What's new di SitePainter Infinity

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "What's new di SitePainter Infinity"

Transcript

1 What's new di SitePainter Infinity

2 COPYRIGHT by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trascritta o copiata senza il permesso dell'autore. TRADEMARKS Tutti i marchi di fabbrica sono di proprietà dei rispettivi detentori e vengono riconosciuti in questa pubblicazione. Ultima revisione Ottobre 2010 ZUCCHETTI S.p.A. Assistenza CodePainter: Assistenza SitePainter: Indirizzi sito WEB:

3 Sommario What's New Confirm edit con condizione su bottoni, link e immagini Costrutto 'For each' nelle routine Eventi associati alle routine Generazione analisi multimodulo Implementazione dei warning negli oggetti check definition Messaggi di avviso e di conferma nelle routine Memory Cursor da query o definito direttamente?!? Multilingua: Expression e Calculated String Nuovi metodi per i Memory Cursor Oggetti Calculation condizionati Radio Button: conditional editing ed hiding sul singolo control Suggest: 10,20,...n record Variabili globali nellle opzioni di Menu Web Report: Colori per le expression e le label nel report Web Report: Merge misto Web Report: Nuovi formati di stampa: XSL-FO, Postscript e PCL Web Report: Report in lingua diversa Web Report: Xml con XSLT Report Library: nuovi metodi SPI PortalStudio: Generazione controls in modalità float SPI PortalStudio: Module Editor, un nuovo disegnatore SPI PortalStudio: onchange su item Variable e Textbox SOMMARIO I

4 1.23 SPI PortalStudio: DocType Transitional...18 II SOMMARIO

5 Capitolo 1 What's New Ecco l'elenco delle nuove implementazioni della build Confirm edit con condizione su bottoni, link e immagini Sia su bottoni, sia sulle label che sulle immagini sono stati aggiunti dei control che consentono di richiedere la conferma dell'operazione da eseguire. WHAT'S NEW 1

6 Figura 1 - Un esempio di confirm edit condizionata La richiesta può essere condizionata dalla valutazione di un'espressione booleana; se l'espressione è vera allora viene presentato il messaggio altrimenti la conferma non viene richiesta. 1.2 Costrutto 'For each' nelle routine Da questa versione del disegnatore di Routine è stato aggiunto il construtto "For each" che permette di iterare in strutture dati di tipo memory cursor, ma in futuro l'implementazione permetterà di iterare anche su risultati di query, tabelle e transitori di BusinessObject. A differenza del costrutto "While", in cui solitamente è necessario dichiarare la variabile di appoggio per iterare, o del costrutto "Select", che itera in un set di righe ma necessita di variabili per estrapolare dati di riga corrente, il costrutto "For each" si avvale del nuovo tipo di dato "Row" per accedere ai dati del singolo record su cui si sta ciclando. Il tipo di dato Row deve essere dello stesso tipo su cui è definito il MemoryCursor su cui si vuole iterare. Per agevolare la ricerca o lo scorrimento sono state implementate le opzioni per filtrare (espressione "where") ed ordinare (espressione "order by") il MemoryCursor. 2 WHAT'S NEW

7 Figura 2 - Un esempio di utilizzo 1.3 Eventi associati alle routine Figura 3 - Un esempio di notifica di un evento in una routine Nell'ottica di permettere lo sviluppo di una routine come estensione di un'altra routine a partire da questa release è stata aggiunta la possibilità di notificare eventi da una routine; all'item 'Exec' è stata aggiunta la tipologia event per lanciare un evento applicativo. In questo modo è possibile notificare al chiamante che una parte dell'elaborazione è terminata in modo da poter eseguire ulteriori controlli/calcoli. E' stata poi estesa la gestione degli eventi specificati nel design per consentire alle routine di ricevere eventi scatenati da altre routine. Il gestore degli eventi tramite variabili caller può accedere alle variabili caller i_entityname per ottenere il nome della routine e sapere se viene chiamato da una "routine" o "function" usando i_entitytype. WHAT'S NEW 3

8 Figura 4 - Un esempio di notifica di un evento Run end Sono inoltre stati creati due eventi di sistema sia per le routine che per le funzioni: "Run start" ed "Run end", scatenate all'inizio e alla fine della routine. 1.4 Generazione analisi multimodulo Figura 5 - Un esempio di generazione multimodulo Analogamente a quanto fatto per la generazione multimodulo del codice, a partire da questa release è possibile generare i piani di design del modulo principale dei singoli moduli in un click. 4 WHAT'S NEW

9 1.5 Implementazione dei warning negli oggetti check definition Figura 6 - Un esempio di check con warning In ogni singola riga di un oggetto check è possibile selezionare il flag di Warning. Questa scelta genera il check solo lato client, ponendo una richiesta di conferma (Ok - Annulla); in caso di risposta positiva dell'utente ("Ok") il check continua ad eseguirsi. Se si preme "Annulla" il check genera un errore e ferma l'esecuzione dell'espressione associata. 1.6 Messaggi di avviso e di conferma nelle routine Da questa nuova Build di SITEPAINTER INFINITY è possibile lanciare messaggi di conferma (che influiscono sull'esecuzione della routine) o di avviso per l'utente all'interno delle routine client-side. Esempio Supponiamo di volere che, quando un cliente sta per effettuare un ordine nel nostro sito, venga effettuato un controllo che la quantità degli articoli ordinati sia effettivamente presente nel magazzino prescelto e che, in caso contrario, avverta il cliente. Il cliente potrà scegliere se procedere comunque con l'ordine oppure se modificarlo. A questo punto, nella routine che si occupa di gestire il controllo delle quantità presenti in magazzino, sarà sufficiente aggiungere un item di tipo 'Messagge', scegliendo il Type 'Confirm' contenente la seguente espressione: Esempio di codice 'Quantità %1 richiesta dell'articolo %2 non disponibile nel magazzin o %3. Continuare?' Nella sezione 'Parameters' sarà sufficiente specificare le variabili nel seguente ordine nqtaart, ccodart, ccodmag. WHAT'S NEW 5

10 Figura 7 - Messaggio di conferma 1.7 Memory Cursor da query o definito direttamente?!? Figura 8 - Un esempio di creazione da definizione A partire da questa release l'oggetto memory cursor può essere definito direttamente e la sua definizione può essere salvata in un file che verrà utilizzato per presentare le proprietà dell'oggetto stesso. Il file di definizione ha estensione MCRDef. Questo tipo di implementazione consente di evitare per forza l'utilizzo di una query da cui recuperare la struttura da trattare. 6 WHAT'S NEW

11 1.8 Multilingua: Expression e Calculated String Con la Build 57 di SITEPAINTER INFINITY è possibile abilitare la funzionalità di traduzione (multilingua) automatica di due tipologie di elementi dei disegnatori : le Expression, presenti nelle entità Master, Detail, Master/Detail, ecc.. le String definite come Expression (tipicamente le stringhe di descrizione calcolate tramite espressioni). a patto che vengano definite utilizzando la funzione standard FormatMsg. Esempio L'espressione: Esempio di codice "Codice cliente:" + Trim(w_CODCLI ) va sostituita con: Esempio di codice FormatMsg("Codice cliente: %1", Trim(w_CODCLI )) o, in alternativa: Esempio di codice FormatMsg("Codice cliente:") + " " + Trim(w_CODCLI ) WHAT'S NEW 7

12 Figura 9 - Il nostro esempio In caso di espressioni calcolate: Esempio di codice iif(w_tipcli="for", "Codice cliente:" + Trim(w_CODCLI ), "Codice for nitore:" + Trim(w_CODFOR )) sostituire con: Esempio di codice iif(w_tipcli="for", FormatMsg("Codice cliente: %1", Trim(w_CODCLI )), FormatMsg("Codice fornitore:", Trim(w_CODFOR ))) 8 WHAT'S NEW

13 Figura 10 - Il nostro esempio 1.9 Nuovi metodi per i Memory Cursor Sono stati implementare nuovi metodi sul memory cursor: InsertBlank Inserisce alla riga corrente una nuova riga vuota. SetKey Imposta la chiave della riga corrente. GetKey Restituisce il valore della chiave corrente trasformato in stringa, null se la riga non ha una chiave associata. RemoveKey Rimuove la chiave della riga corrente se esiste. RemoveAllKeys Rimuove tutte le chiavi definite nel memory cursor. InsertWithKey Inserisce alla riga corrente una riga vuota con associata una chiave. SaveRow Salva la riga senza spostarsi dalla corrente. AppendRow Aggiunge la riga passata come parametro. AppendRowWithKey Aggiunge la riga passata come parametro associando la chiave. InsertRow Inserisce alla riga corrente la riga passata come parametro. WHAT'S NEW 9

14 InsertRowWithKey Inserisce alla riga corrente la riga passata come parametro associando la chiave Oggetti Calculation condizionati Figura 11 - Un esempio di calculation condizionato L'oggetto Calculation è stato potenziato inserendo una condizione per l'esecuzione del singolo calcolo o una condizione globale. Se la condizione globale è vera vengono valutate quelle del singolo elemento e se la singola condizione risulta verificata viene scatenato il calcolo associato Radio Button: conditional editing ed hiding sul singolo control Per gli elementi di tipo Radio Button sia verticali che orizzontali è stata data la possibilità di editare e/o nascondere sotto condizione il singolo bottone. 10 WHAT'S NEW

15 Figura 12 - Un esempio di condizione di editing Nella zona di expression è possibile dichiarare un'espressione booleana semplice o la chiamata a una funzione che restituisce un valore booleano in base al quale verrà condizionata la visualizzazione o l'editing del singolo controllo Suggest: 10,20,...n record Figura 13 - Un esempio di suggest L'opzione sul numero dei record estratti dal suggest è stata ora resa parametrica. E' possibile parametrizzare il numero di record presentati specificando il valore desiderato nell'apposita zona. WHAT'S NEW 11

16 1.13 Variabili globali nellle opzioni di Menu Figura 14 - Un esempio di utilizzo di variabili globali nel menu E' stata implementata la possibilità di usare le variabili globali nelle voci di menu. La sintassi scelta è quella delle VQR, ovvero [GLOBALVAR(nome_var)]. Mettendo questa espressione dentro a qualsiasi voce di menu, la variabile globale verrà caricata al suo posto. La sostituzione della variabile globale avviene dopo la traduzione della voce di menu, per cui bisogna tradurre le caption che contengono una globalvar mantenendo la funziona anche nella stringa tradotta Web Report: Colori per le expression e le label nel report Da questa versione nel disegnatore di report è possibile selezionare i colori di foreground anche per le label e le expression. 12 WHAT'S NEW

17 Figura 15 - Un esempio di colore per una label 1.15 Web Report: Merge misto Per il formato di stampa Xml strutturato è possibile utilizzare più moduli per lo stesso report. Tale stampa solitamente è composta dalla stampa sequenziale di tutte le istanze del primo modulo, seguita da quelle del secondo e così via. Ora, selezionando l'apposito check nella dialog di stampa, è possibile alternare le istanze dei moduli nel pdf risultante. Esempio Se si ha un report che utilizza due moduli e ha tre istanze, la stampa utilizzando il MixMerge dovrebbe risultare così: Esempio di codice modulo1-istanza1, modulo2-istanza1, modulo1-istanza2, modulo2- istanza2, modulo1-istanza3, modulo2-istanza3 invece di WHAT'S NEW 13

18 Esempio di codice modulo1-istanza1, modulo1-istanza2, modulo1-istanza3, modulo2- istanza1, modulo2-istanza2, modulo2-istanza Web Report: Nuovi formati di stampa: XSL-FO, Postscript e PCL Figura 16 - L'elenco dei formati di stampa A partire dal presente rilascio sono stati inseriti questi nuovi formati di ouput. XSL-FO è un particolare metodo di rappresentare dei dati XML da utilizzare come output su schermo, carta o altri supporti. Attraverso l'utilizzo di una trasformata XSLT è possibile ottenere output in HTML, PDF e stampe di qualità. Il formato PostScript consente di rendere indipendente la qualità del documento dal supporto su cui viene visualizzato e/o stampato. Il formato PCL o Printer Control Language consente di inviare alla stampante comandi per produrre la pagina da stampare. 14 WHAT'S NEW

19 Tutti e tre i nuovi formati hanno il loro corrispondente valore da associare alla variabile outputformat ("XSLFO", "POSTSCRIPT","PCL') per pilotare la tipologia di output in modo programmatico Web Report: Report in lingua diversa... Figura 17 - Un esempio Dalla Build 57 di SITEPAINTER INFINITY è possibile stampare il report in una lingua diversa da quella dell'utente corrente. A tale scopo, il report deve essere costruito utilizzando la funzione di sistema FormatMSg() negli elementi di tipo Expression e String (definite come Expression) come indicato in Multilingua: Expression e Calculated String. Una volta costruito il report, basterà passare al report il parametro 'language' con la stringa indicante la lingua desiderata. WHAT'S NEW 15

20 1.18 Web Report: Xml con XSLT Figura 18 - Un esempio di stampa con trasformata xslt Per il formato Xml è ora possibile abbinare una trasformata Xslt in modo da poter usare questa tipologia di output anche per parti di presentazione Utilizzando la modalità IMMEDIATA o DOWNLOAD, è stata implementata una nuova classe di libreria (RPXsltTransform) che esegue la trasformazione dell'xml con il file xsl in html, che viene direttamente presentato sul browser. il percorso relativo del file di trasformata (xsl o xslt) fa riferimento alla root dell'applicativo (ovvero al valore restituito dalla SPLib.GetWebRootPath()). Nella modalità FILE, la trasformazione non viene eseguita server-side, ma il file xml viene generato con nell'header il riferimento al file xsl; viene riportato il percorso così come specificato in fase di selezione Report Library: nuovi metodi Sono stati aggiunti due nuovi metodi nella ReportLibrary: makereportbinderpdf() Permette di fare il 'bind' di pdf, ovvero di allegare al primo Pdf tutti i Pdf successivi. makereportmergingpdf() Permette di fare il merge di una lista di report in un unico pdf, ovvero di creare un unico Pdf o Pdf/A in cui le stampe dei report sono sequenziali SPI PortalStudio: Generazione controls in modalità float Dalla Build 57 di SITEPAINTER INFINITY, è disponibile la modalità float (proprietà 'Positioning mode') di posizionamento dei controls dentro ai portlet. Con questa nuova modalità, ogni elemento html non sarà più posizionato in 'absolute' ma in 'float', così che il 16 WHAT'S NEW

21 render del portlet avvienga senza calcolare ridimensionamenti e quindi molto più rapido senza dare luogo ad effetti visivi poco graditi. Inoltre questa generazione consente ai Box di diventare un contenitore espandibile nel caso in cui in uno di essi vi siano contenuti elementi espandibili SPI PortalStudio: Module Editor, un nuovo disegnatore Figura 19 - Il Module Editor Da questa versione è stato introdotto un nuovo disegnatore per PortalStudio: il Module Editor. Il Module Editor permette all'utente di creare un modulo per effettuare il merge del report con un pdf, senza dover creare un nuovo form utilizzando strumenti esterni a SITEPAINTER INFINITY. Sarà sufficiente caricare un file pdf, scegliere il report da cui estrarre i campi e posizionarli nel modulo. Inoltre, effettuando il merge del report con i file costruiti in questa nuova modalità, le prestazioni sono migliorate. WHAT'S NEW 17

22 1.22 SPI PortalStudio: onchange su item Variable e Textbox Come per altri componenti, nelle componenti Variable e Textbox, è stata aggiunto l'evento 'onchange'. Implementando questo evento nell'action Code del portlet, sarà possibile gestire il cambiamento di valore di un componente Variable e/o Textbox SPI PortalStudio: DocType Transitional Il DocType (abbreviazione di 'Document type declaration' ovvero 'Dichiarazione del tipo del documento') indica la versione di (X)Html utilizzata dalla pagina web che si sta cercando di aprire. Per lo standard Html si tratta di un componente chiave nelle pagine Web. Inoltre, sono essenziali per una compatibilità assicurata tra tutti i principali browser. Introdotto in tutte le pagine prodotte da SITEPAINTER PortalStudio, il DocType Transitional, aiuta nella transizione dal HTMLal XHTML, ma potrebbe causare delle incompatibilità con le jsp create con le versioni precedenti di SITEPAINTER PortalStudio. 18 WHAT'S NEW

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati.

I FORM. L'attributo action contiene l'url del file php a cui devono essere inviati i file per essere elaborati. I FORM Che cosa sono e che caratteristiche hanno Un form contiene molti oggetti che permettono di inserire dati usando la tastiera. Tali dati verranno poi inviati alla pagina php che avrà il compito di

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED SED è un programma in grado di eseguire delle trasformazioni elementari in un flusso di dati di ingresso,

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Primi passi con ChemGes

Primi passi con ChemGes Descrizione Primi passi con ChemGes DR Software Version 40.0 Sommario Introduzione... 1 Start del programma... 1 Ricercare e visualizzare delle sostanze... 1 Immissione di materie prime... 4 Immissione

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Descrizioni VHDL Behavioral

Descrizioni VHDL Behavioral 1 Descrizioni VHDL Behavioral In questo capitolo vedremo come la struttura di un sistema digitale è descritto in VHDL utilizzando descrizioni di tipo comportamentale. Outline: process wait statements,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali

Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali Utilizzo e funzionalità: L applicativo cerca di essere il più flessibile ed intuitivo possibile. Spetta all utente, in base alle necessità,

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis

Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis Manuale dell'utente di SAP BusinessObjects Process Analysis SAP BusinessObjects Process Analysis XI3.1 Service Pack 3 windows Copyright 2010 SAP AG. Tutti i diritti riservati.sap, R/3, SAP NetWeaver, Duet,

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli