MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio Servizio Trasporti e Attività Produttive

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive"

Transcript

1 MOBILITY MANAGEMENT Piacenza, 7 luglio 2008

2 Decreto Ronchi Decreto Ronchi del 27 marzo 1998 sulla "Mobilità sostenibile nelle aree urbane" Tutte le Aziende e gli Enti Pubblici con più di 300 dipendenti per unità locale. Le imprese con oltre 800 dipendenti complessivamente DEVONO Adottare il "Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro o Piano della mobilità aziendale.

3 Aziende/ Enti coinvolte nel PSCL Totale: dipendenti censiti

4 La struttura Mobility Manager D area Tempi Agenzia S.p.A. - Fornire supporto tecnico per la definizione dei criteri e delle modalità per l erogazione di contributi e incentivi diretti ai progetti di mobilità sostenibile; Promuovere azioni di divulgazione e indirizzi per i PSCL di Aziende e Enti interessati Offrire alle Aziende consulenze, a differenti livelli, nelle fasi di redazione dei PSCL (Piani Spostamenti Casa Lavoro Mobility Manager aziendali Migliorare l accessibilità al luogo di lavoro disincentivando l uso dei mezzi di trasporto non sostenibili Gestire la domanda di mobilità dei dipendenti in termini di numero di viaggi e durata/ distanza degli spostamenti

5 Obiettivi del mobility management Creare un Data Base sugli spostamenti dei lavoratori da aggiornare annualmente Diffondere la cultura del mobility management, e della mobilità sostenibile più in generale Spostare la domanda di mobilità dai mezzi individuali inquinanti (automobili, moto e scooter) verso quelli collettivi Contribuire alla riduzione dei fenomeni di congestione del traffico urbano e dei livelli di inquinamento atmosferico, con vantaggi sul piano ambientale, sociale ed economico Offrire servizi di gestione della mobilità aziendale in grado di raggiungere un elevato livello di soddisfazione del personale

6 La struttura del PSCL Lo studio si compone in due livelli principali: il primo riguarda l'analisi dello stato di fatto (situazione interna, situazione contesto esterno/interno al luogo di destinazione e analisi degli spostamenti casa-lavoro), il secondo la definizione delle misure da adottare (ambiti d'interventi). La struttura del PSCL piano degli spostamenti casa-lavoro si articola in 4 fasi: 1. Fase di analisi 2. Fase di progetto 3. Fase attuativa 4. Fase di aggiornamento e monitoraggio

7 Questionario Conoscere la realtà aziendale (sede, n e caratteristiche dei dipendenti, orari di lavoro, flotta di automezzi). Definire i bisogni di mobilità dei dipendenti e loro disponibilità (percorso casa-lavoro, durata e caratteristiche dello spostamento, flessibilità accettabile, scelta modale, percezione della qualità del servizio o del modo di trasporto). Capire quali sono le alternative, (linea dedicata, bicicletta, car pooling), al mezzo di trasporto quotidianamente utilizzato e il tipo di incentivo migliore a tale scelta.

8 Campione censito La raccolta dei dati riguardanti i singoli dipendenti e le loro preferenze e attitudini è avvenuta attraverso la compilazione un questionario distribuito mediante posta elettronica e la collaborazione dell ufficio relazioni col pubblico dell Amministrazione provinciale di piacenza. Particolare attenzione è stata rivolta ai lavoratori delle sedi cittadine, che in misura maggiore affrontano quotidianamente situazioni di congestione, tipiche delle aree urbane, e ne subiscono i conseguenti disagi lungo il percorso tra abitazione e ufficio. Le risposte complessive sono state 138 (32% del totale). In particolare per le tre sedi principali abbiamo un ritorno del: 33,64% per corso Garibaldi, 22,58% per via Colombo, 60,24% per Borgo Faxhall.

9 Origine (residenza) dello spostamento Tavola 2: localizzazione Area extraurbana Tavola 1: localizzazione Area urbana

10 Destinazione (sedi) dello spostamento INDIRIZZO Bobbio Borgo Faxhall Castel San Giovanni Fiorenzuola Fuori sede via Colombo Via Garibaldi Totale POPOLAZIONE

11 Ripartizione Modale Mezzo Garibaldi bel tempo Colombo Borgo Faxhall Garibaldi cattivo tempo Colombo Borgo Faxhall Auto come conducente 37,5% 35,7% 46,0% 48,6% 50,0% 50,0% Auto come passeggero 5,6% - 6,0% 5,6% - 4,0% Scooter/ Moto 2,8% 7,1% 6,0% - - 2,0% Esclusivamente a Piedi 5,6% 7,1% 10,0% 5,6% 14,3% 8,0% Bicicletta 25,0% 35,7% 32,0% 4,2% - 10,0% Autobus urbano 5,6% 14,3% 10,0% 16,7% 21,4% 18,0% Autobus extraurbano 6,9% 7,1% 8,0% 6,9% 7,1% 6,0% Car pooling [1] 1,4% 7,1% 2,0% 1,4% 7,1% - [1] Per Car pooling ( anche car-sharing, ride-sharing, lift-sharing) si intende l uso di una sola autovettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo tragitto-itinerario. Pertanto l'obiettivo di diminuire il numero delle vetture circolanti e di conseguenza ottenere vantaggi ambientali notevoli può essere conseguito anche attraverso questa soluzione alternativa alla mobilità tradizionale.

12 Ripartizione Modale Mezzo utilizzato in funzione del tempo Numero utilizzatori Numero utilizzatori Auto come conducente Auto come passeggero Scooter/ Moto Esclusivamente apiedi Bicicletta Autobus urbano Autobus extraurbano Car pooling 0 Auto come conducente Auto come passeggero Scooter/ Moto Esclusivamente apiedi Bicicletta Autobus urbano Autobus extraurbano Car pooling Garibaldi bel Tempo Garibaldi cattivo tempo BorgoFaxhall bel Tempo BorgoFaxhall cattivo tempo Numero utilizzatori Auto come conducente Auto come passeggero Scooter/ Moto Esclusivamente apiedi Bicicletta Autobus urbano Autobus extraurbano Car pooling Colombo bel Tempo Colombo cattivo tempo

13 Considerazioni per il mezzo privato Il mezzo di trasporto più utilizzato per il tragitto casa-lavoro rimane quindi sempre l automobile; sia in caso di bel tempo, che in quello di brutto tempo. Questa scelta è sicuramente determinata dall autonomia di movimento ma anche a causa dell esistenza di un comodo parcheggio gratuito per entrambe le sedi. TIPOLOGIA PARCHEGGIO Garibaldi SEDE DI LAVORO Colombo BorgoFaxhall Spazio riservato all' ente 4,2% 7,1% 10,0% Spazio a pagamento 12,5% 21,4% 12,0% Spazio gratuito 44,4% 71,4% 52,0%

14 Considerazioni per il TPL La scelta del confort prevale tra coloro che usano l autobus urbano, che ne dichiarano altresì un buon grado di economicità, una durata di viaggio accettabile e rappresenti anche l alternativa trasportistica meno stressante. Non bassa peraltro la percentuale di persone che lamentano la mancanza di corsie preferenziali. Garibaldi Colombo BorgoFaxhall Più confort 23,6% 14,3% 24,0% Più fermate 9,7% 21,4% 6,0% Più frequenza 56,9% 64,3% 60,0% Minori tempi di percorrenza 23,6% 14,3% 34,0% Più puntualità 31,9% 7,1% 32,0% Mancanza corsie preferenziali 20,8% 14,3% 24,0%

15 Tempi e distanze di spostamento I tempi impiegati per percorrere il tragitto casa-lavoro risultano medio - alti (fino a 26 minuti) con i dati disaggregati per sede di lavoro e in base alla provenienza urbana ed extraurbana. Per i dipendenti i tempi di percorrenza di quasi 1/4 dei rispondenti sono dettati dalla necessità di dover effettuare tappe durante il percorso casa-lavoro per motivi personali. GARIBALDI Tempo medio minuti km medio COLOMBO Tempo medio km medio BORGOFAXHALL Tempo medio km medio URBANO andata ritorno ,00 8,00 URBANO andata ritorno ,00 7,00 URBANO andata ritorno ,00 9,00 EXTRAURBANO andata ritorno ,00 8,00 EXTRAURBANO andata ritorno ,00 13,00 EXTRAURBANO andata ritorno ,00 9,00

16 Disponibilità a cambiare modalità di spostamento La necessità di assicurare il soddisfacimento dei bisogni di mobilità dei dipendenti, ha portato alla ricerca delle iniziative orientate a favorirne gli spostamenti casa lavoro. Nella verifica effettuata sono emerse le problematiche che caratterizzano il tipo di spostamento, ma anche la disponibilità a cambiare. Sono indicate di seguito i risultati suddivisi per sede e provenienza del dipendente dalla zona urbana o extraurbana. ZONA favorevole GARIBALDI non interessato urbana 44,44% 16,67% extraurbana 15,28% 20,83% ZONA favorevole COLOMBO non interessato urbana 42,86% 7,14% extraurbana 35,71% 14,29% ZONA favorevole BORGOFAXHALL non interessato urbana 42,00% 10,00% extraurbana 32,00% 8,00%

17 Analisi dell offerta del TPL Corso Garibaldi Con riferimento alla sede di corso Garibaldi, si sono considerate come fermate di destinazione sia quella in corso Garibaldi sia, per gli autobus che provengono dalla zona sud,quella di piazza S. Antonino, ritenendo che il tratto da percorrere a piedi dalla piazza alla sede della Provincia non è particolarmente lungo e disagevole. Il servizio è ottimale: copertura capillare di quasi tutta la città e tempi di percorrenza inferiori ai 15 minuti per gran parte del territorio (non è stato calcolato il tempo della tragitto da Piazza S. Antonino alla sede della Provincia). Sede di Corso Garibaldi

18 Analisi dell offerta del TPL BorgoFaxhall La sede di Borgo Faxhall risulta ben servita (data la coincidenza con il terminal principale di piazzale Marconi-ferrovia): la copertura è capillare mentre i tempi di percorrenza sono molto buoni per il centro e per la zona sud-orientale, mentre qualche minuto in più è necessario a chi parte dalla zona sud-occidentale. Sede di Borgo Faxhall

19 Analisi dell offerta del TPL Colombo Per la sede di via Colombo, si riscontra una copertura molto ridotta: sono però stati considerati solo i collegamenti diretti; sarebbe comunque possibile, cambiando autobus in zona stazione, arrivare in via Colombo. In tal caso si può far riferimento servizio per la Stazione e aggiungere circa 5 minuti circa per l attesa della coincidenza. Sede di via Colombo

20 Analisi dell offerta Ciclo Pedonale Non si riscontrano particolari criticità in quanto la sede di via Garibaldi è posta in centro storico in zona a traffico limitato, la sede di BorgoFaxhall ha un discreto numero di percorsi ciclopedonali in sicurezza mentre, per la sede di via Colombo, dove si registra un alto numero di mezzi pesanti e di autovetture circolanti, manca ad ora un percorso ciclopedonale in sicurezza o almeno segnalato. Sede via Garibaldi Sede BorgoFaxhall Sede via Colombo

21 Progettazione In accordo alle caratteristiche strutturali degli intervistati sono state identificate proposte alternative di trasporto e incentivi ad esse, atte a diminuire il flusso di traffico e l immissione di inquinanti. Convenzioni mezzi di trasporto pubblico; Detrazione fiscale per gli abbonamenti; Misure per facilitare la mobilità ciclabile ; Car pooling ; Comunicazione Budget

22 Convenzioni al Trasporto Pubblico Locale La convenzione prevede l acquisto di un numero variabile di abbonamenti annuali 12 mesi comunque non inferiore alle 5 unità con l applicazione di uno sconto progressivo legato al numero di abbonamenti acquistati dall Azienda/ Ente per i propri dipendenti e collaboratori. Gli abbonamenti 12 mesi acquistabili, oggetto dell offerta, sono di 4 (quattro) tipologie: 12 mesi area urbana consente l utilizzo di tutte le linee urbane per 12 mesi dalla convalida dell abbonamento; 12 mesi area extraurbana consente l utilizzo di una linea del servizio extraurbano per 12 mesi dalla convalida dell abbonamento; 12 mesi misto area urbana-extraurbana - consente l utilizzo di una linea extraurbana unitamente a tutta l area urbana per 12 mesi dalla convalida dell abbonamento; 12 mesi integrato TRENITALIA consente l utilizzo di tutte le linee urbane per 12 mesi dalla convalida dell abbonamento; è valido e può essere acquistato solo da possessori di valido abbonamento TRENITALIA

23 Detrazione fiscale per gli abbonamenti Una novità importante è prevista al comma 8 dell art. 10 nella finanziaria 2008, dove si da la possibilità, ai fini dell imposta sul reddito delle persone fisiche, di ottenere una detrazione dell imposta lorda del 19% sulle spese sostenute, entro il 31 dicembre 2008, per l acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. A condizione però che il totale della spesa non sia superiore a 250 euro.

24 Incentivi all utilizzo della bicicletta Con costi non particolarmente alti si possono acquistare biciclette modello city bike, dotate di apposite borse per contenere i documenti caratterizzate da colori e loghi della Provincia. Contestualmente all acquisto delle biciclette (peraltro già attivato seppur in forma molto esigua), risulta indispensabile prevedere e/o ampliare presso le diverse sedi della Provincia degli stalli coperti e sicuri per il loro deposito. Il parco bici può essere distribuito ai dipendenti per il percorso casa > lavoro > casa o per gli spostamenti tra i diversi enti situati nella zona urbana.

25 Car pooling Attraverso la ricostruzione della matrice Origine/ Destinazione aggregata ai dati di orario di ingresso/ uscita dei dipendenti è stato possibile valutare l ipotesi di formare alcuni equipaggi aggregati che condividano il tragitto e le spese del mezzo di trasporto. Esistono al riguardo software specifici anche open source che consentono di agevolare la composizione degli equipaggi e la gestione dei viaggi; il software, cui sarebbe possibile accedere da tutte le postazioni PC della Provincia in rete intranet/internet, fornisce in tempo reale agli utenti iscritti una lista completa di possibili abbinamenti. Nella prima fase si potrebbe prevedere la possibilità di una agevolazione da parte della Provincia ad esempio del costo del parcheggio presso la sede di BorgoFaxhall e/o la predisposizione di parcheggi dedicati per chi utilizza e fornisce tale sistema di trasporto

26 Comunicazione Sia in fase preliminare, sia nelle successive fasi che accompagnano le iniziative di mobility management, l Ente si deve avvalere di diversi strumenti di comunicazione per sensibilizzare, coinvolgere e creare consenso da parte dei dipendenti. Potrebbe essere prevista un area nella rete Intranet dedicata al mobility manager aziendale per favorire un rapido accesso alle informazioni e alla documentazione necessaria per aderire alle iniziative proposte dall Amministrazione.

27 Budget Risulta opportuno predisporre e quindi attivare un apposito capitolo di bilancio destinato ad accogliere le risorse per la mobilità sostenibile. Tale fondo potrebbe essere messo a disposizione del Mobility Manager Aziendale responsabile del servizio competente in modo da supportare concretamente attività mirate del piano PSCL ed azioni inerenti alla mobilità dei dipendenti provinciali.

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012 effettuata nel periodo maggio giugno 2012 Una prima valutazione su quanto emerso dalle risposte al questionario. L iniziativa,vuole mettere la CGIL di Rimini nella condizione di dare l esempio (pensata,

Dettagli

5.1 Mobilità intra aziendale

5.1 Mobilità intra aziendale 5. Le misure individuate Le misure da implementare nel breve e medio termine sono distinte in: mobilità intra aziendale azioni di comunicazione promozione della bicicletta promozione del carpooling promozione

Dettagli

Piano degli spostamenti casa-lavoro dipendenti Maserati SpA

Piano degli spostamenti casa-lavoro dipendenti Maserati SpA Piano degli spostamenti casa-lavoro dipendenti Maserati SpA NORMATIVA DI RIFERIMENTO La funzione di Mobility Manager istituita dal Decreto del Ministero dell Ambiente del 27 marzo 1998 sulla mobilità sostenibile

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

Consulta Tempi e orari della città

Consulta Tempi e orari della città Urban Center Progetto Tempi Consulta Tempi e orari della città OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ gruppo tecnico promosso e gestito dall ufficio Tempi del, che sta lavorando

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA DECRETO 27 MARZO 1998 A seguito dell emanazione del Decreto 27 marzo 1998 del Ministero dell Ambiente, l Università

Dettagli

PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE

PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE REPORT FINALE Pino Torinese, 18 novembre 2008 MVRS_FERRERO_182_08 INDICE SEZIONE DESCRIZIONE 1 ANALISI ACCESSIBILITA 2 QUESTIONARIO 3 FOCUS GROUP S SOLUZIONI MUOVERSI

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL)

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) Gli strumenti e le tecniche per definire un piano di mobilità e realizzare un database di supporto al Mobility Mangement Torino, aprile 2010

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti LA RETE PROVINCIALE DEI MOBILITY MANAGER E LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO Bergamo, 9 febbraio

Dettagli

Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino

Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino Analisi realizzata dall ufficio Mobilità Sostenibile Autore: Maurizio Freddo - tirocinante del Politecnico di Torino Coordinatore

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013 Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013 redatto da: Società Mobility Manager Firma RFI Trenitalia Margherita Rosa Ernesto Gringeri Torino,

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo Torino, Febbraio 2009 MVRS_ENEL_214_08 AGENDA INTRODUZIONE RISULTATI DELL INDAGINE DI MOBILITÀ QUADRO

Dettagli

Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing

Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing Gli stili di mobilità degli italiani e le potenzialità di sviluppo del car sharing Carlo Carminucci ccarminucci@isfort.it Roma 7 aprile 2009 La fonte dei dati: l indagine Audimob (Osservatorio Isfort Fondazione

Dettagli

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE

CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE CITY PARKING IN EUROPE - BOLOGNA CONFERENCE 28 February 2006 - Sala del Silenzio, Sede Quartiere San Vitale, Bologna PARKING MANAGEMENT AND MOBILITY IN BOLOGNA: THE NEW URBAN TRAFFIC PLAN Mr. Paolo Ferrecchi

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY Sedi di C.so Marche, Caselle Nord, Caselle Sud Torino, Dicembre 2008 MVRS_ALENIA_174_08 AGENDA OBIETTIVI AZIONI QUESTIONARIO PSCL ANALISI DEGLI SPOSTAMENTI: QUADRO GENERALE

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

Piano spostamenti Casa - Lavoro

Piano spostamenti Casa - Lavoro Piano spostamenti Casa - Lavoro anno 2010 IKEA Torino Viale Svezia, 1 10093 Collegno (TO) INTRODUZIONE Come previsto dal D.M. 27 marzo 1998 (art. 1 comma 3) il negozio IKEA di Collegno avendo in organico

Dettagli

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo European Mobility Week Palermo 16/22 settembre Mobilità sostenibile a Palermo A A sampler (of benzene level) in a central street: Via Roma Zone a traffico limitato ZTL A = auto Euro 3 and Euro 4 e mezzi

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza Aldo Vittorio MOLINARI Ingegnere in Milano La sicurezza stradale negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro. Il trasporto pubblico locale e la disciplina del traffico nelle strategie di miglioramento della

Dettagli

Il Mobility Management. Maria Lelli

Il Mobility Management. Maria Lelli Il Mobility Management Maria Lelli IL MOBILITY MANAGEMENT Il MOBILITY MANAGEMENT è un approccio ai problemi della mobilità orientato alla gestione della domanda per la promozione della MOBILITA SOSTENIBILE

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D.

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. Il progetto I.MO.S.M.I.D. LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. INDICE 1. Il progetto I.MO.S.M.I.D. 3 2. Un nuovo modello di governance della mobilità

Dettagli

Questionario sugli Spostamenti Casa Lavoro

Questionario sugli Spostamenti Casa Lavoro Questionario sugli Spostamenti Casa Lavoro Perché occuparsi di Mobilità Sostenibile? L'azienda, nell'ambito iniziative di miglioramento della qualità ambientale, sta valutando di migliorare l'utilizzo

Dettagli

Appendice. I QUESTIONARI

Appendice. I QUESTIONARI Appendice. I QUESTIONARI QUESTIONARIO PER L AZIENDA Informazioni Generali me Azienda/Ente Tipo di Azienda/Ente Settore di attività Città: Via/Piazza CAP: Tel: me Direttore Fax: E - mail: me responsabile

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Del. elle le società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2014

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Del. elle le società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2014 Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Del elle le società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2014 redatto da: Società Mobility Manager Firma RFI Trenitalia Margherita Rosa Ernesto Gringeri

Dettagli

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti al fine di individuarne

Dettagli

Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned

Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned Agenda 21 Locale Il Piano d Azioned Comunità Montana della Valle Trompia Comuni di: Gardone V.T., Sarezzo, Marcheno, Vila Carcina, Concesio AUTOVEICOLI CIRCOLANTI OGNI 1.000 ABITANTI Numero di automobili

Dettagli

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015 Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 Steer Davies Gleave Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 2 Aree di attività

Dettagli

Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori. Mobility Team Mirafiori

Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori. Mobility Team Mirafiori Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori Mobility Team Mirafiori 20 Novembre, 2010 Sostenibilità La mobilità sostenibile rappresenta un area ad elevato interesse per l Azienda

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LAVAZZA REPORT FINALE

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LAVAZZA REPORT FINALE PIANO SPOSTAMENTI CASALAVORO LAVAZZA REPORT FINALE Torino, febbraio 2012 AGENDA PAR. DESCRIZIONE PAG. 1 QUADRO GENERALE 35 2 ANALISI SEDE LAVAZZA TORINO 729 DATI SEDE 711 GEOLOCALIZZAZIONE E ACCESSI DEL

Dettagli

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DEL PERSONALE DHL AVIATION ITALY

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DEL PERSONALE DHL AVIATION ITALY PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DEL PERSONALE DHL AVIATION ITALY Redatto: Responsabile della Mobilità Aziendale ai sensi de D.M. 27/3/98 Dicembre 2012 Page 1 of 20 INDICE 1. INTRODUZIONE: IL MOBILITY

Dettagli

Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania

Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania Il Mobility Management è un approccio ai problemi della mobilità; non si occupa della modifica della rete stradale

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VAUDAGNA Marco Amministrazione

Dettagli

Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico

Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico Le trasformazioni che hanno investito la forma urbana negli ultimi anni hanno reso necessario riconsiderare le dinamiche territoriali;

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini Analisi delle risposte date dai dipendenti della sede di Rimini. 1. 48 questionari compilati su una popolazione di 76 dipendenti:

Dettagli

Il car pooling. Il car pooling consiste nell'utilizzare una sola autovettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo tragitto.

Il car pooling. Il car pooling consiste nell'utilizzare una sola autovettura, con più persone a bordo, per compiere un medesimo tragitto. Studio di fattibilità di un sistema di car-pooling per le aziende della Valsassina Federico Lia Consorzio Poliedra Politecnico di Milano Barzio 25 Maggio 2011 Il car pooling Il car pooling consiste nell'utilizzare

Dettagli

ACCESS Questionario titolari d azienda

ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS è un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell ambito del Programma Spazio Alpino e ha come obiettivo primario il miglioramento della competitività e

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/48 del 20 ottobre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Piano degli spostamenti casa lavoro (mobilità sostenibile). Approvazione.

Dettagli

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis

Revisori Massimo Infunti Domenico De Leonardis Autori Liyana Adjarova, Energy Agency of Plovdiv (BGR) Ina Karova, Energy Agency of Plovdiv (IT) Ioanna Lepinioti, impronta di Massimo Infunti (IT) Billy Carslaw, Camera di Commercio di Birmingham (UK)

Dettagli

Comune di Padova. Linee guida per la redazione del Piano degli Spostamenti Casa Lavoro. Mobility Manager Aziendale MOBILITY MANAGEMENT

Comune di Padova. Linee guida per la redazione del Piano degli Spostamenti Casa Lavoro. Mobility Manager Aziendale MOBILITY MANAGEMENT Dicembre 2001 Rev. 0 Settore Mobilità e Traffico Dirigente Capo Settore dr. Daniele Agostini Ufficio Mobility Manager d Area ing. Giancarlo Smaniotto ing. Ernesto Marzano arch. Alberto Marescotti Mobility

Dettagli

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi

Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna. Rapporto di sintesi Indagine sulla mobilità ciclabile nell Area Metropolitana di Cagliari Dipendenti della Regione Sardegna Rapporto di sintesi L indagine e l analisi dei risultati, di cui questo report rappresenta una sintesi,

Dettagli

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI Il Progetto Il progetto nasce dalla necessità di riflettere e stimolare la coscienza dei ragazzi più giovani, sulle problematiche ambientali: l ambiente naturale e materiale (cioè modificato dai bisogni

Dettagli

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro MobilityManager La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti

Dettagli

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!!

Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Concrete alternative all auto? Incoraggiare mezzi pubblici e bici!! Una fermata Audimob, di approfondimento su incentivi e investimenti pubblici per politiche di sostegno finalizzate a trovare soluzioni

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI Rapporto di Aggiornamento 2011 Indice Lettera del Mobility Manager... 3 Nota metodologica... 4 Premessa... 5 Il Mobility Management in Intesa Sanpaolo...

Dettagli

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti 4 Forum Car-Sharing Il ruolo del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nello sviluppo dei servizi di Car Sharing sul territorio nazionale Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara

Dettagli

Mobility Management d'area Zona di Via Pavia (Rivoli TO)

Mobility Management d'area Zona di Via Pavia (Rivoli TO) Mobility Management d'area Zona di Via Pavia (Rivoli TO) Introdurre la figura del Mobility Manager d'area nella zona di Via Pavia (Rivoli - TO) PROGETTO So.S.-M.Bi.O Finanziato dalla Provincia di Torino

Dettagli

Mobility Management for Business and Industrial Zones

Mobility Management for Business and Industrial Zones Mobility Management for Business and Industrial Zones Relazione sull'attuazione del Piano di Mobilità nella Zona Industriale di Corso Alessandria (Asti) Deliverable D5.b WP: 5 WP Leader: EAP Ultimo aggiornamento:

Dettagli

ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico

ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico arch.paola Stolfa Progetto mobilità Osservatorio Tempi della città ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico Pesaro - Sala Consiglio Comunale - 27 settembre 2007 OSSERVATORIO

Dettagli

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE Tabella A. area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE sottotemi Analisi delle dinamiche e delle criticità Consistente pendolarismo caratterizzato da uno scarso uso del mezzo pubblico (gli

Dettagli

Comune di Palermo. Progetto Car-pooling per la Città di Palermo

Comune di Palermo. Progetto Car-pooling per la Città di Palermo Comune di Palermo Ufficio Traffico Progetto Car-pooling per la Città di Palermo 1 - Denominazione e referenti Il Progetto Car-pooling per la città di Palermo è sostenuto dal Comune di Palermo. 2 - Premesse

Dettagli

NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE)

NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE) Cleaner and better transport in cities NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE) PROPOSTE DI TRASPORTO COLLETTIVO ATTRAVERSO IL CONTRIBUTO DEI FOCUS GROUP (Settembre 2011) Il complesso degli SPOSTAMENTI a carattere

Dettagli

Piano Spostamenti Casa-Lavoro dei Dipendenti dell Amministrazione Comunale di Avigliana

Piano Spostamenti Casa-Lavoro dei Dipendenti dell Amministrazione Comunale di Avigliana Piano Spostamenti Casa-Lavoro dei Dipendenti dell Amministrazione Comunale di Avigliana Torino, 24 ottobre 2007 1 Indice Introduzione... 4 Trattamento dei dati ed analisi dei risultati... 5 Le risposte

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA Rapporto definitivo (ai sensi dell art. 4 del D. D. prot. 57/2002/SIAR/DEC del 15.03.02) COMPLETAMENTO DEL PROGRAMMA OPERATIVO Sintesi delle attività svolte Con la

Dettagli

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI VISTA la legge 8 luglio 1986, n. 349, che ha istituito il Ministero dell Ambiente e ne ha definito le funzioni; VISTA la legge 3 marzo 1987,

Dettagli

1. Interventi diretti per favorire l accessibilità delle sedi attraverso modalità di trasporto meno inquinanti rispetto a quelle sinora prevalenti.

1. Interventi diretti per favorire l accessibilità delle sedi attraverso modalità di trasporto meno inquinanti rispetto a quelle sinora prevalenti. 1. Interventi diretti per favorire l accessibilità delle sedi attraverso modalità di trasporto meno inquinanti rispetto a quelle sinora prevalenti. In questa categoria rientrano diverse proposte che, al

Dettagli

LO STUDIO SULLA MOBILITÀ NELL AREA PRODUTTIVA ECOLOGICAMENTE ATTREZZATA

LO STUDIO SULLA MOBILITÀ NELL AREA PRODUTTIVA ECOLOGICAMENTE ATTREZZATA Itaca : Innovative Trasport Approch in Cities and Areas LO STUDIO SULLA MOBILITÀ NELL AREA PRODUTTIVA ECOLOGICAMENTE ATTREZZATA Di San Giovanni in Marignano / Cattolica 16 Settembre 2011 Dott. Alberto

Dettagli

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA

IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA perchè Bee? l'idea benefici per la città PERCHÈ BEE? Richiesta crescente di mobilità provata Dal 2007, la popolazione mondiale che vive nelle

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE Tutela Aziendale ARSI - Mobility Management PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE Sedi di Torino INDICE SEZ. DESCRIZIONE PAG. 1 INTRODUZIONE 3 7 2 ACCESSIBILITÀ 8 18 3 ANALISI QUESTIONARIO 19

Dettagli

Risultati dell Analisi degli Spostamenti Casa-Lavoro

Risultati dell Analisi degli Spostamenti Casa-Lavoro ENGIM Ente Nazionale Giuseppini del Murialdo Piano per la mobilità sostenibile Novembre 2009 1 Introduzione L'ENGIM, Ente Nazionale Giuseppini del Murialdo, è un'associazione senza fine di lucro finalizzata

Dettagli

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA

INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA INDAGINE SULLA MOBILITÀ NELLA PROVINCIA DI ANCONA 1 2011 OBIETTIVI DELL INDAGINE Fornire un un contributo conoscitivo sugli attuali comportamenti di mobilità in sei principali comuni della provincia di

Dettagli

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Piano Spostamenti Casa Lavoro ed altre buone pratiche di mobilità sostenibile Massimo Boasso responsabile mobilità

Dettagli

città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale

città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale città metropolitane: Mobilità, crisi e cambio modale In questa fermata Audimob, l analisi dei dati riguarda un approfondimento su scelte e possibili cambiamenti per la domanda di mobilità dei cittadini

Dettagli

Mobility Management. NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente

Mobility Management. NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente Pag. 2/6 1 LA FASE INFORMATIVA 1.1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Con l accezione Mobility Management si intende affermare un approccio ai problemi della mobilità orientato alla gestione della domanda che sviluppa

Dettagli

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale

L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un indagine regionale Azioni locali contro l'inquinamento di aria e acqua. Il ruolo dei cittadini Sala Aula Magna - Ordine della Casa Matha - piano 1 L inquinamento dell aria e dell acqua e il comportamento dei cittadini, un

Dettagli

Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management).

Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management). DECRETO DEL 20 dicembre 2000 (Gazzetta Ufficiale, 5 aprile, n. 80) Finanziamenti ai comuni per il governo della domanda di mobilità (mobility management). IL DIRETTORE GENERALE del servizio inquinamento

Dettagli

Metano e trasporti per il governo della mobilità

Metano e trasporti per il governo della mobilità Parma, 16 marzo 2010 Metano e trasporti per il governo della mobilità Lo stato dell arte delle più recenti azioni di mobilità sostenibile promosse dal Ministero dell ambiente Arch. Giovanna Rossi Ministero

Dettagli

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Bozza di indice 1. Il ruolo e i potenziali della mobilità sostenibile Definizione di Green Transport (dal Rapporto Towards a Green economy dell UNEP)

Dettagli

STUDENTI UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università di Pavia, Collaboratrice

Dettagli

mobility management per un trasporto compatibile Provincia di Milano Mobilità e sicurezza della circolazione stradale

mobility management per un trasporto compatibile Provincia di Milano Mobilità e sicurezza della circolazione stradale mobility management per un trasporto compatibile Provincia di Milano Mobilità e sicurezza della circolazione stradale mobility management Questa pubblicazione è stata curata da: Arch. Francesco Pierri

Dettagli

TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI

TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI TASSO DI MOTORIZZAZIONE Il tasso di motorizzazione rappresenta una stima della diffusione dei mezzi a motore nel territorio e quindi della necessità di disporre

Dettagli

mobility management mobility management per un trasporto compatibile Provincia di Milano Mobilità e sicurezza della circolazione stradale

mobility management mobility management per un trasporto compatibile Provincia di Milano Mobilità e sicurezza della circolazione stradale mobility management La presente pubblicazione è stata ideata da Methodos S.p.A., in collaborazione con Ecomobility, per l Osservatorio Provinciale Permanente per la Mobilità, la Sicurezza Stradale ed il

Dettagli

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA La Provincia di Venezia, CF 80008840276 con sede in Venezia,

Dettagli

Comune di Pesaro. Mobility manager

Comune di Pesaro. Mobility manager arch.paola Stolfa Comune di Pesaro Progetto mobilità Osservatorio Tempi della città OSSERVATORIO MOBILITA e TEMPI della CITTÀ gruppo tecnico coordinato dal mobility manager del Comune di Pesaro, che sta

Dettagli

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 GREEN CITY ENERGY on the see Genova, 29 Novembre 2012 Un progetto europeo di successo per la mobilità sostenibilenei distretti industriali Luca Buzzoni - Regione Emilia-Romagna

Dettagli

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO (ottobre 2012- febbraio 2013) Oggetto: indagine finalizzata alla conoscenza dell'uso dei mezzi di trasporto

Dettagli

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella città di Palermo Progetti di mobilità sostenibile 1 Inventario Base delle Emissioni CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS

VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS DECALOGO AMBIENTALE: MOBILITA 2 Agrate Brianza site 3 Agrate

Dettagli

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374)

LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI. Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA E ATC SPA, PER LA GESTIONE DELLE AGEVOLAZIONI PER LE AZIONI DI MOBILITY MANAGEMENT Convenzione tra il Comune di Bologna (CF n 0123227 10374) rappresentato dall Ing.

Dettagli

Mobilità sostenibile. principi ed inquadramento generale. www.marcodemitri.it

Mobilità sostenibile. principi ed inquadramento generale. www.marcodemitri.it Mobilità sostenibile principi ed inquadramento generale Marco De Mitrii www.marcodemitri.it Mobilità sostenibile definizioni - 1 Secondo l Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, la

Dettagli

3^D. Indirizzo Edile Territoriale MOBILITA IN CLASSE. approfondimento mobilità sostenibile. Grazie A. Ringraziamenti. Anno scolastico 2007-2008

3^D. Indirizzo Edile Territoriale MOBILITA IN CLASSE. approfondimento mobilità sostenibile. Grazie A. Ringraziamenti. Anno scolastico 2007-2008 ?????????????????? 1 3^D iet Se la vedi t innamori MOBILITA IN CLASSE 3^D Ringraziamenti Indirizzo Edile Territoriale geopedologia Anno scolastico 2007-2008 approfondimento mobilità sostenibile Grazie

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE XXIII CICLO DEL DOTTORATO DI RICERCA IN NEUROSCIENZE E SCIENZE COGNITIVE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE XXIII CICLO DEL DOTTORATO DI RICERCA IN NEUROSCIENZE E SCIENZE COGNITIVE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE XXIII CICLO DEL DOTTORATO DI RICERCA IN NEUROSCIENZE E SCIENZE COGNITIVE Scuola di Dottorato in Neuroscienze e Scienze Cognitive, Indirizzo in Neurobiologia/Psicologia

Dettagli

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Ottobre 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 12 Tutti in autobus,

Dettagli

TIPOLOGIA DI INCARICO LETT. A - PGTU

TIPOLOGIA DI INCARICO LETT. A - PGTU DISCIPLINARE DI INCARICO DI SUPPORTO AGLI UFFICI TECNICI PER L AGGIORNAMENTO DEL PIANO GENERALE DEL TRAFFICO E PER LA VALUTAZIONE DI INSERIMENTO DI NUOVE STRUTTURE COMMERCIALI SUL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

Al lavoro senza stress? Ci pensa il Mobility Manager

Al lavoro senza stress? Ci pensa il Mobility Manager Al lavoro senza stress? Ci pensa il Mobility Manager PAGINA15 n milione di spostamenti. È quello che succede ogni giorno nella provincia di Bergamo. Spostamenti per motivi diversi, ma tutti con qualcosa

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO Rapporto di Aggiornamento 2011 Indice Lettera del Mobility Manager... 3 Nota metodologica... 4 Premessa... 5 Il Mobility Management in Intesa Sanpaolo... 5 Il

Dettagli

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi

FORUM PA 2007. Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente. Arch. Giovanna Rossi FORUM PA 2007 Car sharing: un nuovo servizio ai cittadini e alla imprese per una mobilità intelligente Arch. Giovanna Rossi Roma maggio 2007 Riduzione delle emissioni inquinanti che derivano dai trasporti

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME

PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME PROGETTO SPERIMENTALE CAR POOLING INAUTOINSIEME Firenze, 28 maggio 2010 Terra Futura Car pooling e Car sharing Il car pooling (o (o auto di gruppo) è una modalità di trasporto che consiste nella condivisione

Dettagli

Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile

Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile Workshop ManagEnergy Modelli Pilota per l attuazione dei Piani d Azione per l Energia Sostenibile La promozione della Mobilità Sostenibile Simone Antinucci Roma, 8 luglio 2011 Roma, 7-8 Luglio Workshop:

Dettagli

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO GREEN JOBS Formazione e Orientamento A Autostrada del mare Si tratta di vie marittime usate per il trasporto delle merci all interno di una rete trans-europea.

Dettagli

NOTE ALLA COMPILAZIONE

NOTE ALLA COMPILAZIONE NOTE ALLA COMPILAZIONE Il progetto Il progetto consiste nella consultazione di cittadini in 8 Stati (Bulgaria, Italia, Lituania, Portogallo, Romania, Serbia, Slovacchia, Spagna) sulle varie sfide che la

Dettagli

L IMPRESA SOCIALMENTE RESPONSABILE E LA MOBILITA SOSTENIBILE

L IMPRESA SOCIALMENTE RESPONSABILE E LA MOBILITA SOSTENIBILE L IMPRESA SOCIALMENTE RESPONSABILE E LA MOBILITA SOSTENIBILE A cura di Impronta Etica Ottobre 2004 2 3 SOMMARIO SEZIONE I INQUADRAMENTO TEORICO LA NORMATIVA SEZIONE II LINEE GUIDA A) PORSI IL PROBLEMA

Dettagli

Buone pratiche di mobility management aziendale

Buone pratiche di mobility management aziendale DISPENSE ASSOLOMBARDA Dicembre 2008 Area Monitoraggio del Territorio e Infrastrutture, Organizzazione Zonale AMBIENTE BUSINESS COMUNICAZIONE CONFRONTI CULTURA D IMPRESA DIRITTO SOCIETARIO ENERGIA FINANZA

Dettagli

La Mobilità Sostenibile

La Mobilità Sostenibile La Mobilità Sostenibile Ing. Marco Piacenza Settore Ambiente e Territorio del Comune di Cuneo Mobilità sostenibile Definizione: Sistema di mobilità urbana che, pur garantendo il diritto alla mobilità,

Dettagli