Il bilancio Strumento di analisi per la gestione 4/ed R. N. Anthony, L. K. Breitner, D. M. Macrì Copyright 2008 The McGraw-Hill Companies srl

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il bilancio Strumento di analisi per la gestione 4/ed R. N. Anthony, L. K. Breitner, D. M. Macrì Copyright 2008 The McGraw-Hill Companies srl"

Transcript

1 Copyright 2008 The Companies srl CAPITOLO 6 RIMANENZE E COSTO DEL VENDUTO Problem 6-1 Burago Motori Problemi First calculate sales: Sales ($45,000 / (1 -.45))... $81,818+ Beginning inventory... $35,000 Purchases... $40,000 Total available... 75,000 Ending inventory... 30,000 Cost of goods sold... $45,000 Gross margin... $36,818 If the gross margin percentage is 45 percent, the cost of goods sold percentage must be 55 percent. Once sales are determined, calculate net income: tti i Net income ($81,818 x.1) $8,182 Next, prepare balance sheet: Assets Liabilities Current assets ($50,000 x 1.6)... $ 80,000 Tu Current diritti liabilities riservati... $ 50,000 Other assets Long term debt 40,000 ($218,182 - $50,000) ,182 Total liabilities... $ 90,000 Total assets... $218,182 + Owners equity Beginning balance... $120,000 Plus net income... 8,182 Ending balance... $128,182 and owners equity... $218,182 Total liabilities + Total assets = Total liabilities and Owner s equity.

2 Copyright 2008 The Companies srl Problem 6-2 Zanfi srl Beginning inventory... $27,000 Purchases... 78,000 Available for sale... Ending inventory... ($31,000) Cost of goods sold... $74,000 Problema 6-3 W, X, Y e Z The completed table is shown below. Each deduction involves the basic inventory equation. Ending inventory = Beginning Inventory + Purchase Shipments (COGS) as well as the basic relationships inherent in any income statement, that is:, Income = Revenues Expenses Co. W Co. X Co. Y Co. Z Sales... $2,250 $1,800 $1,350 $2,100 Cost of goods sold:... Beginning inventory Plus: Purchases ,200 Less: Ending inventory Cost of good sold... 1, ,050 1,350 Gross margin... 1, Period expenses Net income (Loss)... $ 900 $ 500 $ 150 $ (50) Problem 6-4 Gardner Pharmacy The required income statement is reproduced below. The closing entries are: a. Beginning inventory balance is $50,000 b. Dr. Inventory ,000 Cr. Purchases c. Dr. Inventory... 4,000 Cr. Freight-in... 4,000 d. Dr. Returns (to Suppliers)... 8,000 Cr. Inventory... 8,000 e. Dr. Cost of Goods Sold ,500 Cr. Inventory ,500 f. Dr. Income Summary ,500

3 Copyright 2008 The Companies srl Cr. Cost of Goods Sold ,500 g. Dr. Income Summary... 95,000 Cr. Other Expenses... 95,000 h. Dr. Tax expense... 28,350 Cr. Taxes Payable... 28,350 i. Dr. Sales ,000 Cr. Income Summary ,000 j. Dr. Income Summary... 28,350 Cr. Tax Expense... 28,350 GARDNER PHARMACY Income Statement for the Year Sales... $325,000 Cost of goods sold:... Beginning inventory... $ 50,000 Plus: Purchase, gross... $167,000 Freight- in... 4, ,000 Less: Purchase returns... 8,000 Net purchases ,000 Goods available for sale ,000 Less: Ending inventory... 77,500 Cost of goods sold ,500 Gross margin ,500 Other expenses... 95,000 Income before taxes... 95,000 tti i diritti riservati Income tax expense... 28,350 Net income... 66,150 Tu

4 Copyright 2008 The Companies srl Problem 6-5 Goulds Company a. Dr. Inventory... 85,500 Cr. Cash (or Payables)... 85,500 Dr. Cash (or Receivables) ,400 Cr. Sales ,400 Dr. Sales Returns... 1,840 Inventory... 1,200 Cr. Cash (or Receivables)... 1,840 Cost of Goods Sold... 1,200 b. GOULD S COMPANY Income Statement Gross sales... $133,400 Less: Sales returns... 1,840 Net sales... $131,560 Cost of goods sold... 85,800 Gross margin... $ 45,760 c. The perpetual inventory records indicate ending inventory should have been ,700 5, = 653 units. Inventory shrinkage has therefore been = 43 units. Dr. Inventory Shrinkage Cr. Inventory The inventory shrinkage entry reduces gross margin by $645 (or shrinkage could be shown below the gross margin line as a general expense). Problem 6-6 Maple Shop Purchases: 50 $14 = $ $12 = 900 Avg: 125 $12.80 = $1,600 Sales: 100 units Ending inventory: 25 units Avg. Cost Fifo Lifo July 31 inventory... $ 320 $ 300 $ 350 Cost of goods sold... 1,280 1,300 1,250 Available for sale... 1,600 1,600 1,600 Problem 6-7 Elettronica Heaven

5 Copyright 2008 The Companies srl Fifo Av. Cost Lifo a. Sales... $52,125 $52,125 $52,125 Cost of goods sold... 27,310 27,053 26,960 Gross margin... $24,815 $25,072 $25,165 b. Fifo Av. Cost Lifo Gross margin percentage % 48.1% 48.3% c. Net cash flow = $21,465 ($52,125 - $30,660) No change in pretax cash flow figure using different inventory methods. d. Fifo Av. Cost Lifo Pretax cash flow... $21,465 $21,465 $21,465 Tax payment... 7,445 7,522 7,550 After-tax cash flow... $14,020 $13,943 $13,915 The tax payment in 30 percent of the gross margin dollars. The cash flow using Fifo for tax purposes is the lowest of the three after tax cash flow amounts because the unit cost of computes is falling, producing the highest taxable gross margin of the three methods. Problem 6-8 Marks Produzione a. Ending inventory balances are: tti i d Materials Inventory Work in Process Finished Goods Beginning balance... $ 100,000 $ 370,000 $ 60,000 (1) Purchases ,000 Delivery charge... 22,000 (2) Direct labor ,000 (3) Materials transfer... Tu (900,000) iritti riservati 900,000 (4) Indirect labor... 27,000 Factory supplies... 46,000 Depreciation factory... 54,000 Factory utilities ,000 Depreciation Mfg... 46,000 Property taxes... 14,000 (5) Finished goods transfers... (2,035,000) 2,035,000 $ 94, ,000 2,095,000 Cost of goods sold (2,002,000) Ending balance... $ 94,000 $ 134,000 $ 93,000

6 Copyright 2008 The Companies srl b. Gross margin was 23 percent. Sales... $2,600,000 Cost of goods sold... 2,002,000 Gross margin... $ 598,000 Problema 6-9 Prosperetti Flusso dei costi in un azienda di produzione: acquisti finali iniziali materie prime prelievi Costi produzione sostenuti nel 199X finali iniziali semilavorati Costo dei beni prodotti incremento finali iniziali prodotti finiti Costo dei beni venduti

7 Copyright 2008 The Companies srl Rimanenze di m.p. (SP) Fornitori e dipendenti input valore iniziale (3) = (1) acquisti (1) 330 (2) input inventario finale 163 Rimanenze di sem. (SP) input valore iniziale = (3) prelievi 264 (2) costi di produzione 330 input inventario finale 43 Rimanenze di p.f. (SP) input valore iniziale input inventario finale 66 Costo dei beni venduti Acquisti finali 154 iniziali materie prime Prelievi 264 costi diretti di trasformazione cos ti indiretti di trasformazione 330 Costi produzione sostenuti nel finali 19 iniziali semilavorati Costo dei beni prodotti 570 Incremento finali 69 iniziali Prodotti finiti Costo dei beni venduti 573

8 Copyright 2008 The Companies srl Problema 6-10 Stefanelli Auto Competenza economica Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Totale Ricavi Anticipi per acquisti BMW e Mercedes Saldi per acquisti BMW e Mercedes Manutenzione BMW Provvigioni su vendita BMW e Mercedes Costo del venduto Costi A&G Risultato operativo (A) Competenza finanziaria Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Totale Incassi Primo anticipo su vendita BMW Secondo anticipo per vendita BMW Saldo su vendita BMW Incasso per vendita Mercedes Incasso a saldo per vendita Lancia Esborsi Anticipo su acquisto BMW Anticipo su acquisto Mercedes Pagamento a saldo della Mercedes Pagamento a saldo della Rover Costi A&G Pagamento a saldo della BMW Pagamento manutenzione BMW Pagamento provvigioni su BMW Pagamento provvigioni su Mercedes Saldo (B) Differenza (C=A-B) % provvigione non ancora pagata Pagamento a saldo Rover Incasso a saldo Lancia Riconciliazione

9 Copyright 2008 The Companies srl ATTIVITA' PASSIVITA' CAPITALE NETTO Cassa Anticipo da clienti Ricavi Valore iniziale mar 11-lug mag mag mar lug apr lug apr 05-ago apr Debito per manutenzione Costo del venduto 17-ago mag 07-mag apr 11-lug mag 11-lug giu 17-ago giu lug lug Debito vs. fornitori d'auto Provvigioni ago 22-apr Valore iniziale 11-lug ago 17-ago ago ago Anticipo a fornitori 07-mar apr Debito verso venditore Costi A&G 19-lug ago 12-ago lug 27-mar ago ago 27-apr mag Rimanenze 21-giu apr lug 27-lug apr lug 27-ago ago ago Anticipo al venditore 16-mag lug Crediti commerciali Valore iniziale lug 11-lug ago DARE AVERE DARE AVERE DARE AVERE TOTALE DARE TOTALE AVERE

Tutti i diritti riservati

Tutti i diritti riservati CAPITOLO 6 - LE RIMANENZE E IL COSTO DEL VENDUTO Problema 6.1W, X, Y e Z The completed table is shown below. Each deduction involves the basic inventory equation. Ending inventory = Beginning Inventory

Dettagli

Tutti i diritti riservati

Tutti i diritti riservati Copyright 2008 The Companies srl Capitolo 6 Rimanenze e costo del venduto Problema 6-1 Determinare in base ai dati che seguono i valori alla fine del periodo: del totale delle attività, delle attività

Dettagli

CAPITOLO 5 IL CONTO ECONOMICO E LA MISURAZIONE DEI COSTI. Problemi

CAPITOLO 5 IL CONTO ECONOMICO E LA MISURAZIONE DEI COSTI. Problemi Copyright 2008 The Companies srl CAPITOLO 5 IL CONTO ECONOMICO E LA MISURAZIONE DEI COSTI Problema 5.1 Ace SpA Sales LC 26,666,667 [LC 20,000,000 x (200 / 150)] Problemi January cash LC 1,000,000 [LC 500,000

Dettagli

CAPITOLO 3 IL MARGINE DI CONTRIBUZIONE E LE RELAZIONI FRA REDDITO E VOLUME

CAPITOLO 3 IL MARGINE DI CONTRIBUZIONE E LE RELAZIONI FRA REDDITO E VOLUME CAPITOLO 3 IL MARGINE DI CONTRIBUZIONE E LE RELAZIONI FRA REDDITO E VOLUME Problem 2-2: Doyle's Candy SpA a. Break-even volume = Fixed costs / Unit contribution = 1,056,000 / 9.60-5.76 = 1,056,000 / 3.84

