Il Benessere dentro di noi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Benessere dentro di noi"

Transcript

1 Il Benessere dentro di noi Il pianeta intestino Se avete qualche problema intestinale, consolatevi, siete in buona compagnia: una decina di milioni di persone. Ma c è anche un motivo più consistente di consolazione: oggi esistono i rimedi, i più avanzati che la natura e la ricerca possono metterci a disposizione. Si chiamano lattobacilli e bifidobatteri che, in adeguate quantità, sono in grado di risolvere ogni vostro problema di dismicrobismo intestinale. Lattobacilli e bifidobatteri sono quelli che, comunemente, si chiamano batteri buoni che alloggiano nel nostro intestino insieme ai batteri patogeni, cioè portatori di malattie. Quando la nostra salute ed il nostro stile di vita lo consentono, fra i due eserciti che si fronteggiano c è un sostanziale equilibrio qualitativo e quantitativo che si traduce in un buon funzionamento dell intestino. Ma se, infezioni batteriche, un alimentazione sbagliata, stress, qualche farmaco utilizzato ripetutamente (specie gli antibiotici) alterano questo equilibrio le conseguenze sono immediate: gonfiore e dolore addominale, irregolarità nelle evacuazioni, costipazione, aumentata produzione di gas intestinali È il momento di intervenire e ristabilire l equilibrio per evitare danni alla salute e recuperare una buona qualità della vita. La flora intestinale è costituita da circa miliardi di batteri di 400 specie diverse in equilibrio tra loro. La sua composizione non è sempre uguale ma varia in quantità e qualità: mentre è numerosa a livello del colon, si riduce nella parte alta dell intestino, a causa della presenza di sostanze aggressive come l acido cloridrico, i sali biliari e i succhi pancreatici. Inoltre, se nella parte iniziale dell intestino, dove c è più ossigeno, risiedono per lo più ceppi aerobi (in special modo gram positivi e lattobacilli), nell ultima parte del tenue e nel colon, meno ossigenati, prevalgono batteri anaerobi, come i bifido batteri. La flora intestinale, infine, può subire modifiche di composizione anche in funzione della dieta e dell età. Diventa fondamentale l assunzione di lattobacilli probiotici selezionati che contribuisce al ripristino di un idonea microflora intestinale e di conseguenza alla normalizzazione della funzionalità intestinale. La digestione: regole generali Nel corso di una vita ogni uomo mangia circa 60 tonnellate di cibo (liquidi compresi). La quantità può fare impressione, ma soltanto in apparenza. Considerata infatti la durata della vita e, parlando di media ponderata, si può ricavare che una persona ingerisca all incirca due chili di alimenti al giorno. Un compito abbastanza impegnativo per il nostro apparato digerente: stomaco e intestino sono sottoposti a una fatica quotidiana e ripetuta, per la quale devono fare ricorso a tutte le loro risorse. E a volte non bastano. La normale fatica della digestione (aggravata, talvolta, da qualche disordine alimentare o da concessioni eccessive all abbondanza), li costringe talvolta a moltiplicare l impegno finendo spesso per logorare la macchina che elabora e trasforma i cibi, favorendo così una serie di disturbi che in termini medici rispondono al nome di dismicrobismo intestinale. La salute dell apparato digerente, però, non è determinato soltanto da buone regole alimentari e dalla funzionalità di tutti i meccanismi attivati dall organismo. L essere umano è un animale complesso, fatto anche di intelligenza e sensibilità. Ecco perché nel nostro apparato digerente si trovano terminazioni nervose collegate a quel sensibilissimo sismografo che è il sistema nervoso centrale.

2 Quindi, anche forti sbalzi di umore, emozioni, stress e variazioni di stato d animo possono provocare alterazioni nel funzionamento di stomaco e intestino. Sono i problemi di chiara origine psicosomatica, largamente accolti ormai anche dalla scienza più tradizionalista, per i quali anche uno stato d animo o dei momenti ripetuti di tensione possono scaricarsi sull attività digestiva, provocando veri e propri cataclismi intestinali. Chi ne paga le conseguenze è, come al solito, la flora batterica che vede decimata la sua colonia di batteri buoni e squilibrata la sua funzione. Questo spiega anche la diffusione dei problemi legati al dismicrobismo e perché ogni anno in Italia siano milioni le visite mediche dovute ad un inadeguato funzionamento dell apparato intestinale. La via del cibo: come si forma il nutrimento L uomo è un animale onnivoro: è la creatura che consuma la maggiore varietà di cibi. Un alimentazione così diversificata e composta è probabilmente una delle ragioni del primato della nostra specie. Naturalmente, ricchezza della alimentazione non vuol dire sommatoria indiscriminata di tutti gli alimenti. Un giusto dosaggio di essi va rapportato a età, sesso, peso, stile di vita, stagione Il guaio è che, sulla spinta di informazioni salutistiche o dietetiche abbastanza superficiali, crediamo di sapere tutto sull alimentazione corretta: quanto mangiare, quando mangiare, cosa mangiare, quando e che cosa bere, i valori calorici necessari e quelli in eccesso, le priorità nutritive di ciascun cibo e la sua doverosa combinazione con altri. In realtà, nella nostra alimentazione, le sostanze nutritive fondamentali sono pochissime: le vitamine i carboidrati le proteine i minerali i grassi le fibre vegetali le vitamine sono gli elementi vitali senza i quali il nostro organismo non potrebbe sopravvivere. I carboidrati (amidi, zuccheri e cellulosa) sono la principale fonte energetica, la benzina del nostro corpo. Nel processo di assimilazione vengono trasformati in tre tipi di zuccheri: glucosio, fruttosio e galattosio. Le proteine sono soprattutto presenti in carne, uova, pesce e formaggio, il loro è un ruolo essenziale per la riparazione e sostituzione di cellule; insomma, ci forniscono i pezzi di ricambio. I grassi (lipidi) contribuiscono alla formazione delle cellule e al trasporto delle vitamine liposolubili, capaci cioè di sciogliersi nei grassi. I minerali sono presenti nell organismo in piccole e piccolissime quantità ma sono essenziali per l equilibrio delle nostre funzioni. Le fibre vegetali, infine, sono inassimilabili. Di qui la loro importanza. Consentono, infatti, di aumentare la massa fecale e quindi favorire l evacuazione dei residui. L insieme di queste sostanze è necessario alla crescita e al ricambio del nostro organismo e l apparato digerente è perfettamente attrezzato per riceverle. L assimilazione ha origine nel momento in cui un boccone di cibo arriva in bocca e inizia il suo lungo viaggio nell organismo umano, che si può esaurire in 24 ore o protrarsi per alcuni giorni. Questo dipende dalla quantità del cibo o anche dalle condizioni generali del nostro apparato digerente. Diventando bolo, il boccone entra nell esofago attraversando la faringe. Dall esofago viene spinto nello stomaco, attraverso una valvola chiamata cardias, ed è proprio lì che si sviluppa a pieno ritmo la laboriosa fase di trasformazione degli alimenti. Lo stomaco, lavorando a pieno regime, opera un duplice trattamento di mescolamento e di scissione delle proteine, prima di consegnare il prodotto, semifinito, all intestino. Quando l azione chimica nello stomaco (ad opera di enzimi digestivi, acido cloridrico e pepsina) è ultimata, ciò che era il boccone viene accompagnato all uscita grazie ad un armonico movimento di contrazione delle pareti dello stomaco, che si chiama peristalsi. Il cibo, in virtù

3 dell azione combinata di enzimi e succhi gastrici e delle contrazioni peristaltiche, ha già perso per strada una serie consistente di principi nutritivi che sono stati smistati all organismo attraverso il sistema linfatico: insomma, l opera di rifornimento di sostanze nutritive è pienamente in corso. Ma il viaggio prosegue. La porta di uscita dello stomaco si chiama piloro, ed è anche la porta d ingresso dell intestino dove si sviluppa la fase più laboriosa e delicata del viaggio. Finalmente l intestino L intestino non è solo molo lungo, ma anche suddiviso in varie sezioni nelle quali si attua un equa e ordinata distribuzione del lavoro, con impegni e compiti specifici per tutti. La suddivisione principale è in intestino tenue e in intestino crasso. Il tenue, a sua volta, è costituito da duodeno, digiuno e ileo, il crasso è costituito da cieco, colon e retto. Nella sua discesa lungo il tubo digerente, il nostro amico bolo è nel frattempo diventato chimo e fa il suo ingresso nel duodeno. Il processo di trasformazione è ormai abbastanza avanzato e la consistenza del cibo è ora semiliquida. La scomposizione delle sostanze ha già prodotto alcuni effetti importanti: vitamine e minerali vengono assorbiti pressoché inalterati nel sangue, mentre le altre sostanze subiscono processi di trasformazione per l azione degli enzimi digestivi. Un contributo determinante in questa fase del viaggio avviene in fegato e pancreas. Il primo secerne Sali e acidi biliari, custoditi nella colecisti e avviati nel duodeno (il tratto iniziale dell intestino tenue), all interno del quale riescono a scindere e scomporre i grassi. Anche il pancreas fa la sua parte, liberando succhi digestivi provvisti di enzimi (e anche ciò che resta di carboidrati e proteine) e ne completano l opera di scomposizione, trasformazione e assimilazione. Il cibo si trasforma così in principio nutritivo (e in parte in residuo), ma chi lo ha elaborato e provvede per gran parte a trasferirlo all organismo è quella flora intestinale nella quale convivono in equilibrio, come si è visto, lattobacilli, bifidobatteri e germi patogeni. Però se i cattivi batteri prevalgono e l equilibrio si rompe, il cibo non viene trasformato completamente, la digestione diventa irregolare e i principi nutritivi vengono assorbiti solo in parte dall organismo. Quando questo avviene, o avviene con ritardo o in modo troppo rapido o intempestivo, l organismo è costretto a chiedere aiuto. E lo fa con i sintomi a disposizione, facilmente e immediatamente riconoscibili. E il momento in cui bisogna correre ai ripari, reintegrando quei batteri buoni che non può più produrre autonomamente. Ne và non soltanto del benessere del nostro intestino ma della salute dell intero organismo. Quando qualcosa non va L intestino degli esseri umani, negli ultimi 50 anni, ha subito un pò la sorte della selva amazzonica: una progressiva deforestazione provocata dall opera dell uomo, dagli incendi più o meno accidentali e dal progressivo deterioramento dell ambiente, che equivalgono nell uomo a uno stile di vita irregolare, a una alimentazione eccessiva o sbagliata, stress e tensioni continue. A questo si aggiunga che l ultimo mezzo secolo, insieme alle tante conquiste, ha portato a l uomo anche mutamenti radicali di vita, farmaci benefici ma impegnativi per l organismo (si pensi agli antibiotici) alimenti molto più raffinati che lo hanno disabituato a digestioni elaborate e ne hanno anche indebolito le difese. E molto più facile pertanto, per uomini, donne e bambini del 2000, ritrovarsi esposti da parte di germi e batteri patogeni che minano l integrità dell apparato digerente. E proprio nell intestino che si svolge quello scontro costante all interno di una popolazione di migliaia di miliardi di organismi che appartengono a non meno di 400 specie diverse (solo delle quali sono però realmente importanti). Questa sterminata popolazione costituisce, come abbiamo visto, la flora intestinale, l ecosistema al quale sono affidati alcuni compiti fondamentali: - il metabolismo delle sostanze di origine esterna, presenti nel cibo e interna - l utilizzazione e la sintesi delle vitamine

4 - la difesa nei confronti dei germi patogeni - il controllo della produzione dei gas intestinali La microflora intestinale è quindi il presidio del nostro benessere. Dalla sua tenuta dipendono il corretto completamento dei processi metabolici e la salute complessiva dell apparato digerente. Questo equilibrio può essere alterato sia da situazioni congenite interne, sia da aggressioni esterne: è infatti un equilibrio delicato e precario, basta veramente poco per pregiudicarlo. Gli agenti esterni, dai quali ci possiamo difendere con maggiore efficacia, sono molti e molto agguerriti. Ecco i principali: - un regime alimentare disordinato - disattenzioni igieniche - frequenti cambiamenti di ritmi di vita quotidiani - viaggi all estero e cambi di fuso orario - fumo, abuso di caffè e di bevande alcoliche - frequente assunzione di farmaci (antibiotici in primis) Ciascuno di questi fattori è in se un ottimo tramite patogeno. La loro azione veicola all interno dell intestino una imponente invasione di microrganismi ostili che distruggono la flora buona e provocano disfunzioni e malattie. Le principali sono: - enterocoliti (infiammazioni del tratto intestinale che colpiscono soprattutto i bambini) - dispepsia (cattiva digestione) - malassorbimento (cattiva utilizzazione delle sostanze nutritive da parte dell intestino) - colon irritabile (dolori addominali e, in alternanza, diarrea o stitichezza) - sofferenze epatiche (le diverse forme del comune mal di fegato) - diverticolosi e diverticolite (estroflessione e infiammazione di tratti della parete intestinale) - alitosi (alito cattivo, provocato spesso dalla fermentazione dei cibi) - meteorismo (produzione eccessiva di gas intestinali) Quando servono i rinforzi Ciascuno di questi fastidi, che spesso evolvono in vere e proprie malattie, non soltanto rende difficile la vita del nostro intestino e influisce pesantemente sulla qualità della vita (si pensi soltanto ai gonfiori e alle irregolarità intestinali, trasferiti nella vita di tutti i giorni), ma si riversa anche su diverse funzioni dell organismo. L intestino che non elabora bene gli elementi nutritivi che il cibo gli ha affidato, fa mancare al nostro organismo una parte di quelle vitamine, proteine, sali minerali, ecc... che abbiamo assorbito con l alimentazione e che non tornano più in circolo, per sostituire quelli che abbiamo consumato con la nostra attività fisica o intellettuale ogni giorno. Basti pensare a un bimbo in crescita, con dei problemi di malassorbimento: il suo intestino deforestato della flora batterica, gli restituirà soltanto in parte gli elementi nutritivi di cui ha bisogno per svilupparsi. Crescerà con più difficoltà, sarà più magro, nervoso e sofferente degli altri. Doppio allarme per le donne: un intestino sofferente di dismicrobismo può favorire la migrazione dei batteri patogeni su organi delicatissimi, quali apparati genitale e urinario. E il noto dismicrobismo vaginale, che può portare anche a conseguenze molto serie. Così come un adulto, uomo o donna di qualunque età, rischia seriamente di andare incontro a un generale decadimento delle condizioni di salute, da sofferenze a stomaco, reni e fegato, ad una pelle opaca e grinzosa, mal nutrita e mal irrorata, a capelli fragili e opachi. Si potrebbe agevolmente sostenere che una persona sofferente per problemi all intestino sia riconoscibile a occhio nudo, proprio per il suo colorito e le condizioni di pelle e capelli. Le conseguenze del dismicrobismo intestinale sono anche più subdole e coinvolgono il paziente a livello psicologico e sociale, intaccandone negativamente l umore, provocando instabilità e

5 irritazione; cambiandogli la vita, insomma. Ed è per questo che l equilibrio intestinale va attentamente protetto. In primo luogo, con uno stile di vita corretto e, nel caso non fosse sufficiente, rinforzando la microflora intestinale, cioè rinnovando quella foresta amazzonica devastata dai germi patogeni. La prima opzione (uno stile di vita più corretto) può essere non semplice né rapida e, ragionevolmente, bisogna riconoscere che alcune di queste cause sono cosi abituali da risultare difficilmente estirpabili. Ma, se l opera di prevenzione non basta, è il caso di chiedere rinforzi. La natura e la ricerca scientifica si sono associate per fornirci armi molto efficaci nella battaglia contro i germi patogeni. Cardine di questa controffensiva è la batterioterapia. Si tratta della somministrazione di sostanze probiotiche, ad elevata concentrazione di batteri amici, che hanno il compito di affrontare i germi patogeni ed eliminare il dismicrobismo intestinale. Probiotico significa a favore della vita e con questo termine si indicano segnatamente lattobacilli e bifidobatteri. Si tratta di quei fermenti lattici opportunamente elaborati, grazie ai quali si sviluppa un azione di riequilibrio e di ricostituzione della flora intestinale. Derivati da ceppi ben selezionati, essi rappresentano l equivalente dei preziosissimi batteri buoni che sono naturalmente presenti nel nostro organismo e che ci sono venuti a mancare. Ma se questo rischia di diventare un discorso per specialisti (che hanno tutti gli strumenti per comprendere appieno le straordinarie caratteristiche terapeutiche di questo ritrovato) la sua efficacia e i risultati che consente sono decisamente certi, importanti e riconoscibili da tutti. Vediamone i principali: - viene ripristinata la microflora intestinale, indebolita dalla aggressione esterna; - si impedisce la proliferazione dei germi patogeni, limitandone e combattendone l afflusso; - si eleva una nuova e più solida barriera immunitaria; - viene restaurata la motilità intestinale, che significa regolarità delle funzioni e corretto assorbimento e smaltimento degli alimenti; - si contrasta efficacemente la formazione di sostanze tossiche. Una difesa per i bambini L informazione sull efficacia di questi ritrovati non sarebbe completa se non si sottolineasse soprattutto la fondamentale funzione che essi svolgono intervenendo su organismi particolarmente delicati e sensibili come quelli dei bambini. L intestino, specie nei bambini molto piccoli o debilitati in seguito a malattie, è un organo estremamente delicato nel quale la distruzione delle specie batteriche utili riduce le difese locali, innescando anche gravi infezioni. Queste tossine, provocando diarree e malassorbimento, possono innescare processi di disidratazione, deficit di vitamine, intolleranze, fino a vere e proprie allergie. Non è un caso se un importante ricercatrice finlandese, pediatra dell Università di Turku, la Prof.ssa Erika Isolauri, ha reso noti recentemente a livello internazionale i risultati di alcuni studi sull incidenza dei fermenti lattici nella cura dei disturbi gastrointestinali dei bambini. E sulla base dei risultati ottenuti ha affermato addirittura di ritenere molto utile trattare le mamme con fermenti lattici gia in gravidanza, perchè i bambini che nascevano soffrivano meno di disturbi gastrointestinali. Un ulteriore ricerca su 200 bambini, questa volta di uno studioso statuinitense, il Prof. Sherwood L. Gorbach dell Università di Boston, ha dimostrato l efficacia dei lattobacilli e bifidobatteri nella cura della diarrea infantile, nella misura del 89% dei casi. Una parte di questi bambini, trattati con altri preparati, ha rilevato un efficacia della cura soltanto nel 48% dei casi. Le regole alimentari per un sano benessere CONCLUSIONI Anche per un uomo ai limiti dello stress o abituato ad alimentarsi irregolarmente, per una donna tesa o sovraffaticata, un bambino indebolito o un soggetto di mezza età alle prese con i

6 primi acciacchi, i guai dell intestino non sono inevitabili nè permanenti, purché gli riserviamo un minimo di attenzione sia con adeguati comportamenti igienico-alimentari sia con un attento e tempestivo ricorso ai probiotici. Questa attenzione sarà generosamente compensata da uno stato generale di benessere che si rifletterà positivamente su tutti gli aspetti della nostra esistenza. Corretta e regolare digestione vuol dire infatti non soltanto buona salute generale di tutto l organismo, ma anche capacità di concentrazione, buon umore, regolarità nel sonno, sano appetito, senso si freschezza e voglia di vivere. Mai come in questo caso, insomma, si può affermare davvero che il benessere comincia dentro di noi. Il benessere del vostro intestino comincia dalla bocca: da quanto e come mangiate e dalla qualità dei cibi con cui vi nutrite. Naturalmente l alimentazione, come abbiamo sottolineato più volte, non è la sola causa dei problemi intestinali che affliggono milioni di persone, ma certamente è una delle principali. Quindi, vanno sempre tenute presenti le regole fondamentali di una sana alimentazione, note a tutti ma seguite da pochi. Il vostro intestino e l intero organismo ringrazieranno. 1 - Non dimenticate mai che la prima digestione avviene in bocca: quindi masticate lentamente e a lungo, fino a trasformare il cibo in una poltiglia ben impregnata di saliva. 2 - Seguite un regime alimentare non solo ordinato e corretto, ma opportunamente variato, per fornire all organismo tutta la molteplicità di sostanze nutritive di cui ha bisogno. 3 - Limitate l uso degli antibiotici, e comunque ricorretevi solo dietro prescrizione medica, senza dimenticare che la farmacologia fornisce anche dei preparati specifici che ne limitano le conseguenze, proteggendo e rigenerando la flora batterica. 4 - Non chiedete troppo al vostro fisico, né alla mente: lo stress è uno dei più efficaci strumenti di smobilitazione delle barriere immunitarie e l intestino ne subisce spesso le conseguenze. 5 - Preferite alimenti ricchi di fibre perchè favoriscono le funzioni intestinali. 6 - Consumate frutta e verdura anche crude, con particolare attenzione all igiene, vanno sempre lavate e, se occorre, sbucciate. 7 - Limitatevi nell uso degli alcolici, e ricordatevi che anche un uso eccessivo di spezie favorisce le disfunzioni intestinali. Qualità e benessere per l intestino L intuizione di un valore terapeutico dei probiotici risale almeno al 1908, quando Elia Metchnicov osservò che il consumo di latte fermentato aveva effetti benefici sulla popolazione umana. Da allora si sono susseguiti diversi studi sui probiotici e, in particolare, l ultimo ventennio, è stato caratterizzato dal proliferare di ricerche che ne hanno approfondito i diversi aspetti applicativi e hanno dato notevole impulso alla loro caratterizzazione sotto il profilo genetico, oltre che funzionale. Per probiotici si devono intendere, secondo quanto specificato dalle linee guida del Ministero della Salute, pubblicate nel dicembre 2005, microrganismi vivi e vitali che conferiscono benefici alla salute dell ospite, migliorando l equilibrio della microflora intestinale quando consumati, in adeguate quantità, come parte di un alimento o di un integratore. Dati i numerosi effetti benefici che i probiotici hanno sul nostro organismo, questi ultimi anni, in particolare, sono stati caratterizzati da un iperofferta sul mercato dove, spesso, l aspetto qualitativo è venuto meno.

7 A tale proposito uno studio dell Istituto Superiore di Sanità (presentato durante il congresso: 4th Probiotics and Prebiotics new food XXX International congress on microbial ecology and desease (SOMED) 2007), condotto su alcuni integratori disponibili in commercio in Italia (tra aprile 2005 giugno 2006), ha dimostrato, attraverso un analisi quali-quantitativa, una scarsa correlazione tra quanto dichiarato nelle etichette degli integratori ed il reale contenuto, ed una considerevole riduzione del numero di batteri vitali in un alta percentuale di integratori probiotici, con conseguente perdita degli effetti benefici sulla salute umana. Ecco dunque come l aspetto qualitativo sia di estrema importanza. La diffusione di impiego dei probiotici anche nel ambito medico ha indotto, ovviamente, le istituzioni internazionali, come Food and Agricolture Organization (FAO) e l organizzazione Mondiale della Salute (OMS), a stabilire una chiara definizione e a redigere precise direttive per valutare l efficacia dei probiotici. Inoltre anche l EFSA (European food safety authority) per garantire un elevato livello di tutela dei consumatori, ha emanato un regolamento comunitario (obbligatorio dal 2010), che impone la necessità di supportare su basi scientifiche gli effetti nutrizionali o salutistici vantati dai prodotti e che gli stessi siano preventivamente valutati da EFSA. Visto il numero sempre crescente di alimenti etichettati e pubblicizzati nella Comunità recanti indicazioni nutrizionali e sulla salute, il legislatore europeo ha deciso di emanare il regolamento CE n del 2006, già applicabile dal 1 luglio 2007 nei suoi principi generali a cui seguirà, entro il 31 gennaio 2010, l emanazione delle liste riportanti indicazioni salutistiche specifiche. La norma definisce l utilizzo delle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari, inclusi gli integratori. A tal fine si impone la necessità di supportare su basi scientifiche gli effetti nutrizionali o salutistici vantati da EFSA (European food safety authority). Un integratore probiotico Efficace e di Qualità Già in precedenza sugli integratori alimentari a base di probiotici il ministero della Salute ha definito specifiche linee guida che sono conformi ai principi definiti dalla normativa europea. Le linee guida definiscono che i microrganismi, per essere considerati probiotici devono soddisfare i seguenti requisiti: Essere sicuri per l impiego nell uomo Essere vivi e vitali a livello intestinale per poter svolgere efficacemente la loro azione riequilibratrice nell intestino Contenere un adeguato numero per ottenere una temporanea colonizzazione Essere in grado di persistere e moltiplicarsi nell intestino umano Garantire una corretta identificazione dei ceppi batterici, prerequisito per la loro funzionalità e sicurezza. È stato dimostrato che l azione probiotica è legata al ceppo e non alla specie. Utilizzare quindi ceppi batterici depositati presso enti internazionali di raccolta al fine di garantirne l identificazione. FLORETRIX Dall esperienza Sigma-tau nasce Floretrix, integratore alimentare probiotico di qualità, indicato nei casi di alterazione dell ecosistema intestinale di diversa origine come ad esempio terapia antibiotica, stress o alimentazione non adeguata, migliorando la funzionalità dell intestino sia nel bambino che nell adulto. Grazie alla sua particolare formulazione probiotica ceppo-specifica, Floretrix influisce positivamente sull organismo mediante un azione sul tratto gastrointestinale e sul sistema immunitario.

8 Floretrix favorisce il riequilibrio della flora batterica intestinale e fornisce un apporto integrativo di vitamine. Coadiuva il sistema immunitario, in quanto aiuta a rinforzare le difese naturali e a modulare la risposta immunitaria riequilibrandola e può essere utile per facilitare i processi digestivi del lattosio nei soggetti intolleranti. Da uno studio in vitro è stato dimostrato che Floretrix è in grado do metabolizzare il lattosio scindendolo in glucosio e galattosio, grazie alla produzione dell enzima -galattosidasi. Una bustina di Floretrix contiene almeno 50 miliardi di batteri lattici vivi selezionati e liofilizzati (Lactobacillus plantarum P 17630, Lactobacillus paracasei I 1688 e Lactobacillus salivarius I 1794) e vitamine del gruppo B (Vit. B 1 e Vit. B 2 ). I lattobacilli contenuti in Floretrix provengono dall habitat intestinale umano, sono quindi non patogeni ed in grado di superare la barriera gastrica ed i sali biliari. Raggiungono vivi e vitali il sito d azione dove esplicano le loro capacità di adesione, colonizzazione e permanenza. Sono caratterizzati a livello di ceppo mediante accurata indagine fenotipica e genotipica e sono depositati presso enti internazionali di raccolta (Laboratorium voor Microbiologie Gent, Belgio; Institut Pasteur Parigi, Francia). Floretrix, da conservare a una temperatura compresa tra 2 C e 8 C per garantire la vitalità del lattobacilli, è disponibile in confezione da dieci bustine al costo di 12,00. Si consiglia l assunzione di una o due bustine al giorno da sciogliere in acqua, latte o altre bevande non calde. Floretrix, al gusto panna, risulta generalmente molto gradito.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani

LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI A cura di Marina Mariani Gli alimenti lasciati all aria e soprattutto a temperatura ambiente subiscono, presto o tardi, modificazioni delle loro caratteristiche organolettiche:

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO?

STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? STANCHI, FIACCHI, SENZA ENERGIA CARENZA DI FERRO? Allestimento e produzione dell opuscolo da parte di Mediscope AG. www.mediscope.ch Indice 1. Prefazione Prof. Dr. Dr. med. Walter A. Wuillemin, ematologo,

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli