L ECOGRAFIA CLINICA INTEGRATA NELL ARRESTO CARDIACO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ECOGRAFIA CLINICA INTEGRATA NELL ARRESTO CARDIACO"

Transcript

1 ECOGRAFIA CLINICA IN EMERGENZA URGENZA APPROCCIO BASE Università Cattolica del Sacro Cuore Facolta di Medicina e Chirurgia ROMA MASTER EMERGENZE PEDIATRICHE UNIVERSITA LA SAPIENZA di ROMA Roma, 20 Aprile 2012 Scuola di Ecografia Clinica in Urgenza, D.E.A. U.C.S.C - ROMA L ECOGRAFIA CLINICA INTEGRATA NELL ARRESTO CARDIACO Americo Testa Scuola S.I.M.E.U. di Ecografia Clinica in Emergenza-Urgenza Dipartimento di Emergenza ed Accettazione POLICLINICO UNIVERSITARIO A. GEMELLI L.go A. Gemelli, 8 ROMA Scuola Specialistica S.I.U.M.B. di Ecografia in Emergenza-Urgenza

2 ARRESTO CARDIACO Il giorno dopo, 1894/95. Olio su tela, Oslo. Edvard Munch

3 ALGORITMO ALS PER ARRESTO CARDIACO Non riponde? Apri le vie aeree Cerca segni di vita RCP 30:2 Fino al collegamento del monitor/defibrillatore Valuta il ritmo Defibrillabile (FV/TV senza polso) Non defibrillabile (PEA/Asistolia) 1 Shock J bifasico o 360 monofasico Ricomincia RCP 30:2 per 2 min Ricomincia RCP 30:2 per 2 min Considera cause reversibili: 4I e 4T Ecografia nelle pause

4 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ERC (ALS) / AHA guidelines (ACLS) recommend: 1. Minimal interruption of CPR to reduce the no-flow intervals 2. Identification and Treatment of reversible causes Nolan JP et al. Resuscitation 67: S39-S86, 2005 Hazinski MF et al. Circulation 112: , 2005 Christenson J et al. Circulation 120: , 2009 J.P. Nolan et al. Resuscitation 81: , 2010

5 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO 1. Minimal interruption of CPR to reduce the no-flow intervals La Emergency US non ostacola la RCP 2. Identification and Treatment of reversible causes La Emergency US identifica le cause reversibili di ACC e guida il trattamento Breitkreutz R et al. Crit Care Med 35:S , 2007 Hayhurst C et al. Emerg Med J 28: , 2011

6 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO Quali cause reversibili sono indagabili con US? 4 I Ipovolemia Ipotermia Ipossia Ipo- iperpotassiemia 4T Tamponamento cardiaco PneumoTorace iperteso Tromboembolia polmonare / coronarica Tossici Hughes S and McQuillan PJ. Resuscitation 37: 51, 1998 Hernandez C et al.. Resuscitation 76: , 2008

7 Use of ultrasound imaging during advanced life support ultrasound may be of use in assisting with diagnosis and treatment of potentially reversible causes of cardiac arrest. pp

8 Use of US to detect and treat reversible causes during CPR Sir, We agree with Dr. Sloth and colleagues that ultrasound (including cardiac echocardiography) can have a useful role for identifying and treating reversible causes of cardiac arrest. The use of ultrasound is already recommended in the current guidelines to help treatment of cardiac arrest in certain special circumstances. Soar J, Nolan JP (Letter). Resuscitation doi: /j.resuscitation Echocardiography during CPR: more studies needed Echocardiography during ALS is a promising advance in resuscitation care. However, further studies are needed to help clarify the true value and praticality of ecochardiography in cardiac arrest patients. Its use during CPR appears to be useful in expert hands. Rani Robson (Editorial). Resuscitation 81: , 2010.

9 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO Cardiac contractile activity visualized on bedside US may be used as prognostic factor in cardiac arrest Immediate subxiphoid or parasternal cardiac ultrasound examination by EP plus brief repeat US examination during the CPR when pulses were checked. 169 out-of-hospital pts with cardiac arrest: 65/169 had asystole, 38/169 had PEA and 66/169 had VF. 136/169 without wall motion on US: no survived 33/169 with wall motion on US: 20/33 survived. Cardiac standstill on US resulted in a positive predictive value of 100% for death in the ED, with a negative predictive value of 58%. It may be an additional marker for cessation of resuscitative efforts. Blaivas M., Fox JC. Academic Emergency Medicine 8: , 2001 Salen P et al. Acad Emerg Med 8: , 2001 Tayal VS, Kline JA. Resuscitation 59: , 2003

10 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO Cardiac contractile activity visualized on bedside US may be used as prognostic factor in cardiac arrest after trauma The pericardial view of the FAST can differentiate between patients with and without organized cardiac activity and may assist in the decision to terminate ongoing resuscitation. 28 pts presenting to a trauma center who had PEA: 12/28 patients had contractile cardiac activity on US; 3/12 survived, with tension pneumothorax, tension hemothorax, and hypovolemia. Bedside US may identify those patients with potential for survival. Schuster KM et al.. J Trauma 67: , 2009

11 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO It may not be an additional marker for cessation of resuscitative efforts. Initial lack of cardiac motion in 18/20 patients: it returned in 4/18, of whom 2 survived. Lack of cardiac motion on single10 sec evaluation alone is not a reliable indication to stop CRP (NPV of 97% for predicting ROSC). On the other hand, vigorous cardiac motion is a powerful reason to continue CRP (PPV of 55% for predicting ROSC). ECoCG verification of a pseudo-pea state enabled additional treatment and cessation of chest compressions. It is associated to high rate of ROSC (15/16 = 94%). Varriale P and Maldonado JM. Crit Care Med 25: , 1997 Hayhurst C et al. Emerg Med J 28: , 2011 Prosen G et al. J Intern Med Res 38: , 2010 Breitkreutz R et al. Resuscitation 81: , 2010

12 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO Many of the conditions underlying PEA are associated with specific cardiac US findings ECHOCARDOGRAPHIC observation in conjunction with conventional CPR in 20 in-hospital patients. PORTABLE echocardiographic system and alerted CARDIOLOGY team skilled in this technique. ECHOCARDOGRAPHIC examination feasible during CPR and may depict the cause of cardiac arrest: PULMONARY EMBOLISM, CARDIAC TAMPONADE and HYPOVOLEMIA. Varriale P and Maldonado JM. Crit Care Med 25: , 1997

13 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Focused Assessed Transthoracic Echocardiography Jensen MB et al. Eur J Anaesthesiol 21: , 2004

14 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Focused Assessed Transthoracic Echocardiography Focused cardiac ultrasound (3 standard views) in cardiac arrest performed by non cardiologist Jensen MB et al. Eur J Anaesthesiol 21: , 2004 Rapid cardiac ultrasound (subcostal view) of inpatients suffering PEA arrest performed by nonexpert sonographers Niendorff DF et al. Resuscitation 67:81-87, 2005

15 Nonexpert sonographers Effectiveness of a standardised one-day training course designed to be the first step to deliver ALS-compliant Ecochardiography skills. All 41 students obtained a subcostal view of diagnostic quality, with acquisition in less than 10 sec during rhythm checks in 86% of cases. Price S et al. Resuscitation 81: , 2010.

16 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO Focused ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF Assessment with Sonography for Trauma, ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Cardiac arrest / failure, Respiratory arrest / failure, Acute abdomen and Shock and Hypotension Cibinel GA. Ecografia Clinica in Emergenza-Urgenza. C.G. Edizioni Medico Scientifiche, 2005

17 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO FAST-CRASH IMPATTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO 30 pazienti: 14 in ACC e 16 in Periarresto FATTIBILITA : 100% dei casi senza interferenza con manovre rianimatorie. IMPATTO DIAGNOSTICO: nel 63% dei casi diagnosi grazie ad ecografia tra cui 7 EP, 1 Tamponamento, 2 IMA, 3 Ipovolemia, 1 PNX etc. IMPATTO TERAPEUTICO: 43% dei casi terapia grazie ad ecografia tra cui 6 trombolisi, 1 pericardiocentesi, 2 fluidi, 1 drenaggo toracico, 2 sospensioni massaggio etc. + 30% manovre interventistiche ecoguidate. Cibinel GA et al. VI Congresso Nazionale SIMEU, Nov. 2008, Atti p.141

18 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Focused Echocardiographic Evaluation in Resuscitation management Breitkreutz R et al. Crit Care Med 35:S , 2007

19 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Focused Echocardiographic Evaluation in Life support Breitkreutz R et al. Resuscitation 81: , 2010

20 Focused Echocardiographic Evaluation in Resuscitation management L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO FEER Protocol DIAGNOSTIC AND THERAPEUTIC IMPACT Patients: 77 out-of-hospital CPR cases, 30 with suspected PEA. Methods: developed an algorythm to obtain an EcoCG within 5 sec pause of CPR with Subcostal long axis 4chamber view, alternatively with Parasternal short and/or long axis or Apical 4 chamber view Results: Accuracy: 19/30 cases: pseudo-pea. Detected cardiac wall movement (3 pericardial tamponade, 14 poor ventricolar function, 2 hypovolemia): 13/19 survived. 11/30 cases: true PEA, with true cardiac standstill: all died. Therapy: FEER based changes in 24/30 cases. Breitkreutz R et al. Crit Care Med 35:S , 2007

21 Focused Echocardiographic Evaluation in Life support L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO FEEL Protocol DIAGNOSTIC AND THERAPEUTIC IMPACT Patients: prospective observational study in a pre-hospital emergency setting. Results: 88/230 patients had a suspected PEA or asystole. Feasibility: images of diagnostic quality were obtained in 96%. Incidence of potentially treatable conditions: 51/88 PEA, 13/51 without wall motion (1 survived) e 38/51 with wall motion (21 survived); 37/88 asystole, 24/37 without wall motion (4 survived) e 13/37 with wall motion (9 survived); Conclusion: Application of FEEL in pre-hospital care is feasible, and alters diagnosis and management in a significant number (78%) of patients. Breitkreutz R et al. Resuscitation 81: , 2010

22 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Cardiac Arrest Ultra Sound Examen Hernandez C et al.. Resuscitation 76(2): , 2008

23 Cardiac Arrest Ultra Sound Examen L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO CAUSE Protocol DIAGNOSTIC AND THERAPEUTIC IMPACT It reasserts the use of THORACIC other than classic CARDIAC scans to look for the most common and easily reversible underlying causes, including TENSION PNEUMOTHORAX. Conclude that the C.A.U.S.E. protocol reduces the time required to determine the etiology of a cardiac arrest and the time between arrest and the time therapy Hernandez C et al.. Resuscitation 76(2): , 2008

24 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Echo in Life Support Hayhurst C et al. Emerg Med J 28: , 2011

25 Echo in Life Support L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ELS Is it feasible? What does it add? Patients: ELS was performed on 50 patients during CA with subxiphoid, parasternal, apical or combined view: 7 traumatic e 43 non-traumatic Results: 43/50 patients had a suspected PEA or asystole. Feasibility: adequate views obtained in 97%, within the 10 sec rhythm check in 90%. Incidence of potentially treatable conditions: 20/50 (40%) with wall motion (1 survived) e 38/51 with wall motion (21 survived); 3/50 (6%) with pericardial effusion; Management: 7/50 (14%) treated as result of ELS (thrombolysis, insert of chest drain and pericardiocentesis). Hayhurst C et al. Emerg Med J 28: , 2011

26 L ECOGRAFIA NELL ARRESTO CARDIACO ALGORITHMIC APPROACH FOR THE USE OF ULTRASOUND DURING CARDIAC ARREST Pulmonary Epigastric Abdominal Testa A et al. Eur Rev Med Pharmacol Sci 14:77-88, 2010

27 ARRESTO CARDIACO: PEA protocol Approccio con 3 sequenze di scansioni mirate ( focused o goal-directed ) su Cuore, Polmoni, Addome e Arti Abdominal and other scans (Aorta, bowel occlusion, abdominal effusion, DVT) Pulmonary scans (Pneumothorax, pleural effusion, wet or dry lung) Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) Testa A et al. Eur Rev Med Pharmacol Sci 14:77-88, 2010

28 SCANSIONI FONDAMENTALI Il cuore è come LA SCATOLA NERA di un aereo : Meglio non aspettare ad aprirla per vedere cosa non ha funzionato!!! Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) Hayhurst C et al. Emerg Med J 28: , 2011

29 J Am Soc Echocardiogr 2010;23: Goals of the focused cardiac US: 1. PEA vs pseudopea; 2. the assessment for pericardial effusion; 3. the RV enlargement/dysfunction; 4. global cardiac LV systolic function; 5. patient volume status.

