Piattaforma. Guida all Integrazione. Descrizione Principali Funzionalità. Versione 1.2 BOZZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piattaforma. Guida all Integrazione. Descrizione Principali Funzionalità. Versione 1.2 BOZZA"

Transcript

1 Piattaforma Guida all Integrazione Descrizione Principali Funzionalità Versione 1.2 BOZZA Questo documento contiene informazioni proprietarie e riservate di Dedalus SpA Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, registrata o tradotta in qualsiasi lingua, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, elettronico, magnetico, ottico, chimico, fisico o altro. Dedalus si riserva il diritto di correggere questa pubblicazione e di apportare modifiche al suo contenuto senza l'obbligo di informare chiunque di tali revisioni o modifiche. 2014, Dedalus S.p.A. (01/14). Tutti i diritti riservati

2 Piattaforma X1.V1 Guida all Integrazione Pagina lasciata intenzionalmente bianca Questo documento contiene informazioni proprietarie e riservate di Dedalus SpA Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, registrata o tradotta in qualsiasi lingua, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, elettronico, magnetico, ottico, chimico, fisico o altro. Dedalus si riserva il diritto di correggere questa pubblicazione e di apportare modifiche al suo contenuto senza l'obbligo di informare chiunque di tali revisioni o modifiche. 2014, Dedalus S.p.A. (01/14). Tutti i diritti riservati

3 Informazioni sul documento Metadati Emesso da Tipo Diritti di accesso Lingua Titolo Numero Dedalus S.p.A. - Via di Collodi, 6/C Firenze (ITALY) Guida all Integrazione Confidenziale Italiano Piattaforma X1.V1 - Guida all Integrazione TECH_X1.V1-INT_GUIDE_IT_v1.2 Versione 1.2 Stato Creato da Data di creazione Redattore/i FINALE Fabio Buti 2013-Ott-28 Dipartimento X1.V1 Confidenzialità Questo documento è proprietà intellettuale di Dedalus S.p.A., protetto ai sensi e in conformità con la legislazione vigente in materia di diritto d'autore (Italia, L. n 248/2000 e successive modifiche). Le informazioni contenute in questo documento sono considerate strettamente confidenziali e non possono essere riprodotte o comunicate a terzi o utilizzate per scopi diversi da quelli della valutazione stessa, al fine di arrivare alla stipula di un accordo, senza il preventivo consenso scritto della Società sottoscritta. Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 3 of 28

4 Storia delle revisioni Ver. Rev. Data Autore(i) Note Ott-28 A.Olianti Prima bozza Gen-28 F. Buti Revisione intermedia Feb-21 F.Monari Aggiunta parte anagrafica e revisione generale Apr-01 F.Buti Finalizzazione (senza parte MCI) Apr-02 M.Spallanzani, F.Buti Aggiunta parte MCI fornita da M.Spallanzani Apr-08 F.Buti Revisione generale Mag-05 F.Monari Aggiunte e revisione parte anagrafica Mag-05 F.Buti Revisione intermedia Ago-08 F.Buti Finalizzazione Ago-29 F.Buti Revisione template Ott-27 A.Olianti Rimozione riferimenti a SAML Ott-27 F.Buti Finalizzazione Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 4 of 28

5 Sommario 1 Prefazione Destinatari Documenti Correlati Acronimi e abbreviazioni Introduzione all architettura X1.V Principali componenti dell architettura SSO (Single Sign-On) FSE / Dossier ESB Il Registry (indice dei documenti) Il Repository dei documenti MPI MCI Funzionalità Flussi disponibili Flusso di autenticazione WEB services Flusso documentale Flusso anagrafico Flusso di gestione delle notifiche Flusso di gestione delle codifiche Flussi d integrazione: casi d uso Caso d Uso: Inserimento/Recupero di un documento Caso d Uso: Gestione Codifiche Appendice A Gestione Errori Appendice B - Plug-in Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 5 of 28

6 1 Prefazione La Guida all Integrazione descrive, dal punto di vista tecnico-funzionale, la modalità di integrazione con dati e servizi offerti dalla Piattaforma di Interoperabilità X1.V1 e con le tecnologie di sicurezza utilizzate per la loro protezione. La Guida fornisce anche la descrizione delle interfacce esposte per l accesso al sistema di archiviazione e di consultazione della Piattaforma. 2 Destinatari Questa Guida è destinata a coloro che sono coinvolti nelle attività di integrazione di applicazioni o moduli con la Piattaforma X1V1. Chi legge questo documento dovrebbe disporre di una conoscenza a livello implementativo delle specifiche IHE relative ai domini interessati; in particolare del dominio IT Infrastructure. 3 Documenti Correlati Ai fini dello sviluppo si elencano i documenti contenenti specifiche da considerare. Documentazione IHE: Documentazione Dedalus: Affinity Domain X1.V1 => file: [DEDALUS_X1.V1]_AffinityDomain_IT_v2.0rev4.pdf Conformance Statement HL7 => file: [DEDALUS_X1 V1]_MPI _HL7v2 5_Conformance_Statement_IT_v1.1rev3.pdf X1.V1 - Java Plugin Adapter => file: [DEDALUS_X1.V1]_JavaPluginAdapter_v1.1.pdf X1.V1 - Autenticazione => file: [DEDALUS_X1.V1]_STS_(SpecTecniche)_IT_v1.1rev3.pdf documenti complementari: Ai fini della installazione/distribuzione della Piattaforma: sia la Guida alla Distribuzione che la Guida di Installazione. Ai fini della configurazione/ottimizzazione delle funzionalità della Piattaforma: la Guida di Amministrazione Ai fini dell uso della Piattaforma: la Guida Utente Documentazione su altri standard applicati: Specifiche OASIS SAML far riferimento ai documenti: - - https://www.oasis-open.org/committees/download.php/35389/sstc-saml-profiles-errata-2.0-wd-06-diff.pdf Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 6 of 28

7 4 Acronimi e abbreviazioni Di seguito è riportato il significato degli acronimi e delle abbreviazioni usati in questo documento. Termine ACK CN D-MIM DN ESB FSE HL7 IdP IHE IM IS JDK LDAP MCI MMG MPI OU PLS RDBMS SOA SOAP TCP/IP SSO STS WS XDS Significato General Acknowledgement (messaggio) Common Name Domain Message Information Model Distinguished Name Enterprise Service Bus Fascicolo Sanitario Elettronico Health Level 7 (Interface Standard) Identity Provider Integrating the Healthcare Enterprise Identity Management Information System Java Development Kit Lightweight Directory Access Protocol Master Code Index Medici di Medicina Generale Master Patient Index Organization Unit Pediatri di Libera Scelta Relational Database Management System Service Oriented Architecture Simple Object Access Protocol Transmission Control Protocol / Internet Protocol Single Sign-On Security Token Service Web Services Cross-Enterprise Document Sharing Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 7 of 28

8 5 Introduzione all architettura X1.V1 L architettura della Piattaforma si compone di diversi moduli cooperanti e adotta un modello di comunicazione basato sui servizi. Essa utilizza funzionalmente il modello architetturale previsto dal profilo d integrazione IHE XDS.b. Saranno quindi disponibili tutte la transazione previste da questo profilo. La Piattaforma realizza, di fatto, i seguenti attori: Document Registry, Document Repository, Document Consumer (Visualizzatore Dossier). La fruizione dei servizi e delle transazioni è regolata da un modulo Single Sign-On. E infatti previsto un modulo Identity Provider per la gestione degli utenti e un modulo Service Provider (SP) utilizzato per la gestione dell accesso ai servizi da parte degli attori Document Source e Document Consumer. Di seguito il Component Diagram relativo all infrastruttura della Piattaforma : Figura 1 Architettura Applicativa Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 8 of 28

9 5.1 Principali componenti dell architettura SSO (Single Sign-On) La gestione dell accesso ai servizi costituisce un punto nevralgico di ogni architettura. Il componente SSO rappresenta un supporto che permette agli applicativi di svincolarsi dalle logiche di autenticazione. Esso è utilizzabile sia in contesti rivolti alla protezione di moduli Web che per la gestione di contesti a servizi. Per integrazioni con attori XDS è previsto che l utente fruisca dei servizi esposti dalla Piattaforma attraverso l invocazione di Web Services protetti da token SAML. Il componente in oggetto consente di recuperare il token SAML dai dati dell'utente autenticato e utilizzarla per l'invocazione ai servizi. Il modulo SSO si basa su specifiche OASIS SAML Web Browser SSO Profile e viene certificato per l'uso su Apache Tomcat. NOTA: per maggiori informazioni riguardo alle specifiche OASIS SAML utilizzare i riferimenti citati nel capitolo FSE / Dossier Possiamo definire il Fascicolo Sanitario Elettronico/Dossier come un indice di oggetti informativi sanitari firmati digitalmente e creati dalla storia dei contatti dell assistito con i diversi attori del Sistema Sanitario Nazionale. Esso è accessibile dal cittadino e dagli operatori sanitari giuridicamente autorizzati in qualunque luogo ed in qualunque momento nel rispetto della regolamentazione nazionale e regionale e della tutela della privacy. Il Fascicolo Sanitario Elettronico deve permettere la gestione dei dati clinici sia da un punto di vista tecnico/informatico, sia dal punto di vista logico sanitario. Esso è uno strumento informativo condiviso e accessibile da tutti coloro che ne hanno il diritto, strutturato come una raccolta cronologica di eventi e informazioni longitudinale alla storia clinica del paziente. In base a questa definizione la Piattaforma X1.V1 individua quindi nel Fascicolo Sanitario Elettronico un entità concettuale costituita dall'aggregazione logico-funzionale dei tre componenti rappresentati dall ESB, dal Registry e dal Repository ESB Il componente ESB (Enterprise Service Bus) è stato concepito per realizzare le funzionalità necessarie a supportare comunicazioni sicure tra sistemi clinici e componenti interne alla Piattaforma X1.V1. L ESB consente le seguenti principali funzionalità: gestione delle comunicazioni tra le componenti interne alla Piattaforma Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 9 of 28

10 gestione degli aspetti di sicurezza e controllo degli accessi, mediante verifica e autorizzazione degli utenti (con il supporto dei sistemi anagrafici sanitari e delle Certification Authority) all accesso alle risorse del sistema. gestione del tracciamento degli accessi Il Registry (indice dei documenti) Il componente Registry è l indice della Piattaforma X1.V1. Contiene l insieme dei metadati relativi ai documenti memorizzati sui Repository e permette di ricercare e recuperare questi ultimi, conformemente ai diritti di accesso dell utente richiedente. Il profilo di integrazione XDS.b prevede la presenza di un solo Registry (vedi figura 2) Il Repository dei documenti Il componente Repository è destinato a contenere i documenti informatici ed è normalmente distribuito a livello aziendale (ASL/AO). Il profilo di integrazione XDS.b prevede la presenza di uno o più Repository. Ogni Repository offre le seguenti principali funzionalità: 1. archiviazione di un documento 2. recupero di un documento a partire da un suo riferimento Figura 2 Profilo d Integrazione XDS.b: diagramma Attori/Transazioni Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 10 of 28

11 5.1.6 MPI Il componente MPI gestisce l anagrafe di riferimento per la Piattaforma. MPI può operare come anagrafe di riferimento aziendale (ASL/AO) sia implementando le funzionalità di gestione della medicina di base sia attraverso l integrazione con una anagrafe di livello superiore, ad esempio Repository component is destined to contain the electronic documents and is normally distributed at corporate level (ASL/AO). l anagrafe regionale, se presente. Il modulo espone servizi SOAP per l integrazione con le anagrafi dipartimentali. Gli standard supportati sono i seguenti: HL7 v2.3 XML HL7 v2.5 XML HL7 v3 XML Figura 3 - Integrazione dell MPI con le anagrafi dipartimentali Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 11 of 28

12 5.1.7 MCI Il componente MCI (Master Code Index) rappresenta il repository centrale delle codifiche messo a disposizione dalla Piattaforma. In termini IHE svolge il ruolo di Value Set Repository (VSR) per le codifiche (Value Set), mentre gli applicativi esterni che devono fruire delle codifiche, svolgono il ruolo di Value Set Consumer (VSC). 6 Funzionalità La Piattaforma prevede che tutti i servizi esposti verso gli attori esterni secondo un architettura SOA debbano essere protetti usando WS-Security e SAML Assertion. Il componente SSO-Valve consente di recuperare il token SAML dai dati dell'utente autenticato e utilizzarla per l'invocazione ai servizi. Lo scambio di messaggi tra i componenti del sistema, cioè gli attori che collaborano interattivamente, identificabili dai componenti fisici come i client (Applicativi di Cartella, Cartella MMG, ADT, etc.) o dai componenti logici come quelli che espongono i servizi applicativi (Registry, Repository, etc), sarà filtrato dal componente ESB. 6.1 Flussi disponibili Il modulo ESB espone le interfacce per la gestione e mette a disposizione una serie di funzioni classificabili nelle seguenti categorie: Flusso di autenticazione WEB Services (STS) Flusso documentale (Inserimento, Interrogazione, Recupero) Flusso anagrafico (Identificazione, Inserimento, Aggiornamento, Interrogazione, Fusione) Flusso di gestione delle notifiche Flusso di gestione delle codifiche (Recupero codifica, Notifica modifica codifiche) Flusso di autenticazione WEB services Un applicativo che intende fruire di un servizio esposto deve necessariamente effettuare una chiamata verso il modulo di autenticazione STS. Il modulo valida le credenziali fornite dall applicativo chiamante sulla modulo centrale che gestisce gli operatori verificando se l utente che intende fruire del servizio sia effettivamente censito Di seguito un schema riassuntivo di questa architettura: Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 12 of 28

13 Figura 4 - Architettura Web Services nello scenario SSO-LDAP L applicativo Document Source/Consumer (WS Client), prima di effettuare una chiamata SOAP verso il Web Service che vuole invocare, richiede l autenticazione dell operatore al modulo di autenticazione. Il componente Identity Provider/STS verifica sul Server OpenLDAP la validità delle credenziali inserite nel messaggio di richiesta (username e password). Figura 5 - Diagramma di Flusso: Autenticazione Web Services Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 13 of 28

14 In caso di successo restituisce un asserzione SAML firmata con chiave privata. Tale asserzione viene quindi veicolata dal Source/Consumer tramite il SOAP header (WS-Security) ed usata dal modulo ESB per verificare l abilitazione dell operatore ad accedere al servizio invocato. L operazione di verifica avviene utilizzando i seguenti step: 1. verifica della firma della SAML Assertion, con la chiave pubblica per controllare l autenticità delle identità e del profilo (ruoli) trasmessi 2. verifica che almeno uno dei ruoli associati all utente sia abilitato all invocazione del servizio. Se tutti i controlli sopraelencati vanno a buon fine il modulo instrada la chiamata verso il WS che eroga il servizio. Nel caso in cui i controlli non abbiano esito positivo, ossia che l utente non risulti validato sull anagrafe operatori o che il suo ruolo non permetta di invocare il servizio dell operazione richiesta, viene restituito all applicativo chiamante un messaggio di errore. L applicativo chiamante può utilizzare nelle successive chiamate il token SAML firmato fino alla scadenza dello stesso. La funzione di autenticazione è la seguente: RequestSecurityToken Tale metodo viene esposto dal modulo Identity provider/sts che effettua il controllo delle credenziali sull anagrafe Operatori. Le funzionalità esposte sono conformi ai seguenti standard: - WS-Security - SAML 1.1/SAML 2.0 Per le specifiche complete sull Autenticazione STS SAML2.0 della Piattaforma far riferimento al relativo documento menzionato nel paragrafo 3 ( Documenti correlati ) Flusso documentale Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 14 of 28

15 Figura 6 - Dettaglio della transazione ITI Flusso di inserimento La funzione di sottomissione è la seguente come definito dal profilo di integrazione XDS.b: [ITI-41] Provide and Register Document Set-b Come mostrato nel diagramma precedente il Document Source, che intende pubblicare un documento sulla Piattaforma, dopo aver recuperato il Token SAML e prima di effettuare l invocazione del servizio deve: 1. Creare il documento (Document); 2. Produrre i metadata necessari alla classificazione del documento: DocumentEntry, SubmissionSet e opzionalmente Folder (Le codifiche da utilizzare all interno dei metadata devono essere quelle definite nell Affinity Domain); 3. Raggruppare tutti gli elementi sopracitati all interno dell elemento Submission Request Una volta svolti i passaggi descritti al punto precedente, il Document Source può effettuare l invocazione del servizio. Per maggiori dettagli relativi a questa funzionalità fare riferimento alla documentazione contenuta sul TF IHE ( Provide and Register Document Set-b descitta in IHE ITI TF-2b: 3.41). Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 15 of 28

16 Flusso di interrogazione La funzione di interrogazione viene realizzata dalla seguente transazione del profilo XDS.b: [ITI-18] Registry Stored Query Le query sono effettuate verso il Registry secondo lo standard della transazione IHE Registry Stored Query. Per maggiori approfondimenti far riferimento a IHE ITI TF-2a: Flusso di recupero La funzione di recupero è garantita dalla seguente transazione IHE: [ITI-43] Retrieve Document Set.b Possono essere recuperati uno o più documenti identificati a seguito di una Stored Query o di una notifica di disponibilità. I documenti sono recuperati come base64 encoded. Per maggiori approfondimenti far riferimento a IHE ITI TF-2b: Flusso anagrafico Le integrazioni con l anagrafe della Piattaforma si possono riassumere nei seguenti due insiemi di servizi: 1) Servizi di richiesta verso l anagrafe (anagrafe = PIX manager) 2) Servizio di notifica da parte dell anagrafe di Piattaforma (anagrafe = PIX source) Servizi di richiesta verso il modulo MPI (PIX Manager) I servizi di richiesta consentono ad una anagrafe esterna di effettuare sul modulo MPI le seguenti operazioni Identificazione pazienti (ricerca in anagrafe piattaforma Piattaforma - Query ) Servizio di richiesta inserimento in anagrafe Piattaforma (Insert) Servizio di richiesta aggiornamento di pazienti presenti in anagrafe (Update) Gli schemi seguenti descrivono i servizi di richiesta verso il modulo MPI con le versioni HL7 supportate. Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 16 of 28

17 HL7 2.5 Anagrafe esterna ADT^A28 ACK^A28 Insert MPI ADT^A31 ACK^A31 Update QBP^Q22 RSP^Q22 Query HL7 2.3 Anagrafe esterna ADT^A04 ACK^A04 Insert MPI ADT^A08 ACK^A08 Update QRY^A19 ADR^A19 Query HL7 3.0 Anagrafe esterna PRPA_IN201301UV02 MCCI_IN000002UV01 Insert MPI PRPA_IN201302UV02 MCCI_IN000002UV01 Update PRPA_IN201305UV02 PRPA_IN201306UV02 Query Servizi di notifica Il servizio, una volta sottoscritto, provvede a notificare in modalità push le variazioni che si verificano sull anagrafe di Piattaforma, in particolare Inserimento di un nuovo paziente Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 17 of 28

18 Aggiornamento di una posizione in anagrafe relativamente a - Dati anagrafici (indirizzo, identificativi della persona ) - Dati sanitari (medico di assistenza, esenzioni ) Riconduzione di due posizioni in anagrafe (fusione) Gli schemi seguenti descrivono il servizio di notifica verso le anagrafi esterne con le versioni HL7 supportate. HL7 2.5 MPI ADT^A28 ACK^A28 Insert Anagrafe Esterna ADT^A31 ACK^A31 Update ADT^A40 ACK^A40 Merge HL7 2.3 MPI Anagrafe Esterna ADT^A04 ACK^A04 ADT^A08 ACK^A08 Insert Update ADT^A40 ACK^A40 Merge HL7 3.0 MPI Anagrafe Esterna PRPA_IN201301UV02 MCCI_IN000002UV01 PRPA_IN201302UV02 MCCI_IN000002UV01 Insert Update PRPA_IN201304UV02 MCCI_IN000002UV01 Merge Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 18 of 28

19 6.1.4 Flusso di gestione delle notifiche La gestione delle notifiche può avvenire secondo due profili d integrazione IHE: DSUB NAV (recentemente deprecato da IHE, ma tuttora reso disponibile dalla Piattaforma) Il flusso di gestione delle notifiche tramite profilo d integrazione IHE-NAV si traduce nei seguenti passi: 1. Un applicativo client pubblica un referto 2. Il Registry, utilizzando il profilo NAV, inoltra una mail al medico dell assistito per il quale è stato prodotto il referto. 3. L applicativo di cartella può così procedere con lo scaricamento del documento dal Repository e l acquisizione in cartella Flusso di gestione delle codifiche Il flusso di gestione delle codifiche si basa sul diagramma attori/transazioni mostrato sotto: Figura 7 Diagramma Attori/Transazioni Il modulo MCI (Master Code Index) della Piattaforma svolge il ruolo di Value Set Repository (VSR) per le codifiche (Value Set). Gli applicativi esterni che devono fruire delle codifiche, svolgono il ruolo di Value Set Consumer (VSC). Più in dettaglio: Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 19 of 28

20 Sul modulo MCI sono configurati e/o importate le codifiche (Value Set). Esempi di codifiche che potrebbe avere senso gestire centralmente: - Reparti, unità operative, centri di costo e dipartimenti; - prestazioni, con declinazioni aziendali, regionali e nazionali; - comuni, province, regioni e stati esteri secondo ISO e ISTAT Gli applicativi, che hanno il ruolo di Value Set Consumer (VSC) accedono ai Value Set (VS) facendo delle query verso il modulo MCI, cioè il Value Set Repository (VSR), tramite la transazione ITI-60 All atto della pubblicazione di inserimenti/modifiche/cancellazioni relativi ad un VS, verranno inviate delle notifiche verso i VSC, che in tal modo potranno recuperare il VS direttamente da MCI (tramite la transazione IHE ITI-60). Una notifica viene inviata a un VSC se e solo se tale VSC è abbonato al particolare VS variato. Un VSC può essere abbonato a più VS contemporaneamente, e riceverà notifiche distinte per ciascuno di essi. Dal punto di vista fisico, MCI non invierà le notifiche direttamente ai VSC, bensì a DSUB (che svolgerà il ruolo di (transazione IHE ITI-54): sarà compito di DSUB inoltrare le notifiche ai VSC (transazione IHE ITI-52). In particolare, se abbiamo 5 VSC tutti abbonati allo stesso VS, MCI invierà una sola notifica a DSUB il quale, sapendo che ci sono 5 VSC abbonati, provvederà ad inoltrare la notifica a tutti e 5. DSUB sa quali sono i VSC abbonati (e a quali VS), in base alla configurazione effettuata direttamente tramite la sua console, e/o tramite apposita sottoscrizione (transazione IHE ITI-53). Limitazioni e deroghe alle specifiche IHE La transazione IHE ITI-60 così com è non è in grado di soddisfare i requisiti che un servizio di Value Set Repository deve erogare nel contesto della sanità italiana. Per questo il modulo MCI ha esteso le specifiche di IHE allo scopo di: Restituire un insieme di informazioni dinamico e dipendente dal Value Set richiesto. Esempio: il Value Set dei comuni è caratterizzato da un insieme di informazioni più esteso di quello base previsto di IHE, e certamente diverso da quello del Value Set dei Medici MMG. Consentire di effettuare ricerche filtrando su una o più delle informazioni che caratterizzano determinati Value Set. Esempio: per i comuni, si desidera cercare per data di inizio e fine validità. A tal fine l oggetto Concept è stato esteso con un tipo dati (elemento additionalproperties) che consente di associare a ciascuna istanza un elenco dinamico di terne: nome chiave / valore codificato / valore testuale che rappresentano le proprietà peculiari di quel Concept all interno del Value Set. Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 20 of 28

21 6.2 Flussi d integrazione: casi d uso Caso d Uso: Inserimento/Recupero di un documento L applicativo che si integra con l architettura deve eseguire le seguenti operazioni per inserire/recuperare un documento sulla/dalla Piattaforma X1.V1: I. Autenticazione sul sistema e ricezione del token SAML. ( RequestSecurityToken ) II. Utilizzare il Token SAML ricevuto per effettuare le successive chiamate al modulo Service Provider. Tali chiamate possono essere effettuate verso i servizi offerti dai seguenti componenti: a. MPI (invocazione del servizio di identificazione assistiti): dal messaggio HL7 tornato al client/source che invoca, viene recuperato l identificativo dell assistito (PID valido all interno dell Affinity Domain) che sarà utilizzato nelle successive transazioni; b. Repository: verso cui per effettuare la sottomissione di un referto CDA2 e dei relativi metadati previsti dalla transazione IHE [ITI-41] Provide and Register Document Set-b. Per la sottomissione del referto è necessario utilizzare il PID ricavato in precedenza; c. Registry: verso cui effettuare la ricerca dei documenti che soddisfano specifici criteri di ricerca utilizzando la transanzione standard [ITI-18] Registry Stored Query. Dal messaggio XML ricevuto il Consumer estrae, una volta individuato il riferimento al documento di interesse, i metadati necessari per effettuare il recupero del documento sul Repository (documentid e RepositoryOID); d. Repository: da cui recuperare il documento utilizzando la transazione IHE standard [ITI-43] Retrieve Document Set.b Caso d Uso: Gestione Codifiche Lo scambio dei cataloghi avverrà solo mediante le transazioni previste nel framework IHE, ovvero la ITI-60. In questa transazione, gli attori coinvolti risultano essere due: il Value Set Repository (VSR) e il Value Set Consumer (VSC). Come mostrato dalla figura 8, al fine di descrivere completamente le funzionalità previste dal modello MCI, è necessario introdurre un terzo attore che rappresenta il sistema di gestione delle notifiche (IHE-DSUB Document Metadata Notification Broker) Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 21 of 28

22 Il Sistema di Notifiche: In attesa della definizione del sistema di notifiche e specifiche esposto dalla Piattaforma di interoperabilità, sul quale MCI baserà la propria gestione, si descrivono i requisiti minimi previsti dall implementazione: Le notifiche previste saranno di due tipi: Notifica di cambiamento dei Value Set Questa notifica da parte di MCI si scatena ogni qual volta viene modificato un VS. Le modifiche avvengono utilizzando le funzioni messe a disposizione da MCI Tutti i subscriber definiti su MCI per lo specifico VS, verranno notificati. Questa notifica scatena necessariamente la transazione di recupero da parte dei VSC del VS notificato secondo le specifiche previste dalla ITI-60. Notifica di tracciatura e stato transazione Deve essere prevista una specifica notifica di tracciamento e logging da parte di tutti i gli attori chiamati al recupero di un VS, che definisca lo stato finale a conclusione delle transazioni avvenute da e verso MCI. Il tracciamento dello stato persisterà su MCI Strategie di allineamento Consideriamo differenti strategie di allineamento dei Value Set (VS). Allineamento non sollecitato da notifica: Il consumatore di VS interroga direttamente MCI con le specifiche descritte dall analisi funzionale ed ottenere un Value Set. Allineamento sollecitato da notifica: L Owner del VS, attraverso l interfaccia del MCI, inserisce, modifica, cancella informazioni di una specifica entità. MCI applica le variazioni e provvede a notificare quanto è avvenuto ai sistemi interessati, i quali le acquisiscono tramite l utilizzo della transazione ITI Transazioni non sollecitate da notifica Queste transazioni partono sempre da una richiesta inoltrata dal VSC, nella quale vengono indicati i cataloghi che il VSR dovrà fornire al VSC. Nel caso d uso preso in considerazione viene schematizzata una transazione, dove un attore con il ruolo di VSC richiedere un VS ad MCI, proprietario dello stesso: Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 22 of 28

23 Nella transazione descritta : - l attore deve implementare le logiche necessarie a VSC. - MCI risulta il proprietario del catalogo che interessa all attore sottoscritto. - Il sistema di notifica registra l esito della comunicazione ad MCI. Il seguente diagramma di sequenza descrive il comportamento: Figura 9 Diagramma di sequenza L attore implementa la chiamata secondo le specifiche previste dalla ITI-60 e deve essere in grado di interpretare le informazioni restituite dal VSR. La definizione della struttura locale e manutenzione successiva dei VS restituiti da MCI sull attore chiamante (VSC) non è prerogativa del sistema descritto. Il sistema di tracciatura, registra l avvenuta corretta registrazione della chiamata su MCI che ne salverà i contenuti per permettere tramite opportuno strumento di back-office di valutarne la corretta conclusione Transazioni sollecitate da notifica Il recupero VS da parte di un attore terzo può essere sollecitato da una notifica inviata da MCI attraverso il sistema di notifiche. Una volta individuata una modifica di un catalogo di cui MCI è owner, il sistema notifica la variazione ad MCI che, come proprietario della lista dei sottoscrittori di quel catalogo, allineerà adeguatamente questi ultimii con la variazione. Il seguente diagramma di sequenza descrive il comportamento: Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 23 of 28

24 Figura 10 - Diagramma di sequenza Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 24 of 28

25 Appendice A Gestione Errori Legenda transazioni: - P = Provide and Register-b - SQ = Stored Query - RS = Retrieve Document Set - Q = Query Anagrafica - NA = Notifica Anagrafica Errore Azione Azioni client Note 201 P,SQ,RS,Q,NA 202 P,SQ,RS,Q,NA 203 P,SQ,RS, Q,NA Effettuare nuovamente la login Tracciatura errore Tracciatura errore INVALID_DATE: Data dell'asserzione SAML non valida INCOMPATIBLE_ROLES: Ruolo utente e/o operazione invocata non censito. ABILITAZIONE_MEDIATOR: L operazione invocata non è consentita 204 RS Tracciatura errore REPOSITORY_RETRIEVE_MEDIATO: Repository non trovato 205 SQ Provare a ripetere la chiamata OUT_FILTER: Errore generico filtraggio risultati 206 P,SQ,RS, Q,NA Tracciatura errore ROLE_MEDIATOR: Errore generico AG 101 P,SQ,RS Tracciatura errore DOCUMENT_TYPE_MEDIATOR: Non è possibile stabilire il tipo di documento 102 P,SQ,RS, Q,NA Tracciatura errore OPERATION_MEDIATOR: Non è possibile stabile il tipo di operazione 104 P,SQ,RS Tracciatura errore ROLE_RETRIEVER_COD_FISC_UTENTE: Non è possibile estrarre il CF dell utente 105 P,SQ,RS Tracciatura errore ROLE_RETRIEVER_COD_FISC_MMG: Non è possibile estrarre il CF del MMG 106 P,SQ,RS Avviare nuovamente il plug-in ARIT_SERVICES_NOT_STARTED: Il client non è avviato correttamente 108 P,SQ,RS, Q,NA Provare a ripetere la chiamata CUSTOM_CLASS_MEDIATOR: Errore generico Access Gateway Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 25 of 28

26 Errore IHE Azione Azioni client Note XDSRegistryNotAvailable P Tentare un nuovo invio XDSRegistryError P,SQ Tentare un nuovo invio (P) XDSRepositoryError P,RS Tentare un nuovo invio (P) XDSUnknownPatientId P Alert client PatientId non presente sul server. XDSPatientIdDoesNotMatch P XDSRegistryMetadataError P Verifiche la corretta generazione tracciato dei metadata Verifiche la corretta generazione tracciato dei metadata Questo errore viene generato quando l'id paziente non presenta le corrette corrispondenza all interno dei metadata. XDSDuplicateUniqueIdInRe gistry P Verificare la corretta generazione del documentid Identificativo del documento duplicato Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 26 of 28

27 Appendice B - Plug-in Per l integrazione con la Piattaforma è possibile utilizzare appositi Plug-in adapters di tipo.net oppure Java. Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 27 of 28

28 Avvertenze Questo documento contiene informazioni proprietarie e riservate di Dedalus. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, registrata o tradotta in qualsiasi lingua, in qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo, elettronico, magnetico, ottico, chimico, fisico o altro. Dedalus si riserva il diritto di correggere questa pubblicazione e di apportare modifiche al suo contenuto senza l'obbligo di informare chiunque di tali revisioni o modifiche Opera con certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 Sede Legale Dedalus S.p.A. via di Collodi 6/c FIRENZE Tel: Fax: Copyright 2014, Dedalus S.p.A. Tutti i diritti riservati Page 28 of 28

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche II contenuto del presente documento costituisce materiale riservato e soggetto a copyright. 1 di 39 REDATTO DA < Amici Cinzia > Firma Data 18/01/2011

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Principali funzionalità di Tustena CRM

Principali funzionalità di Tustena CRM Principali funzionalità di Tustena CRM Importazione dati o Importazione da file dati di liste sequenziali per aziende, contatti, lead, attività e prodotti. o Deduplica automatica dei dati importati con

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM ECM Solution v.5.0 Il software per la gestione degli eventi ECM I provider accreditati ECM (sia Nazionali che Regionali) possono trovare in ECM Solution un valido strumento operativo per la gestione delle

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Sommersi dalle informazioni?

Sommersi dalle informazioni? Sommersi dalle informazioni? Centro Dir. Colleoni Viale Colleoni, 1 Pal. Taurus 1 20041 Agrate Brianza (MI) T: +39 039 5966 039 F: +39 039 5966 040 www.tecnosphera.it DOCUMENT MANAGEMENT GESTIONE DOCUMENTALE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli