Veneto: l attuale contesto economico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Veneto: l attuale contesto economico"

Transcript

1 Veneto: l attuale contesto economico Siena, febbraio 2014 Area Pianificazione Strategica & IR

2 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 2

3 Key points L economia italiana sembra ormai avviata verso un modesto recupero, grazie alla dinamica delle esportazioni, alla variazione delle scorte e ad un quadro dell attività industriale più positivo. Tuttavia il recupero si annuncia lento ed inficiato da una domanda interna depressa (le vendite al dettaglio rimangano al palo su base congiunturale a novembre), da un mercato del lavoro fragile (al 12,7% la disoccupazione a dicembre) ed una dinamica fiacca del reddito disponibile. L economia veneta risulta meno esposta alla crisi sin dal 2008, tanto che il Pil regionale è diminuito meno che in Italia nell arco dell ultimo quinquennio e secondo Prometeia crescerà del 0,9% anche quest anno; tale aumento è spiegata dalla spiccata vocazione all export dell industria della regione (l incidenza del comparto industriale sul VA è di oltre il 25% vs il 18% nazionale) che la rende più vulnerabile alle fluttuazioni cicliche dell economia, alla notevole diffusione di imprese subfornitrici di piccola dimensione sul territorio e alla specializzazione produttiva. Nel terzo trimestre la flessione della produzione industriale veneta si è raffreddata fino ad arrestarsi, visto la crescita degli ordini dall estero, mentre la domanda interna continua ad essere debole. La crisi è continuata solo nei comparti del legno e mobili, del marmo, vetro e ceramica. Inoltre le condizioni sul mercato del lavoro sono ancora di difficoltà, specie tra i giovani; con il tasso di disoccupazione che continua a salire (6,5 a/a nel III trimestre 2013 vs. il 6,3% dello stesso periodo dello scorso anno). La quota del fatturato estero del Veneto rappresenta una voce importante del VA complessivo e le vendite all estero confermano indicazioni più che confortanti, registrando sia nel 2012 (+1,7% a/a) che nel terzo trimestre del 2013 (+4,6% a/a) tassi di crescita superiori alla media nazionale. Spiccano le performance del biomedicale di Padova, della calzatura sportiva di Montebelluna, del prosecco di Conegliano-Valdobbiadene (miglior distretto vitivinicolo italiano negli ultimi 10 anni), delle carni di Verona, della ceramica artistica di Bassano del Grappa, cresciuti in doppia cifra. Alla debolezza della domanda interna si affianca un recupero del commercio internazionale che Prometeia ritiene possa rivelarsi superiore alla media nazionale per il Veneto, tenuto conto che il principale sbocco per l export veneto risulta essere un mercato in fase di ripresa come quello europeo (che pesa per oltre il 57% sul totale del commercio estero regionale). I primi nove mesi del 2013 mostrano una tenuta del settore turistico con un leggero incremento del +0,9% a/a degli arrivi e un marcato calo del -1,6% a/a delle presenze totale: a mitigare il dato è l incremento dei turisti stranieri (cinesi e russi) rispetto ai connazionali ed i buoni flussi verso le destinazioni termali, delle città d arti e dell agriturismo. Pag. 3

4 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 4

5 Il quadro macroeconomico e le prospettive In Italia il PIL, sostenuto dalle esportazioni e dalla variazione delle scorte, ha interrotto la propria caduta nel terzo trimestre del Sulla base dei sondaggi e dell'andamento della produzione industriale, la crescita del prodotto sarebbe stata appena positiva nel quarto trimestre. Gli indici di fiducia delle imprese sono ancora migliorati in dicembre, collocandosi sui livelli osservati all'inizio del 2011 ma la dispersione è elevata e l'occupazione resta debole - Bollettino Economico Bankitalia, gennaio Le previsioni sul Pil Italiano (reale, var. a/a) Secondo Prometeia, il Veneto potrebbe espandersi con tassi lievemente superiori a quelli nazionali (+0,9% e +1,5% la stima del Pil veneto nel 2014 e nel 2015). Dinamica del prodotto interno lordo e di alcune componenti della domanda nel (tassi di variazione medi annui) Fonte: Prometeia, Scenari Economie Locali, ottobre 2013 Pag. 5

6 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 6

7 L industria veneta Produzione industriale (var % a/a) Il terzo trimestre 2013 conferma la migliore tenuta produttiva della regione, che sembra ormai correttamente posizionata per un inversione di tendenza. Su base annuale la produzione ha praticamente azzerato il calo (-0,2% la variazione destagionalizzata) a differenza di un contesto italiano che ancora risulta penalizzato (-3,9% a/a per la PI italiana wda a settembre). Indicatori a confronto (% a/a) In termini di fatturato totale, il terzo trimestre del 2013 segna il ritorno all espansione, grazie al positivo andamento delle vendite all estero. Gli ordinativi provenienti dall estero si sono mostrati positivi negli ultimi trimestri, per tutte le classi dimensionali d impresa (ad eccezione delle microaziende). Ancora in difficoltà il mercato interno, anche se il picco recessivo sembra essere alle spalle e la capacità di utilizzazione degli impianti tornata su livelli discreti. Fonte: Unioncamere Veneto, Istat Pag. 7

8 i settori trainanti e le performances provinciali Produzione industriale per settori (dati grezzi, % a/a) PI provinciale (dati grezzi % a/a) 1,9% Altre imprese manifatturiere 1,8% Mezzi di trasporto -2,7% 4,6% Macchine elettriche ed elettroniche -1,8% 3,8% Macchine ed apparecchi meccanici -0,1% -0,4% Metalli e prodotti in metallo -1,4% 1,4% Marmo, vetro, ceramica, altri non met. -4,2% -1,4% Gomma e plastica -2,6% 1,9% Carta e stampa -0,8% 0,0% Legno e mobile -7,2% -0,8% Tessile, abbigliamento calzature -2,4% 0,6% Alimentare, bevande e tabacco -3,7% 0,3% -10% -8% -6% -4% -2% 0% 2% 4% 6% 8% III/2013 II/2013 Vicenza 1,0% -0,2% Verona -3,4% -1,7% Venezia 2,6% 1,0% Treviso 1,1% -2,6% Rovigo* 0,0% -3,6% Padova -0,2% -3,4% Belluno 0,7% 2,3% -5% -4% -3% -2% -1% 1% 2% 3% 4% III trim 2013 II trim Nei primi nove mesi del 2013 la flessione della produzione industriale veneta si è raffreddata fino ad arrestarsi nel terzo trimestre, visto la crescita, pur modesta, degli ordini dall estero mentre la domanda interna continua ad essere debole. Nel terzo trimestre del 2013 i settori che hanno registrato una performance migliore sono stati quello dei mezzi di trasporto (+4,6% a/a) e quello delle macchine elettriche ed elettroniche (+3,8%). In ripresa anche il settore del tessile, abbigliamento e calzature, della gomma e plastica, e dei prodotti in metallo e dei mezzi di trasporto. La flessione della produzione è stata particolarmente intensa nel settore del legno e arredamento (-7,2% a/a) e in quello del marmo, vetro, ceramica (-4,2% a/a), strettamente legati all andamento del comparto edile che rimane sempre crisi. In 5 su 7 province venete si registrano segni positivi della produzione, segno di una timida inversione di tendenza e con le sole province di Verona (-3,4% a/a) e Padova (-0,2% a/a) ancora in difficoltà. Fonte: Unioncamere Veneto Pag. 8

9 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio Il mercato del lavoro Il mercato del lavoro italiano (tassi %) Ore autorizzate di Cassa Integrazione Guadagni Deroga Straordinaria Ordinaria A dicembre del 2013 è ulteriormente peggiorata la situazione sul mercato del lavoro in Italia con un tasso di disoccupazione salito al 12,7%, in aumento rispetto al mese precedente e con la disoccupazione dei giovani tra i 15 ed i 24 anni sempre prossima ai massimi (a dicembre al 41,6%). In Veneto, il tasso di disoccupazione nel terzo trimestre del 2013 performa meglio di quella nazionale e scende al 6,5% migliore risultato negli ultimi tre trimestri. Nel 2013 sono state autorizzate in Veneto circa 108,2 mln di ore di Cassa Integrazione in aumento rispetto allo stesso periodo del 2012 (+5,9% a/a); con l ordinaria e quella in deroga in flessione (rispettivamente del -6,1% a/a e -4,8% a/a) e la straordinaria in forte crescita (+25,5% a/a). A gennaio assistiamo ad un raffreddamento sia della CIG ordinaria che di quella in deroga, mentre quella straordinaria cresce del +18% a/a. Secondo l indagine di VenetoCongiuntura condotta nel terzo trimestre 2013 gli imprenditori veneti si attendono per fine anno un ulteriore aumento della disoccupazione, visto il perdurare della condizioni negative sul fronte dei consumi interni. Fonte: Unioncamere Veneto, Inps Pag. 9

10 Il commercio estero. Esportazioni a/a% (3MA) 30% 20% 10% 0% -10% -20% -30% Italia Veneto Nei primi 9 mesi del 2013 si registra una leggera flessione tendenziale delle esportazioni nazionali (-0,3%); mentre a settembre assistiamo ad un aumento del 2% a/a rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A fronte della stagnazione della domanda interna, le esportazioni venete risultano un importante fonte di crescita registrando nei primi 9 mesi del 2013 un incremento dell 2% rispetto all anno precedente e attestandosi su un valore di 38,9 mld di euro. A settembre 2013 si è assistito ad un decollo delle stesse con un +4,6% a/a. Il Veneto si conferma la 2^ regione italiana, dopo la Lombardia, per valore di beni esportati, con una quota del 13,4% delle vendite estere nazionali. Nelle prime 10 posizioni delle province italiane che esportano, ben due sono venete (Vicenza e Treviso); al terzo posto troviamo Vicenza con una incidenza sulle esportazioni totali del 3,9% (7,6 mld di euro e un 1,4% a/a nel primo trimestre 2013) e all ottavo posto si colloca Treviso con circa 5,1 mld di euro di vendite (+2,8% a/a). Le province di Vicenza, Treviso, Verona e Padova detengono circa il 84% del totale dell export regionale e la sola provincia di Vicenza arriva al 29,6%. Nei 9 mesi del 2013 l export è ripartito in tutte le province della regioni ad esclusione delle sole province di Rovigo (-6,5% a/a) e Verona (-0,4% a/a) ancora in segno negativo. Secondo il sondaggio di settembre 2013 della Banca d Italia si intravedono prospettive favorevoli sul fronte delle esportazioni regionali, visto i buoni giudizi rilevati lo scorso settembre sull andamento atteso degli ordini dall estero nei successivi sei mesi. Fonte: Istat, Banca d Italia Pag. 10

11 i mercati di sbocco e l andamento settoriale Quote export veneto per settore (III trim 2013) Principali mercati di sbocco dell export regionale (euro, quota % su tot e var. %) 3,8% 13,9% 19,8% 8,0% 1,7% 8,3% 12,0% 18,5% 6,5% 2,7% 0,5% 3,4% 1,0% Prodotti alimentari, bevande e tabacco Prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori Legno e prodotti in legno; carta e stampa Coke e prodotti petroliferi raffinati Sostanze e prodotti chimici Articoli farmaceutici, chimicomedicinali e botanici Articoli in gomma e materie plastiche, altri prodotti Metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti Computer, apparecchi elettronici e ottici Apparecchi elettrici Macchinari ed apparecchi n.c.a. Mezzi di trasporto Prodotti delle altre attività manifatturiere AREA PAESE Gen/Set 2012 % Gen/Set 2013 % % Var. % sul 2013 UE ,5% ,1% -0,5% Francia ,5% ,1% -1,3% Germania ,8% ,3% -1,2% Regno Unito ,9% ,9% 1,5% Spagna ,1% ,0% -0,6% Extra UE ,5% ,9% 5,4% Svizzera ,0% ,9% 0,4% Russia ,2% ,5% 10,3% Sudafrica ,5% ,5% 9,8% Stati Uniti ,5% ,8% 5,5% Arabia Saudita ,7% ,8% 14,3% Cina ,6% ,7% 6,2% Giappone ,2% ,2% 4,1% Australia ,0% ,9% -3,6% Totale attività manifatturiere ,0% ,0% 2,0% Nei primi 9 mesi del 2013 le esportazioni venete hanno avuto nel complesso un buon risultato (+2% a/a) con settori che performano meglio di altri: farmaceutica (+9,1 % a/a), alimentari, bevande e tabacco (+8,3% a/a), legno e prodotti in legno, carta e stampa (+6,1%). Permangono in segno negativo i comparti del coke e prodotti petroliferi raffinati (-10,6% a/a), e dei computer, apparecchi elettronici e ottici (-6,3% a/a). La crescita delle esportazioni è sostenuta dall'aumento delle vendite sui mercati extra Ue (+5,4%), mentre quelle verso l'area Ue sono in lieve flessione (-0,5%). L'espansione è trainata dalle vendite verso gli Stati Uniti (+5,5%), che resta il terzo mercato di sbocco per le imprese venete, la Svizzera (+0,4%), la Russia (+10,3%), il Giappone (+4,1%), l Arabia Saudita (+14,3%) e il Sud Africa (+9,8%). Diminuiscono, invece, le vendite estere verso gli altri principali partner europei: -1,2% verso la Germania, primo mercato di riferimento per le imprese presenti nel nostro territorio, -1,3 % verso la Francia, -0,6% verso la Spagna. Fonte: Unioncamere Veneto e Istat Pag. 11

12 L export dei distretti veneti Principali mercati di sbocco Nel II trimestre del 2013 l export dei distretti veneti è cresciuto in linea con la media italiana (3,6 vs. 3,9%); si tratta del 13 trimestre di crescita consecutiva. Sono 5 i distretti che hanno avuto un aumento dell export a doppia cifra: si tratta degli elettrodomestici di Treviso, della calzatura di Montebelluna, del prosecco di Conegliano-Valdobbiadene, delle carni di Verona, della ceramica artistica di Bassano del Grappa e il biomedicale di Padova. Buon andamento anche per altri distretti veneti, come la concia di Arzignano, le materie plastiche di Treviso, Vicenza e Padova,, il tessile e abbigliamento di Schio- Thiene-Valdagno, i vini del veronese, le calzature della Riviera del Brenta, e per alcuni distretti di minori dimensioni come il marmo e granito di Valpolicella, le calzature del Veronese, il mobile d arte del bassanese. Nello stesso periodo in lieve flessione il settore grafico veronese e la meccanica strumentale di Vicenza. Pesante calo per i prodotti in vetro di Venezia e, soprattutto, per il tessile e abbigliamento di Treviso, in territorio negativo ormai da otto trimestri consecutivi Peso % 4,62 II trim 2012 II trim ,54 7,52 7,65 1,54 1,62 5,00 5,13 I distretti veneti hanno mantenuto un buon ritmo di crescita sui nuovi mercati nei primi 6 mesi del 2013 (+6% a/a nel secondo trimestre del 2013); in evidenza l export verso gli Emirati Arabi Uniti, Hong Kong, il Vietnam, l Arabia Saudita e la Russia. Sui mercati tradizionali, il made in Veneto è tornato a crescere ma con percentuali più limitate. Segnali di recupero, per le vendite, verso la Francia, Portogallo e Spagna e gli USA, l UK e la Svezia; mentre l export verso la Germania rimane stabile. 1,89 2,01 4,32 4,39 0,73 0,65 25,61 25,98 29,4 6,2 19,7 7,7 16,9 2,5 100,0 Fonte: Unioncamere Veneto e Istat Pag. 12

13 Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Arrivi Presenze Il turismo Gli arrivi di turisti per comprensorio. Gen-Ott Arrivi e presenze di turisti (Anni ) 75,7% 37,5% 62,5% Italiani Stranieri ,3% 64,3% 35,7% Montagna 2,7% Terme 2% Mare 24,1% ,7% 24,3% Lago 16, Città d'arte 54,7% 72,1% 27,9% Gen- Ott 2013 Nei primi dieci mesi del 2013 assistiamo, nonostante una non brillante stagione estiva, a una sostanziale inversione di tendenza del settore con circa 14,6 mln di arrivi (+0,9% a/a) e circa 58,3 mln di presenze (+3,6%); in continuo incremento i turisti stranieri e buone le presenze verso le destinazioni termali (+0,2%), le città d arte (+2,3%) e l agrituristico (+9,1% a/a). I turisti stranieri raggiungono il 67% del totale degli arrivi nella regione e il 67,4,4% dei pernottamenti. I turisti che scelgono il Veneto provengono principalmente da Germania, Austria, Paesi Bassi, Regno Unito e Francia ma negli ultimi anni si sono affacciati russi e cinesi con incrementi a due cifre (rispettivamente +19% e +22% a/a). Il Veneto si conferma una delle regioni più turistiche italiane con il 15,2% degli arrivi totali e del 16,4% di presenze totali dell intera penisola (2011) e nel 2012 la spesa dei turisti stranieri ha superato la prima volta la soglia dei 5 mld di euro con un incremento del 5,3% a/a. Fonte: Unioncamere Veneto e Istat Pag. 13

14 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 14

15 Dati socio economici Veneto (1/2) Veneto DATI SOCIO-ECONOMICI 2013 Var. % Var. % Var. % Veneto Italia Veneto Italia Veneto Italia Veneto Italia Popolazione residente a fine anno ,7 0,4 0,6 0,4 0,6 0,3 Occupati totali ,2-1,4-0,3-0,3 0,4 0,4 Forze di lavoro ,1 0,3 0,3 0,1 0,1 0,1 Persone in cerca di occupazione ,1 14,8 6,1 3,2-2,9-1,6 Tasso di occupazione 42,5 37,7-1,2-0,7-0,4-0,3-0,1 0,0 Tasso di disoccupazione 8,7 12,2 2,2 1,5 0,5 0,4-0,3-0,2 Dati in migliaia Tasso di occupazione: % Occupati totali su Popolazione; Tasso di disoccupazione: % Persone in cerca di occupazione su Forze di lavoro REDDITO E CONSUMI PRO-CAPITE DELLE FAMIGLIE Reddito disponibile ,3-1,0 1,7 1,9 2,5 2,7 Spesa per consumi finali ,7-1,5 0,8 1,1 1,8 2,1 Importi in euro e valori correnti, Variazioni % su prezzi correnti IMPORT E EXPORT Importazioni ,7-4,6 3,8 2,7 5,3 4,4 Esportazioni ,3 0,4 4,2 3,6 6,0 5,4 % Import su valore aggiunto 29,3 23,9 1,0-1,1 1,1 0,7 1,5 1,1 % Exportrt su valore aggiunto 39,6 28,0 1,1 0,5 1,6 1,0 1,7 1,1 Importi in milioni di euro e valori correnti, Variazioni % su prezzi costanti VALORE AGGIUNTO Compos. % 2013 Valore aggiunto ,5-1,6 0,9 0,7 1,6 1,4 Veneto Italia - Agricoltura ,8 0,9 2,0 0,0 1,8 0,8 2,0 2,1 - Industria ,8-3,0 1,1 0,9 1,6 1,4 25,8 18,1 - Edilizia ,1-6,6-0,7-0,8 0,8 0,8 6,3 5,6 - Servizi ,8-1,0 1,0 0,8 1,6 1,5 65,8 74,2 Tasso di industrializzazione (Italia=100) 143,0 0,1 0,1 0,0 Importi in in milioni di euro e valori correnti, Variazioni % su prezzi costanti Tasso di industrializzazione: Incidenza del Valore aggiundo dell'industria sul Totale, in rapporto alla media nazionale Le tensioni occupazionali si manterranno elevate nel biennio, con la disoccupazione che dovrebbe salire pur mantenendosi a tassi inferiori alla media nazionale. L espansione delle vendite all estero sembra un dato reale, di una imminente ripresa. La struttura produttiva del Veneto risulta ad elevato peso industriale (l incidenza del comparto industriale sul VA è di oltre il 25,8% vs. il 18.1% circa nazionale) e rende la regione maggiormente esposta alle fluttuazioni cicliche dell economia. Fonte: Prometeia (aggiornamento ottobre 13) Pag. 15

16 Dati socio economici Veneto (2/2) Imprese Attive NUM. IMPRESE ATTIVE - GENNAIO 2014 Incid (%) Veneto Natalità (*) (%) Mortalità ( **) (%) Imprese Attive Incid (%) Natalità (*) (%) Mortalità ( Agricoltura E Pesca ,1 1,4 4, ,0 1,4 3,3 Imprese Di Costruzioni ,4 2,0 3, ,1 2,2 3,5 Altri Servizi Vendibili ,2 1,9 2, ,6 2,3 2,6 Commercio Al Dettaglio ,3 2,3 3, ,7 2,5 3,5 Commercio All'Ingrosso ,6 2,6 3, ,8 2,7 3,1 Servizi Turistici ,8 2,2 3, ,3 2,3 3,5 Servizi Di Consulenza ,1 3,1 3, ,9 2,8 3,4 Servizi Di Trasporto ,1 0,7 2, ,9 0,9 2,2 Metallurgia E Prodotti In Metallo ,6 1,2 1, ,0 1,1 1,6 Concessionari Di Autovetture ,5 1,9 2, ,9 1,7 1,8 Totale ,0 3, ,1 3,3 (*) Numero imprese iscritte su imprese registrate a inizio anno (tasso annualizzato) (**) Numero imprese cessate (al netto delle cessazioni d'ufficio) su imprese registrate a inizio anno (tasso annualizzato) ITALIA **) (%) Le imprese venete registrano una natalità sostanzialmente uguale alla media nazionale (superiore alla media nazionale nella metallurgia e prodotti di metallo, nei servizi di consulenza e nei concessionari di autovetture), ma anche una mortalità è superiore con il dato italiano. Fonte: Movimpresa (aggiornamento dic.-13) Pag. 16

17 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 17

18 Le prospettive per la regione (1/2) Pil Veneto e Italia (% a/a) % Export vs Valore Aggiunto - Veneto 6% 4% 2% 0% -2% -4% 45% 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 36,7% 37,2% 36,6% 33,6% 33,6% 33,1% 38,2% 36,6% 37,5% 30,5% 38,5% 39,0% 37,6% 34,9% -6% -8% Italia Veneto 5% 0% Tasso disoccupazione Veneto e Italia (Anni ) 12 Veneto Italia Il PIL veneto, dal 1996 ad oggi, è cresciuto in media dello 0,7% a/a all'anno come in Italia (0,8% a/a); un forte incremento medio annuo si è registrato negli anni , pari al 2,4% a/a (1,9% a/a per Italia) dovuto al buon andamento dell'export. Il Veneto risulta tra regioni con lo sviluppo più elevato, tranne che nel periodo di crisi in cui la caduta più intensa rispetto ad altre regioni del nord (Lombardia ed Emilia Romagna) è stata imputabile alla sua economia legata alla manifattura e all export, fortemente penalizzate dalla recessione globale. L incidenza dell export regionale sul Valore Aggiunto è in costate crescita dal 2009, riportandosi ai livelli pre-crisi. Il tasso di disoccupazione veneto dal 2000 ha avuto un andamento migliore del dato nazionale e nel IV trim si è attestato al 6,7% a/a (23,7% quello giovanile ) e nel III trim al 6,5% a/a. Fonte: Istat, Unioncamere Veneto e Prometeia Pag. 18

19 Le prospettive per la regione (2/2) Il 2013 è stato un altro anno di recessione per l economia veneta; in cinque anni la crisi ha sottratto al Veneto circa 23 mld di euro di Pil anche se si è assistito ad una fase di lento recupero dei livelli produttivi regionali, e dopo un avvio d anno incerto l industria ha mostrato alcuni segnali positivi nel II semestre: la caduta della produzione si è fermata mentre fatturati e ordinativi esteri hanno evidenziato dinamiche vivaci. Segni positivi si sono registrati nel settore della manifattura locale, nel settore della moda e calzature e nel settore della meccanica e nel comparto agroalimentare dove vi sono punte di eccellenza nel settore dei vini (settore del prosecco molto apprezzato all estero). A trainare la ripresa saranno ancora una volta l esportazioni, previste in netto aumento nel 2014 con un unica incognita dovuta al rallentamento dell economia dei paesi in via di sviluppo. Le incertezze sull'andamento futuro ancora in essere influiranno negativamente anche sulle previsioni di investimento per i prossimi mesi e i primi dati positivi sono appannaggio dei soli investimenti fuori confini nazionali. Si prevede che il tasso di disoccupazione subirà una contrazione e uno dei problemi sentiti dalla classe imprenditoriale locale rimarrà il costo del lavoro, considerato leva per far ripartire i consumi interni. Nel settore delle costruzioni e immobiliare si intravedono i primi deboli segnali positivi in alcune zone della regione, ma si tratta di poca cosa per parlare di inversione di tenenza prevista per il Il turismo ha retto bene la crisi, anche se non si ipotizzano ulteriori margini di crescita nel corso del 2014; i tedeschi continuano ad essere al primo posto tra gli arrivi/presenze nella regione, mentre il turista italiano ancora è assente. Degno di nota quale punto di forza regionale è il comparto della Sanità Pubblica considerata con standard superiori rispetto alla media nazionale: da segnalare iniziative interessanti come la prenotazioni di Tac di notte ed una mutata filosofia della relazione con i cittadini non più considerati utenti ma clienti. I finanziamenti bancari continuano a flettere anche se assistiamo ad una debole ripresa sul fronte dei mutui alle famiglie e le sofferenze si consolideranno ulteriormente, anche se è previsto un loro raffreddamento nel corso del La raccolta è buona anche se è in atto un erosione dei risparmi delle famiglie venete con esclusione di quelle Private. Dalle previsioni a breve termine rilevate anche dall indagine UnionCamere, permane un clima meno roseo e ancora di forte incertezza, anche se non manca una quota di imprenditori (soprattutto appartenenti alla medio-grande impresa) ottimisti, che intravedono un accelerazione dell attività produttiva e commerciale prevista per il biennio Anche dalla nostra View si prevede nel corso del 2014 una ripresa economica che però sarà debole e lenta e non avrà nessun effetto sul mercato del lavoro, con una ulteriore contrazione dei posti di lavoro. Pur con qualche incertezza, l export beneficerà del consolidamento della crescita nelle principali economie avanzate e di un miglioramento delle condizioni di domanda nelle maggiori economie dell area Euro. Si prevede che l economia veneta possa consolidare i primi segni di ripresa e si ipotizza una crescita del +1,0% del PIL regionale. Fonte: View BMPS e Area Territoriale Antonveneta Pag. 19

20 Agenda Keypoints pag.3 Lo scenario nazionale ed internazionale pag.5 Il contesto economico regionale ed il commercio estero pag.7 Veneto: alcuni dati socio-economici Veneto: le prospettive di crescita Veneto: mercato immobiliare e bancario pag.15 pag.18 pag.21 Pag. 20

21 Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Intera provincia Capoluogo Il mercato immobiliare Compravendite e prezzi delle abitazioni in Italia Compravendite di immobili residenziali* nel Veneto N di transazioni normalizzate (NTN) rispetto all effettiva quota di proprietà oggetto di compravendita. I/2011 II/2011 III/2011 IV/2011 I/2012 II/2012 III/2012 IV/2012 I/2013 II/2013 In Italia nel III trim. del 2013 si arresta la caduta degli investimenti in costruzioni sia nel comparto residenziale che nel resto del settore. Il numero di transazioni residenziali si mantiene sui livelli di fine 2012, più che dimezzato rispetto al 2007, e si accentua il calo dei prezzi delle abitazioni. Nel 2012 le compravendite residenziali nella Regione subiscono una dura flessione, superiori a quella registrata in Italia (-27,5% vs -25,8%). Secondo i dati dell Agenzia delle Entrate, rispetto ai primi tre mesi del 2013, nel secondo trimestre, le compravendite tornano a crescere nell intera regione (+15,5%) mentre, nello stesso periodo, flettono decisamente il volume di compravendite di immobili residenziali nei Capoluoghi (-21,8 a/a), in controtendenza con il trend nazionale (+14,9% a/a). I finanziamenti oltre il breve termine alle famiglie consumatrici per l acquisto di abitazioni, dopo le flessioni marcate intervenute nel 2012, mostrano nel 2013 cali contenuti in linea rispetto alla media. Finanziamenti oltre il breve termine alle famiglie consumatrici per acquisto abitazioni (% a/a) 23% 21% 19% 17% 15% 13% 11% 9% 7% 5% -1% 1% 3% -3% -5% -7% -9% -11% Italia Veneto Fonte: Bankitalia, Bollettino Economico, gennaio Bankitalia (BIP on line). Agenzia delle Entrate, Osservatorio mercato immobiliare. Pag. 21

22 Dati mercato bancario Veneto Impieghi vivi alle imprese: Veneto vs Italia Qualità del credito alle imprese: Veneto vs Italia 11,30% 10,80% 10,30% 9,80% 9,30% 8,80% 8,30% 7,80% 7,30% 6,80% Rapporto Veneto/Italia % sofferenze/impieghi vivi Italia % sofferenze/impieghi vivi Veneto Le sofferenze (al lordo dei fondi rettificativi e al netto di rimborsi e cancellazioni) non includono quelle su PCT, su titoli e su strumenti partecipativi del capitale. Gli impieghi vivi (escluse quindi le sofferenze) sono al netto dei PCT attivi. Dati per residenza della controparte. Nel corso del 2013 l incidenza degli impieghi regionali sul dato nazionale è aumentata portandosi nel terzo trimestre all 11,1% a/a contro l 10,8% dello stesso periodo dello scorso anno. A fronte della suddetta dinamica il rapporto tra sofferenze e impieghi alle imprese venete, pur in un contesto di generale peggioramento connesso all attuale crisi economica, si è mantenuto costantemente al di sotto della media nazionale. Nel corso del 2013 è cresciuto il divario positivo rispetto al dato nazionale. Fonte: Elaborazione Servizio Research su dati Banca d Italia Pag. 22

23 Contatti Responsabile Area Pianificazione Strategica & Investor Relations Alessandro Santoni, PhD Tel: Autori Pubblicazione Fabrizio Bianchi Disclaimer This analysis has been prepared solely for information purposes. This document does not constitute an offer or invitation for the sale or purchase of securities or any assets, business or undertaking described herein and shall not form the basis of any contract. The information set out above should not be relied upon for any purpose. Banca Monte dei Paschi has not independently verified any of the information and does not make any representation or warranty, express or implied, as to the accuracy or completeness of the information contained herein and it (including any of its respective directors, partners, employees or advisers or any other person) shall not have, to the extent permitted by law, any liability for the information contained herein or any omissions therefrom or for any reliance that any party may seek to place upon such information. Banca Monte dei Paschi undertakes no obligation to provide the recipient with access to any additional information or to update or correct the information. This information may not be excerpted from, summarized, distributed, reproduced or used without the consent of Banca Monte dei Paschi. Neither the receipt of this information by any person, nor any information contained herein constitutes, or shall be relied upon as constituting, the giving of investment advice by Banca Monte dei Paschi to any such person. Under no circumstances should Banca Monte dei Paschi and their shareholders and subsidiaries or any of their employees be directly contacted in connection with this information

La provincia di Milano

La provincia di Milano La provincia di Milano Siena, maggio 2014 Area Research & IR Provincia di Milano: dati socio economici 1/2 Milano DATI SOCIO-ECONOMICI 2014 Var. % 13-14 Var. % 14-15 Var. % 15-16 Milano Italia Milano Italia

Dettagli

Settembre 2009. Il mercato dei mutui. Area Research, Intelligence & Investor Relations

Settembre 2009. Il mercato dei mutui. Area Research, Intelligence & Investor Relations Settembre 2009 Il mercato dei mutui Area Research, Intelligence & Investor Relations 1) Il mercato immobiliare residenziale 2) Il mercato dei mutui bancari alle famiglie pag. 2 Sintesi e prospettive Il

Dettagli

Risparmio Gestito: principali tendenze in atto

Risparmio Gestito: principali tendenze in atto Risparmio Gestito: principali tendenze in atto Siena, 9 Maggio 2014 Area Research & IR Indice SINTESI DEI CONTENUTI pag. 3 IL RISPARMIO pag. 5 I FONDI COMUNI pag. 7 LE GESTIONI PATRIMONIALI pag. 11 LE

Dettagli

Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito

Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito Finanza e settore immobiliare:congiuntura, prospettive ed il ruolo del credito Aprile 2014 Area Research & IR Agenda Keypoints Pag. 3 Il ruolo dell immobiliare nel contesto economico italiano e le recenti

Dettagli

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria

I giovani e l alfabetizzazione finanziaria I giovani e l alfabetizzazione finanziaria Milano 23 Maggio 2014 Area Research & IR L importanza dell alfabetizzazione finanziaria La recente crisi finanziaria, la crescita delle forme di previdenza complementare

Dettagli

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations

I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class. Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations I cavalli da salto: Da uno sport meraviglioso una nuova asset class Siena, giugno 2015 Area Research & Investor relations Palloubet d Along: Un cavallo da salto da 15 milioni di dollari (fonte therichest.com)

Dettagli

Veneto: l attuale contesto economico e del mercato creditizio

Veneto: l attuale contesto economico e del mercato creditizio Veneto: l attuale contesto economico e del mercato creditizio Siena, novembre 2014 Area Research & IR Key points In Area Euro l economia affronta una fase di debolezza, l Italia chiuderà il 2014 con una

Dettagli

Toscana: l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete

Toscana: l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete : l eredità della crisi e la ripresa economica. Le prospettive alla luce delle indicazioni fornite dalla Rete Novembre 215 Executive summary Sebbene all interno di uno scenario internazionale con downside

Dettagli

Luglio 2010 Numero 4. Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie

Luglio 2010 Numero 4. Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie Luglio 2010 Numero 4 Il mercato immobiliare italiano e i mutui alle famiglie Area Pianificazione Strategica, Research & IR Indice!!"#$%&'(# )%**+,-.! /0 *#,$+&1 '**12'0'+,# '&+0'+314 +35+*#3&1 3#0 / &,'*#6&,#

Dettagli

Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia

Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia Produtctivity, Innovation and Competitiveness: il punto sull Italia Ottobre 2014 Area Research & IR Key points Tra il 2002 ed il 2012 la crescita dell economia italiana subisce una brusca battuta di arresto,

Dettagli

Lazio: sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo.

Lazio: sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo. : sulla ripresa economica, la spinta del Giubileo. Dicembre 215 Executive summary Sebbene all interno di uno scenario internazionale con downside risks crescenti (tra cui raffreddamento delle emerging

Dettagli

Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS

Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS Filiera vitivinicola: tendenze, prospettive e le evidenze dell Osservatorio BMPS Siena, luglio 2014 Area Research & IR Keypoints La congiuntura vitivinicola mondiale affronta una fase delicata con la ripresa

Dettagli

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Venezia, 10 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale di Unioncamere del Veneto sulle imprese manifatturiere III trimestre 2008 L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Trimestre negativo

Dettagli

L Italia e l attrazione degli investimenti esteri

L Italia e l attrazione degli investimenti esteri L Italia e l attrazione degli investimenti esteri Siena, luglio 2014 Area Research & IR Keypoints Dopo un 2012 assolutamente deludente, il 2013 segna per l intera economia mondiale un recupero del flusso

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11*

LAVORO 1/6. POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Var. % '10/'11* LA SITUAZIONE DELL ECONOMIA DEL VENETO LAVORO 1/6 POSIZIONI DI LAVORO DIPENDENTE V.a. III trim. '11* (migliaia) Assunzioni 521,2 6,9% 6,5% -20,6% Cessazioni 478,6 8,7% 0,4% -13,6% ASSUNZIONI DI LAVORO

Dettagli

Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato

Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato 15 Giugno 2010 Lo scenario competitivo delle carte di pagamento e l evoluzione del mercato Area Pianificazione Strategica, Research & IR Indice Executive Summary 3 Il mercato delle carte in Italia nell

Dettagli

La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica

La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica Banca Monte dei Paschi di Siena Una storia italiana dal 14 72 La nuova frontiera dell automotive Un presente promettente ed un futuro di successo per l auto elettrica Siena, ottobre 2015 Area Research

Dettagli

Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio

Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio Le Materie Prime Il forte declino dell ultimo quadrimestre Le commodities come asset class e gli effetti dell avversione al rischio www.mps.it, Area Research & Investor Relations Siena Novembre 2015 www.mps.it

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Il mondo finanziario: scenari e prospettive

Il mondo finanziario: scenari e prospettive Il mondo finanziario: scenari e prospettive Siena, ottobre 2013 Area Research & Investor Relations La finanziarizzazione dell economia: i mercati azionari Stocks traded (valore in % del Pil) Il valore

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo LE ESPORTAZIONI ITALIANE A LIVELLO TERRITORIALE Nel corso dei primi nove mesi del 2015, l 80% delle regioni italiane ha conosciuto incrementi su base tendenziale delle proprie esportazioni. % 150 130 110

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse

Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse Le materie prime Dopo un 2014 caratterizzato da tendenze importanti, il nuovo anno si presenta ricco di motivi di interesse Siena, gennaio 2015 Area Research & Investor relations Foto archivio Andrea Dardi

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

Flash Industria 3.2011

Flash Industria 3.2011 08 novembre 2011 Flash Industria 3.2011 Nel terzo trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +2,0 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

10 gennaio 2011. Art Weekly. Area Pianificazione Strategica, Research & IR

10 gennaio 2011. Art Weekly. Area Pianificazione Strategica, Research & IR 10 gennaio 2011 Art Weekly Area Pianificazione Strategica, Research & IR 10/07/08 10/08/08 10/09/08 10/10/08 10/11/08 10/12/08 10/01/09 10/02/09 10/03/09 10/04/09 10/05/09 10/06/09 10/07/09 10/08/09 10/09/09

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese

Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese Il mercato dei capitali in Italia: un opportunità per investitori e imprese Milano, gennaio 2015 Area Research & IR Key points Le due recessioni che si sono susseguite negli ultimi cinque anni hanno avuto

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO

LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo LE PROSPETTIVE DEL SETTORE ORAFO NELL'ATTUALE CONTESTO MACROECONOMICO Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 13 novembre 2013 Agenda

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 30 Ottobre 2012 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: BNP PARIBAS:

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere.

Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere. Forum Montepaschi sul vino Italiano Una ricchezza italiana da valorizzare e promuovere. In collaborazione con MPS Wine Index Siena, 24 novembre 2012 In collaborazione con pag. 2 Indice di prezzo del vino:

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Articoli Selezionati ... 1 ... 2

Articoli Selezionati ... 1 ... 2 Articoli Selezionati VENETO 14/11/15 Gazzettino 4 Veneto, l'industria cresce ( +1,5%) ma rallenta. Boom micro imprese 14/11/15 Nuova Venezia 13 Veneto, l'industria cresce ma decelera nel terzo trimestre

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 23 Luglio 2013 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica e Investor Relations Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: DETROIT:

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato

Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato Analisi dei Fondi Behavioral Come usare la psicologia per battere il mercato Agenda Introduzione alla Finanza Comportamentale Il campione di riferimento Le strategie adottate dai Fondi Behavioral Risultati

Dettagli

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Reggio Emilia. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Reggio Emilia Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto

Dettagli

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%)

Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Industria farmaceutica. Istat: a maggio in crescita fatturato (+6,3%) e ordinativi (+9,7%) Pubblicato dall Istituto di Statistica il bollettino di maggio. Crescono su base annua i numeri delle aziende

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari NORDEST: QUASI IL 25 DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari ==================== Quasi il 25 per cento delle merci prodotte nel Nordest prende la

Dettagli

Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi. Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations

Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi. Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations Nanofibre Un area con grandi prospettive di sviluppo nei materiali tecnologici innovativi Siena, agosto 2014 Area Research & Investor relations Bullett Points Quella delle nanofibre è un area tecnologica

Dettagli

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite

8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite 8 Consumer & Retail Summit Un autunno pieno di incognite Gregorio De Felice Servizio Studi e Ricerche Milano, 9 ottobre 214 Agenda 1 Italia: in lento recupero dal 215 2 Consumi: il peggio è alle spalle?

Dettagli

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Luigi Biggeri presso le Commissioni riunite V Commissione "Programmazione

Dettagli

Situazione e prospettive per l industria chimica

Situazione e prospettive per l industria chimica Situazione e prospettive per l industria Luglio 21 Sintesi Per informazioni: Direzione Centrale Analisi Economiche-Internazionalizzazione Tel. 2/346.337 - Mail aei@feder.it Chimica europea in moderata

Dettagli

Settembre 2012 È l ora di investire

Settembre 2012 È l ora di investire Settembre 2012 È l ora di investire Area Pianificazione Strategica, Research & IR Premessa e nota metodologica del report La presente indagine sull investimento in orologi preziosi ha come obiettivo principale

Dettagli

Weekly Corporate & Financial Monitor

Weekly Corporate & Financial Monitor 23 Ottobre 2012 Weekly Corporate & Financial Monitor Area Pianificazione Strategica, Research & IR Weekly Rating Actions Le principali rating action dell ultima settimana: Settore Finanziario: MONTE DEI

Dettagli

I NUMERI DELLA NAUTICA

I NUMERI DELLA NAUTICA I NUMERI DELLA NAUTICA i principali distretti industriali italiani Giuseppe Alfano Servizio Research & Investor Relations Banca Monte dei Paschi di Siena Indice Key Points 3 I Distretti analizzati 5 La

Dettagli

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005

PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2005 PERIODICO TRIMESTRALE DI INFORMAZIONE ECONOMICA DELL'OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA NOVEMBRE 2 L AREA EURO Nonostante i timori legati all impatto dei prezzi del greggio, l economia mondiale è ancora

Dettagli

L economia della Liguria

L economia della Liguria L economia della Liguria Genova, 15 novembre 2011 Il contesto: la situazione 2010 VARIAZIONI ANNUALI DEL PIL (valori percentuali) VARIAZIONI ANNUALI DEGLI OCCUPATI (valori percentuali) 4 1 2 1,7 1,3 0,5

Dettagli

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico

Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Centro Produttività Veneto Gruppo di studio Settore Orafo Il Settore orafo nell attuale contesto macroeconomico Stefania Trenti Servizio Studi e Ricerche Vicenza, 18 aprile 2013 Agenda 1 Alla ricerca della

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA Nota congiunturale trimestrale Giugno 213 In breve Nel I trimestre 213 permangono le criticità del mercato del lavoro lombardo. Il quadro ancora negativo dell economia

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Il termalismo in Italia

Il termalismo in Italia Il termalismo in Italia Siena, agosto 2014 Area Pianificazione Strategica & IR 1 Key points Secondo i dati dell OMT (Organizzazione Mondiale del Turismo) 2013 il turismo internazionale ha registrato un

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Campobasso. Presentazione del Rapporto. L economia del Molise

Campobasso. Presentazione del Rapporto. L economia del Molise Campobasso - 15 giugno 2010 - Presentazione del Rapporto L economia del Molise Il quadro di riferimento: il Molise Aggravamento della fase recessiva L economia reale Contrazione valore aggiunto in tutti

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012)

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) report marzo 2013 IX congresso regionale Veneto Dal lavoro rinasce il futuro Dolo (Venezia) 4-5 aprile 2013 - 2 - Il quadro

Dettagli

Le lancette dell economia bolognese. Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013

Le lancette dell economia bolognese. Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013 Le lancette dell economia bolognese Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013 Aggiornamento: 7 aprile 2014 Indice Le principali tendenze dell'economia italiana pag. 3 L'andamento economico locale

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 52 Ottobre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale

Scenario economico Indicatori di congiuntura Bollettino n. 52 Ottobre 2015 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Scenario economico Ottobre 215 A cura della Sezione Sistema Statistico Regionale Le previsioni di Ottobre del World Economic Outlook del Fondo Monetario Internazionale rivedono al ribasso la crescita

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI settembre 2013 1. Il quadro macroeconomico In questa nota si procede all aggiornamento del quadro macroeconomico e si fornisce anche una nuova

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO a cura dell I.R.S. (Istituto per la Ricerca Sociale) di Milano per conto della Camera di Commercio I.A.A. e della Provincia di Bergamo (estratto

Dettagli

Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali

Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali Aprile 2009 Il mercato dei fondi comuni e delle gestioni patrimoniali Area Research, Intelligence & Investor Relations Indice Avvertenza Sintesi e prospettive Il posizionamento italiano nel contesto europeo/internazionale

Dettagli

Movimprese III trimestre 2015. Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana

Movimprese III trimestre 2015. Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana Movimprese III trimestre 2015 Natalità e mortalità delle imprese registrate presso le Camere di Commercio della Toscana Firenze, Novembre 2015 Indice CAPITOLO 1: IL QUADRO GENERALE CAPITOLO 2: TIPOLOGIE

Dettagli

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29

Variazione % tendenziale 2,9 1,1. Elaborazioni Anfia su dati ISTAT *Codici Ateco 29 La produzione industriale in Italia cresce del 2,9% ad ottobre 2015. L industria automotive è tra i comparti che registrano la maggiore crescita da inizio anno: +28,5%. Secondo i dati diffusi da ISTAT,

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli