Introduzione...4. Il progetto Rione Terra in Rete...5. Struttura dei siti dimostrativi...8. La catalogazione collaborativa...13

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione...4. Il progetto Rione Terra in Rete...5. Struttura dei siti dimostrativi...8. La catalogazione collaborativa...13"

Transcript

1 Rione Terra in Rete

2

3 Introduzione...4 Il progetto Rione Terra in Rete...5 Struttura dei siti dimostrativi...8 La catalogazione collaborativa...13 Bibliografia e siti web rilevati...16

4 Introduzione Il progetto Rione Terra in Rete nasce sulla scia dei risultati ottenuti dal potenziamento dell infrastruttura tecnologica di ReMuNa (Re.Mu.Na. Museo Virtuale di Napoli. Rete dei Musei Napoletani), dalla costante e consolidata collaborazione tra l Istituto di Cibernetica E. Caianiello, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e le Soprintendenze del territorio Campano. L analisi dei risultati tecnologici ottenuti con il progetto ReMuNa, e il perdurare della collaborazione con il mondo dei Beni Culturali, ha spinto il gruppo di ricerca dell Istituto di Cibernetica a potenziare e migliorare l infrastruttura software esistente, e al tempo stesso a sviluppare ulteriori forme di comunicazione su determinati contenuti culturali, in particolare quelli archeologici, in maniera tale che vengano presentati in modo più efficace ad una più ampia platea di pubblico. Inoltre, il contesto campano e in particolar modo l area flegrea, per la sua stratificazione storica e per la presenza di aree archeologiche, di monumenti e manufatti di notevole valore storico e archeologico, si è dimostrato un campo di sperimentazione valido per sviluppare riflessioni sul sistema di comunicazione e sul trattamento tecnologico dei dati, al fine di definire nuove relazioni fra i dati e fra i siti web del circuito ReMuNa. In particolar modo, con il progetto Rione Terra in Rete si è voluto effettuare un ulteriore passo avanti nel lavoro di contestualizzazione, esplicitando le relazioni tra il luogo di reperimento (area archeologica) e il luogo di esposizione (museo). A questo scopo si è metodologicamente arricchita la nozione di documento con una componente cartografica strutturalmente ricca e quindi si è estesa la piattaforma Octapy, sviluppata nel progetto ReMuNa, così da integrare questa tipologia di documenti. Particolare cura è stata dedicata alla componente software che consente di realizzare le relazioni concettuali tra contenuti autonomamente gestiti.

5 Il progetto Rione Terra in Rete La necessità di ricontestualizzare un reperto nell area archeologica di provenienza ha portato alla costruzione di una rete di relazioni tra siti autonomi di diversa natura all interno del circuito ReMuNa, e in particolar modo tra siti di musei e siti di aree archeologiche, sfruttando le informazioni comuni relative al luogo di esposizione e di reperimento già previsti nello standard ICCD 1. L idea di base è stata quella di utilizzare la componente cartografica, appositamente annotata, come strumento di mediazione per realizzare concretamente la cooperazione tra siti autonomamente gestiti. A questo scopo, si è provveduto ad estendere, nel caso specifico i due siti, con la componente software per la gestione cartografica. Al fine di raggiungere tale obiettivo, è stato necessario sviluppare un sito web per le aree archeologiche non ancora presenti all interno del circuito ReMuNa, continuando ad adoperare la struttura e la parte tecnologica dove possibile. Per sviluppare il processo di contestualizzazione, si è preso come riferimento l area archeologica del Rione Terra e il Museo dei Campi Flegrei, sito nel Castello di Baia 2, sviluppando due siti web indipendenti e dotati di una propria base dati ed una propria organizzazione dei contenuti, pur rispettando gli standard de facto messi a punto nel processo di definizione dell architettura del museo virtuale ReMuNa, coerentemente con le indicazioni ed i requisiti richiesti dalle raccomandazioni del progetto MINERVA del MIBAC. Nel realizzare il sito web per l area archeologica del Rione Terra è emersa l esigenza di differenziare ed integrare alcune sezioni del sito rispetto a quelle delle aree museali. Il museo è un contenitore di opere d arte e reperti archeologici, che vengono esposti secondo un lavoro museologico e museografico nell organizzazione degli allestimenti che viene trasferito di riflesso nella strutturazione e nell organizzazione dei contenuti del sito web. Le aree archeologiche, invece, offrono una diversificazione di informazioni non sempre di facile lettura da parte del visitatore, per cui si rende necessario organizzare le informazioni in maniera tale da poter ricostruire e ripercorrere facilmente i vari periodi storici. Nella realizzazione del sito web, quindi, si è proceduto alla ricostruzione dei contesti originali da cui provengono i reperti esposti nei musei, utilizzando un supporto cartografico, con il quale è possibile 1 Far riferimento ai campi relativi alla localizzazione della scheda RA dell ICCD (http://www.iccd.beniculturali.it/download/norme_300/ra_300.pdf) 2 La scelta è legata alla disponibilità dei dati sull area archeologica del Rione Terra di Pozzuoli

6 visualizzare il luogo di provenienza dei reperti, gli elementi architettonici, ecc, ritrovati al momento dello scavo da parte degli archeologi. Figura 1 - Il sito web del Rione Terra È stato quindi realizzato un sito web dimostrativo sull area archeologica del Rione Terra di Pozzuoli (Figura 1), all interno del quale è stata inserita una cartografia georeferita dell area archeologica. Successivamente, sono stati inseriti all interno della base documentale le informazioni relative i reperti ceramici, e per ognuno di essi sono state compilate le informazioni geografiche relative al luogo di reperimento, così come previsto nelle schede dell ICCD (cfr. Tabella 1). GP GEOREFERENZIAZIONE TRAMITE PUNTO Rip Lun Obb Voc GPL Tipo di localizzazione Si 40 I,P,C GPD Descrizione del punto Si I,P,C GPDP Punto Si I,P,C GPDPX Coordinata X Si I,P,C GPDPY Coordinata Y Si I,P,C

7 GP GEOREFERENZIAZIONE TRAMITE PUNTO Rip Lun Obb Voc GPC Caratteristiche del punto Si GPCT Tipo Si GPCL Quota s.l.m. Si GPM Metodo di georeferenziazione Si I,P,C GPT Tecnica di georeferenziazione I,P,C GPP Proiezione e Sistema di riferimento I,P,C GPB Base di riferimento I,P,C Tabella 1 - I campi ICCD relativi alla parte di georeferenziazione del reperto L utilizzo di una cartografia georeferita ha fatto sì che il sistema cartografico automaticamente correlasse la mappa dei reperti a partire dalla base documentale e dai campi relativi al luogo di reperimento. Al tempo stesso, le informazioni pertinenti lo scavo (unità stratigrafica, rilievi, schede reperti, ecc) hanno consentito la generazione di una cartografia tecnica, da cui poi il sistema in maniera intelligente costruisce la cartografia tematica, organizzata in fasi cronologiche, rivolta ad un generico utente (cfr. Figura 2). Sistema di documentazione e catalogazione Sistema di gestione dei contenuti ReMuNa Cartografia tecnica Cartografia tematica rivolta all utente Figura 2 - La schematizzazione del processo di generazione della cartografia tematica a partire dalle informazioni scientifiche

8 Specificando, inoltre, l attuale luogo di collocazione dei reperti scelti esposti al Museo Archeologico dei Campi Flegrei presso il Castello di Baia (per cui si è provveduto anche ad allestire un sito web - Figura 3), è stato possibile costruire quella rete di relazioni che dal sito dell area archeologica individua la collocazione nel museo di destinazione (relazione esposto in ), e dal sito del museo individua l area di provenienza del reperto (relazione trovato a ). Figura 3 - Il sito web del Museo Archeologico dei Campi Flegrei Struttura dei siti dimostrativi I due siti dimostrativi del Rione Terra e del Museo Archeologico dei Campi flegrei sono stati sviluppati sulla stessa infrastruttura software dei siti ReMuNa 3 il framework di gestione documentale Octapy e adoperando gli stessi standard di navigazione ed accessibilità. 3 La scelta di differenziare graficamente i due siti dimostrativi nasce dall intento di sottolineare la loro autonomia

9 Menu di accessibilità Menu di navigazione Figura 4 - I menu di navigazione ed accessibilità dei siti web Come è possibile notare in Figura 4, la navigazione all interno dei siti è assicurata da un menu di navigazione, che nel caso del sito del Castello di Baia è collocato sullo sinistra, mentre si trova in alto a destra per il Rione Terra. I menu sono ripartiti in campi, alcuni dei quali sono comuni per i due siti, ed ognuno dei quali identifica un area specifica del sito: Home: è la prima pagina del sito in cui è fornita una descrizione del sito museale o dell area archeologica; Storia: è la sezione in cui sono riportate informazioni storiche relative al sito museale o all area archeologica 4 ; Sale 5 : è la sezione del sito in cui sono descritti gli allestimenti delle sale del castello di Baia, con testi descrittivi e immagini dei reperti; Visite: è la voce di menu che permette di accedere alle sezioni tematiche tramite le quali è possibile visitare i contenuti virtuali del museo o dell area archeologica. La sezione visite è ulteriormente suddivisa in: o Cartografia: offre la possibilità di una visita topografica nelle sale del museo o nell area archeologica e di consultare i contenuti relativi a partire da una pianta interattiva, navigabile con appositi tasti funzionali. 4 In questo progetto si è scelto di limitarsi esclusivamente al quadro storico e topografico del periodo romano 5 Voce non presente nel sito web del Rione Terra

10 o o Tematismi: sono itinerari di vista tematici attraverso i quali si intende presentare le opere d arte d un Museo o di un area archeologica non seguendo i criteri espositivi, ma secondo particolari chiavi di lettura concettuali predeterminate, basate ad esempio: sulla tipologia, la materia o la tecnica esecutiva, la cronologia, l iconografia, la localizzazione di provenienza, l appartenenza ad una determinata cultura o corrente artistica, un periodo o processo storico o un altro oggetto di studio, ecc. Album: permette di visualizzare reperti archeologici selezionati del sito culturale in una successione ordinata di immagini con didascalia degli oggetti del Museo o dell Area Archeologica; le icone sono a loro volta sensibili per visualizzare le schede relative alle opere in esse rappresentati. Attività: è un link di navigazione che conduce a pagine personalizzate con informazioni utili e testi descrittivi sulle attività, condotti da ciascun museo o area archeologica, ed un eventuale lista di links di riferimento alle bacheche dati interne ed esterne. Area Riservata: è un link di servizio attraverso cui, dopo la procedura di autenticazione con username e password, viene proposta una scheda personale per la configurazione del profilo di ciascun utente registrato. Nell ambito di quest area rientrano anche i servizi riservati al personale delle Soprintendenze per la ricerca e la consultazione degli archivi, per lo scambio e il rapido reperimento delle informazioni (rubrica del personale, documentazione, leggi e normative, proposte di lavoro e formazione, biblioteca). Tramite questa opzione gli utenti, autorizzati con adeguati sistemi di controllo, possono intervenire su ciascuna delle banche dati, accedendo alle sezioni specifiche destinate alle immissioni, cancellazione o modifica dei testi e immagini, o all aggiornamento degli eventi. Nel caso del sito del Rione Terra, quest area permette inoltre di accedere alla cartografia tecnica e alla documentazione ICCD. I due siti dimostrativi differiscono per l organizzazione e il ruolo della cartografia. Nel caso del sito web del Castello di Baia, la cartografia assume un ruolo accessorio, in quanto la struttura del sito è data dall organizzazione interna degli allestimenti

11 museali. Per quanto riguarda il sito web del Rione Terra, invece, la cartografia è lo strumento di mediazione per organizzare e visualizzare le informazioni storiche, diventando così il supporto principale per la lettura dei dati. Il sito presenta diverse cartografie. Una prima è accessibile nel settore cartografia dell area visite, su cui sono indicati i principali periodi storici documentati nell area per rendere le trasformazioni storiche e topografiche dell area archeologica, con i reperti annessi. Un secondo gruppo di mappe tematiche, generato in maniera intelligente a partire dalla cartografia tecnica, è accessibile nell area tematismi, il cui scopo è mostrare le testimonianze delle singole fasi cronologiche (cfr. Figura 5). Figura 5 A sinistra la cartografia completa di tutte le fasi cronologiche, a destra la carta tematica del periodo romano Dalla cartografia è possibile accedere alle schede descrittive di ogni singolo reperto posizionato sulla mappa: interrogando la componente di gestione cartografica, il sistema restituisce l elenco completo dei reperti rinvenuti nell area selezionata, e per ogni voce restituita è possibile accedere alle informazioni pertinenti l area interessata dal ritrovamento e alla scheda descrittiva dell oggetto; per i reperti esposti all interno del Museo Archeologico dei Campi Flegrei è possibile anche visionare il luogo di esposizione all interno del museo (cfr. Figura 6).

12 Figura 6 Il processo di interrogazione della componente cartografica che dalla scheda descrittiva del reperto permette di visionare il luogo di esposizione nel museo. In maniera del tutto analoga, dalla scheda descrittiva del reperto esposto all interno del museo è possibile accedere e visualizzare il luogo di reperimento all interno dell area archeologica di provenienza e le informazioni sull allestimento (cfr. Figura 7).

13 Trovato a Esposto in Figura 7 - Le relazioni tra siti autonomi e cooperanti La catalogazione collaborativa Nell ottica dello sviluppo di una rete di siti web autonomi e al tempo stesso cooperanti dove alcuni di questi, come nel caso dei siti per le aree archeologiche, sono soggetti al continuo aggiornamento delle informazioni e dei contenuti, il sistema di gestione e trattamento dei dati deve essere in grado di adattarsi a tali esigenze fornendo strumenti opportuni per semplificare il lavoro di chi opera all inserimento e alla gestione dei dati. Nel progetto Rione Terra in Rete si è affrontato il problema del trattamento dei dati analizzando due tematiche principali: lo sviluppo e la gestione di dati cartografici e quello del trattamento di dati inerenti opere d arti o reperti archeologici secondo un sistema di catalogazione collaborativa. Nei sistemi di larga scala, formati da diversi siti e quindi basi documentali autonome, è maggiormente sentita la necessità di sviluppare e definire documenti in piena autonomia, da integrare e referenziare successivamente in un unico contesto di

14 navigazione. Nel caso della cartografia può, infatti, verificarsi che dati geografici siano in prima analisi sviluppati in maniera autonoma (ad esempio, missioni indipendenti che lavorano su una stessa area archeologica possono provvedere ad una propria catalogazione di reperti o allo sviluppo di mappe autonome), per poi essere successivamente integrati a formare un unica banca documentale cartografica. In quest ottica, l uso della cartografia georeferita rappresenta una risorsa insostituibile e funzionale all obiettivo di cooperazione tra siti e gruppi di lavoro autonomi, e trova un applicazione ancora più efficace nei processi di integrazione di dati provenienti da territori molto vasti, come potrebbe essere un processo di integrazione di siti culturali su base regionale. Figura 8 - Il sistema di catalogazione collaborativa in ReMuNa Un ulteriore livello di integrazione fra siti cooperanti può essere raggiunto con l utilizzo di un sistema di catalogazione collaborativa, come quello presente nell evoluzione dell infrastruttura software Octapy alla base di ReMuNa, e sperimentato nel progetto Rione Terra in Rete. La catalogazione collaborativa è un meccanismo di catalogazione cooperativo che permette, ad enti autonomi, di cooperare alla creazione di un deposito distribuito di conoscenza comune. Con i sistemi di gestione collaborativa dei contenuti è possibile costruire uno spazio dei documenti condiviso e distribuito dove ogni ente condivide virtualmente un certo numero di dati, rendendoli disponibili agli altri che ne possono fare uso in qualsiasi momento. Con questo sistema, un sito web può quindi disporre sia di propri contenuti, sia di contenuti sviluppati e gestiti da

15 altri enti appartenenti al circuito ReMuNa, così come accade per il sito web del Museo Archeologico dei Campi Flegrei che condivide con il sito del Rione Terra le schede dei reperti esposti (cfr. Figura 8). Nel progetto Rione Terra in Rete si è sperimentato, inoltre, un nuovo strumento per il trattamento e l organizzazione dei dati tecnico-scientifici, attraverso il quale è possibile filtrare le informazioni. Nel caso specifico, le schede dei reperti da mostrare sul sito, nella parte pubblica rivolte all utente generico, sono state private dei campi più tecnici presenti sulla scheda (cfr. Figura 9). Figura 9 - Il processo di filtraggio dei dati della scheda tecnica

16 Bibliografia e siti web rilevati MANGO FURNARI M., NOVIELLO C., The integration of cartographic information into a Content Management System, in Internet Imaging VII San Jose Convention Center in San Jose, California USA GIALANELLA C. (a cura di), Nova Antiqua Phlegraea. Nuovi tesori archeologici dai Campli Flegrei, Napoli 2000 CRIMACO L., GIALANELLA C., ZEVI F., Da Puteoli a Pozzuoli. Scavi e ricerche sulla rocca del Rione Terra, Napoli 2003 DE CARO S., GIALANELLA C., Il Rione Terra di Pozzuoli, Napoli 2002 MINIERO P., Nuovo Museo Archeologico dei Campi Flegrei nel castello di Baia, Napoli 2000 ESPOSITO R., Materiali ceramici di età tardo repubblicana provenienti dai nuovi scavi del Rione Terra di Pozzuoli, tesi di specializzazione in archeologia classica discussa presso l Università degli Studi di Napoli Federico II, Ottobre 2005 Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD), ULIXES: la guida dei Campi Flegrei, PIERRECI: servizi per l arte e la cultura, Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Caserta, Rete dei Musei Napoletani: progetto ReMuNa, Neapolitan Tourist Network Project, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Manuale per la qualità dei siti web pubblici culturali,

17 E stato possibile realizzare il progetto Rione Terra in Rete grazie alla direzione tecnico scientifica del Dott. Mario Mango Furnari dell Istituto di Cibernetica E.Caianiello, alla collaborazione della dott.ssa Costanza Gialanella, direttore archeologo presso la Sovrintendenza Archeologica di Napoli e Caserta, nonché responsabile degli uffici di Pozzuoli, alla collaborazione della Prof.ssa Raffaella Pierobon, professore associato dell Università degli Studi di Napoli Federico II, alla collaborazione con la dott.ssa Renata Esposito che ha fornito supporto scientifico e documentale per la realizzazione dei siti web del Rione Terra e del Castello di Baia, e alla collaborazione di Carmine I.D. Noviello dell Istituto di Cibernetica E.Caianiello che ha fornito supporto tecnolgico nella realizzazione dei siti web e nell integrazione dell infrastruttura cartografica. Istituto di Cibernetica E.Caianiello via Campi Flegrei 34 Pozzuoli - Napoli

F. MIELE. Conoscenza e fruizione dei beni culturali

F. MIELE. Conoscenza e fruizione dei beni culturali CONOSCENZA E FRUIZIONE DEI BENI ARCHEOLOGICI E CULTURALI: SITI WEB ISTITUZIONALI E MODELLI VIRTUALI NEL CIRCUITO INFORMATIVO REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA CAMPANIA (C.I.R. CULTURA

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 ASSISTENTE DI SCAVO

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 ASSISTENTE DI SCAVO ASSISTENTE DI SCAVO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ReMuNa: un esperienza di Information Grid

ReMuNa: un esperienza di Information Grid ReMuNa: un esperienza di Information Grid Mario Mango Furnari Istituto di Cibernetica E. Caianiello Consiglio Nazionale delle Ricerche Pozzuoli 1 Obiettivi del progetto Nel rispetto delle reciproche differenze,

Dettagli

SISTEMI DOCUMENTALI DISTRIBUITI PER LA CREAZIONE DI COMUNITÀ COOPERANTI

SISTEMI DOCUMENTALI DISTRIBUITI PER LA CREAZIONE DI COMUNITÀ COOPERANTI SISTEMI DOCUMENTALI DISTRIBUITI PER LA CREAZIONE DI COMUNITÀ COOPERANTI Il caso di studio della piattaforma Octapy CMS e i circuiti informativi della cultura delle regioni Campania e Puglia 3 C.Noviello

Dettagli

Anthroponet. Anthroponet. Descrizione delle transazioni. 1 di 11

Anthroponet. Anthroponet. Descrizione delle transazioni. 1 di 11 Anthroponet Descrizione delle transazioni 1 di 11 INDICE Visitatori del sito... 3 Home page: ricerca... 5 Dettaglio serie scheletrica: scheda riassuntiva... 6 Dettaglio serie scheletrica: notizie geografiche...

Dettagli

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni

1. Premesse metodologiche Raccomandazioni Il Gruppo di Lavoro Italiano per la definizione dei Criteri di Qualità dei Siti Web della Cultura nella prima riunione tenutasi a Roma l 11 novembre 2002, ha fissato il proprio programma di lavoro come

Dettagli

Il ruolo dell ICCD nella diffusione dei modelli descrittivi del patrimonio archeologico

Il ruolo dell ICCD nella diffusione dei modelli descrittivi del patrimonio archeologico Pensare in rete, pensare la rete per la ricerca, la tutela e la valorizzazione del patrimonio archeologico Roma, 14 ottobre 2015 Il ruolo dell ICCD nella diffusione dei modelli descrittivi del patrimonio

Dettagli

PRESENTAZIONE SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA MILANO- BICOCCA

PRESENTAZIONE SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA MILANO- BICOCCA PRESENTAZIONE SITO WEB DELLA BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA MILANO- BICOCCA WWW.BIBLIO.UNIMIB.IT Daniela Floria, Antonella Anzaldi, Mattia Bonomi Nell intestazione dell home page troviamo due loghi che, rimanendo

Dettagli

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F Albumdi.it software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based standard ICCD scheda F Copyright by CG Soluzioni Informatiche - www.albumdi.it MOD-ST: 004 - Pag.1 Caratteristiche

Dettagli

Estratto. Manuale Utente

Estratto. Manuale Utente Estratto Manuale Utente Versione 3.0 del 21 novembre 2013 1 INTRODUZIONE - Accesso al Portale Ares 1.1 HOMEPAGE ARES è il portale per il Sistema informativo dell Archivio fotografico e per la documentazione

Dettagli

Qualità dei siti Web Culturali

Qualità dei siti Web Culturali Qualità dei siti Web Culturali Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Soggetto culturale pubblico (SCP) Un istituzione, organismo o progetto di interesse pubblico che abbia quale finalità statuita quella di

Dettagli

Indice dei contenuti

Indice dei contenuti Gesttiione Knowlledge Base Serrviiziio dii Conttactt Centterr 055055 Manualle dii consullttaziione Indice dei contenuti 1. Introduzione... 4 2. Modalità di accesso alle informazioni... 5 2.1. Accesso diretto

Dettagli

Il Sistema Nazionale di Autovalutazione

Il Sistema Nazionale di Autovalutazione Il Sistema Nazionale di Autovalutazione PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Versione 1.3 06/07/2015 Indice 1- INTRODUZIONE... 3 2- ACCESSO ALLE FUNZIONI... 3 3- UNITÀ DI VALUTAZIONE... 5 4- INDICATORI... 8 5-

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA paola poli Abstract Perché affiancare all Opac già in uso un altro strumento di ricerca? In questo intervento vengono illustrate le ragioni

Dettagli

Progetto Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento

Progetto Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento Progetto Biblioteche Ecclesiastiche Lo strumento CEI-Bib È un applicativo pensato per gestire sia le pratiche di catalogazione in colloquio diretto con l Indice2 di SBN, che l erogazione di servizi, come

Dettagli

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura Rev. 8, agg. Settembre 2014 @CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura 1.1 Il Sistema di Gestione della Sicurezza Per quanto riguarda la gestione della Sicurezza, @ccedo è dotato di un sistema di autenticazione

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM»

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» Dott.ssa Sara Grufi 1 INTRODUZIONE AL «MARKETING MUSEALE» Constatazione dei limiti delle politiche di management adottate dalle realtà museali.

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Modulo 1 - Richiesta

Modulo 1 - Richiesta Modulo 1 - Richiesta Alla Soprintendenza speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei Oggetto: Richiesta di iscrizione all elenco di (Società / Cooperative / Studi di professionisti / Collaboratori

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

tp 1 tourist portal 1 Introduzione... 2 2 Finalità e obiettivi del progetto... 2 3 I vantaggi offerti dal sistema... 4

tp 1 tourist portal 1 Introduzione... 2 2 Finalità e obiettivi del progetto... 2 3 I vantaggi offerti dal sistema... 4 Il distretto Turistico: un opportunità per turisti ed imprenditori. Destinazioni ed itinerari per l allungamento della stagione e un maggior utilizzo delle strutture ricettive. Jesolo, 13 febbraio 2006

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

PROGETTARE UNA GITA. A tale scopo i bambini dovranno ricercare la documentazione che permetta di scegliere la META della gita.

PROGETTARE UNA GITA. A tale scopo i bambini dovranno ricercare la documentazione che permetta di scegliere la META della gita. PROGETTARE UNA GITA Prima di dare avvio al percorso è opportuno condividere con gli alunni tutto il progetto ed eventualmente modificare alcuni elementi in rapporto alla discussione. Gli alunni devono

Dettagli

MANUALE UTENTE VERS. 1.1 ATTIVITÀ SOCIALI DOMANDA VALORE PA

MANUALE UTENTE VERS. 1.1 ATTIVITÀ SOCIALI DOMANDA VALORE PA MANUALE UTENTE VERS. 1.1 ATTIVITÀ SOCIALI DOMANDA VALORE PA pagina 2 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2 AUTENTICAZIONE...

Dettagli

Eleonora Agostini, Alessandro Manetti

Eleonora Agostini, Alessandro Manetti La Cooperazione al cuore del Mediterraneo La Coopération au coeur de la Méditerranée Sistema integrato per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino Schedario procedure e tecnologie di monitoraggio

Dettagli

Relazione sull attività svolta per il settore di documentazione nell ambito del progetto Is.I.A.O. nel Kurdistan Iracheno Novembre Dicembre 2007.

Relazione sull attività svolta per il settore di documentazione nell ambito del progetto Is.I.A.O. nel Kurdistan Iracheno Novembre Dicembre 2007. Relazione sull attività svolta per il settore di documentazione nell ambito del progetto Is.I.A.O. nel Kurdistan Iracheno Novembre Dicembre 2007. La convenzione stipulata tra la Soprintendenza per i Beni

Dettagli

MANUALE D USO MANUALE D USO

MANUALE D USO MANUALE D USO MANUALE D USO MANUALE D USO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 COMPONENTE WEB 4SALES... 5 2.1 LOGIN UTENTE AMMINISTRATORE... 5 2.2.1 HOME PAGE FUNZIONALITA DI GESTIONE... 6 2.2.2 CLIENTI... 7 2.2.3 PIANO VISITE...

Dettagli

Progetto MuseiD-Italia. Umbria I Luoghi della Cultura

Progetto MuseiD-Italia. Umbria I Luoghi della Cultura Musei digitali in rete: presentazione dei risultati del progetto MuseiD-Italia Roma, 14 Dicembre, Biblioteca Nazionale Centrale Progetto MuseiD-Italia Umbria I Luoghi della Cultura Ministero per i Beni

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO PAG. 1 J O B T I M E W F. Variazioni mensili al cartellino presenze. Versione 6.1. JOBTIME Work Flow

SCHEDA PRODOTTO PAG. 1 J O B T I M E W F. Variazioni mensili al cartellino presenze. Versione 6.1. JOBTIME Work Flow SCHEDA PRODOTTO PAG. 1 J O B T I M E W F Variazioni mensili al cartellino presenze Versione 6.1 SCHEDA PRODOTTO PAG. 2 INTRODUZIONE Il mercato degli applicativi informatici si sta consolidando sempre più

Dettagli

ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE

ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE ESTARWEB ISTRUZIONI SEZIONE DOCUMENTALE Il servizio per l invio di circolari alle aziende clienti è stato attivato automaticamente nel menù configurazione. Questo modulo permette di inviare documenti in

Dettagli

LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA...

LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA... LABORATORIO ARCHEOLOGICO DEGLI ALUNNI DI 3 a - 4 a A - 4 a B DELLA Scuola Primaria di Sedegliano Anno Scolastico 2009-2010 LA NOSTRA IPOTESI SEMBRA GIUSTA... Le fotografie sono state scattate nel corso

Dettagli

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS

CONTENT MANAGMENT SYSTEMS CONTENT MANAGMENT SYSTEMS ESTRATTO DA: Ileana D'Incecco, Progettare la comunicazione web per organizzazioni non-profit con strumenti open source: ideazione e realizzazione del sito web della Casa delle

Dettagli

Sistema di autopubblicazione di siti Web

Sistema di autopubblicazione di siti Web Sistema di autopubblicazione di siti Web Manuale d'uso Versione: SW 2.0 Manuale 2.0 Gennaio 2007 CEDCAMERA tutti i diritti sono riservati CEDCAMERA - Manuale d'uso 1 1 Introduzione Benvenuti nel sistema

Dettagli

Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE...

Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE... Direzione Formazione Guida utilizzo e-care Pagina 1 di 13 E-CARE GUIDA UTENTE INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. PREREQUISITI TECNICI... 2 3. COME ACCEDERE A E-CARE... 3 4. LA STRUTTURA DELL AREA DI LAVORO

Dettagli

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve?

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Introduzione CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Per riassumerne in poche righe la funzione dei CMS è sufficiente rifarsi alla traduzione letterale della definizione inglese: gestione

Dettagli

Soggetti promotori: Comune di Teramo. Regione Abruzzo. Arcus s.p.a.

Soggetti promotori: Comune di Teramo. Regione Abruzzo. Arcus s.p.a. Soggetti promotori: Comune di Teramo Regione Abruzzo Arcus s.p.a. Partners scientifici: Virtual Heritage Lab, Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali School of Social Sciences, Humanities

Dettagli

MANUALE B2B PER GLI AGENTI

MANUALE B2B PER GLI AGENTI Generalità L Applicazione è stata pensata per gestire rapporti commerciali di tipo Business to Business, presuppone quindi che tra l azienda venditrice e il cliente che acquista intercorrano già rapporti

Dettagli

ASPIDEA Manuale di utilizzo per operatori

ASPIDEA Manuale di utilizzo per operatori ASPIDEA Manuale di utilizzo per operatori 1 INDICE ACCEDERE AD ASPIDEA... 3 ASPIDEA TIROCINI... 4 Usare Aspidea Tirocini... 4 Area Ricerca... 5 Visualizza Annuncio (Scheda Annuncio)...8 Contatto...9 Area

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

1 Configurazione del programma di Posta Elettronica MS Outlook Express

1 Configurazione del programma di Posta Elettronica MS Outlook Express 1 Configurazione del programma di Posta Elettronica MS Outlook Express In questo capitolo vengono descritte le operazioni per la configurazione dell account di posta su MS Outlook Express. 1.1 Configurazione

Dettagli

RINNOVAMENTO E RIORGANIZZAZIONE DEL MUSEO NAZIONALE DI DAMASCO E RIABILITAZIONE DELLA CITTADELLA DI DAMASCO

RINNOVAMENTO E RIORGANIZZAZIONE DEL MUSEO NAZIONALE DI DAMASCO E RIABILITAZIONE DELLA CITTADELLA DI DAMASCO Repubblica Italiana Cooperazione Italiana allo Sviluppo Syrian Arab Republic - Ministry of Culture General Directorate of Museums and Antiquities RINNOVAMENTO E RIORGANIZZAZIONE DEL MUSEO NAZIONALE DI

Dettagli

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi

Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi Biblioteca del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali Carta dei Servizi PREMESSA La Biblioteca del museo del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni Provinciali si configura

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

Mausoleo COMUNE DI NUORO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE. Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini

Mausoleo COMUNE DI NUORO PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE. Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini COMUNE DI NUORO D O C U M E N T O D I S P E C I F I C A P E R I L P R O D O T T O Mausoleo PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL CIMITERO MULTIMEDIALE Arch.Marco Cerina Ing.Enrico Dini Descrizione introduttiva

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/16

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/16 INSEGNANTE REFERENTE: Ferrari Elisa SASSUOLO E LA CARTOGRAFIA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Scuola

Dettagli

Mobireg Mobilità tra le regioni

Mobireg Mobilità tra le regioni Mobireg Mobilità tra le regioni Introduzione Questo documento costituisce il manuale utente per l utilizzo del sito internet Mobireg Mobilità tra le regioni, accedibile dall indirizzo http://www.mob-reg.eu.

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

R.O.A.S. Roll Out Alpitel System

R.O.A.S. Roll Out Alpitel System 1 (36) Rev. Motivo della revisione R.O.A.S. Roll Out Alpitel System (Manuale Operativo) 2 (36) Per effettuare un inserimento con il nuovo programma Roll Out Infotel System. una volta in rete cliccare su

Dettagli

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali

Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto di Servizi per l emersione di uno o più Cluster potenziali Realizzazione Studi di Settore al fine di facilitare l'emersione di cluster di imprese operanti nel settore ICT Intervento SD07B) CLUOS Deliverable DCL4 - (al 31.03.10 ) Sperimentazione di un pacchetto

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Categorie: Requisiti:

Categorie: Requisiti: Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei Avviso pubblico per la selezione di soggetti e professionisti da inserire negli elenchi delle Società / Cooperative / Studi di professionisti,

Dettagli

MUSEI DI CLASSE. Premessa

MUSEI DI CLASSE. Premessa MUSEI DI CLASSE Attività didattica per la scuola primaria e secondaria Premessa 1 La didattica museale acquista sempre maggiore importanza all interno delle attività ordinarie dei musei per la sua valenza

Dettagli

INDICE MANUALE SINTETICO. Una breve presentazione 4. Che cos'è euromuse.net 4. Che cosa trovi su www.euromuse.net? 6

INDICE MANUALE SINTETICO. Una breve presentazione 4. Che cos'è euromuse.net 4. Che cosa trovi su www.euromuse.net? 6 2008muse.net MANUALE SINTETICO Versione italiana INDICE Una breve presentazione 4 Che cos'è euromuse.net 4 Che cosa trovi su www.euromuse.net? 6 Inserimento dati da parte degli operatori museali nel portale

Dettagli

Manuale Utente Vincoli In Rete

Manuale Utente Vincoli In Rete Ministero per i Beni e le Attività Culturali Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro Manuale Utente Vincoli In Rete Sommario 1 Scopo... 3 2 Introduzione... 3 3 Funzionalità Utente... 3 3.1

Dettagli

AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un inca- rico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior

AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un inca- rico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior AVVISO n. 05/2011: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo senior di Esperto in attività di ricerca e sviluppo nel settore dell

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

Regolamento comunale dei Musei di Savignano

Regolamento comunale dei Musei di Savignano COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Via Doccia n. 64, 41056 Savignano sul Panaro (MO) COPIA Regolamento comunale dei Musei di Savignano Il presente regolamento: è stato approvato con atto

Dettagli

Studio Grafico Portale

Studio Grafico Portale 1 di Progetto SISCoTEL Sistema Informativo Sovracomunale di Comunicazione Telematica degli Enti Locali per il Centro Sistema dislocato presso Cinisello Balsamo CBM on line Studio Grafico Portale ( - 06/03/2007)

Dettagli

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 1 - Il funzionamento di Web Magazine Web Magazine è un applicativo pensato appositamente per la pubblicazione online di un giornale, una rivista o un periodico. E'

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO

Dettagli

INTRODUZIONE PRIMO ACCESSO

INTRODUZIONE PRIMO ACCESSO 2 SOMMARIO Introduzione... 3 Primo accesso... 3 Guida all utilizzo... 5 Prenotazione colloquio... 6 Pagelle... 9 Modifica profilo... 10 Recupero credenziali... 11 3 INTRODUZIONE Il ilcolloquio.net nasce

Dettagli

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi:

WINDOWS XP. Aprire la finestra che contiene tutte le connessioni di rete in uno dei seguenti modi: Introduzione: VPN (virtual Private Network) è una tecnologia informatica che permette, agli utenti autorizzati, di collegare i PC personali alla rete del nostro Ateneo, tramite la connessione modem o ADSL

Dettagli

Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso

Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso Sistema Informativo per l Orientamento Manuale d uso www.reteorientamento.it Per informazioni ed assistenza Mediaera srl Tel 06 8559926 MANUALE D USO MAP-0 MANUALE D USO MAP-0... 1 Premessa... 2 Requisiti

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI...

Dettagli

BANDO FIERE INTERNAZIONALI 2010 PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE RICHIESTA VOUCHER PER PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI 2010

BANDO FIERE INTERNAZIONALI 2010 PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE RICHIESTA VOUCHER PER PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI 2010 BANDO FIERE INTERNAZIONALI 2010 PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE RICHIESTA VOUCHER PER PARTECIPAZIONE A FIERE INTERNAZIONALI 2010 La procedura della domanda on line prevede le seguenti

Dettagli

CMS Museo & Web Maria Teresa Natale (OTEBAC) Venezia, 14-12-2007

CMS Museo & Web Maria Teresa Natale (OTEBAC) Venezia, 14-12-2007 CMS Museo & Web Le origini Gli strumenti MINERVA per la qualità dei siti Web culturali: Manuale per la qualità dei siti Web pubblici culturali (en, it) i 10 principi per la qualità di un sito Web culturale

Dettagli

BREVE GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DEL REGISTRO ELETTRONICO SCUOLA ATTIVA

BREVE GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DEL REGISTRO ELETTRONICO SCUOLA ATTIVA BREVE GUIDA ALLA CONSULTAZIONE DEL REGISTRO ELETTRONICO SCUOLA ATTIVA Cari genitori quest anno il III C D De Amicis di Napoli mette a disposizione delle famiglie uno strumento di comunicazione teso a proiettare

Dettagli

CORSO A CATALOGO 2011

CORSO A CATALOGO 2011 Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: M A S T E R di I livello in CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI Attivato ai sensi del D.M. 09/99 e D.M. 270/2004 Il Master fa riferimento all'art.

Dettagli

Finalità comunicative. Struttura degli SVV e funzionalità interattive e comunicative dei componenti

Finalità comunicative. Struttura degli SVV e funzionalità interattive e comunicative dei componenti Visite virtuali Alba Pratalia realizza sistemi di visita virtuale (SVV) per la promozione turistica - attraverso internet - delle attrattive storiche, artistiche e culturali delle città. L integrazione

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

ARCHIVIO GRAFICO ESTESO

ARCHIVIO GRAFICO ESTESO Grazie all introduzione del configuratore grafico 3D la soluzione GIOTTO MobilCAD Furniture Solution SILVER consente di progettare in maniera parametrica qualunque tipo di mobile e di elemento di arredo,

Dettagli

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.

Pratiche edilizie on line PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005. PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03. PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE VIRTUAL BACK-OFFICE FEBBRAIO 2005 PIM-MUT-RUPAR-2005-02-03.DOC Pagina 1 di 30 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI...

Dettagli

UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA. Siti storici e archeologici

UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA. Siti storici e archeologici UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA Agosto 1998 Siti storici e archeologici La presente comunicazione prende le mosse dal progetto Gestion du patrimoine culturale

Dettagli

euromuse.net TYPO3 Manuale per i membri ITALIANO

euromuse.net TYPO3 Manuale per i membri ITALIANO euromuse.net TYPO3 Manuale per i membri ITALIANO Ultimo aggiornamento: 01.04.2013 Indice Benvenuto a euromuse.net 3 Login e configurazione dei contenuti 4 Tutti gli elementi, creare nuove schede 6 MUSEO

Dettagli

OT-online. online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali PROVINCIA DI VERCELLI. Oriana Benazzi

OT-online. online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali PROVINCIA DI VERCELLI. Oriana Benazzi OT-online online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali Oriana Benazzi Settore Tutela Ambientale COS E OT-online Soluzione software per la consultazione e la georeferenziazione

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa Maila Pentucci)

FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa Maila Pentucci) SCHEDA ANALITICA PROGETTUALE TITOLO DEL PROGETTO: LA RETE DA SCRIVERE A.S.2013-2014 FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa

Dettagli

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services

Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Integrazione di Sistemi Informativi Sanitari attraverso l uso di Middleware Web Services I. Marra M. Ciampi RT-ICAR-NA-06-04

Dettagli

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2011-2012

PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO 2011-2012 DI PALO IN PALAFITTA ALLA SCOPERTA DEL SITO ARCHEOLOGICO DEL LAVAGNONE DI DESENZANO E DELLA VITA IN UN VILLAGGIO PALAFITTICOLO DELL ETÀ DEL B RONZO. T IPOLOGIA Percorso

Dettagli

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO

VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO PROPOSTA DI PROGETTO DIDATTICO Anno scolastico 2014/2015 VIVERE LA STORIA DELL XI MUNICIPIO (PROPOSTA INTERATTIVA SCUOLA-TERRITORIO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DIRETTA DEI MONUMENTI ) Discipline: Storia/Arte

Dettagli

Un patrimonio invisibile e inaccessibile

Un patrimonio invisibile e inaccessibile Un patrimonio invisibile e inaccessibile Idee per dare valore ai depositi dei musei statali Maurizio Carmignani, Filippo Cavazzoni e Nina Però Università IULM 18 aprile 2012 Quali beni culturali invisibili?

Dettagli

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework è la base di tutte le applicazioni della famiglia Infinity Project

Dettagli

Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico

Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico Mario Ciampi

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Istruzione Operativa Sito web di Ateneo

Istruzione Operativa Sito web di Ateneo Pagina 1 di 8 0. INDICE 0. INDICE...1 1. PREMESSA...2 2. RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3. MODALITA OPERATIVE...2 3.1 CONTENUTI DEL SITO...2 3.2 AGGIORNAMENTO DEL SITO...3 3.3 SALVATAGGIO DEI DATI...8 4. ABBREVIAZIONI...8

Dettagli

Manuale Operativo 1. INTRODUZIONE 2. ACCESSO ALL APPLICATIVO WEB 3. UTILIZZO DELL APPLICATIVO. 3.1. Dati Utente. 3.2.

Manuale Operativo 1. INTRODUZIONE 2. ACCESSO ALL APPLICATIVO WEB 3. UTILIZZO DELL APPLICATIVO. 3.1. Dati Utente. 3.2. Manuale Operativo 1. INTRODUZIONE 2. ACCESSO ALL APPLICATIVO WEB 3. UTILIZZO DELL APPLICATIVO 3.1. Dati Utente 3.2. Aree di Lavoro 3.3. Abilitazione Utente 3.4. Abilitazione Applicazioni 4. ACCESSO FORNITORI

Dettagli

Struttura di Missione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Struttura di Missione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Per l anno scolastico 2014-2015 la Struttura di Missione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale Presidenza del Consiglio dei Ministri e il MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della

Dettagli

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403

MANUALE www.logisticity.it. Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 MANUALE www.logisticity.it Copryright 2015 - All rights reserved Email: info@logisticity.it - P.IVA 04183950403 INDICE Presentazione... pag. 02 Applicativo... pag. 03 Amministrazione...pag. 06 Licenza...pag.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura Dipartimento per la Programmazione Ministeriale del Bilancio, delle Risorse Umane e dell Informazione Direzione Generale per i Sistemi Informativi PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO PINACOTECA CROCIANI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 29.03.2013 Indice: Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE...3

Dettagli

PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB

PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB PROGETTAZIONE DI UN SITO WEB UN BUON SITO DEVE AVERE DUE CARATTERISTICHE: USABILITA ACCESSIBILITA Navigazione fluida con contenuti facilmente reperibili. Organizzazione dei contenuti e predisposizione

Dettagli

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree

P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree DOKMAWEB P.D.M. (Product Document Management) Hierarchycal Tree BBL Technology Srl Via Bruno Buozzi 8 Lissone (MI) Tel 039 2454013 Fax 039 2451959 www.bbl.it www.dokmaweb.it BBL Technology srl (WWW.BBL.IT)

Dettagli

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE E DOTTORATI DI RICERCA VERSIONE 1.0

MANUALE UTENTE DOMANDA WEB BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE E DOTTORATI DI RICERCA VERSIONE 1.0 MANUALE UTENTE DOMANDA WEB BORSE DI STUDIO UNIVERSITARIE E DOTTORATI DI RICERCA VERSIONE 1.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA...

Dettagli

Presentazione della famiglia openshare 2.2. 4/30/2003 Infosquare.com 1

Presentazione della famiglia openshare 2.2. 4/30/2003 Infosquare.com 1 Presentazione della famiglia 2.2 4/30/2003 Infosquare.com 1 La piattaforma Un ambiente completo e versatile per la costruzione di portali aziendali Una piattaforma integrata di content management per raccogliere,

Dettagli

4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei

4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei 4.3.4 Analisi di siti web di eventi culturali temporanei SCHEDA 4 DATI GENERALI EVENTO CULTURALE: Federico Zandomeneghi, impressionista veneziano LUOGO: Milano, Fondazione Antonio Mazzotta PERIODO: 20

Dettagli