Study English Abroad codice C-1-FSE-POR-Campania

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Study English Abroad codice C-1-FSE-POR-Campania-2012-584"

Transcript

1 M.I.U.R. ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE C.COLOMBO SEDE LEGALE: CORSO GARIBALDI, 5 bis TORRE DEL GRECO(NA) CM NAIS E Dirigenza: Tel Direzione amm.va: tel fax Sito web: I.S.I.S.S. SEZIONE ASSOCIATA: IPAM C.SO GARIBALDI, 5 BIS TEL TORRE DEL GRECO (NA) CM: NARM01702P :ITN V. EMANUELE (VILLA COM.LE) TEL TORRE DEL GRECO (NA) CM: NATH01701E Obiettivo C1 Interventi per lo sviluppo di competenze chiave CODICE C-1-FSE-POR-Campania STUDY ENGLISH ABROAD Valutazione degli esiti Study English Abroad codice C-1-FSE-POR-Campania MONITORAGGIO FINALE 13/10/2012 Il Coordinatore Prof.ssa Lilla Mangano Pagina 1 di 28

2 Nell ambito delle iniziative rivolte al miglioramento dei livelli di conoscenza e competenza dei giovani, Obiettivo C1 Interventi per lo sviluppo di competenze chiave con il CODICE C-1-FSE-POR-Campania , è stato approvato, per il nostro Istituto, il progetto, STUDY ENGLISH ABROAD. Il progetto è suddiviso in tre fasi formative: - Uno stage di 60 di formazione suddivise in 21 giorni in Gran Bretagna (Torquay) - Un corso in sede di 15 ore di approfondimento e preparazione all esame finale - Esami finali per la certificazione del livello B2 per la lingua inglese In data 10/8/2012, sono stata nominata, con prot. 4893/PORC1/584, Coordinatore logistico del progetto con le seguenti funzioni e compiti: - Provvedere a raccordarsi con il D.S. e con il personale coinvolto, a vario titolo, per coordinare le attività necessarie all espletamento del percorso formativo; - Procedere, con la collaborazione dei tutor accompagnatori, alla stesura del bando di selezione degli allievi partecipanti allo stage, la compilazione della graduatoria dei candidati e la successiva pubblicazione; - Curare, con la collaborazione dei tutor accompagnatori, la stesura del patto formativo e verificarne la sottoscrizione da parte dei genitori durante l incontro con gli stessi prima della partenza; - Verificare l avvenuta compilazione della scheda allievo in piattaforma PON; - Verificare che nel registro didattico e di presenza siano state annotate dai tutor accompagnatori le presenze dei corsisti, del tutor aziendale, l orario d inizio e di fine della lezione e le firme dei partecipanti; - Interfacciarsi con il gruppo di allievi e i due tutor accompagnatori in località Torquay; - Partecipare e verbalizzare le riunioni operative necessarie sia in fase preliminare, in corso e finale dell attività ; - Verificare l inserimento della documentazione richiesta in piattaforma PON concordando i tempi con il D.S.; - Redigere breve relazione finale al D.S. trasmettendola sull istituzionale con allegato il time sheet delle ore prestate Pagina 2 di 28

3 Dal giorno della nomina ho partecipato a tutte le riunioni di coordinamento. Per la presentazione dell impianto formativo del progetto ho istituito, dal 20/08/2012 al 31/08/2012, uno sportello informativo, per alunni e genitori; ed organizzato due incontri con corsisti, genitori, tutor accompagnatori e tutor organizzativo del centro di formazione EF Education. Durante queste riunioni, per sollecitare una partecipazione consapevole dei potenziali beneficiari, sono state spiegate tutte le fasi di attuazione del progetto stesso: l organizzazione, il programma, le procedure di selezione, gli obiettivi che si intendono perseguire, le modalità di certificazione, per fornire tutte le informazioni tecniche per l organizzazione del viaggio e tutte le altre caratteristiche del percorso formativo e dello stage a Torquay. Ai genitori si è fatta compilare una scheda informativa per avere tutte le notizie relative ad eventuali intolleranze alimentari, allergie e/o eventuali terapie seguite dai figli e letto e sottoscritto, sia dai genitori che dai corsisti, il contratto formativo. In data 1 settembre 2012 ho verificato l esattezza e la completezza delle schede anagrafiche dei corsisti e li ho supportati nella compilazione on line del questionario di monitoraggio dell ANSAS e a termine progetto del questionario finale e del report. Dal giorno 4 fino al 24 settembre, per tutta la durata dello stage a Torquay, ho stabilito contatti (telefonici, skype, ) giornalieri con i tutor accompagnatori e controllato la piattaforma. Per problemi tecnici a Torquay non sempre i tutor riuscivano ad accedere alla piattaforma, quindi, attraverso i canali stabiliti sopperivo, da casa, alla compilazione della piattaforma e all inserimento degli eventuali allegati. Per tutto il periodo dello stage mi sono interfacciata anche con i corsisti a Torquay, non solo per monitorare, attraverso discussioni, l organizzazione e l andamento del processo formativo, il grado di soddisfazione delle loro aspettative, ma anche per raccogliere notizie da fornire ai familiari, qui. Ho controllato, in piattaforma, l esattezza e completezza dell inserimento delle verifiche, assicurandomi dell inserimento dei file allegati e dei risultati conseguiti dai corsisti. Ho inserito sulla piattaforma tutti i prodotti dell intervento. Ho inserito in piattaforma tutti gli interventi e i dati della valutazione. Ho ideato e prodotto in formato digitale manifesti, locandine, inviti e magliette pubblicitarie. Ho predisposto questionari da somministrare ai corsisti, ai genitori, ai tutor e ai coordinatori delle classi di appartenenza dei corsisti per la valutazione di tutti gli aspetti dell intero processo. Ho analizzato i dati raccolti dal monitoraggio al fine di individuare punti di forza e di debolezza. Ho organizzato con i corsisti la manifestazione di chiusura. Ho organizzato la manifestazione finale. Pagina 3 di 28

4 ATTIVITA REGISTRATE AL DI FUORI DELLE RIUNIONI DI COORDINAMENTO Data Attività Ora inizio Ore impiegate Attività svolta 21/08/ ,00 ANALISI CANDIDATURE ALUNNI VERIFICA REQUISITI STESURA GRADUATORIA 22/08/ ,00 ELABORAZIONE MATERIALE PUBBLICITARIO 23/08/ ,00 Invito alle famiglie 23/08/ ,00 Stesura contratto formativo 23/08/ ,50 stesura autorizzazione partecipazione e scheda informativa per soggiorno estero 24/08/ ,00 Ideazione di una maglietta pubblicitaria 29/08/ ,50 INCONTRO CON I GENITORI 01/09/ ,50 Incontro con genitori e referente dell EF Education s.r.l. 01/09/ ,00 Supporto agli alunni per la compilazione in piattaforma del questionario ANSAS 06/09/ ,00 CONTROLLO PIATTAFORMA CONTROLLO FREQUENZA MONITORAGGIO INIZIALE 12/09/ ,00 Contatto skype con il gruppo in stage a Torquay e verifica inserimento dati in piattaforma. Controllo registro presenze monitoraggio intermedio 14/09/ ,50 STESURA RELAZIONE DI MONITORAGGIO INTERMEDIO PER IL COLLEGIO DOCENTI DEL 15/09/ /09/ ,00 Incontro con i tutor: riscontro tra programmato e attuato durante lo stage. Stesura comunicazione calendario corso di preparazione agli esami. 28/09/ ,00 inserimento in piattaforma dei prodotti dell'intervento ideazione eed elaborazione grafica dell'invito per la manifestazione finale 03/10/ ,00 Elaborazione e stesura schede di monitoraggio per la valutazione delle prestazioni. Elaborazione e stesura di questionari per la rilevazione sulla 'customer satisfaction'. Elaborazione e stesura schede per la rilevazione della ricaduta sul curricolare delle azioni attuate. 08/10/ ,00 ANALISI SCHEDE MONITORAGGIO 09/10/ ,00 ELABORAZIONE GRAFICA MONITORAGGIO DI ALCUNI ASPETTI DEL PROGETTO 12/10/ ,00 REPORT FINALE Pagina 4 di 28

5 ANALISI DEL CONTESTO L analisi del contesto ha incluso incontri preliminari con i tutor e l esame della struttura validata del progetto sulla piattaforma di Gestione della Programmazione Unitaria, per rilevare e analizzare i dati relativi alla tipologia dei destinatari, ai bisogni formativi, agli obiettivi, ai contenuti, alle metodologie e al calendario del corso. Gli elementi raccolti hanno consentito di individuare gli indicatori per il monitoraggio iniziale e per rilevare i contenuti relativi all elaborazione della prova di competenza in ingresso, sulla base degli obiettivi formativi, indicati nelle linee programmatiche del percorso. FINALITÀ E OBIETTIVI DEL PROGETTO Le attività programmate nel progetto mirano al raggiungimento dei seguenti obiettivi: Apprendere la lingua inglese in un contesto estero, dove la lingua madre sia solo ed esclusivamente l'inglese; Migliorare e consolidare il livello di padronanza della 4 abilità nella lingua inglese (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta ed espressione scritta) in differenti contesti sociali e culturali; Abituare l'alunno al lavoro in team e in project -work in un contesto internazionale dove l' inglese diventa lingua veicolare per risolvere questioni di carattere personale, quotidiano e praticoprofessionale, nell'ottica della metodologia CLIL. Acquisire competenze spendibili per l'inserimento nel mondo del lavoro Abituare alla riflessione interculturale per un raggiungimento di una identità di cittadinanza "europea". Acquisizione del livello B2 del quadro comune europeo di riferimento QCER per il corretto inserimento degli allievi nei corsi superiori del settore nautico, come accademie e corsi a bordo DESTINATARI Il progetto destinato ai migliori 15 alunni delle classi del triennio finale a.s. 2010/2011. Al bando hanno risposto 16 alunni di cui uno diplomato, due non in possesso dei requisiti richiesti dal progetto e indicati nel bando, di cui uno in possesso della certificazione del livello B1 e di buona valutazione scolastica in inglese. Il gruppo di coordinamento ha deliberato l esclusione di Palomba T. in quanto anche la valutazione scolastica della lingua inglese è appena sufficiente, mentre delibera l ammissione di Paolillo in quanto in possesso di competenze linguistiche idonee. ammessi maschi femmine Classe 4 Indirizzo capitani Classe 5 Indirizzo capitani Classe 5 Indirizzo macchinisti diplomati Pagina 5 di 28

6 ARTICOLAZIONE E PIANIFICAZIONE Il percorso formativo suddiviso in due fasi - Uno stage di 60 di formazione suddivise in 21 giorni in Gran Bretagna (Torquay): 4 ore formative in aula al giorno (in media). 160 ore di learn by doing: visite d istruzione, lezioni itineranti, attività di settore, attività ricreative-creative formative - Un corso in sede di 15 ore di approfondimento e preparazione all esame finale: al rientro dallo stage, dal 28 settembre al 10 ottobre in orario extracurricolare presso la sede delll ITTL è stato pianificato tenendo conto dei diversi livelli di conoscenza della lingua inglese posseduti in entrata dai corsisti La compilazione in piattaforma della struttura è stata curata dal Tutor prof.ssa Corvino. STRUTTURA Attività previste Contenuti Competenze specifiche Metodologie Luoghi Ore Didattica Analisi delle competenze in ingresso: Entry Test Somministrazione di un test di valutazione per la verifica delle competenze in entrata 4.00 Lezioni frontali con l'ausilio di strumenti multimediali CLASS ACTIVITIES AND DIDATTIC MULTIMEDIA STRATEGIES Verifica in itinere IN- BETWEEN TEST Lezioni frontali con l'ausilio di strumenti multimediali CLASS ACTIVITIES AND DIDATTIC MULTIMEDIA STRATEGIES Presentazione programma per il conseguimento del livello B2.1 ( GRADE 7 del livello TRINITY). Suggerimenti per la scelta dei PERSONAL TOPICS. Spiegazione per l esecuzione della INTERACTIVE PHASE Inizio funzioni linguistiche e strutture grammaticali; lessico specifico di settore, fonologia e pronuncia appropriata per il raggiungimento del livello B2.1 GRAMMAR Second Conditional, Simple passive, Used to, Relative clauses, Modals and phrases for giving advice and making suggestions. Modals and phrases for expressing possibility and uncertainty Linkers: because of,due to Multiple choice, filling and cloze tests, oral and written production. SUBJECT AREAS education national customs village and city life national and local produce and products early memories pollution and recycling Parlare con scioltezza su un argomento di interesse personale Interagire in una conversazione in modo spontaneo e naturale Essere in grado di dare consigli, di evidenziare vantaggi e svantaggi; Dedurre ulteriori informazioni ed espansioni di idee ed opinioni; Esprimere accordo e disaccordo; Esprimere con appropriata intonazione interesse e sorpresa; Esprimere con una intonazione calante la fine della conversazione. Dare suggerimenti e fare proposte; Descrivere azioni al passato; Esprimere possibilità ed incertezze; Monitoraggio in itinere per la verifica delle competenze acquisite. Discutere con scioltezza e disinvoltura su tematiche e problematiche attuali Raffronto tra il sistema scolastico italiano e quello britannico; Riferire circa gli usi e i costumi delle propria nazione; Comparare la vita di città e quella di paese; Riferire circa i prodotti tipici nazionali e locali; Descrivere abitudini al passato e riferire sui propri ricordi; Discutere circa l'inquinamento e gestione del ciclo dei rifiuti. Cooperative Learning Discussione Didattica laboratoriale Lezione frontale Problem solving Simulazione/Role playing Project work Ricerca sperimentale Cooperative Learning Discussione Didattica laboratoriale Lezione frontale Problem solving Simulazione/Role playing Project work Ricerca-azione Aula Spazi laboratoriali Aula Spazi laboratoriali Pagina 6 di 28

7 Attività previste Contenuti Competenze specifiche Metodologie Luoghi Ore Didattica Test finale FINAL TEST and ASSESSMENT SECTION Accertamento del 4.00 Test di allineamento per il corso di approfondimento e preparazione agli esami al rientro dal paese straniero corso di approfondimento e preparazione agli esami Test finale Final Test Verifica delle competenze in uscita attraverso la simulazione d'esame e conferimento sui lavori Personali (TOPICS) Exam Simulation: TOPIC PHASE INTERACTIVE PHASE CONVERSATION PHASE TEST: Multiple choice, filling and cloze tests, oral and written production. Revisione e formalizzazione dei contenuti dei lavori personali per ciascun candidato PERSONAL TOPICS Esercitazione sulla fase di interazione con l esaminatore INTERACTIVE PHASE Discussione ed approfondimento delle tematiche in oggetto nella prova di conversazione Verifica delle competenze in uscita attraverso la simulazione d'esame e conferimento sui lavori Personali (TOPICS) raggiungimento del livello B2.1 (QCER) Parlare con scioltezza su un argomento di interesse personale Interagire in una conversazione in modo spontaneo e naturale Essere in grado di dare consigli, di evidenziare vantaggi e svantaggi; Dedurre ulteriori informazioni ed espansioni di idee ed opinioni; Esprimere accordo e disaccordo; Esprimere con appropriata intonazione interesse e sorpresa; Esprimere con una intonazione calante la fine della conversazione. Dare suggerimenti e fare proposte; Descrivere azioni al passato; Esprimere possibilità ed incertezze; Discutere con scioltezza e disinvoltura su tematiche e problematiche attuali Raffronto tra il sistema scolastico italiano e quello britannico; Riferire circa gli usi e i costumi delle propria nazione; Comparare la vita di città e quella di paese; Riferire circa i prodotti tipici nazionali e locali; Descrivere abitudini al passato e riferire sui propri ricordi; Discutere circa l'inquinamento e gestione del ciclo dei rifiuti. Accertamento del raggiungimento del livello B2.1 (QCER) Cooperative Learning Discussione Didattica laboratoriale Lezione frontale Problem solving E-learning Simulazione/Role playing Project work Studio di caso Peer education (educazione pari) Ricerca-azione Ricerca sperimentale tra Aula Aula multimediale Spazi laboratoriali Totali Ore Attività 75 OPERATORI COINVOLTI Scuola: DS, DSGA, 2 Tutor accompagnatori; 1 esperto madrelingua; 2 Coordinatori logistici; 3 A.A., 1 AT, 2C.S. Centro di formazione EF: 1 Docente esperto madrelingua, un tutor accompagnatore, un tutor animatore Pagina 7 di 28

8 VERIFICHE Sono state somministrate dal centro di formazione e dal docente esperto del corso di preparazione agli esami, prove di verifica in ingresso, in itinere e al termine del processo formativo (documentazione su piattaforma) come previsto dalle direttive sull azione C1. Le verifiche hanno valutato in modo diretto la preparazione e l impegno degli allievi, in modo indiretto l andamento del corso. Sebbene siano strumenti didattici da leggere nella loro evoluzione temporale, interessante è quindi la differenza fra valori in ingresso e in quelli in uscita Sono state somministrate varie prove di verifica ed effettuato un bilancio complessivo delle competenze. Dalla tabella riepilogativa degli esiti delle prove si evince facilmente che tutti i corsisti hanno fatto registrare crescenti risultati positivi fino a giungere alla certificazione finale di Livello B2, fatta eccezione di un solo corsista che ha conseguito comunque il livello B2 pur partendo da nessuna certificazione iniziale. I risultati risultano ancora più soddisfacenti se si considera che ad inizio corso ben sei alunni avevano livelli bassissimi, in termini di conoscenza e fluidità linguistica. corsista CUOMO A. ROSARIO D AMBRA MARIO DIDONE CLAUDIO PALOMBA BEATRICE PERILLO RAFFAELE VACATELLO M. CHIARA BORRELLI GIUSEPPE MIELE LUIGI LA MARCA CARMINE LETTERESE DOMENICO POMPOSELLI CARMINE PASSARO MARIO C. AGLIANO DANIELE PINTO PAOLO PAOLILLO FRANCESCO Certificazioni possedute a inizio corso Livello rilevato a Torquay con Test iniziale Test intermedio Livello raggiunto a termine dello stage Test finale Certificazione Trinity LIVELLO AUTONOMO B1 LIVELLO B LIVELLO B2 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B LIVELLO B2 AUTONOMO B1 NESSUNA LIVELLO LIVELLO B2 CERTIFICAZIONE BASE A2 NESSUNA LIVELLO LIVELLO B2 CERTIFICAZIONE BASE A2 NESSUNA LIVELLO LIVELLO B2 CERTIFICAZIONE BASE A2 LIVELLO BASE A2 LIVELLO B LIVELLO B2 LIVELLO BASE A2 LIVELLO B LIVELLO B2 NESSUNA CERTIFICAZIONE LIVELLO AUTONOMO B1 LIVELLO LIVELLO B1 BASE A2 LIVELLO B LIVELLO B2 Pagina 8 di 28

9 COLLEGAMENTO CON IL CURRICULO I contenuti e gli obiettivi formativi del percorso si correlano con i principi dell offerta formativa del POF e si integrano non solo con i contenuti disciplinari della lingua inglese, ma anche con quelli specifici dell area di professionalizzazione facendo maturare competenze spendibili in contesti non strettamente scolastici. Il processo di apprendimento degli alunni è stato monitorato costantemente dai Docenti Esperti e Tutor mediante la somministrazione di prove di verifica iniziali, intermedie e finali. Le stesse prove, oltre a definire i livelli di formazione dei corsisti, sono state utilizzate anche come attività di monitoraggio delle diverse fasi progettuali, per individuare elementi di criticità da risolvere in itinere al fine di svolgere al meglio le attività del PON. In un secondo momento anche il Consiglio di Classe e i Coordinatori, attraverso una scheda di Rilevazione dati e osservazioni, hanno registrato i livelli di miglioramento degli alunni e la ricaduta delle azioni PON sulla formazione dei discenti, al fine di integrare la valutazione del percorso didattico curricolare con quella relativa al progetto in esame e al POF nel suo complesso. QUESTIONARIO I Docenti i cui allievi sono coinvolti nelle attività progettuali, esprimono le loro osservazioni sulla base dei seguenti indicatori utilizzando una scala da 1 a 10 per ciascun indicatore: - Autostima e immagine di sé - Rapporto con la scuola - Motivazione all apprendimento - Socializzazione /collaborazione nei rapporti interpersonali - Rapporto con la famiglia - Effetti sull andamento del profitto scolastico - Effetti sul comportamento - Al rientro dallo stage ha raccontato con entusiasmo l esperienza didattico-formativa I Docenti esprimono, sulla partecipazione dell alunno al progetto PON, una valutazione: L analisi dei dati raccolti, come si evince dai grafici, mette in evidenza la positività della ricaduta sul curricolare delle attività svolte con il PON. Tutti gli item analizzati, infatti, hanno fatto registrare una valutazione da 8 a 10. Anche la valutazione complessiva, espressa da ciascun docente, sulla partecipazione dell alunno al progetto PON, va dal positivo all eccellente. Pagina 9 di 28

10 FREQUENZA Tutti i corsisti hanno partecipato a tutte le lezioni ed effettuato tutte le verifiche. MODALITÀ DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE Come indicato nelle Linee guida e le norme per la realizzazione dei progetti cofinanziati dal FSE, che prevedono l integrazione dei PON nel POF d Istituto e, come deliberato dagli OOCC competenti, i Consigli di classe valuteranno la ricaduta sul curricolare e attribuiranno il credito scolastico alla certificazione sull attività svolta e sulle competenze acquisite dai partecipanti, che pur non avendo valore legale rappresenta un credito, spendibile in tutte le circostanze in cui esso sia comunque riconosciuto, e credito formativo per la certificazione rilasciate da enti esterni. In merito a ciò, gli O.O.C.C. ISISS Colombo hanno stabilito che le modalità di valutazione, ai fini del credito scolastico/formativo, saranno adeguate alle competenze certificate ai corsisti. Al termine del corso sarà rilasciato un attestato (allegato agli atti) che indicherà struttura formativa, percorso formativo, durata del corso e competenze in esito (tenendo conto dell effettivo rapporto tra competenze richieste e competenze possedute). Come approvato nelle sedute collegiali, la certificazione sarà valutata ai fini dell attribuzione del credito scolastico. Inoltre, i corsisti che supereranno l esame Trinity acquisendo il livello B2 previsto dal progetto avranno certificazione esterna delle competenze che sarà valutata come credito formativo. PUBBLICITÀ E stata curata la diffusione dell informazione sul progetto nei confronti sia della scuola nel suo complesso (corpo docente, alunni, famiglie, ecc.) che della società civile nel contesto territoriale, attraverso la promozione della partecipazione, ecc. (indicazioni contenute nel Regolamento (CE) n, 1159/2000 del relativo alle Azioni informative e pubblicitarie a cura degli Stati membri sugli interventi dei Fondi strutturali).sono stati effettuati: -pubblicizzazione attraverso affissione di locandine/manifesti -pubblicizzazione attraverso Giornali. -manifesti informativi -brochure informative per il personale interno, alunni, genitori. -comunicazione al Collegio dei docenti e Consiglio di Istituto -comunicazione ai Dipartimenti e ai docenti delle discipline coinvolte -comunicazioni agli alunni e alle famiglie -circolari interne -informative ai consigli di classe -incontri di sensibilizzazione con genitori ed alunni -sportello informativo -bando esterno per reclutamento aziende e pubblicizzazione iniziativa -testimonianze filmate e fotografiche diffuse internamente e sul sito della scuola -depliant illustrativo -documentazione multimediale su sito web della scuola -targa illustrativa -maglietta pubblicitaria distribuita ai corsisti -edizione straordinaria del giornalino scolastico (elaborata in collaborazione dei corsisti) -manifestazione finale (tutte le copie sono allegate agli atti) Pagina 10 di 28

11 ATTIVITÀ PRELIMINARI PER LA VALUTAZIONE ED IL MONITORAGGIO L intervento complessivo è stato da me valutato durante tutto il suo percorso. La valutazione è stata svolta, durante tutte le fasi attuative, secondo linee condivise dal Gruppo di Coordinamento e di concerto con i Tutor, in un clima di dialogo e di collaborazione. In qualità di Coordinatore logistico ho adottato le seguenti fasi procedurali: o lettura dei progetti proposti, con attenzione alla tipologia dei destinatari, ai bisogni e alle finalità educative; o visione della struttura validata sulla piattaforma dell Agenzia Scuola con attenzione agli obiettivi e al calendario dei corsi; o elaborazione dei questionari di monitoraggio ex ante in ordine ad aspettative e motivazioni dell utenza e loro somministrazione in forma anonima; elaborazione dei questionari di gradimento intermedio al fine di far emergere eventuali ostacoli al regolare svolgimento dei corsi e loro somministrazione all incirca a metà del corso; o controllo della frequenza; o controllo dell avanzamento degli inserimenti in piattaforma; o ricognizione e socializzazione dei dati raccolti nelle riunioni collegiali e nelle riunioni con Tutor e nelle riunioni di coordinamento; o elaborazione di questionari per la rilevazione della ricaduta dei progetti PON sulla formazione dei discenti da compilare a cura del coordinatore di ogni Consiglio delle Classi di appartenenza dei corsisti; o discussioni con i corsisti per il coinvolgimento attivo nella valutazione; o elaborazione dei questionari di monitoraggio finale relativo al contesto di apprendimento, didattica, clima relazionale rivolti ai corsisti e loro somministrazione; o elaborazione questionario di gradimento e valutazione dell attività da somministrare ai genitori dei corsisti o Elaborazione del Documento finale di sintesi (Report). FASE INIZIALE 1- visione della struttura validata dei progetti sulla piattaforma di Gestione della Programmazione Unitaria con attenzione alla tipologia dei destinatari, ai bisogni sottesi, agli obiettivi, ai contenuti, alle metodologie e al calendario dei corsi. Gli elementi raccolti sono poi stati utilizzati per la preparazione del questionario iniziale e ad individuare i tempi più opportuni per gli interventi di monitoraggio. 2- elaborazione del questionario iniziale in ordine ad aspettative e motivazioni dell utenza. Le informazioni raccolte sono poi state utilizzate per la formulazione e predisposizione dei criteri con i quali organizzare gli indicatori programmati dal gruppo di coordinamento per le successive fasi del monitoraggio. 3- ricognizione e socializzazione dei dati raccolti nelle riunioni di coordinamento e nelle riunioni Collegiali per ricavare un feedback utile al ri-orientamento delle azioni successive. In particolare, in questa fase, ho esplicato la mia azione nei seguenti momenti: Accertamento della coerenza delle azioni di pubblicizzazione Accertamento della coerenza esecutiva alle ipotesi progettate Accertamento della coerenza delle prove iniziali e del materiale didattico fornito ai partecipanti Somministrazione ai corsisti di un test anonimo ( a inizio percorso) atto a rilevare la motivazione e le aspettative FASE INTERMEDIA Lo stage si è svolto a Torquay quindi, nell impossibilità di somministrare questionari ho avviato discussioni partecipative, attraverso Skype, con corsisti e tutor su a obiettivi prefissati a rilevare elementi utili per la valutazione del processo: clima relazionale, aspetti organizzativi, indicatori e descrittori utili a far emergere punti di forza e di debolezza, opportunità e rischi. L obiettivo è stato quello di controllare lo stato di Pagina 11 di 28

12 attuazione del progetto sia sul piano didattico sia sul piano organizzativo, restituendo un quadro di elementi sui diversi aspetti dell attività formativa ed il grado di soddisfazione globale, al fine di adottare eventuali correttivi. Anche l accertamento della coerenza delle prove intermedie e del materiale didattico fornito ai partecipanti è stato realizzato on line e sulla piattaforma. La ricognizione e socializzazione dei dati raccolti è stata realizzata nelle riunioni di coordinamento e nelle riunioni Collegiali per ricavare un feedback utile al ri-orientamento delle azioni successive. FASE FINALE 1- elaborazione dei questionari di monitoraggio finale in ordine a contesto di apprendimento, didattica, clima relazionale, rivolti ai destinatari dei corsi, nonché di una scheda rivolta al tutor, per valutare l efficienza dell intervento e di una scheda di gradimento riservata ai genitori, per valutare l efficacia dell intervento formativo. 2- documentazione del lavoro svolto nel report finale dell attività di monitoraggio e valutazione che sarà reso pubblico nelle riunioni collegiali e depositato agli atti della scuola per la consultazione all interno dell Istituto, ai fini della circolazione dei risultati e della loro tesaurizzazione in vista di una eventuale nuova progettazione. I report riportano i dati raccolti ed elaborati mediante grafici che ne consentiranno una lettura chiara ed immediata. 4- report finale di sintesi finalizzato ad un analisi qualitativa e alla valutazione del processo per: - verificare i contesti di efficacia ed efficienza della progettualità; - individuare i punti di forza ed i punti di debolezza del sistema; - valutare il livello di gradimento degli operatori e degli utenti riguardo al servizio erogato; - valutare il grado di qualità percepito; - tesaurizzare gli elementi di qualità per una riproposizione migliorativa in contesti similari. I documenti prodotti nelle varie fasi del piano di valutazione sono stati inseriti nella piattaforma di Gestione della Programmazione Unitaria e depositati agli atti della scuola. In linea generale gli item scelti sono orientati a rilevare le aspettative, le motivazioni degli attori coinvolti (alunni, tutor, docenti) e l efficacia degli aspetti organizzativi, in fase di preparazione del progetto. Nel monitorare e valutare il processo formativo, mi sono avvalsa di diversi indicatori. Innanzitutto ho fatto riferimento a quelli specificatamente espressi in sede progettuale: risultati in ingresso in itinere e finali assenze effettuate la % di abbandono del corso poi ho condotto un indagine di monitoraggio molto più articolata (sotto forma di questionari anonimi ed individuali e discussione partecipativa) tendente a far emergere : le criticità e i punti di forza le risorse umane e l organizzazione le caratteristiche del processo formativo l efficacia del processo formativo l efficienza delle risorse umane ed organizzative in relazione al processo formativo e altri Questi indici sono in effetti quelli più oggettivi: complessivamente spiegano la reale efficacia del corso, basandosi sulla considerazione che il processo formativo non termina con l espletamento della prova finale, ma coinvolge il corsista nelle sue possibilità di auto-apprendere facendogli acquisire tecniche di apprendimento verificabili in futuro. Non ho tralasciato di valutare elementi quali l azione di pubblicizzazione e la coerenza esecutiva rispetto a quella progettuale. La prima è stata verificata considerando l allineamento tra quanto proposto in sede progettuale e quello realizzato. Sono stati positivamente valutati le modalità, i contenuti e i mezzi pubblicitari adoperati per l azione. Ho, altresì, verificato la congruenza tra quanto progettato, quanto riformulato a seguito dei risultati delle competenze in ingresso e quanto realizzato per tutto il processo; la stessa è risultata positiva. Sono stati Pagina 12 di 28

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 D D PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 Obiettivo "Convergenza"

Dettagli

"ALVARO - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003

ALVARO - GEBBIONE Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 ISTITUTO COMPRENSIVO " - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 PIANO INTEGRATO PON 2013/14 PROT. N. AOODGAI8439 DEL 02/08/2014 Prot. 2252/18.08.2014 Al personale

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 D D PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 Obiettivo "Convergenza"

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 D D PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 Obiettivo "Convergenza"

Dettagli

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.MARCONI Via Gen.A.Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel e Fax: 091.6255080 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito web: www.scuolamediamarconipa.gov.it COD.MEC.: paic89300r PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Guglielmo Marconi Via Atzori, 174-84014 Nocera Inferiore (SA) - Tel.Fax: 081 5174171 081 927918 D D PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 2007-2013 Obiettivo "Convergenza"

Dettagli

Piano Integrato 2008/09

Piano Integrato 2008/09 REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA LICEO SCIENTIFICO STATALE M. CIPOLLA P.le Placido Rizzotto Tel. 9-913 Fax. 9-9333 C. F. 117311 E-mail: liceoscientificocv@libero.it 91 CASTELVETRANO (TP) Autorità

Dettagli

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva Regione Siciliana M.P.I. Educazione degli Adulti Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva Presidenza:0942/795291-Uffici Amministrativi: 0942/79140- Fax:0942/79509

Dettagli

RELAZIONE DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE

RELAZIONE DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE I.P.S.I.A. Via F.lli Kennedy, 7 Tel 8 Fax 897 Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Pietro Sette I.P.S.I.A. - I.T.C. - L.S. C.F. 987 Via F.lli Kennedy, 7-79 SANTERAMO IN COLLE - BARI baisd@istruzione.it

Dettagli

RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO M.I.U.R. U.S.R. per la Campania Direzione Generale ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - GADDA Via A. Gramsci,22 80010 Quarto (Na) Tel & Fax: 081/8768767 e-mail : naic8fc004@istruzione.it Sito web : www.icterzogadda.it

Dettagli

Prot. del AI DOCENTI AL D.S.G.A. Al personale ATA Al sito web dell istituto All Albo SEDE

Prot. del AI DOCENTI AL D.S.G.A. Al personale ATA Al sito web dell istituto All Albo SEDE LICEO SCIENTIFICO STATALE Indirizzo Classico Linguistico Scientifico Scientifico opzione Scienze Applicate 87027 Paola (CS) C.M. CSPS210004 Sito web: www.liceogalilei-paola.gov.it E-mail: csps210004@istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva

Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva Regione Siciliana M.P.I. Educazione degli Adulti Istituto Comprensivo Scuola dell Infanzia Primaria Sec. I grado di Santa Teresa di Riva Presidenza:094/7991-Uffici Amministrativi: 094/79140- Fax:094/7909

Dettagli

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA M.I.U.R. U.S.R. per la Campania Direzione Generale ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - GADDA Via A. Gramsci,22 80010 Quarto (Na) Tel & Fax: 081/8768767 e-mail : naic8fc004@istruzione.it Sito web : www.icterzogadda.it

Dettagli

Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014

Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014 Prot. 4501/C12 Foggia, 22/05/2014 Ai Docenti del Liceo Scientifico Volta Sede All Albo Pretorio on line Al Sito internet Pon in chiaro Cosa fa la mia scuola BANDO PER IL RECLUTAMENTO DI RISORSE UMANE INTERNE

Dettagli

Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno)

Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Scuola Secondaria di primo grado «A. Criscuolo» Via M. Ferrante n. 6-84016 - Pagani (Salerno) Tel. & Fax 081/916424 Autonomia Scolastica 57 www.scuolacriscuolopaqani.gov.it e-mail: samm13400c@istruzioni.it

Dettagli

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621 Annualità 2012 / 2013 Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 Questionari Gradimento Soddisfazione Monitoraggio corsi PON CORSI ANALIZZATI 4 S o g g e t t i I n t e

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI ASTI - PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015/18 2 INDICE SEZIONE 1 Scegliere gli obiettivi di processo più utili e necessari

Dettagli

MODALITÀ DI RECUPERO CARENZE FORMATIVE PER L A.S. 2013/14 (DELIBERA COLLEGIO DOCENTI N. 00 DEL 28/10/2014)

MODALITÀ DI RECUPERO CARENZE FORMATIVE PER L A.S. 2013/14 (DELIBERA COLLEGIO DOCENTI N. 00 DEL 28/10/2014) Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Istituto Tecnico Commerciale e Turistico Statale Vittorio Emanuele II Via F. Lussana, 2 24121 Bergamo 035 23 71 71 035 21 52 27 segreteria@vittorioemanuele.org

Dettagli

Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo. Criteri di valutazione. del comportamento e degli apprendimenti degli alunni

Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo. Criteri di valutazione. del comportamento e degli apprendimenti degli alunni Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo Criteri di valutazione del comportamento e degli apprendimenti degli alunni Con questo documento il Collegio dei Docenti dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci - Ripamonti Via Belvedere, 18 22100 Como - Tel. 031 520745 - Fax 031 50719 Piano annuale delle

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CCI 07IT051PO007 Cod. Meccanografico krth0009 C.F. 91021680797 e-mail: krth0009@istruzione.it Circolare straordinaria prot. 676 del23/01/14 Azioni C1 Interventi formativi

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani, 32 00185 Roma

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani, 32 00185 Roma Circ. n. 2 Prot. n. 2968 Roma, 10 febbraio 2015 Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche statali di ogni ordine e grado della Regione Lazio Ai Coordinatori didattici delle Istituzioni scolastiche paritarie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Vania Minichiello Materia Psicologia Classe IV Sez. Lsu Testo adottato M. Bernardi, A. Condolf, Psicologia, Clitt Data presentazione

Dettagli

SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI

SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI PROGETTO READY TO GO SUCCESSO SCOLASTICO, COMPETENZE DI BASE, EQUITA DEGLI ESITI DESCRIZIONE Il progetto ha come obiettivo quello di accrescere le competenze di base, il recupero degli alunni con carenze

Dettagli

Ministero Pubblica Istruzione Affari Internazionali Ufficio IV

Ministero Pubblica Istruzione Affari Internazionali Ufficio IV 1 Con l Europa investiamo nel Vostro futuro! NOVARO-CAVOUR Via Nicolardi, 136 80131 Napoli (Na) tel./fax. 081/0176536 E-Mail: NAIC82200T@ISTRUZIONE.IT Prot. n. 6851/A22 Napoli, 10/12/2013 CIG 5494304B15

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. 9^ edizione. a.s. 2012-2013 Promozione percorsi sperimentali di Alternanza scuola-lavoro (art.4, Legge 28 marzo 2003, n.53) D.D.G. n. 640 del 30/01/2012 PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO 9^ edizione a.s. 2012-2013 Istituto: I.I.S.S.

Dettagli

Istituto Comprensivo M. Calderini G. Tuccimei - Roma. Area Gestione del Piano dell Offerta Formativa. Funzione Strumentale: Linda Langella

Istituto Comprensivo M. Calderini G. Tuccimei - Roma. Area Gestione del Piano dell Offerta Formativa. Funzione Strumentale: Linda Langella Istituto Comprensivo M. Calderini G. Tuccimei - Roma Area Gestione del Piano dell Offerta Formativa Funzione Strumentale: Linda Langella L incarico di Funzione Strumentale della Gestione del Piano dell

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Prot. N. 3273/A13c del 30 maggio 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. FERRARIS DI MOLFETTA Vista la nota della MIUR - Direzione Generale per gli Affari Internazionali prot.

Dettagli

Relazione finale Attività di monitoraggio e valutazione

Relazione finale Attività di monitoraggio e valutazione Con l Europa, investiamo nel vostro futuro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GUGLIELMO MARCONI Via Gen. A. Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel.091.6255080 Fax: 091.6260468 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito

Dettagli

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue)

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue) UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA Progetto di formazione di docenti e studenti dei tecnici e professionali del settore turisticoalberghiero in Sicilia Sicily is a Treasure Island for tourism

Dettagli

Progetto: INCONTRO LAFRANCIA LA DIRIGENTE SCOLASTICA

Progetto: INCONTRO LAFRANCIA LA DIRIGENTE SCOLASTICA Prot. n. 3423/C11 Rossano, 17.09.2014 Ai Docenti dell'istituto All Albo della Scuola Sito web Scuola Circolare straordinaria prot. n. 676 del 23/01/2014 Azioni C1:"Interventi formativi per lo sviluppo

Dettagli

Prot. N. 3695 /A20 /pon Adrano, 11/12/2013. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 3695 /A20 /pon Adrano, 11/12/2013. Il Dirigente Scolastico II ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE - ADRANO Via Roma, 42 95031 ADRANO TEL./FAX 095/7692838 e-mail: ctic8a200g@istruzione.it PEC: ctic8a200g@pec.istruzione.it Codice Fiscale 80011020874 Prot. N. 3695 /A20

Dettagli

Compilazione della scheda iscrizione e biografia linguistica (modello di seguito allegato).

Compilazione della scheda iscrizione e biografia linguistica (modello di seguito allegato). PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI Premessa Il Protocollo di Accoglienza (PdA) presenta le procedure (approvate e condivise dal Collegio Docenti) che il nostro Istituto attua

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3 ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII Via M.Gabriele Asaro - 91027 PACECO (TP) 0923/881297-0923/526796 0923/309946 C.F.: 80005560810 - C.M.:TPIC83300L E-MAIL: tpic83300l@istruzione.it PEC: tpic83300@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO L alternanza scuola-lavoro, istituita tramite L. 53/2003 e Decreto Legislativo n. 77 del 15 aprile 2005 e successivamente innovata e regolamentata con i D.P.R. 15 marzo

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico FONDO SOCIALE EUROPEO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007 IT 05 PO 007 Competenze per lo sviluppo BANDO INTERNO PER RECLUTAMENTO TUTOR PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO INTEGRATO 2010 2011 Prot. n. 4585 Bitonto,

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Il bisogno speciale della scuola è un desiderio : superare le cornici e godere di un nuovo paesaggio. Andrea Canevaro

Il bisogno speciale della scuola è un desiderio : superare le cornici e godere di un nuovo paesaggio. Andrea Canevaro 1 3.1 PROGETTO INTEGRAZIONE ALUNNI DISABILI Il bisogno speciale della scuola è un desiderio : superare le cornici e godere di un nuovo paesaggio. Andrea Canevaro Integrazione degli alunni disabili Obiettivi

Dettagli

Con l Europa investiamo sul vostro futuro

Con l Europa investiamo sul vostro futuro Con l Europa investiamo sul vostro futuro ISTITUTO TECNICO SETTORE ECONOMICO G. VICO Indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing Cod.Mecc. SATD090008 C.F. n 81001150655 AUT. SA5X2 VIA F.S NITTI 84043

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo di accoglienza per gli alunni stranieri è da intendersi quale parte integrante dell assetto regolamentare dell ENAIP Trentino.

Dettagli

Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015

Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015 Prot. N. 2067/C12 Oppido Mamertina 03/06/2015 Al Personale docente All albo d Istituto Al sito www.isoppido.it OGGETTO: Avviso per la selezione di DOCENTI TUTOR perla partecipazione a stage linguistici

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL RECLUTAMENTO DI ESPERTI

AVVISO PUBBLICO PER IL RECLUTAMENTO DI ESPERTI Exam Preparation Centre 2013 Ei-Center EIPASS4SCHOOL Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia LICEO STATALE Vittorio Emanuele III Liceo Classico

Dettagli

Formulario di presentazione

Formulario di presentazione Regione Siciliana MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA Sede: Via Praga,29 90146 Palermo Tel. 091 6708216 fax 091 6708387 direzione-sicilia-ufficio-staff@istruzione.it

Dettagli

Francavilla Fontana, 05/07/2014 Prot. 2191/F.PON All albo dell Istituto Al sito Web di Istituto

Francavilla Fontana, 05/07/2014 Prot. 2191/F.PON All albo dell Istituto Al sito Web di Istituto LICEO CLASSICO SCIENTIFICO SCIENTIFICO TECNOLOGICO E DELLE SCIENZE APPLICATE 72021 - FRANCAVILLA FONTANA (BR) Viale V. Lilla, 25 Tel.: 0831.841727 Fax: 0831.813744 72024 - ORIA (BR) Via A. Negri, 1 Tel.:

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

All'albo della scuola e sul sito web

All'albo della scuola e sul sito web Prot. n. 4684 Roma, 28 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E p.c. Al Consiglio d istituto Alle famiglie Agli alunni Al personale ATA All'albo della scuola e sul sito web OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA di SAVOIA PIERO CALAMANDREI - BARI. Prot.n 4363 C/44 Bari, 12 ottobre 2015

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA di SAVOIA PIERO CALAMANDREI - BARI. Prot.n 4363 C/44 Bari, 12 ottobre 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA di SAVOIA PIERO CALAMANDREI - BARI Prot.n 4363 C/44 Bari, 12 ottobre 2015 P.O. PUGLIA 2007/2013 - Fondo Sociale Europeo - 2007IT051PO005 - Obiettivo Convergenza

Dettagli

FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE: COMPETENZE PER LO SVILUPPO - FONDO SOCIALE EUROPEO, 2007 IT 05 1 PO 007

FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE: COMPETENZE PER LO SVILUPPO - FONDO SOCIALE EUROPEO, 2007 IT 05 1 PO 007 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE - MARIO RUTELLI Piazzale Giangiacomo Ciaccio Montalto, n. 3 90131 PALERMO 0916684134 - FAX 0916683176 C.F. 97044790828 Cod.mec. pais026006 / e-mail pais026006@istruzione.it/

Dettagli

Con l Europa, investiamo nel vostro futuro.

Con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Istituto Superiore Statale PITAGORA Liceo Classico/Scientifico/Scienze Umane ITI Informatica/Elettronica e Telecomunicazioni - IPIA via Tiberio, 1-80078 Pozzuoli (NA) cod. mecc. NAIS00400C Dirigente Scolastico

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GIOVANNI FALCONE

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GIOVANNI FALCONE ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GIOVANNI FALCONE LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO SCIENTIFICO LICEO CLASSICO Barrafranca ISTITUTO PROFESSIONALE per i Servizi Commerciali Valguarnera Prot.

Dettagli

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO AUTOANALISI D ISTITUTO SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO RAV A partire dal corrente anno scolastico tutte le scuole del Sistema Nazionale di Istruzione, statali e paritarie,

Dettagli

Avviso di selezione PERSONALE INTERNO per il reperimento di Esperti e Tutor

Avviso di selezione PERSONALE INTERNO per il reperimento di Esperti e Tutor tel. e fax 011-90.87.4 Prot. n. 1688 del 11/05/2016 Agli Atti Al Sito Web All Albo on-line Avviso di selezione PERSONALE INTERNO per il reperimento di Esperti e Tutor Fondi Strutturali Europei Programma

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE FEDERICO CAFFÈ (CON SEZIONI ASSOCIATE : I.T.C.G. FEDERICO CAFFE - I.T.I.S.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015-2016

PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015-2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Regina 5 22012 CERNOBBIO (CO) C.F. 95000030130 PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015-2016 Responsabile del Piano (DS) Grandi Anna Rielaboratore del Piano Bianchi Emilia sulla base

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015.

OGGETTO : Comunicato impegni inizio settembre 2015. Prot. N 4024/C23 Ariano Irpino 26/08/2015 A tutti i docenti dell IISS Ruggero II Loro sedi Per quanto di competenza alla DSGA Al personale ATA Al sito internet dell Istituto OGGETTO : Comunicato impegni

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica RGIC82000T BERLINGUER Anno Scolastico 2015/2016 Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 28) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo - 2007IT051PO007 POR FSE 2007-2013 CAMPANIA. Prot. n. 2327DA/17A Avellino, 06/06/2014

Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo - 2007IT051PO007 POR FSE 2007-2013 CAMPANIA. Prot. n. 2327DA/17A Avellino, 06/06/2014 Programma Operativo Nazionale Competenze per lo Sviluppo - 2007IT051PO007 POR FSE 2007-2013 CAMPANIA IST. PROF.LE DI STATO PER I SERV. ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE "MANLIO ROSSI DORIA" Via Morelli

Dettagli

Marketing - Accoglienza - Orientamento (Processo Principale)

Marketing - Accoglienza - Orientamento (Processo Principale) Istituto Comprensivo E. Curti di Gemonio Marketing - Accoglienza - Orientamento (Processo Principale) Codice PQ 010 Modalità di distribuzione Copia non controllata Copia controllata numero 1 consegnata

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA

ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA ISTITUTO COMPRENSIVO NORD 1 BRESCIA Codice fiscale : 98156990172 SINTESI PIANO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013/2014 SINTESI PROGETTO / ATTIVITA Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione progetto Indicare codice

Dettagli

Presentazione dei lavori laboratoriali

Presentazione dei lavori laboratoriali Presentazione dei lavori laboratoriali «Progetto NEVERSTOPLEARNING» Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Dott.ssa Raffaella Gentile Psicologa Insegnante organizzazione: gli insegnanti

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Prot. n. 5811- VII-L3 Trapani lì, 12 luglio 2012

Prot. n. 5811- VII-L3 Trapani lì, 12 luglio 2012 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo Da Vinci Piazza XXI Aprile tel. 092329498 - fax 0923 23982 - e-mail: tpis01800p@istruzione.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Il Dirigente scolastico,

AVVISO PUBBLICO. Il Dirigente scolastico, Prot. n. 4698/F5 data 16/06/2014 P.O.N. 2007-2013 Competenze per lo Sviluppo finanziato con il Fondo Sociale Europeo a.s. 2013/14 Al Personale Docente Al Personale ATA All Albo dell Istituto Sito web di

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Prot. n.6128 A/19a, 24 Settembre 2015 Atto di Indirizzo del Dirigente scolastico al Collegio dei docenti per l elaborazione del Piano dell offerta formativa Triennio 2016-2019 Il Dirigente Scolastico VISTO

Dettagli

Progetto di Valutazione Dell Istituto

Progetto di Valutazione Dell Istituto Progetto di Valutazione Dell Istituto ANNO SCOLASTICO 2013/14 SCUOLA INFANZIA PRIMARIA FINALITA Il presente progetto di valutazione, da attuarsi nell anno scolastico 2013/2014, è volto al potenziamento

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 22) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RECLUTAMENTO ESPERTI

AVVISO PUBBLICO RECLUTAMENTO ESPERTI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE EMANUELE MORSELLI Via Pitagora (Piano Notaro) 93012 Gela (CL) Tel. 0933 930997 Fax 0933 930888 E-Mail cltf020005@istruzione.it Sito web: www.itismorselli.it Programma Operativo

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità:

ALLEGATO B. Nel corso degli anni il monitoraggio ha previsto nelle diverse annualità: ALLEGATO B Il modello di monitoraggio Il gruppo di Progetto di PQM, nell anno scolastico 2010-2011 ha costituito un gruppo di lavoro tecnico composto dal gruppo di progetto stesso e dai ricercatori dei

Dettagli

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014)

FAQ. Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) FAQ Master in Finanza Avanzata 2015 (aggiornate a giugno 2014) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 23 ottobre 2014 alle

Dettagli

Alternanza Scuola-Lavoro

Alternanza Scuola-Lavoro ANNO SCOLASTICO 2013-2014 Istituto D istruzione Superiore Liceo Classico Statale G.Leopardi San Benedetto del Tronto Progettazione del percorso Alternanza Scuola-Lavoro (Legge 53/2003, art. 4 D.LGS 77/2005)

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO!"#$$ %&' &($!"")$*#!+,$!"")$*#)-./0+$$$1!$+1" (02.+"$$$3 452.+"$$$3.45666.

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO!#$$ %&' &($!)$*#!+,$!)$*#)-./0+$$$1!$+1 (02.+$$$3 452.+$$$3.45666. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA SCUOLA DELL INFANZIA, E SECONDARIA DI PRIMO GRADO!"#$$ %&' &($!"")$*#!+,$!"")$*#)-./0+$$$1!$+1" (02.+"$$$3

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI INDIRIZZO CLASSE SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE SERVIZI COMMERCIALI - QUINTO ANNO INGLESE QUADRO ORARIO N. ore 3 1. IDENTITA

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE Premessa 1. Livello strategico 1.1 Politica della qualità 2. Livello organizzativo 2.1 Servizi formativi offerti 3. Livello operativo - Fattori di qualità

Dettagli

Linee Guida per l elaborazione di una Unità di Apprendimento. Napoli 02-03 Settembre 2015 Prof. Alberto Lordi

Linee Guida per l elaborazione di una Unità di Apprendimento. Napoli 02-03 Settembre 2015 Prof. Alberto Lordi Linee Guida per l elaborazione di una Unità di Apprendimento Napoli 02-03 Settembre 2015 Prof. Alberto Lordi 1 Le presenti slides sono tratte dal corso Certificazione delle Competenze tenuto dai docenti

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015)

FAQ. Master in Shipping 2016. (aggiornate a luglio 2015) FAQ Master in Shipping 2016 (aggiornate a luglio 2015) SELEZIONI E AMMISSIONI 1. Qual è la data di scadenza del bando? La scadenza per la presentazione della domanda è giovedì 14 gennaio 2016 alle ore

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Allegato all Atto d indirizzo al Collegio dei docenti per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa.

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Test Center Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la PUGLIA Scuola Secondaria di I Grado G. PASCOLI Erchie (Br) Registered Examination Centre n. 10031

Dettagli

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE 1 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE A. LABRIOLA Codice meccanografico - RMPS 010004 Codice Fiscale 80222130587 Scheda -

Dettagli

Liceo Scientifico e Linguistico Orazio Tedone

Liceo Scientifico e Linguistico Orazio Tedone Liceo Scientifico e Linguistico Orazio Tedone Via Alessandro Volta, 13-70037 RUVO DI PUGLIA (BA) Tel./Fax: 080/3601414-080/3601415 - C.F. 80017660723 Codice M.P.I. : BAPS09000R sito: www.liceotedone.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Il progetto Valutazione & Miglioramento

Il progetto Valutazione & Miglioramento Il progetto Valutazione & Miglioramento Valutazione & Miglioramento è un progetto che si pone la finalità di promuovere il miglioramento delle scuole mediante percorsi di valutazione e autovalutazione,

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R. n. 40/40 del 6.10.2011 PROGETTO CORSI DI LINGUA ITALIANA A FAVORE DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI

Allegato alla Delib.G.R. n. 40/40 del 6.10.2011 PROGETTO CORSI DI LINGUA ITALIANA A FAVORE DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI Allegato alla Delib.G.R. n. 40/40 del 6.10.2011 PROGETTO CORSI DI LINGUA ITALIANA A FAVORE DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI IV EDIZIONE 2011/2012 PREMESSA. Il progetto costituisce la prosecuzione della sperimentazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INCLUSIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INCLUSIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INCLUSIONE FINALITÀ Il presente documento contiene indicazioni riguardanti le procedure per un ottimale inserimento di alunni con bisogni educativi speciali, come indicato

Dettagli

Anno scolastico 2015/2016 Bagheria, lì 16 /10/2015 Circ. Interna n. 78 AI DOCENTI DI LINGUA INGLESE SEDE

Anno scolastico 2015/2016 Bagheria, lì 16 /10/2015 Circ. Interna n. 78 AI DOCENTI DI LINGUA INGLESE SEDE Anno scolastico 2015/2016 Bagheria, lì 16 /10/2015 Circ. Interna n. 78 AI DOCENTI DI LINGUA INGLESE SEDE Oggetto: Progetto regionale di Formazione dei docenti di lingua inglese degli istituti tecnici e

Dettagli

www.scuoledilampedusa.gov.it

www.scuoledilampedusa.gov.it ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO L. PIRANDELLO LICEO SCIENTIFICO E. MAJORANA VIA GRECALE - Tel. e Fax 0922/970439 971354 92010 - LAMPEDUSA E LINOSA (AG) COD. MIN. AGPS08000A C.F. 80006700845 Emailpec agic81000e@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa

C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa C2.1) Carta di Qualità dell offerta formativa Politica della Qualità L IIS A. Petrocchi adotta un sistema interno di gestione della qualità per garantire l efficacia e il continuo miglioramento dei servizi.

Dettagli

PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE PIANO D AZIONE 2011-2013

PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE PIANO D AZIONE 2011-2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE Dante Alighieri - 88837 PETILIA POLICASTRO (KR) VIA A. De Gasperi, 83 - Tel. 0962431046 fax 0962/431407 Petilia Policastro,14 febbraio 2012 Prot. N 580 A/24 All Albo del Circolo

Dettagli