INFERMIERISTICA IN EMERGENZA E URGENZA SANITARIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFERMIERISTICA IN EMERGENZA E URGENZA SANITARIA"

Transcript

1 Dipartiment di Medicina Sperimentale e Clinica MASTER INFERMIERISTICA IN EMERGENZA E URGENZA SANITARIA ann accademic curriculum di massima Allegat b) di PG POF 003 rev. 1 Pagina 1 di 22

2 SCOPO DEL MASTER La finalità del master è di frmare l specialista* in Infermieristica in Emergenza e Urgenza Sanitaria, cn funzini specialistiche nell area, in grad di analizzare i bisgni di assistenza in emergenza, gestire il prcess assistenziale e i percrsi relativi, garantire una rispsta immediata e efficace ai bisgni urgenti dei cittadini. Il prfil dell infermiere in pssess del master in Infermieristica in Emergenza e Urgenza Sanitaria prevede le seguenti cmpetenze tecnic-prfessinali: affrntare le situazini di emergenza e urgenza che pngn la persna in cndizini critiche;gestire l assistenza alla persna in situazini di emergenza e urgenza intra ed extraspedaliera; attuare interventi di educazine e educazine terapeutica rivlti alla persna e ai familiari; garantire l integrazine multiprfessinale e la cntinuità delle cure; attuare attività di frmazine del persnale infermieristic e di supprt; realizzare attività di ricerca infermieristica e di cnsulenza. Svlge le sue attività nelle Centrali Operative, sui mezzi di sccrs, nei DEA di prim e secnd livell *in derga alla nrmativa di Atene si fa riferiment alla L.43/2006, art. 6 cmma c) prfessinisti specialisti in pssess del master di prim livell per le funzini specialistiche rilasciat dall'università ai sensi dell'articl 3, cmma 8, del reglament di cui al decret del Ministr dell'università e della ricerca scientifica e tecnlgica 3 nvembre 1999, n. 509, e dell'articl 3, cmma 9, del reglament di cui al decret del Ministr dell'istruzine, dell'università e della ricerca 22 ttbre 2004, n. 270 Il Master in Infermieristica in Emergenza e Urgenza Sanitaria intende sviluppare cmpetenze specialistiche necessarie alla gestine di strategie assistenziali glbali, cntinue e di elevata qualità in rispsta ai bisgni di salute presenti nell area dll emergenza e urgenza sanitaria. Il prfessinista dell area infermieristica che ha cnseguit il titl di Master Infermieristica in Emergenza e Urgenza Sanitaria sviluppa cmpetenze specifiche nelle seguenti funzini/ada: Gestine Frmazine Cnsulenza Ricerca e Ricerca Applicata Gestine del triage Infermieristica applicata nei percrsi di Emergenza ARCHITTETTURA DEL PROGRAMMA Il Master è strutturat in n. 3 mduli, cn una durata cmplessiva di 1500 re, crrispndenti a 60 crediti frmativi universitari; a questi vengn inltre aggiunti 10 crediti frmativi universitari (CFU), assegnati per l elabrazine della tesi finale. Ogni CFU crrispnde a 25 re di attività di apprendiment varie: didattica frntale ( lezine, seminari) didattica interattiva (esercitazini, lavri di grupp, ricerca sul camp) e tircini. Una percentuale delle re cmplessive è dedicata all studi individuale, calclata sulla stima del lavr studente, necessari per l apprendiment persnale delle cmpetenze previste dal master. Il suddett lavr studente è inltre da dedicare a ricerche, elabrazine di dati e apprfndimenti tematici, richiesti dal percrs frmativ. Allegat b) di PG POF 003 rev. 1 Pagina 2 di 22

3 Prima dell inizi del Master, è previst il wrkshp di rientament, ciè un mment frmativ dedicat alla cndivisine delle lgiche del percrs e del sistema di valutazine prgettat. Ess è necessari per stabilire un dirett e cnsapevle cntratt frmativ tra i partecipanti e l staff del crs, attravers l esplicitazine delle aspettative reciprche e delle infrmazini generali del Master. Ogni mdul prevede l'alternanza fra frmazine in aula e cntestualizzazine perativa attravers labratri e tircini; al termine dell stess, accertata la frequenza, è previst un esame finale, il cui vt scaturisce dalla valutazine delle cmpetenze acquisite sia nella parte terica che pratica. Per il cnseguiment del titl di Specialista in Infermieristica in Emergenza e Urgenza Sanitaria l studente sstiene un esame finale che cnsiste nella dissertazine di una tesi su tematiche trattate nel percrs frmativ. APPROCCIO METODOLOGICO AL PROGETTO FORMATIVO L apprcci metdlgic è fndat sull analisi e la certificazine delle cmpetenze. La mappatura delle cmpetenze rilasciate dal Master deriva da un studi sulle cnscenze, abilità e cmprtamenti (cmpetenza, appunt) seguend il metd elabrat apprvat dalla Regine Tscana. Secnd quest metd si identifican 4 cluster di cmpetenze che descrivn il prfessinista: COMPETENZE DI BASE sn le capacità che tutti i prfessinisti devn pssedere all ingress nel mnd del lavr, COMPETENZE TRASVERSALI sn le capacità cmunicative e relazinali che gni prfessinista dvrebbe pssedere in qualunque settre prfessinale, COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI sn le capacità distintive della figura prfessinale, COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TRASVERSALI AL SETTORE SANITARIO dimstran la cntestualizzazine del mdell nell ambit sanitari, identificand le ADA/funzini caratterizzanti che descrivn le cmpetenze tipiche di gni prfessinista che pera in quest settre. Il master svilupperà le cmpetenze tecnic prfessinali ciè quelle che caratterizzan il prfessinista specialista in un ttica di Lifelng Learning. Quindi trverete di seguit allegata una mappa delle cmpetenze suddivise per mdul. Ogni cmpetenza verrà sviluppata in un più ambiti di apprendiment (aula, labratri e tircini) cme specificat in gni Unità Capitalizzabile prevista in ciascun mdul. L attività di tircini ricpre un aspett significativ del percrs frmativ, in quant rappresenta l spazi perativ per apprendere ed applicare nella realtà le cmpetenze previste. Il tircini si svlge nei servizi specifici per il prfil prfessinale in frmazine ed è supprtat dalle attività tutriali presenti nella sede prescelta. L studente, per la dimstrazine del grad di raggiungiment degli biettivi prepsti, elabra alla fine di gni mdul il prject wrk indicat, sul quale riceve la valutazine della cmmissine d esame. Il master si articla nelle seguenti attività di apprendiment: ATTIVITA DI APPRENDIMENTO CREDITI UNIVERSITARI FORMATIVI ORE COMPLESSIVE Attività didattica frntale/ interattiva Tircini/Labratri Studi individuale 387 Prva Finale Ttale Il prgett frmativ cmprta l utilizz di validi metdi di valutazine. Allegat b) di PG POF 003 rev. 1 Pagina 3 di 22

4 La valutazine degli studenti ha l scp di verificare il raggiungiment delle cmpetenze; per quest mtiv la scelta dei metdi di valutazine tende a: ridurre la distanza tra mment frmativ e mment dell esercizi prfessinale, cnsentend l immediat utilizz delle cmpetenze acquisite nell ambit del sistema rganizzativ; frnire un feed back in itinere sul percrs di apprendiment in att; ciò è utile sia per l studente che per il dcente ed i tutr; questi ultimi ptrann csì apprtare eventuali tutrati integrativi per guidare il recuper delle cmpetenze; facilitare i frmatri nella prgettazine di percrsi frmativi tali da implementare le cmpetenze prfessinali necessarie per affrntare i cambiamenti rganizzativi ed i prblemi di qualità dei servizi. Bibligrafia di riferiment: Isfl, Unità Capitalizzabili e crediti frmativi. I repertri sperimentali, Franc Angeli, Milan, 1998 Marc Rtndi, Facilitare l'apprendere: mdi e percrsi per una frmazine di qualità, Assciazine Italiana Frmatri, Franc Angeli Editre, Milan, 2001 Regine Tscana, Sistema reginale delle cmpetenze Unine Eurpea, FSE, 2004 L. Falchini, E. Spsat il prgett della Regine Tscana per la cstruzine di un sistema di cmpetenze, FOR, rivista per la frmazine, n. 63, 2005 Federazine Nazinale IPASVI, Linee Guida per il master di I Livell, IPASVI, Rma, 2008 Allegat b) di PG POF 003 rev. 1 Pagina 4 di 22

5 ARTICOLAZIONE Bilanci delle Cmpetenze in entrata Cmpetenze Capitalizzate e Capitalizzabili MOD. 1 MOD. 2 MOD. 3 La ricerca applicata alla clinica/assisten za nei diversi cntesti perativi dell emergenza -urgenza valutazine Gestine della presa in caric della persna e analisi qualitativa dei diversi cntesti perativi dell emergenzaurgenza valutazine Gestine dei percrsi assistenziali dal territri al DEA valutazine T E S I Certificazine delle Cmpetenze di Specialista in Emergenza e Urgenza Sanitaria Labratri/Tircini Studi individuale applicat TUTORING/COACHING Certificazine Cmpetenze capitalizzate Certificazine Cmpetenze capitalizzate Certificazine Cmpetenze capitalizzate Allegat b) di PG POF 003 rev. 1 Pagina 5 di 22

6 PIANO DI STUDI aa 2014/2015 Insegnament Settre Scientific CFU Disciplinare Mdul 1 :La ricerca applicata alla clinica/assistenza nei diversi cntesti perativi dell emergenza-urgenza Igiene generale e applicata: MED/42 rganizzazine dei servizi, epidemilgia e statistica, sicurezza e 5 rischi clinic Psiclgia del lavr e delle rganizzazini: gestine del grupp e gestine dei prcessi culturali M-PSI/01 3 Scienze Infermieristiche: metdlgie di valutazine nei diversi setting e tecnlgie a dispsizine dell équipe e gestine dell'assistenza nelle situazini di MED-45 4 emergenza-urgenza che pngn la persna in cndizini di criticità vitale Scienze Infermieristiche: EBN e ricerca applicata MED-45 3 Ttale mdul 15 Mdul 2: Gestine della presa in caric della persna e analisi qualitativa dei diversi cntesti perativi dell emergenza-urgenza Anestesilgia : trattamenti intensivi, farmaclgici,stabilizzazine MED/41 funzini vitali, terapia del dlre nei cntest territriale ed 3 spedalieri Medicina Interna: Epidemilgia e gestine della casistica minre e cmplessa delle urgenze sanitarie MED-09 3 Scienze Infermieristiche: MED-45 inquadrament algritmi del triage e gestine degli interventi 4 infermieristici secnd il principi di prirità nel cntest territriale,spedalier e nelle maxiemergenze Scienze Infermieristiche: qualità, pianificazine e frmazine nell emergenza MED-45 3 Ttale mdul 13 Mdul 3 : Gestine dei percrsi assistenziali dal territri al DEA Psiclgia clinica:gestine del vissut emtiv nelle situazine critiche, prevenzine di stress e burn-ut M-PSI/08 3 Medicina Interna: Applicazine algritmi di dispatch e gestine triage spedalier; maxiemergenze intra ed extra spedaliere MED-09 3 Scienze Infermieristiche: I percrsi assistenziali integrati MED/45 3 Scienze Infermieristiche: La gestine dei casi clinici per prblemi priritari di salute MED/45 3 Ttale mdul Tircini 20 Prva finale 10 Ttale 70 Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 6 di 22

7 CALENDARIO DIDATTICO L rari delle lezini sarà cnsultabile n-line ed è previst secnd la seguente articlazine: dal Lunedì al Venerdì al mattin e al pmeriggi, cn pausa pranz dalle re alle 14.00, ed il Sabat sl al mattin, per un impegn girnalier massim di 8/9 re di didattica frntale. Il calendari delle lezini si svlge cn una frequenza di 3/4 girni a settimana per un ttale di 6/8 girni al mese. Le attività di Frmazine a distanza (Fad), nn cmprese nell rari delle lezini, pssn essere svlte entr le scadenze indicate per gni mdul, ma senza limitazini di rari. La cmunicazine definitiva del calendari sarà data almen 60 girni prima dell inizi del crs. Le re di teria sn di 50 minuti. Le re di tircini sn di 60 minuti. Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 7 di 22

8 MODULO n.1 LA RICERCA APPLICATA ALLA CLINICA/ASSISTENZA NEI DIVERSI CONTESTI OPERATIVI DELL EMERGENZA-URGENZA Ore Frmazine Aula Ore studi individuale Ore LABORATORIO/ TIROCINIO e labratri prgettuale TUTORATO Valutazine TOTALE ORE UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. QUALITA E SICUREZZA Gestire il rischi clinic Garantire la sicurezza del paziente Gestire gli strumenti di analisi reattiva Gestire gli strumenti di analisi prattiva Elabrare la mappa del rischi Identificare i rischi cnnessi alla sicurezza di paziente e peratri nel cntest lavrativ Applicare strumenti e metdlgie per la gestine del rischi clinic Organizzare audit multidisciplinari x x x Il Risk Management La mappa del rischi in area critica La sicurezza sui lughi di lavr Strumenti e metdi nella gestine del rischi clinic Lezine ESERCITAZIONE UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. GESTIONE Pianificare il lavr Utilizzare apprpriatamente le risrse umane e prfessinali Analizzare criticamente gli aspetti etici legati al prpri prfil Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 8 di 22

9 Individuare gli biettivi sanitari in relazine alle risrse dispnibili in cllabrazine cn altri prfili Cndurre il grupp di lavr Individuare i livelli di respnsabilità prfessinale Dcumentare il prcess di assistenza Tecniche di creatività di grupp. La gestine dei cnflitti e il ricnsciment dei valri Le stagini dell etica in medicina Evluzine legislativa e della respnsabilità prfessinale dell infermiere Le cmpetenze dell infermiere specialista in emergenza Analisi del prfil antrplgic di una cmunità I mdelli rganizzativi/assistenziali in Sanità: Sinergy Mdel, MAP e ICA. Il mdell per l'intensità di Cure Lezine ESERCITAZIONE UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. GESTIONE Analizzare il cntest sci-sanitari Garantire ai cittadini pari pprtunità di access a servizi di qualità Individuare i principali mdelli sanitari Analizzare i prcessi di cambiament istituzinale e rganizzativ del SSN PSR PAL Individuare i prcessi rganizzativi del cntest Prcess di cambiament istituzinale ed rganizzativ del SSN. Prgrammazine strategica reginale e aziendale I determinanti e le disuguaglianze in salute Il mdell del Chrnic Care Mdel. Lezine ESERCITAZIONE Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 9 di 22

10 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.ESP.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire la crretta applicazine di algritmi e prcedure Attuare crrettamente i prtclli per la sicurezza del paziente e degli peratri Gestire cn funzini di team leader l assistenza nelle situazini di emergenza urgenza che pngn la persna in cndizini di criticità vitale Garantire la pervietà delle vie aeree Garantire l intubazine tracheale in cndizini di emergenza cn paziente incsciente Gestire efficacemente ed in sicurezza i casi nn critici Creare un mdell mgene per le prestazini ergate ai pazienti sviluppand nuvi prtclli Creare prtclli di cntinuità assistenziale tra infermieri che peran in regime extra ed intraspedalier Accmpagnare il paziente durante il percrs clinic assistenziale dal territri al Prnt Sccrs garantend l apprpriatezza del ricver Trattare in maniera ttimale i pazienti plitraumatizzati secnd standard internazinali Advanced Trauma care fr Nurses Applicare i prtclli PTC per il sstegn delle funzini vitali Applicare i prtclli ALS per il supprt avanzat delle funzini vitali I presidi a dispsizine del prfessinista per le emergenze traumatiche e nn La gestine extraspedaliera del paziente plitraumatizzat La gestine intraspedaliera del paziente Plitraumatizzat Intrassea e pnx nella pratica La gestine avanzata delle vie aeree Algritm ALS in situazini particlari: Iptermia, smmessne, avvelenamenti, flgrazine, ustini, gravidanza ALS e PHTC Lezine ESERCITAZIONE labratri Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 10 di 22

11 UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. RICERCA Sviluppare prgetti di ricerca Prmuvere la buna pratica clinica Utilizzare banche dati per la ricerca delle evidenze Effettuare revisine di letteratura scientifica Identificare gli indicatri per la valutazine dei risultati di ricerca Utilizzare la metdlgia di diffusine dei risultati di ricerca Utilizzare l evidenza e la ricerca per la pratica clinica Generalità sugli studi epidemilgici descrittivi, analitici, sperimentali Fnti dei dati epidemilgici Misure di assciazine e stima del rischi Principi fndamentali di statistica EBN: la revisine e l analisi critica. La ricerca qualitativa Metdlgia della ricerca sciale Il sistema infrmativ, i fabbisgni infrmativi, le fnti e i flussi Lezine ESERCITAZIONE labratri UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. RICERCA APPLICATA Attuare prgetti di ricerca selezinati Utilizzare la ricerca nella pratica clinica Leggere i fenmeni e i bisgni di cmunità x Identificare prblemi specifici e aree di ricerca Effettuare la ricerca bibligrafica su specifici prblemi e aree di interesse Identificare le fasi per la stesura di un prtcll di ricerca Effettuare studi epidemilgici in ambienti di vita e di lavr in cllabrazine cn altri prfessinisti Verificare l applicazine dei risultati delle ricerche per ttenere un miglirament della qualità Divulgare i risultati delle ricerche all equipe x x x Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 11 di 22

12 Le stesura di prtclli di ricerca Analisi abstract Lezine ESERCITAZIONE labratri ESAME FINE MODULO Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 12 di 22

13 MODULO n.2 GESTIONE DELLA PRESA IN CARICO DELLA PERSONA E ANALISI QUALITATIVA DEI DIVERSI CONTESTI OPERATIVI DELL EMERGENZA-URGENZA Ore Frmazine Aula Ore studi individuale Ore LABORATORIO/ TUTORATO Ore di TIROCINIO+ lab. prgettuale Valutazine TOTALE ORE UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. QUALITA E SICUREZZA Analizzare i percrsi per la qualità Elevare la qualità dell assistenza infermieristica COMPETENZE AULA TIROCINIO LABORATORI O Identificare aree di miglirament della qualità x dell assistenza Prmuvere prgetti di miglirament x Elabrare un prgett di miglirament x x Utilizzare i sistemi infrmativi/infrmatici per la racclta e l analisi dei dati Definire standard e indicatri di efficacia e di efficienza Utilizzare gli indicatri di efficacia ed efficienza dei servizi sanitari Valutare il funzinament dei servizi cinvlgend la cittadinanza x x x La qualità dell assistenza infermieristica:sistema qualità, gestine dei prcessi, input, utput, utcme, sistemi di mnitraggi e di valutazine Lezine ESERCITAZIONE labratri UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. FORMAZIONE Gestire percrsi Frmativi Realizzare interventi educativi/frmativi adeguati agli biettivi aziendali Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 13 di 22

14 Rilevare il gap frmativ del prpri grupp di lavr Elabrare un prgett frmativ Cndurre l incntr frmativ Facilitare l apprendiment dei discenti tramite sistemi innvativi Valutare l efficacia della frmazine a livell rganizzativ in cllabrazine cn il frmatre Il prcess di apprendiment degli adulti. Gli strumenti per la gestine del grupp. L e-learning Prgettazine di percrsi di frmazine Valutazine del prcess di frmazine Lezine ESERCITAZIONE labratri UNITA CAPITALIZZABILE CTPT.SPEC.EME. FORMAZIONE Gestire l ambit di apprendiment Prmuvere la frmazine cntinua del persnale sanitari e del grupp prfessinale Prgettare percrsi di tircini in cllabrazine cn il frmatre Valutare percrsi di tircini in cllabrazine cn il frmatre Effettuare tutrat clinic a studenti del prpri prfil di peratri di supprt Facilitare l inseriment del persnale di nuva assegnazine La frmazine cntinua in medicina: la nrmativa Analisi dei bisgni frmativi Il rul del Tutr Clinic Lezine Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 14 di 22

15 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Analizzare il cntest dell emergenza Identificare i prcessi assistenziali del cntest di riferiment Individuare ruli e respnsabilità all intern del prpri settre Individuare i prcessi rganizzativi Intrduzine al sistema integrat dell emergenza Evluzine culturale dei mdelli rganizzativi del dipartiment di emergenza-urgenza Mdelli rganizzativi del sistema 118 in Italia a cnfrnt: servizi territriali La nrmativa nazinale sul sccrs. Il numer unic 112 Tecniche e strumenti infrmatici per l utilizz dei flussi in emergenza Lezine UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire l intervent di emergenza Realizzare interventi assistenziali nelle situazini di emergenza Garantire l intervent assistenziale nei vari cntesti perativi Identificare segni e sintmi caratteristici del prblema principale Garantire la cntinuità assistenziale cn l spedale attravers una cmunicazine efficace Valutare l stat neurlgic utilizzand i relativi strumenti Ricnscere le principali alterazini metabliche,respiratrie e cardiache Gestire l ansia e la smatizzazine nel paziente Ricnscere le principali alterazini ematchimiche nella diagnstica di labratri in emergenza Lezine Cenni di semeitica in urgenza, l interpretazine della diagnstica di Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 15 di 22

16 base. Le emergenze trac-addminali La farmaclgia in emergenza La metdlgia nell emergenza: gli algritmi Le varie tiplgie di shck: diagnsi e prtclli di intervent Le centrali perative: integrazine territri e DEA Alterazini dell stat di cscienza, il cma L ecgrafia in emergenza Il ricnsciment all ECG dei ritmi e delle principali alterazini ischemiche La gestine degli accessi vensi periferici cn ultrasuni nella casistica cmplessa ESERCITAZIONE labratri UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire l intervent nel cntest extraspedalier Garantire l assistenza in emergenza attravers la rilevazine delle prirità e l analisi delle risrse dispnibili Valutare la richiesta di Sccrs Utilizzare il sistema Dispatch Garantire la selezine della strategia di intervent più efficace Identificare i prblemi priritari sttesi alla richiesta di sccrs Assicurare il crrett utilizz della tecnlgia per la gestine della chiamata Assicurare la crretta trasmissine dell allarme Assicurare apprpriate infrmazini, istruzini al chiamante Applicare i prtclli per il Triage Extraspedalier Crdinare l attività di equipaggi cstituiti da peratri nn prfessinisti Frnteggiare le diverse situazini Il percrs assistenziale nelle sindrmi crnariche acute Strategie di gestine della chiamata. Ricezine della richiesta di sccrs. Criteri per la centralizzazine/assegnazine dell utente Il percrs assistenziale della persna cn ictus dal territri all spedale. La strke unit Lezine ESERCITAZIONE labratri Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 16 di 22

17 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire l intervent nelle maxiemergenze Realizzare interventi assistenziali in crs di calamità Affrntare le situazini di emergenza e urgenza che pngn più persne in cndizini critiche Applicare i principi di triage nelle maxiemergenze Identificare le prirità di intervent Assicurare il crrett funzinament del pst medic Avanzat Ridurre il rischi di cntaminazine negli eventi NBCR Descrivere il pian di maxiemergenza del prpri territri Descrivere le misure da adttare per la decntaminazine, la derattizzazine e la disinfezine Trattare le principali lesini da agenti chimici Individuare strategie di gestine di eventi critici all ester Infrmare la pplazine sui piani di intervent Identificare ruli, respnsabilità e cmpetenze ricnscend i prpri limiti di peratività x x La medicina delle Catastrfi: la catena del sccrs, la pianificazine, la gestine perativa e l rganizzazine dei sccrsi. Triage territriale Rul dell infermiere specialista nella medicina delle catastrfi Prtclli d intervent nei principali eventi catastrfici. La prtezine civile Lezine ESERCITAZIONE ESAME FINE MODULO Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 17 di 22

18 MODULO N.3 GESTIONE DEI PERCORSI ASSISTENZIALI DAL TERRITORIO AL DEA Ore Frmazine Aula Ore studi individuale Ore LABORATORIO/ TIROCINIO + lab. Prge. TUTORATO Valutazine TOTALE ORE UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSITENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire l intervent assistenziale nel cntest del DEA Realizzare interventi assistenziali nell ambit del DEA Gestire la casistica minre Eseguire valutazini cliniche cmplesse Ricnscere le migliri mdalità di valutazine del dlre utilizzand le relative scale Assicurare l apprcci terapeutic al dlre acut e crnic Assistere il malat sttpst a ventilazine a pressine psitiva Intervenire nelle principali aritmie e nella traumatlgia Intervenire nelle principali alterazini metabliche e respiratrie Prvvedere alla cannulazine arterisa dei distretti distali Cntrllare il crrett funzinament delle apparecchiature Prendere delle decisini per la salvaguardia delle funzini vitali - Infezini in PS - Ventilazine, CPAP - Assistenza alla persna cn insufficienza respiratria - Mrbility e mrtality review e check list - Mbile medicine - Crisis Resurce Management - I traumi cranici vertebr midllari - L emergenza Ostetric-Gineclgica - L emergenza nei quadri ORL e culistici - Le ustini - Il dlre nell emergenza Lezine Esercitazini Analisi di casi Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 18 di 22

19 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. GESTIONE DELL EMERGENZA-URGENZA NEI DIVERSI CONTESTI OPERATIVI Gestire i percrsi assistenziali Utilizzare strumenti specifici di pianificazine infermieristica Effettuare la presa in caric del paziente x Identificare i bisgni e i prblemi priritari di salute della persna Analizzare i percrsi di assistenza, pianificazine x e crdinament dei percrsi assistenziali al fine di garantire una rispsta immediata ed efficace ai bisgni urgenti dei cittadini Gestire interventi infrmativi sui percrsi assistenziali Gestire la cntinuità assistenziale Pianificare interventi assistenziali al persnale di supprt Garantire la sicurezza dei percrsi e nella fase di triage Gestire la dcumentazine del prcess di assistenza x x x x x x - Prgettazine dei percrsi assistenziali - La dcumentazine infermieristica nel DEA - Respnsabilità in emergenza - Qualità e rischi clinic in Triade Lezine Labratri Tircini Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 19 di 22

20 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.ESP.EME. GESTIONE DELL EMERGENZA-URGENZA NEI DIVERSI CONTESTI OPERATIVI Garantire l assistenza al bambin in emergenza urgenza Garantire l assistenza al paziente pediatric in situazini di emergenza Applicare gli algritmi di triage x Attuare le manvre di PBLSD Gestire l iperpiressia x Gestire la casistica minre e cmplessa nel bambin e nel nenat Garantire la sicurezza del bambin nel trasprt primari e secndari Identificare gli elementi critici per la centralizzazine del bambin - Rianimazine nenatale - Part precipits - Assistenza pediatrica in emergenza urgenza - Trasprt prtett del bambin - Triage pediatric - Il bambin ustinat Lezine Labratri Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 20 di 22

21 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. GESTIONE DI SE Gestire l stat emtiv Attuare i principi generali per la rielabrazine degli eventi emtivamente critici a tutta l equipe Affrntare emtivamente gli aspetti spiacevli dvuti alla situazine di emergenza Ricnscere le manifestazini crpree del prpri stat emtiv Cmunicare adeguatamente durante le situazini di crisi Gestire l stress dell incidente critic x Ricnscere cmprtamenti e reazini a rischi di burn ut Descrivere le fasi dell elabrazine del lutt Ricnscere i prpri limiti x - Burnut nei servizi di emergenza urgenza - La psiclgia dell emergenza - Prblem slving, decisin making, gestine delle risrse, cmprtament di squadra, cmunicazine efficace, leadership e situatin awareness - La gestine della dnna e del bambin che hann subit vilenza - Urgenze psichiatriche - Cmunicazine in triage Lezine Labratri Esercitazini Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 21 di 22

22 UNITA CAPITALIZZABILE CTP.SPEC.EME. PROCESSI ASSISTENZIALI IN EMERGENZA URGENZA Garantire la presa in caric del paziente attravers il Triage spedalier Garantire l apprpriatezza del cdice di prirità assegnat Accgliere il paziente e i sui familiari Utilizzare mdalità cmunicative verbali e nn verbali cerenti Adttare un asclt attiv e un atteggiament empatic Instaurare una prficua relazine d aiut Valutare la persna assistita cn x assegnazine di cdice clre di prirità Operare secnd le linee guida adttate in x U.O Gestire l attesa delle persne assistite e dei x familiari Rivalutare i malati cn frequenza temprale x in base al cdice di assegnazine Individuare le prirità vitali immediate x anche di frnte alla cntempraneità di mlteplici richieste Garantire il crrett passaggi di x infrmazini sui bisgni del malat Gestire gli interventi infermieristici secnd x il principi di prirità vitale/assistenziale Applicare i cncetti di prirità sciale Agire nel rispett della nrmativa di riferiment Adattare i piani e i prgrammi in base alle nuve prirità - Percrsi assistenziali in PS - Triage - Fast Track e See and Treat Lezine ESAME DI FINE MODULO Allegat b) di PG POF 002 rev. 0 Pagina 22 di 22

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18)

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) STAFF RISRSE UMANE Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENT DEL PERSNALE E CNFERIMENT DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) NTA METDLGICA SCREENING Servizio Gestione Risorse 1 PREMESSA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli