mezzora Perché uno strumento per valorizzare le partite di suini A. Rossi, A. Bertolini con l esperto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "mezzora Perché uno strumento per valorizzare le partite di suini A. Rossi, A. Bertolini con l esperto"

Transcript

1 Perché uno Rassegna Suinicola Internazionale 50 a edizione mezzora con l esperto A. Rossi, A. Bertolini Centro Ricerche Produzioni Animali C.R.P.A. S.p.A. Fiere di Reggio Emilia, aprile 2009 Giovedì 16 aprile stand CRPA - Ore Centro Ricerche Produzioni Animali C.R.P.A. S.p.A.

2 Perché uno Motivo 1 E obbligatorio per legge DM 11 luglio 2002 Modalità di applicazione della tabella comunitaria di classificazione delle carcasse di suino che recepisce il Reg. CEE 3220/84 che determina la tabella comunitaria di classificazione delle carcasse di suino, in vigore da 1 gennaio 1989 i tutti i Paesi membri 2

3 Gli strumenti di misura autorizzati in Italia (Dec. 468/2001) Perché uno FAT-o-MEAT er HENNESSY GRADING PROBE Strumenti ad infissione con sonda ottica su cui è posto un diodo luminoso ed una fotocellula. Il diodo emette una luce e la fotocellula riceve il segnale uguale al totale della luce riflessa. Grasso e magro hanno una diversa intensità di riflessione che consente di misurarne lo spessore. 3

4 Perché uno Motivo 2 E un metodo capace di differenziare le partite per qualità Conoscere la percentuale di carne magra di ciascuna carcassa permette di sapere molto di più. Infatti, confrontando i diversi tagli commerciali emergono notevoli differenze di composizione in funzione della classe EUROP della carcassa di appartenenza. 4

5 Perché uno A classi di carnosità EUROP diverse corrispondono differenze per: - peso della carcassa - resa dei Tagli Magri - peso e resa dei Tagli Grassi Inoltre, ripartizione grasso/magro marcata per: a) magro in: coppa (± 10%), coscia (± 15%), lombo (± 10%) e pancetta (± 20%) b) grasso intermuscolare nella coppa (± 10%) c) grasso di copertura nella coscia (± 15%) e lombo (± 10%) 5

6 Futuro a portata di mano Perché uno Gli strumenti autorizzati in Italia sono manuali e, pertanto da sempre oggetto di discussione. Oggi il mercato propone soluzioni innovative, automatiche e non invasive: - analisi dell immagine (IMAGE MEATER, CSB System) - scanner digitale tridimensionale (AUTOFOM, SFK Technology) 6

7 Image Meater CSB System Perché uno La determinazione degli spessori di magro e grasso in diversi punti permette il calcolo di: carne magra in % peso tagli (prosciutto, spalla, pancetta e lombo) 7

8 Autofom SFK Technology A/S Perché uno Sistema a scannarizzazione digitale tridimensionale con 16 trasduttori ad ultrasuoni che su tutta la lunghezza della carcassa raccolgono oltre misurazioni per: Calcolo carne magra % Predizione di: - carne magra % per singolo taglio - carne magra in Kg del singolo taglio - peso totale in Kg e resa % del singolo taglio 8

9 In definitiva Perché uno Gli strumenti di valutazione oggi autorizzati per l Italia sono in grado di dare informazioni importanti sia al macello che all allevatore. Il mercato propone innovativi sistemi di valutazione che si inseriscono facilmente sulla linea di macellazione e che diventano veri e propri strumenti manageriali. La possibilità di un loro inserimento nella filiera del Gran Suino Padano appare molto importante. 9

10 Perché uno Rassegna Suinicola Internazionale 50 a edizione Grazie per la vostra attenzione mezzora con l esperto Fiere di Reggio Emilia, aprile 2009 Centro Ricerche Produzioni Animali C.R.P.A. S.p.A.

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE 21.7.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 194/33 DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 19 luglio 2012 recante autorizzazione di metodi di classificazione delle carcasse di suino in Belgio

Dettagli

SISTEMA DI FISSAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN FRANCIA

SISTEMA DI FISSAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN FRANCIA MERCATO SUINICOLO DELLA BRETAGNA SISTEMA DI FISSAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN FRANCIA Jean-Pierre JOLY - Direttore Reggio Emilia Italia 23/04/2010 2 PRODUZIONE FRANCESE 2009 25,7 milioni di suini ( -

Dettagli

Solo i suini selezionati, con un passato certificato e riconoscibile, vengono lavorati nel macello Mec Carni.

Solo i suini selezionati, con un passato certificato e riconoscibile, vengono lavorati nel macello Mec Carni. carni suine L Azienda Mec Carni è uno dei più moderni macelli, riconosciuti a livello internazionale, specializzato nella macellazione e sezionamento di carni suine. L Azienda, nata nel 1976 a sostegno

Dettagli

RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN ITALIA

RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI IN ITALIA bozza GIORNATA DELLA SUINICOLTURA Forum - Formazione del prezzo dei suini in Europa e costo di produzione in Italia Fiere di Reggio Emilia, 23 aprile 2010 RILEVAZIONE E FORMAZIONE DEL PREZZO DEI SUINI

Dettagli

Suini. Mercato all origine Trend settimanale. N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 2008. Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni

Suini. Mercato all origine Trend settimanale. N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 2008. Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni Suini N. 27 Settimana n. 36 - dal 1 al 7 settembre 20 Mercato nazionale Mercato estero-macellazioni Mercato all origine Trend settimanale L analisi della settimana considerata evidenzia chiari segnali

Dettagli

SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI

SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI SELEZIONE: VALUTAZIONE E SCELTA DEI RIPRODUTTORI Il miglioramento genetico degli animali di interesse zootecnico è basato sulla scelta dei riproduttori. La valutazione dei riproduttori si può distinguere

Dettagli

Prezzi e reddittività nella filiera suinicola italiana nel 2014

Prezzi e reddittività nella filiera suinicola italiana nel 2014 Prezzi e reddittività nella filiera suinicola italiana nel 2014 Prof. Gabriele Canali Direttore Crefis Milano, 17 febbraio 2015 Progetto realizzato grazie al contributo di: Provincia di Mantova CCIAA di

Dettagli

DATA inizio e fine BUDGET. Euro 2.454.414,00 01/07/2011 31/03/2015. COORDINATORE PROGETTO Roberta Davoli. CAPOFILA Università di Bologna, DIPROVAL

DATA inizio e fine BUDGET. Euro 2.454.414,00 01/07/2011 31/03/2015. COORDINATORE PROGETTO Roberta Davoli. CAPOFILA Università di Bologna, DIPROVAL SETTORE INTERVENTO: ZOOTECNIA (SUINO) TITOLO PROGETTO: Ricerca avanzata in genomica e innovazioni tecnologiche per la filiera produttiva del suino pesante italiano (HEPIGET) Advanced research in genomics

Dettagli

OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 26 SETTIMANA DELL'ANNO 2015

OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 26 SETTIMANA DELL'ANNO 2015 OSSERVATORIO DEI MERCATI DELLA 26 SETTIMANA DELL'ANNO 2015 RISERVATO AGLI ASSOCIATI IL MERCATO ITALIANO giovedì 18 lunedì 22 lunedì 22 MANTOVA MILANO MODENA KG 7/C 38,20 0,00 * KG 7/C 39,00 0,00 KG 7/C

Dettagli

il comparto suinicolo nazionale

il comparto suinicolo nazionale il comparto suinicolo nazionale comparto suinicolo: Italia e UE 2007 2005 2000 (100) (100) 159453 159453 (100) (100) 159115 159115 UE27 UE27 11.1 17621 11.8 18711 polonia 77.8 77.8 124044 124044 76.8 76.8

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Art. 5. Entrata in vigore 1. Il presente decreto si applica dal giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Uf ciale della Repubblica italiana. Il presente decreto è inviato alla Corte

Dettagli

La proteina nell alimentazione del suino pesante

La proteina nell alimentazione del suino pesante SEMINARIO Reggio Emilia il 5 dicembre 2012 La produzione di suini e l'agricoltura reggiana Andrea Rossi, M. Teresa Pacchioli, CRPA S.p.A. Centro Ricerche Produzioni Animali C.R.P.A. S.p.A. dietetica nella

Dettagli

Formazione del prezzo dei suini in Europa. Reggio Emilia Aprile 2010. www.sipconsultors.com

Formazione del prezzo dei suini in Europa. Reggio Emilia Aprile 2010. www.sipconsultors.com Formazione del prezzo dei suini in Europa Reggio Emilia Aprile 2010 www.sipconsultors.com Presentazione SIP Dal 1999 Modello per la Gestione economica delle aziende suinicole Circa 100 aziende suinicole

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa Anno 2014 - N. 25 04 luglio 2014 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA Listino dei prezzi all'ingrosso IVA esclusa I prezzi sono rilevati nelle giornate del venerdi

Dettagli

La Pezzata Rossa nel mondo

La Pezzata Rossa nel mondo La Pezzata Rossa nel mondo La P.R.I. appartiene al gruppo di razze che fanno riferimento alla popolazione Simmental, numericamente una fra le più importanti nel mondo; diverse stime indicano che la consistenza

Dettagli

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 2012. Mercato nazionale-mercato estero

Suini. Mercato origine-trend nazionale. N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 2012. Mercato nazionale-mercato estero Suini N. 6 Settimana n 8 dal 20 al 26 febbraio 20 Mercato nazionale-mercato estero Mercato origine-trend nazionale Anche in questa ultima settimana l andamento dei suinetti è stato al rialzo in particolare

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa Anno 2015 - N. 2 16 gennaio 2015 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA Listino dei prezzi all'ingrosso IVA esclusa I prezzi sono rilevati nelle giornate del venerdi

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA. Listino dei prezzi all'ingrosso. IVA esclusa Anno 2014 - N. 45 28 novembre 2014 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA PARMA MERCATO DI PARMA Listino dei prezzi all'ingrosso IVA esclusa I prezzi sono rilevati nelle giornate del

Dettagli

Salame Salame Felino

Salame Salame Felino Salame Felino Prodotto con carne di suini nati, allevati e macellati in Italia Salame Felino Prodotto preparato con cura artigianale utilizzando carni di suini nati ed allevati in Italia. Si utilizza la

Dettagli

PRODOTTI TRADIZIONALI D OCA DA FILIERA LOMBARDA CERTIFICATI 100%

PRODOTTI TRADIZIONALI D OCA DA FILIERA LOMBARDA CERTIFICATI 100% PRODOTTI TRADIZIONALI D OCA DA FILIERA LOMBARDA CERTIFICATI 100% Rubino (Coscia d'oca stagionata), Convivio (Salame tradizionale d'oca), Castellano (Cotto d'oca). Inoltre, tagli freschi e congelati d oca

Dettagli

N. 2 dell'8 gennaio 2014

N. 2 dell'8 gennaio 2014 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

Che cosa è un CAPITOLATO?

Che cosa è un CAPITOLATO? Che cosa è un CAPITOLATO? 1 - è una parte di un contratto di fornitura di beni o servizi 2 - il capitolato contiene indicazioni specifiche in merito a: - tipologia del prodotto (quantità, qualità) - modalità

Dettagli

Rilascio autorizzazioni per l'importazione di animali, prodotti di origine animale e mangimi

Rilascio autorizzazioni per l'importazione di animali, prodotti di origine animale e mangimi Standard qualitativi dei servizi erogati Allegato al DM 13/02/2014 del Rilascio autorizzazioni per l'importazione di animali, prodotti di origine animale e mangimi DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA VETERINARIA,

Dettagli

Tecniche non invasive per determinare la qualità tecnologica della carne destinata alla trasformazione

Tecniche non invasive per determinare la qualità tecnologica della carne destinata alla trasformazione Tecniche non invasive per determinare la qualità tecnologica della carne destinata alla trasformazione Nicoletta Simoncini Stazione Sperimentale per l Industria delle Conserve Alimentari Dipartimento Prodotti

Dettagli

L ALLEVAMENTO DEL SUINO PER OTTENERE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA CARNE

L ALLEVAMENTO DEL SUINO PER OTTENERE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA CARNE Convegno Fondazione Casamarca PER UN RILANCIO DEI SALUMI DELLA MARCA TREVIGIANA Treviso, 30 Settembre 2006 L ALLEVAMENTO DEL SUINO PER OTTENERE IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA CARNE Relatore: Dr Alessandro

Dettagli

Guida all acquisto di bovini e ovini per il mercato internazionale. allevamenti certificati qualità certificata sicurezza garantita

Guida all acquisto di bovini e ovini per il mercato internazionale. allevamenti certificati qualità certificata sicurezza garantita Guida all acquisto di bovini e ovini per il mercato internazionale allevamenti certificati qualità certificata sicurezza garantita L importanza delle specifiche 2 Specifi che dettagliate su tutti i tagli,

Dettagli

TANARA GIANCARLO S.pA. SALAGIONE E STAGIONATURA PROSCIUTTI CRUDI IN LANGHIRANO

TANARA GIANCARLO S.pA. SALAGIONE E STAGIONATURA PROSCIUTTI CRUDI IN LANGHIRANO TANARA GIANCARLO S.pA. SALAGIONE E STAGIONATURA PROSCIUTTI CRUDI IN LANGHIRANO TANARA GIANCARLO S.pA. SALAGIONE E STAGIONATURA PROSCIUTTI CRUDI IN LANGHIRANO Aria. Terra. Esperienza. Tanara: un nome famoso

Dettagli

La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale

La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale La Rintracciabilità di filiera informatizzata nel comparto animale Fiera di Cremona Ottobre 2004 1 CERMET è nato nel 1985 per valorizzare l'immagine dell'azienda Italia rafforzando la competitività della

Dettagli

Disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Protetta PANCETTA PIACENTINA

Disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Protetta PANCETTA PIACENTINA Disciplinare di produzione della Denominazione di Origine Protetta PANCETTA PIACENTINA Art.1 Denominazione La Denominazione d'origine Protetta "Pancetta Piacentina" é riservata al prodotto di salumeria

Dettagli

Salumi di Suino Nero L unione fra Tradizione e Maestria Artigiana. Catalogo. 100% Suino Nero

Salumi di Suino Nero L unione fra Tradizione e Maestria Artigiana. Catalogo. 100% Suino Nero Salumi di Suino Nero L unione fra Tradizione e Maestria Artigiana Catalogo Catalogo 2 0 12012 2 100% Suino Nero www.nerocalabrese.it Guanciale Taglio: Taglio: guancia guancia. di Suino Nero Calabrese.

Dettagli

STRUMENTI DI MISURA E CONTROLLO

STRUMENTI DI MISURA E CONTROLLO SONDA HENNESSY RESA CARNE SUINA PH-METRO K21 COMPUTERIZZATO DATA LOGGERS PH-METRI PORTATILI TERMOMETRI TERMOIGROMETRI CANNULA ASPORTAZIONE MIDOLLO 53 4 TERMOMETRI PORTATILI, AD INFRAROSSI - TERMOIGROMETRI

Dettagli

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione

La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione La Razza Piemontese: attività di Libro Genealogico e programma di selezione Andrea Quaglino ANABORAPI Associazione Nazionale Allevatori Bovini di Razza Piemontese Razza specializzata da carne Groppa doppia

Dettagli

RELAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO ALLA ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI. Milano, 26 giugno 2015

RELAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO ALLA ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI. Milano, 26 giugno 2015 RELAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO ALLA ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI Milano, 26 giugno 2015 RICONOSCIUTA GIURIDICAMENTE D.P.R. 2031 DEL 23/12/1962 ISCRIZIONE CCIAA ROMA N. 862427 DEL 7/2/97 00161 ROMA VIA

Dettagli

PARAMETRI IGIENICO-SANITARI DEL LATTE BOVINO: PROBLEMATICHE CONNESSE CON IL IL CONTROLLO E L AUTOCONTROLLO

PARAMETRI IGIENICO-SANITARI DEL LATTE BOVINO: PROBLEMATICHE CONNESSE CON IL IL CONTROLLO E L AUTOCONTROLLO PARAMETRI IGIENICO-SANITARI DEL LATTE BOVINO: PROBLEMATICHE CONNESSE CON IL IL CONTROLLO E L AUTOCONTROLLO Reggio Emilia, 21-22 aprile 2010 Bologna, 19-20 maggio 2010 Dr.ssa Lucia Nocera Servizio Veterinario

Dettagli

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale

Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Giornata di Studio "Progetto Extravalore" Utilizzo del Panello di girasole nell alimentazione animale Maria Federica Trombetta Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali Università Politecnica

Dettagli

Liguria e Valle d Aosta

Liguria e Valle d Aosta Liguria e Valle d Aosta Rapporti, confini normativi e competenze Sanità-Ambiente: SOTTOPRODOTTI O RIFIUTI? Castelnuovo Rangone, 22 novembre 2011. Francesco Bonicelli Servizio Veterinario ed Igiene degli

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO

LISTINO DEI PREZZI ALL'INGROSSO Anno 2001 - N. 47 Direttore Responsabile Dr. Marco Zanini Registrazione Tribunale di Mantova n. 6 dell' 8/3/1972 Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Mantova Mercato di GIOVEDI 29 Novembre

Dettagli

I Salumi Italiani Studio di mercato

I Salumi Italiani Studio di mercato I Salumi Italiani Studio di mercato edizione 2008 Ilpresentestudio sulmercatodei salumiitalianièstatorealizzatodaborsamercitelematicaitaliana S.C.p.A in collaborazione e con il contributo della Camera

Dettagli

www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it

www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it - www.unpisi.it SEGNALAZIONI LEGISLATIVE GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA 16-01-2006 COM. MPAF. "Domanda di registrazione della denominazione «Chouriça de carne de Barroso - Montalegre», ai sensi dell'articolo

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA (Legge regionale n. 30/2007, articolo 5, commi 23 e 24)

PROGETTO DI RICERCA (Legge regionale n. 30/2007, articolo 5, commi 23 e 24) PROGETTO DI RICERCA (Legge regionale n. 30/2007, articolo 5, commi 23 e 24) QUALIFICAZIONE GENETICA DEI SUINI FINALIZZATA ALLA VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI DESTINATE ALLA D.O.P PROSCIUTTO DI SAN DANIELE

Dettagli

Bollettino ECEPA. Strada dell Anselma, 5 29122 Piacenza (PC) Italy Tel. 0523/609662 - Fax 0523/644447 e-mail: amministrazione@ecepa.it.

Bollettino ECEPA. Strada dell Anselma, 5 29122 Piacenza (PC) Italy Tel. 0523/609662 - Fax 0523/644447 e-mail: amministrazione@ecepa.it. Bollettino ECEPA E.CE.P.A. Ente di Certificazione Prodotti Agro-alimentari Strada dell Anselma, 5 29122 Piacenza (PC) Italy Tel. 0523/609662 - Fax 0523/644447 e-mail: amministrazione@ecepa.it Dicembre

Dettagli

TRACK-SUITE.Net. PROGRAMMA PER LA TRACCIABILITA BOVINA SUINA EQUINA - AVICOLA per Laboratori di SEZIONAMENTO. Manuale 2009 SQL Ver. 12.01.2009-3.4.0.

TRACK-SUITE.Net. PROGRAMMA PER LA TRACCIABILITA BOVINA SUINA EQUINA - AVICOLA per Laboratori di SEZIONAMENTO. Manuale 2009 SQL Ver. 12.01.2009-3.4.0. By F.P. F.lli Paoletti snc Stradone Santa Lucia 24 37137 Verona Tel 045 8621844 Fax 045 8621845 e-mail paoletti@sis.it TRACK-SUITE.Net PROGRAMMA PER LA TRACCIABILITA BOVINA SUINA EQUINA - AVICOLA per Laboratori

Dettagli

Alternative alla soia nell allevamento biologico del suino e qualità della carne

Alternative alla soia nell allevamento biologico del suino e qualità della carne Riassunto In Italia la zootecnia biologica stenta a decollare e l'allevamento suinicolo sembra essere quello con maggiori difficoltà. Nel presente lavoro sono riportati alcuni dei risultati del programma

Dettagli

Impossibilità di far crescere maiali di qualità che vengono pagati appena 1,15 euro al chilo, ben al di sotto dei costi di produzione

Impossibilità di far crescere maiali di qualità che vengono pagati appena 1,15 euro al chilo, ben al di sotto dei costi di produzione Alimentare 1521 h Home International Italia Regioni Video Speciali Eventi & fiere Vetrina delle Aziende Made in Italy Inside Shopping search Editoriali Alimentare Attualità Economia Politica NEWSFOODcom

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Corte Benedettina 27 febbraio 2012 ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività dimostrative..? sperimentazione

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO

AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO AZIENDA AGRICOLA BIOLOGICA NICOLA ROMANO quando tradizione, passione e innovazione diventano sapere d impresa 1 L azienda agricola L azienda agricola biologica Nicola Romano si trova nel Parco Nazionale

Dettagli

Sommario. 1. introduzione al sistema 2. moduli base. 3. tracciabilità e rintracciabilità. 4. diagramma di flusso operativo. 5.

Sommario. 1. introduzione al sistema 2. moduli base. 3. tracciabilità e rintracciabilità. 4. diagramma di flusso operativo. 5. tracciabilità rintracciabilità e carni suine Sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafica base 2.2. entrata partite suini 2.3. piano macellazione 2.4. macellazione 2.4.1. acquisto

Dettagli

Accelera le performance dei suini per l intero ciclo produttivo Malcolm Beaton Ben Helm

Accelera le performance dei suini per l intero ciclo produttivo Malcolm Beaton Ben Helm Accelera le performance dei suini per l intero ciclo produttivo Malcolm Beaton Ben Helm Indice 1. AB Neo 2. Axcelera-P: Accelera le performance dei suini per l intero ciclo produttivo a. Tecnologia innovativa

Dettagli

La salsiccia Caratteristiche Confezione salsiccia sottile: Cod. S5000 salsiccia grossa: Cod. S5001 salsiccia sottile al cinghiale:

La salsiccia Caratteristiche Confezione salsiccia sottile: Cod. S5000 salsiccia grossa: Cod. S5001 salsiccia sottile al cinghiale: La salsiccia Caratteristiche: l'arte della salumeria sarda riesce a sorprenderci con i sapori e profumi diversi delle sue salsicce. Giocando con le spezie, i formati e la diversa grana delle carni riesce

Dettagli

Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari

Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari Seminario tecnico Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari Allevamento suinicolo sostenibile Monticelli Terme (PR), 9 settembre 2015 Lorella Rossi, Centro

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO PER L ELABORAZIONE DI DETERMINATE CARNI DI SUINO PESANTE DESTINATE AL CONSUMO TAL QUALI

DISCIPLINARE TECNICO PER L ELABORAZIONE DI DETERMINATE CARNI DI SUINO PESANTE DESTINATE AL CONSUMO TAL QUALI Pagina 1 di 46 DISCIPLINARE TECNICO PER L ELABORAZIONE DI DETERMINATE CARNI DI SUINO PESANTE DESTINATE AL (Legge regionale 13 agosto 2002, n. 21 del Friuli Venezia Giulia) REVISIONE DATA DESCRIZIONE DELLE

Dettagli

Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso. 7 febbraio 2014

Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso. 7 febbraio 2014 Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso 7 febbraio 2014 Indice Principali aspetti del decreto biometano Le potenzialità della filiera della provincia di Treviso

Dettagli

Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN.

Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN. Gli sviluppi del Piano Carni Bovine Nazionale e l attivazione del marchio nazionale e del disciplinare SQN. Giuliano Marchesin C o n s o r z i o I t a l i a Z o o t e c n i c a Mercoledì 24 Giugno 2015,

Dettagli

Il biogas negli allevamenti zootecnici

Il biogas negli allevamenti zootecnici Il biogas negli allevamenti zootecnici SEMINARIO Sostenibilità economica ed ambientale del biogas negli allevamenti Nicola Labartino CRPA SpA Martedì 10 giugno 2014 Agriturismo del Papa Pozza di Maranello

Dettagli

IV Forum settore agroalimentare

IV Forum settore agroalimentare IV Forum settore agroalimentare Patti di Filiera Agroalimentare per lo Sviluppo del Sulcis Iglesiente Patto di Filiera: Filiera delle carni. Riunione del 06 ottobre 2011 - ore 16:00 Sala Conferenze Via

Dettagli

L esigenza di nuovi spazi portò l azienda

L esigenza di nuovi spazi portò l azienda Gusto Valtellinese Gusto Valtellinese L esigenza di nuovi spazi portò l azienda a trasferirsi nell attuale sede di Montagna in Valtellina: ed è nel cuore delle alpi lombarde che Alberto, spinto dall entusiasmo

Dettagli

Costi di produzione, prezzo del latte

Costi di produzione, prezzo del latte ASSEMBLEA APROLAV (TREVISO) 21 MAGGIO 2014 Costi di produzione, prezzo del latte Alberto Menghi (a.menghi@crpa.it) Centro Ricerche Produzioni Animali Desideria Scilla A.Pro.La.V. Le domande Il prezzo del

Dettagli

Gianoncelli. Bresaola per passione dal 1967.

Gianoncelli. Bresaola per passione dal 1967. Gianoncelli. Bresaola per passione dal 1967. Gianoncelli, una storia di passione, tradizione e qualità. 6 buoni motivi per scegliere i salumi Gianoncelli: Nel lontano 1967 grazie alla passione di Arturo

Dettagli

& 10064 PINEROLO (TO) ITALY

& 10064 PINEROLO (TO) ITALY Gestione Macelli Vertice è distribuito da M.C.S. Computer & Software s.r.l. Via Bignone, 83/L 10064 PINEROLO (TO) ITALY Tel. 0121,794419 http://www.mcsoftware.it e-mail: sales@mcsoftware.it Vertice Gestione

Dettagli

CARNE NOSTRANA NATURALE A KM 0.

CARNE NOSTRANA NATURALE A KM 0. Oi più che mai, fare la spesa in modo intelliente acquistando prodotti ad un costo contenuto senza rinunciare alla qualità, è divenuta un esienza importante. Proprio per venire incontro a questo bisono,

Dettagli

MANUALE N. 11. Rev. 0/ 28 OTTOBRE 2010 STATO DELLE REVISIONI. Rev. N. SEZIONI REVISIONATE MOTIVAZIONE DELLA REVISIONE DATA ALLEGATI

MANUALE N. 11. Rev. 0/ 28 OTTOBRE 2010 STATO DELLE REVISIONI. Rev. N. SEZIONI REVISIONATE MOTIVAZIONE DELLA REVISIONE DATA ALLEGATI MANUALE PER IL CONTROLLO UFFICIALE PRESSO OPERATORI DELLA RIPRODUZIONE ANIMALE IMPIANTO DI FECONDAZIONE ARTIFICALE PER LA SPECIE SUINA IN AMBITO AZIENDALE STATO DELLE REVISIONI Rev. N. SEZIONI REVISIONATE

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

ALLEGATO «ALLEGATO I GLOSSARIO

ALLEGATO «ALLEGATO I GLOSSARIO ALLEGATO «ALLEGATO I GLOSSARIO NA Numero di assegnazione (un numero assegnato arbitrariamente ad una particolare merce che figurerà in quanto tale sul certificato). Controllo fino a destinazione Capitolo

Dettagli

Meno proteine agli animali meno nitrati nelle falde

Meno proteine agli animali meno nitrati nelle falde Concluso il progetto triennale Aqua, coordinato dal Crpa e finanziato dalla Ue. Modifiche nell alimentazione disuiniebovini sono utili contro l inquinamento delle acque ProgettoAqua Meno proteine agli

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMNAZIONE DI ORIGINE PROTETTA GRAN SUINO PADANO DOP. Articolo 1- Denominazione

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMNAZIONE DI ORIGINE PROTETTA GRAN SUINO PADANO DOP. Articolo 1- Denominazione Il presente documento non ha carattere di ufficialità. La consultazione è gratuita DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA DENOMNAZIONE DI ORIGINE PROTETTA GRAN SUINO PADANO DOP Articolo 1- Denominazione La denominazione

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Si autorizza l aggiunta di una nuova confezione e precisamente: Scatola contenente 24 blister con 4 tavolette masticabili per ciascun blister A.I.C. n. 103615492. 15A04415 del medicinale per uso veterinario

Dettagli

Decreto Legislativo 6 novembre 2007, n. 193

Decreto Legislativo 6 novembre 2007, n. 193 Decreto Legislativo 6 novembre 2007, n. 193 "Attuazione della direttiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore"

Dettagli

N. 1 del 7 gennaio 2015

N. 1 del 7 gennaio 2015 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

Allevamento del suino medio-pesante: materia prima nazionale per consumo fresco e trasformazione

Allevamento del suino medio-pesante: materia prima nazionale per consumo fresco e trasformazione copertina_layout 1 19/02/14 11.10 Pagina 1 S.A.T.A. Associazione Regionale Allevatori della Lombardia Allevamento del suino medio-pesante: materia prima nazionale per consumo fresco e trasformazione Quaderno

Dettagli

Allegato A LINEE DI INDIRIZZO RELATIVE ALL ATTIVITA DI MACELLAZIONE DI ANIMALI EFFETTUATA PER IL CONSUMO DOMESTICO PRIVATO DELLE CARNI

Allegato A LINEE DI INDIRIZZO RELATIVE ALL ATTIVITA DI MACELLAZIONE DI ANIMALI EFFETTUATA PER IL CONSUMO DOMESTICO PRIVATO DELLE CARNI Allegato A LINEE DI INDIRIZZO RELATIVE ALL ATTIVITA DI MACELLAZIONE DI ANIMALI EFFETTUATA PER IL CONSUMO DOMESTICO PRIVATO DELLE CARNI INDICE Capo 1. Macellazione di ovini secondo rito religioso presso

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Indirizzo Telefono Fax E-mail Cittadinanza Cristina Zanfi Italiana Data di nascita 25/10/1976 Sesso Femmina Esperienza professionale Dal 1 luglio 2013 ad

Dettagli

Etichettatura: quadro normativo generale a tutela del consumatore

Etichettatura: quadro normativo generale a tutela del consumatore Giornate della Prevenzione Etichettatura: quadro normativo generale a tutela del consumatore Stefano Ferrarini Az. Ulss n. 6 Vicenza Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti di Origine

Dettagli

BonusBiogas: azoto e CAR

BonusBiogas: azoto e CAR BonusBiogas: azoto e CAR C.R.P.A. S.p.A. - Reggio Emilia Tecnologie per la concentrazione e la riduzione dell'azoto (Parte I) Verona, 21 marzo 2013 Claudio Fabbri, Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni

Dettagli

La macellazione, la trasformazione e la sanità degli alimenti: la normativa e gli adempimenti di legge. Progetto INFO(PAC)K: la PAC informa

La macellazione, la trasformazione e la sanità degli alimenti: la normativa e gli adempimenti di legge. Progetto INFO(PAC)K: la PAC informa Progetto INFO(PAC)K: la PAC informa La macellazione, la trasformazione e la sanità degli alimenti: la normativa e gli adempimenti di legge A cura di Raffaella Branciari Sommario La sicurezza delle carni

Dettagli

I PRODOTTI AGROALIMENTARI DI QUALITÀ

I PRODOTTI AGROALIMENTARI DI QUALITÀ 18 settembre 2014 Anno 2013 I PRODOTTI AGROALIMENTARI DI QUALITÀ L Italia si conferma il primo Paese per numero di riconoscimenti Dop, Igp e Stg conferiti dall Unione europea (Ue). I prodotti agroalimentari

Dettagli

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - RE BIOMASSE AVVIABILI A BIOGAS BIOMASSE

Dettagli

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica

Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica Agricoltura Biologica e Biodiversità Veneto Agricoltura, Corte Benedettina 20 febbraio 2013 Esperienze e sperimentazione in zootecnia biologica ricerca e sperimentazione in zootecnia biologica attività

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

Progetto ALAPAS. Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia

Progetto ALAPAS. Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia Progetto ALAPAS Avicoli a Lento Accrescimento e Proteaginose alternative alla soia Obiettivi del progetto Supportare e attuare la normativa europea sull agricoltura biologica Identificare e caratterizzare

Dettagli

La nutrizione azotata del suino e il bilancio dell'azoto in stalla

La nutrizione azotata del suino e il bilancio dell'azoto in stalla LIFE09 ENV/IT/000208 - AQUA Achieving good water quality status in intensive animal production areas La nutrizione azotata del suino e il bilancio dell'azoto in stalla Deroga nitrati cosa fare nel 2014

Dettagli

Questo alimento è frutto dell'esperienza delle nostre genti montane, estremamente semplice ma che racchiude in sè una cura sapiente, necessaria per poter conservare questi pregiati tagli di carne bovina.

Dettagli

STRATEGIE PER GOVERNARE IL MERCATO RELAZIONI DI FILIERA E ORIENTAMENTO ALLA DOMANDA. Fossano (CN), 17 febbraio 2012

STRATEGIE PER GOVERNARE IL MERCATO RELAZIONI DI FILIERA E ORIENTAMENTO ALLA DOMANDA. Fossano (CN), 17 febbraio 2012 STRATEGIE PER GOVERNARE IL MERCATO RELAZIONI DI FILIERA E ORIENTAMENTO ALLA DOMANDA Fossano (CN), 17 febbraio 2012 INDICE Le linee di intervento del Mipaaf I rapporti di filiera Osservatorio di mercato:

Dettagli

Incidenza del COSTO ALIMENTARE sul prezzo di realizzo carne suina

Incidenza del COSTO ALIMENTARE sul prezzo di realizzo carne suina NUOVI CONCETTI PER LA LINEA INGRASSO 2015-2016 Incidenza del COSTO ALIMENTARE sul prezzo di realizzo carne suina 70 60 50 40 30 % 20 10 0 1999 2001 2008 2010 2012 EVOLUZIONE dell I.C. degli ALLEVAMENTI

Dettagli

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI

Simonetta Cosentino!!!!!!!!!!!!!!! MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Menu Scuole Don Luciano Sarti Simonetta Cosentino 2013-2014 MENU SCUOLA PRIMARIA DON LUCIANO SARTI Imparare a mangiare bene per crescere bene La refezione scolastica ha un ruolo fondamentale nell alimentazione

Dettagli

le eccellenze di salumeria

le eccellenze di salumeria indice PROSCIUTTO DI PARMA DOP GHIRARDI ONESTO PROSCIUTTO DI PARMA DOP GHIRARDI GOURMET PROSCIUTTO CRUDO DI LANGHIRANO GHIRARDI ONESTO BASSA SALINITÀ CULATELLO DI ZIBELLO DOP CULATELLO CON COTENNA DI LANGHIRANO

Dettagli

Indagine sui produttori artigianali di salumi

Indagine sui produttori artigianali di salumi SUMMARY The Italian sector of meat-based product processing is represented by a variety of small and mediumsized enterprises. They experience technical and financial difficulties in complying with official

Dettagli

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Bologna 13 Novembre 2010 Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Claudio Fabbri Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia I parametri di calcolo: caratteristiche

Dettagli

CAPITOLATO DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE

CAPITOLATO DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE CAPITOLATO DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE ART. 1 - OGGETTO DELLA PROPOSTA In occasione di EXPO2015 Nutrire il pianeta, Camera di Commercio di Mantova e Regione Lombardia, in collaborazione con la rappresentanza

Dettagli

Giornate zootecniche di Fossano APS. 5 Aprile 2008. Azoto e dieta

Giornate zootecniche di Fossano APS. 5 Aprile 2008. Azoto e dieta Giornate zootecniche di Fossano APS 5 Aprile 2008 Tecnologie disponibili per il trattamento e la gestione degli effluenti zootecnici Claudio Fabbri Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia, www.crpa.it

Dettagli

REGOLAMENTI COMUNITARI RIGUARDANTI LA SICUREZZA ALIMENTARE

REGOLAMENTI COMUNITARI RIGUARDANTI LA SICUREZZA ALIMENTARE REGOLAMENTI COMUNITARI RIGUARDANTI LA SICUREZZA ALIMENTARE Con la nascita della Comunità Europea, uno dei problemi derivanti dal libero scambio e dal transito delle merci, anche alimentari, su tutto il

Dettagli

Farine animali. Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte.

Farine animali. Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte. Farine animali Comprendono tutti i sottoprodotti derivanti dalla lavorazione di carne, pesce e latte. Vengono impiegate in virtù per il loro elevato livello di aminoacidi e minerali ma sono anche ricche

Dettagli

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%)

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) 01/2015 Mercato Mercati nazionali 5.1.11 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2014 MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) Nel 2014, il prezzo medio dei suini da industria

Dettagli

Giuseppe Gilberto Bo. Dirigente Medico Veterinario Azienda Sanitaria Locale ASL Olbia

Giuseppe Gilberto Bo. Dirigente Medico Veterinario Azienda Sanitaria Locale ASL Olbia F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 04/02/56 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero di telefono e Fax dell Ufficio

Dettagli

CONTROLLO UFFICIALE NEI SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE

CONTROLLO UFFICIALE NEI SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE CONTROLLO UFFICIALE NEI SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE Genova, 2 luglio 2014 Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema Le vostre domande e le nostre risposte Per alcune di esse,

Dettagli

RICHIESTA DI REGISTRAZIONE

RICHIESTA DI REGISTRAZIONE Al Ministero della Sanità Ufficio Veterinario per gli Adempimenti Comunitari Compartimento: VENETO RICHIESTA DI REGISTRAZIONE In data odierna, presso l'ufficio per gli Adempimenti Comunitari del Compartimento

Dettagli

I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE

I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE I MERCATI TELEMATICI DELLE BIOMASSE Camera di Commercio Firenze Borsa Merci Telematica Italiana CONSORZIO DELLE CAMERE DI COMMERCIO SOMMARIO 1. La Borsa Merci Telematica Italiana.. 2 2. I mercati telematici....

Dettagli

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì I menù proposti da EURORISTORAZIONE per la ristorazione scolastica sono strutturati in 4 settimane, che si ripetono ciclicamente e stagionalmente (menù estivo/menù autunnale/menù invernale) per le scuole

Dettagli

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo

Linee di mangimi per vacca da latte. Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Linee di mangimi per vacca da latte Perfecta Equilibria Fiocco H.G. Leader Gold Parma Reggio Sviluppo Indice Perfecta. Perfetto equilibrio tra fonti proteiche naturali per la migliore efficienza produttiva

Dettagli

MODULO 2A Alla REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche della Salute Servizio Sanità veterinaria e sicurezza alimentare Via Conte di Ruvo, 74-65127 PESCARA

MODULO 2A Alla REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche della Salute Servizio Sanità veterinaria e sicurezza alimentare Via Conte di Ruvo, 74-65127 PESCARA MODULO 2A Servizio Sanità veterinaria e sicurezza alimentare OGGETTO: Istanza di riconoscimento ai sensi del Regolamento (CE) n. 852/2004 n. 853/2004 ALTRO Il sottoscritto. Cod. Fiscale I I I I I I I I

Dettagli