30 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) 1. Cuore fermo (PEA)

31 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) 4. Tamponamento cardiaco

32 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) 5. Embolia polmonare

33 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) 2. Cuore ipocinetico

34 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) 3. Cuore piccolo ipercinetico

35 SCANSIONI FONDAMENTALI Epigastric and other scans (Tamponade, IVC, heart sides and motion) Riempimento VCI

36 SCANSIONI COMPLEMENTARI Pulmonary scans (Pneumothorax, pleural effusion, wet or dry lung) Sì Gliding = Normale NO Gliding = PNX

37 SCANSIONI COMPLEMENTARI Pulmonary scans (Pneumothorax, pleural effusion, wet or dry lung) Tendina Normale Versamento

38 SCANSIONI COMPLEMENTARI Pulmonary scans (Pneumothorax, pleural effusion, wet or dry lung) Normale Wet lung

39 SCANSIONI SUPPLEMENTARI Abdominal and other scans (Aorta, bowel occlusion, abdominal effusion, DVT) CUS Comprimibile= Normale CUS NON Comprimibile=TVP

40 P Not running E Ectasic IVC A TRUE PEA STOP CPR?

41 Wet lung P Small effusion Not running Hypokinetic E Ectasic IVC Ectasic IVC Smal effusion A TRUE PEA STOP CPR? MYOC. INSUFFIC. THROMBO- LISIS / PTCA

42 Wet lung Normal lung P Not running Small effusion Hypokinetic Normal pleura Empty hyperkinetic E Ectasic IVC Ectasic IVC Small effusion Flat IVC Occlusion A TRUE PEA STOP CPR? MYOC. INSUFFIC. THROMBO- LISIS / PTCA HYPOVOLEMIA VOLUME REPLACEMENT

43 Wet lung Normal lung Normal lung P Small effusion Normal pleura Normal pleura Not running Hypokinetic Empty hyperkinetic Effusion E Ectasic IVC Ectasic IVC Flat IVC Ectasic IVC Smal effusion Occlusion TAA A TRUE PEA MYOC. INSUFFIC. HYPOVOLEMIA TAMPONADE STOP CPR? THROMBO- LISIS / PTCA VOLUME REPLACEMENT PERICARDIO- CENTESIS

44 Wet lung Normal lung Normal lung Normal lung P Small effusion Normal pleura Normal pleura Normal pleura Not running Hypokinetic Empty hyperkinetic Effusion Large RV E Ectasic IVC Ectasic IVC Flat IVC Ectasic IVC Ectasic IVC Smal effusion Occlusion TAA DVT A TRUE PEA MYOC. INSUFFIC. HYPOVOLEMIA TAMPONADE PULM. EMBOL. STOP CPR? THROMBO- LISIS / PTCA VOLUME REPLACEMENT PERICARDIO- CENTESIS THROMBO- LYSIS

45 Wet lung Normal lung Normal lung Normal lung No gliding P Small effusion Normal pleura Normal pleura Normal pleura Normal pleura Not running Hypokinetic Empty hyperkinetic Effusion Large RV Normal E Ectasic IVC Ectasic IVC Flat IVC Ectasic IVC Ectasic IVC Ectasic IVC Smal effusion Occlusion TAA DVT Normal abdomen A TRUE PEA MYOC. INSUFFIC. HYPOVOLEMIA TAMPONADE PULM. EMBOL. PNEUMOTHORAX STOP CPR? THROMBO- LISIS / PTCA VOLUME REPLACEMENT PERICARDIO- CENTESIS THROMBO- LYSIS THORACIC DRAINAGE

46 The Emergency US integrata nella gestione ABCDE del paziente critico (periarresto, arresto, post-rosc): la FAST-ABCDE A=Airway B=Breath C=Circulation D=Disability E=Exposure Assistenza alla tracheostomia. Controllo malposizione tubo oro-tracheale. Ricerca di PNX iperteso. Assistenza a decompressione con ago / drenaggio PNX. Ricerca di emotorace, emopericardio ed emoperitoneo. Assistenza a toracentesi / pericardiocentesi. Assistenza ad accesso venoso periferico o centrale. Performance cardiaca e riempimento VCI. Pressione endocranica da nervo ottico. Fratture sternali, costali. Contusioni. PNX minimo. Ricerca di lesioni parenchimali organi addominali. Lesioni tessuti molli superficiali. Blocco anestetico loco-regionale. Neri L, Storti E, Lichtenstein D. Crit Care Med, 35: S290-S304, 2007.

47 L ECOGRAFIA CLINICA IN EMERGENZA - URGENZA -NB: L esame ecografico in urgenza è uno strumento diagnostico accessorio mirato al quesito clinico, pertanto con valore limitato, e non sostituisce l esame ecografico in elezione. -Dr. Mario Rossi 1234 Referto -Ecografia eseguita in urgenza, mirata alla valutazione clinica integrata in paziente in arresto cardiaco: -Esame tecnicamente adeguato. -Esito: -Attività cardiaca rilevata. Non versamento pericardico tamponante. Sezioni destre non prevalenti, cinesi conservata. VS con funzione contrattile non compromessa. Camere normo-dilatate. non ectasica e responsiva a dinamica respiratoria. VCI Non segni di PNX. Non versamento pleurico. Non segni di s. interstiziale bilateralmente. Non ectasia aorta toracica/addominale. Non versamento endoperitoneale o segni di occlusione/perforazione. Non segni di trombosi venosa a carico degli assi venosi profondi. -Commenti e rilievi collaterali: nessuno. Testa A. Manuale di Ecografia Clinica in Urgenza. Verduci Editore, Roma, 2008

48 ERC chain of survival Aggiunta degli US nel 3 anello Cibinel GA. Corso Eco-ALS, SIMEU. Pinerolo (To), 2007.

49 ERC chain of survival Aggiunta di un 5 anello con US Sloth E et al. Resuscitation 74(1):

50 Among the BLIND, the ONE-EYED man is KING (Erasmo da Rotterdam) Perché restare ciechi

51 quando si può lavorare protetti?

52 BUON LAVORO Vi ringrazio per l attenzione.

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Advanced Cardiac Life Support Parte III: Le Emergenze Bradiaritmiche

Advanced Cardiac Life Support Parte III: Le Emergenze Bradiaritmiche Università degli Studi di Palermo Facoltà di Medicina e Chirurgia Scuola di Specializzazione in Malattie dell Apparato Cardiovascolare Direttore: Prof. Pasquale Assennato Advanced Cardiac Life Support

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

dell'american Heart Association Sindromi coronariche acute 17 Supporto di base delle funzioni vitali pediatriche

dell'american Heart Association Sindromi coronariche acute 17 Supporto di base delle funzioni vitali pediatriche Si nt e si d e l l e l i n e e g u i da de l 2010 dell'american Heart Association pe r R C P e d E C C Sommario Problemi principali comuni a tutti i soccorritori 1 Soccorritore non professionista RCP negli

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

www.areu.lombardia.it

www.areu.lombardia.it www.areu.lombardia.it OPERATORE LAICO INDICE PREMESSA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE -BASIC LIFE SUPPORT and DEFIBRILLATION - CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA SEQUENZA DEL DEFIBRILLAZIONE PRECOCE ALGORITMO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

LMA Supreme Second Seal

LMA Supreme Second Seal LMA Supreme Second Seal Mantenimento della pervietà delle vie aeree. Gestione del contenuto gastrico. Pieno rispetto delle raccomandazioni del report NAP4. Una doppia tenuta clinicamente provata L importanza

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

LIFEPAK CR PLUS DEFIBRILLATORE. Vivere ogni giorno in sicurezza.

LIFEPAK CR PLUS DEFIBRILLATORE. Vivere ogni giorno in sicurezza. LIFEPAK CR PLUS DEFIBRILLATORE Vivere ogni giorno in sicurezza. Sicurezza perchè La reputazione e la missione di Physio-Control sono basate sull affidabilità. Un affidabilità costruita in più di 50 anni

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce La defibrillazione precoce L'American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

26/03/2009 CORSO INTEGRATO DI ORGANIZZAZIONE DELL URGENZA E DEL PRIMO SOCCORSO MODULO DI MEDICINA D URGENZA. Prof Giovanni Ricevuti

26/03/2009 CORSO INTEGRATO DI ORGANIZZAZIONE DELL URGENZA E DEL PRIMO SOCCORSO MODULO DI MEDICINA D URGENZA. Prof Giovanni Ricevuti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE INFERMIERISTICHE ED OSTETRICHE CORSO INTEGRATO DI ORGANIZZAZIONE DELL URGENZA E DEL PRIMO SOCCORSO

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione? Società Medico Chirurgica di Ferrara FIBRILLAZIONE ATRIALE E TROMBOSI VENOSA PROFONDA ASPETTI FISIOPATOLOGICI, CLINICI E TERAPEUTICI Emergenze emorragiche in corso di terapia anticoagulante: quale gestione?

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Applicazioni di Realtà

Applicazioni di Realtà Università di Pisa Corso di Laurea in Terapia Occuapazionale Corso di Bioingegneria applicata alla Realtà Virtuale Anno Accademico 2009/2010 Applicazioni di Realtà Virtuale in Riabilitazione i Ing. Stefano

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

Se si ferma il Cuore...

Se si ferma il Cuore... Giuliano Altamura in collaborazione con Alessandro Totteri e Francesco Lo Bianco Se si ferma il Cuore...... defibrillazione precoce e la vita continua La perdita di coscienza L arresto cardiaco Il dolore

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli