Relazione tecnica per il Portale Web degli IFO (con componente internet e intranet)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione tecnica per il Portale Web degli IFO (con componente internet e intranet)"

Transcript

1 Relazione tecnica per il Portale Web degli IFO (con componente internet e intranet)

2 INDICE 1 Premessa Il progetto Obiettivo Lo Stato attuale e le esigenze emerse OGGETTO DELLA FORNITURA Il Content Management System (CMS) Caratteristiche generali Caratteristiche specifiche: moduli Gestione dei contenuti statici Gestione documenti Argomenti correlati Gestione news Eventi e calendari Gestione links Sondaggi Forum Newsletter Area riservata Motore di ricerca sui contenuti Motore di ricerca sui documenti Motore di ricerca trova persone Integrazione con sistema di posta elettronica Widget (opzionale) Database Software Gestione del flusso e schedulazione dei contenuti Gestione dei template Autenticazione LDAP Statistiche accessi Analisi dell architettura dei contenuti Analisi dell architettura tecnica Sistema di accounting strutturato - componente internet ed intranet Componente internet

3 3.6.2 Componente intranet Mantenimento e aggiornamento software PROGETTO TECNICO Descrizione delle funzionalità applicative e della documentazione a corredo dello stesso Verifica di medio termine Collaudo Assistenza Manutenzione software Tempi di consegna, installazione e attivazione Referenze Formazione Data entry contenuti iniziali Requisiti hardware Eventuali applicazioni extra Metodologia

4 1 PREMESSA Il sito web degli IFO attualmente in linea, deve essere completamente aggiornato, sia dal punto di vista delle funzionalità applicative, sia dei contenuti. Gli Istituti Regina Elena e San Gallicano, punti di riferimento in campo biomedico per le cure oncologiche e dermatologiche, sono stati elevati a IRCCS per alcune linee di attività e necessitano dunque di strumenti adeguati per migliorare la qualità dell informazione e il livello dell offerta resa ai cittadini-utenti. Si ritiene pertanto necessario costruire un vero e proprio portale web ex novo, prendendo come riferimento alcuni aspetti e contenuti dell attuale sito ma sostanzialmente rinnovando completamente l infrastruttura, realizzando un prodotto integrato per le due componenti internet e intranet. Il nuovo portale offrirà contenuti relativi alla struttura organizzativa e all organigramma degli Istituti (in modo tale da consentirne un immediata e facile comprensione), ma dovrà essere in grado anche di sviluppare un approccio e un architettura informativa in grado di favorire la navigazione delle pagine per temi. Inoltre, sarà possibile usufruire all interno del portale di una serie di applicazioni dinamiche e interattive. Attraverso il portale sarà anche possibile accedere, utilizzando username e password, ad uno spazio intranet riservato finalizzato alla condivisione di informazioni e documenti ad uso esclusivamente interno. È necessario, quindi, che sia garantita la massima affidabilità della nuova infrastruttura a livello di sicurezza e protezione dei dati. Infine, all interno del nuovo portale potranno essere costruiti/integrati alcuni siti specializzati che potrebbero avere una componente ad accesso pubblico e una ad accesso riservato. In questo secondo caso si potrebbe verificare la necessità di ricorrere ugualmente all utilizzo di username e password anche in ambito extranet. Il documento tratta le funzionalità minime che il software oggetto della fornitura dovrà soddisfare, per poi focalizzarsi sul progetto tecnico da presentare e le modalità di aggiudicazione. Nel documento sono indicati, all interno dei paragrafi di riferimento, gli elementi dell offerta che saranno considerati come valore positivo aggiuntivo. Inoltre, saranno specificati anche alcuni aspetti legati alla gestione del portale e al posizionamento all interno dei motori di ricerca. 3

5 2 IL PROGETTO 2.1 Obiettivo L obiettivo di questo progetto è fornire agli IFO un portale web che soddisfi alcune esigenze prioritarie: Porre in risalto e sviluppare le fondamentali componenti di cura e ricerca scientifica, con particolare attenzione alla centralità del paziente in ambito sanitario (gli IFO sono un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico - IRCCS) Riposizionare il portale IFO ai massimi livelli nei principali motori di ricerca e farne un prodotto di eccellenza in campo sanitario Offrire l accesso alle informazioni in maniera semplice e intuitiva, agevolando l interazione con gli utenti Dotare gli IFO di una intranet aziendale Sviluppare il portale con una piattaforma tecnologica adeguata e offrire agli IFO uno strumento di gestione, modifica cancellazione e inserimento dei contenuti accessibile, semplice e intuitivo, che permetta a diversi utenti di gestire la sezioni del portale di loro competenza (CMS: Content Management System) 2.2 Lo Stato attuale e le esigenze emerse Il sito web degli IFO presenta alcune criticità/bisogni che la nuova implementazione dovrà soddisfare: Creazione di una struttura di navigazione complessa sia per internet, sia per intranet Ideazione di un immagine unitaria e coordinata, sia per internet che per intranet, che prenda come riferimento il nuovo logo degli Istituti, ufficializzato nel mese di ottobre 2009, in modo da integrare stile grafico e colori Alimentazione/modifica/aggiunta di contenuti e siti (con sottodomini), in maniera autonoma da parte degli IFO (Content Management System) sia in internet che in intranet. Tale strumento potrà essere utilizzato da diversi attori per l eventuale realizzazione di sottodomini classificabili come siti specializzati Realizzazione del portale prioritariamente anche in versione inglese; inoltre, per alcune sezioni sarà resa disponibile una versione multilingue (sezioni e pagine saranno definite in collaborazione con gli IFO) Progettazione di alcune applicazioni di ausilio sia per utenti esterni che per quelli interni da definire con i responsabili IFO (ad esempio, un applicazione per individuare edifici ed uffici di interesse sul modello di alcune già esistenti e che saranno indicate dai responsabili IFO; applicazioni che sviluppino la possibilità di effettuare attività di teleconsulto e telemedicina; applicazioni che consentano di effettuare autocandidature da parte di utenti esperti che vogliono essere inseriti in protocolli di cura sperimentali; costruzione di organigrammi anche in formato immagine e parlanti ; ecc.). 4

6 Sarà considerato un valore positivo aggiuntivo, ai fini dell offerta, la proposta di soluzioni orientate all utente, intuitive e di carattere innovativo, che evidenzino gli elementi distintivi rispetto a strutture analoghe in uso in generale nella Sanità ed, in particolare, negli Istituti di ricerca a carattere scientifico. 5

7 3 OGGETTO DELLA FORNITURA 3.1 Il Content Management System (CMS) Al fine di soddisfare le esigenze illustrate si è pensato di adottare un Content Management System, ossia un'applicazione che permetta di gestire in autonomia - e senza che sia sempre necessario l'ausilio di personale tecnico, i contenuti e la condivisione delle informazioni per portali informativi e siti aziendali. L alimentazione del portale in questo caso potrà avvenire anche da parte dell'utenza grazie a un'interfaccia intuitiva e a un procedimento di identificazione (userid e password). Il CMS prescelto dovrà essere accessibile, in base alle prescrizioni della c.d. Legge Stanca n. 4/2004 e alle linee guida della Web Accessibility Initiative del Consorzio W3C. Si ricorda che in ambito sanitario devono essere rispettati anche i codici di qualità per i siti biomedici e che a tale scopo il portale degli IFO dovrà aderire ai Principi HONcode. L accesso alla intranet dall esterno dovrà avvenire dall area operatore del sito; tuttavia dall interno della rete aziendale non necessiterà di userid e login. Distinguiamo le caratteristiche generali del software da quelle funzionali più specifiche ossia i moduli/funzionalità di base che devono essere inclusi nell offerta. Data la tipologia di Software ci si focalizza sulle sue funzionalità, per poi adattarle alla tipologia di contenuti che dovranno supportare e servire. Nella fornitura dovrà essere specificata anche la modalità con cui la Società incaricata pianificherà e realizzerà le attività formative per il personale IFO che, utilizzando il CMS fornito, svolgerà attività di pubblicazione sul portale (parag. 4.8). La Società fornirà ovviamente tutti i manuali e i documenti utili per l utilizzo del predetto CMS (parag. 4.1). 3.2 Caratteristiche generali Il Content Management System dovrà essere: Scalabile: permettere l aggiunta di contenuti, applicazioni e moduli in forma progressiva. Modulare: essere composto da moduli specifici per esigenza e permettere l aggiunta di nuovi moduli applicativi successivamente Flessibile: essere compatibile con la maggior parte delle tipologie di S.O., RDBMS esistenti. 6

8 User friendly: l interfaccia d inserimento/modifica/aggiunta contenuti dovrà essere semplice e usabile. Opensource: senza licenze, al fine di impegnare le risorse sulla customizzazione e messa a punto del CMS. Validazioni/conformità delle indicazioni del W3C: sono richieste le validazioni secondo il World Wide Web Consortium HTML 4.01; CSS; conformità WAI per l accessibilità: WAI AA, rispetto del secondo livello in conformità alle Web Content Accessibility Guidelines 1.0 W3C, così come richiesto dalla Legislazione corrente per i siti della Pubblica Amministrazione (Legge n. 4 del 9 gennaio 2004 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici"). Compatibilità con browser: E richiesta la compatibilità del codice HTML con i browser IE 5.0 (e superiori), Mozilla, per i sistemi operativi WinXP, Win2000, Win98, Mac 9.2 (e superiori). Accessibilità: A conclusione del lavoro, l impresa aggiudicataria dovrà prendersi carico di tutte le attività connesse all assegnazione del logo di accessibilità, così come riportate nel sito Cnipa In particolare l impresa dovrà presentare agli IFO un autocertificazione di accessibilità di primo livello. Tale dichiarazione dovrà essere resa ai sensi dell art.47 del DPR 28 dicembre 2000 n.445 e comprovare la conformità di tutte le pagine del sito internet implementato ai requisiti previsti per la verifica tecnica, ai sensi del Decreto del Ministero per l Innovazione e le Tecnologie dell 8 luglio Tutte le azioni relative all ottenimento dell accessibilità, nonché i costi per eventuali non conformità e successive operazioni di adeguamento sono a carico della ditta aggiudicataria. Accesso al sistema con protocollo HTTPS: l accesso dall esterno deve essere gestito dal protocollo HTTPS sfruttando un SSL (Security Soket Layer). 7

9 3.3 Caratteristiche specifiche: moduli I moduli applicativi del Content Management System prescelto dovranno soddisfare le esigenze descritte nei paragrafi che seguono. L architettura dei contenuti sarà definita in fase di analisi (vedi parag. 3.4) quindi l assegnazione dei moduli alle sezioni del portale, internet e intranet, sarà stabilita in base alle tipologia di contenuto e alle esigenze/funzionalità che tali contenuti richiederanno. I moduli qui richiesti rappresentano una base iniziale che potrà essere utilizzata sia per la componente internet che per quella intranet; sarà elemento di valore l offerta proattiva di ulteriori funzionalità/moduli del software che possano migliorare l applicazione. Per quanto riguarda la definizione dei template, che saranno pensati e progettati già in fase di analisi (vedi parag. 3.4), si farà riferimento ad uno stile semplice e intuitivo, non viziato da applicazioni che possono rallentare l apertura del portale in fase di avvio. Quanto appena riferito sarà da tenere in riferimento in particolare per la homepage Gestione dei contenuti statici Possibilità di modifica/aggiunta/formattazione dei contenuti/immagini, attraverso una facile e intuitiva interfaccia web. Possibilità di utilizzare formati per la distribuzione di contenuti web tipici del web 2.0 (ad esempio i feed RSS e applicazioni quali social network, blog, podcasting, ecc.). Possibilità di realizzazione di sistemi per l alimentazione di mailing list specifiche con gestione dei dati, nel rispetto delle norme sulla privacy, e produzione di statistiche Gestione documenti Possibilità d inserimento di documenti in modo strutturato per sezioni e sottosezioni Argomenti correlati Il sistema dovrà poter offrire i contenuti correlati al contenuto di una pagina visualizzata. Dovrà basarsi su metadata keywords e dovrà essere sviluppato in modo tale da consentire ad un eventuale motore di ricerca interno di fornire risultati validi. Esempio: se una pagina illustra il tema albero dovrà essere offerto in automatico il link a contenuti simili presenti anche in altre sezioni:foglia, ramo, seminatura ecc... 8

10 3.3.4 Gestione news Modifica aggiunta di notizie e gestione della scadenza delle stesse. L inserimento delle news dovrà prevedere due distinte modalità: a) titolo della news con link a sito esterno o ad un documento; b) titolo della news con link ad un testo in formato comunicato stampa. Costruzione di un sistema di archiviazione delle news per mese e per argomento Eventi e calendari Possibilità di calendarizzazioni di eventi Gestione links Gestione link interni (vedi parag Argomenti correlati) ed esterni al portale Sondaggi Possibilità di effettuare dei semplici sondaggi on line e gestirne le statistiche dei risultati Forum Strumento di forum, con le caratteristiche che permettano l integrazione al resto del sito Newsletter Strumento per la creazione/recapito di Newsletter con gestione dei sottoscrittori, editing in HTML/immagini con invio a liste semplici o multiple Area riservata Tutte le sottosezioni e pagine del sito potranno essere rese disponibili a tutti gli utenti, oppure ai soli utenti autenticati secondo i loro privilegi di accesso. La distinzione tra aree pubbliche e riservate e i privilegi di accesso verrà realizzata nella fase di inserimento dei contenuti (vedi parag. 3.5 e/o 3.6) Motore di ricerca sui contenuti La ricerca potrà essere compiuta sia in: Modalità semplice: avverrà in modalità AND (verranno trovate tutte e solo le pagine che contengono tutti i termini specificati, e sarà possibile ricercare interi termini così come termini parziali). 9

11 Modalità avanzata: la ricerca potrà essere strutturata per aree tematiche, argomenti, data di editing, ecc, basandosi su metadati assegnati ai documenti precedentemente Motore di ricerca sui documenti La ricerca dovrà avvenire per metadati e testo Motore di ricerca trova persone Sarà fondamentale avere una rubrica del personale con possibilità di ricercare i dati per: nome cognome n. telefono interno mail struttura complessa/semplice dipartimento altro E combinazioni di questi campi. Inoltre, dovrà essere possibile per ciascun utente interno aggiornare autonomamente nella rubrica i dati personali che lo riguardano Integrazione con sistema di posta elettronica Il sistema dovrà prevedere un integrazione con il sistema di posta elettronica attualmente utilizzato in IFO; in particolare dovrà essere possibile accedere, con i meccanismi di autenticazione già definiti, all area intranet del sito e da lì dovrà essere possibile accedere alla web Mail attualmente esistente Widget (opzionale) Finora sono stati trattati e definiti strumenti di tipo pull ossia servizi a disposizione dell utente. Per poter avviare una azione di coinvolgimento dei dipendenti si pensa anche ad uno strumento che possa portare sul desktop dell utente una serie di informazioni utili senza che acceda alla intranet e che sia costantemente aggiornato. Il widget è uno strumento di communication desktop, una sorta di agenda personalizzata presente sul desktop dell utente che lo scarica direttamente dalla intranet aziendale, una tantum. Tale strumento porta sul desktop dell utente alcune tipologie di informazioni che gli IFO intendono veicolare sistematicamente ai suoi target audience e la possibilità di interrogare un database delle informazioni disponibili. 10

12 Esempi di informazioni da gestire potrebbero essere: motore ricerca cerca persone news e informazioni utili interne convegni ed eventi scientifici altro L impiego di tale strumento internamente può anche essere utile per comprenderne l utilità per l esterno Database Costruzione di database dedicati. I database disponibili su intranet dovranno poter essere condivisi fra le varie strutture (ovvero dovrà essere possibile interrogare il db e effettuare statistiche sui dati autonomamente) Software Possibilità di condividere software dedicati Gestione del flusso e schedulazione dei contenuti Il sistema dovrà offrire la possibilità di una gestione del flusso dei contenuti (gestione gerarchica) e l evidenza di data e ora di pubblicazione/revisione/aggiornamento degli stessi, nonché dell autore delle modifiche Gestione dei template Possibilità di creare template anche diversi da quelli definiti in sede progettuale e possibilità di assegnarli a sezioni e/o sottositi Autenticazione LDAP Si richiede come requisito la disponibilità dello standard LDAP (Lightweight Directory Access Protocol), standard aperto per accedere ai servizi su una rete Intranet o Internet Statistiche accessi Possibilità di visualizzare le statistiche basilari di accesso da parte degli utenti, sia per la componente internet che per quella intranet. Nel caso si ritenesse opportuno potrà essere offerto un software esterno al CMS con la quotazione a parte alla voce Altre applicazioni accessorie della tabella del paragrafo 5. 11

13 3.4 Analisi dell architettura dei contenuti Avviata la fornitura dovrà essere svolta in collaborazione con gli IFO lo studio/analisi che definirà l architettura dei contenuti che alimenteranno lo strumento di Content Management System. Le tipologie dei contenuti saranno soltanto in parte ripresi dal sito attuale (fra queste, in particolare: le news e i convegni, i bandi e concorsi, l accesso alle pubblicazioni scientifiche, i contenuti delle attività clinica e di ricerca opportunamente aggiornati) e l analisi si focalizzerà sulla definizione di nuovi testi e sulla riorganizzazione delle parti informative vecchie e di quelle nuove, sempre in collaborazione con gli IFO. I contenuti della intranet dovranno invece essere definiti ex novo (le tipologie di contenuti da pubblicare riguarderanno, almeno, il calendario delle riunioni, le delibere, i regolamenti, la modulistica, le procedure, i protocolli, le disposizioni, i verbali, i risultati nell ambito della ricerca scientifica degli Istituti, il prontuario terapeutico, i dispositivi e le terapie sperimentali, le cartelle cliniche). Inoltre, sarà necessario definire la modalità con cui saranno integrati nel nuovo portale alcuni sottodomini/siti specializzati, realizzati da alcune strutture interne agli IFO, che non possono essere revisionati in funzione delle caratteristiche che avrà il nuovo portale (attivazione di link diretti dalla homepage del portale e/o da pagine interne che trattano argomenti correlati). L accesso di alcuni di questi siti specializzati potrebbe avvenire in modalità extranet. Nel documento saranno definite puntualmente voci e sezioni del portale, con particolare riguardo alla homepage, e illustrate le attività da compiere per sviluppare back end e front end di ciascuna. Inoltre, saranno specificate tutte le azioni consentite da parte degli utenti responsabili dell alimentazione del portale. Ai fini della valutazione verranno prese in considerazione le attività svolte nella realizzazione di applicazioni WEB in ambito sanitario. 3.5 Analisi dell architettura tecnica L architettura software del Sistema dovrà prevedere un web server che gestisce il colloquio con i client, un application server nel quale risiede la business logic e un sistema di storage che contiene i dati. Web server ed application server possono risiedere nello stesso server fisico. Il database server sarà ospitato su di un cluster di due server che accedono ad un unico storage. 12

14 Il diagramma che segue riassume l architettura richiesta: Device di rete quali router, switch e firewall sono già presenti nella location prevista per il sistema, pertanto non sono richiesti in questa fornitura. Il sistema dovrà avere una architettura scalabile, aperta ed estensibile. Dovranno essere utilizzati standard e protocolli di comunicazione in grado di far condividere le informazioni presenti e, eventualmente, accedere a informazioni presenti in altre basi dati. La progettazione e realizzazione dei componenti del sistema dovranno tener conto delle logiche di riuso. Dovranno essere altresì evidenziate le modalità di licensing nell eventualità di riuso di componenti, anche minime, del sistema. Il personal computer e l accesso tramite browser costituiranno il client primario, sebbene non esclusivo, di accesso al sistema. Le soluzioni tecnologiche presentate dovranno consentire la massima compatibilità nei confronti di una ampia gamma di combinazioni di sistemi operativi, browser e loro versioni specifiche. Fatti salvi i requisiti minimi di sicurezza, questa ampia compatibilità dovrà essere garantita sia per i servizi informativi che per i servizi interattivi. Particolare attenzione verrà prestata all utilizzo di soluzioni tecnologiche basate sulla virtualizzazione, al fine di ottimizzare l impiego di risorse HW e SW e massimizzare le performance generali del sistema 13

15 Il Fornitore dovrà specificare con quali sistemi operativi, browser e loro versioni la soluzione offerta sarà compatibile. Dovrà in tal senso essere garantita al minimo la compatibilità con: sistema operativo: Microsoft Windows 98; Microsoft WindowsXP; Mac OS 10.1; Red Hat Linux 9 browser Microsoft Internet Explorer 5.5; Mozilla 1.2; Firefox 1.0; Netscape 6.0; Opera 7; La ditta Aggiudicataria dovrà fornire i codici sorgenti di tutta la business logic, del presentation layer (HTML, CSS ed eventuale Javascript), tracciati record delle basi dati e le password di amministratore del database. Come indicato nella direttiva Stanca pubblicata sulla G.U. nr. 31 del 7 febbraio 2004, nel caso di prodotti sviluppati ad hoc, l amministrazione committente acquisisce la proprietà del prodotto finito. sistema. 14

16 3.6 Sistema di accounting strutturato - componente internet ed intranet Componente internet Il sistema dovrà permettere la gestione degli utenti in maniera strutturata. Dovranno poter essere attribuibili diversi livelli di accesso in base al profilo dell utente. Di seguito uno schema esemplificativo dei permessi che si dovranno poter attribuire agli utenti n Sezione pubblica 1 Sezione pubblica 2 Sezione pubblic a n Sezione riservata 1 Sezione riservata 1.1* Sezione riservata 2 Sezione riservata 3 Sezione riservata n Legenda** Modifica: inserimento/modifica/aggiunta dei contenuti e inserimento dei documenti. Visualizzazione: visualizzazione contenuti e download documenti Amministrazione utenti: creazione/modifica degli utenti. *Nel caso ci fossero sotto sezioni, i permessi devono essere a cascata dalla sezione madre e quelle figlio. **Il permesso modifica include la visualizzazione ma non l amministrazione utenti. Il permesso amministrazione utenti include la visualizzazione ma non la modifica. Uno stesso utente può avere tutte le tipologie di permessi. 15

17 Dovrà essere previsto un utente amministratore con tutti i privilegi. Per quanto riguarda la pubblicazione on line dei contenuti della componente internet, dovrà essere definito in collaborazione con gli IFO un efficace sistema di validazione dei contenuti attraverso la collaborazione referenti di struttura/comitato di redazione Componente intranet Gli utenti della intranet dovranno potervi accedere anche dall esterno e non solo dall interno degli IFO. Per questo motivo l accesso alla intranet dovrà poter avvenire profilato in base agli utenti e alle loro necessità, quindi dovrà offrire sezioni dedicate. Il sistema dovrà permettere la gestione degli utenti in maniera strutturata a matrice. Dovranno poter essere attribuibili diversi livelli di accesso in base al profilo dell utente. Di seguito uno schema esemplificativo dei permessi che si dovranno poter attribuire agli utenti n Sezione intranet 1.1* Sezione intranet 2 Sezione intranet 3 Sezione intranet n \\\\\\\\\\ \ \\\\\\\\\ \\ \\\\\\ \\ \\\\\\\\\\ \\\\\\\\\ \\ \\\\\\ \\ Legenda** --- \\\ Amministrazione Utenti:creazione/modifica degli utenti Modifica: inserimento/modifica/aggiunta dei contenuti e inserimento dei documenti Visualizzazione: visualizzazione contenuti e download documenti 16

18 *Nel caso ci fossero sotto sezioni, i permessi devono essere a cascata dalla sezione madre e quelle figlio. **Il permesso modifica include la visualizzazione ma non l amministrazione utenti. Il permesso amministrazione utenti include la visualizzazione ma non la modifica. Uno stesso utente può avere tutte le tipologie di permessi. Diversamente dalla componente internet, per quanto riguarda la parte intranet dovrà essere possibile, per ciascuna struttura interna a sé stante (Dipartimenti e Direzioni), la pubblicazione dei contenuti relativamente alla sezione di competenza. 3.7 Mantenimento e aggiornamento software Data la natura del software richiesto, opensource, deve essere definita la manutenzione e l aggiornamento dello stesso (con update/upgrade), al fine di garantirne la sicurezza e la stabilità. La Società si impegna a fornire assistenza tecnica agli IFO per il mantenimento e aggiornamento del software utilizzato. 17

19 4 PROGETTO TECNICO Nel progetto presentato dalla Ditta dovranno essere chiaramente evidenziate le modalità per il raggiungimento degli obiettivi minimi descritti. Il progetto dovrà inoltre riportare quanto indicato nei paragrafi che seguono. 4.1 Descrizione delle funzionalità applicative e della documentazione a corredo dello stesso Il sistema offerto dovrà essere descritto in tutte le sue funzionalità/moduli. Il sistema dovrà prevedere manuali tecnici e quant altro previsto dal produttore per un corretto ed efficace uso del prodotto. 4.2 Verifica di medio termine Dovrà essere effettuata una verifica di metà periodo sul progetto con presentazione del portale, anche in via dimostrativa, alla presenza di personale della Ditta e degli IFO. 4.3 Collaudo Il prodotto dovrà essere collaudato prima della fase di avvio alla presenza di personale della Ditta e degli IFO. 4.4 Assistenza Assistenza all avvio: la Ditta dovrà pianificare un programma di intervento per l attivazione del sistema, impiegando personale proprio in loco. Assistenza a regime: anche in questo caso vanno precisate le modalità che la Ditta intende utilizzare: con personale proprio in loco, mediante assistenza telefonica generica, mediante teleassistenza. 4.5 Manutenzione software Il Fornitore dovrà garantire un completo servizio di supporto per tutte le attività di implementazione hardware e software, d avvio e di esercizio. Tale servizio dovrà essere erogato dal momento del rilascio in esercizio delle singole componenti del sistema per un periodo proposto dalla ditta aggiudicataria e compreso nel prezzo a base d asta. I servizi di supporto per l hardware sono specificati nel seguito: Rilevazione e statistiche dei volumi di lavoro richiesto al sistema HW, SW di base e SW applicativo; 18

20 Rilevazione e statistiche delle prestazioni del sistema; Rilevazione e statistiche delle registrazioni di anomalie del sistema; Analisi delle cause ed effetti delle anomalie con le adeguate e conseguenti azioni di registrazione e segnalazione degli stessi; Individuazione e formulazione delle possibili soluzioni con evidenza degli impatti sul sistema. Risoluzione delle anomalie sugli ambienti hardware e software del nuovo sistema. Individuazione e realizzazione delle possibili evoluzioni del sistema. Controllo della stabilità del sistema, dei servizi attivi e delle funzionalità dei componenti del portale (application server, web server, db server, applicazioni, ecc.). Manutenzione dei software di sistema operativo, d ambiente e di tool applicativi con particolare rilievo per il controllo, la segnalazione e l installazione di nuove release, di patch ed il loro test ed ottimizzazione. Amministrazione dei data base con particolare rilievo per la gestione dello spazio fisico delle tabelle sui dischi, gestione dei parametri del sistema al fine di garantire la corretta funzionalità del data base nonché l ottimizzazione delle relative performance. I servizi di supporto al software sono specificati nel seguito: Manutenzione Correttiva: Il servizio di manutenzione correttiva ha per finalità la garanzia del mantenimento della operatività e delle funzionalità di un applicazione software e si attua attraverso la rimozione di errori residui, non identificati nella fase di produzione, che si manifestano nel corso del periodo di assistenza proposto dalla ditta Aggiudicataria (minimo 180 giorni dal collaudo). Manutenzione Adattativa: Il servizio di manutenzione adattativa ha lo scopo di assicurare il costante, efficace e tempestivo aggiornamento ed evoluzione delle funzionalità del software applicativo rispetto a: variazioni organizzative dei processi di lavoro cui le funzioni applicative si riferiscono che comportino interventi di modifica del software; variazioni normative che comportino interventi di modifica del software; evoluzione delle versioni dei sistemi software di base (sistemi operativi, data base, software di rete, linguaggi di programmazione, ecc.) o all adozione di nuovi sistemi e/o aggiornamenti software di base o di utilità che intervengano nel corso del periodo di manutenzione. esigenze di miglioramento di prestazioni, facilità d uso, robustezza e sicurezza di un applicazione software, che ne lascino tuttavia sostanzialmente inalterate le funzionalità Il servizio di ripristino delle funzionalità in caso di malfunzionamento bloccato è identico sia per l hardware che per il software. In caso di malfunzionamento bloccante l intervento deve essere assicurato entro un termine minimo di 4 ore tra le 08:00 alle 19:00 7 giorni su 7 festivi compresi 365 giorni l anno, mentre deve essere garantito entro le ore 8.00 del giorno successivo al guasto se lo stesso avviene fuori orario. L intervento deve essere risolutivo entro 4 ore dal suo inizio. Per malfunzionamento bloccante si intendono quei malfunzionamenti che impediscono l accesso ai servizi ritenuti essenziali dall Ente appaltante. 19

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Web Solution 2011 EUR

Web Solution 2011 EUR Via Macaggi, 17 int.14 16121 Genova - Italy - Tel. +39 010 591926 /010 4074703 Fax +39 010 4206799 Cod. fisc. e Partita IVA 03365050107 Cap. soc. 10.400,00 C.C.I.A.A. 338455 Iscr. Trib. 58109 www.libertyline.com

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100%

ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite ECM SUITE: GESTIONE CREDITI ECM AL 100% ECM Suite è una moderna piattaforma gestionale, web based (ovvero ad utenze gestionali illimitate, nessun acquisto di singole licenze client e/o server),

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli