Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011"

Transcript

1 Manuale utente ver 1.0 del 31/10/2011 Sommario 1. Il Servizio Requisiti minimi L architettura Creazione del profilo Aggiunta di un nuovo dispositivo Installazione dell agent (WINDOWS): Installazione dell agent (LINUX): Configurazione dispositivo Gestione parametri Gestione controlli Assegnare il dispositivo ad un gruppo Modificare il template di configurazione Disabilitare temporaneamente il dispositivo Eliminare il dispositivo Gestione del sistema Gruppi Notifiche Tipologie di dispositivo Tipologie personalizzate Report settimanale Storico dei dati... 14

2 1. Il Servizio Zetamonitor è il primo servizio di network monitoring online in Italia. La piattaforma permette di monitorare lo stato di server, firewall, router e di qualsiasi dispositivo presente nella propria rete che supporti il protocollo SNMP. Il vantaggio di una soluzione di network monitoring SAAS (fornito come Software As A Service) permette di concentrarsi sul monitoraggio della rete senza doversi preoccupare di installare un sistema di network monitoring tradizionale come Nagios, Tivoli, Zabbix, etc. Zetamonitor è rapido da installare e semplice da utilizzare, non richiede investimenti di alcun tipo ed è già predisposto per monitorare server Windows, Linux, Mac OSX. Zetamonitor può inoltre monitorare apparati Cisco Catalyst, HP Procurve nonché server di posta diffusi quali Zimbra, Exchange, etc. I template sono modelli che definiscono cosa monitorare in base alle tipologia di dispositivo, sono numerosissimi e permettono di iniziare il monitoraggio della rete in meno di cinque minuti. 2. Requisiti minimi CLIENT: Web browser di ultima generazione (Microsoft IE >= 7, Firefox, Google Chrome) AGENT, ZETACONNECTOR: Accesso ad internet sulle porte 80, 8080,10050 e AGENT: Sistema operativo Windows, Linux, Mac OSX o dispositivo con supporto SNMP v1,v2,v3 3. L architettura Zetamonitor è stato progettato per essere installato in modo semplice in qualsiasi infrastruttura di rete e con le configurazioni di firewall più standard. L architettura è cosi composta: Interfaccia web di amministrazione e configurazione Server in the cloud per la ricezione dei dati degli utenti Zetamonitor agent installato sui server da monitorare Zetaconnector (appliance o macchina virtuale da installare presso la sede del cliente) nel caso si vogliano monitorare dispositivi SNMP (opzionale) La configurazione del sistema avviene tramite l interfaccia di amministrazione web raggiungibile con qualsiasi browser all indirizzo: I flussi di dati tra l utente e il servizio sono sempre in uscita e mai in ingresso, in questo modo non è necessaria nessuna modifica alla configurazione dell eventuale firewall aziendale. Gli applicativi Zetamonitor agent e Zetaconnector effettuano il download della configurazione all avvio e ogni 60 minuti circa.

3 Applicata la configurazione, il software invia al server in the cloud i dati raccolti con la frequenza definita nel pannello di amministrazione web. Zetamonitor non ha alcun impatto sulle performance dell host o sulle connessioni di rete data la quantità minima di dati inviati al server. 4. Creazione del profilo Attualmente non è possibile per l utente crearsi autonomamente un account Zetamonitor ma deve essere richiesto tramite la pagina: oppure contattando: Netspin S.r.l. Via Maestro Ardizzone, Grezzana (VR) Tel: Fax: P.Iva: Mail: All attivazione dell account vi verrà inviato username e password per accesso al sistema di monitoring, ogni utente può monitorare un numero di dispositivi limitato in base al contratto scelto. Inserendo le credenziali ricevute nell homepage di è possibile tramite la voce Profilo nel menu principale terminare la configurazione inserendo i dati dell azienda e modificando la password di default inviata con l account. Nel caso i dati preimpostati fossero errati o il numero di dispositivi non fosse corretto contattare l assistenza tecnica all indirizzo 5. Aggiunta di un nuovo dispositivo L inserimento di un nuovo dispositivo all interno del sistema Zetamonitor si effettua dalla sezione Dispositivi tramite il link che segue l elenco dei gruppi/host. Le informazioni necessarie al fine di inserire il nuovo dispositivo sono: Nome host, deve essere univoco tra i dispositivi dell utente e può essere diverso dal vero hostname del server Tipologia, selezionata tra i modelli esistenti o personalizzati dall utente. La selezione della tipologia serve per configurare il dispositivo con i parametri e controlli previsti per quel tipo di apparato. Nel caso il dispositivo che si vuole monitorare non sia presente nella lista è possibile assegnare un modello generico (es. Windows, Linux) oppure creare un modello ad-hoc come descritto nella sezione Creazione modelli personalizzati

4 Gruppo (opzionale) La separazione dei dispositivi in più gruppi è utile nel caso il numero degli host sia elevato oppure per assegnare notifiche diverse in base al gruppo di appartenenza. Per esempio dividendo i dispositivi per sede o responsabile è possibile inviare le notifiche delle anomalie generate del quel gruppo a figure aziendali differenti. Per la creazione di nuovi gruppi seguire il manuale alla voce Gestione gruppi IP/Hostname, necessario solo per host passivi con supporto SNMP dove è stato installato Zetaconnector. Per i dispositivi di tipo attivo è invece l agent che invia i dati direttamente al server. Dopo l inserimento dell host nel caso di dispositivo passivo la configurazione è terminata e sarà da attendere la prossima sincronizzazione tra Zetamonitor e Zetaconnector (installato presso il cliente) prima dell effettiva visualizzazione dei dati. I dispositivi attivi invece prevedono l installazione di un apposito agent sul server/workstation proposto dopo l aggiunta dell host nell interfaccia web. Il setup è molto semplice e non necessita di particolare configurazione, l agent si avvierà automaticamente come servizio ad ogni avvio del sistema e non richiede interazione con l utente. Ogni agent scaricato dal sito Zetamonitor è legato ad un host/dispositivo, non è possibile quindi utilizzare lo stesso setup per più dispositivi in quando all interno viene inserita la configurazione specifica per quell host.

5 5.1. Installazione dell agent (WINDOWS): Dopo aver scaricato l archivio contenente l agent estrarre l intero contenuto ed eseguire il file Zetamonitor.exe. Nel caso di errori riguardanti i permessi verificare di aver eseguito il setup con diritti di amministratore tramite la funzione Esegui come amministratore accessibile cliccando con il tasto dentro del mouse sull eseguibile.

6 Se i dati non appariranno sull interfaccia web entro cinque minuti controllare che il processo zabbix_agent.exe sia attivo all interno del task manager di Windows e se il servizio Zabbix agent è avviato e presente nella lista.

7 Per accedere alla gestione dei servizi di Windows: Start -> Run -> Services

8 5.2. Installazione dell agent (LINUX): Per l installazione dell agent su dispositivi basati su sistema operativo Linux copiare la stringa proposta dopo la creazione del dispositivo all interno di un terminale. In base alla distribuzione Linux utilizzata e all utente con cui si esegue lo script potrebbe non essere necessario il comando iniziale sudo. I sistemi operativi supportati sono in continua evoluzione, attualmente l agent è stato testato sulle distribuzioni: Ubuntu, Debian, RedHat e CentOS. Al termine dello script potrebbe essere necessaria qualche operazione aggiuntiva in base alla tipologia selezionata. Le eventuali operazioni verranno descritte al termine dell installazione dallo script stesso. Come per l installazione dell agent per i sistemi Windows anche la stringa per Linux è legata ad un solo host/dispositivo e non può essere utilizzata per altre installazioni. 6. Configurazione dispositivo Ogni dispositivo inserito nel sistema è collegato ad un modello/template dal quale eredita tutta la configurazione. Il collegamento ad una tipologia di dispositivo è univoco e obbligatorio. La configurazione di un apparato è composta dai seguenti elementi: Parametri: viene definito il modo in cui leggere i valori e la loro frequenza, è possibile valorizzare un parametro anche con il risultato (output) di un software o una sequenza di operazioni all interno di uno script Controlli: definiscono i valori che dovranno generare un anomalia tramite range pre configurati o gravità del guasto. Grafici: ogni parametro ha di default il suo grafico singolo oppure la possibilità di consultare lo storico dei valori ricevuti. I grafici sono l aggregazione e la rappresentazione di più valori ritenuti interessanti per quel tipo di dispositivo.

9 6.1. Gestione parametri Nel caso alcuni parametri, definiti dal modello, non fossero necessari per un determinato server o apparato di rete è possibile disabilitarli per ridurre il traffico internet ed evitare che l agent effettui calcoli su parametri non valorizzati o ignorabili. Tramite il tasto Abilita/Disabilita parametri viene data la possibilità di modificare lo stato di tutti parametri del modello. Con il tasto ON/OFF è possibile selezionare quali dei parametri mantenere e quali disabilitare. I parametri con lo stato a ON sono quelli abilitati e attualmente attivi per quel dispositivo. Es. il modello di server Windows comprende il monitoring del disco D: e di una seconda scheda ethernet, se il dispositivo in questione non necessita di questi controlli è possibile modificare lo stato ad OFF dei parametri non necessari Gestione controlli In modo analogo alla disabilitazione di un parametro è possibile disabilitare solo le eventuali notifiche (alla ricezione di valori fuori dai range stabiliti) continuando a visualizzare tutti i dati. Nella sezione controllo di ogni dispositivo è possibile disabilitare le notifiche non necessarie portando lo stato ad OFF con l apposito tasto. Disabilitando il controllo i dati continueranno ad essere inviati al server popolando cosi statistiche e grafici ma non verrà segnalata alcuna anomalia alla ricezione di un valore fuori dal range prestabilito Assegnare il dispositivo ad un gruppo Nella sezione Configurazione di ogni dispositivo è possibile assegnare l host ad un gruppo esistente per poter ereditare le impostazioni delle notifiche o per dividere gli host per sede o tipologia. Non è possibile assegnare un dispositivo a più gruppi contemporaneamente. La modifica del gruppo non comporta la perdita di alcun dato dello storico o della configurazione ne è necessaria una re-installazione dell agent. Per la creazione di nuovi gruppi seguire la descrizione nella sezione Gestione sistema, Gruppi del manuale.

10 6.4. Modificare il template di configurazione Il template di configurazione, da cui ogni dispositivo eredita la configurazione, è modificabile nella sezione Configurazione assieme al gruppo. La sostituzione del template comporta l eliminazione dell intero storico dei parametri e la reinstallazione dell agent sul server. Il file di setup dell agent infatti deve essere scaricato nuovamente in quanto contiene i nuovi controlli e impostazioni legati al nuovo template scelto. In caso di modifiche sostanziali al template (es. cambio di sistema operativo) è consigliato eliminare completamente l host e ricrearlo con un diverso template. Maggiori informazioni nella sezione Gestione sistema, Tipologia di dispositivi 6.5. Disabilitare temporaneamente il dispositivo Portando a ON/OFF il monitoraggio del dispositivo, tramite il tasto presente nella pagina principale, i dati inviati non verranno più memorizzati e visualizzati dal sistema. Questa operazione non modifica alcuna configurazione ed è ripristinabile senza effetti collaterali, durante la pausa dal monitoraggio non verrà liberata una licenza/slot per un nuovo dispositivo. Utile nel caso sia prevista della manutenzione programmata e non si vogliano ricevere gli allarmi generati dal dispositivo Eliminare il dispositivo Eliminando il dispositivo verrà cancellata tutta la configurazione relativa all host e l intero storico in modo permanente. E necessario disinstallare anche l eventuale agent dal server in quanto i dati inviati non saranno più presi in considerazione. L eliminazione del dispositivo libererà la licenza/slot per poter inserire un nuovo host.

11 7. Gestione del sistema 7.1. Gruppi I gruppi di dispositivi permettono di strutturare la visualizzazione suddividendo per categorie gli host inseriti, per esempio è possibile dividere la lista per sede o responsabile di riferimento. Ogni gruppo creato può ereditare o meno le notifiche globali oppure crearne di personalizzare per quel gruppo. Nella sezione Gestione, Gruppi di dispositivi del menu principale è possibile configurare la gestione dei gruppi per i dispositivi dell utente. Ogni dispositivo può appartenere ad un solo gruppo e non si possono creare sottogruppi. Dopo la creazione del primo gruppo i dispositivi senza associazione saranno raggruppati automaticamente in una categoria Dispositivi senza gruppo nella visualizzazione principale. Per associare un dispositivo ad un gruppo è possibile utilizzare l apposito link ogni gruppo oppure nella sezione Configurazione di ogni host creato. presente a lato di Operazioni sul gruppo: Modifica gruppo Assegna i dispositivi al gruppo Configura le notifiche per il gruppo Elimina il gruppo Per maggiori informazioni riguardo le notifiche di gruppo fare riferimento alla sezione Notifiche di questo manuale. Nel caso non si scelga di ereditare le notifiche dalla configurazione globale e non si inseriscano le impostazioni del gruppo le anomalie generate dai dispositivi appartenenti verranno perse.

12 7.2. Notifiche Le notifiche del sistema sono azioni legate ai controlli che permettono all utente di essere avvisato dell eventuale valore anomalo (fuori dai range stabiliti) inviato da un dispositivo, ad anomalia terminata si riceverà inoltre un altra notifica. L utente può essere notificato di un anomalia tramite mail, SMS o push su dispositivi Apple ios (Notifo). Per ogni tipologia è possibile configurare multiple destinazioni. Mantenendo le impostazioni di default le segnalazioni delle anomalie verranno inviate alla mail legata all account Zetamonitor con la quale ci si è iscritti senza limite di giorno o orario, è possibile modificare le notifiche globali nella sezione Profilo, Notifiche nel menu principale del sistema. Le destinazioni multiple vanno inserite una ogni riga nelle apposite aree divise per tipologia. Per limitare la ricezione degli avvisi in un determinato range di tempo utilizzare la voce Orario abilitazione notifiche inserendo una stringa composta come segue: giorno iniziale-giorno finale,orario inizio-orario fine L impostazione di default è: 1-7,00:00-23:59; (notifiche attive 24/7) Esempio: 1-5,09:00-18:00;6,09:00-13:00; (Dal Lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13) Le notifiche di gruppo possono o meno ereditare quelle globali in base alla scelta durante la creazione del gruppo, è possibile modificarle tramite il link presente a lato della lista dei gruppi. Nel caso si scelga di ereditare le notifiche globali gli allarmi verranno inviati ad entrambe le destinazioni (globali e di gruppo). Non vi è nessuna limitazione sul numero di notifiche inviate per l utente Tipologie di dispositivo Lo staff di Zetamonitor aggiorna settimanalmente il sistema con nuove tipologie di dispositivi supportati o aggiornamenti degli esistenti per essere al passo con i tempi e con le release dei software. I modelli standard configurati sul sistema sono suddivisi per tipologia (attivi o passivi) e per categoria di applicazione (Database, Server WEB, PBX, Switch, Router, Access point etc). Ogni modello contiene al suo interno i parametri e i controlli più diffusi per la tipologia selezionata e non sono modificabili in alcun modo dall utente. Nel caso un utente abbia bisogno di un modello personalizzato per la propria applicazione fare riferimento alla sezione Tipologie personalizzate di questo manuale. Per un elenco completo dei modelli supportati fare riferimento alla pagina:

13 Per sviluppare modelli personalizzati o per configurazioni avanzate contattare lo staff Zetamonitor all indirizzo 7.4. Tipologie personalizzate Nel caso l utente abbia l esigenza di una configurazione non prevista dai template a disposizione è possibile creare tipologie ad-hoc con lo strumento Tipi di dispositivi all interno della sezione Gestione del menu principale. Ad ogni nuovo modello è necessario assegnare un nome univoco che identifichi la tipologia di apparato, specificare se sarà un dispositivo attivo o passivo in base al sistema operativo utilizzato (attivo per Windows, Linux o Mac OSX) ed eventualmente collegarlo ad un template esistente per ereditarne i parametri base. All interno del nuovo template si potranno poi aggiungere i parametri necessari, scegliendoli da una lista tra i supportati, selezionando la frequenza di lettura e l eventuale valore sopra al quale viene innescata l anomalia con la relativa notifica. Ogni parametro aggiunto può far parte di una categoria per rendere più leggibile e strutturata la visualizzazione dei valori sull interfaccia web. Dopo la creazione del modello questo sarà disponibile tra i template alla creazione o modifica di un dispositivo.

14 7.5. Report settimanale E possibile abilitare l invio settimanale di un report riepilogativo selezionando la voce Mail report settimanale nella sezione configurazione. Il report verrà inviato tramite mail e conterrà un elenco delle anomalie riscontrate durante la settimana con la loro frequenza Storico dei dati Zetamonitor garantisce uno storico dei dati per almeno un anno di monitoring comprese le anomalie riscontrate con data e ora. Ogni parametro permette di visualizzare lo storico tramite grafico o tabella in base al tipo di dato contenuto. Dopo l eliminazione di un dispositivo non è possibile per l utente ripristinare in alcun modo lo storico o la configurazione creata.

Manuale accesso a B.Point SaaS

Manuale accesso a B.Point SaaS Manuale accesso a B.Point SaaS Manuale utente INDICE: 1. Introduzione... 1-3 2. Tipi di client... 2-4 Premessa... 2-4 Peculiarità e compatibilità con i browser... 2-4 Configurazione del tipo di Client...

Dettagli

Sommario. Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0

Sommario. Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0 Oggetto: Istruzioni configurazione client VPN per piattaforma Mac OSX Data: 25/01/2016 Versione: 1.0 Sommario 1. PREMESSA... 2 2. INSTALLAZIONE SOFTWARE VPN CLIENT... 2 3. PRIMO AVVIO E CONFIGURAZIONE

Dettagli

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB ADMIN http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox WEB ADMIN http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB ADMIN. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox WEB ADMIN http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

QUICK START GUIDE F640

QUICK START GUIDE F640 QUICK START GUIDE F640 Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato 3 1.2 Primo accesso all apparato 3 1.3 Configurazione parametri di rete 4 2 Gestioni condivisioni Windows 5 2.1 Impostazioni

Dettagli

security Firewall UTM

security Firewall UTM security Firewall UTM Antispam Firewall UTM Antivirus Communication VPN IDS/IPS Security MultiWAN Hotspot MultiZona Aggiornamenti automatici Proxy Collaboration IP PBX Strumenti & Report Monitraggio Grafici

Dettagli

OwnCloud Guida all installazione e all uso

OwnCloud Guida all installazione e all uso INFN Sezione di Perugia Servizio di Calcolo e Reti Fabrizio Gentile OwnCloud Guida all installazione e all uso 1 SOMMARIO 2 Introduzione... 1 2.1 Alcune delle funzioni di OwnCloud... 2 2.2 Chi può usufruirne...

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO Manuale di configurazione 2 Configurazioni 8 Storage 30 Stampanti 41 Manuale Interfaccia di gestione di configurazione SOMMARIO Interfaccia di gestione INTRODUZIONE La configurazione del modem può essere

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

ISSA EUROPE PTSOFTWARE 2.0

ISSA EUROPE PTSOFTWARE 2.0 MANUALE UTENTE ISSA EUROPE PTSOFTWARE 2.0 Versione 1.0-16062014 il presente documento è soggetto a modifiche Pag. 1/27 Versione 1.0-16062014 il presente documento è soggetto a modifiche Pag. 2/27 Informazioni

Dettagli

Manuale LiveBox WEB UTENTE. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB UTENTE. http://www.liveboxcloud.com 2014 Manuale LiveBox WEB UTENTE http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

ETI/Domo. Italiano. www.bpt.it. ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14

ETI/Domo. Italiano. www.bpt.it. ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14 ETI/Domo 24810070 www.bpt.it IT Italiano ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14 Configurazione del PC Prima di procedere con la configurazione di tutto il sistema è necessario configurare il PC in modo che

Dettagli

Libro Firma Un prodotto Eco-Mind Ingegneria Informatica Manuale per il Gestore del servizio

Libro Firma Un prodotto Eco-Mind Ingegneria Informatica Manuale per il Gestore del servizio Libro Firma Un prodotto Eco-Mind Ingegneria Informatica Manuale per il Gestore del servizio Versione 2.3.1, Revisione 1 Sommario SOMMARIO... 2 LIBRO FIRMA IN SINTESI... 3 PROFILI UTENTE... 3 LA GESTIONE

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16 Lyra CRM WebAccess L applicativo Lyra CRM, Offer & Service Management opera normalmente in architettura client/server: il database di Lyra risiede su un Server aziendale a cui il PC client si connette

Dettagli

Manuale LiveBox WEB UTENTE. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB UTENTE. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB UTENTE http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa

Dettagli

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio Sommario 1. Requisiti e impostazioni... 2 1.1 Microsoft Internet Explorer 7 e superiori... 3 1.2 Mozilla Firefox 3 e superiori... 8 1.3 Google Chrome 7 e superiori... 8 1.4 Apple Safari 4 e superiori...

Dettagli

Sommario. 1. Cos è SecureDrive... 3. 1.1. Caratteristiche... 3. 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4

Sommario. 1. Cos è SecureDrive... 3. 1.1. Caratteristiche... 3. 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4 Allegato Tecnico Pagina 2 di 7 Marzo 2015 Sommario 1. Cos è... 3 1.1. Caratteristiche... 3 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4 1.1.1.1. Funzione di Recupero del Codice di Cifratura... 4 1.1.2. Sicurezza

Dettagli

Configurazione router VoIP TeleTu P.RG A4101N

Configurazione router VoIP TeleTu P.RG A4101N Questo documento ti guiderà nella configurazione e nei collegamenti da effettuare, per iniziare da subito a navigare, telefonare e risparmiare con il nuovo router VoIP TeleTu! Contenuto della confezione

Dettagli

S4NET. Configurazione Browser. Rev. 1.0 del 11/05/2011

S4NET. Configurazione Browser. Rev. 1.0 del 11/05/2011 Soluzioni Paghe Gestionali d Impresa (ERP) Software Development E-Business Solutions ASP e Hosting System Integration e Networking Architetture Cluster Fornitura e Installazione Hardware S4NET Rev. 1.0

Dettagli

MANUALE UTENTE V.1.1

MANUALE UTENTE V.1.1 MANUALE UTENTE V.1.1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 2 Prerequisiti utilizzo sito myfasi... 4 3 Primo accesso al Sito Web... 5 4 Attivazione dispositivo USB myfasi... 9 5 Accesso al sito web tramite dispositivo

Dettagli

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica

Manuale configurazione rete, accesso internet a tempo e posta elettronica accesso internet a tempo e posta elettronica Indice 1. REQUISITI NECESSARI -------------------------------------------------------------------------- 4 1.1. PREDISPORRE I COLLEGAMENTI --------------------------------------------------------------------

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

rapida Guida d installazione IP Camera senza fili/cablata Modello: FI8910W Modello: FI8910W Colore: Nera Colore: Bianco

rapida Guida d installazione IP Camera senza fili/cablata Modello: FI8910W Modello: FI8910W Colore: Nera Colore: Bianco IP Camera senza fili/cablata Guida d installazione rapida Modello: FI8910W Colore: Nera Modello: FI8910W Colore: Bianco Per Windows OS ------1 Per MAC OS ------15 ShenZhen Foscam Tecnologia Intelligente

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

DonkeyCode. Manuale amministratore di sistema. Versione 1.0.0

DonkeyCode. Manuale amministratore di sistema. Versione 1.0.0 DonkeyCode RescueMe: globale per la gestione di catastrofi naturali Manuale amministratore di Versione 1.0.0 Ingegneria Del Software AA 2010-2011 DonkeyCode - RescueMe Informazioni documento Titolo documento:

Dettagli

Gestione Anagrafiche e Donazioni RETE FIDAS MEZZOGIORNO

Gestione Anagrafiche e Donazioni RETE FIDAS MEZZOGIORNO Gestione Anagrafiche e Donazioni RETE FIDAS MEZZOGIORNO Manuale Utente SOMMARIO 1 PRESENTAZIONE DELL APPLICATIVO... 3 1.1 OBIETTIVI... 3 1.2 CARATTERISTICHE... 3 1.3 BREVE DESCRIZIONE DEL PRODOTTO...

Dettagli

Manuale d uso Configurazione e Gestione

Manuale d uso Configurazione e Gestione Manuale d uso Configurazione e Gestione Indice Introduzione pag 3 Requisiti pag 4 Installazione pag 5 Comunicazione - App e Cloud pag 6 App Juicy pag 7 Configurazione utente e login pag 8-9 Homepage pag

Dettagli

Introduzione Note sul manuale Standard adottati Disposizione Menù Icone Messaggi Griglia Select Maschere Grafica Test Web Application Colori Notifica

Introduzione Note sul manuale Standard adottati Disposizione Menù Icone Messaggi Griglia Select Maschere Grafica Test Web Application Colori Notifica ApoNet Introduzione Note sul manuale Standard adottati Disposizione Menù Icone Messaggi Griglia Select Maschere Grafica Test Web Application Colori Notifica automatica Dashboard Anagrafiche Anagrafica

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

DARCA HERITAGE V2 TOUR

DARCA HERITAGE V2 TOUR Sez.02 - SOLUZIONI PER DIAGNOSTICA E TELECONTROLLO - Pagina 02.2.4 1/8 DARCA HERITAGE V2 TOUR 1. SUDDIVISIONE IN ZONE DI MONITORAGGIO Darca Heritage V2 ti permette di analizzare i dati in riferimento al

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

ATLAS 1.5.X : CONTROLLI PRE ESAME

ATLAS 1.5.X : CONTROLLI PRE ESAME ATLAS 1.5.X : CONTROLLI PRE ESAME Configurazione di Atlas 1.5.X sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni

Dettagli

DSL-G604T Wireless ADSL Router

DSL-G604T Wireless ADSL Router Il presente prodotto può essere configurato con un browser web aggiornato come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6.2.3. DSL-G604T Wireless ADSL Router Prima di cominciare 1. Se si intende utilizzare

Dettagli

802.11g Access Point Wireless. CD-ROM (con Manuale e garanzia) Cavo Ethernet (CAT5 UTP) Trasformatore 7.5V 1A CC

802.11g Access Point Wireless. CD-ROM (con Manuale e garanzia) Cavo Ethernet (CAT5 UTP) Trasformatore 7.5V 1A CC Il presente prodotto può essere aggiornato con un qualunque browser web, per esempio Internet Explorer 6.0 o Netscape Navigator 6.2.3. DWL-G700AP D-Link AirPlus TM G 802.11g Access Point wireless Prima

Dettagli

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13 Architectural & Engineering Software L INGEGNERE NELLE NUVOLE App, WEB App e Cloud ing. Sauro Agostini Mitterand 1981 Reagan Battaglin Alice IBM PC 5150 Alonso C ERA UNA VOLTA IL DOS Non è una rivoluzione,

Dettagli

ATLAS 2.X : CONTROLLI PRE ESAME

ATLAS 2.X : CONTROLLI PRE ESAME ATLAS 2.X : CONTROLLI PRE ESAME Configurazione di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni

Dettagli

Chi ha già scelto nel mondo la nostra soluzione

Chi ha già scelto nel mondo la nostra soluzione InterMapper è un software di Network Monitoring, pensato per analizzare il traffico di rete. Le reti sono in continua evoluzione ed InterMapper rende la loro gestione più facile. Il monitoraggio, la mappatura

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014)

UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014) UTILIZZO DEI COOKIES (informativa conforme al Provvedimento del Garante Privacy del 8 Maggio 2014) Star Link srl, Titolare del trattamento dei dati personali, informa che questo Sito internet fa uso di

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8JZGL450591 Data ultima modifica 22/07/2011 Prodotto Tuttotel Modulo Tuttotel Oggetto: Installazione e altre note tecniche L'utilizzo della procedura è subordinato

Dettagli

Linux Day 2014. Network Monitoring. Nagios. Alessandro Costetti alle@costetti.it. Luca Ferrarini luca@ferrarini.info 25/10/2014

Linux Day 2014. Network Monitoring. Nagios. Alessandro Costetti alle@costetti.it. Luca Ferrarini luca@ferrarini.info 25/10/2014 Linux Day 2014 Network Monitoring Nagios Alessandro Costetti alle@costetti.it Luca Ferrarini luca@ferrarini.info 25/10/2014 Network Monitoring può essere definito come l insieme dei controlli che è necessario

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 Contenuto di questo documento 1. Introduzione... 2 2. Menu Principale... 2 Importa dal mio PC... 5 Scarica Risultati... 5 Salva Progetto... 6 Salva con nome...

Dettagli

SMS MANUALE D USO DELLA PIATTAFORMA WEB

SMS MANUALE D USO DELLA PIATTAFORMA WEB SMS MANUALE D USO DELLA PIATTAFORMA WEB INDICE 1. Accesso al sistema 1.1 Barra di controllo 1.2 Configurazione Account 1.3 Prezzi & Copertura 2. Utility & Strumenti 3. Messaggistica 3.1 Quick SMS 3.2 Professional

Dettagli

Ti consente di ricevere velocemente tutte le informazioni inviate dal personale, in maniera assolutamente puntuale, controllata ed organizzata.

Ti consente di ricevere velocemente tutte le informazioni inviate dal personale, in maniera assolutamente puntuale, controllata ed organizzata. Sommario A cosa serve InfoWEB?... 3 Quali informazioni posso comunicare o ricevere?... 3 Cosa significa visualizzare le informazioni in maniera differenziata in base al livello dell utente?... 4 Cosa significa

Dettagli

Smart Guide ITALIANO. Versione: 3.2.5. netrd. etstart srl via Austria, 23/D - 35127 Padova (PD), Italy - info@etstart.it - www.etstart.

Smart Guide ITALIANO. Versione: 3.2.5. netrd. etstart srl via Austria, 23/D - 35127 Padova (PD), Italy - info@etstart.it - www.etstart. Smart Guide netrd ITALIANO Versione: 3.2.5 netrd è commercializzato da etstart srl via Austria, 23/D - 35127 Padova (PD), Italy - info@etstart.it - www.etstart.it 1 1 Descrizione Prodotto INDICE 1.1 Informazioni

Dettagli

La Prima Pagina rappresenta la scrivania dalla quale accedere alle principali funzionalità del servizio.

La Prima Pagina rappresenta la scrivania dalla quale accedere alle principali funzionalità del servizio. Gestirete è un servizio per la gestione dei rapporti con la propria clientela che permette di monitorare nel tempo l andamento del proprio business attraverso i comportamenti dei clienti (acquisti, richieste

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Manuale Utente CryptoClient

Manuale Utente CryptoClient Codice Documento: CERTMOB1.TT.DPMU12005.01 Firma Sicura Mobile Telecom Italia Trust Technologies S.r.l. - Documento Pubblico Tutti i diritti riservati Indice degli argomenti... 1 Firma Sicura Mobile...

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

MODULO HOTEL: INSTALLAZIONE E MANUALE UTENTE

MODULO HOTEL: INSTALLAZIONE E MANUALE UTENTE MODULO HOTEL: INSTALLAZIONE E MANUALE UTENTE Il modulo hotel permette di disporre delle funzionalità di maggiore utilizzo per le strutture di ricettività da un semplice pannello amministrativo. Le funzionalità

Dettagli

Ricette SSN online Manuale utente Versione client 3.x.x

Ricette SSN online Manuale utente Versione client 3.x.x Pag. 1 di 15 Ricette SSN online Manuale utente Versione client 3.x.x Pag. 2 di 15 1. REVISIONI AL DOCUMENTO... 3 2. INTRODUZIONE AL SISTEMA DI INVIO TELEMATICO... 3 3. CLIENT RICETTESSNONLINE... 4 3.1

Dettagli

Parti Subito! Validità: Dicembre 2013

Parti Subito! Validità: Dicembre 2013 Parti Subito! Validità: Dicembre 2013 Questa pubblicazione è puramente informativa. Non si offre alcuna garanzia, esplicita od implicita, sul contenuto. I marchi e le denominazioni sono di proprietà delle

Dettagli

MRC: Nuova Architettura

MRC: Nuova Architettura MRC: Nuova Architettura Release: 1.0 16 febbraio 2014 Autore: Andrea Gualducci MRC: Nuova Architettura Pag. 1 di 12 SOMMARIO MRC: Nuova Architettura... 1 Introduzione...3 Efficienza...3 Deployement...3

Dettagli

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x

CTIconnect PRO 3.x. Manuale d uso !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x CTIconnect PRO 3.x Versione 01.06.2014 Versione WMS: 3.x Manuale d uso CTIconnect PRO è l applicazione di collaboration che permette agli utenti di monitorare lo stato di presence dei propri colleghi e

Dettagli

Software di gestione della stampante

Software di gestione della stampante Questo argomento include le seguenti sezioni: "Uso del software CentreWare" a pagina 3-11 "Uso delle funzioni di gestione della stampante" a pagina 3-13 Uso del software CentreWare CentreWare Internet

Dettagli

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010

BavInAzienda. Manuale di Attivazione. Edizione Maggio 2010 BavInAzienda Manuale di Attivazione Edizione Maggio 2010 Manuale Attivazione BavInAzienda - Maggio 2010 INDICE 1. Requisiti preliminari 3 2. Dati per l accesso al servizio 3 3. Istruzioni per l attivazione

Dettagli

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11

RECUPERO CREDENZIALI PER L ACCESSO AI SERVIZI SAL REGIONALI... 8. B informazioni Generali...11 Medico selezionato...11 Sommario ASSISTENZA TECNICA AL PROGETTO... 2 PREREQUISITI SOFTWARE PER L INSTALLAZIONE... 3 INSTALLAZIONE SULLA POSTAZIONE DI LAVORO... 3 INSERIMENTO LICENZA ADD ON PER L ATTIVAZIONE DEL PROGETTO... 4

Dettagli

Convertitore di rete NETCON

Convertitore di rete NETCON MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA TCP/IP PER SISTEMI REVERBERI Convertitore di rete NETCON RMNE24I0 rev. 1 0708 I N D I C E 1. Scopo... 4 2. Descrizione... 4 3. Collegamenti elettrici del dispositivo...

Dettagli

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning Piccola guida pratica a Piattaforma per l e- learning Aggiornata al 30/06/2014 1 Sommario Prima di iniziare.... 3 Verifica del browser e aggiornamento... 3 Come segnalare eventuali problemi.... 4 A chi

Dettagli

Help Desk Guida all'uso

Help Desk Guida all'uso Help Desk Guida all'uso Il sistema di help desk consente agli utenti di effettuare richieste di assistenza hardware e software attraverso un portale web raggiungibile al seguente indirizzo: http://helpdesk.molisedati.it.

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

CD-ROM (contiene Manual y garantía) Cavo Ethernet (CAT5 UTP/diritto) Cavo Console (RS-232)

CD-ROM (contiene Manual y garantía) Cavo Ethernet (CAT5 UTP/diritto) Cavo Console (RS-232) Il presente prodotto può essere configurato con un qualunque browser, come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6 o versioni superiori. DFL-700 NETDEFEND Network Security Firewall Prima di cominciare

Dettagli

Specifiche per l'offerta Monitoraggio remoto delle infrastrutture

Specifiche per l'offerta Monitoraggio remoto delle infrastrutture Panoramica sul Servizio Specifiche per l'offerta Monitoraggio remoto delle infrastrutture Questo Servizio fornisce i servizi di monitoraggio remoto delle infrastrutture (RIM, Remote Infrastructure Monitoring)

Dettagli

"Cloud Business Solutions" di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES

Cloud Business Solutions di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES "Cloud Business Solutions" di INTESA Descrizione del Servizio SMART SALES 1. Accesso ai Servizi Il Portale INTESA, le informazioni riguardanti l'utilizzo da parte del Cliente del Servizio Cloud le informazioni

Dettagli

Sistema SMSWeb Monitoring

Sistema SMSWeb Monitoring scheda tecnica Sistema SMSWeb Monitoring 1 SICUREZZA ANTIFURTO Cos è il sistema SMSWebMonitoring SMSWebMonitoring è un ricevitore di segnali di tipo CONTACT ID, che consente alla clientela finale di accedere

Dettagli

Configurazione client in ambiente Windows XP

Configurazione client in ambiente Windows XP Configurazione client in ambiente Windows XP Il sistema operativo deve essere aggiornato con il Service Pack 2, che contiene anche l aggiornamento del programma di gestione delle connessioni remote. Visualizzare

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2014 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia

Dettagli

Guida a Gmail UNITO v 02 2

Guida a Gmail UNITO v 02 2 MANUALE D USO GOOGLE APPS EDU versione 1.0 10/12/2014 Guida a Gmail UNITO v 02 2 1. COME ACCEDERE AL SERVIZIO DI POSTA SU GOOGLE APPS EDU... 3 1.1. 1.2. 1.3. Operazioni preliminari all utilizzo della casella

Dettagli

Nanemon Network Monitor

Nanemon Network Monitor Nanemon Network Monitor www.navynet.it www.navynet.it Tutto sotto controllo......nanemon è lo strumento adatto per fare in modo che la tua infrastruttura informatica non abbia problemi. Cos é Nanemon?

Dettagli

MANUALE UTILIZZO NUOVO PORTALE AGG.TI Multiconsult PADOVA

MANUALE UTILIZZO NUOVO PORTALE AGG.TI Multiconsult PADOVA MANUALE UTILIZZO NUOVO PORTALE AGG.TI Multiconsult PADOVA Aprire il sito Internet all indirizzo www.formatpd.it oppure http://93.62.138.178 e in testata nelle caselle username e password inserire le proprie

Dettagli

Università degli Studi di Brescia Servizi ICT U.O.C. Reti e Sistemi

Università degli Studi di Brescia Servizi ICT U.O.C. Reti e Sistemi SERVIZIO VPN RETE ATENEO Sommario SERVIZIO VPN RETE ATENEO... 1 Microsoft Windows 7 e versioni superiori... 2 Mac OS X Lion e versioni superiori (10.8.x)... 4 Google Android... 6 Apple IOS... 8 L accesso

Dettagli

MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER

MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER MIXER-DJ MIXER: gestione trasmissioni DJ: governance di MIXER MIXER Mixer è un ambiente applicativo di tipo Enterprise Service Bus (ESB) per la gestione delle trasmissioni di file su Linux. All'interno

Dettagli

Petra Provisioning Center, rel 3.1

Petra Provisioning Center, rel 3.1 Petra Provisioning Center, rel 3.1 Petra Provisioning Center, rel 3.1 Copyright 1996,2006Link s.r.l. 1 Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright. Tutti i diritti

Dettagli

GUIDA TECNICA PER CONFIGURARE IL BROWSER. Generalità. Sommario. Generalità. Configurazione Mozilla Firefox. Configurazione Google Chrome

GUIDA TECNICA PER CONFIGURARE IL BROWSER. Generalità. Sommario. Generalità. Configurazione Mozilla Firefox. Configurazione Google Chrome GUIDA TECNICA PER CONFIGURARE IL BROWSER Sommario Generalità Configurazione Mozilla Firefox Configurazione Google Chrome Configurazione Internet Explorer Generalità La compilazione del modulo fatta online

Dettagli

Sommario MOBILE DEVICE

Sommario MOBILE DEVICE Sommario ArGO Mail entra ufficialmente a far parte della linea prodotti ArGO, una soluzione e-mail moderna di RUN S.p.A. per il vostro business. ArGO Mail è una soluzione collaborativa, semplice e produttiva

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione www.dmail.it Idee Utili e Introvabili Cod. 314471 DMedia Commerce S.p.A. Via Aretina 25 50065 Sieci (FI) ITALY Tel. +39 055 8363040 Fax +39 055 8363057 Assist. Tecnica: assistenza.dmail@dmc.it VIdeoCAMera

Dettagli

Manuale di configurazione di Notebook, Netbook e altri dispositivi personali che accedono all Hot Spot @ll-in e di programmi per la comunicazione

Manuale di configurazione di Notebook, Netbook e altri dispositivi personali che accedono all Hot Spot @ll-in e di programmi per la comunicazione Manuale di configurazione di Notebook, Netbook e altri dispositivi personali che accedono all Hot Spot @ll-in e di programmi per la comunicazione on-line installati sia su dispositivi personali che nelle

Dettagli

Prima di iniziare la procedura d installazione, verificare che siano disponibili tutte le informazioni e le attrezzature necessarie

Prima di iniziare la procedura d installazione, verificare che siano disponibili tutte le informazioni e le attrezzature necessarie Il presente prodotto può essere configurato con un browser web aggiornato come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6.2.3. DSL-504T ADSL Router Prima di cominciare Prima di iniziare la procedura d

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Soluzioni per il Mobile Office

Soluzioni per il Mobile Office Soluzioni per il Mobile Office MAItaly s.r.l. Distribution: 2004, MAItaly s.r.l. All Rights Reserved. Date: 04/03/2004 Author: Davide De Marchi Sommario 1. PREMESSA...3 2. PRODOTTI E SOLUZIONI STANDARD...4

Dettagli

InfoCertLog. Allegato Tecnico

InfoCertLog. Allegato Tecnico InfoCertLog Allegato Tecnico Data Maggio 2012 Pagina 2 di 13 Data: Maggio 2012 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Le componenti del servizio InfoCertLog... 4 2.1. Componente Client... 4 2.2. Componente Server...

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

MovEmail. Windows Mobile

MovEmail. Windows Mobile MovEmail Windows Mobile INDICE Introduzione...3 GUIDA ALL INSTALLAZIONE DEL MovEmail Client......4 Requisiti minimi di compatibilità...4 Installa il FASTWEB MovEmail Client...5 Configura il FASTWEB MovEmail

Dettagli

X-Letter Gestione Newsletter (versione template o landing pages)

X-Letter Gestione Newsletter (versione template o landing pages) X-Letter Gestione Newsletter (versione template o landing pages) E' un prodotto disponibile esclusivamente online per eseguire operazioni di invio di comunicazioni periodiche (Newsletter) ad utenti classificati

Dettagli

1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI 1.1 INTERNET EXPLORER 8

1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI 1.1 INTERNET EXPLORER 8 1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI Il Portale Servizi di Impresa Semplice, disponibile alla URL https://servizi.impresasemplice.it, permette di configurare automaticamente le impostazioni del profilo

Dettagli

S4NET. Configurazione di Chrome. Rev. 1.0 del 28/03/2011

S4NET. Configurazione di Chrome. Rev. 1.0 del 28/03/2011 Soluzioni Paghe Gestionali d Impresa (ERP) Software Development E-Business Solutions ASP e Hosting System Integration e Networking Architetture Cluster Fornitura e Installazione Hardware S4NET Rev. 1.0

Dettagli