Master di I livello in Management e sviluppo socioeconomico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Master di I livello in Management e sviluppo socioeconomico"

Transcript

1 Master di I livello in Management e sviluppo socioeconomico Modulo Le politiche di marketing territoriale Lezione I I I Dr. Antonio Gioioso Eurobic Abruzzo & Molise SpA

2 Contenuti Analisi del Programma di marketing territoriale Docup Abruzzo Mis Az

3 Finalità/obiettivi del Programma Caratteristiche generali promuovere il potenziale di attrazione della regione (Aree Ob.2) per favorire investimenti esogeni nel suo territorio Valorizzando i punti di eccellenza del territorio (qualità della vita, sviluppo economico nel rispetto dell ambiente, innovazione tecnologica, formazione, ricerca scientifica, tessuto imprenditoriale, posizione geografica) Contribuire a rafforzare l identità dell Abruzzo in Europa e presentare la Regione come soggetto competitivo nel panorama mondiale.

4 Periodo e soggetti attuativi Periodo di attuazione del Programma Luglio 2006 Settembre 2007 Soggetti attuatori/realizzatori NETWORK TRILATERALE Ad.Venture Agenzia di MKT & Comunicazione I Elsag Datamat Centro di produzione sistemi Informativi territoriali Accenture SpA Società di Servizi alle Imprese

5 Struttura del Programma Analisi di tipo statico del territorio Analisi di tipo dinamico del territorio Individuazione Pacchetti per attrarre gli IDE

6 a. Analisi di tipo statica del territorio Finalità determinazione di specifici indicatori che sintetizzino l attuale assetto assetto socioeconomico industriale regionale Definizione geoeconomica del territorio (1 step dell analisi) - Assetto dualistico fascia costiera fascia appenninica - Aree Ob.2 86% dei Comuni - Risorse naturalistiche tutto il territorio - Infrastrutture 2 direttrici litoranea adriatica litorenea transappeninica

7 a. Analisi di tipo statica del territorio Definizione socioeconomica del territorio (2 step) Quadro macroeconomico Primario 2% Secondario 22% Tessuto imprenditoriale Terziario 76% - Forte peso del settore terziario (rispetto al MdL e al reddito complessivo prodotto in Abruzzo) - Netta prevalenza di micro imprese

8 a. Analisi di tipo statica del territorio Analisi dei Distretti industriali (3 step) - Sistemi localizzati di imprese all interno di un area geografica circoscritta - volano per lo sviluppo locale - disponibilità di manodopera specializzata D.I. Vibrata Tordino Vomano D.I. servizi Pescara Montesilvano D.I. Maiella D.I. Piana del Cavaliere D.I. del Vastese D.I. agro-industriale della Marsica

9 a. Analisi di tipo statica del territorio Le specializzazioni dei distretti - Distretto Vibrata Tordino Vomano : tessile, pelletteria, abbigliamento ( aziende) - Distretto della Maiella : legno/pelletteria (3.954 aziende) - Distretto del Piana del Cavaliere : grafica, elettronica, ottica (588 aziende) - Distretto del Vastese : chimica, abbigliamento (9.000 aziende) - Distretto agroalimentare della Marsica : agricoltura, alimentare - Distretto dei servizi Pescara-Montesilvano : servizi, commercio ( aziende)

10 b. Analisi dinamica del territorio Finalità determinazione dei punti di forza, debolezza, minacce, opportunità (SWOT) per definire i principali vantaggi competitivi della Regione, su cui basare l individuazione di possibili opportunità di investimento da proporre ad investitori esterni. Utilizza gli indicatori/risultati emersi dall Analisi statica Sistema territoriale Sistema demografico-sociale Fonte: Regione Abruzzo Fonte: Regione Abruzzo

11 b. Analisi dinamica del territorio Mercato del lavoro Fonte: Regione Abruzzo

12 b. Analisi dinamica del territorio Sistema produttivo Fonte: Regione Abruzzo

13 b. Analisi dinamica del territorio Ambito extra-regionale Fonte: Regione Abruzzo

14 b. Analisi dinamica del territorio Ambito turistico

15 Definizione: opportunità di investimento identificate, selezionate e proposte dal Programma di MKT territoriale della Regione Abruzzo Processo di costruzione: Determinazione del campione Indagine sui fattori competitivi del tessuto produttivo locale Def.ne metodologia per l individuazione dei pacchetti * Identificazione Pacchetti Selezione di un campione di soggetti da intervistare per comprendere le caratteristiche del tessuto produttivo e dei fattori ritenuti rilevanti per far crescere gli investimenti esogeni Raccolta dati necessari per Individuare i Pacchetti Localizzativi attraverso indagini dirette (interviste della fase precedente) e Indagini indirette (raccolta dati presenti in apposite banche dati, utilizzo informazioni Analisi statica e dinamica) Scelta dei criteri necessari alla valutazione dei dati raccolti in precedenza per rintracciare le opportunità di investimento offerte dall Abruzzo Applicazione del Modello metodologico ai dati raccolti in precedenza

16 Metodologia per l individuazione dei Pacchetti in Abruzzo* Individuazione dell Area Valutazione della dotazione infrastrutturale Individuazione Settori strategici e delle potenzialità del tessuto produttivo Analisi dei vantaggi competitivi associati a specifici investimenti Delimita l area geografica d interesse sulla base delle indagini dirette e sull analisi statica e dinamica Ha permesso di identificare e valutare le infrastrutture presenti sulle aree considerate. Ha permesso di individuare i settori economici trainanti per l economia della singola area, e le potenzialità ancora inespresse dal tessuto imprenditoriale locale Ha evidenziato nuove opportunità d investimento nei settori valutati in precedenza e ha permesso di stimarne l appetibilità per un impresa potenziale. Individuazione di 20 Pacchetti

17 Chimica fine a Bussi A chi si rivolge investitori interessati, principalmente, ai prodotti della chimica fine, c.d. fine chemicals, (prodotti chimici di sintesi quali ad esempio, principi attivi, farmaci, fitofarmaci, etc.) Aziende presenti nell area Solvay Solexis, MedAvox,Silysiamont,Edison termoelettrica Presenza del Parco Industriale di proprietà di Solvay Solexis, che si occupa direttamente della vendita dei lotti per nuovi insediamenti industriali. Servizi comuni: vigilanza, antincendio, infermeria, amministrazione,laboratorio chimico completamente attrezzato, etc.) Prodotti disponibili: soda caustica, acido cloridrico, ipoclorito di sodio, idrogeno gas, cloro gas, acqua ossigenata, sodio percarbonato, cloruro di sodio, cloruro di metilene, cloroformio, tetracloruro di carbonio, metanolo, carbonato di sodio etc.. Competenze professionali: officina meccanica attrezzata, officina elettrostrumentale, imprese subfornitrici per la manutenzione, magazzinaggio, acquisti etc.), Ottima collocazione logistica, Cultura industriale (insediamento chimico centenario, ottimo rapporto con il territorio) Finanziamenti agevolati.

18 Produzione stampati in alluminio in Val di Sangro A chi si rivolge investitori interessati, principalmente, al mercato dei semilavorati e stampati in alluminio per auto e moto La produzione nazionale di stampati Alumotive soddisfa una percentuale esigua della domanda interna,obbligando le imprese acquirenti ad un forte ricorso alle importazioni. Elevata concentrazione di imprese operanti nel settore Automotive, come la Honda che produce moto l anno e la Sevel che produce veicoli l anno, mentre nella Regione non si rileva la presenza di produttori di stampati in alluminio. La localizzazione dell investimento nella Val di Sangro permetterebbe di beneficiare del bacino potenziale di imprese presenti nell area, riducendo gli attuali tempi di fornitura, e di sfruttare la domanda potenziale delle numerose imprese italiane attualmente costrette a rivolgersi, quasi esclusivamente, a produttori esteri. Modalità di assegnazione Aree : Consorzio per lo sviluppo industriale della Val di Sangro (mediante l inoltro di apposita domanda (modulo richiesta assegnazione area),

19 Componenti per automotive Val di Sangro A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alla produzione di componenti elettronici e meccanici per auto e moto. Domanda globale di componenti elettronici e meccanici per auto e moto, per il quadriennio , prevista in crescita di circa il 2%. Beneficio del bacino potenziale di imprese del settore Automotive presenti nell area (Honda, Sevel La localizzazione dell investimento nella Val di Sangro permetterebbe di beneficiare del bacino potenziale di imprese presenti nell area, riducendo gli attuali tempi di fornitura, e di sfruttare la domanda potenziale delle numerose imprese italiane attualmente costrette a rivolgersi, quasi esclusivamente, a produttori esteri. Modalità di assegnazione Aree Presenza di un indotto di settore che consente di avvalersi dei servizi offerti dalle imprese presenti e di esternalizzare, ove necessario, specifiche fasi della produzione. Consorzio per lo sviluppo industriale della Val di Sangro (mediante l inoltro di apposita domanda (modulo richiesta assegnazione area),

20 Riciclaggio rifiuti industriali nel Vastese è rivolto agli investitori operanti nel settore dello smaltimento e riciclaggio dei rifiuti industriali,in grado di garantire il rispetto del territorio tramite l utilizzo di processi a basso impatto ambientale. A chi si rivolge Settore dello smaltimento/riciclaggio rifiuti in crescita costante negli ultimi anni Disponibilità di materiali di scarto (in Prov. di CH presenza di grandi realtà industriali Denso) Bassa concorrenza in Abruzzo. Presenza di un indotto di settore che consente di avvalersi dei servizi offerti dalle imprese presenti e di esternalizzare, ove necessario, specifiche fasi della produzione. Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo sviluppo industriale del Vastese (mediante l inoltro di apposita domanda (modulo richiesta assegnazione area),

21 Trasformazione e distribuzione dei prodotti della Valle del Fucino è rivolto agli investitori interessati alla lavorazione ed alla distribuzione dei prodotti A chi si rivolge agroalimentari della Valle del Fucino, sia come prodotto finito, che come semilavorato per altre produzioni.. Domanda nazionale di prodotti agroalimentari in forte crescita Produzione agricola regionale di alta qualità Valle del Fucino (copertura del 30% della produzione nazionale di carote; circa 1,4 mln. di quintali annui di patate) Possibilità di confezionamenti in loco dei prodotti agroalimentari, riducendo i costi di produzione e migliorando le caratteristiche qualitative del prodotto stesso Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo sviluppo industriale di Avzzano (mediante l inoltro di apposita domanda (modulo richiesta assegnazione area)

22 Produzione di capi di abbigliamento a Teramo A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alla produzione di capi di abbigliamento di alta qualità. Presenza del Distretto Ind. Vibrata-Tordino-Vomano (elevato n di aziende presenti nell area) Disponibilità di manodopera specializzata Possibilità di esternalizzare totalmente o in parte specifiche fasi del processo produttivo, ricorrendo ai servizi offerti dalle aziende della filiera Aziende presenti: Zucchi; Golden Lady; Maglificio Gran Sasso; Moda Montefiore; GI. EFFE etc ) Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo sviluppo industriale di Teramo (mediante l inoltro di apposita domanda (modulo richiesta assegnazione area)

23 Logistica aeroportuale a Pescara A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alle attività connesse alla c.d. logistica aeroportuale,che agli investitori operanti nel settore turistico. Trend positivo del settore (+10% traffico passeggeri; +7% trasporto merci) Programmazione interventi di potenziamento infrastrutture presenti (aumento n di Km di piste di volo; costruzione di una nuova aerostazione merci ec..) Modalità di assegnazione Aree SAGA (società Abruzzese Gestione Aeroporto) mediante trattativa privata

24 Centro smistamento merci della Marsica A chi si rivolge è rivolto alle alle aziende interessate all acquisizione di strutture logistiche all interno del Centro smistamento merci della Marsica, da utilizzare per il deposito, lo stoccaggio, la gestione degli ordini e la razionalizzazione del sistema di distribuzione verso il Centro-Sud Italia. Presenza di strutture per il deposito, lo stoccaggio delle merci, la gestione degli ordini, la promozione e la vendita delle merci. Realizzazione in corso di un progetto per l ampliamento del Centro che prevede la creazione di nuove strutture logistiche (area magazzini, area containers, edifici destinati a servizi). Posizione geografica favorevole in quanto polo logistico per il Centro-Sud Italia e nodo centrale per gli scambi lungo il c.d. Corridoio adriatico (asse di interconnessione fondamentale per il trasporto merci e passeggeri, del versante orientale della penisola). Modalità di assegnazione Aree Società di gestione del Centro smistamento merci

25 Chimica farmaceutica a L Aquila A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alla realizzazione di prodotti farmaceutici. Trend del settore in crescita Manodopera specializzata, elevata purezza dell aria e dell acqua (fattori fondamentali per le aziende farmaceutiche) Posizione geografica favorevole in quanto polo logistico per il Centro-Sud Italia e nodo centrale per gli scambi lungo il c.d. Corridoio adriatico (asse di interconnessione fondamentale per il trasporto merci e passeggeri, del versante orientale della penisola). Aziende leader presenti: Menarini; Aventis Pharma; Dompè Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo industriale dell Aquila (mediante apposita domanda

26 Terziario avanzato Area metropolitana Chieti/Pescara A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati all'erogazione dei servizi appartenenti al c.d. Terziario avanzato" (ingegnerizzazione dei processi, informatica, marketing, consulenza tecnica, consulenza legale, comunicazione, etc.). Trend del settore in continua crescita Forte espansione nell area di servizi terziari (dovuto all aumento qualitativo/quantitativo della domanda regionale) Fattore attrattivo derivante dai Giochi del Mediterraneo 2009 Modalità di assegnazione Aree Comune di S.Giovanni Teatino

27 Produzione mobili a Teramo A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati per l'acquisto delle aree da utilizzare per insediamenti alla produzione dei mobili da ufficio ed arredi per la casa. Trend del settore in crescita (aumento domanda) Lunga tradizione del mobile abruzzese Presenza in loco di numerose imprese specializzate Forte manodopera specializzata e costi contenuti per l acquisto delle aree da utilizzare per insediamenti produttivi. Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Teramo mediante inoltro di apposita domanda

28 Imbottigliamento e distribuzione di olio di oliva a Chieti A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati all imbottigliamento e alla distribuzione dell olio d oliva prodotto in Prov. di CH Trend del settore in crescita Presenza di numerosi produttori di medio-piccole dimensioni a fronte di un ridotto n. di imprese di imbottigliamento e distribuzione Ridotta concorrenza e presenza di Marchi DOP Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Val di Sangro

29 Produzione dolciaria a Sulmona A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alla produzione dolciaria ed alla relativa commercializzazione. Trend del settore in crescita Manodopera specializzata, elevata purezza dell acqua e dell aria Possibilità di sfruttare la rinomatezza del luogo (noto soprattutto per la produzione dei confetti) Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Sulmona

30 Servizi termali A chi si rivolge è rivolto agli investitori operanti nel settore delle cure termali e dei servizi e prodotti ad esse annessi (ad esempio, beauty farm, produzione di cosmetici, strutture ricettive, etc.). Ricchezza di sorgenti termali in loco non ancora utilizzate Flussi turistici in Abruzzo in aumento Possibilità di creare un ambiente esclusivo attraverso la realizzazione di Hotels e beauty farm, sfruttando le proprietà delle acque termali e la collocazione all interno di aree protette Modalità di assegnazione Aree Comuni di Caramanico, Canistro, Raiano, Popoli

31 Produzione abiti da lavoro nel Vastese A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati alla produzione di abiti da lavoro e articoli antinfortunistici Le aziende di produzione di abiti da lavoro ed articoli antinfortunistici presenti sul territorio regionale, non riescono a soddisfare in pieno la domanda locale di tali prodotti. Le aziende locali soddisfano parte delle loro esigenze ricorrendo a forniture extra-regionali. Presenza di un numero rilevante di imprese, alcune di grandi dimensioni come la Denso, che conta circa dipendenti e la Pilkinton, con circa dipendenti Assenza di produttori di abiti da lavoro e articoli antinfortunistici. Scarsa concorrenza Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo industriale del Vastese Elevato potenziale bacino d utenza Possibilità di ridurre gli attuali tempi di fornitura per le aziende locali

32 Imbottigliatura e distribuzione del vino a Teramo A chi si rivolge è rivolto agli investitori interessati all imbottigliamento e alla commercializzazione del vino abruzzese. Tassi di crescita nel settore (aumento dei consumi interni; crescita esportazioni) Crescita del ruolo e della produzione del vino abruzzese Provincia di Teramo: 37% della superficie coltivata dedicata alla produzione di uva di qualità (DOP DOCG) Scarsa concorrenza (scarso n di imprese di imbottigliamento e distribuzione a fronte di un alto n di produttori) Elevato potenziale bacino d utenza Possibilità di ridurre gli attuali tempi di fornitura per le aziende locali Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo industriale di Teramo

33 Elettronica in Provincia dell Aquila A chi si rivolge è rivolto agli alla produzione ed assemblaggio di componenti elettronici altamente tecnologici (ad esempio, CPU, RAM, circuiti stampati, schede video, componenti per impianti di telecomunicazione, etc.). Domanda di componenti elettrici in ripresa Forti competenze professionali in loco Cultura industriale Presenza di una filiera produttiva nelle telecomunicazioni Possibilità di esternalizzare totalmente o parzialmente specifiche fasi del processo produttivo, ricorrendo ai servizi ed alle produzioni offerte dalle aziende della filiera presenti sul territorio. Aziende presenti nell area Finmek; Micron; Telespazio Modalità di assegnazione dell area Consorzio per lo sviluppo industriale dell Aquila e di Avezzano

34 Lavorazione e distribuzione del tartufo nero a L Aquila è rivolto agli interessati alla lavorazione del tartufo nero ed alla distribuzione sul A chi si rivolge mercato, sia sotto forma di prodotto finito, che come materia prima per la preparazione di altri prodotti (ad esempio, formaggi, paste, olio etc.). Produzione regionale molto diversificata (30 tipologie) Condizioni climatiche favorevoli Nascita spontanea del tartufo nero (a causa della ricca vegetazione) Scarsa concorrenza (mancanza di un adeguata rete di trasformazione e vendita) Area vasta Modalità di assegnazione Aree Consorzio per lo Sviluppo industriale dell Aquila

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013

PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013 PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013 Servizio Politiche Nazionali per lo Sviluppo - Proposta- Versione SETTEMBRE 2011 INDICE PREMESSA...V 1. ELEMENTI RILEVANTI

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Lezione 8 Le strategie dell internazionalizzazione: gli investimenti diretti esteri Che cosa comporta realizzare un IDE? Costituisce di norma la

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007

il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 il fiorire del S E C C H I A progetto di integrazione socio-spaziale Corte Ospitale Rubiera 25 maggio 2007 Fiorire del Secchia La costruzione di un Parco Aperto Obbiettivi: Salvaguardare l ambientale;

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO

POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO POSSIBILITA DI SVILUPPO DELLA FILIERA BIOGAS - BIOMETANO IN TRENTINO Seminario di promozione del biometano in Veneto Veneto Agricoltura, Corte Benedettina Legnaro (PD), 23 ottobre 2013 Silvia Silvestri

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA Anna Rosa Marra, Ugo Santonastaso (Ufficio Valutazione e Autorizzazione, Agenzia Italiana del Farmaco) Cosa significa farmaco di importazione parallela Il farmaco, come

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020

Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020 Analisi sulla cooperazione italiana al Programma di Cooperazione Transnazionale MED 2007-2013 e raccomandazioni a supporto della delegazione nazionale Programma di cooperazione transnazionale MED 2014-2020

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale

Sintesi modifiche apportate alle Disposizioni Attuative Specifiche della Mis. 123 - Accrescimento del valore aggiunto del settore agricolo e forestale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI DIPARTIMENTO REGIONALE INTERVENTI STRUTTURALI Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Reg.

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL

USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL USI ENERGETICI DELL IDROGENO E DELL IDROMETANO: L ESPERIENZA DEL GRUPPO SOL Ing. Maurizio Rea (Gruppo SOL) ECOMONDO - Sessione Tecnologie di Produzione Rimini, 3 Novembre 2010 IL GRUPPO SOL Profilo aziendale

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Che cos è la Qualità?

Che cos è la Qualità? Che cos è la Qualità? Politecnico di Milano Dipartimento di Elettrotecnica 1 La Qualità - Cos è - La qualità del prodotto e del servizio - L evoluzione del concetto di qualità - La misura della qualità

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE D OLIVA D.O.P. UMBRIA prodotto da Monini S.P.A. CFP EXTERNAL COMMUNICATION REPORT in conformità alla ISO/TS 14067:13

OLIO EXTRA VERGINE D OLIVA D.O.P. UMBRIA prodotto da Monini S.P.A. CFP EXTERNAL COMMUNICATION REPORT in conformità alla ISO/TS 14067:13 MONINI S.p.A. S.S 3 Flaminia Km. 129-06049 Spoleto (PG) Tel. 0743.2326.1 (r.a.) Partita IVA 02625300542- Cap.Soc. EURO 6.000.000,00 I.V. www.monini.com e-mail: info@monini.com Posta Certificata: monini@legalmail.it

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE INDICE 1. Crescita aziendale e contesto esterno 2. Crescita aziendale e contesto interno 3. Crescita quantitativa e sviluppo qualitativo 4. Le dimensioni rilevanti dello sviluppo qualitativo 5. Le modalità

Dettagli

La Banca europea per gli investimenti in sintesi

La Banca europea per gli investimenti in sintesi La Banca europea per gli investimenti in sintesi Come banca dell Unione europea (UE), forniamo finanziamenti e consulenza per progetti d investimento validi e sostenibili situati in Europa e nei Paesi

Dettagli

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1):

I legami. 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): Percorso 3 I legami E S E R C I Z I A Legame covalente omeopolare 1) Rappresenta la struttura della molecola di idrogeno (numero atomico ZH = 1): 2) Rappresenta la struttura della molecola di ossigeno

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve ZHUJIANG BEER Al Rawdatain. Al Rawdatain in breve SETTORE ACQUA & CSD Al-Rawdatain Al-Rawdatain Water Bottling Co. Safat, Kuwait >> cartonatrice SMI WP 300 >> fardellatrice SMI SK 350 T >> manigliatrice

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari

Gli indicatori socio-sanitari. sanitari Gli indicatori socio-sanitari sanitari 1 1 INDICATORI SOCIO-SANITARI Misurare: EFFICACIA (rispetto degli obiettivi prefissati) EFFICIENZA (rispetto delle azioni e risorse impegnate) del sistema ospedaliero

Dettagli