Guida per il paziente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida per il paziente"

Transcript

1 La sindrome fibromialgica (SFM) Guida per il paziente

2 Risultati intervento chirurgico Interventi chirurgici contro il dolore al quadrante dal A partire da settembre 2003 sono stati monitorati in modo sistematico 677 pazienti sottoposti a intervento contro il dolore al quadrante. Tramite un questionario sono stati raccolti i dati di base (età, sesso, destrorso o mancino), i dati dell anamnesi (presenza di disturbi anni/mesi prima dell operazione, diagnosi esterna di fibromialgia, diagnosi mediante agopuntura, terapie precedenti) e dati sulla sintomatologia (dolori, disturbi) al quadrante superiore e/o inferiore. Questo ha consentito un controllo degli esiti dopo 3, 6, 12 mesi e dopo 3 anni dall intervento. Inoltre gli esiti operatori potranno essere valutati anche in relazione a sottogruppi, ad esempio al dolore e alla sindrome da intestino irritabile. Ora è disponibile la seguente analisi dei dati. Controllo postoperatorio dopo 6 mesi Tre mesi dopo l intervento chirurgico contro il dolore al quadrante, 93 dei 651 pazienti monitorati (14,28%) erano completamente esenti da disturbi, 365 pazienti (56,07%) ottennero un miglioramento e 193 pazienti (29,65%) mani- festarono gli stessi sintomi. * 43 trasferiti con destinazione ignota, valutazione impossibile Controllo postoperatorio dopo 12 mesi Un anno dopo l intervento chirurgico contro il dolore al quadrante, 285 dei 563* pazienti osservati (il 50,62%) erano completamente privi da disturbi, 231 (il 41,03%) erano migliorati e 47 (l 8,35%) hanno continuato a manifestare gli stessi sintomi. * 114 trasferiti con destinazione ignota, valutazione impossibile Controllo postoperatorio dopo 3 anni Tre anni dopo l intervento chirurgico contro il dolore al quadrante, 294 dei 478* pazienti osservati (il 61,51%) erano completamente privi da disturbi, 180 (il 37,66%) erano migliorati mentre 4 (lo 0,84%) continuavano a manifestare gli stessi sintomi. * 199 trasferiti con destinazione ignota, valutazione impossibile Per approfondire: Bauer J.A. FIBROMIALGIA - LA SCOPERTA RISOLUTIVA CONTRO IL DOLORE E.S.I. SpA Edizioni Scientifiche Italiane, NAPOLI, ITALIA Tel: PBX Fax: ISBN : Cod. ESI :

3 Indice Parte I - La sindrome fibromialgica (SFM) Risultati chirurgici (interventi contro il dolore al quadrante ) Dove trovarci? Mappa di CH-6340 Baar, Svizzera Curriculum vitae Che cosa è SFM? Che cosa è la fibromialgia? Come si diagnostica SFM? Sintomi e sindromi associate, altri sintomi frequenti Diagnosi comuni formulate erroneamente in luogo della fibromialgia Cause della fibromialgia Terapia della fibromialgia / Bibliografia Pagina Cop. 2 Cop. 3 Cop Parte II I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante Procedura diagnostica e correlazioni causali, sommario Diagnostica digitopressione del dolore al quadrante superiore I punti di agopuntura come tender point. Il meridiano del colon Diagnostica digitopressione del dolore al quadrante inferiore I punti di agopuntura come tender point. Il meridiano del rene Classificazione degli stadi della fibromialgia La metodologia nel caso di intervento chirurgico Pazienti (Risultati ) Discussione Epilogo SFM - una malattia organica con cause somatiche Indirizzi / informazioni supplementari e link Preventivo dei costi Domande frequenti a riguardo dell intervento L ignoranza genera confusione Forma di anamnesi per la fibromialgia

4 Curriculum vitae Cognome Nome Titolo di studio Bauer Johann Andreas Professore associato Dr. med. Dr. med. habil. Data di nascita 11 settembre 1947 Luogo di nascita Genitori (Padre) (Madre) Pontedera (Pisa - Italia) Bauer Andreas Bauer Dr. phil. Nicla Scuola elementare Wittelsbacher Gymnasium [Scuola secondaria superiore con indirizzo generico] 1966 Migliore Abitur dell'anno [esame di maturità] Borsa di studio per studenti di eccellenza Studio di Medicina all'università di Monaco di Baviera 1972 Staatsexamen [laurea] 1973 Dottorato di ricerca nella facoltà di Medicina Interna Concessione del titolo di dottore in medicina Studio di Filosofia e Epistemologia all'università di Monaco di Baviera Servizio militare, in ultimo come Maggiore Medico Ulteriore formazione in campo chirurgico presso il Politecnico Universitario di Monaco di Baviera 1982 Abilitazione come medico specialista in chirurgia Chirurgia della mano presso il Policlinico Universitario di Monaco di Baviera 1987 Abilitazione nella facoltà di chirurgia, pubblicato come libro nel 1988 presso la Thieme-Copythek con il titolo "Aspetti Nuovi nella Medicina per le ustioni" 1987 Conferimento del titolo Dr. med. habil Nomina come Professore Universitario senza cattedra alla facoltà di chirurgia 1995 Nomina come Professore Associato alla facoltà di chirurgia sin dal 1989 Campi di ricerca Proprio studio medico Sonografia della cute, teoria delle infiammazioni, terapia del neurinoma mediante anastomosi circuitate anatomia dei punti di agopuntura e fibromialgia 4

5 La sindrome fibromialgica (SFM) FIBROMIALGIA Che cosa è SFM? Che cosa è la fibromialgia? SFM (sindrome fibromialgica) è una malattia che colpisce l apparato locomotore con dolore e sintomi di affaticamento nei muscoli, legamenti e tendini (i tessuti connettivi del corpo che consistono in fibre). "Fibro" rappresenta il tessuto fibroso, "mi" la componente muscolare, e "algia" lo stato doloroso. Il termine è sinonimo di fibromialgia. Come può essere diagnosticata la fibromialgia? Nella maggior parte gli esami di laboratorio rientrano nella norma. In particolare non si possono provare alcune variazioni come accade con il reumatismo classico, la poliartrite cronica. Questo fatto vero ed essenziale conduce a diagnosi semplificate parlando di "reumatismo falso" a differenza del reumatismo vero. Mentre nel caso del reumatismo vero si deve usare il cortisone, secondo i reumatologi americani, nel caso della fibromialgia il cortisone è controindicato. Nel 1990, i reumatologi americani pubblicarono una multi-center-criteria-study che definisce i criteri clinici e di esame. I pazienti devono aver manifestato il dolore per una durata minima di 3 mesi e, per lo meno 11 dei 18 tender point specificati del corpo, devono risultare dolorosi su pressione. Il medico eserciterà la pressione con il pollice o l indice; per scopi di ricerca, si utilizzano attrezzature che esercitano un grado di pressione per centimetro quadro esattamente predefinito. I punti che reagiscono con dolore alla pressione, sono chiamati tender point" da non confondere con i trigger point del dolore miofasciale che dolgono da soli e possono, su pressione, evocare il dolore in una parte diversa del corpo. Tale effetto a distanza denominato referred pain o dolore differito, è comparabile alla reazione a distanze dei punti di agopuntura cinese. È degno di nota l osservazione che la fibromialgia concerne sia i tender point che i trigger point. Proprio queste somiglianze che hanno condotto alle menzionate possibilità di confusione, per il Prof. Dr. Bauer ed il Prof. Dr. Heine (1,2) sono state il punto di partenza per scoprire le caratteristiche comuni. Era già stato dimostrato, secondo le conclusioni del gruppo di Melzack, che i trigger point coincidono nel 71% dei casi con i punti di agopuntura (3), mentre secondo Heine (4), i punti di agopuntura a loro volta corrispondono nel 82% dei casi a fasci nervovascolari (NVB) anatomicamente definibili. Di conseguenza, i punti di agopuntura sono stati riconosciuti e descritti come dei fori di passaggio dei menzionati fasci nervovascolari, che a loro volta rappresentano esattamente la triade anatomica che consiste nelle 3 componenti: arteria, vena, nervo. Esaminando accuratamente i 18 tender point, Bauer osservò la loro coincidenza con i punti di agopuntura noti. Tale constatazione spinse Bauer a cercare durante l esecuzione di interventi chirurgici alle mani o ai piedi questo genere di stenosi o fori passanti della triade anatomica corrispondenti alla posizione dei punti di agopuntura. Riuscì a trovare alcuni di essi nelle estremità, notando che in aree particolari spesso da 6 a 8 di queste stenosi si erano agglomerate e precisamente nel caso di quei pazienti che, indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico, manifestarono frequenti dolori migranti. Così nacque la diagnostica mediante la digitopressione. Il procedimento è lo stesso della ricerca dei tender point dolorosi, con la differenza che tutti i punti di tutti i meridiani possono potenzialmente essere colpiti, e nel caso lo fossero, reagiscono con il dolore tipico alla pressione definita. Ogni punto di agopuntura può divenire un tender point. Pertanto è necessario palpare tutti i punti dei meridiani del colon, del polmone e del pericardio nonché tutti i punti dei meridiani del rene, della vescica e della cistifellea e degli altri meridiani. 5

6 La sindrome fibromialgica (SFM) Il numero elevatissimo di punti consente una diagnostica molto più precisa rispetto all esame dei 18 tender point. Era possibile dimostrare che spesso la fibromialgia comincia in un singolo quadrante sviluppando, soltanto nel corso di un decennio, il quadro completo, descritto come fibromialgia generalizzata, ovvero quello che alcuni reumatologi americani intendono quando richiedono che il dolore dei pazienti debba affliggere tutti i quattro quadranti. La fibromialgia può, nel caso di una giovane ragazza ad esempio, iniziare durante il periodo di apprendistato ed essere erroneamente diagnosticata come tendinite. Anni dopo, il dolore include le spalle, la cervicale e l occipite, ed ancora più tardi si estende anche al lato opposto del corpo o alla gamba dello stesso lato. Si aggiungono dolori alla schiena, in particolare durante e dopo una gravidanza. Infine, dopo 5, 10 o più anni "tutto fa male": secondo questo esempio, nello stadio 1 uno dei quadranti superiori era affetto, nello stadio 2 un quadrante vicino, nello stadio 3 ambo i quadranti vicini erano affetti, e nello stadio 4 si rappresenta il quadro completo, la fibromialgia generalizzata. La fibromialgia può essere accertata con la diagnostica mediante digitopressione, e da questo momento in poi non rappresenterà più né una diagnosi sparata né una di sospetto. Sintomi e sindromi associate Dolore Il dolore fibromialgico non ha limiti. La sua intensità e la sua diffusione non hanno confini. Può manifestarsi come dolore continuo, ma anche variare a seconda della parte del corpo affetta, secondo l'intensità, la durata e la frequenza; può manifestarsi come sindrome del "tutto fa male" oppure come dolori migranti. I pazienti lo descrivono come un profondo dolore muscolare, bruciore, crampo, dolore lancinante, come un colpo di coltello o come un coltello conficcato. Molto spesso, il dolore e la rigidezza sono peggiori di mattina, ed i gruppi di muscoli che sono sollecitati con maggiore frequenza dolgono più intensamente. Il dolore può colpire le articolazioni mandibolari intensificandosi sino a manifestarsi come le più forti nevralgie facciali (pseudo nevralgia del trigemino, nevralgia facciale atipica); possono aggiungersi altresì mal di denti e dolori al seno mascellare. Spesso i denti vengono estratti ed il paziente lamenta dolori fantomatici, nei punti dove erano precedentemente le sedi dei denti. I disturbi a livello della lingua e la difficoltà di deglutire sono noti come sindrome neck-tongue. Altri sintomi frequenti sono: Sensazioni di cuore/cardiofobia con ECG senza esito particolare, dolore al torace talvolta dietro lo sterno (eventualmente abbinato con riflusso gastrico) oppure a fasce attorno il torace o lungo l'arco delle costole. L ultima forma di dolore era già conosciuta nell antichità quale dolore sotto la cartilagine delle costole, ovvero ipocondria. Dato che anche i medici dell'antichità non capirono le cause di questo tipo di dolore (non avendo trovato niente di patologico), questa descrizione divenne sinonimo per il malato immaginario, l'ipocondriaco. I medici moderni tendono alla stessa conclusione sbagliata quando considerano la fibromialgia un disturbo somatoforme, cercando quindi le cause nella psiche. Un errore di oltre 2500 anni or sono che viene predicato ancora oggi. Le donne possono manifestare mastodinia (dolore in una o entrambe le mammelle), dolori linfatici, dolori inguinali e nella zona genitale, sintomi urologici. Dolori inguinali senza la presenza di un ernia inguinale, ernia da calciatore. Disturbi di minzione, disturbi nel flusso d urina, vescica irritata, cistite interstiziale, spasmi vaginali, spasmi anali, mestruazione dolorosa, dolori non specifici addominali ("utero retroflesso", legamenti lassi) che spesso conducono addirittura ad un isterectomia non necessaria. I pazienti descrivono questo sintomo in modo differente. Alcuni si sentono fisicamente affaticati, altri si sentono mentalmente esausti o con difficoltà di concentrazione. L intera energia 6

7 La sindrome fibromialgica (SFM) sembra essersi sciolta come il ghiaccio ed è svanita. Alcuni descrivono un senso di estrema pesantezza alle arti che li priva di tutta l energia. Disturbi del sonno Solitamente, i pazienti non hanno difficoltà di addormentarsi bensì di dormire senza interruzione. Il loro sonno comunque è disturbato in quanto i dolori che si manifestano ad ogni movimento li svegliano dal sonno più profondo. Spesso compare la sindrome di apnea nel sonno, ma anche dei tremori e spasmi muscolari, (movimenti incontrollati di braccia e gambe). La sindrome delle gambe senza riposo ( restless leg ) rappresenta un altro aspetto parziale della fibromialgia. Lo stesso si riferisce al bruxismo. Il modello del sonno è distintamente diverso da quello trovato nei pazienti depressi. Sindrome dell intestino irritabile 20-40% dei pazienti soffrono di dolori addominali, stipsi, diarrea meteorismo e nausea; qualche volta i dolori sembrano emanare dall interno del corpo ed "essere appesi alla parte anteriore e posteriore dell'arco costale" (ipocondria, vedasi sopra) oppure irradiare dalla cistifellea. Anche la sindrome dell intestino irritabile rappresenta un aspetto parziale della fibromialgia. Cefalea Dolori all occipite, tinnito auricolare, edemi delle palpebra, emicrania con attacchi di dolore negli avambracci durante l'aura. Sintomi neurologici I pazienti manifestano intorpidimento e formicolio alle estremità, zone cutanee ipersensibili, gonfiore a mani e gambe, disturbi motorici e dell andatura, mentre i neurologi non possono trovare alcuna variazione patologica, talvolta constatano la sindrome dolorosa regionale complessa (CRPS). Diagnosi spesso formulate erroneamente in luogo della fibromialgia: Osteoartrite della spalla, sindromi degenerative delle vertebre lombari e/o toraciche, mal di schiena, dischi intervertebrali protrusivi (non "ancora" da operare, non trattandosi di "vera" ernia al disco, ma soltanto di protrusioni), artrosi lombo sacrale, sindrome delle faccette articolari vertebrali, artrosi dell anca e del ginocchio, trocanterodinia, achillodinia, sperone calcaneare, piede piatto con alluce valgo. Addirittura osteoporosi, pseudo Parkinson, Parkinson atipico di un'estremità e sclerosi multipla! La diagnosi più odiata e temuta dai pazienti è quella del "disturbo somatoforme", perché si traduce nel linguaggio corrente del paziente e del suo ambiente come "tutto psicologico!" I pazienti subiscono continue umiliazioni, mentre la depressione dei pazienti fibromialgici dovrebbe essere intesa come nevrosi reattiva causata dal dolore continuo. Quali sono le cause della fibromialgia? In generale, i medici sostengono: patogenesi poco chiara, diagnosi difficile, trattamento sintomatico. La fibromialgia è incurabile. Per la prima volta, la cognizione che, nel caso della fibromialgia, i punti di agopuntura si rappresentano come fori di agopuntura agglomerati, apre nuovi orizzonti sia per quanto concerne l'accuratezza della diagnostica che il trattamento causale. Come risultato di stress fisico e/o mentale, le terminali libere dei nervi sono avvolte da proteine che raggrumano in loco otturando i fori. I fori otturati possono essere liberati tramite un intervento chirurgico in modo che non si ottureranno di nuovo. Tensioni subentrate all'interno dei fasci fibrosi possono essere eliminate. Incisioni di sollievo sono opportune, ovvero si richiedono tutte le abilità della 7

8 Terapia della fibromialgia / Bibliografia chirurgia della mano e della neurochirurgia periferica incluse le tecniche della microchirurgia. La cognizione che vi siano delle specie di "scatole di interconnessione dei meridiani" sulle braccia e le gambe, consentono un intervento durante il quale si esaminano i 6-8 punti di agopuntura che dominano un quadrante mediante una sola incisione. La teoria dello stress copre facilmente tutti i fattori comuni che possono peggiorare una fibromialgia esistente o provocare una SFM latente. Condizioni meteorologiche, correnti d aria, clima freddo, un allenamento troppo rigido, costruzione della propria casa, rinnovamento, cambi ormonali, disgrazie e stress mentale. Comunque rientrano anche malattie, infezioni virali e batteriche, infortuni, reumatismo vero, tubercolosi cutanea (lupus), malattie tiroidee. Molti fattori - un unico meccanismo! Terapia della fibromialgia Durante i primi mesi, si consiglia il trattamento tradizionale: l impiego di farmaci antinfiammatori, decongestionanti, miorilassanti e antidepressivi è indicato; lieve fisioterapia, crioterapia e consulenza alimentare nel caso della sindrome dell intestino irritabile. Comunque, l'approccio terapeutico consueto non dovrebbe togliere la nostra attenzione dai meridiani disturbati. È possibile che i pazienti imparino a massaggiare la zona corretta nella direzione corretta, secondo il proverbio cinese che dice il vento soave porta la riuscita ovvero che il successo verrà gradualmente. Nei casi in cui la malattia avesse raggiunto uno stadio avanzato, la pulizia chirurgica dei punti di agopuntura raggrumati non potrà essere evitata. Le percentuali di successo sono alte. Nel 90% delle operazioni, i pazienti diventano e restano liberi da sintomi (1,2). 1 Bauer J, Heine H. Acupuncture Points and Fibromyalgia Biol Med 1998; 27(6): Bauer J, Heine H. Possibilities of Surgical Intervention in Case of Fibromyalgetic Pain (Back and Lower Extremities) Biol Med 1999; 28(3): Egerbacher M. Anatomical and Histological Structure of Specific Acupuncture Points of Cattle and Dogs., Dtsch Z Akunpunktur 1993;36: Freyberger HJ, Freyberger H. Psychosomatics in Medicine. In: Gerock W, Huber C, Meinertz T, Zeidler H. (Hrgs.I. Die Innere Medizin, Stuttgart, New York: Schattauer 2000; Heine H. Anatomical Structure of Acupuncture Points. Dtsch Z. Akupunktur 1987; 31: Heine H. Neurogenous Inflammations as the Basis of Chronic Pain Connections with Antihomotoxical Medicine Biol Med1997;26(6): Heine H. Textbook of Biological Medicine. 2. Edition Stuttgart: Hippokrates 1991; Sprott H, Müller A, Heine H. Collagen Crosslinks in Fibromyalgia. Arthritis Rheuma 1997; Stux G, Stiller N, Pomeranz B: Acupuncture Points Dtsch Z Akupunktur 1998;31: Zenz M, Jurna J (Hrsg.). Textbook of Pain Therapy. Stuttgart: Wissenschaftliche Verlagsgesellschaft 1993; Zerlaut B, Böheim C, Moriggl B. Histology of Acupuncture Points. Dtsch Z Akupunktur 1992;35: Bauer J, Heine H. Acupuncture Points and Quadrant Pain (Diagnostic Procedure and Causal Correlations) Biol Med 2000; 29(6): Melzack R et al. Trigger Points and Acupuncture Points for Pain: Correlations and Implications. Pain 1977; 3:3-23 8

9 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante Johann Bauer, Hartmut Heine 1 1 Istituto per la Medicina Antiomotossica e Ricerca nella Regolazione Basale, Baden-Baden (Articolo revisionato tratto dalla rivista tedesca Biologische Medizin, dicembre 2000) Sommario La fibromialgia è associata ai punti di agopuntura dolorosi noti come tender point. Ciò è correlato alla struttura anatomica dei punti di agopuntura. Essenzialmente, essi formano un fascio nervovascolare che penetra fori di fasce marcatamente delineati, legamenti ed aponeurosi o canali ossei, ovvero ossa facciali ecc. Il fascio nervovascolare è avvolto da uno strato di tessuto connettivo sciolto e facilmente infiammabile. Gli assoni del fascio dei nervi sono connessi con riflessi cutanei di tipo miogene, viscerale e neuronale. Disturbi di questi meccanismi reattivi possono provocare lo sviluppo dei tender point, iniziando in un quadrante del corpo ed estendendosi con il tempo in tutto il corpo. Nel contempo si sviluppano sempre più tender point a causa della formazione di collagene in eccesso con la compressione del fascio nervovascolare nel punto di agopuntura infiammato. Siamo in grado di dimostrare che la mobilitazione chirurgica di fasci nervovascolari ai punti di agopuntura definiti all'interno di un quadrante del corpo allevia il dolore fibromialgico nel 90% dei pazienti. Keywords: dolore fibromialgico, punti di agopuntura, tender point, fibromialgia, mobilitazione chirurgica Procedura diagnostica e connessione causale Introduzione Molti pazienti fibromialgici o con disturbi fibromialgici (1,2) sono in grado di ricordare l inizio del dolore, ed in particolare che 5, 10 o ancora più anni fa, il dolore cominciò, per esempio, nella zona del braccio destro e della spalla destra. Nel corso del tempo, il dolore si sparse nell intero corpo. All atto dell'esame, il paziente manifesta dolori migranti all intero corpo in momenti diversi. L anamnesi medica tradizionale del dolore può essere descritta come segue (10): Si suppone che tramite l "anamnesi del dolore vengano individuati gli aspetti della percezione del dolore: locali (quali braccio intero, mascella superiore sinistra), temporali (quali dolore continuo, dolore improvviso lanciante), qualitativi (quali bruciore o sensazioni elettrizzanti), e quantitativi (quali moderato, molto forte). La percezione del dolore viene rilevata tramite le domande seguenti: Dove ha dolori? Quando sente abitualmente il dolore? Come descriverebbe il dolore? Con che cosa è connesso il dolore? Che intensità ha il dolore? Non appena terminata la localizzazione e la radiazione del dolore, si può procedere con l assegnazione strutturale e parziale dei sintomi." Studi precedenti erano in grado di dimostrare che i punti di agopuntura dolorosi assumono un ruolo prioritario nel complesso dei sintomi fibromialgici e che il loro sollievo chirurgico rappresenta un nuovo percorso nella lotta contro i sintomi di dolore della fibromialgia (1,2). L obbiettivo di questo studio è quello di disegnare un quadro più particolareggiato delle connessioni tra il dolore al quadrante ed i punti di agopuntura. I risultati chirurgici sono documentati nei controlli postoperatori. Fino ad ora, è stato possibile mantenere la percentuale di successo del 90% (già pubblicata 1, 2). Dopo un certo periodo di attesa postoperatorio, generalmente cor- 9

10 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante relato con il decorso della malattia, i pazienti sono permanentemente esenti dal dolore nella parte del quadrante operato. Nell 80% di questi pazienti, l'effetto positivo dell intervento chirurgico si estende anche ai quadranti vicini non operati. Pertanto, per il 70% dei pazienti è sufficiente un solo intervento chirurgico e soltanto per il 20% è necessario un secondo intervento. Di regola, il secondo intervento chirurgico viene eseguito 6-12 mesi dopo il primo. Diagnostica digitopressione del dolore al quadrante dell'estremità superiore Sin dall'inizio degli anni ottanta si sta discutendo la questione se i punti trigger siano sinonimo di punti di agopuntura (9). I punti di agopuntura sono basati su una struttura definita: un fascio nervovascolare avvolto in uno strato di tessuto connettivo facilmente infiammabile penetra a sua volta un passaggio stretto (perforazione di fasce, canali ossei, aponeurosi, ecc. {13, 5, 7 11}). In tale contesto non si deve dimenticare che i nervi del fascio di agopuntura sono connessi ai sentieri di riflesso cutaneo del tipo miogene, viscerale e neuronale. Attraverso il plesso nervoso della parete vascolare subentra il simpatico. Ogni disturbo prolungato dei sentieri di riflesso menzionati comporta, fra l altro, la liberazione della sostanza flogogena P ("infiammazione neurogena"). Di conseguenza, si possono infiammare i fori di agopuntura. Attraverso la formazione di collagene provocheranno l occlusione delle pareti in corrispondenza del relativo fascio nervovascolare, oltre ad intensificare notevolmente i sintomi di dolore nella zona del relativo punto (8). Trattasi di meccanismi afferenti patologiche che partono dai punti di agopuntura occlusi. Sono rappresentati a livello centrale e progettati dall'ego nelle altre zone. Ciò costituisce un genere di dolore fantomatico. La profondità della foratura richiesta è indispensabile per raggiungere l effettiva strettoia funzionale, per esempio IC 10. Questo punto è a sua volta marcato da un fascio nervovascolare più fine che perfora la fascia del corpo superficiale (qui fascia brachiale) e dirama dal fascio nervovascolare profondo (1). Nel caso di dolori al braccio, alla spalla o nella regione del collo e della testa, il meridiano del colon è disturbato, in alcuni casi anche il meridiano del polmone quale meridiano vicino, e talvolta anche altri meridiani vicini. Il meridiano del polmone causa la sensibilità alla pressione del lato anteriore dell articolazione della spalla. Ciò spiega il perché del dolore nella zona dell'estremità superiore che può simulare al paziente un dolore alla spalla e all'esaminatore l affezione nella zona della cuffia dei rotatori della spalla. Il meridiano del colon incrocia il meridiano della cistifellea nella regione del trapezio laterale del collo e può, quindi, trasmettere il disturbo al meridiano della cistifellea che inizia nell'angolo laterale di un occhio, si estende all'orecchio, all'osso mastoideo e da lì attraverso il cuoio capelluto alla fronte, ritornando quindi alla parte posteriore del collo. Ciò spiega, infatti, perché i pazienti con disturbi nella regione del meridiano del colon manifestano mal di testa e dolore alla cervicale oppure ad un occhio, precisamente quello sul lato omolaterale del disturbo, che si gonfia, particolarmente di mattina. Anche il dolore facciale atipico si spiega in questo modo, nonché l emicrania con attacchi di dolore negli avambracci durante l'aura. La parte terminale del meridiano del colon è situata nella zona del lato opposto sopra il dente canino ed il seno mascellare corrispondente. Diventa così comprensibile perché alcuni pazienti che dimostrano un disturbo del meridiano del colon manifestano mal di dente e/o dolore alla mascella (1, 2, 9) oppure disturbi nella regione delle giunture masticatorie. Per la diagnosi del dolore al quadrante superiore ed in particolare per chiarire le correlazioni, si consiglia di cominciare con il punto di agopuntura IC 4 (Fig. 2). Questo può già essere accer- 10

11 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante tato nel corso della prima stretta di mano. Nella maggior parte dei casi il paziente tirerà indietro la mano, se il punto è doloroso alla palpazione. Se il paziente, invece, non tira indietro la mano, ovvero non manifesta alcun dolore, è molto probabile che non ci sia nessun disturbo del meridiano del colon del lato destro. In tal caso si deve chiarire se il paziente è mancino o meno. Si consiglia di interrogare il paziente su tutte le zone che gli creano dolore. Se il paziente tralascia certe aree che appartengono al meridiano del colon ed a quelli vicini, bisogna chiedere specificamente. Dopo aver consultato diversi medici specialisti, il paziente potrebbe involontariamente celare all ortopedico il fatto di soffrire di dolori alla mascella ed allo specialista otorinolaringoiatra o dentista di avere anche dolori alla spalla, ecc. In seguito ai vari concetti relativi alla fibromialgia e sensazioni fibromialgiche, il quadro clinico non è visto nell'insieme né dal paziente né da parte dei medici. Dopo l esame del punto di agopuntura IC 4 (ciò si riferisce ad ambo le estremità superiori), si segue il meridiano del colon in direzione centrale. Prestare particolare attenzione al possibile dolore su pressione nella regione di IC 5, da P 7 a P 10. P 7 e P 8 corrispondono al dolore su pressione considerato dalla chirurgia della mano un indicatore di tendovaginite del primo e secondo tendine estensore. Per questo motivo, la diagnostica mediante la digitopressione non dovrebbe essere applicata esclusivamente bensì in aggiunta; si dovranno esaminare tutti i punti di esame noti dalla chirurgia della mano quali dita scattanti, instabilità del legamento capsulare, tendovaginite, pollice dello sciatore, ecc. Innanzitutto, si dovrà prestare attenzione se IC 7, 8 9, 10 11, e 14 sono dolorosi su pressione. I punti P 6, P 5 e MC 3 dovranno essere esaminati di conseguenza. Si raccomanda di chiedere al paziente, nel corso della digitopressione del meridiano del polmone, se patisce il dolore nella testa omerale o nella parte anteriore della spalla. Inoltre, si dovrà chiarire se il paziente abbia mai accusato dolori nel petto o torace o addirittura notato dei disturbi cardiaci non chiariti. Si prosegue con la palpazione della spalla. Particolarmente importante sono i punti IC 15 e 16. Di regola, i punti nella regione del collo non sono dolorosi su pressione. Si dovrebbero però considerare tutti i quadri clinici che potrebbero potenzialmente risultare in correlazione per la loro posizione con i meridiani già menzionati e quindi indagare: se ci sono dolori nella regione dell'angolo mandibolare o della mascella superiore, mal di denti o dolori alla mascella, se l'occhio o entrambi gli occhi si gonfiano, se appariscono disturbi visivi, se la pressione intraoculare è aumentata, se ci sono rumori soggettivi nell'orecchio, eventualmente tinnito auricolare o un dolore all occipite. Il referto tipico di un paziente affetto da dolore al quadrante si rappresenta come segue: dolore su pressione dei punti IC 4, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, P 6 e P 5, sensazioni dolorose variabili ai punti IC 14, 15, P 1, 2, IC 19, 20, VB 1, 14, 20 e 12. emicrania o cefalea dolore all occipite pseudo nevralgia del trigemino sindrome delle vertebre cervicali muscoli contratti alla schiena lesione della spalla «freddo alle spalle» sindrome spalla-braccio miogelosi nella regione delle scapole sospettata ernia al disco intervertebrale nella regione del rachide cervicale e toracico tendovaginite con ricaduta sugli avambracci CRPS Tabella 1: Diagnosi con dolore al quadrante dell'estremità superiore 11

12 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante Se la diagnostica mediante digitopressione è eseguita con precisione, dimostrerà che, di regola, i punti IC 7-12 e P 6 risultano dolorosi alla pressione. In tal caso, abbiamo un dolore al quadrante che risale all'irritazione di queste importanti sezioni del meridiano del colon (1). In caso di un'anamnesi comprensiva con una varietà di diagnosi, la liberazione chirurgica dei punti di agopuntura corrispondenti è infine indicata. Le diagnosi elencate nella Tabella 1 si riferiscono al dolore al quadrante dell'estremità superiore. Secondo le esperienze acquisite sin d ora, la Sindrome Dolorosa Regionale Complessa (CRPS) rappresenta un dolore al quadrante ed è identica allo stadio 1 di SFM: la ricerca su questo punto procede. Diagnostica digitopressione del dolore al quadrante dell'estremità inferiore. Per la diagnosi del dolore al quadrante inferiore, è essenziale seguire i punti di agopuntura del meridiano del rene (fig. 1). In questo contesto, si dovrebbe prima esaminare la presenza di un dolore di compressione all avampiede. In seguito, il medico cercherà un dolore alla pressione sul lato dorsale degli spazi tra le teste dell'osso metatarsale (VB 43, ST 44 e IC 2) (2). Il meridiano del rene è disturbato nel caso di dolore profondo della schiena, dolori nella regione dell anca, del trocantere, del femore, dolori all articolazione del ginocchio, al tendine di Achille, al tallone ed all avampiede; in alcuni casi anche i meridiani della vescica e della cistifellea, essendoci dei collegamenti trasversali. Attraverso MP 6 vi è un collegamento tra i meridiani del fegato, della milza e del rene (9). Il meridiano del rene inizia con R 1 sul lato plantare dell avampiede. Se questo punto è disturbato, qualche volta è marcato da callosità di una verruca plantare resistente alla terapia. In tal caso procedere con cautela. Il dolore alla digitopressione di R 1 può essere simulato da un neuroma di Morton. Mentre R 2 risulta raramente doloroso su pressione, i punti R 3, 4, 5, 6, 7 e 8 e MP 6 sono di importanza cruciale per la diagnostica. Il disturbo in questi punti rappresenta l'esistenza di fibromialgia del quadrante inferiore destro o sinistro. Il meridiano del fegato potrebbe essere irritato dovuto al collegamento MP 6. Ciò si manifesta come dolore inguinale omolaterale che potrebbe simulare un'ernia inguinale (inguine da calciatore). L'irritazione del meridiano di milza-pancreas potrebbe provocare del meteorismo. Dal 30 al 40% dei pazienti fibromialgici manifestano infatti la Sindrome dell Intestino Irritabile. I collegamenti trasversali da ed al meridiano della vescica conducono al relativo disturbo che potrebbero manifestarsi come dolore all articolazione del ginocchio (V 38, 39, 40) e sulla linea seduta (V 36). Qui, i pazienti riferiscono che in posizione seduta sembrano appoggiare su una zolla di ghiaccio della dimensione di una palla da tennis. Si manifestano ulteriori dolori nella Summary Fibromyalgia is accompanied with painful acupucture points known as tender points. This is Iinked to the anatomical structure of acupucture points. In principle they form a nerve vessel bundle penetrating sharp outlined perforations of fascias, Iigaments and aponeuroses or channels in bones, i.e. bones of the face and so on. The nerve vessel bundle is wrapped in a sneet of lose and easy inflammable connective tissue. The axons of the nerve bundle are connected with cuti-myogenous, cuti-visceral and cuti-neuronal reflexes. Disturbances of these feedback mechanisms can cause the development of tender points starting at one quadrant of the body spreading with time throughout the body. At the same time more and more tenderpoints develop because of excess collagen formation with compression of the nerve-vessel bundle within an inflamed acupuncture point. We are able to demonstrate that surgical mobilisation of nerve-vessel bundle of definite acupuncture-points within a body quadrant relieves fibromyalgetic pain in 90% of the patients. Keywords: Quadrant pain, acupucture points, acupressure, fibromyalgia, surgical intervention 12

13 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante regione dell articolazione sacrale o iliosacrale (V 27-34) espressa come dolore profondo alla schiena. Inoltre, molti pazienti fibromialgici soffrono di cistite interstiziale, disturbo della vescica con scarso flusso di urina. L'irritazione del meridiano della vescica può spargersi in direzione retrograda, rispetto al suo punto iniziale all'angolo interno di un occhio, e causare mal di testa associati, dolori alla cervicale, tra le scapole e la regione della muscolatura della schiena. Molto spesso, il meridiano della cistifellea è disturbato simultaneamente. Inoltre, si potrà diagnosticare un dolore distinto di compressione dell avampiede anteriore (vedasi sopra). Dolori su pressione nelle zone VB 35, 36 e 37 sono piuttosto rari. Contrariamente, i punti VB 32 e 33 risultano spesso dolorosi su pressione. In caso di dolori nella regione dell anca o sopra il trocantere, VB 30 risulta doloroso su pressione. Il dolore condotto attraverso il meridiano della cistifellea potrebbe, a causa dell incrocio con il meridiano del colon nella fossa sopraclaviculare, intensificare il dolore provocato dal meridiano del colon simultaneamente disturbato, oppure causare il dolore al collo/occipite nel caso in cui il meridiano del colon non fosse disturbato. I meridiani del rene, della vescica e della cistifellea sono connessi attraverso il meridiano del colon che consente quindi ad un dolore al quadrante superiore di estendersi anche al quadrante inferiore dello stesso lato. Come risultato di questo collegamento, il dolore al quadrante superiore si trasformerà nel dolore di una metà del corpo che colpirà anche il quadrante inferiore dello stesso lato, ed il dolore al quadrante inferiore si trasformerà nel dolore di una metà del corpo che colpirà anche il quadrante superiore dello stesso lato (Tabella 2). Il collegamento trasversale tra il lato destro e quello sinistro, percorre attraverso l incrocio dei meridiani del colon nella regione dell'infundibulo al labbro superiore, così come il meridiano Ren-Mai e Du- Mai alla linea centrale anteriore e posteriore del corpo (9). Il dolore al quadrante/ad una metà del corpo diagnosticato per mezzo di digitopressione può essere considerato soltanto un criterio per l'intervento, se le procedure di esame tradizionale, ed in partico- Fig. 1: Rappresentazione del meridiano del rene (Ni) con i punti attinenti al problema del dolore profondo della schiena (secondo 9 da 2). Stadio Diagnosi 1 un quadrante è colpito 2s un quadrante vicino è colpito (standard) 2h un quadrante vicino è colpito (semilaterale) 2d un quadrante vicino è colpito (diagonale) 3 ambo i quadranti vicini sono colpiti 4 tutti i quadranti sono colpiti (questo stadio corrisponde alla fibromialgia generalizzata dove tutti i 18 tender point della classificazione ACR iniziale risultano dolorosi su pressione) Tabella 2 : La classificazione dei stadi di fibromialgia secondo Bauer

14 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante lare i metodi di rappresentazione grafica, nonché l esame reumatologico di laboratorio non produssero delle caratteristiche distintive. Se è possibile una terapia con metodi tradizionali, la diagnostica mediante digitopressione è usata soltanto per stabilire la diagnosi. Nei casi delle diagnosi elencate nella Tabella 3, la ricerca per una causa del dolore che il paziente manifesta non avrà molto successo, finché non si prenda in considerazione una lieve protrusione del disco intervertebrale lieve protrusione del discointervertebrale senza compressione sul sacco durale stenosi con compressione dubbiosa della radice del nervo di piccolo grado cambi degenerativi locali moderati artrosi moderata dell articolazione del gomito, articolazione della spalla, ecc. artrosi uncovertebrale distinta ma no molto intensa osteoporosi moderata Tabella 3: Esempi di diagnosi che possono essere simulate da fibromialgia fibromialgia non riconosciuta in precedenza come possibile causa dei disturbi. Ci sono pochissimi casi in cui è comprensibile che a pazienti enni sono stati inseriti un'anca artificiale o un articolazione artificiale del ginocchio come conseguenza di un dolore perenne. È errato considerare che il dolore sia esclusivamente degenerativo e causato da artrosi. Ecco la ragione dietro la percentuale relativamente bassa di successo (40-60%) di certe operazioni ai dischi intervertebrali, di sostituzioni di giunti articolari ed artroscopie. La procedura operativa è già stata illustrata ampiamente (1, 2). Di seguito sarà spiegata nuovamente in breve, usando il quadrante superiore quale esempio (fig. 2). Si esegue un'incisione cutanea a S di lunghezza di 8 cm, partendo dall epicondilo laterale verso il distale per consentire l'esposizione dei punti attinenti al dolore al quadrante superiore, di modo che si possano scoprire rispettivamente le fasce e i fori di aponeurosi dei punti IC 10 e IC 11 così come P 5 e P 6. I fasci nervovascolari sono seguiti in profondità per alzare ed incidere un'arcata di Frohse restringente o un nodo di Henry. Le diramazioni muscolari del nervo radiale che perforano la fascia/aponeurosi sul lato posteriore in un punto di agopuntura specifico (IC 7), sono scoperte successivamente. I fasci nervovascolari vengono preparati attentamente, allargando o incidendo i fori corrispondenti. I margini del taglio della fascia/aponeurosi sono da adattare per mezzo di sutura con mate- Fig. 2: Sentiero del meridiano del colon lungo l'avambraccio (Di) (linea continua). I punti Di 7, 8, 9 10 e 11 del meridiano del colon sono rappresentati oltre al punto Lu 5 del meridiano del polmone. Il punto di incisione della pelle è rappresentato da una linea tratteggiata. 14

15 I punti di agopuntura ed il dolore al quadrante riale assorbente. Si chiudono cute e subcute attraverso sutura intradermica continua. Immobilizzazione successiva dell'estremità con un bendaggio in cotone per 24 ore. Esercizi di movimento attivo dal 1 giorno POP (POP = postoperatorio); in caso di suture assorbibili, la stessa si dissolverà dopo 14 giorni, i nodi cadranno (in caso di sutura non-assorbibile, rimozione dei fili). Per quanto riguarda le gambe inferiori, i punti chirurgici operativa sono R 3, 4 5, 6 e 7 nonché MP 6. Esercizio parziale è consentito il giorno dell intervento. Generalizzando, si può dire che in caso di dolori alla spalla e nella regione del collo, si dovrà operare l'avambraccio, ed in caso di dolori alla schiena il malleolo interno - a sorpresa del paziente e dello specialista premedicante. Pazienti Sino alla fine dell'anno 2000, è stata eseguita la diagnosi mediante digitopressione con più di pazienti. Complessivamente 627 pazienti sono stati sottoposti ad interventi chirurgici (Tabella 4), 401 pazienti potevano essere monitorati dopo l intervento (aggiornato al dicembre 2000, vedasi anche la statistica a dieci anni, pagina 19, presentata il 17 giugno 2001, in Velden/Wörthersee in occasione del 9 anniversario dell'associazione contro il dolore austriaca) pazienti esaminati 627 pazienti operati 401 pazienti monitorati dopo l intervento (ott./nov./dic. 2000) 1% Senza disturbi (66%) Miglioramento dei disturbi (22%) Senza successo (11%) 66% 11% 22% Niente informazioni(1%) Tabella 4: Fibromialgia - la terapia causale attraverso l intervento chirurgico Percentuale di successo per il periodo dal 1990 al 2000 Discussione Con i pazienti che avevano subito un intervento chirurgico a causa della fibromialgia, si è sempre dimostrato che soffrivano di un dolore al quadrante corrispondente al momento dell'esame o già dall'inizio della malattia (1, 2). La fibromialgia può partire nella regione di un quadrante ed essere limitato ad un quadrante nella sua fase iniziale (10). La fibromialgia può essere suddivisa in diversi stadi (Tabella 2) integrando la sindrome CRPS senza la minima difficoltà. L esecuzione della diagnosi mediante digitopressione e l'esame dei tender point come punti di agopuntura, porta alla conclusione che ci sono delle fasi iniziali di fibromialgia e che questi stadi sono concreti e diagnosticabili quale dolore al quadrante e/o quale dolore di una metà 15

16 Epilogo / Bibliografia del corpo. Nel caso di una corrispondente diagnosi distinta, il quadrante più doloroso o il primo quadrante affetto dovrà essere operato. Pazienti con quattro quadranti ugualmente affetti devono essere operati prima sui quadranti superiori delle mani. Attraverso l intervento chirurgico, i pazienti hanno una buona prospettiva di liberarsi dai loro disturbi. Il paziente non è quindi costretto di convivere con questo dolore (presumibilmente) non curabile con alcuna terapia. La fibromialgia è considerata dalla medicina tradizionale una malattia incurabile (4). La diagnosi mediante digitopressione ha creato un nuovo accesso alla terapia causale. La fibromialgia è quindi curabile. Epilogo I pazienti domandono giustamente: Chi mi crederà? Chi mi aiuterà nell affrontare l'umiliazione e l'ignoranza? Le informazioni contenute in questa guida per il paziente non sono da considerarsi esaustive, ma servono allo scopo di un primo approccio a questo quadro clinico piuttosto ignoto ma frequente, ed intendono indurre il lettore a dedicarsi ulteriormente all argomento fibromialgia in futuro. Ulteriori informazioni si possono trovare sul sito oppure contattando direttamente: 16

17 È stato provato senza alcun dubbio: La sindrome fibromialgica (SFM) è una malattia organica con cause somatiche Il problema terapeutico: Risolto Un unica incisione consente l'esame di 7-8 strutture che corrispondono ai punti di agopuntura, la rimozione dei strati contenenti proteine e la decompressione dei segmenti e delle parti terminali del nervo che posano sotto. Quadrante superiore: Incisione a S sul retro prossimale dell'avambraccio (fig.1) Quadrante inferiore: Incisione a L dietro alla caviglia interna (fig.2) Anestesia: Anestesia regionale/locale Lo scopo ed il significato di questo intervento chirurgico e della terapia chirurgica della sindrome del tunnel carpale (STC) sono gli stessi. Nel caso della sindrome del tunnel carpale, l intervento chirurgico è altresì considerato l'unica terapia causale. Anche la sindrome del tunnel carpale non si limita sempre ad un lato del corpo, ma può colpire entrambi le mani. In tal caso, un secondo intervento dovrà essere eseguito sul lato opposto, e sarebbe errato considerare che, il primo intervento chirurgico fosse stato inutile data l esigenza di operare ora il lato opposto. Per quanto concerne l intervento al quadrante per SFM, un operazione può essere sufficiente. I casi che richiedono operazioni su tutti i quattro quadranti sono, comunque, rari. Nota: Attualmente si operano pazienti al mese. L agglomerazione del passaggio della triade anatomica arteria-vena-nervo affetta, porta ad un'ostruzione dei condotti dei piccoli nervi di intensità variabile. Questo impedimento si nota come un segnale di nocicettori che si rappresenta come dolore. La deafferenziazione conduce al sollievo della soglia di dolore sovraccarica (la quale non è ridotta, ma piuttosto sovrastimolata) che riprende la sua funzione. La memoria del dolore - non avvenendo più molte afferenze patologiche - rallenta sino a fermarsi come un orologio con meccanismo manuale. Conclusioni: La causa di SFM non è assolutamente psicologia. La medicina psicosomatica commette un grosso errore. fig.1 fig.2 L agglomerazione fibrosa (strati) del passaggio affetto della triade anatomica arteria-vena- nervo viene rimossa nel corso di un intervento al quadrante... e consegnata al paziente. La tipologia dello strato e dell agglomerazione (tessuto cicatrizzato) è analizzata in cooperazione con un rinomato istituto patologico. 17

18 Indirizzi / Informazioni supplementari Prof. Dr. Dr. med. Johann Bauer Professore associato in Chirurgia all Università Ludwig Maximilian Monaco di Baviera, Germania Internet: Studio (controlli/esami + interventi chirurgici) Falkenweg 1, CH Baar, Svizzera +41 (0) (0) Segreteria/ufficio (Informazioni + appuntamenti) +41 (0) (0) Chiediamo la comprensione dei pazienti per il fatto che non si possano eseguire diagnosi o consigli medici "on-line". Il miglior modo è fissare un appuntamento per un esame o un intervento via telefono, o inviando una lettera o un fax. Ci sono molte persone che ci chiamano per chiedere consiglio. Pertanto, il nostro telefono è spesso occupato - non abbiamo un call-center con tanti operatori telefonici. Se non si riesce a contattarci immediatamente, preghiamo semplicemente di riprovarci più volte finché non ci si riuscirà! Per essere ricontattati si può anche lasciare un messaggio sulla nostra segreteria telefonica indicando nome e recapito. Il metodo operativo (intervento al quadrante) è stato sviluppato dal Professor Bauer ed egli è l unico in tutto il mondo a praticarlo. Non abbiamo alcun elenco di medici a disposizione che sono veramente competenti nella fibromialgia, perché ce ne sono pochi - e non solo in Germania. Resterà compito del paziente trovare uno specialista nelle proprie vicinanze - una telefonata all ordine dei medici locale potrà essere utile. Chiediamo altresì la comprensione di non poter fornire elenchi di pazienti che sono o erano in trattamento dal Prof. Bauer, per ovvie questioni legali e la riservatezza dei dati. I trattamenti medici dal Professor Bauer sono a titolo privato ciò significa che egli non è un medico convenzionato e non collabora con alcuna Assicurazione contro le malattie o mutua. Il paziente riceverà una fattura da pagare nello studio (VISA o contanti). Se ci sarà il rimborso delle spese per esami/controlli e/o dell'intervento da parte dell assicurazione contro le malattie e/o mutua e l eventuale ammontare dipenderà da ente a ente. Qualche assicurazione rimborserà le spese interamente (come cosiddetto "tentativo di terapia "), l'altra ne pagherà la metà, un altra ancora pagherà soltanto una parte o addirittura nulla. Dipenderà sempre dall interlocutore e dalle condizioni specifiche della convenzione con l assicurazione/mutua. Il miglior modo è quello di presentare semplicemente il preventivo dei costi (allegato) alla propria compagnia di assicurazione sanitaria e negoziare il rimborso. Sarà in ogni caso compito del paziente, e non quello del nostro studio medico, negoziare con il proprio assicuratore. Link relativo alla spiegazione del metodo (presentazione di manifesti, San Diego, 2002), Titolo: "Un metodo nuovo per la diagnosi e la terapia della sindrome fibromialgica (SFM)": Per approfondire: Bauer J.A. FIBROMIALGIA - LA SCOPERTA RISOLUTIVA CONTRO IL DOLORE E.S.I. SpA Edizioni Scientifiche Italiane, NAPOLI, ITALIA Tel: PBX Fax: ISBN : Cod. ESI : Per approfondire: Bauer J.A. Fibromyalgia Healing is possible (Fibromialgia - Guarire è possibile) Senza dolore attraverso il trattamento della causa) Lingua: inglese Editore: Trafford Publishing (UK) Ltd, Oxford 2007 Rilegatura: cucita ISBN :

19 Preventivo per visita medica specialistica per la diagnosi della sindrome fibromialgica Preventivo dei costi per quadrante arto superiore Un intervento chirurgico al quadrante superiore (operazione al braccio):chf 4'600 Preventivo dei costi per quadrante arto inferiore Un intervento chirurgico al quadrante inferiore (operazione alla gamba): CHF La visitá/diagnosi calcolata dopo la durata à CHF 460 / ora Di evitare alcuni malintesi: le spese della visitá/diagnosi per fibromyalgia, sarà addebitato dipendendo dalla durata e livello della difficoltà ad un tasso di 460 CHF per ora. Nel caso normale un'ora è abbastanza per completare l'esame e diagnosi, sotto la premessa comunque che il paziente ha scritto la sua storia, il foglio di anamnesi fu riempito in una maniera ordinata e quel il/la paziente deve essere preparata per l'intervista con Professore Bauer. Se gli examination/check dovesse volere più molto tempo, un corrispondentemente spese più alte devono essere aspettatsi: prese il controllo per esempio 1.5 ore le spese saranno 690 Francchi Svizzeri, il CHF 920 di 2 ore di conseguenza. I trattamenti medici eseguiti dal Prof. Bauer sono privati. Dopo la visita e\o dopo la chirurgia il paziente riceve regolare ricevuta fiscale da pagare al momento. Qualora volgiate ottenere dei rimborsi: Si potrebbe provare a fornire la ricevuta fiscale alla propria agenzia assicurativa, ma il Prof Bauer non può garantire assolutamente il risarcimento delle spese. Il modo migliore per ottenere un rimborso è quello di prendere un appuntamento con personale qualificato della vostra agenzia assicurativa e spiegare ad esso la situazione chiedendo chiarimenti. Le spese dell'operazione possono variare secondo la difficoltà dell'intervento chirurgico e sono soltanto indicative, non impegnative. L'ammontare esatto della fattura può essere determinata soltanto dopo l'operazione. Il pagamento dei costi della visita e/o dell'operazione chirurgica è possibile solo in contanti in franchi svizzeri o in Euro (prezzo EUR = tasso di cambio corrente) oppure con carta di credito VISA con copertura sufficiente. Il paziente dovrebbe informarsi delle limitazioni della carta presso la propria banca. Atenzione: D'ora il numero segreto di quattro-cifras PIN (Personal Identification Number) è necessario per pagamenti con carta di credito VISA. Questo PIN Lei ha ricevuto della Sua banca insieme con la carta. Senza questo PIN un pagamento non è più possibile. 19

20 Domande frequenti Domande frequenti a riguardo degli interventi chirurgici Agency for Healthcare Research and Quality (Agenzia per la Ricerca e la Qualità sanitaria), Rocheville, citato da Jörg Blech, Heillose Medizin (Medicina incurabile), editore: S. Fischer Verlag, Francoforte sul Meno 2005, pagine ) Qui: L Intervento al quadrante secondo Bauer in fibromialgia / sindrome fibromialgica (SFM) 1) Perché questo intervento elettivo deve essere eseguito? Questo intervento elettivo non deve essere eseguito obbligatoriamente. Dipende da ciascuno se intende continuare con il trattamento finora adottato, se pensa di poter sopportare e vivere con la propria indisposizione. Comunque, attenzione! La sindrome della fibromialgia è una malattia cronica che peggiora in fasi nel corso di decenni ed infine porterà all incapacità di lavorare e guadagnare e darà luogo all'invalidità (sedia a rotelle, essere legati al letto). In seguito al dolore qualche volta meno intenso, ma mai assente, questa malattia può provocare danni alla propria personalità e portare in seconda istanza a disturbi psichici. Questi cambiamenti sono la conseguenza, non la causa della malattia. La quota di suicidio si aggira sul 15%, ed è probabile che aumenti dopo l assunzione di farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale - le statistiche non sono disponibili, come per molto tempo non erano disponibili sulla nocività del fumo. 2) Ci sono alternative alla chirurgia elettiva? No. L'intervento al quadrante è l'unico trattamento che elimina causalmente la sindrome di compressione di piccoli nervi. Tutte le terapie multi-modali sono incomplete. Neppure sono efficaci nel caso di una sindrome inequivoca del tunnel carpale. Per documentare l'efficacia di farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale sui sindromi di compressione, sarebbero dovuti essere esaminati con uno studio con prospettiva multi-centro, doppio-cieco, casualizzato, placebo-controllato - ma ciò non avvenne. Le terapie multi-modali non possono trovare l'uscita da un vicolo cieco. 3) A cosa punta invece l'intervento elettivo? L obiettivo e lo scopo dell intervento sono la scomparsa persistente del dolore e di altri disturbi causati dalla fibromialgia. Inoltre, sarà fermato il progresso della malattia (vedasi paragrafo 1). 4) Quale è il beneficio effettivo dell'intervento? Eseguendo l intervento riguardante un singolo quadrante su pazienti, 600 di loro manifesteranno la perdita di disturbi in tutti i quattro quadranti, tantoché potranno cessare l assunzione di tutti i farmaci, sospendendo altri trattamenti (=cure). Chiaramente, il danno già causato a giunture e capsule nonché le conseguenze di lesioni, rimangono, come il fatto immutabile che il paziente diventa più anziano. Per 300 pazienti, dopo 1 anno si può osservare soltanto un miglioramento. Può darsi che: a) il quadrante operato si libera dai disturbi, mentre i rimanenti tre non recuperano, b) il quadrante operato nonché i 3 quadranti rimanenti si liberano rapidamente dai disturbi, ma dopo un po' di tempo l effetto scompare, c) dopo 12 mesi, tutti i 4 quadranti sono migliorati in qualche modo, ma il paziente non percepisce questo successo come rilevante, d) il quadrante operato è assolutamente esente da disturbi, ed ora il corpo del paziente (il suo cervello) considera questo quadrante senza disturbi quale valore di riferimento (zero) nel paragone con i rimanenti tre. Di conseguenza, il paziente ha l'impressione che gli altri tre quadranti siano ora più dolorosi rispetto a prima, e) all'inizio, durante le prime settimane o i primi mesi postoperatori, un aggravamento iniziale (conosciuto anche nell omeopatia) ha luogo, e soltanto dopo si ottiene il risultato citato sotto a), f) casi che rappresentano combinazioni di varie forme citate sotto a) - e) appaiono. Nel caso di alcune caratteristiche notate riguardo ai punti da a) a f), raccomandiamo perciò ai nostri pazienti di contattare il chirurgo che ha compiuto l'intervento per utilizzare il vantaggio di un controllo postoperatorio (al costo di ca Euro). Ci raccomandiamo di non trascurare questa opportunità tra il sesto ed il nono mese postoperatorio. 5) Quali sono i rischi dell intervento? Su pazienti che subiscono l'intervento, c'è il rischio che 70 di loro non ne traggano alcun profitto, e nei loro casi neache il progresso della malattia potrà essere prevenuto. Rischi generali: 20 pazienti su notano emorragie nel bendaggio durante le prime 24 ore, o lo sviluppo di infezioni sino alla suppurazione, o considerano che la cicatrice risultante non sembri la solita linea sottile. Perciò, il cambio del bendaggio il giorno susseguente all'intervento è obbligatorio. Ciò significa che il paziente dovrebbe restare la notte in un albergo o una pensione, presentarsi la mattina successiva per il controllo. In 9 casi su dopo l intervento l arto superiore o inferiore si gonfia, diventa blu e diventa molle - ci sono degli esercizi speciali per reagire a questo processo, ed il paziente sarà istruito come praticarli. Un paziente su subisce una lesione di qualche nervo, vaso sanguino o tendine che può essere riparato utilizzando metodi della microchirurgia intraoperatoria. 6) Quanto tempo passa finché il paziente recupera dall'intervento? Il permesso di malattia dura 6-8 settimane dopo l intervento sull arto superiore, 8-12 settimane dopo un intervento che riguarda l arto inferiore. Sport, mestieri domestici pesanti, ecc. sono soltanto possibili sino ad un'estensione limitata durante i primi 3 mesi postoperatori. Guidare la macchina non è possibile fino a 3-6 settimane dopo l intervento a seconda del quadrante operato: se l'intervento riguardava il lato destro, l'incapacità di guidare sarà più lunga (a causa delle manipolazioni della leva di cambio e del pedale del freno). 7) Che cosa accade se l'intervento non viene eseguito? Per una risposta vedasi i paragrafi 1) e 2). 8) Quante volte è stato eseguito questo intervento finora? Su pazienti fibromialgici esaminati, questo intervento è stato compiuto volte. Per dati statistici a riguardo dei risultati vedasi paragrafo 4). Queste statistiche (concernenti la qualità ed il successo dei risultati finali) sono basate su interrogazioni eseguite, raccolte, e statisticamente valutate da periti indipendenti 3, 6 e 12 mesi dopo l'intervento. Alla fine del 2008 saranno disponibili anche i risultati del secondo studio riguardante i risultati postoperatori 3 anni dopo l intervento. 20

PRINCIPI DI NEUROLOGIA

PRINCIPI DI NEUROLOGIA Indice 1 2 INTRODUZIONE........................... 1 1.1 Sviluppo della tecnica del massaggio connettivale................ 1 1.2 Diagnostica dell area del riflesso............ 4 Cambiamenti di tipo nervoso

Dettagli

ARTRITE PSORIASICA E L ARTRITE PIU DIFFUSA NELLA POPOLAZIONE GENERALE E UNA ARTRITE CHE FA PARTE DEL GRUPPO DELLE

ARTRITE PSORIASICA E L ARTRITE PIU DIFFUSA NELLA POPOLAZIONE GENERALE E UNA ARTRITE CHE FA PARTE DEL GRUPPO DELLE ARTRITE PSORIASICA E L ARTRITE PIU DIFFUSA NELLA POPOLAZIONE GENERALE E UNA ARTRITE CHE FA PARTE DEL GRUPPO DELLE SPONDILOENTESOARTRITI. E UNA ARTRITE AUTOIMMUNE, DOVUTA AL FATTO CHE UNA PARTE DEL NOSTRO

Dettagli

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Il mal di schiena non è una malattia ma un sintomo, il segnale che qualcosa non va, anche se non è sempre facile capire con esattezza cosa. Quasi a tutti capita

Dettagli

Le Schede informative di... SINDROME DEL TUNNEL CARPALE (STC)

Le Schede informative di... SINDROME DEL TUNNEL CARPALE (STC) Le Schede informative di... SINDROME DEL TUNNEL CARPALE (STC) La sindrome del tunnel carpale (STC) State lavorando alla scrivania, e cercate di ignorare il formicolio e la sensazione di intorpidimento

Dettagli

La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio

La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio La sindrome radicolare pura si esprime con un dolore irradiato nel territorio

Dettagli

Pratica/chirurgia Prof. Dr. Dr. med. Johann Bauer, Falkenweg 1, CH-6340 Baar, Swizzera

Pratica/chirurgia Prof. Dr. Dr. med. Johann Bauer, Falkenweg 1, CH-6340 Baar, Swizzera Pratica/chirurgia Prof. Dr. Dr. med. Johann Bauer, Falkenweg 1, CH-6340 Baar, Cos è la fibromialgia? 1 La fibromialgia è una malattia dei tessuti connettivi, accompagnata da dolori molteplici e da stati

Dettagli

EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA

EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA EPICONDILITE: MA CHE COSA E ESATTAMENTE? DIAGNOSI E TERAPIA Dott. Stefano Folzani Responsabile f.f. Servizio di Radiologia Ospedale di Suzzara Dott. Gianluca Castellarin Responsabile Ortopedia III Ospedale

Dettagli

I criteri per la diagnosi della fibromialgia sono stati definiti dall American College of Rheumatology nel 1990.

I criteri per la diagnosi della fibromialgia sono stati definiti dall American College of Rheumatology nel 1990. Fibromialgia FIBROMIALGIA è una malattia cronica complessa definita dall American College of Rheumatology come una condizione di dolore cronico diffuso con caratteristici tender points (punti dolenti alla

Dettagli

Speciale Epicondilite

Speciale Epicondilite presenta OLTRE L INFIAMMAZIONE C È DI PIÙ Realizzato con la consulenza del dottor Andrea Miti, Direttore del reparto di ortopedia e traumatologia dell Ospedale dell Angelo di Mestre (VE) Il dolore si sviluppa

Dettagli

Corso taping kinesiologico nella fisioterapia generale, e nella fase post chirurgica.

Corso taping kinesiologico nella fisioterapia generale, e nella fase post chirurgica. Corso taping kinesiologico nella fisioterapia generale, e nella fase post chirurgica. docente: prof. Rosario per dieci anni fisioterapista della nazionale italiana F.I.H.P. docente presso l Università

Dettagli

La Fibromialgia era stata precedentemente descritta come Fibrosite (Glowers 1904) e ritenuta una affezione infiammatoria del tessuto fibroso.

La Fibromialgia era stata precedentemente descritta come Fibrosite (Glowers 1904) e ritenuta una affezione infiammatoria del tessuto fibroso. LA FIBROMIALGIA DEFINIZIONE La denominazione di questa sindrome è dovuta a Yunus, che ne ha descritto i sintomi e i segni in unostudio del 1981, a seguito di precedenti studi di Smithe. La Fibromialgia

Dettagli

La Cervicalgia Cause

La Cervicalgia Cause La Cervicalgia Il termine cervicalgia definisce un generico dolore al collo che si protrae per un periodo di tempo variabile, spesso anche molto lungo. Si tratta di un disturbo muscolo-scheletrico estremamente

Dettagli

Mobilizzazione senza Impulso

Mobilizzazione senza Impulso Patologie degenerative e traumatiche di muscoli e tendini Possibilità terapeutiche Dr.essa Med. M.G. Canepa Patologie degenerative e traumatiche di muscoli e tendini!! Possibilità terapeutiche! Medicina

Dettagli

L artrosi è la patologia più comune nella seconda metà della vita

L artrosi è la patologia più comune nella seconda metà della vita Focus su... artrosi L artrosi è la patologia più comune nella seconda metà della vita 2 FACCIAMO UN PO DI CHIAREZZA Artrosi (o osteoartrosi) e artrite sono termini spesso considerati sinonimi, ma in realtà

Dettagli

Infiltrazioni Epidurali (o peridurali) Selettive RX Guidate

Infiltrazioni Epidurali (o peridurali) Selettive RX Guidate Infiltrazioni Epidurali (o peridurali) Selettive RX Guidate Le infiltrazioni epidurali (o peridurali) di cortisone sono una terapia utilizzata per molti tipi lombalgia e per il dolore alle gambe causato

Dettagli

I TRAUMI ALLA SCHIENA

I TRAUMI ALLA SCHIENA I TRAUMI ALLA SCHIENA La colonna vertebrale ( rachide ) è composta da 34-35 ossa corte, le vertebre. Si distinguono in 7 cervicali, 12 toraciche, 5 lombari, 5 sacrali (+3/4 coccigee) Funzioni Protezione

Dettagli

REGIONE DEL COLLO. Movimenti attivi della colonna vertebrale cervicale

REGIONE DEL COLLO. Movimenti attivi della colonna vertebrale cervicale Società Italiana di Medicina del Lavoro e Igiene Industriale Linee guida per la formazione continua e l accreditamento del medico del lavoro: UE WMSDs Allegato 10 Manovre di semeiotica clinica (da Sluiter

Dettagli

Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale!

Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale! Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale La malformazione di Chiari tipo I (CMI) è un alterazione della giunzione

Dettagli

COSA E LA REUMATOLOGIA?

COSA E LA REUMATOLOGIA? COSA E LA REUMATOLOGIA? LA REUMATOLOGIA E LA SCIENZA MEDICA CHE STUDIA, DIAGNOSTICA E CURA LE MALATTIE REUMATICHE. LE MALATTIE REUMATICHE SONO QUELLE MALATTIE CHE PROVOCANO DOLORE, INFIAMMAZIONE, LESIONI,

Dettagli

STENOSI DELLE CAROTIDI

STENOSI DELLE CAROTIDI STENOSI DELLE CAROTIDI Quali sono le principali arterie che portano sangue al cervello? Ogni persona ha due carotidi che decorrono nel collo uno a destra ed uno a sinistra; si possono apprezzare le loro

Dettagli

Corso di Formazione nel Trattamento Manuale Globale del Tessuto Connettivo e dei Tendini

Corso di Formazione nel Trattamento Manuale Globale del Tessuto Connettivo e dei Tendini Corso di Formazione nel Trattamento Manuale Globale del Tessuto Connettivo e dei Tendini CE.S.TE.M. Centro Studi in Terapia manuale Via Dora 7 00198 Roma www.cestem.it cestem@fastwebnet.it In fase di accreditamento

Dettagli

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI MASSAGGIAPIEDI LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI Fin dai tempi più antichi, l uomo ha imparato ad adoperare i suoi piedi per reggersi col corpo, ma poche persone hanno cercato di capire la struttura e l importanza

Dettagli

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze

ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA. Ing. Chiara Firenze ORTESI MODULARE PER UN RECUPERO GRADUALE DELL ATTIVITA QUOTIDIANA E SPORTIVA Ing. Chiara Firenze Nei paesi occidentali, quasi tutte le persone hanno sofferto, o soffriranno almeno una volta, di disturbi

Dettagli

Centro Polispecialistico Bondani

Centro Polispecialistico Bondani Centro Polispecialistico Bondani Radiologia Generale e Odontoiatrica Digitale Risonanza Magnetica MuscoloOsteoArticolare Ecografia Generale - Diagnostica CardioVascolare Medicina Fisica e Riabilitazione-Terapia

Dettagli

CHIRURGIA DELLA MANO

CHIRURGIA DELLA MANO CHIRURGIA DELLA MANO INDICE pag. Sindrome del canale carpale 1 Dido a scatto 2 Malattia di de Quervain 3 Rizoartrosi 4 Cisti del polso 5 Frattura 6 Malattia di Dupuytren 8 Artroscopia del polso della mano

Dettagli

Artriti della spalla. Capsulite adesiva. Lesioni della cuffia dei rotatori. Instabilità e lussazione articolare

Artriti della spalla. Capsulite adesiva. Lesioni della cuffia dei rotatori. Instabilità e lussazione articolare Schede informative per il paziente Artriti della spalla Capsulite adesiva Lesioni della cuffia dei rotatori Instabilità e lussazione articolare Vi sono tre articolazioni nella spalla: la clavicola con

Dettagli

PATOLOGIE DEL CORRIDORE. Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello

PATOLOGIE DEL CORRIDORE. Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello PATOLOGIE DEL CORRIDORE Relatori: Dr. Marco Ciervo Prof. Massimo Carignano Assistenti: Andrea Mastromauro Valentina Bertello L ARTICOLAZIONE TIBIO-TARSICA FASCITE PLANTARE Sintomi: Dolore acuto e intenso

Dettagli

Affezioni muscolari. Affezioni dei muscoli masticatori. Affezioni dei muscoli masticatori. Dolore miofasciale. Miosite. Miospasmo. Mialgia locale-non

Affezioni muscolari. Affezioni dei muscoli masticatori. Affezioni dei muscoli masticatori. Dolore miofasciale. Miosite. Miospasmo. Mialgia locale-non Affezioni muscolari Dolore miofasciale Miosite Miospasmo Mialgia locale-non classificata Contrattura miofibrotica Neoplasia Affezioni dei muscoli masticatori Causano dolore Sono simili ad altre affezioni

Dettagli

MASSAGGIO CONNETTIVALE

MASSAGGIO CONNETTIVALE MASSAGGIO CONNETTIVALE ESECUZIONE MANUALE Per effettuare la trazione del connettivo si appoggiano sulla cute il polpastrello del dito medio e dell anulare o del medio e dell indice prima a piatto, poi

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere

Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere Focus su... Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di, non il piacere Aristotele 2 Il può essere definito come un campanello d allarme che ci avverte quando qualcosa nel nostro organismo non funziona

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

F.A.Q... 50. Bibliografia...66. Saluti... 67. Ringraziamenti... 67

F.A.Q... 50. Bibliografia...66. Saluti... 67. Ringraziamenti... 67 Indice Dedica...4 Prefazione...5 L autore Marco Franchini...6 Il collaboratore Donato Begotti...7 Ciao e benvenuto in La mano del chitarrista Che cos è?...8 Argomenti trattati...8 Linguaggio ed immagini...8

Dettagli

Il colpo di frusta Come comportarsi con un colpo di frusta in base alle ultime ricerche mediche

Il colpo di frusta Come comportarsi con un colpo di frusta in base alle ultime ricerche mediche Il colpo di frusta Come comportarsi con un colpo di frusta in base alle ultime ricerche mediche Come comportarsi con un colpo di frusta in base alle ultime ricerche mediche Questo libricino vi dà i migliori

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Definizione Azioni od operazioni comprendenti, non solo quelle

Dettagli

RACHIDE CERVICALE. linea mediana al centro della linea nucale)

RACHIDE CERVICALE. linea mediana al centro della linea nucale) RACHIDE CERVICALE ISPEZIONE (già come entra il pz) PALPAZIONE: I. occipite II. inion (protuberanza a forma di cupola sulla linea mediana al centro della linea nucale) III. Processo mastoideo IV. Processi

Dettagli

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica Patologie dell apparato locomotore Traumatologia Traumatologia Ossa Fratture Definizioni Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Articolazioni

Dettagli

REUMATISMI EXTRA-ARTICOLARI ARTICOLARI Gran parte dei problemi muscolo-scheletrici scheletrici per cui i pazienti si sottopongono all attenzione di un medico non rappresentano un vero processo infiammatorio

Dettagli

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1

CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 CORSO RIFLESSOLOGIE INTEGRATE LEZIONE 1 Concetto Origine Storia Principi Sviluppi Influenze della Riflessologia Disciplina riequilibrante e contro lo stress Cos è la Riflessologia e come funziona: Basi

Dettagli

Guida per il paziente Sostituzione protesica del disco cervicale. Brochure fornita per gentile concessione dello studio medico

Guida per il paziente Sostituzione protesica del disco cervicale. Brochure fornita per gentile concessione dello studio medico Brochure fornita per gentile concessione dello studio medico Questa brochure è stata realizzata da Spinal Kinetics, Inc., i produttori del disco artificiale M6 MKT-0103 Rev. 1 2010 Spinal Kinetics, Inc.

Dettagli

I benefici della Chiropratica

I benefici della Chiropratica I benefici della Chiropratica da "TantaSalute" - 10/2013 Benefici della chiropratica Sono molti i benefici della chiropratica, la quale può essere fatta rientrare fra le medicine alternative. L obiettivo

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA III ANNO PART TIME

PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA III ANNO PART TIME PROGRAMMA DEL CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA III ANNO PART TIME OSTEOPATIA III Il Rachide cervicale superiore (C0-C1-C2) o Test analitici di mobilità delle vertebre cervicale. o Test di mobilità articolare.

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELLA NEVRALGIA FACCIALE ATIPICA IN MEDICINA INTEGRATA. Dott. Fulvio Fontanini Direttore scientifico AMAL

IL TRATTAMENTO DELLA NEVRALGIA FACCIALE ATIPICA IN MEDICINA INTEGRATA. Dott. Fulvio Fontanini Direttore scientifico AMAL IL TRATTAMENTO DELLA NEVRALGIA FACCIALE ATIPICA IN MEDICINA INTEGRATA Dott. Fulvio Fontanini Direttore scientifico AMAL La Nevralgia Facciale Atipica (AFP), rientra nei casi di dolore facciale persistente

Dettagli

Il mal di schiena: dall'esame radiologico alla terapia INTRODUZIONE

Il mal di schiena: dall'esame radiologico alla terapia INTRODUZIONE Dipartimento di Ortopedia e Traumatologia A.O. Mauriziano Umberto I Direttore: Prof. Roberto Rossi Il mal di schiena: dall'esame radiologico alla terapia INTRODUZIONE Roberto Rossi, Federica Rosso INTRODUZIONE

Dettagli

SINDROME DEL CANALE CARPALE E PATOLOGIA INFIAMMATORIA TENDINEA

SINDROME DEL CANALE CARPALE E PATOLOGIA INFIAMMATORIA TENDINEA SINDROME DEL CANALE CARPALE E PATOLOGIA INFIAMMATORIA TENDINEA Nervi arto superiore Visione anteriore SINDROME CANALE CARPALE Compressione del nervo mediano nel canale osteofibroso del carpo Idiopatico

Dettagli

ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO INDICE. Presentazione...15

ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO INDICE. Presentazione...15 ROSARIO BELLIA E FRANCISCO SELVA SARZO INDICE Presentazione...15 1. Introduzione 1.1 Un po di storia...17 1.2 Linee di forza del corpo umano...18 1.3 I poligoni di forze...19 2. L'azione dei punti di agopuntura

Dettagli

Meglio informati sul mal di schiena

Meglio informati sul mal di schiena Meglio informati sul mal di schiena 11309-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno Armonia alterata Quando i tendini, i legamenti, i muscoli e le articolazioni cessano di funzionare

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE DI APPLICAZIONE DEL TAPING KINSIOLOGICO NELLA TRAUMATOLOGIA SPORTIVA

CORSO DI FORMAZIONE DI APPLICAZIONE DEL TAPING KINSIOLOGICO NELLA TRAUMATOLOGIA SPORTIVA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LE PROFESSIONI SANITARIE CORSO DI FORMAZIONE DI APPLICAZIONE DEL TAPING KINSIOLOGICO NELLA TRAUMATOLOGIA SPORTIVA Ed. 1 del 27-28/02-01/03/2015 - Fisiosport Medical Center Macerata

Dettagli

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!»

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» Neuropatia diabetica «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» www.associazionedeldiabete.ch Per donazioni: PC 80-9730-7 Associazione Svizzera per il Diabete Association Suisse du Diabète Schweizerische

Dettagli

Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth Livello I

Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth Livello I Educazione Continua in Medicina Terapia Manuale secondo il Concetto OMT Kaltenborn-Evjenth Livello I Documentazione per poter richiedere accreditamento al Ministero della Salute per i corsi di Terapia

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Mal di schiena Istruzioni per l uso

Mal di schiena Istruzioni per l uso Mal di schiena Istruzioni per l uso A cura del prof. Revrenna Luca Chinesiologo - Personal trainer Operatore di riequilibrio posturale ad approccio globale Metodo Raggi COS È Il mal di schiena è un dolore

Dettagli

La Sindrome dell EGRESSO TORACICO. Guida per il paziente LA SINDROME DELL EGRESSO TORACICO

La Sindrome dell EGRESSO TORACICO. Guida per il paziente LA SINDROME DELL EGRESSO TORACICO La Sindrome dell EGRESSO TORACICO Guida per il paziente LA SINDROME DELL EGRESSO TORACICO Introduzione La Sindrome dell Egresso Toracico è una patologia che deriva dalla compressione di strutture nervose

Dettagli

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167 Stimola la riparazione dei tessuti Magnetoterapia BF 167 Illustrazioni esplicative per famiglie che intendono utilizzare trattamenti con Magnetoterapia BF 167: Illustrazione Descrizione Diffusori Frequenza

Dettagli

L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO

L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO L APPARATO LOCOMOTORE OSSA-ARTICOLAZIONI MUSCOLI OSSA-ARTICOLAZIONI Il sistema scheletrico garantisce le funzioni di: Sostegno rigido (le ossa danno forma al corpo e gli

Dettagli

Risultati di un indagine sanitaria in Valle del Serchio

Risultati di un indagine sanitaria in Valle del Serchio Sovraccarico biomeccanico dell arto superiore nei lavori forestali Risultati di un indagine sanitaria in Valle del Serchio dr.ssa Livia Rondina Castelnuovo di G. 19/09/2012 Fasi del progetto 1) Coinvolgimento

Dettagli

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale.

CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015. Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. CORSO AGGIORNAMENTO M.G.A. TERZO LIVELLO 2015 L AUTOMASSAGGIO PER LA GESTIONE DELLO STRESS Susanna Loriga Psicologa-Criminologa esperto in psicologia applicata alla difesa personale. L'automassaggio potrebbe

Dettagli

MANIPOLAZIONE FASCIALE

MANIPOLAZIONE FASCIALE MANIPOLAZIONE FASCIALE c o r s o D I p r i m o e s e c o n d o l i v e l l o Dott. Antonio Stecco Prof. Marco Gesi Prof. Gianfranco Natale Dott. Luigi Stecco Dott. Ercole Borgini Dott. Stefano Casadei

Dettagli

LANDKNECHT C,baio,14 anni,olandese,attitudine: salto ostacoli

LANDKNECHT C,baio,14 anni,olandese,attitudine: salto ostacoli LANDKNECHT C,baio,14 anni,olandese,attitudine: salto ostacoli ANAMNESI Schiena: presenza di reazione periostale in prossimità dei processi spinosi delle ultime vertebre toraciche e prime lombari, presenza

Dettagli

MANUALE SUL PIEDE. Doctor Foot srl. 00060 Formello (RM) Via degli Olmetti, 18 tel. 06 9075520 fax 06 9075155 www.doctorfoot.it info@doctorfoot.

MANUALE SUL PIEDE. Doctor Foot srl. 00060 Formello (RM) Via degli Olmetti, 18 tel. 06 9075520 fax 06 9075155 www.doctorfoot.it info@doctorfoot. MANUALE SUL PIEDE 1 Il Piede Il piede è un capolavoro unico d architettura, o meglio di biomeccanica, con le sue 26 ossa, 33 articolazioni, 114 legamenti, 20 muscoli e 250.000 ghiandole sudorifere presiede

Dettagli

Lesioni apparato locomotore, politrauma, trauma cranico e. trauma oculare

Lesioni apparato locomotore, politrauma, trauma cranico e. trauma oculare Lesioni apparato locomotore, politrauma, trauma cranico e vertebrale,trauma toracico, trauma oculare APPARATO LOCOMOTORE Composto da ossa, articolazioni e muscoli Serve a: sostenere l organismo proteggere

Dettagli

Dott.ssa Giulia Marsalli Corso di formazione specifica in Medicina Generale

Dott.ssa Giulia Marsalli Corso di formazione specifica in Medicina Generale IL DOLORE NEUROPATICO 24 OTTOBRE 2015 Dott.ssa Giulia Marsalli Corso di formazione specifica in Medicina Generale ANAMNESI 1 -P.M 43 aa - Anamnesi familiare Madre vivente: 76 aa, affetta da IA, FA, dislipidemia

Dettagli

LA LOMBALGIA. Lezione 1 C. Fondamenti di biomeccanica della colonna vertebrale applicati alla visita medica in azienda

LA LOMBALGIA. Lezione 1 C. Fondamenti di biomeccanica della colonna vertebrale applicati alla visita medica in azienda LA LOMBALGIA Lezione 1 C Fondamenti di biomeccanica della colonna vertebrale applicati alla visita medica in azienda Il dolore lombare Il dolore lombare può essere classificato in base a criteri clinici,

Dettagli

Coinvolgimenti organici e cognitivi del dolore LA FIBROMIALGIA ATTENUA I SINTOMI DELLA VULVOVAGINITE

Coinvolgimenti organici e cognitivi del dolore LA FIBROMIALGIA ATTENUA I SINTOMI DELLA VULVOVAGINITE 29 Maggio 2012 Coinvolgimenti organici e cognitivi del dolore LA FIBROMIALGIA ATTENUA I SINTOMI DELLA VULVOVAGINITE GIANCARLO CARLI Dipartimento di Fisiologia Università di Siena Modello di co-morbidità

Dettagli

MASTERPULS»elite edition«terapia AD ONDE D URTO RADIALI

MASTERPULS»elite edition«terapia AD ONDE D URTO RADIALI MASTERPULS»elite edition«terapia AD ONDE D URTO RADIALI Tecnologia innovativa al servizio dell uomo Il nostro obiettivo Terapie migliori grazie alle nuove tecnologie. Fondata nel 1987, la STORZ MEDICAL

Dettagli

LA SINDROME FIBROMIALGICA. www.fisiokinesiterapia.biz

LA SINDROME FIBROMIALGICA. www.fisiokinesiterapia.biz LA SINDROME FIBROMIALGICA www.fisiokinesiterapia.biz COSA E E LA FM Sindrome caratterizzata da sofferenza muscoloscheletrica diffusa e presenza di punti elettivi di dolorabilità (tender points) Aspetti

Dettagli

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE Con il termine fascite s intende l infiammazione di una fascia anatomica, nel caso specifico della fascite plantare si fa riferimento ad un processo infiammatorio

Dettagli

Gestione posizionamento del paziente in S.O. di Ortopedia

Gestione posizionamento del paziente in S.O. di Ortopedia Gestione posizionamento del paziente in S.O. di Ortopedia Coordinatrice Stefania Laici Infermiere Strumentista Francesco Paniccià Infermiere Strumentista Riccardo Finucci Asur Marche Z.T. n8 Civitanova

Dettagli

Chirurgia del piede e della caviglia

Chirurgia del piede e della caviglia Chirurgia del piede e della caviglia Testo informativo per i pazienti del Dott. Alex Pellegrino www.etzelclinic.ch/it/informazioni per i pazienti/piede & Caviglia Introduzione Negli ultimi anni c è stato

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica. www.gstmonline.it

Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica. www.gstmonline.it Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica www.gstmonline.it La Scuola di Formazione Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica GSTM è un percorso quadriennale in Terapia Manuale e Fisioterapia

Dettagli

La fatica nelle malattie reumatiche: Il caso della Sindrome Fibromialgica

La fatica nelle malattie reumatiche: Il caso della Sindrome Fibromialgica La fatica nelle malattie reumatiche: Il caso della Sindrome Fibromialgica Valeria Campanella, MD Unità Operativa di Reumatologia Istituto Ortopedico Galeazzi, Milano La sindrome Fibromialgica: definizione

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA FISIOTERAPIA DOPO INTERVENTO CHIRURGICO AL SENO

L IMPORTANZA DELLA FISIOTERAPIA DOPO INTERVENTO CHIRURGICO AL SENO L IMPORTANZA DELLA FISIOTERAPIA DOPO INTERVENTO CHIRURGICO AL SENO Femme à l ombrelle di C. Monet Opuscolo a cura di: Ft. Laura Airoldi Ft. Antonella Manna Fisioterapia U.O. Riabilitazione Specialistica

Dettagli

CONTENUTI. 1. L articolazione temporomandibolare

CONTENUTI. 1. L articolazione temporomandibolare A. DE FALCO, ft, Allievo Osteopatia EOP. G.NAPOLITANO,ft,Allievo Osteopatia EOP. E.ESAURITO,ft,Allievo Osteopatia EOP Abstract Si evidenzia la correlazione tra una disfunzione temporo mandibolare, irritazione

Dettagli

TECNICHE DI RF NEL DOLORE CERVICALE. Dott. Carmelo Costa Unità operativa di Terapia del Dolore Humanitas-Catania

TECNICHE DI RF NEL DOLORE CERVICALE. Dott. Carmelo Costa Unità operativa di Terapia del Dolore Humanitas-Catania TECNICHE DI RF NEL DOLORE CERVICALE Dott. Carmelo Costa Unità operativa di Terapia del Dolore Humanitas-Catania CHE COS E LA RADIOFREQUENZA? Corrente a RF E una corrente elettrica ad alta frequenza ( 500Khz

Dettagli

Ricerca dei segni dello stress

Ricerca dei segni dello stress 5 Ricerca dei segni dello stress Prima di iniziare il massaggio vero e proprio, specialmente quando massaggiate una persona per la prima volta, accertate il livello dello stress attraverso la ricerca dei

Dettagli

LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER

LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER LE APPLICAZIONI DI PAINMASTER Il cerotto Painmaster MCT si presta a numerosi utilizzi in diversi distretti del corpo, garantendo risultati ottimali e in piena sicurezza. Sfrutta la terapia alle micro correnti,

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Ing. Antonio Giorgi RSPP

CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011. Ing. Antonio Giorgi RSPP I.C. A. VOLTA Via Botticelli, 31 04100 Latina CORSO DI FORMAZIONE Art. 37, comma 2, D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 Ing. Antonio Giorgi RSPP Videoterminali 2 VDT : CONCETTI

Dettagli

Meglio informati sull artrosi

Meglio informati sull artrosi Meglio informati sull artrosi 11316-270801 www.mepha.ch Quelli con l arcobaleno Quelli con l arcobaleno Cos è l artrosi? L artrosi è una malattia articolare caratterizzata dalla progressiva degenerazione

Dettagli

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Prof. Edoardo Raposio ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma EMICRANIA e CEFALEE DAL SINTOMO ALLA TERAPIA 2 Classificazione

Dettagli

SINDROMI CANALICOLARI. Paolo Giacchè

SINDROMI CANALICOLARI. Paolo Giacchè SINDROMI CANALICOLARI Paolo Giacchè DEFINIZIONE Neuropatie periferiche con alterazioni sensitive e/o motorie conseguenti a compressione in sedi elettive ove il nervo sia particolarmente costretto. ) ALBA

Dettagli

Mal di schiena: se sai come muoverti lo puoi evitare

Mal di schiena: se sai come muoverti lo puoi evitare Mal di schiena: se sai come muoverti lo puoi evitare L'attività fisica è ai primi posti nella prevenzione del mal di schiena, ma oltre a ciò è indispensabile adottare alcuni accorgimenti posturali nei

Dettagli

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione

Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone. Introduzione Testi Andrea Frosini Foto Antonio Pavone Introduzione Spessissimo si parla o si leggono articoli su metodologie di allenamento e, in generale, si tratta di argomenti relativi al miglioramento delle prestazioni

Dettagli

Informazioni sul GLAUCOMA

Informazioni sul GLAUCOMA Informazioni sul GLAUCOMA CHE COSA E IL GLAUCOMA? Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico. Il nervo ottico è quella struttura che collega l occhio al cervello permettendoci di vedere (Vedi

Dettagli

Lesione di una parte dell'organismo prodotta da una causa esterna in modo rapido e violento Può riguardare (tra l'altro...):

Lesione di una parte dell'organismo prodotta da una causa esterna in modo rapido e violento Può riguardare (tra l'altro...): COS'E' IL TRAUMA: Lesione di una parte dell'organismo prodotta da una causa esterna in modo rapido e violento Può riguardare (tra l'altro...): l'apparato scheletrico (fratture) le articolazioni (distorsioni,

Dettagli

La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi

La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi La Sindrome da conflitto sottoacromiale Dr. Matteo Pennisi Molto comunemente nella pratica clinica ci si imbatte in una patologia dolorosa cronica della spalla definita sindrome da conflitto. Alla base

Dettagli

QUESTIONARIO ANAMNESTICO DELLE PATOLOGIE DEGLI ARTI SUPERIORI E DEL RACHIDE

QUESTIONARIO ANAMNESTICO DELLE PATOLOGIE DEGLI ARTI SUPERIORI E DEL RACHIDE QUESTIONARIO ANAMNESTICO DELLE PATOLOGIE DEGLI ARTI SUPERIORI E DEL RACHIDE Prima parte Data di compilazione Azienda Reparto Mansione Cognome Nome Data di nascita età sesso Anzianità mansione Anzianità

Dettagli

SINTOMI PRINCIPALE:DOLORE AI MOVIMENTI DELLA SPALLA

SINTOMI PRINCIPALE:DOLORE AI MOVIMENTI DELLA SPALLA 1- NELLA SPALLA I TENDINI DELLA CUFFIA DEI ROTATORI TRANSITANO FRA DUE ZONE OSSEE PRIMA DI INSERIRSI SULL OMERO 2- FREQUENTI MOVIMENTI DEL BRACCIO PROVOCANO RIPETUTE COMPRESSIONI SUI TENDINI PROVOCANDONE

Dettagli

Patologie del Disco Intervertebrale

Patologie del Disco Intervertebrale Patologie del Disco Intervertebrale I dischi intervertebrali sono strutture normalmente presenti tra i corpi vertebrali per tutta la lunghezza della colonna. Il disco è formato da due componenti: una più

Dettagli

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale Tel. 030 3709750-Fax 030 3709403 COSCERE LA PROPRIA SCHIENA Come è fatta? È costituita da 24 ossa chiamate vertebre. La colonna vertebrale è suddivisa in

Dettagli

I vizi del portamento e le posture corrette

I vizi del portamento e le posture corrette I vizi del portamento e le posture corrette Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo I vizi del portamento 3 gradi di gravita : ATTEGGIAMENTO VIZIATO (nessuna alterazione osteo muscolare) PARAMORFISMO (alterazione

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA VIDEOTERMINALI protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro Ufficio Scolastico Territoriale

Dettagli

RELAZIONE MEDICO-LEGALE SUL CASO CLINICO DI: C. A.

RELAZIONE MEDICO-LEGALE SUL CASO CLINICO DI: C. A. Dr. CARMELO GALIPO Medico-chirurgo Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni Via Appia Nuova, 153 00182 Roma Tel. 06/45654106-347/3589096 RELAZIONE MEDICO-LEGALE SUL CASO CLINICO DI: C. A. Ho

Dettagli

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale Tel. 030 3709750-Fax 030 3709403 COSCERE LA PROPRIA SCHIENA Come è fatta? È costituita da 24 ossa chiamate vertebre. La colonna vertebrale è suddivisa in

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Informazioni per i pazienti Reggio Emilia, settembre 2015 Artropatia psoriasica DESCRIZIONE

Dettagli

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO SCOLIOSI? STOP AL BUSTO! DOLORE ALLA SPALLA? STOP ALL' INTERVENTO! DOLORE ALLA SCHIENA, ALLE SPALLE, TUNNEL CARPALE, ARTRITE ARTROSI DELLE PICCOLE E GRANDI ARTICOLAZIONI, LOMBALGIA, CERVICALGIA, DORSALGIA,

Dettagli

CORSO POST-UNIVERSITARIO IN TERAPIA MANUALE

CORSO POST-UNIVERSITARIO IN TERAPIA MANUALE SCUOLA DI AGOPUNTURA TRADIZIONALE DELLA CITTÀ DI FIRENZE Editrice SOLLEONE CORSO POST-UNIVERSITARIO IN TERAPIA MANUALE SCOPI ED ASPETTI GENERALI Il Corso ha lo scopo di fornire le nozioni teorico-pratiche

Dettagli