PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)"

Transcript

1 PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA P.O. FSE Basilicata BASIL Documento Tecnico v. 1.5 ALLEGATO C/5

2 Basil Sistema Informativo Lavoro Regione Basilicata Documento Tecnico e Funzionale Cliente: Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Ufficio Lavoro e Territorio 2

3 SOMMARIO 1. INFORMAZIONI INTRODUTTIVE DESCRIZIONE DEL SISTEMA STRUTTURA DEL SISTEMA INFORMATIVO Coordinatore Regionale I SIL Provinciali e relativi sistemi informatici Comunicazioni Obbligatorie: BASIL PZ e BASIL MT Il portale del lavoro ARCHITETTURA DEL SITEMA INFORMATIVO n 2 Web Server Database Server Requisiti postazioni utenti Infrastruttura di rete INTEROPERATIVITÀ APPLICATIVA La Cooperazione applicativa attraverso le Porte di Dominio La Busta di egovernment Produzione di dati in formato XML e web services Interoperabilità con la Borsa Continua Nazionale del Lavoro Interoperabilità tra diversi SIL regionali e provinciali L interfaccia e logica di funzionamento DBMS Struttura del Database Utenti Lavoratore Aziende IDO Adempimenti Aziendali Altre sezioni Tabelle Stored procedure, funzioni, trigger Stored procedure Funzioni Trigger

4 9. Elenco delle tabelle GLI UTENTI DEL SERVIZIO

5 1. INFORMAZIONI INTRODUTTIVE Di seguito sono riportate le caratteristiche architetturali, tecniche e funzionali del Sistema Informativo Lavoro Basil. 2. DESCRIZIONE DEL SISTEMA Basil è il Sistema Informativo Lavoro della Regione Basilicata, un applicazione web per la gestione integrata dei servizi pubblici rivolti al Mercato del lavoro che supporta operativamente le attività di competenza delle Province di Matera e Potenza. Tale sistema informativo persegue pertanto cinque linee d intervento: 1. distribuire il servizio sul territorio, facilitando l accesso agli operatori, ai cittadini e alle imprese; 2. centralizzare i dati trattati attraverso un sistema di unificazione del database pubblico; 3. velocizzare le comunicazioni tra Ente, Aziende e cittadini con notevole risparmio economico e di tempo. 4. costituire il Nodo Regionale delle Comunicazioni Obbligatorie, in conformità ai decreti interministeriali del stabilire l interoperabilità con i sistemi informativi in ambito nazionale e con la Borsa Continua Nazionale del Lavoro. Dal punto di vista delle funzionalità, Basil consente la gestione delle pratiche amministrative di back office e di front office dei Centri per l Impiego, così come evidenziato dal seguente elenco non esaustivo: Gestione degli adempimenti amministrativi: o Iscrizione nelle liste di disoccupazione (D. Lgs. 181/00 297/02, lista di mobilità, L. 68/99) o Stampa di certificati o Inserimento comunicazioni aziendali di assunzione, cessazione, proroga, trasformazione Graduatorie per l avviamento presso Enti Pubblici (art. 16 L. 56/87, LSU): o Iscrizione dei lavoratori alla graduatoria o Composizione automatica della graduatoria o Gestione della procedura di avvio a selezione Collocamento obbligatorio (L. 68/99): o Creazione della graduatoria annuale dei lavoratori inseriti in lista 5

6 o Gestione automatica delle richieste di autorizzazione all assunzione (nulla-osta) da parte delle aziende o Report per la verifica dei prospetti annuali sui lavoratori disabili in forza o Gestione automatica delle convenzioni stipulate fra la Provincia e le aziende per l assunzione di lavoratori disabili Incontro domanda/offerta di lavoro: o Registrazione della scheda anagrafico-professionale del lavoratore o Ricerca dei profili corrispondenti alle richieste aziendali tramite una procedura di matching o Segnalazione dei nominativi all azienda Interventi di politica attiva: o Registrazione dei colloqui avuti dal lavoratore presso il CPI o Gestione del Piano d Azione stipulato con il lavoratore e degli interventi concordati Obbligo formativo: o Gestione delle anagrafiche dei giovani soggetti all obbligo o Gestione degli interventi di accoglienza, orientamento e tutoraggio erogati dai CPI Statistiche: o Report periodici quantitativi sulla banca dati (iscrizioni, assunzioni, etc.) o Creazione di query sulla banca dati, personalizzate con i parametri inseriti dall utente Funzionalità anticrisi: o Report quantitativi che contribuiscono alla gestione informatizzata dei percettori di ammortizzatori sociali in deroga. Pulizia dati: o Gestione delle funzionalità di accorpamento aziende, rapporti di lavoro e cittadini o Report qualitativi per aziende, rapporti di lavoro e cittadini Comunicazioni aziendali obbligatorie (invio telematico): Dal 22 luglio 2008, con l attivazione del Nodo di Coordinamento Regionale autonomo che dialoga e scambia comunicazioni con il Ministero del Lavoro e le altre regioni italiane secondo gli standard tecnologici definiti dal Decreto Interministeriale del Ministero del Lavoro del , Basil costituisce il Sistema Informatico CO della Regione Basilicata, con flussi stimati di circa comunicazioni obbligatorie all anno. Tale sistema consente: o L invio on-line delle comunicazioni di assunzione, cessazione, proroga, trasformazione dei rapporti di lavoro secondo quanto definito dal DM o L invio on-line del prospetto informativo dei lavoratori disabili in forza (L. 68/99) Basil rappresenta quindi la rete territoriale che unisce tutti i soggetti attivi che operano nel mercato del lavoro: Centri per l Impiego, comuni, cittadini, aziende, consulenti del lavoro, scuole, ecc. È in grado di collegarsi anche alla Borsa Continua Nazionale del Lavoro e di scambiare informazioni amministrative, con indubbi vantaggi in termini di efficienza e trasparenza del 6

7 servizio, sia per i cittadini che usufruiscono dei servizi informatizzati dei Centri per l Impiego provinciali, sia per le aziende, le agenzie di somministrazione e i consulenti del lavoro che possono gestire le comunicazioni on line abbandonando definitivamente i moduli cartacei. 3. STRUTTURA DEL SISTEMA INFORMATIVO Basil si compone attraverso una struttura di tipo federato - di diversi strumenti che, nel loro insieme, costituiscono l infrastruttura tecnologica in grado di connettere tutti i soggetti pubblici e privati presenti sul Mercato del Lavoro regionale, con i seguenti obiettivi: Informatizzare i servizi offerti a cittadini e aziende, al fine di snellire le procedure e ridurre le comunicazioni cartacee. Realizzare l integrazione fra i servizi pubblici per l impiego a livello regionale al fine di ottimizzare l utilizzo delle risorse. Supportare la Regione nel suo ruolo di supervisione, monitoraggio e indirizzamento degli interventi di politica attiva. Garantire la cooperazione applicativa con altri sistemi informativi, in maniera tale da partecipare in maniera attiva alla Rete dei Servizi per il Lavoro in corso di realizzazione da parte del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Vengono di seguito descritti i differenti moduli applicativi del SIL, che possiamo riassumere in: Coordinatore Regionale SIL Provinciali e relativi sistemi informatici Comunicazioni Obbligatorie: BASIL PZ e BASIL MT Portale del lavoro 7

8 3.1. Coordinatore Regionale Il Nodo di Coordinamento Regionale è costituito dall infrastruttura software atta a garantire il corretto flusso informativo delle Comunicazioni Obbligatorie regionali e nazionali. Tale sistema ha il compito di: Comunicare con il sistema nazionale, gli altri sistemi regionali, i sistemi provinciali, gli enti previdenziali / assicurativi (INPS, INAIL, ecc.) e con gli altri soggetti appartenenti alla Rete dei Servizi del Lavoro interessati allo scambio dati; Gestire le comunicazioni con i sistemi regionali e nazionali sulla base delle competenze territoriali e istituzionali, a garanzia del corretto aggiornamento dei sistemi informativi coinvolti. 8

9 Il nodo Coordinatore Regionale per le Comunicazioni Obbligatorie è finalizzato così a consentire il flusso delle comunicazioni aziendali inviate per via telematica nei due sensi fra i sistemi provinciali ed il Nodo di Coordinamento Nazionale (NCN) gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attraverso la Porta di Dominio regionale. Costituisce pertanto il punto di collegamento fra i domini provinciali ed il nodo di coordinamento nazionale, necessario per garantire alle aziende l invio per via telematica delle comunicazioni aziendali, ed il loro re-inoltro ai soggetti competenti (INPS, INAIL, Prefettura) ed al Ministero del Lavoro stesso. Il sistema Coordinatore Regionale ha pertanto un architettura atta a garantire le seguenti funzionalità: Presa in carico delle comunicazioni: interfacce per la ricezione di messaggi tramite web services: o Dai sistemi provinciali al Coordinatore Regionale o Dal sistema nazionale per la gestione delle comunicazioni obbligatorie tramite la Porta di dominio regionale al Coordinatore Regionale Smistamento delle comunicazioni tra i sistemi coinvolti (SIL Provinciali, NCN) Interfacce per l invio di messaggi: Content-based routing, cioè il corretto smistamento dei messaggi a seconda delle competenze contenute nella Comunicazioni Obbligatorie o Dal Coordinatore Regionale ai sistemi provinciali o Dal Coordinatore Regionale al sistema nazionale per la gestione delle comunicazioni obbligatorie tramite Porta di dominio regionale Sistema di tracciamento del traffico dei messaggi a scopi diagnostici e di controllo Indice regionale delle Comunicazioni Obbligatorie Interfaccia utente: o Gestione dell autenticazione e la profilazione degli utenti o Statistiche e ricerca filtrata dei messaggi con la possibilità di visionarne il dettaglio e la ricevuta o Statistiche e ricerca filtrata sull indice regionale delle Comunicazioni Obbligatorie con la possibilità di visionarne il dettaglio e la ricevuta o Diagnostica della ricezione e smistamento dei messaggi e gestione manuale dell inoltro di eventuali messaggi non giunti correttamente al destinatario e di eventuali altre anomalie Il Coordinatore Regionale è sviluppato con strumenti appartenenti alla tecnologia Microsoft, e in particolare il sistema operativo Windows 2003 Server, il Microsoft.NET Framework 2.0, e il Database Management System SQL Server

10 3.2. I SIL Provinciali e relativi sistemi informatici Comunicazioni Obbligatorie: BASIL PZ e BASIL MT. I SIL Provinciali: BASIL si compone dei Sistemi Informativi Lavoro di Potenza e Matera (SILP) che, in modo autonomo, gestiscono le seguenti funzionalità, sopra esplicitate: Gestione degli adempimenti amministrativi; Graduatorie per l avviamento presso Enti Pubblici (art. 16 L. 56/87, LSU) Collocamento obbligatorio (L. 68/99) Incontro domanda/offerta di lavoro Interventi di politica attiva Obbligo formativo Statistiche Prospetto informativo Gestione crisi: percettori ammortizzatori in deroga Comunicazioni aziendali obbligatorie (invio telematico) Il sistema informatico CO. Con l entrata in vigore del Decreto Interministeriale del 30/10/2007 relativo alle Comunicazioni Obbligatorie telematiche, l Amministrazione ha attivato il Sistema informatico C.O regionale, che consente ai soggetti obbligati e abilitati di effettuare l invio delle comunicazioni in modalità telematica previsto dalla normativa, e tramite strumenti di cooperazione applicativa consente alla Regione Basilicata di disporre di un proprio nodo integrato all interno del Sistema Informatico C.O. nazionale. Nel rispetto dell autonomia delle Province, il sistema è basato su una logica federata, i SIL provinciali di Matera e Potenza, autonomi e indipendenti, erogano il servizio C.O. ai soggetti obbligati e abilitati a seguito di accreditamento. Grazie al Nodo Coordinatore Regionale le C.O. vengono smistate dai SIL provinciali al nodo nazionale e viceversa Il portale del lavoro Il portale del lavoro della Regione Basilicata è raggiungibile all indirizzo internet: Il portale ospita i contenuti relativi alle tematiche del lavoro, i servizi per l impiego e le informazioni sul Sistema Informativo Lavoro BASIL. Il portale è gestito tramite un sistema di CMS - Content Management System che consente l aggiornamento in tempo reale delle sezioni dinamiche del portale quali news, Faq (Frequently Asked Questions), normativa, link utili, etc. Tramite gli strumenti di back office è possibile inoltre gestire e pubblicare on line le offerte di lavoro presenti in entrambi i Sistemi Informativi Lavoro provinciali di Matera e Potenza (Bacheca on line). 10

11 4. ARCHITETTURA DEL SITEMA INFORMATIVO L architettura utilizzata per il SIL si basa su una soluzione ridondata su cluster, che garantisce un elevato livello di disponibilità del servizio. Viene inoltre aumentata l affidabilità del sistema attraverso l utilizzo di due Web Server (per il funzionamento della logica applicativa del SIL) ed un DB Server (gestione della banca dati). Considerando che il carico di lavoro dei Web Server è di lunga inferiore rispetto a quello del DB Server, la configurazione con 2 Web Server e 2 DB Server in cluster garantisce un elevato livello di affidabilità e continuità del servizio. In questo modo i Web Server vengono posti all interno di un area DMZ (DeMilitarized Zone), visibile da Internet tramite IP statico geografico e protetta da Firewall, mentre il cluster del DB server, posto all interno della LAN (inaccessibile dall esterno) e configurato in modalità attivo/passivo (tramite un array SCSI condiviso), garantisce la continuità del servizio anche in caso di disattivazione del database server principale (il server sussidiario entra automaticamente in funzione in caso di malfunzionamento). 11

12 L integrità, la continuità e le prestazioni del servizio possono essere incrementate utilizzando un controller SCSI con ridondanza dei dati; questa dotazione consente di salvaguardare il sistema da eventuali rotture del componente che statisticamente si guasta più facilmente, il disco fisso, in quanto il servizio può continuare a reggersi sugli altri nel caso se ne guastasse uno. E necessario inoltre installare una procedura di backup generato automaticamente dal DBMS (SQL Server 2000/2005), in grado di copiare i file su una macchina diversa dal DB Server. La coda di Backup deve avere una lunghezza minima di una settimana. Al fine di garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati trattati dall'applicazione, è prevista la protezione delle connessioni degli utenti alle aree riservate utilizzando il protocollo di crittografia SSL (Secure Socket Layer) che, utilizzando un meccanismo a chiave privata (chiave di sessione), impedisce l intercettazione delle informazioni inviate e ricevute dai convenzionati. Per fare ciò il server deve essere dotato di un certificato digitale rilasciato da una Certification Authority (CA), che garantisce inoltre l identità del server all utente del servizio. 12

13 4.1. n 2 Web Server Processore Memoria 1 x Intel Xeon Dual-Core GHz 2 GB Controller Smart Array P400i Controller 256MB cache (RAID 0/1/5) Disco rigido 2 x 72 GB SAS raid 1 Scheda di rete Alimentazione Gigabit Ethernet Hot pluggable, ridondata Sistema operativo: Microsoft Windows Server 2003 Standard Edition (licenza Government) (Internet Information Services 6 server web integrato MS Terminal Services per l amministrazione remota) Applicativi: Sicurezza: Microsoft Office 2007 Professional (licenza Government) Chiavi pubbliche e certificati SSL a 128 bit 4.2. Database Server n 2 server (nodo A nodo B) Processore Memoria Controller 1 x Intel Xeon X3.6-2 MB/800 MHz 4 Gb Smart Array 6i Controller (Ultra320) Disco rigido 2 x SCSI Ultra320 da 146 GB raid 1 Scheda di rete Alimentazione Gigabit Ethernet Hot pluggable, ridondata n 1 cluster (istanza dati condivisa) 13

14 Tecnologia Fibra ottica Dischi rigidi 4 x SCSI Ultra320 da 146 GB in raid 5 Controller Ultra320 SCSI RAID Controller Sistema operativo: Microsoft Windows Server 2003 Enterprise Edition (licenza Government) (MS Terminal Services per l amministrazione remota) Applicativi: Microsoft Sql Server 2005 Standard Edition (licenza Government per processor ) Il database server configurato in cluster attivo/attivo nella DMZ consente un bilanciamento del carico su due macchine (non A e nodo B) regolato da un Network Load Balancing (NLB) configurato adeguatamente per la corretta erogazione dei servizi agli operatori dei centri per l impiego e all utenza Internet; in caso di malfunzionamento di uno dei due server, l NLB utilizzerà solo il server attivo. I server sopracitati vengono forniti con apposito armadio rack 42 unità completo di cavi, accessori e switch per la gestione Requisiti postazioni utenti Per utilizzare il SIL le postazioni client hanno come unico requisito il browser Internet Explorer 6 (o superiore), e pertanto i requisiti minimi risultano essere i seguenti: Processore Pentium III 500 MHz Memoria 128 Mb Windows Mb Windows Mb Windows XP 1 GB Windows Vista Disco rigido 2 GB EIDE Windows GB EIDE Windows

15 40 GB EIDE Windows XP 80 GB EIDE Windows Vista Scheda di rete Ethernet (10 Mb/s) Requisiti consigliati Processore Sistema Operativo Memoria Disco rigido Scheda di rete Intel Pentium IV 2.8 GHz o equivalente Windows Xp 1 GB 60 Gb EIDE UDMA100 Fast Ethernet (100 Mb/s) Sistemi operativi: Windows 98, Windows 2000, Windows XP, Windows Vista, Windows Infrastruttura di rete Al fine di permettere agli operatori dei centri per l impiego di utilizzare il SIL Web è necessario che siano connessi al Web ed al database server tramite una rete. Il modello più semplice e standardizzato per assolvere questo scopo è costituito dall installazione di una rete locale Fast (100 Mb/s) o Gigabit (1000 Mb/s) Ethernet che connetta tutti i computer del centro per l impiego tra loro ad un router che permetta a tutti i computer della rete locale di accedere al servizio tramite Internet o VPN. È poi consigliata la presenza di un firewall tra il concentratore, cioè il dispositivo al quale vengono connessi tutti i computer della rete ed il router; questo strumento migliora la sicurezza da intrusioni esterne e permette di monitorare efficientemente il traffico in entrata ed uscita verso Internet o il resto della VPN oltre a consentire o negare l accesso alle risorse remote. 15

16 La connessione minima richiesta è ADSL 1Mbps per centri entro le 15 postazioni, 2Mbps per centri entro le 50 postazioni; ogni centro per l impiego in configurazione NAT consente a tutte le postazioni di presentarsi su Internet con un singolo indirizzo IP utilizzato dal server per riconoscere il centro per l impiego e garantirgli l autenticazione all accesso protetto da password. Si riporta la configurazione del Firewall per la manutenzione e la pubblicazione su internet del SIL Web. Configurazione: IP Statico Geografico Porta 25 Porta 80 Porta 1433 Porte adibite al programma di amministrazione remota Note: Necessario per dare visibilità e rintracciabilità su Internet al Web server. Potrebbe essere utile associare un dominio all IP per agevolare l accesso all utenza. Adibita al servizio SMTP (Simple Mail Transfer Protocol), viene utilizzata dal Web server IIS per permettere al SIL di spedire e- mail di comunicazione all utenza Adibita al servizio HTTP (HyperText Transfer Protocol), viene utilizzata dal web server IIS. Adibita al servizio Microsoft SQL Server 2000/2005, viene utilizzata dal Web server per la comunicazione con il database server. La porta 3389, adibita ai servizi Microsoft Terminal, viene utilizzata in generale per l accesso remoto a coloro che ne hanno il diritto di accesso, nello specifico per operazioni di 16

17 manutenzione ed aggiornamento. 6. INTEROPERATIVITÀ APPLICATIVA Tramite strumenti di web services Basil interopera con i sistemi informativi di Enti pubblici e privati che concorrono alla gestione del mercato del lavoro e della formazione. In particolare BASIL consente la cooperazione applicativa con: Il Nodo di Coordinamento Nazionale del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, e quindi con i sistemi informativi delle amministrazioni Regionali, degli enti previdenziali e assistenziali, attraverso gli strumenti di interoperabilità applicativa implementati dal Coordinatore Regionale rispondenti agli standard tecnici del già citato Decreto Interm Con la banca dati delle Camere di Commercio (servizio PARIX), attraverso opportuni web services integrati al sistema. Con la Borsa Continua del Lavoro, attraverso web services rispondenti alle specifiche tecnico-funzionali della Busta di e-government, ossia il modello con cui si realizza la composizione di un messaggio per il trasferimento delle informazioni all interno del Sistema Pubblico di Connettività (SPC) La Cooperazione applicativa attraverso le Porte di Dominio La cooperazione applicativa tra i domini è una funzione indispensabile per realizzare l interconnessione tra le pubbliche amministrazioni e lo scambio di informazioni tra i sistemi delle organizzazioni strutturate in domini federati. In sintesi, la cooperazione applicativa avviene tramite un canale di interscambio basato su standard aperti (Web Services, XML, SOAP) che agevola il passaggio di messaggi tra i domini. Grazie al Sistema Pubblico di Connettività, ogni dominio della rete colloquia con gli altri attraverso una componente infrastrutturale di interfaccia denominata Porta di dominio che svolge funzioni di barriera di ingresso per autorizzare l accesso alle risorse applicative della rete e tradurre i messaggi provenienti da altri domini. Questa componente può svolgere le funzioni di Porta Applicativa per mettere servizi e dati a disposizione degli altri domini oppure la funzione di Porta Delegata per richiedere dati e servizi ad altri domini. Ogni porta di dominio deve assicurare i livelli di sicurezza indicati nelle specifiche tecniche elaborati da CNIPA, gestendo i profili di collaborazione previsti, essere in linea con gli standard definiti per il formato dei messaggi (busta di egovernment), verificare l integrità dei documenti ricevuti e la rispondenza della firma digitale allegata, controllare l autorità che ha emesso i certificati elettronici. 17

18 6.2. La Busta di egovernment La Busta di egovernment è il modello logico e funzionale con cui si realizza la composizione di un messaggio mediante il quale si trasferiscono o richiedono informazioni e dati all interno del Sistema Pubblico di Connettività, secondo il paradigma della cooperazione applicativa. Le specifiche tecniche della Busta di egovernment sono state rilasciate da CNIPA a più riprese. L ultima definizione, diffusa nel mese di aprile 2004, supera e migliora il modello elaborato nel 2002, fornendo una specifica più dettagliata e precisa, in particolare nella definizione dello standard da utilizzare per garantire la sicurezza, e nel formato dell intestazione del messaggio. Tale modello permette di gestire gli scambi di informazioni in modo indipendente dalle applicazioni; definire un interfaccia uniforme per le interazioni tra enti pubblici e terze parti; raggiungere migliori livelli di servizio, affidabilità e sicurezza. Il sistema è realizzato in.net Toolkit per la Busta di egovernment che è un framework inserito come add-on dell ambiente di sviluppo Visual Studio.NET. Il framework può essere impiegato in qualunque scenario in cui sia richiesto l invio di messaggi costruiti secondo il nuovo modello di Busta di egovernment. Oltre a sfruttare le funzionalità native del Microsoft.NET Framework e dei Web Services Enhancements (WSE) 2.0, Microsoft rilascia anche le estensioni SOAP necessarie per indirizzare alcune particolari specifiche della Busta di egovernment, in particolare per l integrazione di qualsiasi tipo di allegato al messaggio SOAP, secondo quanto previsto dallo standard SOAP with Attachments Produzione di dati in formato XML e web services Una caratteristica importante che il software può offrire è l interoperabilità con i sistemi informativi di altri enti. Tale requisito è garantito tramite opportune funzioni che consentono la produzione di file xml contenente i dati di interesse da scambiare con gli altri enti, che possono trattare tali dati con i propri software. Oltre a questa modalità manuale di scambio dati, viene data la possibilità ad altri enti di accedere ai dati dell applicazione attraverso lo strumento dei web services. Attraverso i web services è possibile effettuare una comunicazione server to server in maniera automatica, attraverso la quale un sistema può accedere a funzionalità e servizi offerti dal sistema SIL provinciale senza conoscerne i dettagli tecnici, ma utilizzando lo standard di comunicazione SOAP, che è basato anch esso su XML. 18

19 Come si vede in figura, il server del sistema SIL provinciale svolge il ruolo di listener, restando in attesa delle richieste provenienti da altri server. Ovviamente i contenuti che vengono esposti attraverso i web services sono decisi dall Amministrazione, che stabilisce a quali dati è utile dare visibilità all esterno. E importante sottolineare che entrambe le soluzioni viste prevedono la definizione di un protocollo fra la Provincia e gli altri enti, che definisca la struttura dei messaggi Interoperabilità con la Borsa Continua Nazionale del Lavoro Basil interopera con la Borsa Continua del Lavoro (BCNL) interfacciando il SIL regionale (SILR) con il nodo della Borsa Regionale (BRL). La BRL è collegata alla borsa nazionale (BCNL). In questo modo anche le informazioni a livello provinciale possono essere interscambiate a livello regionale e nazionale. Il SIL regionale aggrega le informazioni presenti sui SIL provinciali di Matera e Potenza e consente l interscambio dati con la borsa regionale. La BRL è collegata alla borsa nazionale (BCNL). In questo modo anche le informazioni a livello provinciale possono essere interscambiate a livello regionale e nazionale. 19

20 I SILP possono inoltre interoperare tra loro attraverso webservices (secondo gli standard dettati dal CNIPA e dalla Busta e-government). Il collegamento realizzato tra SIL Regionale e BRL nella regione Basilicata non è costituito da una Porta di Dominio (porta delegata e porta applicativa), ma da una richiesta esterna dal dominio, direttamente, senza utilizzare l header aggiuntivo della busta e-gov e la relativa sicurezza. Questo collegamento è associabile a quello descritto come richiesta interna sincrona nel fascicolo C del progetto Borsa Continua Nazionale del Lavoro (Linee Guida all utilizzo della Porta di Dominio). Le chiamate vengono inoltrate al web service AdapterDelegata il quale agisce da tramite con la Porta Delegata. Di seguito è riportato il file wsdl di tale servizio Interoperabilità tra diversi SIL regionali e provinciali Basil interopera con sistemi informativo lavoro di altre regioni e province. L interoperabilità consente l interscambio di dati tra amministrazioni diverse (che hanno precedentemente acconsentito) in modalità sicura e basata sugli standard definiti dal Ministero del Lavoro e dal CNIPA attraverso il Coordinatore Regionale. 20

21 I macroprocessi che interessano la comunicazione tra Sil e Sil sono i seguenti: 1. Richiesta lavoratore esterno 2. Inoltro migrazioni 3. Trasferimento lavoratore Il servizio di richiesta lavoratore esterno permette di: ricevere i dati sull anagrafica minima di un lavoratore esterno alla provincia. Il servizio di inoltro migrazioni permette di: o inviare ad una provincia raggiunta dai servizi sull interoperabilità file contenenti i dati sul lavoratore oggetto della migrazione in modo più rapido sicuro ed efficiente della e- mail. Il servizio di trasferimento lavoratore permette di: ricevere, in base ad un codice fiscale, tutti i dati appartenenti ad un lavoratore evitando così la fase di data-entry da parte degli operatori. 7. L interfaccia e logica di funzionamento Per interfaccia dell applicativo si intende la veste grafica del sistema web qui proposto, inteso come insieme delle maschere di imputazione dati, insieme degli strumenti grafici adottati per la presentazione delle informazioni, ecc. Per logica di funzionamento si intende invece l insieme delle regole e delle procedure atte a verificare il corretto funzionamento dell applicativo stesso, sia per quanto riguarda l inserimento che la visualizzazione e modifica dei dati. Ricadono in questa sezione i seguenti controlli: Gestione e verifica dei dati obbligatori, ovvero dell insieme minimo di informazioni necessarie per la gestione di ogni modulo. 21

22 Verifica e controllo della congruenza dei dati, ovvero verifica incrociata sui dati inseriti/modificati e congruenza degli stessi in riferimento ai dati dizionario. Algoritmi di calcolo automatico (Es: formule finanziarie, ripartizione automatiche su assi/misure di finanziamento, ecc.). Algoritmi di transazione (per il passaggio da uno stato logico/funzionale ad un altro, logica di funzionamento per il passaggio da un form di inserimento ad un altro, ecc.) Le tecnologie impiegate nella realizzazione del sistema informativo sono le seguenti: Tecnologia Server Side: l applicazione è sviluppata utilizzando la tecnologia Microsoft ASP e ASP.NET, ed utilizza quindi l ambiente Microsoft.NET Framework 2.0. Si tratta di una delle più versatili piattaforme di sviluppo software con cui è possibile creare praticamente qualsiasi tipo di applicazione. La sua caratteristica peculiare è di essere indipendente dalla versione operativa di Windows su cui è installata, e di includere molte funzionalità progettate espressamente per integrarsi in ambiente internet e garantire il massimo grado di sicurezza e integrità dei dati. Utilizza in modo esteso il concetto di modularità dei componenti software (Component Oriented Programming), proponendosi così come evoluzione dell'esistente modello COM (Component Object Model). La CLI (Common Language Infrastructure) è una macchina virtuale che, insieme alla classe di librerie di base denominata CLR (Common Language Runtime), è progettata per poter funzionare con qualsiasi sistema operativo. La macchina virtuale esegue un codice assembly denominato CIL (Common Intermediate Language). È inoltre possibile: o accedere a componenti scritti in altri linguaggi; o quando il sistema operativo sottostante è Microsoft Windows, accedere ai suoi servizi e alle sue API; o accedere ai Servizi Web utilizzando il protocollo SOAP (Simple Object Access Protocol). Web Server: Le applicazioni Web server side si appoggiano a servizi che le interpretano ed elaborano, interfacciandosi con il browser dei client. Il web server è l insieme dei servizi che permette l esecuzione delle applicazioni e la gestione del colloquio con i client utilizzando lo standard per la trasmissione delle informazioni nel cosiddetto World Wide Web, il protocollo HTTP (Hypertext Transfer Protocol). Il già citato Web Server integrato negli attuali sistemi Microsoft si chiama IIS, acronimo di Internet Information Services; permette di ospitare siti Web interattivi ad elevate prestazioni, considerato che il core del sistema operativo è nato anche in funzione di tale servizio; la sua facilità di utilizzo ne rende immediata la configurazione e la sua integrazione con il sistema operativo permette lo sviluppo di applicazioni complesse in tempi rapidi. Database: Il supporto della connessione alle principali basi dati è garantito dallo sfruttamento delle potenzialità di ADO (ActiveX Data Objects) ed ODBC (Open Data Base Connection) possibile grazie alla versatilità di ASP nell utilizzo della già citata tecnologia COM. 22

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA P.O. FSE Basilicata

Dettagli

Release 01.07.00B WHIT E PAPER. e-commerce. e-commerce Pag. 1

Release 01.07.00B WHIT E PAPER. e-commerce. e-commerce Pag. 1 Release 01.07.00B WHIT E PAPER Pag. 1 Il modulo di è il modulo di e/ che, attraverso internet, mette in contatto l azienda con tutti i propri interlocutori remoti (rivenditori, clienti, ma anche agenti

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID)

Allegato 3 Sistema per l interscambio dei dati (SID) Sistema per l interscambio dei dati (SID) Specifiche dell infrastruttura per la trasmissione delle Comunicazioni previste dall art. 11 comma 2 del decreto legge 6 dicembre 2011 n.201 Sommario Introduzione...

Dettagli

S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE

S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE S.I.L.P SISTEMA INFORMATIVO LAVORO PIEMONTE SERVIZI DI INFRASTRUTTURA Vista d'insieme Questo documento definisce la visione d insieme del nuovo Sistema Informativo Lavoro ed è teso ad illustrare le caratteristiche

Dettagli

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche VIsualizzazione Esami Web (VIEW) Regolamentazione accesso VIEW (VIsualizzazione Esami Web) Regolamentazione accesso Pagina 1 di 7 Indice Generalità e regolamentazione accesso... 3 Profilo di accesso...

Dettagli

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line

Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Portale integrato Lavoro, Formazione, Politiche sociali e Osservatorio e servizio Centri Impiego On Line Dott.ssa Alessandra Bordini Provincia di Reggio Calabria Responsabile Servizio Pianificazione Progettazione

Dettagli

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori

Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori Strumento evoluto di Comunicazione con i Venditori GAS 2 net è una soluzione web-based compliant con le definizioni di strumento evoluto come richiesto dalla normativa vigente (Del. AEEG n 157/07, Del.

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI POLISWEB Specifiche tecniche Versione 4.1

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è un servizio di posta elettronica che garantisce un elevato grado di affidabilità e sicurezza. Esso consente al Cliente

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

Installazione SQL Server 2005 Express Edition

Installazione SQL Server 2005 Express Edition Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6S4ALG7637 Data ultima modifica 25/08/2010 Prodotto Tutti Modulo Tutti Oggetto Installazione SQL Server 2005 Express Edition In giallo sono evidenziate le modifiche/integrazioni

Dettagli

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1

GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 GESTIONE DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - PEC GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI

Dettagli

SINTESI. Modulo Applicativo. Comunicazioni Obbligatorie (COB)

SINTESI. Modulo Applicativo. Comunicazioni Obbligatorie (COB) SINTESI Modulo Applicativo Comunicazioni Obbligatorie (COB) 1 Versione 3.14 del 18/06/2008 INDICE 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti Client necessari per l utilizzo

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Mausoleo COMUNE DI NUORO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE. Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini

Mausoleo COMUNE DI NUORO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE. Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini COMUNE DI NUORO D O C U M E N T O D I S P E C I F I C A P E R I L P R O D O T T O Mausoleo PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini Descrizione introduttiva

Dettagli

Archive: Make it easy!

Archive: Make it easy! Archive: Make it easy! Archive: everywhere! Archive: for everyone! Archive: Make it easy! DEMAdoc rende facile l archivio: pratico, efficace, di agevole utilizzo è un sistema web based di gestione (archiviazione,

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 Servizi per le aziende Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 L applicativo studiato per la trasmissione delle comunicazioni obbligatorie

Dettagli

2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011. Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l.

2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011. Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l. 2G, l evoluzione della piattaforma Team nel Web 2.0 Roma, 7 dicembre 2011 Andrea Carnevali R&D Director GESINF S.r.l. Il progetto 2G è il nome della piattaforma che consentirà l evoluzione tecnologica

Dettagli

Linee guida delle procedure descritte nel presente manuale

Linee guida delle procedure descritte nel presente manuale Linee guida delle procedure descritte nel presente manuale 1. Registrazione utenti Per essere abilitati all invio delle comunicazioni è necessario che il datore di lavoro (soggetto obbligato) o suo delegato

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB L applicazione realizzata ha lo scopo di consentire agli agenti l inserimento via web dei dati relativi alle visite effettuate alla clientela. I requisiti informatici

Dettagli

Guida di addestramento Introduzione alle Comunicazioni Obbligatorie [COB] SINTESI

Guida di addestramento Introduzione alle Comunicazioni Obbligatorie [COB] SINTESI SINTESI Introduzione alle Comunicazioni Obbligatorie [COB] Questo documento è una guida al sito dedicato alle aziende: archivio delle comunicazioni obbligatorie che i datori di lavoro sono tenuti ad effettuare

Dettagli

Software Servizi Web UOGA

Software Servizi Web UOGA Manuale Operativo Utente Software Servizi Web UOGA S.p.A. Informatica e Servizi Interbancari Sammarinesi Strada Caiese, 3 47891 Dogana Tel. 0549 979611 Fax 0549 979699 e-mail: info@isis.sm Identificatore

Dettagli

I MODULI Q.A.T. PANORAMICA. La soluzione modulare di gestione del Sistema Qualità Aziendale

I MODULI Q.A.T. PANORAMICA. La soluzione modulare di gestione del Sistema Qualità Aziendale La soluzione modulare di gestione del Sistema Qualità Aziendale I MODULI Q.A.T. - Gestione clienti / fornitori - Gestione strumenti di misura - Gestione verifiche ispettive - Gestione documentazione del

Dettagli

Sistema Pagamenti del SSR

Sistema Pagamenti del SSR Sistema Pagamenti del SSR Utente del sistema di fatturazione regionale Manuale Utente Versione 1.2 del 15/01/2014 Sommario Sistema Pagamenti del SSR Utente del sistema di fatturazione regionale Manuale

Dettagli

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE NOTE CARATTERISTICHE Il modulo idw Amministrazione Finanza e Controllo si occupa di effettuare analisi sugli andamenti dell azienda. In questo caso sono reperite informazioni

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

La procedura informatica del sistema di Incident Reporting. Manuale d uso a cura di Renata De Candido

La procedura informatica del sistema di Incident Reporting. Manuale d uso a cura di Renata De Candido La procedura informatica del sistema di Incident Reporting Manuale d uso a cura di Renata De Candido L ARSS ha implementato una procedura informatica che consente la registrazione e l archiviazione dei

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia

Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia Perugia 26 27 settembre Sala dei Notari 1 Il progetto della Borsa Lavoro Edile Nazionale La realizzazione della borsa lavoro per il settore dell edilizia è

Dettagli

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000)

Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Protocollo Informatico (D.p.r. 445/2000) Ricerca veloce degli atti, archiviazione, fascicolazione ed inventario semplice e funzionale Collegamento tra protocolli tramite la gestione dei fascicoli e visualizzazione

Dettagli

Introduzione all elaborazione di database nel Web

Introduzione all elaborazione di database nel Web Introduzione all elaborazione di database nel Web Prof.ssa M. Cesa 1 Concetti base del Web Il Web è formato da computer nella rete Internet connessi fra loro in una modalità particolare che consente un

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza di rete. Questo documento è stato

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

STANDARD. Descrizione

STANDARD. Descrizione STANDARD Caratteristiche Prerequisiti Di seguito sono descritte le caratteristiche, le modalità d erogazione, d attivazione e d uso dei servizi oggetto della Convenzione. Tutti i servizi oggetto della

Dettagli

I SERVIZI ONLINE DEL PORTALE LAVORO E FORMAZIONE. Dott. Giorgio Santarello Dirigente Settore Lavoro e Formazione Provincia di Padova

I SERVIZI ONLINE DEL PORTALE LAVORO E FORMAZIONE. Dott. Giorgio Santarello Dirigente Settore Lavoro e Formazione Provincia di Padova I SERVIZI ONLINE DEL PORTALE LAVORO E FORMAZIONE Dott. Giorgio Santarello Dirigente Settore Lavoro e Formazione Provincia di Padova Punto di partenza - Crisi economica del Mercato del Lavoro (utenza aumentata

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 indice Xp pro.qxd 4-04-2002 19:42 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Sistemi operativi Windows di nuova generazione 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Introduzione alla famiglia Windows XP 1 Windows XP Home

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy)

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell Art. 13 del D.LGS. 196/2003 (C.D. Codice Privacy) Prima di accedere al sito internet di Sigla Srl ( www.siglacredit.it ) e di utilizzarne le

Dettagli

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Community_IRDATfvg_ManualeUtente_Vers._1.1 1 INDICE 2. La Comunità virtuale IRDAT fvg...3 3. I servizi della Comunità...3 4. La struttura della Comunità...4 5.

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali

SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali SIEL - Soluzioni Integrate Enti Locali Filosofia di funzionamento del sistema SIEL Il pacchetto Integrato Enti Locali, realizzato in ambiente con linguaggi di ultima generazione, consente all Ente Locale

Dettagli

Oggetto: riepilogo circolare

Oggetto: riepilogo circolare Oggetto: riepilogo circolare Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale. Avviso pubblico rivolto

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE S.I.A.R. SISTEMA INFORMATIVO AGRICOLO REGIONALE PROGETTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE DI COMUNICAZIONE - Febbraio 2005 - --- Servizio Affari Generali e Amministrativi, Sistema Informativo

Dettagli

METIDE/RUBENS. dei servizi per l impiego. e per l orientamento. Roma, febbraio 2005. CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali

METIDE/RUBENS. dei servizi per l impiego. e per l orientamento. Roma, febbraio 2005. CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali METIDE/RUBENS Modello integrato per la gestione in qualità dei servizi per l impiego e per l orientamento CESOS Centro di Studi Economici Sociali e Sindacali Roma, febbraio 2005 IL CONTESTO POLITICO ED

Dettagli

14 maggio 2010 Versione 1.0

14 maggio 2010 Versione 1.0 SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN SISTEMA PER LA RILEVAZIONE DELLA QUALITÀ PERCEPITA DAGLI UTENTI, NEI CONFRONTI DI SERVIZI RICHIESTI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ATTRAVERSO L'UTILIZZO DI EMOTICON. 14 maggio

Dettagli

Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione

Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione Provincia di Lecce Settore Politiche Culturali, Sociali, di Parità e del Lavoro Servizio Formazione e Lavoro Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione Versione 1.0 Marzo 2012 Sommario Portale Sintesi...3

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Servizio

Allegato Tecnico al Contratto di Servizio FatturaPA Fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione Allegato Tecnico al Contratto di Servizio Allegato Tecnico al Contratto di Servizio fattura PA Versione gennaio 20145 Pagina 1 di 7

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Protezione delle informazioni in SMart esolutions

Protezione delle informazioni in SMart esolutions Protezione delle informazioni in SMart esolutions Argomenti Cos'è SMart esolutions? Cosa si intende per protezione delle informazioni? Definizioni Funzioni di protezione di SMart esolutions Domande frequenti

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM.

Mainframe Host ERP Creazione immagini/archivio Gestione documenti Altre applicazioni di back-office. E-mail. Desktop Call Center CRM. 1 Prodotto Open Text Fax Sostituisce gli apparecchi fax e i processi cartacei inefficaci con la consegna efficace e protetta di documenti elettronici e fax utilizzando il computer Open Text è il fornitore

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata Turbodoc Archiviazione Ottica Integrata Archiviazione Ottica... 3 Un nuovo modo di archiviare documenti, dei e immagini... 3 I moduli di TURBODOC... 4 Creazione dell armadio virtuale... 5 Creazione della

Dettagli

Manuale di installazione per scarico referti FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico)

Manuale di installazione per scarico referti FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico) Pag. 1 di 13 Manuale di insta per scarico referti FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico) Versione 02 INDICE 1. SCOPO E RIFERIMENTI DEL DOCUMENTO... 2 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 2 1.2 RIFERIMENTI... 2 2.

Dettagli

Sistema Accordo Pagamenti

Sistema Accordo Pagamenti REGIONE LAZIO Dipartimento Economico ed Occupazionale Direzione Economia e Finanza Sistema Accordo Pagamenti - Aziende di Service - Procedura di Test e Validazione flussi xml Versione 1.0 Data : 04 Maggio

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000

USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 VERITAS StorageCentral 1 USO OTTIMALE DI ACTIVE DIRECTORY DI WINDOWS 2000 1. Panoramica di StorageCentral...3 2. StorageCentral riduce il costo totale di proprietà per lo storage di Windows...3 3. Panoramica

Dettagli

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST

Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo. Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Sicurezza: esperienze sostenibili e di successo Accesso unificato e sicuro via web alle risorse ed alle informazioni aziendali: l esperienza FERPLAST Dott. Sergio Rizzato (Ferplast SpA) Dott. Maurizio

Dettagli

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015)

Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/2015) Specifiche Tecniche e Funzionali Applicativo DIAGNOS PLUS (09/205) Circolarità Anagrafica in Comuni sino a 00.000 abitanti Indice Scopo del Documento 3 DIAGNOS PLUS, lo scenario 3 DIAGNOS PLUS, a cosa

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

Antonio Brunetti, Mathias Galizia, Fabio Campanella

Antonio Brunetti, Mathias Galizia, Fabio Campanella Atti Progetto AQUATER, Bari, 31 ottobre 2007, 9-14 LA BANCA DATI DEI PROGETTI DI RICERCA E L ARCHIVIO DOCUMENTALE DEL CRA Antonio Brunetti, Mathias Galizia, Fabio Campanella Consiglio per la Ricerca e

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

SERVICE BROWSER. Versione 1.0

SERVICE BROWSER. Versione 1.0 SERVICE BROWSER Versione 1.0 25/09/2008 Indice dei Contenuti 1. Scopo del documento... 3 2. Introduzione... 3 3. Accordi di Servizio... 4 4. Servizi... 5 5. Servizio: Schede Erogatori... 8 6. Servizio:

Dettagli

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Caratteristiche tecniche Box in acciaio inox adatto alle intemperie Panel PC industrial all in one con schermo da 11 Touch screen equipaggiato con S.O. windows

Dettagli

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee DATABASE IN RETE La gestione informatizzata di un Centro Cefalee Reti Informatiche Database relazionali Database in rete La gestione informatizzata di un Centro Cefalee RETI INFORMATICHE Per connettere

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196 Comunica Facile. Non più tante comunicazioni cartacee, ma una: unica e on-line. A partire da marzo 2008, per comunicare l assunzione di un nuovo lavoratore, non dovrai più compilare modelli differenti

Dettagli

Servizi remoti Xerox Un passo nella giusta direzione

Servizi remoti Xerox Un passo nella giusta direzione Servizi remoti Xerox Un passo nella giusta direzione Diagnosi dei problemi Valutazione dei dati macchina Problemi e soluzioni Garanzia di protezione del cliente 701P41696 Descrizione generale di Servizi

Dettagli

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO

Allegato 1 CIG 58703795FF PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER SERVICE MASHUP AND DELIVERY CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura... 3 2 Composizione della Fornitura... 3 2.1 Piattaforma

Dettagli

Gestione WEB Viaggi e Turismo

Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 1 di 11 Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 2 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 2. CARATTERISTICHE E VANTAGGI DI IN.TOUR...4 3. FUNZIONALITA E STRUTTURA SOFTWARE E HARDWARE...6 4. STRUTTURA E CONTENUTI

Dettagli

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo

Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Direzione Centrale per le Politiche dell Immigrazione e dell Asilo SUI Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico domande di nulla osta al lavoro, al ricongiungimento familiare e conversioni

Dettagli

Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema

Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema Le Soluzioni Tango/04 per adempiere alla normativa sugli amministratori di sistema Normativa del Garante della privacy sugli amministratori di sistema la normativa: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?id=1577499

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema

COMUNE DI ROVIGO Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato. Descrizione tecnico economica del sistema Sistema di controllo accessi per Zone a Traffico Limitato Descrizione tecnico economica del sistema Indice INDICE... 2 1. OBIETTIVI... 3 2. DESCRIZIONE GENERALE DEL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI... 5 2.1.

Dettagli

Scheda requisiti Hardware e Software per Arca Evolution ed Arca ego

Scheda requisiti Hardware e Software per Arca Evolution ed Arca ego Aggiornato ad Aprile 2015 Scheda requisiti Hardware e Software per Arca Evolution ed Arca ego Premessa Arca è un software gestionale con architettura Client/ sviluppato per i sistemi operativi Microsoft.

Dettagli

www.suap.info Sommario

www.suap.info Sommario SwG-SUAP SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE www.suap.info Sommario L ARCHITETTURA DEL SISTEMA LE FUNZIONALITA EVOLUZIONI PREVISTE AREA UTENTI

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli