Rassegna Stampa del 16/07/ :15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa del 16/07/2007 09:15"

Transcript

1 SICT Rassegna Stampa del 16/07/ :15 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 14/07/2007 Il Resto del Carlino Nasce a Rovigo una nuova scuola 13/07/2007 Il Gazzettino Roma Il genetista Guido Barbujani,... 15/07/2007 Il Mattino di Padova Università I nuovi corsi 2007 del Cur 14/07/2007 Il Piccolo Cosmologi a confronto a Trieste sui misteri del Big bang 14/07/2007 Il Piccolo Eurotech lancia «Janus» il supercomputer più piccolo e più veloce 14/07/2007 L' Adige Trento crea la Formula 1 dei computer 16/07/2007 La Nuova Ferrara Lampo premonitore 16/07/2007 La Nuova Ferrara BREVI 16/07/2007 La Nuova Ferrara Contro i disagi del gran caldo basta rivolgersi all' /07/2007 La Nuova Ferrara Ferrara non sarà Cenerentola 15/07/2007 La Nuova Ferrara Martedì l'incontro in Castello Si discutono i contenuti del Ptr 14/07/2007 La Nuova Ferrara Film al parco C'è «L'amico di famiglia» 14/07/2007 La Nuova Ferrara Contratto agli specializzandi 14/07/2007 La Voce di Romagna Università : ci sarà un'unica agenzia per il diritto allo studio

3 14/07/2007 Messaggero Veneto Mini-supercomputer da un progetto italo-spagnolo costruito da Eurotech 16/07/2007 Affari Finanza Al consumatore piace l azienda che lancia prodotti eco-sostenibili 13/07/2007 Costruzioni ECOLOGIA NEL CALCESTRUZZO 13/07/2007 Yahoo Finanza 12:30 Eurotech: Commessa Da 1 Mln Euro Da Universita ' Saragozza 13/07/2007 Yahoo Finanza 10:40 Eurotech: nasce il computer piccolo, veloce e che consuma poco

4 AZIENDA OSPEDALIERA S.ANNA 14/07/2007 Il Resto del Carlino ) BORSELLI 16/07/2007 La Nuova Ferrara L'aiuto agli anziani arriva via cavo 14/07/2007 La Nuova Ferrara Cona riaccende il dibattito AZIENDA USL DI FERRARA 15/07/2007 La Repubblica "Contro quereliamo il Rettore" 15/07/2007 Il Resto del Carlino I N QUEST'ULTIMO ANNO sono state... 15/07/2007 Il Resto del Carlino Tante chiamate al call-center 14/07/2007 Il Resto del Carlino BERRA Avis: domenica le donazioni 14/07/2007 Il Resto del Carlino Prodotti biologici negli ospedali 14/07/2007 Il Resto del Carlino MARCO BELLISTRACCI, 53 ANNI, VIGILE URBANO DI ARGENTA DENUNCIA DI AVER SUBITO UNA LACERAZIONE DELL'INTESTINO: IL DIRETTORE DELL' AUSL FOGLIETTA PROMETTE UN'INCHIESTA 15/07/2007 Il Domani Ateneo, la guerra delle querele Marco Merlini 14/07/2007 Il Domani La Regione apparecchia prodotti biologici e tipici nelle mense di Asl ed ospedali 16/07/2007 La Nuova Ferrara Anziani a lezione di memoria 16/07/2007 La Nuova Ferrara «Le attività sono gratuite per tutti i nostri utenti»

5 15/07/2007 La Nuova Ferrara Con il telefono dalla parte degli anziani 14/07/2007 La Nuova Ferrara Emergency day in piazza 16/07/2007 La Voce di Romagna Contro le dipendenze 40 mila euro in tre anni 15/07/2007 L'informazione Il biologico arriva nelle mense di Ausl e ospedali

6 AZIENDA USL FERRARA LOCALI 15/07/2007 Il Resto del Carlino Ospedale :'Basta confondere le acque' 14/07/2007 Il Resto del Carlino «Ho l'intestino lacerato dall'intervento e la mia vita non è più come prima» 14/07/2007 Il Resto del Carlino Il direttore Foglietta: «Avvieremo inchiesta amministrativa» 15/07/2007 La Nuova Ferrara Polemiche sul monumento «E' uno spreco di risorse» 15/07/2007 La Nuova Ferrara «Sul Borselli si fa allarmismo» 15/07/2007 La Nuova Ferrara Nuovi vertici al «Plattis» 15/07/2007 La Nuova Ferrara La camera mortuaria è già funzionante 14/07/2007 La Nuova Ferrara «Dobbiamo capire cosa è successo Faremo indagini e poi le valutazioni» 14/07/2007 La Nuova Ferrara A settembre addio day hospital 14/07/2007 La Nuova Ferrara Oggi l'abete bianco, domani... 14/07/2007 La Nuova Ferrara L'Ausl ignora una parte politica 14/07/2007 La Nuova Ferrara Assicuro: l' ospedale di Copparo non subirà alcun ridimensionamento 14/07/2007 La Nuova Ferrara Il dialogo in classe aiuta gli studenti SCENARIO SANITA E SALUTE 15/07/2007 Corriere della Sera I rischi della «verità» sull'embrione 72

7 14/07/2007 Corriere della Sera Università a caccia di infermieri Il ministero: «Lavoro assicurato» 16/07/2007 La Repubblica "Etichette-choc sugli alcolici per fermare questa carneficina" 73 74

8 UNIVERSITA E RICERCA 15/07/2007 La Repubblica Classifica Censis, exploit di Palermo Silvestri: "Il segreto? Siamo moderni" 15/07/2007 La Repubblica Nasce il grande polo della biomedicina 16/07/2007 Affari Finanza "'L'università non è pronta alla multidisciplinarietà"

9 UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 19 articoli

10 14/07/2007 Il Resto del Carlino Pag. V ROVIGO Nasce a Rovigo una nuova scuola NASCE a Rovigo la "Scuola di formazione per una consapevole cultura costituzionale" promossa dal Dipartimento di Scienza Giuridiche dell'università di Ferrara. La Scuola sarà attiva nel biennio 2007/08 presso il Cur e prevede un ciclo di lezioni con affermati costituzionalisti per conoscere la legge fondamentale della Repubblica italiana. L'iniziativa è rivolta in particolare agli studenti delle superiori. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 10

11 13/07/2007 Il Gazzettino Pag. 21 ED. NAZIONALE Roma Il genetista Guido Barbujani,... Roma Il genetista Guido Barbujani, nato a Adria (Ro) il 31 gennaio 1955, docente all'università di Ferrara, si è aggiudicato il premio internazionale Merck Serono per la saggistica per il suo libro "L'invenzione delle razze" (Ed. Bompiani), in cui sostiene l'inconsistenza teorica di qualsiasi tentativo di legittimare su basi scientifiche il concetto di razza. Il premio è stato consegnato ieri a Roma, davanti a una platea di scienziati, autorità e letterati. Ricevendo il premio lo studioso ha avuto parole molto critiche sullo stato della ricerca in Italia. «Non illudiamoci - ha detto - che possa essere facile uscire dall'abisso in cui è stata fatta precipitare, lasciata senza fondi e strutture, pur essendo sempre stata, proporzionalmente al resto del mondo, estremamente poco costosa rispetto ai risultati».assieme a Barbujani è stato premiato anche, per la letteratura, l'intellettuale e scrittore tedesco Hans Magnus Henzensberger, per il suo libro "Il mago dei numeri" (Eianudi) e una menzione d'onore è stata riservata allo studioso vicentino Massimiliano Bucchi, docente all'università di Trento, per le sue riflessioni sul rapporto politica - scoperte scientifiche. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 11

12 15/07/2007 Il Mattino di Padova Pag. 23 ED. NAZIONALE Università I nuovi corsi 2007 del Cur Il Cur, Consorzio università Rovigo ha ufficializzato l'offerta didattica per il prossimo anno accademico. I percorsi di studio attivati in collaborazione con l'università di Padova e di Ferrara, comprendsono 7 corsi triennali, 1 corso di laurea a ciclo unico di 5 anni in giurisprudenza, 2 bienni specialistici, 4 master e una scuola di specializzazione. E da quest'anno è al via il nuovo corso di educazione e animazione sociale e il master di primo livello «Death studies and the end of life». Il corso intende preparare operatori che lavorino nel campo dei servizi alla persona tenendo conto dei problemi legati alla morte e al morire. La necessità di offrire tale formazione è data dalla crescente richiesta sociale di figure capaci di gestire le relazioni nelle diverse forme del morire. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 12

13 14/07/2007 Il Piccolo Pag. 13 ED. NAZIONALE SCIENZA Al Centro di fisica un workshop che ha visto fra i relatori Paul Steinhardt e, unico italiano, Carlo Baccigalupi della Sissa - Trieste nel 2008 tra le sedi dove si analizzeranno i dati del satellite europeo Planck Cosmologi a confronto a Trieste sui misteri del Big bang TRIESTE «Avevo lavorato alla teoria dell'universo inflazionario per risolvere i problemi lasciati aperti dal Big Bang. E la rapidissima espansione dello spazio-tempo successiva al Big Bang, che abbiamo chiamato inflazione, in effetti ci spiega l'omogeneità e l'isotropia dell'universo su grande scala. Ma da qualche anno cerco di superare la cosmologia dell'inflazione e assieme ai miei colleghi della Princeton University ho proposto la teoria dell'universo ciclico: una successione di fasi in cui l'universo si contrae fino a collassare e quindi riprende a espandersi, e così avanti senza fine». Paul Steinhardt muove le mani con i palmi che si fronteggiano, mimando la successione di collassi ed espansioni del cosmo. L'aula magna del Centro di fisica teorica è vuota per la pausa pranzo. Ma un'ora prima centocinquanta cosmologi di mezzo mondo avevano seguito in silenzio quasi religioso la sua lezione, al workshop di «Cosmologia e stringhe» che si è concluso ieri a Miramare. Tra loro anche Andrei Linde, il grande teorico russo trapiantato a Stanford. Quattro anni fa Linde e Steinhardt - assieme ad Alan Guth - avevano ricevuto in questa sala la Medaglia Dirac proprio per la teoria dell'universo inflazionario. Ma da allora Linde non perde occasione per criticare Steinhardt e le sue nuove teorie. Anche qui a Trieste. «Troppo barocche», ripete. Steinhardt si limita a un sorriso ambiguo. L'Universo ciclico di Paul Steinhardt attinge a quella teoria delle stringhe che assimila le particelle elementari a cordicelle infinitesimali in rapidissima vibrazione. E cerca anche di spiegare perché da dieci anni in qua le osservazioni astronomiche ci dicono che l'universo - anziché rallentare la sua espansione, come prevedeva il modello cosmologico standard - stia invece accelerando. Per giustificare questa accelerazione Steinhardt ha ipotizzato un'energia misteriosa da lui stesso chiamata «quintessenza». Termine di sapore filosofico (il «quinto elemento», dopo aria, terra, fuoco e acqua) con cui anticamente si voleva spiegare la forza che impedisce alla Luna di cadere sulla Terra. «Merito di Steinhardt è quello di aver tentato di collegare le perturbazioni cosmiche con i fenomeni previsti dalla teoria delle stringhe», osserva Carlo Baccigalupi della Sissa, unico italiano relatore al workshop di Miramare. Trentanove anni, nato a Carrara, laureato in fisica all'università di Pisa, dottorato a Ferrara, Baccigalupi è arrivato nel 1999 alla Sissa, dove oggi è professore associato. E da dove mantiene contatti strettissimi con George Smoot, premio Nobel per la fisica dello scorso anno per la scoperta delle anisotropie nella radiazione cosmica di fondo. Spiega Baccigalupi: «A partire dal 1992 sono state identificate nella radiazione di fondo che permea l'universo delle irregolarità, delle anisotropie che risalgono a 300 mila anni dopo il Big Bang. Sono i 'semi' da cui avranno origine galassie e ammassi di galassie. Una scoperta che dobbiamo al satellite americano Cobe (che valse il Nobel a Smoot), a diversi altri esperimenti tra cui pallone Boomerang lanciato in Antartide da italiani e americani, e ora al magnifico lavoro che sta portando avanti un altro satellite astronomico americano: Wmap, lanciato nel 2001». «Queste anisotropie - continua Carlo Baccigalupi - vengono spiegate dalla teoria dell'universo inflazionario, con la sua espansione titanica e rapidissima sotto la spinta di un'energia di cui è responsabile un costituente elementare ipotetico detto 'inflatone', che conferisce energia al vuoto e che poi decade in altre particelle. Uno scenario che dà conto di quanto vediamo nell'universo ma che manca tuttavia di una solida base teorica. È a questo che Steinhardt sta puntando: collegare UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 13

14 14/07/2007 Il Piccolo Pag. 13 ED. NAZIONALE l'inflazione cosmica con la teoria delle stringhe». Tentativo riuscito? «Vedremo. Ma forse sarebbe meglio aspettare quello che il cielo ci dice», fa notare Baccigalupi. Perché tra un anno esatto, nel luglio del 2008, partirà dalla base di Kourou, in Guiana, il satellite europeo Planck. Il suo compito: tracciare una mappa del cielo più raffinata di quella di Wmap, rilevando inoltre la polarizzazione del fondo a microonde, capace di portare fino a noi la traccia delle onde gravitazionali, le oscillazioni dello spazio-tempo impresse dallo stesso inflatone. È un discorso che tocca da vicino Trieste, dove troverà sede (assieme a Cambridge e a Parigi) il centro per l'analisi dei dati che arriveranno da Planck. A gestirlo per conto dell'esa (l'agenzia spaziale europea) sarà una joint venture tra l'osservatorio astronomico e la Sissa, sotto la responsabilità di Andrea Zacchei dell'osservatorio, dello stesso Baccigalupi e di Gigi Danese, attuale vicedirettore della Sissa. «Grazie a Planck - conclude Carlo Baccigalupi - potremo distinguere le galassie in embrione dalle onde gravitazionali cosmologiche, che 'fotografano' il cosmo com'era una frazione di secondo dopo il Big Bang: appena 10 alla meno 35 secondi dopo l'esplosione primordiale. Insomma: sarà come vedere in faccia il botto che ha segnato l'origine dell'universo in cui ci troviamo». Fabio Pagan UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 14

15 14/07/2007 Il Piccolo Pag. 6 ED. NAZIONALE Commessa da un milione di euro Eurotech lancia «Janus» il supercomputer più piccolo e più veloce UDINE Nuovo battesimo in casa Eurotech, l'azienda di Amaro (Udine) presieduta da Roberto Siagri, leader nella progettazione e costruzione di nanocomputer. Si tratta di «Janus» il supercomputer più piccolo, più veloce e a minor consumo mai progettato. «Janus» è il risultato di un progetto di collaborazione italo-spagnola - un milione di euro il valore della commessa per l'azienda friulana - che ha visto coinvolti, a partire dalla seconda metà del 2005, prestigiosi Centri di Ricerca quali: i Dipartimenti di Fisica delle Università di Ferrara e di Roma «La Sapienza», il Bifi - Istituto de Biocomputation y Fisica de Sistemas Complejos - di Saragozza, l' Università di Saragozza e l'istituto de Investigacion en Ingenieria de Aragon. Nella «prova su strada», ovvero nell'elaborazione dei calcoli specifici per cui è stato ideato, Janus - ha reso noto Eurotech - è risultato essere ad oggi il supercomputer più piccolo, più veloce e a minor consumo. Per svolgere le operazioni che Janus elabora in un solo secondo, tre miliardi di persone, ovvero quasi l'intero pianeta, impiegherebbero 60 giorni. Capace di studiare oggetti sempre più piccoli, Janus vede e riesce a simulare strutture che altrimenti la Scienza moderna non potrebbe nemmeno guardare. L'introduzione e l'utilizzo di questo innovativo supercomputer dovrebbe accelerare gli studi nel campo della ricerca e della simulazione di applicazioni scientifiche nel campo delle Nanotecnologie e delle Life Sciences. Il primo prototipo di sistema completo troverà alloggio presso il Dipartimento del Bifi in Spagna già a partire dal prossimo novembre dove troverà applicazione sulle simulazioni delle proprietà fondamentali della materia. Intanto, un nuovo mini computer della Eurotech è stato assegnato in dotazione al Corpo Forestale regionale del Friuli Venezia Giulia. La presentazione del nuovo strumento tecnologico è avvenuta due giorni fa a Fusine (Tarvisio) nel corso dei festeggiamenti per il Patrono S. Giovanni Gualberto. Il dispositivo, realizzato dall'azienda friulana leader nelle nanotecnologie applicate all'informatica, è di dimensioni compatte e molto leggero e servirà, in una prima fase sperimentale, alla catalogazione della flora e della fauna. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 15

16 14/07/2007 L' Adige Pag. 9 Trento crea la Formula 1 dei computer Da Eth Lab il pc capace di otto milioni di miliardi di calcoli al secondo TRENTO - Nasce tra Trento e la Spagna «il computer-microscopio più potente del mondo con consumo di questo tipo, ossia molto più bassi del normale» e a un costo, un milione di euro, inferiore allo standard. Janus, questo è il suo nome, è il risultato di un progetto di collaborazione italospagnola, che ha visto coinvolti, oltre a Eth Lab di Trento, il centro di ricerca del gruppo Eurotech, a partire dalla seconda metà del 2005, i Dipartimenti di fisica delle università di ferrara e di roma «La Sapienza», il Bifi - Istituto de Biocomputation y Fisica de Sistemas Complejos - di Saragozza, l' Università di Saragozza e l'istituto de Investigacion en Ingenieria de Aragon. Nella «prova su strada» ovvero nell'elaborazione dei calcoli specifici per cui è stato ideato, Janus risulta essere ad oggi il Supercomputer più piccolo, più veloce e a minor consumo del mondo. Ogni sistema completo è infatti in grado di fornire una potenza di 8 Pops, ovvero otto milioni di miliardi di operazioni al secondo consumando solamente 10 Kw. Un sistema equivalente, formato da 2000 processori Cell ( quelli usati nella Playstation3 di Sony e i più potenti in commercio), ne consuma 300. Per svolgere le operazioni che Janus elabora in un solo secondo, tre miliardi di persone, ovvero quasi l'intero pianeta, impiegherebbero 60 giorni. Janus è il primo calcolatore al mondo a racchiudere tanti elementi in un ingombro così ridotto. Il sistema completo infatti prevede il proprio alloggiamento in un armadio di un metro di larghezza per uno di profondità per 2 di altezza e perciò compatibile con qualsiasi ufficio. Il calcolatore-microscopio (nel senso che riesce a guardare simulandoli i processi tipici di esperimenti di genetica o biomedicina che prima si osservavano con lenti potentissime) è stato progettato assieme ai ricercatori della collaborazione italo-spagnola e costruito da Eurotech nei laboratori del suo centro di ricerca Ethlab di Trento sfruttando la propria esperienza nella progettazione e fabbricazione di supercomputer specifici per il calcolo scientifico. Capace di studiare oggetti sempre più piccoli, vede e riesce a simulare strutture che altrimenti la scienza moderna non potrebbe nemmeno guardare. L'introduzione e l'utilizzo di questo Supercomputer dovrebbe accelerare gli studi nel campo della ricerca e della simulazione di applicazioni scientifiche nel campo delle micro e nanotecnologie e delle bioscienze. Il primo prototipo di sistema completo troverà alloggio presso il dipartimento del Bifi in Spagna già a partire dal prossimo novembre dove troverà applicazione sulle simulazioni delle proprietà fondamentali della materia. Il valore della commessa del supercalcolatore Janus per Eurotech e pari a circa 1 milione di euro. A breve, spiega il consigliere di Eurotech Giampietro Tecchiolli, sarà avviata la produzione per portare sul mercato altri supercalcolatori di questo tipo sempre al prezzo di un milione di euro l'uno. 14/07/2007 UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 16

17 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 17 ED. NAZIONALE Lampo premonitore Bagliore annuncia due anni prima l'esplosione di una Supernova - LA SCOPERTA Tra i ricercatori docente ferrarese FERRARA. E' un fenomeno mai osservato in precedenza: in una remota galassia, un «lampo» luminoso della durata di alcuni giorni, seguito a distanza di due anni da una esplosione di Supernova. I due eventi sarebbero stati prodotti dallo stesso oggetto celeste, una stella di almeno 60 volte la massa del nostro Sole giunta alla fine del proprio processo evolutivo. La scoperta, pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Nature, è opera di un'équipe internazionale di astronomi, molti dei quali italiani. Tra di essi, anche il dottor Stefano Valenti, del Dipartimento di Fisica dell'università di Ferrara. Era il 16 ottobre 2004 quando Koichi Itagaki, un astrofilo giapponese, osservando con il suo telescopio amatoriale una remota galassia, UGC4904, vide comparire un oggetto luminoso. Un bagliore effimero: dopo appena qualche giorno, era già scomparso. Ma si trattava solo di attendere. Due anni più tardi, nella stessa identica posizione, a circa 78 milioni di anni luce da noi, ha infatti luogo l'esplosione catastrofica e violentissima di una stella supermassiccia. Esplosione che dà origine alla Supernova SN2006jc. Mai prima d'ora era stato osservato un evento simile. Un caso, una coincidenza? Oppure, quel lampo poteva essere stato il segnale premonitore - ancora non previsto da alcuna teoria astrofisica - dell'imminente esplosione che segna la fine del processo evolutivo delle stelle di grande massa? Un gruppo di ricercatori italiani, insieme a colleghi europei ed asiatici, ha voluto vederci chiaro. E ha dato immediatamente inizio a una campagna di osservazioni, utilizzando numerosi telescopi sparsi per il mondo - tra i quali quelli dell'osservatorio Astrofisico di Asiago e il Telescopio Nazionale Galileo alle Canarie, entrambi dell'inaf. Ebbene, il confronto tra le immagini raccolte nel 2004 e quelle del 2006 avvalora l'ipotesi che il lampo del 2004 sia stato emesso dallo stesso corpo celeste che ha generato SN2006jc: una stella di tipo Wolf-Rayet, ovvero una stella supermassiccia - inizialmente pari a volte la massa del Sole - giunta nella fase finale della sua evoluzione con un'atmosfera priva di idrogeno. I risultati di questa inattesa scoperta sono stati pubblicati sulla rivista Nature, in un articolo firmato da un'équipe internazionale di astronomi coordinati da Andrea Pastorello, oggi all'università di Belfast dopo aver conseguito il dottorato all'università di Padova. «Il bagliore osservato nel 2004», spiega Massimo Turatto dell'inaf-osservatorio Astronomico di Padova, uno tra gli autori dello studio, «sarebbe stato prodotto da un enorme aumento di energia associato a una fase di grande instabilità, che ha preceduto l'esplosione finale di SN2006jc. La stella stava perdendo gli strati più esterni della sua atmosfera - in gran parte composti di idrogeno ed elio - attraverso il meccanismo detto «di vento stellare». La conferma di questo scenario è fornita proprio dalle accurate osservazioni di SN2006jc ottenute con i telescopi dell'inaf. Dai dati si osservano infatti fenomeni di interazione tra il gas espulso ad alta velocità dalla Supernova e quello già presente intorno al corpo celeste prima della sua esplosione, rilasciato a bassa velocità dalla stella nell'evento del 2004». Ora, gli astrofisici ipotizzano che quello di SN2006jc potrebbe non essere un caso isolato. «Analizzando il nostro vasto archivio di osservazioni di Supernovae», continua infatti Turatto «abbiamo individuato altri oggetti che mostrano caratteristiche simili a quelle di SN2006jc, e che erano stati genericamente classificati come «peculiari» per la scarsezza dei dati. Potremmo dunque UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 17

18 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 17 ED. NAZIONALE essere di fronte ad una nuova categoria di oggetti celesti, oggetti in grado di fornirci nuove indicazioni per migliorare le attuali teorie sulle fasi finali dell'evoluzione delle stelle di grande massa». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 18

