WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 12 marzo Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 12 marzo 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities"

Transcript

1 WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 12 marzo 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari 04. Commodities 05. Mercati valutari Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, è leader tra le società italiane specializzate nelle attività di private banking. Quotata alla Borsa Italiana dal 1991, fa parte del Gruppo Bancario Veneto Banca. Banca Intermobiliare ha circa 14 miliardi di euro di patrimoni amministrati e gestiti, circa 900 dipendenti ed è presente nelle principali città italiane con 29 filiali e circa 200 Private Bankers con esperienza pluriennale nell'ambito della consulenza finanziaria. Banca Intermobiliare controlla, tra l altro, Symphonia sgr - società leader in Italia nella gestione di portafoglio - e Banca IPIBI Financial Advisory S.p.A. Il Punto L analisi dei mercati finanziari può essere sintetizzata con i nuovi massimi storici del Dow Jones e la chiusura di ieri del più rappresentativo S&P500 a 20 punti (1,3%) dal record dell ottobre Uno degli elementi a supporto di questo ottimo andamento della Borsa americana è costituito dal buono stato dell economia, che negli ultimi giorni ha trovato ulteriori conferme nei dati sul mercato del lavoro. L impressione è che l austerity fiscale potrebbe alla fine avere impatti inferiori al previsto sull economia statunitense grazie alla compensazione di una serie di aspetti: - wealth effect sui consumatori dal buon andamento del mercato azionario, dai segnali di recupero del comparto immobiliare e dal miglioramento del mercato del lavoro; - buoni segnali di ripresa sul fronte degli investimenti, dopo il brusco rallentamento di fine 2012 in vista del fiscal cliff; - il ciclo del credito, che è un Leading Indicator del ciclo economico, è migliorato significativamente; - le aspettative di lungo termine legate agli effetti diretti ed indiretti della rivoluzione energetica dello shale gas. Dal punto di vista dell analisi bottom-up va sottolineato come: - i profitti delle aziende americane sono su livelli record, così come i livelli di cash nei bilanci; - sui fondamentali le valutazioni, pur non evidenziando una significativa sottovalutazione, non possono essere considerate tirate. Senza poi dimenticare la politica monetaria della FED, apertamente a favore dei mercati azionari, che sulla base delle recenti dichiarazioni dei suoi membri più rappresentativi (Bernanke e Yellen) non è destinata a cambiare in tempi stretti. Se le considerazioni presentate supportano l ottima performance di Wall Street, quest ultima trova una ulteriore conferma nell analisi dei flussi: in questa prima parte dell anno vi è stato un forte afflusso di capitali verso l equity USA e nella sola prima settimana di marzo la raccolta è stata di 4,9 mld di $, un ammontare superiore a quello che usualmente si raggiunge nell arco di un mese D altra parte, il forte afflusso di capitali sui prodotti azionari potrebbe essere letto come un segnale contrarian e vanno in questa direzione anche altri indicatori di sentiment (Bull/Bear Ratio e Vix) ed il quadro tecnico un po tirato: tutta una serie di elementi che suggeriscono quindi un certa prudenza nel breve termine.

2 Il punto In questa fase i rischi allo scenario, che potrebbero alimentare una fase di consolidamento, risiedono probabilmente al di fuori degli Stati Uniti ed in primo luogo in Europa. La crisi dei debiti sovrani semi periferici resta latente e l incertezza sul quadro politico italiano è una potenziale miccia, che potrebbe alimentare delle temporanee fasi di forte incremento dell avversione al rischio. D altra parte, da un lato il meccanismo di protezione di BCE e Comunità europea e dall altro le elezioni politiche in Germania in autunno rendono meno probabile un ritorno ai livelli di stress sperimentati lo scorso anno. Non si può poi escludere e soprattutto è auspicabile che, passata la tornata elettorale tedesca, prevalga a livello europeo una linea che sposti l attenzione dall austerity alle riforme strutturali. Nelle ultime settimane qualche elemento di incertezza in più è arrivato anche dalla Cina, come conferma l andamento della Borsa di Shanghai: i dati macro dello scorso week-end sono risultati inferiori alle attese e si sommano al calo registrato nelle ultime rilevazioni degli indici PMI. Senza voler trascurare i fattori di rischio, sul medio periodo riteniamo resti premiante la politica monetaria estremamente espansiva di tutte le principali Banche Centrali dei paesi sviluppati a cui si aggiunge la buona intonazione dell economia americana, combinazione che supporta gli assets rischiosi, fermo restando che per un investitore italiano è imprescindibile una elevata diversificazione.

3 Quadro macro Nella riunione mensile la BCE ha lasciato fermi sia i tassi che le misure di politica monetaria non convenzionale. Sul fronte tassi un eventuale taglio è stato oggetto di discussione, ed è possibile che la Banca Centrale decida di metterlo in atto in caso di peggioramento dello scenario economico. Visti i dati più deboli del previsto di fine 2012 la BCE ha inoltre tagliato le stime per il 2013 a -0,5% (medio) dal precedente -0,3%, e sul 2014 da +1,2% a +1%. Il Beige Book di marzo ha constatato una crescita tra modesta e moderata in tutte le aree degli Stati Uniti, in sostanza confermando la view precedente e andando in parziale contrasto con quanto emerso dai numerosi (e positivi) dati di sentiment. Area Euro Il Pil area Euro del 4Q ha fatto registrare un calo dello 0,6% t/t e dello 0,9% a/a. A livello di componenti domanda interna e investimenti sono stati i più negativi, mentre il contributo della bilancia commerciale è stato nullo. Il 1Q dovrebbe vedere un timido rimbalzo dell economia europea (trainato dalla Germania), ma in generale sul 2013 i rischi sono maggiori verso il basso che verso l alto. In Italia il Pil 4Q è stato confermato a -0,9% t/t, mentre il dato annuale è sceso di un decimo a -2,8%. Deludenti i dati sulla produzione industriale di gennaio. In Germania la produzione è stata stabile, contro attese di +0,4% m/m, e al netto del settore costruzioni (+3%) sarebbe in realtà scesa di 4 decimi di punto. Buona parte del contributo negativo è arrivato dal settore energia, anche se il manifatturiero in generale ha fatto segnare un calo dello 0,2%. Negativi a sorpresa anche gli ordinativi alle industrie tedesche, scesi a gennaio di quasi il 2% mensile a causa principalmente del calo degli ordini dagli altri paesi dell Europa; il dato sugli ordini pone dei rischi sulla ripresa della produzione e, in generale, dell economia tedesca nel 1Q13. In Francia il dato sulla produzione industriale è stato decisamente negativo, con un calo mensile dell 1,2%; la sorpresa è però in gran parte spiegata dalla accentuata revisione al rialzo del dato di dicembre (da -0,1% a +0,9%). La bilancia commerciale tedesca si è attestata a +13,7 mld di euro a gennaio, in aumento dai 12,1 mld di dicembre grazie al recupero (+1,4%) delle esportazioni dopo qualche mese di stagnazione. Stati Uniti Ancora nella parte bassa del range le nuove richieste di sussidi di disoccupazione, in calo di 7 mila unità a 340 migliaia; stabili sotto i 3,1 mln le richieste continue. L employment report di febbraio ha mostrato dati migliori delle attese, con la creazione di 236 mila nuovi posti di lavoro (consensus +165 k), una dinamica in accelerazione rispetto alla media degli ultimi 3 mesi (inferiore a 200 k). Il settore privato ha creato 246 mila nuovi occupati, che hanno controbilanciato il nuovo calo dell occupazione nel settore pubblico. Il tasso di disoccupazione è sceso di due decimi di punto al 7,7%, minimo da fine 2008, calo però in parte legato alla discesa del tasso di partecipazione al lavoro di un decimo di punto al 63,5%. Nel complesso i dati sono positivi, e sono propedeutici a un ulteriore miglioramento del mercato del lavoro nei prossimi mesi. La bilancia commerciale ha nuovamente visto il deficit allargarsi a gennaio, dopo l exploit di fine Il saldo negativo si è attestato a 44,4 mld $, dai 38,1 mld $ di dicembre, principalmente a causa della componente petrolio, al netto del quale il saldo sarebbe variato di solo mezzo miliardo di $. In calo comunque le esportazioni (-1,2%), anche se il dato è stato influenzato negativamente dal settore dell aeronautica civile, di per sé molto volatile. Il dato potrebbe avere effetti negativi sul Pil 1Q13. Nei prossimi giorni focus sulla produzione industriale area Euro e poco altro nel vecchio continente; negli Usa molti dati, tra cui le vendite al dettaglio di febbraio, l indice Empire della Fed di New York, prezzi al consumo e produzione industriale di febbraio.

4 Mercati azionari INDICI AZIONARI ITALIA Price % 5 day % YTD FTSE Italia 17, FTSE Mib 16, EUROPA DAX 7, CAC 40 3, FTSE 100 6, SMI 7, DJ STOXX Analisi tecnica Prosegue il rialzo dell S&P 500 in direzione dei massimi storici ( ) L indice americano mantiene il passo andando a registrare nell ultima settimana nuovi massimi relativi sopra Gli indicatori tecnici quali l RSI sono sempre più prossimi alla fascia di ipercomprato: tale configurazione, tuttavia, amplifica la forza del trend positivo di breve finche il grafico dei prezzi non dovesse presentare i primi segnali di debolezza. Sulla parte bassa l eventuale perdita di 1530 incontrerebbe il primo importante supporto offerto dall area USA S&P 500 1, NASDAQ 3, DOW JONES 14, ASIA NIKKEI , HANG SENG 23, SHANGHAI COMP 2, SENSEX Index 19, S&P 500 SETTORI EUROPA MIGLIORI 6 Price % 5 day % YTD DJS Telecom DJS Insur DJS Fin Svcs DJS Aut&Prt DJS Cns&Mat DJS Banks DJS Retail PEGGIORI 6 DJS Util DJS Hea Care DJS Bas Res DJS Trv&Lsr DJS Chem DJS Oil&Gas Nell ultima settimana il Ftse Mib si è portato a ridosso della parete superiore del canale ribassista, riguadagnando temporaneamente la soglia punti. Un ritorno della debolezza su tale livello ripristinerebbe la tendenza negativa del trend di fondo, individuando un primo significativo supporto nell area (media mobile a 200 giorni a 15345). Livello successivo in area FTSEMIB SETTORI USA MIGLIORI 6 Price % 5 day % YTD Specialized Consumer Serv Computer & Electronics Health Care Fac Metal & Mining Coal Fuel Houseware & Specialties PEGGIORI 6 Industrial Reits Specialty Stores Apparel & Accessories Trading Co. & Dist Internet Software & Serv Indice Supporto Resistenza S&P ; 1500/1485; 1465/ NASDAQ ;2700; 2660; 2600; ; 2878 RUSSELL /890; 870; 850; 820; ; 970; 1000 DJ STOXX ; 2600/2563; 2500; ; 2800; 2887 DAX 7880; 7537; 7400; FTSE MIB 15600; 15400; 15100/ ; 16400; 16800/16884

5 Mercati obbligazionari FUTURES Price var YTD US Treasury 30 Y US Treasury 10 Y US Treasury 5 Y US T 2Y GER Buxl 30 Y GER Bund 10 Y GER Bobl 5 Y GER Schatz 2 Y UK Gilt 10 Y FR Btan 10 Y JAPAN 10Y RENDIMENTI % var YTD US Govt 30Y Yld US Govt 10Y Yld US Govt 5Y Yld US Govt 2Y Yld GER Govt 30Y Yld GER Govt 10Y Yld GER Govt 5Y Yld GER Govt 2Y Yld Italy Govt 30Y Yld Italy Govt 10Y Yld Italy Govt 5Y Yld Italy Govt 2Y Yld UK Govt 10Y Yld FR Govt 10Y Yld Jap Govt 10Y Yld Commento La settimana è stata caratterizzata da una diminuzione dei tassi sulle curve governative dei paesi periferici e dalla contestuale crescita dei rendimenti sui governativi tedeschi e USA. A favorire tale movimento hanno contribuito il generale clima di risk on dopo la pubblicazione dei buoni dati macroeconomici provenienti dagli USA e l apertura dell Ecofin a rivedere i termini dei piani di salvataggio in Irlanda e Portogallo con un possibile allungamento delle scadenze. L agenzia di rating S&P inoltre ha alzato l outlook del Portogallo da negativo a stabile. Nella riunione di marzo la BCE ha deciso di lasciare i tassi invariati. Durante la conferenza stampa Draghi ha ribadito di ritenere adeguate le misure di politica monetaria non convenzionale fin qui adottate allontanando la possibilità di nuove misure nei prossimi mesi. La Bce prevede un calo per l economia europea nel 2013 dello 0.5% (- 0.3% la stima precedente) mentre l inflazione dovrebbe rimanere ampiamente sotto la soglia del 2% (1.6%). Per quanto riguarda l Italia, nonostante il downgrade effettuato da Fitch da A- a BBB+, sulla curva governativa vi è stato un calo dei tassi, con i rendimenti sul tratto a due e dieci anni scesi rispettivamente di 9 bps (all 1.77%) e 12 bps (al 4.62%). Da segnalare il restringimento del differenziale di rendimento con i governativi spagnoli che sulla scadenza decennale è sceso a 10 bps mentre lo spread verso Bund si è ristretto di 13 bps a 463 bps. Analisi tecnica L effetto rollover pesa particolarmente sull analisi grafica del bund nell ultima settimana. L aggiornamento del contratto ha infatti riportato le quotazioni dal massimo a quota , a quotare nuovamente a ridosso della media mobile a 200 giorni transitante in area Un eventuale segnale di debolezza resta vincolato alla perdita del minimo relativo a quota mentre, sulla forza, il superamento di riproporrebbe l area 145/146 come primo target. Grafico del Bund Future ITRX Generic index Valore var YTD ITRAXX Europe ITRAXX Crossover Indice Supporto Resistenza BUND FUTURE ; 140/139.45; TBOND 142; 140; 137/ ; 145/145.80; /146.26; /146-17; 148/148-25; 150

6 Commodities COMMODITIES Price % 5 day % YTD CRUDE OIL WTI CRUDE OIL BRENT NATURAL GAS ORO 1, ARGENTO PLATINO 1, PALLADIO RAME ALLUMINIO 1, NICKEL 16, PIOMBO 2, ZINCO 1, CORN GRANO SOIA 1, RISO ZUCCHERO CAFFE' CACAO 2, COTONE LIVE CATTLE LEAN HOGS Commento Settimana positiva per le quotazioni petrolifere nonostante le incertezze legate alla morte di Hugo Chavez. A sostenere il comparto hanno contribuito i buoni dati relativi alle esportazioni cinesi e al mercato del lavoro USA. Il report settimanale del DOE ha evidenziato un aumento delle scorte di greggio di 3.8 milioni di barili al giorno, dato superiore alle stime (+0.78 milioni). Positivo anche il gas naturale che ha beneficiato di una diminuzione delle scorte superiore alle attese. Andamento eterogeneo per i metalli di base con il rame e il nickel in territorio positivo, mentre scendono le quotazioni di alluminio, piombo e zinco. A penalizzare il settore hanno contribuito i dati sulle importazioni della Cina, sui minimi degli ultimi 20 mesi. Tuttavia gli analisti non ritengono che il dato implichi una diminuzione della domanda cinese nel corso del Positivi i metalli preziosi con l oro che si è portato vicino alla soglia dei 1600$, nonostante proseguano i movimenti di uscita dagli ETF. Questo trend unito all apprezzamento del dollaro e il miglioramento dell economia USA sono tutti elementi a favore di un andamento debole per il comparto. Contrastate anche le materie agricole. In lieve crescita le quotazioni della soia poiché i ritardi nelle spedizioni dal Brasile hanno sostenuto la domanda di esportazioni USA. Negativo invece il grano che è stato penalizzato dalle nuove nevicate che hanno colpito le regioni di produzione USA. Analisi tecnica Trascurabile il movimento che ha interessato il future sull oro nell ultima settimana. I prezzi della commodity gialla hanno lateralizzato nell intorno di quota dollari l oncia, a ridosso della parete inferiore del canale ribassista tracciato da metà ottobre. L eventuale prosecuzione del ribasso sotto incontrerebbe il successivo ed immediato supporto nell area dollari l oncia. Sulla forza, invece, resistenza nella soglia psicologica 1600 dollari prima dei recenti massimi in area Grafico del future sull oro Indice Supporto Resistenza Crude Oil 90/89.33; 88; 85.21/ ; 98.24; 100/ Gold 1554; 1530/1520; /1615; 1640/1650; 1680; 1700

7 Mercati valutari VALUTE Price % 5 day % YTD EURUSD Curncy EURGBP Curncy EURJPY Curncy EURCHF Curncy EURCAD Curncy USDJPY Curncy USDGBP Curncy EURZAR Curncy EURTRY Curncy EURPLN Curncy EURHUF Curncy EURCZK Curncy EURBRL Curncy EURMXN Curncy EURARS Curncy EURVEF Curncy EURCNY Curncy EURINR Curncy EURHKD Curncy EURKRW Curncy 1, EURTWD Curncy Commento Nonostante sui mercati finanziari prevalga la propensione al rischio, grazie al recedere dei timori legati all impatto economico dell austerità fiscale negli Stati Uniti, alla comunicazione complessivamente dovish delle Banche Centrali dei Paesi Sviluppati ed allo scarso peso che sta venendo attribuito alle vicende politiche italiane, il mercato valutario continua ad essere guidato più dai fattori di rischio locali che sistemici e la correlazione tra i cross (e tra i cross ed i mercati azionari) rimane storicamente bassa. Le sorprese positive sul fronte dei dati macroeconomici americani (in particolare i nonfarm payrolls di venerdì) sostengono il dollaro che rimane ben intonato sia contro Euro che contro le valute emergenti. Il cambio EUR/US$ è rimasto nella scorsa settimana intorno a quota 1,30, favorito anche da un crescente differenziale percepito di politica monetaria: la linea di politica monetaria della BCE rimane invariata, ma le deboli condizioni macroeconomiche (in particolare la discesa dell inflazione) richiederebbero un ulteriore allentamento della politica monetaria; anche la Fed rimane saldamente in modalità ultraespansiva, ma l andamento dei dati macroeconomici migliore delle attese alimenta la speculazione che sarà la Fed la prima ad abbandonare le misure monetarie non ortodosse. Inoltre il trend crescente dei rendimenti dei Treasuries appare più solido rispetto a quello dei rendimenti del Bund, allargando il differenziale di rendimento a favore del US$. Le valute con le Banche Centrali percepite come più espansive (GBP e JPY) hanno ripreso ad indebolirsi dopo una breve pausa nelle scorse settimane. Deboli anche gran parte delle commodity-related currencies, in particolare AUD, NZD, CAD e RUB nonostante le buone condizioni del ciclo economico; anche in questo caso però si tratta in gran parte di una storia di politica monetaria, come testimonia l ulteriore rialzo del real (dove la Banca Centrale è chiaramente restrittiva). Analisi tecnica Settimana contrastata per l eurodollaro. Successivamente al pesante ribasso delle ultime ottave, il cross ha momentaneamente arrestato la discesa al raggiungimento dell area di supporto La divisa sta ora continuando ad oscillare nell intorno di tale livello dopo aver individuato un minimo intraday a quota Sulla debolezza l eventuale prosecuzione del ribasso sotto il minimo citato incontrerebbe nell immediata area il supporto statico sul grafico unito alla media mobile a 200 giorni. Livello successivo i minimi a Sulla forza, invece, resistenza in area 1.33; ostacolo intermedio a /1.32. Grafico Eur/Usd Indice Supporto Resistenza EUR/USD 1.30; 1.28; 1.266/1.2624; /1.32; 1.33; 1.35; EUR/CHF 1.225; 1.21; ; 1.25/1.257 EUR/GBP /0.84; ; 0.89; USD/JPY 92; 91; 90.6/90; /101.45; 103

8 Legenda EBITDA EBIT Margine operativo lordo, vale a dire il risultato del gruppo prima degli ammortamenti e accantonamenti, della gestione finanziaria e delle imposte. Reddito operativo, vale a dire il risultato del gruppo prima della gestione finanziaria e delle imposte. EV (enterprise value) Dividend yield Embedded Value P/E (price/eps) CAGR (compound annual growth rate) Book Value P/BV PFN e IFN Somma della capitalizzazione di mercato e dell indebitamento finanziario netto. Tale dato viene impiegato nel calcolare i multipli EV/Sales, EV/EBITDA e EV/EBIT. Rapporto tra il dividendo annuo e il prezzo in chiusura dell anno dell azione. È un indicatore del rendimento immediato. È la somma tra il patrimonio netto rettificato ed il valore del portafoglio in essere. È un elemento centrale per stimare il valore di una compagnia vita, vi è escluso il valore attribuito alle nuove vendite previste per il futuro. Rapporto tra prezzo e utile per azione (dove quest ultimo può essere indicato come eps - earnings per share) Tasso di crescita medio annuo, serve a smorzare l effetto di volatilità dei rendimenti periodici Il patrimonio netto (mezzi propri) della società. L eventuale specificazione tangible sta a indicare che il dato è rettificato (in diminuzione) degli avviamenti presenti in bilancio e di eventuali altre poste immateriali. Rapporto tra il prezzo e il patrimonio netto della società. Serve per avere un idea immediata di quanto il mercato valuta il patrimonio netto di un azienda. Sono rispettivamente la posizione e l indebitamento finanziario netto. Core Tier 1 Misura della solidità patrimoniale delle banche, determinata come rapporto tra patrimonio netto rettificato (prevalentemente degli avviamenti) e RWA (risk weighted assets), le attività ponderate per il rischio. Solvency ratio SOP (sum of parts - somma delle parti) NAV (net asset value) Buy back Il rapporto preso a riferimento dall autorità di vigilanza per verificare i livelli minimi di patrimonializzazione delle compagnie assicurative. Metodo di valutazione solitamente impiegato per la valorizzazione dei gruppi conglomerati, che prevede la somma delle singole business units (valutate indipendentemente) al netto delle voci negative di bilancio (indebitamento, fondi pensioni, fondi rischi-spese, etc). Metodo di valutazione solitamente impiegato per la valorizzazione delle holdings, che prevede la rettifica della patrimonio netto con le plusvalenze/minusvalenze latenti sulle partecipazioni detenute. Operazione realtiva all acquisto di azioni proprie VIX Indice che misura la volatilità implicita nelle opzioni dell indice S&P500. Asset Swap Spread ITRAXX Europe ITRAXX Crossover CDS (Credit Default Swap) Rendimento differenziale in basis points dell emissione rispetto al corrispondente rendimento sulla curva dei tassi swap. L Asset Swap Spread è un indicatore immediato della percezione del rischio sulla singola obbligazione: tanto più alto è lo spread tanto più basso è il suo rating implicito. Appartiene alla famiglia degli indici standardizzati del credito ITRAXX creati e gestiti dalla International Index Company. L indice Itraxx Europe è costituito dai CDS di 125 emittenti europei investment grade maggiormente liquidi (i componenti sono equi pesati). Vi sono due differenti indici per i CDS a 5 ed a 10 anni; sono disponibili anche sub indici settoriali. Composto dai CDS di 50 emittenti europei sub investment grade maggiormente liquidi. Vi sono due differenti indici per i CDS a 5 ed a 10 anni. Costo della protezione in basis point per coprirsi contro il rischio di default di un determinato emittente. Il costo si intende annuo. Può essere utilizzato come hedging di una posizione in portafoglio o può assumere un ottica speculativa. Tutti gli scambi avvengono OTC. Il CDS a 5 anni è quello standard (più liquido), ma è possibile ottenere quotazioni per tutta la curva.

9 Importanti informazioni Il documento allegato (Weekly) non costituisce ricerca indipendente in materia di investimenti ai sensi degli artt del Regolamento della Banca d Italia e della Consob (cd Regolamento Congiunto) né mira a fornire raccomandazioni di cui agli artt. 69 e seguenti del Regolamento 11971/99 e successive modifiche. Il documento non fornisce raccomandazioni personalizzate riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Le informazioni contenute non costituiscono proposta di vendita o invito ad operare e non si rivolgono ad alcun soggetto specifico. Le stesse sono valide esclusivamente con riferimento alla data nella quale sono state prodotte. Tali informazioni sono state elaborate da BIM avvalendosi di varie fonti, incluse fonti commerciali, statistiche, mercati, previsioni economiche e altre, considerate attendibili. L esattezza e l integrità di queste informazioni non sono garantite e sono soggette a cambiamenti senza preavviso. BIM declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite dirette o indirette derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute nei documenti. È consentito scaricare sul proprio computer i report o le informazioni contenute nel Sito e stamparne copia esclusivamente per uso personale e non commerciale, a condizione che non siano alterate le avvertenze relative a marchi commerciali o altri diritti proprietari. Ogni forma di alterazione, parziale o integrale, è da ritenersi vietata. Per ricevere ogni settimana sulla tua casella di posta il Weekly, il report sui mercati finanziari studiato dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare o per essere informato sui prossimi eventi scrivi a:

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 11 giugno 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 11 giugno 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 11 giugno 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. 14 gennaio 2014

WeeklyNews. 14 gennaio 2014 WeeklyNews A cura della Direzione Advisory di Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni. 14 gennaio 2014 Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, è leader tra le società italiane

Dettagli

WeeklyNews. Il Punto. Sommario. 4 dicembre 2012. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Il Punto. Sommario. 4 dicembre 2012. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 4 dicembre 2012 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 18 giugno 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 18 giugno 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 18 giugno 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

BIMReport. 7 ottobre 2014

BIMReport. 7 ottobre 2014 BIMReport A cura della Direzione Advisory di Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni. 7 ottobre 2014 Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, è leader tra le società italiane

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 29 gennaio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 29 gennaio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 29 gennaio 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 12 febbraio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 12 febbraio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 12 febbraio 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 14 maggio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 14 maggio 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 14 maggio 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 2 aprile 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 2 aprile 2013. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 2 aprile 2013 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities. 05.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities. 05. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 20 marzo 2012 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Il Punto. Sommario. 23 ottobre 2012. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04.

WeeklyNews. Il Punto. Sommario. 23 ottobre 2012. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 23 ottobre 2012 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities. 05.

WeeklyNews. Sommario. Il Punto. 01. Quadro macro. 02. Mercati azionari. 03. Mercati obbligazionari. 04. Commodities. 05. WeeklyNews i commenti e le analisi qui riportati sono elaborate dalla Direzione Advisory di Banca Intermobiliare 28 febbraio 2012 Sommario 01. Quadro macro 02. Mercati azionari 03. Mercati obbligazionari

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 Sotto i riflettori Eur/Jpy: andamento I temi del giorno Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Tassi: Treasury a 10 anni in lieve rialzo al 2,35%;

Dettagli

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Morning Call 18 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento I temi del giorno Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Il Fomc riduce di 25bp le proiezioni

Dettagli

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la produzione industriale nell Area euro Tassi: per

Dettagli

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Eur/Usd: andamento a 5 giorni I temi del giorno Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Tassi: le aspettative

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Morning Call 10 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Cambio Usd/Yuan: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Banche centrali:

Dettagli

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Morning Call 6 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Ism non manifatturiero: andamento I temi del giorno Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Rendimenti in rialzo, Bund a 10

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Morning Call 9 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Tassi: spread

Dettagli

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento intraday ieri e oggi I temi del giorno La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Tassi:

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi.

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi. Morning Call 18 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Questa mattina scende di oltre il 6,0% la Borsa di Shanghai su timori di ulteriori svalutazioni

Dettagli

Morning Call 19 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta dal 2009

Morning Call 19 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta dal 2009 Morning Call 19 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Pil della Cina, a/a: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta

Dettagli

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 3 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Usa, tasso di disoccupazione: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro Usa: rallenta la crescita dei nuovi occupati, +223mila a giugno; il tasso

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale in Germania e la riunione della Banca d Inghilterra. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale in Germania e la riunione della Banca d Inghilterra. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 9 APRILE 2015 Sotto i riflettori Tasso implicito del future Euribor 3 mesi dic 2019: andamento I temi del giorno Macro Area euro: vendite al dettaglio in rialzo del 3,0% su base annua; deludono

Dettagli

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bonos a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Tassi: rendimenti

Dettagli

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Morning Call 31 MARZO 2015 Sotto i riflettori Fiducia delle imprese in Italia: andamento I temi del giorno Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Tassi: nuovi

Dettagli

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 APRILE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: nell Area euro a marzo i prezzi al consumo a -0,1% a/a, oggi i Pmi dell attività manifatturiera

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 10 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Grecia, rendimento del benchmark a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: in rialzo il saldo della bilancia commerciale tedesca a 19,1 mld di euro;

Dettagli

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 17 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Grecia, oggi il via libera dei Paesi Ue al prestito ponte da 7mld; nuovi fondi Ela per la banche greche

Dettagli

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Morning Call 21 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Indie FtseMib: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Prosegue la tendenza

Dettagli

Europa: oggi la fiducia dei consumatori e delle imprese in Italia. Stati Uniti: oggi la decisione sui tassi della Fed.

Europa: oggi la fiducia dei consumatori e delle imprese in Italia. Stati Uniti: oggi la decisione sui tassi della Fed. Morning Call 28 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: cala la fiducia dei consumatori negli Usa, Pil del Regno Unito del terzo trimestre sotto

Dettagli

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Morning Call 31 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento Treasury 2 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Fed: il vicepresidente

Dettagli

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Morning Call 20 OTTOBRE 2014 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Tassi: spread in calo dai massimi, Btp/Bund

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre Morning Call 30 OTTOBRE 2015 I temi della settimana Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. la Fed, possibile il rialzo a dicembre Pil Usa del terzo trimestre in calo all 1,5%

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE I segnali di ripresa del ciclo internazionale si sono rafforzati in maniera significativa nel corso dell estate. Gli effetti stimolativi della politica economica americana hanno

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

Il Bollettino economico-finanziario

Il Bollettino economico-finanziario Il Bollettino economico-finanziario Settimana 02-06 2013 Numero 33 Il punto in breve La performance del mercato azionario inizia ad intimorire anche i più ottimisti. A Wall Street i listini continuano

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Morning Call I temi della settimana La Bce riduce i tassi e vara nuove misure Tasso di riferimen- to allo 0,15%, tasso sui depositi negativo TLTRO,

Morning Call I temi della settimana La Bce riduce i tassi e vara nuove misure Tasso di riferimen- to allo 0,15%, tasso sui depositi negativo TLTRO, Morning Call 6 GIUGNO 2014 I temi della settimana La Bce riduce i tassi e vara nuove misure Tasso di riferimento allo 0,15%, tasso sui depositi negativo TLTRO, acquisti di Abs e fine della sterilizzazione

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Osservatori metà giugno 2013

Osservatori metà giugno 2013 Osservatori metà giugno 2013 Mercati azionari I mercati azionari hanno iniziato a correggere dal 22 maggio e prodotto nel mese rendimenti divergenti: il mercato americano poco mosso, quello europeo negativo,

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI Convegno Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Fabio Massoli, Corporate Treasury Sales Italy Vicenza, 26 ottobre 2011 L impatto dei rischi sul bilancio aziendale

Dettagli

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015 P al massimo del 2015 20 aprile 2015 La scorsa settimana l indice generale GSCI ER (4,2) è salito fortemente, tornando al massimo da quasi 2 mesi, grazie al forte recupero delle quotazioni petrolifere.

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora):

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora): Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro resta forte ed ha chiuso come la scorsa settimana intorno a 1,352 - l Oro ha leggermente recuperato chiudendo a 1338 dollari, resta comunque

Dettagli

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi.

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi. SCENARIO 2009 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Topical Study Luglio 2013 "MID-YEAR REPORT: SCENARI PER LA SECONDA META DEL 2013" «Strategie non convenzionali per mercati complessi»

Topical Study Luglio 2013 MID-YEAR REPORT: SCENARI PER LA SECONDA META DEL 2013 «Strategie non convenzionali per mercati complessi» Topical Study Luglio 2013 "MID-YEAR REPORT: SCENARI PER LA SECONDA META DEL 2013" «Strategie non convenzionali per mercati complessi» RSI (4) APPENDICE GRAFICA Indici azionari ETF Bonds Indici e ETF obbligazionari

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto) (9-ago-2015) Iniziamo con un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0963) è in fase di incertezza anche se sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (124,229) resta forte ed in ripresa

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Risk Outlook. Divisione Studi Ufficio Studi Economici. Venezia, 20 aprile 2015

Risk Outlook. Divisione Studi Ufficio Studi Economici. Venezia, 20 aprile 2015 Risk Outlook Divisione Studi Ufficio Studi Economici Venezia, 2 aprile 215 Risk Outlook Consob Il Risk Outlook n. 9 è stato curato da: Nadia Linciano (coordinatrice), Valeria Caivano, Eugenia Della Libera,

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Mensile Azioni. Mercati volatili in trading range. 30 aprile 2015. Nota mensile. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche

Mensile Azioni. Mercati volatili in trading range. 30 aprile 2015. Nota mensile. Intesa Sanpaolo Direzione Studi e Ricerche Mercati volatili in trading range Prosegue la forza degli indici europei, sostenuti dalle prospettive di miglioramento della congiuntura, con il FTSE MIB che registra un nuovo massimo degli ultimi 5 anni.

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 6 giugno 2011 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Editoriale La parola al Direttore Generale Italia Cosa aspettarsi dai mercati da qui alla fine dell anno? Ci sono tanti temi caldi che tratteremo

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

Morning Call 31 LUGLIO 2015. I temi della settimana. Ad inizio settimana ancora la Borsa di Shanghai

Morning Call 31 LUGLIO 2015. I temi della settimana. Ad inizio settimana ancora la Borsa di Shanghai Morning Call 31 LUGLIO 2015 I temi della settimana Ad inizio settimana ancora la Borsa di Shanghai Fmi: senza ristruttura zione del debito greco non partecipa al terzo programma di aiuti Fed: qualche ulteriore

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

LA NOSTRA SETTIMANA. 20 MARZO 2015

LA NOSTRA SETTIMANA. 20 MARZO 2015 LA NOSTRA SETTIMANA. 20 MARZO 2015 Nonostante le politiche monetarie aggressive poste in essere dalle banche centrali abbiano salvato l economia mondiale dal disastro, non si è avviata una ripresa sufficientemente

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Magazine di approfondimento Aletti Certificate 9 febbraio 2015

Magazine di approfondimento Aletti Certificate 9 febbraio 2015 Magaze di approfondimento Aletti Certificate 9 febbraio 2015 PERFORMANCE DEGLI INDICI (Valori al 6 febbraio 2015 - Variazioni dal 30 gennaio al 6 febbraio 2015) FTSE MIB DAX30 EURO STOXX 50 BANKS OIL&GAS

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

A settembre, i prezzi al consumo della zona euro sono scesi anno su anno per la prima volta in sei mesi

A settembre, i prezzi al consumo della zona euro sono scesi anno su anno per la prima volta in sei mesi 5 ottobre 2015 A settembre, i prezzi al consumo della zona euro sono scesi anno su anno per la prima volta in sei mesi, mettendo in evidenza il persistente rischio di deflazione sulla scia del calo dei

Dettagli

06/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011

06/14. Anthilia Capital Partners SGR. Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011 06/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Giugno 2014 2011 Giugno 2014 Analisi di scenario Mercati 19/06/2014 2 Analisi di scenario Giudizi sintetici Azionario US Europa Giappone Emergenti

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

Newsletter. maggio 2014

Newsletter. maggio 2014 Newsletter maggio 2014 Il presente documento è stato preparato da Tosetti Value S.I.M. S.p.a. autorizzata e regolamentata dalla Banca di Italia. Il presente documento può essere distribuito a soggetti

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Fondo AcomeA ETF attivo

Fondo AcomeA ETF attivo Articolo pubblicato su Borsa Italiana il 28 giugno 2012 http://www.borsaitaliana.it/speciali/trading/inside-markets/23/etf-fondoacomeaetfattivo.htm Fondo AcomeA ETF attivo Il fondo AcomeA ETF Attivo è

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager

Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager Comparto della SICAV irlandese Hedge Invest International Funds PLC, per la quale Hedge Invest SGR ricopre il ruolo di Investment Manager Report Via Vittor Pisani 22-20124 Milano tel. +39 02 667441 - fax.

Dettagli

ABINEWS. Supplemento al numero 12/2003 del Notiziario dell Associazione Bancaria Italiana

ABINEWS. Supplemento al numero 12/2003 del Notiziario dell Associazione Bancaria Italiana ABINEWS Supplemento al numero 12/2003 del Notiziario dell Associazione Bancaria Italiana On line Spediz. in abb.to postale - art.2, comma 20/c, legge n.662/96 - Filiale di Roma Il Rapporto di Dicembre

Dettagli

FUTURES. DJStoxx 50 2,937.00 23.00 0.79 FUTURES FTSE 100 5,424.00 45.50 0.85 DAX 30 5,897.50 44.50 0.76 S&P/MIB 23,305.00 150.00 0.

FUTURES. DJStoxx 50 2,937.00 23.00 0.79 FUTURES FTSE 100 5,424.00 45.50 0.85 DAX 30 5,897.50 44.50 0.76 S&P/MIB 23,305.00 150.00 0. 10 EQUITY INDEXES DJStoxx 600 257.74 1.44 0.56 FTSE 100 5,466.04 45.24 0.83 DAX 30 5,895.41 43.88 0.75 CAC 40 3,963.12 34.17 0.87 FTSE MIB 23,324.23 198.21 0.86 EUROPE MOST ACTIVE BY VOLUME PRICE % CHANGE

Dettagli

Newsletter. gennaio 2015

Newsletter. gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Il presente documento è stato preparato da Tosetti Value S.I.M. S.p.a. autorizzata e regolamentata dalla Banca di Italia. Il presente documento può essere distribuito a soggetti

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

Strategie di investimento per i mercati azionari

Strategie di investimento per i mercati azionari Strategie di investimento per i mercati azionari Aggiornamento al giugno 2006 Torino, 22 giugno 2006 I mercati azionari nel 2006 I mercati internazionali Le performance dei principali mercati mondiali

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in tendenza ribassista ed ha fatto nuovi minimi annuali- ha chiuso a 1,223 - Il cambio Usd/Yen

Dettagli

WeeklyNews. 10 marzo 2015

WeeklyNews. 10 marzo 2015 WeeklyNews A cura della Direzione Advisory di Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni 10 marzo 2015 Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, è leader tra le società italiane specializzate

Dettagli

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti.

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Certificates Multigeo 100 Plus Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Multigeo 100 Plus è un certificate che

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli