Il Benessere dentro di noi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Benessere dentro di noi"

Transcript

1 Il Benessere dentro di noi Il pianeta intestino Se avete qualche problema intestinale, consolatevi, siete in buona compagnia: una decina di milioni di persone. Ma c è anche un motivo più consistente di consolazione: oggi esistono i rimedi, i più avanzati che la natura e la ricerca possono metterci a disposizione. Si chiamano lattobacilli e bifidobatteri che, in adeguate quantità, sono in grado di risolvere ogni vostro problema di dismicrobismo intestinale. Lattobacilli e bifidobatteri sono quelli che, comunemente, si chiamano batteri buoni che alloggiano nel nostro intestino insieme ai batteri patogeni, cioè portatori di malattie. Quando la nostra salute ed il nostro stile di vita lo consentono, fra i due eserciti che si fronteggiano c è un sostanziale equilibrio qualitativo e quantitativo che si traduce in un buon funzionamento dell intestino. Ma se, infezioni batteriche, un alimentazione sbagliata, stress, qualche farmaco utilizzato ripetutamente (specie gli antibiotici) alterano questo equilibrio le conseguenze sono immediate: gonfiore e dolore addominale, irregolarità nelle evacuazioni, costipazione, aumentata produzione di gas intestinali È il momento di intervenire e ristabilire l equilibrio per evitare danni alla salute e recuperare una buona qualità della vita. La flora intestinale è costituita da circa miliardi di batteri di 400 specie diverse in equilibrio tra loro. La sua composizione non è sempre uguale ma varia in quantità e qualità: mentre è numerosa a livello del colon, si riduce nella parte alta dell intestino, a causa della presenza di sostanze aggressive come l acido cloridrico, i sali biliari e i succhi pancreatici. Inoltre, se nella parte iniziale dell intestino, dove c è più ossigeno, risiedono per lo più ceppi aerobi (in special modo gram positivi e lattobacilli), nell ultima parte del tenue e nel colon, meno ossigenati, prevalgono batteri anaerobi, come i bifido batteri. La flora intestinale, infine, può subire modifiche di composizione anche in funzione della dieta e dell età. Diventa fondamentale l assunzione di lattobacilli probiotici selezionati che contribuisce al ripristino di un idonea microflora intestinale e di conseguenza alla normalizzazione della funzionalità intestinale. La digestione: regole generali Nel corso di una vita ogni uomo mangia circa 60 tonnellate di cibo (liquidi compresi). La quantità può fare impressione, ma soltanto in apparenza. Considerata infatti la durata della vita e, parlando di media ponderata, si può ricavare che una persona ingerisca all incirca due chili di alimenti al giorno. Un compito abbastanza impegnativo per il nostro apparato digerente: stomaco e intestino sono sottoposti a una fatica quotidiana e ripetuta, per la quale devono fare ricorso a tutte le loro risorse. E a volte non bastano. La normale fatica della digestione (aggravata, talvolta, da qualche disordine alimentare o da concessioni eccessive all abbondanza), li costringe talvolta a moltiplicare l impegno finendo spesso per logorare la macchina che elabora e trasforma i cibi, favorendo così una serie di disturbi che in termini medici rispondono al nome di dismicrobismo intestinale. La salute dell apparato digerente, però, non è determinato soltanto da buone regole alimentari e dalla funzionalità di tutti i meccanismi attivati dall organismo. L essere umano è un animale complesso, fatto anche di intelligenza e sensibilità. Ecco perché nel nostro apparato digerente si trovano terminazioni nervose collegate a quel sensibilissimo sismografo che è il sistema nervoso centrale.

2 Quindi, anche forti sbalzi di umore, emozioni, stress e variazioni di stato d animo possono provocare alterazioni nel funzionamento di stomaco e intestino. Sono i problemi di chiara origine psicosomatica, largamente accolti ormai anche dalla scienza più tradizionalista, per i quali anche uno stato d animo o dei momenti ripetuti di tensione possono scaricarsi sull attività digestiva, provocando veri e propri cataclismi intestinali. Chi ne paga le conseguenze è, come al solito, la flora batterica che vede decimata la sua colonia di batteri buoni e squilibrata la sua funzione. Questo spiega anche la diffusione dei problemi legati al dismicrobismo e perché ogni anno in Italia siano milioni le visite mediche dovute ad un inadeguato funzionamento dell apparato intestinale. La via del cibo: come si forma il nutrimento L uomo è un animale onnivoro: è la creatura che consuma la maggiore varietà di cibi. Un alimentazione così diversificata e composta è probabilmente una delle ragioni del primato della nostra specie. Naturalmente, ricchezza della alimentazione non vuol dire sommatoria indiscriminata di tutti gli alimenti. Un giusto dosaggio di essi va rapportato a età, sesso, peso, stile di vita, stagione Il guaio è che, sulla spinta di informazioni salutistiche o dietetiche abbastanza superficiali, crediamo di sapere tutto sull alimentazione corretta: quanto mangiare, quando mangiare, cosa mangiare, quando e che cosa bere, i valori calorici necessari e quelli in eccesso, le priorità nutritive di ciascun cibo e la sua doverosa combinazione con altri. In realtà, nella nostra alimentazione, le sostanze nutritive fondamentali sono pochissime: le vitamine i carboidrati le proteine i minerali i grassi le fibre vegetali le vitamine sono gli elementi vitali senza i quali il nostro organismo non potrebbe sopravvivere. I carboidrati (amidi, zuccheri e cellulosa) sono la principale fonte energetica, la benzina del nostro corpo. Nel processo di assimilazione vengono trasformati in tre tipi di zuccheri: glucosio, fruttosio e galattosio. Le proteine sono soprattutto presenti in carne, uova, pesce e formaggio, il loro è un ruolo essenziale per la riparazione e sostituzione di cellule; insomma, ci forniscono i pezzi di ricambio. I grassi (lipidi) contribuiscono alla formazione delle cellule e al trasporto delle vitamine liposolubili, capaci cioè di sciogliersi nei grassi. I minerali sono presenti nell organismo in piccole e piccolissime quantità ma sono essenziali per l equilibrio delle nostre funzioni. Le fibre vegetali, infine, sono inassimilabili. Di qui la loro importanza. Consentono, infatti, di aumentare la massa fecale e quindi favorire l evacuazione dei residui. L insieme di queste sostanze è necessario alla crescita e al ricambio del nostro organismo e l apparato digerente è perfettamente attrezzato per riceverle. L assimilazione ha origine nel momento in cui un boccone di cibo arriva in bocca e inizia il suo lungo viaggio nell organismo umano, che si può esaurire in 24 ore o protrarsi per alcuni giorni. Questo dipende dalla quantità del cibo o anche dalle condizioni generali del nostro apparato digerente. Diventando bolo, il boccone entra nell esofago attraversando la faringe. Dall esofago viene spinto nello stomaco, attraverso una valvola chiamata cardias, ed è proprio lì che si sviluppa a pieno ritmo la laboriosa fase di trasformazione degli alimenti. Lo stomaco, lavorando a pieno regime, opera un duplice trattamento di mescolamento e di scissione delle proteine, prima di consegnare il prodotto, semifinito, all intestino. Quando l azione chimica nello stomaco (ad opera di enzimi digestivi, acido cloridrico e pepsina) è ultimata, ciò che era il boccone viene accompagnato all uscita grazie ad un armonico movimento di contrazione delle pareti dello stomaco, che si chiama peristalsi. Il cibo, in virtù

3 dell azione combinata di enzimi e succhi gastrici e delle contrazioni peristaltiche, ha già perso per strada una serie consistente di principi nutritivi che sono stati smistati all organismo attraverso il sistema linfatico: insomma, l opera di rifornimento di sostanze nutritive è pienamente in corso. Ma il viaggio prosegue. La porta di uscita dello stomaco si chiama piloro, ed è anche la porta d ingresso dell intestino dove si sviluppa la fase più laboriosa e delicata del viaggio. Finalmente l intestino L intestino non è solo molo lungo, ma anche suddiviso in varie sezioni nelle quali si attua un equa e ordinata distribuzione del lavoro, con impegni e compiti specifici per tutti. La suddivisione principale è in intestino tenue e in intestino crasso. Il tenue, a sua volta, è costituito da duodeno, digiuno e ileo, il crasso è costituito da cieco, colon e retto. Nella sua discesa lungo il tubo digerente, il nostro amico bolo è nel frattempo diventato chimo e fa il suo ingresso nel duodeno. Il processo di trasformazione è ormai abbastanza avanzato e la consistenza del cibo è ora semiliquida. La scomposizione delle sostanze ha già prodotto alcuni effetti importanti: vitamine e minerali vengono assorbiti pressoché inalterati nel sangue, mentre le altre sostanze subiscono processi di trasformazione per l azione degli enzimi digestivi. Un contributo determinante in questa fase del viaggio avviene in fegato e pancreas. Il primo secerne Sali e acidi biliari, custoditi nella colecisti e avviati nel duodeno (il tratto iniziale dell intestino tenue), all interno del quale riescono a scindere e scomporre i grassi. Anche il pancreas fa la sua parte, liberando succhi digestivi provvisti di enzimi (e anche ciò che resta di carboidrati e proteine) e ne completano l opera di scomposizione, trasformazione e assimilazione. Il cibo si trasforma così in principio nutritivo (e in parte in residuo), ma chi lo ha elaborato e provvede per gran parte a trasferirlo all organismo è quella flora intestinale nella quale convivono in equilibrio, come si è visto, lattobacilli, bifidobatteri e germi patogeni. Però se i cattivi batteri prevalgono e l equilibrio si rompe, il cibo non viene trasformato completamente, la digestione diventa irregolare e i principi nutritivi vengono assorbiti solo in parte dall organismo. Quando questo avviene, o avviene con ritardo o in modo troppo rapido o intempestivo, l organismo è costretto a chiedere aiuto. E lo fa con i sintomi a disposizione, facilmente e immediatamente riconoscibili. E il momento in cui bisogna correre ai ripari, reintegrando quei batteri buoni che non può più produrre autonomamente. Ne và non soltanto del benessere del nostro intestino ma della salute dell intero organismo. Quando qualcosa non va L intestino degli esseri umani, negli ultimi 50 anni, ha subito un pò la sorte della selva amazzonica: una progressiva deforestazione provocata dall opera dell uomo, dagli incendi più o meno accidentali e dal progressivo deterioramento dell ambiente, che equivalgono nell uomo a uno stile di vita irregolare, a una alimentazione eccessiva o sbagliata, stress e tensioni continue. A questo si aggiunga che l ultimo mezzo secolo, insieme alle tante conquiste, ha portato a l uomo anche mutamenti radicali di vita, farmaci benefici ma impegnativi per l organismo (si pensi agli antibiotici) alimenti molto più raffinati che lo hanno disabituato a digestioni elaborate e ne hanno anche indebolito le difese. E molto più facile pertanto, per uomini, donne e bambini del 2000, ritrovarsi esposti da parte di germi e batteri patogeni che minano l integrità dell apparato digerente. E proprio nell intestino che si svolge quello scontro costante all interno di una popolazione di migliaia di miliardi di organismi che appartengono a non meno di 400 specie diverse (solo delle quali sono però realmente importanti). Questa sterminata popolazione costituisce, come abbiamo visto, la flora intestinale, l ecosistema al quale sono affidati alcuni compiti fondamentali: - il metabolismo delle sostanze di origine esterna, presenti nel cibo e interna - l utilizzazione e la sintesi delle vitamine

4 - la difesa nei confronti dei germi patogeni - il controllo della produzione dei gas intestinali La microflora intestinale è quindi il presidio del nostro benessere. Dalla sua tenuta dipendono il corretto completamento dei processi metabolici e la salute complessiva dell apparato digerente. Questo equilibrio può essere alterato sia da situazioni congenite interne, sia da aggressioni esterne: è infatti un equilibrio delicato e precario, basta veramente poco per pregiudicarlo. Gli agenti esterni, dai quali ci possiamo difendere con maggiore efficacia, sono molti e molto agguerriti. Ecco i principali: - un regime alimentare disordinato - disattenzioni igieniche - frequenti cambiamenti di ritmi di vita quotidiani - viaggi all estero e cambi di fuso orario - fumo, abuso di caffè e di bevande alcoliche - frequente assunzione di farmaci (antibiotici in primis) Ciascuno di questi fattori è in se un ottimo tramite patogeno. La loro azione veicola all interno dell intestino una imponente invasione di microrganismi ostili che distruggono la flora buona e provocano disfunzioni e malattie. Le principali sono: - enterocoliti (infiammazioni del tratto intestinale che colpiscono soprattutto i bambini) - dispepsia (cattiva digestione) - malassorbimento (cattiva utilizzazione delle sostanze nutritive da parte dell intestino) - colon irritabile (dolori addominali e, in alternanza, diarrea o stitichezza) - sofferenze epatiche (le diverse forme del comune mal di fegato) - diverticolosi e diverticolite (estroflessione e infiammazione di tratti della parete intestinale) - alitosi (alito cattivo, provocato spesso dalla fermentazione dei cibi) - meteorismo (produzione eccessiva di gas intestinali) Quando servono i rinforzi Ciascuno di questi fastidi, che spesso evolvono in vere e proprie malattie, non soltanto rende difficile la vita del nostro intestino e influisce pesantemente sulla qualità della vita (si pensi soltanto ai gonfiori e alle irregolarità intestinali, trasferiti nella vita di tutti i giorni), ma si riversa anche su diverse funzioni dell organismo. L intestino che non elabora bene gli elementi nutritivi che il cibo gli ha affidato, fa mancare al nostro organismo una parte di quelle vitamine, proteine, sali minerali, ecc... che abbiamo assorbito con l alimentazione e che non tornano più in circolo, per sostituire quelli che abbiamo consumato con la nostra attività fisica o intellettuale ogni giorno. Basti pensare a un bimbo in crescita, con dei problemi di malassorbimento: il suo intestino deforestato della flora batterica, gli restituirà soltanto in parte gli elementi nutritivi di cui ha bisogno per svilupparsi. Crescerà con più difficoltà, sarà più magro, nervoso e sofferente degli altri. Doppio allarme per le donne: un intestino sofferente di dismicrobismo può favorire la migrazione dei batteri patogeni su organi delicatissimi, quali apparati genitale e urinario. E il noto dismicrobismo vaginale, che può portare anche a conseguenze molto serie. Così come un adulto, uomo o donna di qualunque età, rischia seriamente di andare incontro a un generale decadimento delle condizioni di salute, da sofferenze a stomaco, reni e fegato, ad una pelle opaca e grinzosa, mal nutrita e mal irrorata, a capelli fragili e opachi. Si potrebbe agevolmente sostenere che una persona sofferente per problemi all intestino sia riconoscibile a occhio nudo, proprio per il suo colorito e le condizioni di pelle e capelli. Le conseguenze del dismicrobismo intestinale sono anche più subdole e coinvolgono il paziente a livello psicologico e sociale, intaccandone negativamente l umore, provocando instabilità e

5 irritazione; cambiandogli la vita, insomma. Ed è per questo che l equilibrio intestinale va attentamente protetto. In primo luogo, con uno stile di vita corretto e, nel caso non fosse sufficiente, rinforzando la microflora intestinale, cioè rinnovando quella foresta amazzonica devastata dai germi patogeni. La prima opzione (uno stile di vita più corretto) può essere non semplice né rapida e, ragionevolmente, bisogna riconoscere che alcune di queste cause sono cosi abituali da risultare difficilmente estirpabili. Ma, se l opera di prevenzione non basta, è il caso di chiedere rinforzi. La natura e la ricerca scientifica si sono associate per fornirci armi molto efficaci nella battaglia contro i germi patogeni. Cardine di questa controffensiva è la batterioterapia. Si tratta della somministrazione di sostanze probiotiche, ad elevata concentrazione di batteri amici, che hanno il compito di affrontare i germi patogeni ed eliminare il dismicrobismo intestinale. Probiotico significa a favore della vita e con questo termine si indicano segnatamente lattobacilli e bifidobatteri. Si tratta di quei fermenti lattici opportunamente elaborati, grazie ai quali si sviluppa un azione di riequilibrio e di ricostituzione della flora intestinale. Derivati da ceppi ben selezionati, essi rappresentano l equivalente dei preziosissimi batteri buoni che sono naturalmente presenti nel nostro organismo e che ci sono venuti a mancare. Ma se questo rischia di diventare un discorso per specialisti (che hanno tutti gli strumenti per comprendere appieno le straordinarie caratteristiche terapeutiche di questo ritrovato) la sua efficacia e i risultati che consente sono decisamente certi, importanti e riconoscibili da tutti. Vediamone i principali: - viene ripristinata la microflora intestinale, indebolita dalla aggressione esterna; - si impedisce la proliferazione dei germi patogeni, limitandone e combattendone l afflusso; - si eleva una nuova e più solida barriera immunitaria; - viene restaurata la motilità intestinale, che significa regolarità delle funzioni e corretto assorbimento e smaltimento degli alimenti; - si contrasta efficacemente la formazione di sostanze tossiche. Una difesa per i bambini L informazione sull efficacia di questi ritrovati non sarebbe completa se non si sottolineasse soprattutto la fondamentale funzione che essi svolgono intervenendo su organismi particolarmente delicati e sensibili come quelli dei bambini. L intestino, specie nei bambini molto piccoli o debilitati in seguito a malattie, è un organo estremamente delicato nel quale la distruzione delle specie batteriche utili riduce le difese locali, innescando anche gravi infezioni. Queste tossine, provocando diarree e malassorbimento, possono innescare processi di disidratazione, deficit di vitamine, intolleranze, fino a vere e proprie allergie. Non è un caso se un importante ricercatrice finlandese, pediatra dell Università di Turku, la Prof.ssa Erika Isolauri, ha reso noti recentemente a livello internazionale i risultati di alcuni studi sull incidenza dei fermenti lattici nella cura dei disturbi gastrointestinali dei bambini. E sulla base dei risultati ottenuti ha affermato addirittura di ritenere molto utile trattare le mamme con fermenti lattici gia in gravidanza, perchè i bambini che nascevano soffrivano meno di disturbi gastrointestinali. Un ulteriore ricerca su 200 bambini, questa volta di uno studioso statuinitense, il Prof. Sherwood L. Gorbach dell Università di Boston, ha dimostrato l efficacia dei lattobacilli e bifidobatteri nella cura della diarrea infantile, nella misura del 89% dei casi. Una parte di questi bambini, trattati con altri preparati, ha rilevato un efficacia della cura soltanto nel 48% dei casi. Le regole alimentari per un sano benessere CONCLUSIONI Anche per un uomo ai limiti dello stress o abituato ad alimentarsi irregolarmente, per una donna tesa o sovraffaticata, un bambino indebolito o un soggetto di mezza età alle prese con i

6 primi acciacchi, i guai dell intestino non sono inevitabili nè permanenti, purché gli riserviamo un minimo di attenzione sia con adeguati comportamenti igienico-alimentari sia con un attento e tempestivo ricorso ai probiotici. Questa attenzione sarà generosamente compensata da uno stato generale di benessere che si rifletterà positivamente su tutti gli aspetti della nostra esistenza. Corretta e regolare digestione vuol dire infatti non soltanto buona salute generale di tutto l organismo, ma anche capacità di concentrazione, buon umore, regolarità nel sonno, sano appetito, senso si freschezza e voglia di vivere. Mai come in questo caso, insomma, si può affermare davvero che il benessere comincia dentro di noi. Il benessere del vostro intestino comincia dalla bocca: da quanto e come mangiate e dalla qualità dei cibi con cui vi nutrite. Naturalmente l alimentazione, come abbiamo sottolineato più volte, non è la sola causa dei problemi intestinali che affliggono milioni di persone, ma certamente è una delle principali. Quindi, vanno sempre tenute presenti le regole fondamentali di una sana alimentazione, note a tutti ma seguite da pochi. Il vostro intestino e l intero organismo ringrazieranno. 1 - Non dimenticate mai che la prima digestione avviene in bocca: quindi masticate lentamente e a lungo, fino a trasformare il cibo in una poltiglia ben impregnata di saliva. 2 - Seguite un regime alimentare non solo ordinato e corretto, ma opportunamente variato, per fornire all organismo tutta la molteplicità di sostanze nutritive di cui ha bisogno. 3 - Limitate l uso degli antibiotici, e comunque ricorretevi solo dietro prescrizione medica, senza dimenticare che la farmacologia fornisce anche dei preparati specifici che ne limitano le conseguenze, proteggendo e rigenerando la flora batterica. 4 - Non chiedete troppo al vostro fisico, né alla mente: lo stress è uno dei più efficaci strumenti di smobilitazione delle barriere immunitarie e l intestino ne subisce spesso le conseguenze. 5 - Preferite alimenti ricchi di fibre perchè favoriscono le funzioni intestinali. 6 - Consumate frutta e verdura anche crude, con particolare attenzione all igiene, vanno sempre lavate e, se occorre, sbucciate. 7 - Limitatevi nell uso degli alcolici, e ricordatevi che anche un uso eccessivo di spezie favorisce le disfunzioni intestinali. Qualità e benessere per l intestino L intuizione di un valore terapeutico dei probiotici risale almeno al 1908, quando Elia Metchnicov osservò che il consumo di latte fermentato aveva effetti benefici sulla popolazione umana. Da allora si sono susseguiti diversi studi sui probiotici e, in particolare, l ultimo ventennio, è stato caratterizzato dal proliferare di ricerche che ne hanno approfondito i diversi aspetti applicativi e hanno dato notevole impulso alla loro caratterizzazione sotto il profilo genetico, oltre che funzionale. Per probiotici si devono intendere, secondo quanto specificato dalle linee guida del Ministero della Salute, pubblicate nel dicembre 2005, microrganismi vivi e vitali che conferiscono benefici alla salute dell ospite, migliorando l equilibrio della microflora intestinale quando consumati, in adeguate quantità, come parte di un alimento o di un integratore. Dati i numerosi effetti benefici che i probiotici hanno sul nostro organismo, questi ultimi anni, in particolare, sono stati caratterizzati da un iperofferta sul mercato dove, spesso, l aspetto qualitativo è venuto meno.

7 A tale proposito uno studio dell Istituto Superiore di Sanità (presentato durante il congresso: 4th Probiotics and Prebiotics new food XXX International congress on microbial ecology and desease (SOMED) 2007), condotto su alcuni integratori disponibili in commercio in Italia (tra aprile 2005 giugno 2006), ha dimostrato, attraverso un analisi quali-quantitativa, una scarsa correlazione tra quanto dichiarato nelle etichette degli integratori ed il reale contenuto, ed una considerevole riduzione del numero di batteri vitali in un alta percentuale di integratori probiotici, con conseguente perdita degli effetti benefici sulla salute umana. Ecco dunque come l aspetto qualitativo sia di estrema importanza. La diffusione di impiego dei probiotici anche nel ambito medico ha indotto, ovviamente, le istituzioni internazionali, come Food and Agricolture Organization (FAO) e l organizzazione Mondiale della Salute (OMS), a stabilire una chiara definizione e a redigere precise direttive per valutare l efficacia dei probiotici. Inoltre anche l EFSA (European food safety authority) per garantire un elevato livello di tutela dei consumatori, ha emanato un regolamento comunitario (obbligatorio dal 2010), che impone la necessità di supportare su basi scientifiche gli effetti nutrizionali o salutistici vantati dai prodotti e che gli stessi siano preventivamente valutati da EFSA. Visto il numero sempre crescente di alimenti etichettati e pubblicizzati nella Comunità recanti indicazioni nutrizionali e sulla salute, il legislatore europeo ha deciso di emanare il regolamento CE n del 2006, già applicabile dal 1 luglio 2007 nei suoi principi generali a cui seguirà, entro il 31 gennaio 2010, l emanazione delle liste riportanti indicazioni salutistiche specifiche. La norma definisce l utilizzo delle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari, inclusi gli integratori. A tal fine si impone la necessità di supportare su basi scientifiche gli effetti nutrizionali o salutistici vantati da EFSA (European food safety authority). Un integratore probiotico Efficace e di Qualità Già in precedenza sugli integratori alimentari a base di probiotici il ministero della Salute ha definito specifiche linee guida che sono conformi ai principi definiti dalla normativa europea. Le linee guida definiscono che i microrganismi, per essere considerati probiotici devono soddisfare i seguenti requisiti: Essere sicuri per l impiego nell uomo Essere vivi e vitali a livello intestinale per poter svolgere efficacemente la loro azione riequilibratrice nell intestino Contenere un adeguato numero per ottenere una temporanea colonizzazione Essere in grado di persistere e moltiplicarsi nell intestino umano Garantire una corretta identificazione dei ceppi batterici, prerequisito per la loro funzionalità e sicurezza. È stato dimostrato che l azione probiotica è legata al ceppo e non alla specie. Utilizzare quindi ceppi batterici depositati presso enti internazionali di raccolta al fine di garantirne l identificazione. FLORETRIX Dall esperienza Sigma-tau nasce Floretrix, integratore alimentare probiotico di qualità, indicato nei casi di alterazione dell ecosistema intestinale di diversa origine come ad esempio terapia antibiotica, stress o alimentazione non adeguata, migliorando la funzionalità dell intestino sia nel bambino che nell adulto. Grazie alla sua particolare formulazione probiotica ceppo-specifica, Floretrix influisce positivamente sull organismo mediante un azione sul tratto gastrointestinale e sul sistema immunitario.

8 Floretrix favorisce il riequilibrio della flora batterica intestinale e fornisce un apporto integrativo di vitamine. Coadiuva il sistema immunitario, in quanto aiuta a rinforzare le difese naturali e a modulare la risposta immunitaria riequilibrandola e può essere utile per facilitare i processi digestivi del lattosio nei soggetti intolleranti. Da uno studio in vitro è stato dimostrato che Floretrix è in grado do metabolizzare il lattosio scindendolo in glucosio e galattosio, grazie alla produzione dell enzima -galattosidasi. Una bustina di Floretrix contiene almeno 50 miliardi di batteri lattici vivi selezionati e liofilizzati (Lactobacillus plantarum P 17630, Lactobacillus paracasei I 1688 e Lactobacillus salivarius I 1794) e vitamine del gruppo B (Vit. B 1 e Vit. B 2 ). I lattobacilli contenuti in Floretrix provengono dall habitat intestinale umano, sono quindi non patogeni ed in grado di superare la barriera gastrica ed i sali biliari. Raggiungono vivi e vitali il sito d azione dove esplicano le loro capacità di adesione, colonizzazione e permanenza. Sono caratterizzati a livello di ceppo mediante accurata indagine fenotipica e genotipica e sono depositati presso enti internazionali di raccolta (Laboratorium voor Microbiologie Gent, Belgio; Institut Pasteur Parigi, Francia). Floretrix, da conservare a una temperatura compresa tra 2 C e 8 C per garantire la vitalità del lattobacilli, è disponibile in confezione da dieci bustine al costo di 12,00. Si consiglia l assunzione di una o due bustine al giorno da sciogliere in acqua, latte o altre bevande non calde. Floretrix, al gusto panna, risulta generalmente molto gradito.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

L APPARATO DIGERENTE. un laboratorio chimico naturale

L APPARATO DIGERENTE. un laboratorio chimico naturale L APPARATO DIGERENTE un laboratorio chimico naturale Come fa il nostro organismo a sfruttare i principi nutritivi nascosti nel cibo? Il nostro apparato digerente, attraverso la digestione, demolisce le

Dettagli

la digestione, l assorbimento, l alimentazione

la digestione, l assorbimento, l alimentazione la digestione, l assorbimento, l alimentazione 1 LA DIGESTIONE Digestione meccanica, il cibo è macinato, rimescolato e insalivato Digestione chimica, il cibo è scomposto in sostanze più semplici dall azione

Dettagli

La digestione degli alimenti

La digestione degli alimenti La digestione degli alimenti Le sostanze alimentari complesse (lipidi, glucidi, protidi) che vengono introdotte nell organismo, devono subire delle profonde modificazioni che le trasformano in sostanze

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di materiali per fare funzionare il nostro corpo È il carboidrato

Dettagli

L apparato digerente

L apparato digerente L apparato digerente Distinguiamo le due fasi: DIGESTIONE e ASSORBIMENTO. Attraverso la digestione facciamo entrare i cibi nel nostro corpo, li spezziamo in molecole più piccole; con l assorbimento forniamo

Dettagli

Alterazioni della flora intestinale?

Alterazioni della flora intestinale? Alterazioni della flora intestinale? Una gamma di prodotti per una microflora intestinale bilanciata ed efficiente. Qualità, Efficacia, Garanzia. Think Green. Live Green. PER IL MANTENIMENTO DI UN INTESTINO

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione.

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. L ALIMENTAZIONE E L APPARATO DIGERENTE Una dieta equilibrata è fatta di tutti gli alimenti

Dettagli

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale)

DYSBIO CHECK (Valutazione della disbiosi intestinale) ALLEGATO: Note informative a corredo del risultato analitico utili al paziente ed al suo medico al quale comunque si rimanda per una corretta interpretazione dei dati. Cod. ID: 123456 CCV: 000 Data: 01/01/2014

Dettagli

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 IL SUCCO VIVO 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 Cos'è il succo vivo? Il concetto di succo vivo venne per la prima volta introdotto dal dottor Norman Walker (1886-1985). Walker è stato il pioniere del crudismo

Dettagli

L'apparato digerente è costituito da un insieme di organi che servono per assorbire gli alimenti che introduciamo. Gli alimenti che ingeriamo sono

L'apparato digerente è costituito da un insieme di organi che servono per assorbire gli alimenti che introduciamo. Gli alimenti che ingeriamo sono L'apparato digerente è costituito da un insieme di organi che servono per assorbire gli alimenti che introduciamo. Gli alimenti che ingeriamo sono troppo complessi per essere direttamente assorbiti senza

Dettagli

Requisiti generali per la produzione di latte alimentare

Requisiti generali per la produzione di latte alimentare Il latte alimentare Requisiti generali per la produzione di latte alimentare Il latte crudo per essere ammesso all'alimentazione umana non condizionata deve provenire: da allevamenti ufficialmente indenni

Dettagli

L unico ceppo probiotico autorizzato sia per il cane sia per il gatto.

L unico ceppo probiotico autorizzato sia per il cane sia per il gatto. Probiotico che ha nuovamente ottenuto l autorizzazione a livello Europeo per l uso nel cane e nel gatto in base alla Direttiva 1831/2003 Vi presentiamo la strada scientificamente provata per integrare

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

Introduzione Il segreto del ph per la salute e la linea 7. La salute dipende dall equilibrio nell organismo 11

Introduzione Il segreto del ph per la salute e la linea 7. La salute dipende dall equilibrio nell organismo 11 Sommario Introduzione Il segreto del ph per la salute e la linea 7 1 2 3 4 5 6 7 La salute dipende dall equilibrio nell organismo 11 Se aumenta l acidità nel nostro corpo nascono i disturbi 27 Un eccesso

Dettagli

L APPARATO DIGERENTE. E formato da un insieme di organi e di strutture che servono a TRASFORMARE ( cioè DIGERIRE) gli alimenti per poterli ASSORBIRE.

L APPARATO DIGERENTE. E formato da un insieme di organi e di strutture che servono a TRASFORMARE ( cioè DIGERIRE) gli alimenti per poterli ASSORBIRE. L APPARATO DIGERENTE E formato da un insieme di organi e di strutture che servono a TRASFORMARE ( cioè DIGERIRE) gli alimenti per poterli ASSORBIRE. Disegno molto semplificato ma efficace che rende bene

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN)

L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L obiettivo per vivere meglio: alimentazione sana e benessere dell intestino! Venerdì 09 Ottobre 2009 Teatro Comunale di Padergnone (TN) L intestino?il cervello della pancia. Come mantenere naturalmente

Dettagli

L APPARATO GASTROENTERICO. Prof. A. Pulcini

L APPARATO GASTROENTERICO. Prof. A. Pulcini Corso di Laurea Infermieristica AA 2011/2012 Lezioni di Fisiologia L APPARATO GASTROENTERICO Prof. A. Pulcini Dipartimento di Scienze Chirurgiche Policlinico Umberto I Sapienza Roma L apparato digerente

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI Dott. Lorenzo Grandini Naturopata iridologo Biologo nutrizionista INTOLLERANZE ALIMENTARI VERO O FALSO? LA STORIA Hare (1905) pubblica The food factor in Disease Shannon (1922) e Duke (1925) pubblicano

Dettagli

I Fermenti Lattici Non sono tutti Uguali

I Fermenti Lattici Non sono tutti Uguali Guida di informazione e approfondimento scientifico Sostenitori del Naturale Curativo I Fermenti Lattici Non sono tutti Uguali Scegliere la QUALITÀ che CONTA è IMPORTANTE! Superceppi selezionati, estratti

Dettagli

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Il latte costituisce l alimento primordiale per tutti i mammiferi. È composto da sostanze provenienti dal sangue per filtrazione diretta e da componenti

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 Organizzazione non lucrativa di utilità sociale- Onlus sita in Demonte (CN) via Colle dell Ortica n 21-12014 Cod. Fisc. 96081720045 Tel.017195218 RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 OBIETTIVO Migliorare

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

C è un nuovo modo di proteggere l intimità femminile. Nuova!

C è un nuovo modo di proteggere l intimità femminile. Nuova! C è un nuovo modo di proteggere l intimità femminile Nuova! Il Problema La microflora batterica vaginale rappresenta una fondamentale e primaria barriera naturale in grado di proteggere la salute genito-urinaria

Dettagli

Che fine fa il cibo ingerito?

Che fine fa il cibo ingerito? Che fine fa il cibo ingerito? Il cibo ingerito entra nell APPARATO DIGERENTE dove viene Trasformato Con la digestione meccanica =rottura in piccoli pezzi e movimenti peristaltici Con la digestione chimica

Dettagli

SCIENZE. L Apparato Digerente e la trasformazione degli alimenti. L apparato digerente. il testo:

SCIENZE. L Apparato Digerente e la trasformazione degli alimenti. L apparato digerente. il testo: 01 L apparato digerente Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di energia per vivere. Le piante prendono l energia dalla luce del Sole. Gli animali invece mangiano, cioè prendono energia dagli alimenti.

Dettagli

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini scheda 01.05 Diagnostica per immagini 01.05 pag. 2 Cos è Le patologie ricercate MediClinic offre la possibilità di effettuare, in condizioni di massima sicurezza e confortevolezza, i due principali esami

Dettagli

INDICE. SCHEDE RIEPILOGATIVE ED ESERCIZI: - La produzione dello yogurt - Le caratteristiche dello yogurt - Divertiti imparando - 2

INDICE. SCHEDE RIEPILOGATIVE ED ESERCIZI: - La produzione dello yogurt - Le caratteristiche dello yogurt - Divertiti imparando - 2 INDICE 1. Cos è lo yogurt? 2. Quali sono le sue caratteristiche? 3. Come si produce lo yogurt? 4. Che origini storiche ha lo yogurt? 5. In che modo è utile per l organismo? SCHEDE RIEPILOGATIVE ED ESERCIZI:

Dettagli

Vag. SymbioVag ovuli vaginali ad azione riequilibrante della microflora batterica vaginale

Vag. SymbioVag ovuli vaginali ad azione riequilibrante della microflora batterica vaginale Vag SymbioVag ovuli vaginali ad azione riequilibrante della microflora batterica vaginale Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso Benessere intimo Vag ovuli vaginali BENESSERE INTIMO

Dettagli

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA

VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA VERO O FALSO? FALSI MITI E VERE AFFERMAZIONI DELLA NOSTRA TAVOLA Questo opuscolo è stato creato per dare delle reali risposte ai tipici luoghi comuni riguardanti l' alimentazione e le possibili cause dell'

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Latte e tubo digerente Lucio Capurso

Latte e tubo digerente Lucio Capurso Latte e tubo digerente Lucio Capurso 57 Latte e tubo digerente Lucio Capurso, Primario Emerito di Gastroenterologia nell Azienda Ospedaliera San Filippo Neri di Roma, è uno dei grandi luminari dell apparato

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

COS È E COSA CONTIENE

COS È E COSA CONTIENE SOMMARIO 6 INTRODUZIONE 8 LA STORIA 22 COS È E COSA CONTIENE 50 PER LA SALUTE 80 PER LA BELLEZZA 100 FATTO IN CASA 118 IN CUCINA LO YOGURT INTRODUZIONE Siamo abituati a pensare ai batteri come a nemici

Dettagli

Indice. n IntroduzIone...5. n LA.dIGeStIone...7. n IL.SeCondo.CerVeLLo...11

Indice. n IntroduzIone...5. n LA.dIGeStIone...7. n IL.SeCondo.CerVeLLo...11 3 Indice n IntroduzIone...5 n LA.dIGeStIone...7 n IL.SeCondo.CerVeLLo...11 n L APPArAto.dIGerente...15 Stomaco... 18 Intestino... 23 Ghiandole salivari... 29 Fegato... 30 Cistifellea... 32 n Le.CoMPLICAnze.deLLA.dIGeStIone...

Dettagli

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

Le proteine. Le proteine sono i mattoncini che costituiscono gli organismi viventi.

Le proteine. Le proteine sono i mattoncini che costituiscono gli organismi viventi. Le proteine Le proteine sono i mattoncini che costituiscono gli organismi viventi. Per avere un idea più precisa, basti pensare che tutti i muscoli del nostro corpo sono composti da filamenti di proteine

Dettagli

Integratori alimentari a base di probiotici: Linee Guida Italiane

Integratori alimentari a base di probiotici: Linee Guida Italiane Integratori alimentari a base di probiotici: Linee Guida Italiane Alfonsina Fiore DSPVSA Reparto Pericoli Microbiologici Connessi agli Alimenti Istituto Superiore di Sanità Convegno INTEGRATORI ALIMENTARI:

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE

la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE la base del benessere ph Basic AIUTA L EQUILIBRIO ACIDO-BASE Il ph è l unità di misura dell acidità che va da 0 (acido) a 14 (basico o alcalino). 7 è il valore neutro. Il metodo più facile per avere un

Dettagli

Fondamenti di nutrizione umana

Fondamenti di nutrizione umana Corso Integrato Scienze Tecniche Dietetiche Applicate MED/49 Scienze Tecniche Dietetiche Anno Accademico 2011-12 12 Fondamenti di nutrizione umana Prof.ssa Maria Luisa Eliana Luisi L alimentazione dell

Dettagli

NUTRIZIONE CORRELATA ALLA FASE DELLA PATOLOGIA E AL TRATTAMENTO CHIRURGICO Valutazione dello stato nutrizionale MNA-SGA Misure antropometriche Anamnesi alimentare 1. abitudini 2. preferenze 3. cambiamenti

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Molta ricerca, poca pubblicità e la TUA fiducia in noi farmacisti

Molta ricerca, poca pubblicità e la TUA fiducia in noi farmacisti Molta ricerca, poca pubblicità e la TUA fiducia in noi farmacisti I nostri prodotti sono il frutto di ricerche avanzate, di un accurata scelta di principi attivi. Sono formulati per ridurre il rischio

Dettagli

Prova Costume? Niente Paura!

Prova Costume? Niente Paura! Prova Costume? Niente Paura! Che Cos è la Nutraceutica? SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO L alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere. Spesso però non conosciamo quello che mangiamo e la qualità

Dettagli

29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. x B. i nervi. D. le vene.

29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. x B. i nervi. D. le vene. Tema 2. Corpo umano 29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. 30 Quale delle seguenti NON è una

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

SOMMARIO LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO

SOMMARIO LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO SOMMARIO 7 Capitolo 1 LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI 39 Capitolo 2 SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA 73 Capitolo 3 I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO 109 Capitolo

Dettagli

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI

BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA. Ecco LE MOSSE VINCENTI BASTA POCO PER PRENDERSI CURA DELLA NOSTRA BOCCA Ecco LE MOSSE VINCENTI LA BOCCA I punti nevralgici della masticazione La bocca è, in tutti gli animali, il luogo in cui avviene la prima parte della digestione,

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

dieta nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti

dieta  nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona ricerca in campo nutrizionale componenti alimentari nuovi alimenti Lo scopo primario della dieta è fornire nutrienti sufficienti a soddisfare le esigenze nutrizionali della persona. Sono sempre più numerose le prove scientifiche a sostegno dell ipotesi che alcuni alimenti

Dettagli

Il Latte La salute in un bicchiere

Il Latte La salute in un bicchiere Il Latte La salute in un bicchiere Il latte presso i vari popoli In ogni angolo del mondo, per i neonati dei mammiferi il latte è il primo ed unico alimento. I vari popoli della terra per assicurare costante

Dettagli

STOMACO. A livello dello stomaco si verifica un limitato assorbimento di alimenti, soprattutto di acqua, di alcuni sali, di alcool e di alcuni farmaci

STOMACO. A livello dello stomaco si verifica un limitato assorbimento di alimenti, soprattutto di acqua, di alcuni sali, di alcool e di alcuni farmaci STOMACO Nel loro insieme i secreti delle ghiandole formano il succo gastrico, fortemente acido (ph circa 1). Nella mucosa gastrica sono disposte tra le ghiandole cellule mucose, che producono un muco che

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Le linee guida ministeriali sui probiotici BRUNO SCARPA Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Ufficio IV ex DGSAN Roma, 25 novembre 2013 Probiotici

Dettagli

Le allergie alimentari

Le allergie alimentari Le allergie alimentari A cura del Dott. Renato Caviglia, MD, PhD Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Dottore di Ricerca in Scienze Epato-Gastroenterologiche Introduzione L'allergia

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Viaggio delle sostanze nutritive

Viaggio delle sostanze nutritive Viaggio delle sostanze nutritive Il cibo che assumiamo contiene sostanze nutritive per la produzione di nuove cellule Gli alimenti però devono essere ridotti in molecole Esistono 4 fasi fondamentali 1)

Dettagli

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411

RASSEGNA STAMPA: NUTRIZIONE E BENESSERE A cura di www.integratorinutrizionali.it - infoline: 347 3712411 NUTRIZIONE CELLULARE: QUELLO CHE IL TUO MEDICO DEVE SAPERE Parla il Dr. David B. Katzin, M.D., Ph.D. specialista in Scienza della Nutrizione, Fisiologia, Cardiovascolare e Medicina interna (...) Io sono

Dettagli

Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola

Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola Questa enorme superficie permette che, a livello del digiuno e dell ileo, abbia luogo l assorbimento dei monosaccaridi, degli amminoacidi, degli acidi

Dettagli

L'importanza di un equilibrato tono intestinale

L'importanza di un equilibrato tono intestinale enterorelax intestino sereno L'importanza di un equilibrato tono intestinale FITOMEDICAL star bene è naturale L intestino lavora in silenzio In situazioni normali, l attività digestiva si compie in una

Dettagli

!"#$%&''%(#)*"#+%,(# PRIMA PARTE

!#$%&''%(#)*#+%,(# PRIMA PARTE !"#$%&''%(#)*"#+%,(# PRIMA PARTE -&#.&/0%+&1%(2*# o Il cibo entra nella bocca dove viene sminuzzato dai denti, impastato dalla lingua e rimescolato dalla saliva. L uomo è onnivoro; i suoi denti quindi

Dettagli

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 ESPOSIZIONE UNIVERSALE (EXPO) EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 CENNI STORICI Cos è EXPO: EXPO = Esposizione Universale EXPO = esposizione a carattere INTERNAZIONALE. Ogni EXPO

Dettagli

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE

LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE LE AFFEZIONI NON INFETTIVE DELL ETA SCOLARE CARIE DENTALE MIOPIA SCOLIOSI OBESITA CARIE DENTALE La carie dentale nasce come processo erosivo e si evolve come processo destruente del dente che perde così

Dettagli

Clinical Cornelia Day

Clinical Cornelia Day Clinical Cornelia Day Serena Tursi Dietista DH pediatria Malattie Metaboliche, Dipartimento di Pediatria A.O. San Gerardo di Monza Problematiche fisiologiche : Come, quanto e in che modo? RISCHIO MALNUTRI

Dettagli

unità C6. L alimentazione e la digestione

unità C6. L alimentazione e la digestione Il cibo è composto da tre tipi di molecole organiche proteine grassi carboidrati che vengono scomposti dagli enzimi digestivi rispettivamente in amminoacidi acidi grassi semplici glucosio e altri zuccheri

Dettagli

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

dal latte, il Latte LINEA VITAL I vantaggi dell innovativa integrazione Frabes

dal latte, il Latte LINEA VITAL I vantaggi dell innovativa integrazione Frabes dal latte, il Latte LINEA VITAL I vantaggi dell innovativa integrazione Frabes La rimonta è il futuro di un azienda, rappresenta un investimento per la redditività a lungo termine. Particolare attenzione

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Struttura e funzionamento dell apparato digerente

Struttura e funzionamento dell apparato digerente Struttura e funzionamento dell apparato digerente la dentizione inizia (cioè i denti iniziano a spuntare) attorno al 6-8 mese di vita e porta alla comparsa dei 20 denti decidui (denti da latte). Questi

Dettagli

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS

LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS LA TUA MAPPA DEL TESORO IN 4 SEMPLICI PASSI PER RAGGIUNGERE LA TUA FORMA PERFETTA CON JUICE PLUS 4 Semplici passi per creare il tuo stile di vita 1. Decidi cosa vuoi e cosa credi = cosa vuoi ottenere e

Dettagli

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario!

3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso. dal risultato straordinario! 3 prodotti in sinergia per un esclusivo Programma Nutrizionale e di Controllo Peso dal risultato straordinario! Pasto Sostitutivo Pasto Sostitutivo al delizioso sapore di cioccolato o vaniglia francese.

Dettagli

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI

Quindi è chiaro che. l uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: L ENERGIA E I PRINCIPI NUTRITIVI Le esigenze della incessante attività del corpo umano fanno si che le numerose sostanze che lo formano (le quali sono soggette ad usura e a perdite e vanno quindi via via ricostituite e/o sostituite) e

Dettagli

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi.

acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. COS'E' L' INTOLLERANZA AL LATTOSIO? Il latte è composto da: acqua; grassi (saturi e insaturi); zuccheri; proteine; elementi minerali; vitamine; enzimi. Fra gli zuccheri, quello maggiormente presente è

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Il potere energetico degli alimenti

Il potere energetico degli alimenti Il potere energetico degli alimenti Dott. Pasquale Romano Piacenza 04.12.2004 Cultura ed alimentazione Modelli succeduti in questi ultimi anni Mediterranea (culture regionali) Fast food Macrobiotica Vegetariana

Dettagli

20 suggerimenti per una salute radiosa

20 suggerimenti per una salute radiosa 20 suggerimenti per una salute radiosa 1. BEVI ACQUA CALDA CON SUCCO DI LIMONE AL MATTINO Una tazza di acqua calda con una spruzzata di succo di limone come prima cosa bevuta al mattino: passa subito attraverso

Dettagli

Lo stomaco è suddiviso in quattro regioni:

Lo stomaco è suddiviso in quattro regioni: Lo stomaco comunica con l'esofago attraverso il cardias, e con l'intestino tenue attraverso il pil oro. Situato nella parte superiore sinistra della cavità addominale, lo stomaco è una dilatazione del

Dettagli

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1%

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1% CARBOIDRATI 1 GLUCIDI Il termine deriva dal greco, dolce, dato che i più semplici hanno sapore dolce; vengono anche chiamati carboidrati Sono i costituenti più importanti dei vegetali che li sintetizzano

Dettagli

Educazione Alimentare

Educazione Alimentare Educazione Alimentare strumento di prevenzione medica e di benessere Prof. Giacinto A.D. Miggiano Direttore Centro di Ricerche in Nutrizione Umana. Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma Cibo, salute

Dettagli

Apparato Digerente. Gli alimenti sono composti da sostanze chiamate Nutrienti. organici. inorganici vitamine. Nutrienti:

Apparato Digerente. Gli alimenti sono composti da sostanze chiamate Nutrienti. organici. inorganici vitamine. Nutrienti: Apparato Digerente Insieme di organi preposti all assunzione alla digestione e all assorbimento degli alimenti, nonché alla eliminazione delle sostanze non assimilabili tramite le feci. Gli alimenti sono

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista

ALIMENTAZIONE E SALUTE. Dott.ssa Ersilia Palombi. Medico Nutrizionista ALIMENTAZIONE E SALUTE Dott.ssa Ersilia Palombi Medico Nutrizionista Alimentarsi bene e nutrirsi bene: non sempre i due comportamenti corrispondono, infatti il segnale fisiologico dell appetito da solo

Dettagli