METODOLOGIE PER L INNOVAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "METODOLOGIE PER L INNOVAZIONE"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Facoltà di Economia Corso di laurea in Marketing e comunicazione per le aziende METODOLOGIE PER L INNOVAZIONE Prof. Giancarlo Ferrero Progetto a cura di : Michela Andrisani Donato Galasso Giorgia Grifoni Federica Maiolini Serena Maldoni Anita Tanfani Anno Accademico

2 I NOSTRI OBIETTIVI: Capire cos è il Marketing Laterale Applicazione di questo nuovo concetto Comprendere la differenza tra oceani rossi e oceani blu Come individuare un oceano blu Un caso pratico: APPLE 2

3 MARKETING LATERALE è un processo metodico, che se applicato a prodotti e servizi esistenti genera un innovazione. Il marketing verticale opera in un mercato predefinito. L innovazione è legata ai concetti di analisi del mercato, segmentazione e posizionamento. Il processo di marketing laterale costituisce un nuovo modo di fare innovazione. Infatti partendo da prodotti esistenti si crea nuovi prodotti o servizi innovativi rispondenti a bisogni, utilizzi, situazioni o target al momento non soddisfatti. Pertanto, esso offre numerose possibilità di creare nuove categorie o nuovi mercati. 3

4 IL PROCESSO CREATIVO La logica della creatività consiste nel : Selezionare un focus MERCATO (BISOGNO \TARGET\ SITUAZIONE \ UTILIZZO) PRODOTTO RESTANTI ELEMENTI DEL MARKETING MIX Effettuare una dislocazione laterale per generare uno Gap o Stimolo (sostituire, invertire,combinare, esagerare, eliminare e riordinare). Stabilire un associazione (simulare il processo d acquisto, ricavare gli aspetti positivi e individuare un contesto). 4

5 Esempio: FIORE FINTO FIORE GAP APPASSISCE NON APPASSISCE MAI 5

6 RISULTATI DEL MARKETING LATERALE Il processo di marketing laterale porta a tre diversi risultati: 1. Stesso prodotto, nuovo utilizzo, in questo caso l effetto è un espansione dell area del marketing verticale; 2. Nuovo prodotto, nuovo utilizzo, l effetto è la creazione di un nuovo mercato o di una nuova categoria di prodotti; 3. Nuovo prodotto, stesso utilizzo, l effetto è la creazione di un una nuova sottocategoria. 6

7 I NOSTRI OBIETTIVI: Capire cos è il Marketing Laterale Applicazione di questo nuovo concetto Comprendere la differenza tra oceani rossi e oceani blu Come individuare un oceano blu Un caso pratico: APPLE 7

8 BARRETTE AI CEREALI Hero si afferma sul mercato dei cereali per colazione con una quota di mercato ridotta. Problema:Hero vuole accrescere la quota di mercato relativamente ai cereali. Soluzione: introduce i cereali come uno snack genuino per qualsiasi momento della giornata. I cereali vennero adattati alla forma di un altro prodotto a cui i consumatori erano abituati: le barrette. Combinazione vincente: cereali + barrette 8

9 KINDER SORPRESA In un mercato degli snack ormai saturo, nel 1972 Ferrero lancia gli ovetti Kinder sul mercato. Problema: perché tra le diverse scelte (gomme da masticare, caramelle, cioccolato, gelati..) dovrebbero acquistare gli ovetti Kinder? Soluzione: l impresa introduce piccole uova di cioccolato (giusto apporto di cioccolata quotidiana) con un giochino all interno con il quale occupare il tempo senza sentire il bisogno di chiedere altra cioccolata Combinazione vincente: cioccolata + giochino + possibilità di collezionare 9

10 INTERNET CAFE Quando ancora internet era una novità, i gestori dei bar compresero che mettere a disposizione un accesso alla rete avrebbe creato un nuovo business, l internet cafè. Problema: conseguire profitti superiori rispetto a quelli ricavabili dalla vendita di un caffè o di una bibita. Soluzione: il cliente non paga ciò che consuma ma paga il tempo che trascorre nel locale che diventa confortevole e con copertura wi-fi. Combinazione vincente: cafè +internet 10

11 GEOX, LA SCARPA CHE RESPIRA Geox, già affermata nell industria, deve combattere in un mercato saturo e imprevedibile, quello delle scarpe. Problema: come differenziare la mia offerta? Soluzione: creazione della Scarpa che respira attraverso una membrana che consente l espulsione del vapore acqueo utilizzata dalla NASA per le tute degli astronauti Combinazione vincente: scarpa + ricircolo dell aria 11

12 MORELLATO, GIOIELLI DA VIVERE Morellato si inserisce, dopo essere stato per tanti anni produttore di cinturini di pelle per orologio, nel mercato dei gioiello. Problema: essendo un mercato saturo ( oceano rosso ), come fare per distinguersi? Soluzione: piuttosto che combattere la concorrenza, si crea un nuovo mercato introducendo il gioiello easy to wear ossia il gioiello moda con un design innovativo che offre maggior valore al consumatore ad un prezzo nettamente inferiore rispetto al gioiello tradizionale. Combinazione vincente: gioielli non impegnativi + costi non esagerati 12

13 CIRQUE DU SOLEIL Cirque du Soleil è una delle maggiori realtà culturali esportate dal Canada. Con il cambiare dell intrattenimento,tuttavia, i bambini chiedevano a gran voce una Playstation più che un pomeriggio al circo. Problema:il settore soffriva un calo costante di pubblico e le associazioni animaliste testimoniavano anche un malcontento crescente rispetto all uso degli animali nei circhi. Soluzione: Cirque du soleil è il primo circo al mondo che si distingue dagli altri circhi per l'assenza di numeri circensi che utilizzino animali, dedicando il suo palco a artisti di mimo, acrobati, giocolieri, generalmente numeri di grande rilevanza artistica si allarga anche il target di visitatori che era per lo più formato da bambini. Combinazione vincente: concetto di circo + artisti di grande rilievo 13

14 I NOSTRI OBIETTIVI: Capire cos è il Marketing Laterale Applicazione di questo nuovo concetto Comprendere la differenza tra oceani rossi e oceani blu Come individuare un oceano blu Un caso pratico: APPLE 14

15 OCEANI ROSSI Consideriamo il mercato un universo composto da due tipi di oceani: oceani rossi e oceani blu. Gli oceani rossi rappresentano tutti i settori oggi esistenti; questo è lo spazio di mercato conosciuto. Caratteristiche: offerta > domanda; confini di settore definiti; regole del gioco competitivo note. Obiettivi: Sottrazione di domanda ai concorrenti; Superare le performance dei concorrenti; Aumentare la propria quota di mercato; Creazione di valore per il cliente. Confini del mercato Aziende 15

16 OCEANI BLU Gli oceani blu corrispondono a uno spazio di mercato incontestato, alla creazione di nuova domanda e alla opportunità di una crescita redditizia. Le forze propulsive: Progresso tecnologico Globalizzazione Caratteristiche: Spazio di mercato incontestato; Concorrenza irrilevante dato che le regole del gioco competitivo sono ancora da inventare. Obiettivi: Creazione di domanda; Ricerca di opportunità per una crescita redditizia. 16

17 OCEANI BLU Casella Wines è un azienda vitivinicola australiana che ha sperimentato la crescita più rapida mai avvenuta nel settore vinicolo, sia in Australia sia negli Stati Uniti, diventando anche il vino più importato negli USA a discapito dei prodotti francesi e italiani. Nell agosto del 2003 è stato il vino rosso più venduto negli USA superando perfino quelli californiani. Caratteristiche del settore vinicolo nel decennio negli USA: Vini californiani dominavano il mercato ( 2/3 del fatturato relativo alle vendite di vino); La base clienti stagnante, trentunesimo posto nel mondo per il consumo di vino pro capite; 17

18 QUADRO STRATEGICO E IL FRAMEWORK DELLE QUATTRO AZIONI Vini premium Vini economici Domande: Quali fattori scontati andrebbero eliminati? Quali fattori andrebbero ridotti ben al di sotto dello standard di settore? Quali fattori andrebbero aumentati ben al di sopra dello standard di settore? Quali fattori dovrebbero essere creati? 18

19 LO SCHEMA ELIMINARE- RIDURRE -AUMENTARE- CREARE 19

20 LA CURVA DEL VALORE DI YELLOW TAIL vini premium vini economici Yellow tail Creazione di valore Innovazione di valore Il profilo strategico di Casella Wines soddisfa i tre criteri che definiscono una Strategia Oceano Blu: focus, divergenza e tagline. Produrre un vino divertente e anticonvenzionale, facile da bere per tutti. 20

21 I NOSTRI OBIETTIVI: Capire cos è il Marketing Laterale Applicazione di questo nuovo concetto Comprendere la differenza tra oceani rossi e oceani blu Come individuare un oceano blu Un caso pratico: APPLE 21

22 MODALITÀ DI RAGGIUNGIMENTO DI UN OCEANO BLU: I SEI PERCORSI 1. Analizzare i settori alternativi; 2. Analizzare i gruppi strategici in cui è diviso il settore; 3. Analizzare la catena degli acquirenti; 4. Analizzare l offerta di prodotti e servizi complementari; 5. Analizzare l appeal funzionale o emotivo esercitato sugli acquirenti; 6. Analizzare i cambiamenti nel tempo. 22

23 PRIMO PERCORSO: ANALIZZARE I SETTORI ALTERNATIVI Un azienda può essere in concorrenza anche con quelle di altri settori che offrono prodotti o servizi alternativi: Es: CINEMA VS RISTORANTE Differenti a livello di forma e funzione Tendenza allo stesso obiettivo: passare una serata fuori casa Quindi può essere creato un oceano blu cercando di soddisfare i bisogni del target di riferimento offrendo e un prodotto o servizio alternativo e non un surrogato. Esempi; NetJets: ha creato un oceano blu con la proprietà frazionata dei jet. NTTDoCoMo: il principale operatore giapponese di telefonia mobile, ha creato un oceano blu riflettendo sui motivi per cui i consumatori usano alternativamente internet ed il cellulare. 23

24 SECONDO PERCORSO: ANALIZZARE I GRUPPI STRATEGICI IN CUI IL SETTORE È DIVISO I gruppi strategici sono gruppi di aziende dello stesso settore che perseguono una strategia simile e si possono classificare in base a due dimensioni: prezzo e performances. focus: segmento delle autovetture di lusso e scarsa attenzione verso i produttori di autovetture economiche Per creare un oceano blu è necessario comprendere le ragioni che inducono i clienti ad assumere dei comportamenti di tipo trading up o trading down passando da un gruppo ad un altro. Esempi; Curves: si basa sui vantaggi dei gruppi strategici del settore come le palestre tradizionali e i programmi da svolgere a casa. mercato tutto al femminile. Prezzi vantaggiosi per apertura palestre in franchising e per il cliente. Red Bull: bevanda funzionale (energizzante) che si colloca a metà strada tra i soft drink (da Coca Cola a Pepsi) e gli sport drink (su tutti Gatorade) si concentra su un pubblico giovane. 24

25 TERZO PERCORSO: ANALIZZARE LA CATENA DEGLI ACQUIRENTI Esiste una catena di acquirenti che sono coinvolti direttamente o indirettamente nella decisione di acquisto: I compratori che pagano per l acquisto di un prodotto o servizio possono essere diversi rispetto agli utilizzatori e gli influenzatori che appunto svolgono un ruolo molto importante orientando gli acquisti verso un determinato prodotto o servizio. Analizzando queste categorie di acquirenti è possibile creare un oceano blu, (ad es. settore farmaceutico orientato verso gli influenzatori.. I medici) Esempio; Canon: ha creato il settore delle piccole fotocopiatrici da scrivania, copiatrici di piccole dimensioni e facili da utilizzare. spostando il target dagli addetti agli acquisti(miravano a fotocopiatrici grandi veloci durevoli e che richiedevano la minima manutenzione) agli utilizzatori. Novo Nordisk: azienda danese produttrice di insulina Focus dagli influenzatori agli utilizzatori La strategia oceano blu di Novo Nordisk cambiò lo scenario del settore e fece passare l azienda dalla sola produzione di insulina alla creazione di un supporto completo per la cura dei diabetici. 25

26 CASO NINTENDO WII Focus da giocatori accaniti a neofiti (adulti anziani donne e genitori). La strategia seguita da Nintendo con Wii è stata quella di non badare ai concorrenti e corteggiare invece i nuovi videogiocatori Gameplay innovativo e mettendo in ombra il lato puramente tecnico. Nintendo, con la sua strategia, ha ampliato enormemente il pubblico creando un mercato in cui nessuno si era avventurato prima, con regole assolutamente diverse dal tradizionale mercato video ludico e enormi margini di profitto, data la concorrenza inizialmente nulla: un vero e proprio oceano blu. 26

27 RIDEFINIRE I CONFINI DEL MERCATO 1. Analizzare i settori alternativi; 2. Analizzare i gruppi strategici in cui è diviso il settore; 3. Analizzare la catena degli acquirenti; 4. Analizzare l offerta di prodotti e servizi complementari; 5. Analizzare l appeal funzionale o emotivo esercitato sugli acquirenti; 6. Analizzare i cambiamenti nel tempo. 27

28 QUARTO PERCORSO: ANALIZZARE L OFFERTA DEI PRODOTTI E SERVIZI COMPLEMENTARI Le attività complementari di un prodotto vengono tralasciate per focalizzarsi sul prodotto o servizio stesso. Il valore che resta da generare spesso si nasconde nei prodotti e servizi complementari. Definire i prodotti e servizi in un modo diverso da quello che viene offerto da tutti gli altri nel vostro settore. Esempi: Società NABI: produttore di autobus si focalizza sui costi che sarebbero emersi dopo l acquisto, cioè la manutenzione legata all utilizzo del mezzo e non più sul prezzo di vendita iniziale. Philips electronics: mette sul mercato un bollitore dotato di filtro che catturava efficacemente il calcare mentre il tè veniva versato. 28

29 QUINTO PERCORSO: ANALIZZARE L APPEAL FUNZIONALE O EMOTIVO ESERCITATO SUGLI ACQUIRENTI Alcuni settori basano la concorrenza principalmente sul prezzo e operano per lo più sulla base di un calcolo utilitaristico, per cui il loro appeal è di tipo razionale; altri settori invece basano la concorrenza soprattutto sui sentimenti, per cui il loro appeal è di tipo emotivo. Esempi; Swatch: ha trasformato il settore degli orologi economici, quindi orientati verso la funzionalità, verso un settore guidato dall emotività. Qb House: settore dei negozi da barbiere in Giappone. Il fulcro della Strategia Oceano Blu è lo spostamento dei negozi da settore emotivo a settore altamente funzionale. Qb House cambia le cose, cioè riconosce che molte persone, quelle che lavorano non desiderano spendere un ora del loro tempo per tagliarsi i capelli. 29

30 Caso STARBUCKS: vincere senza competere Starbucks ha rivoluzionato il settore del caffè spostando il focus dalla vendita del caffè per l uso quotidiano, all atmosfera carica di emotività in cui i clienti si godono il loro caffè. La sua strategia è basata sull impegno totale verso i clienti, la loro piena soddisfazione e cercando di dare a ciascuno un esperienza unica ogni volta che si entra in un negozio; L impegno all innovazione è sempre stato uno dei tratti distintivi di Starbucks (come ad esempio le comode poltrone, le connessioni internet wifi e la possibilità di scaricare musica sul proprio lettore MP3); Starbucks è per i suoi clienti una scelta di vita. 30

31 SESTO PERCORSO: ANALIZZARE I CAMBIAMENTI NEL TEMPO Tutti i settori sono soggetti a una serie di trend esterni che influenzano il business nel tempo. Analizzare i cambiamenti nel tempo è forse più difficile rispetto ai percorsi visti in precedenza. Non si parla di predire il futuro, ma di trovare spunti di riflessione analizzando i trend. I principi fondamentali per analizzare lo sviluppo dei trend sono 3: 1. Devono essere rilevanti per il nostro business; 2. Devono essere irreversibili; 3. Devono avere una traiettoria chiara. Esempi: CNN, network globale: primo dedicato alle news 24 ore su 24; EURO: è un trend decisivo, irreversibile e chiaro nell ambito dei servizi finanziari, mano a mano che l Unione Europea si allarga. 31

32 CASO itunes Apple, itunes: mentre l industria discografica lottava per fermare la cannibalizzazione dei compact disc, lo scaricamento illegale di musica digitale continuava ad aumentare. itunes lancia nel 2003 il suo negozio musicale online in accordo con 5 grandi case discografiche. itunes offre la possibilità di scaricare in modo semplice, legale e flessibile musica. Apple inoltre li tutelati con un sistema di protezione del copyright, offre cioè la possibilità di scaricare ogni canzone fino a 7 volte, abbastanza per soddisfare ampiamente gli appassionati di musica, ma troppo poco per creare problemi a livello di pirateria. Secondo le stime di NetRatings itunes rappresenta il 70% del mercato della musica scaricata legalmente. 32

33 CASO SKYPE Impresa innovativa che ha saputo individuare un oceano blu nel mercato delle telecomunicazioni. Nato nel 2003 da 2 imprenditori scandinavi, Skype permette di telefonare via internet con la stessa logica con la quale si inviano le mail. Oggi Skype ha il miglior programma di chiamata voip multipiattaforma, utilizzabile cioè su tutti i sistemi operativi mobili e su pc o mac. Oggi Skype vanta 663 milioni di utenti in tutto il modo di cui 170 milioni effettivamente attivi, e si propone come un colosso nelle telecomunicazioni. 33

34 I NOSTRI OBIETTIVI: Capire cos è il Marketing Laterale Applicazione di questo nuovo concetto Comprendere la differenza tra oceani rossi e oceani blu Come individuare un oceano blu Un caso pratico: APPLE 34

35 IL CASO APPLE 35

36 L attuale contesto competitivo è caratterizzato da un elevata dinamicità della domanda; I cambiamenti dell ambiente economico hanno reso i confini di molti settori sfumati ; Conseguentemente si ha il processo di convergenza settoriale ovvero imprese provenienti da diversi settori si trovano a competere; Le imprese che detengono la leadership nei mercati della convergenza digitale non si adattano ai cambiamenti del mercato ma si basano sulla capacità di anticipare i cambiamenti; Nel settore della convergenza digitale le imprese per ottenere un vantaggio competitivo sostenibile, devono possedere delle particolari capacità che permettano loro di sviluppare sistematicamente innovazioni strategiche. 36

37 La Apple è stata giudicata l azienda più innovativa al mondo, per il quinquennio Indagini annuali realizzate dal Boston Consulting Group. 37

38 STORIA AZIENDALE ED INIZIATIVE STRATEGICHE La Apple nasce nel 1976 a Cupertino nel distretto della Silicon Valley; divenne uno dei principali operatori nella produzione di personal computer e di software applicativi; dopo un ventennio di successi l azienda si è trovata ad affrontare una crisi e nel 1997 Steve Jobs tornò al comando della gestione; la nuova idea di personal computer puntava sull avere elevati attributi tecnologici sia sul design; 2001: ipod; 2003: itunes Music Store; 2006: Apple TV; 2007: iphone; 2008: App Store. 38

39 Il LANCIO DELL ipod Fine anni 90 Sony e Philips erano leaders nel business dei dispositivi digitali per la riproduzione musicale, standard CDDA (compact disck audio); Nascita del formato Mp3, sovrapposizione tra il settore dell informatica e quello dei dispositivi per la riproduzione musicale; Sull utilizzo di questa tecnologia che Apple nel 2001 lancia l ipod: innovazione strategica di successo; La creazione di valore per i clienti fece leva sia su benefici funzionali sia su benefici di tipo simbolico-esperenziale. 39

40 Il LANCIO DELL APPLE TV Nel 2006 venne lanciata sul mercato la Apple tv, un dispositivo digitale collegabile alla televisione che consentiva di connettersi in rete e gestire i video scaricati dal negozio digitale di Apple; I risultati delle vendite di questo dispositivo non hanno avuto lo stesso risultato avuto da ipod nel campo musicale; Design accattivante, esperienza d uso semplice: i clienti non sembrano aver giudicato di valore l offerta dell impresa. 40

41 Il LANCIO DELL iphone Nel 2007 la Apple lancia l iphone facendo così il suo ingresso nel settore degli apparati della telefonia mobile; Nel 2009 la Apple ha guadagnato una posizione rilevante in questo business, raggiungendo una quota di mercato superiore al 13%, diventando così il terzo operatore nel settore; 41

42 Il LANCIO DELL APP STORE Nel 2008 la Apple lancia l App Store in cui vengono rilasciate delle applicazioni multimediali, e tramite queste App il cliente può personalizzare il dispositivo di telefonia e altri dispositivi; Dopo il lancio dell App Store, in breve tempo anche gli altri operatori di mercato degli smartphone hanno deciso di creare store per le applicazioni ad esempio come ha fatto la Nokia lanciando l OVI Store 42

43 SINTESI CONCETTUALE La creazione di un nuovo mercato o di una nuova categoria è il metodo più efficiente per competere in mercati maturi nei quali la microsegmentazione e una presenza eccessiva di marche non lasciano spazio a nuove occasioni di inserimento. Il marketing laterale invita a riflettere non sulle modalità per battere la concorrenza, bensì su quelle per renderla irrilevante, guardando soprattutto ai non-clienti e creando nuovi spazi mercato incontaminati. Con questo approccio mentale è possibile superare i confini tradizionali del proprio settore di riferimento per esplorare nuovi territori e nuove modalità con cui costruire la propria proposta. 43

GRUPPO DI LAVORO. Sara Antico Sara Banci Annalisa De Vitis Nadia Di Pace

GRUPPO DI LAVORO. Sara Antico Sara Banci Annalisa De Vitis Nadia Di Pace GRUPPO DI LAVORO Sara Antico Sara Banci Annalisa De Vitis Nadia Di Pace MATERIALE CONSULTATO W.Cham Kim e Renée Mauborgne, Strategia Oceano Blu. Vincere senza competere P. Kotler e F. Trias de Bes, Il

Dettagli

Marketing Myopia. (di Theodore Levitt,1960) La creatività si manifesta nella fase della percezione

Marketing Myopia. (di Theodore Levitt,1960) La creatività si manifesta nella fase della percezione MARKETING VERTICALE O MARKETING LATERALE? 1 Introduzione Fase analitica e conoscitiva Fase decisionale e di marketing management Analisi del mercato, dei concorrenti, della domanda, dei trend (modello

Dettagli

BLUE OCEAN STRATEGY. Strategia di posizionamento competitivo Schio 20 luglio 2012 dott. Margherita Marin

BLUE OCEAN STRATEGY. Strategia di posizionamento competitivo Schio 20 luglio 2012 dott. Margherita Marin BLUE OCEAN STRATEGY Strategia di posizionamento competitivo Schio 20 luglio 2012 dott. Margherita Marin L innovazione di valore APPROCCIO STRUTTURALISTA I cambiamenti a livello di sistema sono indotti

Dettagli

La Blue Ocean rappresenta un elemento di forte rottura con le teorie consolidate nell ultimo ventennio da Michael Porter ed altri Economisti.

La Blue Ocean rappresenta un elemento di forte rottura con le teorie consolidate nell ultimo ventennio da Michael Porter ed altri Economisti. La Strategia Oceano Blu è un approccio metodologico innovativo teorizzato dal prof. W. Chan Kim, consulente dell Unione Europea e Professore di Strategia e International Management presso l INSEAD di Fontainebleau

Dettagli

TEORIA ECONOMICA DELL ORGANIZZAZIONE

TEORIA ECONOMICA DELL ORGANIZZAZIONE TEORIA ECONOMICA DELL ORGANIZZAZIONE L approccio blue ocean Luca Pirolo LUISS Roma 21 febbraio 2008 La blue ocean strategy La Blue Ocean Strategy è un approccio sistemico per uscire dalla competizione.

Dettagli

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Sviluppo Strategico dell'internet Marketing Obiettivo del marketing è il conseguimento di un vantaggio competitivo attraverso il perseguimento della soddisfazione del cliente. FASE OPERATIVA - Prodotto/Contenuto

Dettagli

Bet Analytics The Social Betting Strategy

Bet Analytics The Social Betting Strategy Bet Analytics The Social Betting Strategy Antonino Marco Giardina Aprile 2012 My Business Idea Founder Nome: Antonino Marco Giardina Studi: Laurea Magistrale in Statistica, Economia e impresa - Università

Dettagli

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com

Moda e tendenze nel retail online. Una nuova passerella per i marchi della moda. tradedoubler.com Moda e tendenze nel retail online Una nuova passerella per i marchi della moda tradedoubler.com I consumatori stanno reinventando il modo in cui vivono e acquistano articoli di moda; i marchi che si rifiutano

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO. Una ricerca di NoLogoResearch

IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO. Una ricerca di NoLogoResearch IL MERCATO DEL VINO UN ANALISI SUI CONSUMATORI E NON SUL PRODOTTO Una ricerca di NoLogoResearch Maggio 2010 Un sentimento diffuso Su uno dei migliaia di blog a tema vino, a fine novembre 2006, appariva

Dettagli

Pricing & Costing Soluzioni Caso One-O-One

Pricing & Costing Soluzioni Caso One-O-One Pricing & Costing Soluzioni Caso One-O-One G.TOSCANO e A.VINCI Corso: Pricing & Costing LIUC Università di Castellanza Ottobre 2010 Anno accademico 2010/11 Lucidi di Giuseppe Toscano 1 Domande guida per

Dettagli

Introduzione al Marketing Mix

Introduzione al Marketing Mix Introduzione al Marketing Mix Relatore: Andrea Baioni (abaioni@andreabaioni.it) Il Marketing Mix Le 4 P Product Price Promotion Place È la combinazione delle variabili controllabili di marketing che l

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende

Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione. Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende Facoltà di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione Marketing MARKETING DEL Corso di laurea in Economia e Metodi Quantitativi per le Aziende TURISMO II MODULO STATISTICA ECONOMICA E MARKETING

Dettagli

I PIANI DI MARKETING DI PRODOTTO

I PIANI DI MARKETING DI PRODOTTO Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia I PIANI DI MARKETING DI PRODOTTO a.a. 2007-2008 Il piano di marketing è un documento che formalizza, in funzione della strategia di Business

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

Pricing & Costing: Soluzioni del Caso One-O-One

Pricing & Costing: Soluzioni del Caso One-O-One Pricing & Costing: Soluzioni del Caso One-O-One G.TOSCANO e A.VINCI Corso: Pricing & Costing LIUC Università di Ottobre 2012 Anno accademico 2012/13 1 Domande guida per la discussione 1. Si presentino

Dettagli

Lezione 15 30 APRILE 2010

Lezione 15 30 APRILE 2010 Lezione 15 30 APRILE 2010 Concetti visti Differenziazione Posizionamento su concorrenza e su valore per il cliente (attributo, beneficio, occasione d uso, categoria di utilizzatori, dissociazione) Unique

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELL INNOVAZIONE

ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELL INNOVAZIONE COME GESTIRE I PROGETTI IN MODO PIÙ SEMPLICE, VELOCE E COLLABORATIVO? COME RENDERE LA PROGETTAZIONE E LO SVILUPPO DEI PRODOTTI PIÙ VELOCE ED EFFICIENTE? COME RIDURRE LA COMPLESSITÀ DEI PRODOTTI GARANTENDO

Dettagli

Capitolo 13. La distribuzione al dettaglio e all ingrosso. Capitolo 13- slide 1

Capitolo 13. La distribuzione al dettaglio e all ingrosso. Capitolo 13- slide 1 Capitolo 13 La distribuzione al dettaglio e all ingrosso Capitolo 13- slide 1 e all ingrosso Obiettivi di di apprendimento La distribuzione al dettaglio. Le decisioni di marketing dell impresa al dettaglio.

Dettagli

TENDENZE EVOLUTIVE NELLA DISCIPLINA DI MARKETING E RICERCA DI NUOVI PARADIGMI

TENDENZE EVOLUTIVE NELLA DISCIPLINA DI MARKETING E RICERCA DI NUOVI PARADIGMI TENDENZE EVOLUTIVE NELLA DISCIPLINA DI MARKETING E RICERCA DI NUOVI PARADIGMI LO SVILUPPO DELLA DISCIPLINA DI MARKETING 1. Le origini 1920-1940 2. Lo sviluppo 1950-1965 3. La maturità 1965-1980 4. Il riorientamento

Dettagli

La funzione Marketing e Vendite

La funzione Marketing e Vendite Lezione 14 La funzione Marketing e Vendite prof. ssa Clara Bassano Corso di Economia e Gestione delle Imprese A.A. 2005-2006 .. una traiettoria evolutiva fase dell orientamento alla produzione D > O (artigianalità

Dettagli

Strategia di marketing

Strategia di marketing Strategia di marketing Distribuzione Apple utilizza una grande varietà di canali distributivi diretti e indiretti: Negozi monomarca : essi si distinguono in diverse tipologie a seconda della grandezza

Dettagli

Diventa un professionista delle aste e del mercato extragiudiziario. Nuovi strumenti per un nuovo mercato

Diventa un professionista delle aste e del mercato extragiudiziario. Nuovi strumenti per un nuovo mercato Diventa un professionista delle aste e del mercato extragiudiziario Nuovi strumenti per un nuovo mercato Le aste immobiliari: un mercato in forte crescita Nonostante la crisi il crollo del mercato immobiliare

Dettagli

Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi?

Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi? Quale direzione per le aziende? Aprirsi a nuovi mondi o diventare estremamente competitivi? Report paper by Novaxia Corporate Programme Team In un periodo di svolta dopo quello che abbiamo vissuto e che

Dettagli

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti MA.VE.CO. Consulting www.maveco-consulting.it Viale Stazione,43-02013 Antrodoco (Rieti) Tel. 0746-578699 e-mail : info@maveco-consulting.it Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing

Dettagli

Costo fisso Costo variabile Costo totale Costo medio = CT / Q Costo marginale: costo di una unità addizionale di output

Costo fisso Costo variabile Costo totale Costo medio = CT / Q Costo marginale: costo di una unità addizionale di output Vantaggio di costo Un'impresa ha un vantaggio di costo se i suoi costi cumulati per realizzare tutte le attività generatrici di valore sono più bassi di quelli dei suoi concorrenti" Porter Costo fisso

Dettagli

Con 22 edizioni internazionali, T3 è la rivista di tecnologia più credibile al mondo, e vende globalmente circa 1.000.000 di copie al mese.

Con 22 edizioni internazionali, T3 è la rivista di tecnologia più credibile al mondo, e vende globalmente circa 1.000.000 di copie al mese. 2 Con 22 edizioni internazionali, T3 è la rivista di tecnologia più credibile al mondo, e vende globalmente circa 1.000.000 di copie al mese. INTELLIGENTE AUTOREVOLE DIVERTENTE COOL T3 è un brand capace

Dettagli

Azienda: Mission e Vision

Azienda: Mission e Vision Azienda: Mission e Vision Apple è l azienda che negli anni Settanta ha rivoluzionato il mercato informatico e che ha reinventato il personal computer con il suo Macintosh, introducendo l interfaccia grafica

Dettagli

[on-line store?] on line store??

[on-line store?] on line store?? [on-line store?] 1.6 il mondo 1.4 il dell on-line mondo store free 1.6 il mondo 1.4 il dell on-line mondo store free [on-line store?] cosa significa? lo shopping on-line è il sistema che consente ai consumatori

Dettagli

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche

Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Lezione 1 Impresa e scelte strategiche Economia e Organizzazione Aziendale Modulo 3 - La strategia aziendale Unità didattica 1 - Strategia: contenuti, oggetti, finalità Antonio Dallara Caratteristiche

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

1. Considerate le leve del marketing mix. Quale strategia viene adottata per ognuna di esse?

1. Considerate le leve del marketing mix. Quale strategia viene adottata per ognuna di esse? CORSO DI MARKETING INDUSTRIALE a.a. 2009/2010 13/07/2010 Nome: Cognome: Matricola: La Aplep è riuscita da qualche anno ad imporsi nel settore della telefonia mobile grazie al suo cellulare itel, prodotto

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it La scelta della strategia di marketing I Mktg-L04 Principali scenari di sviluppo

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE

CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI URBINO Carlo Bo FACOLTA' DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA AZIENDALE CAPITOLO 11 G. Pellicelli INTEGRAZIONE VERTICALE E INTEGRAZIONE ORIZZONTALE Alessandro

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

ARTICOLO 73 MARZO/ APRILE 2015 INNOVARE IL MODELLO DI BUSINESS CREANDO NUOVI MERCATI OCCHIO ALLE TRAPPOLE OCEANO ROSSO 1. http://www.sinedi.

ARTICOLO 73 MARZO/ APRILE 2015 INNOVARE IL MODELLO DI BUSINESS CREANDO NUOVI MERCATI OCCHIO ALLE TRAPPOLE OCEANO ROSSO 1. http://www.sinedi. http://www.sinedi.com ARTICOLO 73 MARZO/ APRILE 2015 INNOVARE IL MODELLO DI BUSINESS CREANDO NUOVI MERCATI OCCHIO ALLE TRAPPOLE OCEANO ROSSO 1 L innovazione dei modelli di Business può essere guidata dalla

Dettagli

Information summary: Il marketing

Information summary: Il marketing Information summary: Il marketing - Copia ad esclusivo uso personale dell acquirente - Olympos Group srl Vietata ogni riproduzione, distribuzione e/o diffusione sia totale che parziale in qualsiasi forma

Dettagli

blue ocean strategy in Italia

blue ocean strategy in Italia blue ocean strategy in Italia Blue Ocean Strategy Executive Seminar Milano, 25-26 ottobre 2012 Vincere senza competere: ripensare la propria strategia per la crescita profittevole. Panoramica Per la seconda

Dettagli

Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore

Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore Multicanalità e Sharing Economy: partiamo dal Consumatore Edmondo Lucchi Seminario GfK Eurisko Milano, 19 novembre 2014 GfK Eurisko Alcune riflessioni (fondate su dati empirici) Perché la Multicanalità?

Dettagli

LE STRATEGIE DI MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero 1

LE STRATEGIE DI MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero 1 LE STRATEGIE DI MARKETING Prof. Giancarlo Ferrero 1 STRUTTURA DEL PIANO DI MARKETING SOMMARIO ANALISI SCELTE STRATEGICHE PROGRAMMI OPERATIVI CONTO ECONOMICO CONTROLLI Prof. Giancarlo Ferrero 2 LA SEGMENTAZIONE

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Prof. BRACCINI MARUSCA DISCIPLINA: MARKETING. Classe 5 Sezione CLM

PIANO DI LAVORO. Prof. BRACCINI MARUSCA DISCIPLINA: MARKETING. Classe 5 Sezione CLM PIANO DI LAVORO Prof. BRACCINI MARUSCA DISCIPLINA: MARKETING Classe 5 Sezione CLM MODULI DURATA (IN ORE) L ambiente economico competitivo dell impresa 25 Il marketing operativo 30 Il piano di marketing

Dettagli

Camp for Company. Business Model Generation. La strategia

Camp for Company. Business Model Generation. La strategia Camp for Company Business Model Generation La strategia aprile 2013 Mario Farias 1 Non c è un unico modello di business I modelli sono frutto di un attento esame strategico dell ambiente in cui si vuole

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA

MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA MEETING FORMATIVO GIOVANI IMPRENDITORI 30 NOVEMBRE 1 DICEMBRE 2013 ALESSANDRIA Il contesto di riferimento verso cui muove l incontro formativo parte dall assunto che il Web è un acceleratore di visibilità

Dettagli

Percorso di formazione continua nell ambito del progetto La strada per domani 2 Modulo qualità e sviluppo

Percorso di formazione continua nell ambito del progetto La strada per domani 2 Modulo qualità e sviluppo 2009-1-FR1-LEO05-0303 Percorso di formazione continua nell ambito del progetto La strada per domani 2 Modulo qualità e sviluppo 1 6 Strategia di sviluppo aziendale OBIETTIVO: verifica della fattibilità

Dettagli

Business Model Canvas

Business Model Canvas Business Model Canvas I N C O N T R O C O N G L I S T U D E N T I D I I I S R E M O N D I N I S U I M P R E N D I T O R I A L I T A E S T A R T - U P D I M P R E S A 2 3 F E B B R A I O 2 0 1 6 B A S S

Dettagli

L idea più geniale dai tempi del Casinò Online

L idea più geniale dai tempi del Casinò Online L idea più geniale dai tempi del Casinò Online Smart Business una relazione che crea valore CHE COSA È UN PROGRAMMA DI AFFILIAZIONE? In parole povere, si tratta di una collaborazione tra te ed un azienda.

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

Settembre Newsletter 2014 Settembre 2014

Settembre Newsletter 2014 Settembre 2014 Settembre Newsletter 2014 Settembre 2014 INDICE Le principali novità: La nuova SUPERJET JET e JOY per Partita Iva Indice Offerte per la Casa, Partita Iva e Sky&Fastweb Superjet e Business Class ancora

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007

Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 Un analisi su teenager e multimedialità, partendo dai dati della ricerca DOXA Junior 2007 KIDS & CO Il più completo sistema di ricerche dedicato al mondo 0-18 anni Doxa Junior, Baby&Teens I principali

Dettagli

Rilancia la tua azienda

Rilancia la tua azienda Gli specialisti delle strategie di vendita per le PMI Rilancia la tua azienda Con le 12 Fasi del sistema di vendita 1 st Class Selling http://www.1stclassselling.com/ Premessa Se stai leggendo questo report

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

Social media e btb: un binomio possibile? Prima parte Relatore: Federico Rossi

Social media e btb: un binomio possibile? Prima parte Relatore: Federico Rossi Social media e btb: un binomio possibile? Prima parte Relatore: Federico Rossi Prima parte - Parleremo di evoluzione della comunicazione btb Ma le aziende btb comunicano? Come cambia la comunicazione btb

Dettagli

E-Commerce Il settore della musica. Vladi Finotto Vfinotto@unive.it

E-Commerce Il settore della musica. Vladi Finotto Vfinotto@unive.it E-Commerce Il settore della musica Vladi Finotto Vfinotto@unive.it Obiettivi Digitalizzazione: la ri-definizione dell industria musicale E-commerce e musica Il caso Itunes Il valore della musica: oltre

Dettagli

Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE

Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE SINTESI DELLO STUDIO Marzo 2010 Costruire un economia digitale: l importanza di salvaguardare i livelli occupazionali nelle industrie creative dell UE TERA Consultants Lo studio è stato condotto da TERA

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

UNIVERSITA': A TERAMO MASTER PER MANAGER DELLA FILIERA CEREALICOLA. Venerdì 15 dicembre 2006

UNIVERSITA': A TERAMO MASTER PER MANAGER DELLA FILIERA CEREALICOLA. Venerdì 15 dicembre 2006 UNIVERSITA': A TERAMO MASTER PER MANAGER DELLA FILIERA CEREALICOLA (PRIMA) TERAMO Si terranno venerdì 15 e sabato 16 dicembre, nell Aula A della Facoltà di Agraria, a Mosciano Sant Angelo, i seminari conclusivi

Dettagli

1/ Internet e i sistemi automatici

1/ Internet e i sistemi automatici Dario Martinis e Andrea Deltetto hanno generato online oltre 700.000 euro di profitto netto in pochi anni, collaborato a tempo pieno con società online dai fatturati multi-milionari e insegnato ad oltre

Dettagli

Indice di un Business Plan (2)

Indice di un Business Plan (2) Il Piano di Marketing www.docenti.unina unina.it/mario.raffa Corso di Gestione dello Sviluppo Imprenditoriale Prof. Mario Raffa raffa@unina.it it Indice di un Business Plan (2)! 3. Il piano di marketing

Dettagli

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo 1 La marketing scorecard Elementi da stimare ex ante e misurare ex post (esempi) Prospettiva

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

A.B.M. Consulting Group

A.B.M. Consulting Group A.B.M. Consulting Group Chi siamo La A.B.M. Consulting Group è uno studio di consulenza di direzione aziendale e strategica. Nasce dall idea di due consulenti aziendali con l obiettivo di creare un network

Dettagli

Bet Analytics The Social Betting Strategy

Bet Analytics The Social Betting Strategy Bet Analytics The Social Betting Strategy Antonino Marco Giardina Marzo 2012 Premessa Pronosticare i risultati di specifici eventi e puntare sugli stessi è alla base di tutte le scommesse sportive L esigenza

Dettagli

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi

Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Corso semestrale di Analisi e Contabilità dei Costi Il target costing Che cosa è il target costing. In prima analisi. E un metodo di calcolo dei costi, utilizzato in fase di progettazione di nuovi prodotti,

Dettagli

Marketing Introduzione al marketing strategico

Marketing Introduzione al marketing strategico http://www.dimeg.poliba.it/kmlab Marketing Introduzione al marketing strategico Prof. Michele Gorgoglione m.gorgoglione@poliba.it Sommario Quattro definizioni di marketing 1. Concetti di base dal bisogno

Dettagli

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi

Metti le ali al tuo Business, scegli FIBERING. I nostri servizi PARTNERSHIP PROGRAM Da oltre 10 anni offriamo connettività professionale dedicata alle aziende. Diventa partner Fibering e accelera il tuo business. Garantiamo efficienza, affidabilità e supporto. Metti

Dettagli

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.

Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo. Risorsa Uomo S.r.l. via F. Melzi d Eril 26 20154 Milano tel. 02 3452661 fax 02 3452662 e-mail info@risorsauomo.it www.risorsauomo.it IL GRUPPO RISORSA UOMO Risorsa Uomo nasce a Milano nel 1985 dall idea

Dettagli

Definizione di prodotto

Definizione di prodotto Capitolo 8 La strategia del prodotto, dei servizi e della marca Capitolo 8 - slide 1 Definizione di prodotto Prodotto qualunque cosa che possa essere offerta al mercato per l attenzione, l acquisizione,

Dettagli

Aree di specializzazione e tematiche oggetto di programmi formativi:

Aree di specializzazione e tematiche oggetto di programmi formativi: MA.VE.CO. Consulting www.maveco-consulting.it Tel. 0746-578699 e-mail : info@maveco-consulting.it Cianca Fabrizio : Specializzato in strategie di Marketing, Vendita e Comunicazione. Ha maturato una significativa

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile

Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile OSSERVATORIO 7PIXEL Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile - Nel 2012 il traffico da dispositivi mobile è cresciuto di oltre 4 volte rispetto al 2011 - L utente mobile è più attivo

Dettagli

Quali liste per la multimedialità

Quali liste per la multimedialità Quali liste per la multimedialità A seguito di slogan che condividiamo del tipo : 1. il confine tra online e offline è caduto. 2. il futuro della comunicazione è multimediale. 3. il direct marketing sarà

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it Il I Mktg-L02 Marketing B2C vs Marketing B2B Business to Consumer (B2C): l acquirente

Dettagli

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI ECONOMIA DELLE RETI

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI ECONOMIA DELLE RETI MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI ECONOMIA DELLE RETI MICHELE GRIMALDI A.A. 2010/2011 Analisi Strategica Analisi SWOT OBIETTIVI DELL ANALISI INDUSTRIALE TIPOLOGIE DI ANALISI INDUSTRIALE: IL MODELLO

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

La gestione dei Clienti è una disciplina, che solo chi vende conosce veramente

La gestione dei Clienti è una disciplina, che solo chi vende conosce veramente La gestione dei Clienti è una disciplina, che solo chi vende conosce veramente L arte di Bigblue nasce dall unione di 1. anni di esperienza di marketing e vendita in multinazionali come IBM 2. grande esperienza

Dettagli

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business.

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. by Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. 11 AP TIME Proponiamo soluzioni mobile innovative per le aziende che desiderano una presenza importante nel settore del Digital & Mobile Marketing.

Dettagli

Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi

Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi MA.VE.CO. Consulting Aree di specializzazione della MAVECO consulting e tematiche oggetto di programmi formativi Marketing Vendita Comunicazione Marketing Operativo e Strategico (Analisi delle Risorse,

Dettagli

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE In un mondo del lavoro altamente competitivo, nel quale l offerta turistica è molto vasta e i clienti possono scegliere tra

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING

In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING In collaborazione con We Sport S.s.d.r.l. e Ferretti Consulenze S.r.l. WE SPORT CONSULTING IL NETWORK DI CONSULENZE PER SOCIETA SPORTIVE E CENTRI FITNESS IMPRESA MODERNA OPPURE PALESTRA TRADIZIONALE? CHI

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

TEST DEL CONCEPT DI PRODOTTO

TEST DEL CONCEPT DI PRODOTTO TEST DEL CONCEPT DI PRODOTTO 141 Test del concetto di prodotto (1/2) Individuazione dei bisogni dei clienti Eseguire l analisi economica Analizzare i prodotti della concorrenza Costruire e collaudare modelli

Dettagli

Impresa: sistema sociale aperto e dinamico. Impiega risorse differenziate (scarse) per

Impresa: sistema sociale aperto e dinamico. Impiega risorse differenziate (scarse) per Impresa: sistema sociale aperto e dinamico Organizzazione economica (Contenuto economico Attività e Obiettivi) Impiega risorse differenziate (scarse) per svolgere processi di acquisizione, produzione di

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

REPORT DI VALUTAZIONE

REPORT DI VALUTAZIONE Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 Le opportunità non hanno confini. Oltre la frontiera: occasioni di cooperazione REPORT DI VALUTAZIONE Unione europea Fondo Europeo Sviluppo

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per

L e-book a scuola. 1 Al tema sono peraltro dedicati alcuni lavori specifici, fra i quali in italiano si segnala per L e-book a scuola Arriviamo così a un ultimo tema su cui vorrei spendere qualche parola. Un tema che richiederebbe peraltro, per essere trattato con l attenzione e il rigore che sarebbero necessari, ben

Dettagli

Sviluppo e Gestione Progetti

Sviluppo e Gestione Progetti Sviluppo e Gestione Progetti docente: Filippo Ghiraldo filippo.ghiraldo@unipd.it Business Case: lo studio del mercato Materiale didattico sottoposto a copyright ad uso esclusivo degli studenti del corso

Dettagli

MENU. Cenni storici. Definizione di Marketing. L evoluzione del marketing 13/10/2014

MENU. Cenni storici. Definizione di Marketing. L evoluzione del marketing 13/10/2014 MENU Cenni storici Definizione di Marketing L evoluzione del marketing 1 Le definizioni di marketing ci portano ad individuare diverse tipologie di aziende 2 I due modelli di impresa presentano due impostazioni

Dettagli