19 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 11 ED. NAZIONALE BREVI BREVI DA OGGI Via alle iscrizioni all'università Da oggi al 15 ottobre è tempo di iscrizioni all'università. Nell'anno accademico risultavano iscritti studenti, senza contare 731 masterizzandi di primo livello e 157 masterizzandi di secondo. A Ferrara quest'anno, dal 27 agosto al 10 ottobre, sarà possibile immatricolarsi solo presso il Siam, una struttura nata dalla necessità di accompagnare gli studenti nel percorso d'ingresso al mondo universitario. LE VACANZE Soggiorni sociali, posti disponibili Sono ancora disponibili alcuni posti per partecipare ai soggiorni sociali anziani organizzati dal Comune in collaborazione con Auser, Ancescao, Antea e Ada. Queste le mete ancora prenotabili: Sardegna (mare), Montesilvano (Abruzzo - mare), Vidiciatico (Emilia Romagna - montagna) e Limone (Lombardia - lago). Per informazioni e iscrizioni l'ufficio soggiorni anziani (via Colomba 18, tel ). ZONA NORD OVEST Consiglio di circoscrizione Si riunisce oggi alle 21, nella sede di via Ladino a Porotto, il consiglio della circoscrizione Nord Ovest. L'assemblea è chiamata a esprimere un parere su Regolamento per il rilascio delle autorizzazioni al funzionamento e il controllo dei servizi per la prima infanzia, sulla costituzione dell'istituzione dei servizi educativi, scolastici e per le famiglie del Comune e sul nuovo piano urbanistico comunale. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 19

20 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 10 ED. NAZIONALE Contro i disagi del gran caldo basta rivolgersi all' Il Comune di Ferrara ha avviato un piano a favore delle persone con più di 75 anni di età, per prevenire i disagi legati all'eccessivo caldo estivo. Attivato il 1 giugno - e fino al 15 settembre - è a disposizione dei cittadini un numero verde gratuito (tel ) al quale rivolgersi per eventuali necessità dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13. Il piano di intervento «Uffa che afa» ha lo scopo di contribuire a fronteggiare il caldo afoso che da qualche anno mette particolarmente in difficoltà i cittadini anziani che vivono da soli e non hanno la possibilità risolvere prontamente situazioni di disagio climatico. Per l'attuazione del piano il Comune di avvale della collaborazione di Azienda Usl, Azienda ospedaliero universitaria Sant'Anna, Auser, Antea, Ancescao, Acli, Arci e Croce Rossa Italiana, ha avviato un piano di intervento a favore delle persone con più di 75 anni di età. Il numero verde può essere composto per qualsiasi necessità e richiesta di informazioni e consigli. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 20

21 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 9 ED. NAZIONALE Piano territoriale Emilia Romagna: confronto al via Ferrara non sarà Cenerentola Replica a Sateriale: nessuno dimentica le eccellenze locali - Il sottosegretario: «Prematuro preoccuparsi». L'assessore: «Una sfida, non una minaccia» Superare il modello delle "città stato" per passare a una strategia di rete e di raccordo tra province. E costruire un nuovo sistema regionale con Bologna nel ruolo di punto di riferimento e snodo centrale. Sono queste le travi portanti del costruendo Piano Territoriale Regionale, il principale strumento di programmazione territoriale ancora nell'embrione del documento preliminare. Un contenitore che nel giro di un anno dovrà essere riempito di idee e progetti, attraverso una serie di consultazioni provinciali che prenderanno il via proprio domani. Ma, pur ancora allo stato "grezzo", la fisionomia del Ptr secondo il sindaco di Ferrara Sateriale rivela già un connotato chiarissimo: quello di Bologna capitale e protagonista del nuovo sistema-regione. Seppure in termini meno espliciti, Sateriale teme che il capoluogo si ritagli il ruolo di asso pigliatutto di risorse e progetti, a scapito dei territori più piccoli. E a scanso di equivoci, sabato ha lanciato l'allarme direttamente sul suo blog. Un allarme raccolto dai rappresentanti ferraresi in Regione. Pur con sfumature diverse, l'assicurazione del sottosegretario Alfredo Bertelli, dell'assessore alla Cultura Alberto Ronchi e del consigliere della Margherita Tiziano Tagliani appare unanime: quella presentato lo scorso 10 luglio a Bologna durante l'incontro tra il presidente Vasco Errani e tutti i sindaci emiliano-romagnoli è solo una bozza del Prt; ci sarà poi un anno di tempo per definirne i contenuti e dare spazio alle eccellenze e alle specificità locali. «Il sindaco fa il suo mestiere, come è giusto e legittimo che sia, intervenendo a difesa del suo territorio - afferma Bertelli - ma trovo che in questa fase sia prematuro criticare i contenuti del Ptr, perché di fatto siamo soltanto allo stadio del documento preliminare: poche pagine che tracciano le linee generali, quando solo nei prossimi mesi, con le consultazioni provinciali, si entrerà nel merito dei singoli territori. La Regione non ha affatto dimenticato o trascurato le eccellenze locali. A cominciare proprio dal riconoscimento Unesco per Ferrara, che è stato valorizzaro con un contributo a sostegno del programma per il centro storico. Del resto "fare sistema" significherà proprio mettere in rete i punti di forza di ciascuna città. E le eccellenze ferraresi dell'università e della ricerca, solo per fare un esempio, non saranno certo trascurate. Il percorso è appena iniziato». Una politica territoriale che cambia anche per la necessità di razionalizzare al meglio le risorse pubbliche, evitando inutili "doppioni". Da queste premesse, avverte l'assessore Ronchi, deve prendere le mosse la strategia del Prt: il territorio regionale deve dotarsi di strutture nodali e punti di riferimento economici, come aeroporti e fiere. Ma questa «deve essere considerata una sfida, non certo una minaccia. Aprire una riflessione sul ruolo strategico di Bologna non vuol dire che tutte le risorse saranno assorbite dal capoluogo, nè che le peculiarità territoriali non saranno valorizzate. Non credo che ci sia da preoccuparsi: ogni territorio avrà la possibilità di giocare le sue carte, partendo dalle proprie eccellenze e caratteristiche. Per questo è giusto aprire un dibattito ampio». Per quel che riguarda il settore della Cultura, Ronchi ricorda che le risorse regionali destinate a Ferrara sono aumentate rispetto all'anno scorso, ma sottolinea anche che la Regione «non può essere considerata un erogatore di finanziamenti, una specie di Grande Banca, ma un soggetto che compirà precise scelte sulla base di un'altrettanto precisa programmazione». Un esempio su tutti: se Bologna avrà il Mambo, museo di arte contemporanea, questo «dovrà innescare un rapporto fecondo tra le due città distanti appena 40 chilometri, ma non avrà senso realizzare un Mambo anche a Ferrara». Al tempo stesso, conclude l'assessore, «anche le città più grandi hanno tanto da imparare dalle piccole: UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 21

22 16/07/2007 La Nuova Ferrara Pag. 9 ED. NAZIONALE prendiamo i problemi di degrado nel centro storico di Bologna; Ferrara in passato ha avviato un'opera di riqualificazione e risanamento del centro dalla quale il capoluogo può prendere molte idee». Chi in parte approva i timori del sindaco è invece il consigliere Tiziano Tagliani, ex vicesindaco di Ferrara: «Condivido con Sateriale l'idea che, al di là dell'enfasi della presentazione, effettivamente l'unico elemento percepibile in modo netto nel Prt è il ruolo di Bologna come capitale regionale ed elemento trainante. Ma è anche vero che il Prt non è ancora stato approvato, e c'è un anno di tempo per i necessari approdondimenti e per capire bene in cosa consiste il Piano. Finora le scelte della Regione hanno sempre consentito di valorizzare le risorse e le peculiarità locali: e su questo non si possono fare passi indietro». Ferrara inoltre deve confrontarsi con una distanza di solo 40 chilometri dal capoluogo: «Viene continuamente ribadito il forte elemento di raccordo tra le due città - conclude Tagliani - Un altro punto da capire del Prt è il significato che si vorrà dare a questa vicinanza». Su quest'ultimo punto Sateriale aveva espresso le sue perplessità maggiori, là dove si domanda se la strategia regionale non sia di fatto considerare Ferrara «parte della grande area metropolitana bolognese». Tanto più che lo stesso presidente della Provincia Giorgio Dall'Acqua, nella veste di presidente Upi Emilia Romagna (Unione province italiane), del Prt aveva detto di condividere «l'idea di superare il policentrismo diffuso senza distinzione di ruoli, assumendo la prospettiva di un rinnovato protagonismo della regione nella competizione globale, con Bologna capitale e snodo dell'intero sistema, in grado di rappresentare tutta la Regione e non solo l'area metropolitana. Allo stesso tempo vanno riconosciute le identità e le specificità locali, da rafforzare in un processo di semplificazione e di specializzazione che superi le duplicazioni e le tentazioni di essere tutti candidati a tutto». Chi si schiera a 360 gradi sulle posizioni del sindaco è un consigliere comunale dell'opposizione, Mauro Malaguti di An: «Concordo con le preoccupazioni di Sateriale, anche perché a livello regionale l'attenzione per la nostra città non è ai massimi livelli. Ma al tempo stesso confido nei nostri rappresentanti in Regione, persone tutte di grande competenza e capacità. Ferrara è tra le città più belle d'italia e, a mio avviso, la più bella dell'emilia Romagna: la Regione dovrebbe considerarla il suo gioiellino. Con il centro storico, il Castello nel cuore della città, la cinta muraria integra e bellezze monumentali e architettoniche disseminate in tutta la ztl, Ferrara è un esempio unico e prezioso, che non è stato valorizzato a sufficienza, a partire dalle rotte turistiche che toccano Firenze, Bologna e Venezia». Da spendere sul tavolo della Regione, ribadisce Malaguti, Ferrara ha un patrimonio storico di capitale europea che, al tempo della signoria degli Estensi, ne fece il centro propulsore delle arti e della cultura nel Rinascimento, «senza nulla da invidiare a città come Firenze». Eppure, sottolinea ancora il consigliere comunale, «per festeggiare l'anno degli Estensi la Regione ha elargito un generosissimo contributo a Modena. E' una spia significativa di come la nostra città sia penalizzata e non considerata come merita. Non vorremmo che questo errore venisse ripetuto con il Piano territoriale regionale». E starà anche ai ferraresi mostrare l'abilità a saper essere buoni mercanti di se stessi. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 22

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Caso Pratico Stili di Direzione

Caso Pratico Stili di Direzione In questo caso, vi proponiamo di analizzare anche 4 situazioni relative alla presa di decisioni. Questa documentazione, come sapete già, è centrata su modelli di stili di direzione e leadership, a seconda

Dettagli

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO

COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO COGENERAZIONE IN ITALIA: UN GRANDE POTENZIALE POCO SFRUTTATO Uno studio del GSE rivela che già nel 2010 l Italia sarebbe in grado di aumentare del settanta per cento il calore prodotto in cogenerazione

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Sarà l'auditoriurn 'Adriano Luzi' di Comunanza a ospitare domani la carovana di ascolto che la Regione

Dettagli

08-MAR-2013. www.coobiz.it

08-MAR-2013. www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.freeonline.org 04-APR-2013 www.avedisco.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 18-APR-2013 www.lodinotizie.it Nelle scuole primarie

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Rassegna stampa 10 aprile 2009

Rassegna stampa 10 aprile 2009 Rassegna stampa 10 aprile 2009 Periodo 4 aprile - 10 aprile 2009 SPINNER Aziende e ricerca La Nuova Ferrara 9 aprile Un partner ferrarese per l Agenzia spaziale europea Affari centronord 9 aprile I cacciatori

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI.

IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. 2 IL CONTRIBUTO DEI GIOVANI NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI La lotta ai cambiamenti climatici prevede che tutti i cittadini europei

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche "disturbo"

Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche disturbo Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche "disturbo" esterno, si iniziano a formare dei "grumi" più densi che

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA

LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA Iniziativa La Lombardia per l eccellenza Programma soggetto ad aggiornamento LA LOMBARDIA PER L ECCELLENZA La Lombardia per l Eccellenza è un iniziativa della Giunta Regionale rivolta ai giovani laureati,

Dettagli

IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA

IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA IDEE SOSTENIBILI IN MOVIMENTO: CON IL LUDOBUS LA SCIENZA SI TRASFORMA IN ESPERIENZA Il progetto In compagnia di tre amici, Elettra, Semino e Azzurro, andiamo a presentarvi le iniziative del progetto Idee

Dettagli

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale Forum di settore e incontro conclusivo anni 2013/2014 Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale FORUM di SETTORE e INCONTRO CONCLUSIVO Nell ambito

Dettagli

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013

e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 e-laborando Classi III B III E a.s. 2012-2013 PRIMA FASE: LO SVILUPPO SOSTENIBILE Le risorse della terra sono limitate I rifiuti e le emissioni inquinanti, in quanto prodotti dell uomo, hanno un impatto

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

HEAD OF THE BOARD 2015. Corso per Consiglieri di Amministrazione

HEAD OF THE BOARD 2015. Corso per Consiglieri di Amministrazione HEAD OF THE BOARD 2015 Corso per Consiglieri di Amministrazione Che cos è Head of the board Il progetto Head of the Board 2015 : - è il corso per consigliere di amministrazione finalizzato a sostenere

Dettagli

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi FORUM PA 2007 Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente Arch. Giovanna Rossi Roma maggio 2007 Riduzione delle emissioni inquinanti che derivano dai trasporti

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 29 settembre 2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna stampa. Roma 29 settembre 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO Ufficio Stampa Rassegna stampa Roma 29 settembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università Italia Oggi L università? La metà è indecisa 2 Università Libero

Dettagli

riqualificare risparmiare guadagnare

riqualificare risparmiare guadagnare riqualificare risparmiare guadagnare Il valore da proteggere Spesa annua per il riscaldamento domestico Francia 1150 Spagna 1116 Germania 1104 Ambiente, Energia e Casa. Tre parole unite da un unico comune

Dettagli

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME

UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME QuickTime e un decompressore TIFF (Non compresso) sono necessari per visualizzare quest'immagine. UNIONE TERRE DI CASTELLI OPPORTUNITÀ DELLO STARE INSIEME ANALISI DI ECONOMICITÀ, EFFICACIA ED EFFICIENZA

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE:

RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: RASSEGNA STAMPA UNIONE VENETA BONIFICHE TESTATE: 7 AGOSTO 2015 UFFICIO COMUNICAZIONE UVB comunicazione@bonifica-uvb.it OGGI NOTIZIE SU: Consorzio/Pag. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Veronese Adige Po Delta del Po

Dettagli

Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI

Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI Il tema della governance è stato ed è tuttora certamente uno dei punti al centro del dibattito sulla

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it ! "! # $ % & # Medici e responsabilità professionale. Quasi nove su dieci già assicurati. Ma le polizze non fanno stare comunque

Dettagli

Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami"

Università, paradossale guerra ai fuori corso Gli atenei finiranno per regalare gli esami INCHIESTA Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami" Il ministero, nell'erogare i fondi, adesso penalizza i centri con troppi studenti in ritardo con le

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI SINDACATO PENSIONATI ITALIANI Qual è il vantaggio offerto dai Buoni Vacanze? Cosa sono i Buoni Vacanze e come sono fatti I Buoni Vacanze sono titoli di pagamento (simili ai buoni pasto) con i quali è possibile

Dettagli

RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA. TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004

RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA. TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004 RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** Signori soci I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004 segnano il consolidamento del fatturato e

Dettagli

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA Conferenza dei presidi delle Facoltà di Scienze della Comunicazione PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE LA CONFERENZA DEI PRESIDI

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli

ORIENTARE GLI ORIENTATORI. di Andrea Cammelli ORIENTARE GLI ORIENTATORI di Andrea Cammelli N egli ultimi anni abbiamo cominciato ad occuparci sempre più spesso di orientamento, portando la preziosa esperienza accumulata dal Consorzio Interuniversitario

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 2015 Dipartimento (1) : DIRITTO ED ECONOMIA Coordinatore (1) : Prof.ssa ALESSANDRA CALDARA Classe: 2 Indirizzo: SERVIZI SOCIO- SANITARI Ore di insegnamento

Dettagli

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808...

http://www.pubblica.istruzione.it/ministro/comunicati/2009_miur/2808... Ufficio Stampa COME SI DIVENTA INSEGNANTI: ECCO LE NUOVE REGOLE UN ANNO DI TIROCINIO PER LEGARE TEORIA A PRATICA ASSUNZIONI SOLO IN BASE ALLA NECESSITÀ PER EVITARE IL PRECARIATO PIÙ INGLESE E COMPETENZE

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

ALL UNIVERSITA. Articolazione del percorso formativo

ALL UNIVERSITA. Articolazione del percorso formativo ALL UNIVERSITA Dal 2000 l Università è molto cambiata e a tutt'oggi sta cambiando. Un cambiamento prima di tutto strutturale e organizzativo, sancito dal Decreto 4 agosto 2000: "Un cambiamento pensato

Dettagli

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. Prot. n. 436 del 05.08.2015 Class. VII/16 BANDO N. 23/2015 Procedura comparativa per il conferimento di n. 1 incarico individuale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa. IL DIRETTORE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2655 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GASPARINI, CASATI, CIMBRO, COVA, FIANO, LAFORGIA, MAL- PEZZI, MARZANO, MAURI, PELUFFO, PICCOLI

Dettagli

Alla ricerca degli antenati

Alla ricerca degli antenati Alla ricerca degli antenati Costruiamo insieme la storia Archiviazione dei microfilm di FamilySearch Documenti originali nell Archivio di Stato di Modena Progetto per le scuole superiori 2 Chi di noi non

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Attività didattica I.C. Cogoleto. Classi Primarie e Secondarie Primo Grado

Attività didattica I.C. Cogoleto. Classi Primarie e Secondarie Primo Grado Attività didattica I.C. Cogoleto Classi Primarie e Secondarie Primo Grado Anno Scolastico 2013 - Fondazione Muvita si propone, di concerto con il Comune di Cogoleto e l Istituto Comprensivo di Cogoleto,

Dettagli

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di Istruzione e Formazione Professionale

Dettagli

Comunicato stampa N 1/2005 Parma, 10-02-05 Laurea ad Honorem a Renato Casappa all Università di Parma Casappa : 2004 ancora in crescita

Comunicato stampa N 1/2005 Parma, 10-02-05 Laurea ad Honorem a Renato Casappa all Università di Parma Casappa : 2004 ancora in crescita Comunicato stampa N 1/2005 Parma, 10-02-05 Laurea ad Honorem a Renato Casappa all Università di Parma Casappa : 2004 ancora in crescita Il mercato mondiale ha rallentato ma l azienda parmense che da oltre

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Roma 11 novembre 2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Roma 11 novembre 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO Ufficio Stampa Rassegna Stampa Roma 11 novembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università Italia Oggi Le università sono risanabili 2-3 Università Il Giorno

Dettagli

LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA

LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA LA SCELTA UNIVERSITARIA 20 FEBBRAIO 2014 LICEO G.GALILEI - TRENTO UNIVERSITA' LUISS- ROMA PERCHE' IL PROGETTO DAL TALENTO AL LAVORO - L'Università italiana soffre di un tasso di abbandono elevato (18%

Dettagli

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica.

In genere si ritiene che lo spreco di energia si manifesti solo nell uso dei carburanti, dei combustibili e dell energia elettrica. 1 2 3 L energia incide sul costo di tutti i beni ed i servizi che utilizziamo ma, in questo caso, prendiamo come riferimento il costo che una famiglia di Aprilia con consumo medio sostiene ogni anno per

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

Economia Aziendale AA 2009-2010. Docente: Romano Boni. Presentazione di Elena Francoia [1147746] 11 / 01 / 2010

Economia Aziendale AA 2009-2010. Docente: Romano Boni. Presentazione di Elena Francoia [1147746] 11 / 01 / 2010 Economia Aziendale AA 2009-2010 Docente: Romano Boni Presentazione di [1147746] Il cambio di direzione del mercato: ambiente e e-commerce Note preliminari E-Commerce: letteralmente Commercio elettronico,

Dettagli

Le risposte del rapporto SINTESI

Le risposte del rapporto SINTESI SINTESI Il rapporto Crescita digitale. Come Internet crea lavoro, come potrebbe crearne di più, curato da Marco Simoni e Sergio de Ferra (London School of Economics) per Italia Futura, in collaborazione

Dettagli

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro

LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE. Manifesto per l energia del futuro LIBERI DI INNOVARE, LIBERI DI SCEGLIERE Manifesto per l energia del futuro È in discussione in Parlamento il disegno di legge sulla concorrenza, che contiene misure che permetteranno il completamento del

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA

LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL UNIONE BASSA ROMAGNA Un nuovo modello di sviluppo e di governo del territorio per uscire dalla crisi Proposte di Laboratorio urbano Bologna, 13 gennaio 2012 LE UNIONI DI COMUNI E IL RIFORMISMO MUNICIPALE: L ESPERIENZA DELL

Dettagli

Ferrara L ARIAal Centro Progetto dedicato alle Scuole «Detto Fatto, a Scuola con Cna» Intervento realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna Piano di Azione Ambientale per un futuro sostenibile

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA

IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA PRESENTAZIONE DELLA RICERCA IL CONSUMO CONSAPEVOLE DI ENERGIA ELETTRICA IN ITALIA ROMA 23 OTTOBRE 2008 Vorrei ringraziare gli intervenuti, i relatori, le Istituzioni ed il GSE che con la sua collaborazione

Dettagli

.. ma l universo è veramente infinito??

.. ma l universo è veramente infinito?? .. ma l universo è veramente infinito?? Questo il titolo della manifestazione Molisana per l anno dell astronomia 2009. L osservatorio astronomico di Castelmauro ha avviato un importante iniziativa volta

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna siamo non bambole Cercasi donne appassionate che vogliono cambiare la politica e migliorare il Paese Vorrei che la conferenza delle donne dell

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

Scheda 3 «Eco-innovazioni»

Scheda 3 «Eco-innovazioni» Scheda 3 «Eco-innovazioni» UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE Secondo una indagine fatta nel 2013 dall Unione Europea sulla

Dettagli

OBIETTIVI DEL MASTER

OBIETTIVI DEL MASTER L Italia è una delle 5 maggiori destinazioni al mondo per turismo culturale e ambientale. 2 turisti stranieri su 3 considerano la cultura e il cibo come principale motivazione di un viaggio in Italia e

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011 Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Roma, 2 Febbraio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER PROGETTI A VALENZA REGIONALE PER ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSI DA SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO RIVOLTI A PREADOLESCENTI E ADOLESCENTI PUNTO

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI

GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI #LABUONASCUOLA, DOCENTI PIÙ POVERI CON NUOVO SISTEMA STIPENDI E SCATTI Gilda Nazionale Degli Insegnanti Via Salaria, 44 00138 Roma Tel. 068845005 095 fax. 0684082071 www.gildains.it

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

Gazzetta di Modena 14/12/10

Gazzetta di Modena 14/12/10 Gazzetta di Modena 14/12/10 Gazzetta di Modena 14/12/10 L Informazione 14/12/10 Resto del Carlino 14/12/10 La Repubblica 14/12/10 www.dire.it TRASPORTI. CONFAPI: UNA METRÒ TRA MODENA, REGGIO E BOLOGNA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni RASSEGNA STAMPA Domenica, 14.09.2014 Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Regioni, il piano: l esenzione ticket scatterà a 67 anni La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione

Facoltà di Scienze della formazione Percorsi Formativi Facoltà di Scienze della formazione Laurea magistrale Brescia a.a. 2011-2012 www.unicatt.it 1 2 INDICE Scienze della Formazione 4 Laurea magistrale in Progettazione 6 pedagogica e formazione

Dettagli

Rassegna del 27/05/2014

Rassegna del 27/05/2014 Rassegna del 27/05/2014... 25/05/14 Giornale di Vicenza 53 L'Ue vara la politica energetica comune Sali Lucia 1 23/05/14 Giornale 6 L'analisi - I soldi non ci sono Per le imprese slittano gli aiuti in

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

L esperienza di accompagnamento. del Piano di Governo del Territorio di Bergamo COMUNE DI BERGAMO IN-FORMAZIONE PARTECIPAZIONE COMUNICAZIONE FUTURA

L esperienza di accompagnamento. del Piano di Governo del Territorio di Bergamo COMUNE DI BERGAMO IN-FORMAZIONE PARTECIPAZIONE COMUNICAZIONE FUTURA COMUNE DI BERGAMO FUTURA L esperienza di accompagnamento P G T del Piano di Governo del Territorio di Bergamo IN-FORMAZIONE PARTECIPAZIONE COMUNICAZIONE MARINA ZAMBIANCHI Dir. Territorio e Ambiente Resp.

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli