EDITORIALE IN FARMACIA. ALIMENTAZIONE Diete: quale scegliere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EDITORIALE IN FARMACIA. ALIMENTAZIONE Diete: quale scegliere"

Transcript

1 TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE SCIENTIFICA, ATTUALITÀ E PREVENZIONE Anno 16 N 3 Luglio 2011 Pubblicazione periodica trimestrale - Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L , n 46) art. 1, comma 2, DCB Milano N. 3 - Luglio Autorizzazione del Tribunale di Milano n 107 del 19/02/1996 EDITORIALE La gravidanza nella donna con cardiopatia INNOVAZIONE E RICERCA Biologia cardiovascolare: le 4sfide clinico terapeutiche IN FARMACIA Spesa farmaceutica in calo, cardiovascolari i più prescritti ALIMENTAZIONE Diete: quale scegliere

2 TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE SCIENTIFICA, ATTUALITÀ E PREVENZIONE Anno 16 N 3 Luglio 2011 SOMMARIO EDITORIALE La gravidanza nella donna con cardiopatia NEWS News dal Presidente Novita chirurgiche dal De Gasperis INNOVAZIONE E RICERCA Biologia cardiovascolare: le 4sfide clinico terapeutiche LA POSTA DEL CUORE NOTIZIE IN BREVE Circolazione Periferica Peperoncino per prevenire il diabete e le malattie cardiovascolari Un enzima segnala il rischio cardiovascolare Tre banane al giorno per abbassare del 21% il rischio di ictus IN FAMIGLIA Sono le Fibre un elisir di lunga vita IN FARMACIA Spesa farmaceutica in calo, cardiovascolari i più prescritti Editore Fondazione Centro Cardiologia e Cardiochirurgia A. De Gasperis, Niguarda Ca Granda Direttore Responsabile Patrizia Valentina Arcuri Presidente Benito Benedini Collaboratori Monica Fumagalli Editing Direct Channel s.r.l. Milano Ufficio Abbonamenti/Distribuzione Fondazione A. De Gasperis Stampa Tipografia Vigrafica s.r.l. - Monza Progetto grafico 2CPoint Maurizio Lo Castro Direzione Fondazione Centro Cardiologia e Cardiochirurgia A. De Gasperis Niguarda Ca Granda, Piazza Ospedale Maggiore 3, Milano Tel Tel. int. ospedale /7761 Fax Sito internet: COSTITUITA DAL 1 DIC. 85. RICONOSCIMENTOGIU- RIDICO DALLA REGIONE LOMBARDIA CON D.P.G.R. N DEL 29/07/2004 Pubblicazione periodica trimestrale - Poste Italiane S.p.A. Sped. in Abb. Post. D.L. 353/2003 (conv. in L , n 46) art. 1, comma 2, DCB Milano N. 3 - Luglio Autorizzazione del Tribunale di Milano n 107 del 19/02/1996 Tutti i diritti sono riservati. campagna di sostegno 2011 scegli: Simpatizzante Ordinario Promotore Benemerito Quota libera Come Contribuire da euro 25 da euro 50 da euro 100 da euro La Fondazione A. De Gasperis può ricevere lasciti testamentari Conto corrente postale n intestato Fondazione Angelo De Gasperis Piazza Ospedale Maggiore, Milano Assegno Bancario N.T intestato Fondazione Angelo De Gasperis Bonifico Bancario intestato Fondazione Angelo De Gasperis Piazza Ospedale Maggiore, Milano INTESA SANPAOLO Fil Viale Fulvio Testi, ang. Viale Ca Granda, Milano IBAN: IT85 I On-line sul sito cliccando il link oppure per conoscere le modalità di donazione.

3 03 prevenzione Il desiderio di maternità e di paternità, insito nell animo umano, non è solo un innato istinto di preservazione della specie, ma il completamento di un progetto di amore destinato a moltiplicarsi e accrescersi nei propri figli La gravidanza nella donna con cardiopatia La presenza di una condizione patologica nella donna, e in minor misura nell uomo, può rappresentare un ostacolo anche importante nella progettualità procreativa della coppia con ripercussioni a volte negative sulla stabilità affettiva della coppia stessa. Le modificazioni indotte dalla gravidanza sull organismo femminile sono molteplici, ma quelle a carico dell apparato cardiovascolare sono particolarmente significative; basti pensare come la portata cardiaca aumenti progressivamente durante tutto l arco della gestazione, e come il particolare profilo ormonale comporti sia un aumento della coagulabilità del sangue che una modificazione dell attività elettrica del cuore. A causa di questi adattamenti, la gravidanza viene spesso genericamente sconsigliata alla donna con cardiopatia, che può vedere così vanificata una delle sue principali aspettative. Tuttavia, l esperienza acquisita sulle donne gravide con cardiopatie, misconosciute o note, che hanno voluto affrontare lo stesso una gravidanza, ha dimostrato che questa può essere intrapresa con rischi generalmente contenuti, anche in presenza di situazioni relativamente complesse. L unica controindicazione assoluta alla gravidanza è rappresentata dall ipertensione polmonare in quanto gravata da un elevato rischio di morte materna. E evidente che in presenza di una patologia cardiovascolare la gravidanza debba considerarsi a maggior rischio sia per la donna che può presentare un peggioramento del proprio quadro cardiologico, ma anche per il feto che può avere una maggiore incidenza di malformazioni, di aborto spontaneo e parto prematuro. Sono soprattutto le conseguenze sul feto che sono le più temute da parte della coppia ed in particolare la trasmissibilità delle patologie presenti in uno dei due genitori, evento questo possibile quando la donna o l uomo sono portatori di una cardiopatia congenita o di una cardiomiopatia. Nella maggior parte dei casi questo rischio non è tale da controindicare la gravidanza, ma richiede di essere sempre quantificato in modo preciso ricorrendo, quando necessario, anche ad una valutazione genetica. E fondamentale che la gravidanza venga pianificata in modo da subordinarla all esito di una valutazione cardiologica approfondita, che consenta di definire sia il peso dei possibili rischi a carico della madre e/o del feto, che di mettere in atto eventuali provvedimenti terapeutici che consentano di migliorare la tolleranza della gravidanza stessa una volta che dovesse instaurarsi. E quindi fondamentale che medico e coppia agiscano in modo sinergico: la coppia conscia del percorso che deve essere fatto, e dei problemi che potrebbero insorgere, e il medico pronto a mettere in atto ogni presidio necessario a preservare la salute della donna e del nascituro. Per minimizzare i rischi è fondamentale che la gravidanza venga seguita da un equipe multidisciplinare costituita dal ginecologo, dal cardiologo, dall ematologo, dal genetista e dal patologo neonatale. Da questa collaborazione dipendono anche la scelta dei tempi e delle modalità del parto. Infatti non è raro che per il benessere soprattutto della donna, ma indirettamente anche del feto, il parto venga anticipato generalmente ad un epoca gestazionale tale che la prematurità non abbia ripercussioni significative sul nascituro. Nel nostro Ospedale questa collaborazione multidisciplinare è attiva già da alcuni anni e ha consentito ad un numero crescente di donne cardiopatiche di coronare il proprio desiderio di maternità. I successi ottenuti ci hanno spronato ad aprire un ambulatorio dedicato alla gravidanza della donna cardiopatica al fine di facilitare non solo l accessibilità ma anche rendere più fluido l intero percorso: dalla consulenza preconcezionale al parto e all assistenza al neonato. Dottor Gabriele Maria Vignati Direttore Cardiologia Pediatrica Dip. Cardiotoracovascolare

4 04 news dal presidente Il Presidente Benito Benedini Cari Sostenitori, è con vivo piacere che desidero ringraziarvi di cuore per il Vostro prezioso sostegno e la fiducia che anno dopo anno ci accordate che è fondamentale per proseguire e sviluppare i nostri programmi di ricerca e di prevenzione. In particolare sono state organizzate alcune iniziative per la raccolta fondi per poter mantenere la continuità del progetto DNA: alle origini della vita, delle malattie e delle cure al fine di identificare le alterazioni genetiche alla base di molte malattie cardiovascolari per poterle curare in maniera appropriata e autonoma. Sono lieto di comunicarvi che i nuovi uffici della Fondazione si sono trasferiti dal 1 giugno 2011 nel nuovo Blocco Sud - Settore B, 2 piano e che il personale della Fondazione è a Vostra disposizione per qualsiasi informazione in merito alle nostre iniziative e progetti. Il Bilancio 2010 è stato approvato dall Assemblea del Collegio dei Fondatori della Fondazione ed è disponibile presso la nostra sede. Di seguito vogliamo evidenziare come sono state impiegate le nostre risorse per i progetti affrontati nel impiego risorse 2010 Costi struttura Corsi, convegni, libere professioni, borse di studio, rimborsi Costi per servizi Voce del Cuore RMC (Risonanza Magnetica Cardiovascolare) e donazioni apperecchiature ospedale e tu? Diventa protagonista di una raccolta fondi DiveNtA il Nostro PersoNAl FuNDrAiser! Crea subito la tua pagina di raccolta fondi per la Fondazione De Gasperis e chiedi ad amici, familiari e colleghi di aderire alla tua richiesta Donare attraverso è semplice, veloce e sicuro. Accedi all area riservata della nostra Fondazione, cliccando direttamente sul banner presente nell home-page di e segui le facili istruzioni: - personalizza la tua pagina con immagini e foto - definisci il tuo obiettivo economico - racconta la tua storia - ricevi i messaggi dai sostenitori che hai coinvolto NB: è possibile effettuare anche solo la donazione on-line

5 05 news novità chirungiche dal De Gasperis Le aritmie cardiache rappresentano un diffuso problema di salute, di cui soffrono molti pazienti appartenenti a tutte le fasce di età. Esse, in alcuni casi, possono essere del tutto silenti e benigne; altre possono invece causare disturbi, a volte tanto intensi da condizionare molto negativamente la qualità della vita. Aspetto preoccupante è altresì il rischio di eventi gravi che vi si possono associare, come l ictus, lo scompenso cardiaco, o addirittura l arresto cardiaco. La cura e la prevenzione delle aritmie è stata tradizionalmente affidata ai farmaci antiaritmici. A fianco di quest ultimi, si è progressivamente affermata una terapia interventistica, che si pone come obiettivo l eliminazione definitiva (ablazione) delle zone di provenienza delle aritmie, ovvero l interruzione delle vie elettriche che alcune di esse percorrono, impedendo così che possano mantenersi nel tempo. I risultati della terapia ablativa sono in costante miglioramento, diventando di fatto la prima scelta nella cura di molte aritmie. Questi risultati sono dovuti alle conoscenze sempre più approfondite nel campo aritmologico, ma sono legati anche allo sviluppo e alla diffusione di sistemi altamente tecnologici dedicati all aritmologia, grazie ai quali è possibile oggi affrontare l ablazione delle aritmie (Centro): ricostruzione tridimensionale di un atrio sinistro e delle vene polmonari mediante angio-risonanza cardiaca. (Lati): visualizzazione endoscopica dello sbocco delle vene polmonari nell atrio sinistro. più complesse, come la fibrillazione atriale e le tachicardie ventricolari. Tra le tecnologie applicate all aritmologia interventistica, quelle relative alla diagnostica per immagini ( imaging ) sono attualmente in grande espansione. In particolare, si sono mostrate particolarmente utili la tomografia computerizzata del cuore (cardio- TC), la risonanza magnetica cardiaca, l angiografia rotazionale e l ecografia intracardiaca (ICE). Con queste metodiche è possibile studiare in alta definizione e con successive ricostruzioni tridimensionali le caratteristiche anatomiche delle camere cardiache del paziente; è possibile addirittura ottenere una visualizzazione endoscopica virtuale, così che l operatore possa seguire il movimento degli elettrocateteri attraverso un monitor, mediante un sistema di navigazione virtuale. Nel nostro Centro abbiamo ormai consolidato l utilizzo di alcune metodiche di imaging nella pratica clinica, con risultati molto positivi. A questo proposito, è risultata congeniale la presenza nel nostro Ospedale di un impianto per risonanza magnetica totalmente dedicato al cuore, di cui abbiamo sfruttato a fondo le potenzialità. Un esame tra i più sicuri oggi a disposizione (non usa radiazioni e non è invasivo), ed estremamente versatile, permette di ottenere con un singolo esame i principali dati funzionali del cuore, immagini anatomiche bi- e tridimensionali ad alta definizione, e infine la presenza di zone danneggiate (cicatrici infartuali, fibrosi degenerativa, ecc.), queste ultime di grande importanza perché intimamente legate ai fenomeni aritmici. La RM cardiaca sembra molto promettente nel supportare l identifica-

6 06 news Ricostruzione tridimensionale del sistema venoso cardiaco, preliminare ad impianto di dispositivo per la resincronizzazione cardiaca. Visualizzazione della cicatrice infartuale (bianca) e del cuore sano (nero), in un paziente successivamente sottoposto ad impianto di defibrillatore. zione dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca, che possono beneficiare di un impianto di dispositivo defibrillatore e/o di una terapia di risincronizzazione, interventi che hanno cambiato nettamente la prognosi e la qualità della vita di tanti pazienti con scompenso cardiaco. Dottor Stefano Pedretti Cardiologo Elettrofisiologo Dip. Cardiotoracovascolare la posta del cuore D: Buongiorno, mio marito nel 2008 ha avuto un infarto senza occlusione del ramo coronarico, è iperteso, familiarità per questa patologia. Ha fatto coronarografia, stent e 2 arterie non trattate risultano occluse al 70%. Viviamo nella paura che l occlusione sia aumentata, vorremmo fare una RM Cardiovascolare per vedere lo stato delle arterie. E una cosa a Suo parere fattibile? Grazie e cordiali saluti. A.P. Maggio 2011 R: Gentile Signora, la RM cardiaca non è in grado di valutare il grado di occlusione delle coronarie di Suo marito come l angiografia coronarica. Tale informazione è parziale e non necessaria se le condizioni di benessere sono invariate e soprattutto se il test ergometrico in terapia risulta normale e con un buon carico di lavoro (capacità di esercizio). La RM può essere utile per quantificare il danno infartuale ed, in casi particolari, per eseguire stress farmacologico per valutare l efficienza della vascolarizzazione del cuore. Spero di essere stato sufficientemente chiaro. Cordiali saluti. D: Mi è stata diagnosticata una lieve insufficienza valvolare aortica. La valvola è bicuspide ed il cardiologo che mi cura ha chiesto una TAC per controllare le dimensioni dell aorta. La RM cardiaca è indicata nel mio caso? Grazie e cordiali saluti. Giugno 2011 R: La bicuspidia aortica si associa in qualche caso a dilatazione dell aorta. La RM è indicata perché consente un accurata valutazione della funzione cardiaca, della funzione valvolare e delle dimensioni dell aorta. E particolarmente utile nel followup di persone giovani perché non espone a radiazioni ionizzanti ed a mezzo di contrasto non nefrotossico. Cordiali saluti. A cura del Dottor Alberto Roghi Cardiologia Diagnostica per Immagini Laboratorio di RM Cardiaca Dip. Cardiotoracovascolare

7 07 natura & salute natura & salute Consigli per l estate A parità di calorie, esistono cibi più preziosi di altri che, grazie alla loro particolare composizione, sono in grado di potenziare i muscoli ed eliminare il grasso in eccesso molto più velocemente. Vediamo quali sono gli alimenti bruciagrasso da non farci mancare quest estate. MANDorle Se consumate in quantità moderate, per esempio aggiunte all insalata o alla colazione del mattino, accrescono la massa muscolare e prevengono la fame nervosa. La loro composizione è davvero unica: proteine, grassi monoinsaturi, vitamina E, folato, fibre, magnesio e fosforo, per fare il pieno di minerali e sostanze benefiche. insalata Lattuga, radicchio, rucola, trevigiana, iceberg e chi più ne ha più ne metta: tutte le varietà di insalata saziano in fretta con pochissime calorie, rinfrescano, idratano l organismo dall interno e neutralizzano i radicali liberi responsabili dei processi di invecchiamento. In più, regalano una scorta sostanziosa di vitamine A, C, K, folato, betacarotene, fibre, calcio e magnesio. Petto Di tacchino Cucinato alla griglia o alla piastra, favorisce incredibilmente la costruzione dei muscoli, che a loro volta bruciano i grassi: dunque più ce ne sono e più si dimagrisce. In più il tacchino potenzia il sistema immunitario, contrasta la depressione, rafforza la memoria e le funzioni cognitive. Merito dei suoi ingredienti top: proteine, ferro, zinco, creatina, vitamine B6 e B12, fosforo e potassio. CereAli integrali Basta del semplice pane secco aggiunto all insalata sotto forma di crostini per fare il pieno di carboidrati, fibre, proteine, tiamina, riboflavina, niacina, vitamina E, calcio, magnesio e zinco. Se poi è di farina integrale non raffinata, avrai un aiuto in più per prevenire l accumulo di grasso viscerale. CiCoriA Erroneamente considerata una pianta di serie B, la modesta erba selvatica è in realtà un potente anticellulite dimagrante, conosciuta fin dall antichità per le sue virtù depurative, drenanti e lassative, che la rendono ancora oggi un ottima arma per contrastare il ristagno dei liquidi e l accumulo di grassi. Che sia consumata in insalata, nelle frittate o lessata, regala sempre un importante quantitativo di fibre, vitamine e sali minerali, utili anche per rendere la pelle più luminosa e compatta. AGlio Contiene elevate concentrazioni di minerali (selenio e germanio), enzimi, aminoacidi e vitamine A, B1, B2, B6, B12, C, D e H. Oltre ad apportare solo 41 calorie per etto, è efficace per riattivare il metabolismo aumentando la capacità di bruciare i grassi. Inoltre, è in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e i picchi glicemici: un vero e proprio farmaco totalmente naturale.

8 08 innovazione e ricerca biologia cardiovascolare le 4sfide clinico terapeutiche Angiogenesi Nell ultima decade, la nostra comprensione dei meccanismi molecolari dell angiogenesi (la crescita dei vasi sanguinei) ha conseguito notevoli risultati, tali da favorire l approvazione della comunità scientifica, e delle autorità di controllo, per l utilizzo clinico di farmaci anti-angiogenetici per il cancro e per le malattie degli occhi: centinaia di migliaia di pazienti hanno tratto beneficio da inibitori della proteina Vascular Endothelial Growth Factor (VEGF: fattore di crescita endoteliale dei vasi); tuttavia, sussistono ancora problemi dovuti alla limitata efficacia e all insorgere di fenomeni biologici che inducono resistenza ai farmaci anti-vegf. Recenti studi pre-clinici e clinici hanno mostrato bersagli (targets) molecolari e diversi principi attivi, più efficaci per nuove strategie terapeutiche; per esempio, una ridotta ossigenazione dei tessuti induce la crescita di vasi ematici, questo sembra utile nel caso dei tessuti sani, ma controproducente nel caso di malattie tumorali e proliferative (e.g. occhio, orecchio, nervi.): ristabilire un corretto apporto di ossigeno può significare maggiore attività delle molecole anti-angiogenetiche per la cura delle citate malattie.

9 09 innovazione e ricerca biologia cardiovascolare Aterosclerosi Aneurismi aortici Rigenerazione cardiaca L aterosclerosi è una malattia cronica della parete dei vasi, ed è la maggior causa di morte e di invalidità nel mondo. Nonostante la Ricerca abbia conseguito risultati di rilevo clinicoterapeutico, non siamo ancora in grado di chiarire a fondo i processi coinvolti, come la ossidazione lipidica, l infiammazione, il ruolo dei fattori immunitari (cellule e proteine). Ridurre il colesterolo, ed in particolar modo la componente ldl (Low- Density Lipoprotein, lipoproteine a bassa densità), risulta vantaggioso ma non sufficiente; l attuale attenzione è dedicata alle potenzialità terapeutiche della frazione HDl (High-density Lipoprotei, lipoproteine ad alta densità): le HDL risultano infatti in grado di inibire il carico di colesterolo dei macrofagi presenti nella placca ateromasica, di ridurre l infiammazione della medesima placca, e quindi, mediante la proteina APO A1, maggior componente di HDL, di ridurre gli eventi morbosi cardio-vascolari. Per quanto riguarda il versante infiammatorio, e le molecole implicate nei fenomeni di natura immunitaria (come le citochine, il TNF etc.), la problematica è assai più complessa, in quanto l inibizione di alcuni processi (metabolismo delle prostaglandine, dei fattori della coagulazione, dei fattori del complemento) può avere effetti avversi e contrari agli scopi terapeutici. In questo ambito la esaustiva spiegazione dei fenomeni è ancora lontana. L aneurisma aortico è la dilatazione segmentaria o di tutto il vaso sanguineo aortico; è causa di morte nei paesi occidentali nel 2% degli eventi fatali. Per la genesi di questa malattia, le prime teorie focalizzavano difetti acquisiti o congeniti della matrice extracellulare della parete aortica. Sebbene siano state osservate diverse mutazioni genetiche delle proteine presenti nella matrice extracellulare, più recenti scoperte hanno mostrato importanti perturbazioni nella reazione a cascata citochinica (quindi di natura immunitaria), e significative alterazioni di componenti intracellulari dell apparato contrattile (la tonaca muscolare liscia) della parete aortica. Per esempio, nel modello sperimentale di aneurisma per alterazione di gene singolo ereditabile è stato dimostrato l inaspettato coinvolgimento di fattori di crescita legati alle citochine; e questo può aprire nuove strade terapeutiche. L insufficienza cardiaca risulta dalla degenerazione e morte di cellule specializzate cardiache: i cardiomiociti, ossia le cellule muscolari del cuore. Una robusta terapia che rigeneri parte del miocardio perduto a seguito di eventi infartuali, o altro, può aiutare milioni di persone ogni anno. La rigenerazione cardiaca è ben documentata in altre specie animali, come i pesci, gli anfibi, e nei mammiferi a livello embrionale. Dopo la nascita, nell essere umano la funzione replicativi di cardiomiociti è in parte persa, ovvero inibita. Recentemente sono state messe in atto diverse strategie finalizzate a rimuscolarizzare il tessuto miocardico offeso (normalmente incapace di contrarsi): ricordiamo qui le cellule staminali, il reset del programma genico dei fibroblasti (post-infartuale), l ingegneria tissutale. Dottor Francesco Pelizzoni Cardiochirurgo Dip. Cardiotoracovascolare

10 010 notizie in breve consigli per stare bene Circolazione Periferica Dopo i 40 anni fare uno screening per le arterie periferiche delle gambe è sicuramente utile per tenere sotto controllo le patologie a esse collegate per prevenire il rischio di incorrere in cardiopatie e ictus. È quanto ha affermato Ross Tsuyuki dell`università dell`alberta (Canada) in uno Studio presentato al Canadian Cardiovascular Congress. Le patologie delle arterie periferiche (Pad, peripheral artery disease) sono causate da un restringimento delle arterie che forniscono sangue alle gambe e in generale sono sotto-diagnosticate e sotto-trattate. Anche se si manifestano nelle gambe, sono urgenti al pari delle patologie cardiache. Non solo, le Pad possono rappresentare campanelli d`allarme per successive patologie cardiache: una volta eseguita la diagnosi, i medici dovrebbero sottoporre i pazienti a ulteriori controlli per evidenziare eventuali restringimenti dei vasi del cuore e del cervello. Peperoncino per prevenire il diabete e le malattie cardiovascolari Ad affermarlo è uno studio condotto dai ricercatori della University of Tasmania School of Human Life Sciences, in Australia, guidati da Kiran Ahuja, secondo cui nel peperoncino ad avere le proprietà anti-diabete e anti-infarto sono due principi attivi, la capsaicina e la diidrocapsaicina, che hanno rispettivamente la capacità di ridurre i livelli di glucosio e di insulina nel sangue, aiutando la prevenzione del diabete, e di limitare la formazione di depositi di grasso sulle pareti delle arterie, contrastando la formazione di coaguli di sangue. Un enzima segnala il rischio cardiovascolare I soggetti a rischio, oltre ai livelli di colesterolo e ai valori della pressione arteriosa, dovrebbero controllare anche la presenza nel sangue della "lipoproteina associata alla fosfolipasi A2" (Lp-PLA2). Il nuovo metodo di tracciabilità delle infiammazioni cardiache arriva da uno studio pubblicato sulla rivista internazionale The Lancet da un gruppo di studiosi dell`università di Cambridge (Regno Unito) guidati da Alexander Thompson e John Danesh. L`enzima infiammatorio è già noto per essere collegato alle patologie cardiache: viene infatti prodotto nelle placche aterosclerotiche come risposta infiammatoria, e i suoi livelli sembrano essere più elevati nelle persone le cui arterie sono più colpite da infiammazione. La ricerca, condotta sui dati di soggetti raccolti da 32 diversi studi prospettici, è stata realizzata per valutare se i livelli di massa circolante di Lp-PLA2 possano essere considerati un fattore di rischio per lo sviluppo di malattie coronariche e ictus. Dallo studio è emerso che la sola presenza dell`enzima nel sangue non è sufficiente a scatenare eventi cardiovascolari, ma che è collegata alle malattie coronariche allo stesso modo dei livelli di pressione arteriosa e del colesterolo LDL (il colesterolo cattivo). Controllando questo enzima, quindi, si otterrebbe un`arma in più per combattere le malattie cardiache. Tre banane al giorno per abbassare del 21% il rischio di ictus E quanto consigliano i ricercatori dell'università di Warwick (Regno Unito) e dell'università di Napoli. Il merito è del potassio, presente in circa 500 mg in ogni frutto di media grandezza, in grado di ridurre la pressione sanguigna, uno dei principali fattori di rischio per l'ictus. L ideale sarebbe consumare giornalmente tre banane diminuendo l'introito di sale. Questo consentirebbe una riduzione di morti per ictus in un anno su scala mondiale, scrivono i ricercatori. Lo studio, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, è stato condotto esaminando i dati provenienti da undici diversi studi: i ricercatori hanno così scoperto che un apporto giornaliero di potassio di circa milligrammi - meno della metà della quantità giornaliera consigliata nel Regno Unito per ogni adulto, pari a mg - è sufficiente per abbassare il rischio di ictus di oltre un quinto. Migliaia di ictus potrebbero essere evitati solo grazie a un'alimentazione che comprenda altri cibi ricchi di potassio come spinaci, noci, latte, pesce e lenticchie. Patrizia Valentina Arcuri

11 011 in famiglia Sono le Fibre un elisir di lunga vita Un recente studio ha evidenziato che chi ha una dieta ricca di fibre ha un rischio di mortalità inferiore rispetto a chi ne assume poche. L analisi è stata effettuata dal National Cancer Institute of Health (USA) su un campione di circa persone tra i 50 e i 70 anni, di cui il 56% uomini. Le abitudini alimentari dei soggetti sono state raccolte attraverso un questionario, che ha permesso di calcolare l apporto di fibre della dieta di ciascuno, provenienti da cereali, frutta, verdura e legumi. I soggetti sono stati suddivisi in cinque gruppi, a seconda dell apporto di fibre. Dopo nove anni, le morti registrate tra i sono state contate e messe in relazione con il consumo di fibra. Risultato: eliminando tutti i fattori confondenti (età, fumo, alcol, sedentarietà, stato di salute ) il gruppo che aveva consumato più fibre è risultato avere un rischio di morte generico più basso del 20% circa rispetto al gruppo che ne aveva assunto meno. Una riduzione del rischio di un quinto per uomini e donne. Guardando alle cause di morte specifiche, si è notata una riduzione del rischio di morte per malattie cardiovascolari, respiratorie e infettive. Tra gli uomini è stato evidenziata anche una riduzione del 20% delle morti per tumore. prevenzione giovani obesità infantile Continua a destar preoccupazione l incremento dell obesità giovanile in Italia. A lanciare l allarme è uno Studio coordinato dall Istituto Superiore della Sanità in collaborazione con le Regioni. Secondo i dati del Progetto Okkio alla salute relativi al 2010, quasi il 23% dei bambini tra gli 8 e i 9 anni risulta essere in soprappeso, mentre l 11% sono proprio obesi. Tra i fattori che innalzano l eccesso di peso ci sono le cattive abitudini alimentari e la scarsa attività fisica e uno stile di vita sempre più sedentario. Il 9% dei bambini non fa colazione al mattino, mentre il 30% la fa ma in modo non adeguato. Quasi 7 bambini su 10 a metà mattina fanno una merenda troppo abbondante. Il 22% dei bambini pratica sport solo per un ora alla settimana e il 38% guarda la TV o gioca con i videogiochi per più di tre ore al giorno! Le regole da seguire per i genitori sono semplici: i bambini devono fare una buona prima colazione, mangiare frutta e verdura ogni giorno, anche come merenda, consumare più volte alla settimana cereali, pesce e legumi e bere acqua invece che bevande gassate e dolci. importante: abituare i bambini ad una costante attività fisica, limitare i videogiochi e incentivare il movimento in ogni occasione (salire le scale e non prendere l ascensore, non usare il telecomando, camminare il più possibile). Patrizia Valentina Arcuri

12 012 alimentazione diete: quale scegliere? Impariamo a scegliere i grassi a tavola Imparare a cucinare utilizzando meno sale e condimenti leggeri, è già un buon accorgimento per la nostra salute, ma bisogna trovare anche un equilibrio migliore tra i diversi tipi di grassi. Vediamo quali sono le regole più semplici da adottare nelle nostre scelte quotidiane. Meno grassi saturi Soprattutto da evitare quelli contenuti nei prodotti di origine animale: carne rossa grassa, prosciutto, salumi, burro e strutto, latticini. Attenzione che particolarmente ricchi di grassi saturi sono anche alcuni oli vegetali come quelli di cocco e palma con cui sono purtroppo preparati molti prodotti da forno industriali e snack salati, in quanto più economici rispetto ad altri oli vegetali. Pochi di noi sanno che questi grassi sono nocivi per la nostra salute in quanto alzano il livello del colesterolo cattivo nel sangue. L OMS ha lanciato alcuni anni fa un appello all industria alimentare per far diminuire la quantità di grassi trans e saturi e per far utilizzare, in alternativa, oli vegetali di qualità. Inoltre, ha chiesto alle aziende più trasparenza sulle etichette che devono indicare chiaramente la materia prima utilizzata e non riportare la dicitura generica olio vegetale, quindi nel fare la spesa prestate attenzione agli ingredienti indicati sulle confezioni. Più grassi insaturi L alimento più ricco di grassi insaturi nella nostra dieta è l olio di oliva ma queste sostanze sono presenti anche nell olio di arachide, di colza e negli oli di semi come quello di mais. Più omega 3 Gli acidi grassi di questa serie sono presenti soprattutto nel pesce, in particolare nel tonno, nel salmone e nell anguilla, e nel pesce azzurro come sardine, aringhe e sgombro. Gli Omega 3 si trovano anche nell olio di colza, di germe di grano, di soia e nelle noci. Patrizia Valentina Arcuri in farmacia Spesa farmaceutica in calo, cardiovascolari i più prescritti La spesa farmaceutica convenzionata netta del servizio sanitario nazionale, nel 2010, è diminuita dello 0,7% rispetto al 2009, a fronte di un aumento del numero delle ricette del 2,6%.Nel 2010, secondo i dati di Federfarma, le ricette sono state quasi 587 milioni, pari a 9,84 ricette per ciascun cittadino. Le confezioni di medicinali erogate a carico del Ssn sono state oltre 1 miliardo e 73 milioni, con un aumento del 2,6% rispetto al Ogni cittadino italiano ha ritirato in farmacia in media 18 confezioni di medicinali a carico del Ssn. L'andamento della spesa nel 2010 continua a essere influenzato dall'incremento del numero delle ricette e dal contestuale calo del valore medio delle ricette stesse (-3,2%): si prescrivono più farmaci, ma di prezzo mediamente più basso. Questo risultato è dovuto alle riduzioni dei prezzi dei medicinali varate a più riprese dal Governo e dall'aifa. Continua, invece, ad aumentare la spesa farmaceutica ospedaliera che, come risulta dai dati Aifa, è stata pari a 4,21 miliardi, vale a dire 1,695 miliardi più (+67%) del tetto di legge, fissato a quota 2,520 miliardi. Nel 2010 i farmaci per il sistema cardiovascolare sono stati ancora una volta la categoria più prescritta a carico del Ssn, con un aumento del numero delle confezioni del 2,8%, a fronte di un calo di spesa del 0,7%, dovuta alla diffusione, nell'ambito di tale categoria, di medicinali a brevetto scaduto. In forte aumento, tra le prime dieci categorie, i consumi di medicinali per l'apparato gastrointestinale (+8,7%), e per il sistema nervoso (+4,7%). In calo, invece il ricorso ad antimicrobici. (da Farmacista33) Patrizia Valentina Arcuri

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

Senza il dolce, il cuore è più leggero.

Senza il dolce, il cuore è più leggero. Il diabete Il diabete Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: Senza il dolce, il cuore è più leggero. L attività fisica

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

PREVENZIONE: Tumori del Seno

PREVENZIONE: Tumori del Seno PREVENZIONE: Tumori del Seno Francesco Paolo Pantano (Chirurgo Oncologo) Il tumore al seno rappresenta il 27% dei tumori del sesso femminile. Ogni anno vi sono circa 36.000 nuovi casi distribuiti nelle

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata.

DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA. Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. DIETA MEDITERRANEA IN MENOPAUSA Dott. Lorenzo Grandini, biologo nutrizionista, farmacista e naturopata. Una corretta alimentazione e una costante attività fisica sono la base per una vita sana Perché si

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO

PERCHE MANGIAMO? Gli alimenti sono necessari per. .il FUNZIONAMENTO dell organismo. e per il suo ACCRESCIMENTO PROGETTO ALIMENTAZIONE E CULTURA Impariamo a nutrirci per crescere meglio CIRCOLO DIDATTICO DI ARICCIA Centro Studi Regionale per l Analisi e la Valutazione del Rischio Alimentare (CSRA) - IZS Lazio e

Dettagli

Informazioni al femminile

Informazioni al femminile Informazioni al femminile 1. CONTROLLO PRIMA DELLA GRAVIDANZA Il controllo prima di iniziare la gravidanza è molto importante perché la salute della madre condiziona sia il regolare svolgimento della gravidanza

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 Data: 10/01/2011 Paziente: ROSSI MARIO ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA Glicemia Insulinemia Indice HOMA ANALITA DESCRIZIONE

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti Anziani f-+ m gamba L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti organizzata dalla Fondazione Veronesi nell 'ambito del programma "The Future qfscience

Dettagli

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI!

MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! MANGIAR SANO UN GIOCO DA BAMBINI! Paese, 13 marzo 2013 dott.ssa Laura Martinelli dietista sportiva www.alimentazionesportivamartinelli.com ARGOMENTI L alimentazione dei bambini in Italia Elementi di dietetica

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

VISITA PRE-CONCEZIONALE

VISITA PRE-CONCEZIONALE VISITA PRE-CONCEZIONALE Avete deciso che è arrivato il momento giusto di avere un bambino è avete già iniziato a prepararvi anche emotivamente al coinvolgimento necessario e all impegno a lungo termine

Dettagli

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare?

L Orizzonte di Lorenzo. Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? L Orizzonte di Lorenzo Nostro figlio ha un problema al cuore. Che fare? Bergamo 3/10/2010 Il bambino che stiamo aspettando ha un problema al cuore: che cosa dobbiamo fare e che cosa possiamo fare? A. Borghi

Dettagli

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole

LA FENIL CHETO NURIA O PKU. Malattie Rare. Informazioni per le scuole LA FENIL CHETO NURIA O PKU Malattie Rare Informazioni per le scuole LA FENILCHETONURIA LA FENILCHETONURIA O PKU E LA PIU FREQUENTE MALATTIA CONGENITA DEL METABOLISMO DELLE PROTEINE GLI ERRORI CONGENITI

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA

INVESTIRE IN SALUTE. Progetto: TU SEI NEL CUORE DI. AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE E DI PREVENZIONE DELLA SINDROME METABOLICA ASSOCIAZIONE PRO SENECTUTE DI PEIA-ONLUS via Don Brozzoni n 32 24020 Peia (BG) cod. fiscale 90017120164 (Iscritta nel Registro Generale Regionale del Volontariato al n. 26038 dal 24.10.2000) e-mail prosenectute_peia@virgilio.it

Dettagli

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI

Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Dove sono i nutrienti? : I GRUPPI DI ALIMENTI Al fine di comporre correttamente la propria dieta è bene conoscere le qualità dei principali alimenti che in base alle loro principali caratteristiche nutrizionali

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto tra acidi grassi omega6 e omega3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto tra acidi grassi omega6 e omega3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 CCV: 574 Data: 01/01/2013 Paziente: Rossi Mario Referto a cura di: NatrixLab Via Cavallotti, 16 42122 Reggio Emilia Aut.n. 67 del 26.01.10 Direttore Sanitario Dott. Michele

Dettagli

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014

SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute. Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 SIAMO CIO CHE MANGIAMO Come l alimentazione può aiutarci a mantenerci in salute Chiara Segré, PhD Giornata Nazionale della Previdenza 14 Maggio 2014 L alimentazione è il più importante fattore ambientale

Dettagli

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE

LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE LE CINQUE REGOLE PER IL BENESSERE Per sentirsi bene e in salute è necessario non solo raggiungere un peso salutare ma è necessario fare anche dei cambiamenti nel proprio stile di vita e nel proprio modo

Dettagli

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

CONSULENZA PRECONCEZIONALE

CONSULENZA PRECONCEZIONALE CONSULENZA PRECONCEZIONALE Questo articolo è rivolto a tutte le coppie che desiderano un figlio, o che non escludono di averlo in futuro, e che vogliono conoscere con maggior precisione quali siano le

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

La molla che fa saltare il cuore.

La molla che fa saltare il cuore. L ipertensione arteriosa Ipertensione arteriosa Opuscolo redatto da Franco Veglio*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: La molla che fa saltare il

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Materiale educazionale per il medico e per il paziente con ipercolesterolemia familiare DR. LEIV OSE

Materiale educazionale per il medico e per il paziente con ipercolesterolemia familiare DR. LEIV OSE Materiale educazionale per il medico e per il paziente con ipercolesterolemia familiare DR. LEIV OSE INDICE Contenuti e scopi di questo materiale 02 CONTENUTI E SCOPI DI QUESTO MATERIALE In questo materiale

Dettagli

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo 1 PRIMA DEL CONCEPIMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Quando si programma l arrivo di un bebè La gravidanza è un evento unico e speciale nella vita di una donna e ogni donna

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista

ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE. dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista ALIMENTAZIONE NELLE PATOLOGIE CRONICHE dott.ssa Siciliano Italia Grazia biologo nutrizionista DALLA PREISTORIA AD OGGI: STILI DI VITA DIVERSI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% DALLA PREISTORIA

Dettagli

More details >>> HERE <<<

More details >>> HERE <<< More details >>> HERE http://urlzz.org/curacolest/pdx/nasl3715/

Dettagli

Gli acidi grassi omega-3 sono detti polinsaturi a causa del fatto che la loro catena comprende vari doppi legami.

Gli acidi grassi omega-3 sono detti polinsaturi a causa del fatto che la loro catena comprende vari doppi legami. A cura del Dott Giancarlo Piovaccari Direttore Dipartimento Malattie Cardiovascolari-Rimini Gli Omega-3 (o PUFA n-3) sono una categoria di acidi grassi essenziali (ai quali appartengono anche gli Omega

Dettagli

UNITà 7 Alimentazione e salute

UNITà 7 Alimentazione e salute unità Alimentazione e salute I termini e i concetti fondamentali 1 l organismo e l energia Per stabilire i fabbisogni nutrizionali dell organismo umano, bisogna conoscerne la composizione chimica. L organismo

Dettagli

Alimentazione Equilibrata

Alimentazione Equilibrata Gli standard nutrizionali Alimentazione Equilibrata Per soddisfare in modo ottimale il fabbisogno dietetico dei propri cittadini, molti paesi del mondo hanno elaborato e messo a disposizione delle collettività

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne?

FAQ LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI. Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Il rischio di andare incontro a infarto è uguale per uomini e donne? Cosa s intende per malattie cardiovascolari? Le malattie cardiovascolari sono tutte quelle patologie che colpiscono il cuore e/o i vasi sanguigni. In caso di malattia si verifica una lesione in uno o più

Dettagli

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA

SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA SERVIZIO DI DIETO LOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il SERVIZIO DI DIETOLOGIA AIED offre: Visite mediche specialistiche Elaborazione diete computerizzate personalizzate

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI Dipartimento di Oncologia radioterapica e di Diagnostica per immagini S e g r e t e r i a 0 4 3 4 659 650 d a l l e 1 0. 0 0 a l l e 1 2. 3 0 Dati Paziente CONSENSO ALL ESECUZIONE

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico

ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO. una corretta informazione per un benessere psicofisico ALIMENTAZIONE DEL BAMBINO una corretta informazione per un benessere psicofisico Mangiare o nutrirsi? Mangiare è un atto ricco di significati che va ben oltre il semplice soddisfacimento fisiologico Nutrirsi

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A.

ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE. Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. ALIMENTAZIONE NELLE DISCIPLINE DI ENDURANCE Prof. Massimo Pasi Coordinatore Area Medica I.U.T.A. Nutraceutica Nome dato a quella branca della ricerca scientifica, svolta in numerosi laboratori, sugli alimenti

Dettagli

Additional information >>> HERE <<<

Additional information >>> HERE <<< Additional information >>> HERE

Dettagli

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani

Il ruolo della carne nell alimentazione degli anziani L'organizzazione settoriale dell'economia svizzera della carne Proviande società cooperativa Finkenhubelweg 11 Casella postale CH-3001 Berna +41(0)31 309 41 11 +41(0)31 309 41 99 info@proviande.ch www.carnesvizzera.ch

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014

False credenze e nuove certezze Reggio Emilia 22.11.2014 I consumi di proteine 1861-2007 Come sono fatte le proteine? Le proteine sono uno dei tre macronutrienti (gli altri sono carboidrati e grassi), su cui si basa principalmente la nostra alimentazione.

Dettagli

Introduzione. Introduzione 7

Introduzione. Introduzione 7 Introduzione In Italia angina e infarto uccidono più uomini di qualsiasi altra malattia e le donne ne sono colpite sei volte più del tumore al seno. Alla base di queste patologie c è una malattia delle

Dettagli

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica

EVOLUZIONE ED OBESITA. Dott.ssa D Angelo Angelica EVOLUZIONE ED OBESITA Dott.ssa D Angelo Angelica Definizione di obesità Per obesità si intende la presenza di un eccesso della massa corporea. Il grado di obesità si misura con l indice di massa corporea

Dettagli

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa Red Alert for Women s Heart Compendio DONNE E RICERCA CARDIOVASCOLARE Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Dettagli

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore

I TUMORI prevenire circa un terzo dei casi di tumore I TUMORI Il Rapporto Mondiale dell Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, dell Organizzazione Mondiale della Sanità, evidenzia come il cancro sia divenuto uno dei maggiori problemi per la sanità

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI AVIANO ISTITUTO NAZIONALE TUMORI Dipartimento di Oncologia radioterapica e di Diagnostica per immagini S e g r e t e r i a 0 4 3 4 6 5 9 6 5 0 d a l l e 1 0. 0 0 a l l e 1 2. 3 0 Dati Paziente CONSENSO ALL ESECUZIONE

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina

ALIMENTAZIONE. Matilde Pastina ALIMENTAZIONE Matilde Pastina I macronutrienti COSA SONO I MACRONUTRIENTI I macronutrienti sono princìpi alimentari che devono essere introdotti in grandi quantità, poiché rappresentano la più importante

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche infosalute Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Alimentazione e stato nutrizionale

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

10 alimenti per ottenere capelli sani

10 alimenti per ottenere capelli sani I consigli di Ale Per Curarsi al Naturale 10 alimenti per ottenere capelli sani a cura di Irene Ferri 1 Come diceva il filosofo Ralph Emerson... Un erbaccia è solo una pianta di cui non sono ancora state

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it

I macronutrienti. Nutrizione e Vita di Gallo dr Ubaldo - info@italianutrizione.it I macronutrienti 1 Ogni alimento può essere composto da: Carboidrati Proteine Grassi Questi sono conosciuti come macronutrienti 2 Il cibo va forse valutato solo in funzione del suo apporto calorico? ASSOLUTAMENTE

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Risultati dell'iniziativa qualità della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) per le patologie renali La

Dettagli

L acne si combatte a tavola

L acne si combatte a tavola Roma, 30/05/2013 COMUNICATO STAMPA L acne si combatte a tavola La dieta mediterranea alleata della salute della pelle La dieta mediterranea può fare la differenza. E quanto emerge da uno studio sulla relazione

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha scoperto la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel. Una notizia che ha dell incredibile: la causa principale del cancro è stata ufficialmente scoperta decenni

Dettagli

DIABETE diabete tipo 1 (DM1)

DIABETE diabete tipo 1 (DM1) DIABETE In questo ambito le attività di ricerca attualmente in corso nel Dipartimento sono finalizzate allo studio dei meccanismi eziopatogenetici alla base della malattia diabetica che rappresenta sempre

Dettagli

Serena Missori Specialista in Endocrinologia. U.O. D Geriatria Ospedale S. Andrea Roma II Facoltà di Medicina Università La Sapienza di Roma

Serena Missori Specialista in Endocrinologia. U.O. D Geriatria Ospedale S. Andrea Roma II Facoltà di Medicina Università La Sapienza di Roma Serena Missori Specialista in Endocrinologia U.O. D Geriatria Ospedale S. Andrea Roma II Facoltà di Medicina Università La Sapienza di Roma IL FULCRO della SM è l'obesita' CENTRALE SINDROME METABOLICA

Dettagli

L integrazione in gravidanza

L integrazione in gravidanza L integrazione in gravidanza Dr. Italo Guido Ricagni Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita OBIETTIVI GENERALI Fornire competenze al MMG: a) Fabbisogni alimentari in gravidanza

Dettagli

CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI

CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI CAPITOLO 2 I TRATTI COMPLESSI Tratti semplici e tratti complessi Come detto nel capitolo precedente, la genetica classica studia fondamentalmente i cosiddetti tratti mendeliani semplici, quelli in cui,

Dettagli

OBESITA': DIMAGRIRE CON APP SMARTPHONE E' POSSIBILE

OBESITA': DIMAGRIRE CON APP SMARTPHONE E' POSSIBILE OBESITA': DIMAGRIRE CON APP SMARTPHONE E' POSSIBILE (AGI) - Leeds, 15 apr. - Dimagrire e mantenersi in forma con lo smartphone e' possibile, secondo un nuovo studio dell'universita' di Leeds che ha testato

Dettagli

ACQUA ALCALINA IONIZZATA

ACQUA ALCALINA IONIZZATA Dott.ssa M. Chiara Cuoghi ACQUA ALCALINA IONIZZATA... i benefici: IL CORPO UMANO ADULTO E COSTITUITO AL 70% D ACQUA QUANTA acqua si deve introdurre ogni giorno nel corpo per mantenere un adeguata idratazione?

Dettagli

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure

Mangia le mandorle. Vuoi restare in forma? Nuova scoperta. Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! Problema acne Cause e cure Anno IX - Numero 10 - Novembre 2013 Nuova scoperta Vuoi restare in forma? Mangia le mandorle www.azsalute.it facebook.com/azsalute Viaggio tra salute e alimenti Che benessere dalla frutta! L inganno del

Dettagli

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE Lega Friulana per il Cuore IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli