Lo sviluppo sostenibile come strumento di management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lo sviluppo sostenibile come strumento di management"

Transcript

1 Ivan Ciceri, Paolo Terni Lo sviluppo sostenibile come strumento di management (*) P. Terni, consulente Festo, si occupa di dinamica dei sistemi, complessità, comportamenti organizzativi e strumenti di gestione e governo aziendale. In particolare, sul tema sostenibilità, ha sviluppato un percorso di formazione al ruolo di eco/ mobility manager. I. Ciceri, consulente free lance si occupa di sviluppo sostenibile, dinamica dei sistemi e strategie di innovazione per le aziende (1) Errore di cui iniziamo a renderci conto nel momento in cui la qualità dell aria impone alle autorità di prendere provvedimenti restrittivi nei confronti della mobilità dei singoli cittadini e delle merci, con un notevole impatto sulla operatività della movimentazione. In questo articolo esploreremo l applicazione della sostenibilità alle pratiche di gestione aziendale. Cosa c è di interessante nel concetto di sviluppo sostenibile per le aziende? Cosa differenzia lo sviluppo sostenibile dalle altre strategie di management consolidate? Lo sviluppo sostenibile è in grado di offrire ritorni in termini di profitto, vantaggio competitivo, valore per gli azionisti o in qualche altra forma tangibile? Cercheremo di dare una risposta a queste domande. In primo luogo, è bene intendersi sui termini. Parole come sostenibile sono spesso usate a sproposito e caricate di significati impropri. Per approccio sostenibile si intende un modello di sviluppo che rimedi all errore logico della teoria capitalistica: infatti, quest ultima assegna valore ai vari stadi del processo di lavorazione industriale e della vendita dei beni, dimenticandosi però di farlo per il primo input nella catena di trasformazione: le risorse naturali (1). Considerandole come un bene gratuito e disponibile per tutti, questo modo di pensare ha di fatto introdotto tutta una serie di costi ambientali, sociali, e gestionali che solo ora, a causa del ritardo nel loop sistemico delle conseguenze, ci troviamo a pagare. Una strategia che abbia come presupposto una assegnazione di valore critico all utilizzo ottimale delle risorse naturali automaticamente consente, a chi la adopera, di collocarsi con un atteggiamento realistico e proattivo in una situazione economica di scarsità / criticità delle risorse. Non è un caso che il Dow Jones Sustainability Group Index, che censisce il portfolio delle aziende che si ispirano a questi principi, nel periodo abbia avuto una crescita del 36,1%, meglio del Dow Jones Global Index. Passando al concreto della realtà aziendale, applicare una strategia di sviluppo sostenibile vuol dire creare nuove fonti di valore partendo da un migliore utilizzo delle risorse naturali. Questo è possibile farlo: 1 - migliorando la produttività delle risorse naturali 2 - ridisegnando i processi produttivi ispirandosi a modelli biologici 3 - cambiando i modelli di business 4 - reinvestendo nel capitale naturale. Questi interventi si traducono in valore aggiunto per l azienda nelle seguenti aree: creazione di nuove opportunità controllo dei costi preferenza del consumatore riduzione dei rischi. Vediamo quindi di fare alcune considerazioni, punto per punto. Sistemi & Impresa N.3 - Aprile

2 1 - Migliorare la produttività delle risorse naturali L obiettivo è quello di eliminare gli sprechi di energia, acqua, materie prime e di tutti gli altri input del processo industriale. Possiamo individuare due strategie fondamentali per raggiungere quest obiettivo: 1 - Whole-System Design ( Progettazione Sistema Integrato ): adottare un approccio che consideri i sistemi industriali nel loro complesso piuttosto che come un insiemi di parti; 2 - utilizzo sistematico di tecnologie innovative: rimpiazzare le vecchie tecnologie industriali con nuove tecnologie basate su processi e materiali naturali. Whole-System Design e Lean Manufacturing Persone che sembrano aver avuto nuove idee spesso hanno semplicemente smesso di avere vecchie idee. La vecchia idea sostiene che realizzare un risparmio nell utilizzo delle risorse e ridurre emissioni e sprechi sia eccessivamente costoso. Del resto, venti anni fa si pensava che migliorare la qualità fosse costoso; dieci anni fa si pensava lo stesso sull applicazione delle misure di sicurezza. La nuova idea sostiene invece che risparmiare risorse sia economicamente vantaggioso. L antidoto universale alle pratiche di spreco (tempi morti, prodotti difettosi e magazzino) e all utilizzo non ottimale delle risorse è rappresentato dal lean thinking. Il lean thinking è un metodo che aggredisce il problema da quattro angolazioni diverse: creare un flusso continuo (1) di valore, così come è definito dal cliente (2), secondo la quantità e i tempi (3) richiesti dal cliente, alla ricerca costante della perfezione (4), che altro non è che l eliminazione dello spreco (di risorse e di energie). Tutti e quattro gli elementi sono essenziali al lean thinking. Per esempio, se un organizzazione adotta tecniche lean e quindi il flusso di beni scorre più veloce, ma i beni prodotti non sono richiesti dal mercato, il risultato è ancora una situazione di spreco. Ogni risultato ottenuto su uno dei quattro fronti del ILCASO FESTO L approccio Festo alla Lean Production, realizzata con successo nello stabilimento Festo di Rohrbach, segue i 5 passaggi delineati da Womack e Jones nel loro libro Lean Thinking: Banish Waste and create Wealth in Your Corporation. 1 - Definire precisamente il valore partendo dalla prospettiva del consumatore finale in termini di uno specifico prodotto con specifiche caratteristiche offerto in un preciso momento ad un certo prezzo. Nella catena del valore ciascuna entità coinvolta (società diverse o dipartimenti diversi di una stessa società) deve essere in grado di definire il valore che la riguarda dato dal proprio appartenere alla catena del valore stesso (profitto, carriere, utilizzo di sistemi produttivi esistenti). Non sempre invece ciascuna di queste entità è in grado di definire il valore da essa prodotto per il consumatore finale. 2 - Identificare l intero flusso di valore per ciascun prodotto ed eliminare lo spreco. Il flusso di valore è dato da tutte le azioni specifiche necessarie per portare uno specifico prodotto attraverso tre fasi: definizione del prodotto; information management; trasformazione fisica. Identificare il flusso del valore spesso significa scoprire molte situazioni di spreco, quali passaggi non necessari o passaggi all indietro. 3 - Realizzare i restanti passaggi necessari per la creazione di valore. Realizzare i passaggi di flusso di valore significa lavorare su ciascun progetto, ordine e prodotto in modo continuo dall inizio alla fine in modo tale che non ci siano attese, sprechi di tempo o scarti. Ciò di solito richiede l introduzione di nuove metodologie di organizzazione e di tecnologia e l eliminazione di macchinari monumentali la cui grande scala richiede un un operatività in modalità batch/push. 4 - Progettare e fornire ciò che il cliente vuole solo quando il cliente lo vuole. Lasciare che sia il consumatore finale a tirare la produzione. 5 - Cercare la perfezione. Non c è fine al processo di miglioramento e nella tensione di offrire un prodotto che tenda a coincidere con ciò che il consumatore effettivamente vuole. Si tratta di un circolo virtuoso: una definizione più precisa di valore mette alla prova i passaggi nel flusso di valore e rivela lo spreco e dare valore al flusso consente sempre di manifestare le forme di spreco nascoste. lean thinking rinforza il lavoro sugli altri, proprio perché si tratta di un intervento sistemico per eccellenza, dove tutte le variabili sono interrelate fra loro: facendo scorrere il flusso più velocemente si palesa lo spreco all interno del flusso di valore. E più forte si tira e più gli impedimenti al flusso si rivelano e possono quindi essere rimossi. Squadre dedicate ad ogni prodotto in dialogo diretto con i clienti, come avviene per lo stabilimento Festo di Rohrbach, in Germania, trovano sempre il modo di specificare il valore più accuratamente. Dire che il flusso è tirato (pull) continuamente dal cliente si Sistemi & Impresa N.3 - Aprile 2002

3 ILCASO INTERFACE Applicando l approccio whole-system si può ottenere anche di più, come è dimostrato dal seguente esempio. Interface Corporation è una multinazionale che produce moquette. Nel nuovo impianto di Shanghai un liquido doveva circolare attraverso un circuito standard di pompaggio simile a quello usato in quasi tutte le altre industrie del gruppo. Una rinomata società di ingegneria ha disegnato il progetto che richiedeva un totale di 95 cavalli di potenza. Ma prima che la costruzione incominciasse, un ingegnere di Interface si accorse che due semplicissime modifiche avrebbero ridotto la potenza richiesta a soli 7 cavalli, quindi con una riduzione di energia richiesta del 92 %. Il nuovo progetto costava meno da costruire, non richiedeva nuova tecnologia e funzionava meglio. Come è possibile che due modifiche di progettazione ottengano un risparmio di 12 volte nella potenza richiesta? In primo luogo, si sono scelti tubi di diametro maggiore che creano molto meno attrito rispetto a tubi più stretti e quindi richiedono meno energia di pompaggio. Il progettista originale aveva scelto dei tubi più stretti perché il costo maggiore di tubi più grossi non sarebbe stato giustificato dall energia di pompaggio risparmiata. Ma l ingegnere di Interface ottimizzava l intero sistema considerando non solo il costo più alto dei tubi più grossi ma anche il costo più basso del sistema di pompaggio necessario. Le pompe, i motori, i controlli dei motori e le componenti elettriche potevano infatti essere molto più piccole dal momento che non vi era meno attrito: il costo globale diminuiva. Quindi scegliere tubi grandi e pompe piccole piuttosto che tubi piccoli e pompe grandi costava comunque meno anche senza contare i futuri risparmi energetici. La seconda miglioria consisteva nel ridurre ancora di più l attrito usando tubi corti e dritti invece che tubi lunghi e curvi. Questo è possibile stendendo prima i tubi e poi posizionando le varie cisterne, bollitori e tutto l equipaggiamento che va collegato. I progettisti normalmente prima piazzano in modo arbitrario l equipaggiamento produttivo e poi collegano il tutto con i tubi. Ma la dislocazione casuale obbliga i tubi a fare numerose curve che aumentano di molto l attrito. Coloro i quali stendono i tubi non se ne preoccupano dal momento che sono pagati ad ore e più il lavoro è contorto e complesso più guadagnano. Inoltre i tubi diritti sono più facili da isolare e si isolano meglio evitando la dispersione di calore. Questo piccolo esempio ha grandi implicazioni per due motivi. In primo luogo il pompaggio è la principale applicazione dei motori e i motori usano di solito tre quarti di tutta l energia di un industria. Inoltre i circuiti di pompaggio di Interface mostrano come dei piccoli cambiamenti nella mentalità di progettazione possono condurre a grandi risparmi di risorse. Il modo di pensare whole-system può aiutare i manager a trovare i piccoli cambiamenti che permettono grandi risparmi e questi cambiamenti costano poco, sono gratis o addirittura meglio che gratis perché rendono l intero sistema più economico da costruire. gnifica che niente viene prodotto a monte se a valle qualcuno non lo richiede. È l opposto dell approccio push seguendo il quale si produce grandi quantità di beni in anticipo basandosi sulle previsioni di domanda. Cosa sempre più difficile da fare in un mercato sempre più interconnesso e quindi imprevedibile. Il vecchio sistema è talmente incorporato nelle organizzazioni che per applicare la lean manufacturing è necessaria una completa destrutturazione e riorganizzazione del proprio approccio (anche mentale) alle logiche produttive. Tecnologie innovative Già oggi sono disponibili a buon prezzo parecchie tecnologie innovative che consentono di realizzare processi industriali in modo più efficiente e con un minimo impatto ambientale. Le barriere alla realizzazione di processi lean a questo punto sono più di natura culturale che economica o tecnica. Prendiamo ad esempio quella che è stata il paradigma dell industrializzazione, l industria automobilistica: il prodotto medio di tale industria non è di certo efficiente! Sistemi & Impresa N.3 - Aprile

4 Solo l 1% dell energia consumata dall automobile è usata per muovere colui che guida l auto - che poi sarebbe la ragione d essere del veicolo; infatti, in media, solo il 15-20% dell energia generata dalla combustione di carburante nel motore raggiunge le ruote per la trazione (il resto si perde nel motore stesso e nella trasmissione); di questo 15-20%, poi, solo una piccola parte serve per muovere il guidatore (intorno al 5%); il resto serve per muovere la massa dell automobile. un vero spreco, insomma! Già da un paio d anni il Rocky Mountain Institute ha sperimentato la fattibilità della Hypercar, un auto che integra le migliori tecnologie esistenti e che arriva a ridurre i consumi fino all 85% e la quantità di materiale usato per produrre le auto fino al 90%! 2 - Ridisegnare i processi produttivi ispirandosi a modelli biologici (Closed-loop Manufacturing) Il closed-loop manufacturing è un metodo per creare nuovi prodotti e processi senza sprechi. Il concetto principale che anima questo approccio è che lo spreco / prodotto di scarto di un processo industriale può essere materia prima di un altro processo industriale. Adottando tale metodo, ogni output o torna nell ecosistema come fonte di cibo per altri processi naturali/organici, oppure viene inserito in un altro ciclo produttivo. Infatti, se è vero che l efficienza a livello di singola azienda può generare considerevole valore, ancor maggiore è la potenzialità se la logica viene applicata a più aziende che collaborano tra loro (a questo proposito si pensi all opportunità offerta dal sistema dei distretti industriali italiani). Gli scarti di un azienda possono diventare input per un altra. Un management integrato di scarti e risorse può tagliare i costi di trasporto, i costi ambientali ed i costi connessi con gli sprechi. La closed-loop manufacturing non è una semplice teoria. In alcuni Paesi sono già state prese iniziative per incoraggiare le aziende a pensare in questi termini. In Germania, ad esempio, molte aziende sono per legge responsabili dei loro prodotti, anche quando sono diventati rifiuti. Per l Italia si pensi alle strategie recentemente adottate da Merloni. Tornando alla dimensione aziendale: Interface, azienda che si occupa di rivestimenti interni, utilizza un nuovo materiale di propria invenzione per la pavimentazione, il Solenium, il quale può essere completamente riciclato in un nuovo prodotto identico. La strategia verde di Interface non solo ha guadagnato il plauso degli ambientalisti, ma si è anche rivelata una strategia remunerativa. Dal 1993 al 1998, le entrate sono più che raddoppiate, i profitti sono più che triplicati e il numero di dipendenti è aumentato del 73%. La Collins Pine Companies, che basa le sue attività sulla lavorazione del legno, ha ridotto di 8 milioni di litri il consumo annuale d acqua semplicemente recuperando la condensa dalle proprie caldaie industriali, con un semplice sistema di tubazioni che ha consentito un risparmio di US$ per anno (2). 3 - Cambiare i modelli di business (Solutions-based Business Models) Non basta cambiare modo di produrre: per sfruttare appieno le opportunità offerte da un approccio sostenibile, occorre anche avere un modello di business che articoli queste possibilità e capitalizzi su di esse. La stessa Interface di cui abbiamo parlato poco sopra, ha costruito il proprio modello di business partendo da una semplice considerazione: i clienti vogliono camminare sulla moquette, vogliono vedere la moquette in casa, ma non necessariamente possederla. Considerando poi che la pavimentazione va cambiata ogni 10 anni per via dell usura e semplicemente inviata in discarica, Interface ha deciso di interrompere questo ciclo improduttivo trasformandosi da una società che vende e installa moquette ad una società che fornisce servizi di pavimentazione. Con il programma Evergreen Lease, (2) The Natural Step newsletter, autunno Sistemi & Impresa N.3 - Aprile 2002

5 ILCASO IKEA Dopo una rapida espansione, negli anni 80 la crescita dell IKEA si arrestò quando toccò un muro, una barriera che non era stata prevista in quanto nessun sistema di bilancio o di forecasting aveva voci per incasellare il fenomeno. Questo limite era rappresentato da una serie di domande che i clienti iniziarono a fare; domande tipo: le lampade alogene causano il cancro? : oppure: le vostre librerie sono fatte con legno proveniente da foreste tropicali? ; quali materiali usate per lucidare i vostri mobili?. Queste domande rappresentavano una maggiore consapevolezza dei consumatori sulle tematiche ambientali - e non avere risposte sufficientemente buone era un costo. Si è calcolato, ad esempio, che solo il caso, emerso in una serie di documentari TV, dell elevata tossicità dei materiali utilizzati per rendere lucido il legno dei mobili Ikea abbia portato ad un costo per l azienda di più di 10 milioni di dollari in mancate vendite. Contemporaneamente, sotto lo scrutinio costante dei media e dei legislatori, emersero altri problemi: la quantità di formaldeide impiegata nei prodotti Ikea risultò superiore a quanto ammesso dalla legge danese, con conseguente denuncia, cattiva immagine, ed un calo di vendite del 20%. A questo si aggiunsero le critiche e le campagne stampa dove l Ikea si trovò sotto accusa, via via, per lo spreco di materiali di imballaggio, per l uso eccessivo di plastiche PVC, e per la maniera non ecologica con cui venivano prodotti i cataloghi. Si trattava di tutta una serie di problemi nuovi che non coinvolgevano solo aspetti tecnici, ma anche legali e di immagine presso i consumatori; l unica cosa certa, però, era che questi problemi avevano un effetto concreto sul bilancio. L azienda si avvalse allora dei protocolli indicativi forniti dall organizzazione non governativa e no profit The Natural Step. Costruendo su questi, elaborò un programma di formazione a tappeto per tutti i dipendenti, dove venivano formulate le linee guida di ogni prodotto IKEA: costruito utilizzando al minimo sostanze estratte dalla terra, nessun danno all ambiente durante la fase di produzione, assenza nel prodotto di sostanze chimiche non naturali e non biodegradabili, minimo impatto ambientale nell utilizzo del prodotto, reintegrazione delle risorse (naturali ed umane) là dove venivano prese. Questi principi divennero poi delle parole chiave che dovevano essere applicabili ad ogni prodotto Ikea: Riciclabile Biodegradabile Differenziabile Naturale Di lunga durata Di qualità Efficiente (in uso e in produzione) Riutilizzabile. I benefits per l Ikea di questo processo di cambiamento culturale sono stati: - La creazione di una consapevolezza e cultura della sostenibilità a tutti i livelli. - La definizione di una identità aziendale basata su principi base di rispetto ambientale. - La costruzione di una immagine environmentally friendly per i consumatori, e conseguente aumento vendite. - La ri-analisi dei processi aziendali che ha portato ad individuare parecchie aree di miglioramento ed innovazione. - Un quadro di riferimento per incoraggiare i dipendenti a trovare soluzioni innovative e a fare quei piccoli passi che presi insieme danno la misura del cambiamento aziendale. Sostenibilità è la parola chiave per il futuro non è sufficiente essere amici dell ambiente - dobbiamo adattarci ad esso. - Anders Moberg, Presidente, IKEA Sistemi & Impresa N.3 - Aprile

6 Interface non vende più moquette ma un servizio di pavimentazione : con il pagamento di una tariffa mensile, Interface garantisce di mantenere il pavimento del cliente in ordine e pulito.ispezioni mensili controllano e rimpiazzano le parti rovinate. Inoltre affittare la pavimentazione può rappresentare un vantaggio fiscale per il cliente, dal momento che è una spesa deducibile dalle tasse. Il risultato è che il cliente ottiene un servizio migliore e più economico che al produttore costa molto meno fornire. Il cambiamento di Interface verso la fornitura di un servizio piuttosto che la vendita di un prodotto, è cambiamento fondamentale rispetto al modello tradizionale seguito dalla maggior parte delle aziende manifatturiere, che ancora guardano ai loro business come macchine per produrre e vendere prodotti - quindi più prodotti si vendono e meglio è. In realtà ogni modello che spreca risorse spreca denaro. In ultima analisi, questo modello tradizionale non sarà in grado di competere con un modello di servizio che enfatizza la soluzione dei problemi e che prevede la costruzione di relazioni di lunga durata con i clienti piuttosto che semplicemente fare e vendere prodotti (solutions economy). Interface non è la sola: Schindler (ascensori) affitta servizi di trasporto verticali, Dow Chemical e Safety-Kleen vendono servizi invece che vendere solventi, perché così facendo si possono usare gli stessi solventi diverse volte abbassando i costi. La divisione Carrier di United Technologies, il più grande produttore mondiale di condizionatori d aria, sta spostando il proprio business dalla vendita di condizionatori alla fornitura di servizi di comfort. Fare condizionatori più duraturi e più efficienti può compromettere le vendite future ma fornisce ai clienti ciò che loro cercano: il comfort migliore al prezzo più basso. Carrier sta andando oltre: insieme ad altre società progetta e costruisce edifici più efficienti che necessitano meno aria condizionata. Carrier sarà pagata per fornire un certo livello di comfort a prescindere dal modo in cui il comfort viene fornito. Quindi i profitti più alti deriveranno dalla fornitura delle soluzioni migliori piuttosto che dalla vendita di più prodotti. Il comfort con poca o niente aria condizionata (per mezzo di edifici meglio disegnati o altre soluzioni) funziona meglio e costa meno di comfort con molta aria condizionata, quindi Carrier sarà stimolata a trovare margini di profitto nel migliorare queste aree. Lo spostamento verso un modello di business basato sui servizi consente dei vantaggi non solo per coloro i quali partecipano al business, ma in generale per tutta l economia. Infatti un economia basata sul flusso di servizi riduce la volatilità e la ciclicità proprie dei mercati di beni introducendo al contrario un economia più stabile basata su contratti anche pluriennali di fornitura di servizi. 4 - Reinvestire in natural capital Il fondamento del capitalismo è il prudente re-investimento dei guadagni in capitale produttivo. I natural capitalists, coloro che seguono un approccio sostenibile e che hanno aumentato la produttività delle risorse, chiuso i circuiti di produzione e spostato i loro business verso modelli basati sulla fornitura di servizi, hanno ancora un obiettivo da raggiungere: restaurare, sostenere ed espandere la più importante forma di capitale - il loro habitat naturale e la risorsa biologica di base. Quando un azienda manifatturiera si accorge che un suo fornitore di componenti chiave non riesce a soddisfare le richieste e a smaltire gli ordini, prende delle immediate iniziative per evitare che la produzione debba essere fermata. L ecosistema è un fornitore di componenti chiave per la vita del pianeta e incomincia a non essere più capace di smaltire gli ordini. Il fallimento nel proteggere e nel reinvestire nel capitale naturale può colpire i ricavi di un azienda indirettamente. Molte società stanno scoprendo che la percezione del pubblico della responsabilità ambientale, o la sua mancanza, può influire sulle vendite. Ad esempio, MacMillan Bloedel, indicata dagli attivisti ambientalisti come azienda inquinante, ha perso quasi il 5% delle vendite da un giorno all altro quando fu rifiutata come fornitore da Scott Paper 40 - Sistemi & Impresa N.3 - Aprile 2002

7 ILCASO RONDECO La società svedese Rondeco ha trasformato un vecchio cementificio in un impianto per lo smaltimento di rifiuti e la produzione di compost. Come si è giunti alla creazione di un business molto redditizio partendo da diverse situazioni problematiche. La quantità di rifiuti solidi urbani prodotti in Europa è in costante crescita, le discariche non rappresentano più una soluzione adeguata (come dimostrato anche dai recenti fatti di cronaca in Italia) ed infine l Unione Europea richiede che in 8 anni le discariche di rifiuti biodegradabili siano ridotte del 50% rispetto i livelli del Infine l inquinamento da fertilizzanti chimici e l impoverimento del suolo sono problemi sempre più riscontrati. L industria del cemento è in crisi, negli ultimi anni abbiamo assistito al crollo della domanda di cemento. In Europa vi sono diversi cementifici non più competitivi. L unica soluzione sembrerebbe essere quella di incrementare sensibilmente le quantità prodotte per contenere i costi. Inoltre i cementifici inquinano e sono quindi necessari robusti investimenti per abbattere le emissioni inquinanti. Anche a voler smantellare i vecchi impianti cementifici bisogna considerare che i costi di smantellamento di un cementificio sono molto elevati. Due ingegneri svedesi hanno fondato Rondeco una società per convertire i vecchi forni di cementifici in grandi unità di compostaggio. L idea iniziale di Rondeco era semplicemente quella di applicare il processo ad un vecchio cementificio a sud di Stoccolma. Nel 1996 l idea si è evoluta e il concetto ZERI (ZERO EMISSIONI) è stato introdotto in Rondeco riuscendo ad implementare un circolo virtuoso economico per l intera area. Usando il forno del vecchio cementificio si può produrre compost a prezzi e qualità competitivi rispetto i fertilizzanti sintetici mentre costruire un impianto di questo tipo ex novo risulterebbe troppo costoso. Ci guadagnano tutti: il cementificio risparmia sui costi di dismissione, la città aumenta la vita delle sue discariche e i coltivatori comprano compost a prezzi competitivi. Il nucleo dell operazione è il forno del cemento. E un tunnel lungo 80 metri, di acciaio spesso 5 centimetri, ruotante, ben chiuso: è l elemento centrale del processo di compostaggio. L uso del forno da cemento per il compostaggio permette di processare 300 o anche 1000 tonnellate al giorno per materiale non assortito. Una nuova unità di compostaggio di quelle dimensioni costruita ex novo e non potrebbe mai contare sulla qualità e l infrastruttura offerta da un ex cementificio: molo, silos per materie prime e prodotti finiti, stazioni di pesatura e nastri trasportatori. Una normale unità di compostaggio ben difficilmente potrebbe permettersi una tale infrastruttura. In aggiunto ai rifiuti solidi urbani il forno può accogliere anche le acque reflue. L integrazione del fango nel forno aiuta la fase di compostaggio aggiungendo acqua e principi nutritivi ai rifiuti domestici. I rifiuti dopo una scelta iniziale vengono caricati nel forno composter. Il composter è formato da 3 compartimenti e la mistura resta un giorno in ciascun comparto. L attività microbiologica scompone il materiale organico in compost in 3 giorni senza aggiunta di calore né di sostanze chimiche. Durante il secondo giorno la temperatura del processo raggiunge i 70 gradi centigradi. Dal momento che non vengono utilizzate nel processo operazioni di spezzettamento i materiali non biodegradabili escono intatti dal composter. Questo permette di separare i materiali non biodegradabili e di utilizzarli successivamente per essere riciclati. Il compost deve poi maturare per un periodo di 6 settimane dopo di che viene seccato ed è pronto per essere venduto. Il progetto di Rondeco va oltre: una grande serra riscaldata sarà costruita, infatti la fase di compostaggio genera calore e diossido di carbonio (utilizzabile ad esempio per coltivazione di pomodori). Il progetto Rondeco è un esempio di come il natural capitalism possa rappresentare un efficiente metodologia utile per risolvere situazioni critiche e realizzare nuove e redditizie opportunità di business. Sistemi & Impresa N.3 - Aprile

8 e Kimberly-Clark. Spesso queste azioni degli ambientalisti servono ad introdurre un approccio sostenibile nelle aziende prese di mira, come è successo per la Home Depot, la Sony e la Burger King, prese di mira dal Rainforest Action Network e poi rivoltesi ad organizzazioni non-governative e di consulenza per cambiare le proprie practices e non essere più oggetto di boicottaggio ed altre forme di pressione. Numerosi studi dimostrano che le società all avanguardia nell implementare cambiamenti che aiutano a proteggere l ambiente tendono a guadagnare dei vantaggi sproporzionati rispetto alle società percepite come irresponsabili su queste tematiche. Molti analisti ritengono che un forte impegno ambientale rappresenti un indicatore affidabile di profittabilità. Non solo: integrare lo sviluppo sostenibile con l analisi dei rischi permette di arrivare ad un risk management a 360. Un azienda può infatti ridurre le perdite evitabili uscendo dai business che considera non sostenibili. In una situazione in cui le società competono per i talenti migliori, le società con valori fondamentali forti, come è il caso delle aziende che hanno abbracciato l approccio sostenibile, hanno maggiori possibilità di attrarre e trattenere i migliori individui. Si riscontra spessissimo che quando la visione di una società è in linea con quella del lavoratore, l organizzazione guadagna in performance e innovazione. Valori, comunicazione e innovazione: questi sono gli elementi necessari alla trasformazione. In sintesi, sebbene molte aziende ancora non si preoccupino dell impatto ambientale delle loro attività, è ormai dimostrata la profittabilità di un approccio sostenibile. La società di consulenza Arthur D. Little ha condotto ricerche su un gruppo di business leader americani ed europei e ha trovato che l 83% di loro è già convinto di poter ottenere valore reale di business implementando un approccio di sviluppo sostenibile alla strategia e alle operations. Basta dare un occhiata ai nomi e ai contenuti dei 42 - Sistemi & Impresa N.3 - Aprile 2002 più importanti programmi di cambiamento aziendale realizzati negli ultimi tempi: ad esempio, l Iniziativa di Integrazione della Sostenibilità, programma lanciato dalla Nike il 30 agosto 1999 e concluso con successo nel maggio 2000, e che ha coinvolto 100 fra i più influenti leader e manager dell azienda; questo progetto nasce dal successo del N.E.A.T. (Nike Environmental Action Team), un team con il compito di coordinare azioni globali relative all ambiente - i suggerimenti del Team hanno portato ad un risparmio di 4.5 milioni di dollari l anno, senza contare i benefici di immagine dovuti ad altre iniziative relative al packaging ed al riciclo dei prodotti (3). Rimane il problema di come fare, di come applicare tutto questo in pratica. Ormai anche per l implementazione esistono delle strategie già consolidate e sperimentate con successo. Si pensi al The Natural Step (vedi anche riquadro dedicato al caso Ikea ); si tratta di una organizzazione non governativa e no-profit che si dedica al diffondere una cultura della sostenibilità presso aziende ed enti pubblici e governativi. Condensando i dati scientifici che sono alla base della necessità di una strategia sostenibile in 4 principi di semplice assimilazione: 1 - Le sostanze estratte dalla crosta terrestre non devono aumentare in modo sistematico nell ambiente; 2 - Le sostanze prodotte dall uomo non devono aumentare in modo sistematico nell ambiente; 3 - Le basi fisiche per la produttività e la diversità della natura non devono essere sistematicamente deteriorate; 4 - Deve esserci un uso giusto ed efficiente delle risorse nel rispetto del soddisfacimento dei bisogni di tutte le persone), gli incontri delle comunità locali con TNS offrono ai partecipanti un occasione di riflessione sulle loro pratiche di business e sulle possibilità di costruire una rete di attività integrate sostenibili sul territorio. È anche un occasione di interiorizzare un framework che serva da bussola nel disegnare specifiche soluzioni che vadano verso la sostenibilità. (3) The Natural Step newsletter, primavera 1999

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Idee brillanti con l alluminio. NOVELIS OHLER Flexible Tubes Molto più che solo flessibile

Idee brillanti con l alluminio. NOVELIS OHLER Flexible Tubes Molto più che solo flessibile Idee brillanti con l alluminio NOVELIS OHLER Flexible Tubes Molto più che solo flessibile NOVELIS Il vostro specialista per soluzioni in alluminio, con valore aggiunto Europa LA NOSTRA ESPERIENZA PER INFINITE

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria A cura di NE Nomisma Energia Srl Responsabile di Ricerca: Davide Tabarelli (Presidente), Carlo Bevilacqua Ariosti

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore Mod Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore DIAMO VALORE AL VOSTRO EDIFICIO u v x OTIS presenta l ammodernamento con una tecnologia innovativa ad alta efficienza energetica u w v Azionamento

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Brochure La verità sull inchiostro

Brochure La verità sull inchiostro Brochure La verità sull inchiostro Sommario Fai clic sui collegamenti per vederne i paragrafi 1 mito: Le cartucce non originali HP sono affidabili tanto quanto le cartucce originali HP. 2 mito: La resa

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA

IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA IL SETTORE INDUSTRIALE & ISTITUZIONALE DI ASSOCASA Igiene, norme e sostenibilità: profilo di un settore in continua trasformazione assocasa.federchimica.it Indice 1. Introduzione al settore pag. 3 2. Le

Dettagli

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile Più intelligenti e più ecologici Consumare e produrre in maniera sostenibile 1 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Nuovi limiti di qualità dell aria

Nuovi limiti di qualità dell aria Nuovi limiti di qualità dell aria DEA - Dipartimento di Energia e Ambiente - CISM http://www.cism.it/departments/energy-and-environment/ Premessa Le emissioni inquinanti si traducono in concentrazioni

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli