I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Il turismo delle seconde case: un fenomeno di rilievo per il Piemonte

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Il turismo delle seconde case: un fenomeno di rilievo per il Piemonte"

Transcript

1 I Sessione Fruizione turistica del Piemonte Il turismo delle seconde case: un fenomeno di rilievo per il Piemonte Elena Di Raco Responsabile delle ricerche ISNART Piemonte e Turismo Il turismo: risorsa economica anticrisi?

2 L INDAGINE TERRITORIALE

3 Obiettivi e fasi dell indagine Obiettivi dell indagine territoriale: valutare numericamente la presenza delle seconde case, ossia delle abitazioni private utilizzate per vacanza definire il grado di utilizzo delle abitazioni e conseguentemente analizzare i comportamenti di domanda e di spesa turistica correlata quantificare le spese indotte (non turistiche in senso stretto) dalla gestione e dal mantenimento delle seconde case

4 Le indagini field Moduli 1. Interviste ai turisti in loco 2. Interviste agli intermediari immobiliari Obiettivi Indagare la modalità di utilizzo delle seconde case a fini turistici. Conoscere i comportamenti, le attività svolte e la spesa di chi alloggia nelle seconde case. Definire le modalità di reperimento del patrimonio abitativo, le caratteristiche di questo circuito di ospitalità parallela, le dinamiche in atto. Metodologia Questionario somministrato a un campione rappresentativo di turisti nei comuni interessati dal fenomeno. Le interviste sono state effettuate in diverse stagioni correlate ai prodotti turistici: montagna, collina, lago. Rilevazione C.A.T.I attraverso questionario ad hoc somministrato a 200 intermediari immobiliari.

5 Le indagini field Moduli 3. Interviste ai comuni Obiettivi Dimensionare, nei comuni maggiormente coinvolti dal fenomeno, il patrimonio abitativo non occupato dai residenti. Metodologia Rilevazione delle utenze secondarie negli 88 comuni selezionati tra i più soggetti al turismo delle seconde case, attraverso questionario ad hoc somministrato a mezzo lettera. 4. Interviste ai proprietari Valutare la capacità del sistema seconde case di produrre indotto economico, analizzando le spese di gestione e manutenzione, le modalità di utilizzo e la disponibilità all affitto. Questionario somministrato per via diretta ad un campione di circa 500 proprietari di seconde case.

6 I RISULTATI PRINCIPALI: QUANTIFICAZIONE DELLE SECONDE CASE E DEI FENOMENI TURISTICI

7 La stima delle seconde case: metodologia Censimento ISTAT 1991 abitazioni occupate, abitazioni non occupate, abitazioni non occupate destinate a vacanza Censimento ISTAT 2001 abitazioni occupate, abitazioni non occupate Utenze delle seconde case registrate negli 88 comuni Sistema di ponderazione, per area-prodotto e località: consistenza storica del fenomeno specializzazione locale andamento degli alloggi ufficiali (R.E.C.) Stima della numerosità delle seconde case 2007 nei comuni di Montagna, Lago e Collina

8 La stima delle seconde case Stima della distribuzione per area-prodotto delle seconde case nel 2007 Seconde case % Montagna ,9 Collina ,2 Laghi ,9 Totale ,0 Stima dell'andamento delle seconde case: Prodotto Variazione % Montagna ,2 Collina ,4 Laghi ,3 Totale ,5 La Montagna convoglia il maggior bacino di seconde case, ma Collina e Lago sono le località in cui le dinamiche di crescita sono state più accentuate. Un aumento che, complessivamente ed in quasi vent anni, si stima sia stato di oltre il 25%.

9 La stima dei posti letto e delle presenze Stima posti letto e presenze nelle seconde case Stima seconde case Stima utilizzo medio dell'abitazione (notti) Stima posti letto Stima posti letto utilizzati Stima presenze Montagna Lago Collina Totale Nelle località altamente investite dal fenomeno si stimano 4 posti letto utilizzati su 6 disponibili per abitazione. Ciò porterebbe ad un totale di oltre 1 milione di posti letto, di cui però se ne valutano sul mercato circa 516 mila. Dato un utilizzo medio di 64 notti all anno, si arriva così ad una stima di circa 33 milioni di presenze.

10 La spesa dei turisti delle seconde case Stima della spesa dei turisti seconde case in Piemonte ( ) I risultati delle indagini ai turisti delle seconde case indicano una spesa media di oltre 70 procapite, per un totale di 2,4 miliardi di : il 23% nel settore agroalimentare, ed il 19% sia per le attività ricreativo-culturali e per il settore ristorativo. Montagna Lago Collina Totale aree prodotto Totale aree prodotto (%) Alloggi in affitto/ Residence Ristoranti, pizzerie ,7 Bar, caffé, pasticcerie ,7 Totale Ramo H ,5 Agroalimentare ,3 Attività ricreative, culturali, intrattenimento ,0 Altre industrie manifatturiere ,8 Abbigliamento e calzature ,8 Giornali, guide, editoria ,6 Trasporti ,9 Totale ,0 La montagna convoglia l 82% della spesa complessiva, mentre lago e collina l 8,2% ed il 9,3%.

11 Le spese di gestione e manutenzione Spesa media annua per abitazione di gestione e manutenzione delle "seconde case" per area-prodotto ( ) Montagna Lago Collina Generale Utenze (utenze ordinarie, condominiali, rifiuti) 2.310, , , ,37 Spese di manutenzione 579,99 665,67 781,31 629,70 Impianto idrico, sanitario, gas 49,04 74,00 132,88 67,47 Riscaldamento e produzione di acqua 176,06 130,83 165,54 164,83 Impianto elettrico 98,01 105,33 124,32 103,69 Pareti e soffitti, pavimenti e rivestimenti, serramenti e infissi 256,88 355,50 358,56 293,71 Totale 2.890, , , ,08 Stima delle spese annue totali di gestione e manutenzione delle "seconde case" in montagna-lago-collina ( ) Utenze ,26 Spese di manutenzione ,84 Totale ,10 Dall indagine ai proprietari delle seconde case emergono spese di gestione e manutenzione per in media per abitazione, per un totale complessivo di oltre 700 milioni di.

12 Stima dell impatto economico complessivo Il totale stimato della spesa turistica e dell indotto, generati dal sistema seconde case, ammonta a circa 3 miliardi di che, rapportato al PIL, ne rappresenta il 2,5%. I numeri delle "seconde case" Aree prodotto Montagna, Lago, Collina Seconde case Posti letto Presenze Spesa dei turisti delle ( ) Spese di gestione e manutenzione ( ) Totale consumi "seconde case" ( ) Incidenza sui consumi finali interni della Regione Piemonte Incidenza sul PIL della Regione Piemonte 3,3 % 2,5 %

13 Ipotesi di scenario: il mercato gestito I numeri delle "seconde case" Aree prodotto Montagna, Lago, Collina Mercato spontaneo Mercato gestito Seconde case Posti letto Presenze Spesa dei turisti ( ) Spese di gestione e manutenzione ( ) Totale consumi "seconde case" ( ) Incidenza sui consumi finali interni della Regione Piemonte 3,3 % 5,9 % Incidenza sul PIL della Regione Piemonte 2,5 % 4,4 % In uno scenario di passaggio dal mercato spontaneo ad un mercato evoluto su modelli di gestione il potenziale risulta elevatissimo, sia per dimensione dei flussi che come occasione di sviluppo di nuova imprenditorialità.

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA Studio sul turismo nelle abitazioni private 18 Febbraio 2014 Elena di Raco, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T Le fasi dello studio Indagine ai Comuni Rivolta

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 3 bollettino mensile Marzo 2011 Aprile 2011 A cura di Storia

Dettagli

Sociologia del turismo

Sociologia del turismo Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Università degli Studi di Milano-Bicocca Corso di Laurea triennale in Scienze del Turismo e Comunità Locale Sociologia del turismo Prof. Matteo Colleoni Tutor

Dettagli

Il valore del turismo in Piemonte

Il valore del turismo in Piemonte Il valore del turismo in Piemonte Piemonte e Turismo Turismo: risorsa economica anticrisi? a cura di Maria Elena Rossi Direttore Generale di Sviluppo Piemonte Turismo Il trend dei flussi turistici in Piemonte

Dettagli

Il mercato delle ristrutturazioni a Roma

Il mercato delle ristrutturazioni a Roma CRESME RICERCHE SPA Il mercato delle ristrutturazioni a Roma La cifra di affari realizzata nel 2003 dal settore delle costruzioni nella provincia di Roma ammonta a 7,4 miliardi di, di cui 2,8 miliardi

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore

I Sessione Fruizione turistica del Piemonte. Escursionismo in Piemonte: stime e valore I Sessione Fruizione turistica del Piemonte Escursionismo in Piemonte: stime e valore Carlo Alberto Dondona Ricercatore IRES Piemonte Piemonte e Turismo Il turismo: risorsa economica anticrisi? L escursionismo

Dettagli

15. Consumi energetici

15. Consumi energetici 15. Consumi energetici Nel 2006 i consumi energetici del Comune di Roma hanno registrato un aumento rispetto al 2005 (+2,8%), un dato, questo, in linea con l incremento provinciale (+2,7%), regionale (+2,2%)

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

Indice Costo Elettricità Terziario

Indice Costo Elettricità Terziario ICET Indice Costo Elettricità Terziario NOTA METODOLOGICA Documento realizzato da Confcommercio-Imprese per l Italia Informazioni: Direzione Comunicazione e Immagine Confcommercio Tel 065866.228-219 email:stampa@confcommercio.it

Dettagli

Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA

Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA Studio elaborato per LA FILIERA AGROALIMENTARE ITALIANA FORMAZIONE DEL VALORE E DEI PREZZI ALIMENTARI LUNGO LA FILIERA Roma, 3 Aprile, 2014 1 PARTE PRIMA La filiera agroalimentare italiana: operatori,

Dettagli

GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE

GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE Presentazione dei risultati Indagine effettuata per PROMOTION MILANO, marzo 2000 1 OBIETTIVI GENERALI Analizzare la domanda di prodotti promozionali

Dettagli

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21

I cinesi in Veneto. Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 . Una stima dei costi economici tra contraffazione e criminalità. a cura del Centro Studi Unioncamere Veneto 1/21 I cinesi fuori dalla Cina 9,3 milioni sono i cinesi emigrati nel mondo oggi, pari allo

Dettagli

EFFICIENZA E ATTRATTIVITÀ DEL MERCATO IMMOBILIARE. Le principali tendenze del mercato immobiliare italiano e il ruolo degli investitori internazionali

EFFICIENZA E ATTRATTIVITÀ DEL MERCATO IMMOBILIARE. Le principali tendenze del mercato immobiliare italiano e il ruolo degli investitori internazionali EFFICIENZA E ATTRATTIVITÀ DEL MERCATO IMMOBILIARE Le principali tendenze del mercato immobiliare italiano e il ruolo degli investitori internazionali Milano, 28 ottobre 215 Numero indice (21 = 1) Milano,

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Terza indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2008 a cura della

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE MONITORAGGIO DELLE DINAMICHE TURISTICHE ATTUALI E POTENZIALI COME PIATTAFORMA INFORMATIVA A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE Ottobre 2014 A cura di Sommario Premessa...

Dettagli

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9.1 Scenario nazionale e internazionale A livello mondiale, dopo un 29 che con il suo -4% aveva arrestato il trend di crescita iniziato nel 22, il 21 chiude con un segno positivo:

Dettagli

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica 1 La fedeltà nella scelta della destinazione turistica L Italia ed il turismo internazionale Venezia 15 Dicembre 2009 PAOLO SERGARDI Contesto 2 Ad Aprile 2008 è stata inserita una nuova domanda nel questionario

Dettagli

Il turismo balneare. Ottobre 2009. A cura di

Il turismo balneare. Ottobre 2009. A cura di Il turismo balneare Ottobre 2009 A cura di Sommario Il turismo balneare... 3 La dinamicità delle imprese e l andamento del mercato... 3 Il turismo italiano... 7 Il turismo straniero... 12 La spesa turistica

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

Dossier 4 L accesso alla casa d abitazione in Italia: proprietà, mutui, affitti e spesa delle famiglie

Dossier 4 L accesso alla casa d abitazione in Italia: proprietà, mutui, affitti e spesa delle famiglie Dossier 4 L accesso alla casa d abitazione in Italia: proprietà, mutui, affitti e spesa delle famiglie Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Luigi Biggeri presso le Commissioni

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) SETTEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO

LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Versione: 2.0 Quadro dell opera: Periodo rilevazione:

Dettagli

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese Paola Casagrande Responsabile Settore Offerta Turistica Regione

Dettagli

LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA

LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: UNIONCAMERE

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Seconda indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2007 a cura

Dettagli

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI

E ELLE - INDICATORI STATISTICI DELL'ECONOMIA e DEL LAVORO COMMERCIO E SERVIZI Sono 37.086 le imprese della provincia di Modena che svolgono un attività nel settore terziario, che si occupano quindi di commercio o di servizi rivolti alle imprese e alle famiglie; tale numero è in

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel. 0523.492591 Fax

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) DICEMBRE 2014 COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizio Cittadino e Pari Opportunità U.O. Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizi al cittadino e Pari Opportunità Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) COMUNE DI PIACENZA D.O. Servizi alla Persona e al Cittadino Servizi al cittadino e Pari Opportunità Servizi Demografici e Statistici Ufficio Statistica e Censimenti Via Beverora, 57 29121Piacenza Tel.

Dettagli

Il patrimonio culturale MiBAC: attrattività dei siti e strategie di comunicazione.

Il patrimonio culturale MiBAC: attrattività dei siti e strategie di comunicazione. Il patrimonio culturale MiBAC: attrattività dei siti e strategie di comunicazione. 1 Il Patrimonio culturale statale Alcuni dati di riferimento delle dimensioni del Patrimonio culturale del MiBac¹. 37.355.538

Dettagli

Censimento industria e servizi

Censimento industria e servizi Censimento industria e servizi Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Censimento Industria e Servizi Il Censimento generale dell industria

Dettagli

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014 Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO MILANO 30 Gennaio 2014 Temi trattati Il mercato della locazione in Italia: trend recenti di contratti, domanda, offerta, quotazioni

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

INDICE del CAPITOLO TABELLE GRAFICI GLOSSARIO. Capitolo 4 - Prezzi Annuario Statistico 2012

INDICE del CAPITOLO TABELLE GRAFICI GLOSSARIO. Capitolo 4 - Prezzi Annuario Statistico 2012 L'inflazione a Udine (misurata dal NIC, ovvero l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività) per il 2012 è, in media d'anno, di +3,3%; il dato è in crescita rispetto al 2011 (+2,7%) e di poco

Dettagli

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT

Glossario. Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Glossario Tavole relative alla Rilevazione Continua sulle Forze di lavoro condotta da ISTAT Forze di lavoro: comprendono le persone occupate e quelle in cerca di occupazione. Occupati: comprendono le persone

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

ALLEGATO 7. Nota Tecnica e Metodologica SK16U

ALLEGATO 7. Nota Tecnica e Metodologica SK16U ALLEGATO 7 Nota Tecnica e Metodologica SK16U NOTA TECNICA E METODOLOGICA 1. CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione dello studio

Dettagli

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione

Fattori economici. 1 Costi di manutenzione. Costi di Manutenzione Fattori economici 1 Costi di manutenzione Totale Life Cycle Cost (costo globale) 611 Manutenzione 296 Gestione operativa (costi di esercizio) 215 Costruzione 100 0 100 200 300 400 500 600 700 Costi di

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 12 bollettino mensile Dicembre 2009 Gennaio 2010 A cura di Storia

Dettagli

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale

I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale Forum Bologna. Città che cambia. I DATI IN SINTESI per la costruzione del Piano Strutturale 6. L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Bologna aprile 2005 Indice 1. LE ABITAZIONI IN COMPLESSO...1 2. LE

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca

L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca Elena Di Raco Responsabile

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO 1 Rapporto 2007 sulla occupazione nelle imprese ricettive, di viaggi e di ristorazione della Provincia

Dettagli

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.22 Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.23 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica 67 Figura 3.24 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica (dati

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività 4 gennaio 2012 Dicembre 2011 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di dicembre, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo

Dettagli

LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno

LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno Firenze, 3 dicembre 2015 Fortezza da Basso Alessandro Tortelli Centro Studi Turistici L arte

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ

Dettagli

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia I dati della statistica ufficiale confermano che il contesto locale della provincia di Napoli e dell intera regione Campania si trovano ad affrontare in questi anni una crisi economica e sociale ancora

Dettagli

2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI. 2.1. Inquadramento. 2.2. Fonte dei dati ed informazioni disponibili. 2.3. Indicatori selezionati

2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI. 2.1. Inquadramento. 2.2. Fonte dei dati ed informazioni disponibili. 2.3. Indicatori selezionati 2. ASPETTI DEMOGRAFICI e SOCIO-ECONOMICI 2.1. Inquadramento L inquadramento socio - economico del territorio oggetto di analisi permette di cogliere alcuni suoi aspetti fondamentali. Anche se non direttamente

Dettagli

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno

DIVISIONI (anno base 2010=100) Pesi in % % Mese % Anno Servizio Statistica Settore Politiche Economiche e Sport INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L'INTERA COLLETTIVITA' NAZIONALE (NIC) L'Ufficio Statistica del Comune di Modena, secondo le disposizioni e norme tecniche

Dettagli

MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia

MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia MONTAGNA DATI DI SINTESI AGRICOLTURA E FORESTE Regione Lombardia DATI DI CONTESTO Il territorio Il territorio regionale, pari a 23.862 kmq, è caratterizzato da una compresenza di aree montuose (40,5%)

Dettagli

Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)!

Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)! Tur e geo economica! Competizione internazionale! Genova, Rio, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Milano, Torino,! Grandi eventi (rio e brasila)! Su questa base (ma non solo) ci si occupa:! Comportamento

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA E CENSIMENTO Servizio Prezzi DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

Nel 2012 i consumi finali delle economie domestiche hanno sostenuto la crescita

Nel 2012 i consumi finali delle economie domestiche hanno sostenuto la crescita Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 29.08.2013, 9:15 4 Economia N. 0352-1309-30 Conti economici nazionali della Svizzera nel 2012 Nel 2012

Dettagli

13. Consumi di energia elettrica

13. Consumi di energia elettrica 13. Consumi di energia elettrica Nel corso del 2005 è proseguita la crescita sostenuta dei consumi di energia elettrica a Roma, a cui si contrappone una certa stabilità nella congiuntura economica provinciale

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

CAPITOLO 6 LE ATTIVITÀ DI DIRITTO ALLO STUDIO

CAPITOLO 6 LE ATTIVITÀ DI DIRITTO ALLO STUDIO CAPITOLO 6 LE ATTIVITÀ DI DIRITTO ALLO STUDIO 6.1. Rilevazione degli interventi per il diritto allo studio Il Politecnico di Torino, a partire dall anno accademico 2000/2001, consente ai propri studenti

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA NOTIZIESTATISTICHE Statistica e Osservatori Numero 3 Maggio 2005 I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA Primo obiettivo dell indagine sui consumi delle famiglie, condotta dall Istituto nazionale di Statistica,

Dettagli

Energia e costruzioni

Energia e costruzioni Walter Sant Elia Energia e costruzioni Un binomio sempre più inscindibile. Che nasconde un potenziale non solo tecnologico ma anche commerciale di dimensioni davvero enormi. Fotografato dal primo Rapporto

Dettagli

L AppartHotel è una formula che coniuga la qualità e la spaziosità di un appartamento con un set di servizi di natura alberghiera.

L AppartHotel è una formula che coniuga la qualità e la spaziosità di un appartamento con un set di servizi di natura alberghiera. L AppartHotel è una formula che coniuga la qualità e la spaziosità di un appartamento con un set di servizi di natura alberghiera. Framon ha realizzato tale innovativa formula tramite la ristrutturazione

Dettagli

L inflazione, gli indici dei prezzi ed il costo della vita

L inflazione, gli indici dei prezzi ed il costo della vita L inflazione, gli indici dei prezzi ed il costo della vita 1 L inflazione durante il 2002 ed il divario -Italia. Il tasso di variazione medio dell indice dei prezzi al consumo rilevato dall Istat per l

Dettagli

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC)

INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE (NIC) ATTIVITA PRODUTTIVE UFFICIO STATISTICA CITTÀ DI AOSTA Via G. Carrel, 19, 11100 Aosta Tel: 0165. 300710 Fax: 0165. 300585 ACTIVITES ECONOMIQUES BUREAU DES STATISTIQUES VILLE D AOSTE 19, Rue G. Carrel, 11100

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012 3 febbraio 2012 Gennaio 2012 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di gennaio, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo dei

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI

RELAZIONE DI SINTESI Progetto Sergan INTERREG III A SARDEGNA / CORSICA / TOSCANA Progetto SERGAN Reti locali del gas RELAZIONE DI SINTESI Studio sulle reti locali del gas Domanda prevedibile di gas nei prossimi dieci anni

Dettagli

Coinvolte quasi 1200 micro, piccole e media imprese sul territorio toscano

Coinvolte quasi 1200 micro, piccole e media imprese sul territorio toscano PMI toscane: i costi della fornitura di energia elettrica Il presente Rapporto si prefigge una pluralità di obiettivi: analizzare il fabbisogno energetico delle piccole e medie imprese, monitorare il grado

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE PROVVISORIA TERNI COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ ANTICIPAZIONE

Dettagli

LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO E LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO E LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LOMBARDIA LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO E LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Rapporto annuale 2010 Marzo 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente:

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA ECONOMICA E PATRIMONIALE ALLE FAMIGLIE. ZEYGOS s.r.l. Corso Mazzini 160 Ancona

SERVIZIO DI CONSULENZA ECONOMICA E PATRIMONIALE ALLE FAMIGLIE. ZEYGOS s.r.l. Corso Mazzini 160 Ancona SERVIZIO DI CONSULENZA ECONOMICA E PATRIMONIALE ALLE FAMIGLIE La Nostra Mission La nostra mission consiste nell assicurare alle famiglie una maggiore serenità finanziaria e un miglior tenore di vita. Affianchiamo

Dettagli

Aumento Iva: un analisi degli effetti

Aumento Iva: un analisi degli effetti Aumento Iva: un analisi degli effetti SINTESI DELLO STUDIO REALIZZATO DA REF RICERCHE PER CENTROMARCA A partire dall ottobre 2012 potrebbe entrare in vigore l aumento di due punti percentuali dell aliquota

Dettagli

Tecnologie di action-tracking per valutare l impatto economico. Nicola Zeni, Luisa Mich Università degli Studi di Trento

Tecnologie di action-tracking per valutare l impatto economico. Nicola Zeni, Luisa Mich Università degli Studi di Trento Tecnologie di action-tracking per valutare l impatto economico del turismo culturale Nicola Zeni, Luisa Mich Università degli Studi di Trento Valutare l impatto economico Importanza Input: dati, modelli

Dettagli

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA

COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPAR DIPARTIMENTO XV VI U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA ASSESSORATO POLITICHE ECONOMICHE, FINANZIARIE E DI BILANCIO, DELL INDUSTRIA E INNOVAZIONE TECNOLOGICA DIPARTIMENTO

Dettagli

Al TPP aderiscono 52 soci tra Regione Puglia, Province e Comuni.

Al TPP aderiscono 52 soci tra Regione Puglia, Province e Comuni. Il Teatro Pubblico Pugliese è un organismo di promozione e formazione del pubblico, riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Al TPP aderiscono 52 soci tra Regione Puglia,

Dettagli

DOSSIER LE PROVINCE ALLO SPECCHIO LE FUNZIONI, I BILANCI, I COSTI.

DOSSIER LE PROVINCE ALLO SPECCHIO LE FUNZIONI, I BILANCI, I COSTI. DOSSIER LE PROVINCE ALLO SPECCHIO LE FUNZIONI, I BILANCI, I COSTI. Roma, 20 gennaio 2012 Spesa pubblica complessiva (anno 2011): 813 miliardi di euro Settore Amministrazione Centrale Previdenza Interessi

Dettagli

La relazione tra banche e migranti in Italia

La relazione tra banche e migranti in Italia La relazione fra migranti e banche in Italia è venuta emergendo come un tema di grande interesse, suscitando l attenzione sia delle istituzioni pubbliche che del mondo economico e finanziario. Ciò ha comportato

Dettagli

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015

IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 IL TURISMO IN PROVINCIA DI COMO NEL PERIODO MAGGIO OTTOBRE 2015. GLI EFFETTI DI EXPO MILANO 2015 Elaborazione su dati provvisori forniti dal Settore Turismo della Provincia di Como A cura di Massimo Gaverini

Dettagli

NECESSITA E FINALITA DELLA VALUTAZIONE

NECESSITA E FINALITA DELLA VALUTAZIONE NECESSITA E FINALITA DELLA VALUTAZIONE Crescita degli eventi e loro complessità determinano la necessità di valutare il valore reale di un evento sia a valle che a monte Vuoto cognitivo facendo riferimento

Dettagli

I costi per crescere un figlio/a da 0 a 18 anni. 3 rapporto Osservatorio Nazionale Federconsumatori (su dati 2015)

I costi per crescere un figlio/a da 0 a 18 anni. 3 rapporto Osservatorio Nazionale Federconsumatori (su dati 2015) I costi per crescere un figlio/a da 0 a 18 anni. 3 rapporto Osservatorio Nazionale Federconsumatori (su dati 2015) Quadro generale Le famiglie si trovano in un quadro economico nazionale che risulta sconfortante:

Dettagli

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012

GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 2012 4. GLI IMMOBILI IN ITALIA 2012 4. FLUSSI DEI REDDITI DERIVANTI DALLE LOCAZIONI DEI FABBRICATI E FLUSSI INTERTERRITORIALI 4.1 ASPETTI GENERALI In questo capitolo si presentano i dati sui canoni di

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE 2009

ANALISI CONGIUNTURALE 2009 ANALISI CONGIUNTURALE 2009 COMUNICATO Gennaio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA di Brindisi Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: dicembre

Dettagli

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO

INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO CODICE TAVOLA SOTTOCAPITOLO CAPITOLO INDICE DELLE TAVOLE PRESENTI NEI FASCICOLI TERRITORIALI NOME CAPITOLO SOTTOCAPITOLO CODICE TAVOLA DESCRIZIONE TAVOLA delle a livello. Iscrizioni/cancellazioni/stock di registrate/stock di attive

Dettagli

Regione Lombardia. Valutazione di massima dell impatto generato dal. Progetto di legge regionale per il rilancio edilizio

Regione Lombardia. Valutazione di massima dell impatto generato dal. Progetto di legge regionale per il rilancio edilizio Regione Lombardia Valutazione di massima dell impatto dal Progetto di legge regionale per il rilancio edilizio (giugno 2009) VALUTAZIONE COMPLESSIVA DELL IMPATTO ECONOMICO milioni di 1) utilizzo patrimonio

Dettagli

Struttura gerachica degli indicatori

Struttura gerachica degli indicatori Struttura gerachica degli indicatori TURISMO Flussi turistici Tempi di permanenza dei turisti Arrivi Presenze Tempo di permanenza medio Arrivi medi giornalieri (lungo tutto l'anno) Presenze medie giornaliere

Dettagli

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA

COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA DIPA DIPARTIMENTO Risorse Tecnologiche-Servizi Delegati-Statistica U.O. - Statistica e Censimento Servizio Prezzi COMUNE DI ROMA DIPARTIMENTO RISORSE TECNOLOGICHE-SERVIZI DELEGATI-STATISTICA U.O. STATISTICA

Dettagli

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B

PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B PROGRAMMA CORSO ASPP/RSPP mod. B Essendo un modulo di specializzazione, esso tratta la natura dei rischi presenti nei luoghi di lavoro, correlati alle specifiche attività lavorative. La sua durata varia

Dettagli

Le pillole di. TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani. (maggio 2014) Ufficio studi. Notizie, commenti, istruzioni ed altro

Le pillole di. TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani. (maggio 2014) Ufficio studi. Notizie, commenti, istruzioni ed altro Le pillole di Notizie, commenti, istruzioni ed altro TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani (maggio 2014) Ufficio studi a cura di : Luciano Sbraga Giulia R. Erba PREMESSA La rilevazione

Dettagli

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca

Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Giubileo 2015. Le attese delle imprese del terziario di Roma Capitale Rapporto di ricerca Roma, 17 aprile 2015 (2015-112aw R01) roma, 17 aprile 2015 2 agenda presentazione del lavoro effetti del giubileo

Dettagli