Ipsos Retail Solutions

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ipsos Retail Solutions"

Transcript

1 Ipsos Retail Solutions Ipsos Italy 06/07/2015 n. 3, Luglio 2015 Editoriale di Carlo Oldrini Il numero di Luglio di Ipsos Retail Solutions è centrato sui nuovi consumer trend. E infatti fondamentale per ogni impresa distributiva cogliere le mutazioni negli atteggiamenti dei propri clienti per adeguarsi velocemente e prepararsi al futuro in maniera consapevole. Apriamo infatti con un articolo di Luisa Vassanelli che introduce i primi risultati della grande indagine internazionale Ipsos Trend Observer in cui vengono illustrate le ultime tendenze che possono essere interpretate per rinsaldare la relazione con i propri clienti. Segue poi una visione di Filippo Genzini in cui, con il consueto respiro internazionale, vediamo come le nuove tendenze dei consumatori sono già state individuate ed utilizzate da alcuni Retailer globali tra i più attenti nel prepararsi a cogliere i mutamenti dei propri clienti. Nikos Kotoulas ci illustra poi l ultima novità nel campo delle ricerche sui consumatori di Ipsos Italia : il nuovo Shopper Lab inaugurato ad Aprile che consente a Retailers e Industria di capire il comportamento dei consumatori in un vero e proprio supermercato. Buona lettura! In questo numero Punto di vista pag. 1 Trend Observer 2015 pag. 2 Punto di vista La Commissione europea fa marcia indietro sull indicazione dell origine degli alimenti in etichetta e in due report pubblicati lo scorso 20 maggio conclude che: I benefici ricavati dai nuovi requisiti di indicazione obbligatoria non superano i costi. Pertanto le indicazioni volontarie sembrano essere la soluzione più adatta. Ecco quindi che starà ai Produttori e ai Distributori decidere se dare ai consumatori questa importante informazione oppure no. Quanti produttori nostrani staranno facendo i conti dei margini che potrebbero ricavare comprando le materie prime altrove perché più convenienti? Personalmente ammetto di non aver sempre controllato l indicazione di origine (salvo per il vino) ; di sicuro da oggi comincerò a farlo. Prepararsi al cambiamento del profilo della clientela pag. 4 Ipsos Shopper-Lab pag. 7 1

2 Trend Observer 2015: la capitalizzazione dei talenti individuali come leva per creare e rinsaldare la relazione con il cliente A cura di Luisa Vassanelli & Daniela Frigerio Mettere l individuo al centro è ormai una costante imprescindibile nell impostazione del business, la vera variabile da monitorare è dunque cosa è centrale per l individuo stesso e anche in ambito retail è importante sapersi misurare con l andamento di questa variabile in continua evoluzione. Trend Observer (la rilevazione annuale fatta da Ipsos in più Paesi Italia, Francia, UK, Germania, Stati Uniti, Giappone e da quest anno anche Corea) ha proprio l obiettivo di monitorare ad ampio spettro l individuo all interno del contesto contemporaneo, le leve motivazionali che guidano i suoi comportamenti e le direzioni che questi ultimi intraprendono. Da tempo ormai si assiste a un fenomeno di reinterpretazione delle risorse a disposizione per far fronte alle sfide del quotidiano. Lo scorso anno era stato individuato come ispiratore e attivatore di tale reinterpretazione il contesto sociale e materiale di appartenenza, la realtà fuori da sé (la ricerca di soluzioni all insegna di uno spirito collettivo pragmatico e l ibridazione come commistione di elementi/oggetti già esistenti e apparentemente opposti). Oggi è ormai matura la consapevolezza che è ciò che sta dentro di sé il vero fulcro da cui ripartire: ognuno è l unico punto fermo della propria vita, l unica costante su cui poter fare affidamento. Alla luce di tutto ciò, l accesso a quanto si desidera (beni, esperienze, ecc.) è possibile solo grazie alle proprie forze, alle proprie risorse interiori e talenti personali, siano essi talenti che si esprimono nella creazione pratica e concreta 2 di soluzioni (oggetti fisici, proposte tecnologiche), siano essi talenti che si esprimono nell individuazione di soluzioni già esistenti capaci di corrispondere perfettamente ai propri bisogni. E così, in base alla propensione a far affidamento più sui primi o sui secondi, prendono forma comportamenti adattivi che danno vita a due grandi trend. Il trend del Fare L individuo è sempre più parte attiva della creazione della propria realtà, un fare consapevole che si fonda sulla capitalizzazione della propria creatività. Un fare che si può esprimere in maniera tradizionale (creazione di oggetti, riparazione, ecc.) o in modo più avveniristico (attraverso l uso di competenze elettroniche o informatiche). A sostegno del consolidarsi di questa tendenza vediamo come i raduni di persone dedite al fai da te siano in crescita. Lo spirito creativo è stato individuato come leva da cavalcare per attrarre i clienti anche tra le piccole associazioni di commercianti locali: i negozianti di della zona di Porta Venezia a Milano, hanno pensato di dare nuovo slancio al proprio contesto commerciale collaborando tutti insieme e dando vita a Creativity Street Milano! I diversi operatori (falegnami, antiquari, calzolai, ecc.) della zona durante alcune giornate prestabilite si mostrano all opera, non solo per mettere in scena la propria professionalità, ma anche per

3 diffonder e il proprio know how, mettendo il saper fare a disposizione della collettività. Oltre che mostrare ed erudire, diviene fondamentale dare spazi di espressione a chi desidera dimostrare le proprie doti: è così che nasce l iniziativa Get on the shelf di Walmart che dà la possibilità a chiunque di inviare le proprie idee di prodotto e vedere le più interessanti poi in vendita sugli scaffali online dell insegna. Il trend del Programmare L individuo fa affidamento sul proprio talento di saper trovare e utilizzare in maniera proficua soluzioni, generalmente tecnologiche, che gli consentano di delegare compiti ed attività. Le App. diventano uno strumento indispensabile per gestire la quotidianità e i retailers iniziano a riconoscerne l importanza e a proporre soluzioni vicine ai bisogni dei propri clienti Ne è un esempio ALDI, catena di supermercati Australiana che ha creato pensando in particolare alle mamme con Lunchbox, un App che, inserendo indicazioni sulle preferenze alimentari dei propri figli, delinea per ognuno un profilo e inserisce i prodotti per il pranzo fuori casa in una shopping list virtuale a portata di mano quando si fa la spesa. Inoltre, organizza per ogni profilo un menù settimanale bilanciato. Quali implicazioni in ambito Retail? Sicuramente è importante pensare ai propri interlocutori come parte attiva di uno scambio continuo che per essere profittevole deve essere guidato da una strategia win-win che consenta a entrambe le parti di trarre vantaggio. E perché ciò avvenga è necessario maturare la consapevolezza di avere a che fare con individui che contano sempre più su sé stessi, sulle proprie capacità e conoscenze e sono alla ricerca di opportunità che consentano loro di implementarle, esprimerle e trarne frutto: momenti di training per l acquisizione di nuovi know-how spazi di espressione dei propri talenti.ma anche: strumenti (App) di delega in cui la competenza sta nel saper scegliere la modalità di utilizzo più proficua per sé Porre il cliente al centro significa anche riconoscere e celebrare la centralità dell individuo. Questo promuovendo iniziative collaterali o complementari a quella che è la propria attività core di retailer, così da creare vicinanza emotiva e trasformare la propria Insegna in un partner con cui cocostruire il proprio quotidiano. 3

4 Prepararsi al cambiamento del profilo della clientela A cura di Filippo Genzini Come diciamo spesso a titolo di premessa ai nostri interlocutori presso le aziende di distribuzione, prevedere le tendenze e gli scenari futuri è particolarmente importante per un settore in cui i processi di cambiamento sono resi più lenti dall esistenza di una rete fisica per intervenire sulla quale sono richiesti tempi necessariamente lunghi. Vediamo allora quale impatto potrebbero avere un paio di trend individuati nel rapporto 2015 di Ipsos. Uno, di cui sono espressione gli apper, è quello del programmare. Inteso come orientamento ad affidare alla tecnologia, e in particolar modo agli strumenti mobile e alle app l organizzazione delle proprie attività e degli impegni, nonché il compito di ottimizzare il tempo da dedicarvi. Che siamo disposti a investire in sempre minor quantità quando si tratta di attività di routine e acquisti di beni così detti banali. In un recente articolo americano, sulle forme più efficaci per catturare l attenzione delle nuove generazioni con la mobile display advertising, si legge che i millenial sono responsabili del 40% di tutto il consumo di tempo sullo smartphone, che il 43% usa il telefono con maggior frequenza rispetto al computer per navigare in rete e che secondo comscore il 21% utilizza solo strumenti mobile. In Italia Audiweb già un anno fa dava al 66,4% il tempo passato in rete attraverso strumenti mobile, del quale solo il 16% via browser e l 84% grazie alle app. Inutile quasi ripetere che tutti possiamo ormai accedere a qualsiasi tipo di informazione in 4 qualsiasi momento e ovunque. In modo simmetrico le aziende, qualora ne abbiano il consenso, possono raggiungere i propri clienti nel momento stesso in cui transitano nei pressi o varcano la soglia di un negozio o di un locale. Visto che si parla di un trend recente ma non nuovo e ormai in rapida affermazione, non spendiamo più di qualche parola per sottolineare come le imprese di distribuzione che desiderano comunicare con la propria clientela devono passare necessariamente anche o soprattutto dagli strumenti mobile, con un contenuto di messaggio rilevante e tempestivo e una forma adatta a smartphone e tablet tanto quanto al vecchio pc. Tra le soluzioni più interessanti proposte nel corso degli ultimi anni, gli ibeacon grazie ai quali Apple accoglieva già nel 2013 nei propri 254 negozi i clienti, dando loro il benvenuto, indirizzandoli all area dedicata al ritiro dei prodotti acquistati online e fornendo informazioni relative ai prodotti presenti nelle zone del punto vendita dove si fermano di più. Soluzione poi adottata da diversi altri distributori, primi tra tutti Safeway e Giant Eagle. Un altra applicazione che a suo tempo ha suscitato scalpore è quella con cui Walmart consente ai clienti di preparare la propria lista della spesa, collegarsi al sistema informativo del punto vendita per trovare i prodotti più facilmente tra gli scaffali e ricevere informazioni a proposito di quelli alternativi agli out of stock, gli articoli complementari e le promozioni in corso. E famosa poi la app offerta qualche tempo fa da Tesco ai propri clienti sud coreani, grazie alla quale potevano selezionare la spesa attraverso uno scaffale virtuale presente nelle stazioni della

5 metropolitana per farsela consegnare in un secondo momento a casa. Lo stesso distributore ha da poco testato a Londra la soluzione di pagamento Thirty seconds challange, app realizzata in collaborazione con PowaTag per rendere più rapide le code alle casse per il take away all ora di pranzo. Nella ristorazione, invece, possiamo citare Chili s Grill & Bar, che ha introdotto i tablet su ogni tavolo nei suoi quasi ristoranti non per sostituire il personale quanto piuttosto per rendere più veloci le ordinazioni. E Walgreen s per quanto riguarda i drugstore con l app epass che aiuta a costruire la storia medica del paziente, prevedere le aree di rischio e incentivare la regolarità nell acquisto e l assunzione dei farmaci prescritti. Uno strumento che dovrebbe contribuire ad arginare la tendenza dei pazienti a voler fare sempre più da sé tanto per quanto riguarda la ricerca di informazioni che la scelta di come curarsi. In Italia rispettivamente il 40% e il 67%. Il 70 e 72% negli Stati Uniti. Ancora, e non ci si stanca mai di ripeterlo, uno dei maggiori pregi della rete e dei media digitali sta nella possibilità di creare coinvolgimento attraverso l interattività. Il che significa passare dalla vecchia comunicazione intrusiva che ci ha accompagnato per almeno cinquant anni a una più moderna a due vie, che dovrebbe assumere il più possibile la forma del dialogo. Non a caso le applicazioni di maggior successo sono quelle che soddisfano le esigenze concrete della clientela in termini di semplificazione del processo di spesa e risparmio di tempo. Una seconda tendenza emergente nell ultimo rapporto qualitativo di Ipsos è appunto quella del fare che ben si presta a essere assecondata dalle imprese di distribuzione. Abbiamo già parlato in altre occasioni delle scuole di cucina aperte nei propri punti di vendita da 5 distributori internazionali ma anche locali. Un ottimo modo per assecondare il desiderio della clientela di imparare a cucinare con un interessante risvolto di socializzazione e, d altra parte, l opportunità per il distributore di valorizzare la qualità delle materie prime utilizzate, le stesse commercializzate nei suoi banchi e sui suoi scaffali. Iniziative che, pur consistendo in una serie di servizi ancillari, possono avere una ricaduta anche sulla presentazione degli articoli sugli scaffali. Per esempio una catena di supermercati potrebbe suggerire un piatto del giorno da preparare a casa, facendo trovare in posizioni adiacenti gli ingredienti necessari o rendendo facile il loro reperimento tra gli scaffali, con una mappa digitale o anche solo cartacea. L abbinamento con un buon vino o una birra di nicchia, poi, potrebbe consentire di alzare un po lo scontrino medio. Quanto alle ricette da proporre, tra le molteplici aree da esplorare, ci sono due filoni interessanti in quanto di tendenza, anche se diametralmente opposti. Uno riguarda la proposta di piatti etnici che consentono un arricchimento culturale e, allo stesso tempo, un esperienza esotica senza muoversi di casa. Il secondo, invece, ha a che fare con la rivalutazione del territorio, dei suoi prodotti, così come delle sue tradizioni. Perso il know-how delle nonne e delle bisnonne, è tempo di recuperare anche questo genere di cultura, forse meno patinata. Ma il trend del fare ovviamente ha implicazioni anche nel comparto del fai da te, per l appunto. Un settore che ha avuto senz altro un rilancio negli anni più duri della crisi. Meno lavoro significa infatti meno soldi da spendere anche per la manutenzione e le migliorie di casa e, parallelamente, più tempo a disposizione per occuparsene di persona. D altra parte chi possiede la dote innata della manualità e un minimo di cognizioni tecniche

6 ha potuto anche trasformare un hobby in una professione, entrando in uno di quei network che mettono in contatto chi ha bisogno di servizi domestici con chi è in grado di offrirli. Un business nel quale, approfittando delle più moderne funzionalità del georeferenziamento, sono entrati anche colossi del mondo digitale come Google e Amazon Home Services oltre a numerose start-up come Angie s List, NextDoor, Thumbtack, Pro.com, Porch e Redbeacon. Da ricordare che Amazon, oltre ad avere acquisito la già citata Pro.com, ha il controllo anche di TaskRabbit, piuttosto famosa nel settore. Chi, invece, non è dotato da madre natura della manualità e delle cognizioni necessarie, potrebbe acquisirle se il suo negozio di fiducia organizzasse dei corsi per apprendisti falegnami, elettricisti, idraulici, tappezzieri, muratori e imbianchini. Così come chi aspira al pollice verde potrebbe rivolgersi alle strutture del DIY o alle grandi superfici specialistiche. Fai da te e garden center hanno una lunga esperienza nella formazione del personale di reparto, così come nella creazione di materiale cartaceo e digitale sistemato nel punto di vendita con lo scopo di aiutare il cliente a trovare le soluzioni più idonee. Un esperienza trasferibile oggi nei tutorial in rete, su YouTube in particolare, dove c è la possibilità di intercettare e influenzare la gente in cerca d informazioni su come fare. Con una piccola forzatura in questo trend, sulla linea di confine con la contaminazione e l ibridazione, si può inserire anche il piacere che la gente prova nel creare proprie combinazioni uniche e spesso imprevedibili di capi di vestiario e accessori, di stili, marche e posizionamento di prezzo diversi. Abbinamenti che esprimono la propria personalità e il desiderio di sfuggire all omologazione. Le aziende distributive come possono favorire questa tendenza? Innanzitutto evitando di proporre soluzioni monomarca o comunque monocordi ma, soprattutto, incentivando il pubblico a coltivare il proprio piacere di esclusività e originalità condividendolo con gli altri in spazi messi a disposizione dal retailer stesso. Si può considerare un invito in tal senso quanto realizzato da Harrod s nell ambito del primo Digital Fashion Summit lo scorso anno, quando per promuovere la collezione primaverile ha invitato 8 blogger ciascuna delle quali poteva scegliere cinque capi da combinare secondo il proprio gusto. Come si può dedurre dagli esempi citati, le tendenze vanno delineandosi gradualmente ma le aziende più sensibili al cambiamento stanno già testando le soluzioni per rimanere in sintonia con una clientela in continua evoluzione. Sarà banale da ricordare ma, anche per restare fermi, bisogna correre. E non si va da nessuna parte se non si ha chiara la direzione da prendere! 6

7 Dallo scaffale al carrello: come agiscono i consumatori in un vero punto vendita, grazie a Ipsos Shopper-Lab A cura di Nikos Kotoulas Da sempre, negli studi di shopper understanding, gli approcci di ricerca hanno cercato di tenere sotto controllo variabili legate ai diversi comportamenti e atteggiamenti di ciascun individuo quando fa la spesa. Abbiamo quindi chi pianifica minuziosamente e redige mentalmente o su carta la propria lista della spesa, chi indica genericamente la/le categorie da acquistare e poi decide la marca sul punto vendita, chi ha in mente alcuni prodotti, alcune marche ben definite e finisce poi, davanti allo scaffale, per acquistarne anche altre inizialmente non considerate. Le attuali soluzioni di ricerca sono state sviluppate tenendo conto di queste diversità, ma con alcuni limiti rispetto a una situazione reale. Il primo sta proprio nel metodo di raccolta, tipicamente lontano dal momento dell esperienza di acquisto e basato sul ricordo. Si giunge così al secondo limite, cioè la rilevazione del puro dichiarato, quando sappiamo che nella mente del consumatore avvengono processi molto più complessi, non razionalizzati. Pensiamo per un attimo a quando passiamo lungo la corsia di un supermercato: i nostri occhi si muovono rapidamente tra centinaia di prodotti ed etichette, scorrono tra confezioni anonime e altre particolarmente appariscenti, tra marchi noti e meno noti, tra promozioni e novità, tra promesse di qualità e altre di risparmio. Sarebbe quindi difficile poter ricostruire, in dettaglio, il path to purchase di una categoria, tenendo traccia di quali e quante alternative il consumatore nota, anche solo per una frazione di secondo, quali considera, in quale ordine e per quanto tempo, prima di arrivare a scegliere 7 i prodotti da mettere nel carrello. E questo non è un fenomeno di poco conto se consideriamo che in Italia la metà delle scelte avviene, appunto, a scaffale. In Ipsos Italia abbiamo pensato che per coprire questo gap informativo era necessario, innanzitutto, riprodurre un ambiente di spesa reale: ed è per questo che è stato realizzato Ipsos Shopper-Lab, inaugurato il 16 Aprile a Milano, a due passi dalla Stazione Centrale. Qui Il consumatore può immergersi in un ambiente dove tutto è stato curato nei minimi dettagli per ricreare un esperienza assolutamente realistica: referenze in 80 categorie, incluso il fresco, uno spazio per le promozioni, una cassa e un avancassa per gli acquisti d impulso. Scelta e disposizione dei lineari, assortimento, prezzi, carrelli, luci e colori: tutto come in un vero supermarket. È questo il luogo ideale per svolgere ricerche di mercato, sia quantitative sia qualitative. Per queste ultime l ambiente è una perfetta fonte di ispirazione per attivare dei moduli di discussione a scaffale, a integrazione dei tradizionali focus group (una sala focus è stata attrezzata al piano superiore dello Shopper-Lab). Ma come siamo in grado di osservare i comportamenti, come possiamo capire se un prodotto viene notato, al di là di quello che il consumatore potrebbe dichiarare? Attraverso la tecnologia più avanzata: occhiali con microtelecamera installata (eye-tracking glasses) che, indossati dallo shopper, consentono di registrare tutto quello che viene visto, il percorso e l ordine in cui i prodotti vengono notati, per quanto tempo ci si sofferma

8 su ciascun elemento, in una soggettiva che consente al ricercatore (e al cliente, su widescreen, in una sala adiacente) di vedere attraverso gli occhi dell'intervistato. Ed è proprio l evoluzione della tecnologia che ci ha portato a considerare la realizzazione di uno Shopper-Lab: oggi l utilizzo degli eye-tracking glasses è molto semplice, non invasivo e la portabilità ci consente di impiegarli durante la missione di acquisto, a differenza del recente passato, quando l eye tracking veniva utilizzato a monitor, inutilmente lontano dallo scaffale. Inoltre, sempre per quanto riguarda l allestimento dello Shopper-Lab, 8 telecamere full HD posizionate sul soffitto permettono di registrare i comportamenti e i movimenti all interno del punto vendita, fornendo ulteriori prospettive di analisi. Microfoni ambientali consentono poi di aggiungere, eventualmente, i commenti registrati. Sulla base della tecnologia impiegata, in particolar modo delle registrazioni dei movimenti oculari, sono state sviluppate metriche innovative per comprendere i processi di scelta, per verificare le potenzialità nel caso di lancio di nuovi prodotti o di sviluppo del packaging, per l'ottimizzazione del brand portfolio e per il category management. Possiamo capire, per esempio, se il restyling grafico di una confezione attira di più l attenzione o, peggio, disorienta gli user del brand, magari portandoli ad acquistare un altro prodotto. Oppure siamo in grado di comprendere il grado di visibilità, per spazio a scaffale, di un range di prodotti rispetto a un altra opzione di range e di spazio. Non solo: Shopper-Lab è un ambiente che può modularsi sulla base di specifiche esigenze, per esempio per testare l efficacia di extra display, isole e altre forme di comunicazione, allestimento e innovazione in-store, temi di particolare interesse per i Retailer. In somma sintesi, Shopper-Lab può fornire le risposte a tutte quelle domande che l industria e i distributori hanno sempre desiderato chiedere, ma mai osato effettuare, per ovvie ragioni, in un punto vendita reale. https://www.youtube.com/watch?v=pnevlpmwx_k 8

9 Enterprise Feedback Management Monitorare la Customer Experience non basta per essere un azienda di successo. L elemento cruciale in un contesto multicanale è l ottimizzazione del feedback dei clienti. Cliente ed azienda entrano in relazione attraverso diversi canali: punto vendita, sito web, pagina Facebook, , call center, ecc.. Ciascuna occasione di contatto rappresenta una fonte di informazione preziosa che deve essere utilizzata per migliorare le vendite, il servizio e il livello di fedeltà del cliente. Diventa quindi necessaria l integrazione di tutte le fonti informative, sia quelle provenienti dal cliente sia quelle che l azienda già possiede, per attivare azioni di marketing davvero personalizzate. La fidelizzazione parte dall ascolto delle esigenze del cliente e si sviluppa attraverso un dialogo one to one. In questo contesto il tempo è una variabile essenziale: ad un instant feedback deve corrispondere una risposta immediata dell azienda. Nel prossimo numero vi racconteremo come rispondere a questi obiettivi attraverso le nostre soluzioni di Enterprise Feedback Management. Ipsos Retail Solutions Ipsos opera nel segmento delle ricerche di mercato "survey based", ovvero ricerche condotte raccogliendo informazioni direttamente dagli individui. Raccogliamo, elaboriamo e analizziamo informazioni riguardo i valori, le attitudini e i comportamenti. La nostra missione è aiutare i nostri Clienti a comprendere i loro mercati, i loro clienti e i cambiamenti del mondo. Ipsos nasce in Francia nel 1975 ed è oggi presente in 85 paesi, tra i quali l Italia, con uffici a Milano, Roma e Bari dove 250 professionisti gestiscono più di progetti all anno. Ipsos Retail Solutions nasce dall esperienza del Gruppo Ipsos nella collaborazione con i Retailers e dalla profonda conoscenza della realtà socio-culturale del Paese, delle tendenze e prospettive future. Carlo Oldrini, Vice President Marketing Nikos Kotoulas, Ipsos Retail Solutions, Direttore di Ricerca e sviluppo commerciale Filippo Genzini, Ipsos Retail Solutions, Senior consultant Luisa Vassanelli, Head of Ipsos UU Daniela Frigerio, Direttore Ipsos UU Per richieste e informazioni, scrivere a 9

Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile

Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile Purple Program, capitolo 2 Mobile Garage: idee e strumenti per il Mobile Si sono svolti a Milano e a Roma - organizzati da Mindshare e Google gli incontri dedicati ai clienti per anticipare e analizzare

Dettagli

FOCUS. www.wikabu.com

FOCUS. www.wikabu.com FOCUS WIKABU: l innovativa app mobile che consente agli utenti di scoprire dove acquistare i prodotti visti in pubblicità (cartacea, cartellonistica e digitale). Il servizio mira a soddisfare sia il bisogno

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Giugno 2014 Editoriale di Carlo Oldrini In questo numero della nostra newsletter approfondiamo il tema della comunicazione in store

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Maggio 2014 Editoriale di Carlo Oldrini Ed eccoci arrivati alla fine di Maggio, epoca in cui abbastanza tempo è passato per misurarsi

Dettagli

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag.

In-Store Communication: come aumentare la visibilità sul punto vendita! www.aladino-net.com. pag. 1 Le marche cercano quotidianamente visibilità, per poter essere immediatamente riconoscibili dal proprio consumatore nel momento in cui sta per compiere l atto d acquisto. Le leve su cui agire per raggiungere

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Editoriale. di Carlo Oldrini

Editoriale. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Febbraio 2014 Editoriale di Carlo Oldrini Chi si occupa di Retail non sarà sorpreso nel leggere di questa nostra nuova iniziativa chiamata

Dettagli

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING

CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING CRESCITA DELLA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE E NASCITA DI NUOVE TIPOLOGIE DI MARKETING Dalla fine degli anni 70 la distribuzione commerciale italiana è stata protagonista di un imponente processo di cambiamento

Dettagli

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag.

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag. 1 L obiettivo di questo e-book è quello di creare uno strumento semplice ma molto utile per comprendere quali sono le opportunità per raggiungere e premiare i propri consumatori attraverso i concorsi a

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le relazioni con il mercato Le relazioni con il mercato 1 IL SISTEMA CLIENTE E IL PRESIDIO DELLA RELAZIONE CONSULENZIALE Nella situazione attuale, il venditore deve fornire un servizio sempre più di qualità, trasformandosi nel gestore

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

La fidelizzazione dei clienti...

La fidelizzazione dei clienti... La fidelizzazione dei clienti... Ieri era diverso... Fino a ieri, la tendenza è stata quella di considerare le attività di fidelizzazione partendo dalla vendita... poteva andar bene......ma oggi tutto

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Fare business sul web: 5 regole fondamentali per le PMI

Fare business sul web: 5 regole fondamentali per le PMI Fare business sul web: 5 regole fondamentali per le PMI Impresa 2.0 Bologna, 8 giugno 2011 Chi sono Mi occupo di marketing online dal 2000 Digital Marketing Manager freelance da aprile 2011 Blogger dal

Dettagli

Bank of America Il Mobile Banking

Bank of America Il Mobile Banking Bank of America Il Mobile Banking Questa breve sintesi è solo un supporto alla comprensione del caso e non ne sostitusce la lettura. L analisi del caso avverrà venerdì 11 settembre pomeriggio (le domande

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

INNOVATE MAXIMIZE CAPTIVATE

INNOVATE MAXIMIZE CAPTIVATE INNOVATE MAXIMIZE CAPTIVATE Le nostre abitudini sono in continua evoluzione: facciamo acquisti dal computer e poi via via, sempre più confidenti, dal tablet e dal cellulare. La maggior parte dei consumi

Dettagli

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Net-Me Net-Me Net-Me nasce da un idea di Marco C. Bandino: sviluppare la sua passione per l

Dettagli

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini

Editoriale. lpsos Retail Solutions. di Carlo Oldrini lpsos Retail Solutions The Retail mix Research Specialists Newsletter Marzo 2014 Editoriale In questo secondo numero Ipsos Retail Solutions approfondisce un tema ampiamente dibattuto ma sul quale vi sono

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

comunicazione servizi cosa sta cambiando?

comunicazione servizi cosa sta cambiando? cosa sta cambiando? comunicazione Le aziende per rimanere sul mercato e crescere devono adattarsi alle evoluzioni che avvengono attorno a loro. Questi cambiamenti si riferiscono a moltissimi ambiti di

Dettagli

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it 1 L evoluzione dell e-commerce per la Moda web: www.cesaweb.it www.evofashion.it Che cos è l E-Commerce? 2 L e-commerce è prima di ogni cosa : COMMERCIO Conoscenza del mercato: fornitori, prodotti e clienti

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

RISTORAZIONE. NeaGest Food & Beverage Soluzioni tecnologiche evolute per un business di successo

RISTORAZIONE. NeaGest Food & Beverage Soluzioni tecnologiche evolute per un business di successo RISTORAZIONE NeaGest Food & Beverage Soluzioni tecnologiche evolute per un business di successo Un insieme di tecnologie perfettamente integrate tra loro e-commerce Cards Hot spot network & Punto cassa

Dettagli

Ma cos è un temporary shop?

Ma cos è un temporary shop? Ma cos è un temporary shop? Affermatosi come tendenza di successo nel 2003 in Gran Bretagna, i temporary shop (ovvero negozio temporaneo) sono negozi che vengono aperti per un periodo di tempo prestabilito

Dettagli

GS1 Italy. Gli standard e i servizi per l allineamento delle informazioni di prodotto

GS1 Italy. Gli standard e i servizi per l allineamento delle informazioni di prodotto GS1 Italy Gli standard e i servizi per l allineamento delle informazioni di prodotto EDI Fatti non parole Principali evidenze della ricerca condotta da GS1 UK sui primi 15 gruppi britannici nella distribuzione

Dettagli

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo

L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo L E-commerce per le imprese umbre: Nuove opportunità di vendita in Italia e nel Mondo Giulio Finzi Segretario Generale Netcomm Perugia- 15 Dicembre 2011 La nostra missione è contribuire allo sviluppo dell

Dettagli

LA CELIACHIA Un opportunità per tutti Patrick Fontana Area Retail. Firenze, 30/03/2012

LA CELIACHIA Un opportunità per tutti Patrick Fontana Area Retail. Firenze, 30/03/2012 LA CELIACHIA Un opportunità per tutti Patrick Fontana Area Retail Firenze, 30/03/2012 OPPORTUNITÀ: Le adiacenze. Il caso del pesce Asimmetria informativa fra operatori del sistema agroalimentare e consumatori

Dettagli

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Montelupo Fiorentino, 20 marzo 2014 Una nuova prospettiva di marketing: dai segmenti di consumo ai meeting - points

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale

AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale AB&A comunicazione: l agenzia con un cuore digitale Un gruppo compatto e professionale, un esperienza pluriennale, un approfondita conoscenza del mondo della comunicazione in tutte le sue sfaccettature,

Dettagli

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Divisione Banca dei Territori Roma, 8-9 Aprile 2014 Intesa Sanpaolo, come tutti

Dettagli

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO]

I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] INNOVAZIONE DI MERCATO E LEVA PER LA CRESCITA I N D I C E 1 [ INTRODUZIONE ] 2 [ IL PROCESSO DI INNOVAZIONE ] 3 [ L INNOVAZIONE DI MERCATO] 1. [ INTRODUZIONE ] Capacità d innovazione e adattamento ai numerosi

Dettagli

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014

Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa. Reggio Emilia, 10 luglio 2014 Workshop Web marketing a supporto dell'internazionalizzazione d'impresa Reggio Emilia, 10 luglio 2014 MAURIZIO MENNITI CLIENT MANAGER https://www.linkedin.com/in/mauriziomenniti AGENDA COMMERCIO ELETTRONICO

Dettagli

Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader

Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader Cosa dicono i retailer, cosa fa la gente: 1200 interviste, 400 osservazioni a punto vendita, 6 opinion leader Il percorso di customer journey Influenza e ricerca Loyalty Valutazione acquisto Post vendita

Dettagli

Challenge Network Gamification

Challenge Network Gamification Challenge Network Gamification Gamification - Premessa L introduzione di concetti come: punti, livelli e sfide all interno di un percorso formativo, incoraggia gli utenti ad investire il proprio tempo,

Dettagli

Gestire l esperienza nell era del cliente

Gestire l esperienza nell era del cliente Gestire l esperienza nell era del cliente Clienti sempre più informati, con aspettative crescenti e alla ricerca della libertà di canale. È questa la fotografia del cliente tipo di Intesa Sanpaolo. Per

Dettagli

Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli

Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli Microsoft Dynamics CRM è la soluzione aziendale per la gestione delle relazioni con i clienti che consente di aumentare la produttività delle vendite e

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

PROFESSIONALITA PER L INNOVAZIONE

PROFESSIONALITA PER L INNOVAZIONE Progetto PROFESSIONALITA PER L INNOVAZIONE (CUP C46D14000130006 ID 1) ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali

Dettagli

Dossier. La grande avventura del c-tailing. Attenzione al cliente: un must! Vendere e fidelizzare grazie al mobile e alle soluzioni c-tailing

Dossier. La grande avventura del c-tailing. Attenzione al cliente: un must! Vendere e fidelizzare grazie al mobile e alle soluzioni c-tailing Dossier La grande avventura del c-tailing Attenzione al cliente: un must! Vendere e fidelizzare grazie al mobile e alle soluzioni c-tailing ESCLUSIVO La tecnologia influenza lo shopping Ecco due studi

Dettagli

L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente. Paolo Virciglio

L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente. Paolo Virciglio L innovazione tecnologica del Negozio del Futuro e il nuovo cliente Paolo Virciglio Non penso mai al futuro, arriva così presto. Albert Einstein Studia il passato se vuoi prevedere il futuro. Confucio

Dettagli

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa I comportamenti in evoluzione dei clienti assicurativi Milano, 11 ottobre 2012 Uno scenario complesso La grande depressione

Dettagli

WEB ONLINE SITO WEB E-COMMERCE BRAND & PACKAGING GESTIONE COMPLETA MARKETING MOBILE. Il lato Web del Vino PROGETTARE NUOVE OPPORTUNITA` DI VENDITA

WEB ONLINE SITO WEB E-COMMERCE BRAND & PACKAGING GESTIONE COMPLETA MARKETING MOBILE. Il lato Web del Vino PROGETTARE NUOVE OPPORTUNITA` DI VENDITA Il lato Web del Vino NUOVE OPPORTUNITA` DI VENDITA GRAFICA HD DISTINGUERSI ONLINE SITO WEB E-COMMERCE BRAND & PACKAGING PROGETTARE CAMBIARE MIGLIORARE WEB MARKETING FAR CRESCERE LA TUA ATTIVITA` MOBILE

Dettagli

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT Ebook 2 Il Web in mano Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO Cosa trovi in questo ebook? 1. Il web in mano 2. Come si vede il tuo sito sul telefono 3. Breve storia del mobile web

Dettagli

TRONY. Profilo dell insegna

TRONY. Profilo dell insegna TRONY Profilo dell insegna Chi è Trony La mission L offerta sul punto vendita E-Commerce e CRM Trony e i fattori di successo Il nuovo modello di vendita L importanza del personale di vendita La comunicazione

Dettagli

Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali

Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali ATTIVITA DI RICERCA 2014 Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI La continua diffusione di internet e la rapida evoluzione

Dettagli

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali. Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.info - www.delta-informatica.com INTRODUZIONE Il futuro è sempre più proiettato

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

Che rumore fa la tua Rete Sociale?

Che rumore fa la tua Rete Sociale? Che rumore fa la tua Rete Sociale? #Mission si occupa della creazione e attuazione di strategie di marketing online per conto di aziende, organizzazioni, enti, personaggi pubblici, al fine di raggiungere

Dettagli

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale -

CEREF Soc. Coop. a r.l. Viale Monza, 12 20127 Milano www.ceref.net - Catalogo corsi di Formazione per la Distribuzione Commerciale - 3333 CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE PER LA DISTRIBUZIONE COMMERCIALE INDICE AREA COMMERCIALE E GESTIONALE Lo scenario e gli sviluppi della GD in Italia e in Europa pag. 2 Le leve commerciali della distribuzione

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali FORTIA La formazione aziendale davvero World Class Le aziende camminano

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

Rilancia la tua azienda

Rilancia la tua azienda Gli specialisti delle strategie di vendita per le PMI Rilancia la tua azienda Con le 12 Fasi del sistema di vendita 1 st Class Selling http://www.1stclassselling.com/ Premessa Se stai leggendo questo report

Dettagli

V01. Marketing e Vendite

V01. Marketing e Vendite Marketing e Vendite V01 La gestione del coraggio: aumentare impegno e risultati della rete di vendita rompendo le regole Come garantire all azienda maggiori risultati commerciali agendo sui punti di forza

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful Stefanel Progetto website, ecommerce & social Documento di presentazione del progetto Milano, 6 febbraio 2012 Articolazione dei contenuti 1. Cenni sull azienda 2. Cenni sull agenzia 3. Strategia: Seduction

Dettagli

SOCIAL MEDIA E TURISMO

SOCIAL MEDIA E TURISMO SOCIAL MEDIA E TURISMO L EVOLUZIONE DEL MERCATO: LA RIVOLUZIONE DIGITALE Lo scenario attuale è in costante cambiamento, i social media stanno modificando il nostro modo di guardare il mondo invadendo quasi

Dettagli

Linkedin IN PILLOLE. rimani aggiornato dal tuo network. Leonardo Bellini

Linkedin IN PILLOLE. rimani aggiornato dal tuo network. Leonardo Bellini Linkedin IN PILLOLE rimani aggiornato dal tuo network Leonardo Bellini Sommario Benvenuto Personalizzare la diffusione delle attività Alla scoperta di Pulse Influencer e autori su LinkedIn I vantaggi di

Dettagli

e-commerce Management

e-commerce Management CORSO ONLINE IN: e-commerce Management Strategie e piattaforme per vendere online DOCENTI Roberto Fumarola Founder B2Commerce Francesco Varuzza CTO FullyCommerce Gabriele Taviani e-commerce Director Wishdays

Dettagli

Digital Marketing Area

Digital Marketing Area Digital Marketing Area Digital Strategy Web Communication Search Engine Optimization Online Advertising Social Media Marketing Web Copywriting Analytics and Web Reputation Ci hanno scelto: elogic s.r.l.

Dettagli

incrementa il tuo business

incrementa il tuo business incrementa il tuo business 1 mission L attività di marketing si concretizza attraverso l elaborazione di un progetto specifico proposto ai nostri partners. L intento? Quello di raggiungere maggior successo,

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

Caratteristiche e trend evolutivi della distribuzione. Marco Roccabianca

Caratteristiche e trend evolutivi della distribuzione. Marco Roccabianca Caratteristiche e trend evolutivi della distribuzione Marco Roccabianca pagina 1 di 8 L evoluzione del processo d acquisto Il nuovo scenario Aumentata complessità del modello d acquisto del cliente Possibilità

Dettagli

I ecommerce.biz. Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce

I ecommerce.biz. Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce I ecommerce.biz Dalla pianificazione all operatività, valorizza il tuo Business con i servizi dedicati all e-commerce INDICE I principali mercati internazionali Flusso d acquisto Swat analysis Team di

Dettagli

E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE

E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE Comunicato Stampa Milano, 27 novembre 2012 E-COMMERCE SEMPRE PIU DIFFUSO, 3 UTENTI DI ALFEMMINILE.COM SU 4 COMPRANO ABITUALMENTE ONLINE Vantaggio economico e facilità nel reperire i prodotti i key driver

Dettagli

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 Al fine di valutare il concept e individuare possibili aree di miglioramento, è stato effettuato un focus group. L'incontro ha visto la partecipazione di 6 persone,

Dettagli

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it

Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it Gp.Studios - Via del Cavone7, 47100 Forlì Tel e Fax +39 0543 84099 - www.gpstudios.it - info@gpstudios.it L azienda Gp.Studios GP.Studios è una società di Consulenza e di Formazione che opera nell ambito

Dettagli

Dal numero di settembre 2013 di Customer Management Insights (www.cmimagazine.it)

Dal numero di settembre 2013 di Customer Management Insights (www.cmimagazine.it) Dal numero di settembre 2013 di Customer Management Insights (www.cmimagazine.it) Multicanalità nei contact center Attivare diversi canali di contatto permette di concentrare sui call center le attività

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI LA TECNOLOGIA POTENZIA L ASSISTENTE MULTITASKING La maggior parte delle assistenti (77%) passa più di 6 ore davanti al pc per lavoro, e almeno 2 3 ore sono dedicate

Dettagli

Web o e-commerce? Domenico Consoli USR Marche. Le piattaforme web: risorse strategiche per il commercio elettronico

Web o e-commerce? Domenico Consoli USR Marche. Le piattaforme web: risorse strategiche per il commercio elettronico Web o e-commerce? Domenico Consoli USR Marche Le piattaforme web: risorse strategiche per il commercio elettronico IIS Podesti Calzecchi Onesti Ancona, 13 gennaio 2016 Agenda Stato dell arte dell e-commerce

Dettagli

Presentazione Franchising. www.make-it-app.com Tel. +39 0287188686

Presentazione Franchising. www.make-it-app.com Tel. +39 0287188686 Presentazione Franchising www.make-it-app.com Tel. +39 0287188686 Sedi 3 Fatti trovare! Mostra l elenco delle sedi, con una scheda personalizzata per ognuna di esse. L utente potrà raggiungerti subito,

Dettagli

Digital marketing: scenari

Digital marketing: scenari Università Degli Studi Di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Sociali - Corso di Laurea in Culture Digitali e Della Comunicazione Digital marketing: scenari Dall Internet Marketing a Digital Marketing.

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly è leader in Europa nel settore dei viaggi, del turismo e del tempo libero. Il primo sito, Volagratis.it, nasce nel maggio del 2004 dall

Dettagli

Company profile QUANDO ESSERE VIZIATI NON È UN PECCATO

Company profile QUANDO ESSERE VIZIATI NON È UN PECCATO Alexys Agency raccoglie con interesse tutte le richieste poste dagli operatori di questo complesso settore, attivandosi per esaudirle in modo professionale, prefiggendosi come obbiettivo la soddisfazione

Dettagli

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab CARTE 2012 Roma, 15 novembre 2012 La multicanalità Fonte: Elaborazioni ABI su dati sull Osservatorio di Customer

Dettagli

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi

MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi 01 MARKETING AUTOMATION Potenzialità, numeri e vantaggi Contenuti 1.0 1.1 1.2 Marketing Automation, un introduzione Cosa e quanto cambia in azienda Le prestazioni Le aziende che utilizzano la marketing

Dettagli

QRcode Retail QRpass.it

QRcode Retail QRpass.it QRcode Retail QRpass.it Al servizio dei cittadini, Pubblica Amministrazione, Imprese Il nostro servizio permette di: Trasformare campagne off- line in campagne on- line ed interattive; Misurare in tempo

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

Social Media Marketing per hotel

Social Media Marketing per hotel Social Media Marketing per hotel Agenda Il Social Media Marketing per hotel Pianificare una strategia social Facebook per strutture ricettive: consigli e suggerimenti Come promuovere un hotel su Google

Dettagli

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi

Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Programmazione o impulso? Come cambia il comportamento d acquisto in tempo di crisi Maria Grazia Cardinali Crescere con la Fedeltà in Tempo di Crisi 25 ottobre 2013 COME CAMBIA IL COMPORTAMENTO D ACQUISTO

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Dipartimento di Economia - Università di Parma Convegno Università di Parma-Nielsen, 19 aprile 2013 L anno scorso ci

Dettagli

Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com

Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com Massimiliano Retta Via Sansovino, 4 20135 Milano +39.02.3674.3908 info@maxi- time.com Milano, 5 maggio 2014 INNOVAZIONE DIGITALE PER IL CANALE FERRAMENTA COME AUMENTARE Ø volumi delle vendite Ø valore

Dettagli

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ]

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] PRODUTTORE CHIAMA DISTRIBUTORE L UNIONE FA LA FORZA I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] 1. [PRODUTTORI

Dettagli

dall idea alla sua ideale realizzazione

dall idea alla sua ideale realizzazione dall idea alla sua ideale realizzazione Advertising above & below the line Comunicazione e soluzioni web Consulenza marketing Realizzazione eventi, fiere e promozioni Radio e tv instore Digital Signage

Dettagli

Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution

Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution Understanding the market: HCS High Cosmetic Solution Interessate al mondo della cosmesi, in un giorno di sole partiamo per Milano per far visita a una giovane realtà, nata nel 2012, che ha già avuto grandi

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Soluzioni già testate ed approvate dagli store

Soluzioni già testate ed approvate dagli store L'App Giusta per te Instaurare un rapporto con i tuoi utenti è fondamentale. Comunicare dove sei, cosa offri, le novità e tant'altro è importante per il successo della tua attività. Probabilmente fai già

Dettagli

Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti

Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti e servizi t 2 i trasferimento tecnologico e innovazione è la società consortile per l innovazione, promossa dalle Camere di Commercio di Treviso e Rovigo, nata NEL

Dettagli

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi

Corporate Social Responsibility & Retailing Una ricerca di SymphonyIRI Group e SDA Bocconi 1 Introduzione Nel contesto attuale tutte le organizzazioni, nello svolgimento della propria attività, dovrebbero tener conto delle esigenze espresse dai differenti interlocutori sociali (stakeholder)

Dettagli