Merci in treno Corridoio Merci 6 Corridoio Mediterraneo. Roma, 1 Ottobre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Merci in treno Corridoio Merci 6 Corridoio Mediterraneo. Roma, 1 Ottobre 2014"

Transcript

1 Merci in treno Corridoio Merci 6 Corridoio Mediterraneo Roma, 1 Ottobre 2014

2 Regolamento CE 913/2010 Relativo alla rete ferroviaria europea per un trasporto merci competitivo (913/2010) Regulation 1315/2013 Art. 48 The provisions of this Chapter shall be without prejudice to the governance structures set out in Regulation (EU) No 913/2010. Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento stabilisce le regole per la realizzazione e l organizzazione di corridoi ferroviari internazionali per un trasporto merci competitivo in vista dello sviluppo di una rete ferroviaria europea per un trasporto merci competitivo. Esso stabilisce le regole per la selezione, l organizzazione e la gestione e la pianificazione indicativa degli investimenti dei corridoi merci.

3 Regolamento 913/2010 Corridoio Merci 6 Almería-Valencia/Madrid-Zaragoza/Barcelona-Marseille- Lyon-Turin- Milan-Verona-Padua/Venice-Trieste/Koper- Ljubljana-Budapest- Zahony (Confine UE con Ucraina) Scadenza per la messa in esercizio: 10 Novembre 2013

4 Regolamento CE 913/2010 Disposizioni Articolo 8 Governance dei Corridoio Merci Executive board (Ministeri) Management board (Gestori Infrastruttura e Allocation Body) Gruppi (Railway undertakings and terminal managers/owners) Articolo 9 Misure di attuazione del piano relativo al corridoio merci Stesura di un Implementation Plan che includa: Descrizione del corridoio; Principali elelmenti dello studio di mercato; Obiettivi in termini di performance e puntualità; Piani di investimento; misure di implementazione;

5 Regolamento CE 913/2010 Disposizioni Articolo 13 Sportello unico per le domande di capacità di infrastruttura Il comitato di gestione di un corridoio merci designa o istituisce un organismo comune che permetta ai richiedenti di richiedere e ricevere risposte, in un'unica sede e con un'unica operazione, riguardo alla capacità di infrastruttura per i treni merci che attraversano almeno una frontiera lungo il corridoio merci (in prosieguo «sportello unico»).. Capacità residua; PAPS;

6 Regolamento CE 913/2010 Traffic management; Articolo 16 Il comitato di gestione del corridoio merci istituisce procedure di coordinamento della gestione del traffico lungo il corridoio merci. Il comitato di gestione dei corridoi merci collegati istituisce procedure di coordinamento del traffico lungo tali corridoi merci; Articolo 18 Informazioni sulle condizioni di utilizzo del corridoio merci; CID (Corridor Information Document); PIR di corridoio; Articolo 19 Qualità del servizio lungo il corridoio merci ; Performance (indicatori e obiettivi report annuale);

7 Organizzazione - Stato dell arte Executive Board L executive Board del corridoio Merci 6 è stato creato con la firma di una accordo siglato a bruxelles l 11 marzo L accordo prevede che I Ministeri coinvolti prendano in carico, tra l altro, le responsabilità dell Executive Board del Corridoio ERTMS Distituito con la firma delle lettere d intenti, del 12 Dicembre 2006 e del 12 Aprile L Executive Board del Corridoio 6 è presieduto dal Ministero dei trasporti francese.

8 Organizzazione - Stato dell arte Aprile 2012: Creazione del Management Board

9 Organizzazione - Stato dell arte Durante l estate 2013, è stato creato a Milano, all interno di un area recintata RFI, guidato da RFI per implementare il regolamento 913/2010-Corridoio merci 6 e per assicurare il funzionamento della struttura amministrativa del GEIE. Direttore Esecutivo: Andrea Galluzzi Vice Direttore: Istvan Pakozdi Leader Sportello Unico: Pierre Chauvin

10 Advisory Groups (terminal managers and railway undertakings): Grande coinvolgimento di tutti gli stakeholders interessati all uso del Coriidoio merci 6, secondo I principi di massima trasparenza. Il kick off meeting per la creazione degli Advisory Groups si è tenuto Budapest il 30 Novembre Seconda riunione: 18 Aprile 2013 a Barcelona Terza riunione: 29 Octobre 2013 a Marsiglia Quarta riunione: 12 Marzo 2014 a Milano Prossima riunione: 30 Ottobre a Lubiana

11 Corridoio Merci 6 - Governance

12 Corriodio merci 6 Risultati C-OSS Setting Up Reserve Capacity 2014 OSS Procedure Web site CID Drafting Book n. 1 - Introduction Book n. 2 N.S. Book n. 3 - TM Info Book n. 4 - Capacity & TM Book n. 5 - IP Applicant Implementation Plan TMS CID 10 th November 2013 Time table th January 2014 RFC 6 Strategic Communication Plan 14 th April 2014

13 Corridoio merci 6 Web Site

14 Corridoio Merci 6 Piano di comunicazione strategico (prima fase) 14 Gennaio Aprile 2014 Obiettivo Tutti i possibili (presenti and futuri) Clienti (IF e candidati autorizzati) Informati su: Opportunità e vantaggi del regolamento; Offerta commerciale del corriodio; Procedure necessarie alla prenotazione di capacità su corridoio Scadenze;

15 Corridoio Merci 6 Piano di comunicazione strategico (prima fase) 14 Gennaio Aprile 2014 Infrastructure Managers National Info Day RFC 6 PCS Training session RFF RFI SZ-AZP MAV-VPE ADIF RFF RFI SZ-AZP MAV-VPE ADIF Piu di 40 imprese e candidati contattati 2 nd Round Phone/Video conference Approach (individual approach) Tutte le imprese interessate all uso del corridoio periodicamente contattate Riunioni ad hoc Piu di 20 riunioni ad hoc organizzate Full Customer support Supprto tecnico e commerciale per gli stakeholder intenzionati ad utilizzare il corridoio Conferenze Press release-articoli; Riviste; Web site home page GI; RFC 6 Web Site; Brochures

16 Risultati «commerciali» Numero totale di dossier richiesti (relativi a treni giornalieri): 37 Imprese coinvolte: 8 NUMBERO totale di PAP Offerte: 140 Numero totale di PAP Richieste: 60 42%

17 Grazie per l attenzionel attenzione!

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ----

Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Roma, 5 novembre 2015 Il piano di implementazione delle STI Applicazioni Telematiche Trasporto Passeggeri e Merci ---- Informativa del Punto di Contatto Nazionale Il sottosistema funzionale Applicazioni

Dettagli

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access

PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Dott. Francescalberto De Bari Direzione Sviluppo e Innovazione 14 Aprile 2015 Direzione Sviluppo e Innovazione PROGETTO ERICA Easy Railway Infrastructure and Customs Access Il Progetto Globale Livorno

Dettagli

Roma, 7 novembre 2008. PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008)

Roma, 7 novembre 2008. PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008) Roma, 7 novembre 2008 PROPOSTA DI MODIFICA PROSPETTO INFORMATIVO DELLA RETE (aggiornamento dic. 2008) Tematiche di maggior rilievo Negoziale/Fatturazione: Introduzione di nuove condizioni per la stipula

Dettagli

La liberalizzazione del trasporto ferroviario delle merci in Europa Analisi dello scenario attuale e metodologia di valutazione

La liberalizzazione del trasporto ferroviario delle merci in Europa Analisi dello scenario attuale e metodologia di valutazione La liberalizzazione del trasporto ferroviario delle merci in Europa Analisi dello scenario attuale e metodologia di valutazione I trasporti e il mercato globale Trieste, 29 giugno-1 luglio 2006 Carlo Vaghi

Dettagli

Prospetto Informativo della Rete

Prospetto Informativo della Rete Prospetto Informativo della Rete Prima Bozza PIR 2017 PIR 2017 LEGENDA: Testo rosso: Testo rosso barrato: Testo blu: testo nuovo rispetto al PIR vigente testo eliminato rispetto al PIR vigente rinumerazione

Dettagli

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor

Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Reti TEN-T (Trans European Network Transport) il Corridoio Scan-Med Scan-Med Corridor Percorso di Capacity Building Progetto STREETS Catania 03/04 dicembre 2014 Giuseppe Anzaldi Regione Siciliana Dipartimento

Dettagli

IT Transformation. Maurizio Salvalai. U.S. Road Show. gennaio 2008

IT Transformation. Maurizio Salvalai. U.S. Road Show. gennaio 2008 IT Transformation Maurizio Salvalai U.S. Road Show 17 2129 November gennaio 2008 2003 1 Indice Il contesto Il programma IT Transformation Sviluppare il personale interno 2 Il contesto: la Direzione ICT

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 6

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 6 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 6 Francesco Clabot 1 Responsabile erogazione servizi tecnici francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

Firenze, 09/06/2014 DECISIONE 2012/88/UE. Novità e proposte di modifica

Firenze, 09/06/2014 DECISIONE 2012/88/UE. Novità e proposte di modifica Firenze, 09/06/2014 DECISIONE 2012/88/UE Novità e proposte di modifica DECISIONE 2012/88/UE (STI CCS) Specifica tecnica di interoperabilità per i sottosistemi controllo-comando e segnalamento del sistema

Dettagli

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova

INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova CONFINDUSTRIA Piemonte INFRASTRUTTURE E CRESCITA SOSTENIBILE 30 ottobre 2013 Genova Paolo Balistreri Direttore Transpadana e Confindustria Piemonte La nuova Rete Centrale europea UNA RETE DI 10 CORRIDOI

Dettagli

A relazione dell'assessore Balocco:

A relazione dell'assessore Balocco: REGIONE PIEMONTE BU47 20/11/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 3 novembre 2014, n. 24-511 Adesione al Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale GECT (EGTC) previsto nell'ambito del progetto CODE24

Dettagli

Prospetto Informativo della Rete

Prospetto Informativo della Rete Prospetto Informativo della Rete Aggiornamento edizione dicembre 2011 1^bozza LEGENDA TESTO ROSSO: testo nuovo rispetto al PIR vigente; TESTO NERO BARRATO: testo eliminato rispetto al PIR vigente; 2 ELENCO

Dettagli

Change Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input. Funzioni

Change Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input. Funzioni Change Management Obiettivi Obiettivo del Change Management è di assicurarsi che si utilizzino procedure e metodi standardizzati per una gestione efficiente ed efficace di tutti i cambiamenti, con lo scopo

Dettagli

La programmazione del personale sanitario in Italia: scenario attuale e prospettive future

La programmazione del personale sanitario in Italia: scenario attuale e prospettive future La programmazione del personale sanitario in Italia: scenario attuale e prospettive future DOTT. GIOVANNI LEONARDI WP5 Leader DIRETTORE GENERALE DELLE PROFESSIONI SANITARIE E DELLE RISORSE UMANE DEL SSN

Dettagli

Firenze, 9 giugno 2014. Il Registro delle Infrastrutture

Firenze, 9 giugno 2014. Il Registro delle Infrastrutture Firenze, 9 giugno 2014 Il Registro delle Infrastrutture Inquadramento generale Il Registro delle Infrastrutture è una base dati informatizzata contenete i dati dei sottosistemi strutturali di terra (Infrastruttura,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA Milano, 31 dicembre 2004 Telecom Italia, Tim e Telecom Italia Media comunicano,

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: come avviare la gestione

L ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: come avviare la gestione L ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: come avviare la gestione Introduzione Questa è la fase in cui i partner iniziano realmente ad apportare il loro contributo in termini di attività e risultati,

Dettagli

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi

Seminari Eucip, Esercizio e Supporto di Sistemi Informativi Seminari Eucip, Esercizio di Sistemi Informativi Service Delivery and Support Dipartimento di Informtica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza ITIL.1 Relazioni con il.2 Pianificazione.3 Gestione

Dettagli

RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza

RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE. Roberto Laghezza RETI DI TRASPORTO TRANSEUROPEE Roberto Laghezza TEN-T OGGI Il Regolamento UE n 1315/2013 per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti TEN-T, approvato dalle istituzioni dell'unione Europea nel

Dettagli

Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles

Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles Antenne Europee: il ruolo degli Uffici di Bruxelles Giornata Informativa- Progetto Mattone Internazionale Borgo Gregoriopoli di Ostia Antica 19 Aprile 2012 Sabrina Montante e Daniela Negri Staff Mattone

Dettagli

Collegare l'europa: La nuova rete centrale di trasporti dell'ue

Collegare l'europa: La nuova rete centrale di trasporti dell'ue MEMO/11/706 Bruxelles, 19 ottobre 2011 Collegare l'europa: La nuova rete centrale di trasporti dell'ue Oggi la Commissione ha adottato una proposta per trasformare l'attuale groviglio europeo di strade,

Dettagli

Strategie per il supporto alle attività di internazionalizzazione Ministero Salute

Strategie per il supporto alle attività di internazionalizzazione Ministero Salute Strategie per il supporto alle attività di internazionalizzazione Ministero Salute Alfredo Cesario, MD Advisor Direzione Generale Ricerca Ministero della Salute Vice-Direttore Scientifico, IRCCS San Raffaele

Dettagli

Giornata informativa sui programmi tematici UE 2014-2020 nel settore Ambiente, Energia e Protezione civile

Giornata informativa sui programmi tematici UE 2014-2020 nel settore Ambiente, Energia e Protezione civile Giornata informativa sui programmi tematici UE 2014-2020 nel settore Ambiente, Energia e Protezione civile L esperienza del Coordinamento Creia: i progetti Life Mo.Re.& Mo.Re. e Go Park Marco Gentilini,

Dettagli

Attività CER in ambito europeo

Attività CER in ambito europeo Attività in ambito europeo Camera dei Deputati, Repubblica Italiana Roma 19 Gennaio 2011 Mauro Moretti Presidente 19 Gennaio 2011 1 Cos é il? Rappresenta gli interessi del settore ferroviario europeo Ruolo

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Un approccio per la gestione delle informazioni a supporto dei nodi logistici e dei sistemi logistici integrati Gianni Vottero Program Manager Divisione Transportation

Dettagli

LOWaste. Local Waste Market for second life products. Incontro Ferrara, settembre 2011

LOWaste. Local Waste Market for second life products. Incontro Ferrara, settembre 2011 LOWaste Local Waste Market for second life products Incontro Ferrara, settembre 2011 Contenuti dell incontro Che cos è il Programma LIFE+ Introduzione progetto LOWaste Gli obiettivi Le azioni previste

Dettagli

Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione

Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione Claudio Chiarenza Responsabile Business Unit Product Italtel Indice eeurope 2005: An information society

Dettagli

STRATEGIC CONSULTING and EXECUTIVE TRAINING

STRATEGIC CONSULTING and EXECUTIVE TRAINING STRATEGIC CONSULTING and EXECUTIVE TRAINING Guidare la Corporate Evolution In un mondo dove l incremento dell efficienza d impresa risulta il principale fattore critico di successo delle aziende, Vectoria

Dettagli

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità:

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità: La società Esplora S.r.l. è una società di diritto italiano e sedi a Roma, Siena, Milano e Catania che opera nei settori del project management internazionale, per il governo di progetti complessi e in

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER CODICE PM 10.25 DURATA 10 giorni CATEGORIA Project Management DESTINATARI Project manager, responsabili di funzione, membri del Project Management Office, dirigenti,

Dettagli

HORIZON 2020 SME INSTRUMENT

HORIZON 2020 SME INSTRUMENT HORIZON 2020 SME INSTRUMENT 1 Analisi: l impatto del sistema della ricerca sull economia delle PMI 2 L esperienza dei Ultimi Programmi Quadro (FP6 / FP7) evidenzia che: meno del 50% delle PMI utilizza

Dettagli

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti

Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Le applicazioni di telematica nel trasporto merci e logistica: la prospettiva delle aziende utenti Osservatorio ITS School of Politecnico di Milano Alessandro Perego 14 Novembre 2007 L Osservatorio Intelligent

Dettagli

Assolombarda vola per Far Volare Milano con La soluzione SAP Cloud Sales & Marketing e SIDI. SAP Forum 2014

Assolombarda vola per Far Volare Milano con La soluzione SAP Cloud Sales & Marketing e SIDI. SAP Forum 2014 Assolombarda vola per Far Volare Milano con La soluzione SAP Cloud Sales & Marketing e SIDI. SAP Forum 2014 Chi siamo Assolombarda Siamo noi : imprese nazionali ed internazionali, piccole, medie e grandi.

Dettagli

ITIL & Project Management Quali relazioni?

ITIL & Project Management Quali relazioni? ITIL & Project Management Quali relazioni? ing. Andrea Praitano Via Vallombrosa 47/a 00135 Roma Tel. 06.33 71 14 61 Fax. 06. 33 66 09 87 www.isipm.org email info@isipm.org Agenda Progetto vs Servizio;

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE)

PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) PROGETTO BUILD SEE IL PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE SOUTH EAST EUROPE (SEE) ll programma di cooperazione Europa Sud Orientale discende dalla divisione del precedente Interreg III B Cadses in

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO Dipartimento di Ingegneria dell Informazione ed Ingegneria Elettrica Università degli Studi di Salerno ESIGENZE ATTUALI Aumento delle funzioni/prestazioni

Dettagli

KA2 Strategic Partnerships for Higher Education

KA2 Strategic Partnerships for Higher Education KA2 Strategic Partnerships for Higher Education Modello di candidatura commentata dall Agenzia Nazionale ERASMUS+/Indire Call 2015 Versione 1.2 del 23.01.2015 Il progetto può avere inizio tra il 01-09-2015

Dettagli

GIFT NEWSLETTER n.1. Avete mai inviato un carico di merci da Verona a Budapest?

GIFT NEWSLETTER n.1. Avete mai inviato un carico di merci da Verona a Budapest? GIFT NEWSLETTER n. Avete mai inviato un carico di merci da Verona a Budapest? Pensate sia necessario investire risorse per migliorare le infrastrutture lungo il percorso? Oppure, il sistema va reso più

Dettagli

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia

L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA Roma, 17 giugno 2014 L evoluzione del Processo di Enterprise Risk Management nel Gruppo Telecom Italia Dirigente Preposto ex L. 262/05 Premessa Fattori Esogeni nagement - Contesto

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

GIS4EU: quasi al termine lo Stato dell arte pag. 4. esdi-net+: al via a breve i lavori del WP3 pag. 4. EURADIN: Kick-off Meeting a Pamplona pag.

GIS4EU: quasi al termine lo Stato dell arte pag. 4. esdi-net+: al via a breve i lavori del WP3 pag. 4. EURADIN: Kick-off Meeting a Pamplona pag. Newsletter SITAD Agosto 2008 numero 13 Sommario INSPIRE: Call for comments e Metadata Editor DT Data Specifications: on-line il draft per la codifica dei dati spaziali INSPIRE Metadata Editor: disponibile

Dettagli

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM

Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance. Bologna, 27 novembre 2009. Il Piano formativo a misura di ECM Convention Nazionale L Eccellenza Professionale nell era della Clinical Governance Bologna, 27 novembre 2009 GIMBEducation 2010 Il Piano formativo a misura di ECM Nino Cartabellotta GIMBEducation 1. Obiettivi

Dettagli

Delibera n. 84/2015. VISTI in particolare, i commi 2 e 3 del citato art. 37 del decreto-legge n. 201/2011 e, specificamente:

Delibera n. 84/2015. VISTI in particolare, i commi 2 e 3 del citato art. 37 del decreto-legge n. 201/2011 e, specificamente: Delibera n. 84/2015 Prescrizioni a Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. relativamente ad alcune modifiche da essa apportate, nel corso del 2015, al Prospetto informativo della rete 2014 e 2015 L Autorità,

Dettagli

Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010

Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010 Gli aeroporti come originatori del dato aeronautico nel contesto del Reg. (UE) 73/2010 enav.it Hotel Hilton Aeroporto Fiumicino SOMMARIO: Quadro normativo; Contenuto del Reg. 73/2010 e date di applicabilità;

Dettagli

Adeguamento dei sistemi e dei mezzi di trasporto ferroviari alle esigenze in sviluppo del mercato internazionale

Adeguamento dei sistemi e dei mezzi di trasporto ferroviari alle esigenze in sviluppo del mercato internazionale Adeguamento dei sistemi e dei mezzi di trasporto ferroviari alle esigenze in sviluppo del mercato internazionale -Giovanni Saccà- Il processo di unificazione ferroviaria europea ha creato le condizioni

Dettagli

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia G. Allo scopo di rafforzare la competitività, la crescita e l occupazione dell UE, e nel quadro della revisione di medio termine della Strategia Europa 2020, il ruolo delle tecnologie digitali, dell energia

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

Master in. Management degli Eventi. Turismo Congressuale e Incentive Travel

Master in. Management degli Eventi. Turismo Congressuale e Incentive Travel Master in Management degli Eventi Turismo Congressuale e Incentive Travel Il Master è stato progettato e strutturato sullo standard dei requisiti professionali approvati da Federcongressi & Eventi e MPI

Dettagli

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL Monitoraggio dell attuazione del progetto NO.WA No Waste 31/03/2012 2 Introduzione... 4 Introduction... 4 1. Ruoli e responsabilità... 5 Project Coordinator e Project

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Master in. Management degli Eventi. Turismo Congressuale e Incentive Travel

Master in. Management degli Eventi. Turismo Congressuale e Incentive Travel Master in Management degli Eventi Turismo Congressuale e Incentive Travel Il Master patrocinato da Federcongressi&Eventi e MPI è il più importante in Italia per la formazione di giovani professionisti

Dettagli

Procedura di Valutazione Interna

Procedura di Valutazione Interna LIFE Project Number Inception Report - ANNEX Covering the project activities from 01/01/2012 to 31/08/2012 Reporting Date LIFE+ PROJECT NAME or Acronym

Dettagli

Il Progetto e il Project Management

Il Progetto e il Project Management Il Progetto e il Project Management Metodologie di Specifica del Software Per contattare il docente Dr. Anna Rita Laurenzi email: annarita.laurenzi@insiel.it cell.+39 3356368206 Agenda Progetto e Project

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

CONVEGNO ABI BASILEA 3. Recovery and Resolution Plan: l esperienza UniCredito in fieri. Andrea Cremonino. UniCredit Banking Supervisory Relations

CONVEGNO ABI BASILEA 3. Recovery and Resolution Plan: l esperienza UniCredito in fieri. Andrea Cremonino. UniCredit Banking Supervisory Relations CONVEGNO ABI BASILEA 3 Recovery and Resolution Plan: l esperienza UniCredito in fieri Andrea Cremonino UniCredit Banking Supervisory Relations Roma, 21 giugno 2011 RRPs SOTTOLINEANO COME IL CAPITALE NON

Dettagli

Azioni di sostegno all implementazione del bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche territoriali del Mezzogiorno

Azioni di sostegno all implementazione del bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche territoriali del Mezzogiorno Azioni di sostegno all implementazione del bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche territoriali del Mezzogiorno I risultati finali Il progetto Azioni di sostegno all implementazione del Bilancio

Dettagli

Pianificare il management di un progetto

Pianificare il management di un progetto Workshop Area Science Park Pianificare il management di un progetto Federica Prete Trieste, 1 ottobre 2009 Gestione del progetto Obiettivo è di scrivere un project management ben strutturato un piano idoneo

Dettagli

Il processo di internazionalizzazione

Il processo di internazionalizzazione Il processo di internazionalizzazione Brescia, 16 aprile 2015 CONTENUTI Chi e Crossbridge Le fasi del processo di internazionalizzazione Le esperienze Le opportunità nel Far East I partner di Crossbridge

Dettagli

oggetto: Documento di consultazione sulle tematiche di cui alla delibera n. 16/2014.

oggetto: Documento di consultazione sulle tematiche di cui alla delibera n. 16/2014. Classsifica n. TPL 0.1. riferimento allegato Spett.bile Autorità di Regolazione dei trasporti Via Nizza 230, 10126 Torino PEC: pec@pec.autorita-trasporti.it oggetto: Documento di consultazione sulle tematiche

Dettagli

2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE

2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE 2009/10 - V EDIZIONE MRE MASTER IN REAL ESTATE SDA Bocconi School of Management SDA Bocconi School of Management è nata nel 1971 dall Università Bocconi per essere una scuola di cultura manageriale d eccellenza

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

INDUCTION SESSION - FOLLOW UP

INDUCTION SESSION - FOLLOW UP INDUCTION SESSION - FOLLOW UP LE RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI E DEI SINDACI NELLE SOCIETÀ QUOTATE 26 settembre 2014 7 novembre 2014 Assogestioni - Via Andegari, 18 - Milano Chi è Assogestioni Assogestioni

Dettagli

CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile

CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile Tavola Rotonda CSR, Globalizzazione e Modelli di Capitalismo Sostenibile Mauro Cicchinè,, Presidente Dexia Crediop S.p.A. Milano 14 Luglio 2005 Capitalismo Sostenibile e CSR fra globale e locale : dai

Dettagli

PROGRAMMA LIFE+ http://ec.europa.eu/life

PROGRAMMA LIFE+ http://ec.europa.eu/life PROGRAMMA LIFE+ http://ec.europa.eu/life Benvenuti! Antonio De Rose 1 PROGRAMMA DELLA GIORNATA Presentazione LIFE+ Coffee break Sessione Domande e Risposte Lunch Working group 09:00 11:00 11:20 13:00 14:30

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica

Dettagli

TRANSFORMation Dialogue

TRANSFORMation Dialogue TRANSFORMation Dialogue Genova 16 & 17.06.2014 Smart cities Horizon2020 e oltre Simona Costa IL CONTESTO: perché le città? ~70%della popolazione europea ~70%di concentrazione di consumo energetico ~75%gas

Dettagli

TIGER PROJECT GENOA FAST CORRIDOR. Port & Shipping Tech. Genova, 29 Novembre. Luca Abatello Genoa Fast Corridor Technical Coordinator CEO, Circle Srl

TIGER PROJECT GENOA FAST CORRIDOR. Port & Shipping Tech. Genova, 29 Novembre. Luca Abatello Genoa Fast Corridor Technical Coordinator CEO, Circle Srl TIGER PROJECT GENOA FAST CORRIDOR Port & Shipping Tech Genova, 29 Novembre Luca Abatello Genoa Fast Corridor Technical Coordinator CEO, Circle Srl Agenda Dove siamo arrivati Prossimi passi Full scale demonstrator

Dettagli

Convegno Smart Port & Logistics. UIRNet e il Corridoio Controllato Doganale Intervento Prof. Ing. De Dominicis

Convegno Smart Port & Logistics. UIRNet e il Corridoio Controllato Doganale Intervento Prof. Ing. De Dominicis Convegno Smart Port & Logistics UIRNet e il Corridoio Controllato Doganale Intervento Prof. Ing. De Dominicis 17 Settembre 2015 0 INTERAZIONE DI SISTEMA PCS UIRNet e la Piattaforma Logistica Nazionale

Dettagli

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI

MERCI IN TRENO 2014. Amministratore Delegato RFI MERCI IN TRENO 2014 Il ferroviario merci in Europa: le opportunità dei finanziamenti europei per il miglioramento delle prestazioni, delle infrastrutture e dei servizi. Maurizio Gentile Amministratore

Dettagli

Dirigente - Ufficio sistemi di rete ed innovazioni tecnologiche

Dirigente - Ufficio sistemi di rete ed innovazioni tecnologiche INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 10/10/1970 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio BALDONI FRANCESCO II Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - Ufficio

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari Viale dell Arte, 16 00144 Roma tel.06.5908.3088 Fax 06.5908.4231 Prot. 930/3/URSF Roma, 27 novembre 2012 Anticipata

Dettagli

Agristransfer-in-Sudha sperimentato metodologie utili per PSR regionali 2014-2020 (network, azioni integrate, interregionalità).

Agristransfer-in-Sudha sperimentato metodologie utili per PSR regionali 2014-2020 (network, azioni integrate, interregionalità). IL PUNTO DI VISTA DELLA RETE SERVIZI LUIGI TROTTA REGIONE PUGLIA Segreteria Rete interregionale Servizi di Sviluppo Agricolo I temi dell'innovazione e del suo trasferimento sono centrali nella programmazione

Dettagli

5/6 PATRIMONIO ITALIA: DA L AQUILA A MATERA. QualeImpresa LA rivista nazionale dei giovani imprenditori. maggio/giugno 2015. Storia di copertina

5/6 PATRIMONIO ITALIA: DA L AQUILA A MATERA. QualeImpresa LA rivista nazionale dei giovani imprenditori. maggio/giugno 2015. Storia di copertina Una copia 4,10 Anno XLII - n 5/6 maggio/giugno 2015 - Contiene I.P. QualeImpresa LA rivista nazionale dei giovani imprenditori PATRIMONIO ITALIA: DA L AQUILA A MATERA Storia di copertina L Aquila Una vita

Dettagli

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Torino, 16 novembre 2015 STRUTTURA

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Obiettivi di sostenibilità 2020

Obiettivi di sostenibilità 2020 Obiettivi di sostenibilità 2020 3, 2, 1 Impegniamoci tutti insieme. Crediamo in un futuro in cui tutti usano le risorse con scrupolo. È per questo che ci siamo prefissi sei obiettivi di sostenibilità vincolanti:

Dettagli

01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. SAC - Società Aeroporto Catania S.p.A.

01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. SAC - Società Aeroporto Catania S.p.A. INFORMAZIONI PERSONALI Nome D'AMICO FRANCESCO MARIA ANDREA ESPERIENZA LAVORATIVA 01/03/2013 AD OGGI: VICE DIRETTORE GENERALE & ACCOUNTABLE MANAGER. Dirigente Responsabile dell'area operativa, della Certificazione

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Curriculum Vitae di Mauro Moretti

Curriculum Vitae di Mauro Moretti Curriculum Vitae di Mauro Moretti Il curriculum dell ingegner Mauro Moretti, Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane (dal 2006), Presidente della Fondazione FS Italiane (da marzo 2013),

Dettagli

La discontinuità: una sfida da vincere Maggio 2012

La discontinuità: una sfida da vincere Maggio 2012 R e s t a r t Industrial Restructuring La discontinuità: una sfida da vincere Maggio 2012 Gi Group Gi Group è una multinazionale italiana, leader nella fornitura di servizi per lo sviluppo del mercato

Dettagli

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching

Progetto Q4ECEC. 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on Quality and Institutional Commitment in Early Childhood Education and Teaching Reference: 550472-LLP-1-2013-1-IT-KA1-KA1ECETA Progetto Q4ECEC 'Awareness-raising on

Dettagli

Il Customer Relationship Management

Il Customer Relationship Management Il Customer Relationship Management In sintesi In sintesi il Customer Relationship Management può essere definito come una disciplina finalizzata a migliorare l'efficacia elle interazioni con i propri

Dettagli

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca

1 - Ambito di applicazione del Project Management in banca Creating Your Future PROJECT MANAGEMENT IN BANCA La governance dell innovazione in banca 1 Ambito di applicazione 2 Attività formativa 3 Competenze 4 Project Management Framework 1 - Ambito di applicazione

Dettagli

Il Master Plan: programmazione, controllo strategico e operativo. Paolo Corvini

Il Master Plan: programmazione, controllo strategico e operativo. Paolo Corvini Il Master Plan: programmazione, controllo strategico e operativo Paolo Corvini i Definizione e obiettivi del Master Plan Definizione e obiettivi del Master Plan STRATEGIA REALIZZATA INTENZIONI STRATEGICHE

Dettagli

Company Profile. www.irtop.com

Company Profile. www.irtop.com Company Profile www.irtop.com 2 > Valori > Mission > Profilo > Obiettivi > Servizi di consulenza > Track record > Pubblicazioni > Contatti 3 VALORI Passione Crediamo nelle storie imprenditoriali dei nostri

Dettagli

I Consigli di Amministrazione delle società quotate in Italia Trend, Caratteristiche, Background dei Consiglieri

I Consigli di Amministrazione delle società quotate in Italia Trend, Caratteristiche, Background dei Consiglieri I Consigli di Amministrazione delle società quotate in Italia Trend, Caratteristiche, Background dei Consiglieri Enzo De Angelis Partner Spencer Stuart Responsabile Board Services Practice Roma. 21 Novembre

Dettagli

La sostenibilità è possibile Responsabilità Sociale UNI ISO 26000:2010

La sostenibilità è possibile Responsabilità Sociale UNI ISO 26000:2010 AMBIENTE LAVORO Bologna, 3 Maggio 2011 UNI ISO 26000:2011 Un processo socialmente responsabile per una norma sulla responsabilità sociale Ruggero Lensi - UNI Direttore Relazioni esterne, sviluppo e innovazione

Dettagli

Sistemi Informativi 01CIT 13 Febbraio 2008

Sistemi Informativi 01CIT 13 Febbraio 2008 Matricola Cognome Nome: Sistemi Informativi 01CIT 13 Febbraio 2008 Non e consentito usare appunti, libri o simili. Scrivere solo su questi fogli. Display prezzi merci in supermercato. I prezzi delle merci

Dettagli

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013

IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 IL BILANCIO DEL PTCP DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA E LE POLITICHE DI SVILUPPO URBANO Bologna, 15 maggio 2013 3 area logistica 1.165.000 m 2 Futura espansione 1 area logistica 1.380.000 m 2 Corrieri e magazzini

Dettagli

GIANLUIGI DE CARLO DATI ANAGRAFICI RESIDENZA CONTATTI ISTRUZIONE MASTER SPECIALIZZAZIONE ALBI ABILITAZIONI

GIANLUIGI DE CARLO DATI ANAGRAFICI RESIDENZA CONTATTI ISTRUZIONE MASTER SPECIALIZZAZIONE ALBI ABILITAZIONI GIANLUIGI DE CARLO CID: 00876486 Data assunzione: 01/11/1982 Data qualifica: 18/04/1991 DATI ANAGRAFICI Data di nascita: 19/07/1955 Luogo di nascita: MONTEBELLUNA (TV) Sesso: M Cittadinanza: Italiano RESIDENZA

Dettagli

Offerta formativa AIEA per il 2014

Offerta formativa AIEA per il 2014 Training Partner Offerta formativa AIEA per il 2014 ESCLUSIVA AIEA Corsi con focus pratico ed interattivo Numero chiuso per favorire il confronto diretto Possibilità di organizzare corsi COBIT in base

Dettagli

Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione

Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione L intento della Scheda di candidatura non è soltanto quello di raccogliere informazioni sulle politiche di conciliazione

Dettagli

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino UDINE ITALY 15 Settembre 2015 La Strategia Macroregionale Alpina (EUSALP) Roberta Negriolli REGIONE LOMBARDIA Delegazione di Bruxelles

Dettagli

HP Tech Installation and Startup Servizi di implementazione per HP OpenView Performance Insight

HP Tech Installation and Startup Servizi di implementazione per HP OpenView Performance Insight HP Tech Installation and Startup Servizi di implementazione per HP OpenView Performance Insight Gli specialisti HP nella gestione dei servizi mettono a disposizione dei clienti le conoscenze e le competenze

Dettagli

dossier franchising 2012

dossier franchising 2012 dossier franchising 2012 pag 2 Semplifichiamo il tuo futuro Invoice è l innovativo franchising italiano di call center chiavi in mano. Ogni struttura è dotata di 30 posti operatore per erogare servizi

Dettagli

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE I SERVIZI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLE IMPRESE PER LA PARTECIPAZIONE AI BANDI Ludovico Monforte EURODESK Brussels

Dettagli

Le Carte della Diversità in Europa

Le Carte della Diversità in Europa Le Carte della Diversità in Europa La Commissione Europea, negli ultimi anni, ha incoraggiato i datori di lavoro a inserire con maggiore impegno, la gestione della diversità e delle pari opportunità nelle

Dettagli

BUILDING INFORMATION MODELING - BIM

BUILDING INFORMATION MODELING - BIM ICT MANAGEMENT CORSI BREVI IN BUILDING INFORMATION MODELING - BIM INDICE Executive Education 1 Obiettivi 2 Direzione 3 Calendario corsi brevi 4 Il Building Information Modelling per ridisegnare i processi

Dettagli