Percorso A. p A. Le imprese ristorative. Il mercato ristorativo: evoluzione e tendenze

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Percorso A. p A. Le imprese ristorative. Il mercato ristorativo: evoluzione e tendenze"

Transcript

1 Percorso A ndimento 4 Un it à di re p p A Le imprese ristorative Il mercato ristorativo: evoluzione e tendenze La progressiva scomparsa dell economia agricola e la sua sostituzione con una economia industriale, la nascita dei grossi centri urbani, il cambiamento delle strutture sociali hanno reso necessaria una trasformazione delle abitudini. Sempre più persone trascorrono molto tempo fuori casa per lavoro e molte sono le persone che si spostano dalla loro dimora abituale non solo per necessità, ma anche per piacere, quindi è molto aumentata la richiesta di consumare pasti fuori di casa. Tale richiesta viene soddisfatta dalle imprese ristorative che svolgono attività di produzione e somministrazione di cibi e bevande. Possiamo suddividere le imprese ristorative in: imprese della ristorazione commerciale; imprese della ristorazione catering o collettiva. La ristorazione commerciale generalmente comporta il consumo di alimenti e bevande da parte del pubblico nello stesso luogo di produzione degli stessi, invece la ristorazione collettiva produce pasti in luoghi diversi da quelli dove essi verranno consumati. Quest ultima è nata, infatti, per soddisfare le esigenze di grandi comunità, come aziende, scuole, ospedali, caserme o per fornire i pasti sui mezzi di trasporto, come navi, aerei, treni. La ristorazione collettiva, definita anche ristorazione di necessità, e la ristorazione commerciale, chiamata anche ristorazione gastronomica, rappresentano due filoni divergenti che compongono l offerta del mercato ristorativo. b Le imprese della ristorazione commerciale Le imprese della ristorazione commerciale si suddividono nei seguenti segmenti: ristorazione tradizionale; ristorazione intermedia; ristorazione rapida; ristorazione alberghiera; ristorazione agrituristica. Percorso A - Il turismo e le sue imprese 1

2 unità di apprendimento quattro Le imprese ristorative La ristorazione tradizionale è localizzata generalmente nei centri urbani; tale tipologia di ristoranti è in genere di piccole dimensioni con una gestione di tipo familiare e ne fanno parte le strutture che offrono cucina tradizionale, etnica, macrobiotica, vegetariana ecc. Appartengono alla ristorazione intermedia varie tipologie di imprese tra cui: pizzerie; trattorie; rosticcerie; self-service; bistrò. Questa forma di ristorazione è caratterizzata dalla semplicità del servizio, dai tempi di attesa ridotta, dall ambiente informale e dai prezzi abbastanza contenuti. La ristorazione rapida comprende tutti gli esercizi che sono in grado di offrire pasti veloci da consumare al banco o al tavolo oppure pasti da portare a casa già pronti; si parla in questo caso di ristorazione takeaway. Tale forma di ristorazione si è affermata per rispondere all esigenza sempre più diffusa di consumare pasti in poco tempo, fuori casa e a prezzi contenuti. Tra le forme tipiche di ristorazione rapida ricordiamo i fast food, i pub e le pizzerie al taglio o da asporto, i bar che preparano anche spuntini detti anche snack-bar. Per ristorazione alberghiera si intende la somministrazione di alimenti e bevande all interno di una struttura ricettiva, tale attività costituisce una aggiunta ai servizi alberghieri e completa l offerta della struttura, qualificandola. Essa può rivolgersi esclusivamente ai clienti dell albergo, ma spesso è anche rivolta agli esterni. La ristorazione agrituristica è quella ristorazione inserita nell azienda agrituristica; costituisce una attività complementare a quella agricola e viene offerta ai turisti che alloggiano presso l azienda, a clienti esterni e a clienti in occasione di eventi particolari. La preparazione dei pasti deve avvenire principalmente con materie prime prodotte in azienda. c L evoluzione del mercato della ristorazione collettiva La classificazione delle imprese ristorative commerciali può essere semplificata accorpando alcune tipologie e quindi restringendo l offerta ristorativa in due grandi categorie precisamente: la ristorazione tradizionale. la ristorazione moderna. Nella ristorazione tradizionale si fanno rientrare i ristoranti, le pizzerie con servizio ai tavoli, i ristoranti degli alberghi, gli agriturismi, tutti caratterizzati da tempi di attesa un po più lunghi, da prezzi più elevati, da un clima più accogliente. La ristorazione tradizionale si sceglie per i momenti di svago, una serata con amici, una occasione da festeggiare, una cena per rilassarsi. Nella ristorazione moderna si ricomprendono tutti gli altri locali, in parte quelli della ristorazione intermedia e tutti quelli della ristorazione rapida perché caratterizzati da pasti che si consumano velocemente, con prezzi contenuti, in un ambiente 2 Percorso A - Il turismo e le sue imprese

3 unità di apprendimento quattro Le imprese ristorative informale e talvolta un po freddo o impersonale. La ristorazione moderna viene richiesta soprattutto da coloro che devono consumare un pasto in una pausa dal lavoro o dallo studio e dalle lezioni. d Le imprese della ristorazione collettiva o catering Con il termine ristorazione collettiva o catering si intende la preparazione di pasti che verranno consumati in luoghi diversi da quello in cui sono stati prodotti. Le imprese che si occupano di ristorazione collettiva devono prima di tutto provvedere all approvvigionamento delle derrate alimentari, poi devono utilizzarle per la preparazione di pasti che confezionano e distribuiscono per essere consumati in luoghi diversi da quelli in cui vengono preparati e in tempi differiti da quelli della preparazione. Possiamo distinguere, nell ambito di quella collettiva, la ristorazione: sociale (scolastica, universitaria, ospedaliera, caserme, altre comunità), rivolta alle grandi comunità; aziendale (mense aziendali), rivolta alle grandi aziende; sui mezzi di trasporto (navi, aerei, treni), presente sui mezzi di trasporto e diversificata a seconda della lunghezza del viaggio; alberghiera, rivolta agli alberghi che talvolta acquistano prodotti per la colazione o dessert da offrire a fine pasto. e I buoni pasto I buoni pasto o ticket restaurant sono distribuiti da quelle aziende che hanno l obbligo, imposto dalla contrattazione collettiva, di fornire la mensa aziendale o una indennità di mensa ai loro dipendenti. I lavoratori che ricevono i carnet con i buoni pasto li possono utilizzare negli esercizi convenzionati, a loro scelta. Fornendo i buoni pasto le aziende, quindi, non devono provvedere direttamente alla preparazione e somministrazione dei pasti, ma pagano altre imprese, quelle della ristorazione che lavorano nel settore, per fornire tale servizio. I ticket sono emessi da società che erogano il servizio buoni pasto e accettati in pagamento da una rete di locali, soprattutto da quelli che lavorano nel segmento della ristorazione veloce. Le aziende pagano le società che forniscono i ticket e queste ultime pagano i locali che forniscono i pasti in cambio dei buoni. L utilizzo sempre crescente dei buoni pasto conferma la loro validità; infatti essi sono vantaggiosi per le aziende, in quanto queste non fanno investimenti per la mensa aziendale, per i lavoratori che ricevono il corrispettivo di un pasto da utilizzare nei locali da loro scelti e, infine, per i ristoratori che forniscono i pasti. f Nuove forme contrattuali: il franchising Il franchising è un contratto di collaborazione tra due imprese, una detta franchisor, che generalmente è una catena ristorativa o alberghiera, e l altra, chiamata franchisee, rappresentata da un ristorante o un albergo. In base a questo contratto Percorso A - Il turismo e le sue imprese 3

4 unità di apprendimento quattro Le imprese ristorative il franchisee, conservando la proprietà e la gestione, entra a far parte della catena ristorativa o alberghiera ed ha la possibilità di utilizzare il nome, l immagine, il marchio, lo stile comunicativo, nonché l organizzazione di vendita e di gestione che il franchisor mette a disposizione. Il ristorante o albergo per potersi associare ed entrare a far parte della catena deve avere determinate caratteristiche strutturali e dovrà pagare: un diritto di ingresso, che va versato solo per il primo anno; una quota associativa o royalty da versare annualmente in percentuale all ammontare complessivo del fatturato. Chi chiede di associarsi ad una catena, inoltre, deve essere in grado di dimostrare le sue capacità professionali e patrimoniali e deve assumersi l impegno di utilizzare i sistemi di gestione della catena alla quale ci si vuole associare. Per il franchisee o associato ci sono indubbi vantaggi: l utilizzo di un nome già conosciuto e quindi di una «buona reputazione» sul mercato, il che gli permette di avere già clienti fedeli alla catena. lo sfruttamento dei sistemi operativi e gestionali già testati e consolidati dal franchisor, i quali gli procureranno un incremento del fatturato e quindi una maggior occupazione delle camere; l inserimento nei sistemi di prenotazione centralizzati della catena; la formazione del personale fatta direttamente dal franchisor; le campagne pubblicitarie completamente a carico della catena, ma con riflessi positivi su tutti gli associati. g Altre formule contrattuali di gestione ristorativa e alberghiera Insieme al franchising si stanno affermando altri tipi di contratto, tra i quali: management contract; joint venture. Il management contract rappresenta un contratto con cui una società di gestione alberghiera o ristorativa si assume l impegno di condurre una struttura già esistente o appena costituita. La società di gestione ha già una formula imprenditoriale sperimentata e un nome conosciuto e ottiene in cambio un canone di fitto o una royalty. Questa modalità permette, da un lato, al proprietario di una struttura di affidarsi ad una società di gestione che si è specializzata in quel settore e che possiede un know how senza perderne la proprietà, dall altro consente alla società di gestione di espandere il suo marchio. La joint venture è una associazione temporanea tra imprese che uniscono i propri mezzi e le reciproche competenze per realizzare un progetto in comune. Una volta raggiunto l obiettivo la joint venture si scioglie. Il vantaggio principale che si ottiene da questa forma di organizzazione è la possibilità di intraprendere attività che da soli non si potrebbero realizzare; inoltre si riducono i rischi e i costi e si fraziona l investimento iniziale. Le imprese che costituiscono una joint venture rimangono sempre separate giuridicamente. 4 Percorso A - Il turismo e le sue imprese

5 unità di apprendimento quattro Le imprese ristorative verifiche Domande aperte 1. Quali sono le caratteristiche delle imprese della ristorazione commerciale? 2. Quali sono le caratteristiche delle imprese della ristorazione collettiva? 3. La ristorazione alberghiera è destinata solo ai clienti dell albergo? 4. La ristorazione agrituristica può essere svolta da tutti i ristoratori? 5. Che cosa sono i buoni pasti e da chi vengono utilizzati? 6. Che tipo di contratto è il franchising? 7. Quali sono i vantaggi che il franchising dà all associato? 8. Cosa prevede il management contract? Percorso A - Il turismo e le sue imprese 5

6 unità di apprendimento quattro Le imprese ristorative Correlazioni Individua la tipologia di struttura ristorativa e indicala nella apposita colonna. Caso Struttura ricettiva Marco vuole trascorrere una serata speciale con la sua fidanzata e sceglie un ristorante adatto. Gianni vuole mangiare qualcosa nella pausa pranzo. Roberta deve rientrare a scuola e decide di andare a mangiare qualcosa insieme alla sua amica Ilaria. I coniugi Rossi vogliono festeggiare con parenti ed amici in un bel posto il loro 25 anniversario di matrimonio. La famiglia Bianchi, che alloggia all Hotel Bellavista, cena sempre lì. Maurizio dopo l allenamento si ferma a mangiare qualcosa prima di rientrare a casa. La famiglia Rossi vuole trascorrere una giornata in campagna e mangiare cibi genuini e a chilometri 0. Applicazione Giovanni Landolfi è proprietario di un selfservice situato in una zona di uffici, vende ogni anno in media pasti ad un prezzo medio di 12 e. Riceve una proposta di affiliazione con la stipula di un contratto di franchising da parte di una catena di selfservice molto nota. Giovanni, nel caso sottoscrivesse il contratto, potrebbe vendere pasti con lo stesso prezzo medio. Sapendo che il contratto prevede: un diritto di entrata di e una royalty sul fatturato del 3% valuta se l affiliazione può risultare conveniente. 6 Percorso A - Il turismo e le sue imprese

Programmazione classe terza B O.d.R. Articolazione: SERVIZI DI SALA E DI VENDITA

Programmazione classe terza B O.d.R. Articolazione: SERVIZI DI SALA E DI VENDITA Programmazione classe terza B O.d.R. Articolazione: SERVIZI DI SALA E DI VENDITA Unità di apprendimento A L'IMPRESA E LE SOCIETÀ 3 Adeguare e organizzare la produzione e la vendita dei prodotti e dei servizi

Dettagli

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità Percorso A ndimento 3 Un it à di re p p A Le imprese ricettive L industria dell ospitalità Il numero di imprese che attualmente operano nel settore turistico è elevato e possiamo individuare le seguenti

Dettagli

Il reparto sala-bar. Tipologie e organizzazione dei locali. Tipologia e organizzazione dei locali. www.salabar.it/node/119.

Il reparto sala-bar. Tipologie e organizzazione dei locali. Tipologia e organizzazione dei locali. www.salabar.it/node/119. Il reparto sala-bar Tipologie e organizzazione dei locali da pag 222 www.salabar.it/node/119 www.webalice.it/stefano_sancassani 1 Tipologia e organizzazione dei locali commerciale fornitura, in locali

Dettagli

ECONOMIA DEI GRUPPI DELLE IMPRESE TURISTICHE

ECONOMIA DEI GRUPPI DELLE IMPRESE TURISTICHE ECONOMIA DEI GRUPPI DELLE IMPRESE TURISTICHE Dott.ssa Francesca Picciaia Università di Perugia Facoltà di Economia LE FORME AGGREGATIVE NELLE IMPRESE TURISTICHE 2 IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Globalizzazione

Dettagli

Le imprese di viaggi: norme regolatrici e loro attività

Le imprese di viaggi: norme regolatrici e loro attività Percorso A ndimento 5 Un it à di re p p A Le imprese di viaggi Le imprese di viaggi: norme regolatrici e loro attività All interno della legge-quadro 135 del 29 marzo 2001 sul turismo non c è una precisa

Dettagli

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali LE COMBINAZIONI ECONOMICHE Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali Che rappresentano le operazioni economiche

Dettagli

Mission. Food24 é una Società commerciale e di servizi che opera nel settore della distribuzione automatica.

Mission. Food24 é una Società commerciale e di servizi che opera nel settore della distribuzione automatica. Mission Food24 é una Società commerciale e di servizi che opera nel settore della distribuzione automatica. Food24 progetta e realizza soluzioni automatiche chiavi in mano per la vendità e somministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO. Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica)

REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO. Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica) REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO Articolo 1 (Ambito di applicazione) Il presente regolamento disciplina la forma di ricettività denominata Albergo Diffuso nei centri storici urbani, di cui all articolo 12,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi

44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi 44541 - GESTIONE DELLA RISTORAZIONE CDL: Scienze dei consumi alimentari e della ristorazione- A.A. 2009/2010 Prof. D. Viaggi N.B. Da compilare su file e restituire al docente via e-mail entro venerdì 23

Dettagli

Giornata di Formazione in Aula. Il corso per sviluppare nuove idee e apprendere tecniche di management in area Breakfast.

Giornata di Formazione in Aula. Il corso per sviluppare nuove idee e apprendere tecniche di management in area Breakfast. Giornata di Formazione in Aula L Arte del Breakfast Il corso per sviluppare nuove idee e apprendere tecniche di management in area Breakfast PREMESSA Il mondo del breakfast è in continua mutazione e oggi

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG36U ATTIVITÀ 56.10.11 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE ATTIVITÀ 56.10.20 RISTORAZIONE SENZA SOMMINISTRAZIONE CON

STUDIO DI SETTORE UG36U ATTIVITÀ 56.10.11 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE ATTIVITÀ 56.10.20 RISTORAZIONE SENZA SOMMINISTRAZIONE CON STUDIO DI SETTORE UG36U ATTIVITÀ 56.10.11 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE ATTIVITÀ 56.10.20 RISTORAZIONE SENZA SOMMINISTRAZIONE CON PREPARAZIONE DI CIBI DA ASPORTO ATTIVITÀ 56.10.42 RISTORAZIONE AMBULANTE

Dettagli

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG44U 55.10.00 Alberghi; 55.20.51 Affittacamere per brevi soggiorni,

Dettagli

SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA.

SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA. UNA FRANCHISING SCOPRI LA PROSSIMA APERTURA UNA. LA TUA. FORMULA UNA Hotels & Resorts e UNAWAY Hotels sono marchi che contraddistinguono una catena alberghiera di proprietà completamente italiana che per

Dettagli

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: «Angelo Berti»

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: «Angelo Berti» Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione: «Angelo Berti» «Evoluzione della ristorazione. Tipologie di ristoranti» Relatore: Professore Nicola Bruno Casadei Mail: nicola.casadei@istruzione.it

Dettagli

DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE

DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE Classe 3 A (Ristorazione) Anno Scolastico 2014/15 STRUMENTI OPERATIVI 1. L Imposta sul Valore Aggiunto - Le aliquote IVA 2. La fattura - La base imponibile 3. Lo scorporo

Dettagli

I.I.S.S MEDITERRANEO CENTRO TERRITORIALE RISORSE SCUOLA POLO CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PROGETTO OBBLIG AZIONE

I.I.S.S MEDITERRANEO CENTRO TERRITORIALE RISORSE SCUOLA POLO CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PROGETTO OBBLIG AZIONE Modulo di lavoro Materia Asse I.I.S.S MEDITERRANEO CENTRO TERRITORIALE RISORSE SCUOLA POLO CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA PROGETTO OBBLIG AZIONE Programmazione del dipartimento di MATERIE PROFESSIONALI

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

COMUNE DI LAGONEGRO PROVINCIA DI POTENZA

COMUNE DI LAGONEGRO PROVINCIA DI POTENZA COMUNE DI LAGONEGRO PROVINCIA DI POTENZA CARTA DEI SERVIZI CASA DI RIPOSO MARIA LUISA COSENTINO Casa di Riposo M. L. Cosentino Via Napoli 85042 Lagonegro (PZ) Tel. 0973/21356 0973/41330 Fax 0973/21930

Dettagli

Corso accordi e reti Lezione III Ricevimento venerdì ore 12:00 via Acton michele.simoni@uniparthenope.it. Corso Accordi e Reti Prof.

Corso accordi e reti Lezione III Ricevimento venerdì ore 12:00 via Acton michele.simoni@uniparthenope.it. Corso Accordi e Reti Prof. Corso accordi e reti Lezione III Ricevimento venerdì ore 12:00 via Acton michele.simoni@uniparthenope.it Le reti burocratiche e le reti proprietarie RETI BUROCRATICHE Reti regolate da contratti di scambio

Dettagli

franchising Galloway easy going business

franchising Galloway easy going business franchising Galloway easy going business easy going il cibo easy going l ambiente easy going il business lo stile Galloway è unico in tutto! Chi è Galloway? GalloWHo È d obbligo iniziare dalle presentazioni:

Dettagli

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali

Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali LE COMBINAZIONI ECONOMICHE Nell ambito del sistema degli accadimenti di ciascun istituto una posizione centrale è occupata dalle combinazioni economiche generali Che rappresentano le operazioni economiche

Dettagli

Benvenuti. il Cuoppo

Benvenuti. il Cuoppo Franchising Benvenuti il Cuoppo Diet ro ogni impresa di successo c è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa. La nostra mission : Diventare una delle principali realtà di franchising nel settore

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, 03 marzo 2009

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, 03 marzo 2009 CIRCOLARE N. 6/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 marzo 2009 OGGETTO: Ulteriori chiarimenti in merito al corretto trattamento fiscale delle spese relative a prestazioni alberghiere e

Dettagli

Indice: I Requisiti dell affiliato Perche affiliarsi con noi Il Progetto L Attività Il menù del Ristorante I Costi Chi Siamo.

Indice: I Requisiti dell affiliato Perche affiliarsi con noi Il Progetto L Attività Il menù del Ristorante I Costi Chi Siamo. Indice: I Requisiti dell affiliato Perche affiliarsi con noi Il Progetto L Attività Il menù del Ristorante I Costi Chi Siamo info.: Vincenzo Volpicelli Via Fiume vico 5 n 1 Casapulla (CE) 81020 Pers. :

Dettagli

IDEA. Il marchio FREESTYLE hotels è un marchio registrato. Tutti i diritti riservati. pag. 1

IDEA. Il marchio FREESTYLE hotels è un marchio registrato. Tutti i diritti riservati. pag. 1 IDEA L idea innovativa nasce da un team operante nel settore turistico alberghiero e composto da R&D hospitality, società specializzata nella ricerca e sviluppo di opportunità di investimento turistico

Dettagli

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori?

1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? 3. Quali sono le strutture socioassistenziali per minori? 1. Quali sono le procedure per aprire una struttura che presta servizi socioassistenziali? Le procedure per aprire una struttura socioassistenziale sono definite dalla normativa regionale. Il rappresentante

Dettagli

pasta ammore il franchising

pasta ammore il franchising 20.05.15 Il contesto pasta ammore il franchising Da oltre 30 anni assistiamo al dilagare dei fast food, street food e take away, che sono entrati nella nostra vita e rappresentano oramai un modo di alimentarsi

Dettagli

Definizione di albergo

Definizione di albergo ORGANIZZAZIONE DELL AZIENDA ALBERGHIERA L albergo è una macchina che richiede un organizzazione complessa e personale qualificato: tutto deve girare come un orologio per garantire un servizio all altezza

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

Haru Sushi - scheda informativa franchising

Haru Sushi - scheda informativa franchising Haru Sushi - scheda informativa franchising Caratteristiche - Licenza d uso del marchio Haru Sushi ; - Area di esclusiva; - Formazione iniziale con tirocinio; - Assistenza per tutta la durata del contratto;

Dettagli

Modello di regolamento spese

Modello di regolamento spese Modello di regolamento spese Circolare del 28 agosto 2006 / 11 dicembre 2007 Le autorità fiscali cantonali riconoscono reciprocamente i regolamenti spese approvati dall autorità fiscale del Cantone di

Dettagli

Le Imprese della ristorazione

Le Imprese della ristorazione Le Imprese della ristorazione Milano, 28 maggio 2012 PERCORSO 1. SISTEMA CONCORRENZIALE 2. ECONOMICS 3. STRUTTURA E SEGMENTAZIONE DELL OFFERTA 4. UN CASO DI SUCCESSO: IL QUICK CASUAL 5. COSTRUIRE LA FORMULA

Dettagli

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA

TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO TURISMO E SPORT Denominazione della figura TECNICO DELL ACCOGLIENZA E DELL OSPITALITA Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

Dettagli

SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO. Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company

SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO. Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company 1. Perchè crescere all estero: lo scenario internazionale Integrazione

Dettagli

CLASSE IF a. s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO

CLASSE IF a. s. 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE IF a. s. 2014/2015 Materia: ECONOMIA AZIENDALE Docente: Angela Antoniazzi PROGRAMMA SVOLTO Al termine dell anno gli studenti dovranno possedere le seguenti conoscenze e competenze/abilità: Conoscenze

Dettagli

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI

PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI shangguan chao jiang jiabei roberto manzari dong mi huang qin enrico rondinelli maicol zoia evoluzione dei PRODOTTI ALIMENTARI CONFEZIONATI BIJKER s SCOT THEORY esemplificazione sul nostro caso studio

Dettagli

Parte Quarta Il turismo sostenibile: perché? Equità sociale e economica: gli stakeholders

Parte Quarta Il turismo sostenibile: perché? Equità sociale e economica: gli stakeholders Parte Quarta Il turismo sostenibile: perché? Equità sociale e economica: gli stakeholders Contraddizione tra globale e locale Marca differenze tra paesi Ricchi e Poveri Monopolio (Multinazionali del Turismo

Dettagli

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 Tempo per la preparazione: 1 minuto Durata dell intervento tra di due candidati: minimo 4 minuti - massimo 5 minuti CANDIDATO/A A VACANZE IN EUROPA Ha deciso di visitare

Dettagli

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA

REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA REPORT 2010 IL FRANCHISING IN ITALIA Roma 29 settembre 2010 a cura di Danila Negrini - Ufficio Economico Confesercenti Nazionale dati indagine e mappe: BRD consultino-g&o 1. Premessa Vengono di seguito

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE

ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE CORSO DI ORDINAMENTO ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE Indirizzo: TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI Tema di: ECONOMIA E TECNICA DELL AZIENDA TURISTICA I prodotti turistici si configurano come il risultato

Dettagli

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia 6 7 8 12 novembre 2012 Istituto Moreschi via San Michele del Carso, 25 Milano 0 1 INDICE 1. Riferimenti normativi 2. Funzioni

Dettagli

innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione

innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione innovazione e tecnologia al servizio della ristorazione COMUS - SOFTWARE DI RISTORAZIONE Sistema integrato di gestione ristoranti, pizzerie, pub,

Dettagli

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere.

Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Gestioni, consulenze e soluzioni innovative per aziende alberghiere. Da oltre dieci anni il mercato turistico mondiale ha cambiato aspetto. L'avvento del web come canale di distribuzione, i portali online,

Dettagli

Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2

Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2 Profilo professionale: CAMERIERE/BARISTA Livello: 2 Competenze C1 PREPARARE L AREA DI LAVORO PER IL SERVIZIO M1 Materie INFORMATICA DI BASE, GESTIONE DATI ED INTERNET Competenze associate C6, C30, C31,

Dettagli

L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza

L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza L Economia della Ristorazione il Menù della Ricchezza dalla giornata del 9 aprile L Italia non è solo il Bel Paese, ma è anche il Buon Paese : siamo dei buongustai, ci piace la buona cucina e la buona

Dettagli

il contesto turistico maltese

il contesto turistico maltese 29 31 2. Il contesto turistico maltese 2.1 I trend della domanda Dopo aver attraversato un ciclo economico quarantennale, tra periodi di forte crescita e periodi di crisi, il settore turistico è divenuto

Dettagli

IMPIANTI E ATTREZZATURE

IMPIANTI E ATTREZZATURE www.fieragate.it contemporaneamente la prima borsa del turismo gate & gusto SETTORI IN ESPOSIZIONE IMPIANTI E ATTREZZATURE Ristorazione, Pub, Pizzeria, Bar, Birrerie, Enoteche, Pasticceria, Gelateria,

Dettagli

IPSAR-IPSEOA SASSARI

IPSAR-IPSEOA SASSARI IPSAR-IPSEOA SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2015/2016 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

TITOLO VII USI IN MATERIA ALBERGHIERA

TITOLO VII USI IN MATERIA ALBERGHIERA TITOLO VII 175 Capitolo primo USI IN MATERIA DI ALBERGHI Sommario Ammissione agli alberghi Art. 1 Prenotazione di camere «2 Condizione e durata del contratto «3 Prenotazioni di servizi extra «4 Accettazione

Dettagli

Consorzio Autorità dell Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Pavia

Consorzio Autorità dell Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Pavia Consorzio Autorità dell Ambito Territoriale Ottimale della provincia di Pavia REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DI TRASFERTA DEL PERSONALE DIPENDENTE approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

REPORT 2011: IL FRANCHISING IN ITALIA

REPORT 2011: IL FRANCHISING IN ITALIA Massimo Vergassola Ufficio studi FIF REPORT 211: IL FRANCHISING IN ITALIA Premessa Vengono di seguito presentati i principali risultati della decima indagine sul Franchising in Italia, promossa da FIF-Confesercenti

Dettagli

IPSEOA A. Turi - Matera

IPSEOA A. Turi - Matera IPSEOA A. Turi - Matera Anno di costituzione: 1972 Tre Sedi: 1. Via Castello (sede centrale) 2. Via Gramsci 3. Via Petrarca (convitto annesso) Convitto Via Petrarca Matera Aperto agli studenti di sesso

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Subingressi di cui all art. 15 della l.r. n. 30 del 2003. in B.U.R.L. n. 34 del 16-8-2004 sommario

Subingressi di cui all art. 15 della l.r. n. 30 del 2003. in B.U.R.L. n. 34 del 16-8-2004 sommario CIRC R(3) COMM 31_04 Pag: 1 CIRCOLARE 30 Luglio 2004 n. 31 Chiarimenti operativi sull applicazione della l.r. n. 30 del 2003, sugli Indirizzi generali e sui corsi abilitanti, per il rilascio da parte dei

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - CUOCO/A - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE Il cuoco è

Dettagli

Marketing turistico. L acquisto ed il consumo dei servizi turistici. Prof. ROBERTO PAPA 18

Marketing turistico. L acquisto ed il consumo dei servizi turistici. Prof. ROBERTO PAPA 18 Marketing turistico L acquisto ed il consumo dei servizi turistici Prof. ROBERTO PAPA 18 Comportamento turistico leisure Distacco e ritorno Solo il turismo implica un allontanamento fisico dalle località

Dettagli

Il sottoscritto (Richiedente) nato a il / / residente a Via,Piazza ecc. n. in qualità di CHIEDE

Il sottoscritto (Richiedente) nato a il / / residente a Via,Piazza ecc. n. in qualità di CHIEDE Marca da bollo.14,62 Spett. Comune di Usmate Velate Ufficio Commercio Domanda per il rilascio dell Autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande ai sensi della L.R. n. 6/2010 art. 61 e segg.

Dettagli

Il franchising McDonald s

Il franchising McDonald s Il franchising McDonald s Il franchising da McDonald s è una collaborazione ed una adesione totale ai valori del marchio, alla ricerca dell eccellenza quotidiana nella qualità, nel servizio, nella pulizia,

Dettagli

PASSEPARTOUT MENU PASSEPARTOUT MENU IL SERVIZIO GESTIONE SALA GESTIONE COMANDA MOBILE E TOUCH SCREEN ASPORTO

PASSEPARTOUT MENU PASSEPARTOUT MENU IL SERVIZIO GESTIONE SALA GESTIONE COMANDA MOBILE E TOUCH SCREEN ASPORTO PASSEPARTOUT MENU Passepartout Menu è studiato per soddisfare al meglio le esigenze di ristoranti, pizzerie, bar, pub e di tutte le attività del Food & Beverage. E' molto più di un semplice punto cassa

Dettagli

LE FUNZIONI DEI FORNITORI DI SERVIZI TURISTICI

LE FUNZIONI DEI FORNITORI DI SERVIZI TURISTICI LE FUNZIONI DEI FORNITORI DI SERVIZI TURISTICI Imprese ricettive agenzie dettaglianti tour operator Mario Grasso 1 Le strutture ricettive Gli alberghi - Le residenze turistico-alberghiere I motel - I villaggi

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

AGGREGAZIONI DI IMPRESE

AGGREGAZIONI DI IMPRESE AGGREGAZIONI DI IMPRESE ACCORDI DI COLLABORAZIONE TRA IMPRESE PER IL RAGGIUNGIMENTO DI UN OBIETTIVO COMUNE ESEMPI: CONSORZI, FRANCHISING, GRUPPI AZIENDALI SONO FINALIZZATI A MANTENERE, RAFFORZARE O RIPRISTINARE

Dettagli

Il personale addetto allo stoccaggio dei prodotti senza glutine.

Il personale addetto allo stoccaggio dei prodotti senza glutine. Corsi di formazione per la produzione e / o somministrazione di alimenti senza glutine destinati agli operatori del settore alimentare per la preparazione di pasti per i soggetti celiaci. A chi sono rivolti

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Bologna Abstract: Hotel School S. Cristina è incontro tra formazione e accoglienza, turismo come esperienza e gioia dei sensi, sapori della città e

Bologna Abstract: Hotel School S. Cristina è incontro tra formazione e accoglienza, turismo come esperienza e gioia dei sensi, sapori della città e Hotel School S. Cristina: fare, gustare, sperimentare un altro punto di vista su Bologna Abstract: Hotel School S. Cristina è incontro tra formazione e accoglienza, turismo come esperienza e gioia dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DI MISSIONE DEL PERSONALE DI ARPA PIEMONTE Art. 1 - Oggetto CAPO I PRINCIPI GENERALI 1. Il presente regolamento, nel rispetto dei principi stabiliti in materia

Dettagli

TITOLO VII Altri usi

TITOLO VII Altri usi TITOLO VII Altri usi CAPITOLO 1 PRESTAZIONI VARIE D OPERA E SI SERVIZI (*) CAPITOLO 2 USI MARITTIMI (*) (*) non è stata rilevata o segnalata l esistenza di usi CAPITOLO 3 USI NEI TRASPORTI TERRESTRI ITER

Dettagli

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo

fidelizzare, l arma vincente per il pranzo food&drink / occasioni di consumo 20% IL fatturato bevande del pranzo AL BAR -6% IL fatturato 2013 VS 2012 92 fidelizzare, l arma vincente per il pranzo occasioni di consumo / food&drink L identikit del

Dettagli

DIVISIONE FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO FOOD & MANAGEMENT PRESENTAZIONE

DIVISIONE FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO FOOD & MANAGEMENT PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE Il Ristorante Grantosco di Grosseto in collaborazione con lo Chef Fabrizio Sangiorgi e la First Quality Management Srl, formata da Manager, Chef di cucina, Pasticceri, Maitre e Barman altamente

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio

DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA. Programmazione disciplinare condivisa secondo biennio Istituto Professionale di Stato per i Servizi per l Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera Aurelio Saffi Firenze DIPARTIMENTO TECNICO-PROFESSIONALE INDIRIZZO SERVIZI PER L'ENOGASTRONOMIA SETTORE CUCINA

Dettagli

La strategia aziendale (il Piano Strategico aziendale) scelte di lungo periodo di complessivo adeguamento strutturale dell azienda

La strategia aziendale (il Piano Strategico aziendale) scelte di lungo periodo di complessivo adeguamento strutturale dell azienda La strategia aziendale (il Piano Strategico aziendale) scelte di lungo periodo di complessivo adeguamento strutturale dell azienda Il Marketing strategico (il Piano di Marketing) scelte di lungo periodo

Dettagli

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

Ambito di utilizzo di Ticket Restaurant e Ticket Restaurant Smart (art.285 DPR 207/2010)

Ambito di utilizzo di Ticket Restaurant e Ticket Restaurant Smart (art.285 DPR 207/2010) APPENDICE Normativa Ambito di utilizzo di Ticket Restaurant e Ticket Restaurant Smart (art.285 DPR 207/2010) Il Servizio Ticket Restaurant può essere offerto dall azienda a: tutti i prestatori di lavoro

Dettagli

Ristorazione Aziendale CIR food. Più valore alla tua pausa pranzo.

Ristorazione Aziendale CIR food. Più valore alla tua pausa pranzo. Ristorazione Aziendale CIR food Più valore alla tua pausa pranzo. Ristorazione Aziendale CIR food, un offerta completa. Dalla scelta accurata degli alimenti alla professionalità del personale, dallo studio

Dettagli

Imprenditoria: una scelta alternativa. Milano, 19 luglio 2011

Imprenditoria: una scelta alternativa. Milano, 19 luglio 2011 Imprenditoria: una scelta alternativa Milano, 19 luglio 2011 IDENTIKIT DEL NEO-IMPRENDITORE 2010 Fonte : Centro studi Unioncamere 2 Motivazione alla scelta imprenditorale 9,30% 26,80% Conoscenza del mercato

Dettagli

23/04/2014. ORGANIZZAZIONE: ASD A.S.P.E.A PADOVA ONLUS tel./fax: 049/8934777 e-mail: info@aspeapadova.it

23/04/2014. ORGANIZZAZIONE: ASD A.S.P.E.A PADOVA ONLUS tel./fax: 049/8934777 e-mail: info@aspeapadova.it 746 A TUTTE LE SOCIETÀ FISDIR INTERESSATE E, P.C. AL REFERENTE TECNICO NAZIONALE DI DISCIPLINA AI DELEGATI REGIONALI FISDIR 23/04/2014 OGGETTO: 6 CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO DI ATLETICA LEGGERA FISDIR

Dettagli

Agenzia Viaggi e Turismo

Agenzia Viaggi e Turismo Agenzia Viaggi e Turismo PROGRAMMI PON AZIONE C1 E C5 Esperienze lavorative e progetti di formazione professionale. TO LEARNING PON FSE C5 IN AMBITO ALBERGHIERO Durata: 3/4 Settimane - 120/160 ore di Stage

Dettagli

RISOLUZIONE N. 47/E. Roma, 28 maggio 2010

RISOLUZIONE N. 47/E. Roma, 28 maggio 2010 RISOLUZIONE N. 47/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 maggio 2010 OGGETTO: Consulenza giuridica - Trattamento fiscale delle spese sostenute dagli operatori congressuali per l acquisto di servizi alberghieri

Dettagli

Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network

Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network Presentazione collaborazione FRANCHISING Attività in network ANNO 2014 LA NOSTRA REALTÀ La C.F.U S.r.l., si occupa principalmente di predisposizione, organizzazione e commercializzazione di Corsi di Laurea

Dettagli

Prof: Valerio Vittori

Prof: Valerio Vittori Istituto Professionale Di Stato Per I Servizi Alberghieri E Della Ristorazione Giacomo Matteotti Via Garibaldi 194, 56124 Pisa Piano di lavoro Anno scolastico 2014/2015 Enogastronomia Settore cucina Classe

Dettagli

Corso introduttivo a International MBA (in Inglese)

Corso introduttivo a International MBA (in Inglese) Indice: Corso introduttivo a International MBA (in Inglese) Mini MBA in Ristorazione e Catering Mini-MBA in International Business (in Inglese) Mini MBA in Business Management per Artisti e Creativi Mini

Dettagli

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI PER AZIENDE E LAVORATORI DEL SETTORE TURISMO PER L ANNO 2013

INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI PER AZIENDE E LAVORATORI DEL SETTORE TURISMO PER L ANNO 2013 INDAGINE FABBISOGNI FORMATIVI PER AZIENDE E LAVORATORI DEL SETTORE TURISMO PER L ANNO 2013 REALIZZATA DA E.B.T.T. nei mesi da ottobre a dicembre 2012 INTRODUZIONE Come ogni anno EBTT, sede regionale, realizza

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

Progetto di Promozione Turistica diretto ai gruppi organizzati in collaborazione con le Associazioni di guide Turistiche 2010 ELENCO LOCALI ADERENTI

Progetto di Promozione Turistica diretto ai gruppi organizzati in collaborazione con le Associazioni di guide Turistiche 2010 ELENCO LOCALI ADERENTI Città di U.O. Cultura Turismo Politiche Comunitarie Progetto di Promozione Turistica diretto ai gruppi organizzati in collaborazione con le Associazioni di guide Turistiche 10 ELENCO LOCALI ADERENTI PERNOTTAMENTO

Dettagli

L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE

L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE VEDREMO TRE ESEMPI TIPICI: 1. LE AZIENDE ALBERGHIERE 2. I TOUR OPERATOR 3. LE AGENZIE DI VIAGGIO 1 1. LE AZIENDE ALBERGHIERE ALCUNI ASPETTI

Dettagli

PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI

PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI HOTEL ECOLOGICI DELLA PROVINCIA DI RIMINI Il progetto Le Associazioni Albergatori di Rimini e Riccione insieme alla Provincia di Rimini, hanno progettato il nuovo

Dettagli

www.scuolaazienda.it F. Cammisa P. Matrisciano G. Vacca obiettivi didattici letture specialistiche case histories soluzioni dei test di verifica

www.scuolaazienda.it F. Cammisa P. Matrisciano G. Vacca obiettivi didattici letture specialistiche case histories soluzioni dei test di verifica F. Cammisa P. Matrisciano G. Vacca LA GESTIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE Volumi 1 e 2 - Classi 4 a e 5 a G UIDA PER L INSEGNANTE La Guida si propone di supportare i volumi 1 e 2 di La gestione delle imprese

Dettagli

IL MONDO HOSPITALITY PASSEPARTOUT WELCOME

IL MONDO HOSPITALITY PASSEPARTOUT WELCOME IL MONDO HOSPITALITY Passepartout propone una suite di prodotti completa ed integrata per la gestione di tutte le attività appartenenti al mondo del benessere e dell ospitalità. In risposta alle esigenze

Dettagli

International Room Division Manager Ora Hotels City Caserta

International Room Division Manager Ora Hotels City Caserta International Room Division Manager Ora Hotels City Caserta La figura professionale del Room Division Manager è una figura di livello direttivo che, all interno della struttura organizzativa di un albergo

Dettagli

HTTP://WWW.FACEBOOK.COM/PAGES/LATAVERNADIPOLDOIT/370583639724523 INFO@LATAVERNADIPOLDO.IT TUTTI I DIRITTI REGISTRATI

HTTP://WWW.FACEBOOK.COM/PAGES/LATAVERNADIPOLDOIT/370583639724523 INFO@LATAVERNADIPOLDO.IT TUTTI I DIRITTI REGISTRATI LATAVERNADIPOLDO.IT HTTP://WWW.FACEBOOK.COM/PAGES/LATAVERNADIPOLDOIT/370583639724523 INFO@LATAVERNADIPOLDO.IT TUTTI I DIRITTI REGISTRATI FRANCHISING NAME LOGO FRANCHISOR POLDO.NET S.R.L. EMPOLI (FI) ANNO

Dettagli

Progetto di alternanza scuola.lavoro

Progetto di alternanza scuola.lavoro Progetto di alternanza scuola.lavoro a.s. 2013/14 Finalità La modalità di apprendimento in alternanza tra scuola e mondo del lavoro, quale opzione formativa rispondente ai bisogni individuali di istruzione

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2010 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M079 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO PROFESSIONALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: TECNICO DEI SERVIZI

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli