ALLEGATO 1B CAPITOLATO TECNICO LOTTO 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALLEGATO 1B CAPITOLATO TECNICO LOTTO 2"

Transcript

1 ALLEGATO 1B CAPITOLATO TECNICO LOTTO 2 Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 1 di 63

2 Indice Indice Scopo e organizzazione del documento Generalità della fornitura Oggetto Perimetro Schede Servizio Durata Lombardia Informatica S.p.A La Direzione Sistemi Regione: La Direzione SISS La Direzione Project Management e Tecnologie Applicative: Certificazione del SGSI Gestione della Fornitura Interventi Modalità contrattuali di gestione degli interventi Pianificazione e controllo Subentro Livelli di servizio Descrizione delle Macroclassi di Fornitura Il modello di Governance del SIR Caratteristiche delle classi Business analysis Definizione dei requisiti Service Management Governo del Sistema Informativo Project/Program Management Modalità di esecuzione Studio di fattibilità Requisiti Utente Requisiti di Integrazione nel SIR Assessment Modelli di erogazione della fornitura Figure professionali previste Orari di lavoro, reperibilità e luogo di lavoro Dotazione dei gruppi di lavoro Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 2 di 63

3 6. Strumenti per la Gestione della Fornitura Articolazione della Fornitura Servizi con assegnazione immediata Servizi di supporto SM al SIREG Servizi di supporto al Service Management dell'area territoriale Forniture normate da successive richieste di intervento Proposte progettuali Scopo del capitolo Struttura dei quesiti Mappa Unica del Territorio Contesto Quesito Documentazione a supporto Big Data nella PA Contesto Quesito Documentazione a supporto Civic Hacking for Disaster Management Contesto Quesito Documentazione a supporto Criteri di valutazione dimensionale del il prodotto Studio di fattibilità Contesto Quesito Modalità di standardizzazione e valutazione per la realizzazione di un documento di Requisiti utente Contesto Quesito Modalità di standardizzazione e valutazione per la realizzazione di un documento di Assessment Contesto Quesito Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 3 di 63

4 1. Scopo e organizzazione del documento Il presente documento ha lo scopo di presentare al Fornitore l oggetto e l articolazione della fornitura richiesta da Lombardia Informatica (nel seguito anche indicata con LI) nonché gli elementi per articolare l offerta tecnica richiesta per l aggiudicazione della procedura di gara. Nel capitolo 2 sono riportate le generalità della fornitura, specificando oggetto e durata dell appalto. Nel capitolo 3 sono riportate informazioni riguardanti Lombardia Informatica S.p.A. ed il contesto organizzativo di interesse per l esecuzione delle attività. Nel capitolo 4 è riportata la descrizione degli aspetti relativi alla gestione contrattuale e degli interventi. Nel capitolo 5 vengono descritte le caratteristiche delle attività della macroclasse di fornitura oggetto di gara e la relativa modalità di esecuzione. Nel capitolo 6 è riportata la descrizione degli strumenti di gestione della fornitura messi a disposizione da LI. Nel capitolo 7 è descritta l articolazione della fornitura richiesta. In particolare, nel paragrafo 7.1 viene data evidenza della quota parte di fornitura che, per esigenze operative di LI, si riterrà immediatamente assegnata al fornitore dal momento della firma del contratto. Nel capitolo 9 si trova la descrizione delle proposte progettuali e dei relativi quesiti posti al concorrente ai fini della sua valutazione. A conclusione del presente capitolo e a premessa di quanto segue, si precisa che le prescrizioni contenute nel presente Capitolato Tecnico rappresentano i requisiti minimi della fornitura. Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 4 di 63

5 2. Generalità della fornitura 2.1 Oggetto É oggetto della presente gara la macroclasse di fornitura Supporto al Demand Management, inerente il perimetro definito nel successivo paragrafo, che ricomprende la realizzazione di studi di fattibilità, di analisi dei processi regionali e degli enti del SIREG, di assessment dei processi e dei sistemi ICT che costituiscono il SIR e/o in uso presso degli enti SIREG, di definizione dei requisiti di servizi/sistemi del SIR e/o degli enti del SIREG, il governo dell evoluzione architetturale dei servizi/sistemi del SIR e/o degli enti del SIREG, il service management, il project e program management. 2.2 Perimetro In generale, rientrano nel dominio entro il quale dovranno essere fornite le attività descritte al paragrafo precedente i seguenti ambiti: i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di territorio e urbanistica; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di monitoraggio dell'ambiente e delle risorse idriche; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di protezione civile; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di sistemi verdi e sostenibilità del territorio agricolo; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di infrastrutture e la mobilità; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di cultura e beni culturali; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di sport e politiche giovanili; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di commercio e turismo; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di monitoraggio dei contratti pubblici; i processi ed i servizi afferenti alle competenze in materia di casa e edilizia residenziale pubblica; i processi ed i servizi afferenti alle competenze di Eupolis; i processi ed i servizi afferenti alle competenze di ARPA; i processi ed i servizi afferenti alle competenze delle ALER; i processi ed i servizi afferenti al catasto per Regione Lombardia e gli enti SIREG; i processi ed i servizi afferenti alla Infrastruttura per l Informazione Territoriale (IIT); la geolocalizzazione finalizzata alla gestione ed al supporto dei processi di Regione e degli enti SIREG; i processi ed i servizi afferenti alla Statistica e agli Osservatori; la business intelligence finalizzata alle esigenze di controllo e di monitoraggio di Regione; Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 5 di 63

6 l interscambio tra banche dati e anagrafiche, finalizzato alla semplificazione dei processi della PA; tutte le attività esplicitamente richieste dal presente capitolato. Ciò premesso, al fine di meglio circostanziare il perimetro attuale dell Appalto in oggetto, è possibile fare riferimento ad elementi descrittivi di riferimento che vengono forniti da LI ai concorrenti e che consentono di meglio puntualizzarne i confini di competenza. In particolare, oltre quanto detto, si stabilisce che al presente appalto appartengono le Schede Servizio elencate al successivo paragrafo Schede Servizio Nella tabella seguente vengono elencate le Schede Servizio che rientrano nel perimetro. Tali schede vengono riportate in allegato nell ultima versione ad oggi disponibile. Le Schede comprendono gli obiettivi, la descrizione del servizio e le informazioni indicative delle evoluzioni previste da Lombardia Informatica S.p.A.. SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-011_01 SCH-018_01 SCH-022_01 SCH-023_01 SCH-024_01 SCH-025_01 SCH-025_02 SCH-025_03 SCH-028_01 SCH-031_01 SCH-032_01 SCH-032_02 SCH-044_01 SCH-050_01 IIT Geocodifica di indirizzi, località e aree di interesse CRM di Regione Lombardia Spazio Regione Accesso all'applicativo Europe Direct Indirizzario Spazio Regione Gestione Flussi Informativi Statistici Sistema Informativo Statistico Enti Locali (SISEL) Gestione Dati Statistici Provinciali Euformis DWH Reportistica Dati Finanziari Banche Dati delle Camere di Commercio Industria e Artigianato Italiane (TELEMACO) Registro Imprese (PARIX) Address Book Regionale DWH Erogazione e Sostegno (ERSO) Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 6 di 63

7 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-060_01 SCH-071_02 SCH-076_01 SCH-079_01 SCH-080_01 SCH-081_01 SCH-083_01 SCH-083_02 SCH-083_03 SCH-084_01 SCH-085_01 SCH-086_01 SCH-087_01 SCH-095_01 SCH-095_02 SCH-096_01 SCH-098_01 SCH-104_01 SCH-105_01 SCH-105_02 SCH-105_03 SCH-105_04 SCH-105_05 SCH-105_06 SCH-106_01 Indicatori Entrate e Spese (INES) Ricerca geografica per Tassa Auto Gestione del Sistema di Indicatori per il rating degli Enti Locali DWH IFL Anagrafe Biblioteche Comunali Lombarde (ABIL) Associazioni Giovanili Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) OPAC Sito Biblioteche Sistema Informativo Regionale dei Beni Culturali (SIRBeC) Sistema Informativo dei Musei della Lombardia (SML) Spettacolo Servizi per le Statistiche Estimative Agricole Sistemi turistici Analisi dati statistici turismo (INSITU) Pubblicazione WEB DB Sport Gestore Anagrafica Centri ed Impianti Sportivi (da parte dei comuni e CONI) Strutture ricettive turistiche Carta Esercizio per Commercio Ambulante Distretti Commercio Negozi Storici Simulazione impatto Grandi Strutture di Vendita Sistema Infomativo Gestione Fiere (SIGeFI) Autorizzazione Impianti Carburanti DWH Direzione Commercio Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 7 di 63

8 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-114_01 SCH-117_01 SCH-120_01 SCH-122_01 SCH-123_01 SCH-124_01 SCH-124_02 SCH-124_03 SCH-124_04 SCH-124_05 SCH-124_06 SCH-143_01 SCH-143_02 SCH-143_03 SCH-143_04 SCH-143_05 SCH-143_07 SCH-143_08 SCH-145_01 SCH-146_01 SCH-146_02 SCH-146_03 SCH-146_04 SCH-146_05 Monitoraggio Integrato Risorse Idriche Analisi e Reporting per la DG Attività Produttive, Ricerca e Innovazione Monitoraggio Demanio Lacuale Pubblicazione Orari Trasporto Pubblico Locale (Muoversi) Sistema Informativo delle Agevolazioni Tariffarie CRT Gestore Grafo stradale Regionale Censimenti traffico Gestore Trasporto Pubblico Locale (Muoversi gestionale) Monitoraggio procedurale degli interventi sulla rete ferroviaria (Ferronet) Portale del Sistema Integrato dei Monitoraggi degli interventi sulle infrastrutture di mobilità Monitoraggio degli interventi infrastrutturali sulle strade trasferite di competenza alle Province Fondo sostegno affitti straordinario per Licenziati Sfrattati (LICSFR) Fondo Sostegno Affitti (FSA) Contributo acquisto prima casa (MPC) Assegnazione alloggi ERP Assegnazione alloggi POR (alloggi Piano Operativo Regionale) e LT (Locazione Temporanea) Abitare Informazioni ai cittadini Abitare Fruizione dei dati da parte di RL Osservatorio Contratti Pubblici Patrimonio e Anagrafe utenza ERP di Regione Lombardia (SIRAPER) Marcatore Immobile Regionale (SIMIR) Archivi Comuni Centro Servizi (ARCO CS) Monitoraggio gestione finanziaria (SIGEFIN) Bilanci ALER Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 8 di 63

9 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-146_07 SCH-150_01 SCH-150_02 SCH-150_03 SCH-150_04 SCH-150_05 SCH-150_06 SCH-150_07 SCH-150_08 SCH-150_09 SCH-153_01 SCH-153_02 SCH-155_01 SCH-156_01 SCH-157_01 SCH-157_02 SCH-157_03 SCH-157_04 SCH-158_01 SCH-159_01 SCH-160_01 SCH-161_01 SCH-162_01 SCH-164_01 SCH-165_01 Centro Servizi Casa Sistema di Gestione Integrata degli Interventi ERP (SIGIERP) Servizi di Interesse Economico Generale (SIEG) Accordi Quadro di Sviluppo territoriale (AQST) Contratti di Quartiere (CDQ) Programma di Riqualificazione Urbana (PRU) Programma Regionale Emergenza casa (PREC) Servizi Abitativi A Canone Convenzionato (SACC) Barriere Architettoniche (BARCH) Sistema Informativo Gestione Interventi (SIGINT) Albo Regionale Volontariato di Protezione Civile Gestione Attivazione Volontari Protezione Civile Censimento forme di insicurezza urbana Sistema Informativo Geografico Inventario dei Fenomeni Franosi in Lombardia (GeoIFFI) Gestione Pronto Intervento e Post Emergenza Pronto Intervento su Lotus Notes Raccolta Schede Danno (RaSDa) Sistema di Notifica Allarmi e Preallarmi Gestione Sala Operativa della Protezione Civile Incidentalita stradale Portale di Polizia Locale - Modulistica on line Piani di Emergenza Web (PE Web) Piano Regionale Integrato di Mitigazione dei Rischi Maggiori (PRIM) Sportello Unico Telematico Regionale per il rischio industriale Vulnerabilita Sismica Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 9 di 63

10 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-166_01 SCH-167_01 SCH-168_01 SCH-168_02 SCH-169_01 SCH-172_01 SCH-174_01 SCH-175_01 SCH-175_02 SCH-175_03 SCH-175_04 SCH-182_01 SCH-261_01 SCH-261_02 SCH-266_01 SCH-267_02 SCH-287_01 SCH-288_01 SCH-298_02 SCH-719_01 SCH-723_01 SCH-723_02 SCH-732_01 SCH-739_01 SCH-740_01 IIT Assistenza Geografica Specialistica IIT Download di Dati Geografici Vettoriali e Raster IIT GeoPortale IIT Catalogo di metadati geografici Gestione e pubblicazione del Database Topografico Regionale (DBTR) IIT Servizi geografici interoperabili IIT Trasformazione di Coordinate IIT Pubblicazione mappe 2D IIT Visualizzazione mappe 2D IIT Pubblicazione mappe 3D IIT Visualizzazione mappe 3D Sistema Informativo Lombardo Valutazione Impatto Ambientale (SILVIA) Osservatorio sport della montagna SKIPASS Servizi Territoriali per l'osservatorio dei Contratti (SITAR) Reportistica territoriale MUTA (MUTAGEO) Registro di Sala Operativa della Protezione Civile Regionale Sistema Informativo Antincendio Boschivo (SIAB) Tavolo geografico interattivo (TouchTable) Anagrafe Persone Fisiche e Giuridiche (ESRA) Catasto Georeferenziato di Rifiuti (Impianti di Smaltimento) [CGR] Sistema Informativo Trasporto Transfrontaliero di Rifiuti (SITT) Censimento Rifugi Albo Associazioni Tutela Consumatori Musei D'Italia Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 10 di 63

11 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-741_01 SCH-742_01 SCH-742_03 SCH-742_04 SCH-742_05 SCH-743_01 SCH-743_02 SCH-743_03 SCH-744_01 SCH-744_02 SCH-744_03 SCH-744_04 SCH-744_05 SCH-744_06 SCH-744_07 SCH-744_09 SCH-744_10 SCH-744_11 SCH-744_12 SCH-744_13 SCH-745_01 SCH-745_02 SCH-745_03 SCH-745_04 SCH-746_01 Reticolo Idrico Minore Sistema Informativo Beni Ambientali (SIBA) Sistema informativo rilascio Pareri (SIRAP) Sistema Informativo Taglio Boschi (SITAB) Georeferenziazione avvistamenti ORSO in Lombardia (GEORSO) Osservatorio Regionale Agriturismi Sistema Informativo Faunistico Regionale (S.In.Fa.R) Carta Ittica Regionale Catasto Cave RL Anagrafe Siti da Bonificare Autorizzazione Ambientale Integrata e DWH (AIA) Mosaico Informatizzato Regionale delle Classificazioni Acustiche (MIRCA) Dati Statistici di Cava Sistema Informativo del Rumore Aeroportuale (SIDRA) Catasto Utenze Idriche (CUI) Sistema Informativo Opere di Risanamento ACustico (SIRAC) Centro di Documentazione del Rumore Aeroportuale (CEDRA) Sistema Informativo Oli Minerali (SIOM) Sistema di Trasporto Merci Pericolose (Progetto DESTINATION) Sistema di riconoscimento tecnici competenti in acustica ambientale Servizi Geologici Comunali (STUDIGEO) Servizi Geologici (CARG CASPITA URCA) Monitoraggio Opere di Difesa del Suolo (ODSM) Opere di Difesa del Suolo (ODS) PGT Pratiche Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 11 di 63

12 SCHEDA SERVIZIO TITOLO SERVIZIO SCH-746_02 SCH-746_03 SCH-746_04 SCH-746_05 SCH-746_06 SCH-749_01 SCH-751_01 SCH-754_01 SCH-767_01 SCH-770_01 SCH-771_01 SCH-775_01 SCH-775_02 SCH-777_01 SCH-780_01 SCH-782_01 SCH-785_01 SCH-786_01 SCH-787_01 SCH-797_01 Rilancio Edilizia Web Sistema Informativo per la Bonifica, l'irrigazione e il Territorio Rurale (SIBITER) Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) Sistema Informativo Valutazione Ambientale Strategica (SIVAS) PGT Web (Piani di Governo del Territorio) Pianificazione Territoriale Integrata Osservatorio Condizione Abitativa Osservatorio Servizi Web Sistema Informativo Integrato ALER-RL (SIREAL) Sistema Informativo BIO diversità (SIBIO) Soprintendenza Beni Librari (SBL) Servizi integrati catastali e geografici Gestore Informazioni Territoriali Biblioteca Digitale Lombarda (BDL) Sistema Informativo Statistico per il Mercato del Lavoro (SIS MdL) Cruscotto Operativo SLA (COS) Monitoraggio Autorizzazioni Paesaggistiche degli Enti Locali (MAPEL) Sistema informativo viabilità AGRO-SILVO-PASTORALE (SIVASP) Lombardia e Beni Culturali (LBC) Sistemi di analisi e reporting per l Agricoltura 2.3 Durata La durata dell Appalto è fissata in 36 mesi, il tutto come meglio precisato nello Schema di contratto Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 12 di 63

13 3. Lombardia Informatica S.p.A Lombardia Informatica S.p.A. (LI) è l Ente strumentale della Regione Lombardia per l Information & Communication Technology (ICT). Compito di LI è individuare e realizzare le soluzioni tecnologiche più idonee per realizzare gli obiettivi del Sistema Regionale nel suo complesso, con la massima qualità e le migliori prestazioni, e garantire l efficacia e l efficienza del Sistema Informativo Regionale (SIR), fornendo supporto consulenziale per gli indirizzi della strategia ICT della Regione Lombardia e del Sistema Regionale. Al fine di mantenere e sviluppare i modelli di e-government (Sistemi Regione) e di e-health (Socio- Sanità), LI realizza progetti trasversali a supporto dell operatività dell Ente Regione, e progetti di ambito tematico coordinando le esigenze delle diverse Direzioni Generali della Regione. In particolare, per le Direzioni Generali Sanità e Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale, LI è responsabile dell evoluzione del Sistema Informativo Socio-Sanitario (SISS), che rappresenta un grande piano di innovazione nell ambito della sanità elettronica (e-health) sviluppato negli anni dalla Regione Lombardia. Progetti ed obiettivi rispondono alla mission aziendale: utilizzare le tecnologie informatiche al fine di innovare i servizi ed incrementare la produttività del sistema regionale, per migliorare la qualità della vita dei cittadini, la competitività delle imprese lombarde e l operatività della Pubblica Amministrazione in Lombardia. Viene nel seguito descritta l organizzazione di LI. Si sottolinea che l organizzazione di LI e quindi le Funzioni coinvolte potranno cambiare nel corso della durata della fornitura in seguito a necessità di revisioni dell operatività di LI, come conseguenza di esigenze di Regione Lombardia o della stessa LI. Riportano al Presidente una struttura per il coordinamento e controllo e una per le operations. In particolare, alla struttura di Coordinamento e Controllo riportano la Funzione di Staff Supplier e Contract Management (SCM), le funzioni che hanno la responsabilità dei sistemi tecnologici di supporto di LI, di gestione della Qualità, della Sicurezza dell Informazione e della Privacy e di gestione degli impianti e della sicurezza fisica nonché le funzioni di staff quali le risorse umane, l amministrazione, la comunicazione e gli acquisti. La struttura di operations è composta da direzioni e dipartimenti come di seguito indicato: Strutture Demand: Direzione Sistemi Regione; Direzione SISS (Socio Sanità e CRS-SISS). Strutture Supply: Direzione Project Management e Tecnologie Applicative; Dipartimento Servizi Sire; Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 13 di 63

14 Dipartimento Servizi Siss e Servizi Trasversali; Dipartimento Esercizio; Direzione Contact Center Regionale. La Direzione Sistemi Regione: fornisce supporto strategico alla Regione nel governo dei sistemi ICT; collabora con Regione nel definire gli indirizzi evolutivi del SIR, garantendo l architettura complessiva e l integrità, la consistenza e la coerenza del patrimonio informativo regionale; offre supporto consulenziale alle Direzioni di Regione nell individuare le soluzioni ICT più innovative e concorrenziali; rappresenta la società nei rapporti con la Regione, verso la quale garantisce l erogazione dei servizi e la realizzazione dei progetti; nell ambito di alcuni progetti a valenza strategica e conformemente a quanto previsto dalla L. R. 30/2006, la Direzione è chiamata a svolgere un ruolo analogo nei confronti degli Enti facenti parte del Sistema Regionale. La Direzione si articola nelle seguenti funzioni: Funzione di staff governo SIR, program management e business consulting, che è responsabile del governo del SIR nel suo complesso, ovvero sia delle attività correlate all organizzazione, programmazione, controllo e coordinamento generale di progetti e servizi, sia dell indirizzo degli sviluppi evolutivi e dell architettura logica dei servizi e del patrimonio informativo, e si articola nelle seguenti aree: - Area program management office e controllo economico, che supporta Regione nella definizione e nel controllo di avanzamento del Programma di sviluppo del SIR e, internamente, coordina tutte le attività di budgeting, pianificazione e controllo dei parametri economici della Direzione; - Area monitoraggio SLA ed esercizio, che supporta Regione e la Direzione nel controllo e nell analisi costante dei livelli di servizio, segnalando eventuali degradi delle performance dei sistemi SIR, e predisponendo la reportistica relativa allo stato dei servizi (SLA, ticket, incidenti, etc.) e agli indicatori richiesti da Regione; - Area business consulting, che centralizza le funzioni business consulting per la Direzione SIRE. In particolare: rileva, in collaborazione con i Service Manager, le esigenze delle Direzioni di Regione e formalizza i requisiti dei sistemi informativi e i relativi impatti organizzativi; - Area governo sistema informativo regionale, cjhe assicura il governo e l evoluzione del Sistema Informativo Regionale, sia dal punto di vista dei servizi che delle informazioni, definendo l architettura logica di riferimento e curando la sua costante evoluzione nel tempo sulla base delle esigenze legate ai processi di business sia di Regione Lombardia che del Sistema Regionale; Funzione service management servizi trasversali; Funzione service management programmazione integrata e fiscalità; Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 14 di 63

15 Funzione service management area economica; Funzione service management area territoriale; Funzione service management SIREG; Funzione service management sviluppo servizi innovativi e CRS. Ciascuna Funzione Service Management: coordina l intero ciclo di vita dei servizi di competenza dalla rilevazione delle esigenze del cliente fino al rilascio degli stessi e alla loro diffusione; è responsabile della formulazione e dell approvazione del contratto attivo (aspetti generali, proposta tecnica), come risultato della collaborazione delle varie strutture competenti della Direzione e le strutture delle Direzioni di Supply, e ne garantisce la gestione; gestisce la domanda definendo le esigenze sulla base dei fabbisogni espressi da Regione e dagli enti del SIREG; elabora proposte di soluzione, in collaborazione con l Area Business Consulting e l Area Governo SIR fornendo servizi consulenziali a supporto dei clienti per identificare le migliori soluzioni operative (definizione della strategia evolutiva dei servizi); monitora, con il supporto dell Area Monitoraggio SLA ed Esercizio, i livelli di servizio e garantisce nel tempo l allineamento fra le esigenze del cliente e l evoluzione dei servizi stessi. I rapporti contrattuali tra Regione e Lombardia Informatica sono regolati da una Convezione Quadro pluriennale, che ne norma tutti gli aspetti generali. Ogni anno Regione approva con una delibera il documento di programmazione (Programma Operativo annuale PO) che contiene le attività di evoluzione dei sistemi esistenti e di sviluppo di nuovi sistemi, nonché le attività di gestione dei sistemi del SIR in esercizio e i relativi tetti di spesa. La realizzazione dei singoli progetti viene affidata a LI con lettere di incarico che prevedono il dettaglio degli obiettivi e delle attività, i prodotti (rilasci), le date di rilascio e i relativi importi. Le attività di gestione invece sono contrattualizzate in un incarico unico (IUG Incarico Unico di Gestione) che prevede, oltre alla gestione infrastrutturale, anche tutte le attività di manutenzione e di assistenza ai servizi applicativi in esercizio. Sono presenti anche delle convenzioni specifiche per le attività relative al Sistema dei Tributi (sviluppo e gestione) e al Sistemi della Protezione Civile Tributi (sviluppo e gestione). I rapporti contrattuali con gli Enti sono regolamentati da convenzioni bilaterali analoghe a quella che LI ha con Regione e che vengono poi attuate con l affidamento di singoli incarichi, con modalità del tutto analoghe a quelle con Regione. La Direzione SISS La Direzione SISS governa la domanda per la socio-sanità definendo che cosa fare e dove investire le risorse per ottenere i risultati migliori in coerenza con le esigenze indicate dalla DG Sanità e dalla DG Famiglia. In particolare: Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 15 di 63

16 gestisce il rapporto con le DG Sanità e Famiglia recependo esigenze e vincoli e promuovendo soluzioni innovative, sempre operando in stretta sinergia con i vari responsabili regionali; ha il compito di guidare Lombardia Informatica a supporto della Regione per raggiungere gli obiettivi della Socio-Sanità coordinando i contributi delle varie Direzioni (Direzione Project Management e Tecnologie Applicative, Dipartimento Esercizio, Dipartimento Servizi,...); coordina l evoluzione dei servizi per la Socio-Sanità nella visione integrata di un unico Sistema Informativo Socio-Sanitario federato a livello regionale (il SISS), che include tutti i servizi socio-sanitari, i sistemi informativi di Aziende Sanitarie e gli altri operatori sociosanitari; esso è basato sulla piattaforma del Progetto CRS-SISS ed è realizzato tramite un unico programma (il programma SISS). La Direzione si articola nelle seguenti tre linee di attività (strutture): Governo Sistema Informativo Socio Sanitario Regionale: definisce le strategie a governo del sistema informativo socio sanitario regionale e guida l evoluzione dei servizi regionali. Sistemi Informativi del Territorio Sanità: svolge il ruolo di governo per i Sistemi Informativi interni delle Aziende Sanitarie (SIA) e per i Sistemi Informativi degli altri operatori sociosanitari (medici di base, farmacie, strutture della socio sanità,..). In particolare, definisce e attua linee guida, servizi condivisi (shared services) e soluzioni speciali; inoltre promuove il riuso di soluzioni. Diffusione Servizi Sul Territorio Sanità: integra e diffonde i servizi regionali, le linee guida e le soluzioni/servizi condivisi e speciali per i sistemi informativi sul territorio. La Direzione Project Management e Tecnologie Applicative: assicura la coerenza dei progetti di sviluppo al modello logico/architetturale dei sistemi informativi di riferimento SIRE e SISS; focalizza le unità organizzative su temi omogenei e coerenti con l organizzazione e i processi di Regione Lombardia; razionalizza metodi, tecniche e ambienti tecnologici; assicura prestazioni di qualità in linea con il mercato; presta attenzione alle evoluzioni delle tecnologie ICT e alle opportunità di utilizzo per i servizi erogati; valorizza le competenze, anche quelle disciplinari, consolidate nel tempo; prende in carico e garantisce l evoluzione architetturale ed applicativa del progetto CRS- SISS valorizzando al massimo la piattaforma di servizi realizzata; ottimizza tutte le attività di Project Management per poter garantire il massimo risultato in termini produttivi da parte dei fornitori ingaggiati per la realizzazione e manutenzione del software; garantisce la qualità del prodotto ed il suo miglioramento continuo; assicura la piena rispondenza dei sistemi alle esigenze di Sicurezza e Privacy; misura il patrimonio informativo dei servizi gestiti da Lombardia Informatica. Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 16 di 63

17 Il Dipartimento Servizi Sire ed il Dipartimento Servizi Siss e Servizi Trasversali hanno la responsabilità complessiva dei processi di Assistenza e di Gestione dei Servizi e quindi della definizione dei requisiti funzionali, della progettazione della gestione e assistenza, e - nella fase di erogazione - del coordinamento funzionale delle attività svolte dalle strutture aziendali che concorrono attivamente all erogazione dei Servizi. Hanno in particolare la responsabilità di verificare che l erogazione dell assistenza e della gestione avvengano secondo i processi ed i modelli aziendalmente riconosciuti, controllando costantemente il rispetto dei Livelli di Servizio, sia quelli contrattualmente definiti che internamente concordati tra le strutture. Mantengono inoltre la responsabilità di definizione degli adeguamenti funzionali e della supervisione delle evoluzioni relative alle piattaforme a supporto dell assistenza. Il Dipartimento Esercizio ha la responsabilità del corretto funzionamento delle infrastrutture informatiche per le quali assicura la progettazione, la gestione e l evoluzione. Presidia le performance dei sistemi e degli apparati provvedendo al mantenimento in efficienza dell operatività e, in stretta collaborazione il Dipartimento Servizi, garantisce il rispetto dei tempi di attivazione e la qualità dei servizi erogati. La Direzione Contact Center Regionale gestisce il servizio di Contact Center. In particolare, al fine di garantire i LdS contrattuali dei servizi attivati, la Direzione assicura l organizzazione tecnico produttiva del Contact Center ed inoltre ha la responsabilità di esercire, manutenere ed evolvere l infrastruttura informatica del Contact Center costituita da Sistemi, Applicativi, Fonia e Reti. La Direzione ha inoltre la responsabilità produttiva delle sedi operative di Paternò, Biancavilla e del nuovo polo lombardo di Milano. 3.1 Certificazione del SGSI Lombardia Informatica ha, dal 2006, un Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI) certificato secondo lo standard ISO 27001:2005 con il seguente campo d applicazione: Progettazione, sviluppo ed integrazione di software e sistemi informativi, gestione ed erogazione di servizi informatici con relativi servizi di assistenza e manutenzione per la Pubblica Amministrazione per gli ambiti: socio sanitario, gestione autorizzazione finanziamenti Politica Agricola Comunitaria, esecuzione, controllo e contabilizzazione dei pagamenti, organizzazione e personale di Regione Lombardia, ragioneria e segreteria di giunta, gestione fondi strutturali europei e regionali, gestione documentale, protocollo e atti formali di Regione Lombardia e posta elettronica. Progettazione, gestione ed assistenza del servizio di certificazione e firma digitale e del servizio di posta elettronica certificata. Sono inclusi nel perimetro di applicazione anche i processi di staff a supporto del core business quali ad esempio gli Acquisti, l Amministrazione, la gestione delle risorse umane, ecc. L obiettivo di LI è di estendere progressivamente il campo di applicazione della certificazione ISO 27001:2005, in termini di processi/servizi, arrivando a certificare tutta l organizzazione. Il SGSI di LI è integrato con il Sistema di Gestione della Qualità (ISO 9001:2008). Allegato 1B Capitolato Tecnico Lotto 2 Pagina 17 di 63

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale Cos è un piano urbanistico? È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale È uno strumento prima di

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 10 ANNI DI PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO IN ITALIA INDICE DEI CONTENUTI 1 INDICE Introduzione Definizioni e procedure di PPP PARTE PRIMA 1. IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE 2. IL MERCATO DEL PARTENARIATO

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli