Hi(fi)ways TORNA PIONEER VELODYNE SPL-1000R C.A.T. SL1 SPUNTI & RIFLESSIONI. JAGUAR + B&W Absolute hi-fi car

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hi(fi)ways TORNA PIONEER VELODYNE SPL-1000R C.A.T. SL1 SPUNTI & RIFLESSIONI. JAGUAR + B&W Absolute hi-fi car"

Transcript

1 DOLORES O RIORDAN: DOPO QUATTRO ANNI DI SILENZIO ZOMBIE È SOLO UN RICORDO... STEREO HI-FI LA PIÙ AUTOREVOLE RIVISTA AUDIO ANNO XXXVII N. 405 GIUGNO 2007 MENSILE 5,00 TORNA PIONEER Mid-price imbattibile VELODYNE SPL-1000R Tutto e sub! C.A.T. SL1 Il miglior pre del reame? SPUNTI & RIFLESSIONI Tracciamo nuove strade JAGUAR + B&W Absolute hi-fi car Hi(fi)ways

2 L AMATEUR PROFESSIONNEL Come le rose: alcune spine e bellissimi fiori... di Roberto Rocchi Nonostante sia stato più e più volte espresso negli articoli che SUONO ha dedicato al meraviglioso e poco conosciuto mondo delle sorgenti analogiche, è necessario ripetere e ribadire il presupposto principe affinché un sistema di lettura analogico suoni al meglio: La sorgente analogica rimane tutt oggi l unico baluardo di difesa contro lo strapotere del dominio digitale. Qui porremo l accento sulle difficoltà, e i relativi suggerimenti per risolverle, che si incontrano nel predisporre seriamente un sistema di lettura analogico in grado di offrire prestazioni sonore e musicali di livello assoluto. Tutte le parti che compongono un sistema analogico (giradischi, braccio, testina, pre phono ed eventuale trasformatore) devono interfacciarsi nel rispetto delle proprie caratteristiche in relazione alle caratteristiche degli altri componenti. Con questo assunto, si vuole far percepire l idea che il sistema analogico deve essere il frutto di un assemblaggio studiato e provato, tenendo conto delle caratteristiche elettriche e meccaniche dei vari apparecchi che lo compongono, ancorché provenienti dal mercato dell usato. Va da sé, che un assemblaggio di componenti rimediati qua e là senza un criterio razionale, ben difficilmente potrà sortire un risultato positivo e, inoltre, non è neanche vero che assemblare tutti componenti di alta qualità e costosi porti obbligatoriamente a risultati eccellenti. Saltando le pur importanti problematiche legate alla tipologia del giradischi (a telaio rigido, flottante ecc. ecc.) e alla sua installazione e posizione su un tavolino idoneo, appare invece fondamentale, al fine di un ottimo risultato sonoro, la scelta e la verifica dell esatta combinazione del sistema braccio, testina, pre phono ed eventuale step-up. Cominciamo con l abbinamento meccanico tra testina e braccio, che si può considerare come un sistema elastico risonante in cui, la somma della massa equivalente del braccio e del peso della testina si rapporta all inverso della cedevolezza del complesso mobile generando una costante elastica espressa in Hz. Il sistema braccio-testina deve essere considerato quindi come un oscillatore meccanico smorzato, risonante ad una determinata frequenza in funzione della cedevolezza della testina e della massa totale del sistema stesso. Tale frequenza, che ricade nel range considerato sub-sonico che va dai 2 ai 20 Hz, deve necessariamente ricadere in una fascia che va dagli 8 e i 12 Hz. Infatti le oscillazioni al di sotto degli 8 Hz, pur 70 giugno 2007 SUONO

3 Come le rose: alcune spine e bellissimi fiori Un esempio... Consideriamo un preamplificatore americano ritenuto, a ragione, uno tra i migliori pre in campo internazionale, il Convergent. La sua sezione phono ha un guadagno notevole di 47 db (26 db la linea). A ben guardare, la scelta di 47 db di guadagno è piuttosto intelligente in quanto risulta idonea a elevare dignitosamente un segnale elettrico pari a 0,7 0,9 V, vale a dire il dato elettrico medio relativo alle attuali testine MC e MM da 3 5 V come VDH, Clearaudio, Grado alcune Benz e The Lyra, naturalmente in considerazione di catene audio con diffusori di medio bassa efficienza. Ma nel caso si voglia utilizzare il Convergent per testine MC a bassa uscita le cose si complicano un tantino. Bisogna infatti considerare che la capacità di guadagno del Convergent risulta insufficiente per una testina MC a bassa uscita, ma eccessiva se si interpone il trasformatore adatto alla testina che si vuole utilizzare. In questo caso è possibile individuare una risoluzione nella scelta di un adeguato trasformatore con un guadagno abbastanza basso. Ammettiamo di voler utilizzare una testina come la Koetsu Rosewood: la scelta del braccio, dovrà ricadere tra quelli a massa media come lo SME IV V o il Fidelity Research fx o l Ortofon AS212 con contrappeso medio. La scelta del trasformatore potrà ricadere sul SAEC mst- 100 che con i suoi 2 8 Ohm di impedenza di carico ben si adatta all impedenza della Koetsu e con il suo guadagno basso di appena 10 db si interfaccia con il Convergent permettendogli di ricevere un segnale elettrico non troppo elevato, stendere un tappeto di rumore molto basso e ottenere un risultato sonoro di eccellente qualità. Naturalmente, in un contesto meno estremo, vale a dire con l utilizzo di un phono di medio guadagno, il trasformatore giusto sarebbe stato il Uesugi o il Supex o il Kiseki MCT2 o l ART. 1 La sezione MC del preamplificatore Convergent è in grado di far suonare in modo adeguato le testine MC con un uscita elettrica di 0,5 0,9 V o anche testine MM con 3-5 V di uscita. 2 L Ortofon AS212 è un braccio a massa media che può diventare a massa medio alta utilizzando il contrappeso che vedete in foto alla base del braccio che ne aumenta la massa. 3 La testina Koetsu Rosewood non ha bisogno di presentazioni, ma sicuramente ha necessità di un braccio di massa media e di un trasformatore di 2-8 Ohm. 4 Il Fidelity Research FR fx è la versione a massa medio bassa che può essere variata in alta massa utilizzando il contrappeso da 250 grammi che vedete in questa foto sotto la confezione del braccio. 5 Il trasformatore Uesugi è idoneo per impedenza alla Koetsu Rosewood, ma eccessivo come guadagno per il Convergent. Il rischio è quello, nelle peggiori delle ipotesi, di saturare il segnale che in ogni caso offrirà un suono aspro e invadente. SUONO giugno

4 L AMATEUR PROFESSIONNEL Un altro esempio Una mitica testina è la Transfiguration AF1 che possiede un uscita elettrica di 0,1 V ed un impedenza interna di 2 Ohm. La sua cedevolezza è molto bassa e combinata con il suo peso di sei grammi obbliga alla scelta di bracci a massa medio alta come lo Zeta Arm o il Syrinx con doppio contrappeso o il Fidelity Research fx con contrappeso da 250 grammi. Ora, volendo abbinate l AF1 con un phono come l I.C.S. Signature a batteria, il cui ingresso MC sarebbe sicuramente insufficiente per una testina con un uscita elettrica così bassa, si è obbligati all utilizzo di un trasformatore di alto guadagno con un impedenza di 3 8 Ohm. La scelta ricade sul Fidelity Research XF-1 low che guadagna 36 db, collegando naturalmente all ingresso MM dell I.C.S. Signature. Anche il Uesugi sarebbe stato idoneo per impedenza, ma il suo guadagno di 20 db sarebbe stato insufficiente per la TRasfiguration AF1 ed il suono sarebbe risultato goffo e chiuso, con poca dinamica e scarsa linearità timbrica. 6 Il braccio Zeta Arm è di massa medio alta, il giusto quindi per la Transfiguration AF1. 7 Il SAEC MST-100 è un trasformatore per testine da 2 a 8 Ohm d impedenza, il suo guadagno è di soli 10 db ma sufficienti per il Convergent che possiede una capacità di guadagno medio alta. 8 La Transfiguration AF1 ha un uscita elettrica di soli 0,1 V ed un impedenza interna di 2 Ohm. 9 Il Fidelity Research XF-1 ha un impedenza di 3 8 Ohm ed un guadagno di 36 db, caratteristiche che si sposano benissimo con la Transfiguration AF1 collegata ad un phono MM con normali caratteristiche, mentre il Uesugi non sarebbe stato in grado di elevare sufficientemente il debole segnale elettrico. se non udibili, una volta amplificate alterano la stabilità dell immagine sonora, aumentano notevolmente la distorsione e riducono la gamma dinamica a causa della notevole potenza richiesta all amplificazione per la loro riproduzione. Il tutto si traduce in una saturazione meccanica della testina e dell intera catena audio. La presenza di questo tipo di reazione è perfettamente riscontrabile allorquando, poggiata la puntina sul piano del disco in rotazione, possono essere notate sui trasduttori ampie escursioni che non producono alcun suono. Proprio queste sono le frequenze in banda sub-sonica. D altra parte la risonanza tra 13 e 20 Hz ricade in una banda di frequenze di per sé udibile. È necessario quindi far ricadere la risonanza in un campo che va dagli 8 ai 12 Hz per non generare i problemi testé esposti. Anche le varie tipologie di testine implicano accorgimenti e valutazioni di non poco conto. Per quanto concerne le testine MM si deve tenere in considerazione che il gruppo meccanico mobile del sistema magnetico non è solitamente molto pesante, sono le caratteristiche elettriche a creare qualche piccolo problema peraltro facilmente risolvibile. Questo vuol dire che un braccio di massa medio bassa, caratteristica peculiare di quasi tutti i bracci moderni che vanno per la maggiore attualmente, risulterà idoneo per quasi tutte le testine MM presenti nel mercato. Mentre per quanto riguarda le giuste condizioni di carico elettrico, sarà sufficiente attenersi ai dati forniti dal costruttore della testina che devono essere uguali alla somma delle impedenze dei cavi di segnale e dell ingresso del pre phono, in questo caso bisogna tener presente che variazioni di 50 Ohm in più o in meno per la capacità e del 10% per la resistenza sono sufficientemente tollerate e non determinano distorsioni e/o aberrazioni sonore. Da notare che, per quanto concerne la resistenza, i dati non possono essere cambiati a 72 giugno 2007 SUONO

5 Come le rose: alcune spine e bellissimi fiori Ancora un esempio? Come non complicarsi la vita. Nella prova condotta sulla testina My Sonic Lab (SUONO n. 401), ci si è trovati nella condizione di poter interfacciare direttamente questa testina con il phono I.C.S. a batteria. Ciò è stato possibile perchè la My Sonic Lab possiede un uscita di 0,5 V ed un impedenza interna di 1,8 Ohm con un impedenza di carico consigliata di 400 Ohm. Ora, la sezione MC dell I.C.S. è in grado di elevare autorevolmente da 0,3 V a 0,8 V oltre ad adattarsi all impedenza della testina. Così facendo si ha il vantaggio di eliminare il passaggio del segnale ad un trasformatore e relativo cavo di connessione, oltre a sfruttare le benefiche doti dinamiche di un pre phono a batteria che elimina quindi il rumore di fondo generato dall alimentazione a corrente alternata. Durante la prova condotta da SUONO, è stato anche utilizzato il trasformatore dedicato My Sonic Lab ottenendo eccellenti risultati; da consigliare a coloro che, non possedendo una sezione MC adeguata, vogliano utilizzare la propria sezione MM. 10 Il braccio Fidelity Research FR64 è del tipo ad alta massa idoneo per la testina My Sonic Lab. 11 Il phono MM MC I.C.S.Signature a batteria è in grado di elevare autorevolmente testine con uscita elettrica che va da 0,3 a 0,8 V come, per esempio, la My Sonic Lab ma non è sufficiente per testine con uscite molto basse come la Transfiguration AF1. 12 La My Sonic Lab possiede una tensione d uscita di 0,5 V ed una bassa impedenza interna pari a 1,8 Ohm; l impedenza di carico dichiarata è di 400 Ohm. 12 meno che non si tratti di un pre regolabile, mentre la capacità può essere aumentata (ma in nessun caso diminuita a meno di non tagliare qualche cavo di segnale) inserendo piccoli condensatori nel pre o negli spinotti. Altro tipo di valutazioni si devono fare per le testine a bobina mobile. Solitamente si tratta di testine molto costose e delicate che, appena uscite sul mercato, vale a dire qualche lustro fa, si pensava potessero risolvere in parte le problematiche legate all adattamento elettrico delle testine MM. Niente di più sbagliato in quanto il maggiore peso della testina e la complessità realizzativa di un pre phono MC di buona qualità, sono argomenti che allontanano molto da una facile gestione del sistema braccio testina. In effetti, il maggiore peso e massa di quasi tutte le testine Moving Coil obbligano quasi sempre alla scelta di bracci di alta massa, mentre a pre phono MC si preferisce adottare la soluzione dell utilizzo di un trasformatore elevatore, obbligatorio a causa della bassa uscita elettrica delle testine MC, connesso ad un pre phono MM. Tale scelta, se di fatto abbatte la spesa per l acquisto di un pre phono MC, risulta una scelta dal percorso non facile in considerazione della difficile realizzazione di trasformatori di elevata qualità e, attualmente, anche della loro reperibilità sul mercato del nuovo. Quindi la testina MC complica un tantino la vita all audiofilo, costringendolo ad avere a disposizione diversi trasformatori di buona qualità e con carico differente, oltre naturalmente a bracci di elevata massa equivalente. Ma allora, chi ci obbliga a percorrere una strada così impegnativa e piena di difficoltà? Il fatto è che, nonostante tutte queste problematiche, un sistema analogico ben pensato e studiato con una testina MC a bassa uscita correlata dal trasformatore idoneo, è in grado di offrire prestazioni sonore e musicali di livello assoluto, posizionandosi al vertice del grado di godibilità d ascolto. SUONO vuole porre l accento e proporre agli appassionati una breve e, purtroppo, parziale carrellata di combinazioni braccio-testina-trasformatore-pre phono che rappresentano i sistemi in grado di dare quelle emozioni d ascolto di cui si diceva poc anzi. SINERGIA VÒ CERCANDO Già, ma che cosa è la sinergia? È un qualcosa che si realizza allorquando si riesca a combinare una catena di componenti audio le cui caratteristiche elettriche e meccaniche siano coerenti e corrette tra loro. Questa pratica della ricerca della combinazione giusta è andata un po perdendosi con il tempo, a partire proprio dall avvento della sorgente digitale, vale a dire dal tempo in cui tutte le apparecchiature audio sembravano standardizzarsi su valori tali da dare l impressione di potersi combinare tra loro senza limiti di tipologia e marca. Tutto ciò naturalmente è molto bello ma vero solo in parte, tanto che attualmente alcuni giovani appassionati assemblano impianti improbabili affidandosi spesso alle occasioni che si possono trovare sul mercato dell usato, anche internazionale, ricorrendo ai mercatini via Internet. La validità della sinergia trova la sua massima espressione nella parte della catena audio dedicata alla linea phono, dove è necessario tenere nella dovuta considerazione le caratteristiche elettriche dei vari componenti e apparecchi poiché le caratteristiche meccaniche, le capacità di guadagno e le loro impedenze se mal assemblate sono in grado di generare rapporti di segnalerumore elevati o, addirittura, saturazioni del segnale e vere e proprie distorsioni. Esporre in modo esaustivo l argomento richiede un analisi dettagliata e molto ampia che sarà comunque affrontata in seguito o definita nel libro bianco che SUONO dedicherà all analogico. Allo scopo di semplificare la questione, in questo articolo trovate tre esempi calzanti, che rendono l idea su alcune problematiche che bisogna affrontare e risolvere per ottenere risultati soddisfacenti ed appaganti sotto il punto di vista dell ascolto. SUONO giugno

Circuiti amplificatori

Circuiti amplificatori Circuiti amplificatori G. Traversi Strumentazione e Misure Elettroniche Corso Integrato di Elettrotecnica e Strumentazione e Misure Elettroniche 1 Amplificatori 2 Amplificatori Se A V è negativo, l amplificatore

Dettagli

Il decibel. Massimiliano Salfi. salfi@dmi.unict.it

Il decibel. Massimiliano Salfi. salfi@dmi.unict.it Il decibel Massimiliano Salfi salfi@dmi.unict.it Il concetto di decibel Il concetto di decibel entra in gioco ogni volta che ci troviamo a misurare una grandezza legata alla teoria del suono. L'orecchio

Dettagli

Musica Maestri! Enrico Rava si racconta...

Musica Maestri! Enrico Rava si racconta... SONO TORNATA! NUOVO LOOK E NUOVA MUSICA PER JLO STEREO HI-FI LA PIÙ AUTOREVOLE RIVISTA AUDIO ANNO XXXVII N. 402 MARZO 2007 MENSILE 5,00 IL MEGLIO DEL CES Una selezione delle più significative new entry

Dettagli

VO MIDRANGE. I medi VO sono disponibili nelle misure 16.5 cm, 20 cm e anche ovali da 15x24 cm.

VO MIDRANGE. I medi VO sono disponibili nelle misure 16.5 cm, 20 cm e anche ovali da 15x24 cm. SERIE VO Motore SuperCharged (SC) La ricerca portata avanti sulla serie Z ha sviluppato nuove tecnologie per sfruttare flusso magnetico che andrebbe altrimenti perso e ridirigerlo dove porta benefici sulla

Dettagli

Progetto M.E.S. Descrizione del progetto M.E.S.

Progetto M.E.S. Descrizione del progetto M.E.S. Progetto M.E.S Premessa Esoterico termine che significa riservato agli iniziati o per trasposizione per pochi eletti indicava una cerchia filosofica dell antica Grecia. Nell ascolto del suono ad alta fedeltà,

Dettagli

sistema Ghibly! l esibizione live entra nelle vostre case

sistema Ghibly! l esibizione live entra nelle vostre case Il Sistema Ghibly l esibizione live entra nelle vostre case Per l ascoltatore dalla mano pesante per chi la riproduzione dell evento reale non è solo un solfeggio di flauto ma il pieno di un concerto live,

Dettagli

www.andreatorinesi.it

www.andreatorinesi.it La lunghezza focale Lunghezza focale Si definisce lunghezza focale la distanza tra il centro ottico dell'obiettivo (a infinito ) e il piano su cui si forma l'immagine (nel caso del digitale, il sensore).

Dettagli

The Power Owner's Manual X702

The Power Owner's Manual X702 Owner's Manual X702 X702 - Manuale d istruzione Introduzione Grazie per avere scelto un amplificatore MTX XTHUNDER. Ogni amplificatore MTX XTHUNDER è certificato CEA2006 ; questo significa che avete la

Dettagli

Introduzione all analisi dei segnali digitali.

Introduzione all analisi dei segnali digitali. Introduzione all analisi dei segnali digitali. Lezioni per il corso di Laboratorio di Fisica IV Isidoro Ferrante A.A. 2001/2002 1 Segnali analogici Si dice segnale la variazione di una qualsiasi grandezza

Dettagli

T E C H N O L O G I E S STX05-PRO. Crossover Elettronico a 5 canali. Manuale di Installazione e Utilizzo

T E C H N O L O G I E S STX05-PRO. Crossover Elettronico a 5 canali. Manuale di Installazione e Utilizzo T E C H N O L O G I E S STX05-PRO Crossover Elettronico a 5 canali Manuale di Installazione e Utilizzo Introduzione Grazie per aver acquistato il Crossover Elettronico STX05-PRO. Questo prodotto è progettato

Dettagli

High Resolution Technology. I migliori convertitori audio D/A da abbinare al vostro PC/MAC e prodotti Apple

High Resolution Technology. I migliori convertitori audio D/A da abbinare al vostro PC/MAC e prodotti Apple High Resolution Technology I migliori convertitori audio D/A da abbinare al vostro PC/MAC e prodotti Apple Edizione Nov 2011 HRT istreamer: il DAC che eleva il tuo player Apple ad un livello HiFi! Una,

Dettagli

RISONANZA. Introduzione. Risonanza Serie.

RISONANZA. Introduzione. Risonanza Serie. RISONANZA Introduzione. Sia data una rete elettrica passiva, con elementi resistivi e reattivi, alimentata con un generatore di tensione sinusoidale a frequenza variabile. La tensione di alimentazione

Dettagli

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente:

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: Questo sistema elementare si chiama ricevitore radio ad amplificazione accordata (TRF) o ad amplificazione diretta ed

Dettagli

M E D I A I N F O R M A T I O N

M E D I A I N F O R M A T I O N M E D I A I N F O R M A T I O N Esclusiva partnership fra Naim, produttore inglese audio e Bentley Motors, per creare il migliore sistema al mondo per la riproduzione della musica auto La partnership Naim

Dettagli

XDS1 V2 Lettore CD/SACD e DAC di riferimento

XDS1 V2 Lettore CD/SACD e DAC di riferimento Aprile 2014 "Fate le cose nel modo più semplice possibile, ma senza semplificare." - Albert Einstein Pur non essendo stato un audiofilo, Albert Einstein aveva un testa niente male sulle spalle. Quando

Dettagli

Applicazioni dell amplificatore operazionale

Applicazioni dell amplificatore operazionale Capitolo 10 Applicazioni dell amplificatore operazionale Molte applicazioni dell amplificatore operazionale si basano su circuiti che sono derivati da quello dell amplificatore non invertente di fig. 9.5

Dettagli

Gli oscillatori a basso jitter: perché si sentono

Gli oscillatori a basso jitter: perché si sentono Gli oscillatori a basso jitter: perché si sentono Guido Tent, Novembre 2000 Introduzione In un lettore CD è necessario un clock stabile per una corretta conversione D/A. Il clock è un segnale elettrico

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

Presentazione nuova automazione scorrevole per vie di fuga ed uscite di emergenza EN16005 con motore brushless. SL5 Emergency

Presentazione nuova automazione scorrevole per vie di fuga ed uscite di emergenza EN16005 con motore brushless. SL5 Emergency Presentazione nuova automazione scorrevole per vie di fuga ed uscite di emergenza EN16005 con motore brushless SL5 Emergency Innovare per semplificare APRILE 2014 1 Total Customer Satisfaction Coerentemente

Dettagli

RIDURRE I COSTI ENERGETICI!

RIDURRE I COSTI ENERGETICI! Otto sono le azioni indipendenti per raggiungere un unico obiettivo: RIDURRE I COSTI ENERGETICI! www.consulenzaenergetica.it 1 Controllo fatture Per gli utenti che sono o meno nel mercato libero il controllo

Dettagli

di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, Adesso sostituiamo nella

di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, Adesso sostituiamo nella Equazione di Ohm nel dominio fasoriale: Legge di Ohm:. Dalla definizione di operatore di Heaveside: ricaviamo:. Associamo alle grandezze sinusoidali i corrispondenti fasori:, dove Adesso sostituiamo nella

Dettagli

Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE

Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE Cuffie Magneto-Planari MANUALE UTENTE 1 Indice Informazioni importanti per la sicurezza ---------------------------------------- 3 Introduzione ----------------------------------------------------------------------------

Dettagli

BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI. Bonifica acustica_moduloj1_rev_3_10_03

BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI. Bonifica acustica_moduloj1_rev_3_10_03 BONIFICA ACUSTICA: URTI E IMPATTI La potenza sonora che viene generata dall urto è proporzionale all energia a cinetica che possiede il corpo in movimento al momento dell urto; ; di conseguenza essa è

Dettagli

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione di Saveri Gianluigi 1. Generalità Un apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento (condizioni specificate dai

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

Il Suono Digitale. Capitolo 1 - Dal segnale analogico al segnale digitale. Introduzione

Il Suono Digitale. Capitolo 1 - Dal segnale analogico al segnale digitale. Introduzione Il Suono Digitale Capitolo 1 - Dal segnale analogico al segnale digitale Introduzione pag 1 Vantaggi del segnale digitale pag 2 Svantaggi della rappresentazione digitale pag 2 Schema della catena audio

Dettagli

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07

Fondamenti di macchine elettriche Corso SSIS 2006/07 9.13 Caratteristica meccanica del motore asincrono trifase Essa è un grafico cartesiano che rappresenta l andamento della coppia C sviluppata dal motore in funzione della sua velocità n. La coppia è legata

Dettagli

CROSSOVER XN02 DESCRIZIONE TECNICA E INFORMAZIONI SUL PRODOTTO. DI BELLINO ALBERTO audiojam@libero.it

CROSSOVER XN02 DESCRIZIONE TECNICA E INFORMAZIONI SUL PRODOTTO. DI BELLINO ALBERTO audiojam@libero.it CROSSOVER XN02 DESCRIZIONE TECNICA E INFORMAZIONI SUL PRODOTTO. DI BELLINO ALBERTO audiojam@libero.it Il filtro crossover XN02 è la proposta AUDIOJAM2 rivolta agli autocostruttori che non hanno la possibilità

Dettagli

Scarlett Solo. Trasformate il vostro Mac o PC in uno Studio di Registrazione Digitale

Scarlett Solo. Trasformate il vostro Mac o PC in uno Studio di Registrazione Digitale Scarlett Solo Trasformate il vostro Mac o PC in uno Studio di Registrazione Digitale Scarlett Solo fa parte della serie di interfacce audio USB più vendute al mondo. Dentro al suo bellissimo telaio in

Dettagli

Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e

Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e pluralità di funzioni può svolgere il ruolo di centrale di un moderno impianto

Dettagli

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO a.s. 2010/2011 -classe III- Materia: Telecomunicazioni ---- Oscillatori ---- alunna Serafini Rossella prof. Ing. Zumpano Luigi L'oscillatore L'oscillatore è l'elemento fondamentale

Dettagli

MISURE SU CAVI COASSIALI

MISURE SU CAVI COASSIALI MISURE SU CAVI COASSIALI Carlo Vignali I4VIL 05 RIDUZIONE DEL VSWR Il valore del VSWR del carico viene osservato di valore ridotto quando è misurato all'ingresso di una linea con attenuazione Allo stesso

Dettagli

L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO. Mauro Mancini

L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO. Mauro Mancini L AUDIO ED IL SUO TRATTAMENTO DI Mauro Mancini La scheda audio Le qualità sonore del computer dipendono dalla qualità della scheda audio Ingressi ed uscite audio Dipendono dalla scheda; questi i più diffusi:

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA

SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA SIMBOLI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA Simbolo usato ad indicare nell apparato ci sono dei terminali pericolosi per la vita delle persone, anche durante le normali condizioni di funzionamento, che possono

Dettagli

Guida dell Utente. 2005, Shure Incorporated 27C3142 (Rev. 3) Printed in U.S.A.

Guida dell Utente. 2005, Shure Incorporated 27C3142 (Rev. 3) Printed in U.S.A. Guida dell Utente 2005, Shure Incorporated 27C3142 (Rev. 3) 1 Printed in U.S.A. SHURE INCORPORATED MICROFONO CARDIOIDE A CONDENSATORE KSM109 Grazie per avere scelto il microfono KSM109. Gli oltre 75 anni

Dettagli

Caratteristiche Principali. Specifiche Tecniche

Caratteristiche Principali. Specifiche Tecniche Caratteristiche Principali Amplificatore Ponticellabile Monofonico Digitale in Classe D Alimentazione Dual-MOSFET Stabile ad 1 Ohm. Stabile a 2 Ohm in configurazione 2 amplificatori ponticellati Crossover

Dettagli

Le reti elettriche possono contenere i componenti R, C, L collegati fra di loro in modo qualsiasi ed in quantità qualsiasi.

Le reti elettriche possono contenere i componenti R, C, L collegati fra di loro in modo qualsiasi ed in quantità qualsiasi. e reti elettriche in alternata (- ; - ; --) e reti elettriche possono contenere i componenti,, collegati fra di loro in modo qualsiasi ed in quantità qualsiasi. l loro studio in alternata parte dall analisi

Dettagli

E evidente che le carattteristiche dell OPAMP ideale non possono essere raggiunte da nessun circuito reale. Gli amplificatori operazionali reali

E evidente che le carattteristiche dell OPAMP ideale non possono essere raggiunte da nessun circuito reale. Gli amplificatori operazionali reali E evidente che le carattteristiche dell OPAMP ideale non possono essere raggiunte da nessun circuito reale. Gli amplificatori operazionali reali hanno però caratteristiche che approssimano molto bene il

Dettagli

DC IN 6V PAIR SIGNAL CHARGE R AUDIO IN L DC IN 6V PAIR R AUDIO IN L

DC IN 6V PAIR SIGNAL CHARGE R AUDIO IN L DC IN 6V PAIR R AUDIO IN L PAIR R AUDIO IN L DC IN 6V 1 SIGNAL CHARGE PAIR DC IN 6V R AUDIO IN L 2 A D C B IT HP500 Grazie per aver acquistato un prodotto Meliconi Il sistema di cuffie stereo digitale senza fili HP500 Meliconi,

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1

Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Impianti di rifasamento automatici in presenza di armoniche. Problemi e soluzioni. P.I. MB 16/06/2011 Per. Ind. Borgonovo Roberto 1 Cosa significa rifasare Per molti tipi di utilizzatori (motori, lampade

Dettagli

Nota Tecnica n.19 del C.R.A.

Nota Tecnica n.19 del C.R.A. X Dipartimento del COMUNE DI ROMA via Cola di Rienzo 23 00192 ROMA Roma 7 maggio 2002 Protocollo n.9543 del X Dipartimento Nota Tecnica n.19 del C.R.A. da Fabrizio Calabrese Consigliere Tecnico del C.R.A.

Dettagli

ELEMENTI DI ACUSTICA 08

ELEMENTI DI ACUSTICA 08 I.U.A.V. Scienze dell architettura a.a. 2012/2013 Fisica Tecnica e Controllo Ambientale Prof. Piercarlo Romagnoni ELEMENTI DI ACUSTICA 08 ACUSTICA ARCHITETTONICA 02 FONOISOLAMENTO ASSORBIMENTO, RIFLESSIONE,

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Indice dei contenuti. L'amplificatore...3. L'amplificatore operazionale - Premesse teoriche....5 3. Circuito equivalente... 5

Dettagli

Mixer stereo Professionale

Mixer stereo Professionale NOIZ MX 600 USB/DSP Mixer stereo Professionale Manuale d'uso WORLDWIDE DISTRIBUTION AUDIO4 & C srl - Via Polidoro da Caravaggio 33-20156 MILANO - ITALY Tel. +39-0233402760 - Fax +39-0233402221 - Web: www.audio4.it

Dettagli

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db 3.- CIRCUITI 3.1.- Combinazione dei componenti: Circuiti in serie e in parallelo di resistori, bobine, condensatori, trasformatori e diodi - Corrente e tensione nei circuiti Impedenza. 3.2.- Filtri: Filtri

Dettagli

Considerazioni sulle specifiche.

Considerazioni sulle specifiche. # SINTESI PER TENTATIVI IN ω PER GLI ASSERVIMENTI # Considerazioni sulle specifiche. Come accennato in precedenza, prima di avviare la prima fase della sintesi di un sistema di asservimento, e cioe la

Dettagli

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali Luca Facchini e-mail: luca.facchini@unifi.it Introduzione Quali strumenti vengono utilizzati? Le grandezze di interesse nelle

Dettagli

Analogico: rappresentano grandezze fisiche che variano

Analogico: rappresentano grandezze fisiche che variano condizionamento e conversione dei segnali Introduzione I segnali forniti dagli elementi sensibili di misura richiedono specifici trattamenti (condizionamento) prima del campionamento e della conversione

Dettagli

AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI

AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI AT 2031 MANUALE DI ISTRUZIONI Figure di riferimento 1 retro 2 3 5 6 7 8 9 2 fronte 4 PRESENTAZIONE Ci complimentiamo vivamente per l acquisto di questa antenna, che vi permetterà di cogliere ed amplifi

Dettagli

Introduzione all Analisi dei Segnali

Introduzione all Analisi dei Segnali Tecniche innovative per l identificazione delle caratteristiche dinamiche delle strutture e del danno Introduzione all Analisi dei Segnali Prof. Ing. Felice Carlo PONZO - Ing. Rocco DITOMMASO Scuola di

Dettagli

Fr = 1 / [ ( 2 * π ) * ( L * C ) ]

Fr = 1 / [ ( 2 * π ) * ( L * C ) ] 1.6 I circuiti risonanti I circuiti risonanti, detti anche circuiti accordati o selettivi, sono strutture fondamentali per la progettazione dell elettronica analogica; con essi si realizzano oscillatori,

Dettagli

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro.

V= R*I. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. LEGGE DI OHM Dopo aver illustrato le principali grandezze elettriche è necessario analizzare i legami che vi sono tra di loro. PREMESSA: Anche intuitivamente dovrebbe a questo punto essere ormai chiaro

Dettagli

Trasformatore di corrente (TA)

Trasformatore di corrente (TA) Sensori di corrente Il modo più semplice di eseguire la misura di corrente è il metodo volt-amperometrico, in cui si misura la caduta di tensione su di una resistenza di misura percorsa dalla corrente

Dettagli

Fondamenti di Automatica

Fondamenti di Automatica Fondamenti di Automatica Funzioni di trasferimento: robustezza e prestazioni Dott. Ing. Marcello Bonfè Dipartimento di Ingegneria - Università di Ferrara Tel. +39 0532 974839 E-mail: marcello.bonfe@unife.it

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

COSTRUZIONE DI UNA COPPIA DI CASSE HI END PER ALTOPARLANTI FOSTEX FE 126

COSTRUZIONE DI UNA COPPIA DI CASSE HI END PER ALTOPARLANTI FOSTEX FE 126 COSTRUZIONE DI UNA COPPIA DI CASSE HI END PER ALTOPARLANTI FOSTEX FE 126 Il desiderio di avere due diffusori ad alte prestazioni spesso si scontra con l esorbitante costo dei prodotti in commercio, tra

Dettagli

Generatore di forza elettromotrice f.e.m.

Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Generatore di forza elettromotrice f.e.m. Un dispositivo che mantiene una differenza di potenziale tra una coppia di terminali batterie generatori elettrici celle solari termopile celle a combustibile

Dettagli

The Martin Experience. Martin Audio SERIE EM : EM120 MARTIN AUDIO. All material 2007. Martin Audio Ltd. Subject to change without notice.

The Martin Experience. Martin Audio SERIE EM : EM120 MARTIN AUDIO. All material 2007. Martin Audio Ltd. Subject to change without notice. CONTENUTO () N. pagina 1 INTRODUZIONE 2 2 DISIMBALLAGGIO 2 3 LIFICAZIONE 3 4 CONNESSIONE AD UN LIFICATORE 3 5 CONFIGURAZIONI DEL SISTEMA 3 6 GARANZIA 5 7 SPECIFICHE TECNICHE 6 MARTIN AUDIO L O N D O N

Dettagli

Alimentatore e batteria

Alimentatore e batteria Alimentatore e batteria DIMENSIONAMENTO DI UN ALIMENTATORE E BATTERIA IN FUNZIONE DEL CONSUMO. CALCOLO DELL AUTONOMIA DI UN IMPIANTO. SCELTA ALIMENTATORE SCOPO. Lo scopo di questa scheda? quello di fornire

Dettagli

Savadori Matteo- a.s. 2011/2012 - Classe 5E 2

Savadori Matteo- a.s. 2011/2012 - Classe 5E 2 Savadori Matteo- a.s. 2011/2012 - Classe 5E 2 Finalità-obbiettivo pag. 5 Situazione di partenza pag. 6 Prime operazioni e Schema a blocchi pag. 7 Schema elettrico pag. 8 Elenco costi e componenti pag.

Dettagli

Giornata alla scoperta della storia familiare di RootsTech ISTRUZIONI TECNICHE AGGIORNAMENTO DI OTTOBRE 2014

Giornata alla scoperta della storia familiare di RootsTech ISTRUZIONI TECNICHE AGGIORNAMENTO DI OTTOBRE 2014 Giornata alla scoperta della storia familiare di RootsTech ISTRUZIONI TECNICHE AGGIORNAMENTO DI OTTOBRE 2014 1. Quadro generale Il contenuto della vostra giornata locale alla scoperta della storia familiare

Dettagli

Il paleontologo ha. Vi sentite persi, in piena era informatica. l Amateur Professionnel

Il paleontologo ha. Vi sentite persi, in piena era informatica. l Amateur Professionnel l Amateur Professionnel di Marco Fontanelli Il paleontologo ha Ciò che vi proponiamo non ha a che fare con le tecnologie più spinte del versante digitale: qui stiamo disseppellendo delle specie ormai estinte,

Dettagli

MASTERSOUND. Dueundici. M a s t e r E m o t i o n. Made in Italy

MASTERSOUND. Dueundici. M a s t e r E m o t i o n. Made in Italy MASTERSOUND Dueundici Made in Italy La nostra filosofia La nostra filosofia è semplice: cercare di produrre degli amplificatori che suscitino emozioni su chi li ascolta, e che soprattutto, le stesse, si

Dettagli

Le Antenne Verticali

Le Antenne Verticali Le Antenne Verticali principi e funzionamento illustrati da Gioacchino IW9DQW Generalità. S intende per antenna un organo atto ad irradiare nello spazio energia elettromagnetica, quando venga percorso

Dettagli

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini

TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini TV e SAT in ogni stanza? Basta una soluzione mini Non sempre l TV riguarda i grandi edifici con numerosi piani e molteplici unità abitative. Gli stessi principi e criteri possono essere adottati anche

Dettagli

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme.

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Esercizi difficili sul calcolo delle probabilità. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Le parole a caso

Dettagli

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO Tutto e nato dall idea di realizzare un microfono che mi permettesse di usare il ricetrasmettitore nel modo piu comodo e sicuro possibile. Navigando in rete ho trovato diverse

Dettagli

LA CASSA CHIUSA. con Vab il volume del box apparente, data la presenza del materiale fonoassorbente ( vedi oltre ).

LA CASSA CHIUSA. con Vab il volume del box apparente, data la presenza del materiale fonoassorbente ( vedi oltre ). LA CASSA CHIUSA Trattandosi di un box senza alcun tipo di aperture è indubbiamente il tipo di cassa acustica dalla realizzazione più semplice; è stato brevettato nel 99 da Harry Olson e J. Preston ed è

Dettagli

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale

Quadri elettrici. Quadri per uso Industriale Quadri elettrici Quadri per uso Industriale I quadri elettrici, erano soggetti alla Norma CEI 17-13, che riporta le prescrizioni generali e distingue: AS Apparecchiatura costruita in serie: ovvero apparecchiatura

Dettagli

DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE

DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE Le indagini ultrasoniche e soniche consentono la determinazione delle caratteristiche elastico-dinamiche dei materiali. In particolare

Dettagli

1.1 Opera multimediale come software

1.1 Opera multimediale come software Possibile qualificazione dell opera multimediale in base alle categorie di opere dell ingegno: software; opera cinematografica; banca di dati; opera letteraria Dopo aver affrontato un possibile inquadramento

Dettagli

Che cos'è la profondità di colore

Che cos'è la profondità di colore Che cos'è la profondità di colore 1 Vediamo che cos'è la Profondità di Bit e di Colore di una immagine o di un filmato video; vediamo inoltre cosa sono Gamma dinamica e Gamma di densità. La profondità

Dettagli

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta

MASTERSOUND 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended. Congratulazioni per la Vostra scelta MASTERSOUND 300 300 B S. E. Amplificatore integrato in classe A Single ended Congratulazioni per la Vostra scelta Il modello 300 B S.E. che Voi avete scelto è un amplificatore integrato stereo in pura

Dettagli

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche.

Inoltre, sempre grazie alla linea bilanciata, il cavo UTP ha una maggiore resistenza alle scariche atmosferiche. GUIDA ALL UTILIZZO DEI VIDEO BALUN INTRODUZIONE Il Video balun è un sistema composto da dispositivi, normalmente dotati di trasformatore di linea, che connettono una linea bilanciata (a due fili) ad una

Dettagli

I Filtri Crossover. Per poter pilotare in modo corretto gli altoparlanti presenti in una cassa acustica sono essenziali i filtri Crossover.

I Filtri Crossover. Per poter pilotare in modo corretto gli altoparlanti presenti in una cassa acustica sono essenziali i filtri Crossover. I Filtri Crossover Per poter pilotare in modo corretto gli altoparlanti presenti in una cassa acustica sono essenziali i filtri Crossover. Reperire in commercio filtri Crossover con determinate caratteristiche

Dettagli

RELAZIONE RIASSUNTIVA DEL PROGETTO: Macchina a controllo numerico a 3 assi

RELAZIONE RIASSUNTIVA DEL PROGETTO: Macchina a controllo numerico a 3 assi RELAZIONE RIASSUNTIVA DEL PROGETTO: Macchina a controllo numerico a 3 assi INTRODUZIONE: La macchina realizzata è un complesso multifunzionale che permette lo spostamento di molti tipi di utensili o comunque

Dettagli

QUALE TV LED LED MIGLIORE???

QUALE TV LED LED MIGLIORE??? QUALE TV LED LED MIGLIORE??? L altra caratteristica che i pannelli Full Led possono avere oltre al Local Dimming è il LED RGB. Alcune aziende infatti usano un singolo led bianco per retro illuminare il

Dettagli

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI

GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI Capitolo3:Layout 1 17-10-2012 15:33 Pagina 73 CAPITOLO 3 GRANDEZZE ELETTRICHE E COMPONENTI OBIETTIVI Conoscere le grandezze fisiche necessarie alla trattazione dei circuiti elettrici Comprendere la necessità

Dettagli

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse

Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Isolamento acustico: valutazione del potere fonoisolante per strutture complesse Dott. Edoardo Piana, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia, via Branze 38,

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del cavo di alimentazione di rete sono colorati secondo

Dettagli

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W (cod.k4010) K4010 CARATTERISTICHE TECNICHE - POTENZA MUSICALE: 300W a 4 ohm/ 200W a 8 ohm. - POTENZA RMS: 155W a 4 ohm/100w a 8 ohm (a

Dettagli

UTILIZZO SUBWOOFER, CROSSOVER E RAPPORTO POTENZA SUB\SATELLITI

UTILIZZO SUBWOOFER, CROSSOVER E RAPPORTO POTENZA SUB\SATELLITI UTILIZZO SUBWOOFER, CROSSOVER E RAPPORTO POTENZA SUB\SATELLITI I subwoofer sono una parte importante per un efficace sistema di diffusione. Sottofondi leggeri o musica d accompagnamento possono anche non

Dettagli

Disponibile in finitura bianco lucido o nero sarà in vendita da Novembre a Euro 159,00.

Disponibile in finitura bianco lucido o nero sarà in vendita da Novembre a Euro 159,00. Wireless Speaker M-BTP50 Elevata potenza, grande durata della batteria, design elegante e suono senza compromessi; questi sono i contenuti distintivi di M-BTP50 un progetto sviluppato in Italia di Macrom.

Dettagli

E l e t t r o m a g n e t i s m o. Saggio Finale

E l e t t r o m a g n e t i s m o. Saggio Finale Corso abilitante IX ciclo Classe di concorso A038 ( Fisica ) Anno Accademico 2007 / 2008 (1 anno ) Specializzando: ( matr. 3801/SS ) E l e t t r o m a g n e t i s m o prof. Saggio Finale 1. Presentazione

Dettagli

Come visto precedentemente l equazione integro differenziale rappresentativa dell equilibrio elettrico di un circuito RLC è la seguente: 1 = (1)

Come visto precedentemente l equazione integro differenziale rappresentativa dell equilibrio elettrico di un circuito RLC è la seguente: 1 = (1) Transitori Analisi nel dominio del tempo Ricordiamo che si definisce transitorio il periodo di tempo che intercorre nel passaggio, di un sistema, da uno stato energetico ad un altro, non è comunque sempre

Dettagli

Forza. Forza. Esempi di forze. Caratteristiche della forza. Forze fondamentali CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA

Forza. Forza. Esempi di forze. Caratteristiche della forza. Forze fondamentali CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA Forza CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA Cos è una forza? la forza è una grandezza che agisce su un corpo cambiando la sua velocità e provocando una deformazione sul corpo 2 Esempi

Dettagli

Sistema gru di alluminio leggero per carichi tra 125 e 2000 kg. LIGHTster

Sistema gru di alluminio leggero per carichi tra 125 e 2000 kg. LIGHTster Sistema gru di alluminio leggero per carichi tra 125 e 2000 kg LIGHTster LIGHTster Basso peso proprio Possono essere usate in ambiti di applicazione che possono sopportare solo carichi a basso carico statico;

Dettagli

L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E

L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E L A B O R A T O R I O D I I N F O R M A T I C A M U S I C A L E MODULO 1: MANIPOLAZI ONE DEL SEGNALE AUDI O G.PRESTI - 24/03/2015 - LE ZI ON E 5 1. INTRODUZIONE AGLI AMBIENTI MULTITRACCIA In linea di massima

Dettagli

Corso di preparazione esame di radiooperatore 2015. Radiotecnica 2. valvole e classi di funzionamento. Carlo Vignali, I4VIL

Corso di preparazione esame di radiooperatore 2015. Radiotecnica 2. valvole e classi di funzionamento. Carlo Vignali, I4VIL A.R.I. - Sezione di Parma Corso di preparazione esame di radiooperatore 2015 Radiotecnica 2 valvole e classi di funzionamento Carlo Vignali, I4VIL TRIODO AMPLIFICATORE TRIODO AMPLIFICATORE Esempio. TRIODO

Dettagli

Test d ingresso. Classe I D PNI Liceo Scientifico F. Enriques Livorno

Test d ingresso. Classe I D PNI Liceo Scientifico F. Enriques Livorno Test d ingresso Classe I D PNI Liceo Scientifico F. Enriques Livorno 1) Un corpo si muove di moto rettilineo a velocità costante su un piano orizzontale che possiamo considerare privo d attrito. Rappresenta

Dettagli

La qualità. Di Stefano Azzini

La qualità. Di Stefano Azzini . La qualità Di Stefano Azzini Nel settore turisticoalberghiero e nella ristorazione, la parola qualità è molto di moda. E' vero che la maggior parte delle aziende che hanno superato la crisi sono quelle

Dettagli

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW Le antenne a quadro (o telaio) Il principio di funzionamento di un'antenna a quadro è differente da quello delle comuni antenne filari

Dettagli

Presentazione Unico 150

Presentazione Unico 150 Presentazione Unico 150 Unico 150 è un amplificatore sviluppato secondo criteri al contempo audiofili e scientifici, che hanno portato alla realizzazione di un prodotto diverso sia dalla precedente produzione

Dettagli

5 Amplificatori operazionali

5 Amplificatori operazionali 5 Amplificatori operazionali 5.1 Amplificatore operazionale: caratteristiche, ideale vs. reale - Di seguito simbolo e circuito equivalente di un amplificatore operazionale. Da notare che l amplificatore

Dettagli

11. Macchine a corrente continua. unità. 11.1 Principio di funzionamento

11. Macchine a corrente continua. unità. 11.1 Principio di funzionamento 11. Macchine a corrente continua unità 11.1 Principio di funzionamento Si consideri una spira rotante con velocità angolare costante e immersa in un campo magnetico costante come in figura 11.1. I lati

Dettagli