ruote mechanical science costruite una motocicletta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ruote mechanical science costruite una motocicletta"

Transcript

1 costruite una motocicletta education Engino Education ha sviluppato questa nuova serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello che imparano! La serie affronta 8 argomenti principali della meccanica: Leve, Giunti, Ingranaggi, Ruote e Assi, Piani inclinati e Cunei, Carrucole, Camme e Manovelle, e Viti, in modo affascinante e divertente, completamente diverso da una tipica lezione di scienze. Questo meraviglioso modellino di motocicletta da corsa vi introdurrà al modo in cui funziona la macchina semplice di ruota ed asse. Imparate come la ruota di per sé non può essere considerata una macchina semplice. Come funziona la ruote e l'asse. Perché abbiamo bisogno di un. costruite un'auto che gira Costruite questo affascinante modellino di automobile con ruote a sterzo inverso e scoprite in che modo l'asse e la ruota si connettano per scopi differenti. Imparate come il volante venga usato come una leva. Come la ruota si collega all'asse. Come la ruota viene utilizzata come leva. ruote TM & assi Imparate come le ruote sfruttano l'attrito per muovere facilmente oggetti e come la rotazione può aiutare a svoltare agli angoli. Imparate anche che differenza c'è tra le ruote grandi e le ruote piccole. Costruite 7 modellini, fra cui un trattore, una motocicletta, una porta, un'automobile con volante e un elevatore per auto. E' incluso anche un libretto di attività di 36 ine con esperimenti innovativi e spiegazioni dettagliate sui diversi principi tecnologici applicati! E' incluso anche un libretto con le istruzioni dettagliate per costruire. su route & assi Quando i Sumeri scoprirono la ruota attorno al 4000 a.c. vennero risolti molti problemi delle civiltà antiche. Aggiungere un solo asse implicò poter sfruttare la potenza muscolare dell animale e modificarla da un movimento di tipo lineare a un movimento verso ogni direzione desiderassero. Oggi non possiamo nemmeno immaginare come sarebbe la nostra vita moderna senza questa macchina semplice ma ingegnosa. Entra nell affascinante mondo di ruote ed assi ed esplora la magia di Mechanical Science. costruite una piattaforma di lancio Realizzate questo modellino unico di piattaforma di lancio e imparate tutto sul vantaggio meccanico che questa macchina semplice può offrire.sperimentate con diversi materiali e scoprite come l'attrito influenza tutti gli elementi in movimento. Che cos'è il vantaggio meccanico. Come l'attrito può essere di vantaggio. costruite un trattore Giocate con questo eccitante modellino di trattore e imparate come differenti dimensioni delle ruote producano differenti risultati. Imparate come la dimensione dell'asse può modificare il vantaggio meccanico di una macchina. In che modo influenza la dimensione della ruota. In che modo influenza la dimensione dell'asse. Engino.net Ltd P.O. Box 71040, 3840, Limassol Cyprus, European union Tel.: Fax: Web: Copyright 2010 Engino.net Ltd. All Rights Reserved libretto di

2 Engino Education è orgogliosa di presentare questa nuovissima serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello che imparano! La serie affronta 8 argomenti principali della meccanica: Leve, Giunti, Ingranaggi, Ruote e Assi, Piani inclinati e Cunei, Carrucole, Camme e Manovelle, e Viti, in modo affascinante e divertente, completamente diverso dalle solite lezioni di scienze in laboratorio a scuola, dove gli studenti raramente hanno l'opportunità di imparare facendo pratica. cos'e Il set include, oltre alle necessarie componenti ENGINO e un manuale di istruzioni per costruire, un libretto di attività di 36 ine, con esperimenti innovativi e spiegazioni dettagliate sui diversi principi tecnologici applicati. I ragazzi impareranno tutto sulla meccanica con le contenute sul libretto, informazioni interessanti su una grande varietà di argomenti, ed esercizi e quiz al termine di ogni esperimento, per verificare le loro conoscenze e creatività. Le immagini dei contenuti sono usate puramente a scopo illustrativo e le persone che compaiono nei Contenuti sono modelli. Alcuni modellini qui raffigurati non fanno parte di questo set. Possono essere costruiti con altri set ENGINO. Per maggiori informazioni Che cosa impareremo? Incontrate i vostri comni di viaggio e imbarcatevi in una fantastica escursione nel mondo di Ruote ed Assi, una delle macchine più usate. Breve storia di ruote ed assi. Leggete l interessante sfondo storico di ruote ed assi, dai tempi antichi fino agli anni recenti. Cos'è in sostanza una ruota con asse? Realizzate un esperimento con un affascinante modellino di auto sperimentale per scoprire cos'e veramente il meccanismo ruota ed asse e quali sono le sue diverse tipologie. Cercate di costruire un modellino immaginario di auto con ruote a sterzo inverso. Create la vostra personale motocicletta da corsa e imparate come si guida un veicolo. Dimensione e attrito Fate due esperimenti con la sfida della piattaforma di lancio e immedesimatevi in un vero scienziato, indagando su come le dimensioni di ruote ed assi, così come l'attrito, possano cambiare le cose intorno a noi. Ruota ed asse come leva Può una macchina semplice assumere la funzione di un'altra macchina semplice? Costruite un modellino realistico di porta con pomolo e scopritelo. Non siete ancora convinti? Costruite il modellino di trattore su campo e ripensateci! Asse come puleggia Imparate l'utilizzo comune dell'asse come puleggia con l'affascinante modellino del pozzo. Big Quiz time It s time to get really busy! Try to solve every exercise by making use of the knowledge you gained from all the previous activities and experiments. Commenti e soluzioni Leggete i commenti a ogni esperimento e vedete se avete dato le risposte giuste! Premiazioni E' il momento di ricevere il vostro premio per tutto l'impegno che avete messo nel risolvere gli esercizi dei quiz. Scoprite se siete ancora un principiante nel settore Ruote e Assi o se siete diventati un esperto in Mechanical Science! contenuti

3 01 Ciao! Mi chiamo Archimede e sarò la vostra guida in questa emozionante avventura alla scoperta delle meraviglie della Meccanica! Il libretto contiene anche informazioni interessanti sul mondo dei giunti, insieme a esercizi e quiz alla fine di ogni esperimento, per verificare se avete appreso e compreso bene. Nella sezione quiz, verranno assegnati dei punti per ogni risposta corretta, così potrete valutare autonomamente il vostro livello, da "Principiante" a "En-genio". Le soluzioni si trovano alle ine Ma prima di cominciare, vorrei presentarvi i miei amici. Ci accomneranno nel nostro viaggio: Peter ama esplorare e scoprire curiosità in tutto il mondo. Ci racconterà le sue storie più strane nella sezione "Lo sapevate?" Come ti chiami? Andrew è una persona altruista e curiosa. Farà delle domande per assicurarsi che abbiate capito bene ogni esperimento nella sezione "Osservazioni". Matthew è il signor So-Tutto- Io. Ci fornirà tutte le teorie e le informazioni necessarie nella sezione "Area informativa". Che cosa impareremo? Sono certo che sappiate già com'è fatta una ruota! Qualunque cosa rotonda e in grado di ruotare può essere considerata una ruota, non importa di che materiale sia fatta (legno, ferro, plastica, ecc). Quello che forse non sapete è che la ruota non presenterebbe tutti i suoi vantaggi senza l'aiuto di un'altra notevole componente ingegneristica: l'asse. Infatti non avremmo le automobili, le biciclette o qualsiasi altro tipo di veicolo se ruota ed asse non fossero unite! Questo libretto di Mechanical Science: RUOTE E ASSI di Engino Education contiene passo per passo delle istruzioni illustrate così che possiate apprendere da soli, attraverso semplici esperimenti manuali ed esercizi, tutto su ruote ed assi e su come essi vengano usati nella vita di tutti i giorni. Con le vostre componenti Engino potrete costruire 7 emozionanti modellini per realizzare i vostri personali esperimenti: auto sperimentale, motocicletta da corsa, automobile con ruote a sterzo inverso, piattaforma di lancio, porta con pomolo, trattore su campo e pozzo. Angela è un vero spasso! Vi accomnerà in ogni esperimento, sempre ricco di interessanti attività e informazioni. Jennifer è la nostra più grande scienziata! Ci farà da guida in ogni nostro "Esperimento James vi darà dei punti per ogni risposta corretta. Quando lo vedete nella sezione "Quiz", impegnatevi al massimo, e forse diventerete "En-geni" in Mechanical Science. Breve storia di ruote ed assi Prima che fosse inventata la ruota, le persone percorrevano grandi distanze a piedi o su ceppi di legno galleggianti o addirittura su slitte o canoe. Tuttavia la ruota aveva un potenziale che superava di gran lunga queste vecchie tecniche. Questo è il motivo per cui è considerata una delle più importanti scoperte dell'uomo. Molti storici credono che gli inventori della ruota siano stati gli antichi Sumeri (zona a sud dell'attuale Iraq), attorno al 4000 a.c. Vi è anche una scoperta indipendente della ruota in Cina, ma questa avvenne molto più tardi (attorno al 2800 a. C.). LO SAPEVATE? Le prime ruote erano dischi in legno rotondi con un foro quadrato o rotondo nel centro, attraverso cui passava l'asse (il quale aveva la stessa forma del foro). A causa della natura del legno, una semplice sezione di un ceppo di legno non andava bene, in quanto non poteva sopportare la pressione e si rompeva. Per questo motivo si preferirono lunghe assi di legno arrotondate, tagliate e smaltate nella forma del disco rotondo,le quali potevano resistere a una pressione molto maggiore. La ruota, in congiunzione con l'asse, risolse molti problemi pratici. Usandola, le persone riuscirono a trasformare la forza muscolare degli animali (o la forza dell'acqua) da forza lineare a forza in qualunque direzione desiderassero, unendo ruota ed asse. Forza muscolare degli animali sfruttata usando ruota ed asse Carro tirato dai cavalli l meccanismo di ruota ed asse fu utilizzato inizialmente nelle ruote per terracotta, ma anche in differenti tipi di carrozze e vagoni per il trasporto di merci o persone. Col passare del tempo la ruota si evolvette assumendo diverse forme. Le modifiche avevano lo scopo di rendere la ruota più leggera e durevole. Così furono create le ruote ad anelli, in cui l'aggiunta di raggi conferì maggiore durevolezza e minor peso, in quanto le giunture erano fatte con fogli di metallo. Allo stesso tempo, nuovi tipi di assi e mozzi ridussero l'attrito e i veicoli furono in grado di percorrere distanze maggiori in minor tempo. In Europa, secoli dopo, l'importanza della ruota aumentò grazie all'industrializzazione e all'esplosione di conoscenze riguardo ai meccanismi. Nel 1816, a un barone Tedesco di nome Karl von Drais venne l'idea della prima bicicletta. Alcuni anni più tardi furono aggiunti i pedali alla bicicletta e da allora ogni cosa fece il suo corso. Le ruote erano costruite in caucciù (gomma naturale), e ad esse venivano aggiunti i tubi, gli ingranaggi e altri accessori. Questi furono poi trasferiti alle prime automobili. Oggi la ruota viene usata come pneumatico, che è gomma (ricavata dal caucciù) riempita di aria e posizionata su una base metallica (cerchione). Il pneumatico è collegato a una sospensione (molla) che assorbe le vibrazioni che provengono dalla strada quando si muove. Pneumatici fatti in caucciù su una base metallica (cerchione) 02

4 Cos'è in sostanza una ruota con asse? Introduzione 3. Muovete il modellino e notate i seguenti elementi: un paio di ruote frontali connesse a due pezzi rossi e un paio di ruote posteriori (dietro) connesse a una barra estensibile, che viene usata come asse. Abbiamo visto diverse versioni di ruote in una varietà di congegni: da semplici skateboard e carriole fino a grandi automobili ed aeroplani: le ruote sono essenziali per il movimento. Insieme ad esse vi è l'umile asse, che connette le ruote al resto del veicolo! Diversi tipi di meccanismi di ruota con asse Coppia di ruote anteriori Coppia di ruote posteriori Barra estensibile usata come asse Elementi di un'automobile sperimentale Comunque, non tutte le ruote ed assi sono uguali. E non parlo delle loro dimensioni! Se ci fate caso, la ruota di una carriola gira per conto suo, mentre l'asse è usato solo per tenere la ruota nella sua sede. Nel caso di un'auto tuttavia, le ruote dipendono dagli assi per girare. Non è strano? Seguite le istruzioni del prossimo esperimento e scoprite cosa succede. Scoprite... Come collegare le ruote di Engino in modi diversi. 4. Tenete fermamente con la mano l'asse (barra estensibile) e girate lentamente una delle ruote posteriori. Gira liberamente? Scrivete le vostre osservazioni nella prossima ina nel caso 1 Ruota connessa a una barra estensibile (caso 1) Esperimento 1: Automobile Procedimento: Prima di iniziare ricordate che potete trovare commenti (segnati con numeri tra parentesi) per ogni passo dell'esperimento alla fine di questo libretto. 1. Seguite attentamente le indicazioni del istruzioni per costruire: RUOTE E ASSI di Engino, per realizzare il modellino di automobile sperimentale. 2. Giocate un po' con il modellino, muovendolo avanti e indietro su un piano e osservate come girano le parti mobili. Cercate di individuare se ruote ed assi si muovono liberamente (indipendentemente) o se una causa il movimento dell'altra. Una macchina sperimentale Materiali Necessari: 1. Componenti Engino. Wheel connected with cylindrical spacers (case 2) 6. Per il test finale dovete solo rimuovere i due distanziali cilindrici che tengono ciascuna ruota e sostituirli con due distanziali ottagonali*, premendo la forma ottagonale contro il foro della ruota fino a che non entra perfettamente. Ripetete la procedura e scrivete le vostre osservazioni nella prossima ina nel caso 3. *distanziatore ottagonale 5. Rimuovete le due giunzioni rosse dalle ruote frontali e passate un largo asse attraverso l'ultimo foro della barra. Passate due distanziali cilindrici* in ciascuna parte dell'asse e posizionate le due ruote attraverso l'asse connettendole al distanziale. Quindi passate altri due distanziali cilindrici su ciascun lato dell'asse e connetteteli nuovamente alle ruote. Se non siete sicuri di come fare, semplicemente controllate la figura di sinistra che ve lo illustra. Tenete l'asse fermamente e girate delicatamente una delle ruote frontali. Gira liberamente? Scrivete le vostre osservazioni nella prossima ina nel caso 2. *distanziali cilindrici Modellino di auto sperimentale Engino 2. Manuale di istruzioni per costruire: RUOTE E ASSI di Engino. Un'auto sperimentale Ruota connessa a distanziali ottagonali (caso 3) 03 04

5 Osservazioni Area Informativa 1) Scrivete le vostre osservazioni, SI o NO, in ciascuna casella, indicando se la ruota gira liberamente rispetto all'asse, per ogni caso. Completate la seguente tabella secondo le precedenti misurazioni. Casi 1 Tipi di Ruote e assi Osservazioni (ruota che gira liberamente) Definizione di ruota ed asse: Una ruota è un dispositivo circolare (rotondo) capace di girare attorno a se stesso o, più scientificamente, capace di ruotare sul proprio asse. L'importanza dell'invenzione della ruota, oltre al suo utilizzo sui veicoli fin dai tempi antichi, sta nella sua abilità di essere convertita in una varietà di altre forme di componenti simili come pulegge, ingranaggi, camme e molti altri. Oggi queste parti sono usate come componenti essenziali di quasi ogni tipologia di macchina e meccanismo. Un asse è un'asta circolare (barra rotonda) che si adatta a una ruota girevole o a un ingranaggio. E' usata per tenere la ruota in posizione e trasferire la sua forza e movimento. 2 Ruota e asse Ruota ed asse come macchina semplice: Le macchine semplici sono il tipo più semplice di meccanismi con l'abilità di moltiplicare la forza che applichiamo su di esse. Questa abilità è chiamata vantaggio meccanico. Tradizionalmente gli scienziati hanno raggruppato le macchine semplici in 6 categorie principali. Ruote ed assi, leve, pulegge, piani inclinati, cunei e viti. Potete leggere e sperimentare con tutte queste macchine e molte altre nell'emozionante serie di Mechanical Science di Engino Education. 3 2) Nel caso(i) in cui la ruota giri liberamente rispetto all'asse, quale forma ha l'estremità del distanziale Engino (il piccolo pezzo grigio che passa nel foro della ruota)? Probabilmente, la macchina semplice maggiormente utilizzata è la ruota in congiunzione all'asse. La ruota di per sé non appartiene alla categoria Macchine Semplici, poiché nonostante ruoti non può trasferire il suo moto e la sua forza per conseguire un vantaggio meccanico. Quindi c'è bisogno di un asse di connessione per trasferirli in qualunque punto che vogliamo che essi raggiungano. Il meccanismo di ruota ed asse trasferisce e moltiplica una forza, proprio come fa una macchina semplice. Così, la prossima volta che parlerete di una ruota come di una macchina semplice, ricordate di aggiungere anche l'asse! 3) Nel caso(i) in cui la ruota non giri liberamente rispetto all'asse, quale forma ha l'estremità del distanziale Engino (il piccolo pezzo grigio che passa nel foro della ruota)? Viti Cunei Piano Quiz 1 Potete immaginare un qualsiasi altro modo (diverso dall'esperimento) per fare girare liberamente la ruota Engino rispetto all'asse? (punti 2) Ruota ed asse Puleggia Leva 05 Le sei macchine semplici 06

6 Tipi di meccanismi ruota ed asse : Dopo aver completato il primo esperimento a ina 3 potreste aver osservato che ci sono 2 tipi di meccanismi ruota-asse a seconda del modo in cui la ruota gira rispetto all'asse. Chiameremo questi due tipi fisso e a rotazione libera. - Ruota ed asse fissi: questo meccanismo consiste in una ruota grande fissata a una ruota di diametro inferiore o a un asse rigido. Quando l'asse ruota, gira anche la ruota. Lo stesso accade in retromarcia. Un giro completo di una delle due parti causa una rotazione completa dell'altra parte. Vi sono molti esempi di questo tipo di meccanismo che si trovano nelle automobili moderne, motociclette e in quasi tutti i veicoli moderni. Solitamente il movimento e la forza sono trasferiti dal motore dell'auto all'asse e da lì alla ruota, che gira sulla strada. Pneumatico fissato su Una vera motocicletta Motocicletta ad alta velocità: Una motocicletta è un veicolo a due ruote che ha un aspetto simile alla bicicletta ma funziona con un motore a combustione interna. La prima persona a costruire una motocicletta fu Gottlieb Daimler nel 1885, ma la usò solamente per testare i motori. Il primo vero tipo di motocicletta fu costruita dai fratelli Werner nel 1900 con un motore a combustione interna e una cinghia per trasferire il movimento (trasmissione). Alcuni anni più tardi fu costruito un sistema a movimento misto che includeva una cinghia e una catena. Dopo il 1914 fu introdotta la scatola del cambio e nel 1923 prevalse la trasmissione a catena. Oggi è tornata in auge la trasmissione a catena, così come altri modelli che fanno uso di assi. Potete creare la vostra personale motocicletta da corsa seguendo le istruzioni a. 4-5 del libretto di istruzioni per costruire:ruote ED ASSI di Engino. Quando avrete finito di sperimentare, essa sarà un meraviglioso elemento di decorazione della tua camera da letto! Automobili con ruote a sterzo inverso: Questo modellino Engino contiene due coppie di ruote ed assi: frontale e posteriore. Entrambi i meccanismi sono ruota ed asse a rotazione libera, poiché non c'è un motore che fornisce energia all'asse e quindi poi alla ruota. La cosa strana riguardo a questo modellino è che le ruote frontali girano nella direzione opposta del volante! Se non mi credete provate a costruire il modellino seguendo le istruzioni a ina 2-3 di Engino. Fate attenzione, tuttavia, poiché questo particolare modellino è abbastanza complesso e avrete bisogno di utilizzare tutta la vostra esperienza nelle costruzioni Engino per poterlo realizzare! 07 Monopattino Carrello Bicicletta - Ruota ed asse a rotazione libera: questo meccanismo consiste in una ruota grande connessa ad un asse in modo tale che il movimento della ruota non influenzi il movimento dell'asse. L'asse è fissato fermamente al carrello o al veicolo e passa attraverso un foro nel centro della ruota, la quale gira liberamente attorno all'asse. In altre parole la ruota non è fissata all'asse, muovendosi insieme come singola entità, ma ha la capacità di ruotare liberamente mentre l'asse rimane fisso e immobile. Questo tipo di meccanismo era molto comune in passato, come nei vagoni e carrelli o nelle moderne carriole. Normalmente, il movimento e la forza provengono da una fonte esterna quale uomini o cavalli, che sono poi trasferiti alla ruota grazie alla sua connessione all'asse del veicolo. Modellino Engino di automobile con ruote a sterzo inverso. LO SAPEVATE? Le prime automobili erano controllate da un timone, ossia una lunga maniglia collegata direttamente alle ruote! Come potete immaginare, questo sistema di guida presentava molti problemi, specialmente quando le auto divennero più veloci. La versione del volante, come lo conosciamo oggi,fu introdotta alla fine del XVIII secolo. Questo sistema di controllo è un altro meccanismo di ruota ed asse fissi. Quando il volante viene girato alla destra o alla sinistra dal guidatore il movimento è trasferito all'asse e poi alle ruote dell'auto, consentendo al veicolo di girare. Più grande è il volante, più facile è far girare le ruote. Questo è il motivo per cui grandi mezzi come gli autobus e i camion hanno volanti più grandi rispetto alle normali automobili. Car steered with a tiller Noterete che il modellino ha un manubrio di guida. Prova a girare attorno ad un angolo senza usare il manubrio; dapprima solo spingendo la motocicletta come si vede nella figura sotto. Sentite lo sforzo necessario. Dopodiché girate lo stesso angolo usando il manubrio mentre le ruote girano normalmente. Sentite la differenza? Questa è un'applicazione della ruota in cui l'attrito diventa nuovamente un alleato, agevolando il movimento, piuttosto che un nemico! Girare l'angolo senza usare il manubrio di guida Questo è un altro uso del meccanismo ruota con asse. I veicoli sono in grado di girare gli angoli grazie all'abilità della ruota nel seguire un percorso circolare senza aumentare l'attrito. Verifica: Cos'è una RUOTA e cos'è un ASSE? Come si congiungono ruota ed asse per formare una MACCHINA SEMPLICE? Che TIPI di meccanismi RUOTA-ASSE? Che cosa sono le RUOTE A STERZO INVERSO? Che cos'è una MOTOCICLETTA? Modellino di motocicletta ad alta velocità Engino. verificate quanto avete imparato. 08

7 Dimensioni e attrito Introduzione Quando vedete un grosso camion o un trattore, la prima cosa che notate è la dimensione enorme delle loro ruote. A parte sostenere il peso di veicoli così grandi, sapete cos'altro ci possono offrire queste ruote così grandi? E ancora nelle corse di formula uno il pilota deve fare uno o due pit stop per il rifornimento di carburante e per cambiare le ruote. Cosa pensate che accada da rendere così importante il cambio delle ruote? Non preoccupatevi! Avrete le risposte che state cercando seguendo le istruzioni di Jennifer nel prossimo esperimento. Cambiare le ruote in un pit-stop di auto da formula 1 4. Per il test 2, rimuovete le ruote grandi dall'automobile sperimentale, lasciando montate le ruote più piccole. Ripetete la procedura come al punto 3 e completate la tabella in fondo alla ina. 5. Per il test 3, rimuovete le ruote più piccole dall'automobile e ripetete la procedura come prima. Completate la tabella con le vostre misurazioni. 6. Adesso stiamo per fare un nuovo esperimento al fine di esplorare le proprietà dell'attrito. Prendete il veicolo senza ruote come nella figura a destra e ripetete la stessa procedura dell'esperimento precedente. Completate la seconda tabella nella ina seguente, usando diverse superfici. Potete usare carta normale (come quella usata nelle tipografie) che deve essere attaccata sulla superficie della piattaforma. Poi ripetete il test con altri tre materiali: cartoncino, nastro adesivo e carta vetrata, completando le vostre osservazioni quando avete Veicolo per il secondo esperimento. Usate solo questo tipo per tutti i test sull'attrito. Esperimento 2: Piattaforma di lancio Procedimento: 1. Seguite attentamente. 6-7 del libretto di istruzioni per costruire: RUOTE ED ASSI per costruire il modellino piattaforma di lancio. La corda fornita è un po' più lunga del necessario, pertanto è meglio annodarla in modo che la parte rimanente di corda penzoli dalla parte superiore della piattaforma invece che dall'asse della manovella. 2. Posizionate la vostra automobile sperimentale con le ruote grandi sulla piattaforma e girate lentamente la manovella. Quando l'auto inizia a muoversi giù dalla piattaforma fermate la rotazione della manovella. 3. Quindi misurate l'altezza a cui la piattaforma è stata elevata. Per fare questo dovreste usare i piccoli fori ottagonali della barra estensibile Engino (numero 1 sarebbe il piccolo foro più vicino alla piattaforma). Scrivete le vostre misurazioni nella tabella dell'area osservazioni per il test 1. manovella Piattaforma di Sollevamento Scoprite... Perché si usano le ruote per spostare carichi pesanti e quale beneficio si ottiene utilizzando ruote grandi piuttosto che piccole. Piattaforma Materiali Necessari: 1. Componenti Engino Osservazioni 1) Completate la seguente tabella secondo le vostre osservazioni. Test Tipo di veicolo Piattaforma di sollevamento di un veicolo (numero di fori Engino) 09 Modellino Engino piattaforma di lancio Inizia a misurare l'altezza del sollevamento Da qui (numero 1) Elementi della piattaforma di sollevamento 2. Manuale di istruzioni per costruire: RUOTE E ASSI di Engino 3. Tre tipi di carta: da stampa, cartone e carta vetrata; 4. Nastro adesivo. 10

8 2) In quale test avete notato il minore sollevamento della piattaforma? Qual è la differenza di questo veicolo, se confrontato con gli altri? Area Informativa 3) Completate la tabella in base alle vostre osservazioni (passo 6). 4) Rilevate un differente sollevamento in ciascun test? Cosa resta invariato e cosa cambia di volta in volta a seconda del materiale usato in questo esperimento? Quiz 2 Quale automobile credete che si muova con più facilità rispetto alle altre? Cerchiatela e spiegate brevemente la vostra scelta qui sotto (punti: 2) 11 Test Superficie della piattaforma 1 Superficie iniziale 2 Carta da stampa 3 Cartoncino 4 Nastro adesivo 5 Carta vetrata Piattaforma di sollevamento di un veicolo (numero di fori Engino) Vantaggio Meccanico (V.M.) Abbiamo già visto che il meccanismo ruota-asse appartiene alla categoria delle macchine semplici, cioè i più semplici tipi di meccanismo che hanno l'abilità di moltiplicare la forza che vi immettiamo. Questa abilità è chiamata vantaggio meccanico ed è calcolato dividendo il carico per lo sforzo. Nel caso del meccanismo ruota ed asse, tuttavia, possiamo esprimere questa formula in modo diverso.poiché entrambi gli oggetti sono tondi, possiamo calcolare Il vantaggio meccanico come il rapporto dei loro raggi,come rappresentato nella formula a destra e illustrato nella figura sotto. axle radius Il vantaggio meccanico dipende dai raggi di ruota ed asse wheel radius Questo è vero anche per situazioni in cui una fonte esterna applica uno sforzo per muovere un veicolo (per esempio nei carrelli, auto con rimorchio, carrelli trasportatori, carriole a ruote). Quindi, a seconda del rapporto tra il raggio della ruota e il raggio dell'asse, se viene installata una ruota più grande, si ottiene un maggiore vantaggio meccanico e muovere il veicolo diventa un'impresa molto più semplice. Attrito Uno dei fenomeni più importanti che influenzano il funzionamento e l'efficienza generale di ogni macchina è l'attrito. L'attrito (f) è la forza che resiste al moto e si genera quando un oggetto si muove (o qualcuno tenta di muoverlo). Vi sono due tipi di attrito tra oggetti solidi, a seconda se essi si muovano oppure no: - l'attrito statico si ha quando due oggetti sono a contatto tra di loro senza muoversi, e lo sforzo è applicato per muoverli. Per esempio, quando cerchiamo di spingere una scatola, dobbiamo superare un attrito statico tra la scatola e il suolo perché la scatola possa iniziare a muoversi. Formula del vantaggio meccanico (V.M.) Formula del vantaggio meccanico di ruota ed asse In parole semplici, il vantaggio meccanico dipende sia dal raggio della ruota, sia dal raggio dell'asse.ovviamente maggiore è la ruota rispetto all'asse, maggiore è il vantaggio meccanico acquisito. Più difficile Più semplice Se montiamo ruote più grandi su un veicolo, è più semplice per noi trasportare carichi pesanti. Questo è tutto ciò che vi serve sapere sul vantaggio meccanico! Per spingere una scatola dobbiamo superare un attrito statico 12

9 - L'attrito cinetico compare quando due oggetti in contatto si muovono in relazione l'uno all'altro. Per esempio, quando trascinate una scatola per terra, potete sentire che c'è un'altra forza proveniente dal suolo. Questa forza è l'attrito e dipende da quanto ruvida è la superficie del pavimento e quella della parte della scatola che vi scivola sopra. Il più delle volte l'attrito rappresenta uno spreco di energia, spesso convertita in calore e suono unitamente all'usura delle superfici di gomma. Il coefficiente di attrito Materiali e superfici diversi portano a diverse forze di attrito, perfino nel caso in cui venga applicato il medesimo sforzo. Questa particolare caratteristica delle superfici gommate è chiamata dagli scienziati coefficiente di attrito (simboleggiata dalla lettera greca η). Un altro fattore che influenza l'attrito è il peso dell'oggetto che stiamo cercando di muovere! Fu Isaac Newton nel1687 a dire per ogni azione vi è una reazione uguale e contraria, quindi quando una scatola è appoggiata per terra il suo peso preme sul suolo e il suolo spinge verso l'alto la scatola! f = μ. N Questa reazione del suolo si indica con la lettera N e influenza direttamente l'attrito (f) come potete vedere anche dalla formula. Un bambino si diverte coi pattini Cuscinetti a sfera Ruota ed asse come leva Introduzione Sono certo che abbiate visto molti tipi e modelli di porte che si aprono e chiudono in una varietà di modi. Alcune neanche necessitano di uno sforzo da parte nostra per aprirsi, poiché funzionano automaticamente attraverso un rilevatore di movimento. Nelle porte ordinarie tuttavia ci sono due modi principali di utilizzo: il pomolo e la maniglia. Funzionano secondo lo stesso principio? Scopritelo con il prossimo esperimento. Due modi di aprire una porta: serratura e pomolo Metodi per ridurre l'attrito Il più delle volte l'attrito consuma energia in modo non desiderato. In molte macchine con parti in movimento l'attrito resiste e rallenta il movimento, causando sfregamento e danneggiando a lungo andare i meccanismi. Teoricamente, se non ci fosse attrito saremmo stati in grado di muovere grandi pesi col minimo sforzo. Ma nella realtà questo non accade, pertanto vengono usati diversi metodi per ridurre gli effetti dell'attrito: Lubricanti Verifica: Come possiamo calcolare il VANTAGGIO MECCANICO di ruota ed asse? Cos'è l'attrito e quali TIPI DI ATTRITO esistono? Cos'è il COEFFICIENTE DI ATTRITO? Cosa possiamo fare per RIDURRE L'ATTRITO? Uso di lubrificanti (grasso nei tempi moderni e grasso animale nei tempi antichi) Uso di assi in metallo invece di quelli in legno; Uso di assi più sottili (il più possibile); Uso di cuscinetti a sfera; Uso di appropriati materiali di attrito quali anelli in bronzo e nylon. verificate quanto avete imparato. LO SAPEVATE? Molte volte l'attrito è auspicabile, in quanto agisce da amico. Nello specifico, quando usiamo i freni della nostra bicicletta, noi agiamo per ridurre la velocità con l'aiuto dell'attrito! Quando azioniamo i freni di un'auto, le ruote non girano più e l'auto si ferma grazie alla forza dell'attrito che si crea tra strada e ruote. Gli effetti dell'attrito sono visibili sui segni delle ruote lasciati sulla strada. In generale, se non ci fosse attrito, non si potrebbero ottenere i normali movimenti degli oggetti (per esempio guidare un'auto sulla strada o perfino camminare), poiché tutto scivolerebbe! Scoprite... Come funziona un pomolo e come si differenzia dalla maniglia della porta. A door knob Materiali Necessari: 1. Componenti Engino. 2. Manuale di istruzioni per costruire RUOTE E ASSI di Engino. Maniglia Engino Esperimento 3: Porta con pomolo Procedimento: 1. Seguite attentamente le istruzioni a. 8-9 del tuo manuale di istruzioni Per costruire RUOTE & ASSI di Engino, e realizzate la porta col maniglia a pomolo. 2. Giocate un po' con il vostro modellino per capire come funziona. Osserva come sono connessi tra loro ruota ed asse. E' un meccanismo fisso di ruota ed asse o è un meccanismo a rotazione libera? 3. Osservate anche il meccanismo di chiusura che è fissato all'asse. Quando la ruota e l'asse girano, la serratura ruota nella stessa direzione, mettendo in sicurezza la porta. 4. Ora, rimuovete la ruota dal modellino e sostituitela con una manovella (vedi la figura). Cercate di aprire nuovamente il meccanismodi chiusura. Noterete che praticamente non cambia nulla e la porta si apre allo stesso modo di prima.dopodiché cercate di rispondere a Andrew nella prossima ina. 13 Segni di ruote causati dall'attrito Modellino Engino porta con 14

10 Osservazioni Area Informativa 1) Posizionate una freccia sul pomolo (ruota) e sulla manovella, per mostrare la direzione in cui è necessario applicare la forza per aprire la porta. Ruota ed asse con leva: Il meccanismo ruota ed asse si comporta come una leva in grado di ruotare a 360º. Il carico e lo Sforzo vengono continuamente applicati o alla superficie della ruota o all'asse rotante. I principi base delle leve sono spiegati in dettaglio nella confezione di Mechanical Science: LEVE di Engino Education, dove potete sperimentare e apprendere tutto riguardo a questa macchina semplice Sforzo Braccio sforzo Elementi di una leva Carico Braccio di carico Fulcro In questo libretto, dobbiamo solo ripassare questi principi e come essi si applicano al meccanismo di ruota ed asse. Una leva è un meccanismo che gira attorno a un punto fisso chiamato Fulcro, mentre una forza, chiamata sforzo, viene applicata al fine di muovere un carico (peso).le leve si dividono in tre classi, a seconda della posizione del fulcro, dello sforzo e del carico.la distanza tra il fulcro e il punto in cui viene applicato lo sforzo si chiama braccio di sforzo e la distanza tra il fulcro e il carico si chiama braccio di carico (vedi la figura). Quando una forza è applicata a una leva, causa un movimento rotatorio detto Momento (simboleggiato da M), che è uguale al prodotto di forza (F) e distanza (S) dal fulcro (M = M = F x S F x S). Quando una leva è bilanciata, significa che il momento in senso orario è uguale al momento in senso antiorario M = M, quindi F x S = F x S Formula per i momenti (M) 2) Le frecce puntano nella stessa direzione? Otteniamo lo stesso risultato in entrambi i casi? Quiz 3 Qual è il vantaggio meccanico del modellino Engino porta con pomolo? (punti 2) 15 wheelbarrow E R E F R L Forze applicate al meccanismo di un pomolo di una porta che funziona da leva L Ruota ed asse come leva di prima classe: Il pomolo della porta è un esempio di ruota ed asse che funzionano da leva. Il carico ( L) è il peso dell'intero meccanismo (pomolo di porta, asse e meccanismo di chiusura).lo sforzo ( E) viene applicato sulla ruota (pomolo),mentre l'asse funge da parte del fulcro ( F). RE e RL sono i raggi del pomolo e dell'asse rispettivamente, che rappresentano il braccio di sforzo e di carico (vedi figura). Più semplicemente, nella prossima figura potete vedere le posizioni di forza, fulcro e carico, indicanti chiaramente che il pomolo della porta agisce come una leva di prima classe (il fulcro si trova tra lo sforzo e il carico). Se sostituiamo il pomolo con una maniglia, otterremo lo stesso risultato. Appena prima che il meccanismo sia girato, la leva è bilanciata: ciò significa che il momento dello sforzo è uguale al momento del carico M = M E. R E = L. R L Se diamo uno sguardo più da vicino alla formula sopra noteremo poiché la distanza dello sforzo è maggiore della distanza del carico: possiamo superare il carico e girare il meccanismo abbastanza facilmente. In questo modo, viene raggiunto un vantaggio meccanico, il che significa che il meccanismo semplice del pomolo della porta moltiplica la forza che mi mettiamo. E L Sforzo Fulcro L E F R E R L Schematic of the door knob forces Caric Diagramma di leva di prima classe 16

carrucole mechanical science costruire una gru a ponte

carrucole mechanical science costruire una gru a ponte costruire una gru a ponte education Engino Education ha sviluppato questa nuova serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello che

Dettagli

MECCANICA. 2. Un sasso cade da fermo da un grattacielo alto 100 m. Che distanza ha percorso dopo 2 secondi?

MECCANICA. 2. Un sasso cade da fermo da un grattacielo alto 100 m. Che distanza ha percorso dopo 2 secondi? MECCANICA Cinematica 1. Un oggetto che si muove di moto circolare uniforme, descrive una circonferenza di 20 cm di diametro e compie 2 giri al secondo. Qual è la sua accelerazione? 2. Un sasso cade da

Dettagli

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele

Impianto Frenante. Dispensa didattica. Zanutto Daniele Impianto Frenante Dispensa didattica Zanutto Daniele I Freni pag. 4782 Compito I freni hanno il compito di rallentare, frenare e fermare un veicolo e di impedire un suo movimento da fermo. Durante la decelerazione,

Dettagli

Le macchine come sistemi tecnici

Le macchine come sistemi tecnici Le macchine come sistemi tecnici L industrializzazione dell Europa e iniziata grazie alla comparsa di macchine capaci di trasformare energia termica in energia meccanica. Un motore a vapore e un esempio

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

giunti mechanical science sui giunti costruite una bilancia a piatti

giunti mechanical science sui giunti costruite una bilancia a piatti costruite una bilancia a piatti education Engino Education ha sviluppato questa nuova serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello

Dettagli

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI Il punto materiale e il corpo rigido Un corpo è in equilibrio quando è fermo e continua a restare fermo. Si intende, per punto materiale, un oggetto così piccolo

Dettagli

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA. Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi

DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA. Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi DINAMICA DEL PUNTO MATERIALE E CONCETTO DI FORZA Dinamica: studio delle forze che causano il moto dei corpi 1 Forza Si definisce forza una qualunque causa esterna che produce una variazione dello stato

Dettagli

Forza. Forza. Esempi di forze. Caratteristiche della forza. Forze fondamentali CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA

Forza. Forza. Esempi di forze. Caratteristiche della forza. Forze fondamentali CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA Forza CONCETTO DI FORZA E EQUILIBRIO, PRINCIPI DELLA DINAMICA Cos è una forza? la forza è una grandezza che agisce su un corpo cambiando la sua velocità e provocando una deformazione sul corpo 2 Esempi

Dettagli

L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande.

L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande. L energia del vento Leggi con attenzione il seguente testo, poi rispondi alle domande. Una delle prime forme di energia che i popoli impararono a sfruttare fu il vento, che gonfiava le vele e faceva muovere

Dettagli

ingranaggi mechanical science ingranaggi elicottero

ingranaggi mechanical science ingranaggi elicottero ingranaggi elicottero education Engino Education ha sviluppato questa nuova serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello che imparano!

Dettagli

Esperimenti Informazioni per il PD

Esperimenti Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/7 Compito Gli alunni conducono degli esperimenti sul tema dell auto con propulsione a razzo usando diversi materiali. Obiettivo Gli alunni acquisiscono nuove conoscenze e rafforzano

Dettagli

Cap. 4: Forze e Momenti

Cap. 4: Forze e Momenti Cap. 4: Forze e Momenti Forza Il concetto di forza serve ad esprimere l interazione tra corpi. Quando si spinge o si tira un oggetto, si interagisce con esso esercitando una forza e conseguentemente modificandone

Dettagli

SETUP DI UN AUTOVEICOLO

SETUP DI UN AUTOVEICOLO Inizio 14.15 Proge&azione di sistemi di trasporto SETUP DI UN AUTOVEICOLO Ing. Mattia Strangi Università degli Studi di Bologna DiparBmento DICAM Ingegneria Civile, Ambientale e dei Materiali www.dicam.unibo.it

Dettagli

LE MACCHINE ELETTROSTATICHE

LE MACCHINE ELETTROSTATICHE LE MACCHINE ELETTROSTATICHE Le macchine elettrostatiche, ideate nel XVIII secolo, sono strumenti in grado di generare elettricità statica. I generatori elettrostatici furono fra gli strumenti più importanti

Dettagli

viti viti senza fine mechanical science costruite una gru rotante

viti viti senza fine mechanical science costruite una gru rotante costruite una gru rotante education Engino Education ha sviluppato questa nuova serie di Mechanical Science, pensata appositamente per i bambini che vogliono sapere tutto e mettere in pratica quello che

Dettagli

Impulso e quantità di moto www.lepla.eu

Impulso e quantità di moto www.lepla.eu Impulso e quantità di moto www.lepla.eu Obiettivo In questo esperimento si vuole confrontare l'impulso su un carrello con la variazione della sua quantità di moto. Il moto del carrello viene studiato con

Dettagli

Indice. Premessa 9. parte seconda Meccanica, sollecitazioni B Tavola B1 Asta con tirante 29 Tavola B2 Pantografo 30

Indice. Premessa 9. parte seconda Meccanica, sollecitazioni B Tavola B1 Asta con tirante 29 Tavola B2 Pantografo 30 Indice Premessa 9 parte prima Base A Tavola A1 Carosello motociclette 13 Tavola A2 Manovellismi motori due cilindri 14 Tavola A3 Velocità media 15 Tavola A4 Supporto a filo di un carico 16 Tavola A5 Supporto

Dettagli

Unità didattica 3. Il moto. Competenze. 1 Il moto è relativo. 2 La velocità scalare e la velocità vettoriale

Unità didattica 3. Il moto. Competenze. 1 Il moto è relativo. 2 La velocità scalare e la velocità vettoriale Unità didattica 3 Il moto Competenze Riconoscere e descrivere i principali tipi di moto. Definire la velocità scalare e vettoriale e l accelerazione scalare e vettoriale. Descrivere il moto rettilineo

Dettagli

I segreti del fabbro I CLASSICI

I segreti del fabbro I CLASSICI I segreti del fabbro I CLASSICI Un manuale per aprire le serrature Autore: Michael Bübl 5 ADD Michael Bübl on Facebook NOW! Colofone Tutti i diritti appartengono alla casa editrice, anche per le traduzioni

Dettagli

l energia meccanica si trasforma, integralmente e spontaneamente, in energia termica.

l energia meccanica si trasforma, integralmente e spontaneamente, in energia termica. Lezione 26 - pag.1 Lezione 26: Le macchine termiche 26.1. La conversione di energia meccanica in energia termica Sappiamo che quando un corpo cade, nel corso della caduta la sua energia meccanica, se gli

Dettagli

I.T.I.S «G. MARCONI» - PADOVA Via Manzoni, 80 Tel.: 049.80.40.211 Fax 049.80.40.277 marconi@provincia.padova.it www.itismarconipadova.

I.T.I.S «G. MARCONI» - PADOVA Via Manzoni, 80 Tel.: 049.80.40.211 Fax 049.80.40.277 marconi@provincia.padova.it www.itismarconipadova. I.T.I.S «G. MARCONI» - PADOVA Via Manzoni, 80 Tel.: 049.80.40.211 Fax 049.80.40.277 marconi@provincia.padova.it www.itismarconipadova.it Settore tecnologico Indirizzo meccanica meccatronica ed energia

Dettagli

piani inclinati e cunei Caso 1 mechanical science Studio dei piani inclinati Introduzione Esperimento 3: Rampa sperimentale Scoprite

piani inclinati e cunei Caso 1 mechanical science Studio dei piani inclinati Introduzione Esperimento 3: Rampa sperimentale Scoprite Studio dei inclinati Caso 1 Introduzione Numero di travi Il piccolo John e suo padre stavano guidando in camna, quando la loro auto si è improvvisamente fermata. Dopo essersi inutilmente sforzati di far

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

La conservazione dell energia meccanica

La conservazione dell energia meccanica La conservazione dell energia meccanica Uno sciatore che scende da una pista da sci è un classico esempio di trasformazione di energia. Quando lo sciatore usa gli impianti di risalita per andare in vetta

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

Quantità di moto e velocità

Quantità di moto e velocità S c i e n z e n a t u r a l i Quantità di moto e velocità Giubiasco, ottobre 2009 Il movimento Pagina 1 Quantità di moto e velocità Piano di svolgimento indicazioni e tempi Unità Indicazioni Tempo previsto

Dettagli

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE...

LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... LE FORME GEOMETRICHE...TANTE SCATOLE... INSEGNANTI: SIMONA MINNUCCI MICHELA BASTIANI ANNO SCOLASTICO 2011-2012 CLASSE: SECONDA TEMPI: GENNAIO-GIUGNO OBIETTIVO FORMATIVO ESPLORARE LA REALTÀ ATTRAVERSO ESPERIENZE

Dettagli

RoboQuaderno. Schema generale di un sistema di controllo Parte I : Proporzionale. Gabriele e Rodolfo Zunino giugno 2015

RoboQuaderno. Schema generale di un sistema di controllo Parte I : Proporzionale. Gabriele e Rodolfo Zunino giugno 2015 RoboQuaderno Schema generale di un sistema di controllo Parte I : Proporzionale Gabriele e Rodolfo Zunino giugno 2015 Sommario Il quaderno illustra la struttura generale di un sistema di controllo, molto

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

Guida dettagliata per la costruzione di vari modelli

Guida dettagliata per la costruzione di vari modelli 1 1 4. 0 0 0 Guida dettagliata per la costruzione di vari modelli 1 Simboli dei singoli componenti Le parti più importanti dei meccanismi sono contrassegnate tramite appositi simboli. Tale illustrazione

Dettagli

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA

EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA EFFETTO GIROSCOPICO DELLA MOTOCICLETTA Agenda Direttiva 6/2006 Effetto giroscopico La Matrice Scheda di guida Contributi Video dalla Spagna DIRETTIVA 2006/126/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

Il mondo dei materiali

Il mondo dei materiali Il mondo dei materiali Tutti i giorni usiamo moltissimi oggetti che sono fatti di materiali diversi come il legno, la plastica, il ferro, la stoffa. Alcuni materiali si trovano in natura, altri sono stati

Dettagli

RollerForks. La rivoluzione della movimentazione senza pallet

RollerForks. La rivoluzione della movimentazione senza pallet RollerForks La rivoluzione della movimentazione senza pallet RollerForks MSE sa bene che l uso dei pallet per l immagazzinamento delle merci è inevitabile in un azienda. Ma non vi piacerebbe risparmiare

Dettagli

Equilibrio statico di un corpo esteso

Equilibrio statico di un corpo esteso Equilibrio statico di un corpo esteso Se una particella è in equilibrio statico, cioè se è ferma e resta ferma, la forza risultante che agisce su di essa deve essere nulla. Nel caso di un corpo esteso,

Dettagli

7. Uscita di Raffreddamento

7. Uscita di Raffreddamento 7. Uscita di Raffreddamento 7.1. L uscita di raffreddamento La figura 1 mostra due apparecchi molto simili. Si tratta di motori elettrici ai quali si possono allacciare diversi utensili. Uno trova ut i-

Dettagli

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO LEZIONE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Insegnante: Londei Fabiola anno scolastico 2012-2013 Ciao cari ragazzi e ragazze di quarta B e C, sono un vostro quotidiano osservatore, vi guardo tutte le mattine arrivare

Dettagli

Prima di definire il lavoro nel caso generale, forniamo la definizione di lavoro in un caso particolare:

Prima di definire il lavoro nel caso generale, forniamo la definizione di lavoro in un caso particolare: 1 Lavoro In fisica non si compie lavoro se lo spostamento è nullo. 1. Lavoro compiuto da una forza uniforme con spostamento rettilineo Il moto di un oggetto è legato non all azione di singole forze ma

Dettagli

FISICA. La Dinamica: i principi. Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica

FISICA. La Dinamica: i principi. Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica FISICA La Dinamica: i principi Autore: prof. Pappalardo Vincenzo docente di Matematica e Fisica LA DINAMICA La dinamica è la parte della fisica che studia il movimento dei corpi, prendendo in considerazione

Dettagli

Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali.

Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali. 8 LEZIONE: Funzioni Tempo della lezione: 45-60 Minuti. - Tempo di preparazione: Dipendente dai materiali. Obiettivo Principale: Illustrare come compiti ripetitivi possano essere organizzati in piccoli

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Guida all uso delle piastre per convergenza per kart.

Guida all uso delle piastre per convergenza per kart. Guida all uso delle piastre per convergenza per kart. L uso delle piastre per la regolazione e misurazione della convergenza e del camber del kart è molto semplice ed intuitivo, tuttavia è necessario essere

Dettagli

Guida alla taratura delle sospensioni

Guida alla taratura delle sospensioni Guida alla taratura delle sospensioni GUIDA RAPIDA ALLA TARATURA DELLA FORCELLA BoXXer WORLD CUP GRAZIE PER AVER SCELTO ROCKSHOX! Siamo entusiasti, felici e onorati che abbiate scelto RockShox per le sospensioni

Dettagli

CdL in Biotecnologie Biomolecolari e Industriali

CdL in Biotecnologie Biomolecolari e Industriali CdL in Biotecnologie Biomolecolari e Industriali Corso di Matematica e Fisica recupero II prova in itinere di Fisica (9-1-2008) 1) Un sasso di 100 g viene lanciato verso l alto con una velocità iniziale

Dettagli

DINAMICA. 1. La macchina di Atwood è composta da due masse m

DINAMICA. 1. La macchina di Atwood è composta da due masse m DINAMICA. La macchina di Atwood è composta da due masse m e m sospese verticalmente su di una puleggia liscia e di massa trascurabile. i calcolino: a. l accelerazione del sistema; b. la tensione della

Dettagli

Corso di orientamento e preparazione ai concorsi di ammissione ai Corsi di Laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia nell'aa 2012/2013.

Corso di orientamento e preparazione ai concorsi di ammissione ai Corsi di Laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia nell'aa 2012/2013. Corso di orientamento e preparazione ai concorsi di ammissione ai Corsi di Laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia nell'aa 2012/2013. FISICA NEVIO FORINI PROGRAMMA 11 LEZIONI DI 2 ORE + VERIFICA :

Dettagli

leve mechanical science Leve di terzo genere

leve mechanical science Leve di terzo genere Leve di terzo genere Introduzione Lasciate che vi racconti la storia di cosa è successo la settimana scorsa al mio amico George. George è andato con i suoi genitori all'aeroporto di Heathrow per salutare

Dettagli

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE FIBS I MANUALI DEL CNT Tratto da The Pitching Edge di Tom House Tom House BASEBALL FIBS-CNT 1 L Allenamento con i Pesi per i Lanciatori non è Body Building L obiettivo è ottenere una forza bilanciata e

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

VELOCITA E ACCELERAZIONE

VELOCITA E ACCELERAZIONE VELOCITA E ACCELERAZIONE 1.1 Alcuni problemi sull apprendimento dei concetti di velocità e accelerazione Nonostante i molteplici stimoli tecnologici e nonostante i concetti di velocità e accelerazione

Dettagli

Proge&azione di sistemi di trasporto

Proge&azione di sistemi di trasporto Inizio 14.15 Proge&azione di sistemi di trasporto Proge&azione di sistemi di trasporto Ing. Mattia Strangi Libero professionista con studio tecnico a Bologna Consulente di tribunale e procura Ingegnere

Dettagli

ErgoPack. il modo elegante di reggiare

ErgoPack. il modo elegante di reggiare ErgoPack il modo elegante di reggiare Spingere ErgoPack davanti al pallet, la lancia a catena spinge il nastro sotto al pallet, Il sistema ErgoPack ErgoPack è sempre la scelta giusta. Qualunque siano le

Dettagli

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6).

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6). Macchine semplici Premessa Lo studio delle macchine semplici si può considerare come una fase propedeutica allo studio delle macchine composte, poiché il comportamento di molti degli organi che compongono

Dettagli

LA TRATTRICE AGRICOLA

LA TRATTRICE AGRICOLA LA TRATTRICE AGRICOLA TIPOLOGIE DI TRATTRICI STRUTTURA DELLE TRATTRICI MODERNE PARTICOLARI TIPI DI TRATTRICE PRINCIPALI PARTI DELLA TRATTRICE TIPOLOGIE DI TRATTRICI La trattrice agricola viene definita

Dettagli

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI MANUALE DI SOPRAVVIVENZA PER CHI VA IN BICI Undici modi per non farsi investire usando la bicicletta Fiab AdB Gruppo Cicloescursionistico Massa Lombarda Lugo - Ravenna INTRODUZIONE Questa piccola guida

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

Forze, leggi della dinamica, diagramma del. 28 febbraio 2009 (PIACENTINO - PREITE) Fisica per Scienze Motorie

Forze, leggi della dinamica, diagramma del. 28 febbraio 2009 (PIACENTINO - PREITE) Fisica per Scienze Motorie Forze, leggi della dinamica, diagramma del corpo libero 1 FORZE Grandezza fisica definibile come l' agente in grado di modificare lo stato di quiete o di moto di un corpo. Ci troviamo di fronte ad una

Dettagli

BILANCIAMENTO. 8-1 Bilanciamento statico di un rotore

BILANCIAMENTO. 8-1 Bilanciamento statico di un rotore 8 BILANCIAMENTO Come si è visto al capitolo 7-3.3, quando il baricentro di un rotore non coincide con l asse di rotazione possono insorgere fenomeni vibratori di entità rilevante, talvolta tali, in condizioni

Dettagli

Prova di auto-valutazione 2006

Prova di auto-valutazione 2006 Prova di auto-valutazione 2006 Questa prova permette ai candidati di valutare la propria abilità di risolvere problemi e di riconoscere le nozioni mancanti. La correzione sarà fatta dal proprio professore

Dettagli

una grandezza fisica il cui valore non cambia nel corso del tempo si dice grandezza conservata.

una grandezza fisica il cui valore non cambia nel corso del tempo si dice grandezza conservata. Lezione 13 - pag.1 Lezione 13: Impulso e quantità di moto 13.1. Un gioco di prestigio Prendete un mazzo da quaranta carte, e tenete da parte i quattro assi. Le trentasei carte che restano le dividete a

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO Perché si abbia la formazione del truciolo deve esserci un moto relativo utensile pezzo Sforzo di compressione dell utensile sul pezzo

Dettagli

Lezione 14: L energia

Lezione 14: L energia Lezione 4 - pag. Lezione 4: L energia 4.. L apologo di Feynman In questa lezione cominceremo a descrivere la grandezza energia. Per iniziare questo lungo percorso vogliamo citare, quasi parola per parola,

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

La fisic a dello sport: Lezione 2:

La fisic a dello sport: Lezione 2: 1 of 7 09/05/02 9.11 La fisic a dello sport: Lezione 2: Cinematica: La scienza del moto /ultimo aggiornamento V.O. 4/10/99 Traduzione a cura di Barbara Fiammengo e C.P. Chiamiamo cinematica lo studio del

Dettagli

Unità didattica 4. 1 La prima legge di Newton

Unità didattica 4. 1 La prima legge di Newton Unità didattica 4 Forza e moto COMPETENZE Descrivere e spiegare le tre leggi di Newton. Spiegare la forza di attrito. Descrivere il moto circolare e spiegare la natura della forza centripeta. Enunciare

Dettagli

1 Gli effetti della forza di Coriolis

1 Gli effetti della forza di Coriolis LA FORZA DI CORIOLIS di Giulio Mazzolini 2012 1 Gli effetti della forza di Coriolis È un effetto noto che i venti nell emisfero nord deviano sempre verso destra, invece nell emisfero sud deviano sempre

Dettagli

BICI SICURA. www.liberalabici.it per non farsi investire usando la bicicletta. ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta

BICI SICURA. www.liberalabici.it per non farsi investire usando la bicicletta. ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta BICI SICURA ovvero manuale di sopravvivenza per chi usa la bicicletta 11modi per non farsi investire usando la bicicletta Liberalabici Associazione Cicloecologista Conegliano INTRODUZIONE Questa piccola

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 Indice Pagina: Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 1. Parti componenti della fornitura.................... 3 2. Montaggio................................. 4 2.1 Trasporto..................................

Dettagli

CICL.O.PE RUOTINO AGGIUNTIVO PER CARROZZINA

CICL.O.PE RUOTINO AGGIUNTIVO PER CARROZZINA INTRODUZIONE Il presente manuale d uso deve essere attentamente letto dal personale che installa, utilizza o cura la manutenzione di questo ausilio. Lo scopo di questo manuale è quello di fornire le istruzioni

Dettagli

Discipline e competenze

Discipline e competenze Discipline e competenze Per assistenza è possibile contattare lo staff Pearson scrivendo al seguente indirizzo e-mail: formazione.online@pearson.it oppure chiamando il numero : 0332.802251 Sensate esperienze

Dettagli

Esperimenti Informazioni per il PD

Esperimenti Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/9 Compito Obiettivo Gli alunni affrontano in maniera sperimentale i temi della trasmissione, della resistenza al rotolamento e della resistenza aerodinamica. Si tratta di temi

Dettagli

FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO

FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO FC 300 R TRONCATRICE MANUALE TECNICO 01 / 2000 Sede costruttore Zone Industrielle. 77390.Verneuil l Etang - FRANCE Tel : +33(0)1.64.42.49.71/72 Fax :+33(0)1.64.42.58.94 ITALIA: FARNE' GROUP - Castenaso

Dettagli

P raticità, visibilità, versatilità

P raticità, visibilità, versatilità P raticità, visibilità, versatilità MASSIMA Praticità in officina La rotazione a 360 della piattaforma d appoggio consente l intervento su tutta la motocicletta in modo facile riducendo la fatica e aumentando

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

TecniKart: Il tuning in pista

TecniKart: Il tuning in pista TecniKart: Il tuning in pista Mettere a punto l'assetto di un kart a volte assomiglia più ad un arte che a una scienza. Le raccomandazioni che riporto in questo articolo sono frutto della mia esperienza

Dettagli

BRACCIO ROBOT A 5 MOVIMENTI

BRACCIO ROBOT A 5 MOVIMENTI Entra anche tu nell affascinante mondo della robotica e scopri le tecnologie di base, realizzando un prototipo di braccio meccanico dotato di cinque motori e cinque articolazioni. BRACCIO ROBOT A 5 MOVIMENTI

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

FISICA DELLA BICICLETTA

FISICA DELLA BICICLETTA FISICA DELLA BICICLETTA Con immagini scelte dalla 3 SB PREMESSA: LEGGI FISICHE Velocità periferica (tangenziale) del moto circolare uniforme : v = 2πr / T = 2πrf Velocità angolare: ω = θ / t ; per un giro

Dettagli

Libro laboratorio I. Mappa concettuale

Libro laboratorio I. Mappa concettuale Libro laboratorio I Mappa concettuale Lavoro preparatorio per il laboratorio. Il diario di bordo Modello di relazione Relazione tra matematica e fisica Linearità, caso particolare Kx +b, x y =k, y/x 2

Dettagli

Know-how in pillole. Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo

Know-how in pillole. Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo Attenzione: Non girare il bullone dell albero a camme fino alla fine del processo di sostituzione e dopo aver controllato la fasatura. Solo dopo deve essere

Dettagli

La propulsione Informazioni per il PD

La propulsione Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/10 Compito Come funziona un automobile? Gli alunni studiano i diversi tipi di propulsione (motore) dell auto e imparano qual è la differenza tra un motore diesel e uno a benzina.

Dettagli

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo

Dettagli

ATTENZIONE Leggere attentamente queste istruzioni prima di montare il trampolino o d iniziare il primo allenamento.

ATTENZIONE Leggere attentamente queste istruzioni prima di montare il trampolino o d iniziare il primo allenamento. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO ISTRUZIONI PER IL COMPUTER 4719.345 Bodyshape Crosstrainer CT-12 ATTENZIONE Leggere attentamente queste istruzioni prima di montare il trampolino o d iniziare il primo allenamento.

Dettagli

L effetto giroscopico nella guida della motocicletta

L effetto giroscopico nella guida della motocicletta Roberto Weitnauer Stesura: marzo 2005 (14 pagine, 13 figure) www.kalidoxa.com Diritti riservati L effetto giroscopico nella guida della motocicletta Un motoveicolo ha la facoltà d inclinarsi lateralmente

Dettagli

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA

come girare veloci IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA IN PIEGA L ASSETTO DA PISTA come girare veloci La regolazione della forcella comincia con il precarico molla (sinistra) aumentando quello standard. Allo stesso modo si incrementa il freno in compressione

Dettagli

Laboratorio. un ponte tra scuola e impresa

Laboratorio. un ponte tra scuola e impresa Laboratorio un ponte tra scuola e impresa Fisica in Moto è il laboratorio didattico interattivo di fisica realizzato dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, dal Liceo Malpighi di

Dettagli

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA Lavoro della classe III H Scuola secondaria di 1 1 grado L. Majno - Milano a.s. 2012-13 13 Fin dall antichità l uomo ha saputo sfruttare le forme di

Dettagli

Trasportatori meccanici fissi

Trasportatori meccanici fissi Trasporti interni Trasportatori meccanici fissi Trasportatori meccanici fissi Trasportatori a rulli e a catene trasportatori a rulli trasportatori a catene Trasportatori a nastro Trasportatori a piastre

Dettagli

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG)

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG) di Tecnologia Meccanica TORNIO PARALLELO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio Tornio parallelo In questa trattazione ci occuperemo diffusamente del tornio parallelo, cioè del tipo di

Dettagli

TECNOLOGIA MECCANICA LA TRASMISSIONE DEL MOTO Fondamenti

TECNOLOGIA MECCANICA LA TRASMISSIONE DEL MOTO Fondamenti LA TRASMISSIONE DEL MOTO Fondamenti Centro per l Automazione e la Meccanica Via Rainusso 138/N 41100 Modena INDICE 1 La trasmissione del moto pag. 2 1.1 I motori 2 1.2 Trasmissione del moto mediante i

Dettagli

COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI

COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI COME TI SOSTITUISCO L'OLIO DEI FRENI GUIDA PER CHI VUOLE CIMENTARSI NELL'ARTE DEL FAI DA TE Iniziamo con gli strumenti del mestiere Come detto più volte, è fondamentale utilizzare attrezzi di buona qualità:

Dettagli

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo numerico in grado

Dettagli