SINCO GROUP GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE CAPITAL ASSET MANAGEMENT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SINCO GROUP GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE CAPITAL ASSET MANAGEMENT"

Transcript

1 SINCO GROUP GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE CAPITAL ASSET MANAGEMENT

2 Sommario 1 INTRODUZIONE CAPITAL ASSET MANAGEMENT, LA SOLUZIONE ARCHITETTURA E ACCESSO AL SISTEMA GESTIONE IMMOBILI E DOSSIER EDIFICIO ANAGRAFICA IMMOBILI DOSSIER EDIFICIO IL PROPERTY IN OGNI DETTAGLIO CONCESSIONI DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE E DEMANIALE FILIERA DI GENERAZIONE CONTRATTI DI CONCESSIONE GESTIONE LOCAZIONI PIANO DELLE ALIENAZIONI IMMOBILIARI (D.L. 112 DEL ) GLOSSARIO E NORMATIVA ON-LINE GLOSSARIO VOCI PATRIMONIALI NORMATIVA ON LINE MODULISTICA E FAC-SIMILI GESTIONE DOCUMENTALE E SCADENZIARI ARCHIVIAZIONE E MODALITÀ DI ACCESSO AI DATI REPORTISTICA MODULO FACILITY MANAGEMENT GESTIONE MANUTENZIONE SU CHIAMATA INTERVENTI MANUTENTIVI MANUTENZIONE PROGRAMMATA INGEGNERIA DI MANUTENZIONE GESTIONE MANUTENZIONI STRAORDINARIE E CANTIERI DI INVESTIMENTO ISPEZIONI FOTOGRAFICHE ON LINE PREVENTIVAZIONE CONSUNTIVAZIONE E GESTIONE CONTABILITA FINALI WEBCAM IMMOBILI E CANTIERI MODULI EXTRA Pag. 2/30

3 1 INTRODUZIONE Una moderna gestione immobiliare si sviluppa in funzione della perfetta armonia delle seguenti discipline: asset, property e facility management. Le procedure di cui sopra ampiamente sperimentate oltreoceano e nel mondo anglosassone hanno progressivamente interessato anche ampi spezzoni dell esperienza privatistica italiana e, più recentemente, anche diversi settori della pubblica amministrazione. Per asset management si intende il coacervo di tutte quelle attività finalizzate allo sviluppo strategico del patrimonio in esame. In altre parole l asset management cura la programmazione patrimoniale attraverso l analisi e la creazione di tutti gli strumenti di ricerca e monitoraggio del patrimonio. Compete quindi all organismo di asset il compito di verificare il giusto utilizzo delle strutture, analizzare l eventuale sovra o sotto utilizzo degli immobili, giudicare l'eventuale redditività percepibile dal cespite o il verificare del crescere dei costi manutentivi. La struttura di asset management interviene nelle procedure di acquisizione o alienazione del patrimonio. Il suo intervento consiste nella verifica del cespite in esame proponendo all'attenzione della struttura una accurata analisi giuridica, storica, catastale, urbanistica e funzionale. Il settore interviene altresì per verificare l'opportunità di procedere a nuove locazioni verificando la potenziale redditività del bene e suggerendo, caso per caso, la migliore destinazione. L'attività di property management sviluppa e gestisce ogni percorso di valorizzazione e utilizzo immobiliare definito dal settore di asset. In pratica il property management interviene nella gestione amministrativa e tecnica di ogni finalizzazione immobiliare. Il property management deve quindi possedere importanti conoscenze giuridiche, amministrative, tecniche e funzionali necessarie per gestire, rinnovare e/o concludere ogni rapporto locatizio o concessorio. Il settore in esame è chiamato alla gestione e ottimizzazione di tutte le somministrazioni (utenze) caratterizzanti l immobile oggetto di intervento. Compete inoltre al settore di property la gestione e la liquidazione di tutti i tributi connessi al settore immobiliare. Spetta a tale ufficio il compito di verificare l'esatta applicazione di aliquote e categorie di tassazione. In ultimo il settore cura l'inventariazione dei beni e predispone le specifiche di custodia dei medesimi. Pag. 3/30

4 Le attività di asset e property management consentono in primo luogo di individuare con estrema certezza l'insieme dei cespiti core e dei cespite no core. Essenzialmente si tratta di individuare con certezza ciò che è direttamente funzionale all'attività dell'ente o della società e ciò che invece può essere semplicemente posto in vendita, o in particolari situazioni, messo a reddito. Come si evince da quanto sopra descritto le due procedure delineate necessitano di importanti e continue compenetrazioni risultando tra loro complementari e inscindibili. Il terzo settore funzionale alla gestione patrimoniale si identifica nel Facility management ovvero il settore dedicato alla manutenzione materiale dei beni. Tradizionalmente il settore di Facility risulta staccato e indipendente dai due già esaminati. Le moderne realtà patrimoniali impongono accanto a quanto già esaminato lo sviluppo di una attività denominata, nel mondo anglosassone, di portfolio management. Tale struttura risulta essenzialmente dedicata all'individuazione delle strategie di investimento tramutabili nel settore pubblico all'individuazione delle strategie di minor costo e di miglior gestione del patrimonio esistente. L'insieme delle attività di asset e property management, nel mondo anglosassone, assume la definizione di capital asset management ovvero quel processo logico funzionale atto alla valutazione e al continuo monitoraggio delle condizioni amministrative, giuridiche, fisiche e logiche incidenti su un portafoglio dei beni amministrati. inerenti il patrimonio. Conditio sine qua non per lo sviluppo di tale procedura la creazione di un unico archivio dati contenente ogni informazione afferente al patrimonio. La moderna gestione patrimoniale deve quindi svilupparsi in direzione di un concentramento di tutte le attività Solo la perfetta conoscenza di tutti i dati e di tutte le incidenze consente lo sviluppo di importanti economie di scala e di importanti sinergie funzionali. Solo la perfetta conoscenza di ogni dettaglio e della condizione amministrativa e tecnica consente di offrire e ottimizzare il proprio patrimonio. L insieme delle attività sopra delineate, di regola, viene definita due diligence immobiliare. Il termine, ha ancora una volta, origine anglosassone significa letteralmente diligenza dovuta. In altre parole con il termine di due diligence si identifica l'insieme delle attività rivolte all analisi e allo sviluppo o di un complesso immobiliare. La due diligence non può prescindere da un complesso processo conoscitivo proprio del settore di asset management e non può prescindere dal complesso di attività amministrative e tecniche proprie del settore di property management. Pag. 4/30

5 2 CAPITAL ASSET MANAGEMENT, la soluzione CAPITAL ASSET MANAGEMENT è la soluzione immediata a tutte le problematiche sopra esposte. Il software nato direttamente dalla ventennale esperienza del Dott. Flavio Paglia (autore di oltre pagine di dottrina patrimoniale, Docente per sei Scuole Superiori di Pubblica Amministrazione) e dalla ultra decennale esperienza di SINCO s.r.l. nel settore della gestione di patrimoni immobiliare della manutenzione integrata, si propone come unico software in grado di rispondere perfettamente sia alle esigenze di programmazione patrimoniale e sia alle esigenze di gestione e manutenzione immobiliare. Il software nasce come unico prodotto assolutamente e completamente calibrato anche sulle specifiche e peculiari esigenze di tutti gli Enti Pubblici (il creatore è tuttora responsabile della gestione e valorizzazione del patrimonio di primario Ente territoriale). Il software, unico in Italia, può essere acquistato a MODULI separati, consentendo all Ente o al privato di acquisire solo ciò che effettivamente può servire alla propria struttura immobiliare. Inoltre, tra i pochi, il software può essere, anziché acquistato, semplicemente NOLEGGIATO. Tale ultima soluzione consente di acquisire tutta la potenzialità di CAPITAL ASSET MANAGEMENT senza incidere pesantemente sul bilancio societario o dell Ente. La gestione in remoto dell intero modulo garantisce l assoluto e costante aggiornamento del software nonché la possibilità di usufruire di un immensa banca moduli e fac simili, perfettamente allineata con la vigente imposizione normativa. Il contratto a NOLEGGIO consente inoltre di poter usufruire del GLOSSARIO esistente (oltre 600 voci e approfondimenti direttamente esportabili in formato word) e di tutta la NORMATIVA presente nel programma quotidianamente aggiornata. Pag. 5/30

6 92,0% 90,0% 88,0% 86,0% 84,0% Rit. 1 GG Rit. 82,0% 2 GG 80,0% 78,0% 76,0% 74,0% 72,0% Sosp. 79,2% 84,6% Rit. Sup. % 89,9% 90,2% 88,6% 88,9% 88,0% 88,0% 88,0% 87,3% 85,0% In Time 87,2% Capital Asset Management Web ARCHITETTURA E ACCESSO AL SISTEMA Il sistema si articola su di una infrastruttura informatica realizzata attraverso un server WEB e un DataBase. Dal sito aziendale un semplice collegamento consente di attivare le maschere di accesso (login/password) Ogni profilo di utente accede alle parti di propria competenza. La MASCHERA INIZIALE del software VERRÀ PERSONALIZZATA CON IL LOGO DELL ENTE O DELLA SOCIETÀ. IMMOBILI / IMPIANTI IMMOBILI / IMPIANTI IMPIANTI DITTE DI MANUTENZIONE Call-Center DATA Data base BASE - Archivio centrale Centrale ISPEZIONI TECNICHE CENTRO SERVIZI Ingegneria di Manutenzione AMMINISTRAZIONE COMPAGNIA NE Interfaccia WEB di accesso ai dati Pag. 6/30

7 4 GESTIONE IMMOBILI E DOSSIER EDIFICIO Il modulo GESTIONE IMMOBILI E DOSSIER EDIFICIO consente di gestire e riunire in un unico archivio i dati degli immobili e produrre documenti sintetici e di facile consultazione relativi a tutti i dati afferenti la natura e la gestione degli immobili. La possibilità di conoscere un universo composito di dati consente di ottimizzare la dimensione gestionale del bene, riducendo i costi amministrativi e i costi manutentivi. La disponibilità del modulo DOSSIER EDIFICIO consente inoltre di possedere un valido strumento utile per qualsiasi riflessione estimativa sia essa finalizzata alla locazione o alla vendita dell edificio. I dati inseribili all interno del DOSSIER EDIFICIO (completamente esportabile in formato word) risultano riconducibili ad almeno 300 voci e, nel loro complesso, costituiscono la più dettagliata anagrafe giuridica e tecnica. La famiglia di dati riportati in ogni singolo DOSSIER EDIFICIO risultano essere i seguenti: 1. denominazione 2. ubicazione 3. destinazione effettiva o l uso speciale 4. identificazione catastale dell immobile 5. caratteristiche generali del fabbricato 6. accessibilità al lotto 7. presenza di infrastrutture 8. presenza di carenze e disagi gestionali 9. percorribilità del lotto interno 10. dati inerenti la costruzione (ove disponibili) 11. tipologia costruttiva 12. eventuali modifiche strutturali (dimensione visiva dei medesimi) 13. eventuali modifiche di utilizzo (se conosciute) 14. presenza di corsi d acqua, forestazione, terreno 15. scale, piani fuori terra, area verde e grigia 16. pertinenze esterne 17. notizie inerenti le principali impiantistiche 18. erogazione servizi e somministrazioni 19. struttura verticale gradi di conservazione 20. struttura orizzontale gradi di conservazione 21. struttura di copertura gradi di conservazione 22. struttura verticale gradi di conservazione 23. scale e rampe gradi di conservazione 24. tamponamento gradi di conservazione 25. struttura divisoria interna gradi di conservazione 26. finiture interne gradi di conservazione 27. finiture esterne gradi di conservazione 28. opere in ferro gradi di conservazione 29. serramenti interni gradi di conservazione 30. serramenti esterni gradi di conservazione 31. pavimenti gradi di conservazione 32. cedimenti strutturali 33. movimenti strutturali 34. fotografie complesso immobiliare Pag. 7/30

8 4.1 ANAGRAFICA IMMOBILI L insieme dei dati inseribili all interno del software consentono di amministrare e gestire nel migliore dei modi qualsiasi cespite. La naturale concatenazione dei dati diviene filiera utile per avviare qualsiasi programmazione patrimoniale: dalla verifica della dimensione dell immobile alla possibilità di utilizzarlo per una determinata destinazione, dall analisi dei percorsi di accesso alla fruibilità da parte del personale esterno disabile o meno, dalla verifica del grado di conservazione all analisi del sovra o sotto utilizzo della struttura, dall accertamento impiantistico alla certificazione documentale, dalla gestione locatizia a quella concessoria ecc. Anagrafica immobili: tutti gli immobili sono codificati e censiti con l indicazione anagrafica. Dettaglio immobile: nell anagrafica immobili sono riportati tutti i dati necessari alla redazione del DOSSIER EDIFICIO Pag. 8/30

9 4.2 DOSSIER EDIFICIO Dossier Edificio: La sequenza di inserimento dati permette di descrivere le caratteristiche di ogni edificio in modo completo. Pag. 9/30

10 5 IL PROPERTY IN OGNI DETTAGLIO Il sistema proposto si candida ad essere uno dei programmi informatici maggiormente dettagliati in materia. Il percorso locatizio viene esplicitato in ragione sia dell uso diverso (Legge 27 luglio 1978 n. 392) e sia dell uso abitativo (Legge 9 dicembre 1998, n 431). All occorrenza, in ragione delle singole Leggi Regionali, il software risulta adattabile anche per la gestione del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica. Ogni quadro locatizio risulta agganciato al proprio immobile o cespite di riferimento, consentendo quindi la sinergia e il ribaltamento automatico di tutti i dati già inseriti nel DOSSIER EDIFICIO. Grazie alla GESTIONE DOCUMENTALE il sistema è in grado di preavvertire, con congruo preavviso, della prossima scadenza contrattuale consentendo di inviare, con sufficiente tempistica, tutte le necessarie comunicazioni o disdette. Il percorso, di semplicissima interpretazione visiva (SISTEMA A SEMAFORI) attraverso un impianto di singoli allert, avvisa automaticamente il singolo operatore, evidenziando la criticità e, se del caso, proponendo adeguata MODULISTICA già PRECOMPILATA. In pratica in modo diretto e automatico è possibile predisporre in tempo reale qualsiasi tipologia contrattuale con inserimento e precompilazione automatica di ogni settore. Pag. 10/30

11 5.1 CONCESSIONI DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE E DEMANIALE CAPITAL ASSET MANAGEMENT si propone come software capace di gestire, accanto al patrimonio disponibile, anche ogni iter amministrativo-gestionale afferente il patrimonio indisponibile e demaniale degli Enti Pubblici. Il processo, perfettamente conosciuto e sviluppato dottrinalmente dal Dott. Flavio Paglia, consente di produrre, in automatico, ogni componente documentale afferente il processo concessorio. La concessione viene quindi monitorata e gestita in ogni dettaglio. Come nel caso delle locazioni, anche per le concessioni è possibile sviluppare, in automatico ogni modulo gestionale e rendicontale. In particolare risultano estensibili al processo tutti i verbali gestionali e risolutivi. L impianto si sviluppa in ragione di quanto disciplinato dalla normativa vigente e da quanto osservato dalla Corte di Cassazione e dal Consiglio di Stato. LA MODULISTICA VIENE AUTOMATICAMENTE AGGIORNATA e per gli utenti in Noleggio viene costantemente monitorata ed adeguata. Concessioni: elenco anagrafico contratti concessione per immobile Pag. 11/30

12 5.2 FILIERA DI GENERAZIONE CONTRATTI DI CONCESSIONE Concessioni: Generazione automatica dei contratti e degli allegati Pag. 12/30

13 5.3 GESTIONE LOCAZIONI Da oggi compilare e predisporre un contratto di locazione NON SARA PIU UN PROBLEMA. Ogni minuta, direttamente asportabile in word, grazie al contratto di NOLEGGIO e gestione in remoto potrà essere predisposta in ossequio a tutta la normativa vigente. La nostra società, durante il periodo contrattuale si impegna infatti a modificare e a fornire ai propri clienti il modulo base perfettamente conforme alla normativa interessata. Parallelamente al contratto, il software è in grado di fornire ulteriori facsimili direttamente precompilati afferenti ad ogni aspetto della gestione locatizia: inoltro adeguamento ISTAT inoltro sollecito di pagamento inoltro avviso di sopralluogo richiesta rimborso spese di amministrazione inoltro formale disdetta A richiesta l elenco dei documenti precompilabili in automatico può essere dilatato e/o ampliato in ragione delle singole esigenze dell Ente o della società interessata. Naturalmente, qualsiasi modulo verrà predisposto in ossequio allo stemma, al marchio e alla fincatura pagina desiderata dal committente. Accanto alla modulistica giuridica, CAPITAL ASSET MANAGEMENT è in grado di offrire tutta la modulistica gestionale necessaria per ogni migliore DUE DILIGENCE. Pag. 13/30

14 In particolare, unici nel settore, proponiamo la predisposizione automatica dei sottoelencati VERBALI di GESTIONE Verbale di consegna dell unità immobiliare Verbale di sopralluogo e/o accertamento Verbale di constatazione danni Verbale di verifica conduttore Verbale di accertamento cambio destinazione d uso Verbale di accertamento sub conduttore Verbale di riconsegna dell immobile Sinteticamente le procedure immediatamente esportabili dal software risultano essere le seguenti: - Relazione su sinistri alle persone e/o danni alle proprietà - Verbale coordinamento e cooperazione - Verbale di riunione - Ordine di servizio - Comunicazione d'inizio dei lavori agli enti previdenziali e assicurativi - Certificato delle verifiche antecedenti la consegna dei lavori - Comunicazione all'appaltatore della data e del luogo di consegna dei lavori - Processo verbale di consegna dei lavori - Processo verbale di consegna dei lavori sotto riserva di legge - Processo verbale di consegna negativa dei lavori - Giornale dei Lavori 2 (foglio di calcolo Excel) - Libretto delle Misure - Lavori a misura 2 (foglio di calcolo Excel) - Lista settimanali degli operai e dei mezzi d'opera 2 (foglio di calcolo Excel) - Lista delle provviste 2 (foglio di calcolo Excel) - Registro di contabilità - Lavori a misura 2 (foglio di calcolo Excel) - Registro di contabilità - Lavori a corpo 2 (foglio di calcolo Excel) - Sommario del registro di contabilità - Lavori a misura 2 (foglio di calcolo Excel) - Sommario del registro di contabilità - Lavori a corpo 2 (foglio di calcolo Excel) - Stato di Avanzamento dei lavori (foglio di calcolo Excel) - Certificato di pagamento 2 (foglio di calcolo Excel) - - Certificato di ultimazione dei lavori Avviso ad opponendum-certificato - Comunicazione di ultimazione lavori agli istituti assicurativi - Relazione del direttore dei lavori sul conto finale - Trasmissione atti e documenti per la liquidazione finale - Relazione dettagliata sul comportamento dell'impresa - - Processo verbale di sospensione dei lavori Processo verbale di ripresa dei lavori - Certificato di regolare esecuzione - Relazione di variante - Atto di sottomissione - - Verbale di concordamento nuovi prezzi Analisi nuovi prezzi - Quadro comparativo 2 (foglio di calcolo Excel) - Quadro comparativo - A corpo 2 (foglio di calcolo Excel) Pag. 14/30

15 5.4 PIANO DELLE ALIENAZIONI IMMOBILIARI (D.L. 112 DEL ) Il recente D.L. n 112 in data 25 giugno 2008, ora convertito in legge, è intervenuto disponendo l obbligo di allegare al Bilancio di Previsione degli Enti Locali anche il Piano delle Alienazioni immobiliari dell Amministrazione stessa. Si tratta di una nuova disposizione che, facendo seguito a quanto intervenuto negli ultimi anni, mira a superare il patrimonio sottoutilizzato o non utilizzato degli enti pubblici al fine di individuare nuove entrate e al fine di ridurre i costi gestionali inerenti il patrimonio di non uso istituzionale appartenente ai medesimi enti. CAPITAL ASSET MANAGEMENT 2.0 recependo la normativa sopra indicata è in grado di armonizzare tutti i dati necessari alla compilazione del predetto Piano delle Alienazioni immobiliari fornendone addirittura la stampa perfettamente corrispondente al disposto normativo con sovra impresso il logo dell Ente locale proprietario. Parallelamente a quanto già evidenziato nelle pagine precedenti il nostro software risulta altresì compatibile e già perfettamente allineato con i percorsi concessori e locativi di cui al D.L. 351/2001 esteso anche agli Enti locali dal predetto D.L. 112/2008 (concessioni cinquantennali). Pag. 15/30

16 6 GLOSSARIO E NORMATIVA ON-LINE CAPITAL ASSET MANAGEMENT a supporto di ogni iter gestionale offre la possibilità di attingere ad un glossario di approfondimento esteso ad oltre 600 voci attinenti la gestione immobiliare. Il percorso, direttamente asportabile su formato word consente ad ogni singolo utente di produrre, in tempo reale, relazioni di dettaglio su ogni argomento patrimoniale. L opportunità di accedere on line ad un immensa banca dati nozionistica, capace di approfondire nel più minimo dettaglio ogni vocabolo, ogni legge, ogni terminologia connessa alla gestione immobiliare, consente il rapido superamento di qualsiasi dubbio e la possibilità di rendicontare con esattezza su ogni argomento. 6.1 GLOSSARIO VOCI PATRIMONIALI Il GLOSSARIO è soggetto a continuo aggiornamento. Pregevoli i richiami a tutta la normativa applicabile sulla singola voce e il rimando alle terminologie collegate. Consultazione glossario on-line Pag. 16/30

17 6.2 NORMATIVA ON LINE MODULISTICA E FAC-SIMILI Accanto al glossario CAPITAL ASSET MANAGEMENT è in grado di offrire un vastissimo repertorio di NORMATIVA ON LINE, MODULISTICA E FAC-SIMILI connessa o semplicemente interagente con la Due diligence immobiliare. In pratica, direttamente asportabili in formato word, all interno del software possono essere visualizzate tutte le normative e i documenti utili che attualmente influenzano la gestione patrimoniale. A titolo puramente esemplificativo le leggi riportate all interno del programma spaziano dalla locazione alla concessione di immobili, dalla gestione condominiale al riconoscimento di eventuali diritti reali o di godimento, dalla gestione catastale del cespite alla gestione tributaria del medesimo, dalla regolamentazione delle pertinenze all alienazione dei cespiti, dalla gestione dei vincoli incidenti sull immobile allo smaltimento dell amianto. Estrazione modulistica: nell ambito della Fornitura del servizio saranno disponibili tutti i moduli precompilati aggiornati alla normativa corrente. Pag. 17/30

18 7 GESTIONE DOCUMENTALE E SCADENZIARI Il data base centrale è in grado di registrare e gestire un sistema di controllo di tutte le scadenze documentali e gestionali. In pratica, in automatico, un apposito alert provvederà a comunicare all operatore interessato la prossimità della scadenza documentale e/o contrattuale consentendo quindi la serena gestione di tutti i processi locatizi, concessori, autorizzativi ecc Le priorità di analisi risultano essenzialmente connesse con: Tipologia documento Data emissione Data scadenza Responsabilità I sistema è configurato per gestire: qualsiasi tipologia di documento e relative frequenze di rinnovo In base ai dati registrati sono ricavati elenchi delle scadenze/rinnovi: la società di ingegneria può occuparsi di coordinare tutte le attività connesse: elenchi documenti in scadenza, interventi verso gli enti/autorità, emissione dei documenti, aggiornamento dei dati. Aspetto chiave: il SEMAFORO di impianto / area Per ogni immobile sono definiti i documenti obbligatori da tenere aggiornati: Documento presente e valido (non scaduto) (VERDE) Documento in scadenza tra (120 gg) (GIALLO) Documento non presente o scaduto (ROSSO) Quanto tutti i documenti sono OK l immobile ha il semaforo VERDE I soggetti autorizzati, mediante login e password attraverso il portale internet, potranno accedere a tutte le informazioni in base a specifici profili di autorizzazione. Con l acquisto o il noleggio del modulo GESTIONE DOCUMENTALE e SCADENZARI non sarà più possibile dimenticarsi di inviare disdetta locativa e ogni documento amministrativo e/o tecnico sarà rinnovato nei tempi e nei modi opportuni. La nostra società rimane altresì a disposizione per raccogliere, scannerizzare, catalogare e inserire tutti i documenti necessari alla Due diligence. Pag. 18/30

19 7.1 ARCHIVIAZIONE E MODALITÀ DI ACCESSO AI DATI I tecnici incaricati raccolgono e archiviano i documenti cartacei in appositi classificatori; contemporaneamente tutti i documenti sono scannerizzati e inseriti all interno del data base centrale. I soggetti autorizzati, mediante login e password attraverso il portale internet, possono accedere a tutte le informazioni: in base al profilo di autorizzazione i responsabili entrano in apposite pagine internet dove possono selezionare i documenti richiesti e visionarli a video. Se necessario è possibile scaricare i documenti sul proprio PC e ricavare una copia cartacea conforme all originale. Tale modalità di accesso risulta di estrema praticità in quanto, senza spostarsi dalla propria scrivania tutti i soggetti coinvolti, possono consultare dati, visionare documenti, controllare i termini delle scadenze. Vantaggi: Centralizzazione e condivisione delle informazioni: un unico punto dove registrare i dati Archiviazione organizzata: il sistema informatico garantisce una codifica e una logica di archiviazione che consente il recupero dei documenti in tempi brevissimi (in formato pdf, Autocad) Possibilità di trasmettere i dati istantaneamente (previo scarico dei file dei documenti è possibile trasmettere con documenti allegati e renderli disponibili a qualsiasi soggetto ne faccia richiesta) E possibile caricare sul portale tutte le planimetrie di progetto, le configurazioni di impianto, gli As-built. GESTIONE REVISIONI DOCUMENTI Il sistema informatico ha la possibilità di registrare tutte le revisioni dei documenti. Ogni entità documentale dispone di apposito elenco di revisione in ordine di data di emissione. Pag. 19/30

20 8 REPORTISTICA L'obiettivo di un Sistema di Reportistica all'interno dei Sistemi Informativi è generalmente quello di fornire documentazione analitica sulle attività di rilievo dell'organizzazione all'interno della quale è sviluppato. Tale base informativa ha l'obiettivo di essere la più aggiornata e corretta secondo un' univoca prassi organizzativa e perciò non suscettibile di rilievi e incongruenze interpretative. In particolare - e con più aderenza alle fondamenta logiche - i Sistemi di Reportistica vengono sviluppati in ambiti complessi che hanno previsto una soluzione di Datawarehouse. Una delle finalità di un processo di Datawarehouse è proprio quella di strutturare un contesto informativo hardware-software capace di rispondere alle esigenze dello scenario organizzativo nel senso più ampio. In tali contesti si hanno: - Coerenza e consolidamento dei dati - Velocità nell accesso alle informazioni - Supporto per l analisi dei dati Col crescere dei dati accumulati a disposizione delle organizzazioni, i vantaggi di un elaborazione centralizzata dei documenti si rivelano nei tempi di esecuzione dei singoli documenti di reportistica. La particolare configurazione hardware delle postazioni su cui vengono - a livello fisico - ospitate le risorse del sistema permette l'ottimizzazione delle richieste al sistema e ne diminuisce il carico di attività rispetto alla situazione in cui singoli utenti ricercano informazioni sul sistema individualmente. I report realizzabili dal nostro sistema sono praticamente infiniti. La possibilità di incrociare le oltre 300 voci del dossier edificio, e la possibilità di controllo su ogni filiera di property consente di generare a semplice richiesta un enorme quantitativo di report e grafici. In fase applicativa, il committente evidenzierà le priorità di analisi di dettaglio. Pag. 20/30

21 9 MODULO FACILITY MANAGEMENT Si tratta del più moderno software in materia di manutenzione programmata, preventiva, riparativa e a chiamata. Con FACILITY MANAGENT la gestione e la rendicontazione dei lavori non sarà più un problema. Il software supporta qualsiasi prezziario e in tempo reale è in grado di predisporre preventivi, computi metrici e rendicontazione perfettamente rispondenti alla normativa in materia di lavori pubblici. La nostra società è inoltre in grado di offrire un Call center operativo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Il sistema consente il completo controllo dei costi della manutenzione e il monitoraggio costante della gestione tecnica. 9.1 GESTIONE MANUTENZIONE SU CHIAMATA Il sistema consente l inserimento delle Richieste di Azione (chiamate) sia da call-center che direttamente dai tecnici dell ente o attraverso segnalazione diretta su portale internet: Elenco richieste azione : le chiamate sono visibili istantaneamente dal manutentore che le prende in carico indicandole come in corso Dettaglio richiesta azione : il dettaglio della chiamata riporta tutte le indicazioni utili all effettuazione dell intervento, impianto, descrizione e codifica del guasto tempi massimi di intervento, ecc. Pag. 21/30

22 9.2 INTERVENTI MANUTENTIVI Dettaglio intervento: dopo aver effettuato l intervento sull impianto il manutentore inserisce di dati di chiusura chiamata indicando tra l altro: operatore, data-ora inizio/fine, guasto riscontrato. Rapportino di intervento on-line: ogni intervento viene registrato allegando rapporto di intervento scannerizzato ed eventuale documentazione di corredo (p.e. per danni: foto sinistro, fatture, denunce, ecc.) Pag. 22/30

23 9.3 MANUTENZIONE PROGRAMMATA Scadenziario programmate: gli interventi programmati sono generati in automatico mediante uno scadenziario che riporta le date degli interventi effettuati e, in funzione del periodo previsto (annuale, semestrale, stagionale) attiva la ditta per l intervento; i rapportini di intervento programmati vengono inseriti e registrati sul sistema. 9.4 INGEGNERIA DI MANUTENZIONE 92,0% 90,0% 89,9% 90,2% 88,0% % 88,6% 88,9% 88,0% 88,0% 88,0% 87,3% 87,2% 86,0% 84,6% 84,0% Sosp. Rit. 82,0% 2 GG Rit. Sup. Rit. 1 GG 80,0% 79,2% 85,0% 78,0% 76,0% 74,0% 72,0% In Time Ingegneria di manutenzione: il sistema è in grado di monitorare, in tempo reale, le performance di manutenzione; potenti strumenti di analisi consentono di ricavare KPI generali di performance e analisi di difettosità (p.e. impianti con magg. N chiamate, componenti critici, tempi di riparazione ecc.) Pag. 23/30

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità

Prima iscrizione degli immobili al CEU (estensione procedure di cui alla circ. n.1/2009) e controlli sulle titolarità Direzione Centrale Catasto e Cartografia Modalità di aggiornamento relative alle intestazioni catastali presenti nelle dichiarazioni di DOCFA e nelle Domande di Volture Prima iscrizione degli immobili

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione?

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione? 1. Anagrafica 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? Cooperativa Sociale Comune Consorzio Sociale ASL Azienda Servizi alla persona Organizzazione di volontariato Azienda Speciale Comunità

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA COMMISSIONE TASSAZIONE NOTULE FASI O "LIVELLI DI ELABORAZIONE E REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO NEI LAVORI PRIVATI PREMESSA L'accertamento

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011

Patrimonio della PA. Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Patrimonio della PA Rapporto sulle partecipazioni detenute dalle Amministrazioni Pubbliche al 31 dicembre 2011 Dicembre 2013 INDICE 1 Premessa e sintesi 3 2 La rilevazione delle partecipazioni detenute

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE

AREA STRATEGICA 2 - ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE OBIETTIVO OPERATIVO DESCRIZIONE ATTIVITA' SOGGETTI RESPONSABILI INDICATORI TARGET 2.1.1 2.1.2 Ottimizzazione della Struttura Organizzativa Adozione di un nuovo Organigramma e Funzionigramma della Direzione

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Software di gestione delle partecipate per l ente l

Software di gestione delle partecipate per l ente l Software di gestione delle partecipate per l ente l locale Obiettivo Governance Le necessità di governo del sistema delle partecipate comportano l esigenza di dotarsi di un software adeguato, che permetta

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto

La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Sicurezza La gestione della sicurezza nei contratti di appalto Con l'emanazione del D.Lgs. n. 81/2008 sono stati definiti gli obblighi inerenti alla sicurezza sul lavoro in caso di affidamento di lavori

Dettagli

P.I.G.A.E. release 22.1 Enterprise Resource Planning

P.I.G.A.E. release 22.1 Enterprise Resource Planning P.I.G.A.E. release 22.1 Enterprise Resource Planning Sistema Informativo Aziendale per Imprese Ultimo aggiornamento Fix 22.1.a aprile 2014 InterNet Site: www.pigae.it www.trima.it Presentazione Sistema

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE V MOD2 FR GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA SCHEDA DI PRESENTAZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE INIZIATIVE DI FRANCHISI NG DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II Introduzione Questa guida è stata realizzata per

Dettagli