Oggetto Registrazioni Contabili - Prestazioni di servizi intra ed extra UE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto Registrazioni Contabili - Prestazioni di servizi intra ed extra UE"

Transcript

1 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-84XK8U24404 Data ultima modifica 02/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità, Intrastat Oggetto Registrazioni Contabili - Prestazioni di servizi intra ed extra UE * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 28/04/2010 Premessa normativa Il II comma dell articolo 17 del DPR 633/1972, statuisce testualmente che Gli obblighi relativi alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate nel territorio dello Stato da soggetti non residenti nei confronti di soggetti passivi stabiliti nel territorio dello Stato, compresi i soggetti indicati all' articolo 7-ter, comma 2, lettere b) e c), sono adempiuti dai cessionari o committenti. (comma così sostituito dall'art. 1, comma 1, lettera h), D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18) L autofattura è un documento sostanzialmente simile alla fattura che il committente, soggetto passivo d imposta, dovrà emettere nei confronti di se stesso, sostituendosi così al fornitore (prestatore del servizio) privo di stabile organizzazione in Italia e che non si sia identificato direttamente o abbia nominato un rappresentante fiscale. Il documento andrà compilato in unico esemplare non dovendo essere consegnato o spedito alla controparte e dovrà contenere i requisiti essenziali previsti per le fatture ordinarie; sullo stesso dovrà essere indicato il numero di partita IVA del committente, cioè del soggetto passivo che emette la fattura. Poiché l autofattura è il documento sostitutivo emesso dal committente, seguirà la stessa regola dell operazione cui si riferisce: pertanto, potrà riferirsi ad un operazione imponibile, non imponibile, esente, ecc.; sullo stesso andrà riportato anche il protocollo relativo alle fatture ricevute. Quanto all individuazione del momento da cui scatta l obbligo dell emissione dell autofattura, è bene rammentare che, ai sensi dell articolo 6 del DPR 633/1972, in caso di cessione di beni esso andrà individuato nel momento della consegna o spedizione dei beni, nel caso, invece, di prestazioni di servizi si dovrà fare riferimento al massimo alla data di pagamento del corrispettivo; per le prestazioni di carattere continuativo, prestate da soggetti UE, effettuate in un periodo superiore ad un anno, in assenza di pagamenti, la fattura deve essere emessa al termine di ogni anno solare. Qualora il documento estero (fattura o altro documento) sia emesso in valuta non comunitaria, la conversione in euro dovrà essere fatta, ai sensi dell articolo 14 del DPR 633/1972, secondo il cambio del giorno in cui l operazione di considera effettuata e, in mancanza, secondo il cambio del giorno antecedente più prossimo. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 1 di 14

2 Obblighi formali Una volta verificato che l operazione sia rilevante ai fini IVA in Italia, al ricevimento di una fattura emessa da un soggetto residente all'estero, il soggetto italiano dovrà provvedere (secondo il combinato disposto degli artt. 17, 21 e 25, DPR 633/1972) a: a) emettere un autofattura in unico esemplare (art. 21, quinto comma, D.P.R. n. 633/1972) (non integrazione del documento del fornitore estero); b) i requisiti essenziali sono gli stessi di quelli previsti per le fatture "ordinarie", "con l'avvertenza che il numero di partita Iva da indicare sul documento è quello del committente del servizio, cioè del soggetto passivo che emette la fattura". Esempio: INTESTAZIONE AZIENDA CHE EMETTE L AUTOFATTURA AUTOFATTURA ART. 17, CO. 2, D.P.R 633/73 N. 1 DEL 10/09/2009 SPETT.LE AZIENDA CHE EMETTE L AUTOFATTURA RIF. FT/DOCUMENTO DEL FORNITORE ESTERO N. DEL DESCRIZIONE SERVIZI IMPONIBILE 1.000,00 IVA 20% (O ESENTE, ECC.) 200,00 TOTALE 1.200,00 ANNOTAZIONI Autofattura emessa in unico esemplare, ai sensi dell art. 17, secondo comma, D.P.R. n. 633/1972, per operazioni effettuate da soggetto non residente, senza stabile organizzazione e senza rappresentante nominato in Italia. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 2 di 14

3 Modalità di registrazione contabile con il software L autofattura deve essere annotata nel registro delle fatture con l'indicazione del numero progressivo, dell'ammontare imponibile, dell'imposta, nonché della ditta, denominazione o ragione sociale del prestatore estero. Ed inoltre, per consentire la perfetta neutralità dell'imposta, l'autofattura deve essere anche annotata nel registro degli acquisti. La numerazione dell autofattura può essere effettuata seguendo l ordinaria numerazione delle fatture attive (la procedura assegnerà, relativamente alla registrazione sul registro acquisti, il protocollo progressivo all ultimo utilizzato, oppure utilizzando una apposita numerazione per l autofattura, provvedendo alla registrazione su appositi registri sezionali vendite / acquisti, procedura suggerita per praticità nella gestione delle numerazioni e delle date). Per la registrazione dell autofattura si suggeriscono le seguenti due alternative: 1) registrare tale documento sia nel registro delle fatture emesse (es. causale V01) che nel registro degli acquisti (es. causale A01); tale registrazione viene effettuata esclusivamente ai fini della liquidazione dell IVA; pertanto si consiglia di utilizzate sia per la registrazione sul registro acquisti che vendite lo stesso soggetto (fornitore effettivo: identificato sia come cliente che come fornitore) sia lo stesso conto contabile possibilmente utilizzando lo specifico conto di costo; in quanto si potranno verificare le seguenti ipotesi: a. in caso di IVA totalmente detraibile, il conto di costo utilizzato verrà azzerato ed alimentato esclusivamente dalla registrazione del documento estero; in tale ipotesi si potrebbe utilizzare anche un conto transitorio o patrimoniale; b. in caso di IVA parzialmente detraibile, il conto di costo utilizzato rimarrà aperto automaticamente per l importo dell IVA indetraibile; in tale ipotesi, se si utilizzasse un conto transitorio o patrimoniale, la procedura alimenterebbe tale conto utilizzato per l importo dell IVA indetraibile, lasciando all utente l onere di girocontare tale importo allo specifico conto di costo. Solo per le aziende di tipo Impresa - Successivamente si dovrà provvedere al giroconto contabile del Cliente con il Fornitore ; qualora si desiderasse anche chiudere le partite, si dovrà provvedere, o alla cancellazione manuale delle partite rimaste aperte a seguito del semplice giroconto contabile, ovvero effettuare una registrazione di tipo incasso e una di tipo pagamento utilizzando come contropartita un conto di appoggio (possibilmente transitorio). Per le aziende di tipo Professionista - Successivamente si dovrà effettuare una registrazione di tipo incasso e una di tipo pagamento utilizzando come contropartita un conto di appoggio (possibilmente transitorio). Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 3 di 14

4 Stampa Registri IVA Registro IVA vendite Figura 1 Registro IVA acquisti (detraibilità 100%) Figura 2 Registro IVA acquisti (es. indetraibilità 100%) Figura 3 Così facendo la procedura computa, nella liquidazione periodica, l'imposta relativa all'autofattura sia a proprio credito (nella percentuale detraibile) che a proprio debito. In presenza di pro-rata la liquidazione determinerà la quota di IVA detraibile spettante. Successivamente, registrare la fattura/documento estero solo ai fini contabili (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09) o anche ai fini IVA (utilizzando quindi una causale di tipo fattura fornitore, es: A01, S01), esclusivamente al fine di creare/gestire una partita sul fornitore estero sull ordinario registro IVA acquisti, con un codice IVA fuori campo. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 4 di 14

5 2) registrare tale documento sia nel registro delle fatture emesse che nel registro degli acquisti utilizzando la Causale A50 (nei registri ordinari, ovvero sezionali); tale registrazione viene effettuata esclusivamente ai fini della liquidazione dell IVA utilizzando, il fornitore effettivo (comma 2 art. 23 e art. 25 del D.P.R. 633/1972) ed il relativo conto contabile di costo, in quanto si potranno verificare le seguenti ipotesi: a. in caso di IVA totalmente detraibile, il conto di costo utilizzato verrà azzerato ed alimentato esclusivamente dalla registrazione del documento estero; in tale ipotesi si potrebbe utilizzare anche un conto transitorio o patrimoniale; b. in caso di IVA parzialmente detraibile, il conto di costo utilizzato rimarrà aperto automaticamente per l importo dell IVA indetraibile; in tale ipotesi, se si utilizzasse un conto transitorio o patrimoniale, la procedura alimenterebbe tale conto utilizzato per l importo dell IVA indetraibile, lasciando all utente l onere di girocontare tale importo allo specifico conto di costo. Al fine di stornare il conto di costo utilizzato con la partita del fornitore, si potrà: o aggiungere nella registrazione dell autofattura una ulteriore riga nella quale riportare il conto di costo già precedentemente utilizzato con importo (pari al valore imponibile) negativo con codice IVA 105; in tal modo verrà azzerato sia il conto di costo utilizzato sia la partita del fornitore; o eseguire una o più registrazioni contabili in prima nota in modo tale da stornare sia il conto di costo che il fornitore. Successivamente registrare la fattura/documento estero solo ai fini contabili (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09) o anche ai fini IVA (utilizzando quindi una causale di tipo fattura fornitore, es: A01, S01) sull ordinario registro IVA acquisti, con un codice IVA fuori campo. Integrazione fattura Qualora il fornitore del servizio fosse un soggetto passivo Intracomunitario, in sostituzione della procedura sopra descritta relativa all emissione e registrazione di un autofattura è possibile utilizzare la procedura di integrazione della fattura del fornitore così come prevista per gli acquisti di beni intracomunitari (vedi Circ. Agenzia Entrate n.12 del 12 marzo 2010, par.3.2) utilizzando le causali A09 o A11 e gli specifici codici IVA (es: i codici IVA 174 e 175 se l operazione è non imponibile o esente in Italia ed i codici I21, I22, I23, I24, I25 se l operazione è soggetta ad IVA in Italia); ciò non comporta la necessità di procedere ai sopramenzionati meccanismi previsti per l autofattura. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 5 di 14

6 GESTIONE CODICI IVA PER PRESTAZIONI DI SERVIZI DIRETTIVA N.2008/8/CE DEL 12/02/2008 (articoli. da 7-ter a 7-septies) Prestazioni rese a soggetto italiano La gestione è differenziata sulla base della tipologia di prestatore: 1. Prestatore italiano 1.1. Privato: In tale ipotesi la prestazione non rientra nel campo di applicazione dell IVA per carenza del presupposto soggettivo in capo al prestatore, sulla base delle regole ordinarie già vigenti in precedenza. Per la gestione in contabilità si utilizza il codice IVA 104 Art. 5 Escluso ovvero registrandolo solo in Contabilità generale (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09) Soggetto passivo d imposta: In tale ipotesi la prestazione rientra nel campo di applicazione dell IVA sulla base delle regole ordinarie. Per la gestione in contabilità si utilizzano gli ordinari codici IVA. 2. Prestatore extracomunitario 2.1. Privato: In tale ipotesi la prestazione non rientra nel campo di applicazione dell IVA per carenza del presupposto soggettivo in capo al prestatore, sulla base delle regole ordinarie già vigenti in precedenza. Per la gestione in contabilità si utilizza il codice IVA 104 Art. 5 Escluso ovvero registrandolo in Contabilità generale (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09) Soggetto passivo di imposta: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l assoggettamento della prestazione ad IVA mediante il meccanismo dell autofatturazione. Per la gestione in contabilità è possibile utilizzare i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176, 177 per la registrazione (con causali A01 e V01 ovvero A50 come specificato nel par. Modalità di registrazione contabile con il software ) dell autofattura, sia sul registro iva acquisti che vendite, ed il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. per la registrazione del documento del fornitore extracomunitario ovvero registrandolo in Contabilità generale (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09). Le deroghe al criterio generale potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (art.7-quater, c.1, lett.a) e punto lett.a) C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, gestibile utilizzando la procedura sopra descritta; se l immobile è situato all estero (cee ed extracee) l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, ed è gestibile utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-quater, c.1, lett.b) e punto lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA gestibile utilizzando la procedura sopra descritta; parte non soggetta ad IVA gestibile utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ; prestazioni relative ad attività culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, quali fiere ed esposizioni, ivi compresi i servizi prestati dagli organizzatori di dette attività, nonché le prestazioni di servizi accessorie alle precedenti (art.7-quinquies e punto lett.c C.M. 58/2009): Prestazioni effettuate fino al 31/12/2010: Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 6 di 14

7 soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, gestibili utilizzando la procedura sopra descritta; se le attività sono svolte all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e sono gestibili utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; Prestazioni effettuate dall 1/1/2011: seguono la regola generale di cui all art. 7-ter (IVA nel paese del committente). prestazioni di servizi per l accesso a manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, ivi comprese fiere ed esposizioni, nonchè le prestazioni di servizi accessorie connesse con l accesso: soggette ad IVA in Italia quando le attività sono svolte in Italia, gestibili con la stessa procedura utilizzabile nei casi generali di cui all art.7-ter (autofattura). servizi di ristorazione e catering (art.7-quater, c.1, lett.c) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, gestibili utilizzando la procedura sopra descritta; se le attività sono eseguite all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e sono gestibili utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (art.7-quater, c.1, lett.d) e punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia (acque nazionali o spazio aereo nazionale), gestibili utilizzando la procedura sopra descritta; negli altri casi le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e sono gestibili utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (art.7- quater, c.1, lett.e) e punto lett.c C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, gestibili utilizzando la procedura sopra descritta (utilizzando il codice IVA 177 per la compilazione anche dei righi di dettaglio acquisti di beni non ammortizzabili); in caso contrario le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e sono gestibili utilizzando il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale. 3. Prestatore comunitario 3.1. Privato: In tale ipotesi la prestazione non rientra nel campo di applicazione dell IVA per carenza del presupposto soggettivo in capo al prestatore, sulla base delle regole ordinarie già vigenti in precedenza. Per la gestione in contabilità si utilizza il codice IVA 104 Art. 5 Escluso ovvero registrandolo in Contabilità generale (utilizzando quindi una causale di tipo Normale, es: D09) Soggetto passivo di imposta: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l assoggettamento della prestazione ad IVA mediante il meccanismo dell autofatturazione, ovvero integrazione della fattura comunitaria (vedi par. Integrazione fattura ). Per la gestione in contabilità si utilizza per la registrazione dell autofattura (con causali A01 e V01 ovvero A50 come specificato nel par. Registrazioni contabili ) - o dell integrazione della fattura (vedi par. Integrazione fattura ) - i codici IVA 174 e 175 se l operazione è non imponibile o esente in Italia (l operazione non rientra nel modello INTRASTAT), ed i codici I21, I22, I23, I24, I25 se Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 7 di 14

8 l operazione è soggetta ad IVA in Italia (l operazione rientra nel modello INTRASTAT), e solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale (come precisato nel par. Modalità di registrazione contabile con il software ). Le deroghe al criterio generale suddetto potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (art.7-quater, c.1, lett.a) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, utilizzando, per la registrazione dell autofattura, o della fattura integrata, i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176, 177 e, solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario, si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; se l immobile è situato all estero (cee ed extracee) l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-quater, c.1, lett.b) e punto lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA si utilizzano i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176 e 177; e per la parte non soggetta ad IVA si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ; prestazioni relative ad attività culturali, scientifiche, sportive, ecc. (art.7- quinquies e punto lett.c C.M. 58/2009): Prestazioni effettuate fino al 31/12/2010: soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando per la registrazione dell autofattura, o della fattura integrata, i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176, 177 e, solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario, si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; se le attività sono svolte all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; Prestazioni effettuate dall 1/1/2011: seguono la regola generale di cui all art. 7-ter (IVA nel paese del committente). prestazioni di servizi per l accesso a manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, ivi comprese fiere ed esposizioni, nonchè le prestazioni di servizi accessorie connesse con l accesso: soggette ad IVA in Italia quando le attività sono svolte in Italia, gestibili con la stessa procedura utilizzabile nei casi generali di cui all art.7-ter (autofattura). servizi di ristorazione e catering (art.7-quater, c.1, lett.c) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, utilizzando per la registrazione dell autofattura, o della fattura integrata, i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176, 177 e, solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; se le attività sono eseguite all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (art.7-quater, c.1, lett.d) e punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 8 di 14

9 (acque nazionali o spazio aereo nazionale), utilizzando per la registrazione dell autofattura, o della fattura integrata, i codici IVA 130, 131, 132, 174, 175, 176, 177 e, solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; negli altri casi le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (art.7- quater, c.1, lett.e) e punto lett.c C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, utilizzando per la registrazione dell autofattura, o della fattura integrata, il codice IVA 177 e, solo nell ipotesi di utilizzo del metodo dell autofatturazione, per la registrazione del documento emesso dal fornitore comunitario si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale; qualora i mezzi siano messi a disposizione fuori dall Italia, le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 107 Art.7 serv.ric. ovvero registrandolo in Contabilità generale. Prestazioni rese da soggetto iva italiano Prestazioni di servizi effettuate La gestione è differenziata sulla base della tipologia di committente: 4. Committente italiano 4.1. Privato: In tale ipotesi la prestazione rientra nel campo di applicazione dell IVA sulla base delle regole ordinarie già vigenti in precedenza. Per la gestione in contabilità si utilizzano i codici IVA ordinari Soggetto passivo d imposta: In tale ipotesi la prestazione rientra nel campo di applicazione dell IVA sulla base delle regole ordinarie. Per la gestione in contabilità si utilizzano gli ordinari codici IVA. 5. Committente extracomunitario 5.1. Privato: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l assoggettamento della prestazione ad IVA. Per la gestione in contabilità è possibile utilizzare gli ordinari codici IVA. Le deroghe al criterio generale potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (art.7-quater, c.1, lett.a) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, gestibile utilizzando gli ordinari codici IVA; se l immobile è situato all estero (cee ed extracee) l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 9 di 14

10 prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-quater, c.1, lett.b) e punto lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA gestibile utilizzando gli ordinari codici IVA, e per la parte non soggetta ad IVA utilizzando il codice IVA 073 Art.7 servizi ; prestazioni relative ad attività culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, quali fiere ed esposizioni, ivi compresi i servizi prestati dagli organizzatori di dette attività, nonché le prestazioni di servizi accessorie alle precedenti (art.7-quinquies e punto lett.c C.M. 58/2009) e prestazioni di servizi per l'accesso alle manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, nonchè le relative prestazioni accessorie: soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se le attività sono svolte all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering (art.7-quater, c.1, lett.c) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, gestibili utilizzando gli ordinari codici IVA; se le attività sono eseguite all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (art.7-quater, c.1, lett.d) e punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia (acque nazionali o spazio aereo nazionale), utilizzando gli ordinari codici IVA; negli altri casi le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (art.7- quater, c.1, lett.e) e punto lett.c, C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se i mezzi sono messi a disposizione fuori dall Italia sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; prestazioni di intermediazione in nome e per conto del cliente (art.7-sexies, c.1, lett.a) e punto 2.2 lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se l operazione principale è effettuata in Italia, (l operazione può essere imponibile o non imponibile ai sensi dell art. 9, comma 1, n.7 del DPR 633/72), utilizzando gli ordinari codici IVA; se l operazione principale è effettuata nella CEE, la prestazione è considerata fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; prestazioni di trasporto di beni extracomunitario rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-sexies, c.1, lett.b) e punto 2.2 lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA (anche eventuale non imponibilità) utilizzando gli ordinari codici IVA, per la parte non soggetta ad IVA si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ; prestazioni di trasporto di beni intracomunitario (art.7-sexies, c.1, lett.c) e punto 2.2 lett.c Circolare): rilevanti in Italia quanto il luogo di partenza è ivi situato, si utilizzano gli ordinari codici IVA; Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 10 di 14

11 in caso contrario la prestazione è non soggetta ad IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; prestazioni di lavorazione o perizie relative a beni mobili materiali, e le operazioni accessorie ai trasporti, quali carico, scarico, movimentazione e simili (art.7-sexies, c.1, lett.d) e punto 2.2 lett.d C.M. 58/2009): rilevanti in Italia se ivi eseguite, e si utilizzano gli ordinari codici IVA; in caso contrario le prestazioni non sono soggette ad IVA e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; prestazioni relative a cessioni e concessioni di marchi, diritti d autore, brevetti, licenze, prestazioni pubblicitarie, prestazioni fornite da consulenti, ingegneri, avvocati, periti contabili e d altre prestazioni analoghe, elaborazione di dati e fornitura di informazioni, operazioni bancarie, finanziarie ed assicurative, comprese le operazioni di riassicurazione, ad eccezione della locazione di casseforti, messa a disposizione del personale, prestazioni di locazione di beni mobili materiali diversi dai mezzi di trasporto, concessione dell accesso ai sistemi di distribuzione di gas naturale o di energia elettrica, servizi di trasmissione mediante gli stessi e la fornitura di altri servizi direttamente collegati, servizi di telecomunicazione e di teleradiodiffusione, i servizi prestati per via elettronica, le prestazioni di servizi inerenti all obbligo di non esercitare interamente o parzialmente un attività professionale o un diritto di cui sopra (art.7-sexies, c.1, lett.e,f,g) e punto 2.2 C.M. 58/2009), non si considerano effettuate nel territorio italiano, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale Soggetto passivo di imposta: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l esclusione della prestazione dal campo di applicazione dell IVA. Per la gestione in contabilità è possibile utilizzare il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale. Le deroghe al criterio generale potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (art.7-quater, c.1, lett.a) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se l immobile è situato all estero (cee ed extracee) l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-quater, c.1, lett.b) e art.7-quater, c.1, lett.b) e punto lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA gestibile utilizzando gli ordinari codici IVA, e per la parte non soggetta ad IVA utilizzando il codice IVA 073 Art.7 servizi ; prestazioni relative ad attività culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, quali fiere ed esposizioni, ivi compresi i servizi prestati dagli organizzatori di dette attività, nonché le prestazioni di servizi accessorie alle precedenti (art.7-quinquies e punto lett.c C.M. 58/2009): Prestazioni effettuate fino al 31/12/2010: soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se le attività sono svolte all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; Prestazioni effettuate dall 1/1/2011: seguono la regola generale di cui all art. 7-ter (IVA nel paese del committente). Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 11 di 14

12 prestazioni di servizi per l accesso a manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, ivi comprese fiere ed esposizioni, nonchè le prestazioni di servizi accessorie connesse con l accesso: soggette ad IVA in Italia quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA. servizi di ristorazione e catering (art.7-quater, c.1, lett.c) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, gestibili utilizzando gli ordinari codici IVA; se le attività sono eseguite all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (art.7-quater, c.1, lett.d) e punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia (acque nazionali o spazio aereo nazionale), utilizzando gli ordinari codici IVA; negli altri casi le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (art.7- quater, c.1, lett.e) e punto lett.c C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se i mezzi sono messi a disposizione fuori dall Italia sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero si registra l operazione in Contabilità generale. 6. Committente comunitario 6.1. Privato: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l assoggettamento della prestazione ad IVA. Per la gestione in contabilità è possibile utilizzare gli ordinari codici IVA. Le deroghe al criterio generale potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (art.7-quater, c.1, lett.a) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, gestibile utilizzando gli ordinari codici IVA; se l immobile è situato all estero (cee ed extracee) l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (punto lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA utilizzando gli ordinari codici IVA, e per la parte non soggetta ad IVA utilizzando il codice IVA 073 Art.7 servizi ; prestazioni relative ad attività culturali, artistiche, sportive scientifiche, educative, ricreative e simili, quali fiere ed esposizioni, ivi compresi i servizi prestati dagli organizzatori di dette attività, nonché le prestazioni di servizi accessorie alle precedenti (art.7-quinquies e punto lett.c C.M. 58/2009), e prestazioni di servizi per l'accesso alle manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, nonchè le relative prestazioni accessorie: soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 12 di 14

13 se le attività sono svolte all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering (art.7-quater, c.1, lett.c) e punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se le attività sono eseguite all estero (cee o extracee) le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (art.7-quater, c.1, lett.d) e punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia (acque nazionali o spazio aereo nazionale), utilizzando gli ordinari codici IVA; negli altri casi le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (art.7- quater, c.1, lett.e) e punto lett.c C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA; se i mezzi sono messi a disposizione fuori dall Italia sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di intermediazione in nome e per conto del cliente (art.7-sexies, c.1, lett.a) e punto 2.2 lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se l operazione principale è effettuata in Italia (l operazione può essere imponibile o non ai sensi dell art. 9, comma 1, n.7 DPR 633/72), utilizzando gli ordinari codici IVA; se l operazione principale è effettuata nella CEE, la prestazione è considerata fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di trasporto di beni extracomunitario rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (art.7-sexies, c.1, lett.c) e punto 2.2 lett.b C.M. 58/2009): parte soggetta ad IVA (anche eventuale non imponibilità) utilizzando gli ordinari codici IVA, per la parte non soggetta ad IVA si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ; prestazioni di trasporto di beni intracomunitario (art.7-sexies, c.1, lett.c) e punto 2.2 lett.c C.M. 58/2009): rilevanti in Italia quanto il luogo di partenza è ivi situato, si utilizzano gli ordinari codici IVA; in caso contrario la prestazione è non soggetta ad IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale; prestazioni di lavorazione o perizie relative a beni mobili materiali, e le operazioni accessorie ai trasporti, quali carico, scarico, movimentazione e simili (art.7-sexies, c.1, lett.d) e punto 2.2 lett.d C.M. 58/2009): rilevanti in Italia se ivi eseguite, e si utilizzano gli ordinari codici IVA; in caso contrario le prestazioni non sono soggette ad IVA e si utilizza il codice IVA 073 Art.7 servizi ovvero registrandolo in Contabilità generale Soggetto passivo di imposta: In tale ipotesi la regola generale introdotta con la Direttiva prevede l esclusione della prestazione dal campo di applicazione dell IVA. Per la gestione in contabilità è possibile utilizzare il codice IVA 077 Art.7 ser.cee, qualora l operazione debba essere indicata nel modello INTRASTAT, ovvero il codice IVA 073 Art.7 servizi per le operazioni che non devono Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 13 di 14

14 essere indicate nel modello INTRASTAT (prestazioni che non risultano soggette ad imposta nel Paese in cui l operazione non è territorialmente rilevante). *Si precisa che, quanto sotto riportato ed evidenziato, ha valenza interpretativa; si rimanda pertanto alla lettura della normativa di riferimento che potrebbe anche essere suscettibile di differenti interpretazioni. Le deroghe al criterio generale potranno essere gestite con le seguenti modalità: servizi su immobili e prestazioni accessorie (punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA se immobile in Italia, utilizzando gli ordinari codici IVA (020, ); se l immobile è situato all estero, l operazione è fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi ; prestazioni di trasporto passeggeri rilevanti in Italia in proporzione alla distanza ivi percorsa (punto lett.b C.M. 58/2009): per la tratta in Italia soggetta ad IVA si utilizzano i codici IVA ordinari, la tratta eseguita all estero non soggetta ad IVA e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi ; prestazioni relative ad attività culturali, scientifiche, sportive, ecc. (punto lett.c C.M. 58/2009): Prestazioni effettuate fino al 31/12/2010: soggette ad IVA quando le attività sono svolte in Italia, utilizzando i codici IVA ordinari; se le attività sono svolte all estero, le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi ; Prestazioni effettuate dall 1/1/2011: seguono la regola generale di cui all art. 7-ter (IVA nel paese del committente). prestazioni di servizi per l accesso a manifestazioni culturali, artistiche, sportive, scientifiche, educative, ricreative e simili, ivi comprese fiere ed esposizioni, nonchè le prestazioni di servizi accessorie connesse con l accesso: soggette ad IVA in Italia quando le attività sono svolte in Italia, gestibili utilizzando gli ordinari codici IVA. servizi di ristorazione e catering (punto lett.a C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando le attività sono eseguite in Italia, utilizzando i codici IVA ordinari; se le attività sono eseguite all estero, le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi ; servizi di ristorazione e catering a bordo di navi, aerei e treni (punto lett.b C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando il trasporto è effettuato nella CEE con partenza dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita in Italia (acque nazionali o spazio aereo nazionale), utilizzando i codici IVA ordinari; se il trasporto è effettuato nella CEE con partenza fuori dall Italia, o per trasporti extracee per la prestazione eseguita fuori dall Italia, le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi ; locazione, leasing, noleggio e simili a breve termine di mezzi di trasporto (punto lett.c C.M. 58/2009): soggette ad IVA quando i mezzi sono messi a disposizione in Italia, utilizzando i codici IVA ordinari; se i mezzi sono messi a disposizione fuori dall Italia, le operazioni sono fuori dal campo di applicazione IVA, e si utilizza il codice IVA 073 Art. 7 servizi. Wolters Kluwer Italia Srl Help Desk Software Pagina 14 di 14

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA a) operazioni nel campo IVA Si tratta delle operazioni nelle quali sono presenti tutti i presupposti di applicazione dell imposta, e cioè: presupposto soggettivo = esercizio di impresa, arte o professione;

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Guida pratica agli adempimenti

Guida pratica agli adempimenti Guida pratica agli adempimenti amministrativi delle aziende Rag. Tatiana Augelli INDICE - Iva e liquidazioni Le aliquote IVA; la detraibilità; le modalità di liquidazione ed i termini; - Termini di registrazione

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Dr. Rag. D Antuono Emilio

Dr. Rag. D Antuono Emilio Aggiornato al 26/02/2013 Copyright Riproduzione Riservata IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA L Art. 1 comma 44 della legge n. 296/2006 ha introdotto nel nostro sistema il meccanismo del REVERSE CHARGE o INVERSIONE

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ)

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 luglio 2015 OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) 2 1. PREMESSA...

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Studio Associato Servizi Professionali Integrati Member Crowe Horwath International Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Abstract Le fatture emesse mediante

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Prot. 2009/ Roma, 24 marzo 2015 OGGETTO: Descrizione OGGETTO: Depositi IVA Indice 1. Premessa... 3 2. Depositi IVA - definizione... 4 Agenzia delle Entrate

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA

L applicazione dell IVA agevolata del 10% per le opere di MANUTENZIONE ORDINARIA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA Studio Tecnico Geometri SAPINO Giuseppe e PEDERZANI Fabio Via Pollano, 26 12033 MORETTA (CN) - tel. 0172.94169 fax 172.917563 mail: gsapino@geosaped.com fpederzani@geosaped.com P.E.C.: giuseppe.sapino@geopec.it

Dettagli

Una guida per diportisti e operatori. nautica& FISCO REGIONE LIGURIA. a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria

Una guida per diportisti e operatori. nautica& FISCO REGIONE LIGURIA. a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria Una guida per diportisti e operatori REGIONE LIGURIA nautica& FISCO a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria UCINA nautica& FISCO Una guida per diportisti e operatori

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma, 15 Gennaio 2014

RISOLUZIONE N. 10/E. Roma, 15 Gennaio 2014 RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 15 Gennaio 2014 OGGETTO: IVA - EXPO 2015 - regime di non imponibilità stabilito dall art. 10, comma 5, dell Accordo tra il Governo della Repubblica

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag.

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag. Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI A cura di: Dott.ssa Luana Bernardoni Dott.ssa Antonella Scaglioni Dott. Marco Ferri Dott.

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

L imposta sul valore aggiunto

L imposta sul valore aggiunto Università degli Studi di Roma 3 Facoltà di Giurisprudenza L imposta sul valore aggiunto Dispense ad uso degli studenti del corso di Diritto Tributario Indice IL SISTEMA DELL IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO...

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Roma, 1 marzo 2007. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N.12/E OGGETTO: Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 1 marzo 2007 OGGETTO: Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006 e successive modifiche Revisione del regime fiscale delle cessioni

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Per la Cassazione l omesso Reverse charge non genera danni erariali di Francesco Greggio

Per la Cassazione l omesso Reverse charge non genera danni erariali di Francesco Greggio Edizione di giovedì 7 maggio 2015 CRISI D IMPRESA Vademecum su transazione fiscale e crisi da sovraindebitamento di Alessandro Bonuzzi AGEVOLAZIONI Novità modello IRAP 2015: la deduzione per incremento

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015 CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 marzo 2015 OGGETTO: Reverse charge Estensione a nuove fattispecie nel settore edile, energetico, nonché alle cessioni di pallets recuperati ai cicli

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Le quote di emissione di gas ad effetto serra

Le quote di emissione di gas ad effetto serra OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Le quote di emissione di gas ad effetto serra Febbraio 2013 Copyright OIC Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC)

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE Analisi di alcune fattispecie di variazione in aumento ed in diminuzione maggiormente significative per la determinazione del reddito d'impresa nel Modello Unico SC/2010 Il quadro RF contenuto nel Modello

Dettagli