Manuela Rafaiani Responsabile Relazioni Istituzionali Società Colony Capital Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuela Rafaiani Responsabile Relazioni Istituzionali Società Colony Capital Italia"

Transcript

1 Manuela Rafaiani Responsabile Relazioni Istituzionali Società Colony Capital Italia Il turismo come sistema All interno di un sistema turistico globale, connotato da una forte competitività come quella attuale, si pone in via prioritaria la creazione del sistema territoriale nel suo complesso. Soltanto l accentuazione delle specificità locali, fra loro complementari, e l elevamento della qualità delle infrastrutture, contribuiscono alla vera valorizzazione delle eccellenze peculiari del territorio. Oggi, nel periodo estivo, tutte le località turistiche del Mediterraneo, con una forte caratterizzazione balneare, si contendono lo stesso turista, di livello elevato, facendo leva sulle medesime attrattive ed utilizzando messaggi similari. Quindi, per conquistare quel turista, abituato a raggiungere le mete più prestigiose, dobbiamo essere in grado di offrire l eccellenza in termini di servizi, infrastrutture,tipicità uniche ed emozioni. Oggi bisogna considerare che il quadro generale dell offerta turistica è profondamente mutato rispetto ai tempi in cui nacque la Costa Smeralda. Non solo è decuplicato il numero dei turisti, ma sono cambiate le loro esigenze. Prendiamo come esempio il turismo da diporto: negli anni Sessanta le barche più grandi raramente raggiungevano i 30 metri, oggi in porto sono presenti barche che superano i 100 metri. Ma l aspetto più significativo sta proprio nella trasformazione del porto che, da approdo riservato ad un numero limitato di residenti, inserito in un contesto caratterizzato da volumi di altissimo livello, si è trasformato in un vero e proprio centro internazionale. Esso rappresenta un importante punto di incontro tra il mare ed il villaggio, circondato da periferie dotate di una loro identità. Dunque, il nostro sistema turistico si presenta oggi, molto più articolato e differenziato, capace di accogliere oltre presenze giornaliere. Questa graduale trasformazione si accompagna inoltre ad un ipotesi di nuovo e sensibile sviluppo che il Gruppo Sardegna Resort, subentrato alla Starwood, sta elaborando. La ricerca di tale sviluppo si è mossa tra due punti fondamentali, il mito che la Costa Smeralda racchiude in sé e la necessità di modellare la sua storia alle esigenze di oggi. E difficile accompagnare una storia nel suo cambiamento, perché il rispetto e la sensibilità che supporta il nuovo modello della Costa Smeralda esige la massima attenzione. E doveroso ricordare che Porto Cervo nasce da una visione prospettica di ampio respiro, grazie ad una lettura urbanistica anticipatrice dei tempi. Nel corso dei

2 suoi 40 anni di vita, la Costa Smeralda si è conquistata a, pieno diritto, l immagine di un importante esempio di sviluppo turistico di cui la stessa Struttura Consortile costituisce un punto di forza. Solo che, oggi, la realtà di questo modello turistico non è più autosufficiente. Il Consorzio della Costa Smeralda rappresenta un importante sistema che va ben oltre la gestione di beni comuni e la prestazione di servizi, in quanto ha superato i suoi confini, diventando un punto di riferimento dell intero territorio. Per questo, ritengo che la nostra storia possa diventare un esempio a cui ci si debba rivolgere per la crescita della qualità del turismo in Gallura, area che racchiude l ampio bacino in cui gravita il nostro flusso turistico. Per raggiungere il fine di riconoscere a Porto Cervo la sua centralità occorre, però, potenziare gli standard delle aree limitrofe, nella convinzione che la riqualificazione di queste aree accresca sempre di più l importanza ed il valore del Consorzio. Per sviluppare una politica generalizzata di valorizzazione delle specificità, si rende necessaria la promozione delle proposte turistiche integrate del territorio, in una sintesi di collegamento tra il centro e le realtà più interne, con il preciso fine di allungare la stagionalità. L obiettivo, dunque, è quello di creare un sistema a rete in cui il consorziato ed il turista siano invogliati non solo a soggiornare per un periodo sempre più lungo, ma anche a visitare l interno. Lo sviluppo Rileggendo al passato, appare chiaro che l Aga Khan aveva progettato un centro, adattandolo alle esigenze di un turismo d elite ed accompagnandolo da infrastrutture di primo livello che esplicavano i loro benefici sull intero territorio. Si era in tal modo creata una realtà viva, capace di rispondere ai bisogni ed alle richieste di una clientela altamente qualificata. Nel contempo, l effetto straordinario della sua creazione superava i confini del Consorzio e si irradiava in tutto il nord Sardegna, promuovendo la nascita di realtà parallele e modificando in maniera determinante il futuro economico dell isola. Nella convinzione che solo con la continuità con il progetto originario si possa assicurare un nuovo modello turistico, garante del mantenimento dello stesso esclusivo livello, si è deciso di far partire il nuovo sviluppo dal centro di Porto Cervo. Tutto ciò rappresenta un ritorno che parte dal passato per affrontare la via del futuro. 1

3 Ma per adeguare il cuore del villaggio alle esigenze ed ai desideri, non solo dei residenti ma di un turismo sempre più esigente, si è proceduto ad uno studio di riqualificazione delle infrastrutture che hanno reso Porto Cervo famosa nel mondo. Da un approfondita analisi, inoltre, è emersa un esigenza primaria: quella di restituire al centro, che nel frattempo è diventato sempre più ampio, un anima comune. Si avverte sempre più il bisogno di accompagnare l area di Porto Cervo alla dimensione di un villaggio omogeneo e vitale, dotato di un anima speciale, che lo renda attrattivo e competitivo, dunque vivibile tutto l anno. Per questo riteniamo necessario elevare la qualità degli standard pubblici, creare nuovi parcheggi interrati, trasformare il porto vecchio in un porto turistico dotato di giardini con strutture di sostegno, collegare i due porti per dar vita ad un unico sistema portuale, creare nuovi parchi pubblici all interno del centro urbano, trasformare il Cantiere Nautico in un centro polifunzionale, costruire nuove piazze che con la loro funzione corale determinino una maggiore coesione del tessuto urbanistico, ed infine il miglioramento del livello generale dei servizi prestati. E questa una nuova visione prospettica di Porto Cervo, ispirata ad un unico principio: l ulteriore valorizzazione della Costa Smeralda, con il mantenimento del target di altissimo livello. La comunicazione L obiettivo primario del Consorzio Costa Smeralda è quello di offrire ai propri consorziati un servizio di qualità, affidandone l immagine ad una struttura informativa altamente qualificata. Le linee principali dell intervento sulla Comunicazione sono sostanzialmente tre: gestione delle relazioni con la stampa, ammodernamento dei servizi di comunicazione dedicati ai consorziati (rivista e website), organizzazione di eventi. In questo periodo che accompagna i primi due anni di vita della nuova Presidenza si è instaurata con i mass-media una relazione costante, costruttiva, volta ad affermare il ruolo del Consorzio quale interlocutore privilegiato per la vita e lo sviluppo della Costa Smeralda. Le televisioni e la stampa locale hanno seguito con attenzione gli interventi messi a punto dal Consorzio, a tutela dell ambiente, del sociale e della salvaguardia delle caratteristiche proprie del territorio. 2

4 Grande attenzione è stata dedicata dalla stampa nazionale alla progettualità ed alla filosofia della nuova proprietà; giornali quali il Corriere della Sera, la Repubblica, l Espresso, Panorama, Il Sole 24ore, il Messaggero, Il Tempo, Il Manifesto ed Il Foglio, hanno dedicato ampio spazio alla Costa Smeralda. La stampa periodica giapponese, russa, inglese, americano e francese hanno, in più riprese, parlato delle bellezze di Porto Cervo e delle sue spiagge. L attenzione all ambiente è valsa due importanti riconoscimenti: il premio all impresa maggiormente rispettosa dell ambiente, e le Cinque Vele che Legambiente ha assegnato alla nuova società per il rigore adottato dal piano di sviluppo in relazione alla tutela del territorio. Sia la rivista che il sito del consorzio sono stati rinnovati attraverso un adeguamento funzionale e d immagine. Rivisti ed attualizzati nella grafica, sono stati arricchiti da servizi di pubblica utilità: dalle news locali sul sito, agli itinerari per gite turistiche, agli approfondimenti sulla vita e sugli eventi in Costa Smeralda. La valorizzazione delle giovani professionalità e delle tradizioni tipiche del territorio sono i principi ispiratori degli eventi organizzati, che hanno visto incontrarsi in piazzetta musicisti, pittori, scultori, scrittori, attori e fotografi. Con la riunione annuale dei direttori dei principali festival europei, tenutasi a Porto Cervo è stato scelto dall Università la Sapienza di Roma come la sede dell workshop sull economia della cultura. Il premio gastronomico, Sardinia Cult, che ha radunato all inizio di luglio a Porto Cervo i più prestigiosi chef della Sardegna, è stato il primo appuntamento di una manifestazione che vuole diventare un punto di riferimento per i sempre più numerosi conoscitori ed estimatori dell arte culinaria. L attenzione alle esigenze del territorio nel suo complesso, si pone come contributo sensibile e doveroso verso una crescita comune che trova maggiore armonia tra la vita del consorzio e lo sviluppo sociale e culturale dell intera isola. Un esempio per tutti, è la scuola di musica, finanziata dalla Proprietà, ed ospitata dalla Parrocchia Stella Maris, che offre educazione musicale a circa sessanta giovani residenti. La creazione di reti Il Consorzio, grazie alla qualità del lavoro svolto, è stato invitato a far parte della fondazione sulla Qualità italiana, promossa da Alessandro Profumo, Luca Corsero di 3

5 Montezemolo e Domenico De Masi. Una rete di relazione fra imprese e istituzioni, nata per promuovere soprattutto all estero la qualità italiana come elemento competitivo nello scenario internazionale. Oggi la qualità dell offerta turistica e di quella culturale, delle condizioni ambientali e delle caratteristiche dei prodotti, sono il vero carattere dello sviluppo delle nostre società. I cittadini e i turisti, più abituati a confrontarsi con modelli eterogenei, sono sempre più esigenti: le istituzioni e le imprese, se vogliono restare competitive, devono saper dare risposte adeguate. L Italia, e più in generale l Europa, sono oggi un importante laboratorio per comprendere le dinamiche e i processi che segnano ed attraversano questo passaggio epocale. È il caso dei tanti territori cresciuti sulla valorizzazione dell ambiente e delle sue caratteristiche tipiche, caratterizzati dall incrocio tra risorse territoriali, saperi tradizionali e innovazione. Così è nata la Costa Smeralda, oltre 40 anni fa, sviluppando un economia ad alto valore aggiunto, in grado di produrre benessere senza consumare risorse ambientali. Caratteristica saliente della Costa Smeralda, che grazie alla nuova proprietà ritorna ad essere un laboratorio di sviluppo, è stata la capacità di diventare leader nella dimensione internazionale competendo sulla eccellenza locale e intrecciandola con la massima qualità di sviluppo reperibile a livello mondiale. Il rispetto per i diritti, la dignità delle tradizioni e della qualità della vita sono state - e sono le condizioni fondamentali che hanno permesso a questa straordinaria parte della Sardegna di diventare il punto di riferimento del turismo più prestigioso. Uno dei primi atti della nuova proprietà dei terreni, deciso insieme al Consorzio, è stato quello di scegliere i beni più preziosi e decidere di non sfruttarli, di custodirli per il futuro. Investendo nella ricerca della qualità e nella valorizzazione dell esistente. I dati più recenti sulle scelte turistiche internazionali dimostrano nuovi interessi verso vacanze culturali (+1,2%) a scapito di quelle più squisitamente balneari (-4%), e maggiori capacità di scegliere stagioni intermedie (maggio + 1,9%; agosto -4%). (Dati Istat 2004 elaborati da Federalberghi) Sono segnali di straordinaria importanza, che firmano nuovi stili di viaggio. E confermano la validità del progetto pensato dal Consorzio Costa Smeralda che punta a rinnovare la 4

6 promessa di qualità, anche attraverso il raccordo permanente con l interno e il coinvolgimento della migliore espressione dell artigianato e della produzione locale. La forte presenza internazionale intrecciata a quella locale ha contribuito alla creazione di un grande puzzle in cui ogni tassello ha una sua specifica esperienza e aspirazione. E che si fonde in un progetto complessivo in continua evoluzione da cui è nata l identità della Costa Smeralda: non sarda, non italiana, non internazionale, ma originale e, come tale, irripetibile. Forte come la Sardegna, vivace e aperta come l unione di spicchi di mondo, la Costa parte dal patrimonio di identità locali, di orgogli imprenditoriali e di qualità territoriali ma si misura con le innovazioni culturali, tecniche ed estetiche necessarie per affermarsi nello scenario globale. L attitudine all apertura da sempre tratto distintivo della Costa Smerlada è la risposta preventiva alla potenziale marginalizzazione, e omologazione a realtà, a grandi linee, simili. E, quasi per paradosso, questa apertura a relazioni più vaste, ha rafforzato lo spirito d appartenenza degli abitanti e l identità delle istituzioni locali, orgogliose di partecipare, ancor oggi, ad un processo di sviluppo che non ha esperienze analoghe. Questo mettere in comune aspettative e risorse, richiede sempre più collaborazione fra i diversi attori che, nella condivisione del progetto qualitativo, non possono che pensare insieme, guardando all orizzonte culturale della qualità. Su questa strada cammina il Consorzio Costa Smeralda insieme alla proprietà, nella certezza che solo la condivisione di questo ambizioso progetto ed il rispetto reciproco possa offrire ai territorio ed alle imprese una costante crescita e al turismo internazionale un impareggiabile meta. 5

Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quanto se ne sognano nella vostra filosofia (Amleto William Shakespeare)

Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quanto se ne sognano nella vostra filosofia (Amleto William Shakespeare) Vi sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quanto se ne sognano nella vostra filosofia (Amleto William Shakespeare) Oggi la qualità delle relazioni sociali, delle condizioni ambientali, dei processi

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani

PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani PIANO STRATEGICO Città di AGRIGENTO Insieme Oggi per costruire il Domani Descrizione Progetto Il progetto, attraverso un processo partecipativo che coinvolge tutti i soggetti istituzionali, economici e

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE

XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE XVII MEETING REGIONALE CNA PENSIONATI EMILIA ROMAGNA TURISMO SOCIALE E MARKETING TERRITORIALE Relazione del Presidente Regionale CNA Pensionati- Giovanni Giungi A noi viene voglia, nonostante questa valle

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

UNA STORIA LUNGA UN SOGNO MEZZO SECOLO DI PROGETTI REALIZZATI

UNA STORIA LUNGA UN SOGNO MEZZO SECOLO DI PROGETTI REALIZZATI UNA STORIA LUNGA UN SOGNO MEZZO SECOLO DI PROGETTI REALIZZATI HOTEL RISTORANTI SALE RICEVIMENTO BANCHE - UFFICI CENTRI CONGRESSUALI BAR - NEGOZI MADE IN LONGIANO Borgo storico dall aspetto tipicamente

Dettagli

La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile.

La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile. Carta di Valorizzazione del Territorio DNV Certification La Valorizzazione del Territorio per un Turismo Sostenibile. DNV e la Carta di Valorizzazione del Territorio. MANAGING RISK Valorizzare il Territorio:

Dettagli

Auser: Sistemi di Welfare e Comunità

Auser: Sistemi di Welfare e Comunità Auser: Sistemi di Welfare e Comunità 1. Ricomporre i Bisogni della Persona Provando a declinare alcune problematiche dall'agenda sociale, sembra che il tema degli anziani, dei mutamenti demografici, delle

Dettagli

DIARIO DI LABORATORIO

DIARIO DI LABORATORIO Comune di Saluzzo Comune di Melpignano Progetto Pilota: Borghi della Felicità LAB. N 3 LABORATORIO SUI TEMI: CULTURA E IDENTITA' ECONOMIA DELL ESPERIENZA E OSPITALITA' COMUNE DI SALUZZO A. PRESENTAZIONE

Dettagli

a trieste approda il futuro

a trieste approda il futuro company profile Una società, ma con la forza di quattro. Per un progetto di riqualificazione architettonica e urbanistica imponente come quello appena avviato nel Porto Vecchio di Trieste risultano vincenti

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

ARTaboutOIL BANDO DI RESIDENZA ARTISTICA PARTECIPATA IN BASILICATA ...

ARTaboutOIL BANDO DI RESIDENZA ARTISTICA PARTECIPATA IN BASILICATA ... ARTaboutOIL BANDO DI RESIDENZA ARTISTICA PARTECIPATA IN BASILICATA... BANDO DI RESIDENZA ARTISTICA PARTECIPATA IN BASILICATA ARTaboutOIL Finalità del concorso e Tema L Associazione Culturale Allelammie

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Progetto: COMUNICA CoLOMBA

Progetto: COMUNICA CoLOMBA Progetto: COMUNICA CoLOMBA 1. Chi siamo CoLOMBA Cooperazione Lombardia, è l Associazione delle Organizzazioni Non Governative lombarde e raccoglie 105 ONG, dalle più grandi alle più minuscole. Il minimo

Dettagli

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA

MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA MANIFESTO DELLA CULTURA D IMPRESA GRUPPO DI LAVORO CULTURA D IMPRESA Manifesto della Cultura d Impresa MANIFESTO DELLACULTURA D IMPRESA

Dettagli

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO

2 Venezia_27/10/2010_URBANPROMO Il Piano e i partner coinvolti L'amministrazione comunale di Siracusa sta promuovendo il Piano Strategico INNOVA Siracusa 2020, la cui redazione si è avviata nel marzo del 2009 (con risorse disposte dalla

Dettagli

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO Disegno di Legge di Iniziativa della Giunta Regionale PUNTI SALIENTI E NOVITA Venezia, 18 maggio 2011 Quanto perderebbe l economia del Veneto senza il turismo?

Dettagli

p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2

p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2 c o n i l p a t r o c i n i o d i Città di Lugano 10 p r e s e n ta z i o n e u f f i c i a l e e d i z i o n e 2 0 1 2 s v i z z e r a, lu g a n o 1 6-1 8 N o v e m b r e, 2 0 1 2 s u p p o r t e d b

Dettagli

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma ( ) Per affrontare i problemi sociali non possiamo fare a meno di ascoltare

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

Prima riunione del Tavolo Tecnico Jesi, 14 dicembre 2005 Resoconto dell incontro

Prima riunione del Tavolo Tecnico Jesi, 14 dicembre 2005 Resoconto dell incontro Progetto Corridoio Esino Prima riunione del Tavolo Tecnico Jesi, 14 dicembre 2005 Resoconto dell incontro Progetto Sistema Prima riunione del Tavolo tecnico, Jesi 14 dicembre 2005 Che cosa è il Progetto

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

CATALOGO AZIONI FORMATIVE

CATALOGO AZIONI FORMATIVE CATALOGO AZIONI FORMATIVE week-end formativo di fotografia sociale SCAMBIO di esperienze e di saperi corso residenziale per formatori week-end formativo per animatori week-end formativo per redattori sociali

Dettagli

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO A CURA DEL COORDINATORE DR. MICHELE VIANELLO DIRETTORE GENERALE VEGA- PST DI VENEZIA CONSIGLIERE APSTI

Dettagli

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi.

INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. INDICE: 1. Premessa 2. Caratteristiche generali del progetto 3. Risultati attesi 4. Finalità ed obiettivi. Obiettivi generali Obiettivi specifici 5. Target: chi può partecipare 6. Progetto Pianifica T.U.:

Dettagli

Progetto: Sistema degli Itinerari Turistici Integrati PREMESSA

Progetto: Sistema degli Itinerari Turistici Integrati PREMESSA Progetto: Sistema degli Itinerari Turistici Integrati PREMESSA La consapevolezza dell importanza del turismo per lo sviluppo economico e la creazione di nuova occupazione richiede l elaborazione di nuove

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001 E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori Anno 2001 Il Forum degli oratori italiani è un organo di coordinamento nazionale degli organismi ecclesiali che dedicano speciale cura all

Dettagli

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE Noi cittadini, Associazioni, Operatori economici ed Istituzioni delle comunità ricadenti sul territorio del GAL CONCA BARESE, sottoscriviamo questo

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

Rilevazione dei prezzi effettivamente praticati dall offerta balneare toscana

Rilevazione dei prezzi effettivamente praticati dall offerta balneare toscana Rilevazione dei prezzi effettivamente praticati dall offerta balneare toscana Rilevazione dei prezzi effettivamente praticati dall offerta balneare toscana Linee progettuali preliminari 4 luglio 2008

Dettagli

LA VOGLIA E LA FORZA DI ESSERE I PRIMI

LA VOGLIA E LA FORZA DI ESSERE I PRIMI LA CERTIFICAZIONE LA VOGLIA E LA FORZA DI ESSERE I PRIMI ECOEVENTS è la prima società di eventi italiana certificata ISO 14001. La prima ad offrirvi la progettazione e la realizzazione di eventi che fanno

Dettagli

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO 1 I. LE BASI DELL ENOTURISMO 1. Per enoturismo si intende designare lo sviluppo di ogni attività turistica e del «tempo libero», dedicate alla scoperta ed al godimento culturale

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

METTI IN MOTO IL TALENTO

METTI IN MOTO IL TALENTO METTI IN MOTO IL TALENTO Laboratorio di sviluppo, al femminile e non solo. Progetto di valorizzazione del personale rivolto ai dipendenti dell Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino Provincia di

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale 08LUALAN RELAZIONE 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale La principale caratteristica dell area oggetto di intervento è la forte presenza dell area boscata, è l essere quasi estranea rispetto

Dettagli

Strategie di Sviluppo Socio-economico Sostenibile

Strategie di Sviluppo Socio-economico Sostenibile Azioni a carattere innovativo finanziate nel quadro dell'art. 6 del regolamento relativo al Fondo Sociale Europeo, Linea di Bilancio B2-1630,"Strategie locali per l'occupazione e innovazione" Strategie

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

Aziende di promozione turistica dovevano individuare gli ambiti territoriali turisticamente rilevanti.

Aziende di promozione turistica dovevano individuare gli ambiti territoriali turisticamente rilevanti. Promozione, informazione e accoglienza turistica = compiti amministrativi in materie in cui per le Regioni speciali la competenza legislativa è primaria o esclusiva e per le Regioni ordinarie è ora di

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 2 di 7 Denominazione del presidio: CAD Laboratori via Pio Ubicazione/Indirizzo: via PIO VII, 61 (zona lingotto) Come si raggiunge: linee

Dettagli

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Ancona 30 novembre 2012 Fabrizio Recchi P. F. Autorità di gestione del FAS, autorità di certificazione e pagamento e

Dettagli

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune

MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione cattolica nel Mondo del Lavoro MANIFESTO per la Buona politica e per il Bene comune I Promotori del Forum delle Persone e delle Associazioni di ispirazione

Dettagli

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE IL E IL SERVIZIO CIVILE POSITION PAPER Approvato dall assemblea del 14-15 Dicembre 2013 INTRODUZIONE Il Forum Nazionale dei Giovani nella transizione italiana Il Forum Nazionale dei Giovani ha, in questi

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 1. PREMESSA Per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, Milano ha ospitato un padiglione

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTA DI GIURISPRUDENZA 7HVLGLODXUHDLQGLULWWRDJUDULRFRPXQLWDULR,/',5,772$*5$5,2&2081,7$5,2/$787(/$$0%,(17$/((/$ 352%/(0$7,&$'(,3$5&+,1$785$/, Candidata: CHIARA GALDO

Dettagli

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini

Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Indagine sul futuro dei Giovani Albergatori Trentini Risultati dell indagine 2014 Ricerca commissionata dalla Presidente Giovani Albergatori Trentini dott. Francesca Maffei a cura dell Ufficio Marketing

Dettagli

DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION

DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION CENTRO EUROPEO DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION Associazione O.n.l.u.s. C.E.R.P.A. ITALIA via Palermo, 23B 38100 TRENTO (I) Tel. (39) 0461

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

Le opportunità della Politica Regionale Unitaria 2007 2013 Cooperazione territoriale

Le opportunità della Politica Regionale Unitaria 2007 2013 Cooperazione territoriale Le opportunità della Politica Regionale Unitaria 2007 2013 Cooperazione territoriale Cagliari, T Hotel 10 giugno 2009 La cooperazione transfrontaliera All interno dell Obiettivo CTE, l intervento FESR

Dettagli

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale Forum di settore e incontro conclusivo anni 2013/2014 Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale FORUM di SETTORE e INCONTRO CONCLUSIVO Nell ambito

Dettagli

Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica

Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Sintesi 1 ASSESSORATO AL TURISMO E INDUSTRIA ALBERGHIERA Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Sintesi

Dettagli

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA

gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA gennaio 2010 ORIENTAMENTI PER UNA STRATEGIA DI SVILUPPO ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI MACERATA SCENARI STRATEGIE POLITICHE PROGETTI PER LA PROVINCIA DI MACERATA Questo studio fa parte di un itinerario di

Dettagli

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE Perché diventare Partner de il Circolo dei lettori Nato a Torino nell ottobre del 2006, il Circolo dei lettori è il primo spazio pubblico italiano dedicato ai lettori e alla

Dettagli

Alleanza contro la povertà

Alleanza contro la povertà Documento costitutivo della Alleanza contro la povertà - Tavolo regionale della Sardegna Le articolazioni regionali della Sardegna delle organizzazioni nazionali che aderiscono all Alleanza contro la povertà

Dettagli

L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo. Il PSL dell Areadi Crisi di Porto Torres

L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo. Il PSL dell Areadi Crisi di Porto Torres Contenuti del seminario 3 Modello I PFSL: un nuovo modello di intervento per contrastare la crisi a favore dello sviluppo locale Esperienze L esperienza dell 'Area di Crisi di Tossilo Focus Area di Crisi

Dettagli

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI ORIGINI Dopo l approvazione della proposta della città di Almeria per il recupero del suo centro storico, nel giugno del 2008, nel contesto

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al

I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al Gruppo Italia Energia Hub di cultura energetica I mezzi, web e cartacei, che compongono la piattaforma multimediale edita dal Gruppo Italia Energia offrono a manager, tecnici e ricercatori e al mondo industriale

Dettagli

SCHEDA PROGETTO BANDIERA CONTENUTI

SCHEDA PROGETTO BANDIERA CONTENUTI SCHEDA PROGETTO BANDIERA Requisiti: - respiro temporale di medio-lungo termine - coinvolgimento di più soggetti (possibilmente integrazione pubblico-privato) - intersettorialità / multidisciplinarità (non

Dettagli

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE

OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE MADEEXPO - MILANO 5-8 OTTOBRE 2011 PRESENTAZIONE EVENTO BORGHI&CENTRISTORICI OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE DI RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BORGHI E CENTRI STORICI ITALIANI Intervento dell Ing. Francesco

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO

IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO IL CLUB DI PRODOTTO PER CONQUISTARE IL MERCATO CICLOTURISTICO Cagliari Oristano Olbia agosto 2014 BUONGIORNO Mi presento Consulenza turistiche Formazione Ricerca Progetti Studi di mercato www.teamwork-rimini.com

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA DI COSENZA DI LECCE DI MATERA DI TARANTO PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO DI CONSULTAZIONE PERMANENTE TRA LE PROVINCE DEL GOLFO DI TARANTO (COSENZA,

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI DOCUMENTI 31 Ottobre 2014 Il risparmio è una lungimirante scelta etica civile, frutto innanzitutto del lavoro, che presuppone valori come la parsimonia, la previdenza

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO INTEGRATO DEI PICCOLI COMUNI (PICO) Fondo "MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI - FSE" P.O. Campania FSE 2007-2013

PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO INTEGRATO DEI PICCOLI COMUNI (PICO) Fondo MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI - FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Data Protocollo n. PRESENTAZIONE DI UN PROGETTO INTEGRATO DEI PICCOLI COMUNI (PICO) Fondo "MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI - FSE" P.O. Campania FSE 2007-2013 Spett.le "MICROCREDITO PICCOLI COMUNI CAMPANI

Dettagli

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE

OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE OPPORTUNITÀ DI COLLABORAZIONE il Circolo dei lettori Palazzo Graneri della Roccia via Bogino 9, 10123 Torino www.circololettori.it Per informazioni Anastasia Frandino +39 011 4326814 +39 328 9573875 frandino@circololettori.it

Dettagli

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE ROMA UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE Relatore: Claudio Destro - Presidente Confagricoltura di Roma I nuovi orizzonti dell agricoltura multifunzionale di Roma Milano, 6 settembre 2015 Evoluzioni

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0

PROVINCIA DI TERNI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0 1 COMUNE DI OTRICOLI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0 Presso il centro storico di Otricoli dal 07 al 09 settembre 2012 si terrà OTRICOLI MUSIC FESTIVAL Eventi e Antiche Tradizioni, in Terra di Otricoli,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato)

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato) PROTOCOLLO D INTESA PER LA INDIVIDUAZIONE DI AZIONI COMUNI VOLTE A MIGLIORARE LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DELLE CITTA D ARTE DELLA SICILIA TRA LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI

Dettagli

PROGETTO DEDALO/VOLANO

PROGETTO DEDALO/VOLANO PROGETTO DEDALO/VOLANO TERRITORIO DI RIFERIMENTO: Catania, città riservataria Le origini del progetto e il contesto istituzionale di riferimento Il progetto Volano nasce come continuazione del progetto

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29

p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 p.e.g. Progetto Educativo di Gruppo Gruppo Scout A.G.E.S.C.I. Genova 29 Chi siamo? Il Gruppo Scout Agesci Genova 29 opera nel quartiere genovese di Quarto dei Mille. Le nostre sedi sono rispettivamente

Dettagli

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI LA RESPONSABILITÀ SOCIALE UN VOLANO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI Lucia Briamonte M. Assunta D Oronzio Villa

Dettagli

Il TCI ha il merito di aver inventato il turismo in Italia e di aver fatto dell Italia dei primi anni del 900 un Paese reale, vicino e accessibile.

Il TCI ha il merito di aver inventato il turismo in Italia e di aver fatto dell Italia dei primi anni del 900 un Paese reale, vicino e accessibile. Il Touring Club Italiano (T.C.I.), con sede in Milano, costituito l'8 novembre 1894 con la denominazione di Touring Club Ciclistico Italiano, ha come scopo lo sviluppo del turismo, inteso anche quale mezzo

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25 agosto 2010 Pag. 1 di 5 1. Denominazione, sede e

Dettagli

Vela. Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera. TURISMO ATTIVO Seminario tecnico regionale. 3-4 dicembre 2009 Geovillage, Hotel Melià - Olbia

Vela. Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera. TURISMO ATTIVO Seminario tecnico regionale. 3-4 dicembre 2009 Geovillage, Hotel Melià - Olbia TURISMO ATTIVO Vela Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera Focus sul Mercato Globale Descrizione del segmento specifico: La vela La Vela, è uno sport ricco di variabili, per la diversità offerta

Dettagli

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti

IL PROGETTO PArC. Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti IL PROGETTO PArC Premessa I principi ispiratori: campagna-città andata e ritorno L idea Il modello Target Comunicazione Soggetti coinvolti PREMESSA L incontro tra produttori e consumatori sta acquisendo

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

EVENTI E TERRITORIO. Eventi e territorio. turismo e turismo di nicchia

EVENTI E TERRITORIO. Eventi e territorio. turismo e turismo di nicchia 1 EVENTI E TERRITORIO turismo e turismo di nicchia 2 Turismo come settore economico importante e con margini di sviluppo a livello mondiale, nazionale e locale Nicchie e turismi maturi I turismi maturi:

Dettagli