Area DOTTORI COMMERCIALISTI ed ESPERTI CONTABILI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Area DOTTORI COMMERCIALISTI ed ESPERTI CONTABILI"

Transcript

1 ENIAC SpA via Aurelia, LOREGGIA PD Tel Fax C.F. e P.IVA e Reg. Imp. di PD IT C.S ,00 i.v. Area DOTTORI COMMERCIALISTI ed ESPERTI CONTABILI Categoria: A.2.2: Rapporti esterni con colleghi, clienti, praticanti, enti istituzionali ed altri soggetti Comunicare efficacemente per iscritto E- learning Italiano N N Questo corso mostra come redigere un testo d'affari. Verranno forniti alcuni suggerimenti per evitare il blocco davanti al foglio bianco e per rispettare le scadenze, nonostante eventuali pressioni. Verrà mostrato come registrare gli appunti di un promemoria, una lettera, un rapporto o una proposta. Le linee guida fornite consentiranno l'organizzazione dei concetti in una struttura redazionale fluida. Verrà studiato l'approccio migliore per comunicare con i destinatari del documento e come strutturare il messaggio affinchè si adatti allo stile, agli interessi e alle esigenze del lettore Comunicare per sviluppare le relazioni 2 2 E- learning Italiano N N Non è possibile raggiungere i propri obiettivi di lavoro o personali se non si è in grado di comunicare efficacemente. La capacità di comunicazione interpersonale semplifica il raggiungimento di tali obiettivi. Si puo' essere intelligenti, ma se non si comprende la natura umana, non si puo' raggiungere mai il successo. E' necessario essere in sintonia. Questo è il vero significato della comunicazione interpersonale. Nel suo libro "Lions Don't Need to Roar", Debra Benton definisce la comunicazione interpersonale con queste parole: "Non è tanto importante quello che diciamo. E' importante quello che l'altra persona ascolta". Indipendentemente dal livello di timidezza o di incomprensione nei rapporti con le altre persone, questo corso consente di migliorare le capacitè di comunicazione interpersonale." Comunicare per migliorare la comprensione 3 3 E- learning Italiano N N Non è possibile raggiungere i propri obiettivi di lavoro o personali se non si è in grado di comunicare in modo efficace. Le capacità di comunicazione interpersonale semplificano il raggiungimento di tali obiettivi. Questo corso fornirsce informazioni su come: superare le differenze di percezione, riconoscere stili di comunicazione diversi, calibrare i messaggi a seconda degli interlocutori e interpretare gesti e atteggiamenti Ascoltare, influenzare e gestire situazioni difficili 4 4 E- learning Italiano N N Spesso è necessario sforzarsi per comunicare in modo efficace. La capacità di comunicare è indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi personali e lavorativi. E' importante essere interessati alle persone e stabilire con loro contatti personali. La competenza, se non si accompagna alla comprensione della natura umana, non è sufficiente al raggiungimento degli obiettivi. Scopo di questo corso è presentare un ventaglio di opzioni tra le quali scegliere quella che meglio esprime le potenzialità personali. Verranno inoltre evidenziati i metodi che permettono di aumentare la propria influenza e la propria leadership attraverso il miglioramento delle capacità di ascolto. Verranno infine fornite indicazioni sull'uso della comunicazione verbale per stemperare i conflitti e gestire eventuali incomprensioni o situazioni difficili Dinamiche della comunicazione interpersonale E- learning Italiano N N Un manager non è sempre in grado di ottenere i risultati desiderati, talvolta per un problema di comunicazione. La capacità di comunicare in modo preciso ed efficace è un elemento importante nella gestione del personale? Sì, è un elemento addirittura cruciale. Essere produttivi in azienda è quasi impossibile se non si è in grado di instaurare un buon livello di comunicazione. Questo corso evidenzia la mancanza di comunicazione in molti casi di incomprensioni, conflitti ed errori, e illustradiversi stili di comunicazione e i metodi da adottare per ottenere i risultati desiderati. Fornisce inoltre indicazioni per portare una conversazione dal passato al presente e per imparare a trattare con referenti uomini e donne senza fare differenze tra i sessi Strumenti per la comunicazione 2 2 E- learning Italiano N N Per una leadership efficace è necessario essere dei validi comunicatori. La comunicazione è un processo bidirezionale: si inviano e si ricevono messaggi. La ricezione consiste nell'ascoltare, porre domande e dare un feedback. Porre domande significative è uno strumento fondamentale per un leader, questo corso illustrerà le fasi del processo di ascolto e il modo in cui utilizzarle affinchè tutti ricevano lo stesso messaggio. Mostrerà poi come porre le domande giuste per ottenere informazioni e stimolare i punti di vista e le opinioni altrui. Inoltre, saranno fornite indicazioni sui metodi per valutare i progressi, risolvere i problemi e motivare mediante l'uso di feedback. Infine, diverranno analizzati i messaggi silenziosi e si comprenderà come l'interpretazione e l'utilizzo del linguaggio del corpo possano agevolare il successo nella comunicazione Gestire le differenze culturali 3 3 E- learning Italiano N N Esistono usanze diverse in ogni paese: fischiare per le strade in Russia è vietato e in Madagascar le donne incinte non possono sedere sulla soglia di casa. Se si ritiene che la lingua possa costituire la sola barriera al corteggiamento delle donne svedesi, si rischia di sperimentare un vero shock culturale. Nel mondo degli affari esistono diverse barriere culturali a livello internazionale che, se violate, possono compromettere il successo delle trattative. Questo corso aiuta a comprendere quanto sia importante conoscere le altre culture prima di intraprendere relazioni d'affari con aziende di paesi esteri. Lo studente imparerà a destreggiarsi tra codici diversi di comunicazione e negoziazione, nonchè a formare alleanze sinergiche che comunichino a entrambe le parti la sensazione di aver raggiunto i propri obiettivi e sviluppato una relazione salda e nuova. Categoria: A.2.3: Rapporti interni con collaboratori, dipendenti, praticanti ed altri soggetti Stabilire un fine condiviso 2 2 E- learning Italiano N N Uno dei compiti principali di un'azienda è quello di riuscire a integrare personalità e talenti diversi in un'unica entità o team e ottenere da questa sintesi risultati positivi. Raggiungere un'alta percentuale di successi, in qualsiasi sfera di applicazione, è un'impresa realizzabile grazie al contributo collettivo di ogni dipendente dell'azienda. Questo corso, che analizza la prima caratteristica di un team di successo, descrive i modi per creare coesione all'interno della squadra, sviluppare un fine comune e ottenere un risultato positivo Chiarire i ruoli e le procedure del team 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso affronta la terza delle nove caratteristiche dei team di successo, la descrizione dei ruoli e delle pratiche del team Dirigere riunioni efficaci del team 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso consente di pianificare, condurre e valutare le riunioni del team e di assegnare ruoli che risulteranno efficaci nel processo decisionale. Sarà possibile identificare e intervenire sui comportamenti di disturbo in una riunione di team.

2 40255 Confronto e risoluzione dei conflitti 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso affronta la sesta caratteristica dei team produttivi che definisce un team di successo ossia la capacità di confrontarsi e risolvere i conflitti interni al team in maniera efficace. Il corso delinea i motivi per cui la capacità di affrontare il conflitto viene considerata il fattore determinate del successo o del fallimento di un team. Esamina le cause principali dei conflitti interni e descrive dettagliatamente il modo in cui l'approccio al conflitto incide sulle prestazioni del team. Verranno descritti i cinque modi di risoluzione del conflitto e fornite informazioni per individuare le situazioni di conflitto e le modalità di risoluzione più appropriate. Verrà mostrato come i team debbano valutare periodicamente le loro capacità di risoluzione del conflitto, in modo da sviluppare strategie più adeguate di gestione e risoluzione dei conflitti interni. Verrà evidenziata inoltre l'importanza del dialogo e della comunicazione reale nella risoluzione dei conflitti. In più, sarà presentato un modello di comunicazione a cinque fasi, che consentirà al team di comunicare in maniera efficace durante il processo di risoluzione del conflitto Perseguire l'integrazione aziendale 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso descrive i tre sintomi della disgiunzione che possono mostrare i team (visione ristretta, rigetto di nuovi componenti e isolamento dal vertice aziendale), insieme ai rimedi per ogni sintomo. E' essenziale per i team perseguire l'integrazione aziendale, sennò si disgiungono. Gli studenti possono prendere due iniziative: promuovere l'interazione con il proprio coach e prevedere una cartella di benvenuto per i nuovi arrivati nel team. Questo corso mette in rilievo inoltre l'importanza dell'integrazione della clientela nei team Team Leadership 2 2 E- learning Italiano N N Il team leader incontrerà diversi ostacoli nella vita del team. A lui sarà richiesto di affrontare queste difficoltà con competenza e professionalità. In questo corso, si apprenderanno le tecniche con cui un team leader deve affrontare i problemi del team. I problemi possono includere la selezione dei componenti del team, il monitoraggio, il miglioramento delle prestazioni, il riconoscimento e la considerazione per i componenti del team. Il team leader agisce come mediatore tra il team e l'alta dirigenza, quindi deve conoscere le modalità per affrontare la dirigenza. Una volta consolidato il team, il ruolo del team leader diventa quello di estendere le capacità della squadra Sviluppo del team interfunzionale 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso si focalizza sul ruolo del project manager nello sviluppo del team e sui ruoli, le responsabilità e le aspettative. Il ruolo del project manager viene descritto in diverse fasi dello sviluppo del team e viene mostrato come mai alcuni input, quali le regole fondamentali, le riunioni e il training agevolino l'esecuzione delle attività di un team. Il project manager deve fissare due livelli di aspettative. Il primo livello è di tipo collettivo, concerne i traguardi che l'intero team deve raggiungere. Il secondo livello invece è di tipo individuale: quando vengono definiti ruoli e responsabilità dei singoli componenti del team Creare un team ad alte prestazioni 2 2 E- learning Italiano N N I project manager sono responsabili della pianificazione, dello sviluppo e della direzione dei progetti, che rappresentano gli investimenti di maggiore valore per le aziende. Per garantire un elevato rendimento a questi investimenti, i team di progetto devono avere una marcia in più. In questo corso verranno forniti strumenti, tecniche e suggerimenti per far passare il proprio team di progetto da prestazioni adeguate a prestazioni elevate. Verrà mostrato come promuovere una nuova cultura del team di progetto e come scegliere le persone giuste per il team. Quindi, verranno descritte le caratteristiche delle prestazioni elevate e si esaminerà un modello per lo sviluppo di team ad alte prestazioni Superare gli attriti: apprezzare la diversità nei team E- learning Italiano N N I team raccolgono personalità, capacità e interessi diversi, la cui convivenza "nel team non è nè semplice nè pacifica. Non è possibile realizzare il pieno accordo di tutti i componenti del team, ma è importante essere in grado di lavorare insieme per perseguire lo stesso obiettivo. Al termine di questo corso, sarà possibile lavorare con personalità diverse, controllare le proprie reazioni nei confronti delle persone problematiche e affrontare i componenti del team più difficili." Categoria: B.1.1: Informatica e sistemi informativi per la gestione dello studio professionale European Computer Driving Licence - Versione E- learning Italiano S N Il Passaporto Europeo è un'attestazione che certifica la capacità di utilizzare il personal computer e le applicazioni piu' comuni. L'importanza di questo attestato sta nella sua standardizzazione che gli permette di essere riconosciuto, appunto, a livello europeo. L'EIPASS è infatti un documento certo, che attesta la capacità di saper utilizzare un pc e che può essere molto importante al momento della presentazione di curriculum, o semplicemente un importante valore aggiunto per le proprie capacità personali. Il corso si snoda in 7 moduli: Il Modulo 1 affronta i concetti fondamentali riguardanti la Tecnologia dell'informazione. Offre una conoscenza di base della struttura e del funzionamento di un personal computer, cosa sono le reti informatiche e come queste tecnologie impattano la società e la vita di tutti i giorni. Affronta i criteri ergonomici da adottare quando si usa il computer ed i problemi riguardanti la sicurezza dei dati e gli aspetti legali. Il Modulo 2: trasmette le principali funzioni di base di un personal computer e del suo sistema operativo. Il candidato impara ad eseguire le attività essenziali di uso ricorrente quando si lavora col computer: organizzare e gestire file e cartelle, lavorare con le icone e le finestre, usare semplici strumenti di editing e le opzioni di stampa. Il Modulo 3: si riferisce all'elaborazione dei testi. L'utente impara ad effettuare tutte le operazioni necessarie per creare, formattare e rifinire un documento; impara inoltre ad usare funzionalità aggiuntive come la creazione di tabelle, l'introduzione di grafici e di immagini in un documento, la stampa di un documento per l'invio ad una lista di destinatari. Il Modulo 4, relativo ai concetti fondamentali del foglio elettronico, sviluppa la capacità di utilizzare praticamente questo strumento. Lo studente apprende come creare e formattare un foglio di calcolo elettronico, e utilizzare le funzioni aritmetiche e logiche di base o l'importazione di oggetti nel foglio e la rappresentazione in forma grafica dei dati in esso contenuti. Il Modulo 5 riguarda la conoscenza dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la si suddivide in due parti. La prima affronta la capacità di creare una semplice base di dati usando un pacchetto software standard. La seconda verifica Microsoft Word 2007: Nozioni Fondamentali 4 4 E- learning Italiano N N In questo corso verranno descritte le caratteristiche e funzionalità di base di Word Gli utenti del corso saranno in grado di acquisire competenze dimostrabili nell'utilizzo di Word 2007 per eseguire semplici operazioni quali l'apertura e il salvataggio dei documenti, la modifica dei documenti, l'utilizzo delle tabelle e le operazioni finali che si compiono su un documento Microsoft Excel 2007: Nozioni Fondamentali 4 4 E- learning Italiano N N Il corso Microsoft Excel 2007: nozioni fondamentali introduce gli utenti all'apprendimento delle caratteristiche e delle funzioni di base di Excel Gli utenti acquisiranno la competenza necessaria per l'esecuzione di semplici attività in Excel 2007, quali la creazione di cartelle di lavoro, la formattazione di fogli di lavoro, l'utilizzo di grafici e modelli e la stampa di cartelle di lavoro Microsoft Outlook 2007: Nozioni Fondamentali 4 4 E- learning Italiano N N

3 In questo corso vengono prese in esame le caratteristiche fondamentali di Microsoft Outlook Vengono descritti i componenti di interfaccia, come lavorare con i messaggi di posta elettronica, come personalizzare Outlook, oltre alle caratteristiche che riguardano le modalità di accesso a Internet attraverso Outlook Microsoft PowerPoint 2007: Nozioni Fondamentali 4 4 E- learning Italiano N N L'obiettivo del corso è di consentire agli studenti di familiarizzarsi con le funzionalità avanzate di PowerPoint 2007, come per esempio la personalizzazione e l'automatizzazione dell'ambiente di lavoro. Il corso esplora le opzioni che consentono di realizzare presentazioni personalizzate, utilizzare i supporti multimediali nelle presentazioni e preparare documenti da distribuire e pubblicare Microsoft Word 2007: utente avanzato 4 4 E- learning Italiano N N In questo corso verranno descritte le caratteristiche e funzionalità avanzate di Word Gli utenti del corso saranno in grado di acquisire competenze dimostrabili nell'utilizzo di Word 2007 per eseguire semplici operazioni quali l'utilizzo delle funzioni di cui è dotato il programma inoltre saranno in grado di presentare dati, analizzarli ed esportarli ed utilizzare macro e opzioni di analisi Microsoft Excel 2007: utente avanzato 4 4 E- learning Italiano N N Il corso Microsoft Excel 2007: Utente avanzato introduce gli utenti all'apprendimento delle caratteristiche e delle funzioni avanzate di Excel Gli utenti acquisiranno la competenza necessaria per l'esecuzione di semplici attività, quali l'utilizzo delle funzioni incorporate, la presentazione, il controllo e l'esportazione di dati e l'utilizzo delle opzioni analitiche e delle macro Microsoft Outlook 2007: utente avanzato 4 4 E- learning Italiano N N In questo corso vengono prese in esame le funzioni avanzate di Outlook 2007, quali la condivisione della cartella di posta in arrivo e delle cartelle fuori rete, la ricerca e personalizzazione dei messaggi, la protezione della posta elettronica e i moduli. Il corso tratta anche la creazione di una barra degli strumenti personalizzata, la personalizzazione del riquadro di spostamento e dei messaggi mediante i formati messaggio, gli elementi decorativi e le opzioni di recapito. Inoltre, l'utente imparerà a orientarsi fra le sottoscrizioni RSS e le funzioni di protezione di Outlook Microsoft Power Point 2007: utente avanzato 4 4 E- learning Italiano N N L'obiettivo del corso è di consentire agli studenti di familiarizzarsi con le funzionalità avanzate di PowerPoint 2007, come per esempio la personalizzazione e l'automatizzazione dell'ambiente di lavoro. Il corso esplora le opzioni che consentono di realizzare presentazioni personalizzate, utilizzare i supporti multimediali nelle presentazioni e preparare documenti da distribuire e pubblicare. Categoria: B.1.2: Principali sistemi operativi Corso preliminare per Word E- learning Italiano N N Descrivere come formattare il testo ed organizzare i paragrafi in Word Strutturare, modificare, salvare ed aprire i documenti in Word E- learning Italiano N N Descrivere come strutturare, modificare, salvare ed aprire i documenti in Word Funzioni di base di Excel E- learning Italiano N N Fornire una panoramica delle funzioni di base di Excel Formule e funzioni di Excel E- learning Italiano N N Fornire una panoramica delle funzioni di calcolo in Excel Layout diapositiva e Struttura in PowerPoint E- learning Italiano N N Descrivere come modificare il layout diapositiva e la struttura nelle presentazioni di PowerPoint Usare le immagini nelle presentazioni di PowerPoint E- learning Italiano N N Descrivere come aggiungere immagini nelle presentazioni di PowerPoint Corso preliminare per Access E- learning Italiano N N Familiarità con l'ambiente di Microsoft Office Categoria: B.1.9: Tutela della privacy e trattamento dei dati negli studi professionali Privacy 196/ E- learning Italiano S N Il corso riguarda il Testo Unico per la protezione dei dati personali, conosciuto anche come Testo Unico sulla privacy, approvato dal Consiglio dei ministri nel giugno 2003, e che è entrato in vigore il primo gennaio Nelle lezioni viene illustrata la disciplina del Testo Unico descrivendo le modalità previste per la raccolta e il trattamento di dati personali, con mezzi informatizzati o meno, da parte di soggetti pubblici e privati; vengono elencati i diritti delle persone in riferimento ai propri dati, viene presentata la figura del Garante, e vengono discusse le sanzioni e le pene previste per chi dovesse violare le norme sulla privacy. Categoria: B.2.5: Norme in materia di sicurezza e salute dei lavoratori D.Lgs. 81/2008 Testo Unico sulla Sicurezza 2 2 E- learning S N Il corso fornisce spiegazioni sul D.Lgs. 81/08 "Testo Unico" e sul suo aggiornamento al D.Lgs. 106/09, circa il riassetto e riforma delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza dei lavoratori. Esso prende in considerazione tutte le figure responsabili della sicurezza ed esamina tutti i rischi presenti all'interno dell'azienda R.S.P.P. - Datore di Lavoro (D.Lgs. 81/08) 6 16 E- learning Italiano S N Il corso è destinato ai Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione.Il corso si propone di fornire la formazione base per poter espletare la funzione di addetto del servizio di prevenzione e protezione in qualità di datore di lavoro: il Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione ha il ruolo di individuare e valutare i fattori di rischio presenti in azienda, individuare le misure preventive e protettive per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro, e fornire ai lavoratori le informazioni inerenti alla sicurezza in azienda.il corso è obbligatorio ai sensi del D. Lgs. 81 del 2008 e del Provvedimento della Conferenza Permanente per i rapporti dello Stato e delle Regioni del ed è conforme a quanto previsto dal D.M , dalle modifiche contenute nel Dlgs 195/2003 e dal Dlgs 81/ Preposto - (Dlgs 81/08) 4 12 E- learning Italiano S N Il preposto è una persona che in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Perciò, il preposto deve essere opportunamente formato ricevendo un'adeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro R.L.S. - Rappresentante Sicurezza dei Lav. (Dlgs 81/08) E- learning Italiano S N

4 Il corso si propone di formare i lavoratori che intendono assumere il ruolo di RLS nell'ottica di una collaborazione con il datore di lavoro per l'individuazione e la valutazione dei fattori di rischio ed è rivolto uno o più lavoratori eletti o designati per rappresentare i restanti dipendenti dell'azienda per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro Sicurezza sul lavoro - Antincendio 3 3 E- learning Italiano N N L'obbiettivo del corso è quello di fornire un'informazione sufficiente ed adeguata in merito ai principi base della prevenzione incendi e sulle azioni da attuare in caso di incendio, al fine anche di adempiere agli obblighi di informazione dei lavoratori previsti dal D.lgs. 81/2008. Il corso è formato da due moduli, scarica la scheda corso per maggiori informazioni Sicurezza sul lavoro - Primo Soccorso 3 3 E- learning Italiano S N L'obbiettivo del corso è quello di fornire al personale le nozioni essenziali per attuare un intervento di primo soccorso in attesa del personale specializzato ed evitare azioni di soccorso errate. Il corso è formato da due moduli, scarica la scheda corso per maggiori informazioni. Categoria: B.2.8: Qualità e soddisfazione del cliente Stabilire gli obiettivi di prestazione per il team 4 4 E- learning Italiano N N Se ti sei mai chiesto se è realmente possibile costruire un team costituito da fornitori di servizio altamente motivati... la risposta è: Impara a stabilire i risultati esatti che tu e il team desiderate. Impara come misurare quei risultati il che ti dà moltissima energia. Affinerai le tue capacità di attrarre e scegliere solo le persone adatte al tuo team. Puoi assicurare la possibilità di risultati a lungo termine continuando a dare il giusto tipo di apprendimento. Stabilisci gli obiettivi: Costruisci il tuo team servizi ideale Coaching in una cultura orientata al servizio E- learning Italiano N N Hai sentito? Non puoi gestire la gente. Scopri l'importanza di diventare realmente un grande coach invece di un manager. Creerai l'ambiente che trasforma la prestazione del team per conseguire risultati più remunerativi Superare le aspettative del cliente E- learning Italiano N N Come rendere un cliente assolutamente entusiasta del servizio che gli dai? Bisogna partire dalla psicologia del cliente. Cosa lo colpisce? Cosa lo spinge? In che modo ognuno viene maggiormente stimolato? In questo corso, scoprirai le diverse sfaccettature delle aspettative dei clienti e imparerai ad apportare delle migliorie all'intera esperienza del cliente dall'inizio alla fine- momento per momento. Imparerai a analizzare le aspettative dei tuoi clienti. Esaminerai le tecniche di gestione dei focus group per ottimizzare la tua capacità di capire i clienti. Scoprirai i pericoli del dare giudizi e come evitare i rischi. Riconoscerai anche quando è utile elaborare i quesiti insieme ai tuoi clienti ed individuare quelli che hanno maggiore incidenza sulla qualità delle informazioni. Infine, la lezione "Interpretare i risultati dei clienti" ti aiuterà a capire cosa il tuo cliente vuole esattamente, ricordandoti come ci si sente nei suoi panni." Strategia del servizio del cliente E- learning Italiano N N Questo corso consente di determinare il nucleo della strategia del servizio mediante l'identificazione dei valori percepiti dal cliente, la definizione dei requisiti della strategia del servizio e il riconoscere l'impatto che la strategia del servizio puo' avere sull'azienda e sul margine competitivo Migliorare il processo di fornitura del servizio 2 2 E- learning Italiano N N Concedersi un pasto luculliano in un ristorante di lusso o risiedere in un albergo a cinque stelle è certamente un piacere. Ma un servizio a cinque stelle è ben più che una questione di intrattenimento. Per guadagnare la fiducia dei clienti è necessario in qualche misura "viziarli", e questo corso illustra come far sì che un "atteggiamento a cinque stelle" divenga parte integrante del servizio. Scopo del corso è promuovere la consapevolezza, permettere di approfondire l'esperienza nel servizio ai clienti, apprendere tecniche per personalizzare l'interazione con i clienti, migliorare l'approccio all'assistenza formulando un piano strutturato, comprendere le differenze fondamentali nei servizi specialistici quando si tratta con la clientela al telefono. Inoltre, poichè la tecnologia assume un ruolo sempre più importante nello svolgimento dell'attività aziendale, saranno fornite istruzioni per l'utilizzo della posta elettronica nelle attività collegate ai servizi. Questo corso consente di portare l'efficienza del servizio clienti a livelli di eccellenza mediante esempi interattivi, dialoghi simulati ed esercizi strutturati come giochi di simulazione." Attraversare indenni il processo di cambiamento 4 4 E- learning Italiano N N Considera la differenza tra un gruppo di persone che suonano contemporaneamente uno strumento e la MAGIA di un'orchestra sinfonica di talento! Immagina di sentire suonare il tuo team di servizio con la stessa magia! La trasformazione è rischiosa. Il cambiamento è una sfida. Scopri esattamente come creare i cambiamenti necessari e guidarli con abilità e precisione. Evita le trappole e riconosci le misteriose richieste per trasformare con successo il tuo team di servizio in una vera orchestra! Acquisisci la capacità di rimanere in pista e di raggiungere continuamente il giusto slancio, attraverso tutto il processo di cambiamento. Ma l'aspetto ancora più importante di tutto ciò è che riuscirai a comprendere la psicologia del cambiamento e le relative ripercussioni su di te, il tuo team e l'azienda. Categoria: B.3.1: Gestione e sviluppo delle risore umane nello studio professionale Pianificazione e analisi delle risorse umane 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso fornisce una panoramica delle attività di pianificazione e analisi dei profili professionali svolte dal settore risorse umane per prevedere e soddisfare le esigenze di forza lavoro necessarie per il raggiungimento degli obiettivi strategici aziendali. Queste attività di pianificazione e analisi si svolgono nel contesto di un mercato e di normative mutevoli e il loro esito finale include descrizioni e specificazioni dei profili professionali, e la previsione dello sviluppo delle risorse umane Business English E- learning Il corso di lingua Business English è rivolto fondamentalmente ad un utente professionista, con una conoscenza media della lingua inglese e che avverte l'esigenza di formare il proprio lessico secondo le linee dettate dal mondo della comunicazione e, appunto, del Business. I fruitori di questo corso potrebbero essere pero' anche gli studenti che si specializzano nel campo della direzione aziendale e che desiderano inserire un importante punto a proprio favore nel loro curriculum. Scopo principale del corso è quello di sviluppare le capacità di comunicazione e di comprensione attraverso conversazioni incentrate su temi inerenti il mondo degli affari e del commercio. Categoria: B.3.2: Gestione del tempo e della produttività nello studio professionale Multilingu a N N Analizzare l'uso del tempo 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso offre lezioni su come organizzarsi, come preparare una lista delle "Cose da fare", come fissare una Matrice di priorità, e come stabilire il tempo più prezioso di una giornata lavorativa." Definire obiettivi e priorità nell'uso del tempo 2 2 E- learning Italiano N N

5 Nel mondo frenetico e competitivo di oggi, è facile essere sopraffatti e perdere il controllo. Devi definire le tue priorità e stabilire chiari obiettivi per dare forma alla tua vita e raggiungere l'equilibrio. Devi gestire il tuo tempo in modo efficace e indirizzarlo verso i tuoi obiettivi prioritari, semplificando o eliminando i progetti secondari. Questo corso è incentrato sull'utilizzo ottimale del tempo per raggiungere gli obiettivi prefissati ed essere felici nella vita Gestire il tempo E- learning Italiano N N "Non sprecare il tempo, perchè è l'elemento di cui è fatta la vita", ha affermato Benjamin Franklin. Tener conto di ogni singolo momento vissuto è il viatico sicuro per vivere bene. In questo corso, il terzo della serie "Raggiungere l'equilibrio nella vita personale e professionale", verranno forniti gli elementi per poter iniziare a riconoscere le attività quotidiane, le interruzioni e le abitudini che favoriscono lo spreco del tempo e allontanano l'individuo da quello che ha di più prezioso. Una volta acquisita la capacità di risparmiare tempo, si imparerà ad affinare le proprie tecniche di gestione del tempo e a ottimizzare i risultati dei propri sforzi." Categoria: B.3.3: Gestione dei collaboratori e leadership Competenze di coaching 6 6 E- learning Italiano N N Nella sua forma più semplice, una sessione di coaching è una conversazione, un dialogo tra istruttore e allievo; del resto tutti gli interventi di coaching dipendono interamente dalla comunicazione. In questa semplicità sono tuttavia insiti sottili livelli di interazione di cui un allievo deve essere consapevole, attento a ciò che entrambi i "versanti" della conversazione stanno effettivamente comunicando, verbalmente, visivamente o vocalmente. Il requisito primario di una conversazione di coaching efficace è l'intesa Revisione delle prestazioni 4 4 E- learning Italiano N N I colloqui di valutazione rappresentano l'apice del costante processo di valutazione delle prestazioni. La prima parte del processo inizia con la definizione di una discussione efficace sulle prestazioni. Poi, quando un manager conosce esattamente quale è il suo obiettivo, può avvalersi di questa conoscenza per pianificare e condurre un incontro sulle prestazioni che sia davvero valido ed efficace. Gli incontri di valutazione spesso non sono situazioni semplici, anche se sono stati pianificati correttamente. A volte, un manager deve riferire a un dipendente che le sue prestazioni non sono sufficienti, nonostante tutto l'impegno profuso. Questo corso fornisce consigli fondati e pratici su come gestire la valutazione di una persona con prestazioni costantemente sotto la media. Non sempre i valutati sono destinatari passivi delle valutazioni dei loro manager, per questo motivo il corso prepara ad affrontare anche le reazioni più spiacevoli. Tutti questi suggerimenti aiutano a rendere l'incontro di valutazione un evento concreto e di successo. Ma per renderlo anche proficuo, il manager deve incoraggiare i dipendenti a migliorare le loro prestazioni. Questo comporta creare migliori opportunità prestazionali e identificare i passaggi che un manager deve seguire per favorire la crescita professionale dei suoi collaboratori. Troppo spesso, la formazione è l'unica risposta, oltre tutto non evidenziata a sufficienza, che molti manager sanno dare alle esigenze di crescita dei dipendenti. La parte finale del corso illustra come utilizzare in modo efficace e mirato la formazione per promuovere la crescita professionale delle persone. Questo corso rigetta l'opinione di molti manager e dipendenti che considerano gli incontri di valutazione un'attività burocratica e inutile. In realtà, gli incontri di valutazione possono essere pianificati in modo da risultare sia produttivi che concreti Il ruolo del leader nel processo di cambiamento 3 3 E- learning Italiano N N Soffermati un minuto a pensare alle persone che tu consideri leader esemplari, persone che hanno condotto le loro aziende al successo. Quali sono gli eventi o le azioni che fanno di una persona un leader esemplare? La realizzazione di un nuovo prodotto, la rinascita di un'azienda avviata al fallimento o forse l'avviamento di un'avventura imprenditoriale? Le persone che diventano leader sono individui che trionfano nei periodi di agitazione, conflitto e cambiamento. Sono persone che cercano il modo per trasformare lo status quo, per mettere in discussione i valori accettati e creare qualcosa di nuovo. Anche tu puoi imparare ad agire come loro. Basterà imparare il modo giusto per mettere alla prova i processi, comprendere gli atteggiamenti e i comportamenti che accompagnano il cambiamento e dedicarsi col massimo impegno al lavoro che sarà necessario. Questo corso ti insegnerà come assumere il ruolo di guida verso il cambiamento Comprensione e confronto nei problemi di performance 3 3 E- learning Italiano N N Questo corso aiuterà i dirigenti, i capi squadra e i supervisori a capire e a confrontare i problemi di performance; aiuta a capire perchè bisogna confrontarsi con i risultati deludenti e fornisce suggerimenti su come confrontare senza intimidire Progettare un'efficace valutazione della performance E- learning Italiano N N Per rimanere competitiva, l'azienda deve essere in grado di affrontare le nuove sfide e sintonizzarsi con i cambiamenti del mercato. Non è una cosa semplice. Il compito puo' risultare facilitato se l'ambiente di lavoro è sereno, se il personale condivide gli stessi obiettivi dell'azienda ed è teso al raggiungimento della qualità. Quando pero' si perde una quantità considerevole di tempo nel reclutamento di personale perchè il dipendente considera l'azienda solo una tappa della sua carriera, allora esiste un problema. Per fortuna esistono delle soluzioni. Questo corso illustra le strategie per implementare il processo di valutazione delle performance che aggiunge qualità alla produttività, all'assegnazione di potere e alla lealtà degli impiegati Comprensione del conflitto E- learning Italiano N N Questo corso intende fornire una comprensione totale del conflitto mediante un'ampia serie di esempi della vita di ogni giorno. Una volta completato il corso, risulterà chiaro che il conflitto sia inevitabile nelle relazioni umane e non va temuto. Verranno illustrate le cause principali dei conflitti e si comprenderà la funzione del conflitto nei cambiamenti positivi a livello personale e a livello aziendale. Verranno fornite informazioni su come evitare l'escalation di un conflitto, come riconoscere e utilizzare tre strategie di risoluzione unilaterale per spegnerlo sul nascere Fornire un feedback: Guida per il manager 4 4 E- learning Italiano N N Le prestazioni della tua azienda dipendono dalle prestazioni di ogni membro del personale. Tutti i manager dovrebbero quindi disporre dell'abilità di fornire un feedback oggettivo e costruttivo sulle prestazioni dei dipendenti. L'obiettivo di questo corso consiste nel fornire gli strumenti necessari per migliorare le capacità di fornire feedback utili. Il corso inizia con l'analisi della natura del feedback, sviluppa quindi un approccio pratico al processo di feedback che viene suddiviso in cinque passaggi logici. In alcune situazioni, non è tuttavia consigliabile applicare un approccio standard\; per questo motivo nella parte finale del corso vengono fornite indicazioni su come affrontare situazioni complesse, quali fornire il feedback a dipendenti arrabbiati o irritati Pianificazione della presentazione E- learning Italiano N N Questo corso illustra i criteri da osservare per realizzare una presentazione efficace, le caratteristiche salienti di un presentatore di successo e il processo in otto fasi per la preparazione della presentazione Esposizione della presentazione 2 2 E- learning Italiano N N Questo corso consente allo studente di ridurre l'ansia ed esporre in modo incisivo le informazioni suscitando le reazioni del pubblico Problem solving: fondamenti E- learning Italiano N N

6 Risolvere i problemi e prendere decisioni sono due degli aspetti più importanti di qualsiasi lavoro. Questo corso è stato concepito per fornirti i fondamenti un efficace metodo di problem solving. Due chiavi per risolvere efficacemente i problemi sono: stabilire il proprio livello di decisione e costruire la propria capacità decisionale. Questo corso ti offre gli strumenti per affrontare i problemi sul lavoro, fornendo un fondamento sia pratico che concettuale ad un efficace problem solving. Categoria: C.13: MARKETING Elementi di strategia di marketing 3 3 E- learning Italiano N N Questo corso è rivolto a coloro che desiderano sviluppare una strategia di marketing potente e accuratamente documentata affinche' i propri prodotti o servizi siano approvati: intende quindi proporsi come una valida introduzione allo sviluppo della vision, della direzione e del piano di marketing. Viene fornita una presentazione dei fattori chiave che determinano il vasto ambito del marketing strategico. Uno degli scopi è quello di insegnare a discutere delle strutture dei costi e del relativo influsso sulle strategie di marketing. L'impatto del ciclo di vita dei prodotti sui mercati è un altro dei principali argomenti trattati. Inoltre, il corso introduce dei metodi per ottenere o incrementare la redditività. Applicare le migliori tecniche di pensiero e di ricerca allo sviluppo di un piano strategico di alto livello per il mercato è una sicura garanzia di successo Analizzare il mercato E- learning Italiano N N Il corso rappresenta un itinerario attraverso i quattro elementi fondamentali per l'analisi del mercato. Innanzitutto, lo studente imparerà ad eseguire l'analisi del proprio ambiente economico- sociale, tenendo conto dell'impatto economico, tecnologico, sociale e politico sulla propria azienda. Il corso fornisce inoltre gli strumenti per capire come la segmentazione del mercato secondo criteri di marketing puo' aiutare nello sviluppo di prodotti e strategie di marketing. Saranno infatti illustrati alcuni strumenti di supporto per lo sviluppo e il monitoraggio dei piani, oltre alle possibilità di previsione che consentono di ottenere le informazioni necessarie a prendere le decisioni giuste Fattori competitivi nel marketing strategico E- learning Italiano N N Realizzare grandi idee o un importante miglioramento per nuovi prodotti o servizi all'interno della propria azienda è possibile, ma il primo passo consiste nel presentare la proposta ai responsabili, prima di procedere. Quali sono gli argomenti da includere in un piano di marketing strategico? Questo corso fornisce tutti gli elementi da considerare nello sviluppo e nella presentazione di un piano, compresi i dati del mercato e le capacità della concorrenza. E' inoltre opportuno progettare nei minimi particolari le scadenze di ciascuna attività finalizzata alla realizzazione del progetto. Sono questi gli argomenti che verranno approfonditi nel corso Redigere un piano di marketing: fase E- learning Italiano N N Nel corso vengono illustrati il piano di marketing, i tipi di piani e i motivi che spingono ad utilizzare un piano di marketing. Inoltre, vengono forniti gli strumenti per redigere un piano, stabilendo gli obiettivi e analizzando gli elementi introduttivi. Segue, quindi, un'analisi situazionale per la valutazione dei fattori generali del mercato, del settore, interni e competitivi che riguardano un determinato prodotto o servizio. Il corso termina poi con un'analisi SWOT (Strengths, Weaknesses, Opportunities and Threats): punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce, che consente di identificare i punti di forza e di debolezza fondamentali per la redazione di un piano Redigere un piano di marketing: strategia creativa E- learning Italiano N N Questo corso illustra la fase finale della preparazione di un piano di marketing. In particolare, si approfondirà come elaborare le proprie tattiche di marketing: sono analizzate le metodologie con cui indirizzare il prodotto al mercato prescelto, determinando correttamente i vantaggi competitivi del singolo prodotto e vengono analizzate le strategie di determinazione dei prezzi, che assicurano il successo del prodotto Creare una campagna di marketing 4 4 E- learning Italiano N N Approvato il piano di marketing, bisogna passare alla fase di realizzazione. Le modalita' di realizzazione del piano sono altrettanto importanti quanto il piano in su'. Questo corso fornisce la possibilità di apprendere gli strumenti tattici di marketing, necessari per l'attuazione del piano e la creazione del marketing mix: il marchio, il packaging, le promozioni, le strategie pubblicitarie e il merchandising Gestione del marketing 4 4 E- learning Italiano N N Quali sono i requisiti di un responsabile marketing? Quali sono le aspettative relative a questa posizione aziendale? Come si costituisce un team di marketing? Come si assicura il successo di un team? In che modo si puo' stabilire se si sta svolgendo un buon lavoro? Questo corso offre una prospettiva completa sulla gestione del marketing: dalle competenze di base, richieste a un responsabile marketing, alla creazione di un team di marketing multifunzione, al posizionamento dell'azienda finalizzato al successo, fino all'impostazione di sistemi per la valutazione delle attività. Inoltre, lo studente apprenderà come evitare gli errori piu' comuni dei responsabili marketing e come aiutare l'intera azienda a concentrarsi sul processo di marketing Analisi finanziaria per il successo del marketing 4 4 E- learning Italiano N N Nessun piano strategico di marketing puo' funzionare senza un'analisi finanziaria globale. Il corso finale di questa serie consiste in un approccio facile e interattivo per conoscere a fondo il mondo dei numeri. Vengono infatti analizzati i parametri finanziari tipici associati all'impostazione di un budget finanziario come parte di una strategia globale di marketing. Cio' comprende la valutazione delle risorse finanziarie, lo sviluppo di un programma finanziario e di un piano di allocazione, il calcolo di importanti indici finanziari, il sistema di determinazione dei prezzi, di valutazione e di test del piano di marketing in seguito all'implementazione. Categoria: C.3.1: Ciclo di strategia e controllo: strategia; planning; controllo strategico; programmazione e controllo Impostare un budget operativo E- learning Italiano N N Lo studente apprenderà a identificare gli elementi costitutivi di un budget operativo e i meccanismi del suo funzionamento. Riconoscerà il valore dei mini- budget nella costruzione di un budget operativo. In sostanza, lo studente apprenderà a riconoscere il valore della predisposizione di budget bottom- up e sarà in grado di applicare i principi dell'analisi di break- even alla realizzazione di budget operativi Gestire efficacemente i budget 3 3 E- learning Italiano N N Il corso illustra le procedure di sviluppo e analisi dei fogli elettronici per prevedere, monitorare e controllare il flusso di cassa: l'essenza del budget. Inoltre, fornisce allo studente criteri e strategie pratiche per trasformare i modelli di budget "paralizzanti" e introdurre la flessibilità necessaria per gestire i budget in un'economia dinamica. Al termine del corso, lo studente sarà in grado di sviluppare fogli elettronici e di utilizzarli per l'analisi del budget. Avrà inoltre appreso ad applicare alla gestione della performance del budget le strategie e i concetti illustrati." Utilizzare i rendiconti finanziari nelle decisioni aziendali 3 3 E- learning Italiano N N

7 Questo corso pone in relazione contabilità e finanza: l'analisi dei rendiconti finanziari di base serve a rispondere a domande e a prendere decisioni riguardo un'impresa. Introduce alcune peculiarità della finanza e alcuni strumenti fondamentali destinati all'analisi finanziaria. Grazie a una serie di esercizi pratici, gli studenti potranno verificare la comprensione dei rendiconti finanziari adattandoli a diverse realtà aziendali. Infine permette di accedere al successivo livello di alfabetizzazione finanziaria: previsione e budget Principi fondamentali del budget 3 3 E- learning Italiano N N Questo corso ti insegna a comprendere, pianificare e attuare budget aziendali, budget di reparto o di organizzazioni senza scopo di lucro. Svilupperai le capacità e apprenderai come utilizzare gli strumenti che ti permetteranno di creare budget flessibili, seppur controllabili Pianificazione dei budget E- learning Italiano N N Il budget è una componente del sistema finanziario che tutti i dirigenti devono conoscere; spesso per i manager inesperti è infatti fonte di frustrazione. Il processo di creazione del budget permette alle aziende di prevedere le necessità di ricavi e di risorse. Le previsioni si traducono in budget operativi soggetti quindi a monitoraggio affinchè siano rispettati dalle imprese. Questo corso introduce il processo di creazione del budget del quale i dirigenti non amministrativi avranno bisogno per poterne farne un uso efficace. I manager apprenderanno concetti utili a rendere efficiente il processo di creazione del budget sia per il loro team che per la loro azienda. Categoria: C.4.10: Tecnica bancaria: concessione del credito; pratica istruttoria di finanziamento; ruolo del professionista nelle pratiche di finanziamento; titoli di credito; gestione valutaria delle banche Introduzione alla finanza E- learning Italiano N N Dai responsabili di linea al top management, tutte le figure professionali coinvolte nella gestione di un'impresa interagiscono con il sistema finanziario aziendale. La conoscenza di questo sistema è una competenza manageriale fondamentale per il controllo e la gestione delle risorse. Questo corso illustrerà ai dirigenti non amministrativi lo scopo dei sistemi di gestione finanziaria. Inoltre, presenterà i concetti di base di rischio e rendimento, valore del denaro nel tempo e relazione tra normativa fiscale e finanza d'impresa. Categoria: C.4.1: Analisi strategico- competitiva dell'impresa: analisi interna ed esterna Componenti fondamentali per un piano aziendale 4 3,5 E- learning Italiano N N Non capisco perche' sia necessario un piano di business. Andiamo a parlare al capo della nostra idea. Sono sicuro che ci darà il suo consenso! Suona familiare? Molti di noi hanno già sentito queste parole. Forse le abbiamo dette proprio noi. La verità è che al giorno d'oggi una semplice proposta orale ha ben poche chance di riuscire a persuadere i decisori della tua società ad implementare una tua idea di un nuovo prodotto o servizio. Il motivo? I supervisori, i manager e gli altri decisori vogliono VEDERE (e non solo ASCOLTARE) le ragioni per cui sviluppare nuovi prodotti e il modo MIGLIORE per convincerli è presentare un piano di business ben congegnato! Scoprirai che esistono ottime ragioni per preparare piani di business e che valgono tutto il tempo e gli sforzi che implicano. Capirai come individuare esattamente quale sarà il tuo pubblico: di solito, non sono solo manager! Osserverai i modi per presentare in maniera adeguata e appropriata il tuo prodotto o servizio al pubblico. Infine, analizzerai i modi per effettuare la ricerca di background che sarà parte integrante del tuo piano di business vincente Sviluppo di una strategia per un mercato target 3 2,5 E- learning Italiano N N Uno dei fattori chiave nella formulazione di un piano aziendale relativo a una nuova idea di prodotto o servizio consiste nel conoscere la propria clientela potenziale. Per individuare il gruppo di potenziali clienti, è necessario saper condurre un'approfondita ricerca di mercato. In questo corso, si imparerà a condurre ricerche demografiche e psicografiche e se ne comprenderanno le ragioni dell'importanza. Verrà mostrato come preparare un'analisi del mercato target e le componenti fondamentali che DEVONO essere incluse nell'analisi. Inoltre, si apprenderà come organizzare e comporre la sezione marketing del business plan. Si imparerà come fornire informazioni chiare e concise di cui i decisori avranno bisogno per dare l'ok al progetto Comprendere il posizionamento 3 3 E- learning Italiano N N In questa parte del corso imparerai a utilizzare le strategie di analisi per poter prendere decisioni obiettive circa lo sviluppo di un nuovo prodotto. Impara a esaminare i punti di forza e di debolezza di prodotti e servizi e a comprendere come le percezioni dei consumatori possano determinare il successo o il fallimento di un prodotto. Impara a riconoscere le opportunità e gli eventuali pericoli per il tuo prodotto. Osserverai come una debole attività di marketing e una scorretta scelta dei tempi incidano sulle probabilità di successo di un prodotto. Inoltre, affronterai i problemi connessi ad errori di calcolo o alla sovrastima del mercato di riferimento. Imparerai anche a predisporre piani di emergenza per salvaguardarti da possibili fallimenti. Questa parte ti spiegherà come verificare le ipotesi sulle quali hai basato le tue idee di prodotto, ipotesi inerenti l'esistenza o meno delle risorse necessarie alla produzione, e quali domande devi porti circa il tuo nuovo prodotto. Il corso termina illustrando quei segnali premonitori che è necessario che tu conosca per determinare se il tuo prodotto presenta qualche problema, campanelli d'allarme che puoi utilizzare per salvare il tuo progetto! Piano di marketing e vendite 3 3 E- learning Italiano N N E' capitato spesso che grandi idee sul prodotto abbiano rivelato la loro debolezza proprio sul mercato. Talvolta l'insuccesso è il risultato di un piano di marketing e vendite sbagliato. Questo corso è stato strutturato per fornire le conoscenze necessarie allo sviluppo di un piano di marketing e vendite tale da consentire al nuovo prodotto o servizio un ingresso vincente nell'attuale ambiente economico. Il training include le nozioni di base relative al percorso che i prodotti o i servizi seguono per passare dal produttore o fornitore al consumatore. Durante il corso si apprenderà quante volte è necessario mostrare il prodotto a un cliente potenziale prima che questi decida l'acquisto. Si vedrà come formulare previsioni sulle vendite. Infine, si comprenderà l'importanza di elaboare un piano di marketing e vendite nella creazione e nella promozione di un piano aziendale vincente Determinare i prezzi per la redditività 3 2,5 E- learning Italiano N N Niente può essere piu' dannoso per il successo del tuo nuovo prodotto o servizio che una determinazione del prezzo errata! In questo corso, imparerai non solo come acquisire informazioni relative a ricavi e spese per determinare il prezzo del tuo prodotto, ma anche come definire i tuoi obiettivi e le politiche per posizionare correttamente il tuo prodotto nella sua nicchia di mercato. Esaminerai tre metodi e quattro strategie per la determinazione del prezzo. Infine, conoscerai le risorse della società che ti possono aiutare a decidere se il tuo progetto è finanziariamente realizzabile Presentare il piano 3 2,5 E- learning Italiano N N

8 Hai mai assistito a una presentazione talmente brutta da farti sentire imbarazzato per il presentatore? Hai mai iniziato a leggere un documento, solo per diventare totalmente confuso a causa della sua infima organizzazione? Le buone presentazioni dei piani di business non nascono per caso. Questo corso ti mostrerà i fondamentali delle buone presentazioni, dalla progettazione della documentazione a l'organizzazione della presentazione orale. Imparerai cosa fare e cosa non fare con l'utilizzo di sussidi visivi, i pieghevoli e i gadget e i formati del piano di business. Osserverai i tipi di grafici e di diagrammi che visualizzano al meglio i tuoi dati. Infine, esaminerai in che modo i piani di business possono essere usati in modi che non siano la mera persuasione degli investitori e/o il finanziamento del tuo progetto. Categoria: C.4.2: Analisi delle dinamiche economico- finanziarie dell'impresa Le basi della pianificazione aziendale integrata 5 4,5 E- learning Italiano N N Questo corso guida lo studente attraverso le basi del processo di creazione del budget. Il corso è inteso a favorire la comprensione degli elementi che rendono un budget attuabile, e dei problemi piu' comuni che spesso intralciano il processo di creazione del budget. Lo studente acquisterà familiarità con i principi essenziali che presiedono alla realizzazione di un piano degli investimenti, e con le componenti del flusso di cassa. Inoltre, verrà evidenziata l'esigenza di prevedere il mutamento delle forze finanziarie e di reagirvi, prima che il budget ne risulti inficiato Il potenziale dell'autoapprendimento 3 2,5 E- learning Italiano N N Quante volte hai sentito usare queste espressioni negli anni '90: autoapprendimento, apprendimento continuo, organizzazione dell'apprendimento\; lavoratore della conoscenza? Se ti stai chiedendo che cosa significhino, perche' siano importanti, e quale sarà il tuo valore nel lavoro del XXI secolo, questo corso fa al caso tuo. Scopri in che modo puoi acquisire competenze e controllare lo sviluppo della tua carriera. Impara ad individuare risorse, costruire rapporti, valutare il sostegno che la tua organizzazione puo' dare all'autoapprendimento ed assistere altre persone e team che lo praticano. Cio' che hai imparato a scuola non basta piu'. Devi prendere il controllo del tuo apprendimento Il linguaggio della contabilità e della finanza 3 3 E- learning Italiano N N Questo corso permette agli studenti di familiarizzare con i principi di base e la terminologia della contabilità, e descrive l'utilità dei metodi contabili al fine di registrare le transazioni finanziarie. Grazie a una serie di esercizi pratici, gli studenti fanno una prima esperienza nell'utilizzare gli strumenti di base di registrazione finanziaria, quali libri contabili, conto economico e stato patrimoniale. Questo corso prepara gli studenti ad accedere ai successivi livelli di alfabetizzazione finanziaria: interpretare i dati e preparare il budget Fonti di finanziamento 3 2,5 E- learning Italiano N N Una gestione aziendale riuscita dipende dall'accesso al capitale. Superata la fase di avviamento di un'azienda, per rispondere alle esigenze di natura finanziaria è necessario utilizzare il reddito corrente e i prestiti a breve termine. Ulteriori esigenze di sviluppo possono richiedere l'immissione di nuovi capitali o il ricorso a fonti di finanziamento a lungo termine. Questo corso presenterà le fonti di capitale piu' comuni per le aziende e le aspettative degli investitori in termini di rendimento. Categoria: C.4.3: Pianificazione degli investimenti (capital budgeting) e business planning Comprendere i rendiconti finanziari E- learning Italiano N N Il corso illustra le componenti di ciascun rendiconto finanziario e descrive i legami esistenti tra i rendiconti finanziari Analizzare al di là dei numeri 3 3 E- learning Italiano N N Questo corso insegna a dirigenti d'azienda, professionisti della finanza e altri professionisti, alcuni metodi per estendere le proprie capacità di analisi dei rendiconti finanziari oltre i tre rendiconti di base: lo Stato patrimoniale, il Conto economico e il Rendiconto dei flussi di cassa. Il corso prende le mosse dall'esame dei modi in cui il dottore commercialista puo' affrontare questioni di credibilità, in primo luogo attraverso il processo di revisione contabile. Successivamente, il corso esamina come le note integrative possono contribuire all'analisi dei rendiconti finanziari. Infine, mostra come analizzare due aspetti contabili spesso identificati nelle note integrative: misurazione del costo del venduto e criteri di ammortamento Gestione della liquidità E- learning Italiano N N E' possibile che un'azienda redditizia e con un patrimonio netto positivo incorra in una crisi di liquidità? In assenza di un'accurata gestione della liquidità, non solo è possibile, ma probabile. Tutte le aziende, indipendentemente dalle loro dimensioni, devono gestire la generazione e l'esborso di denaro liquido, per garantire il pagamento puntuale delle fatture. Con questo corso i dirigenti non amministrativi potranno acquisire competenze di base sui problemi e le procedure di gestione della liquidità. Il corso fornirà le nozioni fondamentali che consentiranno di valutare e supportare programmi di riduzione dei costi e altre iniziative volte a mantenere il capitale circolante a livelli adeguati. Categoria: C.4.6: Strumenti e servizi di finanza innovativa Definizione dei progetti 3 3 E- learning Italiano N N Se il concetto di gestione dei progetti genera panico e il pensiero di utilizzare diagrammi di Gantt, diagrammi PERT, medie ponderate e percorsi critici è un pungolo costante, questo è il corso giusto: completo e semplice da utilizzare, è stato accuratamente progettato da professionisti del project management per fornire un'introduzione chiara alla gestione efficace dei progetti. Poiche' sempre piu' aziende stanno adottando team di lavoro orientati al progetto, la capacità di gestire in maniera efficace progetti complessi è una competenza indispensabile per chi mira al successo. Tuttavia, per poter condurre un progetto o semplicemente per lavorare in un team di progetto molto dinamico è necessario comprendere l'essenza della gestione dei progetti. E' pertanto indispensabile riconoscere le differenze sostanziali tra un progetto e un lavoro, insieme alle cinque fasi in cui si articola ogni progetto. Seguendo questo corso, sarà possibile ottenere anche una conoscenza approfondita del modo in cui interagire con i clienti per scoprire le loro reali esigenze e per stabilire l'indispensabile obiettivo progettuale. Una volta completato il corso, sarà possibile disporre di tutte le competenze necessarie per creare il primo di una serie di documenti fondamentali per la gestione dei progetti, le Linee guida del progetto Principali strumenti per la gestione dei progetti 3 2,5 E- learning Italiano N N

9 I progetti possono essere suddivisi in due parti differenti: la pianificazione e l'esecuzione. Il denominatore comune che contraddistingue la maggior parte dei progetti è rappresentato dalla scelta di dedicare gran parte del tempo e dell'impegno alla fase di pianificazione. Infatti, i project manager piu' esperti sanno che la fase di pianificazione è essenziale per garantire un'efficace conclusione dei progetti. Nell'ambito della gestione dei progetti sono stati sviluppati numerosi strumenti nel corso degli anni per ottenere i migliori risultati dalla pianificazione. Questi strumenti sono standard in tutti i settori e vengono utilizzati in piu' ambiti, inclusa l'analisi finanziaria, la definizione di budget, la produzione e la creazione di team. In questo corso verrà indicato il modo in cui superare i limiti che presentano molti di questi strumenti, come la WBS, il metodo del percorso critico e lo schema dell'analisi delle attività Pianificazione del progetto mediante il computer 3 3 E- learning Italiano N N Qualcuno afferma, e non senza ragione, che il computer non sia altro che una macchina per eseguire calcoli, capace di memorizzare e gestire grandi quantità di dati in formato elettronico. Ma proprio grazie a queste caratteristiche che il computer è diventato uno strumento essenziale per la gestione dei progetti. Questo corso illustra i metodi per integrare gli strumenti tradizionali di project management, come la WBS, i diagrammi di Gantt, i grafici e il metodo del percorso critico, con la tecnologia attualmente disponibile. L'utilizzo della pianificazione mediante computer consente di calcolare rapidamente le date di inizio, in ritardo e in anticipo, e le date di fine, in ritardo e in anticipo, e di creare scenari alternativi e ipotesi necessarie per la pianificazione e la distribuzione accurata delle risorse critiche Creare il team del progetto 3 3 E- learning Italiano N N Un progetto ben pianificato, senza un team efficiente capace di realizzarlo, resta solo una buona idea con molti diagrammi colorati. Quindi, scegliere i componenti giusti per il team e definire delle aspettative condivise è assolutamente indispensabile per la riuscita del progetto. Ma è altrettanto importante definire un piano di comunicazione che mantenga tutti informati, inclusi i componenti del team, i clienti e le persone economicamente coinvolte nel progetto. Inoltre, è compito del team leader gestire e risolvere i conflitti interpersonali all'interno del team, una situazione che puo' danneggiare qualsiasi progetto. I responsabili del team di progetto devono anche individuare l'insieme di competenze necessarie per completare il progetto e il modo in cui sfruttare i punti di forza e limitare gli effetti dei punti deboli dei singoli componenti del team. Una volta completato questo corso, lo studente disporrà di tutte le competenze necessarie per creare un team di progetto vincente Guidare un team di progetto vincente 3 2,5 E- learning Italiano N N Quando si viene assegnati a una posizione di leadership, soprattutto per la prima volta, si tende facilmente a fraintendere il proprio ruolo e a travalicare i limiti di competenza. In realtà, i leader sono chiamati a guidare i propri team attraverso tutti gli aspetti concreti del progetto. Questo corso illustra il vero ruolo di un leader, dal coaching alla convocazione e conduzione di riunioni efficaci, alla comprensione e all'utilizzo delle tecniche di problem solving Chiudere il progetto 3 2,5 E- learning Italiano N N Tutti i progetti di successo giungono a compimento, mentre i progetti condotti in maniera errata restano sospesi senza mai raggiungere un punto finale, continuando a consumare risorse e carriere. Un progetto di questo tipo non rappresenta sicuramente una nota positiva in un curriculum. Quindi, la chiusura di un progetto è importante quanto il suo avviamento. Lo studente acquisirà le competenze necessarie per utilizzare gli strumenti di gestione dei progetti che consentono di controllare l'andamento del progetto e di restare concentrati su un risultato concreto. Si apprenderà inoltre il modo per completare un progetto secondo un programma di urgenza, analizzarne i costi e i profitti, e preservarlo dal rischio costante di allontanamento dall'obiettivo. Nell'ultima lezione si passerà alla fase finale del progetto, la chiusura. Lo studente acquisirà le competenze necessarie per completare il progetto, sciogliere il team, gestire le fasi post- progetto e infine celebrare i successi ottenuti. Categoria: D.3.27: La responsabilità amministrativa degli enti e delle persone giuridiche Responsabilità amministrativa delle imprese D.Lgs. 231/ E- learning Italiano S N L obiettivo del corso è sviluppare, sia in coloro che guidano le imprese, sia in coloro che le supportano, mettendo a disposizione la propria professionalità nel campo giuridico, contabile, amministrativo e finanziario, la consapevolezza che l adeguamento della struttura imprenditoriale al modello organizzativo 231 è momento indispensabile per l esercizio dell attività, al fine di sviluppare concrete modalità di governo, più moderne, ispirate a principi etico- sociali, oltre che reddituali, che consentano di fronteggiare il delicato scenario economico che la realtà ci presenta.

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni

Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e delle Prestazioni HUMANWARE S.A.S. Via Tino Buazzelli, 51 00137 - Roma Tel.: +39 06 823861 Fax.:+39 06 233214866 Web: www.humanware.it Email: humanware@humanware.it Metodologie di Analisi e Valutazione delle Posizioni e

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente

Scheda di valutazione individuale area dirigenza. Competenze e comportamenti Leggenda: 0,5=molto indoddisfacente 1=insoddisfacente Scheda di valutazione individuale area dirigenza Sessione di valutazione Nome e Cognome Valutatore Competenze e comportamenti Leggenda:,=molto indoddisfacente =insoddisfacente anno Incarico: PESATURA:

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale

Lezione 3. La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale Lezione 3 La struttura divisionale; la struttura a matrice e la struttura orizzontale 1 LA STRUTTURA FUNZIONALE ALTA DIREZIONE Organizzazione Sistemi informativi Comunicazione Programmazione e controllo

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

LAVORARE PER PROGETTI

LAVORARE PER PROGETTI LAVORARE PER PROGETTI Giampaolo Calori e Nicoletta Perego Eulogos Consulenti di Direzione 1. PREMESSA Ogni giorno le aziende devono confrontarsi con il mutamento continuo dell ambiente interno ed esterno

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa

CAPITOLO 3. Elementi fondamentali della struttura organizzativa CAPITOLO 3 Elementi fondamentali della struttura organizzativa Agenda La struttura organizzativa Le esigenze informative Tipologia di strutture Struttura funzionale Struttura divisionale Struttura per

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS

Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Chi è il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza RLS Definizione di RLS (Art 2, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri.

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. [moduli operativi di formazione] Ascolto attivo Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. ASCOLTO ATTIVO Ogni giorno, passiamo il 49% del nostro tempo ascoltando. Ascoltiamo

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli