Il Forum Nazionale dei Giovani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Forum Nazionale dei Giovani"

Transcript

1 Il Forum Nazionale dei Giovani Che cos'è? Il Forum Nazionale dei Giovani (FNG), riconosciuto con la Legge 30 dicembre 2004, n. 311 dal Parlamento Italiano, è l unica piattaforma nazionale di organizzazioni giovanili italiane con oltre 80 sigle al suo interno. Il suo scopo principale è quello di porsi come interlocutore privilegiato delle Istituzioni e della società civile, con l'obiettivo di rappresentare le eterogenee realtà giovanili che aderiscono alla piattaforma e che rappresentano lo specchio delle giovani generazioni del nostro Paese. Come si legge nel manifesto fondativo, la missione è porre al centro del dibattito politico e dell iniziativa sociale il valore dei giovani: la crescita personale e l integrazione delle nuove generazioni rappresentano nei fatti le sfide decisive per garantire la qualità sociale e la democrazia nel nostro Paese. Inoltre, il Forum è presso Bruxelles il membro italiano del Forum Europeo della Gioventù (European Youth Forum, YFJ), organismo che rappresenta gli interessi dei giovani europei presso le istituzioni internazionali. Progettualità Il FNG si propone come interlocutore privilegiato anche per quello che concerne la formazione rivolta alla società civile e nello specifico ai giovani, in quanto piattaforma rappresentativa di tutte le realtà giovanili italiane del terzo settore. Da alcuni anni ormai il Forum gode di una convenzione stabile con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha istituito un suo Centro Studi presso il CNEL (Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro) e ha un rapporto diretto con diversi Ministeri ed enti locali (Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero della Gioventù, il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero del Lavoro, il Ministero delle Pari Opportunità, l Agenzia Nazionale dei Giovani ), oltre che con le principali reti associative del terzo settore italiano. Sul piano internazionale ha portato a termine diverse progettualità congiuntamente con Consiglio di Europa, Commissione Europea, Nazioni Unite, Forum Europeo della gioventù, Lega Araba e Banca Mondiale. A questo riguardo é dal 2012 Coordinatore del progetto, finanziato dal programma di apprendimento permanente (Lifelong Learning Programme LLP) della Commissione Europea, Southern R-Evolution, empowering non formal education che vede la partecipazione di 9 Consigli nazionali della gioventù Europei. Pool dei formatori - Introduzione Il Pool nazionale dei formatori (Pool of Trainers, PoT) del FNG è stato costituito nel 2010 come risultato del processo di cooperazione fra i Consigli Nazionali Giovanili Europei e Africani in ambito educativo e formativo. Rispondendo al macro obiettivo di sviluppare competenze trasversali nella società civile

2 nell'ambito di processi di apprendimento permanente, il PoT sempre più si pone come una risorsa fondamentale per le associazioni che compongono il FNG, ma anche per le istituzioni che ne richiedono il supporto. Il PoT è composto da 15 persone selezionate su base nazionale e appartenenti ad associazioni giovanili di diversa natura, sia aderenti che non aderenti alla piattaforma. Tale diversità e un fondamentale valore aggiunto in un gruppo nato con lo spirito di realizzare una comunità di apprendimento, dove lo scambio e la condivisione di esperienze formative e lavorative sia alla base del lavoro quotidiano per aumentare il livello della qualità e dell impatto delle attività formative implementate. Il Pool svolge principalmente due tipi di attività: Formazione. In base alle necessità del committente vengono selezionati i formatori con competenze specifiche nell'ambito richiesto, al fine di preparare e implementare una proposta formativa coerente con gli obiettivi preposti e i risultati attesi, che sviluppi competenze specifiche nel gruppo che partecipa alle attività di formazione; Facilitazione. Il formatore ha il ruolo di creare delle dinamiche che facilitano la condivisione delle opinioni, delle idee e dei problemi, al fine di creare delle forme di comunicazione orizzontali volte a favorire i processi decisionali condivisi, la partecipazione attiva e la presa di responsabilità di tutti gli attori coinvolti nel processo. Il gruppo di formatori ha sviluppato competenze specifiche nell'ambito dell'educazione non formale grazie all'esperienza acquisita a livello europeo attraverso i programmi di mobilità e formazione LLP (Lifelong Learning Programme, Programma di Apprendimento Permanente) e YiA (Youth in Action, Gioventu in Azione). Gli ambiti tematici di competenza nella progettazione e implementazione di attività formative, tra gli altri, sono: educazione alla cittadinanza globale; partecipazione e cittadinanza attiva; processi decisionali partecipati; mediazione e risoluzione dei conflitti; dialogo interculturale; dialogo interreligioso; team building; dialogo strutturato società civile e istituzioni; politiche giovanili; educazione ai diritti umani e allo sviluppo sostenibile; educazione ambientale e cambiamenti climatici; inclusione sociale dei soggetti svantaggiati; disabilità; educazione di genere; educazione alla salute;

3 dialogo intergenerazionale. Che cos è? L'educazione non formale L'Educazione Non Formale (ENF) è uno strumento ormai largamente diffuso tra le realtà associative giovanili e si è evoluta in una metodologia specifica ed efficace. L ENF è : Volontaria. I discenti partecipano alle attività di ENF per loro iniziativa; Intenzionale. Le attività sono progettate per raggiungere obiettivi precisi; Partecipativa. I giovani partecipano attivamente nella progettazione ed implementazione dei programmi della attività; Consapevole. I discenti sono coscienti di star apprendendo; Orientata al processo e all apprendimento dei discenti. Quanto accade durante il processo di apprendimento è di grande importanza perché permette al discente di scegliere cosa apprendere e quali competenze sviluppare. L'ENF è stata riconosciuta da numerosi documenti ufficiali 1 a livello europeo come metodologia educativa complementare all'educazione formale e informale. In particolare, sempre più si pone come strumento fondamentale per lo sviluppo di competenze trasversali negli individui nell'ambito di processi di apprendimento permanente: imparare ad imparare, competenze sociali e di cittadinanza, imprenditorialità e creatività, espressione artistica e culturale. In particolare, è interessante sottolineare come l'enf punti sullo sviluppo di competenze intese in senso lato relativamente a tre diverse aree dell'apprendimento: sapere, saper fare, saper essere. E-learning Oltre alle modalità tradizionali di utilizzo dell'enf, il FNG e il suo PoT si stanno sperimentando nello sviluppo di modalità di apprendimento, esprimendo quindi una forte volontà di inserirsi nel contesto delle piattaforme e-learning. I concetti di formazione a distanza e, in particolare, di e-learning non sono di per sé innovativi ma 1 Quali ad esempio: il Libro Bianco Un nuovo impulso per la gioventù europea - COM (2001) 681 del 2001; la Comunicazione della Commissione al Consiglio d Europa - COM (2003) 184 del 2003; la pubblicazione sull'educazione Non-Formale adottata dal Consiglio delle organizzazioni Membro del Forum Europeo della Gioventù (YFJ), Assemblea Generale Straordinaria 2-3 Maggio 2008 (Castelldefels, Catalonia Spagna).

4 assumono un particolare significato nel momento in cui sono proposti come strumenti di diffusione alternativa del sapere. Infatti proporre le metodologie e-learning nell'ambito del modello di ENF, che già di per sé modifica i normali standard/modelli formativi e d'apprendimento, sembra essere una nuova opportunità di inclusione capace di venire incontro a un ampio spettro di esigenze e bisogni giovanili: necessità di partecipare in modo interattivo a percorsi di formazione intensivi e nello stesso tempo perfettamente modificabili sulla base dei tempi d'accesso dei partecipanti; il bisogno di personalizzazione dei modelli formativi, nonché di accompagnamento costante ma responsabilizzante da parte del formatore nei confronti di chi apprende; il bisogno di flessibilità dei contenuti educativi e di partecipare attivamente alla costruzione/sviluppo dei moduli formativi da parte dei discenti. Consapevoli quindi dell'importanza e della potenzialità di tale metodologia, sia il FNG che il PoT hanno scelto di adottare piattaforme e-learning per implementare e promuovere le proprie attività. In particolare, ad oggi sono due gli strumenti di e-learning utilizzati: la piattaforma creata per il progetto NFE - South R-Evolution la piattaforma di lavoro ad uso interno del PoT, grazie alla quale sarà anche possibile programmare e creare Training Courses Online rivolti ai giovani. Breve storia del PoT 2010: Incontro annuale dei formatori FNG con l'obiettivo di condividere approcci formativi e metodologici nell'ambito dell'educazione non formale e i suoi ambiti di sviluppo; Luglio 2010, Ragusa: Formazione di formatori Competenze di mediazione interculturale per l inclusione sociale e il dialogo giovanile mediterraneo un approccio educativo dei Consigli Nazionali Giovanili (Inter-cultural mediation skills for Social Inclusion and Mediterranean Youth Dialogue - a National Youth Councils educational approach. Training for Trainers). La formazione ha coinvolto 35 giovani provenienti da Consigli Nazionali Giovanili Europei e associazioni giovanili arabe. Gli obiettivi dell'incontro erano di arricchire le competenze dei partecipanti nell'ambito della risoluzione dei conflitti e del dialogo interculturale. I formatori hanno successivamente facilitato la Conferenza Giovanile Euro-Araba; Luglio 2010, Ragusa: Conferenza Giovanile Euro-Araba sul Gioventu, Migrazione e Sviluppa (Euro Arab Youth Conference on Youth, Migration and Development). La conferenza è stata organizzata in partenariato fra FNG, Consiglio d'europa, Forum Europeo della Gioventù, Lega degli Stati Arabi, a cui hanno partecipato 200 giovani provenienti dai paesi europei e dai paesi arabi. Le tematiche affrontare sono state migrazione, sviluppo sostenibile, educazione non formale e hanno portato

5 ad alla Dichiarazione di Ragusa; Novembre 2010, Cosenza: Proposta L incontro annuale di FNG coinvolge i giovani appartenenti alle associazioni giovanili italiane per creare momenti di democrazia diretta volti a stimolare la riflessione, il dibattito e le proposte fra i giovani e le istituzioni attraverso il dialogo strutturato; Febbraio 2011, Roma: Formazione di moltiplicatori e facilitatori Cooperazione Giovanile Euro-mediterranea: peacekkeping giovanile e formazione interculturale per eradicare la poverta e l esclusione sociale (Euro-Med Youth Cooperation: youth peacekeeping and intercultural training for Combating Poverty and Social Exclusion.Training for multipliers and facilitators). Il corso di formazione ha avuto come obiettivo la condivisione di modelli di cittadinanza attiva e di tecniche di facilitazione nell'ambito Euro-Mediterraneo agli albori delle Primavere Arabe. La proposta progettuale è stata focalizzata sul bisogno e l'opportunità di creare un centro di formazione Euromediterraneo; Febbraio 2011, Roma: Assemblea Generale FNG. Durante l Assemblea sono state identificate le 10 priorità italiane relative al tema dell'occupazione giovanile nella cornice processo di dialogo strutturato a livello dell'unione Europea durante il semestre di Presidenza Ungherese. I risultati emersi sono stati inviati alla Commissione Europea e al Forum Europeo della Gioventù; Marzo Settembre 2011: Crossing Euro-African with Global Youth Work. Il progetto rientrava nel processo di cooperazione fra Consigli Nazionali Giovanili del sud Europa e dei Paesi Africani di lingua portoghese. Il progetto è stato strutturato in 5 fasi, divise in incontri internazionali e attività nazionali, che hanno coinvolto 11 leader politici dei Consigli Giovanili e 11 educatori negli incontri internazionali e circa 500 giovani nelle attività nazionali dei rispettivi paesi; Aprile Giugno Settembre 2011: Eurogames. Ciclo di corsi di formazione per formatori internazionali di 10 giorni l'uno, per l'inclusione sociale dei giovani con disabilità nei processi formativi di educazione non formale; Maggio 2011: Incontro bilaterale di cooperazione giovanile Italia Russia. L'incontro ha avuto come obiettivo di condividere buone prassi e ricercare punti in comune per consolidare il rapporto di cooperazione fra i due Consigli Nazionali Giovanili; Giugno 2011: Incontro nazionale dei formatori FNG. L incontro ha avuto lo scopo di rafforzare il processo team building e condivisione di metodologie educative all'interno del gruppo di formatori. La metodologia utilizzata è stata l'educazione globale, un approccio olistico dell'educazione non-formale che tiene conto delle dinamiche di interdipendenza glocali; Ottobre 2011, Firenze: Proposta Nella sua edizione 2011, l incontro annuale di FNG a coinvolto giovani appartenenti alle associazioni giovanili italiane per creare momenti di democrazia diretta volti a stimolare la riflessione, il dibattito e le proposte fra i giovani e le istituzioni attraverso il dialogo strutturato; Ottobre 2011, Firenze: Mappatura delle organizzazioni giovanili che rappresentano la Diaspora Africana in Italia. L incontro organizzato in collaborazione con il network europeo ADYNE African Diaspora Youth Network in Europe con l'obiettivo di

6 creare una rete italiana di giovani con orgini Africane e background migratorio e di stabilire le priorità nazionali su questo frangente; Luglio -Agosto 2012, Alghero: Incontro dei Consigli Giovanili del Sud Europa (Southern Youth Councils meeting). L incontro e organizzato in collaborazione con il network europeo SYC con l'obiettivo di discutere e proporre soluzioni creative alle tematiche relative al volontariato, la disoccupazione giovanile, i diritti dei giovani ed il capacity building. I risultati delle sessioni sono stati elaborati ed inviati al Forum Europeo della Gioventú per la successiva integrazione nel piano di lavoro giovanile Europeo; Ottobre 2012, Milano: Corso in educazione ai diritti umani per l inclusione sociale in Italia. Il corso di formazione e stato organizzato in collaborazione con il network europeo ADYNE African Diaspora Youth Network in Europe ed il Consiglio d Europa; Giugno 2013, Salerno: Workshop per i forum locali della Campania e Assemblea Generale FNG. L evento congiunto e stato il momento per identificare le priorità relative al tema dell'inclusione sociale dei giovani processo di dialogo strutturato a livello dell'unione Europea durante la Presidenza di Irlanda - Lituania- Grecia. I risultati emersi sono stati inviati alla Commissione Europea e al Forum Europeo della Gioventu ; Luglio-Agosto 2013, Alghero: Universita Estiva sud-europea (Southern European Summer University). Dopo il successo riscontrato nel 2012 con l'incontro dei Consigli Nazionali della Gioventù del Sud Europa, il FNG ha organizzato la prima Southern European Summer University che ha visto la partecipazione di 60 giovani leader europei. L'obiettivo dell'evento è stato quello di creare uno spazio di riflessione comune sulle tematiche relative alla cittadinanza, la rappresentanza delle organizzazioni giovanili nei consessi europei e nazionali, il capacity building, il ruolo e le proposte per i nuovi programmi europei sulla gioventù che partiranno nel Per informazioni: Ilaria Esposito Coordinatrice del Pool dei Formatori FNG Forum Nazionale Giovani Sede operativa: Via Novara 41, Roma tel cell fax

Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo

Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo Progetto YouthLab : strutture e servizi per la promozione dell innovazione nelle politiche giovanili e di accompagnamento allo stiluppo Progetto YouthLab: azioni e strumenti per la promozione dell innovazione

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Cognome /Nome Indirizzo Cicala Federica Informazioni personali Via Valentino Mazzola n 38, 00142, Roma Telefono +39 06 5033101 Mobile: +39 328 8980572 E- mail federica.cicala@gmail.com

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE

Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE DI COSA PARLEREMO? ERASMUS PLUS Il passaggio dalla vecchia programmazione ad Erasmus Plus I Paesi Eligibili Gli obiettivi generali del bando

Dettagli

INFODAY Sassari, 15 aprile 2014

INFODAY Sassari, 15 aprile 2014 INFODAY Sassari, 15 aprile 2014 la mobilità dei giovani per l apprendimento Agenzia Nazionale per i Giovani L Europa deve fornire ai propri cittadini l istruzione, le competenze e la creatività necessarie

Dettagli

Programma Attività 2015 Forum Nazionale dei Giovani

Programma Attività 2015 Forum Nazionale dei Giovani Programma Attività 2015 Forum Nazionale dei Giovani Allegato alla convenzione sottoscritta con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013

DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO. Gioventù Azione 2007-2013 DECISIONE N. 1719/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL CONSIGLIO Gioventù in Azione 2007-2013 GIOVENTU IN AZIONE 2007 2007-20132013 è un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 anni promuove la mobilità

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Erasmus+: obiettivi generali Il programma Erasmus+ contribuisce

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Un Programma unico per l istruzione, l la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato

Dettagli

Il programma ERASMUS PLUS

Il programma ERASMUS PLUS Il programma ERASMUS PLUS Nel Gennaio 2014 avrà inizio Erasmus +, il nuovo programma europeo per l'educazione, la formazione, i giovani e lo sport per gli anni 2014-2020. Il programma è stato adottato

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 51 DEL 24 SETTEMBRE 2007

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 51 DEL 24 SETTEMBRE 2007 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 3 agosto 2007 - Deliberazione N. 1449 - Area Generale di Coordinamento N. 17 - Istruzione - Educazione - Formazione Professionale - Politica Giovanile e

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

Widening the future Improving guidance intervention at school

Widening the future Improving guidance intervention at school Lifelong Learning Programme 2007 2013 Comenius Multilateral Projects Widening the future Improving guidance intervention at school PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Questo progetto è promosso, nell'ambito del

Dettagli

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA

PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA PROMUOVERE L ACCESSIBILITA DELLE INFORMAZIONI PER UN APPRENDIMENTO PER TUTTO L ARCO DELLA VITA L accesso all informazione è un diritto fondamentale di ogni studente, con o senza disabilità e/o specifiche

Dettagli

Comer Academy. La sede

Comer Academy. La sede Comer Academy Nata nel 2008 per sostenere il processo di cambiamento dell azienda, Comer Academy è il centro per la diffusione della cultura dell eccellenza alla base del modello di business di Comer Industries.

Dettagli

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+ ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ Erasmus+ KA1 Obiettivi Generali Migliorare le competenze chiave e le capacità dei giovani, inclusi quelli con minori

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Un nuovo approccio Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Le occasioni lavorative esistono ma si rileva un gap fra competenze e loro impiegabilità nel mondo del lavoro Requisiti

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

Youth Work School. L idea

Youth Work School. L idea Youth Work School L idea Da sempre l Unione Europea ha messo al centro le tematiche giovanili per favorire l integrazione degli Stati membri a partire dalle nuove generazioni. L attuale Strategia U.E.

Dettagli

Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea

Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea Prof.ssa Luias Marci Corona AEDE internazionale Traduzione lavori Cordoba 3 febbraio 2012 Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea Questo Quadro di Riferimento

Dettagli

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398)

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) MEMO/11/818 Bruxelles, 23 novembre 2011 Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) Cos'è Erasmus per tutti? Erasmus per tutti è il nuovo programma proposto dalla Commissione europea nel

Dettagli

CEMEA del MEZZOGIORNO onlus

CEMEA del MEZZOGIORNO onlus CEMEA del MEZZOGIORNO onlus Chi siamo L associazione CEMEA del Mezzogiorno onlus (Centri di Esercitazione ai Metodi dell Educazione Attiva) promuove l apprendimento attraverso la mobilità internazionale

Dettagli

CIF. CentroInternazionaledi Formazione. Il Centro dell ILO a Torino Apprendimento e formazione sul mondo del lavoro

CIF. CentroInternazionaledi Formazione. Il Centro dell ILO a Torino Apprendimento e formazione sul mondo del lavoro CIF CentroInternazionaledi Formazione Il Centro dell ILO a Torino Apprendimento e formazione sul mondo del lavoro 1 Introduzione In qualità di istituzione per l apprendimento e la condivisione della conoscenza,

Dettagli

DOCUMENTAZIONE. Portale italiano dei giovani

DOCUMENTAZIONE. Portale italiano dei giovani DOCUMENTAZIONE Rapporto Istruzione e Formazione nell'europa 2020 Pubblicato dalla Rete Eurydice, il rapporto presenta un analisi comparativa delle risposte nazionali alle priorità dell Europa 2020 nel

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*.

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. (*Il presente articolo è frutto esclusivo del pensiero dell Autore e non impegna in alcun modo l Amministrazione

Dettagli

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013

Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori. Rieti, 5 novembre 2013 Programmazione FSE 2014-2020: definizione dei contenuti e confronto con il partenariato ed i territori Rieti, 5 novembre 2013 Presentazione degli incontri territoriali Finalità degli incontri Dare continuità

Dettagli

VADEMECUM AZIONE 5.1 INCONTRI DEI GIOVANI CON I RESPONSABILI DELLE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ

VADEMECUM AZIONE 5.1 INCONTRI DEI GIOVANI CON I RESPONSABILI DELLE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ VADEMECUM AZIONE 5.1 INCONTRI DEI GIOVANI CON I RESPONSABILI DELLE POLITICHE PER LA GIOVENTÙ Il vademecum intende aiutare i promotori di Incontri di giovani con i responsabili delle politiche per la gioventù

Dettagli

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani NOVEMBRE 2010 S ommario Premessa pag. 4 Un impegno che ha una storia pag. 6 La proposta 2010/2011 pag. 8 Concittadini pag. 10 Fasi

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

VADEMECUM AZIONE 4.3 FORMAZIONE E MESSA IN RETE

VADEMECUM AZIONE 4.3 FORMAZIONE E MESSA IN RETE VADEMECUM AZIONE 4.3 FORMAZIONE E MESSA IN RETE Il vademecum intende aiutare i promotori di progetti di Formazione e messa in rete nella realizzazione di un buon progetto, attraverso un processo logico

Dettagli

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno

A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno A c t i n g D i v e r s i t y Un progetto di teatro interculturale per rifugiati politici e giovani 1 ottobre 2012 30 settembre 2013 Con il sostegno di Anna Lindh Foundation www.euromedalex.org Acting

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

PROGETTO INCREASING EUROPEAN CITIZENSHIP ICE (MIGLIORARE LA CITTADINANZA EUROPEA)

PROGETTO INCREASING EUROPEAN CITIZENSHIP ICE (MIGLIORARE LA CITTADINANZA EUROPEA) Cilap eapn Italia PROGETTO INCREASING EUROPEAN CITIZENSHIP ICE (MIGLIORARE LA CITTADINANZA EUROPEA) PROGRAMMA LIFELONG LEARNING GRUNDTVIG 2012 PARTENARIATO DI APPRENDIMENTO (No. 2012-1-IT2_GRU06_37625_1)

Dettagli

In questo spazio sono sempre disponibili delle note di commento ad ogni slide, con informazioni aggiuntive ed integrative rispetto alla presentazione

In questo spazio sono sempre disponibili delle note di commento ad ogni slide, con informazioni aggiuntive ed integrative rispetto alla presentazione In questo spazio sono sempre disponibili delle note di commento ad ogni slide, con informazioni aggiuntive ed integrative rispetto alla presentazione complessiva. 1 La slide presenta i contenuti trattati;

Dettagli

etwinning LIVE! I.I.S G.GARIBALDI 18 novembre 2015 Maria Luigia Bizzarri ref.ped.etwinning Marche

etwinning LIVE! I.I.S G.GARIBALDI 18 novembre 2015 Maria Luigia Bizzarri ref.ped.etwinning Marche etwinning LIVE! I.I.S G.GARIBALDI 18 novembre 2015 Maria Luigia Bizzarri ref.ped.etwinning Maria Luigia Bizzarri ref.ped.etwinning ICT Maria Luigia Bizzarri referente pedagogico 3 M.LUIGIA BIZZARRI:REFERENTE

Dettagli

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA Bologna, 30 gennaio 2014 Relatore: Laura Borlone ERASMUS! UN NUOVO PROGRAMMA EUROPEO NEL CAMPO DELL ISTRUZIONE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

Programmi UE di rilevanza per il Settore sociale

Programmi UE di rilevanza per il Settore sociale Programmi UE di rilevanza per il Settore sociale marco mietto L Unione europea si è data cinque obiettivi da realizzare entro la fine del decennio: 1.occupazione: il tasso di occupazione deve essere del

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

Meeting nazionale sulle Politiche giovanili

Meeting nazionale sulle Politiche giovanili Meeting nazionale sulle Politiche giovanili PATTO APERTO PER LA GIOVENTU Oltre la Strategia di Lisbona: la dimensione culturale nello sviluppo sostenibile Urbino 13-14-15-16 Luglio 2005 Investire nella

Dettagli

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO Valorizzare competenze, potenziale e motivazione per il successo personale e aziendale RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO www.ecfconsulenza.it Percorso Formativo:

Dettagli

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning I. Fortunato. MIUR 1 La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning Camerino 18.12. 2008 Il ruolo del Sistema istruzione e della scuola nelle politiche di lifelong learning Considerazioni

Dettagli

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale

Documenti internazionali sulla mobilità, la sicurezza stradale e lo sviluppo sostenibile Raccolta curata dal sito web mobilita&sicurezzastradale ACCORDO di BRISTOL Incontro informale tra i Ministri europei della Politica Urbana CREARE delle COMUNITA SOSTENIBILI in EUROPA Conclusioni della Presidenza Britannica dell UE BRISTOL Dicembre 2005 Meeting

Dettagli

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Prot. MIUR AOODRLO R.U. 1817 del 31/01/2013 Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Dentro il cambiamento L introduzione delle tecnologie e la transizione al

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 28.10.2014 C 382/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVO A PRESENTARE PROPOSTE EACEA/31/2014 Programma Erasmus+, azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche Cooperazione

Dettagli

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale Anna Barbieri B2 Luglio 2014 1 Le nuove sfide Europa 2020 investire

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE

NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE NUOVE TECNOLOGIE E PARTECIPAZIONE GIOVANILE Progettazione e realizzazione di percorsi di cittadinanza attiva attraverso le nuove tecnologie. PREMESSA Abbiamo scelto per semplicità di presentare in questo

Dettagli

Accademia europea di Firenze. Pro-Actors: attori nello sviluppo di comunità e politiche giovanili Progetto n. 2013-1-IT1-LEO02-03599

Accademia europea di Firenze. Pro-Actors: attori nello sviluppo di comunità e politiche giovanili Progetto n. 2013-1-IT1-LEO02-03599 Accademia europea di Firenze nell ambito del Lifelong Learning Programme - Leonardo da Vinci promuove Pro-Actors: attori nello sviluppo di comunità e politiche giovanili Progetto n. 2013-1-IT1-LEO02-03599

Dettagli

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 2020 Le opportunità di mobilità e cooperazione per l istruzione scolastica e per la mobilità dei giovani Fiorenzuola 07 maggio 2014 Programmi a gestione diretta

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2014: terza tappa di un percorso comune

Roma, 29 gennaio 2014: terza tappa di un percorso comune Roma, 29 gennaio 2014: terza tappa di un percorso comune Antonella Bachiorri Centro Italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale (CIREA) Dipartimento di Bioscienze Università degli Studi di Parma Manifesto

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) VISTO il DPR 8 marzo 1999, n. 275 art. 3, c.3: Il Piano dell'offerta formativa è elaborato

Dettagli

Questa terza ed ultima fase prevede la realizzazione di una serie di interventi di seguito descritti:

Questa terza ed ultima fase prevede la realizzazione di una serie di interventi di seguito descritti: Introduzione La Regione del Veneto guarda con ottimismo alle sue risorse più preziose - le risorse umane - per garantire uno sviluppo economico, sociale e occupazionale efficace e duraturo per il futuro

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE

IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE IL WORK-LIFE BALANCE E LE INIZIATIVE INNOVATIVE DI CONCILIAZIONE Il progetto In Pratica Idee alla pari e alcuni esempi di pratiche realizzate e di esperienze regionali di successo IRS Istituto per la Ricerca

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 2 3 Cambiamenti nell istruzione e nel mercato del lavoro XX SECOLO XXI

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CATANIA. Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca

DICHIARAZIONE DI CATANIA. Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca DICHIARAZIONE DI CATANIA Spazio Euromediterraneo dell Istruzione, Alta Formazione e Ricerca Desiderando dare seguito agli orientamenti espressi nella Dichiarazione di Barcellona del 1995 che mira a trasformare

Dettagli

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012

Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 Il programma Lifelong Learning: un ventaglio di opportunità per una scuola in dimensione europea Pietro Michelacci Agenzia nazionale Lifelong Learning Programme Italia Faenza, 20 marzo 2012 1 Gli obiettivi

Dettagli

Progetto Equal COMUNET IT-S2-MDL-374. ABSTRACT del documento. e-learning: teorie e metodologie. Lo stato dell arte

Progetto Equal COMUNET IT-S2-MDL-374. ABSTRACT del documento. e-learning: teorie e metodologie. Lo stato dell arte Progetto Equal COMUNET IT-S2-MDL-374 ABSTRACT del documento e-learning: teorie e metodologie. Lo stato dell arte 1 Gruppo di lavoro Supervisione scientifica: Maria Pia Cavalieri Coordinamento Marco Guspini

Dettagli

INVESTIRE NEL FUTURO

INVESTIRE NEL FUTURO EUROPEAN TRADE UNION COMMITTEE FOR EDUCATION COMITATO SINDACALE EUROPEO DEGLI INSEGNANTI EFEE THE EUROPEAN FEDERATION OF EDUCATION EMPLOYERS INVESTIRE NEL FUTURO Dichiarazione congiunta sull'istruzione,

Dettagli

Conferenza dei Servizi Sociali Europei. World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016

Conferenza dei Servizi Sociali Europei. World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016 Conferenza dei Servizi Sociali Europei World Forum, L'Aia - 20-22 giugno 2016 Il futuro è locale! Responsabilizzare le comunità, combattere la povertà, migliorare i servizi Programma di workshop: chiamata

Dettagli

VADEMECUM AZIONE 2 SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO

VADEMECUM AZIONE 2 SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO VADEMECUM AZIONE 2 SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO Il vademecum intende aiutare i promotori del Servizio Volontario Europeo (SVE), in particolare le organizzazioni proponenti, nella definizione di un buon

Dettagli

2000-2010. ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci

2000-2010. ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

LLP 2007-2013 - Leonardo da Vinci - DOI. Il Ruolo Sociale di TRIO Firenze, 2 Marzo 2012

LLP 2007-2013 - Leonardo da Vinci - DOI. Il Ruolo Sociale di TRIO Firenze, 2 Marzo 2012 LLP 2007-2013 - Leonardo da Vinci - DOI Il Ruolo Sociale di TRIO Firenze, 2 Marzo 2012 NewsJob Becoming Entrepreneurs! Developing New Skills for New Jobs Divenire imprenditori! Sviluppare nuove competenze

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

Ottobre 2010. Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico

Ottobre 2010. Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico Ottobre 2010 Progetto per un programma internazionale di formazione a distanza per l innovazione nel settore pubblico Indice Slide 1 Il contesto Slide 2 Gli obiettivi Slide 3 Formazione orientata alla

Dettagli

Relazione sulle attività svolte da EducAid nel 2012

Relazione sulle attività svolte da EducAid nel 2012 Relazione sulle attività svolte da EducAid nel 2012 Nel corso del 2012 si sono realizzate attività nelle diverse aree di intervento, in risposta ai bisogni socioeducativi rilevati in collaborazione con

Dettagli

I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 2015

I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 2015 I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 201 Il Rapporto di Autovalutazione si articola in Sezioni, o macro aree, accessibili direttamente dalla Home Page per mezzo degli appositi link: CONTESTO; ESITI;

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it - tel 349.3594459 - www.studioamconsulting.it.

dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it - tel 349.3594459 - www.studioamconsulting.it. LE FONTI DI FINANZIAMENTO PUBBLICO E PRIVATO PER IL TERZO SETTORE: ANALISI DELLE OPPORTUNITÀ, DELLE FONTI D INFORMAZIONE, GUIDA ALLA LETTURA DEI BANDI. dr.ssa PALMINA ROMANO promano@studioamconsulting.it

Dettagli

F O R M A R E p e r I N N O V A R E

F O R M A R E p e r I N N O V A R E PRESENTAZIONE PROGETTO PROVINCIA DI FERMO Settore formazione professionale e politiche del lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per le Marche-

Dettagli

Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale

Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale Cittadinanza Attiva e Sostenibilità Ambientale Progetto finanziato dal Dipartimento della Gioventù Contesto e giustificazione del progetto L idea progettuale nasce dalle analisi effettuate sulle esperienze

Dettagli

MUOVITI, PARTECIPA, ATTIVITATI con il SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO! UDINE, 29 NOVEMBRE 2011

MUOVITI, PARTECIPA, ATTIVITATI con il SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO! UDINE, 29 NOVEMBRE 2011 MUOVITI, PARTECIPA, ATTIVITATI con il SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO! UDINE, 29 NOVEMBRE 2011 Noi siamo EX-VOL STRUCTURE: La Struttura Nazionale degli Ex Volontari del Servizio Volontario Europeo Contratto

Dettagli

DIPARTIMENTO RISORSE UMANE. Percorsi di Cittadinanza Attiva

DIPARTIMENTO RISORSE UMANE. Percorsi di Cittadinanza Attiva DIPARTIMENTO RISORSE UMANE Percorsi di Cittadinanza Attiva INDICE 1. Premessa 2. Roma Capitale : volontariato e sussidiarietà orizzontale 3. La valorizzazione delle competenze acquisite : la sperimentazione

Dettagli

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane.

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane. www.beon-dp.com Operiamo in ambito di: Sviluppo Assessment e development Center Valutazione e feedback a 360 Formazione Coaching CHI SIAMO BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione

Dettagli

nome progetto ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto

nome progetto ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto nome progetto ambito d intervento ambito territoriale breve descrizione del progetto Lottare contro i pregiudizi, sguardi diversi sulla disabilità 2014: Rete Bianca e Bernie Assistenza; Salute Associazione

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

HR Team Empowerment. Il New Deal delle Risorse Umane. www.gigroup.eu

HR Team Empowerment. Il New Deal delle Risorse Umane. www.gigroup.eu HR Team Empowerment Il New Deal delle Risorse Umane www.gigroup.eu Cosa è Il modulo HR Team Evolution vuole offrire alle strutture HR uno spazio (all interno di staff meeting, nei kickoff, in eventi ad

Dettagli

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale

Avviso pubblico provinciale Attività formative per apprendisti 2012-2014 Scheda progettuale Descrizione degli strumenti e delle metodologie didattiche Lo sviluppo dell attività di formazione degli apprendisti in termini di competenze di base e trasversali sviluppa il suo percorso attraverso incontri

Dettagli

MANIFESTO. for volunteering in Europe MANIFESTO. per il Volontariato in Europa MANIFEST. voor Vrijwillige inzet in Europa

MANIFESTO. for volunteering in Europe MANIFESTO. per il Volontariato in Europa MANIFEST. voor Vrijwillige inzet in Europa MANIFESTO for volunteering in Europe MANIFESTO per il Volontariato in Europa MANIFEST voor Vrijwillige inzet in Europa This manifesto has been published by the European Volunteer Centre, CEV 2006 in collaboration

Dettagli

Piano Giovani di Zona di TRENTO piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Work in Events Sportello (TN_18_2012)... 1

Piano Giovani di Zona di TRENTO piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Work in Events Sportello (TN_18_2012)... 1 Piano Giovani di Zona di TRENTO piano operativo giovani anno 2012 Sommario Work in Events Sportello (TN_18_2012)... 1 2-11-2012 SCHEDA di presentazione progetti 1 Codice progetto 1 TN_18_2012 2 Titolo

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale PROGETTO MULTIMEDIA SKILL Multimedia Skill è un progetto ideato e promosso da Poliedra Politecnico

Dettagli

Apprendimento Permanente, Leonardo da Vinci Trasferimento dell Innovazione.

Apprendimento Permanente, Leonardo da Vinci Trasferimento dell Innovazione. PROMETEUS NEWSLETTER 2 PROMETEUS PROmoting obility Expertise of Teachers of EU Students Gentile lettore, Benvenuto al secondo numero della newsletter di PROMETEUS, PROmoting Mobility Expertise of Teachers

Dettagli

Il ruolo di etwinning in Erasmus +

Il ruolo di etwinning in Erasmus + Il ruolo di etwinning in Erasmus + Lorenzo Mentuccia Unità nazionale etwinning Agenzia LLP/INDIRE Livorno, 11/11/2013 www.etwinning.net www.etwinning.it La comunità delle scuole europee Erasmus+: 3 Azioni

Dettagli

Politiche educative e iniziative di elearning in Europa

Politiche educative e iniziative di elearning in Europa 1 Politiche educative e iniziative di elearning in Europa Handimatica, 30 novembre 2006 2 Società della Informazione in Europa 1999 eeurope- An Information Society for all 2000 eeurope Action Plan 2002

Dettagli