Comune di LATISANA (UD)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di LATISANA (UD)"

Transcript

1 Comune di LATISANA (UD) R E L A Z I O N E SUL R E N D I C O N T O DELLA G E S T I O N E PARTE DESCRITTIVA

2 PROGRAMMA: MIGLIORAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE DELLA GESTIONE FUNZIONE: AMMINISTRAZIONE GESTIONE CONTROLLO SERVIZIO: AFFARI GENERALI RESPONSABILE: PITTIS GIANNI SINDACO: DOTT. SALVATORE PIERO MARIA BENIGNO A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE ATTIVITA ANNO 2013 Nel periodo oggetto di verifica il Settore ha svolto, in sintesi, le seguenti attività: - Assistenza e supporto agli organi collegiali (Giunta Comunale e Consiglio Comunale) e nell assunzione di decisioni di ampio respiro; - Collegamento tra gli Organi elettivi (funzioni di indirizzo politico) e gli uffici preposti alla gestione; - Gestione delle deliberazioni del Consiglio Comunale e della Giunta Comunale; - Gestione delle determinazioni adottate dai Funzionari di ogni singolo settore, dei decreti sindacali, della tenuta del Registro delle Ordinanze; - Visura e rilascio di copie di atti deliberativi, determinazioni e decreti agli uffici e agli utenti privati; - Tenuta ed aggiornamento del Registro delle Associazioni operanti nel territorio comunale; - Ricezione, registrazione, classificazione e smistamento della posta in arrivo; - Gestione del sistema di ricezione dei documenti elettronici attraverso il sistema della Posta Elettronica Certificata; - Spedizione dei flussi documentali in uscita di tutti gli uffici comunali, compresi quelli dell Ambito Socio Assistenziale e della Polizia locale; - Funzioni di collegamento dell attività comunale con l esterno e con i servizi interni; - Pubblicazione degli atti e gestione dell Albo Pretorio on-line; - Notifiche degli atti del Comune e della Pubblica Amministrazione (messo comunale); - Cura e predisposizione delle pratiche legali, relativo affidamento d incarico e trasmissione degli atti ai Broker per l apertura del sinistro con la Compagnia Assicuratrice; - Predisposizione degli atti propedeutici alla stipula dei contratti, sia pubblici che privati; - Concessione loculi/celle ossario e relativi contratti di concessione ; - Verifica loculi scaduti da oltre 50 anni; - Verifica pagamenti rette per frequenza Scuole Materne delle frazioni di Gorgo e Pertegada e relativo controllo per il recupero delle morosità pregresse; - Predisposizione atti di gara per l incarico di realizzazione del giornalino comunale; - Predisposizione atti e affidamento del servizio di refezione scolastica per le scuole elementari di La tisana e Pertegada fino al termine dell anno scolastico ; - Atti relativi all affidamento della gestione della Scuola Comunale di Musica; - Attività inerenti la gestione del personale sia del Comune che della POA dell Ambito Socio Assistenziale che la proroga dei Lavoratori Socialmente utili sino al 10 marzo. - Attività residuali del servizio socio-assistenza rimaste al Comune. Sulla ricognizione dello stato di attuazione dei programmi di quest ultimo servizio si rimanda alla relazione più avanti rassegnata. B PROGETTI, PROGRAMMI, OBIETTIVI 1 UFFICIO DI STAFF Detto ufficio è articolato in: - Segreteria particolare del Sindaco, - Coordinatore dell ufficio progetti strategici, - Addetto stampa. 2

3 Segreteria particolare del Sindaco L attività dell addetta è stata quella di coordinare tutte le attività di diretto supporto operativo e gestionale alla figura del Sindaco, in particolare per quanto riguarda i rapporti esterni con i cittadini, gli organi istituzionali comunali, le istituzioni pubbliche, i comitati e altri soggetti esterni rivestendo, pertanto, un ruolo di interfaccia fra i cittadini e la parte politica. Durante il periodo oggetto di disamina l addetta ha continuato l attività di collegamento con gli uffici comunali, nonché ha assistito il Sindaco nella gestione della corrispondenza interna ed esterna, istituzionale, nelle funzioni di indirizzo, controllo e rappresentanza, nell agenda degli incontri e appuntamenti nelle cerimonie pubbliche. Ha gestito, inoltre, i rapporti con l addetto stampa del comune tenendo anche ulteriori contatti con gli organi di informazione esterni al Comune. L addetta a tale servizio è la dott.ssa Sandra Biasin, nominata dal Sindaco a ricoprire tale posto per l intero suo mandato elettorale. Coordinatore dell ufficio Progetti L incarico affidato al dr. Loris Celetto di predisposizione degli atti ai fini dell ottenimento dei finanziamenti regionali del 2 stralcio del progetto di recupero dell ex Caserma Radaelli è venuto a cessare il 31 marzo, causa detto mancato finanziamento dovuto a carenza di fondi mentre essendo stato valutato positivamente il progetto presentato dal Comune di Latisana. Il suddetto, comunque, durante il periodo di incarico ha predisposto tutti gli atti e i provvedimenti connessi alla gestione di detto progetto strategico coordinando le attività di analisi e di monitoraggio relativi al succitato progetto nonché è stato di notevole supporto di approfondimento, studio e consulenza sulle più diverse tematiche richieste e interessanti i vari settori comunali. Addetto stampa Il Sindaco, secondo quanto dettato dall art. 9 della L. 150 del 2000, avvalendosi della facoltà accordatagli da detta normativa si è dotato sin dal mese di dicembre dello scorso anno di un addetto stampa al fine di favorire la comunicazione esterna dell attività dell ente curando i collegamenti con gli organi di informazione, assicurando il massimo grado di trasparenza e tempestività delle informazioni. Conseguentemente, ha redatto e diffuso, di concerto con l Amministrazione Comunale, i comunicati stampa che pubblicizzavano le attività dell ente e ha condotto l intervista al Sindaco e al Direttore Generale dell Azienda Sanitaria n. 5 tenutasi presso il Politeama Odeon nella serata del 25 giugno e avente come argomento la Città della Salute, nonché ha presentato la serata inaugurale della manifestazione Settembre DOC. L attuazione del programma alla stessa assegnato dal Sindaco è da ritenersi soddisfacente risultando costante e tempestiva l attività giornalistica. 2 AFFARI GENERALI Servizio di Segreteria Generale L attività di supporto agli organi istituzionali (Sindaco, Giunta, Consiglieri) è stata rilevante così come l attività a supporto del Consiglio Comunale nella convocazione dello stesso e nella stesura, assieme al Segretario Generale, degli atti deliberativi, alla pubblicazione degli stessi all Albo Pretorio Informatico e all invio degli stessi ai capigruppo. Nel periodo oggetto di verifica le sedute consiliari e giuntali sono state rispettivamente in numero di 9 e 36 con l adozione complessiva di n. 88 atti consiliari e n.153 atti giuntali. Ha provveduto alla presa in carico di tutte le determinazioni adottate dai responsabili di Settore/Servizio in procedendo, una volta raccolte le firme degli interessati e del responsabile del Settore economico finanziario per quelle che rivestono impegni di spesa, alla loro pubblicazione 3

4 all Albo Pretorio e alla successiva archiviazione provvedendo nel contempo a trasmettere ai capigruppo consiliari l elenco degli oggetti adottati. E stato garantito l esercizio del diritto di iniziativa dei consiglieri mediante il rilascio, su richiesta, di copie di atti consiliare e giuntali L attenzione e la risposta alle richieste di atti da parte dei cittadini è stata costante e tempestiva. Servizio legale Pur se non istituito in dotazione organica il servizio legale, il responsabile del Settore, di concerto con il Segretario dell ente, ha provveduto alla tutela dei diritti e degli interessi del Comune di Latisana e del Servizio socio-assistenziale dell Ambito Distrettuale nell assegnare ad avvocati del territorio la rappresentanza, il patrocinio, l assistenza e la difesa in giudizio delle Amministrazioni sopra indicate, in tutte le cause, sia come attore sia come convenuto, ricorrente o resistente e nelle varie fasi processuali promosse contro questi enti. E non solo, ma anche rivolte a Sindaco in carica, Assessori e ex amministratori. Costante è stata l attività di contatti e consulenza fornita ai vari legali dell ente in merito alle cause loro assegnate. Si sono curati, inoltre, i rapporti con la compagnie assicuratrici del Comune, tramite il Broker, per le aperture dei sinistri e anche per i ricorsi di cause concluse e riconosciute a carico di dette assicurazioni. Servizio contratti Nel periodo oggetto di verifica l addetta ha provveduto alla predisposizione, chiamata delle parti, alla verifica delle dichiarazioni e/o atti presentati dagli attori o ditte aggiudicatarie di appalto di lavori, forniture e servizi al fine di garantire nei tempi di legge alla registrazione di n. 21 contratti pubblici presso l Agenzia delle entrate provvedendo altresì, per quelli d obbligo, alla relativa trascrizione e volturazione e di 132 scritture private, così suddivise: - n. 60 rinnovi di concessioni loculi; - n. 52 per concessioni loculi e 8 celle ossario; - n. 6 di lavoro subordinato; - n. 11 convenzioni; - n. 3 disciplinari d incarico; - n. 1 contratto di locazione; - n.1. contratto per la gestione parziale dei servizi bibliotecari (SBBFO); - n. 1 contratto per l affidamento del servizio gestione paghe ed adempimenti consequenziali. provvedendo alla relativa contabilizzazione delle spese contrattuali e alla loro comunicazione al soggetto contraente. Ha provveduto, inoltre, alla verifica dei pagamenti relativi alle rette di frequenza degli alunni delle scuole materne di Gorgo e Pertegada. Addetto al centralino L addetta ha adempiuto in modo encomiabile alle varie richieste di quanti telefonano, smistando le chiamate negli uffici più indicati a soddisfarle. Ha continuato l incarico di protocollazione e di affrancatura della posta del Comune in uscita e alla conseguente consegna all ufficio postale. La sua presenza è stata sempre garantita durante le sedute del Consiglio Comunale, in quanto provvede alla registrazione delle sedute medesime. E stata impiegata a supporto delle organizzazioni delle varie manifestazioni ed attività di rappresentanza dell Amministrazione Comunale. Ha sostituito, inoltre, l addetto al Protocollo e il Messo Comunale in caso di assenza degli stessi. E da far sottolineare che l impiegata addetta al servizio ha avviato un attività di monitoraggio delle spese mensili effettuate per la spedizione degli atti in uscita e sta verificando la possibilità di un maggior utilizzo della corrispondenza telematica allo scopo si ridurre le spese di spedizione. 4

5 Si cercherà di coinvolgere in questo progetto tutti i settori al fine di verificare con gli stessi l opportunità o meno di mantenere in uso modalità, quali la raccomandata con avviso di ricevimento, divenuta oggi particolarmente onerosa valutando invece la possibilità di utilizzare, in luogo della corrispondenza cartacea, la PEC. Anche perché l uso della PEC - Posta Elettronica Certificata - è in forte aumento da parte dei cittadini e delle aziende per interagire con la Pubblica Amministrazione con la garanzia della tracciabilità dei documenti senza l utilizzo cartaceo, con l abbreviazione dei tempi, dei costi e con l eliminazione dei rischi connessi al servizio postale. Protocollo L addetto al servizio ha provveduto alla ricezione degli atti, alla registrazione degli stessi al protocollo dell ente, alla loro classificazione e smistamento della posta in arrivo, previa visione e sottoscrizione da parte del Sindaco e del Segretario Generale. Ha provveduto a gestire la ricezione della Posta elettronica certificata provvedendo a offrire assistenza ai vari Settori e Uffici nelle operazioni di protocollazione decentrata della corrispondenza. Ad oggi gli atti protocollati sono stati in numero di di cui in arrivo e in partenza. Va evidenziato che tra i protocolli in arrivo sono pec e tra quelli in partenza sono pec; pertanto le pec rappresentano il 23% della posta in avvivo e il 30% di quella in partenza. Ciò evidenzia che l amministrazione si sta progressivamente adeguando all obbligo previsto dalla legge di utilizzare la pec quale forma prioritaria per le comunicazioni con i cittadini e gli altri soggetti pubblici e privati. Prosegue, inoltre, da parte dell addetto al servizio l attività di scannerizzazione di tutti i documenti dei flussi documentali in entrata. Archivio generale L archivio di un Comune ha come finalità quella di: - acquisire tutta la documentazione che arriva o esce dal Comune; - schedare, ordinare e inventariare i suddetti documenti creando degli strumenti adatti per la ricerca, - valorizza il patrimonio documentario, - conservare, restaurare i documenti eventualmente deteriorati. L archivio storico comunale è stato riordinato, risistemato ed aggiornato mediante incarico a ditta esperta nel settore, sino all anno 1970 ed è stato fisicamente collocato al piano terra di un immobile adiacente alla struttura comunale preso in affitto da privati. Le pratiche relative agli anni successivi, l archivio di deposito, necessitano invece di un urgentissimo riordino, in quanto sono stati collocati là dove veniva reperito un posto anche a discapito di altri fascicoli già deposti e ricollocandoli anche a terra. Necessita, pertanto, provvedere ad un riordino, e al relativo scarto della documentazione archivistica priva di ogni interesse ai fini giuridici, amministrativi e fiscali. Ricordiamo infine che sarebbe opportuno individuare una sede definitiva funzionale e dotata delle attrezzature e norme di sicurezza previste dalla vigente normativa per la conservazione e tutela di tale documentazione, oppure provvedere alla sistemazione come sopra detto della attuale, anche se provvisoria, in quanto le pratiche ivi inserite, specie l archivio storico, si stanno letteralmente sbriciolando (dovuto specialmente agli sbalzi di temperatura d estate e d inverno, all umidità etc.). Servizio notifiche Puntuale e tempestiva è stata la notifica degli atti da parte del Messo comunale nonché alla pubblicazione di una mole di ordinanze, manifesti, locandine, avvisi vari all Albo Pretorio che possono essere così riassunti: - atti notificati: n ordinanze: n

6 - atti pubblicati all Albo Pretorio:n Personale (Comune - POA - LSU) Fino alla costituzione del nuovo Servizio Programmazione e Sviluppo, avvenuto in data con la presa in servizio della Dirigente, l ufficio ha svolto tutte quelle attività che hanno riguardato lo stato giuridico dei dipendenti sia del Comune che della POA dell Ambito Socio-assistenziale. - Con deliberazione giuntale n. 23 del è stata adottata la nuova dotazione organica del personale dipendente, che vede l istituzione del nuovo sevizio Programmazione e Sviluppo, effettuando anche la ricognizione del personale con verifica di non eccedenze o soprannumero; - conseguentemente è stato bandito l avviso per la copertura del posto suddetto e con atto sindacale n. 4 del è stata individuata il dirigente titolare ricoprente il posto sino alla scadenza del mandato del Sindaco e in data 7 marzo è stato stipulato il relativo contratto di lavoro e la presa servizio è avvenuta l ; - con deliberazione giuntale n. 28 del si è provveduto alla proroga a tutto il 31 maggio di n. 15 lavoratori/lavoratrici socialmente utili; - sono stati espletati tutti gli atti che hanno portato all individuazione nel dott. Bruno Susio il componente monocratico dell Organismo Indipendente di valutazione, di cui all art. 6 della L.R. 16/2010; Registro delle Associazioni -Istituzione Nel corso del corrente anno il Consiglio Comunale ha istituito il Registro delle Associazioni al fine di agevolare i rapporti di comunicazione e di collaborazione fra le libere forme associative che operano nel territorio comunale e l Amministrazione stessa. Detto Registro non è nient altro che un elenco costituito da schede informative sulle Associazioni che svolgono la propria attività sul territorio comunale e che hanno presentato domanda di iscrizione. Le informazioni presenti nel registro sono: - la denominazione dell associazione; - la sede; - il rappresentante legale; - la descrizione dell attività prevalente. L avvio è partito un po a rilento, ma dopo gli opportuni avvisi e comunicazioni ora le richieste di iscrizione all Albo stanno cominciando ad arrivare con una certa frequenza. Se si vuole controllare l elenco delle associazioni iscritte nel Registro della città di Latisana basta collegarsi al sito internet istituzionale. Giornalino Comunale - Rivista Latisana in rete Nell ottica di avvicinare sempre di più il cittadino all ente pubblico e di favorire la trasmissione delle informazioni, il Comune di Latisana da anni edita una rivista denominata IL COMUNE INFORMA.NEW. B PROGETTI, PROGRAMMI, OBIETTIVI Detta rivista è a costo zero per l Amministrazione in quanto viene stampata da una tipografia locale che per la stampa utilizza le risorse acquisite con la vendita degli spazi pubblicitari. Durante il periodo estivo, nella considerazione che l Amministrazione Comunale ha inteso anche modificare la testata giornalistica da IL COMUNE INFORMA.NEW a Latisana in rete - Periodico della Giunta Comunale di comunicazione tra Amministrazione e cittadini si è proceduto ad esperire gara mediante un avviso pubblico di manifestazione d interesse alla realizzazione e diffusione della suddetta rivista e dopo un primo tentativo andato a vuoto, al secondo si è proceduto ad affidare, sempre a costo zero per l Amministrazione Comunale, la realizzazione, la stampa e la diffusione alla ditta che in precedenza era già stata assegnataria della precedente realizzazione. 6

7 Attività di formazione Si è cercato di far partecipare, per quanto possibile, il personale del Settore a corsi di formazione su argomenti aventi carattere di specificità per l operatività dei singoli servizi. C - RISORSE INTERNE IMPEGNATE PER L ATTIVITA SEGRETERIA: Sig. Gianni Pittis Funzionario cat. D pos. economica D5; Sig.ra Clara Mauro Collaboratore terminalista cat. C pos. ec. C1; Sig.ra Lucrezia Balice Collaboratore terminalista cat. B pos. ec. B7; Sig. Dario Simonin Servizio Protocollo Collaboratore terminalista cat. B pos. ec. B7; Sig.ra Silvana Zuliani Esecutore Amministrativo - cat. B pos. ec. B2; Sig.ra Serenella Falcomer Messo Comunale cat. C pos. Economica C5 a part time. LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI: Sig.ra Rita Comisso - cat. B - pos. B1 - in servizio dal al e dal al UFFICIO DI STAFF: Segretaria particolare del Sindaco: dott.ssa Sandra Biasin cat. D pos. ec. D1 (l incarico cessa alla scadenza del mandato del Sindaco); Addetto stampa: Sig.ra Paola Treppo incarico co.co.co. Sino al PERSONALE NON PIU IN SERVIZIO (dal ): Sig. Massimo Urbani Istruttore amministrativo cat. C pos. ec. C2 - trasferito al servizio PRSV; PERSONALE CESSATO NEL PERIODO Coordinatore uffici progetti strategici: dott. Loris Celetto cat. D pos. ec. D1 a tempo determinato e a orario parziale - cessato il ; LSU: Sig.ra Michela Milan - cat. B - pos. B1 - cessata il D - RISORSE STRUMENTALI UTILIZZATE Sono quelle rilevabili dagli inventari assegnati al Settore, nonché connessioni ai servizi telematici, internet, SISAD (atti deliberativi). Va detto che ogni persona assegnata al Settore ha a disposizione una postazione dotata di tutta la strumentazione tecnica e informatica che necessita per lo svolgimento delle relative attività. 7

8 SERVIZI INFORMATICI CONVENZIONE ATTUATIVA PER LO SVOLGIMENTO DELLA FUNZIONE: GESTIONE UNIFICATA SERVIZIO STATISTICO E INFORMATIVO E SERVIZI DI E-GOVERNMENT; PROCESSI DI INNOVAZIONE AMMINISTRATIVA Attività svolte La gestione associata ASTER Riviera Turistica Friulana è nata per promuovere l integrazione tra i Comuni che la compongono e il miglioramento dell efficienza e dell efficacia delle funzioni e dei servizi erogati ai cittadini nell intero territorio, anche tramite l ottimizzazione delle risorse finanziarie, umane e strumentali. Pone nuovi obiettivi da raggiungere per il Centro Elaborazione Dati, anche a seguito della convenzione attuativa per lo sviluppo della funzione: Gestione Unificata Servizio Statistico e Informativo e servizi di E-Government; processi di Innovazione Amministrativa e la costituzione dell ufficio comune Centro Servizi Informatici. Infatti la gestione associata del servizio informativo e l ufficio comune Centro Servizi Informatici costituisce lo strumento mediante il quale gli enti convenzionati assicurano l unicità di conduzione e la razionalizzazione delle procedure per: portare a sistema l insieme delle risorse tecnologiche presenti nei Comuni costituenti l Associazione, al fine della loro piena valorizzazione; promuovere la specializzazione e la professionalità degli operatori; migliorare la qualità, la rapidità e l omogeneità interpretativa delle decisioni; accrescere l efficienza dei processi; qualificare e ammodernare le capacità professionali, attraverso innovative ed adeguate politiche di formazione informatiche, aggiornamento continuo e responsabilizzazione del personale nell utilizzo dei sistemi informatici; favorire l attivazione di strumenti evoluti a supporto della gestione convenzionata. Finalità da conseguire La finalità peculiare del programma è quella di garantire l espletamento della attività istituzionale degli Enti aderenti all ASTER Riviera Turistica Friulana e di tutte quelle attività connesse alla attività tipica di gestione degli enti locali associati (incluso Lignano Sabbiadoro). Nel corso del 2013 l attività dei servizi informatici, pur adempiendo a tutti i punti previsti nella convenzione per ottenere il finanziamento, è stata concentrata su alcuni dei fili conduttori indicati nella convenzione ed in particolare: 1. Armonizzazione dei regolamenti e della modulistica: mediante la redazione dei documenti programmatici sicurezza e regolamenti dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 ( Codice in materia di protezione dei dati personali ), dei manuali di gestione della documentazione e protocollo ai sensi del D.Lgs 82/2005 ( Codice dell'amministrazione digitale ) e del D.Lgs 445/2000 ( Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa ); 2. Redazione piani carta identità elettronica: ai sensi delle regole tecniche e di sicurezza per la redazione dei piani di sicurezza comunali per la gestione delle postazioni di emissione carta identità elettronica (CIE) secondo le Regole tecniche e di sicurezza per la redazione dei piani di sicurezza comunali per la gestione delle postazioni di emissione CIE, in attuazione del comma 2 dell articolo 7-vicies ter della legge 31 marzo 2005, n. 43 ; 3. Gestione servizi informatici: attraverso la realizzazione di un unico ufficio informatico che gestisca l acquisto di software ed hardware, le manutenzioni, la formazione informatica di concerto con il servizio personale, la gestione reti civiche compresi i siti internet, il mercato elettronico P.A. e le gare telematiche; 4. Sistema informativo territoriale SIT e cartografia tramite: 8

9 - il coordinamento delle attività informatiche per la produzione del piano topografico e della cartografia di base; - la gestione del sistema informatico necessario alla creazione e aggiornamento degli archivi derivanti dalle procedure e degli atti amministrativi (a titolo esemplificativo gestione della toponomastica, concessioni edilizie e commercio); 5. Gestione dei processi di workflow management per: la gestione dei documenti amministrativi ai sensi del DPR 445/2000 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa) e del D.Lgs 82/2005 ( Codice dell'amministrazione digitale ); 6. Supporto ai processi organizzativi e decisionali mediante sistemi informatici (groupware). Punto 1 (Normativa) Nell ambito della riorganizzazione della trasparenza amministrativa (D.Lgs. 33/2013) si sono tenuti alcuni incontri con i segretari comunali per illustrare le novità normative. L ufficio ha proceduto quindi, per semplificare il lavoro agli uffici che dovranno raccogliere il materiale e pubblicarlo nelle sezioni appropriate, a creare la struttura ad albero prevista dalla norma sui siti di tutti i comuni. Tutti i comuni, salvo Marano Lagunare che deve attivare il sito già predisposto, sono in grado di inserire direttamente le informazioni sulla trasparenza. Punto 2 (Servizi demografici) È stato dato supporto a tutti i comuni per le comunicazioni INA-SAIA con il ministero degli interni. Ciò nel rispetto del piano di sicurezza della carta di identità che è rimasto invariato rispetto al piano beta. Viene seguito l avviamento del comune di Rivignano-Teor. Punto 3 (Gestione servizi informatici) Gestione del parco informatico (server, client, ecc.) Per quanto riguarda il punto 3, ovvero la gestione dei servizi informatici, nel periodo 01/01/ /09/2013, sono stati consegnati i seguenti beni a seguito di rottura degli apparati indicati (come da direttiva comitato dei Sindaci 2012): Ente Monitor Pc Stampanti Totale Carlino Latisana Lignano Sabbiadoro Marano Lagunare 0 Muzzana del Turgnano Palazzolo dello Stella Pocenia 1 1 Precenicco 1 1 Rivignano Ronchis 2 2 9

10 Teor 0 Totale (1) I dati relativi ai comuni di Latisana e di Palazzolo dello Stella includono i beni ceduti in comodato d uso ai rispettivi comandi di polizia locale che svolgono il servizio in forma associata rispettivamente per i comuni di Latisana e Ronchis e di Palazzolo dello Stella, Carlino, Muzzana del Turgnano, Pocenia e Precenicco. Nel periodo novembre-dicembre 2012, non preso in considerazione nella precedente relazione (preconsuntivo), sono stati consegnati 1 monitor, 1 pc al comune di Carlino e 1 stampante al comune di Palazzolo dello Stella. I tre beni sono stati ceduti in comodato d uso temporaneo presso gli uffici degli assistenti sociali nei due comuni e non sono stati conteggiati nella tabella precedente. Richieste di assistenza evase Nel corso del 2013 (periodo 01/01/ /09/2013) sono state aperte richieste di assistenza, di cui sono state risolte (percentuale di risoluzione: 94,09%). Considerando 184 giorni lavorativi (in eccesso), il numero di assistenze medie al giorno ammonta a 7,54. I dati riportati nella tabella seguente propongono un raffronto tra i dati dello stesso periodo (01/01-15/09) dell anno in corso e del 2012, e si può rilevare un andamento sostanzialmente costante sia nelle richieste da parte degli utenti che nella percentuale di risoluzione (2013,2012) Ticket inseriti Ticket evasi % di risoluzione 94,09% 93,70% +0,39% Ticket inseriti al giorno Ticket risolti al giorno 7,54 7,46 +0,08 7,10 6,99 +0,11 I dati risultano statisticamente significativi per quanto riguarda la costanza delle richieste anche se in termini assoluto va considerato che le richieste gestite ed evase sono superiori visto che l inserimento dei ticket di assistenza, per quanto si cerchi di essere regolari nella registrazione, non avviene sempre in maniera puntuale dando la priorità alla risoluzione dell intervento rispetto alla registrazione dello stesso. Escluso il 10% dei ticket non ancora risolti e con alti tempi di risoluzione, spesso dipendenti dalla peculiarità di certi interventi (complessità essendo più progetti che richieste di assistenza, necessità di acquisizione di pezzi di ricambio, ecc.) e da cause esterne (tempi di attesa di fornitori, Insiel, ecc.), risulta che una richiesta di assistenza viene evasa in media in 3,13 giorni. Inoltre è interessante notare che il 59% delle richieste vengono evase in tempo reale o comunque in giornata. La distribuzione dei tempi di risoluzione dei ticket si può vedere nel grafico seguente, in cui sono riportati i ticket evasi in giornata, il giorno seguente, in settimana, nel mese, in tre mesi e oltre. Il 94% delle richieste di assistenza viene comunque risolto entro un mese. 10

11 La tabella seguente indica invece l andamento delle richieste di assistenza con l incidenza percentuale sul totale e il confronto con lo stesso periodo del Ente Ticket evasi 2013 Ticket evasi 2012 (tot) % sul totale 2013 % sul totale 2012 (%) Ambito ,97% 3,95% +2,02% Carlino ,37% 3,17% -0,80% Latisana ,76% 19,88% -0,12% Lignano S ,52% 39,21% -1,69% Marano L ,05% 5,49% -0,44% Muzzana del T ,82% 5,41% -0,59% Palazzolo dello S ,37% 3,71% +0,66% Pocenia ,91% 3,40% +0,51% Precenicco ,74% 7,73% -0,99% Rivignano ,67% 3,95% +0,72% Ronchis ,06% 2,63% +0,43% Teor ,76% 1,47% +0,29% Totale ,00% 100,00% - Effettuati da ditta: (1) ,96% 7,35% +0,61% I ticket del comune di Lignano Sabbiadoro includono anche alcune assistenze e progetti che riguardavano tutti i comuni (attivazione amministrazione aperta, L. 190/2012, ) (2) I ticket dell Unione dei comuni Cuore dello Stella sono suddivisi in base alla rilevanza sui comuni che partecipavano alla forma associativa nel 2012 (Rivignano, Teor e Pocenia) e nel 2013 (Rivignano e Teor). Quando non è stato possibile individuare una maggiore rilevanza di un comune su un altro il ticket è stato assegnato al comune di Rivignano. 11

12 Vengono di seguito riportate due tabelle che indicano l incidenza degli interventi di assistenza sui singoli comuni a opera del personale assegnato all ufficio di Lignano Sabbiadoro e di Latisana. Gli interventi indicati come ufficio comune sono quelli a cui ha partecipato personale di entrambi gli uffici. Ente Totale Tot. ufficio Latisana Tot. ufficio Lignano Tot. ufficio comune % ufficio Latisana % ufficio Lignano % ufficio comune Ambito % 64% 3% Carlino % 100% 0% Latisana % 20% 12% Lignano S % 100% 0% Marano L % 97% 0% Muzzana del T % 98% 2% Palazzolo dello S % 100% 0% Pocenia % 94% 6% Precenicco % 100% 0% Rivignano % 100% 0% Ronchis % 100% 0% Teor % 96% 4% Totale % 81% 3% Ente Totale Tot. ufficio Latisana Tot. ufficio Lignano Tot. ufficio comune % ufficio Latisana % ufficio Lignano % ufficio comune Latisana+Amb ito % 30% 10% Lignano S % 100% 0% Tutti gli altri % 99% 1% Totale % 81% 3% Punto 4 (SIT) Presso tutti i comuni sono installate su varie postazioni il software Insiel Start2 e Geomedia, per la gestione del sistema informativo territoriale. Nel corso degli anni passati il personale del Centro Servizi Informatici ha partecipato a corsi di aggiornamento al fine di accrescere le rispettive competenze sull argomento e sono disponibili per l assistenza e il supporto sull uso dei suddetti software. 12

13 Inoltre è anche possibile utilizzare alcuni software GIS open source come Quantum GIS che è stato utilizzato in diverse circostanze dai servizi informatici. I servizi informatici hanno organizzato una giornata informativa/formativa con l INSIEL relativa al software di geo segnalazione in cui sono intervenuti alcuni comuni (invitati tutti). In pratica il software di geo segnalazioni consente al cittadino di segnalare su una mappa interattiva i guasti, gli incidenti, le cose che non vanno (cassonetti, strada sconnessa, luci non funzionanti, etc.) allegando ulteriori informazioni tipo foto e descrizione del problema. Le richieste segnalate vengono passate via agli uffici che provvedono alla gestione del problema e segnalano al cittadino online lo stato di avanzamento della risoluzione. Con delibera di giunta 117/2013 il comune di Lignano Sabbiadoro ha aderito al servizio di geo segnalazioni reso disponibile gratuitamente in convenzione SIAL. Il comune di Ronchis ha aderito al servizio mentre è in corso d opera l adesione di Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano e Pocenia. Punto 5 (Workflow management) Si è proceduto ad attivare il software per la gestione degli atti amministrativi AdWeb nel comune di Palazzolo dello Stella ed è previsto l avviamento anche nel comune di Precenicco entro la fine anno. Da gennaio 2013 si è avviata la gestione delle delibere di consiglio e giunta presso il comune di Ronchis. Entro fine anno inoltre è prevista l adozione della firma digitale sugli atti al comune di Carlino. In considerazione dei nuovi avviamenti già conclusi e comunque da concludere entro fine anno, tutti i comuni dell ASTER utilizzeranno un applicativo per la gestione documentale degli atti amministrativi. In situazioni di associazione di servizi viene presa in considerazione anche l attività di riconfigurazione di modelli e procedure in modo tale da renderle omogenee (pubblicazione all albo pretorio online da AdWeb, gestione dei dati contabili nel programma, utilizzo dell iter per le liquidazioni) tra i comuni interessati. Punto 6 (Groupware) Horde è il software che rende disponibile la webmail e diversi strumenti di lavoro collaborativo per i comuni di Lignano Sabbiadoro e Latisana, incluso il personale dell Ambito. Nel corso del 2013 si è proceduto all aggiornamento all ultima versione del software e all attivazione di un servizio di Wiki (permette la creazione di documentazione e l aggiornamento con modalità cooperative) rivolto agli utenti nel comune di Lignano Sabbiadoro e di Latisana. La formazione all utilizzo dello strumento è procrastinata ad altro momento. Inoltre è in fase di sperimentazione per la gestione di progetti il software Alfresco, adottato dalla Regione Friuli Venezia Giulia per la gestione condivisa dei documenti anche via web. Progetti principali seguiti nel corso del Amministrazione aperta (art. 18 D.L. 83/2012) A inizio anno è stato seguito per tutti i comuni l avviamento del software Amministrazione Aperta realizzato da Insiel. L ufficio si è occupato di adeguare i siti web di tutti i comuni inserendo in home page il collegamento al servizio, raccogliendo e inserendo le richieste di abilitazione di tutti i comuni, fornendo assistenza tecnica all utilizzo del programma e in parte relativamente alla normativa. L art. 53, art. 1, lett.t del D.Lgs. 33/2013 ha poi successivamente abrogato l art. 18 del D.L. 83/2012 (legge di conversione 134/2012). Permangono comunque gli obblighi di pubblicazione di sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici così come indicato negli artt. 26 e 27 del D.Lgs. 33/

14 02. AVCP (art. 1 c. 32 L. 190/2012, deliberazione 26/2013 AVCP) L art. 1 c. 32 L. 190/2012 prevede l obbligo della pubblicazione dei dati relativi a contratti pubblici di lavori, servizi e forniture in un formato dati specificato successivamente con deliberazione 26/2013 del 22/05/2013 dell AVCP. Tale formato dati risulta essere difficilmente compilabile manualmente con i dati richiesti e alla luce di questa considerazione unita ai tempi stretti originariamente concessi per la pubblicazione e alla non disponibilità di un software che potesse agevolare il processo di compilazione, con comunicato del Presidente dell AVCP di data 13/06/2013, il termine per la pubblicazione fu spostato al 31/01/2014. Come risulta essere chiaro dalla deliberazione 26/2013 la pubblicazione dei dati in un formato che non soddisfi le specifiche (xml che rispetti lo schema dell allegato tecnico) corrisponde al non adempimento. Il Centro Servizi Informatici ha sviluppato un software sperimentale per gestire l inserimento dei dati e la generazione del file xml, tuttavia a seguito del rinvio dei termini di pubblicazione e all impegno manifestato da Regione e Insiel di sviluppare un software ad hoc, non ha continuato con lo sviluppo. Qualora a fine ottobre non fosse disponibile tale software si continuerà lo sviluppo dell applicativo. 03. Amministrazione trasparente (D.Lgs. 33/2013) Il D.Lgs. 33/2013 ha riorganizzato la normativa sulla trasparenza a livello nazionale definendo i dati che ogni ente deve pubblicare e le modalità tecniche in cui essi devono essere inseriti. L ufficio ha provveduto ad adeguare i siti di tutti i comuni creando l albero delle pagine così come previsto dalla legge, soddisfacendo così i 66+4 indicatori della bussola della trasparenza. Si è inoltre proceduto a riportare tutti i contenuti preesistenti nella sezione Trasparenza, valutazione e merito nelle sezioni corrispondenti dell Amministrazione trasparente. Tutti i comuni possono procedere pertanto in autonomia alla raccolta e all inserimento dei contenuti previsti dalla legge entro la scadenza del 20 ottobre 2013 essendo stata fatta la formazione all inserimento. 04. Avviamento AdWeb comune di Palazzolo dello Stella In data martedì 20 agosto è stato avviato l applicativo AdWeb per la gestione degli atti amministrativi del comune di Palazzolo dello Stella. Sono stati attivati tutti gli iter per la gestione di delibere di consiglio e giunta, determine e liquidazioni. Con la pubblicazione semi automatica all albo pretorio online degli atti inoltre si è razionalizzato e semplificato il lavoro in carico all ufficio di segreteria. 05. Avviamento AdWeb comune di Precenicco La richiesta di installazione a Insiel fu inviata a gennaio 2013 e il software è installato in server farm e pronto per essere configurato. Attualmente il Centro Servizi Informatici è in attesa dell ok da parte del comune di Precenicco per procedere alle fasi di configurazione dell applicativo, di formazione e di test. 06. Migrazione siti dei comuni di Marano Lagunare, Pocenia e Precenicco L introduzione della normativa sull Amministrazione trasparente ha reso ancora più urgente l aggiornamento dei siti dei comuni di Marano Lagunare, Pocenia e Precenicco per cui la gestione dei contenuti era ancora gestita in modo centralizzato dal Centro Servizi Informatici in quanto Insiel non procedeva all aggiornamento o alla migrazione dei siti, nonostante i numerosi solleciti. Da maggio 2013 Insiel ha finalmente reso disponibile una nuova istanza aggiornata del CMS Typo3 in server farm su cui si è proceduto tra giugno e luglio alla migrazione dei siti di Pocenia e Precenicco che sono già online. La conversione del sito del comune di Marano Lagunare è stata problematica a causa della vetustà della versione installata e si è reso necessario riportare tutti i contenuti a mano. Alla data di lunedì 14

15 23 settembre 2013 è ancora online il vecchio sito di Marano Lagunare e si procederà a mettere online il nuovo sito appena ricevuto l ok da parte degli uffici. 07. Supporto per l avviamento del nuovo applicativo per la gestione del personale a Latisana L introduzione del nuovo applicativo per la gestione del personale ha coinvolto il Centro Servizi Informatici preliminarmente per la predisposizione di relazioni sul software utilizzato in precedenza (AscotWeb personale) e sulle problematiche incontrate in fase di installazione dei terminali per la rilevazione presenze (assenza di campo e segnale dato che i timbratori utilizzano le SIM telefoniche per comunicare si era dovuto individuare punti opportuni e predisporre il collegamento). Sono state quindi operate le necessarie configurazioni della rete per consentire l utilizzo dall esterno e l installazione e configurazione di una macchina virtuale per il software. Inoltre è stata data assistenza al fornitore, secondo quanto indicato dal servizio programmazione e sviluppo del Comune di Latisana. 08. Supporto per l avviamento del nuovo applicativo per la gestione del personale a Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano, Pocenia I servizi informatici hanno offerto collaborazione all INSIEL e ai comuni per la gestione del personale utilizzando il prodotto messo a disposizione della Convenzione. E stata organizzata una riunione, apprezzata dai responsabili dei servizi personale dei comuni, in cui sono state convenute le modalità di avviamento e evidenziati gli aspetti innovativi del prodotto regionale (maggiore integrazione con la contabilità, gestione presenze/assenze/missioni e schede personali via web 09. Supporto e configurazione per l avviamento dell applicativo di controllo di gestione a Latisana L avviamento del software di controllo di gestione è stato seguito dalle fasi preliminari per la valutazione dell applicativo, sono state analizzate possibili criticità e fabbisogno particolare di hardware e software. È stato fornito supporto logistico alla attività di formazione effettuata da parte del personale del comune di Pordenone e per l installazione e la configurazione del software lato client e server. 10. Impulso all utilizzo della posta elettronica certificata L ufficio ha dato supporto ove necessario attraverso l affiancamento nella redazione della PEC, la ripetizione di alcune parti del corso inerenti la redazione dei documenti informatici e la riproduzione di documenti cartacei in formato digitale. 11. Interconnessione dei comuni di Latisana e Ronchis Nell ottica della condivisione dei servizi di polizia locale e della sempre più crescente necessità di interscambio dati tra le due amministrazioni comunali è stata progettata e realizzata una tratta di fibra ottica che collega le due sedi comunali e permette eventuali collegamenti futuri dalla sede attualmente occupata dal giudice di pace. Attraverso questa tratta di fibra ottica passano attualmente i dati della videosorveglianza, vi è la possibilità di accedere a servizi disponibili nella rete locale e in futuro sarà possibile far passare linee voice over IP per il nuovo centralino in implementazione presso il comune di Latisana. 12. Interconnessione dei comuni di Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano e Pocenia Nell ambito della convenzione quadro ASTER i comuni di Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano e Pocenia hanno attivato alcuni servizi in convenzione che necessitavano un adeguamento dei collegamenti dei comuni tra di essi per garantire l operatività degli uffici. Il collegamento preesistente via RUPAR non era sfruttabile in quanto sarebbe stato sia troppo lento che, nel caso del comune di Palazzolo dello Stella che non ha una linea a traffico illimitato, costoso (flat 1 Mb simmetrico a Pocenia, flat 0,4 Mb simmetrico a Muzzana del Turgnano, tariffazione 0,640 Mb a Palazzolo dello Stella), sul collegamento in fibra ottica del progetto 15

16 regionale ERMES invece non ci sono tempi certi (da settembre sembra che l attivazione sia slittata a dicembre). Si è pertanto sfruttata la rete di videosorveglianza facendo passare i dati tra le reti dei tre comuni in un tunnel crittografato (OpenVPN) tenendo distinti i dati della videosorveglianza dal resto. 13. Trasmissione in diretta streaming delle sedute del consiglio comunale Il servizio di trasmissione in diretta streaming delle sedute del consiglio comunale è stato attivato per i comuni di: Lignano Sabbiadoro (audio e video) e Latisana (audio). L avviamento dello streaming presso il comune di Latisana è stato reso possibile dopo il potenziamento della linea ADSL. Anche il comune di Palazzolo dello Stella è stato predisposto alla trasmissione audio delle sedute del consiglio. Il comune di Lignano Sabbiadoro rende inoltre disponibili le sedute del consiglio comunale per la consultazione dell archivio delle stesse sul proprio sito web. Il progetto è stato sviluppato dall ufficio comune Centro Servizi Informatici sfruttando tecnologie open source (Kaltura, Red5) e non comporta costi per l amministrazione se non quelli legati a eventuali adattamenti necessari a seguito del sopralluogo del personale in sala consiliare o alla necessità di adeguamento della linea dati. Durante il corso del 2013 non sono pervenute richieste di attivazione da parte di altri comuni. 14. Applicativo per la gestione del bollo virtuale A seguito della rottura del registratore di cassa dello sportello edilizia privata del comune di Lignano Sabbiadoro è stato sviluppato un applicativo che permette la gestione del bollo virtuale, previo accordo con la guardia di finanza. In pratica l applicativo consente l apposizione di marche da bollo virtuali e la gestione della cassa evitando ai cittadini, ai professionisti e alle imprese di andare a comprare una marca da bollo (presuppone una convenzione con l agenzia entrate/guardia finanza). L applicativo è eventualmente disponibile per l utilizzo in altri comuni qualora venisse richiesto. 15. Videosorveglianza rilievo targhe Il comune di Latisana ha acquisito un servizio per il rilievo targhe chiavi in mano. L impresa aggiudicataria non era in grado di fornire il servizio di rilievo targhe in quanto non aveva previsto correttamente in fase di progettazione i collegamenti wireless tra le telecamere e il server. L ufficio servizi informatici ha offerto supporto alla ditta fornitrice realizzando i collegamenti wireless per permettere l avviamento del sistema superando le difficoltà tecniche di connessione degli apparati realizzando i collegamenti tra le telecamere e i server. 16. Fusione dei comuni di Rivignano e Teor La fusione dei comuni di Rivignano e Teor e la nascita dal 1 gennaio 2014 del nuovo comune di Rivignano Teor comporta tutta una serie di attività, tra cui: interconnessione delle due sedi comunali: la Regione potrebbe non garantire l attivazione della fibra ottica in tempo utile; unificazione dei dati anagrafici; certificazione INA SAIA del nuovo comune; avviamento del nuovo applicativo per la gestione del personale; realizzazione del nuovo sito web; avviamento del programma per la gestione degli atti amministrativi (AdWeb); riorganizzazione anche logistica degli uffici che comporta spostamento di pc e riconfigurazione di server. Queste attività sono da intendersi come un elenco indicativo e non esaustivo delle attività che hanno coinvolto vari soggetti tra cui il Centro Servizi Informatici, Regione e Insiel e che richiedono tuttora molto lavoro. 16

17 17. Mantenimento e potenziamento dei sistemi di backup In ogni comune dell ASTER è stato installato un server che si occupa di effettuare il backup del server che contiene i documenti dell ente ed eventualmente dei dati del server AscotWeb per quei comuni che hanno i server Insiel in sede (Carlino, Latisana, ). Rimangono ovviamente sempre valide le indicazioni fornite per i server Insiel installati fisicamente nelle sedi comunali, secondo le quali il personale deve procedere alla sostituzione giornaliera delle cassette di backup. L ufficio prevede la possibilità, dove lo consenta l infrastruttura di rete, di eseguire backup incrociati (da una sede comunale a un altra) con cadenza mensile o bimestrale dei dati, in modo da aumentare la ridondanza, venendo incontro all esigenza di continuità operativa. Sulla continuità operativa nel rispetto del D.lgs 82/2005 rimangono molti passi da fare che richiedono investimenti. 18. Sistemi di videosorveglianza e rete Sono state realizzate varie tratte di rete wireless e in fibra ottica per consentire la comunicazione tra comuni, sia per i progetti di videosorveglianza che per la condivisione di informazioni tra uffici comuni. Tutti i progetti sono stati fatti in collaborazione con i lavori pubblici dei comuni e le polizie locali che hanno dato ampio supporto e collaborazione sia nella raccolta delle informazioni (tubature esistenti, pali, etc.) che nella stesura progettuale e realizzativa. Latisana Tratta Latisana-Ronchis: mette in comunicazione in fibra ottica il comune di Latisana con il comune di Ronchis, non solo per la videosorveglianza ma anche per le attività di ufficio; Collegamento Municipio-Stazione Polizia Locale- Giudice di pace; scuole Pertegada, il collegamento in fibra ottica è stato fatto durante i lavori di videosorveglianza. In pratica tramite il collegamento delle scuole in fibra ottica si riuscirà a portare l adsl nella scuola elementare di Pertegada che non ha possibilità di collegamento via adsl a partire dal collegamento adsl dell asilo; realizzato connessione i n fibra ottica con lo stadio comunale e predisposto il collegamento con la caserma dei Carabinieri Ronchis Realizzata rete in fibra ottica per la video sorveglianza (due telecamere) Realizzata rete locale in fibra per gli edifici comunali per la successiva installazione di videocamere. Collega palestra, magazzino al comune Palazzolo dello Stella - Pocenia - Muzzana del Turgnano La rete videosorveglianza è stata utilizzata per connettere i comuni e condividere le informazioni. In pratica è stata aggiunta una radio (aster) al comandi di Polizia locale e reindirizzata una radio della videosorveglianza inutilizzata a Pocenia, mettendo in grado i comuni di trasmettere le informazioni ad una velocità superiore a quelle delle adsl 1. La rete in fibra ottica della videosorveglianza ha permesso il collegamento della Polizia locale con la conseguente possibilità di vedere il protocollo e AdWeb del comune di Palazzolo dello Stella e dei comuni associati (Carlino, Muzzana del Turgnano, Pocenia e Precenicco). Precenicco Precenicco: tratta in fibra ottica Municipio Biblioteca (da attivare); Lignano Lignano stadio comunale- servizi informatici, per collegare la torre wireless che permette di collegarsi via wireless ai vari comuni per le assistenze. I collegamenti tra comuni hanno già dimostrato la loro utilità: quando la tratta della rete di Latisana che andava verso la Regione FVG non funzionava abbiamo dirottato il traffico verso la tratta Lignano Sabbiadoro Regione FVG, ripristinando in tempi brevi la navigazione internet e l utilizzo della rete regionale. In pratica la 1 Permangono i problemi inerenti alle cadute dei collegamenti wireless ma sono connaturati alla tipologia di collegamento 17

18 ridondanza di collegamenti tra comuni offre percorsi alternativi che salvaguardano l attività della rete. Criticità riscontrate Premesso che il numero di assistenze tra l anno 2012 e l anno 2013 è rimasto sostanzialmente costante nel tempo, i servizi informatici nel corso del 2013 hanno rilevato una maggiore difficoltà nell espletamento delle proprie mansioni. Essenzialmente le criticità riscontrate sono: 1. Mancanza di pianificazione nei comuni, bilancio in ritardo, piano delle prestazioni, pro/peg spostati avanti nel tempo; 2. Richieste di progettualità sempre maggiori da parte di normative, politici, uffici dei comuni senza una disposizione logico temporale complessiva, comporta il trattare tutte le richieste come assistenze informatiche e non come progetti; 3. Non esiste possibilità di pianificare senza avere delle priorità. Non essendo possibile pianificare perché tutto urgente risulta possibile solo una politica di gestione un colpo al cerchio un colpo alla botte, per non scontentare nessuno. Il passaggio da un progetto all altro senza la chiusura (che può dipendere da terze parti: Insiel, uffici comuni, esigenze normative, etc.) provoca l aumento cumulativo dei ritardi e lo spreco di risorse umane per la gestione contemporanea di progetti 2 ; 4. Poiché i progetti dipendono dagli uffici che li richiedono si accumulano i ritardi derivanti dagli uffici. Dato che l ufficio comune non serve un solo comune i ritardi si accumulano e rischiano di bloccare gli avanzamenti degli altri progetti alimentando un circolo vizioso; 5. Mancanza di fondi per acquisti di personal computer, stampanti e server: negli altri anni gli interventi per la sostituzione di personal computer, stampanti e server venivano fatti utilizzando beni a magazzino acquistati con i trasferimenti di fondi. L avere a disposizione i beni rende molto più efficiente l assistenza (si sostituisce un pc con uno nuovo, il pc recuperato viene aggiustato e torna, se possibile, in circolo. Fino a settembre i servizi informatici hanno potuto lavorare con questa modalità, attualmente per l acquisto di personal computer i comuni devono provvedere con proprie risorse; 6. Mancanza di fondi per manutenzione videosorveglianza. Le manutenzioni non sono fatte in maniera continuativa ma dipendono dai finanziamenti estemporanei della Regione FVG. Proposte di soluzione 1,2,3,4) Per uscire dall impasse derivante dalla mancanza di pianificazione bisogna fissare gli obiettivi principali da raggiungere. Gli obiettivi devono essere chiari e non generici. Gli obiettivi devono essere concordati a livello del Comitato dei Sindaci, previa discussione preliminare con conferenza dei servizi tra segretari comunali e responsabile dell ufficio Comune dei Servizi Informatici. Le decisioni del Comitato dei Sindaci devono essere riportate nella pianificazione del Comune di Lignano Sabbiadoro (delibera di Giunta Piano delle Risorse ). 5) oltre ai fondi per il funzionamento delle assistenze informatiche si dovrebbe capire quali sono le esigenze di sostituzione di mezzi obsoleti (inventario dei beni sopra i cinque anni) e mettere a bilancio con trasferimenti di fondi i soldi per l acquisto cumulativo di beni. Alcune convenzioni CONSIP molto vantaggiose in termini economici prevedono acquisti con un numero minimo di beni (per es. almeno 10 personal computer). A tale scopo si deve verificare se l utilizzo dell ufficio Comune come centrale unica d acquisto per i beni informatici, possa sgravare i comuni dalle problematiche relative al patto di stabilità. I comuni possono avere dei capitoli per trasferimento senza incappare nei lacciuoli del patto di stabilità? Da verificare con i responsabili dei servizi economico-finanziari e i segretari comunali. Questa proposta è stata fatta più volte agli uffici dei vari comuni ma, presi dal quotidiano (sia noi che loro), non abbiamo avuto di percorrere questa strada. 2 Il costo di gestione aumenta per basso numero di risorse allocate sui progetti che richiedono uno sforzo ulteriore per passare da un progetto all altro 18

19 6) Per la videosorveglianza va prevista una quota di manutenzione annua. Tendenzialmente le ditte che operano nel settore richiedono una quota del 10% del valore degli impianti. In considerazione che tutti gli impianti di videosorveglianza, per la parte progettuale sono stati sviluppati con l ausilio dei servizi informatici, si può ragionare con l acquisto di beni in comune e gestione di un magazzino di scorta. Ciò sarebbe fattibile con una quota del 5% rispetto al costo degli impianti. Il servizio sarebbe fornito utilizzando risorse interne per gli apparati e ditte esterne per la fornitura di autoscala e impianti elettrici. il materiale a magazzino, se non utilizzato alla fine dell anno, potrebbe essere usato per ampliare gli impianti di videosorveglianza. 19

20 PROGRAMMA: AMMINISTRAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO FUNZIONE: AMMINISTRAZIONE GESTIONE CONTROLLO SERVIZIO: PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO RESPONSABILE: SARTORE DOTT.SSA MANUELA SINDACO: DOTT. SALVATORE PIERO MARIA BENIGNO SERVIZIO DEL PERSONALE A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE ATTIVITA ANNO 2013 L Ufficio del personale del Comune di Latisana fino a marzo era incardinato per la parte giuridica sotto il Settore Affari Generali e per la parte economica sotto il Settore Economico Finanziario, con deliberazione di Giunta Comunale n.23 del è stato istituito il Settore Programmazione e Sviluppo che incardina al suo interno il Servizio Personale. Con decorrenza è stato assunto il Dirigente a tempo determinato per la gestione del servizio associato del personale tra i Comuni di Latisana, Precenicco e Ronchis, che insieme a due istruttori contabili del Comune di Latisana e a uno del Comune di Precenicco, assegnato per 14 ore settimanali, si occupa in forma associata di tutte le attività inerenti la gestione del personale. B PROGETTI, PROGRAMMI E OBIETTIVI: SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO TRA I COMUNI DI LATISANA PRECENICCO E RONCHIS E DEL PERSONALE DELLA PIANTA ORGANICA AGGIUNTIVA. Nel periodo oggetto di verifica il Settore ha svolto in sintesi le seguenti attività, tenendo presente che l ufficio personale come servizio incardinato sotto il Settore Programmazione e Sviluppo ha cominciato ad operare con il nuovo Dirigente a decorrere dall : - costituzione dell ufficio comune del personale tra i Comuni di Latisana, Precenicco e Ronchis giusta delibera di Giunta comunale 61 del , convenzione sottoscritta in data S.P. 78; - acquisto di un nuovo programma per l elaborazione dei cedolini paga e rilevamento presenze, gestionali che consentiranno di raggiungere nel medio periodo economie di scala; - affidamento alla Ditta Accatre di Marcon (VE) l elaborazione dei cedolini paga e relativi adempimenti fiscali, previdenziali e denuncie varie, giusta determinazione dirigenziale n. 703 del ; - con provvedimento dirigenziale 514 del è stato adottato il provvedimento unico di gestione degli orari di lavoro e di servizio per i comuni facenti parte dell ufficio comune del personale, il tutto in applicazione in ottica di armonizzazione dei regolamenti previsti nella convenzione attuativa del personale (SP 78 del ); - il Comune ha inserito lavoratori/lavoratrici socialmente utili utilizzando proprie risorse finanziarie; fino al erano attivati 15 progetti, a partire da giugno e fino al sono rimasti in carico nr. 4 lavoratori/lavoratrici; - con deliberazioni di Giunta comunale nn. 84 e 88 rispettivamente del e il Comune di Latisana ha approvato due ulteriori progetti per l inserimento di ulteriori 6 lavoratori/lavoratrici socialmente utili con decorrenza e fino al sempre finanziati con fondi comunali; - con determinazione dirigenziale nr 784 del sono stati approvati n. 10 progetti per l inserimento di 20 lavoratori/lavoratrici socialmente finanziati con contributo regionale giusto Decreto del Presidente della Regione n. 75 del La domanda è stata inoltrata 20

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO VIA UGOLINI, 83 58017 PITIGLIANO (GR) SERVIZIO SEGRETERIA COPIA DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 OGGETTO:

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013)

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) All.B) COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione dell aggiornamento del Programma Triennale per la trasparenza

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNI 2010 2011-2012. 1 PARTE GENERALE dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED

DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED DETERMINA N. 3/198 DEL 02/10/2015 INDICE CRONOLOGICO GENERALE N. 502/2015 SETTORE TECNICO LL.PP. SERVIZIO CED CIG: Z4617CA034 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER l IMPLEMENTAZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO SOFTWARE

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI VILLANOVA DEL GHEBBO P R O V I N C I A D I R O V I G O C.F. 82000570299 P.I. 00194640298 - Via Roma, 75 - CAP 45020 - Tel. 0425 669030 / 669337 / 648085 Fax 0425650315 info-comunevillanova@legalmail.it

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE

CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE CITTA DI PARABITA C.A.P. 73052 PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE SETTORE: SETTORE POLITICHE ECONOMICHE FINANZIARIE E TRIBUTARIE REG. GEN.LE N. 370 DEL 29/04/2015 REG. SERVIZIO N. 440DEL 24/04/2015

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione 11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione Approvata con delibera di Giunta regionale n. 744 del 28 Giugno 2011 Semplificazione

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 155 N 14052 di prot. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON LA PROVINCIA DI SONDRIO RELATIVO ALLA GESTIONE COORDINATA

Dettagli

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena

COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena Originale COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE Provincia di Forlì Cesena DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Numero: 116 Data: 11/12/2012 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità :

Direttore Operativo. Compiti e responsabilità : Direttore Operativo Il Direttore Operativo ha la responsabilità di assicurare lo sviluppo e la continuità dei servizi ambientali di raccolta e smaltimento rifiuti nel contesto territoriale di competenza,

Dettagli

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEL CICLO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA LA RISCOSSIONE DELLE STESSE. L anno 2011 il giorno.. del mese

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

(PROVINCIA DI CATANIA)

(PROVINCIA DI CATANIA) (PROVINCIA DI CATANIA) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella accessibilità delle informazioni sulla organizzazione, degli

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA

COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA ALLEGATO A) ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 5 DEL 29.01.2014 COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA PIANO DELL INTEGRITA E DELLA TRASPARENZA PROGRAMMA TRIENNALE ANNO 2014 2016 INTRODUZIONE Il presente

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI DETERMINAZIONE DEL CAPO SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO N 68 /III Sett. Affidamento incarico professionale per adempimenti fiscali del Data 31.12.2014 Comune di

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 1 - Finalità del Piano L articolo 11, comma 1, del decreto legislativo n.150 del 2009 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche

Dettagli

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità:

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità: Il Portale Integrato Il Portale per i servizi alle imprese (www.impresa-gov.it), realizzato dall INPS, è nato con l obiettivo di mettere a disposizione delle imprese un unico front end per utilizzare i

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Incontro pubblico Schio, 25 febbraio 2014

Incontro pubblico Schio, 25 febbraio 2014 Incontro pubblico Schio, 25 febbraio 2014 Diamoci una mano Presentazione del progetto sperimentale di innovazione delle procedure edilizie. Comune di Schio L evoluzione della sperimentazione 2013 L'Unità

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Definizione 1 E un servizio, obbligatorio

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015

PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGRAMMA FORMATIVO POLIZIA LOCALE 2015 COMITATO TECNICO CONSULTIVO PER LA POLIZIA LOCALE REGIONE BASILICATA

Dettagli

MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE

MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE Pur perdurando il momento di profondo riordino dell assetto organizzativo e delle attività dell

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA

COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI BASTIA UMBRA PROVINCIA DI PERUGIA DELIBERA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 249 DEL 08-10-2015 OGGETTO: REVISIONE ED APPROVAZIONE DEL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO E DELL'ARCHIVIO COMUNALE.

Dettagli

Addì, 6 marzo 2015 Il Responsabile dr. Francesca Furlan ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE

Addì, 6 marzo 2015 Il Responsabile dr. Francesca Furlan ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE Letto, confermato e sottoscritto Il Sindaco f.to dr.ssa Elisabetta Pian Il Segretario Comunale f.to dr.ssa Ivana Bianchi Copia conforme all originale ad uso amministrativo. Addì, 6 marzo 2015 Il Responsabile

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA Reg. Gen. n. 351 del 22/07/2015 DETERMINAZIONE N 123 DEL 22.7.2015 CODICE IDENTIFICATIVO GARA (C.I.G.): Z5D1560660 OGGETTO: SERVIZIO DI CONNETTIVITA E SICUREZZA

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av)

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Circolare DigitPA 1 dicembre 2011 n. 58 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 30 del

Dettagli

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf.

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf. DETERMINAZIONE N. 08 DEL 04/02/2013 - COPIA OGGETTO: MODERNIZZAZIONE SISTEMA INFORMATICO CONSORTILE AFFIDAMENTO, MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO, ASSISTENZA AI SOFTWARE URBI DA UTILIZZARSI IN COLLEGAMENTO

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 11 del 27/02/2012 IL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 11 del 27/02/2012 IL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE n. 11 del 27/02/2012 Oggetto: Adozione progetto di telelavoro ed assegnazione di una postazione. Dipendente Matilde Razzanelli. IL DIRETTORE Vista la legge regionale 24 febbraio 2005,

Dettagli

COMUNE DI MONTESPERTOLI Provincia di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

COMUNE DI MONTESPERTOLI Provincia di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNE DI MONTESPERTOLI Provincia di Firenze DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Deliberazione n. 318 del 10/12/2009 OGGETTO: Approvazione programma di interventi volti alla migrazione verso sftware gestionali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 24 del 22/07/2010 IL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 24 del 22/07/2010 IL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE n. 24 del 22/07/2010 Oggetto: Adozione progetto di telelavoro ed assegnazione di una postazione. IL DIRETTORE Vista la legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE SCHEMA CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE L anno il giorno del mese di TRA Il Comune di con sede in via n., Codice

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 01/ALBO/CN 23 LUGLIO 2014 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 23 Luglio 2014 Modalità per la fruizione telematica dei

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 14 in data 09 maggio 2011 1 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE

LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE 1. La dematerializzazione degli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI E DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del C.C. n dei 00.00.201 CAPO I VALORIZZAZIONE DELLE FORME ASSOCIATIVE Art. 1 Principi

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

Gestione documentale e Protocollo informatico

Gestione documentale e Protocollo informatico Gestione documentale e Protocollo informatico Settembre 2003 Cosa tratteremo La gestione dei documenti produzione, acquisizione, trasmissione organizzazione e conservazione reperimento ed accesso alle

Dettagli

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF...

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF... AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE FERROVIE CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo per le esigenze dell Agenzia Nazionale per la Sicurezza

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 135 del Registro Delibere OGGETTO: Procedura di mobilità all'interno del Comparto

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

C I T T À D I C O N E G L I A N O

C I T T À D I C O N E G L I A N O C I T T À D I C O N E G L I A N O (C.A.P. n. 31015) PROVINCIA DI TREVISO Unità organizzativa competente: DIREZIONE GENERALE AREA AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA Via A. Carpenè, 2 Tel. 0438-413210

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE.

CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE. CONVENZIONE CON IL COMUNE DI PODENZANO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI: ECONOMICO/FINANZIARIO E SEGRETERIA DELL UNIONE VALNURE. L anno 2008, il giorno VENTOTTO del mese di NOVEMBRE in Podenzano nella sede

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Oggetto: PROGETTO DI RETE FREE WIFI. APPROVAZIONE CONVENZIONE CON LA PROVINCIA DI FROSINONE. LA GIUNTA COMUNALE

Oggetto: PROGETTO DI RETE FREE WIFI. APPROVAZIONE CONVENZIONE CON LA PROVINCIA DI FROSINONE. LA GIUNTA COMUNALE Oggetto: PROGETTO DI RETE FREE WIFI. APPROVAZIONE CONVENZIONE CON LA PROVINCIA DI FROSINONE. LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che la Provincia di Frosinone ha avviato un percorso per la realizzazione di un

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto:

LA GIUNTA. A voti unanimi e palesi, anche per quanto riguarda l immediata esecutività dell atto: Oggetto: Modifica di alcune condizioni di svolgimento del Telelavoro nella Provincia di Bologna. Approvazione del relativo Progetto Generale e autorizzazione alla sottoscrizione del Contratto Collettivo

Dettagli

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE

Direzione Provinciale di Trento. Comunità di Primiero Provincia di Trento CONVENZIONE CONVENZIONE Premesso che in data 28.12.2005 è stata sottoscritta una convenzione tra il Comprensorio di Primiero- e l Agenzia delle Entrate- Direzione Provinciale di Trento per la gestione dello sportello

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CROTONE Articolo 1 Finalità ed Istituzione dell Albo

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 INDICE 1. PREMESSA 2. STRUMENTI 3. INDIVIDUAZIONE DATI DA PUBBLICARE 4. INDIVIDUAZIONE

Dettagli

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 Statistiche, linee di lavoro, considerazioni finali circa la gestione 2013-2014 del sito web dell IC 16 Valpantena. Mariacristina Filippin 16 giugno 2014

Dettagli

C O M U N E D I L U G O D I V I C E N Z A PROVINCIA DI VICENZA Piazza XXV Aprile, 28

C O M U N E D I L U G O D I V I C E N Z A PROVINCIA DI VICENZA Piazza XXV Aprile, 28 C O M U N E D I L U G O D I V I C E N Z A PROVINCIA DI VICENZA Piazza XXV Aprile, 28 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2016 APPROVATO CON DELIBERA DI G.C. N. 9 DEL 31/01/2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili. SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013

Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili. SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013 Settore Formazione e Lavoro Servizio Occupazione Disabili SOTTOCOMITATO DISABILI 16 aprile 2013 PROGETTO DI GESTIONE INFORMATIZZATA DEGLI ESONERI (PROGETTO MAV) L art. 5 della legge 68/99 disciplina l

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014/2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014/2016 Comune di Ronchis Provincia di Udine PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014/2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Il Decreto Legislativo n. 33/2013 ha confermato

Dettagli

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da PROTOCOLLO D'INTESA TRA L ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER LA COLLABORAZIONE IN AMBITO STATISTICO L'Istituto nazionale di

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA INDICE ART. 1 - DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 2 - UFFICI COMPETENTI PER LA

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014)

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) Proposta n.63 del 13/05/2014 Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) SETTORE 5 INFORMATICA STATISTICA E PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA CITTA DI ORBASSANO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 Indice Premessa pag. 3 1. Riferimenti normativi pag. 3 2. Finalità del Programma pag. 3 3 Il sito istituzionale del

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014. (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) COMUNE DI SANT ANGELO A SCALA Provincia di Avellino PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 (Art. 11, D. Lgs. 27 ottobre 2009, nr. 150) Cod. SAS-PTI01 Data: 30/04/2012 Adottato con

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA'

COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA' COMUNE DI GANDOSSO PROGRAMMA TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA' 2014 2016 PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA Con il presente documento ci si propone di fornire una visione organica dei compiti istituzionali e

Dettagli

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5. Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.2012 OGGETTO: individuazione degli incaricati del trattamento dati personali

Dettagli

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza;

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza; 1. Premessa Il Parco Valle Lambro dimostra la propria piena partecipazione al processo di attivazione delle buone prassi di trasparenza ed etica con l adozione del presente piano, intitolato Programma

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE Provincia di Vicenza REGOLAMENTO DEL SERVIZIO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMITATO VOLONTARIO PROTEZIONE CIVILE MONTECCHIO MAGGIORE Via del Vigo 336075 Montecchio Maggiore

Dettagli