CIRSPE, Via De Gigli d Oro, Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, Bari, Italia.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRSPE, Via De Gigli d Oro, Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, Bari, Italia."

Transcript

1 Biol. Mar. Medit. (22), (2): M. Imperatrice, R. Carlucci, L. Sion, G. D Onghia CIRSPE, Via De Gigli d Oro, 86 Roma, Italia. Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, 4-7 Bari, Italia. ESPERIMENTI DI SELETTIVITA DELLA RETE A STRASCICO RELA- TIVI ALLA PESCA DI ARISTEUS ANTENNATUS ED ARISTAEOMORPHA FOLIACEA NELLA MARINERIA DI GALLIPOLI (MAR IONIO) SELECTIVITY EXPERIMENTS OF THE BOTTOM TRAWL NET USED IN THE FISHERY OF ARISTEUS ANTENNATUS AND ARISTAEOMORPHA FOLIA- CEA IN THE GALLIPOLI AREA (IONIAN SEA) Abstract An experimental survey on the selectivity of the bottom trawl net used in the fishing of Aristeus antennatus and Aristaeomorpha foliacea (Crustacea: Decapoda) was carried out during June-July 2 and 2 in the Ionian Sea. The selectivity of the 4, and 6 mm mesh size (stretched) codend was tested using the covered codend method. The 4 mm mesh was not selective for the sampled population. The size of first capture (L ) for the mm mesh was.4 mm and 6.2 mm for A. antennatus and A. foliacea, respectively. The L for the 6 mm mesh was 23.6 mm for the former and.2 mm for the latter. Key-words: selectivity, bottom trawl, red shrimps, Ionian Sea. Introduzione Aristeus antennatus e Aristaeomorpha foliacea rappresentano importanti risorse della pesca a strascico sui fondi di scarpata del Mediterraneo. Uno strumento per la gestione di tali risorse consiste nell adozione di un appropriata maglia della rete nel sacco, tale da evitare la cattura di individui di piccole dimensioni che, oltre a non essersi ancora riprodotti, hanno un basso valore commerciale. Sebbene la stima della selettività della rete a strascico rappresenti un aspetto fondamentale nella gestione delle risorse demersali, le esperienze realizzate nei mari italiani riguardanti i crostacei decapodi batiali sono ancora piuttosto limitate (D Onghia et al., 8 a; Ragonese et al., 2, 22). Nel presente lavoro si riportano i risultati sulla valutazione della selettività della rete a strascico nella pesca di A. antennatus e A. foliacea nel Compartimento Marittimo di Gallipoli (Ionio Settentrionale). Materiali e metodi Nei periodi di giugno-luglio 2 e giugno-luglio 2 sono state realizzate, nella marineria di Gallipoli, 36 cale di pesca a strascico durante le quali è stata sperimentata la selettività di una rete con maglie al sacco di differenti dimensioni (maglia stirata al sacco di 4, e 6 mm). E stato utilizzato un motopeschereccio tipico della marineria, di stazza lorda, t e potenza motore 62 kw, con cui sono state realizzate, dall alba al tramonto, cale di pesca commerciale della durata di 3 ore. In particolare, sono state realizzate 8 cale con la maglia stirata al sacco di 4 mm (misura prevista dalla vigente normativa), 4 cale con la maglia di mm e 4 cale quella di 6 mm. Tutte le cale sono state realizzate sui fondi di scarpata tra 4 e 7 m.

2 844 M. Imperatrice, R. Carlucci, L. Sion, G. D'Onghia Le informazioni sulla selettività della rete a strascico sono state acquisite attraverso il metodo del covered-codend (Sparre e Venema, 8) utilizzando un idoneo coprisacco, con maglia stirata di 2 mm. La cattura di A. antennatus e A. foliacea realizzata nel sacco e nel coprisacco, è stata analizzata per ciascuna maglia in termini di peso (kg/h), numero di individui (N/h) e taglia. Per il confronto dei dati di cattura è stato utilizzato il test non parametrico di Mann-Whitney. E stata misurata la lunghezza del carapace (LC) in mm e sono state elaborate le distribuzioni di taglia. Per la stima dei parametri di selettività, range di selezione (L 7 L ), taglia di prima cattura (L ) e fattore di selezione (FS) è stato utilizzato il modello logistico riportato in Sparre e Venema (8) e il modello asimmetrico proposto in Sardà et al. (6), applicati entrambi ai dati complessivamente raccolti durante l intero periodo della ricerca. Risultati Aristeus antennatus I rendimenti orari del gambero viola registrati con la maglia da 4 mm oscillavano tra 2 e,67 kg/h ( ± kg/h in media) e tra 7 e N/h ( ± 3 N/h in media). Il sacco con la maglia da mm ha fornito valori compresi tra 7 e,87 kg/h (4 ± kg/h in media) e tra 2 e N/h (27 ± N/h in media). I rendimenti registrati con la maglia da 6 mm erano compresi tra 2 e 2, kg/h (7 ± kg/h in media) e tra e 7 N/h (24 ± 8 N/h in media). Le differenze osservate nei dati di cattura, sia in peso sia in numero, non sono risultate statisticamente significative (p > ). In generale, le distribuzioni di taglia elaborate con tutti gli esemplari catturati e per le tre maglie sono risultate sovrapponibili in un intervallo compreso tra 2 e 62 mm LC (Fig. ). La maglia da 4 mm è risultata non selettiva per la popolazione campionata nell area di studio. Soltanto alcuni esemplari (3 del totale) sono stati rinvenuti nel cover montato sul sacco con maglia di mm. La rete con maglia da 6 mm è risultata più selettiva, consentendo, infatti, il passaggio nel cover di 363 esemplari (8 del totale). La lunghezza di prima cattura stimata per la rete da mm è stata,4 mm LC, con un range di selezione di 3,6 mm ed un FS pari a. Considerando la rete di 6 mm, la L è risultata pari a 23,6 mm LC con un range di selezione di,7 mm ed un FS ancora di. Applicando il modello asimmetrico la lunghezza di prima cattura è risultata 6, e,8 mm LC rispettivamente per la maglia da e 6 mm. Aristaeomorpha foliacea I rendimenti orari del gambero rosso osservati nel sacco con maglia da 4 mm oscillavano tra 2 e 2,3 kg/h ( ± 3 kg/h in media) e tra 2 e 387 N/h ( ± 22 N/h in media). Il sacco con la maglia da mm ha fornito valori compresi tra 7 e,67 kg/h (7 ± 2 kg/h in media) e tra 2 e 44 N/h (8 ± 42 N/h in media). I rendimenti registrati con la maglia da 6 mm erano compresi tra 7 e 2, kg/h ( ± 2 kg/h in media) e tra 6 e 23 N/h (6 ± 3 N/h in media). Le differenze osservate nei dati di cattura ottenuti con le tre maglie non sono risultate statisticamente significative (p > ).

3 Esperimenti di selettività della rete a strascico per i gamberi rossi (Mar Ionio) 84 Sacco 4 mm Totale N. = 84 coprisacco = sacco = Sacco mm Totale N. = 27 coprisacco = 3 sacco =2, L =,6 mm L =,4 mm L 7 =,2 mm FS = ± 6 r= 8 r 2 = 8, L = 4, mm L = 6,6 mm L 7 = 2 mm FS = 3 ± 4 r = 7; r 2 = Sacco 6 mm Totale N. = 86 coprisacco = 363 sacco = , L = 8,8 mm L = 23,6 mm L 7 = 28, mm FS = ± 7 r= 7 r 2 = 4, L =, mm L =, mm L 7 = 26,7 mm FS = ± r = ; r 2 = Lunghezza carapace (mm) Fig.. - Distribuzioni lunghezza-frequenza degli esemplari di Aristeus antennatus catturati nel sacco e nel coprisacco, con la maglia stirata al sacco di 4, e 6 Fig. - Distribuzioni lunghezza-frequenza degli esemplari di Aristeus antennatus catturati nel sacco e nel coprisacco, con la maglia stirata al sacco di 4, e 6 mm e curve di selettività. Length-frequency distributions in the codend and cover, of Aristeus antennatus specimens caught with 4, and 6 mm stretched mesh size and selectivity curves. Nella popolazione campionata, le taglie erano comprese tra 2 e 6 mm LC (Fig. 2). La rete con maglia al sacco di 4 mm ha consentito il passaggio nel cover soltanto a 6 individui molto piccoli (< 28 mm LC). Con la maglia da mm si è osservato un lieve incremento del numero di esemplari nel cover (3,4 del totale). La configurazione della rete con la maglia stirata al sacco di 6 mm è risultata evidentemente più selettiva, consentendo, infatti, a 62 esemplari (27, del totale) di passare nel cover. Il modello logistico applicato agli esemplari catturati con la rete di mm ha fornito un valore di L pari a 6,2 mm LC con un range di selezione di 6,3 mm ed un FS pari a 2. La taglia di prima cattura calcolata per la rete di 6 mm, è risultata invece pari a,2 mm LC con un range di selezione di mm ed un FS di. La taglia di prima cattura calcolata applicando il modello asimmetrico è risultata pari a,2 e 2, mm LC per la maglia da e 6 mm, rispettivamente.

4 846 M. Imperatrice, R. Carlucci, L. Sion, G. D'Onghia 3 2 Totale N. = 288 coprisacco = 6 sacco = 286 Sacco 4 mm Sacco mm 3 2 Totale N. = 2488 coprisacco = 8 sacco = 243, L =, mm L = 6,2 mm L 7 =,4 mm FS = 2 ± 3 r= 8 r 2 = 6, Sacco 6 mm 3 Totale N. = coprisacco = 62 sacco = , L =,8 mm L =,2 mm L 7 = 26, mm FS = ± 7 r= 6 r 2 = L = 4, mm L =,2 mm L 7 =,4 mm FS = ± 2 r = 8; r 2 = 7, L =,3 mm L = 2, mm L 7 = 26, mm FS = 4 ± 8 r = ; r 2 = Lunghezza carapace (mm) Fig Distribuzioni lunghezza-frequenza degli esemplari di Aristaeomorpha foliacea catturati nel sacco e nel coprisacco, con la maglia stirata al sacco di 4, e 6 mm e curve di selettività. Fig. 2 - Distribuzioni lunghezza-frequenza degli esemplari di Aristaeomorpha foliacea catturati nel sacco e nel coprisacco, con la maglia stirata al sacco di 4, e 6 mm e curve di selettività. Length-frequency distributions in the codend and cover, of Aristaeomorpha foliacea specimens caught with 4, and 6 mm stretched mesh size and selectivity curves. Conclusioni I risultati ottenuti in questa ricerca concordano con quanto riportato in studi analoghi condotti in altri distretti marittimi. In particolare, come già osservato nel Canale di Sicilia (Ragonese et al., 22) e nello Ionio lungo le coste calabre (D Onghia et al., 8a), la rete con maglia di 4 mm, sebbene regolamentare, non è selettiva per i gamberi rossi. Per entrambe le specie è stato osservato un reclutamento di tipo discreto che inizierebbe in primavera (D Onghia et al.,, 8b). Anche se gli individui molto piccoli sono stati catturati in quantità trascurabili, i valori di L ottenuti con le maglie di e 6 mm nella marineria di Gallipoli, sono comparabili con quelli riscontrati lungo le coste calabre (D Onghia et al., 8a) e nel Canale di Sicilia (Ragonese et al., 22). Per entrambe le specie il modello sigmoide, applicato alla maglia da e 6 mm, fornisce valori di L superiori rispetto a quello asimmetrico e una migliore interpolazione dei dati.

5 Esperimenti di selettività della rete a strascico per i gamberi rossi (Mar Ionio) 847 A. foliacea viene catturata con taglie più piccole di A. antennatus e per entrambe le specie la taglia di prima cattura risulta sempre inferiore alla taglia di prima maturità sessuale (Carlucci et al., 23a). Tale differenza risulta più elevata in A. foliacea che in A. antennatus, indicando un maggiore potenziale impatto della rete a strascico sullo stock del gambero rosso rispetto a quello del gambero viola, soprattutto perché la frazione parentale dello stock del primo risulta essere piuttosto esigua. Considerando che nella marineria di Gallipoli i due gamberi possono rappresentare fino al in peso della cattura totale e contribuire in maniera preponderante al valore economico del pescato (Carlucci et al., 23b), appare evidente la necessità dell adozione di misure miranti alla razionalizzazione dell attività di prelievo, tra le quali soprattutto la regolamentazione della dimensione della maglia della rete nel sacco, al fine di evitare la cattura di individui di piccole dimensioni che non si sono ancora riprodotti. Bibliografia CARLUCCI R., MAIORANO P., CAPEZZUTO F., IMPERATRICE M. (23a) - Osservazioni sulla riproduzione di Aristeus antennatus e Aristaeomorpha foliacea (Crustacea, Decapoda) nel compartimento marittimo di Gallipoli (Mar Ionio). Biol. Mar. Medit., (2): -2. CARLUCCI R., PANZA M., COSTANTINO G., D ONGHIA G. (23b) - Osservazioni sullo sbarcato dei gamberi rossi (Aristeus antennatus ed Aristaeomorpha foliacea) nella marineria di Gallipoli (Mar Ionio). Biol. Mar. Medit., (2): D ONGHIA G., MAIORANO P., MATARRESE A., TURSI A. (8b) - Distribution, biology and population dynamics of Aristaeomorpha foliacea (Risso, 827) (Crustacea, Decapoda) from the north-western Ionian Sea (Mediterranean Sea). Crustaceana, 7, : D ONGHIA G., MASTROTOTARO F., MAIORANO P., BASANISI M. (8a) - Selettività della rete a strascico utilizzata sui fondi di scarpata (-7 m) dello Ionio (Mediterraneo Centrale). Biol. Mar. Medit., (2): D ONGHIA G., MATARRESE P., MAIORANO P., PANZA M. () - Recruitment pattern of Aristeus antennatus (Risso, 86) (Decapoda: Aristaeidae) from the North-Western Ionian Sea. Biol. Mar. Medit., 4 (): RAGONESE S., BIANCHINI M., DI STEFANO L. (22) - Trawl cod-end selectivity for deepwater red shrimp (Aristaeomorpha foliacea, Risso, 827) in the Strait of Sicily (Mediterranean Sea). Fish. Res., 7 (2): -44. RAGONESE S., ZAGRA M., DI STEFANO L., BIANCHINI M.L. (2) - Effect of codend mesh size on the performance of the deep-water bottom trawl used in the red shrimp fishery in the Strait of Sicily (Mediterranean Sea). Hydrobiolgia, 4: 27-. SARDA F., CONAN G.Y., FUSTE X. (3) - Selectivity of Norway lobster Nephrops norvegicus (L.) in the northwestern Mediterranean. Sci. Mar., 7 (2-3): SPARRE P., VENEMA S.C. (8) - Introduction to tropical fish stock assessment. Part. - Manual. FAO Fish. Tech. Pap., 36. (Rev. 2): 47 pp.

Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp

Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp Naturalista sicil., S. IV, XXXII (1-2), 2008, pp. 221-240 MARCO ARCULEO ANALISI DEI DATI DI SBARCO DEL GAMBERO VIOLA, ARISTEUS ANTENNATUS (Crustacea Aristeidae) IN DUE MARINERIE DELLA SICILIA NORD OCCIDENTALE

Dettagli

BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) NEL MAR LIGURE MERIDIONALE

BATHYPOLYPUS SPONSALIS (CEPHALOPODA, OCTOPODA) NEL MAR LIGURE MERIDIONALE Biol. Mar. Medit. (2005), 12 (1): 509-513 A.R.P.A.T., Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana, R.I.B.M. Risorse Ittiche e Biodiversità Marina, Via Marradi, 114-57126 Livorno, Italia.

Dettagli

IV 2007 NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE. Caratteristiche tecniche della flotta

IV 2007 NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE. Caratteristiche tecniche della flotta NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE IV 2007 Caratteristiche tecniche della flotta Le imbarcazioni censite nei Compartimenti Marittimi pugliesi nel 2007 sono 1.704, la stazza complessiva ammonta

Dettagli

CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY ST.-HILAIRE, 1809) NEL MAR IONIO: UN ULTERIORE ELEMENTO PER INDIVIDUARE UNA POSSIBILE ZTB?

CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY ST.-HILAIRE, 1809) NEL MAR IONIO: UN ULTERIORE ELEMENTO PER INDIVIDUARE UNA POSSIBILE ZTB? Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 831-835 Dipartimento di Zoologia, Università di Bari, Via Orabona, 4-70125 Bari, Italia. r.carlucci@biologia.uniba.it CATTURE RICORRENTI DI EPINEPHELUS AENEUS (GEOFFROY

Dettagli

ALLEGATI PELAGICI SICILIA

ALLEGATI PELAGICI SICILIA ALLEGATI PELAGICI SICILIA A.1 Stato delle risorse piccoli pelagici nella GSA 16 ALICE ENGRAULIS ENCRASICOLUS Abbondanza in mare Figura A.1.1 Stime di biomassa della popolazione di acciuga al largo della

Dettagli

Lo stato delle risorse demersali nello Ionio Settentrionale. Roberto Carlucci - Dipartimento di Biologia

Lo stato delle risorse demersali nello Ionio Settentrionale. Roberto Carlucci - Dipartimento di Biologia Lo stato delle risorse demersali nello Ionio Settentrionale Roberto Carlucci - Dipartimento di Biologia Siamo tutti un po' allenatori di calcio, cuochi, medici, psicologi,... e perché no anche esperti

Dettagli

Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp

Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp Naturalista sicil., S. IV, XXXIII (3-4), 2009, pp. 253-266 MARCO ARCULEO DATI DI SBARCO E BIOLOGIA DEL GAMBERO ROSA PARAPENAEUS LONGIROSTRIS (LUCAS, 1846) (Crustacea Penaeidae) NELLA SICILIA NORD OCCIDENTALE

Dettagli

From Sicily with love IL MARE DI SICILIA DENTRO UN CATALOGO

From Sicily with love IL MARE DI SICILIA DENTRO UN CATALOGO Don Gambero o From Sicily with love IL MARE DI SICILIA DENTRO UN CATALOGO PARTIAMO DA QUI PARTIAMO DAL GAMBERO ROSSO DI SICILIA. DA UNA STORIA CHE GIÀ ESISTEVA, DA UNA STRADA CHE SI CONOSCE, MA CHE VOGLIAMO

Dettagli

Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO

Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Istituto per l Ambiente Marino Costiero (IAMC) MAZARA DEL VALLO Via Luigi Vaccara, 61 9126 MAZARA DEL VALLO (TP) Italia Tel.: Segreteria +39 923 948966/934116 - Direzione

Dettagli

Modulo: Campionamento biologico variabili relative al metier. 1 Esecuzione dell attività: risultati e scostamenti rispetto a quanto previsto dal PN

Modulo: Campionamento biologico variabili relative al metier. 1 Esecuzione dell attività: risultati e scostamenti rispetto a quanto previsto dal PN Modulo: Campionamento biologico variabili relative al metier 1 Esecuzione dell attività: risultati e scostamenti rispetto a quanto previsto dal PN I campionamenti per il 2011 nella GSA 11 hanno coinvolto

Dettagli

Gianfranco D Onghia CV (Italiano) Gianfranco D Onghia CV (English)

Gianfranco D Onghia CV (Italiano) Gianfranco D Onghia CV (English) Gianfranco D Onghia CV (Italiano) Gianfranco D Onghia è professore associato in Ecologia ed insegna Ecologia (LT Scienze Biologiche), Ecologia marina (LM Biologia Ambientale) ed Ecologia marina e Protezione

Dettagli

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 L attività svolta sul territorio e lungo la filiera nell anno 2015 ha permesso di rilevare diverse situazioni di illegalità, riassunte nello schema seguente: LUOGO Controlli

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE CROSTACEI E MOLLUSCHI CEFALOPODI Adottato dalla Deputazione Nazionale con delibera n 11 del 18 ottobre 2011

REGOLAMENTO SPECIALE CROSTACEI E MOLLUSCHI CEFALOPODI Adottato dalla Deputazione Nazionale con delibera n 11 del 18 ottobre 2011 REGOLAMENTO SPECIALE CROSTACEI E MOLLUSCHI CEFALOPODI Adottato dalla Deputazione Nazionale con delibera n 11 del 18 ottobre 2011 COMITATO DI FILIERA DEI CROSTACEI E MOLLUSCHI CEFALOPODI SEDE: CAMERA DI

Dettagli

INDAGINI PRELIMINARI MEDIANTE G.I.S. DELL ATTIVITÀ DI PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA DELLE ISOLE EGADI

INDAGINI PRELIMINARI MEDIANTE G.I.S. DELL ATTIVITÀ DI PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA DELLE ISOLE EGADI Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 680-684 Istituto per l Ambiente Marino Costiero, Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC-CNR) Via L. Vaccara, 61-91026 Mazara del Vallo (TP), Italia. annamariabeltrano@hotmail.com

Dettagli

La gestione della pesca nel Mar Mediterraneano e nel Mar Nero Miguel Bernal, GFCM Secretariat

La gestione della pesca nel Mar Mediterraneano e nel Mar Nero Miguel Bernal, GFCM Secretariat General Fisheries Commission for the Mediterranean Commission générale des pêches pour la Méditerranée L Economia del mare per lo sviluppo del Paese Sicurezza, tutela e valorizzazione della risorsa mare

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. TURSI ANGELO VIALE BORSELLINO E FALCONE 10, Bari, Italia ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. TURSI ANGELO VIALE BORSELLINO E FALCONE 10, Bari, Italia ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo TURSI ANGELO VIALE BORSELLINO E FALCONE 10, 70125 Bari, Italia Telefono/Fax +39 080 5443350 E-mail angelo.tursi@uniba.it Nazionalità

Dettagli

Specializzazione in Biochimica Marina e Biotecnologie Applicate alla Pesca e all Acquacoltura

Specializzazione in Biochimica Marina e Biotecnologie Applicate alla Pesca e all Acquacoltura CV di Roberto Carlucci: pagina 1 di 23 FORMATO EUROPEO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo CARLUCCI ROBERTO PIAZZALE DANTE ALIGHIERI 5, Taranto (CAP 74121), Italia Telefono +39-080-5443350;

Dettagli

EFFETTI DELLA PROTEZIONE SULL ARAGOSTA COMUNE (PALINURUS ELEPHAS FABRICIUS, 1787) NELLA RISERVA MARINA DELLE ISOLE EGADI

EFFETTI DELLA PROTEZIONE SULL ARAGOSTA COMUNE (PALINURUS ELEPHAS FABRICIUS, 1787) NELLA RISERVA MARINA DELLE ISOLE EGADI Biol. Mar. Medit. (2005), 12 (1): 404-409 M. Gristina, F. Fiorentino, G. Garofalo, M. Gagliano*, G. Morizzo, S. Cusumano CNR-IAMC, Sezione di Mazara del Vallo, Via Luigi Vaccara, 61-91026 Mazara del Vallo

Dettagli

TURSI ANGELO. Attuale posizione ricoperta PROFESSORE ORDINARIO DI ECOLOGIA Altre funzioni attualmente ricoperte

TURSI ANGELO. Attuale posizione ricoperta PROFESSORE ORDINARIO DI ECOLOGIA Altre funzioni attualmente ricoperte Il sottoscritto PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO Cognome e Nome TUR ANGELO Nato/a a TARANTO Il 7-3-1951 Codice fiscale TRSNGL51C07L049Z Attuale posizione ricoperta

Dettagli

L ambiente batiale in Mediterraneo: osservazioni sulla distribuzione, diversità e biologia della megafauna

L ambiente batiale in Mediterraneo: osservazioni sulla distribuzione, diversità e biologia della megafauna L ambiente batiale in Mediterraneo: osservazioni sulla distribuzione, diversità e biologia della megafauna Gianfranco D Onghia, Porzia Maiorano, Letizia Sion, Francesco Mastrototaro, Angelo Tursi Dipartimento

Dettagli

Selettività di una rete a strascico con sacchi armati a losanga ed a maglia quadrata

Selettività di una rete a strascico con sacchi armati a losanga ed a maglia quadrata Selettività di una rete a strascico con sacchi armati a losanga ed a maglia quadrata Mario Ferretti, Antonello Sala, Corrado Piccinetti, Nicola Ungaro, 2005. Rapporto finale Ministero delle Politiche Agricole,

Dettagli

Giuseppe Scordella e Febo Lumare

Giuseppe Scordella e Febo Lumare in alcune aree della costa adriatica. Lecce, 6 marzo : 9 pp. STATO DELLE POPOLAZIONI DI Penaeus (Melicertus) kerathurus: VALUTAZIONE DELLO SFORZO DI PESCA E DELLA PRODUTTIVITÀ NELLE AREE DI TERMOLI (CB),

Dettagli

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Che cosa si intende per pesca accessoria/accidentale di tonno rosso e qual è il limite? Si intende

Dettagli

Ipotesi di un piano gestione della ZTB FOSSA di POMO

Ipotesi di un piano gestione della ZTB FOSSA di POMO Ipotesi di un piano gestione della ZTB FOSSA di POMO P REMESSE SULLA Z ONA DI TUTELA BIOLOGICA FOSSA DI P OMO 1. Nelle acque dell Adriatico centrale è stata istituita una Zona di tutela biologica denominata

Dettagli

OSSERVAZIONI SULLA PICCOLA PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA CAPO RIZZUTO

OSSERVAZIONI SULLA PICCOLA PESCA NELL AREA MARINA PROTETTA CAPO RIZZUTO Biol. Mar. Medit. (2004), 11 (2): 60-64 Area Marina Protetta Capo Rizzuto, Ente Gestore Provincia di Crotone Piazza Uccialì, Fraz. Le Castella 88841 Isola di Capo Rizzuto, Crotone, Italia. OSSERVAZIONI

Dettagli

PRIMA SEGNALAZIONE DEL GRANCHIO PERCNON GIBBESI (MILNE H. EDWARDS, 1853) NELLA CALABRIA IONICA

PRIMA SEGNALAZIONE DEL GRANCHIO PERCNON GIBBESI (MILNE H. EDWARDS, 1853) NELLA CALABRIA IONICA IMMA FACCIA 1, CARLO NIKE BIANCHI 2 1 Via dei Bruzi, 23-75100, Matera 2 Dipartimento per lo studio del Territorio e delle sue Risorse, Università di Genova, Corso Europa, 26-16132 Genova PRIMA SEGNALAZIONE

Dettagli

Info Mese Aprile Contratto Repertorio NOTA MENSILE APRILE 2011

Info Mese Aprile Contratto Repertorio NOTA MENSILE APRILE 2011 Info Mese Aprile Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio Monitoraggio

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo TURSI ANGELO VIALE BORSELLINO E FALCONE 10, 70125 Bari, Italia Telefono/Fax 39 080 5443350 E-mail

Dettagli

Curriculum Vitae. Porzia Maiorano. Piazza Garibaldi BARI Nazionalità Italiana

Curriculum Vitae. Porzia Maiorano. Piazza Garibaldi BARI Nazionalità Italiana Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Porzia Maiorano Piazza Garibaldi 6 70122 BARI +39 080 5442495 porzia.maiorano@uniba.it Nazionalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 2015 ad oggi principali

Dettagli

DECRETO N. 2008/DecA/40 DEL

DECRETO N. 2008/DecA/40 DEL DECRETO N. 2008/DecA/40 Oggetto: Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque prospicienti il territorio della Sardegna: arresto temporaneo per le unità abilitate ai sistemi

Dettagli

1/55. Statistica descrittiva

1/55. Statistica descrittiva 1/55 Statistica descrittiva Organizzare e rappresentare i dati I dati vanno raccolti, analizzati ed elaborati con le tecniche appropriate (organizzazione dei dati). I dati vanno poi interpretati e valutati

Dettagli

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch

Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch 30 giugno 2015 Roma, Italia Gli ami circolari per la riduzione del Bycatch Sergio Bizzarri AGCI Agrital introduzione Nel Mediterraneo la sperimentazione degli ami circolari è iniziata nel 2005 nell ambito

Dettagli

ASPETTI RIPRODUTTIVI DEL GAMBERO PENEIDE MELICERTUS KERATHURUS (DECAPODA, PENAEIDAE) IL CASO DI STUDIO DELL ADRIATICO MERIDIONALE

ASPETTI RIPRODUTTIVI DEL GAMBERO PENEIDE MELICERTUS KERATHURUS (DECAPODA, PENAEIDAE) IL CASO DI STUDIO DELL ADRIATICO MERIDIONALE 107 ASPETTI RIPRODUTTIVI DEL GAMBERO PENEIDE MELICERTUS KERATHURUS (DECAPODA, PENAEIDAE) Daniela Lumare 1, Luca Lumare 1, Sergio Vitale 2, Febo Lumare 1 1 Unità di Ricerca di Gambericoltura (UNIRIGA),

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Ministero delle Politiche Agricole PIANO STRATEGICO NAZIONALE (PSN) (Art. 15 del regolamento del Consiglio sul Fondo Europeo per la Pesca) Luglio 2007 1 INDICE Premessa...4 1. Descrizione generale del

Dettagli

Università degli Studi di Padova. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia - A.A

Università degli Studi di Padova. Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia - A.A Università degli Studi di Padova Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia - A.A. 015-16 Corso Integrato: Statistica e Metodologia Epidemiologica Disciplina: Statistica e Metodologia Epidemiologica Docenti:

Dettagli

ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9

ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9 ALLEGATI GSA 9 A.1 - Stato delle risorse GSA 9 Uno tra i principali indicatori dello stato di sfruttamento delle risorse, basato su un approccio empirico e ottenuto da dati indipendenti dalla pesca (i.e.

Dettagli

A.3 - Simulazioni di variazioni dello sforzo di pesca e del reclutamento

A.3 - Simulazioni di variazioni dello sforzo di pesca e del reclutamento A.3 - Simulazioni di variazioni dello sforzo di pesca e del reclutamento A.3.1 Proiezioni degli stock di alici nella GSA 16 con variazioni dello sforzo di pesca e del reclutamento L analisi dello stato

Dettagli

Valutazione dell andamento dei casi di meningite nella ASL della Provincia di Milano 3

Valutazione dell andamento dei casi di meningite nella ASL della Provincia di Milano 3 Valutazione dell andamento dei casi di meningite nella ASL della Provincia di Milano 3 Introduzione Il primo trimestre 2008 è stato caratterizzato, nell ASL della Provincia di Milano 3, da un numero di

Dettagli

GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA

GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA GRUPPI FUNZIONALI ITTIOFAUNA 4.2. Gruppi funzionali (Pesci) 4.2.1 Pesci demersali Area di valutazione Le aree di valutazione corrispondono alle sub-aree geografiche (note come GSA) individuate per i mari

Dettagli

Premio per la qualità della didattica nella Facoltà di Economia

Premio per la qualità della didattica nella Facoltà di Economia Università Ca' Foscari di Venezia Facoltà di Economia Premio per la qualità della didattica nella Facoltà di Economia Anno Accademico 2005-2006 a cura di: Stefano Magrini, Marzia Polles, Dino Rizzi 26

Dettagli

DECRETO N. 1786/DecA/40 DEL

DECRETO N. 1786/DecA/40 DEL DECRETO N. 1786/DecA/40 Oggetto: Misure per migliorare la sostenibilità della pesca marittima nelle acque prospicienti il territorio della Sardegna: arresto temporaneo per le unità abilitate ai sistemi

Dettagli

ANALISI DELLE PRESTAZIONI DI ASSORBIMENTO ACUSTICO DI TENDAGGI IN CAMPO DIFFUSO E PER INCIDENZA NORMALE

ANALISI DELLE PRESTAZIONI DI ASSORBIMENTO ACUSTICO DI TENDAGGI IN CAMPO DIFFUSO E PER INCIDENZA NORMALE Associazione Italiana di Acustica 43 Convegno Nazionale Alghero, 25-27 maggio 216 ANALISI DELLE PRESTAZIONI DI ASSORBIMENTO ACUSTICO DI TENDAGGI IN CAMPO DIFFUSO E PER INCIDENZA NORMALE Nicola Granzotto

Dettagli

nel 2020 (figura 2.29).

nel 2020 (figura 2.29). Si riporta, a titolo di esempio, una proiezione dello stock e delle catture di nasello nel lungo termine (29-23), ottenuta simulando diversi scenari, modellati stocasticamente, e in particolare una riduzione

Dettagli

ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA****

ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA**** ALESSANDRO DE MADDALENA*, ANTONIO CELONA**, MARCO ZUFFA***, ANTONIO VANADIA**** * Banca Dati Italiana Squalo Bianco, via L. Ariosto 4, 20145 Milano, Italy. E-mail: ademaddalena@tiscalinet.it ** Istituto

Dettagli

Pesca. Specie/ mercato

Pesca. Specie/ mercato Pesca N. 10 Settimana n. 11 dal 13 al 19 marzo 20 Mercato nazionale Mercato all ingrosso Trend Settimanale Nella settimana in esame è in parte aumentata la quantità di prodotto ittico immessa nella rete

Dettagli

Info Mese Settembre NOTA MENSILE SETTEMBRE 2012

Info Mese Settembre NOTA MENSILE SETTEMBRE 2012 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio Monitoraggio statistico

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dallo scorso anno l Istat conduce una nuova rilevazione sulle forze di lavoro Rilevazione Continua sulle Forze di Lavoro, RCFL i cui risultati non sono comparabili con

Dettagli

OGGETTO: Ricoveri ospedalieri per patologie respiratorie nella popolazione nata in Italia, residente a S. Polo e nel resto del comune di Brescia.

OGGETTO: Ricoveri ospedalieri per patologie respiratorie nella popolazione nata in Italia, residente a S. Polo e nel resto del comune di Brescia. OGGETTO: Ricoveri ospedalieri per patologie respiratorie nella popolazione nata in Italia, residente a S. Polo e nel resto del comune di Brescia. Introduzione I risultati ottenuti dall indagine precedente

Dettagli

METODI INNOVATIVI DI ANALISI DELLA PESCA CON LE NASSE DELLE CANOCCHIE E DEI GHIOZZI NEL GOLFO DI TRIESTE

METODI INNOVATIVI DI ANALISI DELLA PESCA CON LE NASSE DELLE CANOCCHIE E DEI GHIOZZI NEL GOLFO DI TRIESTE Biol. Mar. Medit. (2006), 13 (1): 809-813 G. Bon, L. Feliziani, M. Doz, G. Barbieri, S. Kutin* Cooperativa Lisert, Via Diaz, 16-34100 Trieste, Italia. gabrielbon2003@yahoo.com *Coop. Ecoscreen, Trieste,

Dettagli

Sistema di osservazione delle risorse alieutiche per la gestione della pesca in Adriatico

Sistema di osservazione delle risorse alieutiche per la gestione della pesca in Adriatico Sistema di osservazione delle risorse alieutiche per la gestione della pesca in Adriatico Mauro Marini Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Scienze Marine-UOS di Ancona The coastal area reflects

Dettagli

Statistica multivariata Donata Rodi 17/10/2016

Statistica multivariata Donata Rodi 17/10/2016 Statistica multivariata Donata Rodi 17/10/2016 Quale analisi? Variabile Dipendente Categoriale Continua Variabile Indipendente Categoriale Chi Quadro ANOVA Continua Regressione Logistica Regressione Lineare

Dettagli

Andamento della Pesca nel Struttura produttiva

Andamento della Pesca nel Struttura produttiva Andamento della Pesca nel 2006 Struttura produttiva Tra il 2000 ed il 2005 la consistenza della flotta da pesca italiana si è ridotta del 22,4% in numero di battelli e del 21,2% in termini di tonnellaggio

Dettagli

CAP. 2 LE RISORSE ALIEUTICHE

CAP. 2 LE RISORSE ALIEUTICHE CAP. 2 LE RISORSE ALIEUTICHE 2.1 - LO STATO DELLE RISORSE ALIEUTICHE Lo stato delle risorse presenti nei mari italiani (e, più dettagliatamente quelle presenti nel Mar Ligure), pur non presentando situazioni

Dettagli

UNA PRIMA VALUTAZIONE DEI RIFIUTI SPIAGGIATI LUNGO LE COSTE PUGLIESI

UNA PRIMA VALUTAZIONE DEI RIFIUTI SPIAGGIATI LUNGO LE COSTE PUGLIESI UNA PRIMA VALUTAZIONE DEI RIFIUTI SPIAGGIATI LUNGO LE COSTE PUGLIESI a cura di Nicola Ungaro, Annamaria Pastorelli, Enrico Barbone Unità Operativa Semplice Biologia Mare e Coste I rifiuti spiaggiati e

Dettagli

DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' (14A06585) (GU n.

DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' (14A06585) (GU n. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 23 luglio 2014 Arresto temporaneo obbligatorio delle attivita' di pesca - annualita' 2014. (14A06585) (GU n.193 del 21-8-2014) IL MINISTRO

Dettagli

DECRETO N /DecA/83 DEL 31 ottobre

DECRETO N /DecA/83 DEL 31 ottobre L Assessore DECRETO N. 0002657 /DecA/83 DEL 31 ottobre 2008 ---------------------------- Oggetto: Disciplina della pesca del riccio di mare e calendario per la stagione 2008/2009. VISTO lo Statuto Speciale

Dettagli

RELAZIONE EVENTO 04-05/08/2017

RELAZIONE EVENTO 04-05/08/2017 RELAZIONE EVENTO 04-05/08/2017 1. Sommario 1. INQUADRAMENTO METEOROLOGICO... 2 2. SITUAZIONE GENERALE... 2 3. FENOMENI OSSERVATI... 2 4. DATI DELLE STAZIONI DELLA RETE DI TELEMISURA... 3 5. ANALISI DELLE

Dettagli

Monitoraggio Ungulati selvatici Anno 2012

Monitoraggio Ungulati selvatici Anno 2012 Monitoraggio Ungulati selvatici Anno 2012 1. Materiali e metodi Per la primavera 2012, è stato applicata la tecnica del pellet group count con le stesse modalità individuate negli scorsi anni, vale a dire

Dettagli

Situazione meteorologica

Situazione meteorologica Situazione meteorologica Ad integrazione della presentazione dei dati rilevati nella rete di monitoraggio della qualità dell aria, si riportano in maniera sintetica i dati relativi ai parametri meteorologici

Dettagli

PIANO DI GESTIONE GSA 10 MAR TIRRENO CENTRO-MERIDIONALE STRASCICO. (ex art.24 del Reg. (CE) n.1198/2006)

PIANO DI GESTIONE GSA 10 MAR TIRRENO CENTRO-MERIDIONALE STRASCICO. (ex art.24 del Reg. (CE) n.1198/2006) PIANO DI GESTIONE (ex art.24 del Reg. (CE) n.1198/2006) GSA 10 MAR TIRRENO CENTRO-MERIDIONALE STRASCICO Maggio 2011 1. Ambiti di applicazione...3 2. Obiettivo globale...3 3. Descrizione generale...3 3.1

Dettagli

Statistica Descrittiva Soluzioni 6. Indici di variabilità, asimmetria e curtosi

Statistica Descrittiva Soluzioni 6. Indici di variabilità, asimmetria e curtosi ISTITUZIONI DI STATISTICA A A 2007/2008 Marco Minozzo e Annamaria Guolo Laurea in Economia del Commercio Internazionale Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese Università degli Studi di Verona

Dettagli

Reg. (UE) n della Commissione del 18 luglio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea L. 181 del 19 luglio 2003.

Reg. (UE) n della Commissione del 18 luglio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea L. 181 del 19 luglio 2003. Reg. (UE) n. 1291 della Commissione del 18 luglio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea L. 181 del 19 luglio 2003. Art. 2. 1. Lo statuto del Consorzio per la valorizzazione e la

Dettagli

Problemi di conservazione delle tartarughe marine in Mediterraneo

Problemi di conservazione delle tartarughe marine in Mediterraneo Problemi di conservazione delle tartarughe marine in Mediterraneo La Caretta caretta è la tartaruga marina più abbondante in Mediterraneo Caretta caretta Si è verificato essere specie in pericolo (IUCN

Dettagli

ELABORAZIONE ED ANALISI STATISTICA DEI DATI

ELABORAZIONE ED ANALISI STATISTICA DEI DATI Università degli studi di Padova Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali Corso di laurea in Tecnologie Forestali ed Ambientali ELABORAZIONE ED ANALISI STATISTICA DEI DATI Sergio Rossi Esercitazioni

Dettagli

Interessanti segnalazioni di Chrysolina bourdonnei

Interessanti segnalazioni di Chrysolina bourdonnei Interessanti segnalazioni di Chrysolina bourdonnei (Coleoptera: Chrysomelidae) in Campania. Contributo sulla agro-ecologia delle colture oggetto del progetto Co.Al.Ta. Vicidomini Salvatore(1-2), Russo

Dettagli

Laurea Magistrale in Bio-Ecologia Marina

Laurea Magistrale in Bio-Ecologia Marina Laurea Magistrale in Bio-Ecologia Marina http://www2.unica.it/biologia/it/corsi-di-laurea/secondo-livello/bem Università degli Studi di CAGLIARI Biologo DOVE una lunga tradizione Stazione di biologia marina

Dettagli

È la tartaruga marina più abbondante che si riproduce nel Mediterraneo.

È la tartaruga marina più abbondante che si riproduce nel Mediterraneo. Il progetto TartaLife (LIFE12 NAT/IT/000937) ha l obiettivo di contribuire alla conservazione della tartaruga marina Caretta caretta nel Mar Mediterraneo, attraverso la riduzione della mortalità nelle

Dettagli

La logistica: una curva semplice con molte applicazioni

La logistica: una curva semplice con molte applicazioni La logistica: una curva semplice con molte applicazioni Francesco Galvagno Relatore: Franco Pastrone Università degli studi di Torino Scuola di Studi Superiori di Torino Torino, 27 giugno 2017 Francesco

Dettagli

AUDIZIONE Senato

AUDIZIONE Senato AUDIZIONE Senato 17.06.2014 NUMERO ATTO PRPOSTA REG. CE COM(2014) 265 DEF Atto comunitario n. 36: Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un divieto di pesca con reti

Dettagli

RELAZIONE EVENTO 10/07/2016

RELAZIONE EVENTO 10/07/2016 RELAZIONE EVENTO 10/07/2016 1. Sommario 1. INQUADRAMENTO METEOROLOGICO... 2 2. SITUAZIONE GENERALE... 2 3. FENOMENI OSSERVATI... 2 4. DATI DELLE STAZIONI DELLA RETE DI TELEMISURA... 3 5. ANALISI DELLE

Dettagli

Figure 1 Localizzazione e dissomiglianza degli uffici di iscrizione delle provincia di Salerno. Acciaroli. Marina di Pisciotta

Figure 1 Localizzazione e dissomiglianza degli uffici di iscrizione delle provincia di Salerno. Acciaroli. Marina di Pisciotta CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA FLOTTA DI PESCA SALERNITANA La flotta di pesca della provincia di Salerno è caratterizzata da una struttura fortemente artigianale. La gran parte delle imbarcazioni, infatti,

Dettagli

Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2016.

Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2016. Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2016. Come per gli anni precedenti, nel periodo compreso tra il 23 Maggio 2016 e il 04 Settembre 2016 presso il Servizio

Dettagli

VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA DELLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA

VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA DELLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Roma, 24 marzo 2009 VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGICA DELLO STATO DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Introduzione L obiettivo di questo rapporto è la valutazione delle condizioni

Dettagli

Dinamics of Person-to-Person Interactions from Distributed RFID Sensor Networks

Dinamics of Person-to-Person Interactions from Distributed RFID Sensor Networks Dinamics of Person-to-Person Interactions from Distributed RFID Sensor Networks Gianluca Crimi gianluca.crimi@studio.unibo.it Università degli Studi di Bologna Corso di Sistemi Complessi Maggio 7, 2014

Dettagli

RELAZIONE EVENTO 19-20/10/2016

RELAZIONE EVENTO 19-20/10/2016 RELAZIONE EVENTO 19-1. Sommario 1. INQUADRAMENTO METEOROLOGICO... 2 2. SITUAZIONE GENERALE... 2 3. FENOMENI OSSERVATI... 2 4. DATI MEDI AREALI E MASSIMI PUNTUALI REGISTRATI... 3 5. ANALISI DELLE IMMAGINI

Dettagli

Info Mese Agosto NOTA MENSILE AGOSTO 2012

Info Mese Agosto NOTA MENSILE AGOSTO 2012 2012 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio Monitoraggio

Dettagli

PROCEDURE DI CALCOLO DELLA COMBINAZIONE DEGLI INERTI REALI

PROCEDURE DI CALCOLO DELLA COMBINAZIONE DEGLI INERTI REALI PROCEDURE DI CALCOLO DELLA COMBINAZIONE DEGLI INERTI REALI Non esistono già disponibili in natura materiali lapidei con distribuzione granulometrica eguale a quella ideale richiesta per un inerte da destinare

Dettagli

La sorveglianza Epidemiologica Rapida della Mortalità, attuata dall Istituto Superiore di Sanità. Rapporto Tecnico (Periodo gennaio-marzo 2007).

La sorveglianza Epidemiologica Rapida della Mortalità, attuata dall Istituto Superiore di Sanità. Rapporto Tecnico (Periodo gennaio-marzo 2007). CENTRO NAZIONALE DI EPIDEMIOLOGIA, SORVEGLIANZA E PROMOZIONE DELLA SALUTE VIALE REGINA ELENA, 299-00161 ROMA UFFICIO DI STATISTICA La sorveglianza Epidemiologica Rapida della Mortalità, attuata dall Istituto

Dettagli

ABC per ridurre le catture accidentali

ABC per ridurre le catture accidentali ABC per ridurre le catture accidentali A.B.C. (AVOID BY CATCH): tecnologie per ridurre le catture accidentali perfezionare l'attività di circuizione orientata al piccolo pelagico rendendola maggiormente

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 7 luglio 2016 Modalità di esecuzione dell'arresto temporaneo obbligatorio dell attività di pesca delle unità autorizzate all'esercizio

Dettagli

Osservatorio nazionale della pesca

Osservatorio nazionale della pesca CARATTERISTICHE DEI SISTEMI DI PESCA: LA CIRCUIZIONE Avoid By Catch FONDO EUROPEO PESCA PROGRAMMAZIONE 2007-2013 Osservatorio nazionale della pesca UNIONE EUROPEA FAI FEDERPESCA CARATTERISTICHEDEISISTEMIDIPESCA:LACIRCUIZIONE

Dettagli

Corso di Biologia Marina: proprietà, risorse ed ecologia di un ambiente tanto vasto quanto delicato

Corso di Biologia Marina: proprietà, risorse ed ecologia di un ambiente tanto vasto quanto delicato Corso di Biologia Marina: proprietà, risorse ed ecologia di un ambiente tanto vasto quanto delicato - Ambiente Marino - Gli organismi marini animali e vegetali - Interazioni tra gli organismi - Biologia

Dettagli

La distribuzione del rischio di ricovero per Tumore maligno della Tiroide nella Provincia di Taranto

La distribuzione del rischio di ricovero per Tumore maligno della Tiroide nella Provincia di Taranto La distribuzione del rischio di ricovero per Tumore maligno della Tiroide nella Provincia di Taranto A. Mincuzzi, N. Bartolomeo*, P.Trerotoli*, S. Minerba S.C. Statistica Epidemiologia ASL Taranto *Dipartimento

Dettagli

DECRETO 3 luglio 2015

DECRETO 3 luglio 2015 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 3 luglio 2015 Arresto temporaneo obbligatorio delle unita' autorizzate all'esercizio della pesca con il sistema a strascico - Annualita'

Dettagli

SFRUTTAMENTO SOSTENIBILE DELLE RISORSE BIOLOGICHE MARINE: ANALISI DELLO STATO ATTUALE E PROSPETTIVE PER IL FUTURO

SFRUTTAMENTO SOSTENIBILE DELLE RISORSE BIOLOGICHE MARINE: ANALISI DELLO STATO ATTUALE E PROSPETTIVE PER IL FUTURO SFRUTTAMENTO SOSTENIBILE DELLE RISORSE BIOLOGICHE MARINE: ANALISI DELLO STATO ATTUALE E PROSPETTIVE PER IL FUTURO UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PISA Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso

Dettagli

Indici di struttura ed accrescimento standard per le principali specie ittiche autoctone nel bacino del Fiume Tevere

Indici di struttura ed accrescimento standard per le principali specie ittiche autoctone nel bacino del Fiume Tevere Dottorato di ricerca in Biologia ed Ecologia Università degli Studi di Perugia Dottorato di Ricerca in BIOLOGIA ED ECOLOGIA -XXII ciclo- Indici di struttura ed accrescimento standard per le principali

Dettagli

XVII Riunione Annuale AIRTUM

XVII Riunione Annuale AIRTUM XVII Riunione Annuale AIRTUM Bolzano 20-22 marzo 2013 PROBABILITA DI MORTE PER CANCRO IN PRESENZA DI ALTRE CAUSE DI MORTE E. Coviello, C. Buzzoni, E. Crocetti Introduzione Un paziente affetto da tumore

Dettagli

PRODOTTI DI QUALITA REGIME DI QUALITA RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PUGLIA AI SENSI DEL REG. (CE) N. 1305/2013 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE

PRODOTTI DI QUALITA REGIME DI QUALITA RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PUGLIA AI SENSI DEL REG. (CE) N. 1305/2013 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE PRODOTTI DI QUALITA REGIME DI QUALITA RICONOSCIUTO DALLA REGIONE PUGLIA AI SENSI DEL REG. (CE) N. 1305/2013 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Prodotti della pesca freschi 1 1. CAMPO DI APPLICAZIONE Il presente

Dettagli

Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2015.

Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2015. Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Epidemiologia Monitoraggio settimanale della mortalità estiva in provincia di Modena nell anno 2015. Come per gli altri anni, anche nel corso dell estate 2015,

Dettagli

Misure di dispersione (o di variabilità)

Misure di dispersione (o di variabilità) 08/04/014 Misure di dispersione (o di variabilità) Range Distanza interquartile Deviazione standard Coefficiente di variazione Misure di dispersione 7 8 9 30 31 9 18 3 45 50 x 9 range31-74 x 9 range50-941

Dettagli

Preliminare ai Piani di Gestione della Pesca Siciliana

Preliminare ai Piani di Gestione della Pesca Siciliana CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ISTITUTO PER L AMBIENTE MARINO COSTIERO (IAMC) U.O.D. DI MAZARA DEL VALLO Via Luigi Vaccara, 61 91026 MAZARA DEL VALLO (TP) Italia Tel.: Segreteria +39 0923 948966/934116

Dettagli

Analisi dello stato delle risorse alieutiche sfruttate in ambito marino, dal contesto della GSA17 al territorio di Chioggia e Delta del Po

Analisi dello stato delle risorse alieutiche sfruttate in ambito marino, dal contesto della GSA17 al territorio di Chioggia e Delta del Po REGOLAMENTO (CE) N. 508/2014 Ricostituzione FLAG/GAC di Chioggia e Delta del Po Capo 3 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca e di acquacoltura Dgr 1142 del 12/07/2016 Analisi dello stato delle risorse

Dettagli

Allegato C. Determinazione degli esiti della PB-GAS

Allegato C. Determinazione degli esiti della PB-GAS Allegato C Determinazione degli esiti della B-GAS Determinazione degli esiti della B-GAS L Articolo 34 e l Articolo 42 del Regolamento della B-GAS definiscono i criteri con cui il GME individua le offerte

Dettagli

Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico. Marco Affronte

Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico. Marco Affronte Lo stato delle risorse ittiche e dell'ambiente nell'adriatico Marco Affronte Ecologically or Biologically Significant Areas identified by the RAC/SPA: 1. Alboran Sea; 2. Balearic Islands area; 3. Gulf

Dettagli

Nota metodologica. Censimento k=1,..4 Licenza media. Laurea o titolo di. Variabile Livello di istruzione. Licenza media. Nessun titolo o licenza

Nota metodologica. Censimento k=1,..4 Licenza media. Laurea o titolo di. Variabile Livello di istruzione. Licenza media. Nessun titolo o licenza DISEGUAGLIANZE NELLA SPERANZA DI VITA PER LIVELLO DI ISTRUZIONE. ANNO 2012 1 Nota metodologica La stima della speranza di vita per livello di istruzione è stata ottenuta attraverso l integrazione tra l

Dettagli

2. Elementi di sistematica e riconoscimento dei prodotti ittici

2. Elementi di sistematica e riconoscimento dei prodotti ittici CORSO D ALTA FORMAZIONE IN FOOD BEVERAGE AND MANAGEMENT Modulo di Tecnologie degli alimenti -Prodotti ittici- 2. Elementi di sistematica e riconoscimento dei prodotti ittici Classificazione e riconoscimento

Dettagli

Info Mese Settembre Contratto Repertorio NOTA MENSILE SETTEMBRE 2010

Info Mese Settembre Contratto Repertorio NOTA MENSILE SETTEMBRE 2010 Info Mese Settembre Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio

Dettagli

Realizzazione del programma nazionale di osservazione delle campagne di pesca del tonno rosso 2012

Realizzazione del programma nazionale di osservazione delle campagne di pesca del tonno rosso 2012 Realizzazione del programma nazionale di osservazione delle campagne di pesca del tonno rosso 2012 Relazione sull attività svolta dagli osservatori Con la circolare n. 12116/2012 del 8 maggio 2012 la Direzione

Dettagli

Gain Master autocostruita 1rgk463 Alfredo - Home made Gain Master antenna

Gain Master autocostruita 1rgk463 Alfredo -  Home made Gain Master antenna Gain Master autocostruita 1rgk463 Alfredo - http://1rgk463.jimdo.com/ Home made Gain Master antenna Dati tecnici Technical data Tipo: 0,625 λ o 5/8 λ, dipolo verticale alimentato al centro Type: 0,625

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Info mese Luglio Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio Monitoraggio

Dettagli