Dettagli

Financial Statement 2012

Financial Statement 2012 Financial Statement 2012 SACMI GROUP CONSOLIDATED BALANCE SHEET FOR THE YEAR 2012 Attività in Assets A) Crediti verso soci per versamenti dovuti B) Immobilizzazioni I) Immateriali 1) Costi di impianto

Dettagli

Compilazione del prospetto del patrimonio e verifica dell equilibrio patrimoniale

Compilazione del prospetto del patrimonio e verifica dell equilibrio patrimoniale Compilazione del prospetto del patrimonio e verifica dell equilibrio patrimoniale di Margherita Fano Esercitazione CLIL di economia aziendale per il la classe seconda ITE Conoscenze Conoscere la terminologia

Dettagli

PITECO approva i risultati H1 2016: UTILI RECORD (+39%) e PFN POSITIVA

PITECO approva i risultati H1 2016: UTILI RECORD (+39%) e PFN POSITIVA PITECO approva i risultati H1 2016: UTILI RECORD (+39%) e PFN POSITIVA Avviati rapporti commerciali con PAGAFLEX, società attiva nel mercato delle carte di credito per le corporate messicane Ricavi: Euro

Dettagli

Rimanenze e costo del venduto

Rimanenze e costo del venduto Bilancio capitolo 6 e costo del venduto Come si calcola il costo del venduto I metodi per determinare il valore delle rimanenze Identificazione specifica Media Ponderata F.I.F.O. L.I.F.O. Il valore delle

Dettagli

CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE

CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE Approach (also see Approach for Chapter 8) The general message of the chapter is that differences between actual and budgeted amounts

Dettagli

PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015

PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015 PITECO: RICAVI E MARGINALITÀ IN CONTINUA CRESCITA AL 30 GIUGNO 2015 Ricavi pari a 6,1 milioni (+9% rispetto al 30.6.2014) EBITDA pari a 2,6 milioni (+13% rispetto al 30.6.2014), EBITDA margin pari al 42,6%

Dettagli

SCHEMI di un BILANCIO «IAS/IFRS»

SCHEMI di un BILANCIO «IAS/IFRS» SCHEMI di un BILANCIO «IAS/IFRS» Linee guida per il contenuto e per la struttura dei prospetti di stato patrimoniale e conto economico e del prospetto delle variazioni di patrimonio. di Alessio Iannucci

Dettagli

CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE

CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE CAPITOLO 9 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI NON DI PRODUZIONE Approach (also see Approach for Chapter 8) The general message of the chapter is that differences between actual and budgeted amounts

Dettagli

Luxottica: l utile netto 1 del 2006 cresce di 100 milioni (+30%)

Luxottica: l utile netto 1 del 2006 cresce di 100 milioni (+30%) Luxottica: l utile netto 1 del 2006 cresce di 100 milioni (+30%) Il Consiglio di Amministrazione propone un aumento del 45% del dividendo Milano, 5 marzo, 2007 - Luxottica Group S.p.A. (MTA: LUX; NYSE:

Dettagli

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) VOTO SCRITTO VOTO FINALE

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) VOTO SCRITTO VOTO FINALE DATI DELLO STUDENTE Nome: Cognome: Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) 26.6.2014 Matricola: Anno di corso: domanda 1 domanda 2 domanda 3 VOTO SCRITTO

Dettagli

LEADING ITALIAN JEWELS S.R.L.UNIPERSONALE

LEADING ITALIAN JEWELS S.R.L.UNIPERSONALE LEADING ITALIAN JEWELS S.R.L.UNIPERSONALE Company site VIA TRENTO,7-15048 VALENZA (AL) Fiscal code 02324100060 - Registration number AL 245718 VAT number: 02324100060 Share capital Euro 10.000 f.p. Legal

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 12 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Cash Flow Statement

Azienda in America Modulo 4 Lezione 12 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Cash Flow Statement Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

SETTORE CASEARIO

SETTORE CASEARIO SETTORE CASEARIO Pianificazione economico - finanziaria (tabelle) 2012-2015 1 INDICE 1. Pianificazione economico-finanziaria... 3 a. Conto economico... 3 Ricavi... 3 Costi... 4 b. Stato Patrimoniale...

Dettagli

PRESENTAZIONE SOCIETÀ

PRESENTAZIONE SOCIETÀ PRESENTAZIONE SOCIETÀ 1 L atelier dell occhiale Uno dei principali player nel segmento lusso dell Eyewear Eccellenza nel design Competenza sul prodotto ed eccellenza qualitativa Capacità di interpretare

Dettagli

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello.

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello. 2008 Q1 results 2008 Q1 - Highlights [change vs 2007 Q1] y-1 exchange rate Sales: 756 M (+0.6%) Operating income: 46 M (+1.2%) Operating margin: 6.1% Vs 6.1% Net Financial Indebtedness: 498 M Vs 542 M

Dettagli

20 novembre 2002. The Leading Infrastructure Solution Company. Guido Gandi Vice President of Finance

20 novembre 2002. The Leading Infrastructure Solution Company. Guido Gandi Vice President of Finance 2 novembre 22 1 The Leading Infrastructure Solution Company Guido Gandi Vice President of Finance 2 novembre 22 2 1 Missione Essere un leader in Europa di soluzioni di Network Computing per la piccola

Dettagli

Investor Group Presentation

Investor Group Presentation Investor Group Presentation Lugano September 19th, 2014 «La prima parte del viaggio - Fact Sheet 2008-2014» (1/2) L acquisizione di DataService a metà 2007 guidata da Tamburi Investment Partner è origine

Dettagli

Corso di Ragioneria. Analisi di bilancio Caso pratico. Roma, 18 maggio Dott. Angelo De Marco Manager Advisory & Corporate Finance Banca Finnat

Corso di Ragioneria. Analisi di bilancio Caso pratico. Roma, 18 maggio Dott. Angelo De Marco Manager Advisory & Corporate Finance Banca Finnat Corso di Ragioneria Analisi di bilancio Caso pratico Dott. Angelo De Marco Manager Advisory & Corporate Finance Banca Finnat Roma, 18 maggio 2017 Agenda I. Introduzione al caso pratico II. Bilancio riclassificato

Dettagli

Corso di Tecnica e analisi dei bilanci Indici di bilancio Riclassificazione SP

Corso di Tecnica e analisi dei bilanci Indici di bilancio Riclassificazione SP Corso di Tecnica e analisi dei bilanci 1 Corso di Tecnica e analisi dei bilanci 2 Corso di Tecnica e analisi dei bilanci 3 Corso di Tecnica e analisi dei bilanci 4 IMPIEGHI FONTI Immobilizzazioni Materiali

Dettagli

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 COMUNICATO STAMPA Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A.

Dettagli

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) VOTO SCRITTO VOTO FINALE

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) VOTO SCRITTO VOTO FINALE DATI DELLO STUDENTE Nome: Cognome: Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) 9.2.2017 Matricola: Anno di corso: domanda 1 domanda 2 domanda 3 VOTO SCRITTO

Dettagli

Una classificazione delle informazioni

Una classificazione delle informazioni Una classificazione delle informazioni Informazioni consistono di Informazioni non quantitative Informazioni quantitative consistono di Informazioni monetarie Informazioni non monetarie consistono di Informazioni

Dettagli

GRUPPO BANCA SELLA - STATO PATRIMONIALE - BALANCE SHEET

GRUPPO BANCA SELLA - STATO PATRIMONIALE - BALANCE SHEET GRUPPO BANCA SELLA - STATO PATRIMONIALE - BALANCE SHEET VOCI DELL'ATTIVO - ASSETS 30/06/2007 31/12/2006 Variazione % - % Variation 10 Cassa e disponibilità liquide - Cash and available liquidity 76.435

Dettagli

APPENDICE B ESEMPIO DI REDAZIONE DI RENDICONTO FINANZIARIO

APPENDICE B ESEMPIO DI REDAZIONE DI RENDICONTO FINANZIARIO APPENDICE B ESEMPIO DI REDAZIONE DI RENDICONTO FINANZIARIO Si ipotizza che in un determinato esercizio lo stato patrimoniale comparativo sia il seguente: STATO PATRIMONIALE 200X+1 200X ATTIVITÀ Incrementi/

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 30/04/2015

ESERCITAZIONE DEL 30/04/2015 Equity Method ESERCITAZIONE DEL 30/04/2015 Il 1 gennaio n la Società Alfa acquista il 40% della Società Beta, per Euro 2.080 milioni. In seguito all acquisto, gli S.P. delle due Società s presentano come

Dettagli

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci Lo schema di rilevazione +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci +/- costi acquisto +/- costi acquisto/utilizzo + costi d utilizzo + ricavi della produzione +/- ricavi di vendita/produzione

Dettagli

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci Lo schema di rilevazione +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci +/- costi acquisto +/- costi acquisto/utilizzo + costi d utilizzo + ricavi della produzione +/- ricavi di vendita/produzione

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE OIC 12 - ESEMPIO

PRINCIPIO CONTABILE OIC 12 - ESEMPIO PRINCIPIO CONTABILE OIC 12 - ESEMPIO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA' n+1 n Δ Cassa e banche 250,00 100,00 150,00 Crediti verso clienti 500,00 400,00 100,00 Rimanenze 700,00 600,00 100,00 Risconti attivi 10,00

Dettagli

I costi pieni e il loro impiego

I costi pieni e il loro impiego Sistemi di Contollo di Gestione I costi pieni e il loro impiego SISTEMI DI CONTROLLO, 2^ edizione R. Anthony, D. Hawkins, D. Macrì, K. Merchant 1 Gli argomenti del capitolo Come si costruisce il costo

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni materiali Terreni e fabbricati Impianti e macchinario Attrezzature industriali e commerciali Altri beni (Mobili e macchine da ufficio - Macchine elettroniche Automezzi) Immobilizzazioni

Dettagli

6.1. Lo schema di conto economico a direct costing

6.1. Lo schema di conto economico a direct costing 6.1. Lo schema di conto economico a direct costing Ricavi Costo del venduto variabile Rimanenze iniziali di prodotti finiti (+) Costo dei beni prodotti (+) Rimanenze finali di prodotti finiti (-) Costi

Dettagli

Elementi esogeni Valori Elementi esogeni Valori. Variazioni quantità-fondo. Elementi endogeni Valori Elementi endogeni Valori

Elementi esogeni Valori Elementi esogeni Valori. Variazioni quantità-fondo. Elementi endogeni Valori Elementi endogeni Valori ANALISI PER FLUSSI Impieghi Fonti Elementi esogeni Valori Elementi esogeni Valori Area di gestione reddituale Area delle attività di investimento Area delle attività di finanziamento Area di gestione reddituale

Dettagli

Fast Track Navision - Development

Fast Track Navision - Development Fast Track Navision - Development Basic Tables Tipi di tabelle Type Brief Description Examples Master Supplemental Setup Register Subsidiary Ledger Journal Document contains information about the primary

Dettagli

Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1

Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1 Indice Prefazione Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XV XIX XXI Capitolo 1 La natura e lo scopo della contabilità 1 1.1 La necessità di informazioni 1 1.1.1 Le informazioni motorie operative

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 10 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 1

Azienda in America Modulo 4 Lezione 10 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

LEZIONE 12 IL BILANCIO DIESERCIZIO: FUNZIONAMENTO DEI CONTI. LE RIMANENZE E GLI AMMORTAMENTI

LEZIONE 12 IL BILANCIO DIESERCIZIO: FUNZIONAMENTO DEI CONTI. LE RIMANENZE E GLI AMMORTAMENTI LEZIONE 12 IL BILANCIO DIESERCIZIO: FUNZIONAMENTO DEI CONTI. LE RIMANENZE E GLI AMMORTAMENTI LA CONTABILITA AZIENDALE LA COSTITUZIONE LE SCRITTURE D ESERCIZIO LA CHIUSURA DEI CONTI: LE DETERMINAZIONE DEL

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 11 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 2

Azienda in America Modulo 4 Lezione 11 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Balance Sheet - Parte 2 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

1.1. Prisma S.p.A. (caso svolto)

1.1. Prisma S.p.A. (caso svolto) 1.1. Prisma S.p.A. (caso svolto) La situazione contabile della Prisma S.p.A. al 31 dicembre 25 è la seguente: STATO PATRIMONIALE Attività Passività e Netto Cassa Banca Crediti v/ clienti Effetti attivi

Dettagli

IAS 2 RIMANENZE Inventories

IAS 2 RIMANENZE Inventories IAS 2 RIMANENZE Inventories Donatella Busso 1 IAS 2 - RIMANENZE Nozione di rimanenze Ambito di applicazione Definizioni Valutazione Svalutazione 2 1. NOZIONE DI RIMANENZE Le rimanenze sono beni (IAS 2

Dettagli

GOOD OPERATING MARGINS AND CASH GENERATION IN FIRST HALF 2016 RESULTS

GOOD OPERATING MARGINS AND CASH GENERATION IN FIRST HALF 2016 RESULTS GOOD OPERATING MARGINS AND CASH GENERATION IN FIRST HALF 2016 RESULTS Cesena, 29 August 2016 The Board of Directors of TREVI - Finanziaria Industriale S.p.A., the holding company of the TREVI Group, one

Dettagli

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci Lo schema di rilevazione +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci +/- costi acquisto +/- costi acquisto/utilizzo + costi d utilizzo + ricavi della produzione +/- ricavi di vendita/produzione

Dettagli

Lezione 4: Introduzione all analisi di bilancio. Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri

Lezione 4: Introduzione all analisi di bilancio. Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Lezione 4: Introduzione all analisi di bilancio Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Documenti che formano il bilancio Civilisticamente il bilancio è composto da: Stato Patrimoniale Conto

Dettagli

VOTO SCRITTO VOTO FINALE

VOTO SCRITTO VOTO FINALE Università degli Studi di Macerata Corso di laurea Economia: banche, aziende e mercati (L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale) Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) 7.1.2016

Dettagli

IFRS Financial Ratios Indici IFRS. Dizionario Inglese / Italiano. www.cometis-publishing.de

IFRS Financial Ratios Indici IFRS. Dizionario Inglese / Italiano. www.cometis-publishing.de 100 IFRS Financial Ratios Indici IFRS Dizionario Inglese / Italiano Author s preface Dear readers, the financial markets have always been influenced by the Anglo-Saxon culture. As a consequence of an increasing

Dettagli

Lezione 13. Evoluzione della gestione. Quali sono i valori di riferimento? I valori delle operazioni in corso OPERAZIONI IN CORSO. Passività.

Lezione 13. Evoluzione della gestione. Quali sono i valori di riferimento? I valori delle operazioni in corso OPERAZIONI IN CORSO. Passività. Lezione 13 I valori delle operazioni in corso Evoluzione della gestione OPERAZIONI IN CORSO Attività Rimanenze di fattori - a fecondità semplice - a fecondità ripetuta Crediti 31 dicembre Debiti Passività

Dettagli

Alcuni richiami sul bilancio e la sua analisi Prof. Marco Mutinelli

Alcuni richiami sul bilancio e la sua analisi Prof. Marco Mutinelli Alcuni richiami sul bilancio e la sua analisi Prof. Marco Mutinelli 1 Introduzione al Bilancio Le aree dello Stato Patrimoniale Le Le attività attività (assets) sono sono risorse risorse economiche possedute

Dettagli

Ammortamento. Operazione contabile per la gestione di immobilizzazioni materiali di utilità pluriennale. F.Vassallo 1

Ammortamento. Operazione contabile per la gestione di immobilizzazioni materiali di utilità pluriennale. F.Vassallo 1 Ammortamento Operazione contabile per la gestione di immobilizzazioni materiali di utilità pluriennale F.Vassallo 1 Ratei e Risconti Operazioni contabili per la gestione dei disallineamenti tra esercizio

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI MODULO I Unità didattica 5: Framework IASC 5.3. Caratteristiche qualitative e descrizione degli elementi che costituiscono l informativa di bilancio Le caratteristiche

Dettagli

Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni consolidati pari a 71,4 milioni di Euro.

Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni consolidati pari a 71,4 milioni di Euro. COMUNICATO STAMPA Panariagroup Industrie Ceramiche S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009. Ricavi netti delle vendite e delle prestazioni consolidati

Dettagli

Provincia di Viterbo Assessorato Formazione Professionale e Politiche per il lavoro. Idee Giovani. Per le iniziative a sostegno dell imprenditorialità

Provincia di Viterbo Assessorato Formazione Professionale e Politiche per il lavoro. Idee Giovani. Per le iniziative a sostegno dell imprenditorialità Allegato 2 Provincia di Viterbo Assessorato Formazione Professionale e Politiche per il lavoro Idee Giovani Per le iniziative a sostegno dell imprenditorialità BUSINESS PLAN Denominazione Impresa: Data

Dettagli

Il Rendiconto finanziario di Cash Flow. Prof. Francesco Ranalli

Il Rendiconto finanziario di Cash Flow. Prof. Francesco Ranalli Il Rendiconto finanziario di Cash Flow Prof. Francesco Ranalli Regolamentazione IAS 7 Statment of Cash Flows FAS n. 95 - Statement of Cash Flows Codice Civile, artt. 2423 e 2423 ter; OIC n. 10 Rendiconto

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Mediobanca Conference

Mediobanca Conference Mediobanca Conference London September 15-16, 2008 2008 H1 - Highlights [change Vs. 2007 H1] y-1 exchange rate Quarto Sales: livello 1,525 M (-1.4%*) Operating income**: 89 M (+1.9%) Operating income:

Dettagli

LA NOZIONE di Riclassificazione

LA NOZIONE di Riclassificazione LA NOZIONE di Riclassificazione La riclassificazione è l operazione di predisposizione o ristrutturazione dei dati di bilancio per l analisi economico-finanziario-patrimoniale della gestione. C. Caramiello

Dettagli

ESERCIZIO 1 (Riclassificazione del Conto Economico)

ESERCIZIO 1 (Riclassificazione del Conto Economico) ESERCIZIO 1 (Riclassificazione del Conto Economico) Si riclassifichi il seguente conto economico: - a costi complessivi industriali del venduto - a costi complessivi variabili del venduto CONTO ECONOMICO

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata I (Valutazioni di Bilancio) LA VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE DI MAGAZZINO

Ragioneria Generale e Applicata I (Valutazioni di Bilancio) LA VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE DI MAGAZZINO LA VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE DI MAGAZZINO LA VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE DI MAGAZZINO Per la produzione di occhiali da sole, la neocostituita società Alfa S.p.A. utilizza due tipi di materie prime: plastica

Dettagli

Riclassificazione Stato Patrimoniale e Conto Economico

Riclassificazione Stato Patrimoniale e Conto Economico Riclassificazione Stato Patrimoniale e Conto Economico Sommario: Riclassificazione SP Finanziario L analisi della liquidità L analisi della solvibilità Riclassificazione SP di Pertinenza Gestionale Riclassificazione

Dettagli

Esercizio 2: Impresa individuale e prime operazioni di gestione senza IVA: Costituzione, ciclo passivo, ciclo attivo, operazioni di finanziamento

Esercizio 2: Impresa individuale e prime operazioni di gestione senza IVA: Costituzione, ciclo passivo, ciclo attivo, operazioni di finanziamento Esercizio 1: Alcune operazioni di gestione senza la rilevazione dell'iva Si rilevino le seguenti operazioni di gestione: 3/10 - emessa fattura di vendita di merci per. 20.000, regolamento differito; 31/10

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA D AZIENDA. LA LETTURA IN CHIAVE FINANZIARIA DEL BILANCIO.

INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA D AZIENDA. LA LETTURA IN CHIAVE FINANZIARIA DEL BILANCIO. INTRODUZIONE ALLA FINANZA. LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA D AZIENDA. LA LETTURA IN CHIAVE FINANZIARIA DEL BILANCIO. Lezione 1 Castellanza, 19 Settembre 2007 2 Summary Introduzione alla Il concetto di dinamica

Dettagli

Le componenti del costo del personale. L acquisto di un fattore produttivo particolare: il costo del personale

Le componenti del costo del personale. L acquisto di un fattore produttivo particolare: il costo del personale ARgroup 2010 ARgroup 2010 ARgroup 2010 www.fargroup.eu Corso di Laurea Triennale in: Economia Aziendale Corso di: Economia Aziendale (A-L) Il costo del personale Le rimanenze di magazzino Obiettivo della

Dettagli

Documenti di bilancio

Documenti di bilancio Risk and Accounting Documenti di bilancio Marco Venuti 2016 Agenda Il bilancio codicistico: struttura e schemi Il bilancio IAS/IFRS Situazione patrimoniale-finanziaria Conto economico complessivo Rendiconto

Dettagli

ANALISI FINANZIARIA CENNI. Riclassificazione del Conto Economico Riclassificazione dello Stato Patrimoniale Indici di bilancio Principi contabili

ANALISI FINANZIARIA CENNI. Riclassificazione del Conto Economico Riclassificazione dello Stato Patrimoniale Indici di bilancio Principi contabili ANALISI FINANZIARIA CENNI Riclassificazione del Conto Economico Riclassificazione dello Stato Patrimoniale Indici di bilancio Principi contabili 1 Premessa La IV direttiva CEE ha ARMONIZZATO (DL 127/91

Dettagli

Capitolo 18. Interazioni fra le decisioni d investimento e di finanziamento

Capitolo 18. Interazioni fra le decisioni d investimento e di finanziamento 18-1 Principi di finanza aziendale Capitolo 18 IV Edizione Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri Interazioni fra le decisioni d investimento e di finanziamento 18-2 Argomenti trattati Costo

Dettagli

Assestamento I F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI

Assestamento I F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI F. GIUNTA ECONOMIA AZIENDALE ESERCIZI Assestamento I Lo svolgimento dell esercizio richiede le seguenti conoscenze: vita utile; ammortamento a quote costanti; valore residuo del bene; rimanenze di materie

Dettagli

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) DATI DELLO STUDENTE

Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) DATI DELLO STUDENTE Nome: Cognome: Università degli Studi di Macerata Esame di Economia Aziendale (prof.ssa Antonella Paolini) 12.1.2017 DATI DELLO STUDENTE Matricola: Anno di corso: domanda 1 domanda 2 domanda 3 VOTO SCRITTO

Dettagli

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13

Economia Aziendale. Modelli e misure: il bilancio. Lezione 13 Economia Aziendale Modelli e misure: il bilancio Lezione 13 Capitale di funzionamento e risultato di periodo Prof. Paolo Di Marco Il patrimonio Insieme dei beni economici a disposizione di diritto e di

Dettagli

CAPITOLO 8 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI DI PRODUZIONE

CAPITOLO 8 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI DI PRODUZIONE CAPITOLO 8 L ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI DI PRODUZIONE Approach This chapter has a heavy technical content. It is probably desirable to proceed quite slowly with it, making sure that each variance

Dettagli

Comunicato stampa. CDP RETI: il Cda approva il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio di esercizio 2015

Comunicato stampa. CDP RETI: il Cda approva il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio di esercizio 2015 Comunicato stampa CDP RETI: il Cda approva il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio di esercizio 2015 Principali dati CDP RETI Attivo: 5.213 milioni di euro (+3,5%); Partecipazioni: 4.835 milioni

Dettagli

CAPITOLO 16 LE DECISIONI DI LUNGO TERMINE: GLI ELEMENTI NECESSARI ALLA VALUTAZIONE DI UN INVESTIMENTO

CAPITOLO 16 LE DECISIONI DI LUNGO TERMINE: GLI ELEMENTI NECESSARI ALLA VALUTAZIONE DI UN INVESTIMENTO CAPITOLO 16 LE DECISIONI DI LUNGO TERMINE: GLI ELEMENTI NECESSARI ALLA VALUTAZIONE DI UN INVESTIMENTO Approach Capital investment decisions are a special kind of alternative choice problem. They are analyzed

Dettagli

Capitolo 30. Gestione della liquidità. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri.

Capitolo 30. Gestione della liquidità. Principi di finanza aziendale. Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri. Principi di finanza aziendale Capitolo 30 IV Edizione Richard A. Brealey Stewart C. Myers Sandro Sandri Gestione della liquidità Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 30-2 Argomenti trattati

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 8 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Income Statement - Parte 1

Azienda in America Modulo 4 Lezione 8 Comprendere i bilanci (Financial Statements) Income Statement - Parte 1 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

Totale Crediti a Breve ,67% ,99% ,65% di cui: Crediti verso clienti a breve

Totale Crediti a Breve ,67% ,99% ,65% di cui: Crediti verso clienti a breve Bilanci Riclassificati Documento creato il 12:06. Copyright 2016 CRIBIS D&B S.r.l Dati identificativi dell'impresa Denominazione: AZIENDA FITTIZIA S..L Codice fiscale: 12345678901 CCIAA-REA: RM----71111

Dettagli

CORSO DI FINANZA AZIENDALE AVANZATA ANALISI E PIANIFICAZIONE ECONOMICA - FINANZIARIA. Riccardo Rapelli

CORSO DI FINANZA AZIENDALE AVANZATA ANALISI E PIANIFICAZIONE ECONOMICA - FINANZIARIA. Riccardo Rapelli CORSO DI FINANZA AZIENDALE AVANZATA ANALISI E PIANIFICAZIONE ECONOMICA - FINANZIARIA Riccardo Rapelli riccardo.rapelli@unibg.it Ufficio 116/B 1 IL BILANCIO Il bilancio d esercizio è un modello di rappresentazione

Dettagli

PROVINCIA DELLA SPEZIA

PROVINCIA DELLA SPEZIA A.T.O. 4 SPEZZINO presso PROVINCIA DELLA SPEZIA Medaglia d Oro al Valor Militare DELIBERAZIONE N. 5 del 11/12/06 OGGETTO: Servizio Idrico Integrato: finanziamento strutturato del piano investimenti di

Dettagli

Eni - Bilancio consolidato 2005: Confermato l utile record di 8,8 miliardi di euro e il dividendo di 1,10 euro per azione

Eni - Bilancio consolidato 2005: Confermato l utile record di 8,8 miliardi di euro e il dividendo di 1,10 euro per azione Società per Azioni Roma, Piazzale Enrico Mattei, 1 Capitale sociale euro 4.005.358.876 i. v. Registro Imprese di Roma, c. f. 00484960588 Tel. +39-0659821 Fax +39-0659822141 www.eni.it Eni - Bilancio consolidato

Dettagli

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci Lo schema di rilevazione +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci +/- costi acquisto +/- costi acquisto/utilizzo + costi d utilizzo + ricavi della produzione +/- ricavi di vendita/produzione

Dettagli

Prospetto del capitale

Prospetto del capitale Prospetto del reddito e del capitale (I anno) Prospetto del reddito (valore della produzione) Costi di apporto prodotti 100.000 Costo acquisto materie 50.000 (Rimanenze finali materie) (25.000) Costo lavoro

Dettagli

Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario

Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario di Sebastiana Chiaramida docente di Economia aziendale Classe ª Strumenti 8 SETTEMBRE/OTTOBRE 2006 Analisi dei flussi di capitale circolante netto e dei flussi di cassa: rendiconto finanziario Gli Stati

Dettagli

Beni Stabili: il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008

Beni Stabili: il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Beni Stabili: il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Reddito Operativo 44,2 milioni di euro (42,7 milioni di euro 1 Q 2007) Risultato netto di Gruppo 5,9 milioni di euro (7,3 milioni di euro nel 1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA - Gran Ducato del Lussemburgo, 25 maggio IVS Group S.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017.

COMUNICATO STAMPA - Gran Ducato del Lussemburgo, 25 maggio IVS Group S.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017. COMUNICATO STAMPA - Gran Ducato del Lussemburgo, 25 maggio 2017 IVS Group S.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2017 Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A. (Milano: IVS.MI), riunitosi

Dettagli

Metodologie e tecniche per misurare gli effetti di un progetto lean: Exploring Lean Potential.

Metodologie e tecniche per misurare gli effetti di un progetto lean: Exploring Lean Potential. Convegno «Come misurare il valore del Lean» Associazione Meccanica Bologna, 12 ottobre 2013 Metodologie e tecniche per misurare gli effetti di un progetto lean: Exploring Lean Potential. Franco Visani

Dettagli

Impairment test CGU (40%)

Impairment test CGU (40%) Impairment test CGU (40%) 1. VALORI DELLA CGU E CALCOLO DELL AVVIAMENTO CGU EURO Valore contabile netto attività e passività acquisite (A) 207.206 Rettifiche per calcolare il FV di attività e passività

Dettagli

L ANALISI DEI MARGINI E DEGLI INDICI DI BILANCIO

L ANALISI DEI MARGINI E DEGLI INDICI DI BILANCIO L ANALISI DEI MARGINI E DEGLI INDICI DI BILANCIO Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale Economia aziendale, bilancio, business plan Anno accademico 2016/2017 Prof. Antonio Staffa Prof. Mario Venezia

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0482-21-2015

Informazione Regolamentata n. 0482-21-2015 Informazione Regolamentata n. 0482-21-2015 Data/Ora Ricezione 31 Luglio 2015 11:56:05 MTA - Star Societa' : REPLY Identificativo Informazione Regolamentata : 61567 Nome utilizzatore : REPLYNSS01 - LODIGIANI

Dettagli

FINANZA AZIENDALE. Lezione n. 2

FINANZA AZIENDALE. Lezione n. 2 FINANZA AZIENDALE Lezione n. 2 Dalla contabilità alla finanza aziendale 1 SCOPO DELLA LEZIONE Illustrare come le modalità di gestione dell impresa abbiano impatto diretto sul fabbisogno di risorse finanziarie

Dettagli

FACING SMEs FROM THE MEDITERRANEAN PERSPECTIVE. REGULATION OVER SMEs DISCUSSION GROUPS MARCELLO POLLIO ITALY

FACING SMEs FROM THE MEDITERRANEAN PERSPECTIVE. REGULATION OVER SMEs DISCUSSION GROUPS MARCELLO POLLIO ITALY CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI FACING SMEs FROM THE MEDITERRANEAN PERSPECTIVE REGULATION OVER SMEs DISCUSSION GROUPS MARCELLO POLLIO ITALY CAIRO, SEPTEMBER 25th 2005. 1 IN ITALY

Dettagli

CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari

CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari CONTROLLO E SVILUPPO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE Prof. Luca Fornaciari Esercizi sul budget Riferimenti bibliografici: Soluzioni relative al capitolo 9 sono reperibili sul seguente sito del libro nella

Dettagli

Azienda in America Modulo 4 Lezione 3 Le parole chiave del business negli USA parte 3

Azienda in America Modulo 4 Lezione 3 Le parole chiave del business negli USA parte 3 Tutti i documenti digitali di questo corso (PDF, MP3, QuickTime, MPEG, eccetera) sono firmati con firma digitale e marcatura temporale ufficiali e sono di proprietà dell'autore. Qualsiasi tentativo di

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATORI SINDACI E DIRIGENTI D AZIENDA (D&O) QUESTIONARIO PROPOSTA Avviso Importante Vi preghiamo di leggere

Dettagli

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci

Lo schema di rilevazione. +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci Lo schema di rilevazione +/- fattori produttivi +/- prodotti/servizi +/- merci +/- costi acquisto +/- costi acquisto/utilizzo + costi d utilizzo + ricavi della produzione +/- ricavi di vendita/produzione

Dettagli

Working capital e gestione del cash flow

Working capital e gestione del cash flow Working capital e gestione del cash flow Milano 12 Maggio 2010 Mario Quartarone Senior Solutions Specialist FPM mario.quartarone@it.ibm.com 2008 IBM Corporation Agenda Il working capital: una nuova variabile

Dettagli

TECLA - FONDO UFFICI

TECLA - FONDO UFFICI PRESS RELEASE TECLA - FONDO UFFICI PRELIOS SGR APPROVES ANNUAL REPORT AT 31 DECEMBER 2014 TOTAL NAV OF 164.8 MLN/, NET OF REIMBURSEMENT MADE IN DECEMBER 2014 FOR 8 MLN/ NAV PER UNIT: 254.9 EURO AVERAGE

Dettagli

Line of credit.: C 35 M Foundation.: 2000 Sharehoders Equity: 447 M Payments.: pending Empl.: 9 Trend.: in reorganization Turnover: 4,5 MM Mod.: RD/RB HISTORY: Joint-stock company estabilished on 06/10/2000,

Dettagli

Parte Organizzazione d Impresa

Parte Organizzazione d Impresa NOME COGNOME MATRICOLA Impianti Industriali e Organizzazione d Impresa Allievi Energetici L- Z - Proff. Federico Frattini e Giovanni Miragliotta Appello del 11 Settembre 2012 Parte Organizzazione d Impresa

Dettagli

Stezzano, 29 Luglio Risultati 1H 2011 Conference call con gli analisti

Stezzano, 29 Luglio Risultati 1H 2011 Conference call con gli analisti Stezzano, 29 Luglio 2011 Risultati 1H 2011 Conference call con gli analisti Risultati del 1 semestre 2011 Sintesi del Conto Economico Consolidato Milioni di 1H 11 % sales 1H 10 % sales % 11/10 Ricavi 632,7

Dettagli

U.I.A. Business in critical difficulty and the restructuring of bank debts

U.I.A. Business in critical difficulty and the restructuring of bank debts U.I.A. Business in critical difficulty and the restructuring of bank debts Verona, January 25th / 26th 2013 Negoziazione dei covenant finanziari negli accordi di ristrutturazione del debito bancario Marco

Dettagli