FACET WEDGE Dispositivo per la fissazione delle faccette articolari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FACET WEDGE Dispositivo per la fissazione delle faccette articolari"

Transcript

1 FACET WEDGE Dispositivo per la fissazione delle faccette articolari Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. TECNICA CHIRURGICA

2 Controllo con amplificatore di brillanza Avvertenza La presente descrizione non è sufficiente per l utilizzo immediato dello strumentario. Si consiglia di consultare un chirurgo già pratico nell impianto di questi strumenti. Condizionamento, cura e manutenzione degli strumenti Synthes Per le direttive generali, il controllo del funzionamento e lo smontaggio degli strumenti composti da più parti si prega di contattare il proprio rappresentante Synthes locale o fare riferimento a:

3 SOMMARIO INTRODUZIONE FACET WEDGE 2 Principi AO 4 Indicazioni e controindicazioni 5 Piano preoperatorio e preparazione 6 TECNICA CHIRURGICA Posizionamento del paziente 9 Accesso ed esposizione 0 Inserimento del filo di Kirschner 4 Preparazione della faccetta articolare 7 Inserimento dell impianto 20 Inserimento delle viti 24 Rimozione del portaimpianti 30 Completamento della struttura 3 Rimozione dell impianto 33 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO Impianti 35 Volumi di riempimento 35 Strumenti 36 Istruzioni per il montaggio 39 Istruzioni per lo smontaggio 40 Set 44 FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

4 FACET WEDGE SISTEMA FACET WEDGE Il sistema FACET WEDGE offre un alternativa mininvasiva alle strutture di fissazione posteriore standard per una migliore efficienza dell intervento. La tecnica chirurgica comprende i seguenti vantaggi: Accesso transmuscolare atraumatico Trattamento del solo segmento interessato Minima esposizione alle radiazioni L intervento consente di evitare l esposizione dei nervi e dei grandi vasi Distanza di fusione breve e diretta STRUMENTI Per un intervento con FACET WEDGE sono necessari solo pochi strumenti. L inserimento controllato dei fili di Kirschner attraverso il separatore di faccette consente di usare una tecnica chirurgica guidata. Il portaimpianti e la guida di inserimento per vite combinati consentono di abbreviare i tempi di strumentazione. Condizioni di fusione ottimali grazie agli strumenti per la preparazione delle faccette articolari e le perforazioni dell impianto. DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

5 IMPIANTO Foro per filo di Kirschner Consente l inserimento guidato sopra a filo di Kirschner Guide Impediscono il movimento traslazionale e creano contatto fra l osso subcondrale e l impianto Profilo basso Minore irritazione dei muscoli Spalla dell impianto Controllo della profondità di inserimento Denti Per mantenere l impianto nella posizione desiderata prima dell inserimento delle viti Viti Viti di bloccaggio divergenti a stabilità angolare per la fissazione primaria Misure Diverse misure di impianto per far fronte alla situazione anatomica del paziente Perforazioni Consentono di ottenere condizioni di fusione ottimali FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

6 PRINCIPI AO I quattro principi da considerare come fondamenti per la corretta gestione dei pazienti spinali consolidano il design e il corso degli studi: stabilità allineamento biologia funzionalità., 2 Stabilità Stabilizzazione per ottenere uno specifico risultato terapeutico Biologia Eziologia, patogenesi, protezione neurale e guarigione dei tessuti Allineamento Bilanciamento della colonna vertebrale nelle tre dimensioni assiale sagittale coronale Funzionamento Conservazione e ripristino della funzionalità per prevenire disabilità Copyright AO Foundation Aebi M, JS Thalgott, JK Webb (998) AO ASIF Principles in Spine Surgery. Berlin: Springer 2 Aebi M, Arlet V, Webb JK (2007). AO Spine Manual (2 vols), Stuttgart, New York: Thieme DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

7 INDICAZIONI E CONTROINDICAZIONI Il sistema FACET WEDGE è indicato per la fissazione della colonna come supporto alla fusione tramite immobilizzazione delle faccette articolari, con o senza innesto osseo, a livello singolo o multiplo, da L a S. L impianto FACET WEDGE può essere inserito con tecnica mininvasiva per supportare altre tecniche di fusione o come dispositivo indipendente nei casi senza instabilità dei segmenti. Indicazioni: Discopatia degenerativa Malattia degenerativa delle faccette articolari (dolore alla schiena sintomatico isolato alle faccette) Pseudoartrosi post strumentazione anteriore Controindicazioni: Applicazione unilaterale, eccetto che in combinazione con fissazione con viti peduncolari sul lato opposto Compromissione delle faccette a causa di tecniche di decompressione Spondilolistesi Frattura o altre instabilità degli elementi posteriori Tumori Infezioni sistemiche acute o croniche o spinali localizzate FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 5

8 PIANO PREOPERATORIO E PREPARAZIONE Piano preoperatorio L orientamento delle faccette articolari varia in base ai diversi livelli spinali (). Usare tecniche di imaging (RMI, TC) per visualizzare il livello operatorio sul piano trasversale (2) per valutare: Orientamento delle faccette articolari Forma delle faccette articolari Tessuti ostruenti (per esempio osteofiti, bacino) Tenere a disposizione queste informazioni durante l intervento chirurgico per: Scegliere l accesso appropriato Identificare la posizione ottimale dell incisione Confermare la traiettoria corretta di strumenti e impianti L L2 L4 L5 Per definire la traiettoria corretta (T) degli impianti e strumenti, identificare l accesso alla faccetta articolare (A) e lo spazio articolare a 0 mm di profondità (B) sulle scansioni assiali TC o RMI. La lunghezza di 0 mm corrisponde alla lunghezza dell impianto inserito nella faccetta articolare. 0 mm B A T Usare la traiettoria determinata (T) per stimare la distanza (mo) fra la linea mediana (M) e la traiettoria (T) a livello cutaneo. 2 T M mo 6 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

9 Sull immagine intraoperatoria anteriore/posteriore () identificare il limite craniale (cr) e quello caudale (ca) della faccetta articolare. Verificare che il piatto vertebrale superiore della vertebra inferiore sia allineato con i raggi X. incisione ca mo La posizione dell incisione è definita dall offset della linea mediana (mo) e dal limite cranio-caudale della faccetta articolare con allineamento parallelo alla linea mediana (M). M Nota: l incisione deve essere lunga almeno 9 mm. 2 È necessario tenere presente che non tutti i pazienti possono essere trattati con i FACET WEDGE. È necessario considerare la conformazione anatomica specifica del paziente, per esempio se l orientamento della faccetta articolare è in conflitto con la cresta iliaca (3). Tenere presente il rischio più elevato associato a: Interventi di trattamento revisione multilivello Osteoporosi grave 3 In base alle indicazioni e al livello trattato, sono disponibili diverse opzioni di supporto della colonna anteriore che possono essere combinate con i FACET WEDGE. Il piano preoperatorio deve essere preparato conformemente. Nei casi di degenerazione precoce, nell uso dei FACET WEDGE, tenere presente la potenziale necessità di cure costanti. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 7

10 Piano preoperatorio e preparazione Preparazione Set necessario Set standard (vassoio e 2) Set opzionali Sistema di supporto MIS MIPI Divaricatore Insight Il set standard comprende tutti gli strumenti e impianti necessari. Opzionalmente il telaio per divaricatore può essere applicato ad un sistema di fissazione per tavolo come per esempio il sistema di supporto MIS Tenere a disposizione tutti i set prima dell intervento. Tenere a disposizione tutti gli studi di imaging necessari per la pianificazione del posizionamento dell impianto, della traiettoria dell accesso e per identificare la conformazione anatomica individuale del paziente (vedi pagina 6). DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

11 POSIZIONAMENTO DEL PAZIENTE Posizionare il paziente Posizionare il paziente su un tavolo operatorio radiotrasparente in posizione prona e con allineamento naturale della colonna vertebrale. Per ottenere una visualizzazione ottimale della colonna, il tavolo operatorio deve avere spazio sufficiente per un braccio a C per fluoroscopia che possa ruotare liberamente per ottenere proiezioni AP, oblique e laterali. La visualizzazione accurata dei reperi anatomici e la visualizzazione fluoroscopica delle faccette articolari sono essenziali per l uso del sistema FACET WEDGE. Precauzione: il sistema FACET WEDGE non prevede possibilità di riduzione. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 9

12 ACCESSO ED ESPOSIZIONE Approccio Strumenti Dilatatore da B 2.0/0.0 mm, per filo di Kirschner da B 2.0 mm Dilatatore da B 0.0/3.0 mm, per no Dilatatore da B 3.0/6.0 mm, per no Dilatatore da B 6.0/9.0 mm, per no Telaio di divaricatore, craniale/caudale Impugnatura per divaricatore Lama di divaricatore con gioco, destra/sinistra, lunghezza 80/60 mm Per determinare il livello operatorio corretto è necessario acquisire immagini anteriori/posteriori. Usare il piano preoperatorio (vedi pagina 6) per definire la posizione ottimale dell incisione. La lunghezza dell incisione deve essere almeno di 9 mm (apertura iniziale del divaricatore) Separare i tessuti molli e localizzare la faccetta articolare. Dilatare il tessuto molle inserendo il dilatatore di diametro più piccolo. Ripetere con il dilatatore di diametro appena più grande fino ad ottenere la dilatazione necessaria di B 9 mm. Determinare la lunghezza appropriata delle lame del divaricatore (60 o 80 mm) leggendola sugli indicatori di profondità del divaricatore (). DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

13 Far scorrere il divaricatore con le lame applicate sopra ai dilatatori fino a toccare la faccetta articolare con le lame. Rimuovere i dilatatori. Effettuare la distrazione craniale/caudale, angolando le lame in modo sufficiente da ottenere un esposizione ottimale della faccetta articolare. Nota: per ulteriori informazioni sull uso del divaricatore, fare riferimento alla tecnica chirurgica del divaricatore Insight ( ). FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

14 Accesso ed esposizione 2 Apertura della capsula Instrument Pinza ossivora Precauzione: visualizzare e preparare le faccette articolari, eliminando anche gli osteofiti per garantire il posizionamento corretto dell impianto FACET WEDGE. Eliminare il tessuto molle residuo per visualizzare la capsula della faccetta articolare. Aprire la capsula e visualizzare l accesso alla faccetta articolare. DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

15 Per una migliore visualizzazione, nell immagine seguente è stata eliminata la capsula della faccetta articolare. Se necessario, usare la pinza ossivora per eliminare gli osteofiti (). Posizionare l estremità fissa della pinza ossivora sul processo articolare mediale e rimuovere gli osteofiti superficialmente, procedendo da medialmente a lateralmente (2) per consentire l inserimento corretto dell impianto nella faccetta articolare. Precauzione: evitare di indebolire il processo articolare durante la rimozione degli osteofiti. 2 FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

16 INSERIMENTO DEL FILO DI KIRSCHNER Aprire la faccetta articolare Strumenti Separatore di faccette, cannulato Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Precauzione: prima di inserire il filo di Kirschner, usare il separatore di faccette per ottenere la posizione di inserimento corretta e verificare che il paziente si trovi in posizione neutra. Montare l impugnatura a T e collegarla al separatore di faccette (vedi pagina 39). Potrebbe essere necessario mobilizzare il segmento per identificare visivamente l accesso alla faccetta articolare. Procedendo con precauzione, inserire manualmente il separatore di faccette applicato all impugnatura a T nella faccetta articolare fino a che si arresta (). Verificare il posizionamento centrale e l angolazione corretta. Note: L orientamento dell impugnatura a T deve corrispondere perfettamente con l orientamento del piano della faccetta (). Non inserire il separatore di faccette oltre l arresto (). Movimenti leggeri del separatore di faccette e l osservanza delle informazioni preoperatorie possono aiutare a verificare il posizionamento corretto nella faccetta articolare. Avvertenza: non usare il separatore di faccette per distrarre e/o per raspare la faccetta articolare. DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

17 2 Inserimento del filo di Kirschner Strumenti Separatore di faccette, cannulato Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Filo di Kirschner da B 2.0 mm punta con filetto, lunghezza 320 mm Impattatore da B 2.0 mm per filo di Kirschner, lunghezza 320 mm Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Precauzione: usare solo i fili di Kirschner appropriati facenti parte del sistema. Inserire il filo di Kirschner nella cannulazione del separatore di faccette. Far scorrere l impattatore sopra al filo di Kirschner () e inserire il filo di Kirschner fino a che l impattatore tocca l impugnatura a T (2). Può essere necessario picchiettare leggermente e in modo controllato sull impattatore per fare avanzare il filo di Kirschner nel processo articolare laterale. 3 4 Rimuovere l impattatore e il separatore di faccette (3). Note: La parte filettata può essere usata come riferimento visivo per il controllo della profondità di inserimento (4). Il filo di Kirschner deve essere inserito usando l impattatore. L impattatore controlla la profondità di inserimento del filo di Kirschner. Il filo di Kirschner viene inserito 5 mm più profondamente rispetto all impianto/al separatore di faccette. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

18 Inserimento del filo di Kirschner Si raccomanda l acquisizione di immagini oblique allineate con il filo di Kirschner () per confermare il posizionamento centrale del filo di Kirschner nella faccetta articolare. Il filo di Kirschner deve trovarsi ad una distanza uguale dal limite craniale e da quello caudale della faccetta articolare. Per regolare l orientamento del filo di Kirschner in allineamento con il piatto vertebrale superiore della vertebra inferiore, sono necessarie immagini laterali. DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

19 PREPARAZIONE DELLA FACCETTA ARTICOLARE Inserimento della prova/raspa Strumenti Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Impianto di prova FACET WEDGE con raspa, piccolo, medio, largo, cannulato Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Nota: usare la prova/raspa per eliminare gli strati cartilaginei articolari superficiali per ottenere condizioni di fusione ottimali. Collegare l impugnatura a T montata alla prova/raspa di misura piccola (vedi pagina 39). Far scorrere la prova/raspa sopra al filo di Kirschner e inserire la prova/raspa nella faccetta articolare. Può essere necessario battere leggermente sulla prova/raspa con il martello sull impugnatura a T in asse con il filo di Kirschner per far avanzare la prova/raspa fino all arresto (). Note: Se si martella in modo eccessivo si rischia la frattura della faccetta articolare. Verificare che il filo di Kirschner non venga spinto avanti durante l inserimento della prova/raspa. L orientamento dell impugnatura a T deve corrispondere perfettamente con l orientamento del piano della faccetta. La prova/raspa non deve essere inserita oltre l arresto (). 2 3 Precauzione: non usare la prova/raspa se la punta è piegata (2). Verificare che la punta della prova/raspa sia piegata quando si inserisce il filo di Kirschner nella cannulazione della prova/raspa e controllare l allineamento assiale della punta rispetto all asse del filo di Kirschner (3). FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

20 Preparazione della faccetta articolare Se la prova/raspa sembra troppo piccola, provare quella della misura successiva fino a ottenere un press-fit sicuro. Nota: verificare di aver scelto la prova/raspa della misura appropriata. Precauzione: la scelta di un impianto troppo grande potrebbe causare la chiusura della faccetta articolare sul lato opposto. 2 Eliminazione della cartilagine Strumenti Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Impianto di prova FACET WEDGE con raspa, piccolo, medio, largo, cannulato Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Estrarre la prova/raspa della faccetta articolare. Per estrarre la prova/raspa possono essere necessari leggeri colpi di martello sull impugnatura a T in asse con il filo di Kirschner. Ripetere l inserimento e l estrazione della prova/raspa diverse volte fino a quando è stato eliminato il quantitativo di cartilagine desiderato. Note: Durante l estrazione dello strumento potrebbe essere necessario controllare il filo di Kirschner per mantenerlo in posizione. Un eliminazione eccessiva di osso subcondrale può indebolire il processo articolare, causando pseudoartrosi, instabilità segmentale o frattura della faccetta articolare. Eseguire manipolazioni solo in direzione della faccetta articolare. Usare esclusivamente la prova/ raspa, applicando una leggera forza. DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

21 3 Alesaggio dell accesso alla faccetta articolare 2 Instrument Fresa per FACET WEDGE Dopo aver eliminato la cartilagine e inserito la prova/ raspa della misura appropriata nella faccetta articolare fino all arresto, premere sul cursore () e rimuovere l impugnatura a T (2). Inserire la fresa sopra alla prova/raspa. Premere la fresa verso il basso e ruotarla per eliminare osso per l accesso alla faccetta articolare e per creare una superficie piana per un alloggiamento ottimale dell impianto (3). Note: Una linea indica quando la fresa ha raggiunto la profondità massima (4). Verificare di aver creato una superficie adeguata per la fissazione dell impianto. Durante l estrazione dello strumento potrebbe essere necessario controllarle il filo di Kirschner e la raspa/prova per mantenerli in posizione. 3 Al termine dell alesaggio rimuovere la fresa, ma mantenere in situ la prova/raspa. 4 FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

22 INSERIMENTO DELL IMPIANTO Riempimento dell impianto con innesto osseo Strumenti Stazione di carica per FACET WEDGE Impattatore per spongiosa per FACET WEDGE Scegliere l impianto FACET WEDGE corrispondente alla misura della prova/raspa usate nel passaggio precedente. Inserire l impianto selezionato nella posizione appropriata della stazione di carica (). Girare la stazione di carica sul fianco e usare l impattatore per spongiosa per compattare fermamente il materiale, che può essere innesto osseo o sostituto di innesto osseo, nei fori dell impianto (2). Verificare che l impianto sia posizionato correttamente nella stazione di carica per evitare il danneggiamento dell impianto durante lo zeppaggio con l innesto osseo (3). 2 3 È importante riempire l impianto finché il materiale di riempimento fuoriesce dalle perforazioni per garantire un contatto ottimale con le superfici dei piatti vertebrali (4). Per ulteriori informazioni sul volume di riempimento, vedi pagina 35 di questa tecnica chirurgica DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

23 2 Collegare il portaimpianti agli strumenti di impianto 2 Strumenti Stazione di carica per FACET WEDGE Portaimpianti per FACET WEDGE 2 Per collegare il portaimpianti all impianto, riportare la stazione di carica nella posizione originale. Collegare l asta del portaimpianti all impianto (). Far scivolare la guida per vite sopra all asta interna. Tirare indietro il pulsante a molla piatto per consentire alla guida per vite di far scivolare completamente in basso l asta interna (2). Se necessario, ruotare la guida per vite fino a che la molla piatta scatta in posizione (3). Avvitare il tappo sull asta interna (4). Nota: verificare che le frecce (3) puntino l una verso l altra per garantire che la guida per vite sia bloccata in posizione. 3 4 «clic» FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 22

24 Inserimento dell impianto 3 Rimozione della prova/raspa Strumenti Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Collegare l impugnatura a T alla prova/raspa (vedi pagina 39) e rimuovere la prova/raspa. Per estrarre la prova/raspa possono essere necessari leggeri colpi di martello sull impugnatura a T in asse con il filo di Kirschner. Nota: durante l estrazione dello strumento potrebbe essere necessario controllare il filo di Kirschner per mantenerlo in posizione. 22 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

25 4 Inserimento dell impianto Strumenti Portaimpianti per FACET WEDGE Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Far scivolare il portaimpianti collegato all impianto sopra al filo di Kirschner. Può essere necessario battere leggermente sul tappo del portaimpianti per far avanzare l impianto nella faccetta articolare. Verificare che l impianto sia completamente inserito nella faccetta articolare e che l arresto di inserimento tocchi la superficie alesata dell accesso alla faccetta articolare (). Note: Verificare che il filo di Kirschner non venga spinto avanti durante l inserimento dell impianto. Battere esclusivamente sulla sommità del tappo del portaimpianti. Quando l impianto ha raggiunto la profondità finale, un martellamento eccessivo può causare la frattura della faccetta articolare. Prima di inserire la vite potrebbe essere necessaria l acquisizione di immagini per il controllo della posizione. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 22

26 INSERIMENTO DELLE VITI Rimozione del filo di Kirschner Prima di usare il punteruolo o di inserire la vite è necessario rimuovere il filo di Kirschner. Potrebbe essere necessario usare un morsetto. Note: Durante l estrazione del filo di Kirschner potrebbe essere necessario trattenere il portaimpianti per mantenerlo in posizione. Rimuovere il filo di Kirschner allineandolo con il portaimpianti. 22 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

27 2 Punteruolo Strumenti Asta per punteruolo, per no S Impugnatura, piccola, con innesto rapido Collegare l impugnatura fissa al punteruolo. Dopo aver rimosso il filo di Kirschner è possibile inserire il punteruolo nella guida per vite. Precauzione: usare sempre il punteruolo insieme al portaimpianti. Preparare il foro per la vite con il punteruolo, fino a che la spalla dell asta del punteruolo tocca l apertura della guida per vite (). Per far avanzare il punteruolo potrebbe essere necessaria una leggere pressione controllata. Rimuovere il punteruolo dopo aver raggiunto la profondità finale. Note: Durante l uso del punteruolo, mantenere l orientamento del portaimpianti. Usare il punteruolo fino a percepire una certa resistenza, per garantire l inserimento della vite nell osso e la corretta posizione dell impianto. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 22

28 Inserimento delle viti 3 Caricare la vite Strumenti Stazione di carica per FACET WEDGE Asta per cacciavite T8, autobloccante Limitatore di coppia,.2 Nm, con innesto rapido AO/ASIF Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm Inserire l impianto selezionato nella posizione appropriata della stazione di carica. Precauzione: usare sempre il punteruolo prima di inserire la vite. Assemblare il limitatore di coppia all asta per cacciavite e all impugnatura (vedi pagina 39). Precauzione: se non si usa il limitatore di coppia il cacciavite potrebbe rompersi e causare lesioni al paziente. Per caricare una vite sul cacciavite con limitazione della coppia, verificare che la geometria di accoppiamento dell asta T8 sia orientata verso l interfaccia della vite e premere il cacciavite sulla vite. La vite si autoblocca sul cacciavite. 22 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

29 4 Inserimento della prima vite Strumenti Asta per cacciavite T8, autobloccante Limitatore di coppia,.2 Nm, con innesto rapido AO/ASIF Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm Precauzione: usare sempre il cacciavite insieme al portaimpianti. Inserire la vite nella guida per vite e farla avanzare fino a che la linea incisa raggiunge l apertura della guida per vite (). La linea incisa indica quando la testa della vite entra in contatto con l impianto. Serrare la vite alla coppia raccomandata di.2 Nm. Note: Le viti posizionate utilizzando la tecnica chirurgica potrebbero non essere sempre a filo con la placca, ma saranno sufficientemente bloccate quando si raggiunge una coppia di.2 Nm. Durante l inserimento della vite, mantenere l orientamento del portaimpianti. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 22

30 Inserimento delle viti 5 Spostare l angolo della vite Tirare indietro la molla piatta e ruotare la guida per vite di 80. Verificare che il pulsante a molla piatto scatti in posizione 2. Se le lame di divarcatore impediscono la rotazione diretta, potrebbe essere necessario tirare indietro la guida per vite fino al tappo. Ruotare la guida per vite di 80 e farla scivolare verso il basso fino a che la vite piatta scatta in posizione (). Nota: verificare che le frecce puntino l una verso l altra per garantire che la guida per vite sia bloccata in posizione. 2 «clic» 22 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

31 6 Uso del punteruolo e inserimento della seconda vite Strumenti Stazione di carica per FACET WEDGE Asta per punteruolo, per no S Impugnatura, piccola, con innesto rapido Asta per cacciavite T8, autobloccante Limitatore di coppia,.2 Nm, con innesto rapido AO/ASIF Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm Usare il punteruolo e inserire la seconda vite come descritto per la prima vite ai punti 2 4. Precauzione: l impianto FACET WEDGE deve essere fissato con due viti. FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 22

32 RIMOZIONE DEL PORTAIMPIANTI Dopo aver inserito entrambe le viti, rimuovere il portaimpianti. 2 Svitare il tappo () e rimuoverlo dall asta interna (2). Tirare indietro il pulsante a molla piatto e rimuovere la guida per vite dall asta interna (3). Scollegare l asta del portaimpianti dall impianto esercitando una leggera pressione mediale o laterale (4). Se l asta non si stacca, ruotare l asta. Nota: dopo aver rimosso il portaimpianti, controllare visivamente che le viti siano correttamente alloggiate nell impianto DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

33 COMPLETAMENTO DELLA STRUTTURA Inserimento dell impianto sul lato opposto Per inserire il FACET WEDGE sul lato opposto, ripetere i passaggi descritti in precedenza. Accesso ed esposizione (pagina 0) Inserimento del filo di Kirschner (pagina 4) Preparazione della faccetta articolare (pagina 7) Inserimento dell impianto (pagina 20) Inserimento delle viti (pagina 24) Rimozione del portaimpianti (pagina 30) FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 33

34 Completamento della struttura 2 Controllo della posizione Acquisire immagini per verificare la posizione finale di entrambi gli impianti. Nelle immagini anteriori/posteriori, entrambi gli impianti FACET WEDGE devono essere posizionati simmetricamente a sinistra e a destra della linea mediana, approssimativamente all altezza del piatto vertebrale craniale della vertebra inferiore. Nelle immagini mediali/laterali, i due impianti FACET WEDGE devono essere sovrapposti. 33 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

35 RIMOZIONE DELL IMPIANTO Per rimuovere un impianto FACET WEDGE si consiglia la tecnica seguente. Rimozione delle viti Strumenti Impugnatura, piccola, con innesto rapido Asta per cacciavite T8, autobloccante Portaimpianti per FACET WEDGE Collegare l impugnatura fissa all asta per cacciavite. Collegare il portaimpianti all impianto come descritto a pagina 2. Allentare entrambe le viti di massimo due giri con il cacciavite inserito nella guida per vite. A tal fine è necessario rimuovere il cacciavite e spostare la guida per vite come descritto a metà di pagina 28. Nota: l allentamento della vite con l impugnatura dinamometrica può danneggiare quest ultima. Usare sempre l impugnatura fissa per allentare la vite. Rimuovere il portaimpianti come descritto a pagina 30. Rimuovere entrambe le viti con il cacciavite. Può essere necessario l uso di una pinzetta per rimuovere le viti. Nota: l asta per cacciavite deve essere allineata con l asse della vite quando si applica la coppia (). FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes

36 Rimozione dell impianto 2 Rimozione dell impianto Strumenti Portaimpianti per FACET WEDGE Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Collegare il portaimpianti all impianto come descritto a pagina 2. Nota: verificare che le frecce puntino l una verso l altra per garantire che la guida per vite sia bloccata in posizione. Può essere necessario picchiettare leggermente sul tappo del portaimpianti per estrarre l impianto. 33 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

37 IMPIANTI S FACET WEDGE, piccolo, lega in titanio (TAN), dorato, sterile 2 mm 2.5 mm 2.5 mm S FACET WEDGE, medio, lega in titanio (TAN), verde, sterile 2.7 mm S FACET WEDGE, largo, lega in titanio (TAN), porpora scuro, sterile 3.4 mm 2.5 mm S Vite FACET WEDGE, da B 3.0 mm, 2 mm (imballaggio da 2 pezzi) VOLUMI DI RIEMPIMENTO Art. no. ml S S S FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 5

38 STRUMENTI Dilatatore da B 2.0/0.0 mm, per filo di Kirschner da B 2.0 mm Dilatatore da B 0.0/3.0 mm, per no Dilatatore da B 3.0/6.0 mm, per no Dilatatore da B 6.0/9.0 mm, per no Lama di divaricatore con gioco, destra, lunghezza 80 mm Lama di divaricatore con gioco, sinistra, lunghezza 80 mm Lama di divaricatore con gioco, destra, lunghezza 60 mm Lama di divaricatore con gioco, sinistra, lunghezza 60 mm Telaio di divaricatore, craniale/caudale Impugnatura per divaricatore 6 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

39 Filo di Kirschner da B 2.0 mm, punta con filetto, lunghezza 320 mm Separatore di faccette, cannulato Impattatore da B 2.0 mm, per filo di Kirschner, lunghezza 320 mm Impianto di prova FACET WEDGE con raspa, piccolo, cannulato Impianto di prova FACET WEDGE con raspa, medio, cannulato Impianto di prova FACET WEDGE con raspa, largo, cannulato Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Fresa per FACET WEDGE Portaimpianti per FACET WEDGE Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 7

40 Strumenti Stazione di carica per FACET WEDGE Impattatore per spongiosa per FACET WEDGE Asta per punteruolo, per no S Asta per cacciavite T8, autobloccante Limitatore di coppia,.2 Nm, con innesto rapido AO/ASIF Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm Impugnatura, piccola, con innesto rapido Pinza ossivora DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

41 ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Collegamento impugnatura a T , , Collegamento impugnatura dinamometrica , FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 33

42 ISTRUZIONI PER LO SMONTAGGIO Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

43 Impugnatura, piccola, con innesto rapido FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 44

44 Istruzioni per lo smontaggio Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

45 Portaimpianti per FACET WEDGE FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 44

46 SET Ripiano, per strumenti, per FACET WEDGE Filo di Kirschner da B 2.0 mm, punta con filetto, lunghezza 320 mm Separatore di faccette, cannulato Impattatore da B 2.0 mm, per filo di Kirschner, lunghezza 320 mm Impianto di prova FACET WEDGE con 32 raspa, piccolo largo, cannulato Impugnatura a T, per innesto rapido, cannulata Fresa per FACET WEDGE Portaimpianti per FACET WEDGE Martello combinato, da B 2.0 mm, cannulato Stazione di carica per FACET WEDGE Impattatore per spongiosa per FACET WEDGE Asta per punteruolo, per no S Asta per cacciavite T8, autobloccante Limitatore di coppia,.2 Nm, con innesto rapido AO/ASIF Impugnatura per limitatori di coppia 0.4/0.8/.2 Nm Impugnatura, piccola, con innesto rapido DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

47 Ripiano 2, per strumenti, per FACET WEDGE Dilatatore da B 2.0/0.0 mm, per filo di Kirschner da B 2.0 mm Dilatatore da B 0.0/3.0 mm, per no Dilatatore da B 3.0/6.0 mm, per no Dilatatore da B 6.0/9.0 mm, per no Lama di divaricatore con gioco, destra, lunghezza 80 mm Lama di divaricatore con gioco, sinistra, lunghezza 80 mm Lama di divaricatore con gioco, destra, lunghezza 60 mm Lama di divaricatore con gioco, sinistra, lunghezza 60 mm Telaio di divaricatore, craniale/caudale Impugnatura per divaricatore Pinza ossivora FACET WEDGE Tecnica Chirurgica DePuy Synthes 5

48 Set Vario Case, Telaio, taglia /, altezza 88 mm Coperchio in acciaio, taglia /, per Vario Case Coperchio per vassoio modulare, Next Generation, taglia / 6 DePuy Synthes FACET WEDGE Tecnica Chirurgica

49

50

51

52 / Synthes GmbH Eimattstrasse 3 CH-4436 Oberdorf Ö öAAJä Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. Tutte le tecniche chirurgiche sono disponibili come file PDF alla pagina Synthes GmbH 203. Diritti riservati Version AA

VECTRA. TECNICA CHIRURGICA. Sistema di placche cervicali anteriori. Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA.

VECTRA. TECNICA CHIRURGICA. Sistema di placche cervicali anteriori. Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. VECTRA. Sistema di placche cervicali anteriori. Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. TECNICA CHIRURGICA Sommario Indicazioni e controindicazioni Impianti Vario Case Strumenti

Dettagli

Tecnica chirurgica. ECD- Impianto espansibile per corpectomia. Protesi del corpo vertebrale espansibile costante in caso di tumori.

Tecnica chirurgica. ECD- Impianto espansibile per corpectomia. Protesi del corpo vertebrale espansibile costante in caso di tumori. Tecnica chirurgica ECD- Impianto espansibile per corpectomia. Protesi del corpo vertebrale espansibile costante in caso di tumori. Sommario Introduzione Sinossi 2 Principi AO / ASIF 4 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7.

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli

Dettagli

MatrixNEURO. Il sistema di placche craniali di prossima generazione.

MatrixNEURO. Il sistema di placche craniali di prossima generazione. MatrixNEURO. Il sistema di placche craniali di prossima generazione. Tecnica chirurgica CMF Matrix La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. Strumenti ed impianti approvati dalla

Dettagli

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli.

Tecnica chirurgica. Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Tecnica chirurgica Cappello di chiusura per TEN. Per la stabilizzazione assiale e la protezione contemporanea dei tessuti molli. Sommario Indicazioni e controindicazioni 3 Impianti 4 Strumenti 4 Piano

Dettagli

Tecnica chirurgica. Sistema di ancoraggio osseo ortodontico (OBA). Impianti per il movimento ortodontico dei denti.

Tecnica chirurgica. Sistema di ancoraggio osseo ortodontico (OBA). Impianti per il movimento ortodontico dei denti. Tecnica chirurgica Sistema di ancoraggio osseo ortodontico (OBA). Impianti per il movimento ortodontico dei denti. Sommario Introduzione Sistema di ancoraggio osseo ortodontico (OBA) 2 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore.

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Tecnica chirurgica Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Sommario Principi AO ASIF 4 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

PLACCHE DI BLOCCAGGIO VA PER CALCAGNO 2.7

PLACCHE DI BLOCCAGGIO VA PER CALCAGNO 2.7 PLACCHE DI BLOCCAGGIO VA PER CALCAGNO 2.7 Strumenti e impianti approvati dalla AO Foundation. Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. TECNICA CHIRURGICA Controllo con amplificatore

Dettagli

Tecnica chirurgica. Chiodo per osteotomia dell olecrano. Per fratture semplici e osteotomie dell olecrano.

Tecnica chirurgica. Chiodo per osteotomia dell olecrano. Per fratture semplici e osteotomie dell olecrano. Tecnica chirurgica Chiodo per osteotomia dell olecrano. Per fratture semplici e osteotomie dell olecrano. Sommario Introduzione Chiodo per osteotomia dell olecrano. 2 Principi AO 4 Indicazioni 5 Tecnica

Dettagli

Tecnica chirurgica. synex. La protesi del corpo vertebrale con meccanismo a cricchetto.

Tecnica chirurgica. synex. La protesi del corpo vertebrale con meccanismo a cricchetto. Tecnica chirurgica synex. La protesi del corpo vertebrale con meccanismo a cricchetto. Sommario Indicazioni e controindicazioni 2 Impianti 3 Tecnica chirurgica 4 Pulizia degli strumenti 10 Strumenti di

Dettagli

Sistema VA-LCP 2.7/3.5 Trauma per caviglia. Il nostro sistema di placche per caviglia più completo.

Sistema VA-LCP 2.7/3.5 Trauma per caviglia. Il nostro sistema di placche per caviglia più completo. Sistema VA-LCP 2.7/3.5 Trauma per caviglia. Il nostro sistema di placche per caviglia più completo. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. Strumenti ed impianti

Dettagli

Tecnica chirurgica. StenoFix. Distrazione interspinosa dopo decompressione chirurgica.

Tecnica chirurgica. StenoFix. Distrazione interspinosa dopo decompressione chirurgica. Tecnica chirurgica StenoFix. Distrazione interspinosa dopo decompressione chirurgica. Sommario Introduzione StenoFix 2 Indicazioni e controindicazioni 4 Tecnica chirurgica Piano preoperatorio 5 Posizionamento

Dettagli

Placca per omero prossimale. Per le fratture complesse e pluriframmentarie.

Placca per omero prossimale. Per le fratture complesse e pluriframmentarie. . Per le fratture complesse e pluriframmentarie. Caratteristiche e vantaggi Disegno anatomico della placca e basso profilo (2,2mm) 95 Non richiede un modellamento Minimizza l irritazione dei tessuti molli

Dettagli

Sistema Synapse. Un set di impianti e strumenti avanzati per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore.

Sistema Synapse. Un set di impianti e strumenti avanzati per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Sistema Synapse. Un set di impianti e strumenti avanzati per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Tecnica chirurgica Questa pubblicazione non è prevista per la distribuzione

Dettagli

LCP per metafisi per tibia distale mediale. Placca metafisaria premodellata all anatomia.

LCP per metafisi per tibia distale mediale. Placca metafisaria premodellata all anatomia. Indicazioni La LCP per metafisi per tibia distale mediale è una placca premodellata che consente un trattamento delle fratture iuxta-articolari che si estendono fino alla zona diafisaria della tibia distale.

Dettagli

ACIS IMPIANTO INTERSOMATICO CERVICALE ANTERIORE.

ACIS IMPIANTO INTERSOMATICO CERVICALE ANTERIORE. ACIS IMPIANTO INTERSOMATICO CERVICALE ANTERIORE. Sistema avanzato di impianti e strumenti per la fusione intersomatica. Strumenti ed impianti approvati dalla AO Foundation. Questa pubblicazione non è prevista

Dettagli

Istruzioni per l'installazione del rack

Istruzioni per l'installazione del rack Istruzioni per l'installazione del rack Riesaminare la documentazione fornita con il cabinet rack per informazioni sulla sicurezza e il cablaggio. Prima di installare il server in un cabinet rack, riesaminare

Dettagli

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Manutenzione Sistema 11 17-19 idraulico Bassano Grimeca S.p.A. Via Remigia, 42 40068 S. Lazzaro di Savena (Bologna) Italy tel. +39-0516255195 fax. +39-0516256321 www.grimeca.it

Dettagli

Manuale di servizio. Sunwing C+

Manuale di servizio. Sunwing C+ Manuale di servizio GLATZ AG, Neuhofstrasse 12, 8500 FRAUENFELD / SWITZERLAND Tel. +41 52 723 64 64, Fax +41 52 723 64 99 email: info@glatz.ch Modifiche tecniche riservate. Glatz AG 2007 1 INDICE 1. Frenaggio

Dettagli

Istruzioni per l uso. Placca di bloccaggio e compressione LCP. Una combinazione senza compromessi.

Istruzioni per l uso. Placca di bloccaggio e compressione LCP. Una combinazione senza compromessi. Istruzioni per l uso Placca di bloccaggio e compressione LCP. Una combinazione senza compromessi. Sommario Istruzioni LCP: una combinazione senza compromessi 2 Principi AO di osteosintesi 4 Indicazioni

Dettagli

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena?

MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? MAL DI SCHIENA l attività sportiva previene il mal di schiena? Stretching Beneficio attività sportive: Rinforzo muscolare 1. RINFORZO MUSCOLARE (STABILITA ) 2. ALLUNGAMENTO E STRETCHING (FORZA E DISTRIBUZIONE

Dettagli

SCHEDA TECNICA SISTEMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE BR1

SCHEDA TECNICA SISTEMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE BR1 SCHEDA TECNICA SISTEMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE BR1 IMPIANTI: STERILI STRUMENTARIO: NON STERILE NOME DEL DISPOSITIVO MEDICO: BR1 (SISTEMA DI STABILIZZAZIONE VERTEBRALE) UTILIZZO PREVISTO: procedure

Dettagli

Appendice B Guida all'installazione del rack

Appendice B Guida all'installazione del rack Appendice B Guida all'installazione del rack Questa appendice descrive come installare il sistema nel kit opzionale per il montaggio su rack. 103 Installazione del sistema su rack Oltre alla configurazione

Dettagli

Istruzioni per l installazione

Istruzioni per l installazione Istruzioni per l installazione Tastiera per serratura a tempo Note per il montaggio Consultare sempre le istruzioni di installazione e funzionamento della serratura e della tastiera prima di iniziare l

Dettagli

ATTENZIONE PERICOLO DI LESIONI:

ATTENZIONE PERICOLO DI LESIONI: Pagina 1 di 19 Guida alla stampa Caricamento del vassoio da 250 o 550 fogli ATTENZIONE PERICOLO DI LESIONI: per ridurre il rischio di instabilità dell'apparecchiatura, caricare ogni vassoio separatamente.

Dettagli

SICUREZZA ROTTURA MOLLA

SICUREZZA ROTTURA MOLLA SICUREZZA ROTTURA MOLLA 052010 IMPORTANTE: Le molle in tensione sono provviste di una tensione alta; fare sempre molta attenzione, soprattutto in fase di regolazione ed uso di tiranti (12025) che siano

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

SYNMESH TECNICA CHIRURGICA. Sistema di sostituzione del corpo vertebrale indicato per i tratti cervicale, toracico e lombare della colonna.

SYNMESH TECNICA CHIRURGICA. Sistema di sostituzione del corpo vertebrale indicato per i tratti cervicale, toracico e lombare della colonna. SYNMESH Sistema di sostituzione del corpo vertebrale indicato per i tratti cervicale, toracico e lombare della colonna. Strumenti e impianti approvati dalla AO Foundation. Questa pubblicazione non è destinata

Dettagli

Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale.

Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale. Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale. Funzioni della colonna vertebrale Stabilità La colonna vertebrale umana costituisce l asse mobile

Dettagli

Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50

Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50 Premium Valvole + sistemi Sistema collegamento caldaia Regumat 220/280 DN40/50 Istruzioni di installazione e funzionamento Legga con attenzione le istruzioni di installazione e funzionamento prima dell'installazione

Dettagli

Puros Blocchi per Alloinnesti

Puros Blocchi per Alloinnesti Rivoluzionare il concetto Puros Blocchi per Alloinnesti di innesto a blocco. Rigenerazione ossea di successo documentata Puros, Blocchi per Alloinnesti, Tecnica Chirurgica 1 Selezione del paziente: Accertare

Dettagli

VarioSole SE. Manuale di installazione

VarioSole SE. Manuale di installazione Manuale di installazione VarioSole SE Integrazione parziale Moduli con telaio Disposizione verticale Disposizione orizzontale Carico di neve zona I-IV Copertura in cemento Tegole Tegole piane Tegole in

Dettagli

codiagnostix 9 Informazioni di assistenza per scansioni (CB)TC

codiagnostix 9 Informazioni di assistenza per scansioni (CB)TC codiagnostix 9 Informazioni di assistenza per scansioni (CB)TC DEUTSCH INDICE 4 1.1 Scansioni TC 4 1.1.1 Preparazione 4 1.1.2 Posizionamento del paziente 5 1.1.3 Processo di scansione 6 1.1.4 Archiviazione

Dettagli

- Il limite di sostituzione delle pastiglie anteriori è pari a 0,8 mm. (a) riscontrabile come in figura sotto:

- Il limite di sostituzione delle pastiglie anteriori è pari a 0,8 mm. (a) riscontrabile come in figura sotto: Sostituzione pastiglie freni ant. e post. XP500 TMAX 04->06 1 Chiave a bussola da 12 con cricchetto di manovra 1 Chiave Dinamometrica (se la si ha ) 1 Cacciavite Piano Piccolo 1 Calibro ventesimale 1 Pinza

Dettagli

Istruzioni di montaggio per i Modelli:

Istruzioni di montaggio per i Modelli: Istruzioni di montaggio per i Modelli: 968999306/iZC Equipaggiati con: 96899934 TRD48 Gruppo di taglio a tunnel Tunnel Ram oppure 968999347 CD48 Gruppo di taglio Combi Montaggio Disimballare la macchina.

Dettagli

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti AMBIENTE Istruzioni di posa per professionisti Indice Travetti 4 Scelta del materiale Posa dei travetti Posa di travetti per terrazzoa senza profilo di finitura (Sit. A) Preparazione dei travetti Preparazione

Dettagli

Il gradino tra l impianto e il trasportatore consente un miglior riconoscimento della posizione della spalla dell impianto.

Il gradino tra l impianto e il trasportatore consente un miglior riconoscimento della posizione della spalla dell impianto. DENTSPLY ITALIA S.r.l. Via Curtatone, 3-00185 Roma Numero verde 800-310333 - Fax: 06 72640322 Corporate: Dentsply International - World Headquarters Susquehanna Commerce Center - 221, W. Philadelphia Street

Dettagli

Installazione del sistema di cavi per distribuzione dati

Installazione del sistema di cavi per distribuzione dati Installazione del sistema di cavi per distribuzione dati Panoramica Il sistema di cavi per distribuzione dati rappresenta un sistema di collegamento da rack a rack ad alta densità per apparecchiature per

Dettagli

CUCITURA A PUNTI ZIGZAG

CUCITURA A PUNTI ZIGZAG CUCITURA A PUNTI ZIGZAG Portare la rotella di selezione del punto su B. Funzione della rotella larghezza punto La larghezza massima del punto zigzag per la cucitura a punti zigzag è 5, tuttavia, è possibile

Dettagli

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare.

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. Realizzazione meccanica Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. - 37 - 3.1 Reperibilità dei pezzi La prima

Dettagli

Guida rapida. Esplorazione dell interfaccia. Strumenti per visualizzare l immagine

Guida rapida. Esplorazione dell interfaccia. Strumenti per visualizzare l immagine Guida rapida Esplorazione dell interfaccia Questa guida indica come: Visualizzare le immagini ricostruite Utilizzare le funzionalità e gli strumenti principali per ottimizzare un immagine. 2 3 5 6 7 NOTA:

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE MOVIMENTAZIONE PAZIENTE TELO PORTAFERITI SEDIA PORTANTINA Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI Strumento fondamentale per il TRASPORTO DEI PAZIENTI. Le OPERAZIONI normalmente eseguite con la barella

Dettagli

Pagina 2. Indice. Montaggio Kit Base 3. Montaggio Kit Leveraggi 4-5-6-7-8. Montaggio e regolazione impianto pneumatico 9-10

Pagina 2. Indice. Montaggio Kit Base 3. Montaggio Kit Leveraggi 4-5-6-7-8. Montaggio e regolazione impianto pneumatico 9-10 Pagina 1 Pagina 2 Indice DESCRIZIONE PAG. Fase 1 Montaggio Kit Base 3 Fase 2 Montaggio Kit Leveraggi 4-5-6-7-8 Fase 3 Montaggio e regolazione impianto pneumatico 9-10 Fase 4 Montaggio Kit Serrature 11

Dettagli

ThinkPad R40 Series Guida all installazione

ThinkPad R40 Series Guida all installazione Numero parte: 9P48 ThinkPad R40 Series Guida all installazione Elenco di controllo per il disimballaggio Grazie per aver acquistato l elaboratore IBM ThinkPad R Series. Verificare che tutti i componenti

Dettagli

S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS

S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS APPLICAZIONI S1024-2POS / S10230-2POS S2024-2POS / S20230-2POS ATTUATORI PER SERRANDA 10/20 Nm (88/177 lb-in) PER CONTROLLO A 2 POSIZIONI Questi attuatori, direttamente accoppiati alle serrande, forniscono

Dettagli

Disco rigido ATA. Nota: Le istruzioni online sono disponibili all indirizzo http://www.apple.com/support/doityourself/.

Disco rigido ATA. Nota: Le istruzioni online sono disponibili all indirizzo http://www.apple.com/support/doityourself/. Italiano Istruzioni per la sostituzione Disco rigido ATA AppleCare Attenersi rigorosamente alle istruzioni contenute nel presente documento. Il mancato rispetto delle procedure indicate può causare danni

Dettagli

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000

RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 RIPETITORE DI SEGNALE WIRELESS PER SISTEMA VIA RADIO ART. 45RPT000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 DESCRIZIONE GENERALE L espansore senza fili è un modulo

Dettagli

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione

modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione modulog Combinazioni di moduli per la tecnica della manipolazione Facile gestione di carichi pesanti - un valore aggiunto per la produttività La manipolazione ed il montaggio manuale di carichi pesanti

Dettagli

Caricamento dei vassoi 1, 2 e 3

Caricamento dei vassoi 1, 2 e 3 1, 2 e 3 Per i suggerimenti su come evitare gli inceppamenti, vedere Come evitare gli inceppamenti. Per informazioni sulle capacità dei vassoi, vedere Specifiche dell'origine, dei formati e della capacità

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria

Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Istruzioni per l uso Unità a schede di memoria Modello n. AJ- E AJ-PCD10 Collegare l'unità a schede di memoria al personal computer prima di installare il software P2 nel computer dal CD di installazione.

Dettagli

nava NPP30 - Manuale Utente CALIBRAZIONE DELLA PRESSIONE Manuale Operativo

nava NPP30 - Manuale Utente CALIBRAZIONE DELLA PRESSIONE Manuale Operativo Manuale Operativo MO-NPP30-IT Rev.0 Ed.12 - Tutte le modifiche tecniche riservate senza preavviso. Manuale Operativo Pag. 1 Pompa manuale di calibrazione tipo NPP30 MANUALE OPERATIVO Contenuti: 1) Istruzioni

Dettagli

T-PLIF. Strumenti mininvasivi ed ausiliari.

T-PLIF. Strumenti mininvasivi ed ausiliari. T-PLIF. Strumenti mininvasivi ed ausiliari. Panoramica T-PLIF I set di strumenti mininvasivi e ausiliari T-PLIF favoriscono il posizionamento degli impianti T-PLIF usati nella procedura di fusione intersomatica

Dettagli

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale

SunTop III. Istruzioni per un montaggio professionale Montaggio sul tetto Moduli con telaio Di taglio Trasversale Zona di carico neve Tegola fiamminga Tegola piatta Ardesia Scandole bituminose Eternit ondulato Garanzia sul materiale SunTop III Istruzioni

Dettagli

Guida di SpyderLENSCAL

Guida di SpyderLENSCAL Guida di SpyderLENSCAL L effetto Spyder Complimenti! Lo strumento acquistato fornisce prestazioni superiori per la misurazione e la regolazione della messa a fuoco della macchina fotografica e delle varie

Dettagli

L-VARLOCK. Gabbia posteriore lombare con lordosi regolabile. T ecnica O peratoria

L-VARLOCK. Gabbia posteriore lombare con lordosi regolabile. T ecnica O peratoria L-VARLOCK Gabbia posteriore lombare con lordosi regolabile T ecnica O peratoria Introduzione Ideate e fabbricate dalla società KISCO International, le gabbie L-VARLOCK sono in titanio TA6V4 Eli (norma

Dettagli

ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO

ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO ESTRATTO ATTUATORE CON VITE SENZA FINE PER TRAIETTORIE NON LINEARI E ALZACRISTALLI REALIZZATO CON IL MEDESIMO vittorio.scialla@strumentiperleaziende.com Attuatore per traiettorie non lineari dotato di

Dettagli

Istruzioni supplementari. Centraggio. per VEGAFLEX Serie 80. Document ID: 44967

Istruzioni supplementari. Centraggio. per VEGAFLEX Serie 80. Document ID: 44967 Istruzioni supplementari Centraggio per VEGAFLEX Serie 80 Document ID: 44967 Sommario Sommario 1 Descrizione del prodotto 1.1 Panoramica... 3 1.2 Centraggi... 3 2 Montaggio 2.1 Avvertenze generali... 10

Dettagli

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 Indice Pagina: Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 1. Parti componenti della fornitura.................... 3 2. Montaggio................................. 4 2.1 Trasporto..................................

Dettagli

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla N 527 Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla A Descrizione In questo esempio viene illustrata la sostituzione dei listelli del parquet in un pavimento di parquet posato. In un pavimento

Dettagli

Inceppamenti della carta

Inceppamenti della carta Inceppamenti della carta Questo argomento include le seguenti sezioni: "Inceppamento presso il coperchio di uscita" a pagina 4-3 "Inceppamento presso il coperchio anteriore" a pagina 4-7 "Inceppamento

Dettagli

PROTOCOLLO CHIRURGICO PER ESPANSORI

PROTOCOLLO CHIRURGICO PER ESPANSORI E S P A N S O R I E O S T E O T O M I ESPANSORI BTLocK 4 mm Gli espansori sono dei dispositivi utili all implantologo per creare siti osteotomici di difficile realizzazione con le procedure chirurgiche

Dettagli

Pressix. Sommario prodotti H 5.0 Pressix 30 H 5.1 Pressix 41 H 5.2 Determinazione del taglio della barra filettata ed esempi d installazione H 5.

Pressix. Sommario prodotti H 5.0 Pressix 30 H 5.1 Pressix 41 H 5.2 Determinazione del taglio della barra filettata ed esempi d installazione H 5. Sommario prodotti H 5.0 Pressix 0 H 5. Pressix 4 H 5. Determinazione del taglio della barra filettata ed esempi d installazione H 5. H 5.i Sommario prodotti Profilato ad U - PUP Chiodo ad espansione PPN

Dettagli

Ancor Pro. Sistema Di Ancoraggio Ortodontico Temporaneo GUIDA TECNICA

Ancor Pro. Sistema Di Ancoraggio Ortodontico Temporaneo GUIDA TECNICA Ancor Pro Sistema Di Ancoraggio Ortodontico Temporaneo GUIDA TECNICA Il sistema di ancoraggio ortodontico Ancor Pro della Ortho Organizers vi consente di avere un maggior controllo sui risultati del trattamento

Dettagli

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m Posizione inversa rispetto al senso di marcia Manuale dell utente ECE R44 04 Gruppo Peso Età 0+ 0-13 kg 0-12 m 1 Grazie per aver scelto izi Sleep ISOfix di BeSafe BeSafe ha sviluppato questo seggiolino

Dettagli

Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione

Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione Queste diapositive fanno parte di un corso completo e sono a cura dello staff di rm-online.it E vietata la riproduzione anche parziale Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione Centratura

Dettagli

Bullone per artrodesi del piede centrale da 6.5 mm. Fissazione endomidollare della colonna mediale del piede.

Bullone per artrodesi del piede centrale da 6.5 mm. Fissazione endomidollare della colonna mediale del piede. Bullone per artrodesi del piede centrale da 6.5 mm. Fissazione endomidollare della colonna mediale del piede. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli USA. Sommario

Dettagli

Viti CSLP Quick Lock. Vite con testa ad espansione e vite di bloccaggio premon - tata per l uso con le placche cervicali autobloccate (CSLP).

Viti CSLP Quick Lock. Vite con testa ad espansione e vite di bloccaggio premon - tata per l uso con le placche cervicali autobloccate (CSLP). Viti CSLP Quick Lock. Vite con testa ad espansione e vite di bloccaggio premon - tata per l uso con le placche cervicali autobloccate (CSLP). Tecnica chirurgica Questa pubblicazione non è destinata alla

Dettagli

Misuratori di portata TFA per utilizzo con vapore saturo Guida rapida all'installazione

Misuratori di portata TFA per utilizzo con vapore saturo Guida rapida all'installazione 3.920.5275.131 IM-P193-03 MI Ed. 1 IT - 2014 Misuratori di portata TFA per utilizzo con vapore saturo Guida rapida all'installazione La presente guida deve essere letta unitamente alle Istruzioni d'installazione

Dettagli

Spostamento della stampante

Spostamento della stampante Spostamento della stampante Spostamento della stampante 1 Per spostare la stampante, è necessario rimuovere i materiali di consumo e le opzioni collegate per evitare eventuali danni. Per rimuovere le opzioni

Dettagli

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 4 Componentistica di base: alberi, trasmissione per cinghie e catene, giunti Alberi Appunti

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione Schede tecniche e linee guida per l installazione 43 Intumex RS10 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS10 è un tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile vericiato a

Dettagli

!! ATTENZIONE!! CONSERVA QUESTO DOCUMENTO PERCHE CONTIENE IMPORTANTI INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TUA SICUREZZA.

!! ATTENZIONE!! CONSERVA QUESTO DOCUMENTO PERCHE CONTIENE IMPORTANTI INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TUA SICUREZZA. !! ATTENZIONE!! LEGGERE ATTENTAMENTE ED ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE ISTRUZIONI CONTENUTE IN QUESTO MANUALE PRIMA DI UTILIZZARE LA BICICLETTA! NON FARLO PUO PROCURARVI SERI DANNI E/O INFICIARE I VOSTRI

Dettagli

Scanner serie i5000. Informazioni sul codice patch. A-61801_it

Scanner serie i5000. Informazioni sul codice patch. A-61801_it Scanner serie i5000 Informazioni sul codice patch A-61801_it Informazioni sul codice patch Sommario Dettagli sul modello patch... 4 Orientamento del modello patch... 5 Dettagli sul modello di barra...

Dettagli

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA

LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA LOTTO 6 RIF. 82 SUB LOTTO 6.1.A DESCRIZIONE: N. 1725 SEDUTA FISSA SENZA BRACCIOLI PER VISITATORE IMBOTTITA - la sedia non puo ospitare piu di una persona - la sedia e impilabile fino a un massimo di 10

Dettagli

LAYLA MANUALE D ISTRUZIONI. MASSIMO PESO UTILIZZATORE: 110 kg

LAYLA MANUALE D ISTRUZIONI. MASSIMO PESO UTILIZZATORE: 110 kg LAYLA MANUALE D ISTRUZIONI MASSIMO PESO UTILIZZATORE: 110 kg IMPORTANTE! Leggere tutte le istruzioni prima di procedure con il montaggio dell attrezzo. Conservare il manuale. IMPORTANTI ISTRUZIONI DI SICUREZZA

Dettagli

MANUALE REVISIONE Indice:

MANUALE REVISIONE Indice: MANUALE REVISIONE Indice: 1.0 SMONTAGGIO GENERALE 1.1 SOSTITUZIONE OLIO 1.2 RIVALVOLARE IL PISTONE 1.3 REVISIONARE IL COVER 1.4 RIASSEMBLAGGIO 1.0 SMONTAGGIO GENERALE 1 Rimuovere la molla e il portamolla.

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32

MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32 MANUALE DI ISTRUZIONI TAB CHART 32 1 INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA Vi preghiamo di leggere e seguire attentamente le istruzioni contenute in questo manuale. La mancata ottemperanza alle istruzioni potrebbe

Dettagli

Packard Bell Easy Repair

Packard Bell Easy Repair Packard Bell Easy Repair Serie EasyNote MZ Istruzioni di riparazione del disco rigido 7429170006 7429170006 Versione documento: 1.0 - Maggio 2007 www.packardbell.com Istruzioni importanti di verifica della

Dettagli

MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO. Andante e Rondò

MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO. Andante e Rondò MACCHINA PER TEMPERA FINALE DELLE ANCE PER FAGOTTO Andante e Rondò Manuale di utilizzo della Macchina per la tempera della punta dell ancia Andante e Rondò Bagnare l'ancia e assicurarsi che la curvatura

Dettagli

Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA

Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA Smontaggio pannello porta anteriore destra - LANCIA LYBRA La presente guida si riferisce ad una lancia Lybra 1.8 SW (costruzione ottobre 1999). Il primo passo consiste nel togliere tutte le viti di bloccaggio,

Dettagli

Nella foto: Villa sul Lago di Lugano (Svizzera) con le nostre persiane a lamelle orientabili.

Nella foto: Villa sul Lago di Lugano (Svizzera) con le nostre persiane a lamelle orientabili. LINEA LEGNO LINEA LEGNO PER PERSIANE ORIENTABILI Da oltre 40 anni produce montanti per realizzare persiane a lamelle orientabili. I prodotti che Vi presentiamo in queste pagine: NACO PL 60 PL 60NT NACO

Dettagli

ZENO ScanItPontic. Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape

ZENO ScanItPontic. Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape ZENO ScanItPontic Manuale d uso del software 3D-Scan di 3Shape Indice 1 Prefazione... 2 Interfaccia utente ScanItPontic... 2.1 Barra degli strumenti per la scansione... 2.2 Barra immagini... 3 Processo

Dettagli

10. Procedure operative di sicurezza per intagli Charpy/Izod

10. Procedure operative di sicurezza per intagli Charpy/Izod 10. Procedure operative di sicurezza per intagli Charpy/Izod campione da 10 mm con intaglio a V di 2 mm Avvertenze a) NON CAUSARE L INCEPPAMENTO DELLA MACCHINA! IL TENTATIVO DI TAGLIARE MATERIALI TROPPO

Dettagli

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio

KDIX 8810. Istruzioni di montaggio KDIX 8810 Istruzioni di montaggio Sicurezza della lavastoviglie 4 Requisiti di installazione 5 Istruzioni di installazione 7 Sicurezza della lavastoviglie La vostra sicurezza e quella degli altri sono

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio per la ferramenta premiporta eco-lock 62.283.10-11 Nelle seguenti pagine vengono descritte in otto fasi le istruzioni di montaggio per porte d entrata porte interne contrassegnate

Dettagli

SCHEDA 21A: ADEGUAMENTO DEI TRATTORI A RUOTE A CARREGGIATA STANDARD MODELLO FIAT 500 E SIMILI (FIAT 550, FIAT 600, etc.)

SCHEDA 21A: ADEGUAMENTO DEI TRATTORI A RUOTE A CARREGGIATA STANDARD MODELLO FIAT 500 E SIMILI (FIAT 550, FIAT 600, etc.) SCHEDA 21A: ADEGUAMENTO DEI TRATTORI A RUOTE A CARREGGIATA STANDARD MODELLO FIAT 500 E SIMILI (FIAT 550, FIAT 600, etc.) Il presente documento è stato realizzato nell ambito dell attività di ricerca prevista:

Dettagli

GYSLINER GYSLINER 35.02 GYSLINER 35.04 INDICE

GYSLINER GYSLINER 35.02 GYSLINER 35.04 INDICE MANUALE D ISTRUZIONI GYSLINER GYSLINER 35.02 GYSLINER 35.04 INDICE MONTAGGIO... 2 COMPOSIZIONE... 3 LEVE E BARRE PER RADDRIZZARE... 3 Scelta della barra o della leva... 3 Scelta del giusto procedimento

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 0 07/00 IT Per i tecnici specializzati Istruzioni di montaggio Gruppo sfiato aria SKS per collettori piani a partire dalla versione. Prego, leggere attentamente prima del montaggio Volume di fornitura

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione CR, CRN 120 e 150 50/60 Hz 3~ 1. Identificazione del modello... 2 1.1 Targhetta identificativa... 2 1.2 Codice del modello... 2 2. Coppie di serraggio e lubrificanti... 3 3.

Dettagli

MODELLI. Estrattori Meccanici

MODELLI. Estrattori Meccanici Estrattori Meccanici Utensili per la Manutenzione dagli Esperti della Gestione dell Attrito Con oltre un secolo di esperienza nella tecnologia della gestione dell attrito, sa quanto critiche siano le corrette

Dettagli

Anno 2009/2010 Syllabus 5.0

Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 3: Oggetti grafici Effetti di animazione Preparare una presentazione Stampa Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 In una presentazione è possibile aggiungere

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Edizione 05.13 Tutti i diritti riservati! Indice Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Indice Indice 1 Informazioni

Dettagli

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia La forcella è un componente molto importante della moto e ha una grande influenza sulla stabilità del veicolo. Leggere attentamente

Dettagli

VITE USS DI TESTA SFERICA Vite peduncolare poliassiale con apertura laterale

VITE USS DI TESTA SFERICA Vite peduncolare poliassiale con apertura laterale VITE USS DI TESTA SFERICA Vite peduncolare poliassiale con apertura laterale Strumenti e impianti approvati dalla AO Foundation. Questa pubblicazione non è destinata alla distribuzione negli USA. TECNICA

Dettagli

Tecnologia wireless facile da installare TASTIERA MANUALE D'USO. www.my-serenity.ch

Tecnologia wireless facile da installare TASTIERA MANUALE D'USO. www.my-serenity.ch Tecnologia wireless facile da installare TASTIERA MANUALE D'USO www.my-serenity.ch Cosa c'è nella Scatola? 1 x Tastiera remota 2 x Viti di fissaggio 2 x Tasselli 1 x Pad adesivo in velcro (2 parti) Che

Dettagli

Installazione Tooway. Guida veloce all installazione del servizio Tooway

Installazione Tooway. Guida veloce all installazione del servizio Tooway 1 Installazione Tooway Guida veloce all installazione del servizio Tooway 2 INDICE 1. Materiale richiesto 2. Identificazione dati per puntamento 3. Assemblaggio Kit 4. Preparazione al puntamento 5. Puntamento

Dettagli