PLEIADI. Se sei interessato ad avere altre informazioni sul Gruppo Pleiadi consulta la brochure di presentazione generale allegata al catalogo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PLEIADI. Se sei interessato ad avere altre informazioni sul Gruppo Pleiadi consulta la brochure di presentazione generale allegata al catalogo"

Transcript

1 PLEIADI Gruppo di comunicazione scientifica Gruppo Pleiadi società cooperativa sociale (onlus) Via Guglielmo Marconi, Cadoneghe (Padova) P.Iva e CF Iscrizione Albo Regionale Cooperative Sociali Sez A N Pr. PD0186 Iscrizione alla CCIAA di Padova PD-3880 Legale Rappresentante: dott. Alessio Scaboro PEC: Se sei interessato ad avere altre informazioni sul Gruppo Pleiadi consulta la brochure di presentazione generale allegata al catalogo Responsabili disciplinari: Alessio Scaboro: Anna Barchi: Carmela Russo: Chiara Carraro: Claudia Giordano: Claudia Grossi: Elena Fanelli: Elisabetta Trentin: Francesca Pulze: Lara Pollato: Lucio Biondaro: Marco Sirotti: Marina D Alessandro: Mario Murino : Melissa Finali: Sabine Hemmer: Sara Volpi: Fisica e Astrofisica Ingegneria Astronomia Statistica Chimica e Genetica Antropologia Social Media Matematica Tecniche Linguistiche Educazione Artistica Biofisica Astronomia Paleontologia Botanica Biologia Fisica Zoologia ed Etologia Segreteria/Ufficio prenotazioni Tel Fax Mail Progetto grafico e impaginazione OUTLINE sas, Davide Cavallini, Marco Sinigaglia Stesura contenuti D Alessandro M. - Finali M. Scaboro A. Sirotti M. Fotografie Archivio Gruppo Pleiadi 1

2 Indice Istruzioni per l uso 4 Informazioni prenotazioni e pagamenti / LABORATORI 7 PLANETARIO 8 POMERIGGI DELLO SCIENZIATO 9 PACCHETTI PROMOZIONALI 10 Costi 11 Percorsi planetario globe 12 INTRODUZIONE ALL ASTRONOMIA 14 IL SISTEMA SOLARE 14 SISTEMI PLANETARI 15 STRUTTURE COSMICHE 15 OSSERVARE IL CIELO CON ALTRI OCCHI 16 INTRODUZIONE ALL ASTRONOMIA 16 FORMAZIONE E EVOLUZIONE STELLARE 17 OLTRE IL CIELO 17 FILMATI NEL PLANETARIO 18 LOSING THE DARK 18 STARS 18 BACK TO THE MOON FOR GOOD 18 laboratori per le scuole 19 laboratori primo ciclo della primaria 20 I 5 SENSI 20 4 ELEMENTI 20 PAZZA SCIENZA 21 IL MONDO DEL COLORE 21 LE 4 STAGIONI 22 UN ESPLOSIONE DI CHIMICA 22 laboratori secondo ciclo della primaria 23 LUCE E COLORE 23 ENERGIA 23 ELETTRICITÀ E MAGNETISMO 24 TEMPERATURA E CALORE 24 MUSICA MAESTRO! 25 2

3 IL VOLO E IL GALLEGGIAMENTO 25 ASTRONOMIA: LE BASI 26 ALIMENTAZIONE 27 SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE 27 CORPO UMANO 28 IL MONDO DELLE PIANTE 28 MICROMONDO 29 CELLULE APPRENDISTA MATEMATICO 31 EUCLIDE E ORIGAMI 31 VULCANI E TERREMOTI 32 SUOLO, ROCCE E MINERALI 32 CLIMA E METEO 33 ACQUA 33 CHIMICA E VITA 34 Laboratori scuola secondaria 35 ONDE SONORE 35 ONDE DI LUCE 35 FORZE ED EQUILIBRI 36 ENERGIA: FORME E FONTI 36 ELETTRICITÀ 37 MAGNETISMO 37 GLI STATI DELLA MATERIA 38 PRESSIONE 38 INTRODUZIONE ALL ASTRONOMIA 39 ALIMENTAZIONE 40 IL CORPO UMANO 40 CELLULE E TESSUTI 41 GENETICA 41 LA BOTANICA 42 SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE 42 ARTROPODI 43 VULCANOLOGIA E SISMOLOGIA 44 INTRODUZIONE ALLA CHIMICA 45 CLIMATOLOGIA E METEOROLOGIA 46 H 2 O 46 Le nostre collaborazioni 47 3

4 Istruzioni per l uso * Preventivi e prenotazioni: Segreteria del Gruppo Pleiadi T F M. * Avvisare la segreteria del Gruppo Pleiadi se: -- La scuola si trova in area ZTL -- Ci sono giorni o orari in cui il passaggio delle auto è bloccato -- È impossibile parcheggiare nelle vicinanze della scuola -- Sono previsti annullamenti o modifiche delle attività -- sono presenti alunni con disabilità -- Sono previsti scioperi * Indicare le specifiche del plesso nel quale si terranno le attività al momento della prenotazione (non quelle dell IC) e i dati fiscali per l intestazione della fattura. * Sovraprezzo applicato alle scuole di Venezia città e Isole della Laguna a causa dei costi aggiuntivi dei trasporti e di parcheggio. * Nel caso di imprevisti che impediscano all operatore di raggiungere la scuola nel giorno concordato, il Gruppo Pleiadi si impegna a recuperare la data nello stesso Anno Scolastico. * Si chiede di sistemare l aula con sedie o banchi a ferro di cavallo in preparazione all attività e di mettere a disposizione dell operatore una cattedra sgombra e una lavagna. * Nel caso di più laboratori in un giorno, si necessita che l operatore possa fermarsi nella stessa aula per tutto il corso delle attività in modo da non spostare il materiale, facendo così ruotare gli studenti. * Le attività del Gruppo Pleiadi sono ESENTI IVA. 4

5 Informazioni, prenotazioni e pagamenti * In caso di pagamento da parte della scuola, assicurarsi che la segreteria didattica predisponga il contratto d incarico. * Emissione di regolare fattura intestata alla scuola o a chi di dovere al termine delle attività e pagamento entro gg dall emissione della fattura. * In caso di pagamento mediante bonifico bancario il costo dell addebito è a carico della scuola. Per altre informazioni rivolgersi a: Segreteria Gruppo Pleiadi Tel (dalle ore 8. alle e dalle alle 17.) Mail Fax Per urgenze fuori orario lavorativo contattare la segreteria al numero * Nel caso di pagamento da parte di altre realtà (comitato genitori, sponsor...) il docente dovrà comunicare alla segreteria del Gruppo Pleiadi tutti i dati necessari all intestazione della fattura. 5

6 2014/2015 I laboratori Lezioni scientifico-sperimentali ad alto livello di interazione, condotte da un operatore didatticoscientifico altamente formato in comunicazione, che allestirà un laboratorio direttamente in classe nel giorno concordato dal docente e dalla Segreteria del Gruppo Pleiadi. Planetario Il Planetario digitale itinerante Globe del Gruppo Pleiadi (Il Planetario del Nord-Est) permette alle classi di effettuare un vero e proprio viaggio all interno dell Universo alla scoperta di costellazioni, stelle, pianeti e oggetti di profondo cielo. Un esperienza unica in cui gli studenti saranno accompagnati da un astronomo professionista. Pomeriggi dello scienziato Una serie di incontri pomeridiani caratterizzati da un forte approccio sperimentale. Accompagnati da un operatore scientifico ci si cimenterà nella costruzione di numerosi esperimenti realizzati con materiale facilmente reperibile in base all argomento scelto dall insegnante. Perchè la scienza non si guarda ma si fa! Settimana della Scienza Un occasione per ottenere direttamente a scuola una serie di laboratori su varie aree tematiche e il planetario ad un costo agevolato per permettere a più classi o addirittura a tutta la scuola di usufruire della proposta. 6

7 Laboratori Durata: 90 minuti (Anche possibile scegliere tra la modalità da 120 minuti e la modalità da 120 minuti Experimenta: attività di costruzione identificatanelle pagine dei laboratori dal logo a destra). L insegnante deve essere SEMPRE presente durante lo svolgimento dei laboratori. Gli operatori NON si assumono la responsabilità del comportamento della classe o della mancata sorveglianza degli studenti. LABORATORI 90 MINUTI LABORATORI 120 MINUTI EXPERIMENTA 120 MINUTI 1 laboratorio: 1 Euro 1 laboratorio: 170 Euro 1 laboratorio: 170 Euro 2 laboratori: 180 Euro 2 laboratori: 2 Euro 2 laboratori: 2 Euro 3 laboratori: 250 Euro 3 laboratori: 310 Euro 3 laboratori: 310 Euro 4 laboratori: 310 Euro Per più laboratori consultare la pagina dedicata alla Settimana della Scienza Laboratori in Inglese: I laboratori con il simbolo a destra possono essere svolti anche in Inglese su richiesta al momento della prenotazione. La lezione viene programmata con il docente per declinare il linguaggio in base alle reali conoscenze della classe. Questa lezione ha un costo aggiuntivo sui normali prezzi dei laboratori di 25 Euro. OFFERTA D AUTUNNO Per tutti i laboratori che vengono prenotati e svolti entro il 7 novembre 2014 viene riservata una promozione. Chi ne farà richiesta potrà usufruire di uno sconto del 15% sui costi delle attività. 7

8 Planetario Una cupola gonfiabile e un fantastico proiettore digitale, che porterà le bellezze dell astronomia direttamente a scuola e che permetterà di ammirare lo spettacolo del cielo boreale e australe. Tutto questo grazie alla guida di un astronomo professionista che accompagnerà gli studenti alla scoperta del cosmo. Esistono percorsi differenti per ogni classe di età, tutti della durata di 60 minuti (50 minuti svolti nelle cupola e 10 fuori dalla cupola). Per informazioni sulle tipologie di laboratori consultare le pagine a partire dalla 12. NUMERO DI LEZIONI CONSECUTIVE IN GIORNATA COSTO 2 lezioni (max 2 classi) 220 Euro (110 Euro a lezione) 3 lezioni (max 3 classi) 240 Euro (80 Euro a lezione) 4 lezioni (max 4 classi) 280 Euro (70 Euro a lezione) 5 lezioni (max 5 classi) 320 Euro (64 Euro a lezione) 6 lezioni (max 6 classi) 350 Euro (58,4 Euro a lezione Per il carico/scarico del planetario è strettamente richiesto l aiuto di una persona appartenente al personale scolastico. Se il planetario verrà montato in un piano superiore dovrà essere presente un ascensore o un montacarichi per il trasporto della struttura o nel caso in cui non se ne disponga, prevedere una seconda persona del plesso scolastico che possa aiutare il planetarista nel trasporto attraverso le scale. OFFERTA D AUTUNNO Per tutte le lezioni di Planetario che si svolgeranno entro il 7 novembre 2014 viene riservata una speciale promozione: chi farà richiesta potrà usufruire di uno sconto del 10% sui costi di Planetario. 8

9 Pomeriggi dello scienziato Questa offerta può anche essere inserita nel P.O.F. dell istituto. Lo scopo è realizzare una serie di incontri con un gruppo di studenti (gruppo classe o gruppo misto). L attività, per lo più sperimentale, è studiata per affiancare e aiutare il docente, che rimane comunque il punto di riferimento e di guida del gruppo. Ciascuna lezione ha durata di 2 ore e permette di lavorare come un vero e proprio team scientifico. Le attività si svolgono in orario pomeridiano e possono avere cadenza settimanale, bisettimanale o mensile a seconda delle esigenze del docente stesso. NUMERO DI LEZIONI COSTO 5 lezioni (10 ore di attività) 600 Euro (120 Euro a lezione) 8 lezioni (16 ore di attività) 880 Euro (110 Euro a lezione) 10 lezioni (20 ore di attività) Euro (100 Euro a lezione) 12 lezioni (24 ore di attività) Euro (95 Euro a lezione) 15 lezioni ( ore di attività) Euro (90 Euro a lezione) 20 lezioni (40 ore di attività) Euro (85 Euro a lezione) I POMERIGGI DELLO SCIENZIATO POSSONO ANCHE ESSERE SVOLTI IN INGLESE. Questa opportunità comporta un aumento di costo del 10% sul pacchetto selezionato. 9

10 Pacchetti promozionali Settimana della scienza Un opportunità per le scuole di coinvolgere un gran numero di classi e di risparmiare sui costi. Sarà come avere un museo interattivo direttamente a scuola grazie all unione di laboratori didattici e lezioni di planetario. La proposta si divide in tre sotto categorie: Settimana della scienza FULL (laboratori e planetario a scuola ad un prezzo vantaggioso) Una full immersion di scienza! I laboratori dureranno 90 minuti ciascuno e le lezioni di planetario dureranno 60 minuti. Scegli gli argomenti per i laboratori e per il planetario che ti interessano all interno di questo catalogo. Settimana della scienza LAB (promozione sui laboratori) Coinvolgi molte classi e risparmi sui costi! I laboratori sono quelli proposti nel catalogo, basta scegliere per avere tutta la scienza che vuoi direttamente in classe. Una proposta che va incontro alle esigenze odierne della scuola Italiana. I laboratori avranno la durata di 90 minuti. Settimana della scienza GALATTICA (promozione sul planetario) Una proposta affascinante per avere un planetario direttamente a scuola...una cosa non da tutti i giorni! Gli argomenti da trattare al suo interno possono essere scelti dal docente tra le pagine di questo catalogo. È adatto a tutte le fasce d età e ogni lezione dura 60 minuti. OFFERTA D AUTUNNO Per le settimane della scienza che si prenotano e svolgono entro il 7 novembre 2014 viene riservata una promozione: chi ne farà richiesta potrà usufruire di uno sconto del 10% sui costi delle proposte. 10

11 Costi settimana della scienza Settimana della Scienza FULL (Laboratori + Planetario per ciascuna classe) 1. 5 classi - 5 laboratori e 5 lezioni di planetario (un giorno di planetario e due giorni di laboratori): 150 euro a classe una media di 6,52 euro a studente con classe da 23 studenti, 750 euro totali classi - 10 laboratori e 10 lezioni di planetario (due giorni di planetario e quattro giorni di laboratori): 139,40 euro a classe una media di 6,06 euro a studente con classe da 23 studenti, euro totali classi - 15 laboratori e 15 lezioni di planetario (tre giorni di planetario e cinque giorni di laboratori): 117,87 euro a classe una media di 5,13 euro a studente con classe da 23 studenti, euro totali classi - 20 laboratori e 20 lezioni di planetario (quattro giorni di planetario e sette giorni di laboratori): 111 euro a classe una media di 4,83 euro a studente con classe da 23 studenti, euro totali. Settimana della Scienza LAB (solo Laboratori) 1. 8 classi - 8 laboratori (due giorni di scienza): 82,5 euro a classe una media di 3,58 euro a studente con classe da 23 studenti, 660 euro totali classi - 12 laboratori (quattro giorni di scienza): 75 euro a classe una media di 3,26 euro a studente con classe da 23 studenti, 900 euro totali classi - 20 laboratori (cinque giorni di scienza): 71,4 euro a classe una media di 3,1 euro a studente con classe da 23 studenti, euro totali classi - 25 laboratori (sette giorni di scienza): 70,88 euro a classe una media di 3,08 euro a studente con classe da 23 studenti, euro Settimana della Scienza GALATTICA (solo Planetario) 5. 8 classi - 8 lezioni di planetario (due giorni di planetario): 70 euro a classe una media di 3,05 euro a studente con classe da 23 studenti, 560 euro totali classi - 10 lezioni di planetario (due giorni di planetario) 62,08 euro a classe una media di 2,7 euro a studente con classe da 23 studenti, 620,80 totali classi - 12 lezioni di planetario (due giorni di planetario): 56,58 euro a classe una media di 2,46 euro a studente con classe da 23 studenti, 679 euro totali classi - 18 lezioni di planetario (tre giorni di planetario): 56,58 euro a classe una media di 2,46 euro a studente con classe da 23 studenti, 1.018, 5 euro totali. La settimana della scienza viene organizzata dai docenti delle scuole con la segreteria del Gruppo Pleiadi per stendere un calendario delle attività. È necessario non creare accavallamenti, ore di buco e tener conto di una pausa di 10 minuti tra una lezione e l altra. L offerta è valida solo nel caso in cui le attività si tengano nello stesso edificio e prevedono la presenza di un operatore per i laboratori e spettacoli teatrali. La presenza di un operatore aggiuntivo prevede una maggiorazione di costo. In caso di istituti comprensivi, le classi appartenenti alla succursale dovranno raggiungere la sede del laboratorio e del planetario scelta dal docente affinchè l offerta sia valida. Gli allestimenti dei aboratori e del teatroscienza rimarranno presso l istituto per tutta la durata della settimana della scienza, per questo si chiede che gli spazi adibiti vengano chiusi a chiave quando non sono presenti gli operatori Pleiadi. 11

12 Percorsi planetario globe Da quest anno c è anche la possibilità di scegliere tra tre filmati FULL DOME: Losing the dark (in italiano), Stars (In italiano), e Back to the Moon for good (In inglese). Quest anno con un nuovo filmato! 12

13 GLOBE accoglie nella sua cupola gonfiabile fino a persone e riproduce tutti gli astri visibili ad occhio nudo. La proiezione digitale di GLOBE permette di mostrare immagini ingrandite dei corpi del Sistema Solare o di nebulose e galassie invisibili ai nostri occhi e rende possibile la riproduzione esatta di posizioni e moti apparenti degli astri nella volta celeste: i concetti base dell astronomia si scoprono visivamente ed in maniera completamente induttiva. Le grandi potenzialità di GLOBE permettono agli studenti di osservare il cielo di entrambi gli emisferi, i fenomeni astronomici più rilevanti, come le eclissi di Sole o di Luna o gli sciami meteorici tipici di ciascuna stagione. Le immagini acquisite dai telescopi dei maggiori osservatori del mondo (ESO in Cile) e dalle sonde di NASA ed ESA sono costantemente aggiornate e consentono di visualizzare da vicino pianeti e satelliti del Sistema Solare e qualche pianeta extrasolare. Dati tecnici: Dimensioni: 6 X 7 metri e alto 3,2 metri Capienza: persone Corrente elettrica ordinaria (220V 2 kw) Cupola in materiale ignifugo e rispetta le normative di sicurezza della scuola. NOTA BENE: * La presenza di alunni con handicap fisici deve essere segnalata per permettere un accesso e una posizione agevolata. * Un docente deve sempre essere presente. * Il Planetario può essere allestito in una comune aula di lezione purché completamente sgombra; altri siti possibili sono l aula magna o la palestra, eventualmente l atrio della scuola (Attenzione all altezza e all illuminazione!). * La sistemazione scelta, qualora non si trovi al piano terreno, deve essere raggiungibile con ascensore o montascale per carrozzine per consentire la movimentazione delle apparecchiature. * È necessario l aiuto di un assistente scolastico o genitore alle operazioni di carico e scarico del materiale (impegno circa 5 min.). * L operatore raggiungerà la scuola minuti prima dell inizio dell attività. 13

14 Percorsi planetario Introduzione all astronomia Scuola Primaria Classi I/V Alunni Argomenti: dì/notte, rotazione, polo, stella, costellazione, pianeta Un percorso che permetterà di riconoscere la rotazione giornaliera della Terra e di individuare la Stella Polare, Il sistema solare riconoscendo le varie costellazioni e distinguendo pianeti e stelle. La presentazione degli oggetti vuole fornire indicazioni per ripetere l osservazione nella realtà. Secondo la visibilità nel periodo, verranno indicati pianeti e/o comete visibili al tramonto o all alba. Si identificheranno i punti cardinali e le costellazioni della tradizione occidentale e le loro origini mitologiche. La spiegazione potrà essere integrata da brevi filmati immersivi. Gli alunni acquisiranno familiarità con i termini alba/tramonto, dì/notte/giorno e sapranno riconoscere i punti cardinali situandoli in relazione alla posizione del Sole. Scuola Primaria Classi I/V Alunni Argomenti: Sole, pianeta, satellite, orbita, eclisse Si passeranno in rassegna i corpi maggiori del nostro sistema planetario e si riconosceranno le configurazioni assunte da Terra, Luna e Sole, illustrando il fenomeno delle eclissi di Sole e di Luna. Iniziando con la ricerca della Luna nel cielo del giorno in cui l attività viene svolta si cerca di comprendere il meccanismo delle fasi, la regolarità con cui si succedono, le posizioni di Sole, Terra e Luna nelle fasi di Luna nuova e piena, quando si possono verificare le eclissi. La spiegazione potrà essere integrata da brevi filmati immersivi. Gli alunni acquisiranno familiarità con i termini satellite, pianeta, orbita, rivoluzione; comprenderanno perchè le eclissi sono un fenomeno difficilmente osservabile; sapranno assegnare al Sole ed ai pianeti le rispettive posizioni nel sistema solare. 14

15 Sistemi planetari Scuola Primaria Classi III/V Alunni Argomenti: nube di gas, esopianeta, pianeta gassoso/roccioso, atmosfera Si paragonerà il Sistema Solare ad altri sistemi planetari noti ed in particolare la Terra agli esopianeti di taglia più piccola oggi noti. Si conosceranno inoltre le fasi Strutture cosmiche salienti di formazione del Sistema Solare. Dal 1995 ad oggi sono stati scoperti parecchi sistemi planetari diversi dal nostro, ma delle centinaia di pianeti conosciuti pochissimi sono paragonabili alla Terra per dimensioni, distanza dalla stella centrale ed atmosfera. Capiremo come si sono formati. Dopo una breve rassegna per classificare i corpi del Sistema Solare (pianeti rocciosi/gassosi, pianeti nani, pianetini o asteroidi, comete) verrà illustrata la struttura attuale del Sistema Solare per generalizzarla agli altri sistemi planetari. Gli alunni acquisiranno familiarità con termini come pianeta roccioso/gassoso, esopianeta e atmosfera planetaria. Impareranno l unità astronomica come unità di misura delle distanze nei sistemi planetari. Scuola Primaria Classi III/V Alunni Argomenti: nebulosa, ammasso stellare, galassia, unità astronomica, anno luce. Si conosceranno e descriveranno in modo qualitativo, attraverso immagini, gli oggetti formati da gruppi di stelle, stabilendo la struttura a grande scala dell Universo: dai sistemi planetari agli ammassi di stelle, aperti e globulari, alle galassie raggruppate in ammassi. L osservazione attenta del cielo notturno mette in evidenza nebulose, costituite di gas, oppure galassie, formate da stelle, gas e materia non luminosa, oppure ancora gruppi meno numerosi di stelle detti ammassi stellari. A partire dagli oggetti visibili nelle notti del mese in cui si svolge l attività verranno passate in rassegna dalla più piccola alla più grande le strutture in cui è organizzato l universo. La spiegazione potrà essere integrata da brevi filmati immersivi. Gli alunni scopriranno oggetti molto diversi tra loro, sapranno descriverli identificandone i componenti e sapranno paragonare le dimensioni di questi oggetti. Capiranno la necessità di introdurre l anno luce come unità di misura delle distanze. 15

16 Osservare il cielo con altri occhi Scuola Secondaria Classi II/III Alunni Argomenti: spettro elettromagnetico, finestra ottica, mitolologia, narrazione Si comprenderà come tutti gli astri non emettano solo luce visibile, introdurre il concetto di spettro elettromagnetico e visualizzare il cielo come apparirebbe se il nostro occhio fosse sensibile ad altre frequenze. Inoltre si guarderà al cielo dal punto di vista dello sviluppo culturale e del ruolo dei miti raffigurati nelle costellazioni delle diverse culture. L esperienza nel planetario infatti può essere di stimolo tanto dal punto di vista scientifico quanto da quello umanistico. Si vuole fornire argomenti di discussione e spunti da approfondire su entrambi i versanti, in modo da destare la curiosità di tutti gli alunni. Si vedrà come Introduzione all astronomia l umanità si è accostata all osservazione ed interpretazione dei fenomeni celesti in maniere difformi, il solo tratto comune ad ogni popolo è il cielo come contenitore di narrazioni mitologiche. Gli alunni acquisiranno familiarità con i termini spettro elettromagnetico e banda ottica; capiranno la necessità di comporre informazioni diverse acquisite in modi disparati per ricostruire nella sua interezza il fenomeno indagato. Scuola Secondaria Classi II/III Alunni Argomenti: dì/notte, rotazione, polo, stella, costellazione, pianeta Un percorso che permetterà di riconoscere la rotazione giornaliera della Terra e di individuare la Stella Polare, riconoscendo le varie costellazioni e distinguendo pianeti e stelle. La presentazione degli oggetti vuole fornire indicazioni per ripetere l osservazione nella realtà. Secondo la visibilità nel periodo, verranno indicati pianeti e/o comete visibili al tramonto o all alba. Si identificheranno i punti cardinali e le costellazioni della tradizione occidentale e le loro origini mitologiche. La spiegazione potrà essere integrata da brevi filmati immersivi. Gli alunni acquisiranno familiarità con i termini alba/tramonto, dì/notte/giorno e rotazione giornaliera e sapranno riconoscere i punti cardinali situandoli in relazione alla posizione del Sole. 16

17 Formazione e evoluzione stellare Scuola Secondaria Classi I/II/III Alunni Argomenti: nebulosa, nebulosa planetaria, ammasso stellare Si comprenderà il ciclo di vita delle stelle ed in particolare del Sole: dalla formazione in una nebulosa, circa 5 miliardi di anni fa, alla nebulosa planetaria cui il Sole darà origine Oltre il cielo espellendo i suoi strati esterni. Si imparerà come il meccanismo di formazione stellare porti quasi sempre ad avere oggetti raggruppati: stelle doppie, multiple, sistemi planetari, ammassi stellari; che il Sistema Solare è composto di materiale già processato da una stella antecedente il Sole. Verranno indicate le posizioni nel cielo dei sistemi planetari in formazione e ne saranno osservate e commentate le immagini acquisite dal telescopio spaziale Hubble. La spiegazione potrà essere integrata da brevi filmati immersivi. Gli alunni comprenderanno come il destino di una stella sia segnato dalla quantità di materia che la compone; capiranno come il meccanismo di formazione porta raramente ad avere un corpo isolato e sapranno indicare con certezza le stelle come i luoghi di produzione degli elementi chimici. Scuola Secondaria Classi I/II/III Alunni Argomenti: atmosfera, esplorazione dello Spazio, microgravità Si chiarirà il ruolo dell atmosfera terrestre come scudo verso materia e radiazione provenienti dallo Spazio e si comprenderanno le difficoltà che si incontrano nell esplorazione umana dello spazio, soprattutto dovute alle condizioni di ridotta gravità Nel planetario verranno indicate le principali sorgenti di raggi cosmici e chiarito il fenomeno delle meteore mettendo in risalto il ruolo di scudo meccanico dell atmosfera. Si parlerà poi dell esplorazione umana dello spazio, tracciandone una breve storia fino alla Stazione Spaziale Internazionale, che ospita costantemente 6 persone. Verranno inoltre passate in rassegna le principali difficoltà che si incontrano abbandonando il nostro pianeta. Gli alunni comprenderanno come il campo di gravità generato dal nostro pianeta si estenda all infinito diminuendo però di intensità. 17

18 A2 Stars Poster_update.04.indd 1 12/06/ :25:41 Filmati nel planetario La particolare tecnologia di proiezione di Globe genera l illusione di essere veramente immersi nell immagine: Losing the dark Losing the dark, prodotto per conto della International Dark Skyes Association visualizza l effetto dell inquinamento luminoso. questo permette la visione realistica di fenomeni come le aurore boreali e rende possibile la visione di Back to the moon for good (Solo in lingua inglese) Questo film immersivo racconta lo stato attuale delle missioni robotiche sulla Luna partendo dalla storia dell esplorazione del nostro satellite negli anni 1960 e 70, attraverso lo sbarco degli astronauti dal 1969 al 1973 ed immaginando nel futuro una base stabilmente abitata. Prodotto dalla Xprize Scuola Primaria e Secondaria di I grado Classi tutte Alunni produzioni multimediali appositamente concepite dette full dome. Stars GLOBE propone la versione in italiano di STARS, uno dei più celebri e premiati documentari di questo tipo, prodotto esplicitamente per un pubblico di 8-11 anni di età. NEW Foundation questo filmato della durata di 25 minuti vuole stimolare gli sforzi per portare un nuovo robot automatico sulla Luna finanziato da fondi privati. 18

19 Laboratori per le scuole Scuola primaria e scuola secondaria di primo grado I laboratori sono divisi in tre categorie: quelli destinati agli alunni delle classi I e II della primaria, quelli destinati agli alunni dalla classe III alla V della primaria e quelli destinati agli studenti della scuola secondaria. I Laboratori Pleiadi aiutano a: * Acquisire la capacità di rapportarsi con i fenomeni quotidiani * Riconoscere il ruolo della scienza nella vita di ogni giorno e nella società moderna e quali siano le sue potenzialità e i suoi limiti. * Imparare il metodo galileiano per analizzare un fenomeno e i suoi elementi costitutivi, distinguere ciò che è ipotetico da ciò che è reale e formulare semplici ragionamenti ipotetico - deduttivi. Modalità: * L operatore arriverà circa 20 minuti prima dell inizio dell attività per l allestimento * L operatore Pleiadi è altamente formato sia in materia scientifica che in comunicazione * La lezione prevede un cappello iniziale di circa 10 minuti sulla scienza in generale * Alla conclusione del cappello l operatore inizierà con la lezione scelta dall insegnante * La lezione è ad alto contenuto interattivo * Ogni lezione prevede un momento di costruzione da parte di tutta la classe, a gruppi o per ogni singolo studente, alla fine dell attività * Attraverso delle credenziali fornite dal operatore, l insegnante potrà accedere a un portale dove reperire materiale di approfondimento all attività * Alla fine dell attività l operatore necessiterà di circa 10/20 minuti per disallestire il tutto 19

20 Laboratori primo ciclo della primaria Classe: I-II primaria Multidisciplinare I 5 SENSI Parole chiave: udito, vista, tatto, olfatto, gusto Cos è un senso e in che modo ci permette di percepire ciò che abbiamo attorno? Sperimenteremo ogni senso per capire che non ne esiste uno più importante degli altri ma che è la loro associazione a fare la differenza. Attraverso dei 4 ELEMENTI Parole chiave: aria, acqua, terra, fuoco Un percorso tra gioco e scienza in cui conosceremo gli elementi fondamentali alla vita degli esseri viventi analizzandone le caratteristiche più importanti e scoprendo i collegamenti giochi di gruppo e l osservazione di esperimenti gestiti dall operatore, i bambini riusciranno a fissare questo concetto. Con gli occhi chiusi proveranno ad accentuare gli altri sensi immedesimandosi nel ruolo del nonvedente o del non-udente, stimolando così anche la loro sensibilità nei confronti di queste tematiche. esistenti tra i 4 elementi. Secondo il matematico Pitagora i regni del cosmo, quelli in cui tutto esiste e consiste. Attraverso questa breve storia, introdurremo agli alunni il modo in cui Pitagora stesso rappresentava tali elementi scoprendo che si trattava proprio del famigerato Triangolo. Si passeranno perciò in rassegna i 4 elementi da un punto di vista Attraverso un percorso sensoriale che passa in rassegna tutti i sensi, gli studenti capiranno come gli esseri viventi, in particolare l uomo, percepiscano il mondo che li circonda. N.B. Il Gruppo Pleiadi si riserva la possibilità di non trattare sperimentalmente il senso del gusto non essendo a conoscenza di possibili intolleranze alimentari degli alunni. sperimentale, attraverso esperimenti gestiti per lo più con materiale povero e di facile reperibilità. Durante questo percorso gli studenti scopriranno le fondamentali proprietà dell acqua e dell aria, impareranno che senza l aria non esisterebbe il fuoco e che la nostra Terra è l unico pianeta sul quale è presente la vita. 20

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA

PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA PROGETTO EST EDUCARE ALLA SCIENZA E ALLA TECNOLOGIA DAL MONDO CHIUSO ALL UNIVERSO INFINITO Percorso dii Astronomiia La Provincia di Lodi Servizio Cultura e Istruzione, ha presentato alla Regione Lombardia

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO

SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO SCUOLE SECONDARIE DI SECONDO GRADO Giorni : GIOVEDI e VENERDI' Durata dell incontro : 9.30 12.30. 9.30-10.40 PARLIAMO DI GEOFISICA Il pianeta Terra e i fenomeni naturali: terremoti, vulcani, tsunami, magnetismo

Dettagli

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna Ma l Universo è costituito solo da materia luminosa? La forza di gravità Galileo

Dettagli

QUESITI A RISPOSTA APERTA

QUESITI A RISPOSTA APERTA QUESITI A RISPOSTA APERTA 1.Che cosa sono gli spettri stellari e quali informazioni si possono trarre dal loro studio? Lo spettro di un qualsiasi corpo celeste altro non è che l insieme di tutte le frequenze

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi Alle sei di mattina del 7 agosto 1912 da un campo presso la città austriaca di Aussig si levò in volo un pallone che trasportava tre uomini, uno di

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Il significato della MEDIA e della MEDIANA in una raccolta di dati numerici

Il significato della MEDIA e della MEDIANA in una raccolta di dati numerici Il significato della MEDIA e della MEDIANA in una raccolta di dati numerici Ogni qual volta si effettua una raccolta di dati di tipo numerico è inevitabile fornirne il valore medio. Ma che cos è il valore

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Chimica è una parolaccia? Si direbbe di sì, a giudicare dalle reazioni della opinione pubblica che associa

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

Sole. Instante 0. Rotazione della Terra

Sole. Instante 0. Rotazione della Terra AP 1 Misura della durata del giorno solare Scuola primaria secondo ciclo - MATERIALE OCCORRENTE Un solarscope Un cronometro o un orologio indicante ore, minuti e secondi Un foglio quadrettato (opzionale)

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino raggruppa e ordina secondo criteri diversi, confronta

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

La salute vien mangiando

La salute vien mangiando La salute vien mangiando Progetto di Arricchimento dell Offerta Formativa Curricolo Verticale di Scienze Classi II A II B Scuola Primaria L. Illuminati a. s. 2013/2014 Insegnanti Leopardi Anna F., Moffa

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano

Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano Istituto Nazionale di Astrofisica Osservatorio astronomico di Brera Universo in fiore Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano Stefano Covino stefano.covino@brera.inaf.it INAF-Osservatorio

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1.

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1. O2 - I PRISMI OTTICI S intende con prisma ottico un blocco di vetro ottico 8 limitato normalmente da superfici piane, di forma spesso prismatica. Un fascio di luce 9 può incidere su una o due delle sue

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli