortilivo della Scuola, dei laboratori e dei relativi arredi. 5) Ritiro o consegna della posta e di altri materiali, piccoli acquisti, rapporto con i docenti per la distribuzione e firma di materiali informativi, 6) Rilevamento di danni alle attrezzature ed agli arredi, di interventi di manutenzione e di acquisti di materiale di pulizia, da segnalare tempestivamente in Segreteria: Ufficio Amministrazione-Finanziaria. 7) Chiusura a chiave dei Laboratori Linguistici, Scientifici, Informatici,sala audiovisivi, magazzini,, Archivi, fotocopie, Biblioteca Uffici e comunque di tutti i locali dove siano depositate attrezzature didattiche o d Ufficio. Tutto il materiale per le pulizie deve essere custodito in locale chiuso a chiave e non accessibile agli studenti. 8) Predisposizione delle aule anche per tutte le attività pomeridiane. 9) Collaborazione da parte dei Collab. Scolastici del piano terra tra di loro nel servizio alla guardiola. Collaborazione dei Collab. Scol. del 1 e del 2 piano, tra di loro, in caso di reparti scoperti e apertura finestre uffici. TUTTO IL PERSONALE Si richiama l attenzione sul comportamento da tenere verso l utenza ai fini di instaurare rapporti di fiducia e di collaborazione tra l Amministrazione ed i Cittadini. Tutto il personale è tenuto: - all obbligo della riservatezza e di discrezione da tenere per qualsiasi atto o notizia conosciuti nell ambito del proprio servizio; - la suddivisione di reparti e/o mansionari non esclude la collaborazione tra colleghi che è dovuta; - non si devono lasciare incostuditi i propri reparti / uffici; - il personale segnalerà al DSGA la temporanea carenza di lavoro dovuta a causa di forza maggiore. 13

14 PERSONALE NECESSARIO ED ORARI DI SERVIZIO NEI PERIODI DI SOSPENSIONE DELLE LEZIONI Nei periodi di sospensione delle lezioni, quando normalmente è disposta la chiusura pomeridiana della scuola, il personale minimo necessario è il seguente: Vacanze natalizie e pasquali: D.S.G.A. o suo sostituto 3 assistenti amministrativi (uno per area) 3 collaboratori scolastici 1 assistenti tecnici AR02, anche nella forma della reperibilità Vacanze estive: dal termine lezioni al termine esami di Stato: D.S.G.A. o suo sostituto 6 assistenti amministrativi 4 assistenti tecnici 12 collaboratori scolastici dal termine esami di Stato al 25 Agosto: D.S.G.A. o suo sostituto 3 assistenti amm.vi (uno per area) 1 assistenti tecnici 3 collaboratori scolastici (almeno 12 dal 27 agosto) Sarà a discrezione del D.S.G.A., se ne ricorrono le condizioni, derogare a questi limiti, garantendo in ogni caso la funzionalità del servizio. La richiesta delle ferie estive va intesa come richiesta di massima, finalizzata ad una corretta programmazione personale e dell Istituto, e ad una equa distribuzione dei periodi di ferie e RC nel corso dell intero anno scolastico, per evitare un eccesso non necessario o un difetto di personale in servizio nei vari periodi. I- AGGIORNAMENTO del PERSONALE (Art. 64 comma 4 del CCNL/2007) Relativamente all aggiornamento, preso atto che al personale A.T.A in base alle singole funzioni sono riconosciute fino a 20 ore annue nell ambito dell orario di lavoro e oltre tale limite per attività strettamente inerenti alla funzione e indispensabile per l attuazione dell offerta formativa e didattica dell anno solare in corso, si promuove l adesione a tutte le iniziative di aggiornamento promosse dall Amministrazione Scolastica (M.P.I. U.S.P - Scuole) o organizzate da soggetti esterni con il riconoscimento del Ufficio Scolastico Provinciale. La partecipazione alle suddette iniziative deve essere preventivamente richiesta al dirigente scolastico. In ogni caso il dipendente dovrà concordare le modalità utilizzate con il DGSA e, relativamente all effettuazione fuori servizio (oltre le 36 ore), tale modalità dovrà essere autorizzata dal Dirigente scolastico sentito il parere del DGSA. REFERENTI PER LA SICUREZZA Secondo quanto previsto dal D.L 81/08 vengono designati, secondo il piano d Istituto, unità di personale per l assolvimento di compiti specifici Ogni situazione che può comportare un rischio a carico delle persone interne alla Scuola deve essere immediatamente segnalata per iscritto al Dirigente Scolastico o al RSPP. 14

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V I A D E A N D R E I S Sede: Via L. De Andreis, 10-20137 MILANO Tel.: 0288447156 (centralino) Fax: 0288447157 Codice Mecc. MIIC8DW00R Cod. Fiscale 80126130154 Protocollo n.

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14

ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 ELENCO COMUNICAZIONI A.S. 2013/14 Comun.n. O g g e t t o 1. Convenzione per l'acquisto abbonamento annuale ATAF con sconto 2. Desiderata a.s. 2013/14 3. Orario funzionamento classi dal 11.09.13 al 14.09.13

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

CIRCOLARE 283 MARTEDI 12/06/2012

CIRCOLARE 283 MARTEDI 12/06/2012 MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITÀ E RICERCA Istituto Statale Istruzione Secondaria Superiore Betty Ambiveri Sede: Via C. Berizzi, 1 24030 Presezzo (BG) 035/610251 Fax 035/613369 Cod. Fisc. 82006950164 http://www.bettyambiveri.it

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE

FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE FERIE, PAR, RIDUZIONI ORARIO, LAVORO STRAORDINARIO e RIPOSI PERMESSI PER FERIE Di seguito l indicazione della spettanza ferie per ciascuna categoria di beneficiari, come prevista dal vigente CONTRATTO

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET VERBALE n. 8 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO dell Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet di Abbiategrasso in data 11 ottobre 2013 Il giorno 11 ottobre 2013 alle ore 18.00 nella Sala Professori dell Istituto,

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

La ricostruzione della carriera del personale della scuola

La ricostruzione della carriera del personale della scuola La ricostruzione della carriera del personale della scuola Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams

SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA. Gilda degli Insegnanti. Guida pratica per le RSU Gilda-Unams SEDE PROVINCIALE DI FOGGIA Gilda degli Insegnanti Guida pratica per le RSU Gilda-Unams Guida pratica per le RSU Gilda-Unams A cura di Gina Spadaccino Indice Introduzione pag. 1 I diritti delle RSU pag.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Regolamento di disciplina alunne/i

Regolamento di disciplina alunne/i Regolamento di disciplina alunne/i Premessa: La scuola, quale luogo di crescita civile e culturale della persona, rappresenta, insieme alla famiglia, la risorsa più idonea ad arginare il rischio del dilagare

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato

Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato Tipo di assenza e fonti A) Ferie Art. 13 CCNL 2007. B) Festività soppr. artt.14 ccnl 2007 e art.1, lett.b, L.937/77 Principali tipi di assenza docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato Durata

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015

PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 PART TIME DOCENTI DI RUOLO. GUIDA E MODELLO DI DOMANDA. SCADENZA 15 MARZO 2015 di Lalla, Orizzonte scuola 23.2.2015 Scade il 15 marzo la domanda per la richiesta di part time. I requisiti e le modalità

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli