What's new di SitePainter Infinity

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "What's new di SitePainter Infinity"

Transcript

1 What's new di SitePainter Infinity

2 COPYRIGHT by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trascritta o copiata senza il permesso dell'autore. TRADEMARKS Tutti i marchi di fabbrica sono di proprietà dei rispettivi detentori e vengono riconosciuti in questa pubblicazione. Ultima revisione Giugno 2009 ZUCCHETTI S.p.A. Indirizzi sito WEB:

3 Sommario What's New Librerie aggiuntive (JAR) Componente SlideToolbar in SPI Portalstudio Componente Timer in SPI Portalstudio Routine asincrone Grafici nel report SPI Portalstudio: Data object e Data Grid server-side 'Suggest' sui campi linkati Portlet inclusi nelle gestioni La robustezza delle credenziali Foundling child SOMMARIO I

4

5 Capitolo 1 What's New Ecco l'elenco delle nuove implementazioni della build Librerie aggiuntive (JAR) Le librerie aggiuntive che venivano usate sia per la compilazione che per l'esecuzione delle applicazioni realizzate con SITEPAINTER INFINITY, sono state inserite direttamente nella cartella 'libraries' del tool al fine di facilitare le operazioni di setup e di avere tutto sempre a disposizione. Nota bene Nel caso si utilizzi una versione pre-esistente del jdk si consiglia chiaramente di eliminare i vecchi jar delle release precedenti del tool dalla cartella jdk/jre/lib/ext. I jar rilasciati con questa versione sono compatibili a partire dal jdk 15 e dal Tomcat 5.x. Nome file Versione Dim.ne in byte Necessario in compilazione servlet.jar si no jcaptcha.jar si si commonscollections.jar commons-loggingapi.jar no si no si Necessario esecuzione in Per chi utilizza un runtime Java 1.4.x Nome file Versione Dim.ne in byte Necessario in compilazione rowset.jar no si Necessario esecuzione in WHAT'S NEW 1

6 Modulo WebReport Nome file Versione Dim.ne in byte Necessario in compilazione dsn.jar si si imap.jar si si mailapi.jar si si pop3.jar si si smtp.jar si si activation.jar si si JimiProClasses.jar si si pja.jar no si itext.jar si si jcommon.jar si si jfreechart.jar si si Necessario esecuzione in LEGENDA Le librerie necessarie in compilazione vengono usate per il la compilazione dei sorgenti java generati dal tool. In particolare la versione correntemente distribuita della servlet.jar risulta valida per versioni delle API a partire dalla 2.4 (ad esempio il jar risulta valido a partire da Tomcat 5.x. Se risultasse necessario utilizzare versioni precedenti alla 5.x è necessario utilizzare la versione 2.3 recuperabile direttamente sul sito del produttore dell'application server). Le librerie necessarie in esecuzione sono usate quando l'applicazione viene testata/pubblicata. Queste vengono deployate nell'application (per Tomcat ad esempio nella WEB-INF\lib). Per ogni container bisogna studiare le istruzioni relative alla struttura delle directory. I raggruppamenti delle librerie sono effettuati secondo i seguenti criteri Le prime righe sono necessarie per qualsiasi tipo di applicazione realizzata con SITEPAINTER INFINITY. La versione delle API minima richiesta per poter utilizzare un'applicazione Sitepainter è la 2.3. Se il JDK usato per compilare l'applicazione è lo stesso usato per eseguire il container delle servlet bisogna aver cura di porre nella directory <JDK DIR>/jre/lib/ext una versione compatibile con il container utilizzato: ad es. la versione 2.3 per Tomcat 4.x. Le librerie necessarie al runtime Java 1.4.x sono diventate parte integrante dell'edizione standard della piattaforma Java 5 a partire dalla versione 1.5 e sono anch'esse necessarie per tutte le applicazioni. Vanno quindi usate solo se l'applicazione viene testata/pubblicata in un ambiente di versione precedente la 1.5.x. Le librerie del WebReport sono necessarie unicamente se si utilizza il modulo WebReport. 2 WHAT'S NEW

7 1.2 Componente SlideToolbar in SPI Portalstudio Figura 1 - L'effetto della toolbar a scorrimento A fronte della creazione di nuovi skin per le applicazioni realizzate con SITEPAINTER INFINITY abbiamo pensato di rendere disponibile questo nuovo componente che consente di creare toolbar in cui i bottoni 'scorrono', da qui il nome di SlideToolbar, per far apparire un testo quando ci si posiziona sopra. Figura 2 - Il decoratore dei titoli delle gestioni per lo Skin Infinity L'utilizzo principale lo possiamo ritrovare nei portlet che fanno da 'Decoratori' per i titoli delle gestioni. La toolbar di stato che consente l'interazione con la servlet è stata creata proprio sfruttando questo oggetto. Rimandiamo alla documentazione di SITEPAINTER PortalStudio per le proprietà, i metodi e gli eventi supportati dal componente. WHAT'S NEW 3

8 1.3 Componente Timer in SPI Portalstudio Figura 3 - L'oggetto Timer In SITEPAINTER PortalStudio è stata aggiunta una nuova componente, utilizzabile nei portlet: Timer. Questa componente permette di eseguire una procedura ad una cadenza temporale predefinita, in modo da poter creare oggetti attivi che anche senza l'intervento dell'utente eseguono dei compiti come controllare se sono arrivati messaggi di posta, se ci sono aggiornamenti delle pagine che stiamo osservando o se altri utenti si sono loggati al sistema. Inserendo un oggetto di questo tipo nel portlet avremo una componente senza interfaccia, nascosta all'utente, il cui unico compito è attivare un evento a cadenza temporale predefinita che potrà essere gestito da una procedure nell'action Code del portlet. 4 WHAT'S NEW

9 Figura 4 - Un esempio di Timer utilizzato con routine asincrona La componente permette una controllo molto fine su quando l'evento viene attivato. La forma più semplice è un intervallo fisso espresso in millisecondi: in questo caso l'evento verrà scatenato ripetutamente al passare del tempo. Questa che è la forma più semplice non risponde completamente alle esigenze applicative. Quindi è possibile modularne il funzionamento attraverso proprietà e procedure. La prima è la possibilità di definire se la componente è attiva immediatamente o se inizierà a scatenare l'evento dopo essere stata attivata attraverso una apposita funzione. Specularmente a volte un compito, una volta portato a termine, potrebbe non richiedere più questa esecuzione cadenzata, quindi è a disposizione del programmatore una funzione che permette di disattivare la componente che smetterà di scatenare l'evento. La frequenza in cui viene attivato l'evento potrebbe variare a seconda dello stato dell'applicazione. Per esempio, in una chat, finché si è in attesa potrebbe bastare un controllo ogni secondo, mentre iniziata la conversazione per poter avere un comportamento fluido occorre verificare lo stato dei messaggi con una frequenza più elevata. La componente offre una funzione che permette di modulare l'intervallo di chiamata, risolvendo questi casi. Un'altra possibilità è quella di scatenare l'evento un numero prefissato di volte. Per esempio si potrebbe voler controllare solo 5 volte se una risorsa è disponibile per poi proseguire con un'opzione alternativa. Questo componente è stato principalmente realizzato per poter essere utilizzato con la nuova feature delle routine asincrone. Ulteriori dettagli possono essere reperiti nel manuale User's Guide (spr_usg) presente nella directory help del tool. WHAT'S NEW 5

10 1.4 Routine asincrone Figura 5 - Un esempio di Routine asincrona Le routine di SITEPAINTER INFINITY sono programmi procedurali che svolgono il loro compito senza presentare un'interfaccia all'utente. Spesso i compiti svolti non possono essere eseguiti in tempi bervi, per cui la tradizionale struttura a botta e risposta prevista dalle applicazioni web non può essere utilizzata: una routine che viene eseguita in termini di minuti (o addirittura di più) lascia l'utente di fronte ad una pagina bianca senza far capire se il programma è in esecuzione o ha incontrato problemi e si è piantato. Se poi viene superato il tempo di timeout previsto dal browser, l'utente si trova di fronte ad uno sconcertante messaggio di errore quando in realtà tutto procede regolarmente. Il trucco a cui molti sono ricorsi è quello di utilizzare lo schedulatore, lanciando un compito a distanza di pochi secondi e quindi monitorandone il procedere. Naturalmente questa soluzione, pur essendo soddisfacente, introduce una inutile complessità richiedendo a presenza dello schedulatore sfruttandone in realtà la sola capacità di creare thread di esecuzione indipendenti dal thread principale dell'utente. In questa versione è stata quindi introdotta una nuova opzione che permette di risolvere elegantemente questo problema, senza dove ricorrere alla sovrastruttura dello schedulatore: l'esecuzione di una routine in modo asincrono. L'operazione di esecuzione di una routine da parte di una routine principale ora presenta la possibilità di eseguire la routine chiamata in modo asincrono. Scegliendo questa opzione il tool crea un nuovo thread ed esegue la routine da chiamare in questo contesto. Il programma quindi prosegue mentre la routine lanciata viene eseguita in parallelo al programma principale. Sono chiaramente stati creati dei metodi per recuperare l'identificativo del l'ultimo thread lanciato (LastStartedAsyncRoutineId( ) e una volta ottenuto l' identificativo del thread è possibile chiedere al sistema sia lo stato che l' ultimo messaggio fornito al sistema dal thread stesso. Per questo si utilizzano due funzioni di sistema: IsAliveAsync(id) e LastMessageAsync(id). La funzione IsAliveAsync(id), che vuole come parametro l'id del thread, è una funzione booleana che indica se il thread è terminato o è ancora in esecuzione. La funzione LastMessageAsync(id), che ha sempre come parametro l'id del thread, ritorna l'ultimo messaggio emesso dal thread con l'istruzione "Mgs" del tool delle routine. Attraverso queste due funzioni è possibile controllare lo stato di avanzamento delle routine eseguite in modo asincrono. Anche in SITEPAINTER Portalstudio nel disegnatore di portlet, l'oggetto SPLinker è stato esteso per supportare l' esecuzione asincrona di qualunque routine. Scegliendo l'opzione "Async routine" la routine viene chiamata server side lanciandola in un nuovo 6 WHAT'S NEW

11 Figura 6 - Un esempio di Timer utilizzato con routine asincrona thread, quindi l'id del thread viene tornato al portlet che la ha invocata. In questo modo il portlet, dopo aver lanciato la routine, riesce a ottenere le informazioni sul come la stessa sta procedendo nell'esecuzione dei propri compiti. Ulteriori dettagli possono essere reperiti nel manuale User's Guide (spr_usg) presente nella directory help del tool. 1.5 Grafici nel report Da questa versione di SITEPAINTER INFINITY sarà possibile aggiungere i grafici all'interno dei report. Utilizzando un file di definizione di un grafico creato tramite il Chart Editor presente nella suite di programmi di SITEPAINTER INFINITY PortalStudio, sarà possibile stampare i grafici, sfruttando una logica simile a quella delle query alternative. Aggiungendo la query utilizzata dal grafico all'elenco delle query presenti nel report, questa sarà disponibile per l'oggetto 'Chart'. A questo punto non si dovrà far altro che specificare la condizione di join con la query principale e quali campi vengono utilizzati dal grafico per averlo a disposizione. WHAT'S NEW 7

12 Figura 7 - L'oggetto 'Chart' all'interno del report 8 WHAT'S NEW

13 Figura 8 - Esempio di stampa in formato pdf 1.6 SPI Portalstudio: Data object e Data Grid server-side Per facilitare l'indicizzazione dei contenuti da parte dei vari motori di ricerca, a partire da questa Build è stata introdotta una nuova modalità per l'estrazione dati dai dataobj (SQLDataobj e XMLDataobj) di SITEPAINTER INFINITY PortalStudio: la modalità "Server-only". Normalmente quando eseguiamo una portlet che contiene un data provider, ccome un Sql Data Object, ed un data consumer, ad esempio una griglia, la portlet viene renderizzata sul client e poi viene utilizzato l'sql Data Object per fornire i dati alla griglia. Questo fa sì che risulti praticamente impossibile indicizzare i contenuti del nostro applicativo. Settando la modalità "Server" sull'sql Data Object, la query viene eseguita server side solo la prima volta che lanciamo la portlet e viene passato un recordset al client in modo che i data consumer presenti nella portlet, tra cui la grid, possano utilizzare i dati. WHAT'S NEW 9

14 Figura 9 - Un esempio della nuova modalità La modalità "Server-only" settata sull'sql Data Object unito al flag 'Server side' sulla griglia, fa invece in modo che la query venga eseguita lato server e la griglia, o meglio tutto l'html necessario, venga prodotto sul server (in modo da poter essere indicizzato) e venga presentato solo dopo averne completato la produzione. 1.7 'Suggest' sui campi linkati Da questa release, a disposizione dell'utente ci sarà un nuovo modo di visualizzazione dei dati all'interno delle gestioni: il "suggest". Sarà sufficiente digitare i primi tre caratteri del testo nella campo linkato per visualizzare automaticamente i primi dieci record che corrispondono a quei valori. 10 WHAT'S NEW

15 Figura 10 - Un esempio di suggest Figura 11 - L'impostazione del suggest assieme alla linked using Per selezionare i valori visualizzati ci si potrà muovere con le frecce e poi confermare premendo "Invio" oppure cliccando con il mouse. L'impostazione del 'suggest' si ottiene semplicemente settando il flag relativo nella maschera di "Edit Field/Variable" ed è principalmente utilizzato in combinazione con il 'Linked using' che ricordiamo, estende le proprietà di ricerca/link anche alle variabili/campi decodificati. I colori e il font del suggest possono essere modificati tramite il SITEPAINTER Skin Editor alla voce 'Field tools' nel paragrafo 'Form'. WHAT'S NEW 11

16 1.8 Portlet inclusi nelle gestioni Figura 12 - Un esempio di page con incluso un portlet con una griglia Una interessante novità della nuova release è la possibilità di includere un portlet creato con SITEPAINTER PortalStudio nelle maschere delle entità prodotte da SITEPAINTER INFINITY. Questa possibilità continua lo sforzo di unione e fusione tra i due strumenti, iniziato con SITEPAINTER INFINITY, e porta anche nello strumento web il modello degli oggettini di CodePainter Client/Server, dove delle classi di MS Visual Foxpro potevano creare piccole componenti da inserire nelle procedure gestionali per specifici compiti che andavano al di la di quello previsto dallo strumento prettamente orientato alle transazioni. Inserire un portlet in una gestione permette di creare oggetti che visualizzano i dati in modo completamente diverso da quello freddo e schematico delle maschere transazionali. E' molto facile creare dei sistemi di visualizzazione che presentano cruscotti, barre, termometri o addirittura grafici, intere griglie o tabelle pivot ricevendo come parametri i dati della parte gestionale. La gestione ed i portlet comunicano attraverso la funzione di calcolo. In tutte le maschere create da SITEPAINTER Infinity ad ogni input da parte dell' utente, dopo aver validato i dati, viene chiamata la funzione (Calculate) che ricalcola tutti gli oggetti calcolati. I portlet inclusi nelle gestioni non sfuggono a questa regola: sono oggetti calcolati, il cui calcolo si basa sulla funzione Calculate scritta nell' Action Code del portlet. 12 WHAT'S NEW

17 Figura 13 - Un esempio della Calculate nel portlet che riceve il parametro dalla page e lancia la query Quindi ad ogni input utente viene chiamata questa funzione, che, ricevendo uno o più parametri dalla maschera, potrà riadattare la visualizzazione per comunicare all'utente i dati ricevuti. WHAT'S NEW 13

18 Figura 14 - La page in sviluppo con incluso in portlet Per poter creare portlet che si prestano ad essere utilizzati in più maschere è possibile passare dei valori di inizializzazione alle variabili del portlet stesso da parte della maschera che lo include. In questo modo il portlet è parametrico e i parametri vengono impostati dalla maschera che lo contiene al momento dell' inclusione. Ulteriori dettagli possono essere reperiti nel manuale User's Guide (spr_usg) presente nella directory help del tool. 1.9 La robustezza delle credenziali Nella nuova release di SITEPAINTER INFINITY sono state fatte parecchie implementazioni volte ad irrobustire il sistema di accesso alle applicazioni. Il sistema, fino alle release precedenti, gestiva le credenziali ponendo l'attenzione soprattutto sugli aspetti prettamente tecnici, attraverso sistemi come il "doppio sale" e gli algoritmi MD5 nella memorizzazione delle password, ora le nuove realizzazioni puntano invece ad evitare gli aspetti "umani" inevitabilmente correlati a questo argomento. Con un esempio chiarificante: se un amministratore di sistema lascia la password vuota anche se viene memorizzata in un modo inattaccabile è comunque molto semplice accedere anche se non si è autorizzati. Il sistema di gestione delle password e degli accessi ora implementa una serie di accorgimenti volti a limitare i problemi che possono derivare da una non corretta gestione al di fuori dell'applicazione stessa di password e profili di accesso e permette di forzare le "buone pratiche". 14 WHAT'S NEW

19 In particolare sono stati implementate le seguenti funzionalità: Complessità della password Età della password Ciclicità della password Livello minimo di robustezza legato al profilo utente Forzatura del cambio password Informazioni di login Captcha Ulteriori dettagli possono essere reperiti nel manuale User's Guide (spr_usg) presente nella directory help del tool Foundling child Figura 15 - La definizione di un Foundling Child Chiamati in gergo 'trovatelli' o 'foundling', sono entità di tipo 'child' di cui l'entità padre non conosce l'esistenza. Questo perché il 'figlio' è presente in un modulo che aggiunge determinate funzionalità al progetto base. Creare questo tipo di entità è molto semplice: si importa nel plan del modulo l'entità padre come 'External entities'. Si aggiunge il trovatello nel plan, operando come nel caso in cui si trattasse di una normale entità 'child', e si imposta il template 'Child Foundling Master entity (MasterFoundlingChild)' o 'Child Foundling Detail entity (DetailFoundlingChild)', a seconda del tipo del trovatello e infine si aggiunge la relazione di tipo 'Parent/Child relationship' tra le due entità, operando nel modo consueto. WHAT'S NEW 15

20 Figura 16 - La definizione di codifica del link sul Foundling Child Si tenga presente che è possibile accedere a quasi tutte le opzioni messe a disposizione dal control 'Link Parent/Child definition' cliccando sul tab 'Foundling Child Option' presente nella dialog 'Global definitions' del menu 'Global' del disegnatore dell'entità. Lì sarà possibile specificare quali campi del padre copiare in quali variabili o campi del trovatello, le condizioni per l'eventuale modifica di tali valori, e la possibilità di specificare il nome del tab in cui sarà presentato il trovatello Dopo il Compile/Deploy, il figlio sarà visualizzato come un tab aggiuntivo nella maschera di inserimento dati del padre. 16 WHAT'S NEW

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis SAP BusinessObjects Process Analysis XI3.1 Service Pack 3 windows Copyright 2010 SAP AG. Tutti i diritti riservati.sap, R/3, SAP NetWeaver, Duet,

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Progettazione e sviluppo di un sistema di tracciabilità e rintracciabilità di filiera AZIENDE DI STOCKAGGIO

Progettazione e sviluppo di un sistema di tracciabilità e rintracciabilità di filiera AZIENDE DI STOCKAGGIO ZUCCHETTI CENTRO SISTEMI SpA Sede Legale: Via Lungarno - 52028 - Terranuova Braccioini (AR) - Tel. 055/9197.1 (R.A.) - Fax 055/9197515 Filiale di Parma Via B. Franklin n.31 43100 Tel. 0521/606272 Fax.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing GoToMeeting e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Risoluzione di altri problemi di stampa

Risoluzione di altri problemi di stampa di altri problemi di stampa Nella tabella riportata di seguito sono indicate le soluzioni ad altri problemi di stampa. 1 Il display del pannello operatore è vuoto o contiene solo simboli di diamanti. La

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO Invio SMS via e-mail MANUALE D USO FREDA Annibale 03/2006 1 Introduzione Ho deciso di implementare la possibilità di poter inviare messaggi SMS direttamente dal programma gestionale di Officina proprio

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli