Lettera del presidente Chairman s letter

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lettera del presidente Chairman s letter"

Transcript

1 Annual Report 2012

2 Lettera del presidente Chairman s letter Soci e cariche sociali Shareholders and corporate officers I soci Shareholders Le cariche sociali Corporate officers L identità Identity Il Gruppo Italiano Vini Gruppo Italiano Vini La missione Our mission La storia Our history Nelle regioni a più alta vocazione viticola In the regions with the greatest vocation for the wine I vigneti The vineyards Le cantine, grande patrimonio di cultura enologica The wineries, a great heritage of oenological culture Le marche storiche leader nei mercati The historic market-leader brands Società partecipate in Italia e all estero Subsidiaries in Italy and abroad Gli stakeholder The stakeholders L organizzazione The organization La visione Our vision Il modello organizzativo The organizational model L organizzazione commerciale Sales organization La gestione commerciale Commercial management Cavicchioli Carpenè Malvolti La filosofia di produzione The production philosophy La filiera etica GIV The GIV ethical production chain L organismo di vigilanza e il codice etico Supervisory body and code of ethics I risultati aziendali The company results Lo scenario The scenario Il Gruppo Italiano Vini nel 2012 The Gruppo Italiano Vini in 2012 GIV nel mondo GIV around the world Le marche Brands I centri di produzione Production centres La produzione di vini Production per wine category Le vendite Sales La strategia Strategy La politica della qualità Our quality policy La sostenibilità Sustainability Le eccellenze Ratings I riconoscimenti delle Guide 2013 The awards from the 2013 Guides Le novità What s new Il personale The workforce Le risorse umane Our human resources I dipendenti Employees Management e brand ambassador Management and brand ambassador Gli impegni per il 2013 Commitments for 2013 Nuove opportunità per uscire dalla crisi New opportunities for exiting the crisis Le sedi Offices

3 Lettera del presidente Chairman s letter Egregi Soci, l anno 2012 ha mostrato una sostanziale stabilità del settore in cui operiamo e dei risultati della nostra azienda. Al continuo calo dei consumi sul mercato interno, non solo nel settore tradizionale ma anche nella distribuzione moderna, si contrappone una buona tenuta delle esportazioni, con un calo a volumi rispetto al record realizzato nel 2011, ma con un importante incremento a valore. Sostanzialmente immutato l assetto del Gruppo per quanto riguarda sede, vigneti, cantine, marchi commerciali, le partecipazioni in aziende di produzione al Sud e le partecipazioni commerciali estere. Nel 2012 il Gruppo Italiano Vini ha gestito l attività di commercializzazione in Italia della Carpenè Malvolti e del Gruppo Coltiva. Quest ultimo dall 1 gennaio 2013 è gestito direttamente dalla nostra capogruppo Cantine Riunite & CIV. Sempre nel 2012 è stato distribuito in Italia e all estero il marchio Cavicchioli. Questa società ha subito gravi danni a seguito del terremoto che ha colpito l Emilia Romagna nel mese di maggio. Grazie agli importanti lavori e agli sforzi sostenuti, la produzione, dopo un interruzione di quasi cinque mesi, è ripresa nel mese di ottobre. Dall 1 gennaio 2013 l ex divisione vendite gdo Cavicchioli Italia è stata completamente integrata nella rete GIV. Chiudiamo l esercizio con un fatturato di 250 milioni di euro, di fatto invariato rispetto al precedente esercizio. A livello consolidato il fatturato è pari a 372 milioni di euro (+1 per cento) e tiene conto del buon andamento delle nostre due principali controllate estere: Frederick Wildman & Sons Ltd a New York (Usa) e Carniato Europe Sa a Parigi (Francia). Nel recente studio elaborato da Mediobanca sul settore vitivinicolo, il nostro Gruppo è al primo posto per fatturato in Italia e fra i primi a livello europeo e mondiale. Alla sostanziale stabilità del fatturato si accompagna quella di un Ebitda consolidato a 21,9 milioni di euro. L esposizione finanziaria netta a livello consolidato si assesta a 123 milioni di euro, in lieve contrazione rispetto all esercizio precedente (-2,2 per cento). I mezzi propri, sempre a livello consolidato, ammontano a 141 milioni di euro, di cui 5,8 milioni di pertinenza di terzi. Il Gruppo Italiano Vini, nonostante un 2012 particolarmente impegnativo sotto il profilo finanziario, conferma la propria buona posizione di equilibrio: circa il 50 per cento del proprio indebitamento bancario è a medio-lungo termine e il rapporto debt/equity è molto inferiore all unità (0,87). Il tasso medio applicato sulla nostra esposizione è di poco superiore al 3 per cento, il che significa un incidenza sul fatturato pari all 1,3 per cento, che si ritiene ampiamente sostenibile. Archiviamo un anno positivo, in particolare se riferito al contesto di grave crisi economico-finanziaria in cui operiamo. Ciò ci permetterà di distribuire un buon dividendo al Socio privilegiato Isa (Istituto di sviluppo agroalimentare) di Roma, società il cui capitale è interamente detenuto dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Il Consiglio di Amministrazione ritiene quindi di presentare un risultato che potrà trovare il consenso dei Soci. Vogliamo ringraziare tutta la struttura manageriale ed operativa per l impegno profuso e per la professionalità e la passione dimostrate. Il Presidente Corrado Casoli 4

4 Dear Shareholders, Substantial stability was recorded in 2012 in the sector in which we operate and in our Company s results. A continuous drop in consumption in the domestic market, not only in the on-trade but also in the off-trade, was countered by exports which held firm, and while volumes were down on 2011 they significantly increased in value. Our Group s makeup remained substantially unchanged as regards its HQ, vineyards, wineries, brands, investments in production companies in the South and foreign commercial investments. In 2012 Gruppo Italiano Vini managed the marketing activities in Italy for Carpenè Malvolti and for the Coltiva Group. The latter has been managed directly since 1 January 2012 by our Parent Company, Cantine Riunite and CIV. The Cavicchioli brand was also distributed in Italy and abroad in This company was badly affected by the earthquake that struck Emilia Romagna in May Thanks to major works and to sustained effort production resumed at the start of October 2012 after an interruption of almost 5 months. Since 01/01/2013 the former Cavicchioli Italia multiples division has been integrated completely into the G.I.V. network. We have closed the year with revenues of 250 million, effectively unchanged from the previous year. Revenues at consolidated level amounted to 372 million (+1%) and take account of the good performance of our two main foreign subsidiaries: Frederick Wildman & Sons, New York (USA), and Carniato Europe Sa, Paris (France). In the recent Mediobanca survey of the wine sector, our Group took first place in terms of turnover in Italy and is among the leaders at European and world level. The substantial stability of revenues was accompanied by that of a consolidated EBITDA at 21 million. Net financial exposure at consolidated level stood at 123 million, slightly down on the previous year (-2.2%). Also at consolidated level, the Group s own means amounted to 141 million. 5.8 million of which pertaining to third parties. Gruppo Italiano Vini confirms its well-balanced position notwithstanding a particularly demanding 2012 from the financial standpoint: about 50% of its bank indebtedness is medium/long-term and the debt/equity ratio is well below one (0.87). The average interest rate applied to our exposure is just above 3%, which translates into an incidence on revenues of 1.3% and which is deemed to be very sustainable. The year being closed was therefore a very positive one, particularly when we bear in mind the context of grave economic-financial crisis in which we are operating. This allows us to distribute a good dividend to the privileged shareholder ISA (Istituto di Sviluppo Agroalimentare), Rome, a company whose entire capital is held by the Ministry of Agricultural, Food and Forestry Policies. The Board of Directors therefore believes that it is presenting a result that will be agreeable to the Shareholders. Finally, we would also like to thank the whole managerial and operating structure for their great commitment and for the professionalism and the passion they have shown. The Chairman Corrado Casoli 5

5

6 Soci e cariche sociali Shareholders and corporate officers

7 I soci Shareholders Villa Belvedere - Lago di Garda 8

8 Le azioni ordinarie del Gruppo Italiano Vini Spa sono detenute al 99,99 per cento dal Socio cooperativo Cantine Riunite & CIV sca. Una minima quota, pari allo 0,01 per cento, è detenuta da Aziende Agricole GIV scarl. Cantine Riunite & Civ sca è una cooperativa a cui aderiscono circa duemila soci produttori residenti principalmente nelle provincie di Modena e Reggio Emilia. A Cantine Riunite & Civ sca aderiscono inoltre diverse cantine sociali. Aziende Agricole GIV scarl gestisce i conferimenti di 65 produttori singoli e società aventi sede in 13 diverse regioni italiane. Si tratta di produttori con i quali il Gruppo intrattiene rapporti pluriennali, che garantiscono un controllo delle materie prime in un quadro di filiera e di tracciabilità delle produzioni. Per le produzioni più pregiate il Gruppo attinge dai propri vigneti, situati nelle zone vitivinicole più rinomate d Italia, accanto alle cantine di proprietà. Complessivamente le produzioni di cui sopra assicurano al Gruppo una quota prevalente di materie prime lavorate uve, mosti e vini rispetto a quelle acquistate da terzi. A seguito dell incorporazione nel Gruppo di GIV Verona Spa, Isa Spa - Istituto di sviluppo agroalimentare di Roma, società interamente posseduta dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, è entrata nella compagine sociale di GIV Spa quale socio privilegiato. Isa è titolare di 8,73 milioni di euro di azioni privilegiate. The 99.99% of the ordinary shares of Gruppo Italiano Vini Spa are owned by the cooperative shareholder, Cantine Riunite & CIV Sca. A minimum share, 0.01%, is held by Aziende Agricole GIV Scarl. Cantine Riunite & CIV Sca is a cooperative with around 2000 producer members located mainly in the provinces of Modena and Reggio Emilia. Various cooperative wineries also belong to Cantine Riunite & CIV Sca. Aziende Agricole GIV Scarl manages the produce contributed by 65 individual producers and companies, based in 13 different Italian regions. These are producers with which the Group has maintained relationships for a great many years and who guarantee the control of the raw materials in a supply chain structure which ensures traceability. For its finest output, the Group draws on its own vineyards, located in Italy s most renowned wine zones alongside its whollyowned cellars. Overall, the produce referred to above provides the Group with a significant part of its processed raw materials grapes, musts and wines compared with the quantities purchased from third parties. Following the incorporation of GIV Verona Spa into our Group, the Istituto Sviluppo Agroalimentare (ISA) Spa, Rome, a company wholly owned by the Ministry of Agriculture, became a privileged shareholder of GIV Spa ISA is the holder of privileged shares amounting to 8,730,000. 9

9 Gruppo Italiano Vini spa Azioni ordinarie Ordinary shares 99,99% Cantine Riunite & Civ sca (v.n euro) (f.v. 99,990,000) 0,01% Aziende Agricole GIV scarl (v.n euro) (f.v. 10,000) Azioni privilegiate Privileged shares 100% ISA spa (v.n euro) (f.v. 8,730,000) 10

10 Le cariche sociali Corporate officers Consiglio di amministrazione Board of Directors Corrado Casoli (*) Presidente Chairman Rolando Chiossi (*) Vice Presidente Vice-Chairman Claudio Biondi Consigliere Director Mirco Castagnetti Consigliere Director Gianni Catellani Consigliere Director Eugenio De Blasio Consigliere Director Luciano Fantini Consigliere Director Collegio sindacale Board of auditors Federico Grigoli Presidente Chairman Franco Salsi Sindaco effettivo Regular Auditor Christian Schiavon Sindaco effettivo Regular Auditor Direzione generale General Management Davide Mascalzoni (*) Direttore Generale General Manager Vanni Gavioli Consigliere Director Vanni Lusetti Consigliere Director Pietro Melotti Consigliere Director Giuliano Motti Consigliere Director Renzo Pelliciari Consigliere Director Ennio Prandi Consigliere Director (*) Componenti del comitato di presidenza Members of the management committee 11

11

12 L identità Identity

13 Il Gruppo Italiano Vini Gruppo Italiano Vini Primo in Italia e tra le prime aziende nel mondo nella produzione e commercializzazione di vini di pregio, il Gruppo Italiano Vini ha una peculiarità che lo rende unico nel panorama vitivinicolo internazionale: l aver saputo coniugare le virtù della piccola struttura con i vantaggi delle grandi società. Ogni cantina che compone l universo del Gruppo, segue con meticolosa cura le varie fasi della filiera produttiva: la coltivazione dei vigneti, la vendemmia, la vinificazione, l affinamento e l imbottigliamento. Il patrimonio del Gruppo è costituito da 15 cantine storiche, dai marchi ben noti e presenti in tutto il mondo, inserite in suggestivi vigneti di proprietà e situate nelle zone vitivinicole più prestigiose d Italia. La coltivazione dei vitigni più pregiati per ottenere l uva migliore, la raccolta, la vinificazione e l affinamento sono sempre seguiti dallo sguardo attento e professionale dell agronomo, dell enologo e del direttore di cantina. Nelle fasi finali di commercializzazione e servizio gli 87 milioni di bottiglie prodotte e commercializzate dal Gruppo sono supportati da strategie di marketing studiate ad hoc, da un organizzazione commerciale specializzata per ogni canale di vendita e da servizi di logistica integrata. Questo rappresenta un vantaggio per i clienti del Gruppo, che possono accedere alla più grande scelta di vini italiani di qualità attraverso una procedura semplificata: un solo ordine, una sola consegna ed una sola fattura. In questo modo le singole cantine di proprietà, grazie al Gruppo Italiano Vini, acquistano maggiore forza e notorietà, poiché la ricchezza e la qualità dell offerta trovano opportunità di presenza in tutti i canali, mentre il livello di servizio al cliente non risulta paragonabile con quello di nessun altra azienda del settore. Infine, la grande esperienza internazionale rende l azienda estremamente versatile e pronta a rispondere alle esigenze di un mercato in costante mutamento. In una realtà storica come quella attuale, il Gruppo Italiano Vini, forte di prodotti competitivi per qualità e immagine, si è posto l obiettivo di contribuire alla valorizzazione del vino italiano, migliorandone la diffusione, la conoscenza e l immagine nel mondo. Nei suoi ettari di vigneti il Gruppo dedica importanti risorse alla ricerca, alla sperimentazione e agli studi del territorio. L impegno è riscontrabile nell utilizzo delle più moderne tecnologie e pratiche enologiche, nel tenere in vita e tramandare valori legati alla cultura del vino attraverso il restauro e la conservazione di luoghi di interesse storico e anche nella difesa dell ambiente. All interno del proprio vigneto il Gruppo ha definito un nuovo modello produttivo che si basa su una viticoltura sostenibile. Per far questo vengono adottati sistemi in linea con il principio della sostenibilità ambientale tra i quali: l utilizzo di fonti di energia alternative, il recupero delle acque per l irrigazione, la riduzione delle lavorazioni ai suoli, il monitoraggio dei dati climatici e lo sviluppo di modelli per lo studio delle malattie. 14

14 Number one in Italy and among the leading companies in the world in the production and marketing of fine wines, Gruppo Italiano Vini has a particular feature which renders it unique in the international wine panorama: the ability to combine the virtues of small structures with the advantages of large companies. Each cellar in the Group s universe follows all the various stages of the production chain with meticulous care: the cultivation of the vineyards, harvesting, vinification, ageing and bottling. The Group s capital consists of fifteen historical cellars, with well-known brands present all over the world, located in their own suggestive vineyards and situated in Italy s most prestigious areas. The cultivation of the finest vines to obtain the best grapes, harvesting, vinification and ageing are all followed by the attentive and professional gaze of the agronomist, the oenologist and the cellar manager. During the final marketing and service stages, the eighty-seven million bottles produced and marketed by the Group are supported by especially studied strategies designed for each sales channel and by integrated logistics services. This constitutes an advantage for the Group customers who can access the greatest selection of fine Italian wines using one simplified procedure: a single order, a single delivery and a single invoice. As a result, thanks to Gruppo Italiano Vini, the individual wineries it owns acquire strength and renown, as the wealth and quality of the range on offer create opportunities for entering all the channels, while the level of service to the customer is higher than that of any other company in the sector. Finally, its great international experience renders the company extremely versatile and ready to respond to market needs in constant evolution. At a historical moment such as the present one, Group Italiano Vini, empowered by products that are competitive in terms of quality and image, has made it its aim to contribute to the development of Italian wine and improve its diffusion, recognisability and image all over the world. The Group dedicates important resources in its 1,340 hectares of vines to research, experimentation, and studies of the land. Its commitment can also be seen in the use of the most modern technologies and oenological practices, in keeping alive and transmitting values associated with the culture of wine through the restoration and conservation of places of historical interest, and also in its defence of the environment. The Group has defined a new production model based on sustainable vine-growing in its own vineyards. In order to do so, it employs systems in line with the principle of environmental sustainability including the use of alternative sources of energy, the recovery of water for irrigation, the reduction of work on the soil, monitoring climatic data and the development of models for studying of diseases. 15

15 La missione Our mission Vigneto Conti Formentini - Collio 16

16 La missione del Gruppo Italiano Vini consiste nel valorizzare la produzione vitivinicola italiana operando in tutte le fasi della filiera produttiva (coltivazione dei vigneti, produzione, trasformazione, commercializzazione e servizio) con l obiettivo di contribuire all incremento della diffusione e della notorietà dei vini italiani su tutti i mercati internazionali. L impegno del Gruppo Italiano Vini è costante in ogni fase: - produzione, per contribuire ad elevare la qualità e l immagine del vigneto italiano. Nella conduzione diretta delle aziende agricole il Gruppo opera soprattutto ai fini di ricerca, sperimentazione e salvaguardia della tradizione del territorio. Con le cooperative associate e quindi indirettamente con i singoli produttori agricoli, instaura un rapporto diretto con la produzione a garanzia dell origine e della tracciabilità dei prodotti; - trasformazione, per utilizzare le più avanzate tecnologie e pratiche enologiche secondo le normative nazionali ed europee di settore nonché di quelle a tutela della salute dei consumatori, del rispetto ambientale e della sicurezza sui luoghi di lavoro; - commercializzazione, per consolidare il ruolo aziendale di leader di settore nella vendita del vino in bottiglia in Italia e all estero, valorizzando il prestigioso patrimonio di marche affermate a livello internazionale; - servizio, per garantire al consumatore e alla rete distributiva un servizio in linea con la qualità intrinseca dei prodotti venduti. Sono inoltre parte integrante della missione del Gruppo: - proteggere e tramandare la cultura storica del vino italiano; - innovare le tecniche di produzione per garantire ai propri vini diffusione e notorietà su tutti i mercati; - stimolare lo sviluppo economico e sociale dei territori in cui i vini del Gruppo sono prodotti; - operare un modello di viticoltura che sia ambientalmente sensibile, economicamente sostenibile e socialmente equo. La realizzazione di questi impegni consentirà di creare valore attraverso il consolidamento e lo sviluppo dei marchi aziendali e dei mercati, per garantire un ritorno sostenibile e durevole al socio cooperativo azionista. The company mission is to enhance Italian wine production by operating at every stage in the production chain (cultivation of the vineyards, production, transformation, marketing and service) in order to contribute to an increase in the diffusion and renown of Italian wines on all the international markets. Specifically, we intend: - in production, to contribute to raising the quality and image of Italian vineyards. In our directly run vineyards, we work above all in the areas of research, experimentation and safeguarding local traditions. to establish a direct relationship with the vineyards in order to guarantee the origin and traceability of the products with the associated cooperatives, and therefore indirectly with the individual agricultural producers. - during transformation, use the most advanced technologies and oenological practices according to national and European standards in the sector as well as those for the protection of consumers health, in respect for the environment and safety in the workplace. - during marketing, consolidate our corporate role as a sector leader for the sale of bottled wine in Italy and abroad, making full use of the legacy of brands established at international level. - in our service, guarantee a service to the consumer and distribution network which is in line with the intrinsic quality of the products sold. The Group s mission also includes: - protecting and transmitting the historical culture of Italian wine; - innovating production techniques for guaranteeing the diffusion and fame of its wines in every market; - stimulating the economic and social development of the territories in which the Group s wines are produced; - employing a vine-growing model which is environmentally aware, economically sustainable and socially fair. The fulfilment of these commitments will make it possible to create value through the consolidation and development of the company brands and the markets in order to guarantee a sustainable and lasting return to our Cooperative Shareholder. 17

17 La storia Our history Castel Grumello, Cantina Negri - Valtellina 18

18 Il 31 luglio 1986 un gruppo di otto cantine cooperative acquisisce dal Credito Svizzero la totalità delle azioni del Gruppo Italiano Vini spa, che in seguito è trasformato in società cooperativa di secondo grado. La sede è trasferita da Milano a Calmasino (Verona), sulla sponda orientale del Lago di Garda. La nuova proprietà conferma in gran parte il management e avvia un processo di riorganizzazione che porta in breve a un miglioramento importante delle performance aziendali. Nel 1987 il Gruppo Italiano Vini acquisisce una società di commercializzazione: la Carniato Sa di Parigi. Sei anni più tardi rileva l importatore americano Frederick Wildman & Sons Ltd. Nel corso degli anni successivi il Gruppo porta a termine ulteriori acquisizioni e aperture di agenzie all estero portando a dieci il numero delle società controllate e/o collegate di proprietà del Gruppo, rafforzando in tal modo la presenza nei Paesi dove è già presente con una propria struttura e creandone nuove in quelli che presentano alte potenzialità di sviluppo. In Italia, il Gruppo Italiano Vini interviene sull intera filiera per rafforzare la qualità e l immagine dei vini prodotti. Di pari passo dà avvio a un importante programma di acquisizione di cantine di produzione, al fine di ampliare la gamma dell offerta. Al nord rileva, nel 1996, la Conti Formentini, a cui segue l acquisizione di Ca Bianca in Piemonte. Il programma di penetrazione al sud trova attuazione nel periodo , quando il Gruppo rileva le quote di maggioranza di Tenute Rapitalà in Sicilia, Castello Monaci in Puglia e Terre degli Svevi in Basilicata. Nel 2008, con il supporto di Isa Istituto di Sviluppo Agroalimentare, società del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, il Gruppo Italiano Vini acquisisce dall americana Brown Forman la proprietà della cantina Bolla di Pedemonte della Valpolicella. Nel 2010 completa l acquisizione del marchio Bolla, operazione che permette a questa storica cantina di ritornare in mani italiane e consolidare la propria leadership negli Stati Uniti. Più di recente, il Gruppo ha iniziato la distribuzione in Italia dei vini a marchio Carpenè Malvolti, storico leader del Prosecco. L operazione più recente risale all 1 gennaio 2011 quando, a seguito della sempre maggiore affermazione del vino Lambrusco, il Gruppo rileva la Cavicchioli di San Prospero, in provincia di Modena, storico produttore di Lambrusco fin dal Nel 2008, a seguito della fusione delle due principali cooperative socie e dell acquisto da parte di queste ultime delle quote di minoranze delle rimanenti cooperative socie, la quasi totalità del capitale sociale del Gruppo Italiano Vini è ora detenuta dalle Cantine Riunite & Civ sca. Combinando alcuni dei fattori competitivi propri della grande struttura con molti dei vantaggi della piccola e media dimensione, il Gruppo Italiano Vini è oggi un modello di impresa unica nella sua specificità che si proietta al futuro con una dinamicità e una capacità di innovare che ha pochi riscontri nel panorama nazionale e internazionale. 19

19 On 31 July 1986 a group of eight cooperative wineries purchased the totality of the Gruppo Italiano Vini shares from Credito Svizzero and then transformed the Group into a second-level cooperative company. The head office was transferred from Milan to Calmasino (Verona) on the eastern shore of Lake Garda. The new ownership largely reconfirmed the existing management and launched a reorganization process that soon led to a significant improvement in company performance. In 1987 Gruppo Italiano Vini acquired a foreign marketing company: Carniato Sa of Paris. Six years later it took over the American importer, Frederick Wildman & Sons Ltd. During the years that followed the Group completed further takeovers and opened foreign agencies: this took the number of Group-owned companies subsidiary and/or associated to ten thereby reinforcing its presence in countries where it is already present with a structure of its own while creating new ones in those which reveal high development potential. In Italy Gruppo Italiano Vini participates in the entire supply chain in order to reinforce the quality and image of the wines produced. At the same time it initiated an important programme for the acquisition of production wineries in order to increase the range offered. In 1996 it took over Conti Formentini in the north and this was followed by the acquisition of Ca Bianca in Piedmont. The programme for penetration in the south was implemented in when the Group took majority shares in Rapitalà in Sicily, Castello Monaci in Puglia and Terre degli Svevi in Basilicata. In 2008, with the support of ISA the Agriculture Ministry s Institute for Agrifood Development Gruppo Italiano Vini acquired the American company, Brown Forman, the property of the Bolla winery in Pedemonte della Valpolicella. In 2010 it completed the purchase of the Bolla brand, an operation that allowed this historical winery to return into Italian hands and consolidate its leadership in the United States. More recently, the Group began the distribution in Italy of the wines branded Carpenè Malvolti, the traditional leader for Prosecco. The most recent operation was on 01 January 2011 when, following the increasing affirmation of Lambrusco wine, the Group took over Cavicchioli of San Prospero, in the Modena Province, a historical producer of Lambrusco since In 2008, following the merger of the main shareholder cooperatives and the purchase by the latter of the minority shares of the remaining member coops, almost the whole of the Group s share capital is now held by Cantine Riunite & Civ Sca. By combining some of the competitive factors specific to a large structure with many of the advantages of small and medium-scale ones, today Gruppo Italiano Vini is a model of a business with unique specific features that projects itself with dynamism and an ability to innovate which has few equals in the national and international panorama. 20

20 Nelle regioni a più alta vocazione viticola In the regions with the greatest vocation for the wine Il Gruppo Italiano Vini gestisce ettari di vigneti specializzati, dislocati nelle più importanti regioni viticole d Italia: - Piemonte (Monferrato) - Valtellina (Valtellina Superiore) - Veneto (Bardolino e Valpolicella) - Emilia (Sorbara) - Toscana (Chianti Classico) - Umbria (Orvieto Classico) - Lazio (Frascati) - Puglia (Salice Salentino) - Basilicata (Vulture) - Sicilia (Alcamo). I vigneti sono una grande risorsa per l azienda e quelli del Gruppo Italiano Vini costituiscono una delle realtà più significative nell intero panorama della viticoltura italiana. Nei vigneti gestiti dal Gruppo è stato creato un modello di viticoltura etica che garantisce prodotti sempre migliori, ottenuti nel rispetto del lavoro dell uomo e del territorio. Gli obiettivi sono principalmente due: migliorare gli andamenti gestionali dei vigneti e essere punto di riferimento anche per i produttori associati, per una gestione ottimale nella produzione di uva di qualità. Dall 1 gennaio 2011 la cantina Cavicchioli è entrata a far parte del Gruppo. Vini prestigiosi quali, ad esempio, il Lambrusco Vigna del Cristo e lo spumante a metodo classico Rosé del Cristo sono prodotti con le uve coltivate nell omonimo vigneto situato nella zona del Sorbara Doc. Le uve che non provengono dai vigneti di proprietà sono acquisite dai soci di Aziende Agricole GIV e dai migliori produttori locali, legati al Gruppo da contratti pluriennali, che beneficiano del know-how del team di agronomi e di enologi del Gruppo Italiano Vini. Tutto questo garantisce un rigoroso controllo delle materie prime, in un ottica di tracciabilità di filiera. Aziende Agricole GIV opera in tredici diverse regioni e associa alcune realtà cooperative promosse e sostenute dal Gruppo, quali: - ViVAss in Valtellina - Cantina Sociale del Valpolicella Classico nel Veneto - Viticoltori Brda nel Collio e Aziende Agricole Friulane Banear - Cantina Sociale di Frascati e Tusculum nel Lazio. Le cantine del Gruppo, tra le più prestigiose della tradizione enologica italiana, sono contornate da vigneti di proprietà e si trovano nelle regioni italiane a più alta vocazione vitivinicola. 21

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115 COMUNICATO STAMPA Terni, 2 Marzo 205 TERNIENERGIA: Il CDA della controllata Free Energia approva il progetto di bilancio al 3 Dicembre 204 Il CEO Stefano Neri premiato a Hong Kong per la sostenibilità

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Import-export di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Il riso rappresenta dopo il frumento la coltura più diffusa al mondo. L Italia è il principale Paese produttore ed esportatore di riso dell

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 COMUNICATO STAMPA Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A.

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

company P R O F I L E

company P R O F I L E company P R O F I L E la nostra azienda about us PASSIONE E TRADIZIONE NEL NOSTRO PASSATO PASSION AND DEEP-ROOTED TRADITION Lavorwash nasce nel 1975 ed è da oltre 35 anni uno dei maggiori produttori al

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0718-37-2015

Informazione Regolamentata n. 0718-37-2015 Informazione Regolamentata n. 0718-37-2015 Data/Ora Ricezione 07 Maggio 2015 20:14:05 MTA Societa' : AZIMUT HOLDING Identificativo Informazione Regolamentata : 57838 Nome utilizzatore : AZIMUTN01 - Pracca

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Codice Etico. Code of Ethics. Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni.

Codice Etico. Code of Ethics. Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni. Codice Etico Società per Azioni Piazzale Enrico Mattei, 1-00144 Roma Tel. +39 06598.25947 Fax +39 06598.22169 www.eni.it Codice Etico Aprile 2008 Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems.

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems. IQNet SR 10 Sistemi di gestione per la responsabilità sociale Requisiti IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli