V FORUM INTERNAZIONALE DELLE POLIZIE LOCALI Riva del Garda (TN), 8 10 ottobre 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "V FORUM INTERNAZIONALE DELLE POLIZIE LOCALI Riva del Garda (TN), 8 10 ottobre 2012"

Transcript

1 INTERVENTO DI APERTURA DEL PRESIDENTE ACI, ANGELO STICCHI DAMIANI Riva del Garda, 8 ottobre 2012 Buona sera. Saluto e ringrazio tutti i partecipanti a questa edizione del Forum Internazionale delle Polizie Locali, organizzato dall Automobile Club d Italia per il quinto anno consecutivo a Riva del Garda, grazie anche alle preziosa collaborazione della Provincia Autonoma di Trento che ha sempre avuto con ACI un forte rapporto sinergico per la diffusione dei valori della mobilità sicura, responsabile e sostenibile. Ringrazio in particolar modo le autorità qui presenti, tra cui: il prefetto della Presidenza della Repubblica, Giulio Cazzella; il commissario del Governo per la Provincia di Trento, Lorenzo Squarcina; la provincia Autonoma di Trento, qui rappresentata dal vice presidente e assessore ai Lavori Pubblici, Ambiente e Trasporti, Alberto Pacher; un ringraziamento particolare al presidente Lorenzo Dellai che ha creduto molto nell importanza di questo incontro; il sindaco di Riva del Garda, Adalberto Mosàner; il presidente della VIII Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato, Luigi Grillo; il presidente della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati, Mario Valducci; il direttore del Servizio di Polizia Stradale, Vittorio Rizzi. E la prima volta che ho il piacere di salire su questo palco in veste di presidente dell Automobile Club d Italia. Il Forum Internazionale delle Polizie Locali è una manifestazione importante e speriamo ci siano le condizioni per portarla avanti. L ACI ha il ruolo, le capacità e il know how per farlo, come dimostra la notorietà e l autorevolezza della Conferenza del Traffico e della Circolazione che per tanti anni abbiamo tenuto prima a Stresa e poi qui a Riva del Garda, la cui prossima edizione si aprirà a Roma il 28 novembre. Di anno in anno il Forum Internazionale delle Polizie Locali è diventato sempre di più un momento di confronto strategico per tutta la filiera della circolazione stradale, dove analizzare problemi, lanciare proposte, evidenziare esperienze e modelli organizzativi sul territorio, adottare linee operative comuni a livello nazionale ed internazionale. L anno scorso i lavori sono stati finalizzati alla predisposizione a livello europeo di regole e comportamenti omogenei, gettando le basi per la definizione di un modello unico di Polizia Locale applicabile in Europa.

2 In questa sala l ACI ha sollecitato l emanazione di una Legge Quadro sottolineando la necessità della creazione di una banca dati sulle attività di prevenzione e di repressione degli illeciti, alimentata da tutti i Comandi. Come sappiamo, in quest ultimo anno il Governo e il Parlamento si sono dovuti concentrare su altre priorità per il Paese e la Legge Quadro è ancora all esame della I a Commissione Affari Costituzionali del Senato, dalla quale sarà spedita speriamo presto alle aule del Parlamento per la discussione e la votazione. L importanza dell attività delle migliaia di operatori di Polizia Locale nel presidio quotidiano delle città per la sicurezza non solo stradale è sotto gli occhi di tutti, ma non sempre riceve la giusta considerazione. A tal proposito vorrei dedicare questa edizione del Forum al ricordo di Nicolò Savarino, l agente 42enne di Milano ucciso volontariamente da un nomade a bordo di un SUV il 12 gennaio di quest anno. Per lui - e per i tanti come lui - vi chiedo un applauso che parta davvero dal cuore. I dati sull incidentalità stradale dimostrano che il 75% degli incidenti avviene in città, per un totale di oltre morti e più di feriti. Le Polizie Locali sono quindi un tassello strategico per la prevenzione dei sinistri in ambito urbano ed è per questo motivo che quest anno centriamo la quinta edizione del Forum sul ruolo della Polizia Locale per la sicurezza stradale in Europa, ma non solo. Oggi pomeriggio si svolgerà un convegno dal titolo Il contrasto all evasione fiscale da parte dei Comuni, volta ad approfondire i nuovi poteri riconosciuti ai Comuni dal Governo e dall Agenzia delle Entrate in ambito dei controlli tributari. Ai lavori parteciperanno i rappresentanti delle Polizie Municipali di alcune grandi realtà urbane e il Comandante regionale della Guardia di Finanza. Domani mattina presenteremo i risultati di un indagine avviata dalla Fondazione Filippo Caracciolo di ACI, intitolata La sicurezza stradale in Europa, il cui fine è la descrizione e la valutazione delle iniziative più efficaci realizzate dalle Polizie Locali in materia di sicurezza stradale. Alla presentazione interverranno i comandanti e i rappresentanti delle Polizie locali di 10 città europee, che saluto e ringrazio per la loro partecipazione, ai quali si aggiungerà il Comandante della Polizia Roma Capitale, Carlo Buttarelli, e il Comandante della Polizia Locale di Milano, Tullio Mastrangelo. Nel pomeriggio di domani continueremo con un convegno sul tema della mobilità nelle città italiane, al cui interno - sulla base dei risultati di una specifica indagine realizzata dalla Fondazione ACI Filippo Caracciolo - apriremo un dibattito politico con i rappresentanti delle Associazioni di Polizia locale e delle Amministrazioni comunali.

3 Mercoledì il Forum si chiuderà con una sessione dedicata ai progetti e alle tecnologie per la mobilità urbana. Parleremo quindi di sicurezza stradale, di circolazione, di ambiente, tracciando più in generale le possibili linee di sviluppo di una politica della mobilità a livello locale, nazionale ed internazionale. Partiamo allora da un analisi di come l auto è vista oggi dai nostri governanti. In un Paese come l Italia da sempre legato economicamente e socialmente all automobile, fatichiamo a interpretare la strategia del Governo Monti sull auto, di cui ad oggi non vediamo i risultati. Finora gli automobilisti puntano il dito soprattutto su quelli che sembrano - in tutto e per tutto - i danni recati dall inasprimento fiscale sulle due e quattro ruote. Se si vuole guardare oltre l orizzonte di questa crisi che attanaglia il Paese da troppo tempo, NON SERVE UNA MANOVRA SU L AUTO MA PER L AUTO. Il superbollo si è abbattuto sul settore delle auto più potenti che rappresentano da sempre l icona dell automobilismo italiano nel mondo producendo una forte contrazione delle vendite e una spaventosa fuga di veicoli verso l estero. Come evidenziato nell ultimo bollettino Auto-Trend pubblicato sul sito assistiamo inermi a un fiume di auto di gran pregio e di alto valore che vengono radiate dal PRA per l esportazione: nei primi nove mesi del 2012 questa pratica è cresciuta del 16% rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. Ormai quasi 4 auto su 10 radiate vanno oltre confine, a scapito del patrimonio automobilistico del nostro Paese. Ne consegue un danno anche per l Erario, che finora non ha incassato 1 euro ogni 5 attesi dal gettito della tassa. In soldoni, sono entrati nelle casse dello Stato solo 137 dei 168 milioni di euro inizialmente stimati. A queste cifre va poi aggiunta la contrazione di 105 milioni tra Iva, bollo e Ipt per effetto del calo del 45% delle vendite in questo segmento. Senza dimenticare il rincaro delle accise sui carburanti: lo hanno sentito gli automobilisti che hanno speso 3 miliardi in più rispetto allo scorso anno malgrado il calo del 10% dei consumi, ma lo ha sentito anche l Erario che ha incamerato molto meno del previsto pur incrementando del 17% le entrate fiscali. Sui carburanti è opportuno un approfondimento. Si discute oggi di sterilizzazione dell IVA per cercare di ridurre l impatto sulle tasche degli automobilisti del caro-benzina. Va bene, ma prima di tutto bisogna procedere a una rimodulazione delle accise che gravano sui carburanti. Alla pompa paghiamo balzelli sulla guerra in Abissinia, sul Vajont e su altri eventi che ormai figurano solo sui libri di storia, ma a questi si sono continuate ad aggiungere nuove accise perché costituiscono una forma di tassazione diretta, immediata, ineludibile e senza costi gestionali per lo Stato.

4 Pur comprendendo le necessità del momento, è inaccettabile che un evento tragico e negativo come un terremoto possa diventare causa di una tassazione sine die per intere generazioni. A giugno abbiamo lanciato un innovativa forma di protesta civile degli automobilisti chiamandoli allo sciopero della benzina per un giorno. Ha aderito 1 su 3, a dimostrazione di quanto il malessere sia comune su tutto il territorio. L automobile ha sempre contraddistinto l Italia nel mondo, ma oggi gli italiani mostrano preoccupanti segni di disaffezione verso il proprio veicolo. FIAT e altri marchi stanno riscuotendo successo su mercati ben lontani dal nostro, e conseguentemente valutano una rimodulazione delle strategie produttive e distributive. Proprio a FIAT, di cui comprendiamo in gran parte l attesa nei nuovi investimenti nel nostro Paese, chiediamo di partecipare con un approccio ancora più propositivo allo sforzo comune di tutto il comparto dell auto per la ripresa del settore. Le altre grandi Case automobilistiche lo stanno già facendo nei rispettivi sistemi nazionali e l Italia non può rimanere indietro, subendo sul mercato le decisioni degli altri competitors a livello globale. Solo negli ultimi mesi hanno chiuso i battenti nel nostro Paese più di 350 concessionari. Per come è strutturato il nostro sistema economico, ogni anno servono almeno 2 milioni di immatricolazioni per guardare avanti con fiducia, ma il 2012 si chiuderà con non più di 1,3 milioni di auto vendute. Numeri così bassi non si registravano dagli anni 70. Le ripercussioni si avvertono anche a livello sociale ed ambientale, oltre che economico: interrompendosi il processo di rinnovo del parco circolante, sulle strade aumenta il numero dei veicoli obsoleti che sono meno sicuri e più inquinanti. Le auto con più di 20 anni di età sono quasi raddoppiate in pochi anni: dai 2,5 milioni del 2005 a 4,1 milioni di oggi. L età media delle auto in circolazione è di circa 8 anni e mezzo. Tutto ciò evidenzia la necessità strategica - più volte ribadita dall ACI - di un tavolo tecnico nel quale il Governo riunisca tutte le componenti della filiera dell auto. Solo così si può arrivare a una soluzione condivisa e partecipata in grado di riaccendere l automobile italiana che, oggi più che mai, sta sbandando a motore spento su una strada in declino e senza uscita. La priorità è la riduzione dei costi a carico degli automobilisti. Sei mesi fa abbiamo sollecitato al Governo e al Parlamento un passo concreto per abbassare la spesa delle famiglie partendo dall assicurazione auto.

5 L ACI ha inviato al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti, una lettera che porta all attenzione del Governo un progetto di legge con quattro articoli e quattro raccomandazioni in grado di alleviare la pressione sugli automobilisti agendo subito sul costo dell assicurazione: i provvedimenti da noi sollecitati possono produrre ribassi delle polizze rc-auto fino al 40%. Premi più bassi si possono ottenere soltanto razionalizzando le spese e gli indennizzi a carico delle Compagnie, uniformando il mercato assicurativo italiano a quello europeo. Un sinistro che in Italia porta a un rimborso di oltre euro (la perdita di un figlio in un incidente stradale) vale euro in Francia e sterline in Gran Bretagna. Il nostro Paese viene martoriato ogni anno da denunce per colpo di frusta perché è impossibile diagnosticarlo in modo strumentale: il medico si limita a scrivere nel referto il paziente lamenta dolori al collo e le assicurazioni pagano 2 miliardi di euro l'anno, pari al 15% del valore totale dei sinistri annui. E poi ovviamente le assicurazioni si rifanno a carico degli automobilisti. Le quattro proposte sono: 1. Ridurre dagli attuali 2 anni a 90 giorni il tempo utile per denunciare un sinistro. 2. Ripristinare il termine di 5 giorni (oggi 2) entro il quale il danneggiato deve rendere disponibile il veicolo per la perizia da parte dei periti assicurativi. 3. Bloccare i risarcimenti dei danni alla persona qualora la documentazione medica non attesti con certezza e con criteri di misurazione strumentale l esistenza e l entità della lesione. 4. I veicoli danneggiati devono essere riparati in officine convenzionate con le assicurazioni, altrimenti si avrà diritto al risarcimento nella misura massima di quanto previsto in una officina convenzionata. Queste poi le quattro raccomandazioni: 1. La definitiva approvazione della tabella nazionale dei risarcimenti per danni fisici che comportano invalidità dal 9% al 100%, tabella sviluppata dai ministeri competenti ma non ancora entrata in vigore. Se si approvasse oggi, il risparmio immediato per le famiglie sarebbe intorno al 5% del costo della polizza. 2. Creare un gruppo di lavoro per studiare come adeguare i risarcimenti per danno morale da morte pagati in Italia agli standard europei. 3. Collegare le immatricolazioni ed i passaggi di proprietà delle auto alla preventiva stipula della polizza di assicurazione RcAuto. 4. Rivedere la tassazione sulle polizze RcAuto.

6 Il nostro sforzo ha raggiunto il primo obiettivo che ci eravamo prefissati: il Governo ha recepito il progetto. Nel Decreto Sviluppo recentemente approvato è stato anche dato un segnale di attenzione con l abolizione del rinnovo automatico delle polizze assicurative, che consente una maggiore scelta al consumatore lasciandolo libero di cogliere le offerte più vantaggiose al momento di stipulare o rinnovare il contratto di rc-auto. Proprio sull assicurazione auto l ACI ha lanciato da questo palco un grido di allarme che ha lasciato sgomenti gli addetti ai lavori ma anche gli automobilisti: circa 1 auto su 10 è sprovvista di una valida copertura assicurativa. E quanto risulta dai controlli incrociati dei dati del PRA con quelli delle assicurazioni. Speriamo che di queste 3,5 milioni di auto non tutte siano davvero circolanti su strada: magari qualcuna è abbandonata in qualche cortile o ferma in garage. Comunque quello della mancata copertura assicurativa è un fenomeno che desta grande preoccupazione, la cui soluzione sarebbe semplice, immediata e senza costi per lo Stato. Come proposto dall ACI ad aprile, basterebbe rendere obbligatoria l esibizione di una certificazione assicurativa valida per ottenere il rilascio dei documenti di circolazione del veicolo, al momento dell iscrizione al PRA come in quello della trascrizione del passaggio di proprietà. Sfruttando la loro continua presenza sulle strade, un contributo fondamentale al contrasto degli illeciti assicurativi può arrivare proprio dalle Polizie Locali. E vero che nel breve periodo di un controllo stradale è difficile accertare l autenticità dei tagliandi cartacei della rc-auto, ma grazie alla tecnologia di tablet e palmari è possibile verificare subito la copertura assicurativa di un mezzo consultando in tempo reale le banche dati di PRA e assicurazioni. Non parlo della tecnologia di domani, ma della realtà di oggi. ACI sta già sperimentando con il Comune di Roma un dispositivo portatile in grado di fotografare un veicolo, riconoscere automaticamente la targa, controllare al Pubblico Registro Automobilistico la regolarità della sua posizione e verificare con gli archivi ANIA l esistenza di una polizza valida. Questo dispositivo realizzato dall ACI è ovviamente a disposizione di tutti i Comandi di Polizia Locale e di tutte le altre Autorità di controllo che ne faranno richiesta. La nostra tecnologia è anche esportabile all estero: i rappresentanti internazionali delle Polizie troveranno tutte le risposte alle loro domande con i tecnici di ACI qui presenti. E inoltre in fase di omologazione un sistema studiato dall Automobile Club d Italia che sfrutta la stessa logica dei dispositivi portatili - di cui vi ho parlato - sulla rete di telecamere fisse installate nelle città. Sempre con il Comune di Roma stiamo testando il progetto che, grazie anche alle telecamere di controllo degli accessi alla ZTL, verifica in tempo reale la regolarità amministrativa e assicurativa dei veicoli in transito.

7 Anche questa tecnologia sarà poi messa a disposizione di tutti gli Enti locali che vorranno adottarla sul proprio territorio. E innegabile l utilità e l efficacia dell elettronica nel presidio del territorio e nella repressione degli illeciti, anche stradali. L ACI non si schiera certo contro l uso della tecnologia applicata al controllo della viabilità e all elevazione delle multe stradali, a patto che questa non diventi uno strumento più per garantire un flusso di denaro continuo per le casse delle amministrazioni locali. L auto non deve essere un bancomat per nessuno: né per il Governo né tantomeno per gli Enti locali. Non voglio anticipare i contenuti degli studi che presenteremo domani e dopodomani, ma i dati forniti dai Comandi di Polizia locale di 20 capoluoghi di regione ed elaborati dalla Fondazione Caracciolo di ACI offrono due dati che voglio qui sottolineare. Il primo arriva dal raffronto delle quote dei proventi delle multe destinate alla sicurezza stradale, che dimostra come i soldi da impiegare a beneficio degli automobilisti ci sono: poco meno di mezzo miliardo di euro a fronte di oltre 670 milioni di euro incassati con le sanzioni. E circa il 70% del ricavato totale delle multe e l articolo 208 del Codice della Strada sancisce che almeno il 50% vada destinato ad attività finalizzate alla sicurezza stradale. Trieste è la più virtuosa con una quota pari addirittura al 177%, seguita da Roma e Bologna con l 83%. Sotto la soglia della metà si colloca Venezia con il 41%. Non è pervenuto il dato di Ancona, Aosta, Firenze, Perugia e Trento. I soldi per la sicurezza come dicevo ci sono, anche in questi momenti difficili, e sono già individuati e disponibili. Non tutti finiranno in lavori di miglioria stradale, ma la legge prevede che possano essere spesi anche in attività di formazione degli utenti e nel potenziamento dei mezzi a disposizione delle Polizie Locali per il presidio del territorio. L altro dato interessante arriva dal confronto degli incassi delle multe con le auto circolanti, arrivando così a calcolare la spesa media in multe dei singoli automobilisti: si passa dai 225 euro di Ancona ai 10 euro di Potenza e i 7 di L Aquila, con una media di 83 euro per i 20 capoluoghi, esclusi Firenze e Perugia che non sono pervenuti. Questo dimostra non che gli automobilisti anconetani siano più indisciplinati di quelli aquilani, bensì quanto l attività delle Polizie Locali segua ancora linee operative troppo disomogenee sul territorio, a scapito della sicurezza e dell equità sociale. Non va sottolineato il ruolo fondamentale dei cittadini - e degli automobilisti in particolare - per il rispetto comune delle regole. L ACI ci crede così tanto da lanciare un progetto nazionale basato sul social sharing" che punta a sviluppare la partecipazione di una cittadinanza attiva nella tutela della mobilità responsabile e sostenibile, e più in generale della sicurezza comune di tutti.

8 Utilizzando le tecnologie Gps, i cittadini potranno effettuare con il telefonino o il tablet, tramite un "social Hub", segnalazioni alle Autorità di controllo relative ad abusi, degrado ambientale, mancanza di sicurezza. L idea è partita dalla salvaguardia degli spazi di parcheggio destinati ai disabili, ma poi abbiamo visto che poteva essere estesa a più ampio raggio. Sollecitiamo così un approccio partecipativo dei cittadini, rafforzando il rapporto tra l utente con la pubblica amministrazione che mai come in questo periodo è stato così flebile. L Automobile Club d Italia ha approntato questo progetto tramite la propria società ACI Consult, che ha già pianificato una fase di sperimentazione in Sicilia nel mese di febbraio. Le Polizie Locali e più in generale le Amministrazioni territoriali vanno ricoprendo un ruolo sempre più importante per la società. Tra qualche minuto da questo palco partirà un analisi approfondita del nuovo ruolo attivo degli Enti locali nel recupero dell evasione fiscale. Come tutti sapete, una legge del 2011 varata dal Governo Berlusconi restituisce ai sindaci il potere di riscuotere le imposte. Una norma che è nata e ha trovato consenso popolare in un momento in cui il Paese era infervorato dalle proteste verso Equitalia. Giovedì scorso il giornalista Sergio Rizzo ha lanciato un monito dalla prima pagina del Corriere della Sera, partendo dallo scandalo di Tributi Italia per il quale si stima un buco di 500 milioni nelle casse di circa 400 Comuni italiani. Non voglio qui commentare una vicenda che richiama ancora una volta le responsabilità della politica locale, ma il fatto di cronaca rappresenta l ennesimo spunto per cercare di analizzare le possibili conseguenze della norma. Il fatto che i soldi che provengono dal territorio siano gestiti sullo stesso territorio è plausibile, ma troppi Comuni circa la metà degli sparsi per l Italia che non hanno contratti in essere con concessionari sono chiamati dal 1 gennaio 2013 a gestire in proprio il servizio di riscossione, secondo modalità e procedure per loro del tutto nuove, o a cercare disperatamente un partner cui affidare il compito. Questo partner potrebbe non avere l esperienza e la capacità necessaria, e nemmeno la natura giuridica idonea a tutelare le amministrazioni e i cittadini. Così i singoli sistemi locali e più in generale tutto l insieme nazionale rimangono esposti a un rischio enorme. Un ente pubblico come l Automobile Club d Italia, che nasce dalla spinta associazionistica di singoli individui e dal consenso nel tempo di milioni di famiglie, non può tirarsi indietro in momento di bisogno del Paese come quello che stiamo vivendo.

9 Ecco quindi che l ACI si candida a struttura di servizio per le Amministrazioni locali anche su questo fronte, rafforzando la rete di sinergie pubbliche che ci contraddistingue in tutta Italia, grazie anche all attività di raccordo e di rappresentanza svolta quotidianamente dai 106 Automobile Club provinciali. Nell ACI gli Enti locali possono trovare l interlocutore più idoneo per definire al meglio i contorni dell evasione fiscale sul territorio, modulare il contesto operativo, tracciare le linee di intervento e svolgere compiti specifici di riscossione. L esperienza e il know how che da sempre ci contraddistinguono grazie anche l eccellenza di una struttura come ACI Informatica nel campo delle tecnologie applicate alla mobilità sono i nostri plus a vantaggio delle amministrazioni territoriali. Con il Comune di Roma abbiamo già posto in essere una serie di attività per l utilizzazione dei sistemi ACI a servizio delle pubbliche amministrazioni. Certificati, documenti, attestazioni, rilascio di autorizzazioni: sono solo alcuni esempi di quanto già stiamo facendo a beneficio dei cittadini e delle imprese in accordo con le autorità capitoline. ACI è un soggetto istituzionale da sempre al fianco degli Enti locali, una realtà consolidata della pubblica amministrazione che non grava sulle casse dello Stato per via della sua natura di ente pubblico non economico. Al tempo stesso ACI è fortemente radicato nel mercato con 18 società operative nei settori della mobilità, dei trasporti, dell assistenza alla persona, del leisure e del tempo libero. Chi meglio di ACI può interpretare le esigenze dei cittadini tutelando loro e l intero sistema pubblico e privato del Paese? ACI è conosciuta da tutti da più di 100 anni e i nostri elementi distintivi sono la sempre grande passione per l automobile e l orgoglio di appartenenza a un club che è parte integrante della storia e della società italiana.

Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014. Intervento di Daniele Capezzone. Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO

Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014. Intervento di Daniele Capezzone. Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO Missione Mobilità Milano, 7 aprile 2014 Intervento di Daniele Capezzone Presidente Commissione Finanze della Camera PACCHETTO AUTO Facendo riferimento all anno 2012, il prelievo fiscale sulla filiera auto

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4791 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BARBATO, SOGLIA, STRIZZOLO, VESSA, GRANATA, TABACCI, OCCHIUTO, GIULIETTI, CATONE, VICO, PALAGIANO,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

PROGRAMMA DEL 5 FORUM INTERNAZIONALE DELLE POLIZIE LOCALI RIVA DEL GARDA, 8-10 OTTOBRE 2012

PROGRAMMA DEL 5 FORUM INTERNAZIONALE DELLE POLIZIE LOCALI RIVA DEL GARDA, 8-10 OTTOBRE 2012 PROGRAMMA DEL 5 FORUM INTERNAZIONALE DELLE POLIZIE LOCALI RIVA DEL GARDA, 8-10 OTTOBRE 2012 Aggiornamento al 5 ottobre 2012 Lunedì 8 Ottobre 2012 ore 15,00 CERIMONIA INAUGURALE Indirizzi di saluto: Adalberto

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397-A PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Il settore Automotive include le aree della Produzione, della Componentistica e della Distribuzione.

Il settore Automotive include le aree della Produzione, della Componentistica e della Distribuzione. Appunti: 2 Il settore Automotive include le aree della Produzione, della Componentistica e della Distribuzione. L area della Distribuzione e Riparazione che ci riguarda direttamente occupa oltre 254.000

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici

ANIA. focus rcauto. Executive Summary. Statistica Trimestrale - Dati al 30/06/2005. Andamento degli indicatori tecnici Executive Summary Andamento degli indicatori tecnici Nella prima metà dell anno, la frequenza dei sinistri denunciati al settore assicurativo per il complesso dei veicoli analizzati (pari al 9,00%), risulta

Dettagli

L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera

L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera Conferenza Stampa L esodo dell autotrasporto dall Italia e l impatto sull economia della filiera Modena, 31 marzo 2015 1 Introduzione Questo studio si prefigge lo scopo di analizzare e valutare: 1) l impatto

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

Segnalazione veicoli non assicurati

Segnalazione veicoli non assicurati Segnalazione veicoli non assicurati Perche scegliere TARGHA193? Quando una soluzione è nuova, come quella della segnalazione veicoli non-assicurate/revisionate, è cosa saggia affrontare l acquisto con

Dettagli

ADDIO TAGLIANDO DI CARTA

ADDIO TAGLIANDO DI CARTA RC AUTO Dal 18 ottobre non si dovrà più esporre sul parabrezza della propria auto il contrassegno assicurativo. Il controllo della copertura assicurativa verrà effettuato dalle Forze dell'ordine attraverso

Dettagli

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché?

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? 1 L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? La crisi che ormai da alcuni anni sta sconvolgendo la nostra economia ed il nostro lavoro ha colpito più di altri, alcuni comparti, caratterizzati dalla presenza

Dettagli

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Trasporti Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Incidenti stradali Nel 2012, come comunicato dall'istat, si sono registrati in Italia 186.726

Dettagli

Il risarcimento del danno alla persona. Considerazioni di un economista. Dario Focarelli Direttore Generale ANIA

Il risarcimento del danno alla persona. Considerazioni di un economista. Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Il risarcimento del danno alla persona. Considerazioni di un economista. Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Agenda Le previsioni del codice Cosa è stato fatto? Le conseguenze delle scelte L attuazione

Dettagli

Alla ricerca degli antenati

Alla ricerca degli antenati Alla ricerca degli antenati Costruiamo insieme la storia Archiviazione dei microfilm di FamilySearch Documenti originali nell Archivio di Stato di Modena Progetto per le scuole superiori 2 Chi di noi non

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione sulla filiera dell automotive in Italia a seguito della grande crisi del gruppo Volkswagen presso la X Commissione (Attività produttive, commercio e turismo) della

Dettagli

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto)

ART. 1. (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ASSICURAZIONE R.C. AUTO ART. 1 (Disposizioni in materia di assicurazione r.c. auto) 1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, e successive

Dettagli

QUALITÀ LIBERTÀ SICUREZZA

QUALITÀ LIBERTÀ SICUREZZA QUALITÀ LIBERTÀ SICUREZZA Riparazioni senza compromessi a tutela della sicurezza e dei consumatori Davide Galli presidente Federcarrozzieri Il marchio di qualità In ambito internazionale, la strategia

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Sempre meno auto private

Sempre meno auto private Sempre meno auto private La struttura del vede ancora un rilevante calo del segmento dei privati: le immatricolazioni in maggio sono scese del 10,7% a 81.121 unità, con una quota che perde altri due punti

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Usato Smile e l automobilista ti sorride

Usato Smile e l automobilista ti sorride Usato Smile e l automobilista ti sorride Proponi anche tu Usato Smile e otterrai: Nasce un nuovo servizio che ti offre nuove opportunità L accesso a una flotta potenziale di 2,5 milioni di veicoli questo

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 3 5 febbraio 04/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 16 «Centro storico, il tema ztl è prematuro» 1 03/02/2015 (ed. Modena)

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. n. 20/2015 ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari relative alla

Dettagli

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA Non si è raggiunto l obiettivo! E necessario inaugurare un grande cantiere fatto di: Cultura della sicurezza Tecnologia della sicurezza Prevenzione Controlli

Dettagli

Cose da sapere IL BOLLINO BLU

Cose da sapere IL BOLLINO BLU Cose da sapere IL BOLLINO BLU Il Bollino Blu è un certificato che dimostra l avvenuto controllo dei gas di scarico di un automobile, per i Comuni e le aree a traffico limitato delle città in cui questo

Dettagli

L assicurazione auto

L assicurazione auto L assicurazione auto Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE AUTO 2014-2015 Umberto Guidoni Servizio Auto Agenda Focus sul danno biologico e danni a cose Incidenza dei sinistri con danni alla

Dettagli

PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE. Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali

PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE. Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali PRIME VALUTAZIONI SULLA DUE DILIGENCE DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE Roma 5 agosto 2014 Conferenza Stato Città Autonomie Locali LA RILEVAZIONE DEI DATI L indagine sulla situazione finanziaria

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI

CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI Marco Baldi Responsabile Settore Territorio Fondazione Censis UNA LETTURA ATTRAVERSO TRE

Dettagli

Le imposte sui prodotti petroliferi: fine di un bancomat fiscale?

Le imposte sui prodotti petroliferi: fine di un bancomat fiscale? Le imposte sui prodotti petroliferi: fine di un bancomat fiscale? 1. La rilevanza di benzina e gasolio per l economia e per il fisco Che i prodotti petroliferi siano essenziali per l economia di famiglie

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA

PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA PIÙ e MENO IL SENSO DELLA NOSTRA PROPOSTA ANCHE UNA LEGGE DI STABILITÀ CHE PROPONE MENO TASSE SULLA CASA MENO RISORSE PER LA SANITÀ MENO CONTROLLI SULL USO DEL

Dettagli

STRUMENTI DI MARKETING

STRUMENTI DI MARKETING STRUMENTI DI MARKETING NUOVO PRODOTTI VITA: Polizza Vita T 342 Luglio 2003 MARKETING OPERATIVO 1 SPEDIZIONE DEI SUPPORTI Da metà Luglio vengono spediti a tutte le Agenzie n. 100 copie del folder T 342.

Dettagli

LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020

LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020 LA SICUREZZA STRADALE IN ITALIA NEL CONTESTO DELL OBIETTIVO EUROPEO 2020 Roma, 18 settembre 2013 Dott. Dario Focarelli DG ANIA L ASSICURAZIONE IN CIFRE (ANNO 2011) Oltre 230 le imprese che operano in Italia

Dettagli

Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità

Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità 64 Associazione Nazionale Autocaravan & Assicurazione Incredibili novità Dal 1 luglio 2009 novità notevoli e significative nella polizza STRADA incamper Nel numero scorso, da pagina 93 a pagina 99 avevamo

Dettagli

Camera dei Deputati 5 Senato della Repubblica PREFAZIONE

Camera dei Deputati 5 Senato della Repubblica PREFAZIONE Camera dei Deputati 5 Senato della Repubblica XIV LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI PREFAZIONE La riduzione dei danni sanitari e sociali causati dall alcol è, attualmente, uno dei più

Dettagli

Dati al 31 dicembre 2014

Dati al 31 dicembre 2014 Anno XI I n 25 - Maggio 2015 Executive Summary Con la presente rilevazione si forniscono i risultati dei principali indicatori tecnici del ramo R.C. Auto (e della relativa gestione della convenzione per

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Commissione Finanze della Camera dei deputati. Audizione Assogasliquidi/Federchimica Commissione Finanze della Camera dei deputati Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti l'imposizione tributaria sui veicoli (AC 2397) Audizione Assogasliquidi/Federchimica

Dettagli

Tecnologie per una mobilità più sostenibile, sicura e consapevole A cura del Centro Studi Socio-Economici (CSE)

Tecnologie per una mobilità più sostenibile, sicura e consapevole A cura del Centro Studi Socio-Economici (CSE) Tecnologie per una mobilità più sostenibile, sicura e consapevole A cura del Centro Studi Socio-Economici (CSE) INTRODUZIONE In concomitanza con l avvio dei lavori del 17esimo Forum Internazionale sull

Dettagli

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Decreto Legislativo 30 maggio 2005, n. 128 Attuazione della direttiva 2003/30/CE relativa alla

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

Press Release febbraio 2015

Press Release febbraio 2015 Press Release febbraio 2015 Chi siamo Aggiustami.it è una Start-up Innovativa, nata nel 2013 e pienamente operativa dall inizio del 2014, che è stata capace di individuare un servizio che ancora mancava

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY

ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA BTP DAY 28 NOVEMBRE e 12 DICEMBRE DOMANDE E RISPOSTE DOMANDE GENERALI Che cos è il Btp day? Il BTP-day è una iniziativa che ha l obiettivo di agevolare temporaneamente i

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Informazioni Statistiche N 8/2014

Informazioni Statistiche N 8/2014 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2013 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 8/2014 SETTEMBRE 2014 Sindaco: Segretario Generale: Capo Area della

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 166 i dossier www.freefoundation.com Primo approfondimento TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 10 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La Legge di Stabilità 2013 in 10 punti

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201

RASSEGNA STAMPA &DQRQH 5$, 23 IHEEUDLR 201 RASSEGNA STAMPA 23 201 Agenzia Dire (ER) RAI. CNA: DIETROFRONT SU CANONE PER PC, LA PROTESTA PAGA ALLA SODDISFAZIONE SI SOMMA STOP SENATO A NORMA RISARCIMENTO AUTO (DIRE) Bologna, 22 feb. - "La dura presa

Dettagli

Esenzione del bollo per tre anni per le auto nuove. E potrebbe sparire anche l Ipt

Esenzione del bollo per tre anni per le auto nuove. E potrebbe sparire anche l Ipt del 18 aprile 2014 7 apr Esenzione del bollo per tre anni per le auto nuove. E potrebbe sparire anche l Ipt Non pagare il bollo per tre anni in caso di acquisto di un auto nuova. E poi, eliminare anche

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR

LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO E L IMPATTO SULL ATTIVITÀ DELLE SGR Principi, regole e presidi 24 marzo 2009 Palazzo Affari ai Giureconsulti, Piazza Mercanti 2 - Milano f o r m a z i o n e Chi è Assogestioni

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. 8 luglio 2015, n. 20, ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari

Dettagli

Ho l onore di partecipare a questa conferenza, in una sede prestigiosa, assieme a esponenti istituzionali di altri paesi, proprio in un momento storico in cui più intensa e probabilmente proficua è la

Dettagli

CONTI DELLO STATO PER IL CITTADINO COMPRENSIBILI E INTERESSANTI

CONTI DELLO STATO PER IL CITTADINO COMPRENSIBILI E INTERESSANTI CONTI DELLO STATO PER IL CITTADINO COMPRENSIBILI E INTERESSANTI Associazione Civicum www.civicum.it info@civicum.it 1/3 Viale Monte Santo, 20124 Milano tel. 02 89954458 OBIETTIVI Rendere conto ai cittadini:

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

4^ Giornata della Trasparenza. Il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) a cura della Direzione Servizi Delegati

4^ Giornata della Trasparenza. Il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) a cura della Direzione Servizi Delegati 4^ Giornata della Trasparenza Il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) a cura della Direzione Servizi Delegati 1 Un sistema, tante sfaccettature 2 2 EFFICIENZA SICUREZZA TUTELA GARANZIA SOCIALE AMBIENTE

Dettagli

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008

I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali Anno 2008 I Costi Sociali degli Incidenti Stradali La stima dei costi sociali intende quantificare il danno economico subito dalla società, e conseguentemente dal

Dettagli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli

ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli ASSESSORATO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ Decreto 3 agosto 2010. Disposizioni relative alla limitazione della circolazione degli autoveicoli nei centri abitati al fine della prevenzione degli inquinamenti

Dettagli

Informazioni Statistiche N 3/2010

Informazioni Statistiche N 3/2010 Città di Palermo Ufficio Statistica Veicoli circolanti e immatricolati a Palermo nel 2009 Girolamo D Anneo Informazioni Statistiche N 3/2010 NOVEMBRE 2010 Sindaco: Assessore ai Tributi e alla Statistica:

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

LA TASSA SUGLI ASCENSORI

LA TASSA SUGLI ASCENSORI LA TASSA SUGLI ASCENSORI La tassa sugli ascensori è prevista dal provvedimento attuativo (da stilare sotto forma di DPR) della direttiva comunitaria 2014/33/Ue sulla sicurezza degli ascensori, il cui schema,

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Contributo di Altroconsumo

Contributo di Altroconsumo Contributo di Altroconsumo Audizione presso le Commissioni riunite VI (Finanze) e X (Attività produttive, commercio e turismo) della Camera dei Deputati: istruttoria legislativa sul disegno di legge C.

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Gruppo mobilità sostenibile Kyoto Club. Città in movimento: pensare e progettare nuovi spazi di interazione

Dettagli

IL MEZZO PIU SEMPLICE PER TUTTE LE SPEDIZIONI

IL MEZZO PIU SEMPLICE PER TUTTE LE SPEDIZIONI IL MEZZO PIU SEMPLICE PER TUTTE LE SPEDIZIONI Mercato Il settore delle SPEDIZIONI in Italia è uno dei pochi che oggi riesce a crescere nonostante la crisi economica, secondo un analisi svolta dall Aicai.

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2014

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2014 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.214 Settembre 215 Capo Area Programmazione Controlli e Statistica: Gianluigi Bovini Dirigente U.I. Ufficio Comunale di Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

Fiom Cgil Basilicata

Fiom Cgil Basilicata Osservatorio sull industria metalmeccanica Fiom Cgil Basilicata PRODUTTIVITA e PRODUZIONI FIAT SATA 1 Davide Bubbico (Università di Salerno) Giuseppe Cillis Osservatorio sull industria metalmeccanica (Fiom

Dettagli

Tabaccai dal contante al contactless. Nuovi scenari. Roma, 28 maggio 2012

Tabaccai dal contante al contactless. Nuovi scenari. Roma, 28 maggio 2012 Tabaccai dal contante al contactless Nuovi scenari Roma, 28 maggio 2012 1/2 L impresa tabaccheria, un po di numeri* In Italia sono attive 56.000 tabaccherie, presenti ovunque, nelle grandi città come nei

Dettagli

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle..

Fogarollo Fogarollo Seguono tabelle.. NO al monopolio delle Assicurazioni! - Parte dal Veneto la mobilitazione della categoria Riparazioni consegnate alle compagnie di Assicurazione: pietra tombale per migliaia di imprese. In Veneto 6.350

Dettagli

Sommario. Torino, 7 giugno 2011. Filiera Automotive.2. Entrata in vigore della modifica alla Direttiva 2003/96/CE. 3. Effetti prodotti Criticità.

Sommario. Torino, 7 giugno 2011. Filiera Automotive.2. Entrata in vigore della modifica alla Direttiva 2003/96/CE. 3. Effetti prodotti Criticità. Torino, 7 giugno 2011 Proposta di direttiva recante modifica alla Direttiva 2003/96/CE sulla tassazione dei prodotti energetici che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici

Dettagli

RISCHIO INQUINAMENTO & SOLUZIONI ASSICURATIVE

RISCHIO INQUINAMENTO & SOLUZIONI ASSICURATIVE RISCHIO INQUINAMENTO & SOLUZIONI ASSICURATIVE Sala delle Colonne BPM Milano 29 aprile 2010 Francesco G. Paparella Presidente AIBA PERCHE IL BROKER Nel 2009 i broker: hanno intermediato il 46,1% dei rami

Dettagli

PIANO GENERALE DELLE ATTIVITA 2011

PIANO GENERALE DELLE ATTIVITA 2011 ALLEGATO 2 PIANO GENERALE DELLE ATTIVITA 2011 L'andamento dell'economia e la conseguente tendenza al ribasso del mercato dell'auto hanno determinato nel corso del 2010 un consistente decremento a livello

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

Polizza Auto SestoSenso KM

Polizza Auto SestoSenso KM Polizza Auto SestoSenso KM Dedicata a chi fa pochi chilometri e vuole risparmiare Paghi solo in base ai chilometri percorsi Assistenza satellitare inclusa SestoSenso KM Convenienza e protezione viaggiano

Dettagli