Artefatti intelligenti: Aritmetica Maria G. Bartolini Bussi Università di Modena e Reggio Emilia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Artefatti intelligenti: Aritmetica Maria G. Bartolini Bussi Università di Modena e Reggio Emilia"

Transcript

1 Artefatti intelligenti: Aritmetica Maria G. Bartolini Bussi Università di Modena e Reggio Emilia

2

3 Seconda Primaria

4

5

6 Seconda Primaria

7

8 Quinta Primaria

9 Seconda Primaria

10 Quinta Primaria

11 Quinta Primaria

12 Prima Secondaria / Quinta Primaria

13

14 Un antico manoscritto

15 Artefatti intelligenti Questo non è intelligente! Perché?

16 Artefatti intelligenti Questo è intelligente! Perché?

17 Artefatti intelligenti

18 Artefatti intelligenti Questo è intelligente! Ma è difficile: ha una componente di convenzionalità molto impegnativa (valore posizionale)

19 Artefatti intelligenti Questo è intelligente! Ma è difficile: non si presta a esercizi veloci di conteggio oltre il 9

20 Artefatti intelligenti prima dell abaco Dall inizio della scuola primaria Dall inizio della scuola primaria alla secondaria di primo grado

21 Artefatti intelligenti prima dell abaco Dall inizio della scuola primaria

22 Il libro PARTE 1 L insegnamentoapprendimento della matematica attraverso diverse culture: Italia e Cina 1. Un quadro di riferimento per sostenere le buone pratiche degli insegnanti 2. La Cina 3. Approfondimenti

23 I temi PROCESSI Contare Rappresentare i numeri (notazione posizionale) Risolvere problemi aritmetici Avviare al pensiero algebrico

24 I temi PROCESSI Contare Rappresentare i numeri (notazione posizionale) ARTEFATTI Cannucce (non solo) Risolvere problemi aritmetici Avviare al pensiero algebrico Problemi con variazione

25 I temi PROCESSI Contare Rappresentare i numeri (notazione posizionale) Risolvere problemi aritmetici Avviare al pensiero algebrico PROVE INVALSI di II e V primaria Risultato importante della ricerca internazionale

26 Il libro PARTE 1 L insegnamentoapprendimento della matematica attraverso diverse culture: Italia e Cina 1. Un quadro di riferimento per sostenere le buone pratiche degli insegnanti 2. La Cina 3. Approfondimenti

27 Cannucce

28 Perché questi temi: INVALSI (e Indicazioni) AMBITO PREVALENTE Numeri SCOPO DELLA DOMANDA Verificare il possesso di strategie di conteggio. PROCESSO PREVALENTE Conoscere e utilizzare algoritmi e procedure. Indicazioni nazionali Contare oggetti o eventi, a voce e mentalmente, in senso progressivo e regressivo e per salti di due, tre, RISULTATI DEL CAMPIONE Mancata risposta: 1,3 Errata: 42,6 Corretta: 56,1

29 Cannucce per contare fino dai tre anni

30 Cannucce per rappresentare i numeri in base dieci dalla prima elementare

31 Da un libro cinese Inizio prima elementare

32 Da un libro cinese 36-28

33 Da un libro cinese 36-28

34 36 28? 36-28= 12? problema Valore posizionale

35 problema 36 28? bambino Slego un fascetto e prendo i bastoncini che mi servono Valore posizionale cultura 36-28= 8.. con il prestito di una decina

36 36 28? Legar problema bambino e slegar e Valore posizionale cultura Comporre Scomporre 36-28= 8.. con il prestito di una decina

37 problema C è un potenziale semiotico nelle cannucce il doppio legame tra una consegna (alla portata dei bambini) e Valore posizionale quel particolare elemento del sapere da insegnare

38 problema Dove agisce l insegnante? bambino Segni, testi situati Valore posizionale cultura Segni, testi matematici

39 UN QUADRO METODOLOGICO MEDIAZIONE SEMIOTICA

40

41 UN QUADRO METODOLOGICO IL CICLO DIDATTICO

42

43

44

45

46 IN ITALIA Conti A. (1920), Aritmetica per la prima classe elementare, Firenze, Bemporad e Figlio.

47 IN ITALIA 1929 Anni 50

48 Modello delle scatole trasparenti Ho tre decine e quattordici unità. Che numero è? Scuola estiva seconde 48

49 Modello delle scatole trasparenti Ho tre decine e quattordici unità. Che numero è? Scuola estiva seconde 49

50 Modello delle scatole trasparenti 3 decine e 14 unità Scuola estiva seconde 50

51 Modello delle scatole trasparenti Lego i fascetti che posso e li metto nella scatola Scuola estiva seconde 51

52 Modello delle scatole trasparenti Scuola estiva seconde 52

53 Modello delle scatole trasparenti 4 decine e 4 unità Scuola estiva seconde 53

54 Artefatti intelligenti prima dell abaco Dall inizio della scuola primaria alla secondaria di primo grado

55 Il libro Libro in preparazione Pascalina Michela Maschietto

56 Che cos è la Pascalina? Zero+1 Quercetti da un idea di F. Arzarello

57 Nota storica: la pascalina. invenzione che consente di eseguire ogni genere di operazione aritmetica, in modo nuovo e comodo.. Questa macchina semplifica ed elimina nelle sue operazioni tutto quanto è superfluo, il più incompetente troverà tanti vantaggi quanto il più esperto. Senza trattenere o prendere a prestito nulla, la macchina fa da sola quanto l operatore desidera, senza che lui se ne debba in alcun modo preoccupare.

58 Nota storica: la pascalina Dal film Blaise Pascal di Roberto Rossellini (1972)

59 Nota storica: la pascalina William Schickard 1623

60 Nota storica: la pascalina Klein (1924) così commenta il senso delle macchine da calcolo ed in particolare della Brunsviga.

61 Nota storica: la pascalina Mi sia permesso riassumere osservando che il principio teorico della macchina è molto elementare e rappresenta semplicemente una realizzazione tecnica delle regole che si usano sempre nel calcolo numerico [ ]. (Felix Klein)

62 Nota storica: la pascalina Nell esistenza di una tale macchina vediamo una incontestabile conferma che solo le regole dell operazione, e non il significato dei numeri, sono importanti nel calcolo; perché la macchina può seguire solo queste; è costruita per fare esattamente questo; non potrebbe cogliere intuitivamente il significato dei numeri. (Felix Klein)

63 Nota storica: la pascalina Non riterremo dunque accidentale che un uomo come Leibniz, pensatore astratto di primo livello, e uomo di grande talento pratico, sia stato, al tempo stesso, sia il padre della pura matematica formale che l inventore di una macchina calcolatrice. (Felix Klein)

64 Che cos è la Pascalina?

65 Analisi del potenziale semiotico Alcuni significati matematici: Rappresentazione polinomiale dei numeri in base dieci. Algoritmi di addizione e sottrazione in base dieci. Collegamento tra aspetti semantici ed aspetti sintattici.

66 Primo esempio (classi prima e seconda elementare) (Mara Boni) 66

67 Analisi del potenziale semiotico Alcuni significati matematici: Rappresentazione polinomiale dei numeri in base dieci. Algoritmi di addizione e sottrazione in base dieci. Collegamento tra aspetti semantici ed aspetti sintattici.

68 Conta usando la pascalina Rappresentazione polinomiale dei numeri. Collegamento tra aspetti semantici e sintattici Prima elementare: Mara Boni

69 Conta usando la pascalina Rappresentazione polinomiale dei numeri. Collegamento tra aspetti semantici e sintattici Prima elementare: Mara Boni

70 La filastrocca di Alice

71 La filastrocca di Alice Da zero si va avanti di uno e si fa zero più uno. Dall uno si va avanti di uno e si fa uno più uno. Dal due si va avanti di uno e si fa due più uno. Dal tre si va avanti di uno e si fa tre più uno. Dal quattro si va avanti di uno e si fa quattro più uno. Dal cinque si va avanti di uno e si fa cinque più uno. Dal sei si va avanti di uno e si fa sei più uno. Dal sette si va avanti di uno e si fa sette più uno. Dall otto si va avanti di uno e si fa otto più uno. Dal nove si va avanti di uno e si fa nove più uno. 71

72 La filastrocca di Alice VOCE: Dieci. INSEGNANTE: Dieci. Abbiamo il dieci. Avete visto? Dopo il nove siamo andati avanti di uno e si è formato il dieci. Sai andare avanti ancora un po? Dai! ALICE: Dal dieci si va avanti di uno e si fa dieci più uno e con l uno si mette un altro uno e diventa undici. Poi vai avanti di uno e diventa.. INSEGNANTE: Scusate, sempre con la ruotina di destraeh, la ruotina gialla di destra, sempre la ruotina gialla Alice muove. Alice, Marta, sempre sta muovendo la ruota di destra, Alice muove qui, correttamente qui, non lì, Marta, qui. Ecco qui, avete visto?, sempre qui va avanti di uno, vero Alice? ALICE 72

73 La Pascalina Apre, fino dalla prima elementare, a nuove avventure (addizioni-sottrazioni con numeri fino a 3 cifre; addizioni e sottrazioni per iterazione dell operatore +1 o -1 e per decomposizione del numero in unità, decine, centinaia, ecc.) Suggerisce la realizzazione di procedure facilmente automatizzabili Per i bambini di livello alto Per i bambini che le inventano con difficoltà spontaneamente che le possono imitare 73

74 Dentro lo schema La risposta di Alice, colta al volo dall insegnante e proposta a tutti come modello da imitare, mette a disposizione di tutti il collegamento tra Artefatto (le ruote, andare avanti, girare, i gesti, diventa, l uno che si mette con un altro uno, diventa ) Matematica (i numerali nell ordine standard, l operatore +1,..).

75 Dentro lo schema La risposta di Alice, colta al volo dall insegnante e proposta come modello da imitare, mette a disposizione di tutti il collegamento tra Aspetti sintattici (la conta realizzata in modo automatico) Aspetti semantici (il numero degli scatti necessari)

76 Qualche mese dopo (seconda elementare) Prova individuale con una pascalina a testa: Costruisci il numero 23 e spiega con parole e disegni come hai fatto (partendo da zero).

77 Qualche mese dopo (seconda elementare)

78 Qualche mese dopo (seconda elementare)

79 Qualche mese dopo (seconda elementare)

80 Qualche mese dopo (seconda elementare)

81 Una nuova consegna (di natura semiotica) Spiega come hai fatto. Puoi aiutarti con queste parole (o numeri). Avanti di 1 Rumoretto Che numero è? Scrivilo in parole. Clic clac / zzz / tru tri /tic tac Vado di 1 Vado avanti di 1 +1

82 Restituisce agli allievi e dà valore ai segni da loro prodotti. In molti protocolli gli allievi disegnano mani, evocando gesti. Sono segni-artefatto che evocano l esperienza concreta (situata). Dovranno essere trasformati in segni matematici. Una nuova consegna (di natura semiotica)

83 Secondo esempio (classe quarta elementare) (Franca Ferri) 83

84 Analisi del potenziale semiotico Alcuni significati matematici: Rappresentazione polinomiale dei numeri in base dieci. Algoritmi di addizione e sottrazione in base dieci. Collegamento tra aspetti semantici ed aspetti sintattici.

85 Algoritmi di addizione in base dieci Quarta elementare: Franca Ferri

86 La consegna (individuale) Scrivi le istruzioni d uso della Pascalina per l operazione di addizione (caso particolare suggerito: )

87 Christian: Due protocolli Ho scritto il primo addendo, 28, poi ho aggiunto il secondo, ruotando in senso orario la rotella delle unità quattro volte e la rotella delle decine una sola volta. Il risultato è 42. Orlando: Ho scritto il numero 28, poi ho girato in senso orario 14 volte la ruota in basso a destra, quella delle unità. Il risultato è 42.

88 Algoritmi di addizione in base dieci

89 INTENZIONE DELL INSEGNANTE Algoritmi di addizione in base dieci Testi (segni) matematici

90 Una nuova consegna Guarda che cosa hanno scritto Christian e Orlando per calcolare sulla pascalina: Prova a scrivere le espressioni matematiche che rappresentano i due diversi procedimenti.

91 Una nuova consegna Guarda che cosa hanno scritto Christian e Orlando per calcolare sulla pascalina: Prova a scrivere le espressioni matematiche che rappresentano i due diversi procedimenti.

92 Globalmente Usano solo i segni matematici (7/23) Usano segni matematici e linguaggio iconico (2/23) Usano segni matematici e linguaggio verbale (10/23) Usano segni matematici, linguaggio verbale e linguaggio iconico (4/23)

93 Solo segni matematici (M. Y. N.) Christian = ( ) + (4 + 8) = = = = 42 Orlando = (20 + 8) + ( ) = = 20 + ( ) = = = = 42

94 Segni matematici e linguaggio iconico

95 Segni matematici e linguaggio verbale Le due operazioni sono le stesse, solo che cambia come le svolgono. Christian: da + 4 u = 42 Orlando: = 42 (L. F.)

96 Segni matematici, linguaggio verbale ed iconico (L. A.)

97 Terzo esempio (classe prima media) (Rossella Garuti) 97

98 Analisi del potenziale semiotico Alcuni significati matematici: Rappresentazione polinomiale dei numeri in base dieci. Algoritmi di addizione e sottrazione in base dieci. Collegamento tra aspetti semantici ed aspetti sintattici.

99 Potenzialità della pascalina (esempio di macchina matematica) È un artefatto polisemico. L introduzione in classe non determina in modo automatico il modo in cui è usato e concettualizzato dagli allievi. Crea potenzialmente - le condizioni per generare la produzione di voci diverse (la polifonia di Bachtin) per una discussione matematica. 99

100 Le prime consegne Disegna e descrivi come è fatta la Pascalina senza farla girare. Descrivi come funziona.

101 Le prime consegne Disegna e descrivi come è fatta la Pascalina senza farla girare.

102 Le prime consegne Descrivi come funziona. Quando la ruota in basso a destra arriva a 9 fa muovere la ruota arancione che a sua volta muove la seconda ruota gialla. Le ruote arancioni si muovono quando una gialla arriva a 9. Le ruote dentate gialle si possono muovere sia in senso orario che antiorario. Secondo me le ruote arancioni servono a far muovere le ruote gialle

103 Problemi autoposti Come fare per far muovere tutte e cinque le ruote insieme? Con qualsiasi numero che finisce per 00 facendo un clic dell ultima ruota a destra in senso antiorario si muovono tutte e cinque le ruote Con tutti i numeri che finiscono per 99, facendo un clic dell ultima ruota a destra in senso orario si muovono tutte e cinque le ruote

104 Altri problemi Eseguire una moltiplicazione Eseguire una divisione Eseguire un addizione girando la ruota delle unità solo in verso orario Eseguire un addizione minimizzando il numero degli scatti (dei passi): es Eseguire una sottrazione mnimizzando il numero degli scatti (dei passi): es Congetturare che cosa può avvenire

105 Il gioco voci-eco

106

107

108 Altri riferimenti storici Pascal.htm

109 Alcuni riferimenti Tesi di dottorato di Rossella Garuti: regionale.html Volume del progetto Regionale: tto-regionale-emilia-romagna/risultati-delprogetto/libro-progettoregionale/documento html

110 Prestito Pascaline Laboratorio di Macchine Matematiche presso il Liceo Aldo Moro di Reggio Emilia rio-macchine-matematiche/

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta

Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Sistema di numerazione binario, operazioni relative e trasformazione da base due a base dieci e viceversa di Luciano Porta Anche se spesso si afferma che il sistema binario, o in base 2, fu inventato in

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE

I SISTEMI DI NUMERAZIONE Istituto di Istruzione Superiore G. Curcio Ispica I SISTEMI DI NUMERAZIONE Prof. Angelo Carpenzano Dispensa di Informatica per il Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate Sommario Sommario... I numeri...

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito Numero di

Dettagli

Esperienza condotta nelle classi prime del plesso G. Marconi. nell anno scolastico 2011/2012

Esperienza condotta nelle classi prime del plesso G. Marconi. nell anno scolastico 2011/2012 METODO ANALOGICO ( metodo Bortolato) Esperienza condotta nelle classi prime del plesso G. Marconi nell anno scolastico 2011/2012 Durante l anno scolastico 2011/2012 le insegnanti delle CLASSI PRIME del

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Quando gli errori intelligono

Quando gli errori intelligono Prof.ssa Daniela Lucangeli Quando gli errori intelligono Troina, La Cittadella dell Oasi, 13-14 settembre 2013 Quanti sono i bambini con Difficoltà in Matematica? Come è andata a noi con i numeri? 987654321:12345678=?

Dettagli

Sistemi di Numerazione

Sistemi di Numerazione Fondamenti di Informatica per Meccanici Energetici - Biomedici 1 Sistemi di Numerazione Sistemi di Numerazione I sistemi di numerazione sono abitualmente posizionali. Gli elementi costitutivi di un sistema

Dettagli

Corso basilare di programmazione

Corso basilare di programmazione Parte vi Corso basilare di programmazione Introduzione............................................ 947 Programma didattico.................................. 947 Strumenti per la compilazione..........................

Dettagli

90.1 Sistemi di numerazione. 90.1.1 Sistema decimale. 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria

90.1 Sistemi di numerazione. 90.1.1 Sistema decimale. 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria 605 Capitolo 90 Dai sistemi di numerazione all organizzazione della memoria 90.1 Sistemi di numerazione.................................................... 605 90.1.1 Sistema decimale..................................................

Dettagli

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 5.1 Operazioni aritmetiche nel sistema binario

Informatica Generale (Prof. Luca A. Ludovico) Presentazione 5.1 Operazioni aritmetiche nel sistema binario Operazioni aritmetiche nel sistema binario Operazioni aritmetiche basilari Le regole da imparare nel caso di una base b sono relative alle b 2 possibili combinazioni delle cifre da 0 a b- 1. Ad esempio,

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA

I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE E LA NUMERAZIONE BINARIA Indice Introduzione Il sistema decimale Il sistema binario Conversione di un numero da base 10 a base 2 e viceversa Conversione in altri sistemi di numerazione

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Vince il più piccolo. Contenuti

Vince il più piccolo. Contenuti Vince il più piccolo Livello scolare: 4 a classe Competenze interessate Contenuti Nuclei coinvolti Collegamenti esterni Comprendere il significato e l uso dello zero e della virgola. Comprendere il significato

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI. Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011

RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI. Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011 RAPPRESENTAZIONE DEI NUMERI BINARI Corso di Fondamenti di Informatica AA 2010-2011 Prof. Franco Zambonelli Numeri interi positivi Numeri interi senza segno Caratteristiche generali numeri naturali (1,2,3,...)

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

LA NUMERAZIONE BINARIA

LA NUMERAZIONE BINARIA LA NUMERAZIONE BINARIA 5 I SISTEMI DI NUMERAZIONE Fin dalla preistoria l uomo ha avuto la necessità di fare calcoli, utilizzando svariati tipi di dispositivi: manuali (mani, bastoncini, sassi, abaco),

Dettagli

Definizioni iniziali

Definizioni iniziali Fondamenti di Informatica: Codifica Binaria dell Informazione 1 Definizioni iniziali BIT: unita elementare di informazione Due soli valori: 0 e 1 Byte: sequenza di 8 bit Fondamenti di Informatica: Codifica

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

Esempi di didattica laboratoriale

Esempi di didattica laboratoriale Esempi di didattica laboratoriale Il curricolo di matematica nella scuola primaria e secondaria di primo grado Abbiamo visto che I nostri allievi non sanno applicare le abilità apprese a scuola ad un contesto

Dettagli

TITOLO: PROGETTO DI MATEMATICA Contare e misurare con gli artefatti

TITOLO: PROGETTO DI MATEMATICA Contare e misurare con gli artefatti TITOLO: PROGETTO DI MATEMATICA Contare e misurare con gli artefatti DESTINATARI: Il progetto è rivolto al gruppo omogeneo per età dei bambini di 5 anni (sezione B) della Scuola dell infanzia di Campitello.

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Esempi ed esercizi Aritmetica degli elaboratori e algebra di commutazione

Esempi ed esercizi Aritmetica degli elaboratori e algebra di commutazione Esempi ed esercizi Aritmetica degli elaboratori e algebra di commutazione Fondamenti di Informatica Michele Ceccarelli Università del Sannio ceccarelli@unisannio.it Angelo Ciaramella DMI-Università degli

Dettagli

Aritmetica dei Calcolatori 1

Aritmetica dei Calcolatori 1 Architettura degli Elaboratori e Laboratorio 1 Marzo 2013 1 Sistema di numerazione sistema posizionale 2 rappresentazione binaria cambio di base basi potenze di 2 3 Rappresentazione binaria con segno Sistema

Dettagli

Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria CLASSE 1^

Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria CLASSE 1^ Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria Istituto Comprensivo Novellara CLASSE 1^ NUCLEI TEMATICI ABILITA CONOSCENZE METODOLOGIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE NUMERI Tecniche e procedure

Dettagli

Master in Didattica delle scienze per insegnanti delle scuole medie ed elementari Università di Genova

Master in Didattica delle scienze per insegnanti delle scuole medie ed elementari Università di Genova Master in Didattica delle scienze per insegnanti delle scuole medie ed elementari Università di Genova La proporzionalità: un possibile itinerario didattico dalla scuola dell infanzia alla fine della scuola

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

BES e MATEMATICA. Giornata Pedagogica. Laives, 02 settembre 2014. Valentina Dalla Villa

BES e MATEMATICA. Giornata Pedagogica. Laives, 02 settembre 2014. Valentina Dalla Villa BES e MATEMATICA Giornata Pedagogica Laives, 02 settembre 2014 SONO COINVOLTI MOLTI PROCESSI COGNITIVI E VENGONO ATTIVATE MOLTEPLICI AREE MENTRE FACCIAMO MATEMATICA ATTENZIONE MEMORIA MOTIVAZIONE LINGUAGGIO

Dettagli

Dida%ca Speciale per l insegnamento dell aritme4ca. Giampaolo Chiappini - Is4tuto per le Tecnologie Dida%che - CNR

Dida%ca Speciale per l insegnamento dell aritme4ca. Giampaolo Chiappini - Is4tuto per le Tecnologie Dida%che - CNR Dida%ca Speciale per l insegnamento dell aritme4ca Giampaolo Chiappini - Is4tuto per le Tecnologie Dida%che - CNR Apprendimento in campo aritmetico Problema di Aritmetica Pratica Sei bottiglie di succo

Dettagli

Operazioni binarie fondamentali

Operazioni binarie fondamentali Operazioni binarie fondamentali Operazioni fondamentali: operazioni elementari sui bit. Sono definite le operazioni aritmetiche più le operazioni logiche (AND, OR, NOT). Le operazioni possono essere descritte

Dettagli

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti.

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti. MATEMATICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di

Dettagli

Aritmetica: operazioni ed espressioni

Aritmetica: operazioni ed espressioni / A SCUOLA DI MATEMATICA Lezioni di matematica a cura di Eugenio Amitrano Argomento n. : operazioni ed espressioni Ricostruzione di un abaco dell epoca romana - Museo RGZ di Magonza (Germania) Libero da

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE E bene presentarla confrontando tra loro varie tecniche: addizione ripetuta; prodotto combinatorio (schieramenti). Rispetto a quest'ultima tecnica, grande utilità

Dettagli

Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione)

Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione) CURRICOLO DI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione) Le conoscenze matematiche contribuiscono

Dettagli

Insegnamento di Abilità Informatiche A.A. 2007/8. Lezione2

Insegnamento di Abilità Informatiche A.A. 2007/8. Lezione2 Insegnamento di Abilità Informatiche A.A. 2007/8 Lezione2 Prof.ssa Raffaella Folgieri folgieri@dico.unimi.it folgieri@mtcube.com Link addestrativo interattivo: http://www.caspur.it/formazione/mais/ BASI

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa 05 La rappresentazione dell informazione Carla Limongelli Ottobre 2011 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf/ La rappresentazione

Dettagli

1 Sistema additivo e sistema posizionale

1 Sistema additivo e sistema posizionale Ci sono solamente 10 tipi di persone nel mondo: chi comprende il sistema binario e chi no. Anonimo I sistemi di numerazione e la numerazione binaria 1 Sistema additivo e sistema posizionale Contare per

Dettagli

Corso di Laurea in INFORMATICA

Corso di Laurea in INFORMATICA Corso di Laurea in INFORMATICA Algoritmi e Strutture Dati MODULO 2. Algebre di dati Dati e rappresentazioni, requisiti delle astrazioni di dati, costrutti. Astrazioni di dati e dati primitivi. Specifica

Dettagli

Sallustio Bandini. Matematica. Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere

Sallustio Bandini. Matematica. Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere FINALITA DELL INSEGNAMENTO Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana Matematica La Matematica, parte

Dettagli

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1

Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Sistemi di Numerazione Binaria NB.1 Numeri e numerali Numero: entità astratta Numerale : stringa di caratteri che rappresenta un numero in un dato sistema di numerazione Lo stesso numero è rappresentato

Dettagli

Percorso formativo laboratoriale DIDATTICA DELLA MATEMATICA

Percorso formativo laboratoriale DIDATTICA DELLA MATEMATICA Percorso formativo laboratoriale DIDATTICA DELLA MATEMATICA Un approccio inclusivo per Disturbi Specifici e Difficoltà di Apprendimento Anna Maria Antonucci AIRIPA Puglia Lo sviluppo dell intelligenza

Dettagli

Lo sviluppo del linguaggio l idea di lettura e scrittura e il numero nella scuola dell infanzia Marialuisa Antoniotti Claudio Turello

Lo sviluppo del linguaggio l idea di lettura e scrittura e il numero nella scuola dell infanzia Marialuisa Antoniotti Claudio Turello Lo sviluppo del linguaggio l idea di lettura e scrittura e il numero nella scuola dell infanzia Marialuisa Antoniotti Claudio Lo sviluppo delle abilità numeriche La psicologia genetica (Piaget 1896-1980)

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO Il sistema di numerazione decimale (o base dieci) possiede dieci possibili valori (0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 o 9) utili a rappresentare i numeri. Le cifre possiedono

Dettagli

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi:

Modulo 8. Elettronica Digitale. Contenuti: Obiettivi: Modulo 8 Elettronica Digitale Contenuti: Introduzione Sistemi di numerazione posizionali Sistema binario Porte logiche fondamentali Porte logiche universali Metodo della forma canonica della somma per

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI I numeri naturali I numeri interi I numeri razionali Teoria degli insiemi (cenni) ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 L insieme N dei numeri naturali 4 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Sistemi di numerazione: generalità

Sistemi di numerazione: generalità Sistemi di numerazione: generalità Nel corso della storia sono stati introdotti diversi sistemi di numerazione, dettati di volta in volta dalle specifiche esigenze dei vari popoli. Poiché ogni numero maggiore

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI

SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI SISTEMI DI NUMERAZIONE E CODICI Il Sistema di Numerazione Decimale Il sistema decimale o sistema di numerazione a base dieci usa dieci cifre, dette cifre decimali, da O a 9. Il sistema decimale è un sistema

Dettagli

la "macchina" universale di Turing

la macchina universale di Turing la "macchina" universale di Turing Nel 1854, il matematico britannico George Boole (1815-1864), elaborò una matematica algebrica che da lui prese il nome. Nell'algebra booleana le procedure di calcolo

Dettagli

... e ad astrarre dal "valore" del numero la cifra significativa. ... ma anche a calcolare "quanto manca" per acquistare l'oggetto.

... e ad astrarre dal valore del numero la cifra significativa. ... ma anche a calcolare quanto manca per acquistare l'oggetto. SVILUPPO TEMPORALE marzo/aprile/maggio attività - si introduce il formalismo 50=20+20+10 (per come pago 50 centesimi) e il formalismo 30+40=70 (per la composizione additiva); - iniziano i problemi di "quanto

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

Tecnologie e Progettazione dei sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Scheda Recupero Estivo Obiettivo

Tecnologie e Progettazione dei sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Scheda Recupero Estivo Obiettivo Tecnologie e Progettazione dei sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Scheda Recupero Estivo Classe IIIG Il recupero estivo nella materia sarà valutato con un test scritto, durante i giorni dedicati

Dettagli

La discalculia: strategie operative

La discalculia: strategie operative La discalculia: strategie operative 00 000 00 0 000 000 0 29 aprile 200 OBIETTIVI DELLA PRESENTAZIONE: 00 000 00 0 000 000 0 L intelligenza numerica La discalculia evolutiva Indicazioni didattiche per

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE CLASSE II ANNO SCOLASTICO 2013/2014 classe 2^ COMPETENZE DISCIPLINARE ISTITUO COMPRENSIVO LEVANTO 2013/2014 ITALIANO 1. Ascolta e interagisce nelle conversazioni

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

Trattamento dell informazione

Trattamento dell informazione Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 Trattamento dell informazione Prof. Giorgio Valle D.ssa Raffaella Folgieri giorgio.valle@unimi.it folgieri@dico.unimi.it Lez1 4.10.07 Trattamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

Il calcolo a scuola nell era dell elettronica. Gianfranco Arrigo, SUPSI-DFA Locarno, NRD Bologna!

Il calcolo a scuola nell era dell elettronica. Gianfranco Arrigo, SUPSI-DFA Locarno, NRD Bologna! Il calcolo a scuola nell era dell elettronica Gianfranco Arrigo, SUPSI-DFA Locarno, NRD Bologna! Sommario! 1. Introduzione! 2. Le grandi rivoluzioni del calcolo numerico e il tramonto dei procedimenti

Dettagli

Si introducono anche esercizi di allenamento sulla formazione dei

Si introducono anche esercizi di allenamento sulla formazione dei SVILUPPO TEMPORALE marzo/aprile/maggio attività - si introduce il formalismo "500=300+200 (per "come pago 500 lire") e il formalismo "300+400=700" (per la composizione additiva); - iniziano i problemi

Dettagli

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione Sistema binario Sommario informatica rappresentare informazioni la differenza Analogico/Digitale i sistemi di numerazione posizionali il sistema binario Informatica Definizione la scienza della rappresentazione

Dettagli

Apprendere al volo con il metodo analogico!

Apprendere al volo con il metodo analogico! Chiavari, 16 novembre 2013 Apprendere al volo con il metodo analogico! dott.ssa Zara Mehrnoosh pedagogista e vicepresidente O.S.Dislessia ONLUS Il 20% circa degli studenti incontrano difficoltà nella matematica

Dettagli

INDICE. Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1. Unità 1 IL SISTEMA DI NUMERAZIONE DECIMALE, 49

INDICE. Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1. Unità 1 IL SISTEMA DI NUMERAZIONE DECIMALE, 49 INDICE Unità 0 LINGUAGGI MATEMATICI, 1 Il libro prosegue nel CD Il linguaggio degli insiemi, 2 1 GLI INSIEMI E LA LORO RAPPRESENTAZIONE, 2 Gli insiemi, 2 Insieme vuoto, finito e infinito, 3 La rappresentazione

Dettagli

Scritto da Maria Rispoli Martedì 15 Marzo 2011 09:30 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Marzo 2011 00:59

Scritto da Maria Rispoli Martedì 15 Marzo 2011 09:30 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Marzo 2011 00:59 Attività laboratoriale per introdurre i sistemi di numerazione Questa fase è di tipo laboratoriale, non viene introdotto l argomento con una lezione frontale, si cerca prima di effettuare una lezione che

Dettagli

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria

Informatica. Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Informatica Rappresentazione dei numeri Numerazione binaria Sistemi di numerazione Non posizionali: numerazione romana Posizionali: viene associato un peso a ciascuna posizione all interno della rappresentazione

Dettagli

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione

la scienza della rappresentazione e della elaborazione dell informazione Sistema binario Sommario informatica rappresentare informazioni la differenza Analogico/Digitale i sistemi di numerazione posizionali il sistema binario Informatica Definizione la scienza della rappresentazione

Dettagli

Così come le macchine meccaniche trasformano

Così come le macchine meccaniche trasformano DENTRO LA SCATOLA Rubrica a cura di Fabio A. Schreiber Il Consiglio Scientifico della rivista ha pensato di attuare un iniziativa culturalmente utile presentando in ogni numero di Mondo Digitale un argomento

Dettagli

Nuovi esempi di prove per la scuola secondaria di secondo grado

Nuovi esempi di prove per la scuola secondaria di secondo grado Nuovi esempi di prove per la scuola secondaria di secondo grado Aggiornamento del 8 aprile 2011 Modifiche apportate: domanda D12, D14, D15 1 I QUESITI DELLA PROVA DI MATEMATICA DELLA CLASSE II DELLA SCUOLA

Dettagli

Un po di teoria dei numeri

Un po di teoria dei numeri Un po di teoria dei numeri Applicazione alla crittografia RSA Christian Ferrari Liceo di Locarno Matematica Sommario 1 L aritmetica modulare di Z n Le congruenze L anello Z n Le potenze in Z n e algoritmo

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

Breve storia del calcolo automatico

Breve storia del calcolo automatico Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Approfondimenti 01 Breve storia del calcolo automatico Marzo 2010 L architettura del calcolatore 1 Approfondimenti: Storia del calcolo automatico

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

Introduzione del numero zero

Introduzione del numero zero Introduzione del numero zero E arrivato il momento di introdurre lo zero L'insegnante inizierà un discorso, sulla quantità degli oggetti in classe, formulando delle domande mirate al confronto dello zero

Dettagli

Rappresentazione digitale

Rappresentazione digitale I BIT POSSONO RAPPRESENTARE TUTTO Tutta l informazione interna ad un computer è codificata con sequenze di due soli simboli : 0 e 1 è facile realizzare dispositivi elettronici che discriminano fra due

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765

ESEMPIO 1: eseguire il complemento a 10 di 765 COMPLEMENTO A 10 DI UN NUMERO DECIMALE Sia dato un numero N 10 in base 10 di n cifre. Il complemento a 10 di tale numero (N ) si ottiene sottraendo il numero stesso a 10 n. ESEMPIO 1: eseguire il complemento

Dettagli

Indice. 1 Rappresentazione dei dati... 3

Indice. 1 Rappresentazione dei dati... 3 INSEGNAMENTO DI INFORMATICA DI BASE LEZIONE II CODIFICA DELL'INFORMAZIONE PROF. GIOVANNI ACAMPORA Indice 1 Rappresentazione dei dati... 3 1.1. Rappresentazione dei numeri... 3 1.1.1 Rappresentazione del

Dettagli

L Italiano per capire e per studiare: la sottrazione con prestito in aritmetica

L Italiano per capire e per studiare: la sottrazione con prestito in aritmetica L Italiano per capire e per studiare: la sottrazione con prestito in aritmetica Maria G. Bartolini Bussi Università di Modena e Reggio Emilia bartolini@unimore.it Lavoro presentato al XVII Convegno nazionale

Dettagli

CENTRO PRISTEM-UNIVERSITÀ BOCCONI

CENTRO PRISTEM-UNIVERSITÀ BOCCONI CENTRO PRISTEM-UNIVERSITÀ BOCCONI 1 Compleanni e ritardi Carla ha festeggiato il suo compleanno di domenica, il 28 marzo, con due giorni di ritardo rispetto alla data esatta. Milena è nata (in un altro

Dettagli

Una calcolatrice a due cifre

Una calcolatrice a due cifre Una calcolatrice a due cifre L idea di realizzare questo circuito è nata da un paio di topic sul forum di Grix. Ci si chiedeva se fosse possibile realizzare una calcolatrice per eseguire somme e sottrazioni

Dettagli

TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali

TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali Struttura della personalità sociale Affettività sì no data sì no data mostra indifferenza per ciò che sperimenta

Dettagli

CD-ROM Risolvere i problemi per immagini. Attività di comprensione del testo in aritmetica attraverso il metodo analogico-intuitivo

CD-ROM Risolvere i problemi per immagini. Attività di comprensione del testo in aritmetica attraverso il metodo analogico-intuitivo CD-ROM RISOLVERE I PROBLEMI PER IMMAGINI SOFTWARE DIDATTICO E RIABILITATIVO CD-ROM Risolvere i problemi per immagini Attività di comprensione del testo in aritmetica attraverso il metodo analogico-intuitivo

Dettagli

Informazione analogica e digitale

Informazione analogica e digitale L informazione L informazione si può: rappresentare elaborare gestire trasmettere reperire L informatica offre la possibilità di effettuare queste operazioni in modo automatico. Informazione analogica

Dettagli

AC-MT 6-11 Test di valutazione delle abilità di calcolo

AC-MT 6-11 Test di valutazione delle abilità di calcolo AC-MT 6-11 Test di valutazione delle abilità di calcolo C. Cornoldi, D. Lucangeli, M. Bellina Irene C. Mammarella Università degli Studi di Padova irene.mammarella@unipd.it AC-MT Prova di primo livello:

Dettagli

IL NUMERO NATURALE E LE SUE PROPRIETA : LORO VARIANZA E

IL NUMERO NATURALE E LE SUE PROPRIETA : LORO VARIANZA E IL NUMERO NATURALE E LE SUE PROPRIETA : LORO VARIANZA E INVARIANZA RISPETTO ALLA RAPPRESENTAZIONE * ROSA IADEROSA ** & NICOLINA A. MALARA *** Si espongono i risultati di un percorso didattico sperimentato

Dettagli

5. L'aspetto di misura dei numeri naturali

5. L'aspetto di misura dei numeri naturali 5. L'aspetto di misura dei numeri naturali Un numero naturale può esprimere la quantità dei campioni di unità di misura in cui è suddivisa o può essere suddivisa, fisicamente o idealmente, una data grandezza.

Dettagli

Sommario. Addizione naturale

Sommario. Addizione naturale Sommario Introduzione Rappresentazione dei numeri interi positivi Rappresentazione dei numeri interi Operazioni aritmetiche Modulo e segno Addizione e sottrazione urale Addizione e sottrazione in complemento

Dettagli

Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria

Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria AID Sezione di Bergamo Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria Albino (BG) 21.11.2011 Lorenzo Caligaris Insegnante - Pedagogista DSA, abilità strumentali, automatismi

Dettagli

Codifica binaria dei numeri

Codifica binaria dei numeri Codifica binaria dei numeri Caso più semplice: in modo posizionale (spesso detto codifica binaria tout court) Esempio con numero naturale: con 8 bit 39 = Codifica in virgola fissa dei numeri float: si

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

CONTO E SCRIVO. Quanti pallini ci sono su ogni mongolfiera? Conta e scrivi il numero. ...

CONTO E SCRIVO. Quanti pallini ci sono su ogni mongolfiera? Conta e scrivi il numero. ... Primi NUMERI E CALCOLI ATTIVITÀ A CONTO E SCRIVO Quanti pallini ci sono su ogni mongolfiera? Conta e scrivi il numero. Obiettivo: Associare la quantità al numero corrispondente, con i numeri fino a 10.

Dettagli

set 19 9.19 numeri la cui somma delle cifre dà un multiplo di tre sono divisibili per tre.

set 19 9.19 numeri la cui somma delle cifre dà un multiplo di tre sono divisibili per tre. MULTIPLO: IL NUMERO CHE CONTIENE UN ALTRO NUMERO UN CERTO NUMERO DI VOLTE ESATTAMENTE. LI ( I MULTIPLI) OTTENGO MOLTIPLICANDO UN NUMERO PER QUALSIASI ALTRO NUMERO: IL PRODOTTO é IL MULTIPLO. IL MULTIPLO

Dettagli

ALGEBRA BOOLEANA FONDAMENTI DI INFORMATICA 1. Algebra di Boole. Definizione NOT, AND, OR

ALGEBRA BOOLEANA FONDAMENTI DI INFORMATICA 1. Algebra di Boole. Definizione NOT, AND, OR Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica, Chimica, Elettrica e Meccanica FONDAMENTI DI INFORMATICA 1 http://www.diee.unica.it/~marcialis/fi1 A.A. 2010/2011 Docente: Gian

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Facolta di Ingegneria - 98100 Messina Tel. (090) 393229 - Fax (090) 393502 Fondamenti di Informatica Ing. delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Sistemi

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE OBIETTIVI MINIMI SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE I /o ascoltati guida II omande V oltare il contenuto globale di brevi testi letti dall insegnante n testo LEGGERE I di illustrazioni II V

Dettagli

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando

La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando La Matematica con il Contafacile Impariamo giocando SCUOLA.. A cura dell insegnante Liliana Del Papa e della prof.ssa Maria Pia Saitta classe 1 ª Care colleghe, questo quaderno nasce dal desiderio di condividere

Dettagli

UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO

UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO www.aiditalia.org UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO RELATORE: Chiara Barausse insegnante, psicopedagogista, formatore AID L APPRENDIMENTO

Dettagli

Quattro stagioni per tante intelligenze. Intelligenza numerica e competenze matematiche nella scuola dell infanzia

Quattro stagioni per tante intelligenze. Intelligenza numerica e competenze matematiche nella scuola dell infanzia Quattro stagioni per tante intelligenze Intelligenza numerica e competenze matematiche nella scuola dell infanzia Destinatari e raggruppamenti Il progetto didattico è stato rivolto agli allievi del primo

Dettagli

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati

Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Rappresentazione e Memorizzazione dei Dati Giuseppe Nicosia CdL in Matematica (Laurea Triennale) Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Università di Catania Bit e loro Memorizzazione Definizioni Algoritmo: una

Dettagli

Numeri e tecniche di calcolo nella Cina antica. Livia Giacardi

Numeri e tecniche di calcolo nella Cina antica. Livia Giacardi Numeri e tecniche di calcolo nella Cina antica Livia Giacardi 1 Le matematiche fanno parte delle sei arti; gli antichi le utilizzavano per selezionare le persone di talento, per istruire i figli degli

Dettagli

L informatica comprende:

L informatica comprende: Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

Liceo Classico e Internazionale C. Botta Ivrea LAVORI ESTIVI

Liceo Classico e Internazionale C. Botta Ivrea LAVORI ESTIVI Liceo Classico e Internazionale C. Botta Ivrea LAVORI ESTIVI Anno scolastico: 0-05 Classe: B clac, E, F, G, I, L, M Docente: Ferrero, Degrandi, Marchetti, Sartorio, Ganassin Disciplina MATEMATICA Ripasso

Dettagli