LETTURA STATISTICA DELLA PESCA ITALIANA E GAC - MARCHE SUD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LETTURA STATISTICA DELLA PESCA ITALIANA E GAC - MARCHE SUD"

Transcript

1 LETTURA STATISTICA DELLA PESCA ITALIANA E GAC MARCHE SUD a cura di Nazzareno Torquati

2 SOMMARIO. La Sostenibilità della Risorsa Introduzione Bilancio di approvvigionamento del settore ittico in Italia. La Politica delle Demolizioni Demolizioni in Italia per anno e licenze di pesca Le demolizioni nella Regione Marche. La Flotta Attuale

3 . Il Compartimento di San Benedetto del Tronto. Il Pesce Azzurro in Adriatico. Conclusioni. Appendice

4 La sostenibilità della risorsa Oggi il quadro delle risorse ittiche dell Adriatico è drammatico. Anni di supersfruttamento delle risorse ittiche hanno causato dei gravissimi gap riproduttivi in tutte le specie autoctone e solo la grandissima ricchezza biologica del mare e il fatto che una parte degli stock di individui adulti dislocati nei numerosi fondali inaccessibili per le reti da traino ha permesso che si creassero enclave spazio/temporali che hanno consentito ad una parte dello stock di raggiungere la maturità sessuale, evitando così l esaurimento della popolazione. Secondo Ocean (una coalizione di Ong che si battono per una riforma del mercato e delle politiche ittiche europee) in termini di attività ittiche ecosostenibili la quota di pescato italiana sarebbe già esaurita. E stato calcolato che l autonomia ittica italiana è di soli giorni l anno Il caso italiano è, in tal senso, emblematico :. km di costa malgestiti, violentata fino a renderla spopolata o fortemente inquinata. Ancora oggi nonostante le tante Bandiere Blu lo sversamento in mare di inquinanti dai fiumi è continuo e ad esso si aggiunge lo scarico in mare di rifiuti di ogni genere da parte di navi che a centinaia navigano quotidianamente nel nostro mare. Sebbene gli stock ittici siano una risorsa rinnovabile, preleviamo dai nostri mari molto più velocemente rispetto ai tempi di ripopolamento. Le raccomandazioni derivanti dalla ricerca scientifica hanno trovato scarsa applicazione nella gestione della pesca e alle strategie di gestione, come ad esempio per i programmi di contenimento dello sforzo, è mancato perlopiù un fondamento scientifico nonostante l abbondanza delle ricerche e delle conoscenze sulla pesca e le risorse nell Adriatico. Non si è creato un organismo scientifico generale che potesse promuovere e coordinare le attività e i risultati scientifici, valutare i pareri e presentarli in una forma adeguata che serva di base per la gestione della pesca. La conseguenza è che il % dei stock ittici del Mediterraneo esaminati nel rapporto di Ocean è sovrasfruttato. Per l Italia il grado di autosufficienza e sceso dal,% al,% negli ultimi due anni e rimane dipendente dal pesce estero per circa il % dei suoi consumi con un disavanzo di miliardi di euro. Dato il calo delle catture, l Italia, che continua a consumare quasi la stessa quantità di pesce del, è costretta a importarne il % in più rispetto a un ventennio fa. BILANCIO DI APPROVVIGIONAMENTO DEL SETTORE ITTICO IN ITALIA INDICATORI Produzione Importazioni Esportazioni Saldo commerciale Movimento Consumi apparenti Consumo Pro Capite (Kg.) Grado di Autoapprovvigionamento (%) Propensione all import (%) Propensione all export (%) Grado di coprt. delle import. (%) Saldo Normalizzato (%) MIGLIAIA DI TONNELLATE,,,,,,,,,,,,,,,,,, VAR. (%) /,,,,,,,,,,,, T.V.M.A. /.Stima.Pesca marittima e acquacoltura.pesci, molluschi, crostacei ed altri invertebrati acquatici e loro preparazioni Fonte: elaborazioni Ismea su dati Mipaaf Irepa, Api, Istat,,,,,,,,,,,,

5 LA BIOMASSA DI ALCUNE SPECIE COMMERCIALI Nasello Scampo Triglia di Fango,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, Elaborando questa biomassa delle tre specie, su un piano puramente teorico e solo per avere un idea di cosa può rappresentare in termini economici in un area come il Mare Adriatico che complessivamente ha una superficie di. kmq dei quali, togliendo le acque territoriali croate e la fascia costiera ne restano pescabili circa. kmq che divisi per i addetti stimati imbarcati su pescherecci operativi fuori delle tre miglia ci da un rapporto di un pescatore ogni kmq che sono circa ettari. E come se ogni pescatore avesse una disponibilità di un area come quasi il territorio di San Benedetto, che è di kmq. Se poi si fa lo stesso calcolo per i operatori entro le tre miglia, con una superficie di. Kmq, il rapporto è di un pescatore ogni, kmq che sono circa ettari. Rapportando così la biomassa sulla superficie pescabile possiamo ipotizzare questi valori.queste ipotesi di valutazione economica della biomassa disponibile non tiene conto della riserva minima per ogni specie a rischio estinzione. Nel contempo da un idea della scarsa redditività del lavoro nella pesca ulteriormente aggravata dal costo del gasolio. NASELLO SCAMPO TRIGLIA Kg/Kmq Q.tà disponibile Kg Kg/addetto /addetto Kg/Kmq Q.tà disponibile Kg Kg/addetto /addetto Kg/Kmq Q.tà disponibile Kg Kg/addetto /addetto

6 un vero e proprio disastro Bisogna chiedersi come mai dopo dieci Piani triennali per la pesca, ventisei fermi biologici ed oltre miliardi di euro spesi in questo settore negli ultimi venticinque anni ci ritroviamo con il dimezzamento della flotta, il dimezzamento degli equipaggi, il dimezzamento del pescato e il raddoppio della dipendenza dall estero con una bilancia negativa di oltre tre miliardi di euro annui, con il mondo della ricerca fermo e ignorato. FINANZIAMENTI PESCA UE ALL ITALIA TRA IL E IL Descrizione Demolizioni barche Incremento capacità di cattura Fermi biologici Incremento Acquacoltura Azioni per organizzazioni e ass.prod. Progetti Pilota Infrastrutture portuali Modernizzazioni barche Promozione Trasferimento barche in stati esteri Di questo vero e proprio disastro possiamo darci alcune risposte anche di natura politica come la mancanza di un Piano Strategico di settore di lunga durata sia da parte del Governo centrale che delle Regioni per l affermazione di una politica di sostenibilità della risorsa e di condivisione della stessa con i Paesi frontalieri e la mancanza di un coinvolgimento reale delle Amministrazioni locali nella programmazione degli interventi da parte del Governo centrale che delle Regioni. La scarsa attenzione delle forze politiche alle problematiche di sviluppo del settore ed eccessiva delega alle associazioni di categoria da decenni ferme nelle loro iniziative e nei loro dirigenti. Eppure se andiamo ad analizzare i fondi messi a disposizione dalla UE negli anni / vediamo che sono stati spesi circa milioni di euro su iniziative come da questa tabella. Salta subito agli occhi la mancanza di fondi per la ricerca scientifica ma di fato essa è stata in gran parte delegata alle associazioni di categoria ed ognuna si è creata una o più società di ricerca cui hanno dirottato finanziamenti per ricerche mai suffragate da reali benefici per le imprese di pesca. Parliamo di decine di milioni di euro finiti nel nulla. Euro..,..,..,..,..,..,..,..,..,.., percentuale Totale.., Da questa tabella possiamo invece vedere quali sono i porti italiani che maggiormente hanno usufruito di finanziamenti europei. Spicca Mazara del Vallo in quanto ha esercitato una forte ridimensionamento della flotta di pescherecci di alto tonnellaggio riuscendo così ad intercettare un consistente livello di fondi provenienti dall Europa. FINANZIAMENTI UE Porto MAZARA DEL VALLO DEL TR. MOLFETTA TRAPANI.....

7 La politica delle demolizioni La mancanza di una gestione scientifica e di una visione dell economia ittica proiettata nel futuro come settore di valenza strategica nazionale ha portato a cercare una soluzione con la demolizione della flotta. Iniziativa inefficace considerando l incremento esponenziale della flotta dei Paesi frontalieri con i quali si condividono le stesse aree di pesca e di risorse ittiche e le nuove costruzioni e la dotazione di motori sempre più potenti. Le demolizioni di barche in Italia, effettuate a partire dal, sono state ad oggi e hanno riguardato lo strascico, con ritiro di licenze, pari al % del totale, i LongLine o con licenze, pari al %, le reti da posta con licenze, pari al %, la circuizione con licenze, pari al %, le Vongolare con licenze, pari al % e per ultime le Volanti con licenze, pari al.%. DEMOLIZIONI IN ITALIA PER ANNO E LICENZA ANNO Totale VG RP LL ST CR VL TOTALE Legenda: VG=Vongolare, RP=Reti da Posta, LL=Long Line, ST=, CR=, VL=Volante

8 Delle barche demolite erano in attività da oltre anni, da a anni, da a anni, e sotto i anni. Sicuramente è stata fatta una bella pulizia di natanti ormai obsoleti e molto dispendiosi nella gestione.come vedremo però nelle prossime pagine sono numerosi, in giro per i porti italiani, i pescherecci ancora in attività, o almeno sulla carta, con un considerevole numero di anni di vita alle spalle. In diversi casi si supera addirittura il secolo di vità. ETA BARCHE DEMOLITE FASCIA DI ANNI Da anni in su Da anni a anni Da anni a anni Sotto i anni TOTALE NUM... % PRIMI PORTI PER QUANTITA DI M/P DEMOLITO PORTO MAZARA DEL VALLO GORO MANFREDONIA GALLIPOLI SCIACCA DEL TR. MOLFETTA TERRACINA TRAPANI PORTOPALO DI CAPO P. PORTICELLO CHIOGGIA BAGNARA SIRACUSA MARANO LAGUNARE ORISTANO BRINDISI MOLA DI BARI SAVONA PESCARA LESINA LIPARI CIVITANOVA MARCHE TARANTO LIVORNO FANO GAETA LICATA CROTONE MARSALA PORTO GARIBALDI SANT'AGATA DI MILITELLO SCARDOVARI CAORLE LAMPEDUSA MILAZZO TERMINI IMERESE CATANIA VIAREGGIO RIMINI FORMIA SANT'ANTIOCO GRADO ISOLA DELLE FEMMINE MARGHERITA DI SAVOIA MONOPOLI TERMOLI TRANI VASTO VG RP LL ST CR VL TOTALE Legenda: VG=Vongolare, RP=Reti da Posta, LL=Long Line, ST=, CR=, VL=Volante

9 CLASSE DI TLS M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale Fino a in su Totale TIPOLOGIA DI LICENZA DI PESCA PRINCIPALE PER M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale Circuiz. Palang. Rapidi Reti da P. Volante Vongol. Totale TIPOLOGIA DELLA DOPPIA LICENZA DI PESCA PER M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale Circuiz. Rapidi Reti da P. Sciabica Vongol. Totale Palang. Volante

10 MATERIALE DI COSTRUZIONE PER M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale Totale VTR NC RAPPORTO E M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale N Scafi CLASSE DI ETA DELLO SCAFO M/P DEMOLITI Regione Abruzzo Calabria Campania EmiliaRomagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Molise Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Totale.. Totale.

11 Le Demolizioni nella Regione Marche ANDAMENTO DELLE DEMOLIZIONI PER ANNO Anno N. Demolizioni ANDAMENTO DELLE DEMOLIZIONI PER ANNO Anno N. Demolizioni CLASSE DI M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale Fino a in su TOTALE TIPOLOGIA DI LICENZA PRINCIPALE M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale Circuiz. Palang. Reti da P Volante Vongol. TOTALE TIPOLOGIA DOPPIA LICENZA DI PESCA M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale Circuiz. Palang. Reti da P Sciabica Volante Vongol. TOTALE

12 MATERIALE DI COSTRUZIONE M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale RAPPORTO E M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale N... VTR.... CLASSE DI ETA DELLO SCAFO M/P DEMOLITI Compartimento Ancona Pesaro San Benedetto Tr. totale NC TOTALE TOTALE

13 Le Demolizioni nel compartimento di San Benedetto del Tronto e nel Gac Marche Sud CLASSE DI M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Fino a in su TOTALE TIPOLOGIA DI LICENZA PRINCIPALE M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Circuiz. Palang. Reti da P Volante Vongol. TOTALE TIPOLOGIA DI DOPPIA LICENZA DI PESCA M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Circuiz. Palang. Reti da P Sciabica Volante Vongol. TOTALE MATERIALE DI COSTRUZIONE DEI M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud VTR NC TOTALE

14 RAPPORTO E M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud N CLASSE DI ETA DELLO SCAFO E M/P DEMOLITI Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud TOTALE

15 Le demolizioni nel nostro compartimento Nel nostro compartimento le demolizioni sono state ad oggi con in testa la flotta sambenedettese con demolizioni alle quali vanno aggiunte altre, in massima parte piccole imbarcazioni, che sono state trasferite in altri porti. Nella particolare classifica del compartimento nostrano, dopo il porto di San Benedetto viene quello di Porto San Giorgio con demolizioni, quindi quello di Cupra Marittima con venti. Seguono i porti di Grottammare e Pedaso, entrambi con demolizioni ciascuno. Sono da evidenziare le demolizioni delle imbarcazioni di Martinsicuro, facenti base al Porto di San Benedetto, che ha avuto la flotta delle lampare decimate. Con le demolizioni sono state ritirate licenze delle quali sono rappresentate dallo strascico. DEMOLIZIONI NEL COMPARTIMENTO ANNO CM GR PD PSG SBT TOTALE Totale

16 LICENZE RITIRATE Porto RP LL ST CR VG TOTALE PORTO SAN GIORGIO PEDASO CUPRAMARITTIMA GROTTAMMARE T. Legenda: RP=Reti da Posta, LL=Long Line, ST=, CR=, VG=Vongolare

17 LA FLOTTA ATTUALE TONNELLAGGIO A STAZZA LORDA Classe Fino a Da a Da a Da a Sopra le N %.. totale. La consistenza della flotta da pesca italiana è oggi fortemente ridimensionata se rapportata alla lunghezza delle coste e della vastità della superficie di mare disponibile.ben il % delle imbarcazioni sono di piccolo tonnellaggio ciò conferisce alla flotta italiana le caratteristiche di una flotta artigianale di piccolo cabotaggio, sebbene una parte ingente delle catture sia effettuata da pescherecci più grossi e non artigianali. Si tratta perlopiù di attività di piccola pesca che, nelle acque costiere, praticano mestieri diversi in funzione del periodo dell anno.e vi è inoltre un alta percentuale di pescatori semiprofessionali e a tempo parziale. I punti di sbarco o di approdo sono disseminati lungo migliaia di chilometri di costa.,,,, CLASSE DI PER REGIONE Regione fino a in su Totale Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto totale Quella che era stata appena anni fa una delle marinerie più forti nel mondo con la sua flottiglia di pescherecci oceanici con stazza dalle alle oggi si ritrova con solo due imbarcazioni che superano le, una tonnara iscritta al compartimento di Napoli e una a strascico iscritta a Mazara del Vallo e operativa nel Mediterraneo.

18 MATERIALE DI COSTRUZIONE Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto LEGNO Regione totale METALLO VTR ALTRO NC TOTALE / MOTORE PER REGIONE Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto Regione totale N BARCHE /BARCA,,,,,,,,,,,,,, /BARCA,,,,,,,,,,,,,,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,., CLASSE DI E Fino a in su Classe di totale N BARCHE.... /BARCA,,,,,,,,.,.,,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,..

19 Oggi lo scenario della maggiore consistenza di flotta di pesca in termini di tonnellaggio va al porto di Mazara del Vallo. Il nostro porto che per decenni ha detenuto il primato è oggi al nono posto. Dopo Mazara del Vallo c è Chioggia che, nonostante abbia un numero superiore di imbarcazioni ha un totale di tonnellaggio a stazza lorda di molte inferiore a quello del porto siciliano. Quindi ci sono i porti di Ancona, Sciacca, Manfredonia, Cagliari, Molfetta, Pescara e come detto San Benedetto che si trova al nono posto con un tonnellaggio di. e unità di pesca. In questa particolare classifica, chiusa al ventesimo posto da Bisceglie, ci sono anche i porti marchigiani di Civitanova Marche che si posiziona al quattrodicesimo posto e di Fano, che ricopre la diciassettesima posizione. CONSISTENZA FLOTTA DI PESCA PORTO MAZARA DEL VALLO CHIOGGIA SCIACCA MANFREDONIA CAGLIARI MOLFETTA PESCARA DEL TRONTO PORTICELLO PORTOPALO DI CAPO PASSERO SALERNO RIMINI CIVITANOVA MARCHE PALERMO CATANIA FANO SANT'ANTIOCO TRAPANI BISCEGLIE.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,., N LICENZA DI PESCA PRINCIPALE PER REGIONE Regione Reti da Posta Rapidi Volante Vongolare TOTALE Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto totale

20 BARCHE CON LA DOPPIA LICENZA DI PESCA Regione Reti da Posta Volante Vongolare Sciabica Rapidi TOTALE Abruzzo Calabria Campania Emilia Romagna FriuliV.Giulia Lazio Liguria Marche Puglia Sardegna Sicilia Toscana Veneto totale In questa tabella si è cercato di stimare il numero degli addetti alla pesca e confrontando la stima con la nostra marineria i dati sono molti vicini alla realtà Classe Fino a Da a Da a Da a Sopra le Stima n addetti..... %,,,,, totale. Mancano numeri certi sugli addetti imbarcati sui pescherecci italiani, i pochi dati attendibili sono datati a diversi anni fa. Eppure sarebbe di fondamentale importanza conoscere non solo il numero ma anche l età, il livello culturale e la preparazione professionale, le aspettative, la nazionalità ecc. Dotandosi di questi dati sarebbe possibile mettere in atto delle azioni di attrazione delle nuove generazioni per dimostrare che le attività di pesca rappresentano una possibilità di lavoro. Perché la mancanza di nuove assunzioni, assieme alla perdita di opportunità di lavoro per i pescatori più anziani sta avendo un impatto negativo sulla trasmissione dell eredità culturale legata alle attività di pesca. Nella nostra regione non esistono più Istituti di formazione professionale e ormai da decenni non vengono utilizzati i fondi del FSE per le attività pescherecce.

21 Un dato su cui riflettere è quello dato dagli anni di attività dei pescherecci residui. Come si può notare nella tavola la nostra è una flottiglia obsoleta dove oltre il % ha una attività superiore ai trenta anni quindi con barche costruite in epoche in cui non erano presenti le problematiche legate alle condizioni igienicosanitarie, di sicurezza e confort, di risparmio energetico, di inquinamento acustico e da idrocarburi. Lo stato di invecchiamento della flotta presenta, ormai, un connotato di cronicità in Periodo Da anni in su Da anni a anni Da anni a anni Sotto i anni totale quanto, sebbene le politiche atte a ringiovanire il capitale impiegato risalgano a parecchi anni addietro l obsolescenza della flotta risulta costante nel tempo a causa dell invarianza del rapporto tra entrate e uscite. Il grado di obsolescenza delle navi da pesca è un indicatore particolarmente significativo per una valutazione complessiva dell efficienza della flotta e dell evoluzione del fattore capitale come elemento dello sforzo di pesca. In generale, l età della flotta è uno stimatore della progressiva riduzione dell efficienza delle operazioni di pesca. Il basso contenuto di innovazione tecnologica che caratterizza una flotta obsoleta impedisce l utilizzo di materiali più leggeri, di apparecchiature più efficienti che migliorano la performance produttiva e permettono un innalzamento dell efficienza complessiva. Col passare del tempo si registra una perdita di efficienza delle imbarcazioni che si traduce in una progressiva riduzione del grado di utilizzo del capitale e, per riflesso, di efficienza della flotta. N..... % STIMA PERSONALE IMBARCATO PER REGIONE Regione ABRUZZO CALABRIA CAMPANIA EMILIA ROMAGNA FRIULI V. GIULIA LAZIO LIGURIA MARCHE MOLISE PUGLIA SARDEGNA SICILIA TOSCANA VENETO TOTALE Circuiz.. Palang.. Reti da p.. Strasc.,,. Vongol.. Volante. TOTALE

22 ETA DEI M/P NEI PORTI ITALIANI PORTO Da a anni Da a anni Da anni in su Sotto i anni Totale Demolibili ORISTANO GORO PORTICELLO SANT'ANTIOCO CHIOGGIA MANFREDONIA MAZARA DEL VALLO MARANO LAGUNARE CAGLIARI RODI GARGANICO TARANTO TRAPANI SALERNO GALLIPOLI CORIGLIANO CALABRO ISOLA DELLE FEMMINE PORTOPALO DI CAPO PASSERO SCIACCA Scorrendo l elenco delle barche si notano decine di imbarcazioni con un età superiore ai anni. Questo fa nascere il sospetto che è probabilmente frutto di una mancanza di controllo da parte delle autorità competenti perché se fosse vero sarebbero oggetto da museo. Nel porto di Ancona figura in attività la Enrichetta, una imbarcazione che avrebbe qualcosa come anni. A Sperlonga ce ne sarebbe una operativa da quindi, sempre ad Ancona, altre due barche che lavorerebbero una da e una da anni: rispettivamente la Matilde e la Esmeralda. La più giovane di questa particolare classifica ha appena novant anni e si trova nelle Marche, a Senigallia. NOME M/P ENRICHETTA GA MATILDE RICCHI FLIPPER ROSA A. LUPIN ESMERALDA SARA S. TERESA DEL BAMBIN G. LETIZIA VITTORIO NOVELLINO S. ANTONIO MAREA BEA BIANCA MARIA MARIA ADELAIDE JESUS RIKI II S. FRANCESCO DOMENICA ANTONIA SAN SILVERIO PRIMO ANTARES S. COSIMO PASQUALINA TRENTO E TRIESTE SERENELLA PORTO SPERLONGA SCARDOVARI GORO LA SPEZIA SENIGALLIA PORTICELLO SANT'ANTIOCO GORO BELLARIA ISOLA DELLE FEMMINE ALGHERO GALLIPOLI GORO PORTO TORRES PORTO TORRES ORISTANO GORO BARI BARI BARI GOLFO ARANCI PORTO TORRES BRINDISI CROTONE ORISTANO SENIGALLIA ANZIANITA

23 Nella tabella seguente sono invece riportate le costruzioni per il totale di delle imbarcazioni, sia esistenti che demolite a partire dal, suddivise in località sede dei cantieri navali escluse le navi per la pesca oceanica. Il primato va a Civitanova Marche con costruzioni. Da notare la presenza di altre tre località marchigiane fra le prime dieci. In una politica di rinnovamento totale della flotta sia i cantieri che tutto l indotto avrebbero una spinta di notevole importanza e si innesterebbe un momento di grande fervore nella ricerca di nuove tecnologie. BARCHE REALIZZATE PER CANTIERE CITTA CANTIERE CIVITANOVA MARCHE TRAPANI LICATA MOLFETTA MANFREDONIA MONOPOLI DEL TR. VIAREGGIO FANO SALERNO NC PALERMO MAZARA DEL VALLO TORRE DEL GRECO VENEZIA CATANIA BARI CESENATICO RIMINI.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,.,., N COSTRUZIONI

24 Il compartimento di San Benedetto del Tronto Le unità da pesca esistenti oggi sono con in testa San Benedetto,, Porto San Giorgio, Cupramarittima e poi Pedaso e Grottammare con. La maggioranza delle licenze sono le reti da posta, le vongolare, a strascico, palangari, volante, circuizione. Si può notare come la maggioranza delle licenze riguarda l operatività della fascia costiera dove i ritmi di lavoro sono più lenti e soprattutto si effettua una pesca con uscita in mare e rientro nella giornata. Si possono stimare addetti alla pesca nel compartimento di circa unità con in testa San Benedetto,, Porto San Giorgio, Cupramarittima e poi Pedaso e Grottammare con. CLASSE DI Classe Fino a totale Numero Barche % CLASSE DI NEL COMPARTIMENTO E NEL GAC MARCHE SUD Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Fino a LICENZA PRINCIPALE NEL COMPARTIMENTO E NEL GAC MARCHE S. Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Circuiz. Palang. Reti da P DOPPIA LICENZA NEL COMPARTIMENTO Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Circuiz. Palang. Reti da P Vongol. Sciabica TOTALE Volante TOTALE TOTALE

25 MATERIALE DI COSTRUZIONE NEL COMPARTIMENTO Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud VTR / MOTORE NEL COMPARTIMENTO Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud N Barche CLASSE DI ETA DI COSTRUZIONE DELLO SCAFO Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud NC STIMA DEL PERSONALE IMBARCATO NEL COMPARTIMENTO Porto Cupra Marittima Grottammare Pedaso Porto San Giorgio San Benedetto Tr. totale compartim. Civitanova Marche totale GAC M. Sud Circuiz. Palang. Reti da P Vongol. TOTALE TOTALE NC TOTALE

26 La Flotta Marchigiana DOPPIE LICENZE PER COMPARTIMENTO Compartimento PESARO Totale CLASSE DI NELLE MARCHE Classe Fino a Totale Circuiz. N / MOTORE Classe PESARO S. BENEDETTO Totale N Barche. %. Palang. Reti da P CLASSE DI PER COMPARTIMENTO Compartimento PESARO Totale Fino a LICENZA DI PESCA PRINCIPALE PER COMPARTIMENTO Compartimento PESARO Totale Sciabica Circuiz. Palang. Volanti Reti da P Totale Vongol. MATERIALE DI COSTRUZIONE PER COMPARTIMENTO Compartimento PESARO Totale CLASSE DI ETA DI COSTRUZIONE DELLO SCAFO Compartimento PESARO Totale STIMA PERSONALE IMBARCATO Compartimento PESARO Totale Circuiz. Palang. Reti da P Vongol. Totale VTR NC NC Sopra Totale Totale Totale Totale

27 Il pescato astato nel mercato di San Benedetto A conforto delle statistiche relative al raffronto fra l astato del con quello del i dati del vedono in grande ripresa di cattura due specie di buon valore commerciale : il merluzzo che è incrementato del % e la sogliola con un +% e una ripresa di totani +% e seppie +%. Le quantità astate al maggio confermano un importante incremento di queste specie. CROSTACEI (Kg.) Specie Scampi Pannocchie Mazzancolle Gambero rosa AL SU BASE POND..,.,.,., MOLLUSCHI (Kg.) Specie Calamari Moscardini Seppie Totani AL..,.,.,., SU BASE POND..,.,.,., PESCI PIATTI (Kg.) Specie Rombi Razze AL.... SU BASE POND... PESCI CODATI (Kg.) Specie Merluzzi RospiPescatrici Potassoli O Melu` Triglie Gallinella o mazzola AL SU BASE POND......

28 Lo sforzo di pesca per il pesce azzurro in Adriatico Analizzando i dati relativi alle licenze di pesca del pesce azzurro nell Adriatico viene fuori ancora una volta l innegabile realtà di un settore non governato da una politica della pesca basata sulla ricerca e sulla sostenibilità della risorsa ma bensì sulla approssimazione, sulla sudditanza ad esigenze di mercato effimere, su una politica associativa corporativa incapace di una visione strategica di lungo respiro. Infatti negli ultimi due decenni sia con la demolizione di pescherecci che con il rilascio di licenze di pesca a coppia, comunemente chiamate volante, si è cercato di diminuire lo sforzo di pesca a strascico incrementando la cattura di pesce azzurro e così pregiudicando ulteriormente lo stock ittico già fortemente depresso. LICENZE DI PESCA A COPPIA VOLANTE MARE Adriatico Ionio Mediterraneo Tirreno totale N,,,, PESCA VOLANTE IN ADRIATICO MARE Alto Adriatico Centro Adriatico Basso Adriatico totale N % %

29 Rilascio delle licenze per la pesca volante Il Governo italiano nel corso degli anni ha di fatto promosso un incremento della pressione di pesca su queste specie nell Adriatico permettendo un aumento del numero delle imbarcazioni autorizzate, e della stazza delle stesse, anche grazie all artificio delle licenze di pesca sperimentale che di sperimentale non avevano nulla: una vera e propria flotta fantasma che alla fine è stata regolarizzata ed è andata a soppiantare il più tradizionale sistema della lampara, con un pescato di notevole qualità. LICENZE PER LE VOLANTI NEI PORTI ITALIANI PORTO N PORTO N BELLARIA CATTOLICA CESENATICO CHIOGGIA GORO MARANO LAGUNARE PORTO GARIBALDI PORTO TOLLE RAVENNA RIMINI BARLETTA BISCEGLIE MANFREDONIA MARGHERITA DI S. MOLA DI BARI MOLFETTA TRANI CIVITANOVA MARCHE FANO MARTINSICURO PESCARA T. TORTORETO CROTONE LAMPEDUSA SCIACCA ANZIO CORIGLIANO CAL. FORMIA PORTO SANTO ST. GAETA LA SPEZIA SAN REMO CASTELLABATE VIAREGGIO totale Complessivamente sono state rilasciate licenze delle quali pari al % in Adriatico. Di queste ultime ben in Alto Adriatico pari al %, in Centro Adriatico pari al % e in Basso Adriatico pari al %. Una ripartizione senza criterio di sostenibilità se non quello di soddisfare marinerie che dopo aver intaccato le proprie risorse demersali si sono riversate sul pesce azzurro.

30 Non si è cercato di mutuare esperienze in atto in Europa come in tutto il Mondo di contenimento delle catture in base alla ricerca e alla rilevazione della biomassa seguendo un formulario ormai consolidato. ( sarebbe stato sufficiente informarsi sulle disposizione UE nel Cantabrico dove da cinque anni sono contingentate le catture e grazie alle aziende di trasformazione collegate la materia prima ha raggiunto un altissima redditività o i fermi pluriennali nelle coste marocchine o della Namibia) Così operando e ignorando il grido di allarme proveniente dal mondo ambientalista e dalla ricerca si è intaccato un patrimonio naturale inestimabile, a ragione definito l oro blu, che rappresenta l unico pesce massivo del nostro mare e dal quale ha avuto origine un industria di lavorazione oggi sofferente per la mancanza di materia prima di dimensioni macchinabili. Ulteriore fattore altamente penalizzante la contaminazione stagionale del pescato da parte dell Anisakis, che ha creato diffidenza e una ulteriore fortissima contrazione del mercato.

31 La situazione nel porto di San Benedetto La cattura annuale dei motopesca facenti capo a San Benedetto è passata dalle. tonnellate degli anni a. degli anni, alle. degli anni, alle del primo decennio del, alle del. Oggi benché siano rilasciate licenze principali per lampara, a Martinsicuro e a Pescara, e ben di doppia licenza, a Giulianova, a Pescara e a Martinsicuro, le imbarcazioni che in questo periodo hanno armato a lampara sono solo quelle di Martinsicuro e un paio a Giulianova. Quella che era la pesca più sostenibile con più personale imbarcato e che aveva riscontri positivi nell industria di trasformazione sta inesorabilmente tramontando. ALICI PERIODO ANNI ANNI ANNI ANNI OGGI ALICI ANNO TONNELLATE..... TONNELLATE

Circoscrizioni territoriali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Circoscrizioni territoriali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Circoscrizioni territoriali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Capitanerie di Porto Sigla Sez. Tesoreria C.C.P. ANCONA * AN ANCONA 3632 AUGUSTA AU SIRACUSA 1966 BARI * BA BARI 203703 BRINDISI

Dettagli

La sostenibilità della risorsa quota di pescato 104 giorni l anno 8.000 km di costa

La sostenibilità della risorsa quota di pescato 104 giorni l anno 8.000 km di costa La sostenibilità della risorsa Oggi il quadro delle risorse ittiche dell Adriatico è drammatico. Anni di supersfruttamento delle risorse ittiche hanno causato dei gravissimi gap riproduttivi in tutte le

Dettagli

Individuazione delle imbarcazioni autorizzate alla pesca in fase di prima applicazione del presente regolamento

Individuazione delle imbarcazioni autorizzate alla pesca in fase di prima applicazione del presente regolamento Allegato Individuazione delle imbarcazioni autorizzate alla pesca in fase di prima applicazione del presente regolamento Area A: n. 65 imbarcazioni iscritte nei registri RR.NN.MM.GG. di Pesaro, come di

Dettagli

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione Arrivo a Venezia in tarda mattinata dove si sosta Giovedì 28

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA MARINA SMM 2 NOMINATIVI INTERNAZIONALI DELLE NAVI E DELLE STAZIONI RADIO COSTIERE ITALIANE

STATO MAGGIORE DELLA MARINA SMM 2 NOMINATIVI INTERNAZIONALI DELLE NAVI E DELLE STAZIONI RADIO COSTIERE ITALIANE STATO MAGGIORE DELLA MARINA SMM 2 NOMINATIVI INTERNAZIONALI DELLE NAVI E DELLE STAZIONI RADIO COSTIERE ITALIANE Sezione GENERALE EDIZIONE 2010 STATO MAGGIORE DELLA MARINA SMM 2 NOMINATIVI INTERNAZIONALI

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Ufficio di Statistica Sistema

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

Si ritiene utile richiamare l'attenzione circa le modifiche apportate dal citato decreto, rispetto al precedente del 28 giugno 1974.

Si ritiene utile richiamare l'attenzione circa le modifiche apportate dal citato decreto, rispetto al precedente del 28 giugno 1974. Organo: INAIL Documento: Circolare n. 100 del 16 dicembre 1977 Oggetto: Retribuzione convenzionale giornaliera dei lavoratori delle Compagnie e Gruppi portuali di cui all'articolo 110 del Codice della

Dettagli

AREE MARINE PROTETTE

AREE MARINE PROTETTE AREE MARINE PROTETTE AREE MARINE PROTETTE ISTITUITE, DI PROSSIMA ISTITUZIONE E DI RIFERIMENTO, IN ITALIA FINALITÀ ISTITUZIONE DI RISERVE E PARCHI MARINI conservazione, tutela e ripristino degli ecosistemi

Dettagli

GREEN CITY ENERGY GENOVA 11.11.2011

GREEN CITY ENERGY GENOVA 11.11.2011 GREEN CITY ENERGY GENOVA 11.11.2011 NEW MARINA DEVELOPMENTS IN ITALY RECENTLY INAUGURATED September 2011 BERTHS Porto Turistico di Loano Loano (SV) 1.100 Marina Genova Aeroporto Luglio 2007 Genova 500

Dettagli

Rapporto sui questionari per i pescatori professionali

Rapporto sui questionari per i pescatori professionali LIFE12 NAT/IT/000937 Azione A3: Consultazione dei pescatori Rapporto sui questionari per i pescatori professionali A cura di Maurizio Giganti CTS Centro Turistico Studentesco e giovanile Indice Sommario

Dettagli

Ministero dei Trasporti e della Navigazione

Ministero dei Trasporti e della Navigazione MODULARIO MAR MERC- 56 Mod. 85 Ministero dei Trasporti e della Navigazione DIPARTIMENTO NAVIGAZIONE MARITTIMA E INTERNA UNITA DI GESTIONE INFRASTRUTTURE PER LA NAVIGAZIONE ED IL DEMANIO MARITTIMO Divisione

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE DELLE DOGANE DELLA PUGLIA E DELLA BASILICATA. Codice Tipo Descrizione

DIREZIONE REGIONALE DELLE DOGANE DELLA PUGLIA E DELLA BASILICATA. Codice Tipo Descrizione Uffici abilitati alla ricezione degli elenchi riepilogativi delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni (Circolare n. 41 del 6 febbraio 1993) - Elenco aggiornato al 10/05/2010 DIREZIONE REGIONALE

Dettagli

Report Immobiliare Eurekasa.it Giugno 2007

Report Immobiliare Eurekasa.it Giugno 2007 Report Immobiliare Eurekasa.it Giugno 2007 Bene il turistico che costa poco, flessioni fra i top prices! Il portale immobiliare eurekasa.it, ha effettuato un analisi sulla variazione dei prezzi nel primo

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

IREPA Onlus, Via S. Leonardo 73, 84131 Salerno tel. 089/338978 - fax 089/330835 - e-mail irepa@irepa.org - sito web http://www.irepa.

IREPA Onlus, Via S. Leonardo 73, 84131 Salerno tel. 089/338978 - fax 089/330835 - e-mail irepa@irepa.org - sito web http://www.irepa. L Irepa Onlus, Istituto di ricerche economiche per la pesca e l acquacoltura, è un organizzazione non lucrativa di utilità sociale, dotata di personalità giuridica, ed opera in convenzione con l Università

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

1. Importi dovuti per prenotazioni ed altri servizi

1. Importi dovuti per prenotazioni ed altri servizi 1. Importi dovuti per prenotazioni ed altri servizi Prenotazioni e servizi a)costo chiamata a Call Center Trenitalia 89 20 21 Importi Da telefono fisso: scatto alla risposta: 30,3 centesimi di euro (IVA

Dettagli

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico 1 Lavoro realizzato dall Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico. È consentita

Dettagli

PORTO DESCRIZIONE DELL'INTERVENTO TOTALE. Reg. Prov. Com. disp.fin.2014 disp.fin.2015 disp.fin.2016 S/N (4) Importo

PORTO DESCRIZIONE DELL'INTERVENTO TOTALE. Reg. Prov. Com. disp.fin.2014 disp.fin.2015 disp.fin.2016 S/N (4) Importo 1 2 20012 15 63 4 6 20012 15 063 006 06 0 3 20012 15 063 037 06 36 4 20012 15 065 03 06 36 5 20012 15 065 031 06 36 6 20012 15 065 116 06 0 7 20012 15 065 006 06 36 20012 15 063 006 06 0 20012 15 063 04

Dettagli

La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia. Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico

La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia. Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico La pesca e l acquacoltura in Friuli Venezia Giulia Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico 1 Lavoro realizzato dall Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico. È

Dettagli

Bandiera Blu 2015. Abruzzo. Basilicata. Calabria. Campania. in provincia di Chieti. in provincia di Potenza. in provincia di Cosenza

Bandiera Blu 2015. Abruzzo. Basilicata. Calabria. Campania. in provincia di Chieti. in provincia di Potenza. in provincia di Cosenza Bandiera Blu 2015 La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale, istituito nel 1987 Anno europeo dell Ambiente, che viene assegnato ogni anno in 48 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente

Dettagli

Nota: i dati sui collegamenti sono provvisori.

Nota: i dati sui collegamenti sono provvisori. Indice Foglio Tab. 1 - Collegamenti tra i porti della Penisola al 31/12/2011 2 Tab. 2 - Collegamenti tra i porti della Penisola e le Isole maggiori al 31/12/2011 3 Tab. 3 - Collegamenti tra i porti della

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

Napoli, 19 Ottobre 2009. Dott.ssa M.R. Di Somma

Napoli, 19 Ottobre 2009. Dott.ssa M.R. Di Somma Napoli, 19 Ottobre 2009 Dott.ssa M.R. Di Somma Movimentazione Merci PORTO Prodotti Petroliferi Totale Merci Ancona - Falconara 4.853.842 9.427.104 Arbatax 12.133 Augusta 29.321.711 30.393.513 Barletta

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA PESCA RAPPORTO ANNUALE 2009 SULLA PESCA E SULL ACQUACOLTURA IN SICILIA

DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA PESCA RAPPORTO ANNUALE 2009 SULLA PESCA E SULL ACQUACOLTURA IN SICILIA DISTRETTO PRODUTTIVO DELLA PESCA OSSERVATORIO DELLA PESCA DEL MEDITERRANEO RAPPORTO ANNUALE 2009 SULLA PESCA E SULL ACQUACOLTURA IN SICILIA ABSTRACT DEL RAPPORTO CAPITOLO I - Quadro generale socio-economico

Dettagli

Dispensa 10 a Concorsi

Dispensa 10 a Concorsi Decreto 5 marzo 2004 - Graduatoria del concorso pubblico, per esami, su base circoscrizionale, a 36 posti di Ragioniere, area funzionale B, posizione economica B3. MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it BASILICATA Donato Di Taranto Secondo grado d.ditaranto@tin.it Adele Vitelli Elementari Istituto Comprensivo "Padre Pio da Pietrelcina"

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

ALLEGATO I. Tabelle statistiche e grafici

ALLEGATO I. Tabelle statistiche e grafici ALLEGATO I Tabelle statistiche e grafici Valutazio ex-ante ambientale Figura I.1. Andamento del numero di pescherecci lle Regioni Obiettivo 1, anni 1996- N. battell 5000 4500 4000 3500 3000 2500 1500 1000

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già

L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già L aggiornamento delle informazioni sui traffici portuali Il presente testo rappresenta un aggiornamento statistico e un arricchimento dei dati già presentati nello Studio sui porti pubblicato dal DIPE

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Il traffico crocieristico in Italia nel 2013

Il traffico crocieristico in Italia nel 2013 IL TRAFFICO CROCIERISTICO IN ITALIA NEL 2013 Risposte Turismo realizza per il quarto anno lo speciale dedicato al turismo crocieristico, in particolare all analisi dell andamento del settore in Italia

Dettagli

1/Assistenza sanitaria integrativa PORTUALI. 1/UPS/Invio verbale di accordo TRASPORTO MERCI

1/Assistenza sanitaria integrativa PORTUALI. 1/UPS/Invio verbale di accordo TRASPORTO MERCI PORTUALI 1/Assistenza sanitaria integrativa TRASPORTO MERCI 1/UPS/Invio verbale di accordo PORTUALI 1/Assistenza sanitaria intergativa Come sapete, il CCNL dei lavoratori portuali prevede all art. 51bis

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

Ufficio Città Totali Distretto

Ufficio Città Totali Distretto Ufficio Città Totali Distretto Procura della Repubblica Termini Imerese 296 Palermo Procura della Repubblica Sciacca 254 Palermo Ufficio di Sorveglianza Trapani 108 Palermo P.G. della Rep. presso Corte

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 12

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 12 ITALIA ECONOMIA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 12 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l In Italia ci sono tanti campi di grano e di mais l Ci sono molti alberi da frutta, viti e

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Il traffico crocieristico in Italia nel 2012

Il traffico crocieristico in Italia nel 2012 1 Il traffico crocieristico in Italia nel 2012 IL TRAFFICO CROCIERISTICO IN ITALIA NEL 2012 Risposte Turismo realizza per il terzo anno uno speciale dedicato al turismo crocieristico, dedicato in particolare

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari. Direzione Centrale Accertamento RISOLUZIONE N. 64/E Roma, 18 maggio 2005 Oggetto: Istituzione dei codici tributo per la riscossione, con modello F 23 delle somme spettanti agli accertatori dei reati finanziari.

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

ITALY LINES OF O F F E F R E T R E T E E S E T S A T T A E T E 20 2 1 0 4 1

ITALY LINES OF O F F E F R E T R E T E E S E T S A T T A E T E 20 2 1 0 4 1 ITALY LINES OFFERTE ESTATE 2014 TRATTE PASSEGGERI Viaggia sulla Cagliari -Tunisi, Genova -Tunisi e sulla Bari -Durazzo con il Camping On Board e avrai il 40% di sconto sul tuo camper Sulla Napoli -Palermo,

Dettagli

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria.

64 I.T.S. Lombardia 7 Veneto Piemonte. Emilia Romagna Liguria. Toscana. Marche 3. Abruzzo Lazio 4. Molise 1. Basilicata. Sardegna. Calabria. Lombardia 7 Veneto Piemonte 6 3 Emilia Romagna Liguria 4 Toscana 3 7 Umbria Friuli V. Giulia Marche 3 Abruzzo Lazio 4 7 Molise 64 I.T.S. 3 Sardegna 3 Basilicata Calabria 4 Sicilia 5 Gli ITS in Abruzzo

Dettagli

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori

I numeri degli Istituti Tecnici Superiori I numeri degli Istituti Tecnici Superiori Al 4 aprile 04 64 ITS 40 percorsi attivati circa 5000 corsisti 73 corsi sono già conclusi 300 già diplomati 4,5% femmine Su 4 diplomati di n. 68 corsi censiti

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

AP-607 AP-803 AP-608 AP-804 AP-609

AP-607 AP-803 AP-608 AP-804 AP-609 TIPI DI INQUINAMENTO RILEVATO: MA 03 parametri entro i limiti del D.P.R. 470/82 taluni parametri oltre i limiti del D.P.R. 470/82, ma entro i limiti di provvedimenti di deroga 044-019-019 AP-607 AP-803

Dettagli

PER INFORMAZIONI E CONTATTI

PER INFORMAZIONI E CONTATTI PER INFORMAZIONI E CONTATTI Sede nazionale: Viale Manzoni, 55-00185 Roma Tel. 0677591926-0670452452 Fax 0677206060 E-MAIL cobas@cobas.it PIEMONTE TORINO via S. Bernardino, 4 - tel/fax 011 334345 - E-mail:

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

TrasporTi e infrastrutture in Calabria

TrasporTi e infrastrutture in Calabria TrasporTi e infrastrutture in Calabria STRADE E AUTOSTRADE L AUTOSTRADA A3 SALERNO - REGGIO CALABRIA Considerata la maggiore opera realizzata direttamente dallo Stato, la tratta è gestita dall ANAS senza

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Riepilogo per Regione delle strutture ispezionate e delle irregolarità Regione Totale strutture ispezionate Con irregolarità amministrative Con irregolarità segnalate all A.G. Valle d Aosta 1 1 Piemonte

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo

La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo Progetto LIFE NATURA Co.Me.Bi.S. La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo Integrated management of coastal and marine ecosystems of the Mediterranean Simona Clò Responsabile

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

PAX - Parcel Service to Europe

PAX - Parcel Service to Europe PAX - Parcel Service to Europe Italy Minor Islands Postcodes not serviced by PAX Postcode Town Province Delivery time ex delivery depot Hours) Delivery Depot 04020 LE FORNA LT 72 Latina 04020 LE FORNA

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

CARTE NAUTICHE DELL ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA

CARTE NAUTICHE DELL ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA 16 CARTE NAUTICHE DELL ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA Mar Ligure e Tirreno centro-settentrionale scala dim.cm. 01.00001 Da Cannes a Imperia 01.00002 Da Imperia a Portofino 01.00003 Da Portofino a San

Dettagli

APPENDICE (Tab. A1-A7)

APPENDICE (Tab. A1-A7) APPENDICE (Tab. A1-A7) ID_PORTO Porto Popolazione Totale Numero Edifici Numero Unità Locali Numero Addetti Unità Locali AREA Isocora 200 km (mq) 1 Savona-Vado 9.608.844 1.494.337 941.468 4.150.985 22.312.993.256

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

Détails de la zone de cartes Mapmedia MED-02: Méditerranée

Détails de la zone de cartes Mapmedia MED-02: Méditerranée Détails de la zone de cartes Mapmedia MED-02: Méditerranée MED-02-MAP/05 West Italy - Sardinia Num CHART CHART NAME SCALE S.H. 913 Da Piombino A Fiumicino E Costa Orientale della Corsica 1: 250000 IIM

Dettagli

EXECUTIVE SUMMARY. Maggio 2013

EXECUTIVE SUMMARY. Maggio 2013 Maggio 2013 EXECUTIVE SUMMARY Il check up del settore ittico nazionale per il 2012 mostra tutti i segni di una difficoltà che, se già di per sé sembra assumere carattere strutturale, è stata aggravata

Dettagli

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions

Tabelle tecniche. First for Steam Solutions Tabelle tecniche First for Steam Solutions E X P E R T I S E S O L U T I O N S S U S T A I N A B I L I T Y I NOSTRI PRODOTTI Apparecchiature per vapore e aria compressa scaricatori di condensa filtri ed

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 02/09/2011 A giugno 2011 in Italia 37.787 gelaterie artigiane, che danno lavoro a 87.992 addetti. Nell'artigianato 6 assunzioni di gelatai su 10 sono di

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

Statistiche dei trasporti marittimi

Statistiche dei trasporti marittimi SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 7 Settori Servizi Statistiche dei trasporti marittimi Anni 2002-2004 Contiene cd-rom Informazioni n. 5-2007 I settori AMBIENTE E TERRITORIO

Dettagli

Percorso formativo per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.): LINEA 1 ED. VIESTE (PO0713II120802)

Percorso formativo per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.): LINEA 1 ED. VIESTE (PO0713II120802) Ente gestore RTS IFOA e CAT CONFCOMMERCIO FOGGIA, il cui capofila è IFOA Percorso formativo per il conseguimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.): LINEA 1 ED. VIESTE (PO0713II120802)

Dettagli

Giornata di studio sul controllo del traffico aereo, navale e ferroviario

Giornata di studio sul controllo del traffico aereo, navale e ferroviario Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Giornata di studio sul controllo del traffico aereo, navale e ferroviario Vessel Traffic Management & Information Service Roma, 5 luglio 2007 1 Comando

Dettagli

62 7-2-2003 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 7

62 7-2-2003 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 7 62 7-2-2003 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 7 FIG. 1 - Rappresentazione dei flussi sulla rete stradale FIG. 2 - Rappresentazione dell accessibilità attiva 7-2-2003 - GAZZETTA

Dettagli

Oggetto: Blue tongue riformulazione del sistema di sorveglianza sierologica.

Oggetto: Blue tongue riformulazione del sistema di sorveglianza sierologica. 0016156-18/06/2015-DGSAF-COD_UO-P Trasmissione elettronica N. prot. DGSAF in Docspa/PEC Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI VETERINARI Ufficio III Centro Nazionale

Dettagli

Assemblea dei Delegati di Coopersalute

Assemblea dei Delegati di Coopersalute Assemblea dei Delegati di Coopersalute Firenze, 21 giugno 2010 Villa Vittoria Firenze Fiera TOTALE ISCRITTI febbraio 2010 54.568 ISCRITTI ISCRITTI in percentuale suddivisi per regione di residenza febbraio

Dettagli

Il progetto Marimed: avvicinare la Pesca al Turismo

Il progetto Marimed: avvicinare la Pesca al Turismo R MA MA IMED L a P e s c a come fattore di sviluppo del Turismo sostenibile Introduzione R A M M I D E La gioia dei gabbiani all arrivo in porto di un peschereccio al termine di una battuta di pesca rende

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

Fondi privati ed europei per il nuovo sistema dei porti

Fondi privati ed europei per il nuovo sistema dei porti Campania Riqualificazione e realizzazione del sistema integrato regionale Territorio Fondi privati ed europei per il nuovo sistema dei porti 62 LE MACROAREE DEI GRANDI PROGETTI LE RISORSE DEI GRANDI PROGETTI

Dettagli